Sei sulla pagina 1di 2

Verga->verista italiano, di formazione antiborbonica, a Milano conosce scapigliati e naturalisti francesi, nel

1882 conosce Zola, 1883 abbandona l’attività letteraria

Descrive società con ricchezza legata alla terra, non industriale

Già prima del verismo era un autore di successo-> il primo successo arriva con i romanzi mondani:

-una peccatrice: amore a finale tragico

- storia di una capinera: protagonista monaca obbligata s innamora del marito della sorella

- Eva

- tigre reale

- eros

(Tutti romanzi rosa)

Drammi passionali destinati ad un pubblico borghese a scopo di intrattenimento

Linguaggio passionale

Letteratura di facile successo

Conversione3 verista

Probabilmente dato da insoddisfazione del successo ottenuto

Nedda: figlia lavora per curare madre ha una relazione con Jano da cui ha una figlia che muore come Janu

Vita dei campi 9 novelle (cavalleria rusticana, la lupa, fantasticheria, rosso malpelo, l’amante di gramigna)

Fantasticheria: una nobile vuole conoscere un ondo diverso da quello che conosce, va in paese pecche vuol
provare a vivere cosi ma si annoia dopo due giorni, viene tematizzata l’ostrica: il non staccarsi dal proprio
mondo per non essere travolti e fare parte dei vinti.

Il ciclo dei vinti-> brama di novità e successo come rovina dei protagonismi.

I malavoglia= lotta per il miglioramento economico

Mastro don Gesualdo= avidità e ambizione sociale

La duchessa di Lyra

L’onorevole Scipioni

L’uomo di lusso

Impersonalità del arte= storia del diario di bordo, scopre che deve riportare solo i fatti

MALAVOLGIO

Storia di una famiglia patriarcale tutta sottomessa al patriarca tranne il giovane toni

Romanzo corale

Dal 64 al 76

Ambientato ad Aci rezza


Alla fine Alessi rimette insieme la famiglia

MASTRO DON GESUALDO

Protagonista manovale arricchito

Romanzo individuale

Ambientato dal 20 al48

Ambientato a Vizzini e Palermo

Alla fine muore solo e abbandonato

Impersonalità DEL ARTE:

(Focalizzazione: cambio del punto di vista del personaggio)

1) Narratore regredito/corale:

-regredito: narratore non è un personaggio della vicenda ma un testimone, il narratore è culturalmente


regredito rispetto al autore, come un uomo del popolo, condivide valori e disvalori

- sembrano diversi autori che si alternano nella narrazione

2) molto discorso diretto, discorso indiretto libero: introduzione del parere di un personaggio e del
narratore senza che il lettore se ne accorga.

3) straniamento: cambio del punto di vista di un personaggio e del narratore, solitamente il nuovo punto di
vista è insolito, non abitudinario

4) corto circuito tra sequenze contigue: grande differenza, opposizione di due sequenze contigue

5) visione pessimistica, fatalistica:

6) motti e poverbi popolari

(Pag. 218 doc59.2; pag229 doc59.7; pag230 riassunto malavoglia doc59.4; pag235 doc59.9; pag237
riassunto mastro gesualdo; pag245 testo59.1; pag 247 t59.2; p258 cavalleria rusticana; pag. 263 prefazione
ai mlavoglia; pag266 t59,5; pag273 d59.10; pag287 novella libertà; pag293 t59.9; pag301 t 59.10 la morte di
don Gesualdo)