Sei sulla pagina 1di 3

EPICA Classe 1ª Riassunti

MITO ED EPICA

I MITI → • Sono RACCONTI FANTASTICI che forniscono una spiegazione


sull’ordine del mondo.
• Sono RACCONTI RELIGIOSI perché riguardavano le divinità e
semidei.
• I miti SONO STORIE VERE PER I POPOLI che li hanno creati (per
loro erano reali).
• I miti ERANO quindi SACRI e venivano tramandati di generazione
in generazione tra i sacerdoti (oralmente poi scritti).
• Non venivano sempre raccontati, erano NARRATI solo in
OCCASIONI PARTICOLARI (es. Feste religiose, Feste per la semina)
ed erano una preghiera per le divinità.

DI COSA PARLANO I MITI?

1. Dell’origine del mondo

2. Danno risposte agli uomini su scoperte sorprendenti, sconosciute e

nuove (es. la scoperta del fuoco)


3. Raccontano l’origine di alcune civiltà

4. Cercano di dare risposte a tutto quello che l’uomo non

riesce a spiegare.

Prof.ssa Bosisio
EPICA Classe 1ª Riassunti

I MITI SI DISTINGUONO TRA LORO IN BASE AL CONTESTO:

MITI COSMOLOGICI → Parlano, raccontano dell’origine del mondo (come


si è formato).

MITI TEOLOGICI → Parlano dell’origine degli Dei (come si sono generati,


come sono nati, chi li ha creati).

MITI ANTROPOLOGICI→ Parlano dell’origine dell’uomo, chi lo ha creato,


com’è nato…

MITI SULLA NATURA → Parlano e spiegano l’origine dei fenomeni naturali o


di eventi straordinari (alluvioni, terremoti, eruzioni
vulcaniche).

MITI DI METAMORFOSI → Spiegano l’origine di una cosa naturale (es. piante o


animali), a partire da un cambio di forma
(trasformazione).

MITI DI DEI ed EROI → Parlano di esseri divini o semidivini che lottano con
creature mostruose.

MITI EZIOLOGICI → Parlano e spiegano la causa per cui è avvenuto


qualche cosa, un evento particolare, spiegano per
esempio com’è stata fondata una città.

Prof.ssa Bosisio
EPICA Classe 1ª Riassunti

ALCUNE COSE IMPORTANTI DA RICORDARE…

• OGNI POPOLO AVEVA I SUOI MITI e li conservava nella loro cultura e


venivano TRAMANDATI alle generazioni future.
• Questi miti erano tramandati per secoli, di generazione in
generazione, a VOCE (cioè oralmente, non erano scritti) con il rischio
di creare versioni diverse dello stesso mito (per es. il mito del “Diluvio
Universale” → ne esistono diverse versioni).
• Un mito aveva delle RIPETIZIONI perché aiutavano a memorizzare la
storia, essendo tramandata oralmente.

COSA TROVIAMO IN TUTTI I MITI?

1. L’AMBIENTAZIONE = tempo passato, lontano da chi racconta, non è


mai precisato (non sappiamo il secolo o l’anno…);
2. LO SPAZIO = è lontano e non precisato;
3. I PERSONAGGI = sono sempre dei o semidei;
4. STRUTTURA NARRATIVA = è sempre uguale, con una introduzione,
una parte centrale, una conclusione;
5. LINGUAGGIO = vi sono presenti formule fisse, frasi ripetute,
metafore, similitudini.

Prof.ssa Bosisio