Sei sulla pagina 1di 36

CARATTERISTICHE QUALITATIVE

fundamental

rappresentazione
significatività
(materialità) fedele

enhancing

comparabilità verificabilità tempestività comprensibilità


CARATTERISTICHE QUALITATIVE

fundamental
…sono quelle caratteristiche che
rendono le informazioni utili per gli
utilizzatori delle stesse.
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

enhnancing
…sono quelle caratteristiche che
permettono di distinguere le
informazioni più utili da quelle
meno utili.
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

significatività
…è significativa l’informazione che genera una
differenza nelle decisioni degli utilizzatori, in quanto
possiede un valore predittivo e/o informativo.
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

materialità
…una informazione è materiale quando la sua omissione
o errata rappresentazione potrebbe influire sulle
decisioni che gli utilizzatori intraprendono.
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

rappresentazione fedele
…una informazione deve rappresentare fedelmente
gli accadimenti aziendali, il che presuppone che il
bilancio ne fornisca una raffigurazione completa,
neutrale ed esente da errori.
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

neutralità
…un bilancio non è neutrale se, nello scegliere
o nel presentare una informazione, riesce a
influenzare una decisione o un giudizio al fine
di ottenere un risultato predeterminato; il
criterio si sostanzia, quindi, nel divieto
all’utilizzo di specifiche politiche contabili che
possono avvantaggiare alcuni gruppi di
interesse rispetto ad altri.
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

prudenza
…consiste nell’assumere un atteggiamento di
cautela quando si effettuano giudizi in
condizioni di incertezza. La prudenza non
consente la sopravvalutazione o la
sottovalutazione di attività, passività, entrate
o spese. Rispetto l’ultima versione del
Framework (2010), il concetto di prudenza
supporta il principio di neutralità.

NOVITA’
Framework 2018
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

incertezza
…non impedisce che le informazioni con
incertezza di misura siano utili ai fini della
redazione del bilancio.
Tuttavia, in alcuni casi le informazioni più
rilevanti possono avere un livello così alto di
incertezza tale da rendere le informazioni
meno rilevanti, ma soggette a una minore
incertezza, più utili.

NOVITA’
Framework 2018
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

comparabilità
…è la qualità che agevola gli utilizzatori delle
informazioni nella identificazione e nella
comprensione delle analogie e/o delle
differenze di aspetti specifici concernenti
due o più imprese (comparabilità spaziale)
ovvero la stessa impresa con riferimento a
momenti differenti (comparabilità temporale).
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

verificabilità
…poiché i valori presentati in bilancio
rappresentano il risultato di un processo
contabile e valutativo complesso,
l’informazione che ne deriva soddisfa il
principio della verificabilità quando i risultati
presentati potrebbero essere sostanzialmente
riprodotti da soggetti indipendenti che
utilizzino gli stessi metodi di valutazione usati
dal redattore del bilancio.
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

tempestività
…presuppone il rilascio delle informazioni agli
utilizzatori delle stesse in tempo utile per
influenzare le loro decisioni.
CARATTERISTICHE QUALITATIVE

comprensibilità
…una informazione deve essere chiara e concisa,
cioè risultare comprensibile per i soggetti che
possiedono una ragionevole conoscenza del
business e la analizzano con diligenza.
COMPETENZA ECONOMICA

competenza economica
(rinvio)
Financial Statement e Reporting entity

…Reporting entity
un'entità a cui è richiesta, o sceglie, di
predisporre il rendiconto finanziario. Non
necessariamente è un'entità legale, ma
potrebbe essere una sua parte o comprendere
più di un'entità

NOVITA’
Framework 2018
Financial Statement e Reporting entity

…Financial Statement
fornisce informazioni sulle attività, passività,
patrimonio netto, reddito e spese dell'entità
che redige il bilancio o di un determinato
“perimetro” (da cui si distinguono report
consolidati, non consolidati e combinati).

