Sei sulla pagina 1di 12

L’OSSERVATORE ROMANO

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n. 649004 Copia € 1,50 Copia arretrata € 3,00 (diffusione e vendita 12-13 marzo 2021)

GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLXI n. 59 (48.682) Città del Vaticano venerdì 12 marzo 2021

A otto anni
dall’elezione

Covid, in Brasile di Papa


Francesco

situazione fuori controllo I


di ABRAHAM SKORKA

l 13 marzo ricorre l’ottavo


anniversario dell’elezio-
ne del Cardinale Jorge
Mario Bergoglio a 266o
Papa della Chiesa cattolica. Da
allora ha percorso un cammino
lungo e tortuoso, costellato di
molte sfide.
Anche se dal 2013 ho spesso
espresso i miei punti di vista sul
pensiero e le azioni di Papa
Francesco, oggi a riempirmi il
cuore e la mente sono solo ri-
cordi affettuosi. Penso a Bue-
nos Aires, Roma, Gerusalem-
me, Auschwitz, Il Cairo e Abu
Dhabi. Ricordo i tanti dialoghi
che abbiamo avuto: le parole, i
silenzi e specialmente i mo-
menti in cui abbiamo potuto
guardarci l’un l’altro e sentire il
calore della spiritualità delle
nostre anime. Sono questi i
miei sentimenti quando guar-
do agli anni passati.
Il carisma e la credibilità di
un leader autentico, di un lea-
der servitore, risiedono nella

SEGUE A PAGINA 8
(Silvio Avila/Afp)

Il viaggio papale in Iraq

I
l Brasile sta affrontando una serio, il virus continuerà a colpire oltre
nuova ondata di contagi da co-
vid-19, più virulenta e letale per
i suoi confini», ha avvertito la scorsa
settimana il direttore generale del-
Abramo
la pericolosa variante amazzo-
nica. La situazione appare fuori con-
l’Organizzazione mondiale della sani-
tà, Tedros Adhanom Ghebreyesus.
ma anche
ALL’INTERNO trollo con le unità di terapia intensiva
al collasso in 25 delle 27 capitali statali
Intanto sul fronte della campagna
vaccinale in Europa si sta generando
Sara
Ai partecipanti al corso del Paese. Per due giorni consecutivi il un nuovo allarme. Questa volta non è
sul Foro interno bilancio delle vittime ha superato le legato ai ritardi nelle consegne, bensì di EMMA FATTORINI
2.200 unità, portando il totale a quasi alla diffusione di alcuni lotti del vacci-

P
273.000. Altissimo anche il dato relati- no AstraZeneca per alcuni casi di trom- artire da Abramo. Per
Abbandonarsi vo alle nuove infezioni nelle ultime 24 bosi verificatisi in diversi Paesi dell’U- tornare all’O rigine.
all’amore ore, oltre 75.000. «Se il Brasile non è nione dopo la somministrazione. Per dare spessore teo-
per lasciarsi logico ad una geopo-
trasformare litica dello Spirito. Efficace
nelle sue conseguenze diplo-
PAGINA 5 matiche e pratiche.
Il richiamo ad Abramo era
già avvenuto nel Novecento,
Terza predica VIA CRUCIS • Sguardi che si in-Crociano negli ambienti di un ospedale quando il precipitare degli
di Quaresima eventi sembrava non offrire

PAGINA 8 Le lacrime di Francesca, volontaria più scampo all’umanità. Alla


fine degli anni Trenta il richia-
mo alla comune radice abra-
Nell’inserto «Atlante»
VIII stazione Gesù incontra le donne di Gerusalemme mitica aveva significato un ap-
pello fattivo, non retorico e
Fukushima Lo seguiva una grande moltitudine ta dall’orgoglio, dal credermi un caffè. Anche nella notte
di popolo e di donne, che si batteva- pronta a sopportare il dolore del dolore più atroce. Come SEGUE A PAGINA 2
dieci anni dopo no il petto e facevano lamenti su di straziante dei familiari. Ma ora, che Patrizio se ne sta an-
lui. Ma Gesù, voltandosi verso di quando oggi ho sentito il dando.
loro, disse: «Figlie di Gerusalem- sussurro del medico ad una Sto accanto al dolore di
me, non piangete su di me, ma madre: «Non c’è più nulla Giovanna, la madre; al dolore
Oggi in primo piano
piangete su voi stesse e sui vostri fi- da fare», al grido di quella delle sorelle; anche al dolore di
Il Prefetto della Segreteria
gli». (LC 23, 27-28) donna avrei voluto scappa- suor Carla, che ne ha viste di Francesco, l’Iraq
per l’economia spiega il budget 2021
re. tragedie, di incidenti, di suici-

D
Marko Ivan Rupnik, Via Crucis
opo anni di volon- Ho visto le lacrime di tan- di di giovani, come l’altra sera. Mengore - Slovenia e i viaggi
La Santa Sede della fratellanza
tariato in vari re- ti, in questi anni. Avrei volu- Sono volontariamente ac-
riduce i costi parti dell’ospeda- to raccoglierle tutte, come canto a queste croci, con la Ricordati, o Dio, della tua al-
non la sua missione le, ho chiesto a fossi un’eroina capace di tro- fede di chi sa che il Signore leanza rinnovata sulla Croce col GIANLUCA BICCINI
don Marco di fare servizio vare per tutti una soluzione. sta offrendo di nuovo la sua sangue dell’Agnello, e fa’ che il tuo 2E3
y(7HA3J1*QSSKKM( +=!z!%!#!%

NELLE PAGINE
ANDREA TORNIELLI A PAGINA 6 nella sala d’attesa fuori di te- Solo quando ho comincia- vita, nella certezza che Lui popolo, libero da ogni colpa, progre-
rapia intensiva… in uno dei to a piangere anch’io, ho ca- non abbandona, anche in disca sempre nella via della salvez-
posti più critici, lì dove si at- pito che in quel modo pote- questo buio. za. Per Cristo nostro Signore.
tende, come sospesi nel vuo- vo essere accanto, presente, Sì, ha un senso tendere la
Domani, ottavo anniversario del-
to. con piccoli servizi come pas- mano, anche quando sembra PAOLO RICCIARDI
NOSTRE La mia scelta è stata detta- sare un fazzoletto o portare inutile. vescovo ausiliare di Roma
l’elezione di Papa Francesco, il no-
stro giornale non uscirà. Le pubbli-
INFORMAZIONI cazioni riprenderanno lunedì 15.

