Sei sulla pagina 1di 2

Immiticide

codifa.it/veterinari/i/immiticide-melarsomina-cloridrato-antielmintici

A cosa serve

Immiticide è un medicinale veterinario a base del principio attivo Melarsomina


Cloridrato, appartenente alla categoria degli Antielmintici e nello specifico Composti
dell'arsenico. E' commercializzato in Italia dall'azienda Boehringer Ingelheim
Animal Health Italia S.p.A..

Immiticide può essere prescritto con Ricetta RNRV - ricetta medica in copia
unica non ripetibile.

Informazioni commerciali sulla prescrizione


Titolare: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Concessionario: Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.
Ricetta: RNRV - ricetta medica in copia unica non ripetibile
Principio attivo: Melarsomina Cloridrato
Gruppo terapeutico: Antielmintici
Forma farmaceutica: flaconi iniettabili

Confezioni
Immiticide im 5 flaconi liof. 50 mg + 5 flaconi 2 ml solv.

Principio Attivo
flacone liof. = dicloridrato di melarsomina (pari a melarsomina 42,75 mg) 50 mg.

Indicazioni
terapia specifica della filariosi cardio-polmonare del cane (FCP) sostenuta da Dirofilaria
immitis, anche nei casi di intolleranza accertata alla tiacetarsamide (TCA).

Posologia

1/2
da somministrare per via im profonda (muscoli lombo-dorsali) adeguando la posologia
alla classe di infestazione: classe 1 filariosi subclinica: 2,5 mg/kg, 2 volte a distanza di 24
ore; classe 2 filariosi moderata: 2,5 mg/kg per 2 volte a distanza di 24 ore; classe 3
filariosi grave: 2,5 mg/kg una volta sola (trattamento parziale), dopo 30-60 gg. controllo
e, a miglioramento sopravvenuto, secondo trattamento completo con melarsomina alla
dose di 2,5 mg/kg per 2 volte a distanza di 24 ore, come classe 2.
Le linee guida AHS (American Heartworm Society) suggeriscono il pretrattamento con
Ronaxan (10 mg/kg, 2 volte al giorno, per un periodo di 4 settimane, prima dell'iniezione
di Immiticide) associato a Cardotek 30 (somministrazione mensile nei due mesi
precedenti l'iniezione di Immiticide) in modo da: ridurre la massa antigenica parassitaria
grazie alla compressione dell'apparato riproduttore delle Filarie di sesso femminile.
Eliminare le larve di D. immitis, che non sono sensibili alla Melarsomina. Ridurre
l'infiammazione polmonare grazie all'eliminazione di Wolbachia. A questo proposito è
stata documentata una significativa riduzione delle complicanze vascolari e parenchimali
polmonari (ispessimento pareti alveolari, infiammazione perivascolare, proliferazione
endoteliale e fenomeni trombo embolici) legate alla morte dei parassiti adulti ed alla
trombizzazione nel letto vascolare polmonare.

Avvertenze
in caso di sovradosaggio è consigliabile l'impiego di dimercaprolo (B.A.L.) (3 mg/kg) IM,
entro 3 ore dal trattamento.

2/2

Potrebbero piacerti anche