Sei sulla pagina 1di 30

LIBRETTO DI VIAGGIO

FRANCIA

ai sensi dell'articolo 17 c. 1, lett. a) e dall’art. 28, c. 1 del DLgs. 81 del 2008, così come confermato
dall’Interpello n. 11 del 25 ottobre 2016 della Commissione Interpelli.

Al fine di adempiere ai propri doveri di collaborazione alla prevenzione degli infortuni sul lavoro
in azienda, il viaggiatore è tenuto a leggere il presente documento con attenzione prima della
partenza per la propria destinazione.
LIBRETTO DI VIAGGIO

INDICE

INFORMAZIONI GENERALI ................................................................................................................................. 3


1. DATI GENERALI ..................................................................................................................................... 3
2. CONDIZIONI CLIMATICHE ..................................................................................................................... 3
3. AMBASCIATE E CONSOLATI .................................................................................................................. 3
4. NUMERI DI EMERGENZA ...................................................................................................................... 5
5. INFORMAZIONI UTILI NEL PAESE .......................................................................................................... 6
RISCHI PAESE E VALUTAZIONE DEI RISCHI ......................................................................................................... 7
1. TERRORISMO ........................................................................................................................................ 7
2. PROTESTE VIOLENTE, SOMMOSSE E TENTATIVI DI COLPO DI STATO ................................................ 10
3. CRIMINE .............................................................................................................................................. 11
4. SANITA’ ............................................................................................................................................... 13
5. CALAMITA’ NATURALI E CONDIZIONI AMBIENTALI E SOCIALI ESTREME ........................................... 16
6. VIABILITA’ INTERNA E VETTORI AEREI ................................................................................................ 18
7. ANIMALI PERICOLOSI E INSETTI VELENOSI ......................................................................................... 19
8. MINE E ORDIGNI BELLICI INESPLOSI ................................................................................................... 24
9. LEGGI LOCALI E CIRCOSTANZE PARTICOLARI ..................................................................................... 25
10. AREE DA EVITARE (salvo previa autorizzazione aziendale) ............................................................ 26
RIEPILOGO VALUTAZIONE DEI RISCHI.............................................................................................................. 26
RIEPILOGO MISURE DI MITIGAZIONE DEL RISCHIO ......................................................................................... 28
COMPETENZE E RESPONSABILITA’ NEL PROCESSO ORGANIZZATIVO DELLA TRASFERTA PER QUANTO
RIGUARDA L’APPLICAZIONE E IL CONTROLLO DEL RISPETTO DELLE MISURE DI MITIGAZIONE DEL RISCHIO. 29
GESTIONE DELL’EMERGENZA .......................................................................................................................... 29
1. PROCEDURE DI RICHIESTA SOCCORSI................................................................................................. 29
2. EVACUAZIONE DI EMERGENZA........................................................................................................... 29
3. ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI DI GESTIONE DELL’EMERGENZA ....................................................... 30
4. MEZZI DI COMUNICAZIONE IN CASO DI EMERGENZA........................................................................ 30

Pag. 2 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

INFORMAZIONI GENERALI

1. DATI GENERALI

Capitale: Parigi
Fuso orario: come in Italia
Lingue: francese
Religione: Nessuna religione di stato. Maggioranza cattolica, minoranze musulmane, protestanti,
ebraiche.
Moneta: Euro
Telefonia:
Prefisso dall'Italia: 0033 (segue numero dell’abbonato senza il primo zero).
Prefisso per l'Italia: 0039

2. CONDIZIONI CLIMATICHE

Il clima è generalmente temperato.

3. AMBASCIATE E CONSOLATI

Ambasciata d'Italia a Parigi


51, Rue de Varenne- 75343 Paris Cedex 07
Tel: 0033 1 49 54 03 00 - Fax: 0033 1 49 54 04 10
cellulare di servizio per emergenze: 0033 6 80 25 67 00 (operativo nei fine settimana e giorni
festivi)
e-mail: ambasciata.parigi@esteri.it
sito web: http://www.ambparigi.esteri.it
Consolato Generale d’Italia PARIGI
5, Boulevard Emile Augier
75116 PARIS
tel : 0033 1 44 30 47 00 : fax: 0033 1 45 25 87 50
cellulare di servizio per emergenze: 0033 6 07 22 72 56 (operativo nei fine settimana e giorni
festivi)
e-mail : informazioni.parigi@esteri.it
sito web: http://www.consparigi.esteri.it

Pag. 3 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

Consolato Generale d’Italia LIONE


5, Rue Commandant Faurax
69006 LYON
tel : 0033 4 78 93 00 17 - fax : 0033 4 78 94 33 43
cellulare di servizio per emergenze: lun-sab: 0033 6 63 63 05 53 - dom: 0033 6 63 54 63 64
segreteria: 0033 04 78 93 81 01- 0033 4 72 82 38 10
e-mail : consolato.lione@esteri.it
sito web: http://www.conslione.esteri.it
Consolato Generale d’Italia MARSIGLIA
56, Rue d’Alger
13392 MARSEILLE Cedex 5
tel : 0033 4 91 18 49 18 - fax : 0033 04 91 18 49 19
cellulare di servizio per emergenze: 0033 6 07 52 04 18
e-mail : consolato.marsiglia@esteri.it
sito web: http://www.consmarsiglia.esteri.it
Consolato Generale d’Italia METZ
7, Boulevard Georges Clemenceau
57000 METZ
tel : 0033 3 87 38 58 70. - fax : 0033 3 87 50 49 51
cellulare di servizio per emergenze: 0033 6 80 71 03 43
e-mail : consolato.metz@esteri.it
sito web: http://www.consmetz.esteri.it
Consolato Generale d’Italia NIZZA
72, Boulevard Gambetta
06048 NICE CEDEX 1
tel : 0033 4 92 14 40 90. - fax : 0033 4 93 88 11 08
cellulare di servizio per emergenze: 0033 6 03 69 03 57
e-mail: connizz.mail@esteri.it
sito web: http://www.consnizza.esteri.it
CONSOLATI ONORARI ED AGENZIE CONSOLARI
BORDEAUX (GIRONDE) - Vice Consolato Onorario
V. Cons. On. Stephane Favreau Felici
Indirizzo: Chambre de Commerce et d’Industrie
Espace Consulaire
17 Place de la Bourse – CS 61274
Bordeaux 33076 Cedex
tel: 0033 6 72 20 87 40
e-mail: stephane.felici@wanadoo.fr

Pag. 4 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

LOURDES (HAUTES-PYRE'NE'ES) - Consolato Onorario


V. Cons. On. Franco Santi
Indirizzo: Hotel de Biarritz 7 place Jeanne d'Arc 65100 Lourdes
tel: 0033 5 62 42 10 14 - Fax: 0033 5 62 42 10 14
cell: 0033 6 88 54 71 98
e-mail: francosanti@wanadoo.fr

