Sei sulla pagina 1di 2

Anatomia topografica

Macroregione del testa


Regione masseterina: il limite aborale della regione coincide col limite craniale della regione
parotidea. Questo stesso limite coincide col margine della regione della testa (ossia il margine
aborale della branca della mandibola). È coperta dal muscolo massetere, ma i margini sono definiti
da ossa. Il margine dorsale è delineato dal margine ventrale dell'arcata zigomatica. Il margine
ventrale è delimitato dal margine ventrale del corpo della mandibola. Il margine craniale non è
definito da ossa, corrisponde al limite del muscolo massetere, confina con la regione della guancia.
STRATIGRAFIA - cute, sottocute, muscolo pellicciaio (del collo che si continua), fasce, muscolo
massetere (molto spesso e consistente), branca della mandibola, zona di passaggio tra bocca e
faringe + 2 rami del nervo facciale (7° paio di nervi cranici, motori) e il dotto parotideo che
attraversano la regione orizzontalmente al di sopra del muscolo. ! Nei grandi erbivori il dotto
parotideo passa medialmente alla branca della mandibola, non superficiale, e passa poi
nell'incisura dei vasi.

Macroregione del collo: è limitato dalla regione parotidea dorsalmente e dalla regione pre
scapolare ventralmente. Comprende la regione laterale, ventrale e dorsale del collo. La laterale e
la ventrale sono separate dal solco giugulare - stratigrafia. Nella porzione dorsale presenta solo i
muscoli, medialmente vertebre e ventralmente lo spazio viscerale del collo contiene trachea (quasi
superficiale, sotto a muscolo sterno ioideo e sterno tiroideo, esofago, vene giugulari (superficiali)
arterie carotidi (più profonda)
Regione parotidea: fa parte del collo, limite craniale come sopra, . Il limite caudale è una linea
parallela alla precedente che passa per l'estremità laterale dell'ala dell'atlante. Il limite ventrale è
delimitato dalla base del padiglione auricolare.
STRATIGRAFIA cute, sottocute, fasce, muscolo che muove l'orecchio passa verticalmente, nella
parte dorsale si trova la ghiandola parotide (forma di v appiattita e lobulata), sotto il margine
craniale della parotide potrebbe esserci il linfonodo parotideo (incostante nei cani, sempre
presente nel bovino). Nella parte ventrale c'è il triangolo di viborg costituito da due rami venosi
(che confluiscono poi nella vena giugulare esterna nella regione del collo) e dall'angolo della
mandibola. Dentro al triangolo si trova la ghiandola salivare mandibolare (globosa). Intorno al
ramo ventrale della vena, dietro l'angolo della mandibola ci sono tre linfonodi palpabili (NO NEL
CAVALLO, LI HA NEL SOTTOMANDIBOLARE PIÙ AVANTI E MEDIALI E SI FONDONO DIVENTANDO
IMPARI)

Macroregione del dorso


Regione dorso-costale o del dorso propriamente detta e lombare: Sono piene (vertebre e muscoli).
Il margine ventrale è dato dalla Linea immaginaria posta orizzontalmente Dall'angolo caudale della
scapola alla tuberosità dell'anca. Si estendono dalla prima vertebra toracica all'ultima lombare
(tuberosità dell'anca) Il margine tra la dorso-costale e la lombare lo trovo seguendo il corpo
dell'ultima costa.
Regione interscapolare: appartiene alle regioni del dorso, dorsale e mediale rispetto alle regioni
scapolari. Il margine ventrale è dato dal margine dorsale della scapola ( che coincide anche con il
margine dorsale della regione scapolare).
Regione scapolare: il margine è delimitato dai contorni della scapola (o dalla linea anconea
caudalmente, che va dall'olecrano verticalmente fino all'angolo caudale della scapola, seguendo il
margine caudale del tricipite) STRATIGRAFIA (?)

Macroregione dell’addome: stratigrafia - Cute sottocute muscolo obliquo interno ed esterno,


muscolo trasverso dell’addome, peritoneo.
Regione della fossa del fianco: attenzione a limiti e importanza clinica.

Macroregione del torace: stratigrafia - cute, sottocute, muscolo pellicciaio del tronco, fasce,
muscolo obliquo esterno (porzione ventro-caudale) o muscolo gran dorsale (nella porzione cranio-
dorsale) ,costa o muscoli intercostali, fascia endotoracica, pleura.
Regione costale: Si estende dal l'inserzione delle coste sulle vertebre (linea ideale) al corpo
dell'ultima costa e ventralmente dalle porzioni cartilaginee. Cranialmente il torace lo apprezziamo
fino alla linea anconea, il resto è coperto dell'arto toracico

Macroregione dell’arto pelvico


Regione della groppa: è delimitata dorsalmente dalla regione sacrale, e ventralmente può essere
identificata dalla linea che unisce la tuberosità dell'anca, il grande trocantere e la tuberosità
ischiatica
Stratigrafia antero-posteriore del metatarso.