PAGINA 7 A PAGINA 8 I VERSI DI DANIELE MENCARELLI


pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO venerdì 12 marzo 2021

Oggi in primo piano - Francesco, l’Iraq e i viaggi della fratellanza

È
di GIANLUCA BICCINI

stata «l’inquietudine della fratellan-


za», come ha confidato egli stesso
L’inquietudine che muove
i passi di Pietro
sul volo di ritorno da Baghdad, a
muovere i passi di Papa Francesco
nello storico pellegrinaggio com-
piuto in Iraq alla vigilia dell’ottavo
anniversario di elezione al pontifi-
cato.
Fortemente voluta, nonostante i
dubbi sulla sicurezza e la pandemia sieme, anche con i fratelli e le sorelle successivi viaggi e se non ci fosse maggio - 2 giugno), una in Africa La mancata visita
in atto, la visita arricchisce di un ul- di altre tradizioni religiose, nel se- stata la pandemia da covid-19 sareb- (Mozambico, Madagascar e Mauri- di Giovanni Paolo II
teriore tassello l’interessante mosai- gno del padre Abramo». be stato senz’altro predominante zio, 4-10 settembre) e, soprattutto, Nell’approfondire questi tre
co rappresentato da quelli che po- Ecco allora l’urgenza di questi anche nel 2020, come ha poi dimo- una in Asia, l’ultima prima della aspetti, il primo riporta subito alla
trebbero essere riuniti nella catego- viaggi, che hanno come modello strato la prima destinazione scelta lunga interruzione imposta dal co- mente il mancato viaggio program-
ria dei “viaggi della fratellanza” del ideale quello di due anni fa ad Abu appena è stato possibile salire su un ronavirus. E proprio questa, duran- mato da Giovanni Paolo II: la desti-
Pontefice argentino. Li accomuna la Dhabi. Dal 3 al 5 febbraio 2019 il ve- volo internazionale: l’Iraq ap- te la quale dal 19 al 26 novembre è nazione avrebbe dovuto essere Ur
presenza sul territorio di una reli- scovo di Roma si recò negli Emirati punto. stato in Thailandia e Giappone, dei Caldei, dove secondo la tradi-
gione maggioritaria che non è quel- Arabi Uniti per firmare, il giorno 4, rientra a pieno titolo tra i “viaggi zione è nato il patriarca Abramo.
la cristiana, la volontà di “rischiare” insieme con il Grande imam di Al- A Rabat e poi della fratellanza”. Certo in questo Ma la situazione politica di fatto im-
il dialogo nella direzione indicata Azhar, il Documento sulla fratellanza in Thailandia e Giappone caso le religioni predominanti erano pedì la partenza di Wojtyła, che non
dal concilio Vaticano II, l’ambizione umana per la pace universale e la conviven- Va senza dubbio annoverata in di matrice orientale; eppure lo spiri- poté vedere realizzato l’auspicio
di aprire processi al fine di edificare za comune, divenuto una pietra milia- tale categoria la visita in Marocco to che li ha animati è lo stesso, come espresso il 29 giugno 1999 in una Let-
società pacificate, nell’approfondi- re del magistero bergogliano, che ha dal 30 al 31 marzo 2019. Ancora in testimoniano l’incontro con il Pa- tera sul pellegrinaggio ai luoghi legati alla
mento del rispetto e della conoscen- trovato ampia eco nell’enciclica Fra- un Paese musulmano, dove i cristia- triarca supremo dei buddisti a Ban- storia della salvezza; ma non per questo
za reciproci, non solo a livello di isti- telli tutti (3 ottobre 2020). Infatti so- ni sono un piccolo gregge, per lan- gkok e la giornata dedicata alle città volle rinunciare a una sosta spiritua-
tuzioni ma anche nella quotidianità no «due testi che vanno nella stessa ciare insieme con Sua Maestà il re martiri della bomba nucleare, Hiro- le nel sud della Mesopotamia, dove
della vita della gente comune. Per- direzione», ha detto in proposito. Mohammed VI, che è anche la mas- shima e Nagasaki. ebbe inizio il grande cammino del
ché come ha spiegato all’udienza sima autorità religiosa del suo po- In realtà il pellegrinaggio in Iraq popolo di Dio guidato dal “Padre
Dal Cairo polo, un appello congiunto su Ge- ha costituito anche un unicum tra i nella fede” verso la terra promessa.
ad Abu Dhabi rusalemme / Al Qods Città santa e trentatré finora realizzati, perché Così l’itinerario del suo pellegrinag-
«La fratellanza umana esige da luogo di incontro. contenente tanti elementi difficil- gio giubilare cominciò con una cele-
Pellegrino di pace in cerca di fraternità, noi, rappresentanti delle religioni, il Dopo essere stato a Rabat, il Pa- mente riscontrabili tutti insieme in brazione presieduta nell’Aula Paolo
animato dal desiderio di pregare insieme dovere di bandire ogni sfumatura di pa ha compiuto nello stesso anno un solo Paese: ha avuto infatti per VI il 23 febbraio 2000, a ventiquat-
approvazione dalla parola guerra», ben altre quattro visite lontano da meta una nazione che non aveva tr’ore dalla partenza alla volta del
e di camminare insieme, anche con i fratelli ammonì durante l’incontro al Roma — per un totale di sette, il nu- mai ricevuto un Papa, un territorio Monte Sinai, in Egitto, e a un mese
e le sorelle di altre tradizioni religiose Founder’s Memorial della capitale mero più alto, nell’arco temporale ancora segnato da situazioni di con- dal programmato viaggio in Terra
emiratina, al termine del quale fu di dodici mesi —: due in Europa flitto, un luogo abitato da antichis- Santa.
sottoscritta la storica dichiarazione. orientale (Bulgaria e Macedonia del sime comunità cristiane ma minori- Ecco allora che Bergoglio è stato
Un prologo alla tappa nella pe- Nord, 5-7 maggio, e Romania, 31 tarie. il primo Pontefice a recarsi in quella
nisola araba è riscontrabile in quelle
generale in cui ha tracciato un bilan- a Sarajevo, il 6 maggio 2015, a Baku
cio della visita — che non a caso ave- nell’Azerbaigian a maggioranza
va come motto «Voi siete tutti fratel- sciita, il 2 ottobre 2016, e soprattutto
li» (Mt 23, 8) — in Iraq, «nonostante nell’Egitto sunnita, dal 28 al 29
il fragore della distruzione e delle aprile 2017.
armi, le palme, simbolo del Paese e «Un viaggio di unità, di fratellan-
della sua speranza, hanno continua- za» lo definì sull’aereo che lo condu-
to a crescere e portare frutto. Così è ceva al Cairo, dove partecipando al-
per la fraternità: come il frutto delle la Conferenza internazionale per la
palme non fa rumore, ma è fruttuosa pace, organizzata proprio dal Gran-
e fa crescere». de imam Azhar Ahmad Al-Tayyeb,
Del resto, aveva annunciato nel inaugurò di fatto quella stretta colla-
videomessaggio prima della parten- borazione che poco meno di due an-
za di volersi recare in terra irachena ni dopo avrebbe portato al Documen-
come «pellegrino di pace in cerca di to di Abu Dhabi.
fraternità, animato dal desiderio di Il tema della fratellanza nel 2019
pregare insieme e di camminare in- ha fatto da filo conduttore anche ai

