Sei sulla pagina 1di 3

Mirtazapina:

caratteristiche farmacocinetiche

Rassegna dei dati disponibili redatta da Dechra.


Estratto dagli articoli originali scritti
da Valentine S. Williams, DVM, MS, DACVS

Mirataz ®

)
ll controllo della perdita di peso è nella tue mani.
Introduzione Farmacocinetica nei gatti
Mirataz® è il primo e unico medicinale veterinario registrato
con patologia epatica
per indurre l'aumento di peso corporeo nei gatti con ridotto Nei gatti con patologia epatica cui è stata somministrata
appetito e perdita di peso, a causa di patologie croniche. mirtazapina per via orale, l'emivita e il Tmax si sono mostrati
Contiene il principio attivo mirtazapina. prolungati rispetto ai controlli di pari età.4
L'uso della mirtazapina nei gatti non è nuovo. Storicamente, L'AUC non è stata significativamente differente (Figura 3).
la mirtazapina è stata somministrata per via orale nei gatti Si ipotizza che il prolungamento della Tmax sia dovuto alla
utilizzando compresse ad uso umano, con dosaggi derivati scarsa perfusione intestinale e al ridotto assorbimento
dall'estrapolazione dei dati dell'uomo, senza alcun supporto causato dalla patologia epatica. Si ipotizza anche che
farmacocinetico (PK) specifico per il gatto.1 l'emivita sia prolungata a causa del ridotto metabolismo
epatico, come suggerito da studi in vitro con microsomi
Farmacocinetica nei gatti sani epatici.4
La PK della mirtazapina per via orale nei gatti è stata Figura 3 Curva farmacocinetica in gatti di pari età, con e senza epatite,
studiata e suggerisce la somministrazione di dosi inferiori, dopo somministrazione orale di 1.88 mg di mirtazapinad
ma più frequenti. 2-5 In una popolazione aggregata di gatti
1000
sani (n = 22) che hanno ricevuto 1,88 mg di mirtazapina
per via orale, la massima concentrazione plasmatica (Cmax) Gatti con epatite (n=11)
Gatti sani di pari età (n=11)
è stata 55,8 ng/ml. Il tempo impiegato per
raggiungere la massima concentrazione plasmatica (Tmax) 100

Conc. media (ng/mL)


è stato di 1 ora e l'emivita di 11,7 ore2-4 (Figura 1).

Figura 1 Curva farmacocinetica della mirtazapina somministrata in gatti


a 1,88 mg per via orale ( a.b )
10

100

80 1
1 4 24
Conc. media (SD) (ng/ml)

Tempo (in ore)


60 d
Dati riportati per la prima volta da Fitzpatrick RL et al. J Vet Intern Med., 2018; 32: 1951-19574

40
Farmacocinetica di Mirataz®
La mirtazapina transdermica presenta numerose differenze
20
nella PK dei gatti sani, in seguito alla somministrazione di
una singola dose di 2 mg. Rispetto alla mirtazapina orale,
Mirataz® ha un valore inferiore di Cmax, una AUC inferiore e
3
.
0
0 1 24 82 4 48 un Tmax più lungo5 (Figura 4). Nei gatti con malattie renali o
Tempo in ore epatiche, è opportuno limitare il picco di concentrazione
a
c
Numero di gatti campionati: n=5 (0,25 h); n=6 (1,5 ore, 2 ore);
sierica e l'AUC per ridurre al minimo l'esposizione al
n=11 (0,5 ore, 8 ore, 48 ore); n=21(4 ore); n=22 (1 ora, 24 ore). farmaco in quanto il metabolismo e l'eliminazione o la
b
Dati riportati con l'autorizzazione degli autori.3-5 clearance possono essere influenzati dalle alterate funzioni
epatiche e renali anche se l'effetto clinico è comunque
Farmacocinetica nei gatti affetti conservato.
da insufficienza renale cronica Figure 4 Curva farmacocinetica (+SD) dopo singola applicazione topica
Nei gatti affetti da insufficienza renale cronica (CKD) l'emivi- di Mirataz® (0,5 mg/kg)e
ta, la Cmax e la Tmax, di preparati a base di mirtazapina
somministrata per via orale non sono risultati significativa-
Conc. media (SD) di mirtazapina (ng/mL)

mente differenti rispetto ai controlli sani di pari età.3 Tuttavia,


Mirataz® (mirtazapina unguento transdermico) (n=8)
l'area sotto la curva (AUC) è apparsa significativamente
maggiore nei gatti con CKD, indicando un aumento
complessivo dell'esposizione al farmaco (Figura 2).
Sebbene non sia statisticamente significativa, nei gatti con
CKD si è notata una tendenza verso una Cmax più alta, il che
può spiegare l'AUC più elevata. Inoltre, in questo gruppo di
gatti, la clearance renale può essere ridotta, e anche questo
può contribuire ad una maggiore persistenza del farmaco.3