TOLONE – Agenzia Consolare Onoraria


Sig.ra Marie Insalaco-Manta – Agente consolare onorario
391, Avenue des Routes
tel/fax 0033 4.94.89.60.01

4. NUMERI DI EMERGENZA

Numero unico di emergenza: 112


Polizia: 17
Ambulanza: 15 (SAMU – Mezzo di soccorso con medico)
Vigili del fuoco: 18

Per consulenza e assistenza, in caso di necessità, è possibile contattare anche i numeri di


reperibilità dell’Ambasciata e del Consolato. Si sottolinea però che in caso di minaccia
imminente (per esempio, minaccia di aggressione), gli unici organi preposti all’intervento sono
quelli locali.
Centrale operativa di assistenza assicurazione (h24 / 24): 0039- 06 42115575
Unità di Crisi della Farnesina: In caso di comprovata emergenza relativa a connazionali in contesti
di rischio (disastri naturali, atti di terrorismo, fenomeni di pirateria, disordini di natura socio-
politica all’estero) è possibile contattare l’Unità di Crisi al numero 06.36225 attivo H24 o scrivere
all’indirizzo email: unita.crisi@esteri.it
Funzioni aziendali di gestione dell’emergenza:
In caso di emergenza informare l’azienda tramite il proprio Responsabile diretto/Preposto o
referente HR.

Pag. 5 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

5. INFORMAZIONI UTILI NEL PAESE

Douane française
Service public

Pag. 6 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

Per mitigare i rischi che seguono è fondamentale rispettare con precisione e attenzione costante
le procedure di sicurezza elencate al capitolo “RIEPILOGO MISURE DI MITIGAZIONE DEI RISCHI”,
nonché applicare i consigli riportati rispetto a ogni tipologia di rischio. Eventuali deroghe
dovranno essere previamente autorizzate dall’Azienda.

RISCHI PAESE E VALUTAZIONE DEI RISCHI

COMPARAZIONE TASSI DI MORTALITA’ SU 100.000 ABITANTI (dati aggiornati al 2017)

Italia Francia

Incidenti automobilistici mortali 4,72 4,86

Cadute dall’alto 2,52 4,55

Violenza 0,84 092

HIV / AIDS 1,24 O,61

NB: Il presente documento non comprende la valutazione delle aree relative ai territori
d’oltremare della Francia.

1. TERRORISMO

Dal 2015 ad oggi la Francia ha sventato circa 60 attacchi terroristici. Le ultime operazioni, in tal
senso, risalgono al novembre del 2019. Periodicamente vengono effettuate esercitazioni di
gestione delle crisi che coinvolgono forze di sicurezza, servizi di emergenza e polizia in aree
potenzialmente a rischio. Nel caso vi si venga coinvolti in tali esercitazioni, non è il caso di
spaventarsi, bensì vanno seguite le istruzioni delle autorità locali. La polizia e i militari francesi
pattugliano regolarmente gli spazi pubblici. E’ possibile, pertanto, essere sottoposti a ispezioni di
sicurezza. Lo stato di emergenza decretato dal Governo francese a seguito degli attentati di Parigi
del 13 novembre 2015 è stato revocato. Tuttavia rimane ancora un rischio concreto di attentati.
Negli ultimi anni, si sono verificati i seguenti attacchi:
o L’11 dicembre 2018, un attacco con arma da fuoco e con un coltello ha causato morti e
feriti nel centro di Strasburgo.
o Il 12 maggio 2018, nel centro di Parigi, un attentatore ha ferito diverse persone con un
coltello, delle quali una mortalmente.
o Il 23 marzo 2018 a Carcassonne (Aude), un attentatore ha sparato su passanti e ha preso
ostaggi in un supermercato a Trèbes (Aude). Diverse persone sono state uccise o ferite.

Pag. 7 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

o Il 6 giugno 2017 un aggressore con martello è stato abbattuto dalla polizia fuori dalla
cattedrale di Notre-Dame, dopo che costui aveva aggredito un poliziotto. Nel mese di
ottobre dello stesso anno, due donne sono state uccise a coltellate da un terrorista nella
stazione ferroviaria di Marsiglia.
o Il 20 aprile 2017, nel centro di Parigi, un poliziotto è stato ucciso da un colpo d’arma da
fuoco e altre tre persone sono rimaste ferite. Il 3 febbraio 2017, un soldato è stato ferito
durante un attacco con arma da taglio.
o Il 3 febbraio 2017, l’attacco con un martello a un soldato all’interno del complesso del
museo del Louvre, ha causato il ferimento del militare. L’aggressore è stato arrestato.
o Nella notte del 14 luglio 2016 un attentatore alla guida di un camion ha investito una folla
di persone a Nizza. Più di 80 persone sono rimaste uccise e oltre 300 sono state ferite.
Sempre in luglio, due “lupi solitari” hanno ucciso un prete e ne hanno ferito un altro in una
chiesa in Normandia. Nel mese di settembre dello stesso anno, invece, è stato sventato un
attacco con autobomba alla cattedrale di Notre Dame di Parigi.
o Il 13 novembre 2015, una serie di attacchi multipli in Parigi, ha causato la morte di circa
130 persone e il ferimento di almeno altre 380.
o Il 7 gennaio 2015, alcuni terroristi hanno attaccato la sede della testata giornalistica Charlie
Hebdo uccidendo svariate persone.
E’ necessario prestare costantemente attenzione e, soprattutto, in occasione di ricorrenze,
festività e particolari periodi dell’anno che potrebbero avere un significativo valore
propagandistico (per esempio quello delle ferie estive). Si raccomanda, in particolare, di evitare,
qualora ragionevolmente possibile, di permanere presso luoghi / soggetti dotati di valore
simbolico, quali, a titolo esemplificativo:
o aeroporti
o stazioni ferroviarie
o metropolitane
o grandi centri commerciali
o monumenti ed edifici monumentali
o edifici governativi
o mercati
o stadi calcistici
o pattuglie delle forze di sicurezza
o chiese

Pag. 8 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

o qualunque luogo ad elevata frequentazione (per esempio: piazze e vie particolarmente


affollate, locali d’intrattenimento particolarmente attrattivi e di forte richiamo, festival,
eventi sportivi, commemorazioni internazionali, vertici politici, manifestazioni pubbliche,
comizi, ecc.).
In Francia, e specialmente in Corsica, continuano ad essere presenti sostenitori del gruppo
terroristico ETA, per quanto l’attività armata degli indipendentisti risulti ufficialmente cessata
dall’anno 2014.
In Corsica attentati contro le strutture statali e le case di villeggiatura continuano a causare danni
materiali.
Per mitigare i rischi sopra descritti, oltre che rispettare scrupolosamente le misure di mitigazione
riportate più sotto si raccomanda di:

o Evitare di stazionare al di fuori della zona di sicurezza in aeroporto.


o Utilizzare quotidianamente i media locali e internazionali per mantenersi informati sulla
situazione in loco.
o Consultare settimanalmente il sito del Secrétariat général de la défense et de la sécurité
nationale (SGDSN), per restare aggiornati sull’evoluzione della minaccia terroristica in
Francia e dei potenziali contesti maggiormente a rischio.

