Sei sulla pagina 1di 148

| | M I L A NO | Pete r E i s e n m a n w i th D e g l i E s p o s ti A r ch i te tt i a n d A Z s tu d i o | |

MARZO - MARCH 2020


Mensile / Monthly magazine

592
€ 10,00

€ 5,00 (Italy only)

MADRID
Una casa di luce e colori
A home Full of Light and Colour

FIRENZE
Città in evoluzione
The Evolving City
MediaGroup spa - Poste Italiane spa - Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n°46) art.1, comma 1, DCB Milano Printed in Italy

DESIGN
Finiture d’interni
Interior Finishes
Firme

MATTEO POLI un monopattino elettrico e un grandissimo


Architetto, è ricercatore al Politecnico amore per questo mestiere. Vive tra Firenze
di Milano dove insegna Landscape design. e Milano, con il cuore sulla West coast.
Ha una vasta esperienza internazionale Si occupa principalmente di politica,
come consulente progettuale nel campo e per “disintossicarsi” racconta storie
dell’architettura, dell’urbanistica di persone (più e meno note).
e del disegno del paesaggio. Attualmente 38 years old, has been at Corriere della
cura la sezione Paesaggio del festival Sera for 11 years: a dream come true.
di architettura Milano Arch Week He and a very patient Ludovica have two
ed è condirettore del Master in Landscape children (Amerigo and Costanza); he gets
Architecture – Land Landscape Heritage around on an electric scooter and loves
del Politecnico. his work. He lives between Florence
He is an architect, working as a researcher and Milan, but his heart is on the West
and landscape design professor Coast. He concerns himself mainly JOSÉ HEVIA
at the Politecnico di Milano. He has with politics, but as an “antidote” to that Dal 2003 vive e lavora a Barcellona.
an extensive international experience writes about people (some well known, È specializzato in fotografia
as a design consultant in architecture, others less so). p. 62 di architettura e paesaggio. Alterna
urbanism and landscape. He currently la documentazione e collaborazione
manages the landscape section professionale a ricerche personali.
of the Milano Arch Week and co-chair CLELIA MARIA BONARDI Collabora con riviste specializzate e ha
the Politecnico’s MSc in Landscape Milanese, classe 1990, laureata in realizzato pubblicazioni di architettura
Architecture – Land Landscape Heritage. Architettura degli Interni al Politecnico e monografie per diverse istituzioni
p. 32 di Milano, dove è assistente. Ha conseguito e fondazioni. I suoi lavori sono stati
il Master Itinerante in Museografia, esposti in mostre personali e collettive.
Architettura e Archeologia dell’Accademia He has lived and worked in Barcelona
PAOLO LAVEZZARI Adrianea vincendo il Piranesi Prix de Rome since 2003, specialising in architectural
Milano, classe 1957. Partito dalla critica 2018. Collabora con l’Università and landscape photography. His work
d’arte e transitato per la moda si occupa degli Studi di Milano per l’organizzazione is a mixture of documentation activities,
di design e delle sue vicende, preferibilmente di convegni internazionali e sta seguendo professional collaborations and personal
quelle meno note, per diverse riviste l’allestimento della mostra Piranesi research. He collaborates with specialised
del settore. a Milano. magazines and has published books on
Born in Milan, in 1957. He started out as an Born in Milan in 1990, she graduated architecture and monographs for various
art critic, then moved into fashion. He now in Interior Architecture at Politecnico institutions and foundations. His works
deals with the world of design and the di Milano, where she now works as an have appeared in solo and group
various, often less well-known things going assistant. She obtained a master’s degree exhibitions. p. 146
on in it for various sector publications. p. 44 in Museography, Architecture and
Archaeology at the Accademia Adrianea
and won the Piranesi Prix de Rome
CLAUDIO BOZZA in 2018. She organises international
38 anni, al Corriere della Sera da 11: conferences for Milan’s Università
un sogno realizzato. Sopportato da degli Studi and is following the design
Ludovica, ha due figli (Amerigo e Costanza), of the exhibition Piranesi in Milan. p. 114

4 ABITARE 592
photo Giovanni Gastel

Divano Grande Soffice di Francesco Binfaré.


Schienali “intelligenti” leggermente modellabili, linee morbide, curvature perfette ed una straordinaria sofficità: gli elementi fondamentali per un comfort totale ed un’eleganza senza tempo.
Il sistema di sedute è componibile per soddisfare ogni esigenza.

Tavolo Brasilia di Fernando e Humberto Campana.


Un mosaico di schegge di specchio. Ogni pezzo è unico e fatto a mano.

THE GREATEST COMFORT, ELEGANCE AND PERFORMA NCE

edra.official
edra.com
Sommario

32 A Milano, l'innovativo blocco residenziale di Eisenman Architects,


Degli Esposti Architetti e AZstudio/ The innovative residential block
in Milan by Eisenman Architects, Degli Esposti Architetti and AZstudio.

13 Orizzonti
28 Libri
32 Architettura non allineata
Non-aligned Architecture
txt matteo poli photos maurizio montagna

44 Stanze ispirate a Rothko


Rooms Inspired by Rothko
txt paolo lavezzari photos josé hevia

54 Giungla empatica a Tokyo


Empathetic Jungle in Tokyo
txt fabrizio gallanti photos yurika kono

62 Firenze bella
txt claudio bozza photos massimo sestini 62 La citttà di Firenze prova a costruirsi una nuova e solida identità
contemporanea / This city of Florence is trying to forge a new
and valid contemporary identity for itself.
72 L’idea di albero
The Idea of a Tree
txt martina landsberger photos ivar kvaal

80 Capanne nell’arcipelago
Cabins in the Archipelago
txt luca bergamin photos archmospheres

72 La casa per due artisti su un’isola norvegese, pensata come


un’ampia fronda artificiale / A house for two artists
on a Norwegian island is a refuge conceived as an ample artificial tree.

592 ABITARE 7
Sommario

86 Una tecnologica rimessa per barche sul fiume Yealm, vicino


a Plymouth / A boathouse built of steel and wood on the River Yealm,
near Plymouth.

86 Un approdo tecnologico
A Technological Berth
txt michele barale photos nick kane

92 Panorama
photos damir fabijanić

95 Nuovo corso a Shanghai


A New Direction in Shanghai
txt silvia icardi photos haiting sun

104 Microcosmo per giovani cittadini


A Microcosm for Young City Dwellers
txt sara banti photos stefano anzini

114 Uffici da vivere


Offices You Can Live in

104
txt clelia bonardi Il nuovo complesso di edilizia convenzionata firmato
da Atelier(s) Alfonso Femia a Milano / Atelier(s) Alfonso
122 Luci per l’architettura Femia’s new social housing complex in Milan.
Lighting for Architecture
curated by mia pizzi txt stefano pardini

128 Ripartire dai fondamentali


Back to Basics
curated by mia pizzi txt ali filippini

146 Barcelona
photo josé hevia

128 Le basi di un nuovo progetto d’interni confortevole, flessibile


e responsabile / The basic elements of all interior design
schemes with a comfortable, flexible and responsible approach.

8 ABITARE 592
SEI

g r u p p o e u r o m o b i l .c o m

L a b u o n a c uc i n a i t a l i a n a
dove cultura del proget to
e qualità dei materiali
esaltano il made in Italy
in una dimensione
internazionale.
S E I l a c uc i n a f i r m a t a d a
Marc Sadler per Euromobil.
Staff
| | M I L A NO | Pe te r E i s e n m a n w i th D e g l i E s p o s ti A r ch i tetti a n d A Z s tu d i o | |

MARZO - MARCH 2020


Mensile / Monthly magazine

592
€ 10,00

€ 5,00 (Italy only)

MADRID
Una casa di luce e colori
A home Full of Light and Colour

FIRENZE
La città contemporanea
The Contemporary City

DESIGN
Finiture d’interni
Interior Finishes

Lucas y Hernández-Gil Arquitectos


Casa A12, Madrid è pubblicata da / is published
(photo José Hevia) by RCS MediaGroup S.p.A.
p. 44

Presidente e Amministratore delegato


Urbano Cairo

Consiglieri
Direttore responsabile Marilù Capparelli, Carlo Cimbri, Alessandra Dalmonte
Editor in chief Diego Della Valle, Uberto Fornara, Veronica Gava
Silvia Botti Gaetano Miccichè, Stefania Petruccioli
Marco Pompignoli, Stefano Simontacchi
Capiredattori Collaboratori Marco Tronchetti Provera
Managing editors Contributors
Rivista internazionale a periodicità mensile Direttore generale News
Sara Banti Stefano Anzini edita in lingua italiana e in lingua inglese Alessandro Bompieri
Architettura, attualità, sito web Archmospheres e diffusa in tutto il mondo,
Architecture, news, web site Michele Barale fondata da Piera Peroni nel 1961.
An international magazine published
Stefano Benedetti
Chiara Maranzana monthly in Italian and English,
Luca Bergamin Content Syndication
Sistema multimediale Clelia Bonardi founded by Piera Peroni in 1961
press@rcs.it
Multimedia system Claudio Bozza and sold all over the world.

Cristiana Campanini Ufficio tecnico / Technical office


via Angelo Rizzoli 8 – 20132 Milano
Design consultant Laura Cardia Allen Michi, allen.michi@rcs.it
tel. +39 0225843420
Damir Fabijanić
Mia Pizzi Ali Filippini
redazione@abitare.rcs.it
www.abitare.it Stampa
Elena Franzoia
Curator Rotolito, Seggiano di Pioltello (MI). Printed in Italy
Fabrizio Gallanti
Irene Guzman
Roberto Ricci Federazione Italiana Editori Giornali
José Hevia
Infographic and maps Silvia Icardi Abbonamenti Italia Per informazioni telefonare allo 0263798520 o
scrivere a RCS MediaGroup spa, Servizio Abbonamenti, via Angelo
Nick Kane
Graphic Staff Unione Stampa Periodica Italiana Rizzoli 8, 20132 Milano, fax 0225883625, abbonamenti@rcs.it,
Yurika Kono www.abbonamentircs.it
Ivar Kvaal Il servizio è aperto da lunedì a venerdì con orario continuato dalle 8.30
Fabio Grazioli
Martina Landsberger alle 18.30. L’abbonamento andrà in corso dal primo numero raggiungi-
Caposervizio digital Paolo Lavezzari bile e può avere inizio in qualsiasi periodo dell’anno. Il cambio d’indiriz-
Digital senior editor Maurizio Montagna zo è gratuito: comunicare, almeno 30 giorni prima, il codice abbonato,
Elena Liberatore Francesca Oddo nome, cognome, indirizzo completo.
Stefano Pardini
Caposervizio paper
Alice Piciocchi Abbonamenti estero / Worldwide subscription “Abitare” (USPS 343-
Magazine senior editor Matteo Poli 030) is published by RCS MediaGroup S.p.A. in 10 issues per year.
Massimo Sestini Please contact Fastmag srl, via Portuense 1555, Commercity Isola
Segreteria di redazione Haiting Sun N/47, 00148 Roma (RM), tel. +39 0665000808, e-mail sub@fast-
Editorial secretary Matteo Zambelli mag.it, www.fastmag.it.
Monica Guala Arretrati Rivolgersi al proprio edicolante oppure ad arretrati@rcs.it o al
Traduzioni / Translations numero 02-25843604.
Ricerca fotografica
Photo research John Foot Il pagamento della copia, pari al doppio del prezzo di copertina, deve es-
Proof-reader sere effettuato su IBAN IT 97 B 03069 09537 000015700117
Banca Intesa - Milano intestato a RCS MediaGroup S.p.A., comunicando
Progetto grafico Shanti Evans
via e-mail l’indirizzo ed il numero richiesto.
Graphic design David Lowry
Robert Burns Distribuzione per l’Italia / Worldwide distribution m-dis Distribu-
Antonio Meda zione Media spa, via Cazzaniga 19, 20132 Milano tel. 0225821, fax
Mara Weiner-Macario
0225825302, info-service@m-dis.it.
Web Site LO TROVI ANCHE SU
Spedizione in a.p. DL. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004, n. 46), art.
IS ALSO AVAILABLE AT
1, comma 1, DCB Milano - Registrazione presso il Tribunale di Milano, n.
Brand manager 286 del 12.8.1976. ISSN 0001-3218 (print), ISSN 2499-3522 (online).
Ilaria Carnevale Miacca
In questo numero la pubblicità è inferiore al 45%. La riproduzione intera
ilaria.carnevalemiacca@rcs.it
o parziale di testi o fotografie è vietata: diritti riservati in tutto il mondo /
Advertising in this issue is less than 45%. All rights reserved: repro-
Advertising manager
duction of texts and photographs in whole or part is strictly prohibited.
Connie Chiaro
connie.chiaro@rcs.it I prodotti segnalati su Abitare sono una libera scelta redazionale. I te-
Magazine sti e le fotografie inviati alla redazione non vengono restituiti anche se
non pubblicati / Products mentioned in Abitare are freely chosen by
Nicoletta Porta the editorial staff. Texts and photographs submitted to the magazine
nicoletta.porta@rcs.it are not returned, even if not published.
Digital
Concessionaria esclusiva pubblicità / Exclusive Advertising Agent
International editions Facebook RCS MediaGroup – dir. Pubblicità
Sede legale via Angelo Rizzoli 8, 20132 Milano
Maria Francesca Sereni Twitter Instagram
rcspubblicita@rcs.it, www.rcspubblicita.it
mariafrancesca.sereni@rcs.it Vendite estero 0225846354/6951

Seguimi su: WWW.MARAPCANA.TODAY,troverai tutti i libri gratis,quotidiani,riviste,fumetti,musica,apps,software,giochi,serie,film e tanto altro!


Seguimi su: WWW.MARAPCANA.TODAY,troverai tutti i libri gratis,quotidiani,riviste,fumetti,musica,apps,software,giochi,serie,film e tanto altro!
®

SYSTEM

Brevettato sistema di posa per pavimenti in legno.

SOSTITUZIONE DI
UNA TAVOLA IN
30 SECONDI

POSA SENZA
COLLA, FLOTTANTE

ISPEZIONABILE

Noce Nazionale

Ecosostenibile, riutilizzabile, senza colla, ad elevato comfort acustico.


Clip Up System® permette di sostituire una singola tavola in meno di 30 secondi. Perfetto per
qualsiasi ambiente pubblico come uffici, negozi, ristoranti, scuole, palestre, hotel, abitazioni VOC
private, per pavimenti sopraelevati o ispezionabili. Disponibile in diversi formati, specie AgBB Look for FSC®
legnose, finiture della superficie e customizzabile. certified products

www.clipup.it Esclusivo di

T +39 0438 580348 - info@garbelotto.it - www.garbelotto.it


SHOWROOM | Corso di Porta Nuova, 00 - Zona Brera, Milano
Seguimi su: WWW.MARAPCANA.TODAY,troverai tutti i libri gratis,quotidiani,riviste,fumetti,musica,apps,software,giochi,serie,film e tanto altro!
Orizzonti 592
WILLARD

Le colonne del palazzo


della Corte Suprema
americana a Washington.
Sullo sfondo, il Campidoglio.
The columns of the Supreme
Court building in Washington.
In the background, the US
Capitol.

Colonne. Soprattutto colonne. E poi simmetria, proporzioni. Uno stile classico. Qualcosa
che ben si adatti alle istituzioni. Questo vorrebbe Donald Trump. Lo ha recentemente
reso noto Architectural Record che ha ottenuto una bozza dell’ordine esecutivo dal titolo
Make Federal Buildings Beautiful Again (Rendere di nuovo belli gli edifici federali) che
dovrebbe rivedere i principi guida per l’architettura federale, definiti dal senatore Daniel
Patrick Moynihan nel 1962. Secondo il critico dell’architettura Paul Goldberg, il problema
non è il classico in sé. «È l’imposizione di uno stile ufficiale a non essere esattamente
compatibile con la democrazia liberale del XXI secolo». Giusto. Ma a colpire è anche il
pulpito da cui arriva la predica; che a farneticare sia colui che ha inventato la Trump
Tower, “la casa di celebrità e ciarlatani”. Speriamo sia uno scherzo e che a nessuno venga
in mente di reinterpretare in modo ridicolo lo straordinario incontro tra Jefferson e Pal-
ladio, tra la ricerca di strumenti di rappresentazione di una nuova società e la forza uni-
versale del linguaggio classico. Nel caso, speriamo invece nell’ira degli Dei. Silvia Botti
Columns. Lots of columns. And then symmetry, proportions. The classical style. Something well suited to in-
stitutions. This is what Donald Trump wants. This was revealed by the Architectural Record, which recently
obtained a draft of the executive order entitled Make Federal Buildings Beautiful Again, the aim of which was
to review the guiding principles behind federal architecture, as defined by Senator Daniel Patrick Moynihan in
1962. According to architecture critic Paul Goldberg, the problem is not classical style in itself. It is, he said, that
“the mandating of an official style is not fully compatible with 21st-century liberal democracy”. True. But what’s
also striking here is where this new policy direction is coming from: that these outlandish utterances are being
made by the man behind the Trump Tower, the “home for celebrities and charlatans”. We’d like to think it’s a joke.
It is to be hoped that no one will ever dream of trying to come up with some absurd reinterpretation of Jefferson’s
Palladio-inspired work, of his efforts to represent a new society through the universal power of the classical
idiom. But if they do, we can always put our trust in the wrath of the gods.

592 ABITARE 13

Seguimi su: WWW.MARAPCANA.TODAY,troverai tutti i libri gratis,quotidiani,riviste,fumetti,musica,apps,software,giochi,serie,film e tanto altro!


Orizzonti

UP TO YOU ANTHOLOGY

UN SITO PER BAGS ADDICTED


A WEBSITE FOR BAG ADDICTS
IL SITO UP TO YOU ANTHOLOGY IDEATO DALL’IMPRENDITORE NICOLÒ GUA-
LAZZI non è un semplice e-commerce per “bags addicted”, ma soprattutto una
vetrina democratica e inclusiva dove chiunque può proporre un progetto inedito,
saltando gli step intermedi e garantendo così al cliente finale un prezzo più acces-
sibile per borse artigianali rigorosamente made in Italy. Il tutto con il supporto e
sotto l’attenta supervisione della piattaforma online, che vanta anche collabora-
zioni esclusive con designer affermati come Giulio Cappellini, nendo, Marc Thor-
pe, Kensaku Oshiro, Elisa Ossino ed Elena Salmistraro. (Irene Guzman)

THE UP TO YOU ANTHOLOGY WEBSITE, CREATED BY ENTREPRENEUR NICOLÒ


GUALAZZI, is not just an e-commerce outlet for “bag addicts”, it is above all a dem-
ocratic, inclusive showcase, where anyone can present a new design, cut out the
middle man and offer all-Italian hand-made bags at a more affordable price. All this
under the careful supervision of the online platform, which also works exclusively
with established designers like Giulio Cappellini, nendo, Marc Thorpe, Kensaku Os-
hiro, Elisa Ossino and Elena Salmistraro.

NUMBERS

Metà del territorio abitabile del pianeta


(51 milioni di km2) è adibito all’agricoltura.
Il 37% è occupato da foreste; l’11 da arbusti
e praterie; l’1 da laghi e fiumi. Resta solo l’1%
per le città, le aree costruite e le infrastrutture.
(Fonte FAO)
Half of the world’s habitable land (51 million
km2) is used for agriculture. This leaves just 37%
for forests, 11% for shrubs and grasslands
and 1% for freshwater coverage. The remaining Sopra e in alto / Above and top, Minima Circle e / and Minima Hula Hoop by
1% is urban and built-up land. (Source FAO) Leonardo Talarico. A sinistra / Left, Mai round handle L by nendo.

14 ABITARE 592

Seguimi su: WWW.MARAPCANA.TODAY,troverai tutti i libri gratis,quotidiani,riviste,fumetti,musica,apps,software,giochi,serie,film e tanto altro!


ANDREA AVEZZÙ / COURTESY TAMASSOCIATI

ANDREA AVEZZÙ / COURTESY TAMASSOCIATI


TAMASSOCIATI

ANDREA AVEZZÙ / COURTESY TAMASSOCIATI


SPAZI FRANCESCANI A VIAREGGIO
FRANCISCAN SPACES IN VIAREGGIO
LO STUDIO VENEZIANO TAMASSOCIATI ha THE VENETIAN FIRM TAMASSOCIATI creat-
realizzato il nuovo complesso parrocchiale ed the new parish complex of the Resurrec-
della Resurrezione di Nostro Signore nello sto- tion of Our Lord, located in the historic work-
rico quartiere operaio del Varignano a Viareg- ing-class district of Varignano in Viareggio.
gio. La reinterpretazione in chiave contempo- The contemporary reinterpretation of the en-
ranea degli ambienti manifesta almeno due vironments demonstrates at least two inten-
intenzioni: la volontà di snellire i volumi ripor- tions: the desire to streamline the volumes,
tandoli a una sobrietà che richiama una visione restoring them to a sobriety that recalls an
quasi francescana; l’intenzione di comprende- almost Franciscan; the intention to involve
re le esigenze della comunità per umanizzare the community to understand their needs and
l’architettura. L’edificio adotta soluzioni soste- humanise the architecture. The building uses
nibili dal punto di vista ambientale ed econo- environmentally and economically sustaina-
mico. Un campo fotovoltaico da 27 kW alimen- ble solutions. A 27 kW photovoltaic array
ta la pompa di calore e sostiene i consumi powers a heat pump and supports current
correnti nelle ore diurne. (Francesca Oddo) consumption during daylight hours.

GHENT
ROTOR E IL MONDO DI SOTTO
PHILE DEPREZ

ROTOR AND THE WORLD UNDER US


LO STADSMUSEUM DI GHENT (Belgio) presenta Underground in the city,
esposizione a cura del collettivo belga Rotor, una piccola enciclopedia in tre di-
mensioni del mondo sotterraneo: dalle trincee della prima guerra mondiale allo
stoccaggio sotterraneo dei rifiuti nucleari, allo sviluppo delle metropolitane nel
XIX secolo. La mostra è arricchita da due spazi interattivi, un tunnel tattile e un
capanno per spettacoli nel cortile. Fino al 22 settembre. (Fabrizio Gallanti)

THE CITY MUSEUM IN GHENT (B) presents Underground in the city, an exhibi-
tion dedicated to the subsoil, curated by the belgian collective Rotor. It is a tiny
three-dimensional encyclopaedia: from the trenches of the first world war to
the underground storage of nuclear waste, to the development of subways in
the 19th century. There are amazing surprises such two interactive spaces, a
tactile tunnel and a shed for performances in the courtyard. Until 22 September.

592 ABITARE 15

Seguimi su: WWW.MARAPCANA.TODAY,troverai tutti i libri gratis,quotidiani,riviste,fumetti,musica,apps,software,giochi,serie,film e tanto altro!


FUTURE DOCUMENTATION / ERICA OVERMEER / COURTESY BRANDLHUBER+ EMDE, BURLON
Orizzonti

VITRA DESIGN MUSEUM

RIFLETTORI SUGLI INTERNI


NELSON KOHN

SPOTLIGHT ON THE INTERIORS


IMPOSTATA COME UN VIAGGIO A RITROSO NEL TEMPO, la mostra al Vitra Design
Museum di Weil am Rhein, Germania, Home Stories: 100 Years, 20 Visionary Inte-
riors (a cura di Jochen Eisenbrand, allestimento di Space Caviar, fino al 23 agosto)
ricostruisce i cambiamenti sociali, politici e progettuali che hanno interessato gli in-
terni domestici dagli anni Venti agli Ottanta. In mostra temi come l’attuale ibridazio-
ne tra spazi pubblici e privati, la predilezione per i loft degli anni Settanta, il passaggio
tra spazio formale e informale dei Sessanta, l’introduzione degli elettrodomestici
negli anni Cinquanta e l’invenzione dell’open space nei Venti. (Elena Franzoia)

SET AS A JOURNEY BACK IN TIME, the exhibition at the Vitra Design Museum in Weil
am Rhein, Germany, Home Stories: 100 Years, 20 Visionary Interiors (curated by
Jochen Eisenbrand, exhibition design by Space Caviar, through 23 August) recon-
structs the social, political and design changes of the domestic interiors from the
JACQUES SCHUMACHER

1920s to the 1980s. On display themes like the hybridisation between public and pri-
vate spaces in modern times, the predilection for lofts typical of the 1970s, the transi-
tion between the formal and informal space of the 1960s, the introduction of house-
hold appliances in the 1950s and the invention of the open-plan in the 1920s.

Dall’alto / From top: Brandlhuber+ Emde, Burlon,


Antivilla, Krampnitz, 2010-15; RECORD
Lina Bo Bardi, Casa de Vidro, São Paulo,
fotografata nel / snapped in 2002;
l’appartamento di Karl Lagerfeld / Karl Lagerfeld’s
Apartment (arredo / furniture by Memphis),
Montecarlo, 1982.

