Sei sulla pagina 1di 6

Enigma

liste canali e settings-editor

Selezioni di pregio,
accuratamente
ordinate
Abbiamo trattato l’argomento settings svariate volte, sia di satellite che svolgono un imponen-
riferendoci ai ricevitori con firmware custom sia a quelli te lavoro per rimanere al passo con
i repentini cambiamenti che avven-
Enigma-based e l’interesse non accenna a diminuire, anzi, gono lungo la fascia di Clarke. Con
è in continuo aumento e su Internet i file più scaricati sono il termine settings-editor, in ambito
proprio quelli relativi alle liste canali. Un successo dovuto satellitare, s’intendono i programmi
con cui è possibile manipolare i file
in larga misura all’opera incessante dei “settings-men”, contenenti le liste dei canali relativi
ossia di coloro che, con ammirevole costanza, mettono ad un certo ricevitore o ad una stessa
tipologia di ricevitori, mettendo al-
il proprio lavoro a disposizione della comunità: un lavoro
tresì a disposizione funzioni di editing
molto apprezzato sui decoder Enigma, certamente i più dei canali per un ordinamento più
adatti per la loro conformazione hardware consono alle esigenze dell’utente.
In certe situazioni sono comprese
nel programma anche le funzioni di

C
Fulvio Lesca on il termine settings iden- propri computer in quanto a dota- lettura e scrittura tramite LAN.
tifichiamo i file contenenti zione hardware, le liste di “favoriti”
liste di canali destinate a un dei normali ricevitori, limitate per Formato dei
ricevitore digitale e ordinate in modo capienza, sono state sostituite dagli settings in Enigma2
da soddisfare le esigenze dell’utiliz- user bouquets, generabili a piacere
zatore. Se nei ricevitori con firmware e con ampia possibilità di persona- Come accennato sopra, la grossa
custom spesso il file è unico e in for- lizzazione. differenza tra i settings Enigma e gli
mato binario, nei ricevitori Enigma Per fare un esempio, il canale altri è data dal fatto che in Enigma
si tratta di una serie di file di testo da SkySport1 potrà apparire nei bouquet questi sono composti da parecchi
posizionare in specifiche directory del Sport, SKY, Italiani permettendo di files di testo e tutti concorrono, in un
sistema per un funzionamento cor- accedere ad esso da una qualsiasi di modo o nell’altro, al funzionamento
retto: compito solitamente eseguito queste sottoliste: in Internet possia- finale. Vediamo quali sono questi
dal setting-editor. Con l’avvento dei mo poi trovare setting aggiornati, files in Enigma2 con l’aiuto di una
ricevitori Linux embedded, veri e messi a disposizione da appassionati semplice tabella.

82 Eurosat - luglio 2011/222


ultimissime dal pianeta Linux...

questa variazione è recepita in tutte


le liste dove questo stesso canale
File Utilizzo è presente. Senza addentrarsi in
lamedb Contiene l’elenco di tutti i transponder utilizzati (da spiegazioni più approfondite relati-
non confondere con i transponder che si utilizzano vamente alla struttura dati, è facile
per le ricerche da menu del ricevitore) e di tutti i comprendere quali siano i compiti
canali sintonizzati, anche quelli eventualmente non di un editor: il programma, quando
presenti in alcun bouquet viene aperto un file-set di settings,
verifica la coerenza dello stesso, iden-
userbouquets.tv.epl Files che elencano tutti gli user bouquet, radio e tifica la versione di Enigma (1, 2.3
userbouquets.radio.epl TV, presenti nel sistema, con i riferimenti del caso o 2.4) e, in base a questa, stabilisce
quali files processare per crearsi una
userbouquet.xxxxx.tv Files contenenti i riferimenti ai canali che struttura interna al programma che
userbouquet.xxxxx.radio formano i vari user bouquet: all’interno troviamo rispecchi le gerarchie dei settings e
righe relative al titolo del bouquet, agli spazi di su cui poter effettuare le operazioni
separazione e ai canali veri e propri. classiche di editing. Al salvataggio
è possibile convertire in un altro
whithelist & blacklist Files che contengono riferimento ai canali bloccati formato di Enigma rendendo, così,
con codice parentale ancora più flessibile la gestione delle
proprie liste canali.
satellites.xml Contiene l’elenco dei satelliti e dei relativi
transponder utilizzati dal ricevitore durante la
Quali editor
scansione manuale o automatica di un tuner
utilizzare?
satellitare
In Internet possiamo trovare
terrestrial.xml Contiene l’elenco delle locazioni e dei relativi parecchi programmi per la gestione
transponder utilizzati dal ricevitore durante la delle liste, ma i più utilizzati sono i
scansione manuale o automatica di un tuner DTT seguenti: EnigmEdit, DreamBoxEdit
e DreamSet. Naturalmente parliamo
A prima vista non sembra difficile mo appaia soltanto nel primo user di programmi freeware, scaricabili
la gestione di queste informazioni, ma bouquet della lista. I file coinvolti gratuitamente, sviluppati e aggior-
un semplice esempio relativo ai dati e le righe necessarie sono descritte nati, come per i settings, grazie
di un canale all’interno di quanto nella tabella a destra. all’impegno di alcuni appassionati
stabilito in tabella può chiarire im- Chi ha un po’ di confidenza con i di TV e tecnologia satellitare, molto
mediatamente quanto lavoro debba setting e i ricevitori avrà sicuramente conosciuti e apprezzati in rete per
eseguire un editor. Supponiamo di notato come le liste di favoriti con- la costante presenza in siti e forum
prendere in considerazione il canale tengano semplicemente dei puntato-
Italia1, appartenente a HotBird 13° ri ai canali veri e propri, raccolti nel
Est, i cui parametri di sintonizzazione file lamedb: se operiamo un cambio File
sono 11919V-27500-2/3 e supponia- a un canale nella lista principale,
lamedb
Nella sezione transponders troveremo:
00820000:1770:0110
s 11919000:27500000:1:2:130:2:0
/
Mentre nella sezione service avremo:
0001:00820000:1770:0110:1:0
Italia 1
p:Mediaset