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Terrorismo INTOLLERABILE

(3 x 4 = 12)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Alloggiamenti: di adeguata qualità e secondo le policy aziendali. TOLLERABILE


Registrazione sul sito (2 x 3 = 6)
https://www.dovesiamonelmondo.it/public/perchilavora +
Scaricamento dell’App di Viaggiare Sicuri sul cellulare aziendale al seguente
sito: https://www.dovesiamonelmondo.it/public/smartphone.
Comunicazione dei dati del personale viaggiante all’Ambasciata locale.

Formazione e informazione.

Pag. 9 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

2. PROTESTE VIOLENTE, SOMMOSSE E TENTATIVI DI COLPO DI STATO

Le tensioni sociali negli ultimi mesi hanno assunto una dimensione crescente. Benché tali eventi
siano attualmente meno intensi, durante le manifestazioni, che si verificano generalmente il
sabato, possono ancora verificarsi incidenti e scontri anche molto violenti con la polizia. Occasioni
di pericolo possono altresì determinarsi in ragione delle tensioni sociali che periodicamente
sfociano in scontri con la polizia, nelle periferie di tutti i grandi agglomerati urbani. E’ inoltre
possibile che tali tensioni vengano aggravate dalla pandemia e dagli esiti del lockdown.
Pertanto, si raccomanda di:
o Evitare le manifestazioni pubbliche e i grandi assembramenti di persone, perché
potrebbero verificarsi atti violenti. Qualora ciò sia indispensabile per esigenze lavorative
informare previamente l’Azienda e chiederne l’autorizzazione.
o Evitare discussioni con i manifestanti se ci si dovesse imbattere in un blocco della
circolazione da parte di costoro e, per quanto praticabile, allontanarsi il prima possibile dal
luogo in cui si è rimasti bloccati.
o Consultare quotidianamente fonti locali e internazionali per mantenersi informati sulla
situazione in loco e, in particolare:
Radio France Info
Ambasciata USA in Francia – avvisi di sicurezza
Calendario scioperi

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Disordini sociali, sommosse o colpi di stato INTOLLERABILE


(3 x 3 = 9)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Registrazione sul sito TRASCURABILE


https://www.dovesiamonelmondo.it/public/perchilavora +
(1 x 2 = 2)
Scaricamento dell’App di Viaggiare Sicuri sul cellulare aziendale al seguente
sito: https://www.dovesiamonelmondo.it/public/smartphone.

Comunicazione dei dati del personale viaggiante all’Ambasciata locale.

Pag. 10 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

Formazione e informazione.

Monitoraggio specialistico della trasferta.

3. CRIMINE

A seguito della fine del lockdown, è prevedibile un aumento del livello di rischio di aggressioni
occasionali dovute al degenerare di discussioni, così come un aumento di quelle da parte di
persone in stato di disagio mentale. E’ fondamentale, in questo contesto, evitare occasioni di
scontro e, nel caso ci si venga a trovare in una situazione a rischio, mantenersi calmi e cortesi e
allontanarsi il prima possibile. E’ altresì possibile un aumento di furti e rapine “per necessità” da
parte dei nuovi poveri generati dalla pandemia. Si ricorda che in tali contesti tentare di reagire è
ancora più pericoloso che farlo con soggetti “del mestiere” e si raccomanda, pertanto, di non farlo.
La microcriminalità è diffusa, si registrano furti, borseggi e furti d’auto con scasso a danno di
stranieri, in particolare nelle aree urbane di Parigi, Marsiglia, Montpellier, Lione e in Costa Azzurra
(numerose, a Nizza, le denunce per piccoli furti effettuati da delinquenti in moto che, accostandosi
ai turisti o alle autovetture in sosta ai semafori, scippano borse o valori). I luoghi preferiti sono:
musei, zone turistiche / monumentali, stazioni ferroviarie, aeroporti e metropolitane Si suggerisce,
in particolare, di non portare sulle spalle, ma sul torace, eventuali zainetti e di riporre eventuali
oggetti di valore (portafogli e cellulari) negli scomparti interni degli stessi. Con riguardo ad Ajaccio
e Bastia vengono riportati numerosi furti d’auto e di motociclette, nonché di altri effetti personali
lasciati incustoditi. In particolare, si ricorda che, nelle grandi città la criminalità può variare
notevolmente da un quartiere all'altro. E’ pertanto necessario informarsi presso partner d'affari o
la reception dell’albergo sull'esistenza di quartieri da evitare o in cui è necessario essere
particolarmente prudenti. Si consiglia inoltre di prestare particolare cautela durante i viaggi in
treno di notte. Si sono verificati casi in cui gli occupanti di vagoni letto sono stati addormentati con
sonniferi e derubati. Va altresì prestata particolare attenzione nelle stazioni dei treni e sui mezzi
pubblici (tra cui la metropolitana). Una tecnica molto comune di borseggio, è quella operata da
due complici: il primo distrae la vittima con una scusa, mentre il secondo lo borseggia. Sono altresì
riportati, ma con minore frequenza, episodi di rapine violente e di aggressioni. Queste accadono,
tendenzialmente, ma non esclusivamente, con il buio. In particolare, si sono verificati episodi di
reazioni violente nei confronti di soggetti che sottoposti a un tentativo di truffa, furto o rapina
hanno tentato di reagire. Sono particolarmente a rischio la linea B della RER che collega
l’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi e quello di Orly, nonché la stazione ferroviaria di Parigi
(Gare du Nord ). E’ altresì a rischio la linea D della RER che collega lo Stadio di Francia, nonché la
linea 1 della metropolitana. Inoltre, sulle autostrade e nelle stazioni di servizio, può capitare di
incappare in soggetti che si fingono in panne o comunque chiedono aiuto per poi derubare
dell’auto il malcapitato che vorrebbe prestare soccorso. E’ opportuno, pertanto, se si nota un
veicolo in panne o se si riceve una richiesta di aiuto, non fermarsi ma avvisare immediatamente la
polizia perché intervenga. In altri casi, malintenzionati, sostengono di avere riportato dei danni al