Abramo Un cristianesimo che nella sua espres-


sione cattolica, minoritaria nel mondo, let-
teralmente massacrata in quelle terre che
contorno come quando si auspica che
l’Occidente impari dall’Oriente l’idea di
unità.

ma anche Sara ne avevano visto la sua origine, ritrova così


la sua vera arma vincente: l’Universalità,
quanto di meno separativo, identitario e ri-
E così, da una posizione minoritaria,
nei numeri, il Papa dei cattolici, martiri e
perseguitati, trova la forza morale, spiri-
vendicativo ci sia. Icona tuale e simbolica di non chiedere solo la di-
CONTINUA DA PAGINA 1 fare... Non è lecito per i cristiani prendere Come aveva fatto Benedetto XV di fron- raffigurante fesa dei loro diritti, la sacrosanta protezio-
parte all’antisemitismo. te al dispiegarsi dei bellicosi nazionalismi, la visita ne per i propri figli, ma di farlo anche per
non rituale, alla fratellanza delle religioni «Noi riconosciamo che ognuno ha il di- all’inizio del secolo scorso. Nazionalismi a degli angeli tutte le altre minoranze religiose, in quan-
contro il disastro dei totalitarismi. La cui ritto di difendersi, di prendere le misure cui si piegavano gli stessi cattolicesimi na- ad Abramo to fratelli e dunque in quanto uomini e
“religione” era fondata sul razzismo, il na- che lo proteggano da ciò che minaccia i zionali, l’un contro l’altro armati che, per e Sara donne, i cui diritti le tre “religioni” devono
zionalismo e l’antisemitismo. suoi interessi legittimi. Ma l’antisemitismo la prima volta, si identificavano di più con
All’indomani della promulgazione delle è inammissibile. le “ragioni irragionevoli” delle loro nazioni
leggi razziali in Italia, Pio XI pronuncia il 6 «Noi siamo spiritualmente dei semiti». di appartenenza che non con l’universali-
settembre 1938 il suo discorso più chiaro e La natura spirituale, che pone l’accento smo della loro fede. E che finirono per
netto contro l’antisemitismo, il più profon- sulla comune origine semitica tanto da af- sprofondare nella Prima guerra mondiale e
do ed efficace proprio perché sgorga da fermare che “spiritualmente siamo tutti se- non ascoltare l’appello del loro Pontefice
queste radici comuni, e lo fa a commento miti” non attenua ma anzi rafforza la con- contro “l’inutile strage”.
di alcuni versetti del Canone sul sacrificio di danna e suona anche come una sorta di La forza di questo universalismo espres-
Abele, di Abramo e di Melchisedech. E “autocritica” nei confronti di quell’antigiu- so in Iraq diventa così anche un potente
che su indicazione dello stesso Pontefice fu daismo che, in buona parte, aveva ispirato messaggio geopolitico, quello di creare un
trascritto fedelmente dal presidente della l’antisemitismo e le conseguenti persecu- ponte tra le divisioni del mondo islamico,
radio cattolica belga, monsignor Picard. zioni degli ebrei. mettendosi nella faglia tra sciiti e sunniti.
«A questo punto il Papa non riuscì più Allora gli organi di stampa italiani, an- In una continuità non solo spirituale ma
a trattenere la sua emozione... Ed è pian- che quelli cattolici, si astennero dal citare anche geopolitica con le ragioni di Gio-
gendo che egli citò i passi di San Paolo che questi brani. «A me — ricorda Dossetti — vanni Paolo II che tanto si spese per evita-
mettono in luce la nostra discendenza spi- pervennero solo per rimbalzo dalla Fran- re la guerra in Iraq, per le conseguenze de-
rituale da Abramo: la promessa è stata fat- cia, quasi contemporaneamente allo scritto vastanti che avrebbe lasciato in quelle ter-
ta ad Abramo il nostro patriarca, il nostro di Maritain appunto su “L’impossibile an- re. E di cui si misurano gli effetti nel tem-
avo e alla sua discendenza... La promessa tisemitismo”». po.
si realizza in Cristo e con il Cristo in noi Oggi quel potente “spiritualmente sia- A rileggere ora, dopo questo viaggio, il
che siamo della discendenza spirituale di mo tutti semiti” si allarga anche agli ap- documento comune sottoscritto da Bergo-
Abramo... l’antisemitismo non è compati- partenenti all’Islam, quello spirituale che glio insieme al Grande imam di Al-Azhar,
bile... è un movimento odioso, con cui noi in nome del Dio comune alle tre religioni Ahmad Al-Tayyeb, ad Abu Dabi si capi-
cristiani non dobbiamo avere nulla a che abramitiche deve “fare pace”. scono molte cose solo apparentemente di
venerdì 12 marzo 2021 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Franco Battiato in concerto a Baghdad nel 1992

Una luce tra le tenebre


di MASSIMO GRANIERI irachena. Battiato non aveva non sprecare il tempo che mi ri-
scopi politici, non era sua inten- mane / E non abbandonarmi

