Sei sulla pagina 1di 1

pagina

.
18 Cronaca Sabato, 27 marzo 2021

L’intervista all’intellettuale francese

Attali “Il futuro dei media sarà ibrido


ma le Big Tech rispettino le regole”
dalla nostra corrispondente Anais Ginori

parigi — «Il futuro dei media sarà tutto: Internet li sta inghiottendo Da Gutenberg Rupert Murdoch è riuscito L’Equipe generano brevi articoli
ibrido». Jacques Attali è un lettore in un unico spazio globale non nella sua battaglia contro in modo automatizzato. Alla radio
compulsivo di giornali. Nel suo regolamentato. Oggi la diffusione agli ologrammi Facebook in Australia. è possibile far parlare una voce
nuovo saggio, Histoire des Médias,
l’intellettuale francese, già
dei giornali è solo un quarto di
quello che era vent’anni fa. Non ci
nel suo nuovo libro «È un buon risultato, ma parliamo
sempre di misure di
sintetica. In Corea alcune
televisioni presentano i notiziari
consigliere di François sono più testate europee nella top l’ex consigliere compensazione, accompagnate con presentatori ologrammi. Il
Mitterrand e poi vicino a tanti ten mondiale. E persino il New da cifre irrisorie. È poco più di passo successivo sarà la notizia in
altri presidenti, compreso York Times è al dodicesimo posto. di Mitterrand un’elemosina. Quello che versa 3D e realtà aumentata. Vedremo
Emmanuel Macron, ripercorre la
grande avventura
Di pari passo, la pubblicità che
andava sui giornali è stata
ripercorre Google ad alcune testate è
sufficiente per finanziare i loro
la partita di calcio come se
fossimo sul campo, saremo
dell’informazione. assorbita dagli over the top che la grande avventura funerali. C’è solo una cosa che embedded in una guerra. Non è
Dai segnali di fumo agli algoritmi, controllano più di metà del può avere un impatto decisivo». fantascienza: accadrà al massimo
da Gutenberg agli ologrammi. mercato mondiale». dell’informazione Quale? nei prossimi vent’anni».
Attali parla delle prossime Si poteva evitare? «Un piano del governo americano Qualche ragione per essere
innovazioni tecnologiche ma «All’inizio c’è stata una certa per smantellare le Big Tech, ottimisti?
lancia anche un appello ai incoscienza degli editori che si ripristinando così le regole della «I giornalisti, e aggiungo gli
governi per difendere gli editori sono affrettati a mettere i loro concorrenza. Nel libro propongo insegnanti, hanno una grande
contro l’oligopolio delle Big Tech: contenuti su Internet di dividere Google in quattro missione: la ricerca e la difesa
«Biden deve smantellare Google, gratuitamente, contando rami, separando il motore di della verità. Nonostante le
probabilmente sugli introiti ricerca, Android, la
f pubblicitari, poi invece dirottati
dalle Big Tech. I social network
concessionaria pubblicitaria e le
altre attività. Lo stesso vale per
f
Se non si vuole sono diventati dei media, quasi Facebook, Amazon, Microsoft, Il mercato deve essere
scomparire senza che ce ne accorgessimo.
Loro stessi non vogliono definirsi
Apple. Per me l’unica soluzione è
considerare che i social ormai regolamentato:
bisogna diventare come editori, con tutte le
responsabilità che ne
fanno un servizio pubblico e
quindi devono piegarsi a regole
nessuno Stato può
globali: la carta conseguono, ma intanto si sono per garantire la collettività». lasciare un potere
Crede davvero che il
stampata si sta già appropriati di contenuti di
informazione. Ormai stiamo presidente Biden potrebbe così immenso
reinventando andando verso la fusione tra
stampa, tv, radio e Internet. Gli
farlo?
«È già successo in passato, nel
ad aziende private
g editori tentano di far pagare i loro
contenuti digitali, ma è molto
mercato petrolifero e in altri
settori. Il regime cinese ha già
g
difficile difendersi dall’oligopolio cominciato a porsi questo
Facebook e gli altri dividendoli in delle Big Tech». problema. Per avere avuto troppe tecnologie, rimarrà sempre un
diversi rami di attività per In Europa è stata approvata la ambizioni, Jack Ma (il fondatore lavoro artigianale di fact-checking
ripristinare le regole della direttiva sul copyright. Molti di Alibaba, ndr) è stato mandato a nella battaglia contro la
concorrenza». editori fanno accordi con le giocare a golf. Nessuno Stato, disinformazione. Qualsiasi media
I media, come lei racconta, piattaforme. Cosa ne pensa? democratico o meno, può lasciare deve diventare globale se non
hanno già vissuto altre «Le direttive già adottate un potere così immenso ad vuole scomparire. La carta
trasformazioni. Cosa c’è oggi di nell’Unione europea, insieme al aziende private. Biden deve agire stampata si sta già reinventando
tanto diverso? nuovo Digital Act del ora prima che queste aziende con podcast, newsletter,
«Il primo dei media, la carta commissario Thierry Breton, statunitensi diventino entità videoinchieste, servizi ai lettori
stampata, temeva di morire sono tentativi lodevoli. Ma non mi sempre più globali e inafferrabili sempre più multimediali.
quando arrivò la radio. E poi di farei troppe illusioni: i colossi anche per l’amministrazione Purtroppo questa trasformazione
nuovo quando cominciò la americani bloccheranno tutto. k Economista e saggista americana». potrebbe non bastare. Deve
televisione. Ma fino agli anni Dispongono di schiere di avvocati Jacques Attali, 77 anni, è stato Nel futuro lei vede giornalisti essere accompagnata da
Novanta c’è stato un circolo e lobbisti per rallentare ed consigliere del presidente sostituiti da robot. coraggiose misure di
virtuoso tra stampa, radio e tv. eludere i controlli di Bruxelles e François Mitterrand. Il suo ultimo «Sta già succedendo. In Francia, regolamentazione del mercato».
Dagli anni Duemila, è cambiato dei governi europei». libro è Histoire des Médias alcuni quotidiani regionali e ©RIPRODUZIONE RISERVATA