Pag. 11 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

loro veicolo a seguito di una collisione con quello della vittima (truffa dello specchietto) e
pretendono un risarcimento sul posto. In tali evenienze è raccomandabile restare calmi e cortesi e
richiedere l’intervento della polizia per l’accertamento dei fatti. Assolutamente sconsigliato
pernottare in auto principalmente per il rischio di subire furti durante il sonno, ma anche per
prevenire il rischio di aggressioni a scopo sessuale e rapine. Sono stati riportati anche casi di rapine
“smash & grab”, durante le quali, uno o più soggetti in moto, si approcciano al veicolo fermo nel
traffico, rompono il finestrino e afferrano dei beni di valore ivi custoditi. Questi episodi accadono
principalmente in aree depresse economicamente o su strade molto trafficate come quelle per gli
aeroporti. E’ pertanto opportuno non lasciare mai visibili cellulari, laptop o comunque altri oggetti
costosi all’interno del veicolo. Così come è opportuno non lasciare oggetti incustoditi e visibili in
macchina. Viene rilevato il pericolo di utilizzo di droga dello stupro, pertanto, si raccomanda di non
accettare cibo e bevande da sconosciuti e di non lasciare incustoditi alimenti e bevande quando si
è nei locali pubblici per evitare che vengano drogati da persone conosciute occasionalmente. Si
ricorda che la polizia francese ha pubblicato dei consigli che può essere utile consultare.

Si raccomanda inoltre di:

o Prestare particolar attenzione presso i grandi assembramenti di persone, poiché ivi è più
facile che avvengano scippi e borseggi. Il criminale può cercare infatti di sfruttare la massa
di persone per non dare nell’occhio.
o Mantenere un elevato livello di attenzione in ogni momento.
o Utilizzare solamente taxi di compagnie ufficiali e di buona fama.
o Utilizzare quotidianamente i media locali per mantenersi informati sulla situazione locale e
i potenziali luoghi a rischio.
o Mantenere le portiere sempre chiuse con la sicura e i finestrini alzati, durante gli
spostamenti in auto.
o Durante la permanenza nella stanza da letto, tenere chiusa a chiave la porta d’accesso.
o Custodire gli oggetti di valore esclusivamente nelle cassette di sicurezza dell’hotel e non
nella stanza.
o Mantenere un atteggiamento sobrio e discreto, non indossare o ostentare indumenti o
accessori costosi e utilizzare un abbigliamento consono al paese.
o In caso di aggressione a scopo di rapina, non tentare di reagire per non rischiare reazioni
violente.
o Rispettare usi e costumi della popolazione locale. In caso di litigio, restare calmi e cortesi
ed allontanarsi quanto prima possibile.
o Dopo il calar del sole, evitate i posti, i parchi e le strade poco illuminati e, specialmente, le
aree dove vi sia prostituzione e droga (in particolare, il parco Bois de Boulogne).

Pag. 12 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Crimine SIGNIFICATIVO

(3 x 2 = 6)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Alloggiamenti: di adeguata qualità e secondo le policy aziendali. TRASCURABILE


Formazione e informazione. (1 x 2 = 2)
Evitare le aree a rischio riportate nella specifica sezione salvo previa
autorizzazione aziendale.

4. SANITA’

Come si può vedere chiaramente dalla mappa interattiva della Johns Hopkins University la Francia
è uno dei paesi ai primi posti nella classifica mondiale per il numero di contagiati (ufficialmente
dichiarati) del COVID 19. A tale riguardo si sottolinea però che i metodi di calcolo adottati dai vari
paesi e la disponibilità di sistemi di rilevamento dei contagi rendono questi dati e le relative
valutazioni in proposito, estremamente aleatori. Ciò, anche per il forte condizionamento a cui le
informazioni diffuse possono essere state sottoposte per le esigenze economiche e politiche delle
varie nazioni. In ogni caso, l’Azienda ha predisposto un’apposita procedura di sicurezza per
mitigare questo rischio. Tale procedura non è inserita nel presente documento.
Tuttavia, rimandando alla lettura e precisa applicazione della stessa, si raccomanda di:
o Verificare la necessità di sottoporsi ad eventuali quarantene o altre misure restrittive di
prevenzione prima di intraprendere il viaggio (consultare ad esempio il sito
www.viaggiare sicuri.it).
L’assistenza medica è garantita. Le strutture sanitarie locali risultano di ottimo livello. Le
ambulanze sono dotate di attrezzature di supporto vitale e risultano efficienti e celeri.
Nelle aree più disabitate, ovviamente, i soccorsi potrebbero richiedere più tempo per
sopraggiungere, pertanto, si raccomanda di verificarne rispetto alle aree in cui si viaggia e tramite i
propri contatti locali, l’effettiva tempistica di intervento per poter prendere, in caso di necessità, le
opportune precauzioni rispetto alle attività da svolgere.
Si rileva la possibile presenza delle seguenti malattie: Parotite, Epatite A e B, Morbillo, Rosolia,
Tetano, Pertosse, Varicella, Poliomielite, Difterite, Rabbia (pipistrelli), Encefalite da zecca, Covid-19

Pag. 13 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

Stante la possibile presenza della malattia della rabbia è importante comportarsi con prudenza nei
confronti di cani e mammiferi vari (gatti, volpi, ecc.). In particolare, va prestata particolare
attenzione ai pipistrelli.
Qualora si debba fare uso di particolari farmaci salvavita è consigliabile portarsene una scorta
dall’Italia, accompagnata da prescrizione medica. E’ altresì consigliabile verificare previamente con
l’Ambasciata / consolato francese in Italia che non vi siano restrizioni all’importazione di eventuali
prodotti medicinali. In particolare, le medicine stupefacenti e psicotrope che fanno parte di un
trattamento medico, devono essere accompagnate da un certificato medico o una ricetta.
Per ulteriori informazioni in proposito rivolgersi a:
Agence nationale de sécurité du médicament et des produits de santé
Direction de l'évaluation du médicament
143-145 boulevard Anatole France
93285 Saint-Denis
tel. 0033-1.55.87.34.32
Internet: http://ansm.sante.fr/
Per mitigare i rischi sopra descritti, leggere attentamente e seguire quanto riportato in allegato 1,
inoltre:
o Consumare pasti solamente in ristoranti / hotel di adeguata qualità.
o Curare la propria igiene intima.
o Verificare previamente, tramite i propri contatti locali, l’effettiva sussistenza e tempistica di
intervento del servizio di ambulanza, in zone impervie o isolate, per poter prendere, in caso
di necessità, le opportune precauzioni.
o Visto il rischio di contrarre l’encefalite da zecche si raccomanda, di mettere in atto le
precauzioni necessarie alla prevenzione delle punture da parte di questi insetti contenute
in allegato 1.

Malattie presenti, vaccinazioni raccomandate e profilassi comportamentale:


Nessun vaccino obbligatorio.
Prima della partenza verificare la validità dell’antitetanica.

