Sei sulla pagina 1di 6

ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE

del Comune di CAGNANO VARANO (Prov. FG)

Votazioni del giorno 20 e 21 settembre 2020

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO
del Candidato alla carica di Sindaco Dott. NICOLA ELIA TAVAGLIONE
nato a Carpino (FG) il 06/03/1958
nella lista contraddistinta con il contrassegno:
scritta di colore bianco voi e noi per Cagnano TAVAGLIONE SINDACO su
fondo di colore rosso su quattro righe II tutto racchiuso in un cerchio.

Pag. 1 di 6
Premessa

“Voi e noi insieme” per una Cagnano rigogliosa.

Il contenuto di questo documento rappresenta la proposta programmatica su cui si baserà l’attività


amministrativa. L’attenzione e l’impegno saranno al centro dell’operato amministrativo per cogliere
tutte le opportunità che il futuro potrà offrire. Mantenere coesa e forte la comunità, dedicare spazi e
risorse, investire sulle associazioni e sulle tante realtà che contribuiscono a creare occasione
d’incontro e momenti di crescita impegnerà la prossima amministrazione.

Progetti ed idee di donne e uomini serviranno per ridare spazio e ruolo alle aspirazioni dei più giovani
accompagnati da chi di strada ne ha già percorsa molta.

Non ci sono ricette semplici o soluzioni banali serve lavorare insieme!

La pressione fiscale è un aspetto di carattere generale che non riguarda solo la nostra Cagnano
Varano, ma tutti i comuni d'Italia, la stessa incide profondamente nel tessuto sociale anche a causa della
difficoltà di trovare lavoro in questo grave periodo di recessione e deflazione economica,
incrementato dalla pandemia del Covid-19.

Pertanto si vuole puntare su un programma che senza rinunciare alle istanze di rinnovamento ed alle
esigenze della popolazione, si prefigga obiettivi realistici ma innovativi con una selezione oculata in
rapporto alle priorità.

Impegno nella ricerca a livello Regionale, Nazionale, Europeo di finanziamenti in grado di veicolare
risorse economiche necessarie per lo sviluppo del nostro territorio.

Sulla base di tali premesse vengono proposti alla cittadinanza i seguenti punti programmatici:

POLITICHE GIOVANILI

I giovani sono la vera risorsa del paese, l’eccellenza della nostra comunità. Vogliamo canalizzare le
loro energie, il loro entusiasmo a beneficio di tutti, per dimostrare che essi rappresentano non solo il
presente, ma il futuro. Abbiamo pertanto iniziato con loro un percorso formativo di coinvolgimento e
responsabilizzazione, per avvicinarli alla politica e che, come primo risultato, ha fatto si che la quasi
totalità della nostra lista sia formata da giovani.

A tal proposito il nostro gruppo perseguirà questi obiettivi:

- creare un canale di ascolto per i giovani del nostro territorio, sotto forma di un vero e proprio
Assessorato, che possa essere anche uno strumento di orientamento verso tutte le opportunità
formative e lavorative che il territorio verso i meno abbienti e verso l’ambiente;

- coinvolgere i giovani in attesa di occupazione lavorativa in operazioni di assistenza ai cittadini e al


territorio;

Pag. 2 di 6
- promuovere progetti di prevenzione sul fronte dei comportamenti a rischio che colpiscono i giovani
(consumi di alcool e droghe, guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, gioco d’azzardo,
dipendenza da internet, ecc.).

“Voi e noi per Cagnano” crede fermamente che sia necessario trovare spazi che possano diventare
per i nostri giovani luoghi di aggregazione, di condivisione, di incontro e di divertimento. Sarà inoltre
importante individuare e proporre iniziative che possano rappresentare occasioni di partecipazione
concreta e fattiva.

