Sei sulla pagina 1di 12

OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:18 Pagina 1

ESZ news Edizioni Suvini Zerboni - Notiziario quadrimestrale

Un prestigioso riconoscimento
ottobre2000 23
spedizione in a.p. – 45% – art. 2 comma 20/b. legge 662/96 – filiale di Milano

Nei mesi scorsi Ivan Fedele è stato nominato al fff, penetrante il percorso tracciato va dal
Ivan Fedele

Cavaliere dell’ordine delle Arti e delle Lettere registro grave fino al registro acuto in un
dal Ministero della Cultura e della continuo ondeggiare tra “non suono” e
Comunicazione della Repubblica Francese. “suono”. Il flusso si inerpica fino a raggiungere
Questa altissima onorificenza premia la le vette estreme dello strumento per poi UN’ALTA ONORIFICENZA DEL
personalità e l’opera del compositore italiano, ridiscendere, con figure ritmiche ossessive, al GOVERNO FRANCESE PREMIA
da tempo particolarmente attivo e apprezzato punto di partenza. Apostrofe è un pezzo in L’ATTIVITÀ DEL COMPOSITORE
in Francia. Intanto per Fedele si succedono, cui il gesto strumentale prevale e domina LECCESE CHE, PER I PROSSIMI
in questi mesi, quattro prime esecuzioni l’aspetto melodico-armonico fino a ridurre MESI, HA IN PROGRAMMA
assolute: Dedica e Apostrofe, due brani quest’ultimo a mero pretesto. In questo QUATTRO PRIME ESECUZIONI
dedicati al flautista Mario Caroli, sono stati senso la composizione è assolutamente ASSOLUTE
programmati al Festival Musica di Strasburgo anodina rispetto alle mie consuetudini
nei giorni 25 e 26 settembre. Così il tecnico-espressive ed esplora un’estetica che
compositore ci parla di questi due nuovi mi è nuova».
lavori: «Ho scritto Dedica e Apostrofe per A Parigi il 22 novembre, e a Nanterre il
Mario Caroli, uno dei talenti musicali di rara giorno successivo, è prevista la prima
intelligenza e bravura che mi sia mai capitato esecuzione assoluta di Messages per 4 voci
d’incontrare. Dedica è un regalo di femminili ed ensemble, interpretato
compleanno; basata su tre sole figure dall’Ensemble Musicatreize di Marsiglia, che
musicali (un arpeggio veloce, un frammento ha commissionato il pezzo, con il direttore
melodico, un pattern ritmico di carattere Roland Hayrabedian. È ancora Fedele a
percussivo), la composizione prende spunto introdurci alla sua nuova composizione:

Foto di Roberto Masotti


da un materiale che avevo elaborato a scopo «Per le religioni monoteistiche gli Angeli sono i
didattico-dimostrativo durante una mia messaggeri del divino, spiriti sottili inviati nel
lezione di composizione. Nel corso di una mondo sensibile per accompagnare gli uomini
notte, quell’“esercizio di stile” fu trasformato in (purché lo vogliano e lo chiedano) nel loro
un gesto poetico. Apostrofe (“Bravo!”) è cammino di evoluzione spirituale.
invece un omaggio al virtuosismo L'Angelologia classica divide in tre ordini le
“intelligente”. Nella prima parte si succedono schiere dei messaggeri. Il testo di Messages
ondate di scale cromatiche che disegnano non è altro che l'elenco dei nomi degli angeli,
profili frattalici nell’aria. Dal ppp, soffiato sino in antico ebraico, delle tre schiere che
segue a pag. 2

I turbini dell’Acquario
Aquarius-Memorial, il grande ciclo a cui Henri 16 voci soliste e grande orchestra. Purtroppo,
FINALMENTE IN PRIMA
Pousseur lavora dal 1994, viene presentato soltanto qualche mese dopo aver preso
ESECUZIONE INTEGRALE IL
Henri Pousseur

per la prima volta in versione integrale il 23 possesso della sua nuova carica, Goeyvaerts
GRANDE CICLO PER
ottobre a Lovanio, presso il Lemmens- morì a causa di una malattia che lo
PIANOFORTE E ORCHESTRA
Institute, dalla Beethoven Academie di tormentava da molti anni. La Kul mi domandò
INIZIATO SEI ANNI FA
Anversa diretta da Pierre Bartholomée, con il allora di voler assicurare la successione. Fu
pianista Frederic Rzewski. Ripercorriamo, per me un grande onore, che accettai con
attraverso le parole del compositore, le tappe gioia. Oltre all’incontro periodico con gli
che hanno portato a questo complesso studenti di musicologia che bisognava
lavoro: «All’inizio del decennio scorso, la Kul iniziare, a partire da un punto di vista
(Katholieke Universiteit Leuven) creò una personale, alla musica nuova e alle questioni IN RICORDO DI
“residenza di composizione”, o cattedra di che pone, il “residente” aveva il dovere – FRANCO DONATONI:
musica viva. Fu offerta a Kerel Goeyvaerts, di molto gradevole – di scrivere circa un’opera “UN ALTO MAGISTERO
cui si conosce l’importanza storica a partire all’anno, i committenti della quale COMPOSITIVO”
dagli anni ’50 e che, nel corso dei dieci o incaricandosi di assicurarne la prima DI ROBERTO FAVARO
quindici anni che avevano preceduto questo esecuzione in condizioni eccellenti. Il primo A PAG. 4
impegno, aveva creato una serie di opere di anno scrissi dunque Les Litanies d’Icare, per
una novità, di un’originalità e di una qualità pianoforte solo, che dedicai affettuosamente
eccezionali, sfociate nella vasta sintesi alla memoria del mio predecessore. Avevamo
intitolata Aquarius, sorta di opera-oratorio per l’uno e l’altro, senza esserne reciprocamente

segue a pag. 3
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:18 Pagina 2

segue da pag.1 (Fedele: Un prestigioso riconoscimento)

compongono il terzo ordine, quello più famiglia di figure viene riproposta in una
“prossimo” agli uomini: Angeli, Arcangeli e sintesi ordinata (A1, A2, A3, eccetera poi B1,
Principati. L'evocazione del loro nome, la B2, B3, eccetera poi C1, C2, C3, eccetera).
BRUNO MADERNA risonanza della parola influenzano le modalità Ciò determina diverse serie di figure
Il Festival danese di musica espressive della musica conferendole una omogenee, che all'ascolto risultano al tempo
contemporanea Musikhøst forte connotazione rituale». stesso sviluppo e ripresa; in questo senso ho
2000, in programma a Odense Sempre il 24 novembre, l'Orchestra della raggruppato le due ultime parti della forma
Fondazione Arturo Toscanini diretta da sonata in una sola dimensione. Il terzo
dall’8 al 12 novembre, è
Giorgio Bernasconi eseguirà in prima movimento, che è lento, è una sorta di
dedicato a quattro assoluta, al Centro produzione musicale di cadenza accompagnata e ripropone con
compositori: Nikos Parma, Corda d'aria per flauto e orchestra, materiali diversi le modalità compositive ed
Skalkottas, Bruno Maderna, solista Barbara Hank. Scrive il compositore: espressive del primo: quindi, melopee del
Bent Lorentzen e Thomas «L'opera è articolata in quattro movimenti flauto e spettri armonici dell'orchestra che
Adès. Di Maderna sono in (lento/vivace/lento/vivace) seguiti da una respirano con ampi crescendo e
programma nella serata piccola cadenza finale del solista decrescendo. Su questo colore cangiante
inaugurale la Serenata III, accompagnata da un accordo dell'orchestra dell'orchestra intervengono, come il battito di
Honeyrêves e Musica su due corrispondente alle quinte delle corde vuote un cuore, le pulsazioni della grancassa che si
dimensioni; il giorno successivo del violino, un'ottava più bassa. Il primo fanno via via più serrate per preparare
movimento inizia con una parte orchestrale l'esplosione finale che prelude al quarto
Y Después per chitarra,
caratterizzata da figure “saettanti” che movimento». Gli stessi esecutori
Widmung e Pièce pour Ivry per lasciano delle tracce in un ambiente di presenteranno Corda d'aria il 26 novembre
violino solo, Serenata per un risonanza, dal quale emerge il suono del all'Auditorium della Radio di Lugano e il 27 al
satellite; il 10 il Quartetto per flauto che, da una nota tenuta, si anima poco Teatro Carlo Felice di Genova.
archi; nel concerto conclusivo a poco descrivendo una melopea che si Fra le altre esecuzioni di musiche di Fedele in
la Serenata n. 2. Fra gli snoda su un pedale armonico degli archi. Le programma in questo periodo segnaliamo: il
esecutori la Aarhus stesse figure saettanti dell'orchestra Quartetto Arditti è impegnato nel II Quartetto
Sinfonietta, il New Hellenic ricorreranno in seguito, più o meno estese, al Festival Musica di Strasburgo il 22
Quartet, la Odense con una funzione di articolazione delle linee settembre e col I Quartetto il 19 ottobre al
Symfonieorkester. melodiche del flauto e infine come Festival di Varsavia, mentre il III Quartetto Târ
preparazione al secondo movimento. verrà eseguito dallo Spiegel Quartet il 25
Il secondo e il quarto movimento sono ottobre al Théâtre du Châtelet di Parigi, il 17
realizzati a partire da una riflessione sulle novembre a Maasmechelen, il 23 a
ragioni profonde che sostengono le forme Rotterdam e il 30 a Gent (è già in programma
classiche quali la sonata, il concerto, la fuga; per il 17 aprile la prima italiana di Târ, a
vale a dire tutto ciò che è: esposizione- Milano, per la Società del Quartetto che ha
sviluppo-ripresa. In rapporto a queste condiviso la commissione del brano con la
questioni formali ho pensato: come Société Philharmonique di Bruxelles); Modus,
inquadrare la forma classica concertante in un per marimba e percussioni, è programmato
LUIGI DALLAPICCOLA contesto più generale (gli archetipi strutturali e con l’Ensemble Phorminx a Darmstadt il 25
L’Associazione Musicale percettivi di riferimento), e quindi considerarla settembre e a Tübingen il 17 ottobre;
Serenade Ensemble ha solo come stereotipo di un'epoca ben Études Boréales, al Festival Musica di
programmato Commiato per precisa? Io utilizzo sovente la figura quale Strasburgo, il 7 ottobre con il pianista
l’8 ottobre alla Sala Olimpia di elemento costitutivo della composizione. Christophe Bertrand; il 14 ottobre a
Muggia (Trieste). A New York Spesso propongo un'alternanza di figure Barcellona l’Ensemble Barcelona 216 diretto
la Juilliard Orchestra diretta differenti secondo uno schema e una metrica da Ernest Martinez-Iszquierdo eseguirà Profilo
da George Manahan eseguirà dati. Il mio progetto compositivo è da una in eco, Mixtim e, con il soprano Alda Caiello,
parte “direzionale” — si parte da un punto per Maja, Allons e Ça ira; a Reggio Emilia, il 19
Three Questions with Two
arrivare a un altro punto — e dall'altra novembre, l’Icarus Ensemble diretto da
Answers per orchestra il 2 “relazionale”, ovvero orientato a creare Giorgio Bernasconi, con il soprano Daniela
febbraio 2001. connessioni paratattiche tra ogni figura del Uccello, interpreterà Maja per soprano ed
solista e il suo trattamento orchestrale. In altre ensemble. Infine, il 20 dicembre,
parole, dopo una prima fase di esposizione in all’Auditorium del Centre Pompidou di Parigi
cui le diverse figure sono proposte mescolate l’Ensemble InterContemporain diretto da
fra loro, ne segue una seconda in cui ogni Pierre-André Valade presenterà Richiamo.