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Malattie SIGNIFICATIVO

(1 x 4= 4)

Pag. 14 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Alloggiamenti: di adeguata qualità e secondo le policy aziendali. TOLLERABILE


Ristoranti: localizzati in hotel di adeguata qualità e secondo le policy aziendali. (1 x 3= 3)
Formazione e informazione.
Assicurazione sanitaria per cure mediche in loco presso strutture private,
nonché rimpatrio.
Registrazione sul sito
https://www.dovesiamonelmondo.it/public/perchilavora +

Scaricamento dell’App di Viaggiare Sicuri sul cellulare aziendale al seguente


sito: https://www.dovesiamonelmondo.it/public/smartphone.

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

COVID 19 INTOLLERABILE

(2 x 4= 8)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Come da protocollo aziendale. TOLLERABILE

(1 x 4= 4)

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Inadeguatezza del soccorso sanitario di emergenza TRASCURABILE

(1 x 2 = 2)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Formazione e informazione. TRASCURABILE

(1 x 2 = 2)

Pag. 15 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Inadeguatezza delle strutture ospedaliere locali TRASCURABILE

(1 x 2 = 2)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Formazione e informazione. TRASCURABILE


Assicurazione sanitaria. (1 x 1 = 1)

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Carenza di medicinali in loco TRASCURABILE

(1 x 2 = 2)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Formazione e informazione. TRASCURABILE

(1 x 1 = 1)

5. CALAMITA’ NATURALI E CONDIZIONI AMBIENTALI E SOCIALI ESTREME

In estate, nel Sud della Francia, specialmente in Corsica e sulla costa del Mediterraneo, esiste il
pericolo di incendi boschivi. Forti piogge possono provocare onde di piena anche in corsi d'acqua
apparentemente inoffensivi in tutto il paese. Durante l’inverno sono possibili abbondanti nevicate.
In alcune zone montuose si rileva il rischio di valanghe. Vi sono alcune aree dove sussiste un
moderato rischio sismico. Prima della partenza, pertanto, sarebbe raccomandabile verificare sulla
mappa sismica mondiale, il livello di rischio dell’area in cui ci si sta muovendo.
Infine si rileva che, sulla Costa Atlantica, le condizioni del mare possono mettere in pericolo anche
nuotatori esperti, è pertanto opportuno informarsi bene con i locali bagnini o comunque con
persone esperte dei luoghi, prima di fare il bagno.
Si raccomanda, prima partire, di verificare la presenza di eventuali avvisi sui seguenti siti:

Pag. 16 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

o Centro di vigilanza metereologica francese (in lingua inglese, francese e tedesca).


o Servizio di vigilanza sul rischio di inondazioni
o Servizio di individuazione dei rischi maggiori presenti in ogni specifica area della Francia)
Inoltre, durante il viaggio, il primo sito va consultato giornalmente. Il secondo, sempre
giornalmente, ma solamente se ci si trovi in un’area che sia soggetta al rischio di inondazioni
(questa informazione si rileva dal terzo sito, ossia quello di “individuazione dei rischi maggiori”).
Si segnala inoltre che il sito Meteo France può essere invece utilizzato per ottenere le previsioni
del tempo di più lungo periodo.
Si raccomanda inoltre di informarsi negli alberghi in merito alle procedure si sicurezza in caso di
terremoto e altri eventi cataclismatici (uscite di sicurezza, punto di ritrovo, ecc.).
Nel periodo estivo vanno prese precauzioni per evitare i rischi di disidratazione. In particolare, è
raccomandato di mantenersi adeguatamente idratati. A tale riguardo, si ricorda che ci sono due
modi semplici per valutare il proprio livello di idratazione: la sensazione di sete e il colore
dell’urina. Se non ci si sente assetati e l’urina è di colore giallo chiaro e trasparente, l’organismo è
ben idratato. Altrimenti, è opportuno bere acqua per ripristinare i liquidi persi. In caso di
necessità, e previo parere medico, è possibile utilizzare anche integratori salini. Nel paese
sussistono quote superiori ai 2500 metri sopra il livello del mare. Per lavorarvi, si consiglia un
previo consulto medico che stabilisca le idonee precauzioni da attuare.
Secondo i dati provenienti dalla World Health Organization, in Francia sussiste un tasso medio di
inquinamento del 12%, mentre in Italia esso è del 16%. Nelle grandi città, tuttavia lo smog può
raggiunger punte più elevate e provocare infezioni di tipo respiratorio, bruciori agli occhi,
emicranie e stati di nausea. Vanno pertanto applicati in maniera precisa i consigli previsti in
allegato 1, in merito alla protezione dall’inquinamento che, nelle grandi città, va monitorato
giornalmente sul sito: http://aqicn.org/city/all/.
L'industria del turismo è generalmente regolamentata e le norme relative alle migliori pratiche e
alle ispezioni di sicurezza vengono regolarmente applicate. Le aree / attività pericolose sono
normalmente identificate con un'adeguata segnaletica e il personale generalmente risulta
preparato.

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Incendio, terremoto, catastrofi naturali e condizioni ambientali e sociali INTOLLERABILE


estreme.
(3 x 3 = 9)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Pag. 17 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

Alloggiamenti: di adeguata qualità e secondo le policy aziendali. TRASCURABILE


Registrazione sul sito (1 x 2 = 2)
https://www.dovesiamonelmondo.it/public/perchilavora +
Scaricamento dell’App di Viaggiare Sicuri sul cellulare aziendale al seguente
sito: https://www.dovesiamonelmondo.it/public/smartphone.
Formazione e informazione.
Comunicazione dei dati del personale viaggiante all’Ambasciata locale.
Assicurazione sanitaria.
Cappello a tesa larga, occhiali da sole, crema protettiva, integratori salini.

6. VIABILITA’ INTERNA E VETTORI AEREI

Le condizioni generali delle strade risultano buone. Risultano altresì buoni i trasporti pubblici nelle
città principali, mentre risultano meno articolati quelli nelle aree rurali. Sussiste un servizio
ferroviario, sicuro e affidabile. Molte città sono anche servite da frequenti servizi aerei. E’
obbligatorio indossare le cinture di sicurezza, sia per il conducente che per tutti i passeggeri che
occupino un sedile che ne sia dotato. Il conducente ha la responsabilità di assicurarsi che tutti i
passeggeri di meno di 18 anni allaccino le cinture o altri sistemi di ritenuta. L'uso della cintura di
sicurezza è ugualmente obbligatorio negli autobus e nei pullman di peso superiore alle 3,5 t che ne
sono dotati.
Il 1° luglio 2018 è scattata la limitazione a 80 km/h sulle strade dipartimentali e statali a doppio
senso di marcia ed a carreggiata unica (cioè prive di separazione fisica fra i due sensi di marcia). La
stessa deve essere rispettata anche laddove la vecchia indicazione del limite di 90 km/h non è
ancora stata sostituita.
E' obbligatorio, come in Italia, avere a bordo del veicolo un gilet catarifrangente e un triangolo di
segnalazione.
L’uso del telefono durante la guida o in sosta con motore acceso è severamente vietato, anche se
con auricolare. E’ tollerato soltanto con un dispositivo in viva voce Blue Tooth. Il tasso alcolemico
consentito è di 0,05% salvo per i conducenti di autobus e autocarri per i quali è di 0,02%. È
obbligatorio avere a disposizione nel veicolo un etilometro monouso.
In varie città sono state istituite zone a traffico limitato in cui i veicoli a motore possono entrare
solo se in possesso di un certificato che garantisca basse emissioni. I certificati possono essere
richiesti online.
Informazioni sulle condizioni del traffico possono essere reperite al sito: Le Bison futé.