Altri obiettivi importanti saranno i seguenti:

- creazione di zone “wi-fi free” nel centro del paese (piazza del comune, centro socio culturale e area
feste) e nel centro sportivo per offrire connettività libera e gratuita;

- promuovere feste ed eventi per i giovani (concerti, spettacoli, giornata dei giovani, ecc).

POLITICHE SOCIALI

La persona è al centro del nostro “voi e noi per cagnano”: la persona è l’individuo dalla nascita fino
alla fine della sua vita, con tutte le sue peculiarità. Per questo vogliamo occuparci dei bisogni dei
bambini e delle loro famiglie, degli adolescenti, dei giovani, degli adulti e degli anziani.
L’obiettivo nuovo che ci poniamo noi di Progetto Comune è di poter aiutare il cittadino anche nella
quotidianità. Pertanto abbiamo pensato di attivare un innovativo sportello.

“Sportello di ascolto”
Questo sportello è pensato per eliminare le difficoltà ad accedere ai servizi offerti
dall’Amministrazione. Spesso si è riscontrata nella cittadinanza la percezione che non si conoscano
tutte le iniziative offerte dal Comune e come accedervi. Oggi tutto viaggia attraverso internet,
computer, moduli da compilare o lettere scritte non sempre in modo chiaro per alcuni cittadini.
Pensando ai nostri anziani, ai disabili, ma anche a chi non ha dimestichezza con la tecnologia,
abbiamo pensato di creare un punto di incontro presso il Comune, dove ci siano persone a
disposizione per chiarimenti, la compilazione di moduli, i passi da seguire per ottenere i servizi
richiesti. La gestione sarà affidata ai giovani.

URBANISTICA

• PUG ( piano urbanistico generale).


II PUG esteso anche alla redazione del piano di recupero per il centro storico, capoiale ed Isola
Varano.
II PUG definisce e programma lo sviluppo dell'intero territorio. In questo ambito:
- relativamente al centro storico promuovere ed incentivare l'insediamento di attività
culturali e commerciali, anche attraverso una variante che preveda un arteria stradale extra
murale per facilitarne l'accesso;
- per gli altri quartieri: investire sul recupero degli stessi anzichè prevedere nuove zone di
espansione con lo strumento della rigenerazione urbana. Si consentirebbe da una parte il
recupero del patrimonio edilizio esistente e lo si farebbe a costo zero. Costo zero non solo per
l'ente che in tal modo risparmierebbe sugli inevitabili costi di urbanizzazione, ma anche per i
cittadini sui quali altrimenti verrebbero a gravare gli stessi oneri, potendo cosi accedere
ai finanziamenti europei, statali e regionali, per la ristrutturazione degli immobili di proprietà.
Con tali fondi non solo si riavvia una economia trainante del nostro paese, quella edilizia, con

Pag. 3 di 6
l'indotto relativo, ma si recupera la propria storia e le proprie origini.
- zone periferiche: con il completamento della maglia residenziale e relative infrastrutture
(verde pubblico, arredo e forme sperimentali di asili nido, ecc..)
- capoiale: la programmazione PUG deve mirare alla creazione di infrastrutture, prevedendo una
migliore fruibilità con la creazione di spazi pubblici attrezzati, l'insediamento di villaggi turistici
in zona capoiale ed isola varano (piazza, aree verdi, parchi attrezzati, parcheggi, poli
commerciali, ecc..);
- San Nicola Imbuti merita più attenzione, in quanto il suo sviluppo a livello turistico
produttivo può essere il volano per l’occupazione e per lo sviluppo di tutta l'area
circostante.
• Recupero del Centro Storico con la creazione di percorsi pedonali vari, nonchè di
collegamento dello stesso con la strada provinciale per San Giovanni Rotondo;
• Riqualificazione urbana con piano del traffico, piano del colore, eliminazione delle barriere
architettoniche, piano dell'arredo urbane;
• Potenziamento e miglioramento del sistema di raccolta differenziata con riduzione dei costi e
quindi degli oneri per i cittadini;
• Manutenzione e cura aree verde pubblico;