L’arcipelago polinesiano, prima nazione a scomparire


in caso di innalzamento del livello degli Oceani,
è il posto in cui si fuma di più al mondo. Ha il vizio del
tabacco il 47% della popolazione. (Fonte World Bank)
The Polynesian archipelago, the first nation that
would disappear if sea levels rise, has the world’s
highest concentration of smokers. 47%
of the population smoke. (Source World Bank)

16 ABITARE 592
Orizzonti

COURTESY DISTRITO CASTELLANA NORTE


RH ESTUDIO + RICHARD ROGERS

MADRID “RICUCE” LE PERIFERIE


MADRID “STICHES” THE SUBURBS
TRASPORTO PUBBLICO E STILE DI VITA SOSTENIBILE sono le chiavi di Madrid
Nuevo Norte, il primo progetto di ricucitura tra periferie della capitale. Intorno a
Chamartín, trasformata nella più importante stazione madrilena dell’alta velocità,
il nuovo quartiere si svilupperà per cinque chilometri lineari, su una superficie di
oltre 3 milioni di metri quadrati. Il 60% degli edifici sarà destinato a uffici, il 35% a
uso residenziale, il restante 5% a edilizia pubblica. Firmato da RH Estudio con Ri-
chard Rogers, il progetto sarà terminato nei prossimi 25 anni. (Laura Cardia)

PUBLIC TRANSPORT AND A SUSTAINABLE LIFESTYLE are the keys to Madrid


Nuevo Norte, the first project to sew back together outlying neighbourhoods of the
Spanish capital. Having as its nucleus Chamartín, transformed into the most impor-
tant high-speed station in Madrid, the new neighbourhood will stretch across five
linear kilometres, over a surface area measuring more than 3 million square metres.
AL STUDIO + CALVI BRAMBILLA
Sixty per cent of the buildings constructed will be set aside for offices, 35 per cent
for residential use, the remaining 5 per cent will be public buildings. The project,
QUINTE A COLORI
designed by RH Estudio with Richard Rogers, will be completed in 25 years. COLOURFUL BACKDROP
LA DISPONIBILITÀ A ESPLORARE il cambiamento è
COURTESY DISTRITO CASTELLANA NORTE

una delle carte vincenti di antoniolupi, realtà interna-


zionale dell’arredobagno. Il nuovo showroom di Stab-
bia (FI), restyling di AL Studio con Calvi Brambilla, è
uno spazio ritmato da una molteplicità di quinte “tea-
trali” che creano scenari fluidi, destinati a ospitare i
più recenti prodotti dell’azienda. Nella foto, il lavabo
Soffio di Domenico De Palo. (FO)

A WILLINGNESS TO EMBRACE CHANGE is one of


the secrets of the success of antoniolupi, firm that
makes bathroom furnishings on an international
scale. The new showroom in Stabbia (Florence), re-
styled by AL Studio with Calvi Brambilla, is a colour-
ful interior featuring a range of “theatrical” back-
drops that create fluid scenarios against which the
products are presented. Pictured, the free-standing
washbasin Soffio by Domenico De Palo.

18 ABITARE 592
Orizzonti

BARBARA CORSICO
BARBARA CORSICO

STUDIO ATA
BARBARA CORSICO

RESIDENZA STORICA RIVISITATA


HISTORIC HOME REVISITED
SULLE COLLINE DELL’ASTIGIANO, la ristruttu- IN THE HILLS AROUND ASTI (Italy), the renova-
razione di un edificio classificato “di rilevante tion of a building classified as being “of important
pregio architettonico” a opera di Studio Ata architectural value” by Studio Ata highlights the
esalta la convivenza tra l’elegante passato e la happy coexistence of its elegant past and con-
funzionalità contemporanea, senza modificare i temporary functionality, without changing its
volumi originari. Al piano terreno, la zona giorno original volumes. The living area has a close rela-
ha un forte rapporto con il giardino, sottolineato tionship with the garden, underscored by the wid-
dall’ampliamento delle finestre. I soffitti affre- ening of the windows. The carefully restored fres-
scati e i pavimenti di seminato, restaurati, danno coed ceilings and terrazzo floors give a courtly
un tono aulico al design, costituito da un abile tone to the design, made up of a skilful mix of
mix di pezzi contemporanei e d’epoca. Ai piani contemporary and antique pieces. On the upper
superiori, la zona notte e per il relax. Alla facciata floors are the sleeping and relaxation areas. The
esterna sono stati restituiti i colori originari, con original colours on the external façade were re-
il restauro delle decorazioni floreali. (LC) stored, along with the floral decorations.

FRANCESCO JODICE
UN RITRATTO DI QUARTIERE
MARCO MEZZANI

PORTRAIT OF A NEIGHBOURHOOD
QUI È UNA NARRAZIONE URBANA CHE SI SVILUPPA lungo i 300 metri che
delimitano il cantiere di Spark One, primo di due edifici a uso uffici del business
district Santa Giulia-Rogoredo, a Milano. Sessanta fotografie di grande formato
scattate da Francesco Jodice rappresentano i volti degli abitanti, custodi delle
radici e dell’identità del quartiere. Il progetto è stato commissionato da Lendle-
ase e da Risanamento. La direzione artistica è di ArtsFor e Sky. (IG)

QUI IS AN URBAN STORY TOLD ALONG A 300-METRE WALL bordering the con-
struction site for Spark One, the first office building of two in the new business
district in Milan’s Santa Giulia-Rogoredo district. 60 blow-ups of photos taken by
Francesco Jodice present the faces of local residents, who are the custodians of
the roots and identity of this neighbourhood. The project was commissioned by
Lendlease and Risanamento. The art direction is by ArtsFor and Sky.

20 ABITARE 592
WHITE, RED & GREEN

In the mood of nature.

outdoor
indoor
Rivestimenti
in legno composito
e naturale.
decodecking.it
Orizzonti

FILIPPO ROMANO

FILIPPO ROMANO
MARCANTE-TESTA

LAVABI ALLA LICHTENSTEIN


LICHTENSTEIN-INSPIRED BASINS
UNA FASCIA ORIZZONTALE MONTATA A PARETE è l’elemento a
cui si fissano il lavabo (in tre varianti) e gli accessori che lo corre-
dano (ganci e mensole). È la nuova collezione di arredobagno Frie-
ze proposta dall’azienda toscana Ex.t, che lo studio torinese Mar-
cante-Testa ha disegnato ispirandosi alle “entablatures” di Roy
Lichtenstein, opere anni Settanta basate su stratigrafie di segni.
La varietà di materiali, finiture e colori rende questa collezione di
lavabi particolarmente versatile. (Stefano Pardini)
Sopra, la panca / Above, the bench Rippless (Toyo Ito – Horm Italia),
THE WASHBASIN (THREE VERSIONS) AND THE ACCOMPANY-
Museo Archeologico. In alto a sinistra, le poltrone / Top left,
ING ACCESSORIES (hooks and shelves) are mounted onto a hori- the armchairs Double Zero (David Adjaye – Moroso), Gam.
zontal strip attached to the wall. The new Frieze bathroom furnish-
ings collection from Ex.t Tuscan company was designed by the
Turin-based studio Marcante-Testa, which took its inspiration
from Roy Lichtenstein’s “entablatures”: works the artist devel- PALOMBA SERAFINI ASSOCIATI

RELAX NEL MUSEO


oped in the 1970s that he based on classical architectural fea-
tures. The variety of materials, finishes and colours makes this
collection of washbasins particularly versatile.
RELAXING IN THE MUSEUM
IL DESIGN ENTRA NEI MUSEI MILANESI CON L’OPERAZIONE
MUSE DIALOGANTI, ideata dallo studio Palomba Serafini Asso-
ciati in collaborazione con l’associazione MuseoCity e dieci impor-
tanti istituzioni cittadine (tra cui la GAM, il Museo del Novecento e
la Pinacoteca di Brera). In ciascuno dei musei è stata inserita una
poltrona d’autore, per instaurare un dialogo con le opere d’arte e
favorire il relax e la contemplazione. L’iniziativa si deve anche alla
generosità di otto aziende italiane: Baxter, Cappellini, Cassina,
Giorgetti, Horm Italia, Kartell, Molteni & C. e Moroso. (Ali Filippini)

DESIGN COMES TO MILAN’S MUSEUMS THROUGH THE MUSE


DIALOGANTI PROJECT, devised by studio Palomba Serafini Asso-
ciati in collaboration with the association MuseoCity and ten impor-
tant city institutions (including GAM, the Museo del Novecento and
the Pinacoteca di Brera). A designer armchair has been placed in
each of the museums, to encourage interaction and help visitors re-
lax as they contemplate the artworks. The initiative was made pos-
sible thanks to the generosity of eight Italian firms: Baxter, Cappellini,
Cassina, Giorgetti, Horm Italia, Kartell, Molteni & C. and Moroso.

22 ABITARE 592
OMA A BRIGHTON

SE LA SCUOLA È UN ORGANISMO

LAURIAN GHINITOIU / COURTESY OMA


WHEN THE SCHOOL IS AN ORGANISM
SUL CURIOSO ABBINAMENTO TRA ON THE CURIOUS COMBINATION OF
SCIENZE E SPORT ha puntato il Bri- SCIENCES AND SPORTS focuses the
ghton College, uno dei più blasonati licei Brighton College, amongst the most re-
privati inglesi per la upper class, nel nuo- nowned private English secondary
vo ampliamento del campus. Ellen van schools for the upper class, in the new
Loon di OMA e il suo team hanno creato expansion of its campus. OMA’s partner
una lunga “manica” con ampia hall per Ellen van Loon and her team came up
eventi, laboratori di fisica e chimica e with a long wing with a large event hall,
strutture per lo sport (piscina, palestra, physics and chemistry laboratories and
sala pesi e aula per la danza). Non meno sports facilities (swimming pool, gym,
importanti sono i percorsi: lunghi corri- weight room and dance studio). No less
doi (che sono anche piste da corsa), important are the long corridors (also
rampe e approdi intermedi. Offre la vi- running tracks) and the ramps, culmi-
sta del mare la terrazza a prato sul tetto, nating on the green terrace on the roof,
che domina il campus. (Sara Banti) that offers views of the sea.
LAURIAN GHINITOIU / COURTESY OMA

FLASH
LAURIAN GHINITOIU / COURTESY OMA

La trasparenza contrasta con il peso della


materia nelle lampade scultoree di Peter
Marino per Venini. Nella foto, Parallelo.
Transparency contrasts with the material
weight of the sculptural lamps
designed by Peter Marino for Venini.
In the photo, Parallelo.

592 ABITARE 23
Orizzonti

COURTESY NATHANAEL TURNER

COURTESY ITALDESIGN
VICTORIA AND ALBERT MUSEUM

A LONDRA IL MITO DELL’AUTO


IN LONDON THE MYTH OF THE CAR
L’AUTOMOBILE È IL PRINCIPALE “MOTORE” DEL RAPIDO CAMBIA- THE CAR IS THE PRINCIPAL “ENGINE” OF THE RAPID CHANGE OF
MENTO DELL’ULTIMO SECOLO, sta all’origine di un mito della velocità LAST CENTURY, it lies at the origin of a myth of speed that contemporary
di cui la contemporaneità appare intrisa e ossessionata. È questo il life seems to be soaked in and obsessed with. This is the topic addressed
tema affrontato dalla mostra Cars: Accelerating the Modern World, a by the Cars: Accelerating the Modern World exhibition, curated by
cura di Brendan Cormier e proposta fino al 19 aprile dal Victoria and Al- Brendan Cormier and presented until 19 April by the Victoria and Albert
bert Museum di Londra. Dalla prima auto prodotta da Karl Benz nel Museum in London. From the first car produced by Karl Benz in 1888 to
1888 ai futuristici progetti di Italdesign, le 15 auto e i 250 oggetti in mo- the futuristic projects of Italdesign, the 15 cars and 250 objects on dis-
stra sono spunti per riflettere su come l’auto abbia cambiato anche il play are prompts to reflect on how the car has even changed how things
modo di produrre e vendere, fino a diventare fenomeno consumistico di are produced and sold, becoming a mass consumerist phenomenon ca-
massa capace di alterare il paesaggio urbano e rurale. (Elena Franzoia) pable of altering the urban and rural landscape.

DESIGN ONLINE

INTERIORS “CHIAVI IN MANO”


“TURNKEY” INTERIORS
WWW.LACASAMODERNA.IT È UN WWW.LACASAMODERNA.IT IS A
SITO ITALIANO in costante ag- WEBSITE that is constantly being
giornamento, con una selezione di updated, with a selection of Italian
prodotti nazionali operata da 70 products handled by 70 retailers
rivenditori e acquistabile nei tanti and sold through many sales outlets
punti vendita della penisola (un in Italy (a search engine geo-locates
motore di ricerca geolocalizza i ne- the stores). There are furnishings
gozi). Sono svariate le tipologie items for the different rooms in the
abitative (dalla cucina al living, alla home (kitchens, living-rooms, bed-
camera da letto) e le merceologie rooms) along with other extras
(lampade, complementi, oggetti- (doors, lamps, ornaments and other
stica, porte) disponibili grazie alla complements), made available
consulenza di 350 specialisti di through the consultancy services of
interior design. Il sito è opera del 350 interior design specialists. The
gruppo d’acquisto arreda.net (AF) website is powered by arreda.net.

24 ABITARE 592
Pergola bioclimatica
FILIPPO ROMANO
Orizzonti

FILIPPO ROMANO

BDA BOTTEGA D’ARCHITETTI


FLASH
BIRRERIA CON CITAZIONE
A BEER HOUSE THAT DOESN’T LOOK LIKE ONE Acciaio inossidabile e coperchio
a vite di plastica per la serie di bottiglie
di George Sowden per Hay, adatta
RICORDA UNA STAZIONE DELLA METRO- THE APTLY NAMED BEER STATION de- a contenere bevande calde e fredde.
POLITANA LA BEER STATION progettata da signed by bda bottega d’architetti, the Bo-
bda bottega d’architetti, studio bolognese logna-based studio founded by Guido In- A series of stainless steel bottles
fondato dall’architetto Guido Incerti. Il pic- certi, is designed to look like a city metro with screw-on plastic top, designed
colo locale nel quartiere milanese di Isola, station. This small locale in Milan’s Isola by George Sowden for Hay and suitable
appena 68 metri quadrati, ha un design che district (covering just 68 square metres) for both hot and cold drinks.
rende omaggio alla geniale semplicità della pays homage to the brilliant simplicity of
linea metropolitana M1, disegnata da Franco Franco Albini and Bob Noorda’s iconic red
Albini e Bob Noorda, cui si ispira in diversi M1 milanese metro line. Various design fea-
elementi progettuali. Dal “finestrino” che tures are inspired by it: from the window
sovrasta il bancone refrigerato Prisma alla above the chilled Prisma cabinet and the
linea rossa che percorre tutto il perimetro red strip running around the perimeter, to
dello spazio, dal pavimento tattile alle luci the tactile floor, the tubular lighting on the
tubolari a soffitto fino alle volte di ceramica ceiling and the glazed ceramic vaulting. The
smaltata. Tavoli e sedie sono di Colos, men- tables and chairs are by Colos, while Tagli-
tre per i rivestimenti sono stati scelti pro- abue and Ceramica Vogue products were
dotti di Tagliabue e Ceramica Vogue. (IG) chosen for the walls.

CCA – MONTREAL
QUANDO LA RUSSIA GUARDAVA ALL’AMERICA
WHEN RUSSIA LOOKED AT AMERICA
LA MOSTRA BUILDING A NEW NEW WORLD: THE EXHIBITION BUILDING A NEW NEW
Amerikanizm in Russian Architecture (CCA, WORLD: Amerikanizm in Russian Architecture
Montréal, fino al 5 aprile), a cura di Jean-Louis (CCA, Montreal, through 5 April), curated by
Cohen, dimostra come dalla fine del XIX secolo Jean-Louis Cohen, shows how from the end of
fino al disgelo post stalinista degli anni Sessanta the 19th century until the post-Stalinist thaw of
la Russia abbia guardato agli Stati Uniti come al the 1960s, Russia looked at the United States
modello di progresso da imitare o contro il quale with admiration as the model of progress to imi-
entrare in concorrenza. L’architettura diventa un tate, or against which to compete. Architecture
pretesto per cogliere relazioni più profonde, becomes a pretext for identifying deeper and re-
dove l’intero immaginario collettivo desiderava lationships, where the entire collective imagina-
lo stile di vita della nazione nemica. (FG) tion desired the lifestyle of an enemy nation.

26 ABITARE 592
Il tuo business è il nostro business

260 prodotti pensati in modo specifico per rispondere ai criteri


ed ai bisogni dei clienti professionisti. Tutto per essere all’altezza
delle vostre aspettative, ma con stile!

Catalogo
BtoB
2020

www.maisonsdumonde.com/IT/it/business
800 597 473 (chiamata gratuita) / +33 2 51 71 55 01
@ business.IT@maisonsdumonde.com
Dal libro Nanda Vigo. Light Project: a destra /
right, Nanda Vigo Diary, 2006, Fondazione
Mudima, Milano; sotto / below, Ambiente
Cronotopico, 1967, Galleria Apollinaire,
Milano; in basso / bottom, Nanda Vigo.

LIGHT PROJECT

LA POETICA DI NANDA VIGO


NANDA VIGO’S DESIGN PHILOSOPHY
Nanda Vigo. Light Project è il catalogo della mostra dedicata a Nanda Vigo a Palaz-
zo Reale di Milano nel 2019. Il volume approfondisce la figura di questa importan-
te artista, designer e architetta, attiva dai primi anni Sessanta. I saggi di Marco
Meneguzzo e Andrea Pinotti ci ricordano come Vigo abbia attraversato più di mez-
zo secolo tenendo fede alla ricerca ambientale sullo spazio, la percezione e la luce,
senza distinzione tra discipline e anticipando tendenze e poetiche. Ancora giova-
nissima strinse amicizia con artisti come Filippo De Pisis, Mario Radice, Piero
Manzoni – che fu anche suo compagno – Lucio Fontana e Gio Ponti, quest’ultimo
rappresentante di quel “design artistico” che tanto la ispirò. L’ampio apparato fo-
tografico, proveniente dall’Archivio dell’artista, ne ripercorre le varie fasi: dai volu-
mi con parti di vetro stampato degli inizi (Cronotopi) agli interni definiti da luce e
colore delle case realizzate negli anni Settanta, alle installazioni luminose di vetro
e neon. Utile l’appendice con scritti di e sull’artista. (Ali Filippini)

Nanda Vigo. Light Project is the catalogue for the exhibition dedicated to Nanda
Vigo that was held at the Palazzo Reale in Milan in 2019. The volume explores the
figure of this important artist, designer and architect, who has been active since
the early 1960s. The essays by Marco Meneguzzo and Andrea Pinotti remind us
how Vigo has spent more than half a century committed to investigating space,
perception and light in environments, without distinguishing between disciplines
and anticipating trends and design philosophies. While still very young, she be-
came friends with artists like Filippo De Pisis, Mario Radice, Piero Manzoni – who
was also her partner – Lucio Fontana and Gio Ponti, the latter a representative of
that “artistic design” that inspired her so much. The vast array of photographs,
CASALI 7 DOMUS
drawn from the artist’s archive, retraces her various phases: from the early vol-
umes with moulded glass parts (Cronotopi) to the interiors defined by light and
colour in houses built in the 1970s, to the luminous glass and neon installations.
Of great use is the appendix, with texts by and about the artist.

Nanda Vigo. Light Project


edited by Marco Meneguzzo
Silvana Editoriale, 2019
pp. 256, € 28

28 ABITARE 592
LE TANTE DIASPORE
THE MANY DIASPORAS
Un’indagine sulle ragioni di coloro che sono partiti
per mettere nuove radici in terre lontane. Il volume
è curato da due giovani imprenditori di Dubai e di-
rettori della rivista bimestrale Brownbook. Molte
narrazioni sono tratte dagli archivi della rivista
che, dopo dieci anni di attività, è diventata una gui-
da fondamentale sulla vita contemporanea nel
Medio Oriente. La raccolta di storie si conclude con
dieci ritratti di personaggi noti. (Alice Piciocchi)

An investigation into the motivations of those who


left to put down new roots in distant lands, edited by
two young entrepreneurs from Dubai and directors
of the bimonthly magazine Brownbook. Many of the
stories are taken from the archives of the magazine
which, after ten years of publication, has become a
STUDIO CEBRA fundamental guide to contemporary life in the Mid-

STORYBOARD PER L’ARCHITETTURA


dle East. The collection of stories ends with ten por-
traits of well-known people.

STORYBOARD FOR ARCHITECTURE Diaspora in the Middle East


and North Africa
«Se hai un’idea da condividere, fai parlare le tue dita», così scrive Mikkel Frost, uno edited by Ahmed
dei tre soci dello studio d’architettura danese Cebra su We Build Drawings, il volume and Rashid Bin Shabib
dedicato al potere della comunicazione visiva in architettura attraverso schizzi e fu- Lars Müller Publishers, 2019
metti. Secondo l’autore, gli schizzi sono lo strumento più efficace per illustrare ai non pp. 320, $ 40
addetti ai lavori come nasce il concept di un progetto. Soluzione ancora più efficace,
poi, è accompagnare i disegni con le parole, proprio come se si stesse narrando una
storia. Sì, perché quello del disegno è un linguaggio immediato e intuitivo, una narra-
zione che porta a dare forma al progetto e aiuta a comprendere l’architettura. Se poi
l’avventura grafica, oltre ad arricchirsi delle parole, è veicolata attraverso fumetti e
una certa dose di ironia, allora l’architettura può diventare qualcosa di familiare per
RILEGGERE IL PASSATO
chiunque. «In realtà gli architetti non costruiscono edifici. Ciò che costruiamo è un’i- RE-EXAMINING THE PAST
dea. Per visualizzarla, realizziamo disegni», racconta Frost. Il volume raccoglie 200
fra schizzi e acquerelli dedicati a venti progetti di Cebra. (Francesca Oddo) Il libro esplora il lavoro che l’urbanista Neeraj
Bhatia ha prodotto tra il 2013 e il 2018 con il suo
“If you have an idea to share, let your fingers do the talking”, so writes Mikkel The Open Workshop. Bhatia esercita la riscrittura
Frost, one of the three partners of the Danish architecture firm CEBRA in We e il ridisegno come metodo di progettazione. Il
Build Drawings, the volume dedicated to the power of visual communication in metodo prevede di tornare incessantemente sui
architecture through sketches and comics. According to the author, sketches are propri passi per produrre ex novo testi, disegni,
the most effective tool to illustrate to non-experts how the concept of a project plastici riguardanti progetti e temi già esplorati
is born. An even more effective solution, then, is to accompany the drawings with per aggiornarne i contenuti. (Fabrizio Gallanti)
words, precisely as if you were telling a story. Yes, because drawing is an immedi-
ate and intuitive language, a narrative that leads to giving shape to the project The book explores the work that the Toronto’s town
and helps in understanding architecture. Then, if the graphic adventure, on top of planner Neeraj Bhatia has produced with his prac-
being enriched with words, is conveyed through comics and a certain amount of tice The Open Workshop between 2013 and 2018.
irony, that’s when architecture can become something familiar to anyone. “Archi- Bhatia practices rewriting and redesigning as a
tects do not actually build buildings. What we build is an idea. To visualise it, we design method. This method calls for continually
build drawings”, explains Frost. The volume collects 200 sketches and watercol- retracing one’s steps to produce new texts, new
ours dedicated to twenty CEBRA projects. designs, new models that stem from projects and
topics already explored to update their contents.

New Investigations
We Build Drawings
in Collective Form /
Mikkel Frost / Cebra
The Open Workshop
Graphic design Barbara Iwanicka
Waldheim, Lyster, Odell
Frame Publishers, 2019
Krumwiede, Bhatia, Pope
pp. 208, € 29
Segal, Deamer, Aureli
Actar + CCA, 2019
pp. 192, € 32

592 ABITARE 29
a rchitettura

ARCHITETTURA NON ALLINEATA


NON-ALIGNED ARCHITECTURE
| A Milano questo blocco residenziale innovativo a firma di EISENMAN ARCHITECTS, DEGLI
ESPOSTI ARCHITETTI E AZSTUDIO era atteso da anni. Attraverso il suo impianto curvilineo che
guarda a Muzio e a Boccioni l’edificio dialoga con il tessuto novecentesco. Ma in modo critico / This
innovative residential block in Milan designed by Eisenman Architects, Degli Esposti Architetti and
AZstudio has been awaited for years. Through its curvilinear layout which pays homage to Muzio and
Boccioni, the building enters into a critical conversation with the 20th-century fabric of the city

txt Matteo Poli


photos Maurizio Montagna

32 ABITARE 592
I due estremi del complesso,
su via Pinturicchio angolo Balzaretti
e su piazza Carlo Erba (pagina
accanto). Quest’ultimo si innesta
su una palazzina storica.
The two fronts of the building,
facing onto Via Pinturicchio
at the corner with Via Balzaretti
and Piazza Carlo Erba (opposite
page). The latter includes a portion
of the historic building that
previously occupied the site.

