Sei sulla pagina 1di 45

DOCUMENTO GRATUITO

Le
preposizioni
italiane

By Francesca Felici e Juana Vélez


@francescafelici_linguist & @italianoalcaffe
ottobre 2020
INDICE

I. Sulle autrici 2

II. Cosa sono le preposizioni? 3

III. Le preposizioni semplici e i loro usi 5

IV. Le preposizioni articolate e i loro usi 26

V. Le difficoltà per gli ispanofoni ed esempi 31

VI. Le difficoltà per i lusofoni ed esempi 38

VII. Bibliografia 44

01
CAPITOLO I

Sulle autrici

Sono Francesca Felici, Sono Juana Vélez, la creatrice


traduttrice e insegnante di Italiano al Caffè, un
d’italiano LS. Il mio interesse progetto che ha come obiettivo
per le lingue straniere risale principale la diffusione della
all’infanzia e questo mi ha lingua e cultura italiane.
portato a vivere a lungo
all’estero. Il lavoro di Sono insegnante d'italiano LS,
traduzione però mi ha fatto Sono laureata in cultura e
scoprire la bellezza lingua italiana per stranieri
dell’italiano che oggi divulgo con percorso didattico.
con entusiasmo e passione.

www.francescafelici.com www.italiano-al-caffe.com
@francescafelici_linguist @italianoalcaffe

02
CAPITOLO II

Cosa sono le preposizioni?

Le preposizioni indicano vari tipi di relazioni tra le parole


che collegano; sono parti invariabili del discorso che,
collegate a un sostantivo, a un pronome, a un avverbio o
a un verbo all'infinito, introducono i complementi
all'interno delle frasi.

Va notato che non sempre ci sono regole riguardanti le


preposizioni, ma in questo documento cercheremo di
darti gli strumenti migliori per impararle.

L’uso di una preposizione in una frase può dare un


significato completamente diverso da un’altra frase
simile con una preposizione diversa, ad esempio: Vengo
da Milano e Vengo a Milano. La sola sostituzione della
preposizione modifica il significato completamente,
tanto da esprimere l’idea contraria.

Le preposizioni non hanno un significato univoco, cioè,


ogni preposizione può avere più di un significato a
seconda della funzione svolta.

03
In questo documento abbiamo cercato di presentarti in
modo semplice tutte le “regole” e gli usi delle
preposizioni semplici e articolate con l’aiuto di alcuni
esempi e abbiamo anche tentato di segnalare le
particolari difficoltà che gli ispanofoni e i lusofoni
trovano durante lo studio di questo argomento.

Ti auguriamo un buono studio!

Francesca e Juana

04
CAPITOLO III

Le preposizioni semplici e i
loro usi

Le preposizioni semplici sono 8:

A - IN - DA - DI - SU - CON - PER - FRA/TRA

Le preposizioni possono avere molte funzioni diverse e


quindi diversi significati. In questo documento abbiamo
deciso di presentarti ogni preposizione con tutte le sue
possibili funzioni.

A
La città/il paesino/il borgo/l’isola piccola dove
qualcuno è o va
Marco va a Firenze
Luca è a Roma
Laura va a Capri
Nicola e Simona sono a San Gimignano
Andrea e Chiara vanno a Venezia

05
Il posto dove qualcuno va o è con i verbi
A
all’infinito
Vado a giocare a calcio
Sono andato a lavorare
Andiamo a vedere un film 
Lui è rimasto a casa a leggere e ad ascoltare
musica
Vado con Marco a ballare in discoteca

Lo spazio che manca per arrivare a un posto


Roma è a 25 Km da qui
Siamo a 5 metri da casa tua
Milano è a 220 Km da qui

Dopo le parole “vicino” e “davanti”


Giovanna è davanti a me
Il cinema è vicino a casa mia

Davanti ai nomi dei giorni festivi o importanti


A Natale vado in Francia
A Pasqua andiamo in vacanza
Cosa fai a Ferragosto?
Saremo tutti insieme a Capodanno

La fine di un periodo di tempo


Il bar apre dalle 12 alle* 14
Le lezioni d’italiano sono dal lunedì al*
venerdì
Ho lezione di francese dalle 3 alle* 5

*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

06
L’età di una persona
A
A 6 anni Mauro è andato a scuola
Ho iniziato a studiare una laurea a 30 anni
A 15 anni ho fatto un viaggio negli Stati
Uniti

L’ora esatta
La lezione inizia alle* 14
Esco da casa alle* 8
Ieri mi sono alzata alle* 6
Il film inizia alle* 8:30

Con alcuni verbi seguiti da un verbo all’infinito,


per indicare il fine si usa preferibilmente la
preposizione A (si può anche usare la
preposizione PER): Essere, restare, rimanere,
mandare, portare, andare, venire, salire,
scendere, uscire, servire
Sono andato al mercato a comprare le mele
Luca è salito in camera a dormire
Sono venuta in Italia a studiare l’italiano
Esco a comprare il giornale
Ieri sono andata in biblioteca a studiare

