Sei sulla pagina 1di 2

IL GRANDE 

CANONE
di Sant’Andrea di Creta

M’ha soccorso il Signore e protetto, m’ha salvato.


Egli è il mio Dio. La sua lode proclamerò.
Dei nostri padri è il Dio, l’esalterò poiché la sua gloria rende manifesta. 
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
1. Nella tua misericordia, o Cristo, dei miei peccati dammi il perdono.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.

2. Anima mia, col tuo corpo vieni a glorificare il Creatore d’ogni cosa.
La saggezza ritrova e a Dio presenta lacrime di pentimento.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.

3. I miei progenitori seguii nella loro rivolta, e della grazia divina come Adamo fui spogliato;
il Regno persi e la sua gioia senza fine a causa del mio peccato.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.

4. Infelice e triste anima mia, perché la prima Eva imitasti?


I tuoi stessi cupidi occhi infersero su di te ferite.
All’albero tendesti la mano, mangiasti il frutto e ne gustasti.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
   
5. Le orme di Caino ricalco per libera scelta e assassino diventai dell’anima mia,
poiché schiavo di morte vissi nelle mie azioni perverse.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
6. La giustizia non imitai di Abele né doni graditi ti offersi,
Gesù, gesti secondo il volere di Dio e il sacrificio di un’integra vita.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
7. O mio Creatore, quale vasaio che docile argilla plasma, carne e ossa, alito e vita mi donasti.
Signore che mi creasti, mio Giudice e mio Salvatore, a te oggi riconducimi.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
8 . Peccai, mio Salvatore, eppure so che l’uomo ami.
Per tenero amore tu ci colpisci e con ardore di fiamma brucia la tua misericordia.
Le mie lacrime vedi e a me affrettati come il Padre
che tra le braccia il figlio dissoluto accoglie.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
9. Fin dalla mia giovinezza i tuoi comandamenti disprezzai,
o mio Salvatore, e i giorni di mia vita dipanai tra passioni e dissoluta incoscienza.
A te il mio grido innalzo: salvami, prima che morte giunga.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
10. Sulla soglia della tua casa giaccio, o mio Salvatore.
Anche se vento di deserto sono, non gettarmi nell’inferno al termine dei miei giorni,
ma prima che morte mi ghermisca i miei peccati perdona, o amico degli uomini.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
11. Le ricchezze dell’anima mia nel vuoto senza fondo dissipai.
Frutti di buon volere non posseggo e la fame mi attorciglia le viscere.
Io grido: Vieni, Padre di tenerezza e nella tua misericordia abbracciami.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
12. Sono io il misero che i ladri assalirono e ladri sono i miei pensieri che mi
colpiscono e feriscono. Ma chinati su di me, Cristo Salvatore, e guariscimi.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
13. Mi scorse il sacerdote e da me gli occhi distolse.
nudo e dolorante mi vide il levita e affrettò oltre il passo.
Ma tu, Gesù, da Maria nato, accanto a me ti arresti e il soccorso mi presti.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
14. Agnello di Dio che del peccato del mondo ti carichi il greve peso del mio peccato
togli dalle mie spalle e nel tuo grande amore avvolgimi nel tuo perdono.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
15. Ai tuoi piedi mi getto, Gesù, contro il tuo amore ho peccato.
Liberami da questo troppo greve peso e nella tua misericordia accoglimi.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.

16. Contro di me non intentare processi,


non svelare le mie azioni né moventi soppesa e desideri.
Ma nella tua misericordia, Onnipotente, gli occhi distogli dai miei peccati e salvami.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
17. È tempo di pentimento e a te vengo.
Liberami dal greve peso dei miei peccati e fammi dono,
nel tuo tenero amore, di lacrime di pentimento.
Misericordia di me, o Dio, misericordia di me.
 
18. O Maria, che in cielo partecipi della divina tenerezza,
luce di grazia donami perché alle tenebrose passioni mi sottragga
e possa cantare con cuore gioioso la tua vita costellata d’opere pure. Santa di Dio, prega per noi.
 
19. Con le tue preghiere, sant’Andrea, da noi le passioni allontana.
Rendici degni del Regno di Cristo, noi che con fede e amore il tuo divino poema cantiamo.
 Gloria al Padre, e al Figlio e al Santo Spirito.
  Trinità sovraessenziale, nell’Unità t’adoro, liberami dal greve peso del mio peccato
e fammi dono, nella tua misericordia, di lacrime di pentimento.
E ora e sempre, e nei secoli dei secoli. Amìn.
 
Madre di Dio, speranza e protezione di chi ti celebra,
liberami dal greve peso del mio peccato e coinvolgimi, Vergine Sovrana.
nella trasformazione del pentimento.
Santa di Dio, tutta pura, prega per noi.