592 ABITARE 33
L’andamento sinuoso dell’edificio
crea una corte a giardino. La facciata
presenta slittamenti e traslazioni
verticali e orizzontali. Il fronte opposto
(pagine successive) cita una famosa
architettura milanese: la Ca’ Brutta
di Giovanni Muzio.
A garden nestles inside the curve
of the undulating design of the building,
whose façade features receding sections,
and vertical and horizontal protrusions.
The opposite side of the building (next
pages) echoes another curved complex
in Milan: Giovanni Muzio’s Ca’ Brutta.

L’EDIFICIO È UN’ELEGANTE VARIAZIONE


SUL TEMA DELLA CORTINA NOVECENTESCA
IT IS AN ELEGANT VARIATION ON THE 20TH-CENTURY THEME OF THE BUILDING SCREEN

34 ABITARE 592
LIMITAZIONI NORMATIVE, APPALTI INTEGRATI E BUD- REGULATORY LIMITATIONS, INTEGRATED CONTRACTS
GET RIDOTTI spesso rendono l’edilizia residenziale delle AND TIGHT BUDGETS often render the housing projects
nostre città anonima e priva di ambizione. Così molti svi- of our cities nondescript and lacking in ambition. With
luppi immobiliari finiscono per apparire irrilevanti nel the result that many real-estate developments end up ap-
dibattito architettonico contemporaneo. Il tratto comune pearing irrelevant to contemporary architectural debate.
è una dilatazione tra concezione e realizzazione che gioca The trait they have in common is the passage of so much
contro la buona riuscita del progetto, sfianca i progettisti time between conception and realization that the success-
e consuma gli investitori. A Milano in piazza Carlo Erba ful outcome of the project is undermined, the designers are
l’episodio felice presentato in queste pagine mantiene tut- worn out and investments are squandered. In contrast the
te le promesse dei primi rendering, malgrado i dieci anni housing project in Piazza Carlo Erba in Milan presented in
di cantiere e un’impresa piegata dalla crisi immobiliare these pages adheres to the promise of its first renderings,
italiana. Si tratta di un’elegante variazione sul tema della despite ten years of construction and being bogged down
cortina novecentesca, firmata da Eisenman Architects, by the property crisis in Italy. It is an elegant variation on
Degli Esposti Architetti e AZstudio. Un condensato di am- the 20th-century theme of the building screen, designed by

592 ABITARE 35
36 ABITARE 592
592 ABITARE 37
bizioni urbane, architettoniche, compositive e di
dettaglio che fa discutere, e proprio per questo è
benvenuto nel panorama milanese. L’impianto
urbano, identificato attraverso i tanti modellini
realizzati nello studio Eisenman di New York, è
critico verso un contesto che solo a prima vista
risulta omogeneo: gli isolati milanesi, la cortina
edilizia e le preesistenze sono elementi forti, ma
non univoci come suggeriscono altre scolastiche
interpretazioni. Al contrario, un mix pragmatico
che massimizza il numero di residenze e l’acutez-
za di trovare l’elemento dirompente per l’impian-
to in un piccolo spazio pubblico (il Giardino Sergio
Ramelli), generano un “uncino” di 150 metri che
definisce e spezza, accoglie e fronteggia, integra
e separa. Il tram che passa in via Pascoli – il mo-
vimento della “città che sale” amata da Eisenman
come il suo razionalismo – contribuisce ad arro-
tondare su via Pascoli un angolo che cita la Ca’
Brutta di Giovanni Muzio e forse anche il vecchio
stabilimento Bianchi e le sue mitologiche bici.
Il blocco residenziale, composto di nove piani
serviti da sei ascensori che distribuiscono due ap-
partamenti a piano, si sviluppa con slittamenti e
traslazioni verticali e orizzontali, testimoniando
la perseverante ambizione dei progettisti e la di-
sponibilità dei costruttori a seguirli. Il travertino
naturale dei primi quattro piani cede il passo al
L’architettura di Eisenman Eisenman’s architecture has no marmo di Carrara; il cambio di rivestimento della
non ha corte interna. Nella pagina enclosed courtyards. Opposite page, facciata ventilata si accompagna a un disallinea-
accanto, una foto scattata dal drone a drone photo highlights the way
evidenzia come il progetto scardini in which the design breaks away from
la morfologia degli isolati tipici the typical morphology of the blocks
del quartiere. in this neighbourhood.
Eisenman Architects, Degli Esposti Architetti and
AZstudio. A mix of urban, architectural and compo-
sitional ambitions with a focus on detail, and it is
also controversial and for this very reason alone is
a welcome addition to the Milanese panorama. The
urban layout, the fruit of many models built in Ei-
senman’s New York studio, is critical towards a con-
text that appears homogeneous at first sight: the
city block of Milan, and the screen of buildings and
the pre-existing structures are strong elements, but
not as unambiguous as some academic interpreta-
tions would suggest. On the contrary, a pragmatic
mix that maximizes the number of housing units
and the ingenious disruptive element of a small
public space (the Giardino Sergio Ramelli), gener-
ates a 150-metre-long “hook” that both defines and
breaks, accepts and confronts, and integrates and
separates. The tram that passes along Via Pascoli
– the movement of the “city that rises” which Eisen-
man admires like its rationalism – helps to round off
a corner on the street that pays homage to Giovanni
Muzio’s Ca’ Brutta and perhaps the old Bianchi fac-
tory and its legendary bikes.
This residential block, made up of nine storeys
served by six lifts that provide access to two flats on
each floor, extends through slippages and vertical
and horizontal shifts, bearing witness to the persis-
tent ambition of the designers and the willingness
of the constructors to help to meet them. The natu-
ral travertine of the first four storeys gives way to

38 ABITARE 592
Project

MARCO DE BIGONTINA – ESPERIENZA DRONE


Residenze Carlo Erba
Architects
Eisenman Architects (Peter Eisenman)
Degli Esposti Architetti
(Lorenzo Degli Esposti Paolo Lazza, Stefano Antonelli)
AZstudio (Guido Zuliani)
Supervision of construction
Lorenzo Degli Esposti, Paolo Lazza, Stefano De Vita
Structural engineers
Studio d’Ingegneria Associato Ardolino, Bolzano
Plants engineers
Sistema Group Engineering (preliminary phase)
A.T. Advanced Tecnologies
Studio MGM (execution phase)
General contractors
CLE – Cooperativa Lavoratori Edili, Bolzano (phase 1)
Italiana Costruzioni (phase 2, completion)
Developer
Pinerba (Gruppo Morelli)

Timeline
2009-2019
Site area
4,170 sqm
Building floor area
14,000 sqm
Building lenght
150 m

UN “UNCINO” CHE DEFINISCE E SPEZZA , Building height


33 m

ACCOGLIE E FRONTEGGIA Unit number


80 (78 apartments, 2 offices)
Underground parking lots
A “HOOK” THAT BOTH DEFINES AND BREAKS, ACCEPTS AND CONFRONTS 120
Location
Milano

via Diacono
vi
a
Ba
lz
ar

Giardino pubblico
et

Sergio Ramelli
ti
via Pinturicchio

oli
sc
a Pa
vi

piazza
Carlo Erba

FOURTH-FLOOR PLAN FIFTH-FLOOR PLAN

592 ABITARE 39
40 ABITARE 592
mento dei volumi principali, reiterato dalle travi
e pilastri della struttura d’acciaio organizzata su
un ordine gigante nei piani superiori.
Le linee di costruzione dell’edificio, che appaio-
no in facciata anche nei primi quattro piani sud-
divise secondo la sezione aurea, riemergono in
estrusione e impresse in un’alternanza compo-
sitiva ricca e allo stesso tempo mai eterogenea e
casuale. Il giardino stesso riprende le linee della
maglia strutturale, anche se non è del tutto visi-
bile a causa di un muretto traditore che riesce
ad annichilire il basamento dell’intero blocco. Al
contrario le vetrate dei balconi, dal perfetto profi-
lo curvilineo, sono sorrette da un corrente strut-
turale ed enfatizzano, anche nelle trasparenze, la
dinamicità complessiva di un edificio che fa sua
l’ironica affermazione dell’ottantasettenne Peter
Eisenman: “After all, I am a traditionalist” (dopo-
tutto sono un tradizionalista). ○

Carrara marble and the change in the cladding


of the ventilated façade is accompanied by a mis-
alignment of the main volumes, reiterated by the
beams and posts of the steel structure organized
on a gigantic order on the upper floors.
The lines of construction of the building, which
also appear on the façade on the first four stories,
are subdivided on the basis of a golden section,
re-emerge in extrusion and are impressed in an
alternation of composition that is rich and at the
same time never heterogeneous and random. The
garden itself continues along the lines of the struc-
tural grid, even though it is not fully visible owing
to the presence of a wall that obliterates the base
of the entire block. Conversely, the glass walls of
the balconies, with their perfect curved profile,
IL TRAVERTINO NATURALE DEI PRIMI
are supported by a structural stringer and empha- QUATTRO PIANI CEDE POI IL PASSO AL
size, partly through their transparency, the overall
dynamism of a building that is an endorsement of
MARMO DI CARRARA
the eighty-seven-year-old Peter Eisenman’s ironic THE NATURAL TRAVERTINE OF THE FIRST FOUR STOREYS GIVES WAY TO
claim: “After all, I am a traditionalist.” ○ CARRARA MARBLE

Sopra, l’atrio d’ingresso su piazza


Carlo Erba. A sinistra, il living
di un appartamento. Il complesso
contiene 78 unità residenziali
e due uffici, e ha due piani interrati
con 120 posti auto.
Above, the entrance lobby
on Piazza Carlo Erba. Left, the living
area of one of the apartments.
The complex contains 78 residential
units and two offices, and has
two underground levels with 120
parking spaces.

592 ABITARE 41
Incontra l’industria creativa
di Londra
PARTI CON

Andrew Tuck Ben Evans


Founding editor di Monocle Direttore del Design Festival

Amanda Levete Tom Dixon Simon Brown


Architetto Designer contemporaneo Graphic artist fondatore di &&&

Londra, il lato creativo del Regno Unito


DAL 25 AL 28 MARZO
Londra e i suoi straordinari cambiamenti nel mondo della creatività e del design. Quali sono le realtà e i designer che stanno contribuendo a questa svolta?
E con quali modelli di business? In Viaggio con Corriere e Urban Creative City Break ti portano, per la prima volta insieme, alla scoperta della Creative Industry
d’oltremanica. Una serie di incontri con designer, architetti, operatori culturali, editori, che ti racconteranno il loro modello di business e il loro punto di vista
su una città in continua mutazione. Conosceremo Luke Edward Hall, designer; Tom Dixon, designer contemporaneo; Amanda Levete, architetto; Andrew Tuck,
direttore di Monocle; Simon Brown, graphic designer e fondatore di &&&; Michael Horshan e Simon Taylor del collettivo Tomato; Charlie Peel, fondatore
di Urban Good; Ben Evans, direttore del London Design Festival e visiteremo gli studio di Zaha Hadid Architects; Jacobs, azienda all’avanguardia
che si sta occupando di importanti infrastrutture sul territorio londinese e il quartiere Barbican. Un viaggio in cui fare networking, formarti e ispirarti, in compagnia
del Corriere della Sera, di Living e Abitare e di due accompagnatori di eccezione: Caterina Pagliara, architetto e giornalista e Luca Ballarini, Direttore Creativo
di Bellissimo e del Festival internazionale sulle città Utopian Hours.

Info di viaggio
Volo A/R Milano-Londra con bagaglio da stiva, accompagnatore dedicato, transfer aeroporto/hotel e viceversa, 3 pernottamenti con English breakfast in hotel 4*,
Oyster Card prepagata per gli spostamenti in metro, incontri esclusivi con le realtà creative londinesi, assicurazione medico/bagaglio.

A partire da €1.600 a persona.


Per info e booking scrivi a inviaggioconcorriere@rcs.it, chiama 02.897.307.29 o visita inviaggioconcorriere.it
PICCADILLY CIRCUS, LONDON / GETTY IMAGES / ISTOCKPHOTO

A LONDRA CON ABITARE

tour
IN LONDON WITH ABITARE
| Viaggio nella capitale britannica per incontrare i protagonisti dell’industria creativa
/ A journey through the UK capital to meet the protagonists of the creative industry

GUIDE D’ECCEZIONE E PERCORSI ALTERNATIVI PER EXCELLENT GUIDES AND ALTERNATIVE ROUTES LEAD-
ADDENTRARSI NELLE FUCINE DELLA CREATIVITÀ della ING TO THE HOTBEDS OF CREATIVITY in a city that has al-
città apripista per antonomasia: Londra. Dal 25 al 28 mar- ways blazed a trail: London. From 25 to 28 March Urban
zo Urban Creative City-Break e In Viaggio con il Corriere Creative City-Break and In Viaggio with Corriere della
della Sera (e, per l’occasione, con Abitare e Living) pro- Sera (and, on this occasion, with Abitare and Living) is
pongono un tour tra studi di architettura (Amanda Leve- offering a tour of architecture practices (Amanda Levete,
te, Zaha Hadid Architects), atelier di design (Tom Dixon), Zaha Hadid Architects), design studios (Tom Dixon), cul-
centri culturali, quartieri e distretti particolarmente viva- tural centres and particularly lively London districts ac-
ci accompagnati da giornalisti (la nostra Caterina Pagliara companied by journalists (our own Caterina Pagliara, and
e Luigi Ippolito del Corriere della Sera), artisti e operatori Luigi Ippolito from Corriere della Sera), artists and culture
culturali. In agenda una decina di incontri con professio- workers. Around ten meetings with top professionals are
nisti di spicco per dialoghi informali a cavallo tra design, planned that will be organised as informal conversations
architettura, urbanistica, editoria, grafica, pubblicità. on design, architecture, urban planning, publishing, graph-
Un’opportunità unica per cogliere gli umori della capitale ics and advertising. A unique chance to pick up on the mood
alle prese con le conseguenze della Brexit. of the city as it gets to grips with the consequences of Brexit.
La quota di partecipazione (a partire da 1600 euro) com- The price (starting at 1,600 euros) includes flight and ho-
prende volo e pernottamenti con prima colazione oltre tel accommodation with breakfast, as well as the visits
naturalmente a visite e appuntamenti. and meetings themselves.
Per iscrizioni o ulteriori informazioni, tel. 0289730729, To sign up, or for further information, tel. 0289730729,
e-mail inviaggioconcorriere@rcs.it. e-mail inviaggioconcorriere@rcs.it.

592 ABITARE 43
L’ingresso è un grande ambiente
astratto e luminoso. Attraverso una grata
nel pavimento, la luce raggiunge l’hortus
conclusus sottostante.
The entrance is a large, bare space filled
with light, with a sort of impluvium through
which light floods in, down onto the hortus
conclusus (or walled garden) further down.

44 ABITARE 592
i nterni
STANZE ISPIRATE
A ROTHKO
ROOMS INSPIRED
BY ROTHKO
| Ricavato in un ex negozio di Madrid questo duplex dall’atmosfera surreale
– che gioca con luce e colore – ha gli spazi abitativi al piano terreno. Mentre il
seminterrato è un luogo di fuga con sauna, sala proiezioni e hortus conclusus
/ Converted from what used to be a shop in Madrid, this duplex with a surreal
atmosphere – one that plays around with light and colour – has its living spaces
on the ground floor. While the basement is a place to which the owners can
escape, with a sauna, screening room and indoor garden

txt Paolo Lavezzari


photos José Hevia

AL PIANO TERRENO DI UN EDIFICIO ANNI VENTI A MALASA-


NA, nel centro di Madrid, Casa A12 (A è l’iniziale del nome del-
la strada, 12 il civico) è il nuovo progetto di Cristina Domínguez
Lucas e Fernando Hernández-Gil (entrambi 1979). Il loro stu-
dio Lucas y Hernández-Gil, attivo dal 2007, soprattutto nella
capitale, si è guadagnato l’attenzione internazionale distillan-
do un pensiero architettonico con cui – si tratti di abitazioni,
caffè, ristoranti, hotel – determina la misura esatta tra rigore
del costruire e intuizione estetica, istanze della ragione e del
cuore. Ieri negozio di elettricista divenuto, con il recupero
del deposito sottostante, un duplex di oltre 300 metri qua-
drati, Casa A12 è stata commissionata da una giovane coppia
(con cane): «Ci hanno dato piena libertà per rendere lo spa-

ON THE GROUND FLOOR OF A BUILDING DATING FROM THE


1920S in the central Madrid neighbourhood of Malasana, Casa
A12 (A is the initial of the name of the street, 12 the number of
the building) is the new project of Cristina Domínguez Lucas
and Fernando Hernández-Gil (both born in 1979). Their prac-
tice, Lucas y Hernández-Gil, active, chiefly in the capital, since
2007, has attracted international attention by distilling a way
of thinking about architecture – we are talking about homes,
cafés, restaurants, hotels – with which it has been able to find a
precise balance between rigour of construction and aesthetic in-
tuition, the requirements of the mind and of the heart. A former
electrician’s shop that has been turned, with the reclamation of
the storage space underneath, into a duplex apartment of over

592 ABITARE 45
A sinistra, la zona pranzo,
in continuità con il living (sotto)
e con la cucina (pagina accanto).
Left, the dining area, which
shares the space with the living
area (below). The kitchen adjoins
the dining area (opposite page).

PER EQUILIBRARE L’OVVIETÀ DEL BIANCO, GLI ARCHITETTI HANNO INSERITO


ARREDI E OGGETTI COLORATI
THE ARCHITECTS CHOSE TO PAINT THE DINING TABLE YELLOW: ONE OF THE DETAILS THAT STANDS OUT AGAINST THE NEUTRAL WHITE BACKGROUND

zio, che in origine era molto scuro, il più possibile luminoso, 300 square metres, Casa A12 was commissioned by a young couple
interessante e flessibile», dicono gli architetti. Amanti della (with a dog): “They gave us complete freedom to make the space,
luce naturale, hanno creato vari artifici per portarla ovunque, which was originally very dark, as brightly lit, interesting and
approfittandone per dare vita in ogni ambiente a dialoghi o flexible as possible,” say the architects. Lovers of natural light, they
contrappunti di forme, materiali, prospettive. A cominciare have introduced a variety of means to take it everywhere, exploit-
dall’ingresso: lasciato spoglio, è la luce che lo riempie, modu- ing it to create dialogues or counterpoints of forms, materials and
lata da giochi di linee, vuoti, colori «ispirati tutti alla tavolozza perspectives in every space. Commencing with the entrance: left
di Mark Rothko» e arredi firmati Kresta Design, progetto pa- bare, it is filled with light, modulated by plays of lines, voids and
rallelo dello studio. Non è solo estetica: se il paretone curvo colours “all inspired by the palette of Mark Rothko” and furniture
blu appare un gesto quasi pittorico (di fatto cela un bagno), by Kresta Design, a parallel project of the practice. It is not just a
l’impluvium che gli risponde nel pavimento convoglia la luce matter of aesthetics: if the great curved blue wall appears to be an
su un surreale hortus sottostante. “Conclusus” secondo la almost pictorial gesture (in fact it conceals a bathroom), the im-

46 ABITARE 592
592 ABITARE 47
48 ABITARE 592
tradizione mediterranea, ma qui tra pareti di metallo,
ha un “prato” di erba artificiale arancione e veri alberi
perché, «il piano terreno è la vera casa, il piano inferio-
re vuole essere un luogo di fuga, a metà tra tempo libero
e lavoro», con sauna, cantina e sala proiezioni. Gli oculi
illuminanti, aperti ovunque sia stato possibile ritagliar-
li in soffitti e pavimenti, caratterizzano la casa, perché
non sempre basta, per “portare” la luce all’interno, farla
scivolare su lamiere riflettenti o materiali traslucidi. Né,
come nei recessi inferiori, accendere Led e neon.
Per equilibrare l’ovvietà del bianco, gli architetti hanno
dipinto à la Rothko interi ambienti o sottolineato detta-

pluvium in the floor that corresponds to it channels light


onto a surreal garden underneath. A hortus conclusus in
line with the Mediterranean tradition, but enclosed here by
metal walls, it has a “lawn” of orange artificial grass and
real trees because “the ground floor is the real house, the
floor below is intended to be a place of escape, halfway be-
tween leisure and work”, with a sauna, cellar and screen-
ing room. The apartment is characterized by its oculus
windows, placed wherever it was possible to open them in
ceilings and floors, for it is not always enough, in order to
“bring” light inside, to have it slide over sheets of reflective
metal or pass through translucent materials. Nor, in the
lower recesses, to turn on LED and neon lights.
To balance the obviousness of the colour white, the archi-
tects have painted entire rooms in the manner of Rothko or
used his palette to emphasize architectural details. On the

LA CASA È UN DUPLEX DI OLTRE


300 METRI QUADRATI
THE HOUSE IS A DUPLEX APARTMENT OF OVER 300 SQUARE METRES

Due ambienti del piano inferiore:


sopra, la cantina, nella pagina
accanto uno scorcio della camera
da letto (vedi anche nelle pagine
successive).
Two rooms on the lower floor:
above, the cellar, opposite page,
the bedroom (see also next pages).

Project
Casa A12
Architects
Lucas y Hernández-Gil
(Cristina Domínguez Lucas
Fernando Hernández-Gil)
Project team
Raquel Quirós, Lucía Balboa
Furniture design
Kresta Design
Client
Private individual

Timeline
2018-2019
Floor area
308 sqm
Location
AXONOMETRIC VIEW Madrid

592 ABITARE 49
50 ABITARE 592
592 ABITARE 51
La camera da letto al piano inferiore
si affaccia sull’hortus conclusus, dal quale
si può isolare con una tenda argentata
a tutta altezza. Sul lato opposto, il corridoio
con luce colorata variabile.
The downstairs bedroom looks out onto
the hortus conclusus, which can be screened
off by a full-height silver curtain.
Below, the corridor with its different colours.

LA PRESENZA DI SPECCHI E GEOMETRIE LUMINOSE CREA ILLUSIONI PROSPETTICHE


MIRRORS AND LEDS ARE USED TO CREATE VISUAL EFFECTS AND INTRIGUING PERSPECTIVES

gli architettonici. Al piano terreno ecco la “pennellata” gialla del ground floor we find the yellow “brushwork” of the perforated metal
piano di lamiera perforata del tavolo del living e delle poltronci- top of the table in the living room and of the yellow and blue arm-
ne gialle e blu in dialogo con la naturalezza del legno (ripostigli, chairs in dialogue with the natural colour of wood (cupboards, par-
parquet, letto); nel living, l’ecru del divano. La scala è un’immer- quet, bed); in the living room, the off-white of the sofa. The staircase
sione nell’arancio corallo – colore che al pari del blu, omaggia in is an immersion in coral orange – a colour that like the blue pays
particolare “Number 14”, sempre Rothko (1960). Blu sono i dischi homage in particular to Rothko’s Number 14 (1960). Blue too are the
dipinti su diverse pareti, come nella camera da letto del livello in- disks painted on various walls, as in the bedroom on the lower level
feriore – la cui privacy è inoltre difesa da una tenda a tutta altezza – whose privacy is also defended by a floor-to-ceiling curtain made
di un tessuto argento alquanto cosmonautico. Mentre gli specchi of a silver fabric that would look just right on a cosmonaut. While
alle pareti creano una serie di giochi prospettici e cromatici, in- the mirrors on the walls create a series of plays of perspective and
ventando continui paesaggi e scorci, regolabili a piacere con le colour, inventing continual sceneries and views that can be adjusted
porte a bilico. ○ at will with the swing doors. ○

52 ABITARE 592
592 ABITARE 53
GIUNGLA EMPATICA
A TOKYO
EMPATHETIC JUNGLE
IN TOKYO
i nterni txt Fabrizio Gallanti
photos Yurika Kono

54 ABITARE 592
| Nel concepire una casa-studio di città l’architetta giapponese
SUZUKO YAMADA rievoca un’esperienza vissuta nel parco
africano del Virunga. Nasce così questo palcoscenico di
quotidianità senza muri e frontiere, intrecciato alla natura e
mutevole nel tempo / In her design of a studio-home in the city
theJapanesearchitectSuzukoYamadahasevokedanexperience
she had in the African park of Virunga. Out of this has come a
stage on which daily life is played out without walls and
boundaries, interwoven with nature and mutable over time

592 ABITARE 55
56 ABITARE 592
IL CONFINE TR A INTERNO Travature di legno economico, profili d’acciaio, tubature
metalliche, plance d’acciaio galvanizzato e altri materiali

ED ESTERNO NON È DEFINITO intrecciati tra loro costituiscono la struttura portante.