rassegna
rassegnastampa
stampa
Sul Concerto per violino e orchestra il 4 aprile al Palafenice Adagio inquieto: ove il solista enuncia un intervallo
di Venezia ascendente (si-sol) destinato a riemergere di continuo, fino
alla replica pressoché esatta della commossa chiusa. Si
Da Amadeus n. 127, giugno 2000, Mario Bortolotto: potrebbe, pensiamo, parlare di variazione su un intervallo,
(...) novità attesa, il Concerto per violino e orchestra di Ivan carica com’è insieme di volontà emotiva e di ricordi
Fedele, compiuto a Strasburgo nel febbraio ’99, e finora formali: un modo di riproporre la ripresa affatto nuovo e
eseguito solo in Francia. (...) Questa nuova composizione originalissimo, nel quale riconosciamo, nell’essenziale, la
sembra riprendere il problema al punto in cui l’hanno poetica e, segnatamente, l’invenzione di Fedele.
lasciato i maestri dell’Espressionismo, Berg in testa; ma,
se di scrittura espressionista si vuol parlare, occorre Su Flamen il 27 febbraio all’Auditorio di Santa Cecilia a
precisare subito che essa è perfettamente consapevole di Roma
quanto i decenni trascorsi abbiano arricchito, e anzi
addensato la materia sonora: che qui tocca limiti di Dal Corriere della sera, 29 febbraio, Luigi Bellingardi:
saturazione. E tuttavia, è evidente come non questioni (...) ha letteralmente conquistato la ribalta lo strepitoso
strutturali appaiano in primo piano (anche se non se ne virtuosismo del gioco strumentale in un’ampia varietà di
prescinde affatto), ma impulsi emotivi: che – basti disegni sonori, di piani dinamici e timbrici. Quasi a
2 l’intervento ritmico dei tamburi doppiati dal tom-tom –
possono riuscire invadenti, fino all’incompatibilità stilistica.
rivaleggiare con il belcanto umano nell’eloquenza, nella
coloritura e nei trilli (...)
Essa, invece, è ben salda nelle zone lente, quale l’esordio,
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 3

segue da pag. 1 (Pousseur: I turbini dell’ Acquario)

informati, scritto negli anni ’80 diverse “litanie” Gnidiens Cherchant la Perle Clementine –
dove la nozione di ripetitività, allora di moda, tanto quanto i contorni melodici della celebre
era sottomessa a un approfondimento critico, romanza Le Temps des Cerises (di Jean-
diverso naturalmente presso l’uno e l’altro. In Baptiste Clément). Non scrissi la sintesi a cui
queste Litanie, dunque, mi sforzavo di avevo pensato fino all’inverno 1998/99.
incontrare, a mio modo, con il mio L’orchestra, incitata dal pianoforte, sgrana
vocabolario e la mia sintassi, in una proiezione fino a quattro variazioni simultanee delle
estesa quanto più possibile, le preoccupazioni Litanies d’Icare, cosa che evidentemente ne
del mio collega e amico. Il pezzo fu eseguito demoltiplica la densità, mentre il solista
per la prima volta da Frederic Rzewski al aggiunge poco a poco delle improvvisazioni
Festival Nieuwe Stimmen nel febbraio 1995. sempre più libere. Al momento in cui si
Per il brano successivo, Jan Caeyers, raggiunge l’apice di questa grande
implicato in tutta questa organizzazione evoluzione, cioè press’a poco ai tre quarti,
creativa, attenendosi alle prescrizioni dei appaiono delle ampie citazioni delle Fouilles
nostri mecenati che prevedevano in questo de Jéruzona, alle quali si mescolano inoltre
programma un’alternanza di lavori per piccoli dei ricordi, rielaborati, passati in nuovi
effettivi e di composizioni per orchestra, mi trasformatori prismatici, dei Danseurs
chiese di scrivere un pezzo per la Beethoven Gnidiens. Questo turbine sempre più
Academie (nella sua formazione abituale di 36 infronzolito approda a una grande cadenza
strumentisti). Gli proposi l’idea di un’“opera dove il solista può spiegare al massimo tutte
aperta”, variabile a qualsiasi livello, dove ogni le sue facoltà improvvisative. Il pezzo si
musicista avrebbe dovuto prendere decisioni chiuderà con un ritorno ai climi delle Litanie,
inventive determinanti, ma che sarebbe stata ma ripassando, in un decrescendo
allo stesso tempo basata sulla nozione di abbastanza rapido, dalla densità massima a
ripetitività. Jan accettò con entusiasmo e quella, molto spoglia, che termina il brano CARLOS ROQUÉ ALSINA
fece con la sua orchestra, una volta terminato iniziale per pianoforte. Così si chiude il Il 18 ottobre il compositore
il brano, un lavoro rimarchevole, presentato al cerchio, e il declino che conclude almeno tre
eseguirà la Suite per pianoforte
pubblico l’anno successivo, nel concerto di delle sue componenti, qui particolarmente
apertura dell’anno accademico, sotto il titolo sensibile, ripete i nostri addii commossi a un e nastro magnetico all’Istituto
Les Fouilles de Jéruzona (c’era già stato circa compositore di cui il sorridente silenzio Cervantes di Parigi.
vent’anni prima Les Ruines de Jéruzona, un evocava tutta la segreta profondità. La Fantaisie per clarinetto e
lavoro-satellite di Votre Faust, largamente Una prima esecuzione di questo quarto orchestra sarà presentata il 3
basato, come l’”opera madre”, sulla miscela e movimento, da solo, era stata dapprima novembre a San Juan
l’imbricazione di citazioni storiche; cosa prevista per l’autunno 1999. Ma il programma (Argentina) dall’Orchestra
indicata bene dal titolo, compreso il nome di delle prove stabilito prima di conoscerne il dell’Università di San Juan
una città immaginaria e ibrida). Ma qui, non carattere rischiava di non permettere di darne diretta da Benoit Renard.
più il riferimento diretto a un passato una realizzazione soddisfacente; è di gran La Deuxième Symphonie per
(ri)conosciuto, le rovine sono state sgombrate lunga il pezzo più ampio, il più complesso e
grande orchestra, nata su
per permettere, magari grazie a investigazioni che pone il maggior numero di problemi di
più profonde e generali, l’invenzione ogni sorta. Jan Caeyers ebbe dunque la commissione dell’Orchestre de
(collettiva) di una musica in qualche modo grande saggezza e la perfetta onestà di Paris che l’ha eseguita diverse
“vergine”. Immaginavo che avrei scritto in rimandare di un anno questa prima volte sotto la direzione di
seguito un terzo pannello, sintesi dei due esecuzione. Al suo posto fu programmata Semyon Bychkov, è in
precedenti e dunque destinato al pianoforte una ripresa dei Danseurs Gnidiens, seguita programma il 10 novembre al
con l’orchestra, che avrebbe suggellato il dalla prima esecuzione di un brano per Festival “Rendez-vous musique
ciclo Aquarius-Memorial. Ma il 1996 era pianoforte più breve, la Litanie du Miel nouvelle” a Forbach (Francia)
l’anno in cui Michel Butor, il mio collaboratore Zénithal. Jan e gli altri organizzatori con la Rundfunk
per Votre Faust e per tante altre cose a partire responsabili ebbero in più l’eccellente idea Symphonieorchester
dagli anni ’60, avrebbe compiuto 70 anni. La per la quale non posso che esprimere qui una
Saarbrücken diretta da
direzione del Festival e quella dell’Università riconoscenza tutta particolare: di
mi diedero il loro accordo per celebrare programmare, per questo Festival dell’anno Michael Stern.
questo anniversario con la prima 2000, l’insieme del ciclo (di cui si potranno
rappresentazione di un lavoro di teatro così chiaramente intendere tutte le
musicale da camera: Don Juan à Gnide ou interrelazioni) in un solo concerto, di cui
les Seductions de la Chasteté, che animò, hanno deciso di affidare la direzione a Pierre JEAN-LUC HERVÉ
una sera di settembre, la bella chiesa Bartholomée, che è incontestabilmente uno Nel corso del Festival Octobre
abbaziale Sainte Gertrude prima di essere dei migliori conoscitori e difensori della mia en Normandie, il 5 ottobre, il
rappresentata a Lille e a Ginevra. E nel musica». violista Pierre Dutrieux e il
1997/98 Jan Caeyers, per motivi di Segnaliamo inoltre la “Settimana Pousseur” in pianista Gilles Deliège,
programmazione generale, mi chiese di programma dal 22 al 28 gennaio a Montreal, membri dell’Ensemble S.I.C.,
scrivere un brano relativamente breve e di in Canada: in programma incontri, lezioni, interpreteranno Rêve de Vol. A
scrittura piuttosto consueta per orchestra sola conferenze e una tavola rotonda con il
Reggio Emilia, per il Festival
(su mia richiesta, accettò di aggiungere un compositore, oltre a quattro concerti. Sempre
percussionista supplementare). Introdussi in gennaio, durante la rassegna Sulle ali del diNuovo Musica, il 18 ottobre
dunque nel mio progetto una sorta di scherzo Novecento organizzata dal dèdalo ensemble, l’Icarus Ensemble diretto da
che, agli elementi grammaticali propri alla al Teatro Sancarlino di Brescia il giorno 27, il Renato Rivolta eseguirà
globalità del ciclo, associava insieme ricordi di dèdalo ensemble diretto da Vittorio Parisi Intérieur Rouge.
una serie di ritmi di danza – rivestendo un eseguirà Suite de coeur et de pique.
ruolo importante nell’operina, da cui il nuovo Ricordiamo infine che nel mese di agosto il
titolo un po’ manierato, senza dubbio (ma si pianista Frederic Rzewski ha eseguito Les
evocava l’epoca “galante”): Danseurs litanies d’Icare in Nuova Zelanda.
3
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 4

