Sei sulla pagina 1di 1

Il Taoismo Il Taoismo Il Taoismo è una delle religioni fondamentali della Cina, con il Buddismo e il

Confucianesimo. La parola Tao indica la via, il sentiero, la storia, il cammino. Il Tao è indicato con
un cerchio diviso in due metà che rappresentano lo Yang (=luce, sole, elemento maschile) e lo Yin
(oscurità, terra, elemento femminile). Dalla diffusione di questi elementi trae la vita dell'intero
universo. Del Taoismo non è possibile stabilire con precisione cronologica l'epoca originaria di
formazione, ma la sua apparizione si può far risalire intorno al 2° secolo a.C. Il Taoismo recupera
l'antico patrimonio religioso e lo interpreta come impegno totale della persona. Verso il 5°sec., il
Taoismo apparve consolidato come Chiesa e al suo capo c'è il Maestro Celeste, il Papa Taoista. Il
Taoismo sopravvisse agli attacchi di concezioni filosofiche concorrenti sotto la dinastia Quin che
avevano unificato la Cina ed il pensiero di Lao-Tzi venne rielaborato dai cortigiani della dinastia
Han, che v'innestarono le leggende dell'Imperatore Giallo. Il Taoismo influenzò profondamente
l'arte e la letteratura cinese, la pittura s'ispirò in larga misura all'evocazione delle forze della natura
e al culto di un idillico ritiro dal mondo. Il Taoismo e il Buddismo cinese s'influenzarono
reciprocamente dopo la diffusione del Buddismo nel 4°sec. Esso fu responsabile della più massiccia
persecuzione del Buddismo mai avvenuta in Cina. Parlando di storia del Taoismo, non si può fare a
meno di accennare del suo fondatore: lao-tzu. Di lui si può assicurare soltanto che, avendo amato
l'oscurità più d'ogni altra cosa, quest'uomo cancellò ogni traccia della sua vita. Era il misterioso
bibliotecario di Confucio e apre che sia morto all'età di 44 anni. Il Taoismo è iniziato come un
movimento superstizioso, senza basi dottrinali ed ebbe in seguito dei maestri che lo svilupparono
sia nella parte dottrinale sia in quella pratica del metodo per l'acquisto dell'immortalità. Grazie a
Lao-Tse la Cina si chiede per la prima volta chi e che cosa creò il mondo e gli stessi principi
generatori. Il punto di partenza era ottimo ma i risultati non furono altrettanto; i tre gioielli del
Taoismo furono: gentilezza, Umiltà e Frugalità e ne nacque la certezza che la debolezza diviene
forza. L'essere umano deve tendere al miglioramento del proprio io mediante l'isolamento della
vita sociale, praticando il non-agire e cercando di raggiungere l'immortalità. La ricerca
dell'immortalità sulla scorta dei riferimenti metaforici alla perfettibilità e all'immortalità Xian che
costellavano l'opera di Zhang Zi, portò alla nascita di una chimica rudimentale. Questi esperimenti
cedettero il posto tra il 3° e il 6°sec. A tutta una serie di pratiche igienico-sanitarie
che,sottolineando l'importanza della respirazione regolare e della concentrazione per prevenire le
malattie, miravano a favorire la longevità. Esiste una triade Taoista, Puro Giada, Puro Superiore,
Puro Supremo che risiedono nei Tre Cieli for