Sei sulla pagina 1di 3

Szűcs- Nagy Liza

Compiti a casa
Congiuntivo
1. Credo che sia (essere) ora di cercare una vacanzetta per Pasqua.
2. Ragazzi, immagino che abbiate (avere) studiato.
3. Quando ti viene offerto un lavoro, è bene che tu chieda (chiedere) al
datore di lavoro che ti spieghi per iscritto le condizioni lavorative che
disciplineranno.
4. Spero che tu venga vada (andare) al cinema domani sera.
5. Cancello il messaggio perchè non è giusto che lui dica (dire) quello che
vuole e io non possa (potere) ribattere.
6. Sognano che la loro squadra vinca (vincere) almeno un quarto di quello
che ha vinto il Barcellona.
7. Ci dispiace che voi non riusciate (riuscire) a trovare il brano musicale
desiderato.
8. Al fine di procedere con la conclusione dell'ordine, è necessario che
tu venga (venire) identificato.
9. Probabilmente il tuo forno ha qualche problema: temo che
tu debba (dovere) rivolgerti all'assistenza.
10. Preferisco che voi mi aspettiate (aspettare) sotto casa.

1. Significa qualcosa per ogni donna che si preoccupi si sia


preoccupata (preoccuparsi) per il suo peso,
per ogni donna che si sentano si sia sentita (sentirsi) in lotta in quella
società soffocante.
2. Mi sapete indicare un sito dove inserire l'annuncio senza
che debba (dovere, io) per forza pagare.
3. Non capisco come quel candidato abbia vinto (vincere) le elezioni.
4. Siccome mio figlio non si sente bene, ho paura che abbia
preso (prendere) la varicella.
5. Ora pretendono che io non frequenti (frequentare) più questa persona.
6. È probabile che tu avverta (avvertire) qualche volta mal di testa
e sia (essere) sovente di pessimo umore.
7. Non si può certo dire che ieri voi vi siate comportati (comportarsi) in
modo irreprensibile.
8. È meglio che voi aspettiate (aspettare) l'evoluzione della situazione.
9. Ho l'impressione che l'altro giorno loro abbiano scelto (scegliere) la
strada inversa da quella del buon senso.
10. È possibile che Anna e Laura se ne siano antati se ne siano
andate (andarsene) prima del nostro arrivo.
Szűcs- Nagy Liza

1. Non credo siano (essere) da spendere molte parole circa il nuovo


scandaletto riguardante quella che oggi viene denominata “la casta”
(politica e sindacale).
2. Ci aspettiamo che da un Governo di “professori” venga (venire) una
risposta chiara per l’Università.
3. L'amore ti trova senza che tu lo cerchi (cercare).
4. Se ritenete che il vostro regime di vita non sia (essere) dei migliori,
chiedete consiglio al medico: può darsi che vi sbagliate (sbagliarsi), e
può darsi che abbiate (avere) ragione.
5. Volete che la canzoni di Laura "Le cose che non mi
aspetto" diventi (diventare) la canzone dell'estate in Italia?
6. È meglio che la neomamma si rivolga (rivolgersi) a una consulente in
allattamento per individuare e correggere la causa del problema.
7. Mi aspetto che il futuro governo faccia (fare) pagare gli evasori fiscali.
8. Per evitare che si arrampichi si arrampichino (arrampicarsi), basta
disporre gli oggetti in modo che non abbiano (avere) passaggi facili.
9. Spero che loro concludiano concludano (concludere) bene questo gioco
e lo facciano (fare) per bene.

1. Ora pare che loro si siano decisi (decidersi) a non fare capricci.


2. Mi dispiace che ieri voi mi abbia fainteso abbiate
frainteso (fraintendere).
3. Ero stupita che non lo abbia fatto avesse fatto (farlo) ancora nessuno.
4. Sarebbe bello se non ci siano ci fossero (esserci) i vandali che
imbrattano i muri.
5. La beffa più grande che il diavolo abbia mai fatto (fare) è stato
convicere il mondo che lui non esiste.

1. Credo che stia (stare) per iniziare una nuova battaglia ideologica.


2. Speriamo che non salti (saltare) fuori la corruzione.
3. Mi è sembrato che fossero passati (passare) 15 minuti, ma forse in
realtà erano 30 secondi.
4. Non sono sicuro che fossero fossimo (essere) veramente così tanti.
5. Il mio gruppo non crede che le cose fossero stati stiano (stare) così.
Szűcs- Nagy Liza

1. Penso che Paolo sia partito (partire) ieri.


2. Non avevo pensato che tu avessi finito (finire).
3. Ho paura che sta mattina Luca abbia perso (perdere) il treno.
4. Ho creduto che ormai i pacchi fossero arrivati (arrivare).
5. Credo che sia (essere) una buona idea.
6. Avevo paura che tu te ne fosse andato te ne andassi (andarsene) quello
stesso giorno.
7. Ho paura che Marta se ne vada (andarsene) oggi stesso.
8. Pensavo che fosse (essere) un bel film.
9. Mi piacerebbe che voi parlasti parlaste (parlare) la mia lingua.
10. Si dice che un mese fa Piero abbia trovato (trovare) lavoro
attraverso il cognato.

1. Quando ero ragazzino, i miei genitori speravano


che DIVENTASSI dottore, ma ho preferito studiare architettura.
2. Ieri non ti ho telefonato perché pensavo che lo FACESSI tu.
3. Pensavo che Gianni USCISSE FOSSE USCITO con Maria, invece è
ancora a casa.
4. Quando ho incontrato Luigi, mi sembrava che AVESSE BEVUTO troppo
perché diceva sciocchezze.
5. Non sono uscito perché avevo l'impressione che fuori FACESSE troppo
freddo.
6. Quando non ho visto arrivare i miei amici, ho creduto che AVESSERO
DIMENTICATO l'appuntamento.
7. Gli antichi pensavano che la terra FOSSE piatta e non GIRASSE su se
stessa.
8. Nonostante tu le AVESSI PROMESSO di ritornare presto, Giulia era
molto inquieta.