In ricordo di Franco Donatoni


Un alto magistero compositivo
G rande e complessa, la figura di Franco Donatoni, Donatoni se n'è andato, con la sua esistenza problematica e
scomparso lo scorso 17 agosto all'età di 73 anni, ha con il suo alto magistero artistico, il ritratto non va delineato
attraversato mezzo secolo di storia musicale introducendo o solo a partire dall'opera, bensì dal contorno più ampio e
evidenziando nodi e problematiche vitali non solo per la generale che racchiude in sé, oltre all'attività saggistica e di
composizione, ma per la cultura e la coscienza tout court del pensiero teorico confluita nella pubblicazione di volumi come
mondo occidentale contemporaneo. La sua opera e il suo Questo (1970), Antecedente X (1980), Il sigaro di Armando
pensiero hanno investito frontalmente la problematica del (1982), anche altre azioni e ruoli, in primis quello didattico,
soggetto e dell'oggetto nel processo compositivo musicale, con quella "scuola" donatoniana alla quale schiere di
dichiarando alternativamente l'abdicazione o la musicisti, alcuni oggi significativamente acclamati anche in
riappropriazione del gesto creativo, la liberazione del campo internazionale, si sono formati, frequentandolo nei
materiale o la quasi estinzione afasica del prodotto artistico conservatori e nelle accademie dove a partire dagli anni '50
conclusivo. La lunga vicenda compositiva di Donatoni si può Donatoni presta il suo servizio: dal '53 al Conservatorio di
ricondurre – se non proprio ai famosi "settenni" del Bologna, dal '55 a quello di Milano, dal '67 al '69 a quello di
simbolismo numerologico donatoniano – certamente a fasi Torino, poi di nuovo a Milano, dal '72 al '74 anche al Dams di
ben marcate da svolte sul piano del procedimento creativo e Bologna, dal '78 all'Accademia di S. Cecilia a Roma, ma
della più ampia visione estetica: un primo periodo di soprattutto dal '70 all'Accademia Chigiana di Siena. Con lui
apprendistato sotto l'influsso di Bartók, Hindemith e Petrassi studieranno tra gli altri Armando Gentilucci, Dario Maggi,
fino ai primi anni '50 (rientrano qui lavori già incoraggianti, Sandro Gorli, Ivan Fedele, Mario Garuti, José Ramón Encinar,
come il Quartetto I, 1950, o il Concertino del '52, premiato al Pippo Molino, Alessandro Solbiati, Paolo Arcà, Fabio Vacchi,
concorso internazionale di Radio Lussemburgo); la Luca Mosca. E non sono che alcuni. D'altra parte l'aspetto
successiva maturazione strutturalista all'ombra di Maderna e formativo e il peso di certi incontri contano anche per lo
poi dei modelli darmstadtiani (vanno ricordati almeno stesso Donatoni. La sua musica, infatti, per le caratteristiche
Composizione in 4 movimenti, 1955, Musica, 1955, Tre procedurali che ne hanno determinato cambiamenti e rotte,
improvvisazioni, 1957, Quartetto II, 1958, con cui inizia il per le relazioni intessute con le istanze estetiche, per
lungo e fortunato sodalizio editoriale con le Edizioni Suvini l'operazione di appropriazione intima e rimetabolizzata di
Zerboni, Serenata, 1959); l'esplosione del denso materismo stili e tendenze, non è solo lo specchio del tempo o della
di fine anni '50 e primi anni '60 (Strophes, 1959, Sezioni, psicologia propria del compositore: è qui anche qualcosa
1960, Puppenspiel, 1961), insieme alla completa d'altro, che rifrange e trasforma rifrazioni e trasformazioni
appropriazione del magistero compositivo (For Grilly, 1960, altrui, espandendole, mostrandone connotati inattesi e
Doubles, 1961, Quartetto III, 1961); l'approdo aleatorio su soprattutto zone d'ombra irresolvibili, segno del portato
influsso di Cage ma con esiti personalissimi che si critico stesso che l'arte e la musica manifestano nella realtà
concretizzano nella cosiddetta fase "negativa", ossia odierna, in questo ultimo mezzo secolo di storia non solo
nell'automortificazione dell'agire compositivo, musicale. Più che gli approcci giovanilissimi alla musica con
nell'esautorazione del gesto soggettivistico e demiurgico, lo studio del violino, più che la prima formazione compositiva
nella privazione di elementi finalistici o vettoriali nella con Ettore Desderi al Conservatorio di Milano e con Lino
formazione dell'opera, nell'adozione di procedure Liviabella a quello di Bologna, e ancora, più che il
automatiche che mirano a separare l'atto creativo dal perfezionamento all'Accademia di Santa Cecilia con
processo stesso di formazione e organizzazione del Ildebrando Pizzetti, contano nella formazione donatoniana
materiale, pur conservando nel suo fondo, ci sembra di poter altri e ben più influenti incontri. Innanzitutto quello con
dire, un denso brulichio di inquietudine che nasce dalla Goffredo Petrassi nel 1951, che lo incoraggerà a
posizione stessa dell'inconscio nei confronti dell'opera d'arte perfezionarsi e gli trasmetterà anche un indelebile
e del mondo (Per orchestra, 1962, con cui si apre la fase atteggiamento didattico. Poi soprattutto Bruno Maderna,
aleatoria, Quartetto IV Zrcadlo, 1963, Asar, 1964, Black and conosciuto nel 1953 e seguito poi a Darmstadt, che irrompe
White, 1964, Babai, 1964, Puppenspiel II, 1966, Souvenir, nella vita di Donatoni con azione deflagrante abbattendo
1967, Etwas ruhiger im Ausdruck, 1967, Double II, 1970, Voci, tutti gli ordini e tutte le certezza fin lì acquisite,
1972-73, Duo pour Bruno, 1974-75, dove sotterranee avvicinandolo alla Nuova Musica, ai linguaggi più avanzati
trapelano anomale incidenze espressive e drammatiche); del '900 storico e di quello più recente, della dodecafonia
infine la fase che dalla metà degli anni '70 porta a un ritorno schönberghiana, del serialismo weberniano, dello
all'esercizio inventivo, al gusto ludico per un personale strutturalismo lì già maturo di Stockhausen e Boulez, ma
virtuosismo, per ipotesi sonore che escludono la anche a modo loro di Nono e Berio. Infine, nel conto delle
mortificazione timbrica e incedono verso profili accattivanti e influenze decisive va messo John Cage e il portato
di plastica concretezza costruttiva, in un superamento del iconoclasta della concezione aleatoria della musica, così
radicalismo portato dalla poetica del negativo, che tuttavia antitetica ai principi dello strutturalismo, che prima irrita
si riscontra ancora con quella tecnica dei "pannelli" che Donatoni e poi fatalmente lo coinvolge irresistibilmente
pongono in successione eventi privi, come negli anni del come detto tuttavia secondo un'angolatura diversa,
negativismo più intransigente, di orientamento finalistico e personalissima, di un negativo visto come «necessità di
che iniettano nell'opera la sembianza trasfigurata, inquieta, ragionevolmente estraniare», dirà lo stesso Donatoni, «l'atto
frammentata che nasce dallo straniamento stesso del di redazione, catalogazione, classificazione dei materiali
soggetto nella fase di crisi e nella dinamica della realtà musicali da ogni intervento formativo». Si può così dire,
contemporanea (oltre al teatro musicale di Atem, 1985, concludendo, che Donatoni è stato con il suo pensiero
vanno ricordati almeno Spiri, 1977, Arie, 1978, The Heart's complessivo la manifestazione straordinaria, udibile e
Eye, 1979-80, Le ruisseau sur l'escalier, 1980, In cauda, 1982, tangibile, di quel pensiero di Adorno certamente da lui
In cauda II, 1994, Puppenspiel III, 1995). L'indeterminismo di conosciuto e condiviso: «La musica ha preso su di sé la
Donatoni, anche quello più spinto degli anni '60, ha in tenebra e la colpa del mondo». Anche per questo, egli lascia
definitiva un segno particolare, personalissimo, irriducibile un vuoto davvero incolmabile.
alla visione di Cage. Scriverà più tardi il compositore Roberto Favaro
veronese: «La perdita dell'operazione organizzatrice resasi
impossibile è la perdita della volontà e della capacità di
distinguersi dalla materia, è la definitiva irreversibile perdita Per commemorare Franco Donatoni il 7 ottobre l’Orchestra
della coscienza, è la vendetta elementare della materia alla Filarmonica del Conservatorio G. Verdi di Milano eseguirà
quale non si può non arrendersi». Ma ora che Franco Duo pour Bruno.
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 5

