Sei sulla pagina 1di 2

Atom Heart Mother

Atom Heart Mother è il quinto album in studio del gruppo musicale britannico Pink Floyd,
pubblicato il 2 ottobre 1970 dalla Harvest Records.

Indice

Background
Copertina
Registrazione e pubblicazione
Canzoni
Formazione

Background

L’album costituisce il cuore del periodo sperimentale della band: dopo Ummagumma e More, lavori
alquanto confusi e privi di una vera e propria identità musicale, in Atom Heart Mother i Pink Floyd
sembrano finalmente trovare la quadra, grazie a un sound ben definito e a canzoni con una struttura
più concreta rispetto a quelle precedenti.

Sebbene l’album sia stato aspramente criticato


perfino dalla stessa band, esso funge da vero e
proprio ponte tra il loro periodo sperimentale e
quello progressivo (che li avrebbe successivamente
resi famosi grazie a pietre miliari come Dark Side
Of The Moon e Wish You Were Here).

Copertina

Realizzata da Storm Thorgerson, l’artwork di Atom


Heart Mother raffigura una mucca di razza Frisona
in un campo erboso, senza alcun testo o immagine
sovrapposta. Secondo Nick Mason, batterista della
band, la mucca è una personificazione della Madre
Terra e fu scelta proprio a causa dell’assonanza tra
la parola “Heart” (Cuore), presente nel titolo
La copertina riflette il carattere “soleggiato” dell’album.
dell’album, e “Earth” (Terra).

Registrazione e pubblicazione

L’album fu registrato agli Abbey Road Studios di Londra, in Inghilterra. La sua struttura è simile a
quella del predecessore Ummagumma, in quanto sul lato A la band decise di includere un progetto
comune a tutti e quattro i componenti mentre sul lato B tracce scritte da un singolo membro e
successivamente eseguite dall’intero gruppo.

Il progetto comune consiste nella suite nonché title-track Atom Heart Mother Suite, uno strumentale
di oltre 23 minuti (il più lungo nella discografia dei Pink Floyd) che, attraverso sei sezioni distinte,
è interpretabile come una somma di ciò che la band inglese aveva elaborato nei primi quattro
album: lunghe parti strumentali, improvvisazioni funky, dissonanza e pienezza dell’organo, il tutto
arricchito e tenuto insieme da un’orchestra a fiato, vera novità del disco.

Le quattro tracce singole, pur seguendo la falsariga della suite, tendono a mettere in evidenza le
qualità musicali di chi le ha elaborate: If (scritta da Waters) si presenta come una dolce ballata per
chitarra classica, Summer ’68 (scritta da Wright) ritrova tutta l’energia dei fiati e delle tastiere della
suite, Fat Old Sun (scritta da Gilmour) si focalizza maggiormente sui suoni della chitarra elettrica,
mentre Alan’s Psychedelic Breakfast (ideata prevalentemente da Mason) è un brano strumentale in
tre parti che fa da sottofondo a un uomo che consuma avidamente la sua colazione.

Canzoni

Atom Heart Mother Suite Mason/Gilmour/Waters/Wright 23:44


If Waters 4:31
Summer ‘68 Wright 5:29
Fat Old Sun Gilmour 5:22
Alan’s Psychedelic Breakfast Waters/Mason/Gilmour/Wright 13:00

Formazione

Roger Waters Basso, chitarra classica, voce


David Gilmour Chitarra elettrica/acustica, voce
Richard Wright Tastiera, organo, voce
Nick Mason Batteria

Alessandro Zerillo
67100650