Sei sulla pagina 1di 15

1

INTERFERENZE TRA TRANSFER PRICING


E DISCIPLINA IVA E DOGANE
Le novità normative e procedurali in materia di determinazione del
prezzo di trasferimento e regolazione Iva e dogane

Prof. Avv. Benedetto Santacroce


Studio Legale Tributario
Santacroce & Associati
2

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva
LINEE GUIDA ORGANIZZAZIONE PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO
ECONOMICO - OCSE NEL 1979

DISPOSIZIONI GATT DEL 1979 IN MATERIA DI VALORE RIPRESE


PIENAMENTE DAL CODICE DOGANALE

Si tratta di due mondi, uno di fiscalità diretta e uno di fiscalità indiretta,


che spingono per incontrarsi, trovando tuttavia ancora ostacoli normativi
che è necessario trovino un punto di incontro, tale da conciliare in un
contesto ormai globalizzato gli interessi erariali e quelli delle imprese.
3

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva
PRASSI INTERNAZIONALE
- LINEE GUIDA CAMERA DI COMMERCIO INTERNAZIONALE
- COMMENTARI WTO
- DOCUMENTO WTO 2015 “TP ADJUSTMENTS AND CUSTOMS VALUE”

LEGISLAZIONE UE
- CODICE DOGANALE DELL’UE
- GIURISPRUDENZA CGUE

PRASSI NAZIONALE
- CIRCOLARE 5/D/17
4

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva
La base primaria per il valore in dogana delle merci è il valore di
transazione. Il valore di transazione è prezzo effettivamente pagato o da
pagare per le merci quando sono vendute per l'esportazione verso il
territorio doganale dell'Unione, eventualmente adeguato.

Tale metodo (transaction value) si applica purché, tra l’altro, il


compratore e il venditore non siano collegati o la relazione non abbia
influenzato il prezzo.

Se non applicabile, si ricorre ai metodi secondari (secondary methods)


5

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva
DUPLICE QUESTIONE:

- CORRETTEZZA DEL VALORE DI TRANSAZIONE DICHIARATO, SIA AI FINI


DELL’IMPOSIZIONE DIRETTA, SIA AI FINI DOGANALI.

- CORRETTA GESTIONE DEGLI AGGIUSTAMENTI PERIODICI E INTERFACCIA


DOGANALE DELLE VARIAZIONI DI PREZZO (STRUMENTI DOGANALI).
6

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva
CORRETTEZZA DEL VALORE DI TRANSAZIONE DICHIARATO, SIA AI FINI
DELL’IMPOSIZIONE DIRETTA, SIA AI FINI DOGANALI.

In caso di legame tra compratore e il venditore, per determinare se il


legame non ha influenzato il prezzo, le “circostanze proprie della vendita
sono esaminate” e il dichiarante può fornire “ulteriori informazioni
particolareggiate eventualmente necessarie in merito a tali circostanze”.
Il valore di transazione è accettato se “estremamente vicino”: a) al valore
di transazione in occasione di vendite, tra compratori e venditori non
legati, di merci identiche o similari; b) il valore in dogana di merci
identiche o similari, determinato a norma del CDU.
7

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva
CORRETTA GESTIONE DEGLI AGGIUSTAMENTI PERIODICI E INTERFACCIA
DOGANALE DELLE VARIAZIONI DI PREZZO (STRUMENTI DOGANALI).

Modalità di gestione dei TP adjustments in dogana:

- PROFILI IMPORT – es. rilievo ai fini daziari e Iva.

- PROFILI EXPORT – es. rilievo ai fini dell’esportazione Iva e plafond.