Beams made of inexpensive timber, steel profiles, metal
THE BOUNDARY BETWEEN INSIDE AND OUTSIDE IS NOT pipes, plates made of galvanised steel and combinations
of other materials form the support structure.
CLEARLY DEFINED

NONOSTANTE SIA UNA DELLE SOCIETÀ PIÙ URBANIZ- DESPITE BEING ONE OF THE MOST URBANIZED SOCIE-
ZATE DEL PIANETA, quella giapponese si contraddistingue TIES ON THE PLANET, Japanese culture is characterized by its
per un vincolo profondo con la natura, rappresentato spesso deep ties with nature, often represented by a rarefaction that
da una rarefazione che va all’essenza delle cose e che deri- goes to the essence of things, and that stems from a capacity
va da una capacità di osservazione empatica. Per descrivere for empathetic observation. To describe a house she has built
una casa che ha realizzato a Tokyo, Suzuko Yamada, una del- in Tokyo, Suzuko Yamada, one of the most promising figures
le figure più promettenti dell’architettura contemporanea in contemporary Japanese architecture, writes of how she
giapponese, scrive di come sia stata ispirata da un’esperien- was inspired by an experience she had in the forest on the
za vissuta nella foresta al confine tra Ruanda, Congo e Ugan- border between Ruanda, Congo and Uganda. A group of go-
da. Un gruppo di gorilla incontrati in prossimità della catena rillas she encountered in the vicinity of the Virunga chain of
vulcanica Virunga era comodamente seduto tra alberi, ar- volcanoes was perched securely among trees, shrubs, grass
busti, erba e fogliame, in una posizione confortevole che si and leaves, in a comfortable position that took advantage of
avvantaggiava dei dislivelli del terreno. the differences in level of the ground.
L’architetta ha interpretato questa scena quasi domestica The architect has taken this almost domestic scene as the
come la base per una sfida intellettuale: creare a Tokyo una basis for an intellectual challenge: creating a house in Tokyo
casa senza muri e frontiere, dove strati di materiali e oggetti with no walls or boundaries, where layers of materials and
disparati potessero offrire lo stesso tipo di comodità infor- disparate objects can offer the same kind of informal comfort,
male, garantendo anche una certa intimità. L’abitazione while also providing a degree of privacy. The house came out

592 ABITARE 57
Sopra e sotto, il living al primo piano. A destra,
l’accesso al secondo piano, dove si trovano
la cucina con la sala da pranzo e una camera da letto.
Above and below, the first-floor living area.
Right, access to the second floor, where the kitchen,
dining-room and a bedroom are located.

nasce così, come un assemblaggio di spezzoni, travature


di legno economico, profili d’acciaio, tubature metalliche,
plance d’acciaio galvanizzato e altri materiali intrecciati tra
loro, utilizzati come struttura portante un po’ come fossero i
tronchi e i rami di una foresta. Da lontano il tutto assomiglia
a un groviglio denso e impenetrabile, mentre avvicinandosi
si colgono alcuni frammenti riconoscibili, una finestra, un
tetto, una porta, una tenda che in futuro verranno ricoperti
dai rampicanti, già oggi abbarbicati.
Situati su un lotto di poco più di 100 metri quadrati, l’abita-
zione e lo studio sono disposti su tre livelli e accolgono una
coppia insieme ai genitori e i figli (oltre a un garage). La cir-
colazione interna ed esterna, sempre in contatto diretto con
il giardino, permette che i membri della famiglia possano
vagare liberamente, installandosi dove si sentono più a loro
agio. Grazie a un sistema di ante d’alluminio le stanze si pos-
sono estendere su terrazze esterne cambiando anche la pro-
pria funzione, secondo lo stile di vita tradizionale giappone-

like this, as an assemblage of bits and pieces, beams made


of cheap wood, steel profiles, metal tubing, galvanized steel
gangways and other interlaced materials, utilized as a load-
bearing structure as if they were something like the trunks
and branches of a forest. From a distance the whole thing
looks like a dense and impenetrable tangle, but when you
come closer it is possible to make out some recognizable frag-
ments, a window, roof, door or curtain that in the future will
be covered with creepers, already sprouting today.
Situated on a lot of just over 100 square metres, the house and
studio are laid out on three levels and accommodate a cou-
ple together with their parents and children (as well as a ga-
rage). The internal and external circulation, always in direct
contact with the garden, allow the members of the family to
wander around freely, installing themselves wherever they
feel most at ease. Thanks to a system of aluminium shutters
the rooms can be extended onto outdoor terraces, changing
their function in accordance with the traditional Japanese life

58 ABITARE 592
AXONOMETRIC VIEWS

FIRST-FLOOR PLAN

FURNITURE AND TREES

GROUND-FLOOR PLAN
WINDOW FRAMES
AND STAIRCASES

1. Garden Project
2. Staircase Daita2019
3. Entrance hall Architect
4. Bedroom Suzuko Yamada Architects
5. Wc Structural engineers
6. Bathroom Tectonica (Yoshinori Suzuki
7. Studio Hinako Igarashi)
8. Living room Tokyo University of the Arts
(Mitsuhiro Kanada)
9. Study
General contractor
10. Workspace
Build Lab (Mitsuhiko Niihori)
11. Catwalk
Timline
2016-2017 (design)
A. Banksia interifolia 2018-2019 (construction)
B. Amelanchier canadensis Site area
C. Continus coggygria 109,69 sqm
D. Citrus limon Built area
E. Lagherstroemia indica 62,75 sqm
F. Callistemon Location
STRUCTURES G. Acacia baileyana Tokyo

592 ABITARE 59
La scala tra il piano terreno
e il primo, di legno come tutta la
struttura interna. Pagina accanto,
lo studio al piano terreno.
The stairs between the ground
floor and the first floor, made
of wood like the rest of the interior
structure. Opposite page,
the ground-floor study.

60 ABITARE 592
LA CASA È UN ECOSISTEMA IN MUTAZIONE COSTANTE
THE HOUSE IS AN ECOSYSTEM UNDERGOING CONSTANT CHANGE

se, in cui uno stesso locale può essere usato in molti modi nel
corso della stessa giornata, per dormire, lavorare, mangiare.
La scala circolare esterna si sviluppa attorno al tronco di un
albero e alcune piante commestibili sono usate anche come
una maniera gentile per nutrire un dialogo con i vicini.
La casa non possiede un perimetro definito, un’entrata prin-
cipale e neppure uno stato definitivo, è invece un ecosistema
in mutazione costante, grazie anche alla scelta estremamen-
te accorta dei materiali, perlopiù prefabbricati industriali,
e del loro assemblaggio. La struttura interna è di legno per
poter modificare facilmente la distribuzione spaziale, men-
tre quella esterna è d’acciaio. I corrimani di scale e parapet-
ti sono tubi di ferro fissati tra loro con gli snodi usati per le
condutture idrauliche, facili da montare e smontare. Insom-
ma, qui tutto cambia, si muove e si adatta, vive a seconda di
umori e desideri cangianti, risponde al tempo. Esattamente
come se fosse un frammento di giungla africana trapiantato
altrove. ○

style, in which a room can be used in many different ways over


the course of the same day, for sleeping, working, eating... The
external circular staircase runs around the trunk of a tree,
and some edible plants are also used as a courteous manner
of nurturing a dialogue with the neighbours.
The house has no clearly defined perimeter, no main entrance
and not even a definitive state. Rather, it is an ecosystem
undergoing constant change, due in part to the extremely
shrewd choice of materials, mostly prefabricated industrial
parts, and the way they have been assembled. The internal
structure is made of wood to allow easy modification of the
spatial arrangement, while the external one is made of steel.
The handrails of the stair and parapets are made of iron
tubes fixed together with the joints used for water pipes, easy
to assemble and dismantle. In short everything here changes,
moves and adjusts to suit shifting moods and desires, re-
sponding to time. Exactly as if it were a patch of African jun-
gle transplanted elsewhere. ○

592 ABITARE 61
a rchitettura

FIRENZE BELLA
62 ABITARE 592
| La città simbolo mondiale della cultura
rinascimentale e dell’arte prova a costruirsi
una nuova e solida identità contemporanea
destreggiandosi tra flussi inarrestabili
di turisti, ritardi burocratici e fenomeni
globali. Ma può contare sulla creatività
diffusa, l’arrivo di investitori internazionali
e un regolamento urbanistico a volumi
zero / This city, that is seen all over the
world as a symbol of Renaissance culture
and art, is trying to forge a new and valid
contemporary identity for itself while
dealing with waves of tourists, tangles of
red tape and global change. But it can count
on high levels of creativity, international
investors and building regulations that
exclude the occupation of new land

txt Claudio Bozza


photos Massimo Sestini

UNA CITTÀ IMPEGNATA A USCIRE DAL SUO GUSCIO RINA-


SCIMENTALE, grazie a interventi urbanistici (per la prima
volta) dal respiro europeo e alla rottura di un tabù: non più
solo conservazione, ma anche il tentativo di costruire un
nuovo appeal osando nello scontro tra passato e futuro, ospi-
tando opere e anche provocazioni di grandi artisti contem-
poranei come Jeff Koons e Jan Fabre. Ma siamo anche all’a-
pice del fenomeno Airbnb, che sta svuotando (e snaturando)
l’area Unesco, dove si contano oltre ottomila offerte di affitti
a breve termine (dodicimila nell’intero Comune). E la garan-
zia di questo nuovo modello di lauta rendita sta espellendo
sempre più fiorentini del centro storico.
Firenze sta attraversando la trasformazione più radicale dal
secondo dopoguerra in avanti. Urbanistica, cultura e mobi-
lità stanno procedendo insieme nel solco segnato dal rego-

FLORENCE IS A CITY COMMITTED TO EMERGING FROM ITS


RENAISSANCE CAGE, thanks to planning schemes ( for the first
time) with a European feel and the breaking of a taboo: it wants
to be centred not just on conservation, but also make an attempt
to shape a new appeal through a confrontation between past
and future by hosting the works and even the provocations of
great contemporary artists like Jeff Koons and Jan Fabre. But
we are also at the height of the Airbnb phenomenon, which is
emptying (and perverting the nature of) this UNESCO area,
in which there are over eight thousand lodgings available for
La Cattedrale di Santa Maria
short-term rent (with twelve thousand in the municipality as a
del Fiore e il Battistero di San Giovanni.
Florence Cathedral and the Baptistery
whole). And this new model of revenue creation is leading to the
of San Giovanni. expulsion of more and more Florentines from the historic centre.
Florence is undergoing its most radical transformation since
the Second World War. Urban planning, culture and mobility

592 ABITARE 63
Veduta aerea di piazza della Signoria.
Sulla sinistra, Ponte Vecchio.
An aerial view of Piazza della Signoria.
Left, the Ponte Vecchio.

lamento urbanistico “a volumi zero” approvato nel 2015,


rivoluzionario perché incentrato appunto sul recupero
di immobili esistenti e sulla possibilità di demolire strut-
ture esistenti, ricostruendole in altre zone. Questo piano
fu il cavallo di battaglia dell’allora sindaco Matteo Renzi.
E oggi, dopo la grande visibilità internazionale riconqui-
stata da Firenze anche grazie all’ascesa politica del futuro
premier con operazioni a forte impatto mediatico come la
pedonalizzazione di piazza Duomo, a distanza di cinque
anni si iniziano a vedere i primi risultati, frutto dell’arrivo
di grandi investitori internazionali e non più dei pochi e
soliti noti.
Partiamo dal fronte virtuoso di questa fase, che ha portato
a rinascere con nuove funzioni immobili abbandonati da
tempo e i cui interventi di riqualificazione hanno versa-
to nelle casse di Palazzo Vecchio oltre 11 milioni di euro
di oneri di urbanizzazione, investiti nel miglioramento
della città. Il primo grande contenitore vuoto tornato a
nuova vita è stato il “Palazzo del sonno” su viale Lavagni-
ni, immobile mastodontico che un tempo ospitava uffici
delle Ferrovie dello Stato. Da quasi due anni questo spazio
ospita The Student Hotel, 390 camere pensate soprattutto
per ospitare studenti stranieri: entrarvi – tra co-working,
ristoranti e piscina mozzafiato sul tetto – dà l’impressione
di essere a New York o Londra. Lo stesso gruppo, guida-
to da Charlie MacGregor, sta inoltre riempiendo un altro
drammatico vuoto urbanistico, lasciato nell’ex area indu-

are moving together along the track marked out by the plan-
ning regulations based on the concept of “zero volume” that
were approved in 2015, rules that are revolutionary because
they centre on the reuse of old buildings and the possibility
of demolishing existing structures and reconstructing them
in other zones. This plan was the hobbyhorse of the city’s
mayor at the time, Matteo Renzi. And today, some five years
Florence regained a sense of international exposure, in part
due to the political rise of the future Italian premier, with op-
erations that attracted a great deal of media attention such
as the pedestrianization of Piazza Duomo, we are beginning
to see the first results with the arrival of major international
investors instead of the few usual suspects.
Let us start with the virtuous aspects of this phase, which
has led to the rebirth with new functions of long-abandoned
buildings and regeneration that has brought over 11 million
euros of planning fees into the coffers of Palazzo Vecchio ,
which have been invested in the improvement of the city. The
first large and empty container given a new lease of life was
the “Palazzo del Sonno” on Viale Lavagnini, a gigantic build-
ing that once housed offices of the Italian Railways. For al-
most two years now this space has housed The Student Hotel,
390 rooms intended chiefly to provide accommodation for
foreign students. Entering the building – between co-working
facilities, restaurants and a breath-taking swimming pool
on the roof – one gets the impression of being in New York
or London. The same group of developers, led by Charlie

64 ABITARE 592
LA CITTÀ STA ATTRAVERSANDO LA TRASFORMAZIONE PIÙ RADICALE
DAL SECONDO DOPOGUERRA
FLORENCE IS UNDERGOING ITS MOST RADICAL TRANSFORMATION SINCE THE SECOND WORLD WAR

592 ABITARE 65
OGGI GLI ASSI PORTANTI DEL TESSUTO ECONOMICO DEL TERRITORIO
SONO L’INDUSTRIA DEL LUSSO, L’EXPORT E IL TURISMO
TODAY THE LINCHPINS OF THE REGION’S ECONOMIC FABRIC ARE THE LUXURY INDUSTRY, EXPORT AND TOURISM

66 ABITARE 592
striale Fiat dopo il ritiro della firma di Jean Nouvel da un
progetto del dissolto Gruppo Btp. E a meno di due chilo-
metri in linea d’aria dallo Student Hotel, dopo decenni
di abbandono, è partita la più grande operazione urbani-
stica fiorentina: la rinascita dell’ex Manifattura Tabacchi
(vedi Abitare 590), anche qui con hotel, spazi commerciali
per start up ed eventi, assieme a una sede della fashion
school Polimoda, con laboratori per 800 studenti: un te-
soro vintage affacciato sul Parco delle Cascine, il polmone
verde più grande della città. Il piano “a mattoni zero” pre-
vedeva la possibilità di rigenerare superfici tra seicento e
settecentomila metri quadri: finora – tra interventi realiz-
zati, progetti presentati e quelli in corso di autorizzazione –
ne sono stati sfruttati poco più della metà.
Dopo il crollo del settore manifatturiero (fordista in par-
ticolare), asse portante del tessuto economico del territo-
rio, oggi i cardini del Pil sono diventati l’industria del lus-
so, l’export e appunto il turismo. Nel 2019 è stato sfondato
di nuovo il muro degli undici milioni di pernottamenti:
un fiume di turisti (oltre quattro milioni gli arrivi ufficia-
li) che ha portato più di 42 milioni di euro nelle casse del
Comune grazie alla tassa di soggiorno, ma che allo stes-
so tempo ha posto Firenze davanti a un bivio: continuare
ad accogliere senza freni tutta questa ricchezza, oppure
piantare dei paletti per evitare la quasi completa deserti-
ficazione del centro storico come accade per i residenti a
Venezia? Un interrogativo al quale, almeno finora, la poli-
tica non ha saputo dare una risposta concreta.
«Firenze non può vivere di nostalgia, altrimenti si fa supe-
rare da Amburgo», è la provocazione di Marco Casamonti,

MacGregor, is filling another dramatic urban void, left in the


former Fiat industrial area after the withdrawal of Jean Nou-
vel from a project of the disbanded Gruppo BTP. And less than
two kilometres as the crow flies from the Student Hotel, after
decades of neglect, another major Florentine urban planning
operation is under way: the rebirth of the former Manifattu-
ra Tabacchi (see Abitare 590), with hotels and commercial
spaces for start-ups and events, together with a branch of the
Polimoda fashion school, with workshops for 800 students.
This is a vintage gem facing onto the Parco delle Cascine, the
city’s largest green lung. This plan with no construction cre-
ated the possibility of regenerating floor spaces of between
six hundred and seven hundred thousand square metres. So
far – between the work which has been carried out, projects
submitted and those awaiting authorization – little more than
half of this area has been used.
After the collapse of the manufacturing sector (especially the
part reliant on the assembly line), which was once the back-
bone of the region’s economic fabric, the linchpins of its GDP
are today the luxury industry, export and of course tourism.
In 2019 the wall of eleven million overnight stays was broken
through again – and a flood of tourists (over four million of-
ficial arrivals) has brought more than 42 million euros into
the municipal coffers thanks to the visitors’ tax, but that at
Piazzale Michelangelo nel giorno
the same time has left Florence facing a dilemma. Should
dell’inaugurazione della pedonalizzazione,
il 14 febbraio 2016.
the city go on reaping all this wealth in unbridled fashion,
Piazzale Michelangelo on the day it was or should it place restrictions on tourism in order to avoid
opened as a pedestrianised area, the almost complete desertification of the historic centre as
14 February 2016. has happened for the residents of Venice? This is a question
to which, at least up to now, politicians have not been able to

592 ABITARE 67
La Fortezza da Basso.
Alle sue spalle, il nuovo complesso
alberghiero The Student Hotel,
ospitato nel Palazzo del Sonno.
The Fortezza da Basso. Behind it,
the new Student Hotel complex,
housed in the Palazzo del Sonno.

architetto fiorentino doc, padre dello Student Hotel che


però lavora per il 90 per cento all’estero. «Bisogna capire e
attualizzare quanto il Rinascimento sia stato rivoluziona-
rio. Il passato non va vissuto come nostalgia. Firenze oggi
è su un crinale. La sfida ancora non è vinta. Devi stare at-
tento da che parte vai». Per poi andare dritto al cuore del
problema, il rischio di perdere l’identità: «Firenze è piena
di contenitori vuoti che stanno rinascendo. Ma bisogna
fare in modo che gli abitanti rimangano nel centro. La cit-
tà è fatta dalla gente che la abita. Se l’uso diventa solo quel-
lo di un enorme albergo, beh allora il problema è davvero
importante: perché la politica non favorisce chi risiede
nell’area Unesco? Magari con una fiscalità per incentivare
ad abitare in centro e fornendo servizi oggi spariti».
Le Grandi opere sono ferme al palo da decenni. Il nuovo
aeroporto Vespucci, nonostante i mille giorni a Palazzo
Chigi da premier dell’ex sindaco Renzi, è ancora impan-
tanato tra ricorsi e controricorsi. Qualche spiraglio torna
invece per il tunnel ferroviario dell’Alta velocità che do-
vrebbe servire la stazione sotterranea di Norman Foster.
Nel frattempo la novità più rivoluzionaria, anche se con-
cretizzata dopo oltre vent’anni dal progetto originario e
quindi con tecnologie non certo all’avanguardia, è stata la
partenza delle tre linee della tramvia. Non solo un mezzo
di trasporto sostenibile che attraversa a “X” Firenze (si-
stema che punta a superare i quaranta milioni di passeg-

provide a concrete answer. “Florence cannot live on nostal-


gia, otherwise it will find itself overtaken by Hamburg” is the
provocative claim of Marco Casamonti, the Florentine-born
designer of the Student Hotel – and an architect who does 90
per cent of his work abroad. “It is necessary to grasp how
revolutionary the Renaissance was and apply that to the
present day. We should not be looking at the past with nos-
talgia. Florence today is at a watershed. The challenge has
not yet been met. You have to be careful which way you go.”
He then goes right to the heart of the problem, the risk of los-
ing its identity: “Florence is full of empty containers that are
coming back to life. But we have to make sure that the centre
remains inhabited. The city is made by the people who live in
it. If it turns into nothing but an enormous hotel, the problem
becomes a really big one: why don’t the politicians favour
those who live in the UNESCO area? Maybe with a system of
tax incentives for people to live in the centre and provide ser-
vices that have vanished.”
Major works in the city have been left dormant for decades.
The new Vespucci airport, notwithstanding its former may-
or Renzi’s thousand days as premier of the country, is still
bogged down between claims and counterclaims. A few rays
of hope have returned instead for the high-speed rail tunnel
that is supposed to serve Norman Foster’s underground sta-
tion. In the meantime the most ground-breaking innovation,
even if it was realized more than twenty years after the orig-
inal project and thus with technology that is certainly not
state of the art, has been the launch of three tram lines. This

68 ABITARE 592
«BISOGNA FARE IN MODO CHE GLI ABITANTI RIMANGANO NEL CENTRO,
LA CITTÀ È FATTA DALLA GENTE CHE LA ABITA» (MARCO CASAMONTI)
“WE HAVE TO MAKE SURE THAT THE CENTRE REMAINS INHABITED. THE CITY IS MADE BY THE PEOPLE WHO LIVE IN IT”

592 ABITARE 69
IN QUESTA FASE DI GRANDE RINNOVAMENTO E RICERCA DI UNA NUOVA
IDENTITÀ , LA CULTURA STA GIOCANDO UN RUOLO RILEVANTE
IN THIS PHASE OF GREAT CHANGE, AND SEARCH FOR A NEW IDENTITY, CULTURE IS PLAYING A SIGNIFICANT PART

70 ABITARE 592
geri), ma pure un sistema che ha spalmato anche in peri-
feria (aumentando il valore degli immobili) quella rendita
fino a pochi anni fa concentrata tra i pochi possidenti del
centro storico. Oggi, grazie alla “cura del ferro”, chi abita
in periferie come Careggi e Novoli può raggiungere Santa
Maria Novella in meno di quindici minuti, con i turisti che
hanno iniziato a “diluirsi” in zone più convenienti.
In questa fase di grande cambiamento, alla ricerca di una
nuova identità, una parte rilevante la sta giocando la cul-
tura. Al parco delle Cascine, dopo venticinque anni di si-
lenzio, sono tornati i grandi concerti rock. Palazzo Vecchio
ha concentrato molti investimenti sulla riapertura di teatri
chiusi da decenni. «E poi, nel 2021, ci sarà una lunga serie
di eventi per celebrare i settecento anni dalla morte di Dan-
te: siamo orgogliosi del programma», spiega Tommaso Sac-
chi, 36 anni, milanese doc che dopo aver lavorato al fianco
di Stefano Boeri oggi si è ritrovato catapultato a Firenze
come assessore a Cultura e Design. Arrivando da Milano,
città assai legata all’acqua grazie ai Navigli, Sacchi ha capito
come a Firenze ci sia una ferita da ricucire: quella tra l’Arno
e i fiorentini. Il trauma dell’Alluvione del 1966 e il grande in-
quinamento post boom hanno lacerato il rapporto con quel
fiume nel quale la vecchia generazione aveva imparato a
nuotare: «Grazie alle grandi opere di regimentazione delle
acque a monte – conclude l’assessore – le sponde sono tor-
nate sempre più visibili e visitabili. Stiamo lavorando per
riadattare lo studio che Richard Rogers realizzò negli anni
Ottanta. E sono fiducioso che riusciremo a ricucire questo
filo spezzato da oltre 50 anni». ○

has led to a sustainable means of transport that crosses Flor-


ence in an “X” (a network that aims to exceed forty million
passengers), but also a system that has spread to the suburbs
(boosting property values) and creating income that until
a few years ago was concentrated among the few property
owners in the historic centre. Today, thanks to the “railway
cure”, those who live in suburban areas like Careggi and No-
voli can reach Santa Maria Novella in less than fifteen min-
utes, with the result that tourists have started to spread out
into less expensive areas.
In this phase of great change, and search for a new iden-
tity, culture is playing a significant part. After twenty-five
years of silence, big rock concerts have returned to the Parco
delle Cascine. Palazzo Vecchio has channelled investment
into the reopening of theatres that have been closed for dec-
ades. “And then, in 2021, there will be a long series of events
to mark the seven hundredth anniversary years of Dante’s
death: we are proud of the programme,” explains Tommaso
Sacchi, a 36-year-old Milanese who after working alongside
Stefano Boeri has ended up today in the post of councillor for
culture and design in Florence. Arriving from Milan, a city
with strong ties to water thanks to the Navigli, Sacchi saw
that there was a rift to be mended in Florence: the one be-
tween the Arno and the Florentines. The trauma of the flood
of 1966 and the high level of pollution since the economic
boom shattered the relationship with that river where the old
Ponte Vecchio e, sullo sfondo,
generation had learnt to swim: “Thanks to major hydraulic
piazza della Signoria con Palazzo Vecchio.
The Ponte Vecchio and, in the background,
works up stream,” concludes the councillor, “the banks have
Piazza della Signoria with Palazzo Vecchio. become increasingly visible and visitable. We are fortezza
on adapting the study that Richard Rogers carried out in
the 1980s. And I’m confident that we will be able to re-tie this
thread that has been broken for over 50 years.” ○

592 ABITARE 71
L’IDEA DI ALBERO
THE IDEA OF A TREE
txt Martina Landsberger
photos Ivar Kvaal

72 ABITARE 592
| Ben consapevole che in architettura scegliere come guardare la natura è uno dei temi su cui
costruire il progetto, ATELIER OSLO disegna la casa per due artisti su un’isola norvegese. Un
rifugio pensato come un’ampia fronda artificiale da cui osservare il paesaggio / Well aware
that in architecture the choice of how to look at nature is one of the themes around which a
project can be constructed, Atelier Oslo has designed a house for two artists on a Norwegian
island. A refuge conceived as an ample artificial tree from which to observe the landscape

i nterni

592 ABITARE 73
La zona giorno è un grande open
space. Living e zona pranzo sono
sui due diversi livelli imposti dal suolo.
The big open-plan living area
is split level because of the lie of the
land, and this creates a clear distinction
between the sitting and dining areas.

