Sei sulla pagina 1di 13

A

Asso (Ace)

E’ la carta di maggior valore nel gioco del poker.


Quando non si è centrata alcuna carta sul board ed abbiamo un asso in mano, si dice che
abbiamo “asso carta alta” o “ace high”.

Add-on

Nei tornei, la possibilità di aggiungere una determinata quantità di chips al proprio stack
in un momento prestabilito.

Aggressive

Si parla di giocatore aggressive quando l’avversario tende a rilanciare molto spesso,


indipendentemente dalla forza della sua mano.

All in

E’ l’action che il player effettua quando gioca tutte le sue chips.

Ante

Quantitativo predeterminato di chips che, nei Sit o nei Tornei, tutti i players devono
obbligatoriamente mettere nel piatto prima dell’inizio della mano.

Aria (Air)

Termine utilizzato per indicare la situazione in cui si entra in gioco senza alcun punto.

B
Backdoor

Si realizza quando, unendo le proprie carte personali a quelle scese al flop, si hanno 3
carte che possono dare vita ad un colore o ad una scala.

Bad Beat

Brutto colpo al tavolo, che in genere compromette in maniera piuttosto massiccia il


nostro stack.

Bankroll

Il capitale di denaro a disposizione del player.

Bet

Indica la “puntata”.

Big Blind

Indica il “grande buio”, cioè la posizione al tavolo con la maggior puntata prima della
distribuzione delle carte.
Bilaterale

Progetto di scala che può essere chiuso sia dal basso che dall’alto (es: abbiamo JT e sul
board ci sono Q - 9 - 2; possiamo quindi chiudere la scala sia con un 8 che con un K).

Blank

Con questo termine, si indica una carta che non cambia sostanzialmente le sorti di quella
determinata mano (es, se su board KQJ scende un 3).

Blocker

Situazione per cui, data una determinata carta in nostro possesso, possiamo escludere
dal range dell’avversario determinate combinazioni (es: se abbiamo Q9, il nostro
avversario avrà in mano meno combinazioni di T9,QJ…).

Blocking Bet

Puntata tendenzialmente piuttosto contenuta, atta a bloccare puntate di maggior


consistenza dell’avversario.

Bluff

Tentativo di aggiudicarsi il piatto senza aver chiuso alcun punto significativo.

Board

Sono le carte sul tavolo, comuni a tutti i giocatori. Il board si suddivide in flop, turn e
river.

Bolla

Fase di un torneo o di un Sit in cui viene eliminato l’ultimo giocatore prima della
distribuzione dei premi.

Bottom

Il punto più basso (es, abbiamo 67 e sul board ci sono QJ7, abbiamo bottom pair).

Bottone

La posizione precedente allo small blind. E’ una posizione particolarmente vantaggiosa


poichè, psotflop, è l’ultimo giocatore a parlare e può quindi regolarsi in base alle azioni
effettuate dai players che hanno dovuto “parlare” prima di lui.

Broadways

Due carte che concorrono alla scala più alta possibile (se abbiamo AK, ad esempio,
abbiamo due broadways).

Bust

Eliminazione di un player dal tavolo.

Buy-in

Ammontare di denaro necessario per iscriversi ad un torneo o ad un Sit.


C
Call

Consiste nel chiamare la puntata o il rilancio di un avversario.

Calling Station

Indica un giocatore che entra in gioco molto spesso, senza però aggredire in maniera
significativa e limitandosi perlopiù a chiamare.

Carta alta

Valore della nostra mano quando non abbiamo chiuso alcun punto (es, su board T82, se
abbiamo Q3 abbiamo Q carta alta).

Check

Consiste nel non effettuare alcuna puntata e passare la parola al player che viene dopo
di noi.

Check-raise

Consiste nel non effettuare alcuna puntata, passare la parola al player che viene dopo di
noi e rilanciare a fronte di una sua eventuale puntata.

Chip

ogni singola unità che compone lo stack.

Chipleader

Player con lo stack maggiore, in una determinata fase di un torneo o di un Sit.

Combo draw

Situazione in cui un players ha possibilità sia di chiudere una scala che un colore.