Q
uattro dicembre 1992, zione appoggiare il regime al mai / Non mi abbandonare
Franco Battiato saliva potere, fu chiaro nelle sue inten- mai». La cantò in arabo perché
sul palco del Teatro zioni. «Lo scopo della mia visita gli iracheni capissero le sue in-
Nazionale di Ba- in Iraq era umanitario, perché tenzioni e supplicare Dio per-
ghdad per un concerto a soste- non trovo giusto che un popolo ché non abbandonasse quei figli
gno della popolazione irachena debba soffrire per colpe non senza più pane né case né futu-
isolata dal resto del mondo. Da sue; ma è anche vero che credo ro. Un anno più tardi, nel disco
poco erano cessate le ostilità del- sia giusto dare a tutti
la prima guerra del Golfo, inizia- una possibilità di re-
ta nell’agosto del 1990 e termina- denzione, agli assas-
ta sei mesi più tardi. All’Iraq fu- sini di diventare san-
rono imposte durissime sanzioni ti».
economiche con conseguenze di- Arrivò a Baghdad
sastrose sui civili inermi cui man- incontrando musici-
cavano generi di prima necessità sti iracheni sprovvi-
e cure mediche. Il viaggio apo- sti degli strumenti
stolico di Papa Francesco in Iraq necessari per il con-
ha riportato alla memoria un certo, si rese conto
concerto che è rimasto un unicum non c’erano libri e
nella storia di quella nazione e che la cultura avreb-
nella musica italiana. Invitato be faticato a diffon-
dall’ambasciata irachena, Battia- dersi tra la popola-
to accolse l’invito recandosi in zione più giovane.
una nazione invisa all’O cciden- Contribuì a suo mo-
te, attirandosi le critiche di quan- do affinché nel resto del mondo Caffè de la Paix, interpretò un bra-
ti additavano gli iracheni come si accorgessero dell’emergenza no della tradizione musicale ira-
regione fertile irachena bagnata dal- Sopra: la firma la piccola nazione della penisola nemici della pace. L’artista e in cui versava la gente in Iraq e chena, Fog El Nakhal in cui si can-
le acque del Tigri e dell’Eufrate che del Documento balcanica che ha dato i natali a san- maestro dichiarò alla stampa che perché le restrizioni dell’embar- ta un amore impossibile da rag-
ha dato origine a grandi civiltà del sulla fratellanza ta Teresa di Calcutta; e negli stessi go fosse meno stringen- giungere. Le canzoni che segui-
passato. umana già citati Emirati Arabi. ti, a vantaggio dei più rono furono scelte per narrare le
E in questa mappa di luoghi mai (Abu Dhabi, Pensando invece all’Iraq come deboli. conseguenze devastanti della
solcati dai passi di un successore di 4 febbraio 2019) nazione segnata da una situazione Realizzata con l’Unicef Sul palco fu accom- guerra, come il freddo e la deso-
Pietro, vanno registrate le visite ine- In basso: di conflitto, il precedente più simile la serata fu trasmessa in pagnato dall’orchestra lazione contrapposte all’inno-
dite del Papa argentino in Myanmar istantanee è nella Repubblica Centrafricana sinfonica nazionale d’I- cenza in Prospettiva Nevski.
(27-30 novembre 2017), il Paese del della visita (29-30 novembre 2015). Ultima tap- televisione raq diretta da Moham- Fu un’esperienza di speranza
sud-est asiatico tornato in questi in Iraq pa di un pellegrinaggio in cui Fran- per raccogliere fondi mad Othman e dall’or- con L’oceano del silenzio che an-
giorni alla ribalta delle cronache per cesco fece sosta prima in Kenya e in chestra I Virtuosi Italia- nunciò il sorgere di una Luce in
un colpo di Stato militare; nella Ma- Uganda, quello a Bangui è stato un a sostegno dell’infanzia irachena ni diretta da Antonio mezzo alle tenebre: «Cosa avrei vi-
cedonia del Nord (7 maggio 2019), soggiorno segnato da tante difficol- Ballista e Giusto Pio. sto del mondo / Senza questa
tà — con la presenza di truppe del- Scelse una scaletta di luce che illumina / I miei pen-
l’Onu schierate a garantire la sicu- brani e composizioni sieri neri / Quanta pace trova
rezza per il pericolo sempre incom- non c’è niente che impedisca a classiche adatte al contesto e al- l’anima dentro». In chiusura del
bente di attacchi armati — ma anche una persona di aiutare chi la pen- la stringente attualità del mo- concerto, Battiato eseguì in ara-
dalla gioia per l’apertura della por- sa in un modo diverso. mento. Aprì il concerto cantan- bo la popolare Fog El Nakhal per-
ta santa della cattedrale della capi- Il concerto, realizzato a so- do in arabo L’ombra della luce, una ché la musica è una lingua co-
tale, con cui ha avuto inizio il giubi- stegno dell’Unicef, fu trasmesso canzone che è preghiera: «Ri- mune ai popoli della terra e che
leo straordinario della Misericor- in televisione per raccogliere cordami come sono infelice / li unisce come veri fratelli. Così
dia. fondi a sostegno dell’infanzia Lontano dalle tue leggi / Come accadde quella sera.
Infine, come viaggio nei luoghi
delle origini del cristianesimo, ca-
ratterizzati dalla presenza di piccole
ma antichissime comunità cattoli-
che, dalla ricerca dell’unità con le La cultura popolare italiana al Teatro nazionale della capitale

Portatori di bellezza
Chiese ortodosse dell’Oriente, il ri-
ferimento non può non essere la
Terra Santa, dove Francesco si recò
agli albori del pontificato, nel mag-
gio 2014.
In pratica dopo quello d’esordio di AMBRO GIO SPARAGNA suv blindati, scortata da milizie E questo perché quella sera an-
in Brasile per la Gmg di Rio (luglio armate e sirene stridenti, lungo dava in scena l’arte italiana.

