Sei sulla pagina 1di 2

Dal dizionario Devoto-Oli (Le Monnier)

energia ‹e·ner·gì·a› s.f. (pl. -gìe)


1. Forza, vigore fisico: riacquistare l’e. (o le e.); colpire con e. ~ estens. Fer
mezza di carattere, decisione, risolutezza: è un uomo privo di e. fig. Forza, effi
cacia: e. di stile ~ al pl. Le forze attive e operanti, le menti più valide e aper
te di una data categoria o di un gruppo sociale: chiamare a raccolta le migliori
e. del paese.
2. Nella filosofia di Aristotele, è l’“atto”, il principio determinante e attuante (cont
rapposto alla materia o principio determinabile e potenziale) ~ Per Leibniz, l’ess
enza della monade, centro dinamico e causa interiore dei suoi mutamenti.
3. In fisica, grandezza che esprime la capacità di un sistema di compiere lavoro e
che, avendo le dimensioni fisiche di quest’ultimo, viene misurata in joule; si pr
esenta in forme diverse, a seconda dello stato in cui si trova il sistema o dell
e sue interazioni con l’ambiente, le quali si trasformano l’una nell’altra rispettando
il principio per cui in un sistema isolato l’energia totale rimane costante (prin
cipio di conservazione dell’e.); può esser dovuta al movimento (e. cinetica), alla p
resenza di un campo di forze conservative (e. potenziale, e. gravitazionale, e.
elastica, e. elettrostatica), all’agitazione termica molecolare (e. termica o calo
re), alle forze di legame negli atomi di una molecola (e. chimica, e. di legame)
, alle interazioni tra le particelle in un nucleo atomico (e. nucleare o atomica
), a radiazioni elettromagnetiche (e. elettromagnetica, e. raggiante, e. luminos
a), alla propagazione di onde sonore (e. sonora), alla presenza di correnti elet
triche (e. elettrica); e. meccanica, risultante dalla somma dell’energia cinetica
e dell’energia potenziale; part.: e. di riposo, in base alla teoria della relativi
tà speciale, l’energia che un corpo possiede in quanto dotato di massa inerziale, ne
l sistema di riferimento in cui è in quiete ~ In termodinamica: e. interna, funzio
ne di stato che esprime il valore dell’energia contenuta in un sistema, e la cui v
ariazione in una trasformazione termodinamica è pari alla differenza tra la quanti
tà di calore scambiata con l’esterno e il lavoro fatto dal sistema verso l’esterno (pr
imo principio della termodinamica) Fonte (o sorgente) di e., qualsiasi sostanza
o fenomeno capace di dar luogo a una liberazione di energia: carbone, petrolio,
elettricità, gas naturali, reazioni nucleari, radiazioni solari (e. solare), acqua
(e. idroelettrica), vento (e. eolica), calore terrestre (e. geotermica) ~ E. al
ternativa, le cui fonti riducono al minimo il rischio d’inquinamento ~ E. azzurra,
il metano.
ETIMO Dal gr. enérgeia ‘forza in azione’ (opposto a dðnamis ‘forza in potenza’)
******
Dal dizionario Garzanti di italiano 2006
energia [e-ner-gì-a] n.f. [pl. -gie]
1 forza dei nervi e dei muscoli, vigore fisico: un uomo nel pieno delle energie
2 fermezza di carattere, vigore spirituale; decisione, risolutezza: parlare, opp
orsi a qualcuno con energia
3 (fis.) grandezza fisica che esprime l’attitudine di un corpo o di un sistema di
corpi a compiere lavoro: energia cinetica, potenziale, elettrica, elastica, mecc
anica, termica, chimica, nucleare
? Dal lat. tardo energia(m), che è dal gr. enérgheia, deriv. di energh¢s ‘attivo, effica
ce’, da érgon ‘opera’
conservazione dell’energia n. principio fondamentale della fisica secondo il quale
, in un sistema isolato, la quantità di energia rimane costante pur degradandosi n
el passaggio da una forma all’altra | energia alternativa n. denominazione corrent
e di ciascuna delle fonti energetiche primarie diverse dal petrolio, dal carbone
, dall’energia nucleare (p.e. l’energia eolica, solare, geotermica) | energia dolce
n. energia prodotta nel rispetto dell’ambiente, ricorrendo a fonti alternative e r
innovabili | energia dura n. energia prodotta con tecnologie tradizionali a cost
i e rischi elevati per l’ambiente, ricorrendo a fonti in progressivo esaurimento
© 2005, De Agostini Scuola S.p.a. - Garzanti Linguistica

******
Dall ecnciclopedia Treccani Online (Treccani.it)
energìa
Nel linguaggio scientifico, attitudine di un sistema a compiere un lavoro (e. di
un sistema). L e., le sue trasformazioni e i suoi meccanismi di produzione cost
ituiscono un punto nodale nello sviluppo tecnico ed economico.
forme di energia
L e. posseduta o liberata da un corpo (o da un sistema di corpi) può essere dovuta
a varie cause: al movimento (e. cinetica), alla posizione (e. potenziale), a de
formazioni (e. elastica), all agitazione termica (e. termica), a reazioni chimic
he (e. chimica) o nucleari (e. nucleare), a una corrente elettrica (e. elettrica
). In ogni caso, l e. ha le dimensioni fisiche del lavoro e si misura nelle sue
unità (joule nel SI, erg nel CGS ecc.). La teoria della relatività ha messo in luce
uno stretto legame fra massa ed e., le quali si possono interpretare come aspett
i diversi di una medesima realtà, essendo tra loro equivalenti (→ relatività).