Committed

Ci si trova in questa situazione quando, dati l’entità della puntata effettuata ed il nostro
stack, non ci si può esimere dal chiamare.

Connectors

Due carte tra loro consecutive (ES: JT oppure 78).

Continuation Bet

Si realizza quando il giocatore che ha startato l’azione preflop, punta anche postflop.

Coppia

Due carte uguali (es: 88; JJ).

Cut-off

Posizione al tavolo precedente al bottone.


D
Deal

Accordo concluso tra i pochi giocatori rimasti in un torneo, per suddividersi il


montepremi.

Dealer

Posizione che indica il bottone.

Double Up

Si realizza quando il giocatore va all-in, vince e raddoppia quindi il suo stack.

Draw

Progetto, di scala o di colore.

E
Early position

Una delle prime posizioni al tavolo.

Equity

Corretto ammontare di chips da mettere nel piatto, in base alla possibilità che abbiamo
di vincere quella determinata mano.

EV

Expected value, in italiano “valore atteso”. E’ l’unità di misura della qualità del nostro
gioco al tavolo: più le nostre giocate saranno corrette, più il valore atteso sarà alto,
indipendentemente dalle sorti reali delle mani giocate.

F
Family pot

Piatto in cui sono entrati in gioco molti players.

Final Table

Fase finale dei tornei, in cui confluiscono i players rimasti in gioco.

Flat

Si realizza quando un players si limita a chiamare, con un punto con cui avrebbe potuto
eventualmente anche rilanciare.

Float
Chiamare la puntata di un avversario al flop.

Flop

La prima street del board, ovvero le prime tre delle cinque carte comuni.

Fold

Quando si decide di abbandonare la mano.

Fold equity

Percentuale di possibilità che una nostra eventuale puntata faccia foldare l’avversario.

Free Card

Carta che vediamo gratuitamente, poichè nella street precedente tutti i players hanno
checkato e non è quindi stata effettuata alcuna puntata.

Freeroll

Torneo che non ha costo d’iscrizione.

Freezeout

Torneo senza rebuy , add-on e re-entry

Full House

Il classico full, composto da un tris ed una coppia.

G
Grinder

Player che gioca, mediamente, molte ore al giorno.

Gut-shot

Scala ad incastro..

H
Heads Up

Situazione in cui i giocatori al tavolo sono soltanto due.

History

Si può dire di averla quando si hanno parecchie mani giocate contro un determinato
avversario e se ne conoscono quindi abbastanza bene tendenze ed azioni frequenti.
I
Implied odds

Possibilità di aggiudicarsi altre chips dello stack del nostro avversario, nel corso della
mano.

In the Money

Fase di un torneo in cui tutti i players rimasti in gioco, porteranno a casa parte del
montepremi.

Isolation

Quando si isola, con un rilancio che può essere all-in o non all-in, la puntata di un
avversario.

J
Non abbiamo trovato termini che iniziano con la Z. Qualora ne conoscessi qualcuno,
faccelo sapere.

K
Kicker

Carta che determina la vittoria di una mano quando due players hanno lo stesso
punteggio (es se sia io che il mio avversario abbiamo coppia di K, ma lui ha KJ ed io AK,
vinco io perchè il mio kicker è l’Asso ed è più alto del Jack).

Knock-out

Tipologia di torneo per cui è prevista una taglia su ogni giocatore.

L
Laydown

Sinonimo di fold.

Limp

Quando un player entra in gioco puntanto l’ammontare esatto messo nel piatto dal
grande buio.

Livello

Fascia temporale di gioco in cui small e big blind restano invariati.


M
Mano

Indica le carte in proprio possesso, ma può anche indicare l’intera dinamica avvenuta in
una specifica situazione.

Middle pair
coppia media, ottenuta quindi centrando la seconda carta più alta di un flop.

Middle position

Posizione intermedia al tavolo fra i primi a parlare ed i giocatori sui bui.

Move

Qualsiasi tipo di mossa effettuata al tavolo, ad esempio il check, il rilancio (raise), il


push.