Con le parole cavallo e piedi


Vado a piedi al lavoro
Vado a cavallo in campagna

*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

07
Spiegare in che modo è qualcosa o qualcuno
A
La casa di Mario è a due piani
Una camicia a fiori (A ha il significato di
“con”, “che ha”)
La tenda a quadri (A ha il significato di
“con”, “che ha”)
Il signore ha la barba alla* Lenin (A ha il
significato di “come”, “con lo stile di”)
Spaghetti alla* bolognese (A con il nome di
piatti tipici ha il significato di “come”, “come
a”)
Penne all’amatriciana* (A con il nome di
piatti tipici ha il significato di “come”, “come
a”)
Torta al* cioccolato (A indica con cosa sono
cucinati i piatti)

Unire due parole per creare una parola nuova


Barca a vela
Barca a motore
Sacco a pelo
Giacca a vento
Macchina a gas

Confrontare 2 cose o persone simili o uguali


Maria è uguale a Claudio
Questo libro è simile a quello
Questa casa è simile alla* mia
Questa storia è simile a un film
Questa maglietta è uguale alla* tua

*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

08
Introduce un complemento di termine:
A
cantare, dare, leggere, portare, regalare, servire,
chiedere, dire, mandare, prendere, ripetere,
spedire, consigliare, domandare, parlare,
preparare, rispondere, spiegare, credere, fare,
pensare, prestare, rubare, telefonare, cucinare,
insegnare, piacere, raccontare, sembrare,
vendere.
Le mamme pensano ai* bambini
I cantanti cantavano ai* passanti
I cani ubbidiscono agli* uomini
Ho dato i soldi ai* poveri
Claudio ha regalato una rosa a Maria
Dopo i seguenti verbi seguiti da un verbo
all’infinito: aiutare, cominciare, continuare,
convincere, costringere, iniziare, invitare,
insegnare, mettersi, obbligare.
Mi metto a lavorare
Aiutare a traslocare
Continuo a leggere
Sono stata costretta a parlare

I nomi della seguente lista dove qualcuno va o


è:
a casa
a letto
a cena
a pranzo
a colazione
a scuola
*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

09
a teatro
A
al* ristorante
al* caffè
al* bar
al* supermercato
al* cinema 
al* parco
all’estero*
al* mare
alla* stazione
all’aeroporto*
al* porto

*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

10
IN
Il posto dove si va o si è quando il luogo è una
località geografica che non è una città. Cioè,
Stato, continente, regione, isola grande
Vado in Francia
Sono in Italia
Abitiamo in America
Siena è in Toscana
Vado nei* Paesi Bassi

Il momento preciso di un fatto, l’anno


Sono nata nel* 1985
Nel* 2010 mio figlio ha compiuto 15 anni
Nel* 1914 scoppiò la Prima Guerra Mondiale
Nel* 2020 non siamo usciti di casa
L’America è stata scoperta nel* 1492

Il periodo di tempo dentro del quale si compie


un’azione,
Il treno arriva in due ore (cioè, il treno ci
mette 2 ore per arrivare)
La luce arriva sulla terra in 8 minuti
L’uomo più veloce corre i 100 metri in 11
secondi
Una barca a vela molto veloce attraversa
l’Atlantico in 5 settimane

*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

11
IN
I nomi della seguente lista dove qualcuno va o
è:
Le parti della casa come:
in casa
in bagno
in sala
in cucina
in giardino
in camera
I mezzi di trasporto (solo con i nomi al
singolare) come:
in autobus
in metropolitana 
in macchina
in moto
in nave
in aereo
Posti che finiscono in -ia come:
in trattoria
in birreria
in macelleria
in salumeria
in panetteria
in discoteca
Altri come: in tenda
in vacanza in piazza
in montagna in negozio 
in campagna in fabbrica
in città in banca
in paese in strada
in barca in ufficio
in ospedale

12
DI
La città da cui si viene, usando il verbo essere
Io sono di Milano
Loro sono di Londra
Lei è di Roma
Noi siamo di Lisbona
Voi siete di Madrid?