L’ISOLA DI SKÅTØY – LA PIÙ GRANDE DELL’ARCIPELAGO DI KRAGERØ,


LUNGO LA COSTA SUD DELLA NORVEGIA – è caratterizzata da una geo-
grafia molto particolare: un terreno roccioso composto da strati di pietra
ondulati in quanto a forma, ma lisci in quanto a consistenza, che discen-
dono dolcemente verso il mare. E una macchia verde definita dai boschi
che inframezzano i piani rocciosi. È in questo contesto che Atelier Oslo
– studio norvegese cui attualmente collaborano dieci diversi professio-
nisti – ha costruito da poco una casa per due artisti che chiedevano la
realizzazione di un luogo “domestico” dove poter lavorare e dove potersi
rilassare a contatto con la natura.
Il progetto assume la peculiarità geografica del luogo e, interpretandola,
la fa diventare motore dell’intera composizione. L’idea di partenza sem-
bra infatti risiedere nella possibilità di realizzare uno spazio domestico
pensato come parte integrante della natura circostante, di cui si intende

THE ISLAND OF SKÅTØY – THE LARGEST IN THE KRAGERØ ARCHIPEL-


AGO, ON THE SOUTHERN COAST OF NORWAY – has a very distinctive to-
pography: a rocky ground composed of strata of stone that are undulating
in shape, but smooth in consistency, sloping gently down to the sea. And a
green thicket defined by the woods that grow amongst the planes of rock.
It is in this setting that Atelier Oslo – a Norwegian practice currently made
up of ten partners with different roles – has recently built a house for two
artists who wanted a “domestic” retreat where they could work and be able
to relax in close contact with nature.
The project took the topographic peculiarities of the location as its starting
point and made their interpretation the driving force of the entire composi-
tion. The idea at the base of the design seems in fact to lie in the possibil-
ity of creating a domestic space that will be an integral part of its natural
surroundings, whose qualities it sets out to emphasize. This is not a new

74 ABITARE 592
LA CASA È UNA SORTA DI TRAPEZIO I CUI LATI SI INSINUANO
TRA I DIVERSI PIANI NATURALI
THE HOUSE IS A SORT OF TRAPEZIUM, WHOSE SIDES INSINUATE THEMSELVES BETWEEN THE DIFFERENT NATURAL PLANES

592 ABITARE 75
A sinistra, la cucina a vista con il tavolo da pranzo.
Sotto, la piccola camera da letto ricavata dietro al camino.
Pagina accanto, la scala di accesso alla casa.
Left, the open kitchen with dining table.
Below, the small bedroom area obtained behind the chimney.
Opposite page, the stairs leading to the house.

IL VOLUME VETRATO È RIVESTITO CON UNA “PELLE” DI LEGNO A TRALICCIO


THE GLAZED VOLUME IS COVERED WITH A TRELLIS WOOD “SKIN”

sottolineare le qualità. Non si tratta di un punto di vista nuo- approach. Oscar Niemeyer – to take just one example – had
vo. Già Oscar Niemeyer – per fare solo un esempio – aveva constructed his own house in Rio de Janeiro (Casa das Canoas)
costruito la propria casa di Rio de Janeiro (Casa das Canoas) around a large rock, making it part of the building. Atelier Oslo
intorno a un grande sasso facendolo diventare parte dell’abi- has worked in a similar way, choosing to follow the curved
tazione. Analogamente lavora Atelier Oslo, che sceglie di as- lines of the island’s rocks. The result has been the construc-
secondare l’andamento delle linee curve delle rocce dell’isola. tion of a series of planes of reinforced concrete (a material that
Il risultato è la costruzione di una serie di piani di calcestruz- is the same colour as the local stone) set at slightly different
zo armato (materiale dello stesso colore della pietra locale) levels and linked together by short flights of steps. The idea of
posti a quote leggermente diverse e collegati fra loro da brevi eliminating any distinction between nature and artifice also
rampe di scale. A ribadire l’idea di eliminazione di qualun- underpins the geometry of the house, which loses its linearity
que distinzione fra natura e artificio anche la geometria della and assumes instead the broken shape of a sort of trapezium,
casa perde la sua linearità e assume invece la forma spezzata whose sides insinuate themselves between the different natu-
di una sorta di trapezio, i cui lati si insinuano fra i diversi pia- ral planes. Despite the irregular shape of the plan, the space
ni naturali. A dispetto della forma irregolare della pianta, lo inside appears to be a sort of open plan in which the various
spazio interno appare come una sorta di open space in cui i public areas of the house take their measurements from and
diversi luoghi pubblici della casa prendono misura e si distin- are distinguished precisely by the small differences in level im-
guono proprio grazie ai piccoli dislivelli imposti dalla natura. posed by nature.
Alla casa si accede da una scala in linea che, partendo dal- Access to the house is provided by a straight flight of stairs

76 ABITARE 592
592 ABITARE 77
LONGITUDINAL SECTION

Project
House on an Island
Architects
Atelier Oslo Architects
Consultants
Bohlinger
Grohman Ingenieure
Norconsult
Client
Private individual
Contractor
Admar

Year of completion
2018
Site area
700 sqm
Built area
70 sqm
Location
Skåtøy Island

SITE PLAN

Pagina accanto, la scala


che all’interno separa il living
dalla zona notte.
In the interiors the staircase
becomes an element of separation
between the living and the
bedrooms (opposite page).

PLAN

78 ABITARE 592
LA COPERTURA È ANCHE UN’AMPIA
TERRAZZA PANORAMICA
THE ROOF IS ALSO A WIDE PANORAMIC SUNDECK

la sommità di una delle colline di pietra, raggiunge la zona that, starting from the top of one of the mounds of stone, runs
dell’ingresso collocato sul fronte del volume. Grazie alla sua all the way to the area of the entrance, located at the front
posizione la scala diviene anche elemento di separazione fra of the volume. Due to its position the staircase also becomes
la zona per così dire pubblica della casa – composta dal gran- an element of separation between what might be called the
de soggiorno con cucina a vista – e quella più privata, desti- public part of the house – composed of a large living room
nata alla notte. with an open kitchen – and the more private part, used for
La separazione fra interno ed esterno diventa un ulteriore sleeping. The separation between inside and outside is an-
elemento di caratterizzazione del progetto. In questo caso other characteristic element of the design. In this case an
un’articolata struttura vetrata permette la compenetrazio- articulated glazed structure permits an interpenetration of
ne fra lo spazio naturale e quello costruito. Ben consapevole natural and constructed space. Well aware that in architec-
che in architettura scegliere come guardare la natura sia uno ture the choice of how to look at nature is one of the themes
dei temi su cui costruire il progetto, Atelier Oslo “avvolge” around which a project can be constructed, Atelier Oslo has
il volume in una sorta di traliccio di legno sovrapposto alla “wrapped” the volume in a sort of lattice of wood laid on top
struttura trasparente dei vetri, a evocare l’idea di un grande of the transparent structure of panes of glass, evoking the
albero sotto le cui fronde sia possibile stare per traguardare idea of a large tree under whose foliage the owners can sit
e contemplare il panorama che si apre verso il mare, e per and gaze at the panorama that opens up towards the sea,
godere del riflesso della luce del nord che, penetrando attra- and enjoy the reflected light of the north that, penetrating
verso il brise-soleil ligneo, crea un gioco di ombre analogo a through the wooden brise-soleil, creates a pattern of shad-
quello che possiamo sperimentare camminando in un bosco ows similar to the one you experience when walking in a
illuminato dal sole. ○ sunlit forest. ○

592 ABITARE 79
a rchitettura

CAPANNE
NELL’ARCIPELAGO
CABINS IN THE ARCHIPELAGO
txt Luca Bergamin
photos Archmospheres

| In Finlandia su un minuscolo isolotto


roccioso ALEKSI HAUTAMÄKI e MILLA
SELKIMÄKI hanno disegnato per sé un
rifugio di pino massiccio articolato in due
distinti volumi, minimalista e confortevole.
Rivisitazione di una tipologia locale / On
a tiny rocky islet in Finland Aleksi Hautamäki
and Milla Selkimäki have designed for
themselves a refuge of solid pine planks
split into two distinct volumes that is
minimalist but comfortable. A reworking of
a local type of building

80 ABITARE 592
592 ABITARE 81
TRA LE DIECIMILA ISOLE CHE COMPONGONO
L’ARCIPELAGO FINNICO, la coppia di designer Aleksi
Hautamäki e Milla Selkimäki (il primo fondatore della
Bond Creativity Agency, disegnatrice grafica la seconda),
ha creato questa capanna su un lembo di terra selvaggia.
«Con il lavoro di comunicazione fatto attraverso il no-
stro sito Project Ö e i social media siamo riusciti a fi-
nanziare la costruzione di questa classica ma anche
innovativa capanna finlandese, composta da uno spazio
principale, una sauna e un laboratorio», spiegano. I cor-
pi edilizi sono due e rendono omaggio alla tradizione
costruttiva dell’arcipelago, con le sue tipiche pareti di
legno e le grondaie allungate.
La forma lunga e stretta delle due capanne consente di
avere grandi superfici vetrate affacciate sul paesaggio, e di
alloggiare funzioni diverse alle estremità opposte. «Si può
sorseggiare vino al tramonto con gli amici da una parte,
mentre dall’altra i bambini sono già a letto», raccontano i

ON ONE OF THE TEN THOUSAND ISLANDS THAT MAKE


UP THE FINNISH ARCHIPELAGO, the pair of design-
ers Aleksi Hautamäki and Milla Selkimäki (the former
founder of Bond Creativity Agency, the latter a graphic
designer), have built this cabin on a small patch of wil-
derness. “With the work of communication carried out
through our Project Ö website and social media we have
been able to fund the construction of this classic but also
innovative Finnish cabin, consisting of a main space, a
sauna and a workshop,” they explain. There are two sep-
arate buildings and they pay tribute to the tradition of
construction in the archipelago with its typical wooden
walls and elongated eaves.
The long and narrow shape of the two cabins makes it
possible to have large expanses of glass facing onto the
surroundings, and to locate different functions at op-
posite ends. “We can have sundowner drinks at one end
while the kids are sleeping in the other,” say the designers.

82 ABITARE 592
La cucina allestita nello spazio
aperto della capanna principale.
Pagina accanto, il laboratorio
di falegnameria e il living.
The kitchen set up in the
open space of the main hut.
Opposite page, the carpentry
workshop and the living area.

592 ABITARE 83
I DUE VOLUMI SI ALLUNGANO PIATTI
SULLA ROCCIA , APPOGGIATI SU UN
ARTICOLATO DECK DI LEGNO
THE TWO FLAT VOLUMES EXTEND OVER THE ROCK, RESTING ON AN
ELABORATE WOODEN DECK

Gli interni delle due capanne sono rivestiti di assi di legno di pino. Nella cucina, il tavolo
è stato disegnato dagli stessi progettisti. Nella pagina accanto, i due edifici:
a sinistra il laboratorio di falegnameria, a destra l’abitazione. L’illuminazione è di iGuzzini.
The interiors of the two huts are clad in pinewood. The kitchen table was designed
by the architects themselves. Opposite page, the two buildings: on the left the carpentry
workshop, on the right the home. The lighting is by iGuzzini.

designer. Il corpo principale ha una superficie di 45 metri


quadrati, mentre quello che contiene il laboratorio di fa-
legnameria ne conta 25. Sono stati eretti nell’angolo nord-
est dell’isola, vicino al molo, in una posizione protetta
rispetto ai forti venti che provengono da sud. Per non im-
pattare sulla natura circostante i due volumi si allungano
piatti sulla roccia, appoggiati su un articolato deck di le-
gno che crea una piattaforma tutt’attorno.
Anche gli interni di questo rifugio combinano perfet-
tamente funzionalità ed estetica: la capanna principa-
le contiene il living, la cucina e la camera da letto da un
lato; la sauna, la lavanderia e il bagno dall’altra. Al centro
c’è uno spazio passante coperto, da usare nella bella sta-
gione, attrezzato con cucina open air e tavolo da pranzo.
Nel secondo corpo invece trovano posto il laboratorio di
falegnameria e una piccola rimessa. A separare i due am-
bienti c’è anche qui un passaggio coperto, attrezzabile con
tavoli da lavoro. «Le pareti strutturali e i pavimenti sono
di pino massiccio», spiega la coppia. «Abbiamo usato in
totale ben 10 chilometri lineari di assi. Il tetto invece è
rivestito con il feltro idrorepellente che si impiega nor-
malmente come isolante, mentre qui crea una superficie
opaca e uniforme. All’interno i soffitti sono ricoperti da
pannelli che isolano dal freddo».
Grande attenzione è riservata agli aspetti impiantistici
– acqua potabile, luce eccetera – che in un’isola disabitata
devono essere pensati da zero. Da questo punto di vista
il rifugio è totalmente autosufficiente e sostenibile: i pan-
nelli fotovoltaici permettono la produzione e l’accumulo
di elettricità e una pompa elettrica garantisce la distribu-
zione e depurazione dell’acqua salata del mar Baltico. ○

84 ABITARE 592
The main cabin has 45 square metres of floor space, while
the one that houses the carpentry shop has 25. They have
been erected on the northeast corner of the island, close to
the jetty, in a position sheltered from the strong southern
winds. In order not to have an impact on the surrounding
nature the two volumes have been built on rock and are set
on wooden decking that forms a platform around them.
The interiors of this refuge are also a perfect combina-
tion of functionality and aesthetics: the main cabin hous-
es the living room, kitchen and bedroom on one side, the
sauna, laundry and bathroom on the other. Between the
two blocks there is a covered space of passage, for use
in fine weather, equipped with an outdoor kitchen and
dining table. The second cabin on the other hand con-
tains the carpentry shop and a small boathouse. Here too
the two spaces are separated by a covered passageway,
where work tables can be set out. “The structural walls
and floors are made of solid pine,” explain the couple.
“We have used 10 kilometres of planking in all. The roof,
however, is covered with the water-repellent felt that is
normally used as insulation, which creates here a matt
and uniform surface. On the inside the ceilings are lined
with panels that insulate from the cold.”
Great attention has been paid to aspects of plumbing and
wiring – the supply of drinking water, power etcetera –
which on an uninhabited island had to be designed “from
scratch”. From this point of view the refuge is totally self-
sufficient and sustainable: photovoltaic panels permit
the production and storage of electricity and an electric
pump draws water from the Baltic Sea for desalination
and distribution. ○

592 ABITARE 85
La rimessa è articolata su due livelli. Al piano
superiore, un argano montato su un binario estraibile
permette di issare il piccolo motoscafo di famiglia.
The boathouse is on two levels. A winch
in the upper section is mounted onto a track that
extends out to lift the small family speedboat
out of the water and move it inside.

86 ABITARE 592
i nterni

UN APPRODO TECNOLOGICO
A TECHNOLOGICAL BERTH
txt Michele Barale
photos Nick Kane

592 ABITARE 87
| Lo studio londinese WIMSHURST PELLERITI firma una rimessa per barche d’acciaio
e legno sul fiume Yealm, vicino a Plymouth. Un piccolo saggio d’ingegneria navale che
sfrutta al meglio il poco spazio offerto dalla sponda stretta e scoscesa / The London-
based practice Wimshurst Pelleriti has designed a boathouse built of steel and wood on
the River Yealm, near Plymouth. A small example of naval engineering that makes the
most of the small amount of space offered by the steep and narrow bank

COME UN PICCOLO SCRIGNO DI LARICE SIBERIANO LIKE A LITTLE CASKET OF SIBERIAN LARCH HIDDEN
MIMETIZZATO TRA LE COLLINE RIGOGLIOSE DI NEWTON AMONGST THE LUSH HILLS OF NEWTON FERRERS – a pic-
FERRERS – un pittoresco borgo dai tetti d’ardesia a est turesque slate-roofed village to the east of Plymouth, Eng-
di Plymouth, in Inghilterra – la rimessa per barche del- land – the boathouse of the Berbering family stands on the
la famiglia Berbering sorge a filo d’acqua nello splendido water’s edge in the splendid Newton Creek, an inlet of the
Newton Creek, un’insenatura laterale del fiume Yealm estuary of the River Yealm that runs into the Channel from
che dalla Manica si incunea nell’area di interesse pae- the South Devon Area of Outstanding Natural Beauty. It is
saggistico del South Devon. È il paradiso dei velisti e di a paradise for sailors and water sports enthusiasts. In this
chi ama gli sport acquatici. In questa cornice i Berbering setting the Berberings asked the London-based practice
hanno chiesto allo studio londinese Wimshurst Pelleriti Wimshurst Pelleriti to design a berth on the river for their
di progettare un approdo al fiume per la loro abitazione, home, in which they could store boats and leisure equip-
dove riporre barche e attrezzature acquatiche. Con questa ment. With this small structure the unrealized dream of a
piccola architettura il sogno inesaudito di un padre scom- father who passed away prematurely meets the needs of
parso prematuramente incontra la necessità dei quattro his four children to make use of the craft independently;
figli di usufruire delle imbarcazioni in modo autonomo; e and to reorganize the existing quay, so narrow ( just five
di riorganizzare la banchina esistente, così stretta (appe- metres) that it provides only cramped and problematic
na cinque metri) da offrire uno spazio di manovra ridotto room for manoeuvre.
e problematico. So the first idea was to create a volume that on the ground

88 ABITARE 592
UN CAMMINAMENTO COLLEG A L’ABITA ZIONE ALL A RIVA , FINO A UNA
NUOVA PIAT TAFORMA TR A GLI ALBERI
A WALKWAY CONNECTS THE HOUSE TO THE SHORE AS FAR AS A NEW PLATFORM SHELTERED BY TREES

Project
Boathouse
Architect
William Wimshurst
Project team
William Wimshurst
& Chris Worsfold
Structural engineers
PCA Engineers
Consultants
Wise Handling (boat hoist)
Robinson White Partnership
(quantity surveyors)
Client
Private individual
Contractor
AD Williams

Timeline
2016-2018
Built area
65 sqm
Location
Newton Ferrers, Devon, UK

GROUND-FLOOR PLAN

L’intervento di Wimshurst
Pelleriti si inserisce nella splendida
cornice del Newton Creek,
un’insenatura del fiume Yealm
nel South Devon.
The new structure, designed
by Wimshurst Pelleriti, blends
beautifully into its setting: Newton
Creek is an inlet of the River Yealm
in South Devon.

CROSS SECTION

592 ABITARE 89
L A S TRU T T UR A DELL’ARG ANO E QUELL A DELL A RIMES SA COINCIDONO,
RENDENDO INDISPENSABILE UNO S TRE T TO CONFRONTO
THE STRUCTURE OF THE HOIST AND THAT OF THE BOATHOUSE COINCIDE, MAKING JOINT DESIGN AND CLOSE COOPERATION INDISPENSABLE

La prima idea dunque è creare un volume che al piano ter- floor – a water-resistant full-height storehouse with a
reno – un magazzino a tutta altezza con vano retrostante, space at the back – can be opened up with sliding doors at
resistente all’acqua – abbia gli angoli apribili grazie ad ante the corners that face onto both the river and the slipway,
scorrevoli sia verso il fiume, sia verso la rampa di alaggio, in order to make it easier to handle long pieces of equip-
per poter maneggiare con maggior facilità le attrezzature ment. On the upper floor a fully automated hoist has been
lunghe. Al piano superiore invece è stato installato su un installed on an extractable track to raise the family’s small
binario estraibile un argano completamente automatiz- speedboat into the eaves.
zato, con cui issare il piccolo motoscafo di famiglia. Behind the minimal lines of this structure is concealed
Dietro le linee minimali di questa struttura si nasconde what the architect Will Wimshurst has called “an incred-
quella che l’architetto Will Wimshurst ha definito «una ibly challenging brief.” The process of design and con-
sfida impegnativa e incredibile». Il processo di progetta- struction, lasting over three years, has been one of contin-
zione e di cantiere, durato oltre tre anni, è stato un conti- ual adaptation to the complex characteristics of the site,
nuo adattamento alle complesse caratteristiche del sito, as well as an attempt to have building science and naval
ma anche il tentativo di far convergere scienza delle co- engineering converge. To construct and install the hoist
struzioni e ingegneria navale. Per realizzare e installare the architects turned to WISE Handling, “a firm special-
l’argano gli architetti si sono rivolti alla Wise Handling, izing in the production of mechanisms for boats,” explains
«un’azienda specializzata nella produzione di meccani- Will Wimshurst. “But above all one used to operating di-
smi nautici naturalmente», spiega Will Wimshurst. «Ma rectly in an aquatic environment. In this case in fact the

90 ABITARE 592
Al piano terreno gli angoli della rimessa si aprono con ante scorrevoli
per ottimizzare il ridotto spazio di manovra. Sotto, particolare del binario
al piano superiore. In basso, il magazzino a tutta altezza.
On the lower level, the sliding doors on the corners of the boathouse
open to give more room for manoeuvre. Below, a detail of the track higher
up. Bottom, the full-height storage area.

soprattutto abituata a operare direttamente in ambiente


acquatico. In questo caso infatti la struttura dell’argano e
quella della rimessa coincidono, rendendo indispensabile
una progettazione incrociata e uno stretto confronto».
Anche le dimensioni ridotte della rimessa, sei metri di
larghezza per appena otto di profondità, testimoniano
il ricercato compromesso tra esigenze funzionali e la
complessità del sito. La struttura si adatta delicatamen-
te alla superficie rocciosa della sponda, tanto eterogenea
quanto precaria, che è stata consolidata. L’intervento ha
interessato anche la banchina, dove la marea rende possi-
bile operare solo durante le cinque ore al giorno di secca
e impone l’impiego di appositi additivi nel calcestruzzo.
Un camminamento collega l’abitazione alla riva, lungo
la ripida sponda a fianco della rimessa, fino a una nuova
piattaforma protetta dagli alberi da cui godere la brezza
della Manica, comodamente seduti su alcune sdraio. ○

structure of the hoist and that of the boathouse coincide,


making joint design and close cooperation indispensable.”
The small size of the boathouse, six metres wide and just
eight deep, also bears witness to the effort to find a com-
promise between functional necessities and the complex-
ity of the site. The structure adapts delicately to fit the
rocky surface of the shore, as varied as it is precarious,
which has been consolidated. The intervention has also
involved work on the quay, where it was possible to oper-
ate solely during the five hours of low tide a day and re-
quired the use of special additives in the concrete. A walk-
way connects the house to the shore, running along the
steep bank next to the boathouse as far as a new platform
sheltered by trees from which to enjoy the breeze off the
Channel, comfortably seated on deckchairs. ○

592 ABITARE 91
MILJENKO BERNFEST
PANORAMA

NELLE PIEGHE DEL PAESAGGIO


IN THE FOLDS OF THE LANDSCAPE
La villa semi-ipogea disegnata dallo studio di Zagabria Proarh è ricavata in una
scabra altura dell’isola di Vis. Su più livelli con vista sul mare A semi-subterranean
villa on several levels and with a sea view, designed by the Zagreb-based Proarh studio

S I ISPIRA AI MEGARON dell’antica Grecia – e in


particolare all’atrio con ventilazione naturale
di quei grandi palazzi – questa villa semi-ipogea
per vacanze sull’isola di Vis, in Croazia. L’edificio
sfrutta una pendenza naturale e utilizza le tecni-
che costruttive tradizionali a base di pietra locale
per realizzare un osservatorio a terrazzamenti af-
facciato sul dolce paesaggio collinare e sul mare.
La casa sorge in una posizione priva di infrastrut-
ture e dunque è completamente autosufficien-
te dal punto di vista energetico. Orientamento,
principi bioclimatici per garantire la ventilazione
naturale (l’effetto Megaron, appunto), pannelli
solari e raccolta dell’acqua piovana trasformano
una scabra altura in poggio panoramico abitabile,
dotato di ogni comfort e dai costi di gestione con-
tenuti. L’abitazione si sviluppa su due livelli: sog-
giorno e cucina sono in continuità con la piscina,
mentre il piano superiore accoglie la zona notte.
Il progetto porta la firma dello studio di Zagabria
(Croazia) Proarh.

photos Damir Fabijanić

92 ABITARE 592
Nei prossimi anni è previsto
che i terrazzamenti, contenuti
da muri di cemento armato
si arricchiscano ulteriormente
di vegetazione. In basso, la lounge
al primo piano che distribuisce
la zona notte.
In the years to come, more
greenery will be added to the
terracing, which is held in place
by reinforced concrete walls.
Bottom, the upstairs lounge from
which the bedrooms lead off.