userbouquet.ED00.tv
La riga
#NAME Top Italia
da il nome dello user bouquet
Mentre
#SERVICE 1:0:1:1:1770:110:820000:0:0:0:
è il riferimento al nostro canale tramite alcuni dati di
link: la sua posizione nel file rispecchia la posizione
all’interno dello user bouquet

Eurosat - luglio 2011/222 83


Settings On Line
Se l’utilizzo di un settings editor con le sue modalità di caricamento è
troppo complicato o semplicemente si determina un qualsiasi impedimento
al suo impiego, esiste un modo alternativo di conservare le liste canali
sempre aggiornate, semplicemente utilizzando la possibilità dei ricevitori
Linux-embedded di scaricare contenuti da Internet, e più precisamente dai
server messi a disposizione dagli sviluppatori dei diversi firmware. Infatti
negli add-on, tra le varie categorie di contenuti aggiuntivi installabili sul
ricevitore, troviamo quasi sempre i settings e in loro assenza usufruire
di plug-in costruiti su misura, con i quali scaricare le ultime fatiche del
proprio settings-man preferito. Ultima in ordine di tempo l’implementazione
all’interno della Gecko Edition di casa SifTeam di un loader di settings con
cui preservare i bouquet contenenti i canali del Digitale terrestre durante il
caricamento, così da effettuare una sorta di “merge”.

specializzati. Precisiamo che i tre ricevitore non viene mai utilizzata,


programmi sono molto validi e la e due finestre dedicate ai bouquet e
scelta di utilizzarne uno piuttosto ai canali in esso contenuti.
che l’altro è questione di gusti perso- La maggior parte delle operazioni
nali: DreamBoxEdit è il più maturo, effettuate con un editor si svolgono
DreamSet il più veloce, anche se este- su questa schermata principale,
ticamente “bruttino” ed EnigmEdit dove si agisce utilizzando i menu
ha il vantaggio di essere italiano, contestuali che appaiono cliccando
sviluppato e supportato dallo stesso con il tasto destro del mouse su di
autore di questo articolo. una lista per agire sulle fondamen-
Tutti i programmi presentano so- tali operazioni di modifica, copia e
stanzialmente la stessa impronta, nel cancellazione.
tentativo di riproporre la medesima Le operazioni di spostamento
struttura e la disposizione dei canali dei canali sono eseguibili anche
all’interno del ricevitore, ovvero con il drag & drop, ovvero è possi-
una parte dello schermo dedicata bile selezionare i canali interessati,
ai canali presenti nella lista princi- trascinandoli con il mouse verso la
pale, quella che praticamente nel destinazione desiderata.