V
2013) che però era stato programma- edere le immagini del il tragitto che ci conduceva al Nessuno fra gli organizzato-
to da Benedetto XVI, Bergoglio scel- Papa in Iraq mi ha teatro incontrammo continui ri dei ministeri degli Esteri ita-
onorare, in nome dell’unico, comune Dio. se per il suo secondo viaggio Gior- profondamente com- check-point, larghi viali deser- liano e della Cultura iracheno
Il diritto alla dignità in quanto essere dania, Palestina e Israele. Dal 24 al mosso. Il suo straor- ti, palazzi governativi e alber- si aspettava questo calore di
umano fondato su questa comune discen- 26, visitò Amman, Betlemme e Ge- dinario messaggio di pace mi ghi vuoti, mentre il sole ricopri- folla, di entusiasmo. E in quella
denza consente di trovare il cuore teologi- rusalemme e nella Città santa per le ha riportato a quel lontano ot- va di una luce rosata e oro i sera indimenticabile, là dove
co, culturale e politico della enciclica Fra- tre grandi religioni monoteistiche tobre del 2012 quando con l’O r- ponti sul grande fiume. La ten- sembrava dominare solo la
telli tutti che è lo spartito musicale di tutto il incontrò il Patriarca ecumenico Bar- chestra Popolare italiana e altri sione attorno a noi era molto al- guerra e i suoi spettri, mentre il
viaggio in Iraq. tolomeo e il Patriarca ortodosso artisti facemmo un avventuroso ta. Allestito lo spettacolo con teatro in religioso silenzio
Dalle radici teologiche di quella encicli- Teofilo III. Quello stesso anno poi si giro di concerti in quella terra mezzi di fortuna, grazie alla ascoltava la voce di Davide
ca scaturisce, secondo un paradosso solo chiuse con un viaggio in Turchia dal martoriata: una speciale missio- gentilezza dei tecnici locali con Rondoni che leggeva la pre-
apparente, anche una sorta di riconcilia- 28 al 30 novembre, culminato con le ghiera alla Vergine di Dante o il
zione più matura con lo stesso illuminismo visite alla moschea Sultan Ahmet al- ritmo vertiginoso della nostra
occidentale. La piena accettazione della lo stesso Bartolomeo nella sua sede pizzica, ci apparve il segno
coppia libertà e uguaglianza, proprio perché del Fanar a Istanbul, in occasione chiaro della nostra vocazione
compiutamente assunte, consente di affer- della festa del patrono sant’Andrea. nel mondo: essere portatori di
mare con più forza e credibilità la più ne- Una scelta dalla forte connota- bellezza e costruttori di pace.
gletta, misconosciuta e trascurata fraternità. zione ecumenica che si ritrovò Mai come in quella notte se-
E per concludere da dove siamo par- successivamente ad esempio, nel- gnata dal calore indimenticabi-
titi, e cioè dall’importanza di Abramo l’isola greca di Lesbo (16 aprile le di quei volti del pubblico,
nei momenti topici dei conflitti nove- 2016) ancora insieme a Bartolo- che al termine dello spettacolo
centeschi per la difesa dei deboli, vedia- meo e con l’arcivescovo di Atene ci regalò momenti di grande
mo che c’è qui una “mancanza”. Mi ri- e di tutta la Grecia Hieronimos commozione, ci rendemmo
ferisco a Sara, la moglie di Abramo, II, per portare sollievo ai rifugiati conto che con la musica possia-
una figura centrale, nella sua penombra, accampati nel campo profughi di ne culturale che ci condusse a i quali ci intendevamo a gesti, ci mo costruire, sempre e dovun-
modernissima e potente da diverse an- Moria. Baghdad e nei territori curdi di preparammo nei camerini per que, momenti di gioia e di spe-
golature come molto bene emerge da Naturalmente sul fronte dell’ecu- Sulaymaniyya e di Erbil. Un rivedere le parti dello spettaco- ranza. E che con la forza dal
un ritratto di Laura Invernizzi nell’ulti- menismo non si possono non ricor- importante evento di “disten- lo insieme ai tanti musicisti lo- nostro “esercito”, che si muove
mo numero del mensile de «L’O sserva- dare almeno la sosta a Cuba per la sione” politica tanto che per cali che eravamo riusciti a coin- controvento ed è composto da
tore Romano», «Donne, chiesa, mon- firma della dichiarazione comune l’occasione fu riaperto il Teatro volgere. Quando il sipario si al- tanti e variegati soldati di ven-
do». con il Patriarca di Mosca, Cirillo, (12 nazionale di Baghdad, chiuso zò ci trovammo di fronte uno tura, possiamo contribuire a ri-
Sara viene ricordata da Bergoglio, quale febbraio 2016), quella a Ginevra per da lungo tempo. scenario impressionante: oltre costruire il valore dell’incontro
esempio di come Dio si serva delle “man- il 70° del Consiglio mondiale delle Portavamo in scena l’Italia, mille e cinquecento persone sti- fra i popoli e a fabbricare quei
canze” per esprimere la sua potenza e la Chiese (21 giugno 2018), né la tappa non quella dei soldati ma quel- pate in ogni angolo del teatro, segni di armonia che aiutano a
protezione dei suoi figli. Quella discen- a Lund in Svezia (31 ottobre - 1 no- la degli artisti fabbricanti di una cinquantina di emittenti generare parole e suoni utili a
denza, numerosa come le stelle del cielo, vembre 2016) per la commemora- bellezza che dovunque nel televisive collegate, compresa unire i cuori e a far nascere do-
che avverrà grazie a Sara, la moglie sterile zione Congiunta cattolico-luterana mondo sono accolti con grande Al Jazeera international e la di- vunque il desiderio di un mon-
e “trascurata” dallo stesso Abramo. della Riforma. gioia. Con la nostra carovana di retta di Iraqya Media Network. do più giusto.
pagina 4 L’OSSERVATORE ROMANO venerdì 12 marzo 2021

Previsto anche sostegno alle famiglie

Biden promette
indipendenza dal virus
WASHINGTON, 12. Appena fir- traddizioni messe in luce dalla
mato il Relief Bill — lo stru- pandemia. La legge, detta an-
mento legislativo che consente che America Rescue Plan,
alla Casa bianca di investire consente di investire sei miliar-
1900 miliardi nella lotta alla di nella sicurezza alimentare,
pandemia — Joe Biden si è ri- 25 nel sostegno a chi ha una
volto alla Nazione per la pri- casa in affitto, 10 nei prestiti di
ma volta dal suo insediamen- emergenza ai proprietari di
to. abitazione. A ben vedere, si Intervista al cardinale birmano Charles Maung Bo arcivescovo di Yangon
In 24 minuti di discorso in tratta di sostegni alle famiglie
tv ha spiegato che entro il pri-
mo maggio ogni americano
sopra i 16 anni avrà ottenuto
che la perdita di reddito con-
danna spesso alla perdita della
casa e alla precarietà alimenta-
«In Myanmar i giovani non accettano
un posto in fila per vaccinarsi
(si parla di 225 milioni di per-
sone in tutto). E che questo —
re. Ed è nella rete di sostegno
sociale che gli Stati Uniti fan-
no un investimento che non si
che sia loro rubata la speranza»
calcolati i tempi per l’immu- ricorda dai tempi di Franklin
nizzazione — consente di im- Delano Roosevelt. «Un anno di PAOLO AFFATATO Cosa pensa delle pacifiche proteste militari hanno ripreso ad at- perché un nuovo Myanmar
maginare un 4 luglio due volte fa —ha detto Biden nel suo di- che attraversano la nazione? taccare i civili, creando mi- possa rinascere da questa tra-