Goffredo Petrassi
Apertura di stagione alla Scala
A l Teatro Verdi di Firenze, il 4 ottobre, l’Ort- seconda maggiore; in seguito manipolai
Orchestra della Toscana diretta da Massimo de questo tetracordo e dalla sua scomposizione
Bernart eseguirà Récréation concertante (Terzo nacquero altri aggregati sonori. Mi sembra
concerto) per orchestra. A Milano, in apertura che questo tetracordo racchiudesse il
della nuova stagione sinfonica del Teatro alla contenuto stesso del poema; e infatti, nella
Scala, Riccardo Muti dirigerà Noche Oscura nei seconda parte, si ha la trasformazione
giorni 22, 23 e 26 ottobre. Noche Oscura dell’intervallo da una quinta diminuita a una
rappresenta una delle opere cruciali per terza maggiore per dare il senso della
comprendere la decisiva svolta stilistica che luminosità dell’incontro dell’anima con Dio».
Petrassi ha impresso alla propria arte negli anni Il 26 e il 27 ottobre, al Lingotto di Torino,
dell’immediato dopoguerra. l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta
Ripercorriamo la sua genesi nelle parole del da Lü Jia proporrà il Settimo concerto per
compositore: «Una volta finita la guerra ci si mise orchestra. Si inaugurerà con un incontro
al corrente di tutto quello che era successo nella dedicato a Petrassi il nuovo ciclo di “Musica e
vita musicale europea, sorsero così nuovi cultura” della Scuola di Musica di Fiesole, il 7
problemi di linguaggio. Il primo impatto con l’ novembre nella Sala Lorenzo della Biblioteca
espressionismo mi fece reagire contro di esso, Nazionale Centrale di Firenze; prevista la
poi mi avvicinai progressivamente a lui seppur partecipazione del musicologo Enzo Restagno,
con molta circospezione; il primo lavoro di dell’Ensemble Nuovo Contrappunto e di
questo avvicinamento alla tecnica seriale fu la Donatella Debolini. Il 26 gennaio 2001 a New
cantata Noche Oscura. Non scelgo mai testi che York il New Juilliard Ensemble diretto da Joel
facciano evadere l’ascoltatore, il testo di San Sachs eseguirà Estri.
Juan de la Cruz parla infatti della ricerca di Dio da È uscito per Warnerfonit il box di tre Cd (8573
parte dell’anima: nella prima parte l’anima 83274-2) che riunisce le registrazioni di tutti i
barcolla nelle tenebre, nella seconda si ha Concerti per orchestra di Petrassi, nelle
l’incontro tra l’anima e Dio. Cercai un simbolo esecuzioni della Bbc Symphony Orchestra, della
musicale in cui racchiudere tutta l’opera, un Philharmonia Hungarica e dell’Orchestra
tetracordo formato da due semitoni diatonici Sinfonica di Milano della Rai dirette da Zoltán
ascendenti, da una quinta diminuita e da una Peskó.

Luis de Pablo
Da Lisbona a Copenhagen
L a Spagna, naturalmente, ma anche la Encinar. Nei giorni 24, 25 e 26, ancora a Madrid, IN QUATTRO PAESI EUROPEI, ITALIA
Danimarca, l’Italia e il Portogallo sono i paesi in l’Orchestra Nazionale di Spagna diretta da Arturo COMPRESA, I PRINCIPALI
cui si terranno, nei prossimi mesi, i principali Tamayo eseguirà in prima assoluta Une couleur, APPUNTAMENTI CON IL COMPOSITORE
appuntamenti con la musica di Luis de Pablo. Il la nuova versione per clarinetto del Concerto per SPAGNOLO
1° ottobre a Madrid è in programma Com un saxofono e orchestra, solista Alessandro
epileg, con l’Orchestra della Comunità di Madrid Carbonare. Sempre a Madrid, il 4 dicembre, il
diretta da José Ramón Encinar. Nei giorni 8 e 15 Quartetto Arditti interpreterà i tre quartetti per
ottobre al Conservatorio di Copenhagen archi (Fragmento, Caligrafía serena e Flessuoso).
l’Ensemble Musicatreize diretto da Roland Il 19 a Lisbona l’Orchestra Nazionale del
Hayrabedian eseguirà Carta Cerrada. Il 18 Portogallo diretta da José Ramón Encinar
l’Orchestra del Conservatorio di Madrid proporrà eseguirà il Secondo Concerto per pianoforte e
nella capitale spagnola Paraiso e tres danzas orchestra, pianista Ananda Sukarlan. Il 21
macabras. Nel corso del nuovo ciclo di “Musica e dicembre, al Museo Guggenheim di Bilbao, ci
cultura” della Scuola di Musica di Fiesole, nella sarà la presentazione di un documentario video
Sala Lorenzo della Biblioteca Nazionale Centrale sull'opera di Luis de Pablo. Il video, realizzato
di Firenze, si terrà l’11 novembre un incontro dall'Associazione Kuraia di Bilbao, sarà
con il compositore; parteciperanno l’Ensemble commercializzato in versione Vhs e Dvd.
Nuovo Contrappunto e Alberto Corazón. Il 17 e Nel Cd Piccolo Marmelade (Calliope Cal 9290)
18, a Siviglia, la seconda scena del terz’atto della Jean-Louis Beaumadier all’ottavino e Jacques
nuova opera La Señorita Cristina sarà presentata Raynaut alla celesta interpretano Ornamento.
dall’Orchestra di Siviglia, sul podio José Ramón

rassegna stampa
rassegna stampa
Su Tarde de poetas il 18 maggio all’Auditorio Nacional de movimenti sono puramente strumentali – è sempre
Música di Madrid presente come nucleo di ispirazione musicale e motivo
espressivo. Da Marziale a Carlo Porta, da Góngora ad
Da Abc, 20 maggio, José Luis García del Busto Aleixandre, da Ibn Gabirol a Juan Larrea, si sgrana un
(...) Una di queste grandi opere di Luis de Pablo è, senza puzzle poetico-sonoro che nella mano magistrale di Luis
dubbio, Tarde de poetas. La varietà regna nel corso dei de Pablo va acquistando coerenza formale e forza
quattordici numeri che si susseguono nel corso di ottanta espressiva, mentre l’ascoltatore è catturato
minuti. Varietà poetica, timbrica, di impostazioni... ma
sempre la poesia come motore della musica, perché,
dall’immediatezza della bellezza, dall’originalità delle
sonorità. L’interpretazione integrale di Tarde de poetas 5
anche se non è sempre cantata – dei quattordici, cinque non si risolve in un semplice concerto: è una celebrazione.
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 6