Sopra lo splash-screen, ovvero la schermata introduttiva,


dei tre settings editor per Enigma maggiormente utilizzati,
mentre l’immagine sotto riporta la schermata con i dettagli
di un canale in DreamBoxEdit

84 Eurosat - luglio 2011/222


liste canali e settings-editor

Menu contestuali di tre settings-editor: si noti come le differenze


siano essenzailmente estetiche mentre le operazioni permesse
sono in pratica le stesse

Contenuti lizzati dal ricevitore per le scansioni.


supplementari A tutto ciò aggiungiamo la gestione
dei profili con cui poter utilizzare
Anche se le operazioni di editing più ricevitori: naturalmente ognuno
sono le più comuni in questa tipolo- degli editor citati ha la capacità di
gia di utility, i settings editor offrono inviare via FTP i settings al ricevitore
molte funzioni avanzate, spesso nate desiderato. In pratica siamo di fronte
da richieste dell’utenza o semplice- a veri e propri piccoli capolavori,
mente sviluppate per facilitare il lavo- curati in modo maniacale con il
ro di chi giornalmente “traffica” con solo scopo di lasciare il segno nel
i settings. Queste funzioni coprono mondo del SAT. Naturalmente quasi
una quantità di esigenze notevole: sempre viene effettuato un controllo
export delle liste in formato testo, sull’esattezza dei dati inseriti così
import da formati diversi da Enigma, come non vengono permesse ope-
comparazione tra liste, editing dei razioni che non siano congrue con
satelliti e dei transponder ed editing il file-set utilizzato.
dei files XML contenenti i dati uti- Anche utilizzando un editor di

Scopriamo le differenze
I settings-editor svolgono funzioni avanzate molto
comode, utilizzate quasi esclusivamente dai settings-
men ma utili a tutti: è il caso della funzione Compare,
nella foto la funzione relativa a EnigmEdit. Grazie
a questa possiamo confrontare il file su cui si sta
lavorando con un qualunque altro file presente sul
nostro hard disk oppure con i settings presenti sul
ricevitore.
Le differenze appariranno in colori diversi a seconda
del fatto che, come indicato nella legenda, il canale
della lista secondario sia o meno presente, oppure sia
presente ma con dati diversi o addirittura non esista:
marcando i canali che ci interessano, è possibile,
Funzione avanzata di comparazione di settings in Enigmedit: con un semplice click, apportare le modifiche al
molto utile specialmente per il lavoro dei settingsmen, file originario. Con DreamSet è possibile operare il
che necessitano di verificare le variazioni tra files confronto anche tra file non aperti nell’editor.

Eurosat - luglio 2011/222 85


Impostazioni
del settings editor
Le impostazioni lato programma sono leggermente più dettagliate,
sia perché gli editor possono essere utilizzati su ricevitori diversi - e
quindi esiste la possibilità di impostare più profili con i quali lavorare
- sia perché devono rispecchiare le personalizzazioni effettuate sul
ricevitore. Fondamentalmente ogni editor permette la creazione di più
profili e la gestione dei dati salienti che riguardano il collegamento
di rete: i più importanti sono IP del ricevitore, utente e password e
directory di salvataggio dei files, quest’ultima spesso impostata in
automatico semplicemente scegliendo la tipologia di Enigma utilizzato.
Importante anche il settaggio del tipo di procedura da utilizzare per il
reload dei settings, ossia quale protocollo, Telnet o HTTP, il ricevitore
utilizzerà per ricaricare la lista dei canali inviata dall’editor per rendere
operative le modifiche alle liste: considerato il gran numero di immagini
disponibili per i ricevitori Enigma è sempre meglio procedere a una
prova pratica.

settings vanno tenute a mente alcune interagire con il proprio ricevitore


semplici regole per semplificare la vita: per leggere e scrivere i settings e, in Ricevitore, le operazioni
una volta scelto quale programma alcuni editor, sarà anche possibile da compiere
utilizzare e aver provveduto alla sua inviare alcuni comandi via Telnet.
installazione, la prima operazione da L’invio delle liste canali tramite un
effettuare riguarda il settaggio delle Ricche potenzialità settings-editor richiede la compilazione
opzioni come la lingua da utilizzare e il inespresse dei parametri di rete sul proprio ricevitore:
formato di visualizzazione dei dati. essenzialmente le operazioni da compiere
È consigliabile quindi procedere Le verità assolute nel campo del sono molto semplici se si ha un minimo di
al settaggio del profilo del proprio SAT non esistono, ma utilizzare conoscenza della terminologia utilizzata.
ricevitore inserendo i dati per il un ricevitore Enigma-based senza
collegamento in rete e – dettaglio as- utilizzare settings e settings-editor è DHCP (Dynamic Host Configuration
solutamente importante - il formato un controsenso: se in altre tipologie Protocol): è un protocollo che consente
di Enigma utilizzato: settaggio che di receiver la possibilità di operare ai dispositivi collegati di ricevere in modo
imposterà in automatico le directory su liste ordinate di canali può fare automatico dal router la configurazione
di salvataggio dei settings sul rice- la differenza, in Enigma diventa un necessaria per operare direttamente in
vitore e permetterà al programma tutt’uno con la filosofia che governa rete: utilizzando il DHCP l’indirizzo IP sarà
di verificare la correttezza dei dati. i Linux-embeded. variabile e riassegnato ad ogni nuovo
Una volta svolte queste semplici ma Dopotutto possedere un ricevitore collegamento.
importanti operazioni, sarà possibile collegabile in rete e non utilizzare