U
importante. La festa nazionale scorso— il virus è stato accolto n cammino di ve- Abbiamo assistito all'incre- gliaia di sfollati interni e ag- gedia.
dell’Indipendenza — ha detto nel silenzio e si è diffuso senza rità e giustizia, fo- dibile coraggio, impegno e gravando una crisi umanita-
Biden — sarebbe anche la festa controllo». Il negazionismo, riero di pace, li- creatività del nostro popolo: ria preesistente. La situazione Che idea di nazione ha e come si
dell’indipendenza dal virus. ha detto, è costato 530.000 bertà e democra- migliaia di persone sono sce- è grave e il nostro cuore è può cercare di incidere nell'attuale
«A patto che tutti facciano il morti. Ora si chiede collabo- zia. È quanto chiede il Cardi- se in strada e hanno manife- profondamente addolorato. scenario politico?
loro dovere e che, anche dopo razione a tutti. Il 4 luglio, ha nale birmano Charles Maung stato pacificamente in tutto il Nella nostra visione c'è un
il 4 luglio, si continui ad in- specificato, non è una data Bo, 72enne arcivescovo di paese per molti giorni. I gio- Come vive la comunità cristiana in Myanmar in cui ogni essere
dossare mascherine» e a prati- scontata. E’ un obiettivo che Yangon, mentre il Myanmar vani e tutti i cittadini mostra- Myanmar questo frangente? umano è realmente partecipe
care prudenza. dipende da tutti. vive «un tempo di prova e no tenacia e resilienza: sono In questi tempi tristi e bui, dei diritti e delle libertà fon-
Biden ha voluto attendere Ma la pandemia scrive an- sofferenza». In un’intervista determinati a non permettere il Signore chiama la Chiesa a damentali; un Myanmar dove
la firma del Relief Bill, per che l’agenda internazionale rilasciata a «L’O sservatore che democrazia, libertà e pa- essere strumento di giustizia, si celebra la diversità etnica e
presentarsi non solo come un statunitense. In un vertice vir- Romano», il Porporato, che ce, conquistate a fatica, pos- pace e riconciliazione, a esse- religiosa e dove si gode di ve-
pompiere in grado di spengere tuale oggi i quattro alleati del è anche presidente della Fe- sano d'un tratto essere cancel- re “le sue mani e i suoi piedi” ra pace; un Myanmar in cui i
l’incendio — per usare le paro- Quad (Usa, Giappone, India, derazione delle Conferenze late. I giovani non accettano nel confortare gli afflitti, nel militari abbassano le armi, la-
le del segretario di Stato Janet Australia) discuteranno di co- episcopali dell’Asia (Fabc), che sia loro rubata la speran- contrastare l'odio con l'amo- sciano il potere e fanno ciò
Yellen — ma come un presi- me incentivare la diffusione nota la resilienza del popolo za. La loro forza d'animo è re, nel salvare vite umane. È che un esercito dovrebbe fa-
dente che ha in mano gli stru- dei vaccini nell’Asia del sud- birmano, che non perde la per tutti noi di grande ispira- luce per noi il brano biblico re: proteggere, non certo at-
menti «per costruire un paese est. Un piano ritenuto neces- speranza. zione. Il senso di “unità nella del profeta Isaia (Is 65, 17-21) taccare, il popolo. In questa
migliore», a partire dalle con- sario per la stabilità dell’area. diversità” e di reciproca soli- dove il Signore dice: «Io creo Quaresima non abbandonia-
Cardinale Bo, può descrivere la si- darietà tra persone di diverse nuovi cieli e una nuova ter- mo la speranza che il Myan-
tuazione che oggi vivete in Myan- etnie e religioni, fianco a fian- ra». Dio ci promette che non mar risorga. Conosciamo il
mar? co per la stessa causa, è segno ci abbandonerà e che non la- sentiero da percorrere con fe-
Il Myanmar vive un altro della maturità di un popolo. scerà che il male prevalga. de, preghiera, amore, dialogo
capitolo della sua storia È un bene vederlo emergere Dalla Parola di Dio accoglia- e coraggio: un sentiero di ve-
denso di oscurità, di spargi- con nitidezza, in un momen- mo quel messaggio di spe- rità e giustizia, che conduce a
mento di sangue e repres- to critico per il paese. ranza che è il centro della no- libertà, pace e democrazia.
sione. Dopo un decennio di stra fede. Noi, Chiesa in Per giungervi abbiamo biso-
riforme e aperture, nono- La risposta delle forze armate è una Myanmar, custodiamo nel gno della preghiera di tutti i
stante le sfide e gli ostacoli, dura repressione: quali sono i suoi cuore questo messaggio. Pre- nostri fratelli e sorelle nel
pensavamo di aver intravi- sentimenti? gheremo e saremo all'opera mondo.
sto il sole che iniziava a Viviamo un momento di
sorgere sulla nostra bellissi- grande prova e sofferenza.
ma terra. Stava emergendo Ogni giorno vi sono spari,
la prospettiva, per quanto percosse, spargimento di san-
fragile o vacillante, di una gue, che causano dolore,
nuova alba di democrazia, amarezza, sdegno, lutto. Tan-
DAL MOND O
libertà, pace e giustizia. te persone innocenti sono fe-
Oggi invece, dopo il colpo rite o uccise per le strade e al- Egitto e Turchia riprendono
di stato del 1° febbraio, sia- tre migliaia sono state arre- i contatti diplomatici
mo tornati d'improvviso state o sono scomparse. Negli
nell'incubo della repressio- stati del Myanmar abitati Svolta diplomatica in Medio oriente. Turchia ed
ne militare, della brutalità, dalle minoranze etniche do- Egitto hanno avviato oggi i primi contatti diplomati-
della violenza e della ditta- ve, alcuni anni fa, sono stati ci dalla rottura delle loro relazioni nel 2013, quando
tura. firmati accordi di tregua, i il presidente egiziano Mohammed Morsi, esponente
dei Fratelli Musulmani, venne destituito. Lo ha an-
nunciato il ministro degli Esteri di Ankara, Mevlut
Cavusoglu. «Abbiamo avuto contatti sia a livello di
intelligence che di ministero degli Esteri. I contatti a
Nigeria: nuovo rapimento livello diplomatico sono cominciati», ha dichiarato
Cavusoglu in una conferenza stampa. L’annuncio era
di studentesse atteso dagli osservatori, dopo che nei giorni scorsi
Ankara aveva dichiarato di essere pronta a un disge-
lo col Cairo.
ABUJA, 12. Nuovo rapimento stratori hanno rapito solo ra-
di studentesse in Nigeria: uo- gazze».
mini armati hanno prelevato Si tratta del quarto rapi- Netanyahu rinvia il viaggio
ieri sera un imprecisato nume- mento di questo tipo compiuto negli Emirati Arabi Uniti
ro di giovani da una scuola se- in meno di tre mesi nel nord-
condaria a Mando, nello Stato ovest e centro della Nigeria Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha rinviato
di Kaduna, nel nord del Paese. dove operano banditi che poi ieri il viaggio negli Emirati Arabi Uniti: doveva esse-
A riferirlo sono fonti della po- chiedono riscatti. Nel nord- re la sua prima visita nel Paese dopo gli Accordi di
lizia e abitanti del luogo. ovest e centro della Nigeria cri- Abramo. Lo ha annunciato il suo ufficio addossando
Al momento dell’attacco, minali agiscono da una decina il motivo del rinvio «a difficoltà nel coordinamento
verso le 21.30 ora locale — stan- d’anni anche con attacchi a vil- per il sorvolo dello spazio areo giordano». Le diffi-
do alle ricostruzioni — nell’edi- laggi e furti di bestiame, oltre coltà – ha aggiunto – sono dipese «dall’annullamento
ficio che ospita l’istituto tecni- che con rapimenti: nel solo sta- della visita del principe ereditario giordano Hussein
co si trovavano circa 300 stu- to di Kaduna l’anno scorso vi sul Monte del Tempio per dissensi sugli accorgimen-
denti. Secondo alcune fonti ci- sono stati 1.972 sequestri di ti di sicurezza sul posto». L’autorizzazione giordana
tate dalle agenzie, «i seque- persona. non è arrivata in tempo per il viaggio.