Jacopo Baboni Schilingi


Compositore, ricercatore e didatta
LE ATTIVITÀ PARALLELE DEL A partire dal mese di settembre Jacopo Baboni de Musique di Belfort e Montbéliard e che, a partire
MUSICISTA MILANESE FRA PRIME Schilingi sarà impegnato in diverse attività parallele da gennaio 2001, diventerà un laboratorio
ASSOLUTE, NUOVE che prevedono produzione, ricerca e permanente per la sperimentazione strumentale e
INSTALLAZIONI E GRANDI insegnamento. Per quanto riguarda la produzione, l'interattività attraverso il computer. Syntax Error!,
SPERIMENTAZIONI l'Ensemble Besozzi di Marsiglia ha commissionato questo è il titolo della composizione, inaugurerà il
a Baboni Schilingi una serie di piccole composizioni Festival Interférences. Si tratta di un brano per
che verranno eseguite a Marsiglia, a fine ottobre, quindici strumenti, elettronica dal vivo e voce di
sotto il titolo Sei fughette apocrife. «Questo piccolo basso solista. I testi sono alcuni estratti dell'ultimo
ciclo», scrive il compositore, «rappresenta una sorta libro di poesie di Jean-Pierre Balpe, Cent et un
di rivisitazione del contrappunto nella sua accezione poème du poète aveugle, che saranno interpretati
più estesa: imitazioni, soggetto e risposta, canoni da Nicholas Isherwood; la parte elettronica sarà
ritmici e melodici, prolazioni… Il desiderio di curata da Thierry Coduys e il suo centro La Kitchen.
esplorare, a modo mio, il concetto stesso di Concepita apposta per l'inaugurazione del Festival,
contrappunto è nato dalle ultime ricerche che ho Syntax Error! è al limite tra lo spettacolo e il
sviluppato nell'ambito dei sistemi generativi. Le Sei concerto; i testi di Jean-Pierre Balpe sono generati
fughette apocrife sono per oboe, corno inglese, in tempo reale da un calcolatore e proiettati su una
fagotto e soprano. I testi, di mia invenzione, sono serie di schermi, gli strumenti sono sia al centro che
ispirati ad alcuni scritti e sceneggiature di Pier Paolo dislocati nella sala mescolandosi anche tra il
Pasolini e a diversi passaggi dei Vangeli apocrifi». pubblico. Dal punto di vista formale Syntax Error! è
A fine novembre sarà eseguito a Roma Odyssée, un insieme di 23 sezioni per una durata di circa 30
progetto per voce solista ed elettronica dal vivo che minuti di musica. Ogni sezione si concatena con la
ha vinto il premio del Cemat "Quarant'anni nel successiva senza interruzione alternando parti
2000". Il lavoro, basato su una poesia di Jean- soliste, elettronica pura, voce sola, quartetto per
Pierre Balpe, sarà interpretato dal cantante archi fino al tutti. Una proiezione di immagini, prese
Nicholas Isherwood. «Questa composizione», scrive in diretta durante il concerto stesso dall'équipe del
ancora Baboni Schilingi, «racconta la storia di un Centro internazionale di creazione artistica Cicv,
uomo che scopre di essere schizofrenico e di non servirà da supporto scenografico.
saper più distinguere ciò che realmente ha visto nei Per quanto riguarda la ricerca, è in corso un
suoi numerosi viaggi (da cui Odyssée) e ciò che progetto tra il Centro Tempo Reale di Firenze, dove
invece ha semplicemente sognato. L'elettronica Baboni Schilingi dirige il Dipartimento di
RICCARDO NOVA sottolinea questo delirio mescolando, dall'inizio alla Educazione, e l'École de Musique de Montbéliard,
Il 10 novembre l’Icarus fine, suoni concreti come gocce d'acqua, campane dove insegna composizione. Questo progetto porta
e suoni della natura, con suoni di sintesi sia in il nome di Prisma (Pedagogia e Ricerca
Ensemble eseguirà la nuova
tempo differito che in tempo reale. L'elettronica del Internazionale sui Sistemi Musicali Acquisiti). In Italia
versione di Ipnos brano è stata sviluppata presso il Centro di Ricerca l'insegnamento della composizione assistita dal
(Overclockd Remix) per Musicale di Roma». calcolatore non ha ancora lo sviluppo e la diffusione
ensemble ed elettronica nel La giuria del Festival Internazionale Isea-2000 che invece merita. Per questo motivo è nata
corso del Festival Manca di (International Symposium on Electronic Art), che l'esigenza di costituire un gruppo che si dedichi allo
Nizza (Francia). Lo stesso quest'anno si svolge a Parigi a partire dal 7 sviluppo e alla ricerca di questa disciplina. Prisma,
Ensemble diretto da dicembre, ha ufficialmente selezionato due progetto che interessa da vicino compositori e
Giorgio Bernasconi installazioni di Baboni Schilingi, realizzate in musicologi, radunerà una volta al mese, sia presso
riproporrà il brano il 19 collaborazione con La Kitchen, il nuovo centro di la sede fiorentina di Tempo Reale che a Montbéliard
novembre al Festival ricerca e produzione parigino fondato da Thierry e a Parigi, un gruppo di giovani compositori di
Coduys. La prima prevede un'interazione tra una diverse nazioni. Lo scopo è di realizzare una serie di
diNuovo Musica di Reggio
scultura a geometria variabile di Arman, alcuni analisi di composizioni da cui estrapolare un certo
Emilia. A New York, il 26 poemi di Tita Reut e, ovviamente, musica. Il numero di criteri di generazione del materiale
gennaio, il New Juilliard pubblico, muovendo alcune parti della statua di musicale. Queste "deduzioni" sono il corpo centrale
Ensemble diretto da Joel Arman, interagisce direttamente sulla musica e sul di alcuni sviluppi informatici che il gruppo Prisma
Sachs presenterà Parafrasi testo, entrambi diffusi da calcolatore. I testi di Tita produrrà. Al tempo stesso, l'École de Musique de
seconda. Reut sono stati scritti in modo tale da ammettere un Montbéliard s'impegna a pubblicare una volta
certo numero di permutazioni e sono stati registrati all'anno un volume che raccoglie le analisi e le
con la voce della poetessa. La musica invece è ricerche svolte da questo gruppo di lavoro. Prisma
generata in tempo reale. La seconda installazione è è un progetto federativo che prevede l'intervento di
basata sull'interazione, sempre in tempo reale, tra la più istituzioni tra cui, ovviamente, Tempo Reale, il
musica generata attraverso il calcolatore e una Dipartimento di Musicologia contemporanea
"macchina" capace di creare una coreografia dell'Université Sorbonne Paris-IV, l'École Nationale
luminosa (Galileograph) realizzata da Laurent de Musique de Montbéliard e il Centro
Bolognini e Françoise Henry. Dal punto di vista internazionale di creazione artistica Cicv.
musicale, questi due progetti fanno sempre parte Per quanto riguarda la didattica, invece, il progetto
delle ricerche operate nell'ambito dei sistemi di Alfabetizzazione Musicale per bambini, creato
generativi in tempo reale che Baboni Schilingi ha presso il Centro Tempo Reale sotto la direzione di
iniziato presso l'Ircam nel 1996 e che ora prosegue Baboni Schilingi, verrà ampiamente diffuso in altre
presso La Kitchen. città italiane quali Milano, in collaborazione con il
Il 14 dicembre, per il Festival Internazionale Centro Agon-Acustica, Informatica, Musica; Siena,
Interférences, verrà eseguita la composizione per in collaborazione con l'Istituzione Santa Maria della
grande ensemble ed elettronica che la città di Scala; Roma, in collaborazione con il progetto

6 Belfort ha commissionato a Baboni Schilingi. La


particolarità di questo progetto è data dal fatto che
“Musica per Roma” diretto da Mimma Guastoni; e
ovviamente Firenze, in collaborazione con il Centro
l'ensemble sarà costituito apposta dalle due Écoles Ricerche Musica e Arte.
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 7

Nicola Sani
Il rapporto fra suono e poesia
Una novità di Nicola Sani, Voices beyond the “spazializzazione”, quanto di una composizione
Edge, per voce di basso solista e voci elaborate su “nello spazio”, organizzata nell’ambiente con uno
nastro magnetico a otto canali, verrà presentata in specifico lavoro di movimenti timbrici e dinamici tra PRIMA ASSOLUTA A BERLINO PER
prima assoluta a Berlino il prossimo febbraio, al le parti, grazie alle tecnologie messe a disposizione UNA “DRAMMATURGIA CONCERTATA”
planetario di Prenzlauerberg, nel corso del Festival dall’Elektronisches Studio della Technische DI VOCI DOVE LO SPAZIO HA

Hörtheater. Il brano, dedicato al decimo Universität di Berlino». UN’IMPORTANZA FONDAMENTALE

anniversario della scomparsa di Luigi Nono, è stato Sempre a Berlino è in programma il 7 ottobre,
realizzato su commissione della Deutschlandradio nell’Auditorium della Radio Sender Freies Berlin
di Berlino. La versione che viene presentata in Non tutte le isole hanno intorno il mare - Isola
concerto è la nuova produzione su nastro seconda, per arpa e nastro magnetico a 8 canali,
magnetico a otto canali effettuata con il sistema con l’arpista Katharina Hanstedt. Il canale
informatico di composizione e distribuzione del televisivo RaiSat Show trasmetterà il 13 ottobre la
suono nello spazio ∑1, realizzato dallo Studio ripresa della prima rappresentazione assoluta del
Elettronico della Technische Universität di Berlino. ciclo di tre composizioni (Isola prima per viola e
Gli interpreti su nastro magnetico sono il basso nastro, Isola seconda per arpa e nastro, Isola terza
Nicholas Isherwood, il soprano Anna Clementi e il per clarinetto basso e nastro), realizzata dalla Rai
gruppo vocale berlinese Die Maulwerker. Scrive il al Teatro Pergolesi di Jesi nel corso dell’ultima
compositore: «L’elaborazione della voce, il suo stagione lirica. Il pittore e videoartista Mario Sasso
risuonare nello spazio, il suo trasformarsi nel ha realizzato gli interventi visivi che costituiscono la
tempo, è l’elemento centrale di questa scenografia di questo “concerto” con immagini. Gli
composizione, dove avvengono due operazioni interpreti sono Maurizio Barbetti (viola), Sofia-
intrecciate: la continua contaminazione di materiali Asunción Claro (arpa), Guido Arbonelli (clarinetto
sonori e poetici, che viene effettuata attraverso il basso). Ingegnere del suono è Francesco Nardella,
montaggio, l’elaborazione e la sovrapposizione dei mentre la regia del suono è dello stesso autore.
testi nella dimensione spazio-temporale e la Con gli stessi musicisti, l’integrale di Non tutte le
creazione di uno sviluppo drammaturgico isole hanno intorno il mare è stata pubblicata su
attraverso il quale si articola l’azione sonora. Il compact disc dell’etichetta italiana PH Music Worx
senso di questa composizione, di questo viaggio (PHM 052400NS); si tratta di un enhanced cd che
attraverso diverse forme e aspetti della vocalità contiene, oltre alle normali tracce hi-fi, anche una
“espansa” è quello di poter esplorare serie di tracce video. Tratto da Non tutte le isole
profondamente il rapporto fra suono e dimensione hanno intorno il mare, il brano Isola terza, per
poetica, drammaturgica. Una musica che è anche clarinetto basso e nastro magnetico, è stato
testimonianza, azione, meditazione, pensiero, pubblicato nell’esecuzione del clarinettista Serge
ricerca. È una navigazione attraverso le forme della Conte in un triplo cd realizzato in Francia per LUCA MOSCA
nuova vocalità, proiettata nello spazio ed esplorata celebrare i trent’anni di attività dell’Imeb - Institute L’opera in due atti K. (Trilogia
attraverso le tecniche digitali. I testi sono tratti da de Musique Electroacoustique di Bourges.
della solitudine), dopo la
un ampio arco di scritture; organizzati in tre parti e Segnaliamo inoltre che il 22 novembre ci sarà una
un Finale, formano un mosaico di continui serata dedicata a Sani al Festival di Musica
recente prima
riferimenti e rimandi tra loro intrecciati, collegati tra Contemporanea di Salvador de Bahia, in Brasile; rappresentazione alla
loro dalla voce di basso utilizzata come elemento verranno proiettati alcuni lavori del compositore Biennale Musica di Venezia,
solista. In questa “drammaturgia concertata” di romano con le immagini realizzate assieme a Mario viene proposta al Nuovo
voci, lo spazio assume un’importanza Sasso, il film cortometraggio di Antonioni Noto- Piccolo Teatro di Milano, nel
fondamentale. In questa nuova versione (esistono Mandorli-Vulcano-Stromboli-Carnevale con la corso della manifestazione
anche una versione stereofonica per la musica di Sani e il video di Non tutte le isole hanno “Milano Oltre”, nei giorni 12,
trasmissione radiofonica e una versione per intorno il mare. Infine, con il titolo Musica Espansa 13 e 14 ottobre. A Parigi il 18
l’esecuzione assieme alla voce di basso dal vivo) il - percorsi elettroacustici di fine millennio, è uscito il ottobre, presso la Maison de
materiale sonoro su nastro magnetico viene nuovo libro di Nicola Sani, scritto a quattro mani
Radio France, e il 22 a Roma
proiettato nello spazio attraverso otto canali, con Francesco Galante, per la collana Le Sfere
utilizzando l’ambiente come uno dei parametri pubblicata congiuntamente dalle case editrici
per il Festival di Nuova
strutturali della composizione. Non si tratta di una Ricordi e Lim. Consonanza, l’Ensemble
Alternance interpreterà il
Giovanni Verrando Quintetto. Il 30 novembre,
all’Università di Cosenza,