27 marzo 2020 27 marzo 2021 Facebook, Google e Twitter nel mirino di senatori e deputati nell’audizione congiunta
Alberto Piraino

“Assalto al Congresso, colpa dei giganti Web”


L’immortalità di Alberto sarà mantenere viva e
sempre la sua memoria.
Silvana, Ernesto, Sabrina, Fedele e il nipote Giu-
seppe
Palermo, 27 marzo 2021

Zuckerberg, Dorsey facce sono state issate su grandi car-


tonati che riproducevano i leader
e Pichai sotto accusa dell’assalto del 6 gennaio, con Zuc-
“Fate disinformazione kerberg incorniciato dalle corna di
bufalo dello “sciamano di QAnon”.
anche sui vaccini” L’iniziativa dell’associazione Sumo-
fUs è la sintesi di ciò che la politica
imputa alle piattaforme tech: la vio-
di Raffaella Menichini lenza online si trasforma sempre più
in violenza, organizzata, offline. E i
«Vi sentite responsabili per quello “signori” dell’online devono rispon-
che è accaduto il 6 gennaio?». Per i derne. Le accuse della politica sono
capi delle grandi piattaforme social bipartisan. Ma per Zuckerberg, la re-
giovedì è stato il giorno del giudizio sponsabilità di Facebook è «costrui-
davanti al Congresso americano: re sistemi efficaci». Se qualcuno ne
l’appuntamento cruciale sulla disin- approfitta, non dipende da loro. «Ab-
formazione politica e sanitaria che biamo fatto la nostra parte nel ga-
ha raggiunto un culmine drammati- rantire l’integrità delle elezioni. Poi
co con l’assalto dei sostenitori di Do- il presidente Trump ha incitato a ri-
nald Trump al Congresso Usa. Alla bellarsi». Ma non è solo l’odio politi-
domanda dei parlamentari solo il k La parodia berg si è rifiutato di rispondere: «La co che si imputa alle piattaforme: de-
Ceo di Twitter Jack Dorsey ha rispo- I cartonati coi volti dei capi colpa è di chi ha infranto la legge. E putati e senatori accusanno Big Te-
sto affermativamente. Il capo di Al- di Big Tech sulle sagome poi di chi ha diffuso quei contenuti, ch di diffondere disinformazione an-
phabet Google Sundar Pichai ha ne- degli assalitori del Congresso compreso il presidente». che su pandemia e vaccini: «È il mo-
gato ogni responsabilità, e il chief Mentre i tre big di Silicon Valley mento di fare leggi per rendervi re-
executive di Facebook Mark Zucker- parlavano, collegati online, le loro sponsabili». ©RIPRODUZIONE RISERVATA
VkVSIyMjMDAwMDAwMDAtMDAwMC0wMDAwLTAwMDAtMDAwMDAwMDAwMDAwIyMjMDAwMDAwMDAtMDAwMC0wMDAwLTAwMDAtMDAwMDAwMDAwMDAwIyMjMjAyMS0wMy0yN1QwNzoyMzoxNiMjI1ZFUg==