Pag. 18 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Incidenti durante gli spostamenti interni (esclusi quelli con vettori aerei) INTOLLERABILE

(2 x 4 = 8)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Autoveicoli: provenienti da autonoleggi internazionali o equiparabili e dotati TOLLERABILE


di adeguate caratteristiche di robustezza.
(1 x 3 = 3)
Utilizzo delle cinture di sicurezza sia sulla seduta anteriore che posteriore.
Formazione e informazione.

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Incidenti aerei SIGNIFICATIVO

(1 x 4 = 4)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Vettori aerei: Utilizzo di vettori abilitati al volo nell’UE sia per l’afflusso e il TOLLERABILE
deflusso dal Paese che per gli spostamenti interni.
(1 x 4 = 4)
Formazione e informazione.

7. ANIMALI PERICOLOSI E INSETTI VELENOSI

In Francia sono presenti pesci velenosi, scorpioni, serpenti, api e vespe, nonché ragni, questi
ultimi, anche di grandi dimensioni, tuttavia, nessuno di costoro, risulta potenzialmente letale per
l’uomo se non in caso di soggetti allergici. Nell’allegato “Animali pericolosi e insetti velenosi -
Europa” può essere visionato un elenco di animali e insetti considerati tendenzialmente più
pericolosi nel continente. Tuttavia, lo stesso non è esaustivo, pertanto, qualunque insetto o
animale incontrato durante il viaggio, va considerato potenzialmente pericoloso e gestito con un
comportamento prudente. Non può inoltre essere escluso il rischio di incontrare animali portatori

Pag. 19 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

della “rabbia”. Pertanto, in caso di morso da parte di mammiferi, sia selvatici (soprattutto volpi e
tassi, faine, erbivori selvatici) che domestici (cani, gatti, furetti, bovini, equini e ovicaprini) è
fondamentale recarsi immediatamente dal medico informando l’Azienda poiché tale malattia può
avere esiti letali per l’uomo.
In ogni caso, si inserisce, più sotto, un elenco di insetti o rettili che si considera più probabile
incontrare durante un viaggio di lavoro in Francia in un contesto urbano e che potrebbero essere
pericolosi per l’uomo.

Ragno Violino

Il ragno violino, nome scientifico Loxosceles rufescens, è un aracnide molto velenoso,


appartenente alla famiglia Sicariidae, ordine Araneae. Il nome della famiglia di appartenenza
deriva dal latino sicarium che significa sicario, proprio ad indicare la sua pericolosità.
Il ragno violino vive nei cunicoli, nelle fessure degli alberi e sotto ai sassi. Ama il clima mite, per
questo motivo si trova spesso anche nelle abitazioni dove rappresenta un serio pericolo per chi vi
abita. Cantine, soffitte, garage, sgabuzzini, mobili, luoghi bui e poco frequentati in generale. La sua
pericolosità consiste nel fatto che quando si insedia nelle abitazioni può rifugiarsi dentro alle
scarpe, negli abiti, nelle lenzuola e nei mobili.
Non è un ragno aggressivo, quando possibile tenta sempre la fuga. È un animale notturno, il che
rende ancora più difficile incontrarlo di giorno ed essere morsi.
Non sempre il ragno inietta veleno quando morde anzi, si stima che circa il 40 % dei morsi sia a
secco, ovvero senza veleno. Il morso del ragno violino non è doloroso nell’immediato, per cui non
sempre chi viene morso se ne accorge subito. Il dolore è progressivo, accompagnato da altri
sintomi quali eritema, vesciche, alterazione del colore della pelle, ulcerazioni e necrosi.
Nei casi più gravi si verifica il così detto Loxoscelismo che può provocare necrosi molto estese e
cancrena, nonché la morte. In ogni caso, la guarigione avviene quasi sempre spontaneamente ma
molto lentamente, e resta comunque la cicatrice. Qualche volta invece le necrosi devono essere
trattate chirurgicamente, prendendo una parte di tessuto da una parte sana del corpo ed
innestandola nella parte lesionata.

Vipera Berus

Pag. 20 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

Essendo un serpente velenoso piuttosto diffuso, i suoi morsi sono molto comuni, sia agli esseri
umani che agli animali domestici ed al bestiame. Fortunatamente la Vipera berus non è dotata di
un veleno particolarmente potente quindi soltanto raramente i suoi morsi risultano letali.
Le persone più a rischio per l’attacco di un marasso sono i bambini, gli anziani e tutti i soggetti
allergici o con patologie preesistenti.

La Vipera berus non è un serpente aggressivo, morde soltanto se ci si vede costretto. Sono animali
piuttosto schivi e quando identificano un pericolo cercano di nascondersi. Non è un caso che le
persone che sono state morse da questa vipera o l’hanno calpestata per sbaglio o stavano
cercando di prenderla.

Processionaria della quercia

Questo insetto è una falena che appartiene all’ordine dei lepidotteri. La specie è considerata un
parassita infestante che è possibile trovare sulle piante ai margini dei boschi ma anche nelle aree
urbane, ad esempio sugli alberi ai lati delle strade. La processionaria non vive su muri, pietre o
recinti. Contrariamente ai bruchi della processionaria del pino che camminano in perfetta fila
indiana, i bruchi della Thaumetopoea processionea procedono con uno schema particolare. C’è un
capofila, al quale seguono due bruchi che sono a loro volta seguiti da tre bruchi, poi quattro e via
dicendo. La fila può raggiungere una larghezza massima di 20 esemplari. Poi la fila decresce con lo
stesso metodo ordinato, fino a tornare ad un solo bruco che chiude la fila. I peli della
processionaria della quercia contengono una tossina, la taumetopoeina, che provoca diversi
sintomi. Con il contatto diretto questa tossina provoca eruzione papulare, dermatite, prurito,
congiuntivite e febbre. Nel caso in cui la tossina venga inalata, i sintomi sono capogiro, faringite,
vomito, asma e anafilassi. Solitamente i sintomi, anche se sgradevoli, non sono preoccupanti dal
punto di vista medico e passeranno in pochi giorni. L’irritazione e il prurito della pelle causati dal

Pag. 21 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

contatto con questi peli urticanti possono essere eliminati con delle compresse di antistaminico a
base di cetirizina. Tuttavia se si verificano reazioni allergiche gravi è necessario rivolgersi ad un
medico.