RECUPERO E RILANCIO DEL TERRITORIO TURISMO E CULTURA


Promuovere e favorire iniziative scientifiche e ricerche riguardanti il territorio di Cagnano per una
approfondita conoscenza del patrimonio culturale, storico, artistico e archeologico del territorio
stesso. Tema privilegiato la grotta di San Michele che implica la continuità nelle ricerche e nello
studio per evidenziarne gli aspetti storico-culturali che risultano anche sviluppo turistico delle
nostre realtà territoriali ed occasione di visibilità delle nostre identità e peculiarità anche attraverso
l'inserimento negli itinerari del turismo religioso con miglioramento dei servizi.
• Capoiale e lungolago: completamento acquisizione definitiva dei terreni dallo Stato, con
conseguente definizione delle pratiche di condono che porteranno all'incameramento di
fondi che potranno essere reinvestiti in una programmazione urbanistica di rivalutazione del
territorio con piani di sviluppo;
• Valorizzazione del territorio in collaborazione con l'Ente Parco Nazionale del Gargano;
• Riconsiderare il valore di percorsi e sentieri;
• Protezione dei terreni con terrazzamenti anche come recupero del paesaggio;
• Realizzazioni piste ciclabili;
• Il museo del territorio, della pesca e della cultura lagunare all'interno di percorsi turistici più
ampi;
• Recupero come "valore";
• Arricchimento della sagra del 13 agosto con altri eventi quali mostre e visite guidate
connessi alla conoscenza ed alla valorizzazione del territorio;
• Realizzazione del Parco San Francesco: area interessata centro storico, valle san Francesco e la
Fontana di San Michele con sentieri, piazzette, aree ristoro, balconate e piantumazione piante
vane;
• Sentiero naturalistico Bagno, Pannoni, Grotta di San Michele con postazioni di osservazione
della fauna lagunare;
• Area attrezzata sosta camper ed area attrezzata spettacoli viaggianti;
• Completamento strada lungolago;
• Riqualificazione della cava di Bagno per eventi culturali o come orto botanico;
• Completamento e recupero del Convento del Padri Riformati (ex municipio), come

Pag. 4 di 6
contenitore culturale;

RISORSA LAGO

- Realizzazione del piano di gestione in collaborazione con gli operatori del settore, tenendo
presente che il lago è una risorsa e come tale va salvaguardata;
- Piano di gestione con monitoraggio. Stazioni fisse di monitoraggio: condizioni meteo e
scambi laguna mare, visibili tramite sito web; livello di marea, forza e direzione vento,
temperatura e salinità acqua;
- Attività prioritaria: mitilicoltura, venicoltura, ostricoltura, gambericoltura;
- Regolamento da attuarsi con sistema di controllo;
- Promozione della tutela dei prodotti con relativa caratterizzazione;
- Dragaggio del canale di capoiale agli imbocchi e realizzazione griglie;
- Regolarizzazione del traffico dei natanti da diporto nel canale.

Il lago come risorsa ambientale e turistica. Itinerari turistici sostenibili con tracking sulle strade
circum-lagunari. Strutture lagunari con tecniche di ingegneria naturalistica come base per percorsi
lagunari costieri con natanti senza motore (canoe, piccole barche a vela, ecc..), inserimento del lago
di Varano in un contesto nazionale di gare per barche a vela e canoe. Attività di pesca turistica.

ARTIGIANATO
- recupero professionalità artigianali tramite la creazione di laboratori con la collaborazione del
centro diurno anziani (reti e piccoli attrezzi legati al mondo della pesca, dell'agricoltura, della
zootecnia, della tradizione locale delle tipicità culinarie, ecc.. );
- promuover e favorire l'apertura di botteghe tipiche nel centro storico con agevolazioni
fiscali di competenza comunale.