Indicare la proprietà di qualcosa


La macchina di Marco è rossa
Il libro di Chiara 
La casa di Gennaro è grande
La tv di Fabio è molto vecchia
Il vestito di Marta è bellissimo

Il posto dove qualcuno va o è usando le parole


“qui”, “qua”, “lì” e “la”.
Andiamo di là

Per indicare l’età di una persona


La ragazza di 19 anni è andata all’estero
I bambini di 6 anni devono andare a scuola
Le persone di 50 anni devono farsi cura
della dieta
Non si accettano persone di meno di 18
anni

13
DI
Davanti alle parti del giorno (o si può mettere
solo l’articolo)
Di sera guardo la TV (la sera guardo la TV)
Di mattina faccio esercizio (la mattina
facciamo esercizio)
Di solito, di pomeriggio bevo 2 caffè
Di notte le strade sono vuote
Mi piace camminare di mattina

Per introdurre la causa con espressioni che


indicano lo stato d’animo di una persona
Grido di gioia
Piango di tristezza 
Muoio di freddo
Ha gli occhi rossi di pianto
Sembra verde di rabbia

Indicare l’argomento di cui si parla


Chiara parla molto di politica
Hai comprato il libro di filosofia 
I ragazzi parlano di calcio
Mi piace parlare di musica
L’80% delle donne parla dei* figli

Indicare l’autore di un film, di un romanzo, di


un’opera d’arte
Mi piace molto la musica di Mozart
Questo dipinto è di da Vinci
La musica di Ramazzotti
Mario ha letto molti libri di Umberto Eco
Alla tv c’è un programma di Piero Angela
*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

14
DI
Per indicare la quantità (partitivo) (sempre va la
preposizione articolata*)
Mi dà del* pane, per favore?
Aggiungi dello* zucchero
Vuoi dell’acqua*?
Ho preso del* prosciutto
Ho visto delle* scarpe bellissime

Specificare un oggetto che appartiene a un


gruppo
I mobili della* mia casa sono nuovi
Le costruzioni dell'* impero romano
La casa delle* vacanze
Le case di via Cavour

Verbi che usano la forma Verbo + di + verbo


all’infinito: accorgersi, credere, ammettere,
essere convinto, parere, ritenere, decidere,
essere sicuro, pensare, sapere, aspettare, dire,
fingere, premettere, scegliere, attendere,
dispiacersi, finire, prevedere, scoprire, capire,
escludere, negare, richiedere, chiedere, essere
certo, ottenere, riconoscere.
Tu pensi di essere bello?
Ho deciso di andare in vacanza in Italia
Sono sicuro di conoscere lui
Ho sognato di viaggiare per paesi lontani
Mi lamento di lavorare troppo

*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

15
DA
Indicare il posto di partenza o di origine
Vengo da Milano
Veniamo da Londra
Marco Polo veniva da Venezia
Il fiume Nilo nasce dal* lago Vittoria
La patata è arrivata dal* Sud America

Indicare la persona da cui si va o si è: da Marco,


da Giulia, da te, da me, da lui, dal* medico,
dal* meccanico, ecc.
Questa sera dormo da te
Maria va da Paolo a studiare
Vado dal* dentista
Posso venire da te?
Vado dal* farmacista, devo comprare le
medicine
Introdurre il luogo attraverso cui si passa
Federica è passata da Mario
Il Tevere passa da Roma

Per indicare un periodo di tempo che va dal


passato al momento presente
Studio l’italiano da 3 mesi
Roma esiste da più di 2700 anni
Quel programma di tv lo stanno
presentando da più di 3 ore
Da quando abitate a Milano?
*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

16
Per indicare l’inizio di un periodo di tempo
DA
La banca apre dalle* 9 alle 13
Il bar è chiuso dalle* 12 alle 14
L’estate è da luglio a settembre
La banca è aperta dal* lunedì al venerdì
Devo andare in palestra dalle* 3 alle 4
Espressioni che indicano un periodo della vita:
giovane, ragazzo, bambino, vecchio, ecc.
Maria da ragazza mangiava troppo
Da vecchio voglio vivere in campagna
Antonia da piccola stava con la nonna
Marco e Laura da ragazzi vivevano a Firenze
Da giovane giocava a calcio
Introdurre la causa con molte espressioni che
indicano lo stato d’animo
Grido dalla* gioia
Paola muore dalla* paura
Chiara scoppia dal* caldo
Paolo impazzisce dalla* tensione
Laura è rossa dalla* vergogna
Per spiegare in che modo è qualcosa o
qualcuno, con il significato di “con”, “che ha”,
Un ragazzo dai* capelli neri
Mario è un uomo dall’aspetto* elegante
Un signore dal* naso lungo
Federica ha un vestito da vera signora
Un cane bianco dalle* gambe corte
Un bambino dagli* occhi grandi

*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

17
Per indicare il modo di essere e un verbo
DA
all’infinito
Questa è una cena da ricordare (che
bisogna ricordare)
Un vino da bere (che bisogna bere)
Un film da vedere (che bisogna vedere)
Un bambino da amare (che bisogna amare)
Una storia da dimenticare (che bisogna
dimenticare)

Unire due parole per creare una parola nuova


Macchina da corsa
Vestito da sera
Costume da bagno
Cavallo da corsa
Occhiali da sole