Figura 2 Curva farmacocinetica in gatti di pari età, con e senza CKD,


dopo somministrazione orale di 1.88 mg di mirtazapinac
Tempo in ore
1000 e
Dati riportati per la prima volta da Buhles W et al. J Vet Pharmacol Ther. 2018; 41 (5): 644-6515

Gatti anziani con CKD (n=6)


Gatti anziani senza CKD (n=6)
Mirataz® unguento transdermico, utilizzato secondo le
modalità indicate nel foglietto illustrativo, ha dimostrato di
100 essere ben tollerato nei gatti con sospetta patologia renale,
Conc. media (ng/mL)

senza nessuna differenza nell'incidenza delle reazioni


avverse o reazioni comportamentali rispetto ai soggetti sani.6

10
In sintesi
Mirataz® è indicato per l'aumento del peso corporeo in gatti
con scarso appetito e perdita di peso, come conseguenza di
1
1 24 82 4 48
patologie croniche. È ben tollerato e si è dimostrato capace
Tempo in ore di aumentare il peso dei pazienti in appena 14 giorni.7 I dati
c
Dati riportati per la prima volta da Quimby JM et al. J Vet Intern Med., 2011;25:985-989.
3 3
di PK, rispetto alla somministrazione orale, mostrano che
Mirataz® transdermico determina un picco di concentrazione
sierica inferiore così come una inferiore AUC.
BIBLIOGRAFIA
1. Cahill, C. (2006 ) Mirtazapine as an Antiemetic. Veterinary Forum, 34-36
2. Quimby, J.M., Gustafson, D.L., Samber, B.J. and Lunn, K.F. (2011) Studies on the pharmacokinetics and pharmacodynamics of mirtazapine in healthy
young cats, Journal of Veterinary Pharmacology and Therapeutics, 34(4): 388-396
3. Quimby, J.M., Gustafson, D.L. and Lunn, K.F. (2011) The pharmacokinetics of mirtazapine in cats with chronic kidney disease and in age-matched control
cats, Journal of Veterinary Internal Medicine, 25(5): 985-989
4. Fitzpatrick, R.L., Quimby, J.M., Benson, K.K., et al. (2018) In vivo and in vitro assessment of mirtazapine pharmacokinetics in cats with liver disease,
Journal of Veterinary Internal Medicine, 32(6): 1951-1957
5. Buhles, W., Quimby, J.M., Labelle, D., et al. (2018) Single and multiple dose pharmacokinetics of a novel mirtazapine transdermal ointment in cats, Journal
of Veterinary Pharmacology and Therapeutics, 41(5): 644-651
6. Mason, B., et al. (2019) Double-blind, placebo controlled, randomized study to evaluate the weight gain drug, mirtazapine transdermal ointment, in cats
experiencing unintended weight loss: A post-hoc analysis of cats with suspected renal disease, BSAVA Congress Proceedings 424
7. Poole M., Quimby J., et al. (2019) A double blind, placebo-controlled, randomized study to evaluate the weight gain drug, mirtazapine transdermal
ointment, in cats with unintended weight loss, Journal of Veterinary Pharmacology and Therapeutics, 42(2) : 179-188