T HIS SEMI-HYPOGEAN HOLIDAY home on the


Croatian island of Vis takes its inspiration from
the ancient Greek Megaron, with the naturally ven-
tilated hall typical of those grand buildings. It makes
use of a natural slope, was built from local stone us-
ing traditional techniques and has a terraced van-
tage point providing views out over the gently rolling
landscape and the sea beyond. There are no infra-
structures in the vicinity, so the house is completely
self-sufficient from an energy point of view. Its orien-
tation, the exploitation of bio-climatic principles that
favour natural ventilation (the “Megaron effect”),
solar panels and rainwater collection have turned a
rugged area of high land into a perfectly inhabitable
place that enjoys panoramic views, is equipped with
all modern comforts and has low running costs. It is
on two levels: the living area and kitchen continue
out to the swimming pool; the bedrooms are upstairs.
It was designed by the Proarh studio, which is based
in the Croatian capital, Zagreb.

L’OPERA È UNA
TOPOGRAFIA
ABITABILE CHE
FA DIALOGARE
LE TECNICHE
DI COSTRUZIONE
DEL LUOGO CON
LA STRUTTURA
DI CEMENTO
ARMATO
A WORK THAT TAKES THE
LIE OF THE LAND AND MAKES
IT INHABITABLE, WITH LOCAL
CONSTRUCTION TECHNIQUES
INTERACTING WITH THE
REINFORCED CONCRETE
STRUCTURE

592 ABITARE 93
Le case in vendita
più belle d’Italia

Pregio vi propone ogni mese i migliori immobili presenti sul mercato in Italia
e all’estero: appartamenti, ville, loft e residenze di lusso. Troverete solo le offerte
delle più prestigiose agenzie immobiliari. Case uniche ed esclusive raccontate
e descritte da esperti del settore.
In edicola l’ultimo venerdì di ogni mese, con Corriere della Sera.
PREGIOCASE.COM
NUOVO CORSO
A SHANGHAI
A NEW
DIRECTION IN
SHANGHAI
txt Silvia Icardi
photos Haiting Sun

a rchitettura

592 ABITARE 95
| Nella metropoli nota per la sua selva di grattacieli, STEFANO BOERI
ARCHITETTI trasforma in Centro per la Moda un ex deposito d’inizio
Novecento sul fiume Suzhou. Un progetto accurato, nel solco dell’attuale
tendenza cinese alla conservazione del patrimonio / In the metropolis
famous for its forest of skyscrapers, Stefano Boeri Architetti is converting a
former warehouse on the River Suzhou dating from the beginning of the 20th
century into a Fashion Centre. A painstaking project, in line with the current
Chinese tendency to preserve its built heritage

È LA METROPOLI SIMBOLO DELL’I-


NARRESTABILE PROGRESSO ECONOMI-
CO CINESE, la prima a essersi aperta alla
globalizzazione, senz’ombra di dubbio la
più internazionale e dinamica della Cina:
Shanghai. Il recente intervento realizzato
dallo studio Stefano Boeri Architetti Chi-
na per Bailian Yingshi Enterprise Manage-
ment si pone l’obiettivo di dotare la città di
un moderno e polifunzionale Centro per la
Moda capace di ospitare uffici, spazi espo-
sitivi e commerciali e grandi ambienti per
le sfilate. Se a Shanghai, dai primi anni
Novanta, è cresciuta a ritmi vertiginosi
una foresta di grattacieli – tra cui alcuni
celebri come la Jin Mao Tower e l’Oriental
Pearl – è anche vero che ultimamente è an-
data affermandosi sempre più una politica
della conservazione che si è via via affian-
cata a quella del nuovo a tutti i costi.
Nel solco della protezione del patrimo-
nio esistente ci si è mossi anche in questo

THE METROPOLIS IS THE SYMBOL OF


CHINA’S INEXORABLE ECONOMIC PRO-
GRESS, the first to open up to globaliza-
tion and without a shadow of doubt the
most international and dynamic city in the
country: Shanghai. Stefano Boeri Architetti
China’s recent intervention on the part of
Bailian Yingshi Enterprise Management set
itself the goal of providing the city with a
modern and multifunctional Fashion Cen-
tre able to house offices and exhibition and
commercial spaces as well as large areas in
which to stage shows. If Shanghai, since the
early 1990s, has seen the growth of a forest
of skyscrapers – including some celebrated
ones like the Jin Mao Tower and the Orien-
tal Pearl – at a dizzy pace, it is also true that
in more recent times there has been a shift
towards a policy of conservation which has
increasingly been taking the place of that of
the new at all costs.
It is in keeping with the effort to protect the

96 ABITARE 592
La struttura storica risale Project Project manager Year of completion
al 1929 con prospetti scanditi Bailian Fashion Centre Yifan Xu 2018
da finestrature regolari e dalla Yanqingli Design team Location
superficie muraria di mattoni. Architect Zhiyang Huang Shanghai
The historic structure was Stefano Boeri Architetti Yifan Fei, Mengting Shi
built in 1929 with fronts China Construction supervision/
Project team Interior design
characterized by regular rows
Stefano Boeri Claudia Scaglioni
of windows and brick walls.
Yibo Xu Client
Project architect Bailian Yingshi Enterprise
Pietro Chiodi Management co.

NORTH ELEVATION

592 ABITARE 97
98 ABITARE 592
caso. L’intervento consiste nel recupero di un ex deposito
che occupa un’area di oltre seimila metri quadrati, affacciato
sul fiume Suzhou nel distretto di Huangpu. La struttura sto-
rica risale al 1929 con prospetti caratterizzati dalla scansione
di finestrature regolari e dalla superficie muraria a mattoni.
«Definirei l’intervento di restauro stilistico», spiega l’archi-
tetto Yibo Xu, partner cinese dello Studio Boeri. «L’edificio
era dismesso, la parete a nord verso il fiume molto danneg-
giata. Pur mantenendo le caratteristiche tipologiche e ar-
chitettoniche principali e restando fedeli allo stile origina-
rio siamo intervenuti con decisione restaurando la facciata
nord, realizzando la copertura delle scale di ferro e vetro, ag-
giungendo il volume puro di connessione tra lo spazio espo-
sitivo e le scale».
L’atrio è stato riaperto e utilizzato come ingresso principa-
le: oggi il piano terreno è spazio pubblico e ospita esercizi
commerciali e caffè. «Per aumentare l’illuminazione natu-
rale all’interno dell’edificio – continua Yibo Xu – abbiamo
ampliato la superficie delle finestre principali che affacciano
sul cortile, vero cuore dell’edificio. L’alluminio nero utilizza-
to come decorazione e rivestimento dei pilastri al piano ter-

existing heritage that the architects have moved in this case


too. The intervention consists in the refurbishment of a former
warehouse that occupies an area of over 6,000 square metres,
facing onto the River Suzhou in the district of Huangpu. The
historic structure was built in 1929 with fronts characterized
by regular rows of windows and brick walls. “I would de-
scribe it as an intervention of stylistic restoration,” explains
the architect Yibo Xu, Chinese partner of the Studio Boeri. “The
building was disused, the north wall onto the river badly dam-
aged. While maintaining the principal typological and archi-
tectural characteristics and remaining faithful to the original
style, we intervened decisively to restore the north façade,
constructing the roof of the iron-and-glass stairs and adding
the pure volume of connection between the exhibition space
and the stairs.”
The atrium has been reopened and utilized as the main en-
trance, and the ground floor is now a public space, housing
OGGI IL PIANO TERRENO OSPITA
commercial premises, cafés and bars. “To boost the amount NEGOZI E CAFFÈ
of natural light inside the building,” continues Yibo Xu, “we
THE GROUND FLOOR HOUSES NOW SHOPS AND CAFÉS
have increased the size of the main windows facing onto the
courtyard, the true heart of the building. The black aluminium
used as decoration and cladding of the pillars on the ground

Sopra, il vecchio atrio è stato


trasformato in spazio pubblico.
A sinistra, scorcio della zona a uffici.
Pagina accanto, la nuova copertura
delle scale realizzata con ferro e vetro.
Above, the old atrium has been
transformed into a public space.
Left, a view of the office area.
Opposite page, the new iron and glass
roof over the stairs.

592 ABITARE 99
Lo spazio espositivo destinato
a ospitare i lavori realizzati da
accademie di moda internazionali
in collaborazione con le realtà locali.
The exhibition space designed
for the display of creations
by international fashion academies
in collaboration with local concerns.

ALL’INTERNO VI SONO UFFICI MA ANCHE SPAZI FLESSIBILI PER MOSTRE E SFILATE


ON THE INSIDE THERE ARE OFFICES BUT ALSO MORE FLUID SPACES FOR FASHION SHOWS OR EXHIBITIONS

reno marca la differenza tra l’esistente e il nuovo, facendo floor marks the difference between the existing and the new,
risaltare i mattoni e le forme storiche dell’ingresso prin- setting off the brickwork and the historical forms of the main
cipale». Alcuni dettagli in facciata recuperati e restaurati, entrance.” Some details of the façade that have been salvaged
come il timpano sopra l’arco d’ingresso e i marcapiani di and restored, such as the tympanum above the entrance arch
pietra chiara, ingentiliscono l’immagine generale altri- and the string-courses of pale stone, lend a graceful touch to
menti piuttosto austera. the otherwise somewhat austere overall image.
All’interno il layout è studiato in modo da integrare spazi On the inside the layout has been studied in such a way as to
a ufficio con altri più fluidi, adatti a ospitare diverse fun- integrate spaces used for offices with other, more fluid ones,
zioni, come sfilate o esposizioni di accademie di moda in- suited to a range of different functions, like fashion shows or
ternazionali. Anche la scelta delle finiture interne, orien- exhibitions staged by international fashion academies. Even
tata a una grande semplicità, lascia estrema versatilità di the choice of the internal finishes, oriented towards great sim-
utilizzo: gli impianti e i canali del condizionamento sono plicity, allows for an extreme versatility of use: the plumbing,
a vista, le pareti di laterizi, i pavimenti di resina cementi- wiring and air-conditioning ducts have been left in view, the
zia. Alcuni dettagli, come i parapetti e i corrimani di ferro walls are of brick, the floors of cementitious resin. Some details,
e i paraspigoli di lamiera dei gradini, rafforzano l’immagi- such as the iron parapets and handrails and the sheet-metal
ne industriale dell’edificio. Con questo progetto Shanghai edge protectors of the steps, reinforce the industrial look of the
si è dotata di una grande casa per la moda, funzionale e building. With this project Shanghai has provided itself with a
contemporanea eppure con un’immagine profondamen- capacious home for fashion, one that is functional and contem-
te ancorata al passato. ○ porary and yet has an image deeply rooted in the past. ○

100 ABITARE 592


am ca
am ca am ca
+The
accessory
issue
SPECIALE
We Love Milano
Amanda Harlech
Una lady “contro”

PASSIONI
FIORI RIBELLI

Gabriele Salvatores
Nel nome del padre

Body & Soul


Boxe e dintorni

Moda
N. 3 MARZO 2020
Euro 3,50
www.amica.it

Prêt-à-Porter

am ca
Merel Zoet

Farah Diba
L’ultima imperatrice

CINEMA
Quentin is back
Dean e Dan Caten New Hampshire
Il romanzo della natura
Sotto il segno dei gemelli PASSIONI
Kasia Struss

Darsi all’acquerello
N. 12 DICEMBRE 2019
Euro 3,50
www.amica.it PASSIONI TENDENZE
L’onda del grunge

Vintage economy
Nuovi MECENATI
Moda
Rachelle Harris

Isabel Allende Loane Normand


Fino all’ultimo respiro
Il palazzo delle meraviglie
PASSIONI
Le cifre dello stile
PROFUMI CLASSICI
NATALE up-to-date

amica
Adotta un hater Touch wood
Jean-Paul Goude
Lo show c’est moi
Antonia Klugmann
VIAGGI Una chef nell’orto
Slow ski in Giappone

Moda
moda
N. 11 NOVEMBRE 2019

Sparkling!
Euro 3,50
www.amica.it

+
Linda Hamilton

amica
Il ritorno della guerriera

TENDENZE
Riciclo: gioie e dolori
KITCHEN

P/E 2020
Ricette, sfizi e curiosità Ian McEwan
Robot (quasi) come noi

MITI Sofie Hemmet

am ca
Sulle strade di Los Angeles

Time
Jessica Alba
Natural beauty

VIAGGI
La luce del Nord

EMOZIONI
L’amore ai tempi del digitale

TENDENZE
Se lo stile è sostenibile

PASSIONI
ANIMALI COSÌ UMANI

Lisa Fratani
am ca
Gianrico
Carofiglio
Il cantastorie dei thriller
Mia Brammer
am ca
N. 1/2 GENNAIO-FEBBRAIO 2020
Euro 3,50
www.amica.it

Viola DAVIS
for Beauty
TWEED SARTORIALE
NEW MAKE UP
SKINCARE GREEN
NERO RIBELLE

Move
BEAUTY A voce alta per le donne
Tropical eyes
MODA
TENDENZE
I luoghi del silenzio
BEAUTY
Lipstick art

ON
PASSIONI
È vinile-mania Lydia FENET
Lifestyle La regina delle aste
VACANZE ITALIANE

VIAGGIO Cosima Fritz


Laos spirituale

MODA
Sunny
Giacomo Papi
Parole da conservare

days
Moda
in tailleur

Il nuovo codice della MODA


.IT
Isola è un sistema di arredo bagno composto
da boiserie e cremagliera con mensole
e contenitori regolabili di vetro e alluminio.
Isola is a bathroom furniture system
consisting of boiserie and rack with adjustable
shelves and bins in glass and alluminium.
Eleganza multimaterica
Multi-material elegance
Il sistema d’arredo-bagno Isola di Itlas abbina al legno il vetro e il metallo, in un gioco
di luminose trasparenze
The bathroom furnishing system Isola from Itlas combines wood with glass and metal,
in an interplay of transparency and luminosity

La trasparenza del vetro e il tocco raffinato dell’alluminio bronzato The transparency of glass and the refined touch of bronzed alumin-
incontrano il legno Itlas dando vita al sistema di arredo-bagno Isola. ium are combined with Itlas wood to give rise to the Isola bathroom
Una composizione dalle linee pulite, parte della collezione Linea e furnishing system. A composition with clean lines that forms part of
dunque caratterizzata dal grande impatto visivo e dalla possibilità the Linea collection. It is very visually striking, and can be modified
di essere modificata nel tempo. L’area del lavabo è enfatizzata dalla over time. The washbasin area is emphasised by rack-style panel-
boiserie a cremagliera con mensole e contenitori regolabili di vetro ling with glass and aluminium shelves and storage units, and also has
e alluminio, dotati di illuminazione. Il lavabo da appoggio di vetro lighting. The geometrically-shaped, free-standing bronzed glass is
bronzato ha una forma geometrica ed è completato da un rubinetto accompanied by a sculptural tap in the same finish supplied by the
scultoreo nella stessa finitura del marchio olandese JEE-O (serie Dutch brand JEE-O (Bloom series), distributed by Itlas. The equipped
Bloom), distribuito da Itlas. Gli armadi guardaroba attrezzati, per- wardrobe units, perfect also for the access area outside the bath-
fetti anche per arredare un antibagno, sono alleggeriti dall’uso del room, produce a lightweight effect thanks to the use of glass and are
vetro e impreziositi dai profili metallici. Con i loro diversi comple- embellished with metal profiles. With their various complements and
menti e accessori permettono di suddividere lo spazio mantenendo accessories they can be used to sub-divide the interior space while
una totale trasparenza nell’ambiente. creating a total sense of transparency in the room.

ITLAS | via del Lavoro 35 | 31016 Treviso | +39 0438 368040 | www.Itlas.it | info@Itlas.it
MICROCOSMO
PER GIOVANI CITTADINI
A MICROCOSM FOR YOUNG
CITY DWELLERS
| Colpisce per la ricchezza del suo disegno il nuovo complesso di edilizia convenzionata
firmato da ATELIER(S) ALFONSO FEMIA nel quartiere di Lambrate, a Milano. L’impianto è
mosso e fortemente agganciato al quartiere. Materiali e colori donano preziosità all’insieme
/ Atelier(s) Alfonso Femia’s new social housing complex in the Lambrate district of Milan is
striking for the richness of its design. The layout is well structured and strongly linked to the
neighbourhood. Materials and colours lend a precious quality to the whole

txt Sara Banti


photos Stefano Anzini

104 ABITARE 592


a rchitettura

592 ABITARE 105


I rivestimenti esterni alternano porzioni a intonaco
e campiture rivestite con piastrelle color blu cielo
(serie Diamante Q30, prodotte da Casalgrande Padana
su disegno di Alfonso Femia).
The outer walls alternate sections of plasterwork
with areas clad in sky blue tiles (Diamante Q30
series, produced by Casalgrande Padana to a design
by Alfonso Femia).

UNA PLANIMETRIA ARTICOLATA E FACCIATE


A LT R E T TA N T O V I VA C I P E R I N V E N Z I O N E
FORMALE E FINITURE
THE ARCHITECTURAL DESIGN COMBINES AN ARTICULATED PLAN WITH FAÇADES THAT
ARE EQUALLY LIVELY IN THEIR FORMS AND FINISHES

IN UNA MILANO CHE NEL CORSO DEGLI ULTIMI DIECI ANNI IN A MILAN THAT OVER THE COURSE OF THE LAST TEN YEARS
HA ACCOLTO OLTRE 175MILA NUOVI RESIDENTI e ha cambiato HAS GAINED OVER 175,000 NEW RESIDENTS and has taken on a
faccia attraverso operazioni immobiliari “di lusso” – dal Portel- new look as a result of “luxury” real-estate operations – from Por-
lo a Porta Nuova a CityLife – era importante che si tornasse a tello to Porta Nuova to CityLife – it was important to start looking
guardare all’abitare da un punto di vista di sostenibilità sociale. at housing again from the viewpoint of social sustainability. And
Ci ha pensato il Piano di Governo del Territorio varato nel 2019. this is what the Piano di Governo del Territorio launched in 2019
Il nuovo strumento urbanistico tende a ridurre il consumo di has done. The new planning instrument aims to reduce land use
suolo e aumenta l’offerta di studentati, residenze per anziani e and boost the supply of residences for students and the elderly and
affitti brevi. Ma punta soprattutto allo sviluppo in città di un’e- short-stay accommodation. But above all it sets out to encourage
dilizia residenziale con prezzi di vendita e affitto calmierati e the development in the city of price- and rent-controlled housing
servizi collettivi che favoriscono la socialità e il risparmio. and community services that favour sociability and economy.
Uno dei primi esempi di questa politica è il nuovo isolato One of the first examples of this policy is the new Cohabitat
Cohabitat Lambrate, in un’area di Milano celebre per fab- Lambrate block, in an area of Milan famous for the presence of
briche storiche come Innocenti (che qui produceva la moto historic manufacturers like Innocenti (which used to produce
Lambretta), Cinelli (biciclette), Brionvega (elettronica), Faema the scooter called Lambretta here), Cinelli (bicycles), Brionvega
(macchine per il caffè). (electronics) and FAEMA (espresso machines). It is in this scenar-
In questo scenario le due cooperative di scopo promosse da io that two special-purpose cooperatives promoted by CCL and
CCL e Delta Ecopolis hanno realizzato un complesso da otto Delta Ecopolis have constructed an eight-storey complex (with
piani (con cinque spazi commerciali su strada e 104 alloggi di five commercial premises at street level and 104 housing units for
edilizia convenzionata in proprietà, 46 in affitto a canone con- sale at controlled prices, 46 to be let at controlled rents, two ex-
venzionato, due co-housing sperimentali da 26 posti letto e 158 perimental co-housing communities with 26 beds and 158 park-

106 ABITARE 592


592 ABITARE 107
108 ABITARE 592
592 ABITARE 109
posti auto) il cui impianto mosso e curato si deve allo studio ing places) whose dynamic and carefully designed structure is
Atelier(s) Alfonso Femia. the work of the studio Atelier(s) Alfonso Femia practice.
Due corpi edilizi articolati si sviluppano attorno a una corte Two articulated buildings have been laid out around a central
centrale con verde e panchine. E al piano terreno offrono spazi courtyard with greenery and benches. And on the ground floor
collettivi per i residenti (ambienti per feste e riunioni ma anche they offer communal spaces for the residents (rooms in which to
lavanderia, falegnameria e deposito per le bici), negozi affac- hold parties and meetings as well as a laundry, carpentry shop
ciati sul quartiere e una generale permeabilità che guarda an- and storage for bikes), shops facing onto the neighbourhood
che a futuri collegamenti con lotti e aree verdi adiacenti ancora and a general permeability that looks to the possibility of con-
da sviluppare. «Alla base del progetto c’è la volontà di favorire nections in the future with adjoining lots and open spaces that
l’accesso dei giovani alla casa», spiega Alessandro Galbusera have yet to be developed. “At the base of the project lies the de-
della cooperativa CCL. «Il 50 per cento degli alloggi infatti è sta- sire to help young people gain access to housing,” explains Ales-
to riservato a una fascia d’età che va dai 18 ai 35 anni, ai nuclei sandro Galbusera of the CCL cooperative. “Fifty per cent of the
monogenitoriali e a chi ha in carico persone anziane da accu- flats have in fact been reserved for an age bracket of 18 to 35,
dire». Con un prezzo d’acquisto di poco più di duemila euro al for single-parent families and for those who have elderly people
metro quadrato e affitti molto equi in rapporto al mercato della in their care.” With a purchase price of just over two thousand
casa a Milano: un appartamento da circa 70 metri quadrati co- euros a square metre and rents that are very fair in relation to
sta attorno ai 470 euro al mese, e ancora meno si può spendere the housing market in Milan: a flat of around 70 square metres
nei due alloggi in co-housing ricavati nel complesso – ideali per costs about 470 euros a month, and it is possible to spend even
gruppi di studenti oppure di anziani – con più stanze ciascuna less in the two co-housing facilities in the complex – ideal for
dotata di bagno, un ampio living collettivo e una grande cucina groups of students or the elderly – with a number of rooms each
abitabile (dai 250 ai 350 euro a posto letto al mese). with its own bathroom, a large common living space and a large
Il progetto architettonico di Femia abbina a uno schema pla- kitchen-dining room ( from 250 to 350 euros per bed a month).
nimetrico articolato facciate altrettanto vivaci per invenzione Femia’s architectural design combines an articulated plan with
formale e alternanza di finiture e tonalità. Intonaci con diver- façades that are equally lively in their forms and their alterna-
si toni di grigio e ceramiche diamantate color cielo dialogano tion of finishes and tones. Plastering in different shades of grey
con i brise-soleil che avvolgono i corpi scala e i balconi, realiz- and sky-blue diamond-cut tiles hold a dialogue with the brises-
zati “alla milanese” con bacchette a V d’acciaio verniciato di soleil that surround the stair blocks and balconies, made out of
bianco e tessiture di legno ricomposto. Nell’insieme, un com- the typically milanese V-shaped steel rods painted white and lat-
plesso di edilizia convenzionata che colpisce per la ricchezza tices of reconstituted wood. Overall, a social housing complex
del suo disegno. ○ that is striking for the richness of its design. ○

RESIDENTIAL FLOOR PLAN

Project
Cohabitat Lambrate
Architectural and Landscape
Design
Atelier(s) Alfonso Femia
(ex 5+1AA)
Architects
Alfonso Femia
Simonetta Cenci
Project responsible
Marco Corazza
Project team
Arianna Dall’Occa,
Vincenzo Tripodi
Chiara Frumento
Ilaria Schiavone
Alessandra d’Apolito
Vanesa Carbajo Fernàndez
Vera Messana
Andrea Lucchi
Structural and environmental
engineers
FOR
Client
Cooperativa Dorica promoted
by Consorzio Cooperative
Lavoratori, and Ecopolis Casa
promoted by Delta Ecopolis

Timeline
2017-2020
Total area
53,534 sqm
Location
Milano

110 ABITARE 592


Negozi e spazi collettivi al piano
terreno sono volumi mossi, rivestiti
di lamiera blu.
The shops and communal areas
on the ground floor are lively volumes
with blue sheet metal cladding.