Per confrontare due cose o persone diverse


Antonia è diversa da Marta
Il tuo computer è diverso dal* mio
Federica è diversa da tutti i suoi parenti

Creare la forma passiva


Laura è stata punta da un’ape 
Oggi sono stato visitato dal* dottore
Il professore è stato chiamato dal* direttore
Paola e Laura sono state investite da una
macchina
Mattia è stato fermato dalla* polizia

*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

18
SU
Sinonimo di sopra
Giulia è seduta su una panchina
Il bicchiere è sul* tavolo
Il libro è sul* comodino

Per introdurre in alcuni casi particolari, gli


argomenti di cui si parla
Ho letto un libro sulla* storia antica
Abbiamo visto un documentario sulle*
guerre mondiali
Ho letto un libro su Giulio Cesare
All’università seguo un seminario su Dante

*Vedi capitolo IV. Le preposizioni articolate

19
CON
Per indicare il mezzo di trasporto (con i nomi al
singolare e al plurale)
Andiamo con la macchina di Claudio 
Il mare si attraversa con la nave
Fra poco viaggeremo con le astronavi
Vado in ufficio con la moto
Con gli strumenti di lavoro o gli oggetti che
usiamo tutti i giorni 
L’impiegato lavora con il computer
Il banchiere lavora con i soldi
La sarta lavora con la macchina di cucire
Quando non c’è luce si cercano le cose con
la torcia

Indicare le cose e le persone che stanno


insieme
Io abito con Michele
Ieri ho passato la serata con i miei amici
Studio italiano con i miei compagni di
scuola
Sono andata al cinema con il mio fidanzato
Per spiegare il modo di essere di qualcosa o
qualcuno
La casa ha un giardino con fiori e con
piante di tutti i tipi
Oggi sono vestito con una camicia rossa
È una stanza con un letto e con un tavolo

20
PER
Per indicare in alcuni casi il posto dove si è o si
va
Sono seduto per terra

Per indicare il posto dove si va, usando il verbo


partire
Parto per Milano con il treno delle 10
Domani parto per l’Italia

Per indicare un luogo per il quale si passa


Margherita è passata per il fiume Arno

Per indicare per quanto tempo il soggetto


continua a compiere un’azione
Ho abitato a Venezia per 10 anni 
L’aereo deve volare per 8 ore

Indicare il fine di un’azione


Lavoro per vivere
Risparmiamo soldi per viaggiare

Per indicare la causa di un’azione


Mario è a letto per l’influenza
Ho sbagliato per colpa tua

21
PER
Per indicare con precisione il momento di un
fatto
Torno a casa per le 6 (verso le 6)

Introdurre la causa con molte espressioni che


indicano lo stato d'animo
Grido per la gioia

22
TRA/FRA
Tra e fra sono sinonimi, possiamo usarla sia una che
l’altra. Dobbiamo soltanto fare attenzione alla
cacofonia, ai suoni ripetitivi.

Per indicare il posto dove si è o si va


Laura è seduta tra i libri
Il sale è fra le scatole di tonno
Il quadro è tra la porta e la finestra

Per indicare lo spazio che manca per arrivare in


un posto
Fra 10 km arriveremo
Tra 5 minuti arrivo

Per indicare l’inizio di un periodo di tempo


entro il quale si svolge un’azione 
Marco arriverà tra le 5 e le 6
La lezione d’italiano è fra le 6 e le 8
Per indicare dopo quanto tempo avviene
un’azione
Uscirò tra un'ora
Partiremo per l’Italia fra un mese
Tra un mese inizia il corso

23
Adesso facciamo un po’ di pratica?

Esercizio di riepilogo 1: Completa con la preposizione


giusta

Gianna è italiana, ma abita __ Parigi dove lavora,


vicino __ Montmartre. Viaggia molto ___ lavoro.
Domani è __ Roma, poi va __ Firenze per qualche
giorno e solo alla fine della settimana torna __ Parigi.
Che vita! Gianna vive volentieri __ Francia, ma ogni
tanto quando è stanca, si prende una vacanza __
Italia, e va __ Capri, dove ha amici, è così divertente!. I
suoi amici non sono italiani, vengono __ un paese
non lontano __ Amburgo, __ Germania, ma passano
spesso le vacanze __ Italia. Mentre le vacanze __
Lampedusa, __ sua madre, sono sempre rilassanti. Di
solito quando viaggia torna __ Parigi __ Lampedusa è
molto rilassata e pronta a cominciare il lavoro a
pieno ritmo.