8

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva

DICHIARAZIONE INCOMPLETA

art. 166 del CDU, relativo alla dichiarazione semplificata, alle condizioni
previste dagli artt. 145 e segg. RD e artt. 223/225 RE.

previa autorizzazione del Direttore dell’Ufficio delle dogane competente,


a fronte della prestazione di idonea garanzia, è possibile sospendere
temporaneamente l’accertamento per rimandarlo ad un momento
successivo, stabilito nell’autorizzazione per l’integrazione di elementi
mancanti (es. valore).
9

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva

SEMPLIFICAZIONE - Art. 73 CDU

“Le autorità doganali possono autorizzare su richiesta la determinazione


dei seguenti importi sulla base di criteri specifici, se non sono
quantificabili alla data di accettazione della dichiarazione in dogana:

a) gli importi che devono essere inclusi nel valore in dogana


conformemente all'articolo 70, paragrafo 2) (valore di transazione); e
b) gli importi di cui agli articoli 71 e 72 (elementi da includere/escludere
dal valore in dogana)”.
10

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva
CORRETTA GESTIONE DEGLI AGGIUSTAMENTI PERIODICI E INTERFACCIA
DOGANALE DELLE VARIAZIONI DI PREZZO (STRUMENTI DOGANALI).

CIRCOLARE 5/D/2017 - PROFILI IMPORT

-Dichiarazione incompleta, per cui è possibile dichiarare merci senza


indicazione del valore, chiudendo la bolletta in un momento successivo.

- Ruling ex art. 73 CDU, per cui le dogane possono autorizzare su richiesta


la determinazione del valore di transazione o di costi accessori, non
quantificabili alla data della dichiarazione, “sulla base di criteri specifici”.
11

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva
CORRETTA GESTIONE DEGLI AGGIUSTAMENTI PERIODICI E INTERFACCIA
DOGANALE DELLE VARIAZIONI DI PREZZO (STRUMENTI DOGANALI).

CIRCOLARE 5/D/2017 - PROFILI IMPORT

Al ruling ex art. 73 CDU si accede se troppo gravoso il ricorso alla


procedura della dichiarazione incompleta e se in possesso di requisiti
oggettivi (garanzia di valore congruo e garanzie gestionali) e soggettivi
(affidabilità, che si presume per gli AEO).

Ruling con format standard e riscontro in 120 giorni.


12

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva
CORRETTA GESTIONE DEGLI AGGIUSTAMENTI PERIODICI E INTERFACCIA
DOGANALE DELLE VARIAZIONI DI PREZZO (STRUMENTI DOGANALI).

CIRCOLARE 5/D/2017 - PROFILI EXPORT

-Dichiarazione incompleta, per cui è possibile dichiarare merci senza


indicazione del valore, chiudendo la bolletta in un momento successivo.

Aggravio gestionale da superare con ipotesi di rettifica o chiusura


cumulativa delle dichiarazioni “provvisorie”.
13

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva

TEMI APERTI

PER IMPORT: ATTIVAZIONE PROCEDURA RULING.

PER EXPORT: ATTIVAZIONE PROCEDURA DI AUTORIZZAZIONE, MA


DIFFICILE GESTIONE OPERATIVA ED AMMINISTRATIVA (E’ NECESSARIO UN
INTERVENTO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA PROCEDURA DELLA
DICHIARAZIONE INCOMPLETA).
14

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva

IL PROCEDIMENTO DI CONTROLLO DEL VALORE DELL’ART. 140 RE

Esistenza dei “fondati dubbi” in capo alle autorità doganali e relativa


facoltà di richiedere ai dichiaranti di “fornire informazioni supplementari”,

“Se i dubbi non sono dissipati, le autorità doganali possono decidere che il
valore delle merci non può essere determinato a norma dell’articolo 70
CDU” e deve essere determinato attraverso i “metodi secondari di
determinazione del valore in dogana”, che l’art. 74 CDU chiama in causa
“nell’ordine” gerarchico ivi contenuto.
15

TRANSFER PRICING – DOGANE


Prezzo di trasferimento e obbligazione doganale e Iva

IL PROCEDIMENTO DI CONTROLLO DEL VALORE

Art.35, comma 35, del D.L. n. 223/2006, convertito dalla legge n.


248/2006, in materia di esercizio dei poteri di accertamento volti alla
prevenzione e contrasto delle violazioni tributarie connesse alla
dichiarazione fraudolenta del valore in dogana e degli altri elementi che
determinano l'accertamento doganale.

Cfr. Corte di Giustizia della UE (es. sentenza del 16 giugno 2016, causa C-
291/15).