AGRICOLTURA E ZOOTECNIA
- recupero paesaggio agrario; inteso come insieme di attività legate alla vita rurale ed alle
attività tipiche. Creazione e Promozione di attività legate all'agriturismo, anche con percorsi
turistici rurali;
- promozione dell'associazionismo tra agricoltori e produttori per la nascita di un marchio
D.O.P. per la valorizzazione e la commercializzazione dei prodotti tipici locali;
- piano di approvvigionamento idrico alle aziende agricole e zootecniche con inserimento delle
aree sensibili in piani di intervento comunitari e degli enti di gestione comprensoriali;
completamento viabilità ed elettrificazione rurale;
- promozione mercatini coltivatori diretti e prodotti tipici locali.

SICUREZZA
- Promuovere la cultura del senso civico della sicurezza;
- Programmazione ed attivazione di un progetto di volontariato relativo a un corpo di nonni
volontari da adibire a servizio di vigilanza nei punti e nelle ore critiche di uscita dei bambini
dalle scuole;
- Ampliamento aree pedonali;
- organizzazione e razionalizzazione della presenza della polizia municipale;
- maggiore attenzione al Corpo Volontari Soccorso di Protezione Civile di Cagnano Varano,

Pag. 5 di 6
SPORT, TEMPO LIBERO, POLITICHE GIOVANILI
Recupero di spazi di aggregazione per attività di incontri, discussione, fare musica, ecc..
Creazione di punti informativi suite possibilità lavorative imprenditoriali, servizi del territorio,
aspetti turistici, ecc..
- Sistemazione campo sportivo con manto in erbetta sintetica (progetto già presentato);
- Potenziamento degli spazi attrezzati per l'infanzia;
- Incentivare le associazioni che promuovano manifestazioni a carattere sportivo e culturale
rilevanti;
- Piano di gestione e di utilizzo del palazzetto dello sport e di tutte le altre strutture sportive.

SCUOLA E PUBBLICA ISTRUZIONE


- Mantenimento del tempo pieno della scuola primaria come opzione di scelta formativa, cosi
come dell'opzione del tempo di quaranta ore per la scuola dell'infanzia;
- Ampliamento delle possibili scelte di indirizzo di studio per la scuola superiore con la
sezione alberghiera., che può soddisfare le esigenze degli alunni di Cagnano ma anche di
quelli dei paesi vicini;
- Collaborazione con la scuola per l'organizzazione di manifestazioni e progetti va ri.

SERVIZI SOCIALI E SANITA’.


- Istituzione asili nido anche con formule sperimentali e sezioni primavera;
- Gestione ludoteca per bambini con attività di valorizzazione della villetta e del centro
storico;
- Gestione del centro diurno anziani con progetti di formazione, laboratori, incontri, ecc..
- Soggiorni climatici per anziani;
- Promozione ed incentivazione del servizio di volontariato;
- Promozione e miglioramento strutture territoriali sanitarie;
- Realizzazione canile comunale e gestione in collaborazione con le associazioni presenti sul
territorio;
- Realizzazione eliporto per atterraggio mezzi di soccorso (immediate vicinanze centro
abitato)
- Agevolazioni fiscali a bar pizzerie e simili che forniscono il wi-fi libero;
- Particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione ed ai diversamente abili.

Linee metodologiche
Un aspetto che occorre rivalutare è l'opportunità di concertare le volontà. In altri termini dare più
attenzione ai gruppi, alle categorie ed alle associazioni di persone.
Si ha bisogno pertanto di fare aggregazione intorno al territorio ed alle sue risorse.
Il progetto di sviluppo deve guardare in termini di comprensorio con intenti collaborativi con gli
altri comuni garganici. Oggi a questo aspetto dobbiamo dare particolare attenzione.

Il programma si adeguerà comunque alle possibilità finanziarie e agli aspetti programmatori più
generali dettati da misure specifiche di carattere europeo, regionali o altro.

Pag. 6 di 6