L’OSSERVATORE ROMANO ANDREA MONDA Servizio vaticano:


redazione.vaticano.or@spc.va
Segreteria di redazione
telefono 06 698 45800
Tipografia Vaticana Tariffe di abbonamento
Vaticano e Italia: semestrale € 225; annuale € 450
direttore responsabile Editrice L’Osservatore Romano Per la pubblicità
segreteria.or@spc.va Europa: € 720;
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Servizio internazionale: Stampato presso srl Africa, Asia, America Latina, America Nord, rivolgersi a
Unicuique suum Non praevalebunt Piero Di Domenicantonio redazione.internazionale.or@spc.va www.pressup.it Oceania: € 750;
caporedattore Servizio fotografico: via Cassia km. 36,300 – 01036 Nepi (Vt)
marketing@spc.va
Servizio culturale: telefono 06 698 45793/45794, Abbonamenti e diffusione (dalle 9 alle 15):
Città del Vaticano redazione.cultura.or@spc.va fax 06 698 84998 telefono 06 698 45450/45451/45454
Aziende promotrici Necrologie:
Gaetano Vallini Servizio religioso: pubblicazioni.photo@spc.va della diffusione fax 06 698 45456 telefono 06 698 45800
www.osservatoreromano.va segretario di redazione redazione.religione.or@spc.va www.photovat.com Intesa San Paolo info.or@spc.va diffusione.or@spc.va segreteria.or@spc.va
A
venerdì 12 marzo 2021 L’OSSERVATORE ROMANO pagina I

I pescatori di Fukushima Le calciatrici che ridiedero


si oppongono al progetto del governo speranza al Giappone

atlante ANNA LISA ANTONUCCI A PAGINA II ELISA PINNA A PAGINA III

C R O N A C H E D I U N M O N D O G L O B A L I Z Z A T O

LA SFIDA DEL NUCLEARE

Fukushima
dieci anni
dopo

S
di FRANCESCO CITTERICH l’allarme sismico. Le onde che si il tempo necessario per decom- fettura di Fukushima sono al cen- senzialmente sulla produzione di
abbatterono sull’impianto, alcu- missionare la centrale nucleare e tro di aspre polemiche legate alla riso, sebbene ad un prezzo di mer-
ono passati 10 anni dal devastante ne decine di minuti dopo il sisma, decontaminare il terreno dai ra- scarsa sicurezza degli standard cato inferiore. Riso che rappre-
terremoto di magnitudo 9 sulla distrussero i gruppi di generazio- dioisotopi fuoriusciti dai tre reat- alimentari. A poche ore dal terre- senta circa il 40 per cento di tutte
scala Richter (che ne conta 10) ne diesel-elettrici di emergenza, tori. Il costo dell’intera operazio- moto e dal successivo maremoto, le vendite dei prodotti agricoli
nella regione nordorientale giap- che alimentavano i sistemi di raf- ne è calcolato in 202 miliardi di che ha devastato l’intera costa per della regione.
ponese di Tohoku, sull’isola di freddamento dei reattori 1, 2 e 3. dollari, ma altre stime elevano la più di cento chilometri, penetran- Ad oggi, appena il 32 per cento
Honshū, e del successivo, gigan- I reattori, pur avendo cessato la cifra sino a 785 miliardi di dollari. do fino a dieci all’interno e rico- di quei territori lasciati incolti è
tesco maremoto con onde alte fi- reazione nucleare sostenuta, L’incidente di Fukushima, che prendo d’acqua salata un’area di però tornato ad essere produttivo
no a 15 metri. Un doppio disastro avrebbero comunque richiesto la assieme a quello di Černobyl’ è oltre cinquecento chilometri qua- in 12 municipalità colpite dalla
senza precedenti, che ha provoca- continuazione del raffreddamen- l’unico catalogato a livello 7 (il drati, ben 17.000 ettari di terreni doppia tragedia.
to oltre 22.000 tra morti o dispersi to per dissipare il calore generato più alto: incidente catastrofico) agricoli vennero abbandonati. Analogo discorso per i prodot-
e il peggiore incidente nucleare dalle reazioni nucleari residue. della scala Ines, l’International Da allora, il Governo giappo- ti ittici, con la pesca che è ripartita
del mondo dai tempi di Černobyl' L’interruzione dei sistemi di raf- Nuclear and radiological Event nese ha speso circa 250 miliardi di gradualmente a poco più di un
(Ucraina, aprile del 1986), quello freddamento e di ogni fonte di ali- Scale, ha costretto oltre centinaia euro (32.1 trilioni di yen) per rico- anno dalla catastrofe. In aree limi-
nella centrale di Fukushima Dai- mentazione elettrica, nelle ore se- di migliaia di persone ad abban- struire la regione di Tohoku deva- tate, sfiora attualmente appena il
ichi, con la conseguente propaga- guenti, causò la perdita di con- donare le proprie abitazioni e stata dallo tsunami, ma le aree in- 20 per cento del fatturato genera-
zione delle radiazioni. trollo di tre reattori che erano atti- contaminato più di 3.000 chilo- torno all’impianto di Fukushima to prima del 2011. Risultati che
Una sciagura che non deve es- vi al momento del terremoto. metri quadrati di terreni, molti dei — uno dei più grandi al mondo — verranno ulteriormente penaliz-
sere dimenticata e che ha ancora Successivamente, vi furono quali agricoli. Un disastro che ha rimangono tuttora non accessibi- zati da un eventuale riversamento
oggi terribili effetti. Non solo sul- quattro distinte esplosioni, causa- messo in ginocchio l’economia li, le preoccupazioni per i livelli di nell’oceano dell’acqua contami-
le popolazioni colpite, ma anche te da fughe di idrogeno, alcune della regione, basata in particola- radiazioni persistono e molti de- nata necessaria a raffreddare i
sull’ambiente. delle quali distrussero le strutture re su agricoltura e pesca. gli sfollati si sono stabiliti altrove. reattori della devastata centrale
Al momento del terremoto, i superiori degli edifici di due reat- Oggi, a distanza di dieci anni, Circa sei anni dopo il sisma, fa- nucleare, accumulata ormai a li-
reattori della centrale nucleare si tori nucleari. sono ancora 29.000 le persone che ticosamente, alcune popolazioni velli insostenibili nelle cisterne al-
spensero automaticamente, attra- Un dramma che farà sentire le non possono rientrare nelle loro locali hanno cercato di rimettersi l’interno del sito, e per la quale il
verso una apposita procedura at- sue conseguenze per almeno case, mentre la produzione agri- in piedi e di fare ripartire anche Governo di Tokyo deve trovare
tivata dal sistema di sicurezza per quattro decenni. Tanto, infatti, è cola e l’industria ittica della pre- l’agricoltura del posto, basata es- una soluzione entro l’estate.
pagina II venerdì 12 marzo 2021 L’OSSERVATO