Esercizio di riepilogo 2: Scegli la preposizione giusta

Luca viene __ Napoli (di/per/da)


Giacomo va __ Siena (per/a/in)
Maria è __ Firenze (di/per/in)
Grace parte __ Londra (a/per/di)

24
Amin vive __ Nadia (a/con/per)
Mario è __ casa (in/per/di)
Monica abita __ Sorano (a/in/con)
Come andrai a Milano? Andrò __ treno. (in/per/di)
Come vanno a lavoro i tuoi genitori? Generalmente
__ piedi, è vicino (per/tra/a)
Fate tardi? No, arriviamo __ dieci minuti. (fra/con/da)
Dove ci incontriamo? Nella piazzetta __ la chiesa e il
comune. (a/in/tra)
Dov'eri fino a quest'ora? Ero __ Luca (da/di/a)
Di chi è questo libro? È il libro __ Marianna (di/per/da)
Stai uscendo? Si vado a cena __ il mio fidanzato
(in/con/tra)

SOLUZIONI
ES. 1 a / a / per / a / a / a / in / in / a / da / da / in / in / a / da / a / da
ES. 2 da / a / di / per / con / in / a / in / a / fra / tra / da / di / con

25
CAPITOLO IV

Le preposizioni articolate e
i loro usi

Le preposizioni articolate sono la combinazione tra


alcune preposizioni semplici e l’articolo determinativo
della parola cui si riferiscono, con cui formano una sola
parola. Guarda allora gli esempi:

Il nido della rondine

-> la rondine -> il nido di + la rondine -> della rondine

Il gatto è salito sull’albero

-> l’albero -> su + l’albero -> sull’albero

Ho messo le chiavi nel cassetto

-> il cassetto -> in + il cassetto -> nel cassetto

26
È fondamentale, quindi, non avere dubbi sugli articoli
determinativi.

Facciamo il punto sugli articoli determinativi:

Davanti alle parole... Singolare Plurale

maschili che
cominciano per il i
consonante

maschili che
cominciano con: z,
s impura*, gn, ps,
lo gli
pn, x, y

maschili che
cominciano per l' gli
vocale

femminili che
cominciano per la le
consonante

femminili che
cominciano per l' le
vocale

*si chiama s impura la s seguita da un’altra consonante

Esempi: 
la lettera, lo studente, i ragazzi, le farfalle, l’amico,
l’anima, gli scalini

27
Osserva adesso il seguente schema che riporta tutte le
preposizioni articolate:

Preposizioni il lo l' i gli la le

di del dello dell' dei degli della delle


da dal dallo dall' dai dagli dalla dalle
in nel nello nell' nei negli nella nelle
a al allo all' ai agli alla alle
su sul sullo sull' sui sugli sulla sulle

con/per/fra/tra: queste preposizioni non si combinano


con gli articoli

28
Adesso facciamo un po’ di pratica?

Esercizio di riepilogo 1: Scegli la risposta giusta

La coda ___ scoiattolo (del / dello / dei)


Parlare ___ telefono (agli / alle / al)
Andare ___ bar (al / dal / del)
Salire ___ cime (sulla / sulle / sugli)
I nomi ___ animali (dai / agli / degli)
___ alberi cadono le foglie (dagli / sugli / dalle)
Dai questo ___ altri bambini (agli / dagli / sugli)
___ boschi fa fresco (dei / nei / sui)
___ aereo si vede il mare (dall’ / dagli / sugli)
Dai il caffè ___amici (sugli / dalla / agli)

Esercizio di riepilogo 2: Inserisci la preposizione corretta

Io lаvorо ___ bаnсa. Qua|сhе giоrno fa, hо dаto a Rosа, Ia


miа sеgrеtаriа, unа lеttеra importаnte ___ portаrе ___
profеssor Stelluti, un nostro сlientе. II profеssorе è
vеrаmеntе un tipо da prеmiо Nobеl, unа di quеllе
persone molto intеlIigеnti, mа un po’ mattе. Insomma,
Stelluti è unа реrsonа ___ riсordаre. Stelluti, dopo duе
orе mi ha tеlеfonаto. Еrа аrrаbbiаto pеrсhé ___ duе
giorni aspеttavа una lеttеrа ___ un сontrаtto ___ firmаrе
е io non la mаndаvо. Io gIi ho сhiеsto sе еrа pаssаtа ___
lui unа ragazza ___ i раntаloni ___ righе. Lui mi hа
risposto сhе sì, un’impiеgatа ___ nostrа bаnсa еrа ___
suо uffiсio.

