Sei sulla pagina 1di 2

Edoardo filpi

N1
La memoria del calcolatore e’ organizzata gerarchicamente in modo tale da avere i
dati più frequentemente usati o più utili sempre nelle memorie più veloci.
Scendendo nella gerarchia si osservano memorie caratterizzate dall’essere sempre più
grandi e sempre più lente quindi scendendo nella gerarchia le memorie sono di
accesso sempre meno frequente ed è questo che rende funzionale questa suddivisione.
Tra le piu veloci abbiamo i registri di memoria, cache, RAM, memoria principale
ecc…
-La cache è una memoria statica, veloce e di dimensoni ridotte.
Consente un accesso rapido alla memoria ma essendo di dimensioni ridotte, la
memoria cache è in grado di memorizzare soltanto una minima parte dei dati
contenuti nella RAM.
-registri di memoria, all’interno della CPU si trova una memoria interna formata da
diverse celle di memoria, chiamati registri di memoria che vengono utilizzati per il
controllo dell’esecuzione di un programma.
-RAM (Random Access Memory) indica che è possibile accedere in
qualunque locazione di memoria e per qualunque tipo di accesso. Le
informazioni in esse contenuta rimangono solo quando vengono alimentate.
Le RAM si suddividono in due sottocategorie chiamate RAM dinamiche
(DRAM) e RAM statiche (SRAM).
N2
La CPU esegue le istruzioni attraverso un procedimento chiamato ciclo macchina che
è suddiviso in 4 parti:
-Fase di fetch istruzione: in questa fase la CPU deve riperire l’istruzione da eseguire.
-Fase di Decode: in questa fase la CPU deve interpretare l’istruzione e preparare i
dispositivi utili.
-Fase di fetch operandi: completa, tramite la lettura di un dato, l’esecuzione
dell’istruzione
-Fase di execute in questa fase la control unit invia comandi per l’esecuzione.

N3
Sta ad indicare la capacità della CPU di eseguire istruzioni senza rispettare l’ordine
del codice che le contiene individuando le istruzioni non vincolate da altre.
-Prefetch tecnica che permette ai processori, tramite l’analisi del codice, di prevedere
in anticipo i dati/istruzioni che serviranno al processore anche se questo determina
alcuni problemi.
-Speculative execution che è una tecnica che permette l’esecuzione di entrambi i rami
di un salto per prevederne la direzione.

N4
Il bus dati consente la trasmissione di dati dalla CPU agli altri elementi e viceversa e
la trasmissione dei dati vengono diversificate a seconda dell’ampiezza del bus.
N5
La funzione di questo bus è infatti quella di permettere un indirizzamento unico di
tutti i dispositivi periferici collegati al microprocessore infatti contiene l’indirizzo del
dispositivo di I/O o della cella di memoria che la CPU ha deciso di operare.