Sei sulla pagina 1di 2

PREGHIERA PER LA VISITA PASTORALE

Signore Gesù Cristo,


ti ringraziamo per il dono della tua vicinanza:
Tu, Figlio unigenito del Padre,
ci hai visitato con la tua Incarnazione
per opera dello Spirito Santo
nel seno della Vergine Maria,
e continui ad abitare in mezzo a noi. Foglio informativo ad uso interno.
parrocchiale ad uscita www.parrocchie.it/
Proteggi e guida il nostro vescovo Diego settimanale. brenta/
Ciclostilato in proprio
in visita pastorale nelle comunità della diocesi.

Questo incontro sia per tutti un dono VANGELO (Matteo 7,2/-27) gnore, Signore, entrerà nel regno dei cieli,
di profonda revisione della vita di fede, LA PAROLA DI GESÙ DEVE ma colui che fa la volontà del Padre mio
di fraternità rinnovata, INCARNARSI NELLA VITA che è nei cieli”. La fede, cioè l'ascolto della
di consolazione dello Spirito, In quel tempo, Gesù disse ai suoi disce- Parola di Dio, deve investire tutta la vita. È
di incoraggiamento alla testimonianza poli: “Non chiunque mi dice: "Signore, anzitutto un compimento della sua volontà.
del Vangelo. Signore", entrerà nel regno dei cieli, ma Si dovrebbe fare propria la formula-
colui che fa la volontà del Padre mio che programma di Gesù: “Non sono venuto ad
Rendi le nostre comunità segno credibile è nei cieli. In quel giorno molti mi di- abolire la Legge, ma a compierla”. L'e-
della dignità e libertà dei figli di Dio ranno: Signore, Signore, non abbiamo spressione Signore, Signore, può essere an-
che osservano la Tua legge, forse profetato nel tuo nome? E nel tuo che l'acclamazione liturgica di una comu-
la legge nuova dello Spirito che dà la vita in Te, nome non abbiamo forse scacciato de- nità riunita in preghiera. E allora potrebbe
e ci chiama ad amarci gli uni gli altri mòni? E nel tuo nome non abbiamo forse significare che noi non possiamo mai di-
come Tu ci hai amati. compiuto molti prodigi? Ma allora io sgiungere la Messa dalla vita: “Tutta la vita
dichiarerò loro: "Non vi ho mai cono- nella Messa e tutta la Messa nella vita”.
Donaci fede profonda nella Tua Parola sciuti. Allontanatevi da me, voi che ope- “Molti mi diranno in quel giorno: Signore,
e speranza certa nelle Tue promesse. rate l'iniquità!". Perciò chiunque ascolta Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo
queste mie parole e le mette in pratica, nome e cacciato demoni nel tuo nome e
La Tua e nostra Madre, la Vergine Maria, sarà simile a un uomo saggio, che ha compiuto molti miracoli nel tuo nome? lo
ci sostenga nella missione costruito la sua casa sulla roccia. Cadde però dichiarerò loro: Non vi ho mai cono-
di presentarti e donarti al mondo la pioggia, strariparono i fiumi, soffia- sciuti”. Gesù ci dice che l'attività aposto-
perché tutti abbiano la vita e l’abbiano in rono i venti e si abbatterono su quella lica è ancora insufficiente ad esprimere la
abbondanza. casa, ma essa non cadde, perché era nostra fede. Nel giorno finale del giudizio,
fondata sulla roccia. Chiunque ascolta molti apostoli saranno condannati per non
Sant’Abbondio e i nostri Santi protettori, queste mie parole e non le mette in pra- aver agito come il Cristo: avevano cercato
accompagnino il cammino della Chiesa tica, sarà simile a un uomo stolto, che ha la loro piccola gloria più che la volontà del
incontro a Te, Signore, costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde Padre. “lo non vi ho mai conosciuti” è
che vivi e regni nei secoli dei secoli. la pioggia, strariparono i fiumi, soffia- anche una formula di scomunica equiva-
Amen. rono i venti e si abbatterono su quella lente a: “lo vi maledico”. Cioè: siete con-
casa, ed essa cadde e la sua rovina fu dannati all'inferno. Gesù dice: “In questo vi
+ Diego, Vescovo grande”. riconosceranno miei discepoli, se vi ame-
“Gesù disse: Non chiunque mi dice Si- rete gli uni gli altri”. L'amore dev'essere la