86 Eurosat - luglio 2011/222


liste canali e settings-editor

le possibilità che questo garantisce, SAT, transponder e canali


significa sottoutilizzare un apparato
potenzialmente in grado di offrire È indispensabile, per una corretta interpretazione dei setting, comprendere qual è il flusso di
soddisfazioni anche al di fuori della dati che porta i canali dal satellite al nostro ricevitore: possiamo aiutarci con l’immagine a lato
visione dei canali televisivi. Quindi, che semplifica al massimo il processo. Da ogni satellite ci arrivano una serie di transponder e
bando alle chiacchiere, e prima ognuno di questi transponder contiene una serie di canali: questo fatto implica che tutti i canali
dell’arrivo in famiglia di un “cuccio- legati a un certo transponder ne ereditino le caratteristiche, frequenza, symbol rate, FEC e
lo” di Enigma cerchiamo di provve- polarità le più importanti e logicamente ereditano anche le caratteristiche del satellite al quale
dere alla sistemazione della nostra il TP appartiene. In pratica il satellite è un contenitore di transponder e i transponder sono
rete locale, anche perché, dopotutto, contenitori di canali e per fare un esempio consideriamo i canali Mediaset: appartengono tutti a
la gestione del wireless permette di uno stesso transponder trasmesso dal satellite Hot Bird situato a 13° Est. Perciò gli elementi in
evitare antiestetici fili che corrono per gioco sono essenzialmente tre: satellite, transponder e canali, ognuno con proprietà specifiche.
la casa e con una perdita irrilevante I principali sono indicati nella tabella qui sotto.
in termini di velocità. Eurosat

Satellite
Nome: ...
Posizione orbitale: ...

Transponder
Satellite di appartenenza: Transponder ID
Frequenza: Original Network ID
Polarità: System (DVB-S, DVB-S2)
FEC: Modulation (QPSK, M8PSK...)
Symbol rate: Pilot e Roll-Off (se DVB-S2)

Canale
Transponder di appartenenza: PIDs (Audio, Video, Pmt)
Tipo (TV,radio,HD,data): ...
Nome: ...
Provider: ...
Service ID: ...

I dati riportati nella tabella sono per forza di cose incompleti. Chi volesse
approfondire ulteriormente lo studio può leggere le specifiche ETSI e
precisamente il documento EN300 468: Specification for Service Information (SI)
on DVB Systems, reperibile anche in rete. È comunque possibile rendersi conto
di quante variabili entrino in gioco in un lavoro come la compilazione dei settings:
non dimentichiamo poi che i canali hanno anche una serie di attributi legati al
ricevitore quali Parental Lock, Skip, appartenenza ai bouquet e molti altri ancora.

Indirizzo IP: è il numero che identifica ricerca di un determinato indirizzo IP specifico è l’IP del router. Nella foto è stato
univocamente un dispositivo collegato della stessa. Mel nostro caso il valore da attivato un indirizzo IP fisso, mentre il router
in rete attraverso lo standard IP (Internet impostare è 255.255.255.0 (192.168.10.1), come solitamente avviene in
Protocol). Questo indirizzo è richiesto se una rete locale casalinga, esegue i compiti
si disattiva la configurazione automatica Gateway: è un dispositivo di rete per di gateway e di DNS.
della rete tramite il protocollo DHCP, veicolare i pacchetti di rete all’esterno della
optando invece per un IP statico, rete locale (LAN). L’hardware che porterà
immutabile allo spegnere del ricevitore. a termine questo compito è solitamente
Questa è la scelta migliore perché il un router: nelle reti più semplici è presente
l’editor memorizza gli IP dei sistemi un solo gateway che inoltra tutto il traffico
utilizzati e se questi non fossero fissi diretto all’esterno verso la rete Internet.
andrebbero sempre editati ad ogni Anche in questo caso si tratta dell’indirizzo
impiego. del router.
DNS (Domain Name System): è un servizio
NetMask: è il metodo utilizzato per utilizzato per la risoluzione di nomi di
definire il campio di appartenenza di host in indirizzi IP e viceversa. Il servizio è
un host all’interno di una rete IP al fine realizzato tramite un database distribuito,
di ridurre il traffico di rete e facilitare la costituito dai server DNS. Nel nostro caso

Eurosat - luglio 2011/222 87