Prima il suono poi il sistema l’Associazione Musica d’Oggi


proporrà l’esecuzione del
Sesto Trio.
S i terrà a Roma, il 28 novembre, la prima timbriche. Ma, soprattutto, essa aiuta a
esecuzione assoluta di Discanto, il nuovo liberarsi da quell'egemonia del "processo di
lavoro di Giovanni Verrando. Accanto al sviluppo" che per decenni ha prevalso
mezzosoprano Sonia Turchetta interverrà, sull'approccio fisico alla partitura. Ora, invece,
per l’elaborazione elettronica, il LaSdim è bene che accada il contrario. Sia chiaro: un DALL’ELABORAZIONE ELETTRONICA
(Laboratorio d'Informatica Musicale della sistema che organizzi il materiale all'interno UN DIVERSO APPROCCIO ALLA
Scuola Civica di Milano, Sezione musica della composizione non è affatto assente. SCRITTURA MUSICALE NEL NUOVO
contemporanea), con l’assistente Raffaele de Semplicemente esso interviene dopo la scelta BRANO IN PRIMA ESECUZIONE
Tintis. «L'elaborazione elettronica dei suoni, dei suoni, per potenziarne le singole qualità.
talvolta, aiuta a scrivere», afferma Verrando. Come definiamo questo ordine cronologico
«Perché si ha un contatto più fisico con la
fonte, perché si hanno più ampi margini di
dell'atto compositivo (prima il suono, poi il
sistema)? Scrittura a orecchio?».
7
mediazione con le proprie ossessioni
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 8

Javier Torres Maldonado


Nel vortice senza centro né fine
Nel corso della Biennale Musica di Venezia, il 1° nord e centroamericani. Partendo dal fascino
UNA PRIMA ESECUZIONE ASSOLUTA ottobre al Teatro Piccolo Arsenale, il suscitato dagli oggetti impossibili e soprattutto
PER IL COMPOSITORE MESSICANO Divertimento Ensemble diretto da Sandro Gorli dalle tecniche adoperate da Escher e Piranesi in
ALLA BIENNALE MUSICA DI VENEZIA presenterà Reflejo Espiral, il nuovo lavoro di alcuni dei loro lavori, prende forma il ciclo dei tre
Javier Torres Maldonado. Come scrive il pezzi intitolati Figuralmusik (1996-1998), lavori in
compositore messicano, «Reflejo Espiral, per cui, oltre al forte senso del colore
flauto e percussioni (commissione del precedentemente citato, predomina il gioco delle
Divertimento Ensemble per la Biennale di prospettive immaginarie create dalla
Venezia), è uno dei miei pezzi più brevi, in cui la sovrapposizione di oggetti che hanno uno
forma – sempre caratterizzata dai rapporti tra scorrimento temporale diverso e dove la
pulsazione, modulazione metrica e sezioni tendenza verso la complessità ritmica
formali, che tanto mi affascinano – s'ispira ai raggiungerà in Exabrupto (per tre gruppi
cambiamenti che subisce l'immagine di un strumentali, un pianista e un percussionista) e
oggetto quando essa si riflette attraverso Uris (per 16 voci su testi del persiano Rhumi, di
superfici – fisse o cangianti – che deformano la Cino da Pistoia e del Trovatore Thibau de
sua entità visiva, impossibile nella realtà. I Navarre) livelli tali che la pulsazione – o la
paesaggi sonori corrispondono quindi al transito negazione di essa – viene utilizzata come
di oggetti – immagini – la cui identità modificabile parametro di organizzazione di tutti gli altri
è possibile dentro un vortice del quale solo elementi compositivi. Exabrupto (registrato dal
percepiamo l'inizio e che non ha né centro né Nouvel Ensemble Moderne in un compact disc
fine». prodotto da Amberola Racords) è uno dei pezzi
L’esecuzione della Biennale Musica coincide con in cui vengono utilizzate con grande efficacia
GIORGIO COLOMBO l’inizio delle pubblicazioni di Javier Torres tecniche di organizzazione e derivazione della
TACCANI Maldonado presso le Edizioni Suvini Zerboni. pulsazione e le sovrapposizioni non riguardano
A Budapest, alla fine di Nella musica del compositore messicano si rivela solo la polimetria, ma giustapposizioni di diversi
una forte simbiosi tra elementi culturali dei mondi "stati" di scorrimento del tempo. In Tiento (per
ottobre, a cura di Giorgio
da lui vissuti; Quinteto (1994) e Ximohua (1996) – violoncello solo) Torres Maldonado ci fa scoprire
Pressburger e con il primo per quintetto di fiati e il secondo per un'interessante dimensione polifonica dello
l'organizzazione dell'Istituto questa stessa formazione e tenore solista – si strumento attraverso tecniche quasi chitarristiche
Italiano di Cultura e del caratterizzano per la violenza con la quale si insieme al tradizionale pizzicato.
Cemat, verrà rappresentato succedono i contrasti di colore. Specialmente Ricordiamo che Exabrupto (1997-1998) è stato
in forma scenica Il Soldato Ximohua – su testi del poeta azteco eseguito dal Nouvel Ensemble Moderne lo
Bettini (per due voci Nezahualcoyotl – propone un interessante utilizzo scorso 13 settembre a Montreal, nella sala
recitanti, violoncello e della voce, che si ispira alla vocalità presente in Claude Champagne, in un concerto dedicato alla
elettronica su testo di Gian alcune delle musiche tradizionali degli indigeni memoria di Fanco Donatoni.
Luca Favetto), nato nel 1993
come progetto radiofonico David del Puerto
commissionato da Rai
RadioTre; in tale occasione
sia Colombo Taccani che
Musica per un compleanno
Favetto saranno invitati per
presentare il proprio lavoro. Una prima esecuzione assoluta è prevista per «richiestami da Tomás Martín de Vidales per il
David del Puerto il 27 ottobre all’Auditorio nono compleanno di sua figlia Victoria. Il lavoro
Manuel de Falla di Granada: l’Orquesta Ciudad prende come punto di partenza alcune idee e
de Grenada diretta da Tapio Tuomela presenterà alcuni momenti del Nocturno del mio Concierto
DA UN PENSIERO PATERNO LO Adagio per orchestra. «Una breve composizione para violín y orquesta, conducendoli per altri
SPUNTO PER IL NUOVO BRANO di soli sette minuti», scrive il compositore, percorsi. Ho composto Adagio nel 1997».

rassegna stampa
rassegna stampa
Su Comedia il 27 giugno al Festival de Música y Danza di linguaggio espressivo, il compositore madrileno ha
Granada stabilito nel suo avvicinarsi a Calderón una successione
condensata di vari temi musicali – Momentos –
Da El Mundo, 29 giugno, Justo Romero: rappresentativi ciascuno dei principali personaggi e
(...) prima assoluta di Comedia di David del Puerto situazioni contenuti nel testo letterario. Questa confessata
(Madrid, 1964), un lavoro carico di qualità e di attrattive volontà descrittiva configura un mosaico colorato e
nel quale, una volta di più, il compositore si volge a molteplice, carico di libertà creativa e di una naturalezza
mostrarci il suo inesauribile talento creativo. Sottotitolato intrinsecamente musicale. (...) del Puerto nella sua ultima
Momentos de “La vida es sueño” de Pedro Calderón de la opera rivela una naturalezza musicale di prim’ordine
Barca, il brano di del Puerto si richiama al grande nell’attuale panorama creativo spagnolo. Il nuovo brano
drammaturgo attraverso l’impiego di strumenti antichi. ha beneficiato della notevole e meticolosa lettura offerta
Senza rinunciare in assoluto al suo caratteristico dai musicisti del gruppo madrileno La Folía (...)