29
“Lе hа dаto unа lеttеra ___ delle pаginе аzzurrе?” ho
сhiеsto.
“Cеrto” mi hа risрosto Stelluti “mа io non vogliо pаrlаrе di
quеstа |еttеra, voglio sapеrе pеrсhé non mi mаnda l’аltrа
lеttеrа ___ il сontrаtto ___ firmаrе. Insommа, еra una
tеlеfonаtа ___ inсubo о, sе volеtе, ___ ridеrе. lo ho
spiеgato ___ са|mа сhе lа ragаzza ___ саpеlli lunghi, ___
i pantaloni ___ righе, еrа Rosа е сhе la lеttеra ___ pagine
azzurre еrа proprio lа lеtterа ___ firmarе. Stеlluti allora
mi hа сhiеsto sсusа е mi hа sаlutаto. Dopo due giorni, ho
visto Stelluti ___ un саffè. Еrа vеstito ___ le sсаrpe ____
tеnnis bianсhе, ma le саlze ___ due сoIori divеrsi: unа
саlzа еrа ___ righe giallе е rossе, l’aItra ____ pallini vеrdi.
Il profеssorе stava !еggеndo un Iibro ___ Hеgеl mа
quаndo mi hа visto mi ha sаlutаto е mi hа dеttо сhе
aveva unа lеttеrа ___ darmi. Ha аpеrto lа suа borsа е hа
prеso un lеttеrа di auguri ___ Nаtаlе:
“Ессo”, mi ha dеtto. “Quеstо è il nostro сontrаtto.”
Poi, tutto fеliсе, mi hа offеrto quаlсosа ___ bеre.

SOLUZIONI
ES. 1 dello / al / al / sulle / degli / dagli / agli / nei / dall’ / agli.

ES. 2 in / da / al / da / da / con / da / da / con / a / della / nel / con / con / da / da


/ da / con / dai / con / a/ dalle / da / a / con / da / di / a / a / di / da / di / da.

30
CAPITOLO V

Le difficoltà per gli


ispanofoni ed esempi

Come si è spiegato nell’introduzione, la natura


funzionale propria delle preposizioni italiane fa sì che
esse non abbiano un significato unitario, ma ne
assumano diversi a seconda dei contesti.

Si vedrà come le proposizioni siano uno dei problemi


più seri di apprendimento per gli studenti ispanofoni.

In questo capitolo cercheremo di presentare i problemi


più frequenti degli ispanofoni attraverso dei paragoni tra
le due lingue concentrandoci sulle loro differenze.

Quando la preposizione A in spagnolo cambia


completamente in italiano e:

Introduce un complemento di luogo.


Il prossimo anno ad agosto andremo in
campagna - El próximo año en agosto iremos al
campo
Andiamo in centro - vamos al centro

31
Introduce un complemento di tempo.
Attendo una telefonata per le 8 - espero una
llamada a las 8
Arriverò per le 6 - llegaré a las 6

Introduce un oggetto diretto


Amava suo marito - amaba a su esposo
Ho visto il tuo cane in giardino - he visto a tu
perro en el jardín

Introduce un complemento di modo


È un vestito fatto su misura - es un traje hecho a
medida

Introduce un complemento di specificazione


Sento odore di bruciato - siento olor a quemado
Odora di profumo - huele a perfume

Quando la preposizione A in spagnolo cambia


parzialmente in italiano e:

Introduce un complemento di luogo


torniamo a scuola - regresamos a la escuela

Introduce un complemento di tempo


ci incontriamo a mezzogiorno - nos encontramos
al medio día

Introduce un complemento di comparazione


è uguale a quella di Maria - es igual a la de Maria

32
introduce un oggetto indiretto
Carlo rinunciò alla sua parte dell’eredità - Carlo
renunció a su parte de la herencia

Le preposizioni spagnole HACIA (verso) e HASTA (fino/a,


perfino) possono essere considerate estensioni di A
italiana. HASTA si può considerare traduzione letterale
di A italiana nei complementi di luogo, di tempo e di
modo. HACIA nel complemento di luogo può avere altri
significati.

Si girò verso di lui -  se volvió hacia él


Non guardare indietro - no mires hacia atrás

La preposizione CON in spagnolo si può usare nella


stessa forma che in italiano con alcune eccezioni, per
esempio quando:

Introduce un complemento di modo


Ti aspettiamo a braccia aperte - te esperamos
con los brazos abiertos

Introduce un complemento di causa


Sono contento del mio lavoro - estoy contento
con mi trabajo

Introduce un complemento di strumento 


Chiudi a chiave - cierra con llave

33
La preposizione DE in spagnolo:

"Di" è la preposizione più frequente dell’italiano e anche


la più “elastica" nel senso che esprime un collegamento
fra due elementi della frase. Tale elasticità è ancora più
marcata in spagnolo, dove DE viene usata nei contesti in
cui l’italiano adopera alternativamente "DI", “DA", oltre a
molte altre preposizioni, a seconda del tipo di
complemento.

Quando la preposizione DE in spagnolo cambia


completamente in italiano e:

Introduce complemento di luogo


Esco dalla stanza - salgo del cuarto
Esco di casa - salgo de casa

Introduce complemento di specificazione


Sala da ballo - salón de baile
Lampada a petrolio - lámpara de petróleo

Introduce complemento di materia


Statua di/in bronzo - estatua de bronze

Introduce complemento di argomento


Che si dice su di me? - ¿qué se dice de mí?