NOVITA’
Framework 2018
Financial Statement e Reporting entity

Consolidato: fornisce informazioni sia della


controllante che delle sue controllate come
un'unica entità;

Non consolidato: fornisce informazioni solo


della controllante;

Combinato: fornisce informazioni di due o più


entità non collegate da una relazione
capogruppo-controllata
NOVITA’
Framework 2018
UNDERLYING ASSUMPTIONS

going concern
…i prospetti contabili sono preparati sulla base
dell’assunzione che l’impresa si trovi in normale
funzionamento e continui a esserlo in un futuro prevedibile…
…altrimenti, il bilancio si trova ad assolvere una funzione
conoscitiva diversa che, conseguentemente, richiede
principi/criteri diversi.
GOING CONCERN
IAS 1, par. 25
Nella fase di preparazione del bilancio, la direzione aziendale
deve effettuare una valutazione della capacità dell’entità di
continuare a operare come un’entità in funzionamento.
Un’entità deve redigere il bilancio nella prospettiva della
continuazione dell’attività a meno che la direzione aziendale
non intenda liquidare l’entità o interromperne l’attività, o non
abbia alternative realistiche a ciò. Qualora la direzione
aziendale sia a conoscenza, nel fare le proprie valutazioni, di
significative incertezze relative ad eventi o condizioni che
possano comportare l’insorgere di seri dubbi sulla capacità
dell’entità di continuare a operare come un’entità in
funzionamento, l’entità deve evidenziare tali incertezze.
Qualora un’entità non rediga il bilancio nella prospettiva della
continuazione dell’attività, essa deve indicare tale fatto,
unitamente ai criteri in base ai quali ha redatto il bilancio e alla
ragione per cui l’entità non è considerata in funzionamento.
UNDERLYING ASSUMPTIONS
UNDERLYING ASSUMPTIONS
Attività

…requisiti distintivi:
• è una risorsa economica attuale;
• controllata dall’impresa;
• scaturisce da operazioni passate;

…caratteristiche di una ”risorsa economica”:


• è un diritto;
• ha il potenziale per produrre benefici
economici, non necessariamente certi.
Passività

…requisiti distintivi:
• deriva da una obbligazione attuale;
• comporta il trasferimento una risorsa
economica;
• scaturisce da operazioni passate;

…caratteristiche di un’obbligazione:
• è un dovere o una responsabilità che
l’entità non è in grado di evitare con
“capacità pratiche”
Patrimonio netto

GRANDEZZA RESIDUALE
Ricavi e Costi

In coerenza con le nuove definizioni di attività e


passività, il nuovo Framework definisce:

i ricavi come gli aumenti di attività o le


diminuzioni delle passività che determinano
aumenti del patrimonio netto, diversi da quelli
relativi ai contributi dei detentori di azioni;

i costi come decrementi di attività o aumenti


di passività che determinano riduzioni del
patrimonio netto, diverse da quelle relative
alle distribuzioni ai detentori di azioni.
Costi

…matching principle.

…rilevazione immediata a conto economico


di un costo quando una spesa non produce
alcun beneficio economico futuro.

…nonché nelle circostanze in cui una


passività è sostenuta senza la rilevazione
di un’attività.
Rilevazione

In relazione alle attività, passività, ricavi e costi:

• il precedente Framework presupponeva la


quantificazione attendibile e la probabilità di
futuri benefici economici;

• il nuovo Framework richiama esplicitamente le


caratteristiche qualitative della rilevanza e
rappresentazione fedele.
Eliminazione

Attività: l'entità perde il controllo di tutto o parte


della risorsa rilevata;

Passività: l'entità non ha più un'obbligazione attuale


per la totalità o parte della responsabilità
riconosciuta.