GROUND-FLOOR PLAN

592 ABITARE 111


La “piazza” tra i due edifici, dedicata a pedoni
e biciclette e attrezzata con panchine, durante
il giorno è aperta anche agli abitanti del quartiere.
The “plaza” for pedestrians and cyclists between
the two buildings has benches, and is also open
for use by the wider local community during the day.

A MILANO IL NUOVO PIANO DI GOVERNO DEL


TERRITORIO PUNTA SU RESIDENZE A BASSO
COSTO E SERVIZI COLLETTIVI
THE NEW MILANESE PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO ENCOURAGES PRICE- AND
RENT-CONTROLLED HOUSING AND COMMUNITY SERVICES

CASE INTELLIGENTI
SMART HOMES
L’esperienza del nuovo isolato Cohabitat Lambrate di Milano The new Cohabitat Lambrate block in Milano is a valuable op-
rappresenta una preziosa occasione di confronto sui temi portunity to discuss the question of home living. This complex,
dell’abitare. Questo complesso che coniuga modalità resi- which combines traditional, innovative and experimental resi-
denziali tradizionali, innovative e sperimentali dimostra che dential units, demonstrates that what makes a home smart is
a rendere smart una casa è il mix virtuoso di dotazioni tec- the successful integration of technological facilities with the
nologiche, scelte progettuali e comportamenti che sceglie di design and lifestyle choices made by those who will live there.
assumere chi la abita. Per questo Abitare con il supporto del For this reason Abitare, with the backing of Gruppo Comoli
Gruppo Comoli Ferrari, ha individuato nel complesso proget- Ferrari, has identified the complex designed by Atelier(s) Al-
tato da Atelier(s) Alfonso Femia una delle tappe di avvicina- fonso Femia as part of a phased approach culminating in It’s
mento a It’s Elettrica, il forum dedicato alla smart experience Elettrica, the forum devoted to the smart experience and the
e al futuro dell’impiantistica che si terrà dal 17 al 20 giugno future of installations that will be held at Fiera di Milano be-
alla Fiera di Milano. www.itselettrica.it tween 17 and 20 June. www.itselettrica.it

112 ABITARE 592


592 ABITARE 113
| A Milano e Tel Aviv due nuovi ambienti lavorativi dimostrano la tendenza a rendere sempre più
confortevoli e domestici gli scenari dell’impegno quotidiano. Servono tanti colori, materiali tessili
e dispositivi per isolare dal rumore. Ma anche sale per il relax e angoli cucina / In Milan and Tel
Aviv two new workspaces reflect the tendency to make the settings in which we spend our working
lives increasingly comfortable and homelike. To do so takes a lot of colours, textiles and systems
for soundproofing. As well as rooms for relaxation and cooking areas

114 ABITARE 592


lifestyle

COURTESY CMR STUDIO

UFFICI
DA VIVERE
OFFICES
YOU CAN
LIVE IN
txt Clelia Bonardi

L’open space dello studio d’architettura


milanese Progetto CMR gode di una
parete verde (impianto di irrigazione
computerizzato di HW Style).
In Milano the open-plan interior
of the Progetto CMR architecture studio
features a green wall (computerised
irrigation system by HW Style).

592 ABITARE 115


COURTESY CMR STUDIO
COURTESY CMR STUDIO

SPAZI FLUIDI, ARREDI CONFORTEVOLI E TANTO COLORE DONANO AGLI AMBIENTI


DI QUESTO STUDIO MILANESE UNA QUALITÀ DOMESTICA
FLUID SPACES, COMFORTABLE FURNISHINGS AND EXTENSIVE USE OF COLOUR GIVE THE ROOMS IN THIS MILAN STUDIO A DOMESTIC QUALITY

116 ABITARE 592


Gli ambienti sono arredati con poltroncine Privée di Ares Line, corridoio acustico
Phonewalk di Citterio e lampade fonoassorbenti Eggboard di Artemide, design PCMR.
The rooms are furnished with Privée easy chairs from Ares Line, the Phonewalk
acoustic corridor by Citterio and sound-absorbing Eggboard lamps from Artemide,
PCMR design.

PROGETTO CMR Studio

COURTESY CMR STUDIO


Milano

L’AMBIENTE UFFICIO VIVE UNA TRASFORMAZIONE


RADICALE NELLA DIREZIONE DI UNA SEMPRE PIÙ DECISA
DOMESTICITÀ. Che si tratti di uno studio d’architettura,
di un ambulatorio medico o della reception di un’azien-
da, chi può scegliere non ha dubbi: meglio lavorare come
se si fosse a casa propria, tra divani accoglienti e lampade
dalla luminosità soft che mettono a proprio agio. E magari
con la tazza preferita a portata di mano. Così mentre le
aziende evolute propongono ai propri dipendenti ritmi
più pacati, flessibilità di orari e maggiore autonomia, chi
progetta gli spazi ha davanti a sé il compito di inventare
un nuovo linguaggio per gli interni dedicati al lavoro d’uf-
ficio, che vogliamo sempre più versatili, multifunzionali
e tecnologici, ma soprattutto confortevoli. Gli esempi
sono tanti. In questo servizio vi proponiamo due realiz-
zazioni recentissime: la nuova sede dello studio d’archi-
COURTESY CMR STUDIO

tettura Progetto CMR a Milano, concepita dagli architetti


del team, e gli uffici dell’azienda di elettromedicali Nuvo
Group a Tel Aviv, disegnati da Roy David Architecture.
Pur trattandosi di due realtà molto diverse per il tipo di
lavoro che vi si svolge, colpisce la similitudine delle scelte
di progetto e delle atmosfere realizzate, ben lontane dalla
ripetitività e dai grigi degli uffici di un tempo.
La sede di Nuvo Group si trova al 26° piano delle Alon
Towers di Tel Aviv. Qui si è accolti dalle curve sinuose

THE OFFICE ENVIRONMENT IS UNDERGOING A RADICAL


SHIFT IN THE DIRECTION OF A MORE MARKED DOMESTICI-
TY. Whether we are talking about an architecture studio, a
doctor’s surgery or a company’s reception area, those who
are able to choose have no doubts: it’s better to work as if you
were at home, amidst comfortable sofas and lamps with a soft
light that puts you at your ease. And perhaps with your fa-
vourite mug with reach. So while forward-looking companies
are offering their employees a more relaxed working pace,
flexibility of hours and greater freedom of choice, the people
who design their premises are faced with the task of invent-
ing a new language for settings devoted to office work, which
COURTESY CMR STUDIO

we want to be more and more versatile, multifunctional and


technological, but above all comfortable. The examples are
many. In this feature we present to you two very recent pro-
jects: the new premises of the Progetto CMR architecture firm
in Milan, designed by the members of the practice, and the
offices of the Nuvo Group healthcare technology company in
Tel Aviv, designed by Roy David Architecture. While the two
situations are very different in terms of the type of work that
goes on in them, there is a striking similarity in the design
choices and atmospheres created, remote from the repetitive
and drab character of the offices of the past.
The premises of Nuvo Group are located on the 26th floor of
the Alon Towers in Tel Aviv. Here visitors are greeted by the

592 ABITARE 117


ITAY BENIT
TONALITÀ RILASSANTI E DIVISORI DALLE FORME SINUOSE NELLA SEDE DI UNA
SOCIETÀ CHE PRODUCE ELETTROMEDICALI, A TEL AVIV
RELAXING COLOURS AND CURVING PARTITIONS IN THE HEADQUARTERS OF A COMPANY THAT MAKES ELECTROMEDICAL EQUIPMENT, IN TEL AVIV

della reception, che diaframmi di vetro colorato separano sinuous curves of the reception area, which is separated by
da ambienti adiacenti più raccolti, arredati con divani e screens of coloured glass from cosier adjoining spaces, fur-
tavolini dalle forme giocose nelle tonalità del verde oliva e nished with sofas and low tables with playful shapes in shades
viola, giallo sole e rosso corallo. Non dissimile è il concet- of olive green and purple, sunshine yellow and coral red. Not
to delle sale riunioni nello studio milanese Progetto CMR, dissimilar is the concept of the meeting room in the Milanese
dove con un semplice gesto – grazie alle tende color man- studio Progetto CMR, where with a simple gesture – thanks to
darino, bluette o verde mela – i box vetrati per i meeting the tangerine, cornflower blue or apple green curtains – the
si trasformano in ambienti appartati, dando fiato a una glazed box used for meetings can be divided up into secluded
palette aziendale che personalizza lo spazio e lo varia nel areas, giving rise to a company palette that personalizes the
corso della giornata. space and varies it over the course of the day.
Se il lavoro diventa “smart”, lo spazio deve stare al passo. If work is becoming “smart”, then the workspace has to keep
Così l’open space si attrezza con arredi-tunnel ovattati up. Thus the open-plan area is fitted with muffled tunnel-
dove tenere veloci riunioni operative che non disturbino furnishings in which to hold quick consultations that do not
la quiete (Progetto CMR) o con divisori intelligenti che disturb the peace and quiet (Progetto CMR) or with intel-
fungono da contenitori ma anche da lavagne su cui fare ligent partitions that act not just as containers but also as
appunti veloci (Nuvo Group). Ed entrambi gli studi, sia boards on which to jot down rapid notes (Nuvo Group). And
quello milanese, sia quello di Tel Aviv, adottano lampade both studios, in Milan and in Tel Aviv, have adopted technical
tecniche integrate nei pannelli fonoassorbenti, che asso- light fixtures built into sound-adsorbing panels that associ-
ciano funzionalità e colore. Ampi tavoli regolabili in altez- ate functionality and colour. Large tables whose height can

118 ABITARE 592


ITAY BENIT

ITAY BENIT

NUVO Studio
ITAY BENIT

Tel Aviv

La sala d’attesa è schermata da un


diaframma di legno di frassino. Affaccia
sulla città la mensa aziendale, illuminata
da lampadari Birdcage (Luxxbox). Sedie
e tavoli sono prodotti da Pedrali.
The waiting room is screened off by a
diaphragm made of ash wood. The company
cafeteria, which looks out over the city,
is lit by Birdcage pendant lamps (Luxxbox).
The tables and chairs are by Pedrali.

592 ABITARE 119


ITAY BENIT ITAY BENIT

120 ABITARE 592


Altre immagini dell’ufficio di Tel Aviv, con pareti

ITAY BENIT
attrezzate, nicchie coloratissime e moquette firmate
Milliken. Decorazioni fonoassorbenti arricchiscono
le pareti, mentre ai soffitti sono sospese lame di colore.
More views of the Tel Aviv office, with equipped walls,
brightly-coloured recesses and floor coverings supplied
by Milliken. The walls have sound-absorbing decorations;
the ceiling is embellished with lines of colour.

za caratterizzano le postazioni di lavoro in questi spazi in


cui non manca l’attenzione all’aspetto decorativo: a Tel
Aviv, pannelli divisori di legno con motivi curvilinei e una
moquette a pattern geometrici; a Milano, le silhouette dei
musicisti del cuore – i Led Zeppelin e i Beatles – e le vetro-
fanie che celebrano le (tante) architetture realizzate dallo
studio nel mondo. La tazza preferita serve senz’altro: in
entrambi gli uffici – come peraltro nella maggioranza dei
nuovi spazi dedicati al lavoro – non mancano angoli cuci-
na, salette relax e vere e proprie mense. Pronti a diventare
ulteriori laboratori di creatività. ○

be adjusted characterize the work stations in these spaces, in


which attention has also been paid to the decorative aspect: in
Tel Aviv wooden partitions with curvilinear motifs and car-
peting with geometric patterns; in Milan the silhouettes of the
partners’ favourite musicians – Led Zeppelin and the Beatles
– and glass decals celebrating the (many) works of architec-
ture the practice has realized around the world. The favour-
ite mug is undoubtedly needed: in both offices – as moreover
in the majority of new workspaces – there are kitchenettes,
rooms for relaxation and proper canteens. Ready to become
more workshops of creativity. ○
ITAY BENIT

ITAY BENIT

592 ABITARE 121


d es i g n

LUCI PER L’ARCHITETTURA


LIGHTING FOR ARCHITECTURE
curated by Mia Pizzi
txt Stefano Pardini

| La Fiera di Francoforte ospita dall’8 al 13 marzo Light + Building, esposizione di riferimento


a livello internazionale per i sistemi di illuminazione e i servizi tecnologici agli edifici. Ecco le
anteprime e le innovazioni del settore / From 8 to 13 March, the Frankfurt trade fair plays host
to Light + Building, the international fair for lighting systems and building services technology.
Here is a preview of some of the new ideas and innovations from the sector

ARTEMIDE, Turn Around, design Carlotta de Bevilacqua Il binario


di alluminio può essere piegato in opera con un raggio minimo
di 20 cm e un angolo di 45°. Il profilo si integra nello spazio nelle
versioni incasso, soffitto e sospensione. Prodotto versatile, consente
la combinazione di performance multiple: linea Led e sospensioni
a luce diffusa, spot, elementi a luce controllata con UGR<19.
The aluminium track can be bent into position on site with a minimum
radius of 20 cm and at an angle of 45°. The profile is integrated into the
interior context in recessed, ceiling and suspension versions. A versatile
product that can create a combination of different performance features:
LED line and diffused light suspensions, spotlights with UGR<19.
www.artemide.com

122 ABITARE 592


COURTESY MIDGARD

MIDGARD, Ayo, design Stefan


Diez Lo stelo sottile si flette
ad arco portando la luce là dove
necessario grazie a un ingegnoso
quanto semplice meccanismo
composto da un cavo e due anelli.
Minimo il materiale utilizzato,
totalmente riciclabile (vetroresina,
policarbonato, acciaio).
The slim, flexible rod bents into
an arch, whose curve can be
adjusted taking the light where
you need thanks to a ingenious
and simple mechanism made
of a coated cable and two rings.
It uses as little material as possible
and is completely recyclable
(fiberglass, polycarbonate and
steel). www.midgard.com

L’ADOZIONE DI STILI DI VITA SEMPRE PIÙ FLESSIBILI TODAY’S LIFESTYLES ARE BECOMING EVER MORE FLEXI-
influenza il nostro rapporto con i luoghi in cui viviamo. BLE and that is affecting the way we interact with the places in
I sistemi luminosi mobili, connessi, sostenibili e configu- which we live. One consequence of this phenomenon is the ap-
rabili a secondo le esigenze sono il riflesso di questo feno- pearance of lighting systems that are mobile, connected, sus-
meno. Soprattutto nel campo dell’illuminazione tecnica, tainable and configurable to suit requirements. In technical
è la digitalizzazione dei prodotti a garantire prestazioni lighting in particular, the digitisation of products is improving
migliori e maggiori funzionalità. La luce stessa evolve, performance and making systems more functional. Light itself
configurandosi come un elemento architettonico in gra- is evolving, becoming an architectural feature in its own right:
do di integrarsi negli ambienti, aumentandone la versa- an actual part of the room, which in turn is becoming more
tilità. I sistemi a binario e modulari favoriscono compo- versatile. Track-mounted and modular systems facilitate the
sizioni sempre nuove e permettono la creazione di zone creation of new compositions, and make possible hybrid areas
luminose ibride, in cui sorgenti di luce sottili e lineari si of light, in which tighter, more linear light sources alternate
alternano a luci puntiformi o diffuse. Materiali insoliti e with pinpoint or diffused lighting. Unusual materials, includ-
di recupero vengono esplorati nelle loro dimensioni este- ing salvaged ones, are being explored for their aesthetic and
tiche e funzionali mentre la luce naturale diventa ripro- functional value and we are seeing more and more systems
ducibile in modo sempre più fedele. ○ that reproduce daylight remarkably well. ○

592 ABITARE 123


LINEA LIGHT GROUP, Derby, design Mirco Crosatto Premiato con
il Red Dot Award 2019, Derby abbina l’illuminazione degli ambienti
alla cura della qualità acustica, rivelandosi particolarmente adatto
agli spazi ricettivi e ai luoghi di lavoro. La sua struttura avvolgente,
sospesa e fonoassorbente, ospita un diffusore di forma rettangolare
in grado di emanare una luce regolabile secondo il contesto.
This winner of the Red Dot Award 2019 provides pleasant interior lighting
and acoustic quality, making it particularly suitable for reception rooms
and workplaces. The curvaceous, sound-absorbing suspended structure
contains a rectangular diffuser whose light can be adjusted to suit
the context. www.linealight.com

VIMAR, View IoT Smart System In perfetto connubio tra tecnologia e design,
l’evoluta piattaforma consente la gestione integrata e coordinata di qualsiasi
impianto presente in un edificio (comfort, sicurezza, efficienza energetica). Grazie
all’app View Pro, l’installatore può effettuare da remoto qualsiasi intervento di
manutenzione in tempo reale. L’IP multigateway, basato sull’intelligenza residente,
garantisce il funzionamento del sistema anche senza connessione a Internet.
With its perfect blend of technology and design, this cutting-edge platform offers
integrated and coordinated management of any system inside a building
(for comfort, security and energy efficiency, for example). Using the View Pro app,
the installer can provide assistance to deal with any maintenance requirement,
remotely and in real time. The IP Multigateway, based on resident intelligence,
ensures that system works even where there is no internet connection.
www.vimar.com

TARGETTI, Oz Sistema magnetico


flessibile di ridotte dimensioni.
Partendo da due moduli fissi è stata
sviluppata un’intera gamma di punti
luce che comprende elementi
orientabili e multipli. Il nuovo giunto
elettrico consente di collegare due
binari installati su piani ortogonali,
dando la possibilità al sistema
di espandersi in continuità,
dalla parete al soffitto.
A compact, flexible magnetic system.
Two fixed modules give rise to a whole
range of light points comprising a
series of multiple adjustable elements.
The new electrical coupling system
connects two tracks installed on
orthogonal planes, creating a system
that can be expanded to any length
between the wall and the ceiling.
www.targetti.com

124 ABITARE 592


FLOS, My Circuit, design Michael
Anastassiades Sistema di
illuminazione versatile per interni.
La combinazione di segmenti
curvi e diritti permette di ottenere
innumerevoli configurazioni.
Lungo i binari che lo compongono
è possibile posizionare cinque
elementi a sospensione
che arricchiscono il prodotto
conferendogli nuove funzionalità.
A versatile indoor lighting system.
The combination of curved and
straight segments means that any
number of different configurations
can be created. Five suspension
elements can be positioned along
the track to enhance the product
and add some extra functional
features. www.flos.com

ERCO, Parscan Faretti e


wallwasher con lenti Parscan sono
stati selezionati per valorizzare
gli ambienti della nuova galleria
d’arte The Twist, progettata
da BIG e posta all’interno del
Parco delle Sculture Kisteofos
a Jevnaker, in Norvegia. Il design
essenziale garantisce una
presenza discreta e flessibile
all’interno degli spazi.
Spotlights and wallwashers
with Parscan lenses were chosen
COURTESY ERCO GMBH / ROLAND HALBE

to illuminate the rooms in the new


The Twist art gallery, designed
by BIG and set in the middle
of the Kistefos sculpture park
in the town of Jevnaker, Norway.
Their simple design ensures
that they blend discreetly
and flexibly into the interior spaces.
www.erco.com

592 ABITARE 125


VIBIA, Sticks, design Arik Levy Segmenti di luce
che si integrano nell’ambiente come elementi
architettonici, raccordandone le superfici. Tecnologia,
poesia e disegno industriale sono fusi in un prodotto
essenziale che, ruotando sul proprio asse, garantisce
la massima libertà nel direzionare il fascio luminoso.
Segments of light that become incorporated into the
room as architectural features, connecting the wall
and ceiling surfaces. Technology, poetry and industrial
design come together in what is actually quite a simple
product. The sticks can be turned on their own axis,
giving the utmost freedom in positioning the beams
of light. www.vibia.com

126 ABITARE 592


NIGEL DOWNES

IGUZZINI, sistema di illuminazione per la metropolitana di Doha Linee di luce


di lunghezze variabili, flessibili e totalmente ignifughe, in grado di adattarsi a ogni tipo
di superficie. Un apparecchio ad hoc proposto dal brand marchigiano ad AG Licth,
incaricata del concept illuminotecnico delle 29 stazioni della metropolitana di Doha.
Un prodotto che valorizza la struttura architettonica, progettata da UN Studio, dando vita
a un luminoso effetto scenografico.
Lines of light in varying lengths, flexible, completely fireproof and adaptable to any kind of
surface. A specific device was created by the Marche-based brand for AG Licht, in charge
of the lighting scheme in 29 stations of Doha metro. A product that highlights the
architectural structure by UN Studio and produces a visually striking luminous effect.
www.iguzzini.com

AXOLIGHT, Cut, design Timo Ripatti


Collezione di lampade orientabili e installabili
a tavolo, a terra o a sospensione. La struttura di
alluminio tagliato a laser, ripiegata in più punti,
connette la fonte luminosa Led e il disco diffusore
di vetro semitrasparente, consentendo
ai due elementi di dialogare tra loro, in un gioco
di luce filtrata e riflessa.
A collection of position-adjustable lamps in table,
floor and suspension versions. The laser-cut
aluminium structure, bent at several points, connects
the LED light source and the semi-transparent glass
diffuser, enabling the two elements to interact
with each other, producing filtered, reflected
light effects. www.axolight.it

592 ABITARE 127


d es i g n

RIPARTIRE
DAI FONDAMENTALI
BACK TO BASICS
curated by Mia Pizzi
txt Ali Filippini

| Finiture delle pareti, serramenti, sistemi schermanti e impianti di climatizzazione sono le basi di ogni
progetto d’interni. Oggi diventano i pilastri di un’idea confortevole, flessibile e responsabile dell’abitare
/ Wall finishes, window frames, blinds, screens and air-conditioning systems: the basic elements of all
interior design schemes have become the fundamental features of a comfortable, flexible and responsible
approach to home living

KERAKOLL, Cementoresina Un prodotto ecocompatibile, a basso


spessore, che miscela i migliori minerali fra cemento, puro marmo
bianco di Carrara, quarzo e terre colorate naturali, il cui risultato
è una texture irregolare e materica, di impronta artigianale.
Si applica a tutti gli ambienti, anche umidi.
A thin eco-friendly product made from high-quality materials – cement,
pure Carrara white marble, quartz and natural coloured earths – that
produce a rough, irregular surface texture with an artisan feel. It can be
used in all contexts, even in damp environments. www.kerakoll.com

128 ABITARE 592


RIMADESIO, Soho, design Giuseppe
Bavuso Come dividere e unire al
contempo con un diaframma leggero e
trasparente, ritmato dalle nervature
orizzontali e verticali. Nella collezione
di porte scorrevoli di alluminio, dal
rivestimento di legno di noce e vetro
riflettente chiaro, sono evidenti i
rimandi all’abitazione giapponese
e alle sue pareti mobili.
How to divide and unite at the same
time, with a lightweight, transparent
diaphragm with horizontal and vertical
ribbing. In the collection of sliding
aluminium doors, clad in walnut and with
light-coloured reflective glass, the
reference is clearly to Japanese homes
with their typical movable partitions.
www.rimadesio.it

SCHÜCO, AWS 75 PD.SI Finestra


panoramica di alluminio per grandi
aperture vetrate trasparenti (fino
a cm 145, altezza cm 250) che grazie
ai suoi profili estremamente snelli porta
più luce negli interni pur garantendo
ottime performance termoacustiche.
Premio iF Design Award 2019 e Red Dot
Design Award 2019.
A panoramic window in aluminium
for large glass walls (measuring up
to 145 cm, by a height of 250 cm).
The extremely slimline profiles let in
more light while guaranteeing heat
and sound insulation. Winner of the
iF Design Award 2019 and the Red Dot
Design Award 2019. www.schueco.it

592 ABITARE 129


BENJAMIN MOORE, Pale Blue L’azienda
americana, specializzata nella produzione
di vernici con una gamma di 3500 colori,
è distribuita in Italia da Mundel. Atossici
e inodori, i suoi prodotti sono realizzati
internamente secondo una produzione
che continua dal 1883, improntata alla
ricerca delle tonalità perfette, ora con
una particolare attenzione all’innovazione
e alla sostenibilità.
The US paint manufacturer offers a range
of 3,500 colours. It has been making
its non-toxic, odourless paints since
1883, and has always striven to achieve
the perfect hue. Now it also pays
particular attention to innovation and
to sustainability. www.mundelsrl.com