8
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 9

Alessandro Solbiati
Musica tra due lune
ostinato dei timpani; la seconda metà del pezzo
Il nuovo lavoro di Alessandro Solbiati, Interlunium vede apparire un barlume acuto attorno al quale UN TITOLO PIENO DI SUGGESTIONI
per clarinetto, clarinetto basso, trombone, si scatena una sorta di battaglia che si placa PER IL RECENTISSIMO LAVORO
percussioni, violoncello e contrabbasso, verrà infine in un corale e in un canto, sorta di RIVOLTO A UNA NUOVA, ASTRATTA,
presentato il 12 novembre in prima assoluta ad pacificazione finale cui la mia tendenza alla luce NARRATIVITÀ
Auckland, in Nuova Zelanda, dall’Ensemble 175 (e forse al lieto fine) ancora non sa rinunciare. E la
East. Scrive Solbiati: «Questo ottimo ensemble stessa descrizione così teatrale da me fatta vuole
neozelandese dispone di un organico un po’ ironicamente segnalare una tendenza
decisamente anomalo ed allettante, tutto sempre maggiore a una sia pur astratta
concentrato sulla regione grave. Ciò non può non narratività». Nel concerto di Auckland, l’Ensemble
costituire intrigante stimolo all’invenzione, a 175 East eseguirà anche Con l’antico canto per
partire dal titolo stesso. Interlunium è parola flauto e clarinetto basso.
latina, singolarmente vicina al termine musicale Fra gli altri appuntamenti con la musica di Solbiati
“interludio”, ma che significa “notte di luna segnaliamo, il 14 ottobre alla Maison de Radio
nuova”, cioè “tra due lune”: quale suggestione France, l’esecuzione di Mari da parte
migliore per una musica dalle tinte scure? E in dell’Ensemble Alternance. Il 15 e 16 dicembre a
una notte senza luna non possono che accadere Catania e ad Acitrezza, l’Orchestra Filarmonica di
cose magiche e un po’ paurose, dove rigore Bacau diretta da Roberto Giuffrè proporrà i Sette
simbolico nella strutturazione e scaturire di forze pezzi per orchestra d’archi. Ancora nel mese di
primigenie devono convivere. Il brano utilizza così dicembre 2000, presso la Sezione Musica
bartokianissime suddivisioni mediane e per Contemporanea della Scuola Civica di Milano,
sezione aurea per un diabolico ordine formale Ancuza Aprodu al painoforte e Thierry Miroglio
secondo il quale la prima metà esatta, i primi 4’ alle percussioni interpreteranno Prologo e quattro
rinunciano all’unico strumento acuto, il clarinetto, pezzi. Sempre a dicembre la rete televisiva
per muoversi solo nel registro gravissimo, dove Classica trasmetterà un’intervista a Solbiati e la
12 successivi rintocchi risvegliano un gran versione definitiva della produzione video Inno.
numero di personaggi timbrico-articolativi, il cui È uscito infine per Altri Suoni (AS 054) il Cd
ribollire progressivo sfocia, dopo il tredicesimo contenente la Sonata per pianoforte interpretata
rintocco, in una Passacaglia basata su un da Irène Schweizer.

Andrea Mannucci
Omaggio a un grande architetto
Un nuovo lavoro di Andrea Mannucci verrà accentuare un determinato particolare e così via.
presentato al Museo di Castelvecchio di Verona, Le cinque sale vengono divise e interpretate UNO SPETTACOLO COMPOSITO,
nei giorni 29, 30 novembre, 1 e 2 dicembre; si attraverso un originale climax espressivo: la prima FUSIONE DI MUSICA, TEATRO E DANZA,
tratta di uno spettacolo di musica, teatro, danza è caratterizzata da un clima introduttivo, la IN UNA SEDE ECCEZIONALE
dal titolo Nello spazio di Carlo Scarpa, ispirato e seconda è più spirituale, più intimistica, più
dedicato a Carlo Scarpa, l'architetto veneto più elegante (qui domina la straordinaria statua di
importante del Novecento. Così spiega il Santa Cecilia vista di spalle, mantello con JESÚS RUEDA
compositore: treccia), la terza è pervasa da A Parigi, il 27 settembre nella
«All'interno delle cinque grandi un clima più astratto, più
Maison de Radio France, il
sale, ristrutturate e ideate da Carlo concentrato sulla
Scarpa con opere e statue del XIV ristrutturazione di Scarpa, la Grupo Círculo diretto da José
secolo, viene proposto un quarta è imperniata su una Luis Temes ha programmato
itinerario che condurrà gli scena di dolore, prostrazione e Itaca. Il 16 ottobre il Trio
spettatori ad assistere a uno sfinimento, e infine la quinta Arbós eseguirà il nuovo brano
spettacolo in cui luogo, arte, sala vive un clima più rilassato, Trio al Circulo de Bellas Artes
musica, danza e teatro si fondono quasi ironico, in cui gli elementi di Madrid. Al Festival de
insieme in una osmosi di intenti. architettonici vengono "letti" Música de Oporto, in
Le cinque sale sono allestite in con modi giocosi. La mia Portogallo, in novembre il
una concezione poetica ed musica ha il compito di percussionista Miguel Bernat
estetica assolutamente originale e "tradurre" con i suoni elettronici
proporrà un’altra novità: Luna
realizzate con innovativi interventi tutto questo: partendo dalla
spaziali e raffinate soluzioni mia precedente esperienza con Nueva. Infine, il 9 dicembre al
architettoniche. Scarpa prende la musica elettronica (Il Teatro Monumental di
spunto da una sistemazione compleanno ovvero l'armata Madrid, il Sax Ensemble
provvisoria per avvicinarsi al tema delle foglie tremanti per voce diretto da José de Eusebio
del progetto "museale", affronta e risolve pochi recitante e suoni elettronici su testo di Francesco proporrà in prima assoluta un
"nodi" strutturali e il loro collegamento, cosa che Permunian) ho inteso utilizzare i nuovi mezzi nuovo lavoro scritto in
rende possibile un viaggio nella storia dell'edificio. tecnologici non in maniera alternativa, ma omaggio a Luis de Pablo.
Lo spettacolo Nello spazio di Carlo Scarpa vuole imprimendo loro continuità e modellandoli al mio
dunque cogliere le varie sfaccettature espressive modo di fare musica nell'intento di (ri)creare
ed emotive delle cinque grandi sale, prendendo quelle immagini sonore che conservino un
spunto ora da una particolare disposizione di profondo senso della tradizione e della storia non
un'opera, ora dal taglio architettonico di un
portale, ora dal raggio di luce pensato per
solo musicale». 9
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 10

Camillo Togni
Un omaggio italiano
GRANDE MAGGIORANZA DI NOSTRI Sarà proclamato il 27 novembre, dopo il programmazione del dèdalo ensemble. Si
CONNAZIONALI FRA I CINQUE FINALISTI concerto con i brani finalisti al Ridotto del prevedono anche per le opere segnalate
DEL CONCORSO DEDICATO AL Teatro Grande di Brescia, il vincitore del ulteriori esecuzioni a cura dello stesso
COMPOSITORE BRESCIANO primo Concorso Internazionale di ensemble. La Rai registrerà il concerto, che
Composizione “A Camillo Togni” organizzato aprirà inoltre la VI edizione della Rassegna
dall’Associazione dèdalo ensemble. La giuria, "Sulle ali del Novecento" organizzata
presieduta da Mario Bortolotto e composta dall’Associazione dèdalo ensemble. Nel corso
da Azio Corghi, Giancarlo Facchinetti, Michaël della Rassegna, che si prolungherà fino al
Levinas, Henri Pousseur, Ivan Vandor e febbraio 2001, è previsto il 16 dicembre un
Vittorio Parisi, ha prescelto, fra i 70 pervenuti omaggio a Camillo Togni, con le esecuzioni di
da 21 paesi, cinque lavori (tutti, come Du bleicher Geselle, per complesso da
richiesto dal bando, con un organico camera, e di Fantasia (So manche Nacht - In
cameristico basato su quello del brano Du alter Zeit), per chitarra, da parte del dèdalo
bleicher Geselle di Camillo Togni, utilizzato ensemble diretto da Vittorio Parisi. Lo stesso
per intero o a settori, con un minimo di tre concerto è in programma qualche giorno
strumenti): Les feuilles douces di Giorgio prima, il 10 dicembre, a Venezia presso la
Colombo Taccani, Nightly flowing along di Fondazione Cini.
Gian Luca Deserti, L'anello fra le dita di Altre esecuzioni di musiche di Togni sono
Roberta Vacca, Buona giornata anche a voi previste a Venezia nella stagione del Teatro
di Andrea Vigani e Kamarazene di José La Fenice, sempre presso la Fondazione Cini:
Zárate. Tutte le cinque partiture verranno il 21 ottobre saranno presentati i Tre Capricci
eseguite dal dèdalo ensemble con la op. 38, il Quarto Capriccio (Ottave) e Helian di
direzione di Vittorio Parisi. Al termine della Trakl con il pianista Aldo Orvieto; il 31 ottobre
serata la giuria proclamerà il vincitore, al quale è in programma la Fantasia concertante per
verrà attribuito un premio di 10 milioni di lire. flauto e orchestra, con la direzione di Alberto
Inoltre l'opera vincitrice verrà pubblicata dalle Caprioli.
VITTORIO FELLEGARA Edizioni Suvini Zerboni e verrà inserita nella
A Bacau, in Romania, il 26
ottobre l’Orchestra Ennio Morricone
Filarmonica di Bacau diretta
da Pieralberto Cattaneo
eseguirà Variazioni (Frammenti
II). L’Archaeus Ensemble
Quattro appuntamenti
diretto da Liviu Danceanu L ’11 ottobre alla Villa Contarini di Piazzola sul assoluta la seconda versione di Flash, per doppio
proporrà Wiegenlied, nella Brenta (Padova) i Solisti Filarmonici Italiani coro a quattro voci miste e quartetto d'archi
versione per clarinetto e 5 eseguiranno Quattro anacoluti per A. V. Il Terzo (commissione di Nuova Consonanza). Nella
strumenti, il 19 novembre a concerto per chitarra, marimba e orchestra stagione dell’Accademia Nazionale di Santa
Bergamo nel corso degli d'archi sarà eseguito l’8 dicembre a Francoforte Cecilia, nei giorni 27, 28 e 30 gennaio 2001, si
dall’Orchestra dello Hessischer Rundfunk diretta potrà ascoltare Una Via Crucis composta da
Incontri europei con la
da Arturo Tamayo, solista Jürgen Ruck. Nel diversi musicisti: Morricone, Poce, Macchi e
musica, il 20 a Como per corso del Festival di Nuova Consonanza, il 14 Dall'Ongaro.
Traiettorie sonore e, per dicembre a Roma, verrà eseguita in prima
Spazio Musica, il 23 a Quartu
Sant’Elena, il 24 a Cagliari e il
25 a Santulussurgiu.
Aldo Clementi
Due novità
CRISTINA LANDUZZI
La flautista Annamaria Morini A lla Biennale Musica di Venezia, il 28
e il violinista Enzo Porta settembre, è stata programmata la prima
interpreteranno Insonni, lucidi esecuzione assoluta di Trio con il Trio Italiano.
Nella giornata inaugurale del Nuovo Festival di
albori l’11 novembre alla Sala
Nuova Consonanza, il 1° ottobre, nel corso
Bossi di Bologna, nell’ambito del suo recital il soprano Anna Clementi
delle manifestazioni per presenterà una novità di Aldo Clementi in
“Bologna 2000 capitale prima esecuzione assoluta. Per la nuova
europea della cultura”. Stagione di concerti del Teatro San Carlo di
Napoli, l’11 e il 12 ottobre, Gabriele Ferro
dirigerà l’Orchestra Sinfonica del San Carlo
nella Rapsodia 1 per soprano, contralto e
orchestra su frammenti di Goethe e Schubert.
Parteciperà il contralto Ildiko Komlosi.