Pag. - 4 - Pag. - 1 -
vera carta di identità del discepolo di “Quando Gesù ebbe finito questi di-
Gesù. PARROCCHIA DEI SANTI VITO E MODESTO - BRENTA
scorsi, le folle restarono stupite del suo
“Chiunque ascolta queste mie parole e le insegnamento”. Ogni grande discorso
calendario liturgico dal 7 al 13 marzo 2011
mette in pratica, è simile a un uomo sag- che struttura il Vangelo di san Matteo si
gio che ha costruito la sua casa sulla chiude sempre con una evocazione del
roccia”. Il Discorso della Montagna si giudizio finale. L'insegnamento di Gesù LUN 7 memoria SANTE PERPETUA e FELICITA
chiude con la parabola dei due costruttori. è un continuo richiamo alle grandi realtà Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.to MOLON ALBINO
L'uomo stolto (stolto” nel linguaggio del
(morte, giudizio, inferno, paradiso). La
Vangelo indica sempre colui che ascolta e
sola preparazione a questo giudizio fi-
adora se stesso; chi ascolta Dio e compie
nale è l'ascolto efficace e impegnato
la sua vòlontà è detto “saggio”), costrui-
della Parola di Dio. È saggezza essere
MAR 8 Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.ti GIOIA GIULIO, IDA
sce sulla sabbia, cioè sull’umano; l’uomo e OFELIA
saggio costruisce sulla roccia, cioè sulle attenti alla Parola di Gesù; è stoltezza
parole di Gesù, che sono, come la roccia, essere disattenti: ecco la parabola della
incrollabili, sicure e intramontabili. La roccia e della sabbia.
parabola fa perno sul contrasto tra l'ascol- MERCOLEDÌ 9 MARZO: LE CENERI (inizio del tempo di Quaresima)
tare e il fare. Fare vuoi dire impegnarsi Parrocchia ore 20.30 S. Messa per la Comunità
totalmente, corpo e anima. Noi siamo po- Rito d’imposizione delle Sacre Ceneri
veri non di belle parole né di azioni, né di
lavoro, ma di impegno totale, di amore
totale.
GIO 10 Parrocchia ore 9.00 S. Messa int. particolare

POESIA

Tutto è vanità, VEN 11 la Santa Messa è sospesa


PENSIERO eccetto il puro servire Dio.

Nel silenzio delle cose e del mondo (padre Pietro Palazzo) SAB 12 Parrocchia ore 18.00 S. Messa def,to EZZATI GIUSEPPE
ci sei Tu, Signore.

Nella pace sovrana che regna PENSIERO


Ti scopro, mio Dio. DOMENICA 13 MARZO: I DI QUARESIMA (anno A)
Fate quello che potete: Parrocchia ore 10.30 S. Messa def.ta GARA MICHELA
Nella calma della realtà che mi av- Dio farà quello che non possiamo fare
volge noi.
respira la Tua presenza. AVVISI
Confidate ogni cosa in Gesù Sacra-
(B. Magi) mentato In occasione della festa di San Giuseppe, per garantire lo svolgersi
e in Maria Ausiliatrice; regolare della processione di Domenica 20 marzo alle ore 15.30, don
e vedrete che cosa sono i miracoli. Paolo raccoglie entro Domenica 13 marzo i nominativi (minimo 10)
degli uomini disposti a portare la statua di San Giuseppe.
(S. Giovanni Bosco)

Pag. - 2 - Pag. - 3 -