GD DORIGO, Collezione Art La porta diventa un elemento decorativo grazie ai cromatismi


e alla personalizzazione delle immagini, realizzate a mano da Raimondo Sandri. I disegni sono
definiti con inchiostri speciali e campiture sfumate, mentre stipiti e coprifili sono laccati in tinta.
The door becomes a decorative feature in its own right, thanks to the use of colour
and personalised images, produced by hand by Raimondo Sandri. The designs are defined
using special inks and subtle background colours, while the jambs and architraves are lacquered
to match. www.gd-dorigo.com

LUALDI, Compass55, design Lualdi Divisorio spaziale minimal ma di indubbia


presenza scenica. Variante dello storico modello Rasomuro è perfettamente allineato,
con anta pivottante e autochiusura controllata. L’integrazione nella parete è dovuta
anche all’utilizzo di cerniere a scomparsa.
A minimal but visually striking room divider. A variation of the well-known Rasomuro
model, it is perfectly aligned, and has a pivoting panel and controlled
self-closing mechanism. Perfect integration into the wall is achieved also
thanks to the use of concealed hinges. www.lualdiporte.com

130 ABITARE 592


ALFREDO PORRO, Bronzo, design Alessio Rigamonti La modularità
del prodotto di serie si sposa all’apporto materico del bronzo, lavorato
artigianalmente, nella linea di maniglie e pomoli per mobili, preziosi
come gioielli. La forma geometrica favorisce l’accostamento
tra i pezzi e l’imperfezione, conferita dalla fusione a terra, conferisce
unicità a ciascun pezzo.
The modular nature of serial products combines with the use of
hand-worked bronze on the range of handles and knobs for furniture,
as exquisite as if they were items made from precious metals.
Their geometric shape mean that the items can easily be combined;
the imperfections that come from the fusion process make each
item unique. www.alfredoporro.it

MANDELLI 1953, PP33, design Piero Portaluppi Inaugura la capsule


collection di rivisitazioni storiche il modello del 1933 utilizzato
da Portaluppi nella dimora milanese Villa Necchi Campiglio.
In diverse finiture (classiche e di tendenza) è parte di un sistema
completo, coordinabile, disponibile nei modelli DK per finestra
e maniglioni per portefinestre scorrevoli.
The capsule collection dedicated to revisiting various classics from
the past begins with this model dated 1933, used by Portaluppi in Villa
Necchi Campiglio in Milan. Produced in different finishes (traditional or
trendy) it is part of a complete system, available in the DK models for
window and handles for sliding patio doors. www. mandelli.it
ENTO, Pilot, design Graziella e Renzo
Fauciglietti Realizzata in ottone, ha un’estetica
studiata per valorizzare al meglio la finitura
Grafite PVD H-Finish che ne garantisce alte
prestazioni fisiche, chimiche e di durata. Il design
d’ispirazione tecnica, dalla forma rastremata
e bordo anteriore molto sottile, la rendono
il complemento ideale per il residenziale come
per il contract.
Made of brass and designed in a way that
enhances the Graphite PVD H-Finish, ensuring
excellent performance in terms of physical and
chemical properties and durability. The
technically inspired design, with a tapered form
and ultra-slimline front edge, makes it ideal for
use in both the residential and contract sectors.
www.ento.it

592 ABITARE 131


LITTLE GREENE, Jewel Beetle Una capsule
collection di pitture murali in 31 variabili di verdi
sempre sorprendentemente differenti, che prende
il nome dalle ali iridescenti dell’insetto omonimo.
Il progetto, condotto in collaborazione con il National
Trust, dimostra la versatilità di questo colore,
sia utilizzato monocromaticamente o in una scala
di verdi complementari.
A capsule collection of wall paints in 31 varieties
of green, each one remarkable in its own way.
The name was chosen in reference to the iridescent
wings of the insect of the same name. Run in
collaboration with the National Trust, the project
demonstrates the versatility of this colour,
when used either in one shade only or in a set
of complementary greens. www.littlegreene.eu

132 ABITARE 592


COCIF, Invisible Il nome ben descrive
un serramento – interno di legno, esterno
di alluminio – che si mimetizza nel muro
lasciando visibili solo pochi millimetri
di superficie. Tanta essenzialità
non intacca le prestazioni termiche di
insonorizzazione e sicurezza, assicurando
inoltre un maggior apporto luminoso
all’ambiente.
This appropriately named window frame
– wood on the inside and aluminium on
the outside – blends into the wall, with
just a few millimetres of its surface
visible. This pared-down design does not,
however, affect the window’s heat-
insulation, soundproofing and security
performance, and even allows more light
into the room. www.cocif.com

OIKOS, Synua Sicurezza e design per la porta blindata, anche a taglio termico, senza
sporgenze e con cerniere a scomparsa totale. Il meccanismo di apertura con anta che ruota
su sé stessa offre ampiezza di luce. Personalizzabile nelle finiture è pensata per le grandi
dimensioni (fino m 2,2 di larghezza m 3 di altezza).
Safety and design for the security door, also with thermal break, with no protruding parts
and perfectly concealed hinges. The opening mechanism features a panel that rotates
on itself efficiently even in large sizes (up to 2.2 m in width by a height of 3 m). Available
with customised finishes. www.oikos.it

3D SURFACE, Manaus, design Jacopo Cecchi Portano negli interni la rigogliosa


vegetazione della foresta pluviale sudamericana i pannelli decorativi modulari (80x80 cm),
per uso esterno e interno, realizzati in due speciali materiali ceramizzati. Il pattern
è declinato in quattro diversi decori da posare semplicemente per incollaggio.
These decorative modular panels (80x80 cm), for indoor and outdoor use and
made of two special ceramicised materials, bring the lush vegetation of the
South American rainforest into the home. There are four different decorative
patterns. The panels simply glue into place. www.3dsurface.it

592 ABITARE 133


OLIMPIA SPLENDID, Unico Pro, design
Matteo Thun & Antonio Rodriguez
Privo di unità esterna, il climatizzatore,
caratterizzato da un design snello
e originale, è installabile a parete a più
altezze (in alto o in basso), adattandosi
facilmente ai diversi stili. Entrambe
le versioni –14 HP e 12 HP – garantiscono
il meglio della potenza refrigerante
e dell’efficienza energetica.
This air-conditioner, with no outdoor unit
and an original streamlined design, can
be installed at any height on the wall
(high or low), and adapts well to different
interior design styles. Both versions
– 14 HP and 12 HP – provide excellent
cooling while ensuring energy efficiency.
www.olimpiasplendid.it

LG, Artcool Mirror Il profilo estetico è dato dal


pannello di vetro temperato a specchio, anche in
versione Silver. Si caratterizza per la bassa
rumorosità, la purificazione attraverso ionizzatore,
l’app SmartDiagnosis per la soluzione dei problemi
tecnici, e la SmartThinQ per la user experience
(temperatura e modalità).
The aesthetic effect is created by the mirror-finish,
tempered glass panel, also available in the Silver
version. On this low-noise model, purification takes
place through an ioniser, with the SmartDiagnosis
app to solve technical problems, and the
SmartThinQ for the user experience (temperature
and modality).www.lg.com/it

SAMSUNG, Samsung Wind-Free Evoluzione


di un precedente modello, è disegnato con linee più
armoniose per essere inserito facilmente in qualsiasi
contesto domestico. La texture a microfori che ne
distingue il frontale permette la diffusione omogena
dell’aria evitando il fastidioso flusso diretto.
The evolution of an earlier model, it now has a more
streamlined design so can easily be installed in any
domestic context. The micro-perforated texture
of the front ensures uniform air diffusion, preventing
any annoying direct airflow. www.samsung.com

134 ABITARE 592


PANASONIC, TZ SERIE WKE Unità
compatta ideale per ambienti piccoli,
adatta anche all’installazione sovra porta.
Nella linea Etherea VKE, il sistema da
remoto garantisce un monitoraggio
costante e pratico grazie ai sistemi
di Smart Voice Control Google
Assistant e Alexa.
A compact unit, ideal for small rooms,
and suitable also for installation over
a door. In the Etherea VKE range, the
system guarantees constant, practical
monitoring through the Smart Voice
Control Google Assistant and Alexa
systems. www.panasonic.com

DYSON, Dyson Pure Hot+Cool Un purificatore e termoventilatore che,


oltre a scaldare e raffreddare, rileva le fonti di inquinamento nella casa,
analizzandole e visualizzandone i dati attraverso un display LCD e all’app
Dyson Link. L’emissione dell’aria purificata, fino a 290 litri al secondo,
è poi diffusa in ogni angolo della stanza.
A purifier and fan heater that not only heats and cools, but also detects
the sources of pollution in the home, analysing them and visualising
the information on an LCD display or via the Dyson Link app.
The purified air flows out at a rate of up to 290 litres a second, reaching
the furthest corners of the room. www.dyson.it

DAIKIN, Stylish La forma compatta (cm 18,9) e la nuova texture simil


legno Blackwood rendono questo modello ideale per il residenziale.
Grazie all’apporto di titanio e argento, il climatizzatore filtra
impurità e odori, ponendosi in classe A+++ sia in raffrescamento
che in riscaldamento. La app Daikin on line controller permette
il monitoraggio dei consumi.
The compact size (18.9 cm) and the new timber-effect Blackwood
texture make this model ideal for residential use. Thanks to the use
of titanium and silver, the unit is able to filter out impurities and odours,
earning it a class A+++ rating in both cooling and heating. The app
Daikin on line controller allows the control of energy usage.
www.daikin.it

592 ABITARE 135


FRITSJURGENS Grazie
all’innovativo sistema di cerniere
pivot invisibili, che si inserisce
a scomparsa nell’anta, porte
e pareti a bilico si muovono
ruotando sul proprio asse interno
grazie al semplice tocco di un dito,
indipendentemente dal peso
e dalla dimensione (fino a 500 kg
di portata).
Through an innovative system
of invisible pivot hinges,
concealed inside the panel,
the swing doors and walls open
and close by rotating on their own
internal axis and move
at the merest touch of a finger,
regardless of their weight
and size (with carry loads of up to
500 kg). www.fritsjurgens.com

ERCO, Dry, design Giuseppe Bavuso


La struttura multimateriale e l’utilizzo
della resina sintetica garantiscono ottime
prestazioni termiche e acustiche.
Come in un progetto d’arredo offre
la possibilità di personalizzare i profili
esterni e interni grazie all’impiego
di monoestrusi di alluminio, e si completa
con una maniglia di ottone. Premiato
con il Red Dot Award 2019.
The multi-material structure and use
of synthetic resin ensure excellent
performance in terms of heat insulation
and soundproofing. As in all good
furnishing design schemes, it offers
the opportunity to personalise the outer
and inner profiles thanks to the use
of mono-extruded aluminium, and
is completed by a brass handle. Winner
of the Red Dot Award 2019.
www.ercofinestre.it

136 ABITARE 592


SIGMA COATINGS/PPG, Fresh Air Questa pittura
murale opaca filtra e neutralizza il 70% della
formaldeide accumulata negli ambienti interni
per la durata di 7 anni. Eco-friendly persino
nell’imballo, realizzato con materiali riciclati, ottenuta
con materie prime rinnovabili, è qui proposta
nel colore dell’anno, Chinese Porcelain.
This matt wall paint filters and neutralises 70%
of the formaldehyde that has built up in the room
for a period of seven years. Eco-friendly even in its
packaging (made of recycled materials), it is itself
made of renewable raw materials and is shown here
in the colour of the year, Chinese Porcelain.
www.sigmacoatings.it

592 ABITARE 137


DRUTEX, Iglo Energy Una sorta
di macchina per risparmiare
energia e garantire ottime
prestazioni isolanti, ideale per
abitazioni a basso consumo
energetico e edifici passivi. Il
telaio di Pvc, con profili snelli e
arrotondati in un’ampia gamma di
colori, ha il suo cuore nella tripla
guarnizione centrale
appositamente progettata.
A kind of energy-saving machine
that gives an excellent insulating
performance, making it ideal
for installation in low- and
zero-energy buildings. The PVC
structure, with streamlined,
rounded profiles available in a
wide range of colours, has at its
heart a specially designed triple
central seal. www.drutex.it

ABET LAMINATI, Fabriek Parte di tre nuove famiglie di laminato


decorativo ad alta pressione, Fabriek fa riferimento al mondo del
tessuto con superfici che esaltano le trame e la profondità, attraverso il
contrasto cromatico. Disponibile nei decori Corallo Malindi, bianco e
grigio, e Bouclé Persia e Prussia, su fondo marrone.
Part of three new families of high-pressure decorative laminates,
Fabriek is inspired by the world of fabrics with surfaces that enhance
the texture and sense of depth through the use of contrasting colours.
Available in the patterns Corallo Malindi, white and grey, and Bouclé
Persia and Prussia, with a brown background. www.abetlaminati.com

VIVA, Bellagio Studiata per dividere gli spazi, favorendo


il passaggio della luce naturale e la profondità visiva. Le ante
scorrevoli di vetro – dal trasparente al fumé e al bronzo –
sono abbinabili a pannelli fissi, incorniciati da lineari profili
di alluminio in diverse finiture.
Designed to divide spaces in a way that prioritises the passage of
daylight and the creation of visual depth, the sliding glass panels
– which can be clear, smoked or bronzed – are attached to the fixed
panels, and have a linear aluminium surround in different finishes.
www.vivaporte.com

138 ABITARE 592


MAPEI, Master Collection Collezione
di più di mille tinte raccolte in un sistema
di pitture edili per le finiture
e l’isolamento termico. Frutto di una
rigorosa analisi scientifica che ha portato
alla raccolta di uno strumento pratico
e maneggevole, risponde alle esigenze
tecniche dei diversi progetti
architettonici, come esterni ad alta
sensibilità, ambienti alcalini, cappotti.
A collection of more than one thousand
shades brought together in a system
of paints for the construction industry
which produce a protective finish that
is also heat-insulating. The result
of thorough scientific analysis that has
resulted in a practical and very workable
product collection, it responds
to the technical demands of various
architecture projects, such as wall
coatings for high-sensitivity exteriors
and in alkaline environments.
www.mapei.com

FERREROLEGNO, Scenario Lignum Il sistema


di pareti scorrevoli di legno, a incasso o a soffitto,
per dividere gli ambienti o dare continuità visiva
negli interni, è disponibile in quattro versioni
e diverse finiture, consentendo l’abbinamento
a pannelli fissi senza interventi murali.
A system of sliding wooden walls – flush fitting
or ceiling mounted – to divide rooms or create
visual continuity in indoor spaces. It comes in four
versions and different finishes, and can be used
in combination with fixed panels without requiring
any masonrywork. www.ferrerolegno.com

FINSTRAL, FIN-Slide Slim-line Alzante


scorrevole le cui ante di alluminio, sia interno che
esterno, sono leggere e maneggevoli, anche nelle
dimensioni massime di m 2,5 di larghezza per
m 2,3 di altezza. Nella versione Cristal la lastra
di vetro ricopre completamente i profili interni
dell’anta, rendendoli quasi impercettibili.
A sliding system whose aluminium panels,
both inside and outside, are lightweight and
easy to handle, also in the largest size of 2.5 m
in width by a height of 2.3 metres. On the Cristal
version, the glass slab covers the inner profiles
of the panel, which makes them almost
imperceptible. www.finstral.com

592 ABITARE 139


KVADRAT, Kvadrata Shade, design Ronan + Erwan Bouroullec
Un nuovo sistema di tende a rullo che consente di schermare
e al contempo di controllare la temperatura e il suono negli
ambienti. Nato dall’esigenza di proporre al mercato soluzioni
sostenibili per l’architettura, il progetto è stato sviluppato in tre
anni da Kvadrat con la collaborazione delle aziende olandesi
Coulisse (tende e motorizzazione) e Verosol, specializzata
nel tessuto metallizzato ad alta performance con un brevetto
di applicazione dell’alluminio alla fibra per l’antiriflesso. Cuore
del concept è il controllo ambientale perché, come spiega
Erwan Bouroullec, «le tende servono a climatizzare e non solo
a schermare» sottolineando l’aspetto human delle soluzioni
«cercate con attitudine da scienziati». Con un range di colori
inediti per il mercato, tessuti fonoassorbenti e un’ampia
possibilità di personalizzazione.
A new system of roller blinds that not only act as a screen
but control the room temperature and the acoustics. Created
to cater to a market demand for sustainable architectural
solutions, the project was developed over three years by
Kvadrat in collaboration with the Dutch companies Coulisse
(curtains and power-operated systems) and Verosol,
which specialises in high-performance metallic fabrics with
a patented system to apply anti-glare aluminium fibre.
At the heart of the concept is environmental control because,
as Erwan Bouroullec explains, “curtains are needed to control
the indoor climate as well as providing a screen”, thus
emphasising the human aspect of the solutions that are
“sought out with the attitude of a scientist.” With a range
of new colours for the market, sound-absorbing fabrics and
plenty of opportunity for personalisation. www.kvadrat.dk

140 ABITARE 592


FLAT GLASS ITALIA (AGC), iplus La serie
di vetri a isolamento termico e anticondensa,
risponde alle diverse esigenze di comfort nel
residenziale. Ampia la gamma: dal vetro speciale
che porta più luce (iplus I-Top) a quello
per il massimo isolamento termico (iplus Top 1.0),
al modello a protezione solare (iplus Light),
studiato per il mercato mediterraneo.
This series of thermally insulated, condensation-
free window panes caters to various different
demands for comfort in the residential sector.
An extensive range comprising a special pane
that lets in more light (iplus I-Top), one that
gives total heat insulation (iplus Top 1.0) and one
made of solar control glass (iplus Light),
designed for the Mediterranean market.
www.agc-glass.eu

SAN MARCO, Paeninsula Cento tonalità per la nuova finitura opaca


i cui riferimenti vanno alla grande arte italiana. Le selezioni cromatiche
prendono spunto dai maestri della pittura e il nuovo effetto Eggshell
dona un aspetto setoso e vellutato agli interni con un diffuso senso
di leggera lucentezza.
This new matt finish, featuring references to great Italian art, comes
in 100 shades. The colour selections are inspired by that painters,
and the new Eggshell effect has a delicate sheen that gives interiors
a silky, velvety feel. www.san-marco.com

ECLISSE, 40 Collection, design Francesco Valentini, Lorenzo Ponzelli


Evoluzione del concetto di porta filo muro, ha telaio di alluminio
anodizzato che riprende la strombatura caratteristica delle soglie antiche,
reinterpretandone il disegno con un elemento a cornice, inclinato di
40 gradi, a proteggere gli spigoli vivi tra porta e parete e creare profondità.
An evolution of the flush-to-the-wall concept, it has an anodised aluminium frame
that takes the splayed design of antique doorways and reinterprets the style as
a surround for the door, set at an angle of 40°, creating a chamfered effect
between the door and wall and giving a sense of added depth. www.eclisse.it

592 ABITARE 141


AFFRESCHI&AFFRESCHI L’intonaco da pareti
arrotolabile, realizzato con polvere di marmo
di Carrara e travertino romano, propone la tecnica
dell’affresco con stampa digitale, e finitura
artigianale. L’ampio formato di cm 160x500 e il
sottile spessore (1 mm) consentono uniformità nella
posa e continuità estetica. Certificato Greenguard.
A rollable wall plaster, made from Carrara marble
and Roman travertine powder, that combines
the fresco technique with digital printing, and is then
finished by hand. The generous size (160x500 cm)
and reduced thickness (1 mm) ensure even
installation and visual continuity.
www.infoaffreschi.com

VELUX Finestra elettrica modulare, con apertura a vasistas, adattabile


a qualsiasi tipo di copertura, con qualsiasi inclinazione, che si apre
di 45 gradi portando maggior spazio all’interno. Sfrutta le potenzialità
della tecnologia Velux Active, si comanda a distanza e si chiude
automaticamente grazie al sensore pioggia.
A modular, electrically-operated transom window, suitable for any
kind of roof with any pitch, opening at 45 degrees to give more interior
space. It exploits the potential of Velux Active technology, it is remote
controlled and it is also fitted with a rain sensor that closes the window
automatically in wet weather. www.velux.it

SCRIGNO, Mirr La porta scorrevole (della linea Essential) si affianca al modello


battente. L’anta di vetro filo muro si connota per lo stile rarefatto ed è disponibile a lastra
singola o doppia, in 4 cm di spessore. Sono possibili infinite configurazioni per le varietà
di nuance del vetro e una ricca palette di colori per la versione di vetro laccato.
The sliding door (Essential range) accompanies the hinged model. The 4cm-thick,
flush-to-the-wall single or double panel has an ethereal look to it. Any number
of configurations are possible thanks to the variety of shades of glass and the wide
choice of coloured for the lacquered glass version. www.scrigno.it

142 ABITARE 592


BOERO, Bellarya Pensata per ambienti di
soggetti sensibili, come i bambini o
gli allergici, la vernice – bianca o in tinte
delicate – della linea Painting Natural
ha una formulazione delicata di materie
prime al 90% naturali. Di facile
applicazione, inodore, lavabile, è priva
di contenuti organici volatili.
Designed for rooms used by sensitive
individuals (such as children or allergy
sufferers), the white or delicatelycoloured
paint in the Painting Natural range has a
delicate formulation made using 90%
natural materials. It is easy to apply,
odourless and washable, and contains no
volatile organic compounds.
www.gruppoboero.it

SPOTTI MILANO, QD+Spotti, design


Quincoces-Dragò Dalla sinergia tra il
marchio e lo studio di design e
architettura è nato il progetto tailor-made
di boiserie, porte e pannelli pivottanti dal
sapore vintage, caratterizzato da
lavorazioni artigianali del legno e
declinabile in diverse finiture come nelle
pannellature di noce e paglia.
Out of the synergy between the brand
and the design and architecture studio
was born this tailor-made boiserie
system, whose vintage-style doors and
pivoting panels are hand crafted in wood
and come in different finishes, including
the walnut and straw wall panelling.
www.spotti.com

592 ABITARE 143


NOVACOLOR, Archi+Concrete Il rimando
all’intonachino di calce in polvere per interni
è all’effetto, visivo e tattile, del cemento.
La composizione (calce idratata, cemento bianco,
inerti) garantisce ottima lavorabilità, effetti estetici
velati dai colori morbidi e protezione nel tempo.
A lime-based plaster in powder form that produces
the look and texture of cement. Its composition
(hydrated lime, white cement, inert minerals) makes
it extremely easy to work with, and produces
an attractive surface in soft colours that also gives
long-lasting protection. www.novacolor.it

144 ABITARE 592


COSENTINO, Liquid, design PATTERNITY La superficie di Dekton ultracompatta
(composta da vetro, materiali porcellanati e quarzo) si declina in una nuova linea di
finiture ispirate alla fluidità dei liquidi. Tre colori e varianti – Liquid Sky (lastra
circolare) e Liquid Shell (lastra rettangolare, nella foto) – e il nero Liquid Embers,
che si riferiscono ai materiali naturali e ai processi sostenibili.
The ultra-compact surface of Dekton (glass, porcelainised materials and quartz)
comes with a new range of finishes inspired by the fluidity of liquids. Available in
three colours e variants: Liquid Sky (circular), Liquid Shell (rectangular,
pictured) and the black Liquid Embers, the reference being to natural materials
and sustainable processes. www.cosentino.com

FILMOLUX ITALIA, Squid Film di tessuto adesivo, trasparente


e traspirante (trattiene la luce solare) per le grandi vetrate terra-cielo
dell’architettura contemporanea, che garantisce trasparenza
dall’interno e privacy dall’esterno. Si taglia con un cutter digitale,
si applica facilmente, si personalizza con la stampa digitale anche
con inchiostri eco.
An adhesive fabric film that is transparent and air-permeable (it also
keeps out sunlight), for the kind of large floor-to-ceiling glass walls
frequently found in contemporary architecture, ensuring transparency
on the inside and privacy from the outside. It is cut using a digital cutter,
is easy to apply, and can be personalised with digital printing, also
with eco-friendly inks. www.squid-italia.it

ILVA, PLM01x Colore Gloss Queste vernici per il legno


fanno parte di una nuova serie di finiture poliuretaniche bio
pigmentate, in tutti i colori, che da stese creano un film secco
dall’elevato contenuto di materie prime rinnovabili da fonte
vegetale di scarto (superiore alle vernici ad acqua), con
grande attenzione all’ambiente e alla salute.
These wood paints are part of a new series of bio-pigmented
polyurethane finishes, in all colours, which create a dry
film over the surface with the highest content ever reached
from renewable raw materials derived from plant waste
by-products (superior to water-based paints), thus
demonstrating particular care to the environment and
to human health. www.ilva.it

592 ABITARE 145


BARCELONA
photo José Hevia
COLLECTIVE HOUSING, MAIO ARCHITECTS

146 ABITARE 592


Inspiring design
for your outdoor life.

Hybrid sistema di sedute disegnato da Antonio Citterio. www.bebitalia.com