MTT

Multi Table Tournament:torneo multi tavolo, in cui il numero di giocatori consente la


creazione di più tavoli di gioco.

Muck

Quando, allo showdown, si decide di non mostrare la propria mano.

Multitablare

Giocare contemporaneamente su più tavoli.

Multi-way pot

Mano in cui, post-flop, sono coinvolti 3 o più giocatori.

N
Nitty

Un giocatore particolarmente chiuso, che entra in gioco solo con mani molto forti e bluffa
molto difficilmente.

No-Limit

Struttura di gioco in cui non sono previsti limiti alle puntate, sia nel pre che nel post-flop.

Nuts

La miglior mano possibile sulla base delle carte che ci sono sul tavolo (board).

O
Offsuit (o OFF)

Quando le due carte che abbiamo in mano sono di due semi diversi.

Out

Carte di cui un player ha necessità per chiudere un determinato punto (ad esempio:
scala ad incastro al flop, abbiamo 4 outs).

Overbet

Quando la puntata effettuata è superiore all’importo del piatto.

Overcard

Una carta più alta rispetto a quelle presenti sul board.

Overpair

Una coppia più alta rispetto alle carte presenti sul board (ad es. KK su un board
Q-J-8-6-3).

P
Payout

La struttura di pagamento del montepremi.

Pocket cards

Le carte di cui un giocatore dispone.

Pocket pair

Avere una coppia già in mano.

Posizione

Il posto che si occupa al tavolo.

Pot

L’ammontare del piatto.

Pot Odds

La quantità di chips con cui è corretto entrare in gioco rispetto alle dimensioni del piatto
ed alla possibilità di vincere quella mano.

Pre-Flop

La prima fase di una mano, quando non ci sono ancora carte comuni tra i giocatori.

Probe Bet

Puntata effettuata in seguito alla mancata puntata, sulla strada precedente, del player
che avrebbe dovuto effettuare una continuation bet.
Push

Quando mettiamo tutto il nostro stake nel piatto. Un sinonimo di all-in.

Q

Quads

Sinonimo di Poker

Quit

Chiudere una sessione, abbandonare un tavolo

R
Rainbow

Termine utilizzato per indicare che, sul board, tutte le carte sono di diverso seme.

Raise

Il rilancio.

Range

La quantità di mani che un giocatore può avere in mano.

Re-buy

La possibilità di ricaricare il proprio stake durante un torneo.

Re-entry

La possibilità di rientrare in gioco in un torneo, pagando nuovamente il buy-in ed


ottenendo lo stake di partenza, in seguito ad un’eliminazione.

Reraise

Un rilancio di entità superiore a quello effettuato da un giocatore che ha giocato in


precedenza.

River

L’ultima carta tra le cinque comuni.

Royal Flush

La scala reale, ovvero una scala dal 10 all’asso con carte dello stesso seme.

Runner-Runner

Quando si chiude un punto forte, come ad esempio una scala o un colore, per merito
delle carte scese al turn e al river.

Rush
Una lunga fase di vittorie consecutive.

S
Satellite

Un torneo che consente di qualificarsi per un altro evento, live oppure online.

Scala

Quando tra le carte personali e quelle comuni si realizza una combinazione di cinque
carte consecutive (ad es. 5-6-7-8-9).

Scala a colore

Quando tra le carte personali e quelle comuni si realizza una combinazione di cinque
carte consecutive (ad es. 5-6-7-8-9) dello stesso seme (=suited).

Scary card

Una carta che potrebbe spaventare gli avversari (ad esempio un Asso in una mano in cui
abbiamo rilanciato noi preflop), poiché potrebbero attribuircela data l’azione preflop.

Semi-bluff

Quando si ha in mano un punto non molto alto e si cerca di trasformare la propria mano
in un bluff, poiché si ritiene che possano esserci mani migliori della nostra che potremo
far foldare.

Set

Quando abbiamo una coppia in mano e chiudiamo tris con una delle carte sul board.

Shootout

Torneo che prevede l’avanzamento al turno successivo quando resterà un solo giocatore
per ciascun tavolo.