Mirataz®
mirtazapina unguento transdermico
INDICAZIONI
Per l’aumento di peso corporeo nei gatti con scarso appetito e calo ponderale derivanti da condizioni mediche croniche.
CONTROINDICAZIONI
Riproduzione, gravidanza, allattamento, età inferiore a 7,5 mesi o peso inferiore a 2 kg, ipersensibilità al principio attivo o ad uno degli eccipienti; gatti
trattati con ciproeptadina, tramadolo o inibitori della monoamminossidasi (IMAO) o trattati con un IMAO nei 14 giorni prima del trattamento.
PRECAUZIONI SPECIALI PER L’IMPIEGO NEGLI ANIMALI
Non applicare sulla pelle danneggiata. In caso di malattia epatica, si possono osservare livelli elevati degli enzimi epatici. La malattia renale può
causare una ridotta clearance della mirtazapina, che può comportare una maggiore esposizione al farmaco. In questi casi speciali, i parametri
biochimici epatici e renali devono essere regolarmente monitorati durante il trattamento. Gli effetti della mirtazapina sulla regolazione del glucosio non
sono stati valutati. Nel caso di impiego nei gatti con diabete mellito, la glicemia deve essere regolarmente monitorata. Se impiegato in gatti ipovolemi-
ci, deve essere attuato un trattamento di supporto (fluidoterapia). È necessario prestare attenzione che altri animali domestici non vengano a contatto
con il sito di applicazione fino a quando non è asciutto.
PRECAUZIONI SPECIALI PER LA PERSONA CHE SOMMINISTRA IL MEDICINALE
Il prodotto può essere assorbito per via cutanea od orale e può provocare sonnolenza o sedazione. Evitare il contatto diretto con il prodotto. Evitare il
contatto con l’animale trattato per le prime 12 ore dopo ogni applicazione giornaliera e fino a quando il sito di applicazione non sia asciutto. Pertanto,
si raccomanda di trattare l’animale alla sera. Per tutta la durata del trattamento, agli animali trattati non deve essere consentito di dormire con i
proprietari, soprattutto se bambini e donne in gravidanza. Dato che le donne in gravidanza sono considerate una popolazione più sensibile, si
raccomanda alle donne in gravidanza o alle donne che cercano una gravidanza di evitare di maneggiare il prodotto e di evitare il contatto con gli
animali trattati durante il periodo di trattamento. Il prodotto può essere nocivo per ingestione. Non lasciare il tubo fuori dal suo contenitore a prova di
bambino, tranne durante la fase di applicazione. I bambini non devono essere presenti durante l’applicazione del trattamento al gatto. Dopo
l’applicazione, il tubo deve essere inserito nel contenitore a prova di bambino, che deve essere chiuso immediatamente. Non mangiare, bere o
fumare durante la manipolazione del medicinale veterinario. Il medicinale veterinario è un sensibilizzante della pelle. Le persone con ipersensibilità nota
alla mirtazapina non devono maneggiare il medicinale veterinario. Questo medicinale veterinario può causare irritazione oculare e cutanea. Evitare il
contatto diretto con bocca e occhi finché le mani non siano state accuratamente lavate. In caso di contatto con gli occhi, sciacquarli accuratamente
con acqua pulita. In caso di contatto con la pelle, lavare accuratamente con acqua calda e sapone. In caso di irritazione cutanea od oculare o in caso
di ingestione accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli l’etichetta.
REAZIONI AVVERSE
Reazione(i) in sede di applicazione (eritema, crosta, residuo, esfoliazione/secchezza, desquamazione, scuotimento della testa, dermatite o irritazione,
alopecia e prurito) e alterazioni comportamentali (aumento della vocalizzazione, iperattività, stato di disorientamento o atassia, letargia/debolezza,
ricerca di attenzione e aggressività) si sono verificate molto comunemente negli studi clinici e di sicurezza. Vomito, poliuria associata a riduzione del
peso specifico dell’urina, aumento dell’azoto ureico ematico (BUN) e disidratazione sono stati comunemente osservati negli studi clinici e di sicurezza.
A seconda della gravità del vomito, della disidratazione o delle alterazioni comportamentali, la somministrazione del prodotto può essere sospesa sulla
base della valutazione rischio/beneficio del veterinario. Questi eventi avversi, comprese le reazioni locali, si sono risolti alla fine del periodo di
trattamento senza alcuna terapia specifica. In rare occasioni, possono verificarsi reazioni di ipersensibilità. In questi casi, il trattamento deve essere
sospeso immediatamente. In caso di ingestione orale, oltre agli effetti sopra citati (tranne le reazioni locali), possono verificarsi raramente salivazione e
tremori.
POSOLOGIA
Il medicinale veterinario si applica per via topica all’interno del padiglione auricolare (superficie interna dell’orecchio) una volta al giorno per 14 giorni,
alla dose di 0,1 g di unguento/gatto (2 mg di mirtazapina/gatto). Ciò corrisponde a una striscia di unguento di 3,8 cm. Alternare l’applicazione
giornaliera tra l’orecchio sinistro e quello destro. Se lo si desidera, la superficie interna dell’orecchio del gatto può essere pulita strofinando con un
fazzolettino o un panno asciutto immediatamente prima della successiva dose programmata. Se si dimentica una dose, applicare il medicinale
veterinario il giorno seguente e riprendere la somministrazione giornaliera.
SOVRADOSAGGIO
I sintomi noti di un sovradosaggio di mirtazapina > 2,5 mg/kg nei gatti includono: vocalizzazione e alterazioni comportamentali, vomito, atassia,
irrequietezza e tremori. In caso di sovradosaggio, all’occorrenza è necessario istituire un trattamento sintomatico/di supporto. In caso di sovradosag-
gio, sono stati notati gli stessi effetti osservati alla dose terapeutica raccomandata ma con un’incidenza più elevata. Un aumento transitorio
dell’alanina transferasi epatica può essere osservato non comunemente e non è associato a segni clinici.
PERIODO DI VALIDITÀ
Periodo di validità del medicinale veterinario confezionato per la vendita: 3 anni. Periodo di validità dopo prima apertura del confezionamento primario:
30 giorni.
MEDICINALE VETERINARIO SOGGETTO A PRESCRIZIONE
Tutte le informazioni su questo medicinale veterinario si trovano sul sito web dell’Agenzia Europea per i Medicinali (http://www.ema.europa.eu/).

© Dechra Veterinary Products


Via Agostino da Montefeltro 2
Tel. +39 0113157437
10134 TORINO-ITALIA
info.it@dechra.com