10
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 11

Novità
Novità editoriali
editoriali

Un nuovo pratico
metodo per imparare
a suonare il fagotto
facilmente e
Nel numero 22 di ESZ News, nell’articolo “Vincenzo Bellini. Un doveroso aggiornamento” a pag. 10, si legge che la composizione vocale da camera
«Quando incise su quel marmo» di Bellini è stata pubblicata per la prima volta da Pietro Spada con le Edizioni Bèrben, mentre il lavoro in questione è

divertendosi !
stato pubblicato a opera di Spada in una riduzione per canto e pianoforte, e in partitura e parti, per la Boccaccini & Spada Editori S.r.l.

11750 FRANCO FUSI 11751 FRANCO FUSI


Imparare a leggere la musica Il giovane fagottista
suonando il fagotto

11715 B. CARNEFRESCA
* 11661 VINCENZO BELLINI
Ventidue composizioni vocali
ANTONIO SACCHINI
Sei quartetti per archi op. 2 detto «Lupacchino dal Vasto»
da camera Revisione di G. Carli Ballola Le messe - Parte prima
Revisione di F. Cesari Opera Omnia - Vol. I
ERRATA CORRIGE
*

11763 ANTOLOGIA DELLE INTAVOLATURE 11689 J. S. BACH


DI OTTAVIANO PETRUCCI Ciaccona (dalla Partita II in re minore
Musiche di Joan Ambrosio Dalza e per violino solo BWV 1004)
Francesco Spinacino Trascrizione per chitarra di F. Zigante
revisione e trascrizione di P. Cherici

Recenti
Recenti pubblicazioni
pubblicazioni
11209 I. FEDELE: Donacis Ambra 11688 L. DE PABLO, Retratos y Transcripciones
per flauto e live electronics Versione per fisarmonica di Claudio Iacomucci

11
OTTOBRE 2000 N23 6-10-2000 14:19 Pagina 12

Prime
Prime esecuz
esecuzioni
Prime esecuzioni assolute a
Prime esecuzioni assolute
28 SETTEMBRE
VENEZIA
Aldo Clementi
TRIO
per violino, violoncello e pianoforte
Trio Italiano
12 NOVEMBRE
AUCKLAND
(Nuova Zelanda)
INTERLUNIUM
per ensemble
Ensemble 175 East
Alessandro Solbiati

30 SETTEMBRE K.TRILOGIA DELLA SOLITUDINE 22 NOVEMBRE MESSAGES


VENEZIA Compagnia Teatrale Koreja, PARIGI per voci e strumenti
Luca Mosca Laboratorio Novamusica Ivan Fedele Ensemble Musicatreize
direttore Giovanni Mancuso direttore Roland Hayrabedian

24 NOVEMBRE CORDA D’ARIA


1 OTTOBRE LA RADICE DI CRISTALLO
PARMA per flauto e orchestra
VENEZIA per ensemble
Ivan Fedele fl. Barbara Hank, Orch. Sinf. “A.Toscanini”
Luca Antignani Divertimento Ensemble
direttore Giorgio Bernasconi
direttore Sandro Gorli

28 NOVEMBRE DISCANTO
1 OTTOBRE REFLEJO ESPIRAL ROMA per voce e elettronica
VENEZIA per flauto e percussione Giovanni Verrando mezzosoprano Sonia Turchetta
Javier Torres Solisti del Divertimento Ensemble
Maldonado
28 NOVEMBRE ODYSSÉE
1 OTTOBRE Novità ROMA per voce e elettronica
ROMA (commissione Nuova Consonanza) Jacopo Baboni basso Nicholas Isherwood
Aldo Clementi soprano Anna Clementi Schilingi

16 OTTOBRE 29 NOVEMBRE NELLO SPAZIO DI CARLO SCARPA


TRIO
MADRID VERONA Spettacolo di musica, teatro, danza
per violino, violoncello e pianoforte
Jesús Rueda Andrea Mannucci Compagnia Teatroarte di Marcella
Trio Arbós
Galbusera
23 OTTOBRE AQUARIUS-MEMORIAL UNE COULEUR
29 NOVEMBRE
LOVANIO (prima esecuzione integrale del ciclo) (versione per clarinetto e orchestra)
MADRID
(Belgio) Beethoven Académie, pf. Frederic Orquesta National de España
Luis de Pablo cl. A. Carbonare, dir. Arturo Tamayo
Henri Pousseur Rzewski, direttore Pierre Bartholomée
27 OTTOBRE ADAGIO 9 DICEMBRE Novità (composizione dedicata a Luis
GRANADA per orchestra MADRID de Pablo)
David del Puerto Orquesta Ciudad de Granada Jesús Rueda Sax Ensemble, direttore José de Eusebio
direttore Tapio Tuomela
14 DICEMBRE FLASH (seconda versione)
OTTOBRE SEI FUGHETTE APOCRIFE ROMA per doppio coro e quartetto d’archi
MARSIGLIA per oboe, corno inglese, fagotto e Ennio Morricone Ensemble Camerata Nova, Quartetto
Jacopo Baboni soprano Bernini, direttore Luigi Taglioni
Schilingi Ensemble Besozzi
14 DICEMBRE SYNTAX ERROR!
NOVEMBRE LUNA NUEVA BELFORT (Francia) per ensemble, elettronica e voce di
OPORTO per un percussionista Jacopo Baboni basso solista
(Portogallo) perc. Miguel Bernat Schilingi
Jesús Rueda
FEBBRAIO VOICES BEYOND THE EDGE
BERLINO (versione da concerto)
10 NOVEMBRE IPNOS - OVERCLOCKD REMIX Nicola Sani per voce di basso solista e voci elaborate
NIZZA (Francia) per ensemble e elettronica su nastro magnetico
Riccardo Nova Icarus Ensemble basso Nicholas Isherwood

Recentiacquisizioni
Recenti acquisizioni
11719 A. CLEMENTI,Tre Ricercari 11749 L. MOSCA, Undici Studi 11760 J. RUEDA, Suspiria
per tre esecutori per chitarra per flauto
11746 H. POUSSEUR, Ombres Enlacées 11758 J. RUEDA, Mephisto
per organo manualiter per pianoforte
11747 A. CLEMENTI,Trio 11759 J. RUEDA, Perpetuo mobile Il calendario completo delle esecuzioni,
per violino, violoncello e pianoforte per clarinetto basso e vibrafono costantemente aggiornato, può essere
consultato all’indirizzo internet:

ESZ
www.esz.it

news EDIZIONI SUVINI ZERBONI


Editore: Edizioni Suvini Zerboni S.p.A. Galleria del Corso, 4 - 20122 Milano
Tel. 02 - 770701 - E-mail: suvini.zerboni@sugarmusic.com - www.esz.it
Direttore responsabile: Patrizia Luppi - Responsabile del Settore Classica: Alessandro Savasta
Coordinamento di redazione: Gabriele Bonomo - Paola Mazzini
Aut. del Tribunale di Milano n. 718 del 25-10-1991 - Progetto e realizzazione grafica: Paolo Lungo
Stampa: La Musicografica Lombarda - Brugherio

DISTRIBUZIONE IN OMAGGIO