Short stacker

Un giocatore che gioca con poche chips rispetto al livello raggiunto nel torneo.

Showdown

Il momento finale di una mano, quando si mostrano le carte e si stabilisce il vincitore.

Sit out

Situazione in cui un giocatore non è presente al tavolo.

Slowplay

e’ un modo, decisamente rischioso,di giocare due pocket card molto forti (tipo AA).
Consiste nel puntare cercando di mantenere gli avversari nel piatto,, nella speranza che
loro possano chiudere un buon punto.

Slow roll
Quando un giocatore ha una mano molto forte in mano, ma fa scorrere molto tempo
prima di entrare in gioco.

Small blind

Il piccolo buio, che corrisponde sempre a metà del big blind.

Split

Quando si arriva allo showdown ed, a parità di punto, bisogna ricorrere alla divisione del
piatto.

Squeeze

Quando un giocatore – quasi sempre uno degli ultimi a parlare preflop – rilancia
ulteriormente dopo un raise precedente ed almeno un call.

Stack

La quantità di chips a disposizione di ciascun giocatore.

Stack effettivo

Quantità di chips che rischiamo di perdere o possiamo vincere andando all-in con questa
mano. Non è detto che sia corrispondente al nostro stack (es: se il nostro avversario ha
10bb e noi 15bb, andando all-in con una determinata mano potremo vincere o perdere al
massimo 10bb).

Starting hand

La mano di partenza, le due carte che ci vengono servite.

Steal

Mossa effettuata principalmente dagli ultimi a parlare preflop, che cercano di rubare il
piatto nel caso in cui tutti prima abbiano foldato.

Strade (o Streets)

Così vengono comunemente denominati flop, turn e river, soprattutto nella ricostruzione
di una mano.

Struttura

La composizione di un torneo o di un Sit & Go, in base al numero di livelli ed alla durata
di ciascun livello.

Suited connectors

Due carte vicine tra loro e dello stesso seme (ad es. 9 e 10 di fiori).

T
Taglia

Viene assegnata ai giocatori dei tornei in modalità Knock-out: chi elimina un giocatore si
aggiudica metà della taglia, mentre l’altra metà viene aggiunta alla propria taglia.
Three-bet o 3-bet

Ulteriore rilancio rispetto ad un precedente rilancio di altro giocatore.

Tight

Un giocatore che tende a giocare un numero limitato di mani.

Tilt

Fase in cui un player – quasi sempre dopo aver perso un gran piatto – non riesce a
dominare se stesso ed inizia a giocare in modo eccessivamente aggressivo e spesso
completamente casuale.

Top kicker

Quando la carta che accompagna il punto che abbiamo chiuso è la più alta possibile (es,
se abbiamo AQ e sul board abbiamo Q82, abbiamo allora top pair con top kicker).

Top pair

Quando si ha la coppia più alta presente sul board (es abbiamo KQ e sul board ci sono
KT3, allora abbiamo hittato Top Pair).

Top set

Quando abbiamo il tris più alto in relazione alle carte presenti sul board (es abbiamo JJ
su board J73).

Top two pairs

Quando centriamo le due coppie più alte in relazione alle carte presenti sul board (ad es.
si ha in mano K-Q e il board recita K-Q-8-5-3).

Trips

Un tris composto da una carta in mano e due tra le carte sul board(ad es. si ha in mano
8-6 e il board recita A-Q-6-6-3).

Turn

La quarta carta presente sul board.

U
Under the Gun

Il giocatore che siede alla sinistra del big blind.

V
Value bet

Una puntata effettuata sulla base del valore della propria mani.
W
Walk

Quando tutti i giocatori foldano pre-flop ed il big blind si aggiudica comodamente il


piatto.

X
Non abbiamo trovato termini che iniziano con la X. Qualora ne conoscessi qualcuno,
faccelo sapere.

Y
Non abbiamo trovato termini che iniziano con la Y. Qualora ne conoscessi qualcuno,
faccelo sapere.

Z
Non abbiamo trovato termini che iniziano con la Z. Qualora ne conoscessi qualcuno,
faccelo sapere.

Potrebbero piacerti anche