Introduce complemento di causa


Qui si muore di freddo - aquí se muere de frío

34
Introduce complemento di modo
Vivere da gran signore -  vivir de gran señor
Essere in lutto/in borghese - estar de luto/de civil
Sapere a memoria - saber de memoria

Introduce complemento di fine


Andare a caccia/a fare la spesa -  ir de caza/ir de
compras

Introduce complemento di tempo


Senatore a vita - senador de por vida

Introduce complemento di relazione


Dipende da te - depende de ti

Introduce complemento di comparazione


È un uomo diverso da quello che ho visto qualche
anno fa - es un hombre diferente del que conocí
hace algunos años

Introduce complemento di distribuzione


Uno su dieci abbandona - uno de cada diez
abandona

Altre differenze:
de pronto - all’improvviso 
cerca de - vicino a
acerca de - su + articolo
detrás/atrás - indietro/dietro
alrededor - intorno

35
Le preposizioni PARA e POR in spagnolo

Molte relazioni che in italiano sono codificate


uniformemente dalla preposizione "per" in spagnolo si
trovano espresse ora con POR, ora con PARA.

Più importanti sono i casi in cui POR e PARA non


trovano in italiano corrispondenze uguali con “per". 

Introduce complemento di agente


Fu morso da un cane - fue mordido por un perro

Introduce complemento di causa efficiente


Era molto stanco dal viaggio - estaba muy
cansado por el viaje

Introduce complemento di luogo


Passa da me - pasa por mi casa

Introduce complemento di locuzione preposizionale


Da nessuna parte - por ningún lado

Introduce complemento di beneficio


Brindiamo alla sua salute - brindemos por/a su
salud

Introduce complemento di causa


Grazie di tutto - gracias por todo

36
Introduce complemento di tempo
Ci vediamo in serata - nos vemos por la tarde

Introduce complemento di luogo


Mi affacciai dalla/alla finestra - me asomé por la
ventana

Introduce complemento di mezzo


Parlava al telefono - hablaba por telefono

Introduce complemento di sostituzione


Lo cambio con uno migliore - lo cambio por uno
mejor

Introduce complemento di fine


questo non serve a nulla - esto no sirve para
nada

Introduce costruzioni con infinito


scelgo i dischi da ascoltare - escojo los discos
para escuchar

37
CAPITOLO VI

Le difficoltà per i lusofoni


ed esempi

Gli errori degli studenti brasiliani sono dovuti a quattro


motivi principali: 

1. in portoghese non esiste la preposizione DA; 


2. in italiano esiste solo la preposizione PER mentre in
portoghese esistono due preposizioni: para e por;
3. molti verbi reggono preposizioni diverse;
4. uso improprio delle proposizioni EM (in) e DE (di)
nel linguaggio colloquiale.

Le preposizioni DA
In portoghese la preposizione DE traduce sia la
preposizione DI (possesso) che la preposizione DA
(provenienza):

Il libro è di Paolo = O livro è de Paolo 


    (il libro è posseduto da Paolo)
Io arrivo da Roma = Chego de Roma 
     (il mio luogo di provenienza è Roma)

38
Esiste poi l’ulteriore difficoltà dell’uso di DA come
preposizione di tempo:

Studio l’italiano da 2 anni = Estudo italiano há/faz 2


anos (si tratta di una prospettiva temporale, indica il
momento in cui ho cominciato a studiare l’italiano).

Pensiamo anche a espressioni come sala da pranzo che


in portoghese diventa sala de jantar.

Le preposizioni PER
In portoghese POR si usa per esprimere una causa, la
ragione di un’azione oppure quando significa “a favore
di” mentre PARA si usa per indicare una finalità, un
destinatario oppure quando significa “con lo scopo di”:

Engordou por falta de exercicio = È ingrassato per


mancanza di movimento
Votei pelo candidato democratico = Ho votato per il
candidato democratico
A taça è para tomarmos um vinho = Il calice è per
bere il vino.
A carta é para meu tio = La lettera è per mio zio.
Para fazer a torta, precisa comprar os ovos = Per
fare la torta bisogna comprare le uova

39
Un altro errore costante degli studenti lusofoni
(praticamente il 100% dei miei studenti brasiliani!) è
l’uso della preposizione PER al posto di DA nei casi in
cui si vuole indicare l’agente quando il verbo è nella
forma passiva:

Il ladro è stato arrestato per la polizia 


invece di 
Il ladro è stato arrestato dalla polizia.