Vespa Velutina

La Vespa velutina, conosciuta comunemente come calabrone asiatico o calabrone dalle zampe
gialle, appartiene alla famiglia Vespidae.Questa specie è originaria del sud est asiatico e viene
spesso erroneamente confusa con il più pericoloso calabrone giapponese.La Vespa velutina è
facilmente adattabile. Vive in foreste e boschi, zone rurali ma anche aree urbane. I nidi possono
contenere migliaia di esemplari. Quelli presenti nelle aree abitate sono spesso costruiti sugli alberi
vicino alle case o su diversi supporti artificiali quali balconi, cornicioni e simili.Sebbene il calabrone
asiatico non sia aggressivo con gli esseri umani, attacca in gruppo non appena sente che il suo nido
è minacciato.Le informazioni sui fattori letali o tossici del veleno della Vespa velutina sono
estremamente carenti. Eppure le punture di questi insetti si sono rivelate un grave problema di
salute pubblica in Cina negli ultimi anni.

Squalo spinarolo

Il veleno dello Squalus acanthias non è molto potente e non rappresenta quindi un problema per
gli esseri umani. Tuttavia, in caso di allergia alle tossine del veleno si può però verificare uno shock
anafilattico che è una condizione medica molto pericolosa. I danni maggiori possono invece

Pag. 22 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

procurarli le spine dorsali molto taglienti che lo squalo usa a scopo difensivo. Queste infatti
possono provocare profonde lacerazioni quando esso si inarca per difendersi. Questo pesce è
presente sulle coste del Canada, degli Stati Uniti, del Messico, della Groenlandia, dell’Islanda e
dell’Alaska. È presente anche in Sudafrica, Marocco, Tunisia, Algeria, Libia, Egitto, Siria, Turchia e
Grecia. Più a nord è presente nelle acque dell’Albania, del Montenegro, della Bosnia ed
Erzegovina, dell’Ucraina, della Croazia della Slovenia e dell’Italia. Altri paesi europei interessati
dalla sua presenza sono la Francia, l’Irlanda, la Spagna, il Portogallo, la Germania, la Danimarca, la
Svezia, la Norvegia e la Finlandia. Infine, è presente sulle coste del Cile e dell’Argentina. Lo
troviamo anche in Australia, in Nuova Zelanda, in Cina, in Giappone ed in Russia.

Zecca dei Boschi

Anche se comunemente viene considerata un insetto, in realtà la zecca appartiene alla classe
Arachnida, la stessa di ragni e scorpioni. Il suo habitat è costituito da aree con una buona
vegetazione. È presente in tutta Europa, sia nei boschi di latifoglie che misti. Si trova comunque a
suo agio nelle zone ricche di vegetazione e con microclima umido.
Solitamente le zecche sono attive in primavera ed in autunno, ovvero quando le condizioni
climatiche sono ottimali per loro. In estate ed in inverno invece, quando fa troppo caldo e troppo
freddo, si rifugiano nelle fessure al suolo. Per raggiungere un ospite di cui nutrirsi si posiziona sulle
estremità alte della vegetazione ed attende il passaggio di un potenziale ospite. La sua puntura
generalmente non provoca dolore. La pericolosità della sua puntura dipende dall’eventualità che
la zecca sia infetta. La sua puntura può trasmettere principalmente 2 malattie. La malattia di Lyme,
che è causata da un batterio e la TBE (encefalite da zecca) che è causato da un virus.
Per mitigare i rischi, oltre che rispettare scrupolosamente quanto descritto nell’allegato 1, si
raccomanda di:

o Verificare previamente, nelle varie località in cui ci si trova, se sia stata rilevata la presenza
di animali e insetti pericolosi con persona di fiducia locale. Ciò vale altresì se si vuole fare il
bagno in mare.
o In caso di morso di insetti o animali, anche asintomatico o con sintomi lievi, chiedere
immediatamente un consulto medico e informare l’azienda.
o Qualora ritenuto necessario (per esempio, lavoro in zone disagiate) irrorare
periodicamente l’interno dell’abitacolo dei veicoli con spray insetto repellente e insetticida

Pag. 23 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

per proteggersi da ragni, scorpioni e insetti di vario genere che potrebbero inserirsi
nell’abitacolo.
o Custodire i vestiti negli armadi e le calzature nelle scarpiere per evitare che vi entrino
insetti o rettili. Scuotere energicamente vestiti e scarpe prima di indossarli.

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Animali feroci TRASCURABILE

(1 x 2 = 2)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Alloggiamenti: di adeguata qualità e secondo le policy aziendali. TRASCURABILE


Formazione e informazione (1 x 2 = 2)

PERICOLO SIGNIFICATIVO

Insetti velenosi SIGNIFICATIVO

(2 x 3 = 6)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Autoveicoli: adeguatamente e periodicamente sanificati. TRASCURABILE


Alloggiamenti: di adeguata qualità e secondo le policy aziendali. (1 x 2 = 2)
Formazione e informazione.
Spray insetto repellente

8. MINE E ORDIGNI BELLICI INESPLOSI

Possibile presenza di residuati bellici risalenti alla prima e alla seconda Guerra Mondiale.

Pag. 24 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Mine e ordigni inesplosi (UXO) SIGNIFICATIVO

(1 x 4 = 4)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Formazione e informazione. TOLLERABILE

(1 x 4 = 4)

9. LEGGI LOCALI E CIRCOSTANZE PARTICOLARI

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga: sono previste pene severe per la produzione, il
possesso, l’uso e la cessione, anche a titolo gratuito, di qualsiasi tipo e quantità di stupefacente.
Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori: sono previste pene severe.
In caso di problemi con le Autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di
informare l’Ambasciata o il Consolato competente per territorio per la necessaria assistenza.
In particolare, si raccomanda di portare sempre con sé il passaporto da esibire alla polizia in caso
di fermo. Del passaporto va custodita fotocopia nella valigia o scansione su supporto informatico.
Sussiste il divieto di circolare con indumenti che coprano il volto (Burqa). La violazione viene
sanzionata con una multa.
Non ci sono restrizioni legali sui rapporti tra persone dello stesso sesso.
Si raccomanda di evitare di fotografare appartenenti alle forze di sicurezza locali.