NOVITA’
Framework 2018
MISURAZIONE – Criteri valutativi
…è il processo di determinazione dei valori con i
quali le poste sono iscritte nello SP e nel CE

COSTO COSTO
STORICO CORRENTE
(il più utilizzato)

VALORE
D’USO e di FAIR VALUE
REALIZZO

è FAIR VALUE
è VALORE DI MERCATO
è VALORE D’USO
è VALORE RECUPERABILE
Presentazione e Disclosure

NOVITA’
Framework 2018

Il nuovo Framework include concetti che descrivono


come le informazioni devono essere presentate,
classificate e divulgate nei rendiconti finanziari.

Con particolare riferimento al Conto Economico


sono fornite le indicazioni guida per:
• Other Comprehensive Income;
• Recycling.
I concetti di capitale
e di conservazione del capitale
Concetto di capitale
(dipende dalle esigenze informative degli utilizzatori)

Capitale finanziario Capitale fisico


Inteso come denaro investito o Inteso come capacità operativa
potere d’acquisto

IL CONCETTO DI CAPITALE SI RIFLETTE SU QUELLO


DI CONSERVAZIONE DEL CAPITALE e quindi su quello
di UTILE DI BILANCIO (e sui criteri di valutazione)

Interesse alla Interesse al


conservazione del capitale mantenimento della
nominale o al potere capacità operativa
d’acquisto del capitale
investito
Conservazione del Capitale Finanziario
UTILE
importo finanziario del importo finanziario
>
patrimonio a fine del patrimonio a
esercizio (esclusi inizio esercizio
distribuzione ai soci e
contributi di essi nel periodo)

Se si adotta il concetto di Capitale Finanziario Nominale


Gli incrementi di valore delle attività per fenomeno inflattivo
RAPPRESENTANO UTILI e sono distribuite ai soci (se non
altro nel momento del loro realizzo)

Se si adotta il concetto di Capitale Finanziario Reale


Gli incrementi di valore delle attività per fenomeno inflattivo
NON RAPPRESENTANO UTILI e sono destinate a una
RISERVA per conservare il valore reale del capitale
Conservazione del Capitale Fisico
UTILE

> CP a inizio esercizio


CP a fine esercizio
(esclusi distribuzione ai soci e
contributi di essi nel
periodo)

Siccome la conservazione del capitale è garantita


quando il suo costo di sostituzione rimane immutato
Incrementi di valore delle attività per fenomeno
inflattivo SONO TRATTATE COME RETTIFICHE
PER LA CONSERVAZIONE DEL CAPITALE E
QUINDI IMPUTATE A PATRIMONIO NETTO
CONSERVAZIONE DEL CAPITALE

è questione rilevante per i soggetti


interessati alle sorti dell’impresa,
perché è tra i presupposti della
«continuità aziendale» e perché è
condizione per apprezzare la capacità
dell’impresa di creare ricchezza
tempo 0 2015 2016 2017 2018 2019

IMMOBILIZZAZIONI 100,00 100,00 100,00 100,00 100,00 100,00


F.DO AMMORTAMENTO -20,00 -40,00 -60,00 -80,00 -100,00
80,00 60,00 40,00 20,00 0,00

CASSA 100,00 50,00 70,00 90,00 110,00 130,00

TOTALE ATTIVO 130,00 130,00 130,00 130,00 130,00

CAPITALE SOCIALE 100,00 100,00 100,00 100,00 100,00 100,00 100,00


UTILE DISPONIBILE 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00

TOTALE PASSIVO 130,00 130,00 130,00 130,00 130,00

RICAVI 100,00 100,00 100,00 100,00 100,00


AMMORTAMENTI -20,00 -20,00 -20,00 -20,00 -20,00
ALTRI COSTI -50,00 -50,00 -50,00 -50,00 -50,00
UTILE 30,00 30,00 30,00 30,00 30,00
PATRIMONIO NETTO

GRANDEZZA RESIDUALE
quindi
ATTIVO – PASSIVO

il suo ammontare e la sua composizione


(utile o riserve) dipende «anche» dai
criteri di valutazione adottati per
valutare gli elementi dell’attivo e del
passivo (impattano anche le regole di
formazione delle riserve)