Verbi che reggono preposizioni diverse

Ecco qualche esempio, ma i casi sono numerosissimi:

pensare a pensar em
partecipare a partecipar de
ringraziare + compl.ogg. agradecer a
telefonare a ligar para

Lingua colloquiale

In Brasile si tende a usare le preposizioni EM e DE anche


quando la lingua portoghese richiederebbe l’uso di
preposizioni diverse:

Vou na escola O quadro na parede


invece di invece di
Vou à escola O quadro sobre a parede

Vado a scuola Il quadro sulla parete

40
E inoltre...

Le preposizioni di tempo:

Le preposizioni di tempo FRA / FA / DA sono anche


fonte di confusione che cerco di chiarire qui di seguito:

Fra un anno vivrò a Roma 


(futuro: adesso non vivo a Roma)
Vivo a Roma da un anno 
(un’azione cominciata nel passato che continua
nel presente: un anno fa ho cominciato a vivere a
Roma e ancora ci vivo) 
Ho vissuto a Roma 5 anni fa. 
(Ho vissuto a Roma ma da 5 anni non ci vivo più)

Le preposizioni articolate:

Pur essendo presenti nella lingua portoghese, le


preposizioni articolate sono motivo di grande confusione
per gli studenti brasiliani perché l’italiano ne ha molte di
più dal momento che ha più articoli. Per questo il mio
consiglio è chiarire tutti gli eventuali dubbi sugli articoli.
(Vedi Capitolo IV)

Per finire...

...…riporto alcuni esempi tratti da “Interferenza L1 in


studenti brasiliani di italiano” (TRESOLDI, 2011) dove si
afferma che gli errori più comuni degli studenti
riguardano le preposizioni DI, A e IN.

41
FRASI SBAGLIATE FRASI CORRETTE

Per partecipare di un Per partecipare a un


recital. recital.

Molto diversa di quella Molto diversa da quella


dell’anno scorso. dell’anno scorso.

Adesso fa di più di 15 gradi. Adesso ci sono più di 15


gradi.

Una lista di domande a Una lista di domande da


farti. farti.

Ma niente a fare. Ma niente da fare.

Devo sforzarmi in parlare Devo sforzarmi di parlare


bene. bene.

Sto pensando in richiedere. Sto pensando di


richiedere.

In due mesi torno a casa. Tra due mesi torno a casa.

Parlare di più su questo. Parlare di più di questo

Pensavo telefonare per la Pensavo di telefonare alla


società. società.

42
CAPITOLO VII

Bibliografia

NUOVA Grammatica pratica della lingua italiana, S.


Nocchi, Firenze 2011, ALMA edizioni.
Principais funções das preposições em italiano, D.
Emrani e P. Baccin, dispense per lo studente.
Interferenza L1 in studenti brasiliani di italiano, A.
Tresoldi, 2011, Lulu Press Inc.
Le preposizioni italiane, A. De Giuli, Firenze 2011,
Alma Edizioni.
Grammatica di riferimento dell'italiano
contemporaneo, Giuseppe Patota, Milano 2018,
Garzanti Linguistica.
Linguistica contrastiva: italiano-spagnolo (argentino),
Lidia Costamagna e Alejandro Marcaccio, Università
per stranieri di Perugia, Italian Culture on the Net
ICoN.

43
Licenza d'uso
© Juana Vélez Alarcón e Francesca Felici
ottobre 2020

www.italiano-al-caffe.com - www.francescafelici.com

Il prodotto che stai scaricando è per il tuo uso ESCLUSIVO come


acquirente di "Le preposizioni italiane" di Juana Vélez Alarcón e
Francesca Felici

Grazie per aver rispettato i diritti delle autrici!

Quando si scarica questo prodotto digitale è necessario avere la


precauzione di immagazzinarlo in un dispositivo di uso PERSONALE.
Un download in un sito di uso NON personale, può dare origine ad
infrazioni ai diritti delle autrici.

I diritti di riproduzione e distribuzione di questo prodotto digitale


corrispondono esclusivamente alle autrici, pertanto, è vietata la
riproduzione totale o parziale in qualsiasi altra circostanza che non
sia quella esposta successivamente:

La stampa dovrebbe essere possibile con una stampante


PERSONALE. Nel caso in cui si debba recare in una stampante per
uso pubblico, è tuo obbligo salvaguardare il dispositivo contenente il
file al solo scopo di stampare ad uso e divertimento esclusivo
dell'acquirente di "Le preposizioni italiane" di Juana Vélez Alarcón e
Francesca Felici

Le autrici autorizzano il RIFERIMENTO al TITOLO di questo materiale


ogni volta che il NOME DELLE AUTRICI siano INCLUSI e nel suo caso
una descrizione (tua), la TRASCRIZIONE di qualsiasi parte dell'opera
NON è autorizzata. Ogni ALTRO TIPO DI DIFFUSIONE è VIETATO, così
come la modifica o l'alterazione di quest'opera.

© Tutti i diritti riservati a Juana Vélez Alarcón e Francesca Felici

44

Potrebbero piacerti anche