PERICOLO RISCHIO NON


MITIGATO

Detenzione / incarceramento TRASCURABILE

(1 x 2 = 2)

MISURE DI MITIGAZIONE RISCHIO


MITIGATO

Formazione e informazione. TRASCURABILE

Pag. 25 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

(1 x 2 = 2)

10. AREE DA EVITARE (salvo previa autorizzazione aziendale)

Tutti i distretti di “intrattenimento per adulti” quali Pigalle. Negli stessi, infatti, sussiste un maggior
rischio di furti, truffe e aggressioni.

RIEPILOGO VALUTAZIONE DEI RISCHI

A seguito della valutazione del rischio e tenendo in considerazione le misure di mitigazione da


adottare, con riferimento alla specifica trasferta, così come descritta più sopra, i risultati
evidenziano quanto segue:

PERICOLO LIVELLO DI RISCHIO

Terrorismo TOLLERABILE

Disordini sociali, sommosse o colpi di stato TRASCURABILE

Crimine TRASCURABILE

Malattie TOLLERABILE

COVID 19 TOLLERABILE

Inadeguatezza del soccorso sanitario di emergenza TRASCURABILE

Inadeguatezza delle strutture ospedaliere locali TRASCURABILE

Carenza di medicinali in loco TRASCURABILE

Incendio / terremoto, catastrofi naturali e condizioni ambientali e TRASCURABILE


sociali estreme

Incidenti durante gli spostamenti interni (esclusi quelli con vettori TOLLERABILE
aerei)

Incidenti aerei TOLLERABILE

Animali feroci TRASCURABILE

Pag. 26 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

Insetti velenosi TRASCURABILE

Mine e ordigni inesplosi (UXO) TOLLERABILE

Leggi locali e circostanze particolari TRASCURABILE

Pag. 27 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

RIEPILOGO MISURE DI MITIGAZIONE DEL RISCHIO

TIPOLOGIA DESCRIZIONE

Alloggiamenti: di adeguata qualità e secondo le policy aziendali.

Autoveicoli: provenienti da autonoleggi internazionali o equiparabili. Dotati


di adeguate caratteristiche di robustezza.

Vettori aerei:
TECNICHE
Utilizzo di vettori abilitati al volo nell’UE sia per l’afflusso e il deflusso dal
Paese che per gli spostamenti interni.

Ristoranti: localizzati in hotel di adeguata qualità e secondo le policy


aziendali.

Registrazione sul sito


https://www.dovesiamonelmondo.it/public/perchilavora +
Scaricamento dell’App di Viaggiare Sicuri sul cellulare aziendale al seguente
sito: https://www.dovesiamonelmondo.it/public/smartphone.

Comunicazione dei dati del personale viaggiante all’Ambasciata locale.


ORGANIZZATIVE
Formazione e informazione.

Assicurazione sanitaria.

Cellulare di servizio aziendale.

Adeguato mezzo di pagamento secondo policy e prassi aziendali.

Utilizzo delle cinture di sicurezza sia sulla seduta anteriore che posteriore.

Periodica sanificazione e pulizia degli autoveicoli.


PROCEDURALI
Evitare le aree a rischio riportate nella specifica sezione salvo previa
autorizzazione aziendale.

Cappello a tesa larga, occhiali da sole, crema protettiva, integratori salini.

DI PROTEZIONE Spray insetto repellente

Monitoraggio specialistico della trasferta

Pag. 28 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

COMPETENZE E RESPONSABILITA’ NEL PROCESSO ORGANIZZATIVO DELLA TRASFERTA PER


QUANTO RIGUARDA L’APPLICAZIONE E IL CONTROLLO DEL RISPETTO DELLE MISURE DI
MITIGAZIONE DEL RISCHIO

MISURE DI
TEMPISTICA
MITIGAZIONE DEL RESPONSABILE DELL’ATTUAZIONE
D’ADEGUAMENTO
RISCHIO

Lavoratore supportato dal responsabile diretto e


TECNICHE Prima della partenza
dagli enti aziendali preposti

Lavoratore supportato dal responsabile diretto e


ORGANIZZATIVE Prima della partenza
dagli enti aziendali preposti

Lavoratore supportato dal responsabile diretto e


PROCEDURALI Prima della partenza
dagli enti aziendali preposti

Lavoratore supportato dal responsabile diretto e


DI PROTEZIONE Prima della partenza
dagli enti aziendali preposti

GESTIONE DELL’EMERGENZA

1. PROCEDURE DI RICHIESTA SOCCORSI

In caso di emergenza, potranno essere contattati i numeri di emergenza riportati nello specifico
capitolo.
A seguito di ogni emergenza il personale è tenuto a informare tempestivamente l’azienda.
L’assicurazione sanitaria per i viaggi all’estero fornita dall’Azienda, NON gestisce le emergenze.

2. EVACUAZIONE DI EMERGENZA

La stessa viene decisa e gestita dal Governo italiano per il tramite dell’Ambasciata italiana locale.
In tal caso, il personale espatriato dovrà rivolgersi direttamente a quest’ultima per ricevere

Pag. 29 a 30
LIBRETTO DI VIAGGIO

istruzioni / consigli restando presso il luogo in cui è alloggiato, ovvero, presso il luogo di lavoro
ovvero presso località terza indicata dall’Ambasciata.
Il personale dovrà seguire le istruzioni dell’Ambasciata italiana ovvero dell’Ente nazionale
incaricato della gestione dell’evacuazione, e dovrà farlo avendo cura di informare l’Azienda,
tramite il proprio Responsabile diretto/Preposto o referente HR.
Quest’ultima dovrà essere tenuta costantemente informata di ogni novità, tramite il proprio
Responsabile diretto/Preposto o referente HR.

3. ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI DI GESTIONE DELL’EMERGENZA

Datore di Lavoro: Autorizzazioni e decisioni


Preposto: Si interfaccia con il Datore di lavoro per il coordinamento dell’attività
Incaricato aziendale in loco: Gestione dell’emergenza in base alle indicazioni ricevute dall’Azienda.
Durante la trasferta, l’incarico viene assunto automaticamente dal lavoratore di grado più elevato,
con riferimento ai seguenti parametri (da utilizzare in ordine decrescente):

- categoria / qualifica
- mansione
- età anagrafica

Referente locale: Dove presente Collabora con Preposto e incaricato aziendale.


Task force aziendale di gestione della crisi: viene creata in caso di necessità per supportare il
Datore di Lavoro e il Preposto e comprende, normalmente le seguenti funzioni: personale, RSPP,
ufficio viaggi, legale e medico competente.

4. MEZZI DI COMUNICAZIONE IN CASO DI EMERGENZA

I mezzi di comunicazione da utilizzarsi in caso di emergenza sono i seguenti (da provare in ordine
di priorità decrescente):
1. Linea telefonica fissa.
2. Whatsapp (chiamata oppure messaggio scritto o vocale).
3. Skype (chiamata oppure messaggio scritto o vocale).
4. SMS.
5. Mail.

Pag. 30 a 30