Sei sulla pagina 1di 1

MACHIAVELLI

DOMANDE PAG 684/686


1)Machiavelli intraprese la carriera politica nel 1498 dopo alla scomunica di Savonarola da parte del papa
Alessandro IV e l’organizzazione filo-aristocratico del governo.

2)Machiavelli tra il 1502 e 1503 soggiornò a Urbino e a Senigallia, entrò in contatto con Cesare Borgia.
Grazie a quest’ultimo riuscì a trarre materia per scrivere alcune sue opinioni politiche e,soprattutto, per
delineare la figura del principe ideale.

3)Machiavelli tornato a Firenze decise di formare una milizia cittadina, grazie a un’istituzione di
un’ordinanza propria, creando un esercito che portò alla nascita di una nuova magistratura dei nove
ufficiali dell’ordinanza e della milizia di cui Machiavelli fu nominato segretario.

4)La restaurazione dei Medici a Firenze ebbe un grosso impatto negativo sulla sua vita politica infatti fu
privato di ogni incarico e costretto a lasciare la città.

5)Il cardinale Giulio De’ Medici fu l’unico a manifestare un atteggiamento più aperto nei suoi confronti.
Venne eletto papa con il nome Clemente VII

6)Machiavelli dedicò due opere a Giulio de’ Medici il trattato “ Dell’arte e della guerra” e nel 1525 quando
ormai era papa col nome Clemente VII, “Le Istorie fiorentine”.

7)Machiavelli non poté riprendere l’attività diplomatica e politica perché venne accusato di aver sostenuto i
Medici e venne escluso dal nuovo governo.