Dalle periferie sa che le vittime sono sicuramente di più. Quando


le armi esplosive sono usate in contesti urbani o
analizza anche gli effetti di lungo periodo sui mino-
ri. Le vittime aumentano con il passare del tempo,
densamente popolati, gli effetti sono indiscrimina- soprattutto quando vengono danneggiate le infra-
Strage di bambini nel mondo: in dieci anni ti. A causa del loro impatto devastante su vasta area, strutture: riserve alimentari, fonti d’acqua, luoghi
oltre 17 mila minori uccisi da armi esplosive le armi esplosive — sottolinea l’Aoav — feriscono più di riparo e di assistenza sanitaria.
Tra il 2011 e il 2020 almeno 17.035 minori sono stati bambini rispetto ad altri tipi di armi convenzionali.
uccisi e feriti da armi esplosive. Altri 807 sono inve- Ma non si tratta solo di incidenti casuali: perlome- Cuba e Venezuela rafforzano
ce rimaste vittime di ordigni inesplosi. Lo denuncia no 402 casi riguardano armi esplose contro scuole e cooperazione agricola e sanitaria
un recente rapporto di Action on Armed Violence università, per un totale di oltre 5.961 morti, di cui il L’Avana e Caracas hanno stabilito un nuovo accor-
(Aoav), “Infanzia sotto attacco”, nel quale si preci- 27% bambini. Il Paese più colpito è la Siria, seguita do in materia agroalimentare e rafforzato la loro

A
da Afghanistan, Yemen, Pakistan e Striscia di Gaza, cooperazione sanitaria, mentre la pandemia di co-
Iraq, Libia, India, Somalia e Ucraina. Il rapporto vid riduce le possibilità economiche e non sono in
atlante

I pescatori di Fukushima Sul nucleare iraniano dopo le recenti aperture di Teheran

si oppongono
al progetto del governo
Washington pronta
a rientrare nell’accordo

I
di ANNA LISA ANTONUCCI schierati anche i vescovi giappo-
nesi e sud-coreani. Intanto, il 25

A
pescatori della prefettura di Fu- marzo prossimo partirà proprio
kushima sono fermamente con- da Fukushima la torcia olimpica
trari, ma la decisione del Gover- dei Giochi di Tokyo, una scelta di GIOVANNI BENEDETTI L’Iran parteciperà a una serie di incontri
no giapponese sembra ormai simbolica a dieci anni dalla cata-
presa: le acque radioattive impie- strofe nucleare, che vuole dimo- lla luce dei più recenti sviluppi, con l’Aiea a partire dall’inizio di aprile.
gate per raffreddare l’ impianto strare la rinascita di questa terra. la strada verso il rientro degli
nucleare danneggiato dallo tsu- Ma in verità i problemi ambien- Stati Uniti nell’accordo sul nu- Biden ha posto fra le sue priorità
nami del 2011 saranno sversate in tali e sanitari causati dall’inci- cleare iraniano (Joint Com-
mare. Il progetto prevede la di- dente alla centrale nucleare non prehensive Plan of Action o Jc- la valutazione del rientro degli Usa
spersione di oltre un milione di sono finiti. In occasione dell’an- poa) sembra avere finalmente
tonnellate di acqua radioattiva niversario di quel tragico tsuna- raggiunto una parziale discesa. nell’accordo
negli ecosistemi oceanici della mi che provocò il disastro all’im- La scorsa settimana, il direttore
costa del Giappone, dopo un pianto, con la fusione del noccio- dell’Agenzia internazionale per
procedimento di purificazione e lo dei tre reattori, Greenpeace ha l’energia atomica (Aiea) Rafael
diluizione che però non convince pubblicato due rapporti che atte- Grossi ha infatti annunciato Trump annunciò però l’uscita to delle attività nucleari irania-
tutti. Lo spazio per contenere le stano come sia ancora contami- che l’Iran parteciperà a una se- del Paese a stelle e strisce dal- ne e da una sempre maggiore
acque contaminate è sul punto di nato l’85% dell’area speciale di rie di incontri con i funzionari l’accordo, unita all’instaurazio- chiusura verso le ispezioni. L’I-
esaurirsi. Ogni settimana, infatti, decontaminazione. L’associazio- dell’ente a partire dall’inizio di ne di pesanti sanzioni finanzia- ran, segnato da recessione, de-
si aggiungono tra le 2 e le 4 mila ne ambientalista sottolinea che aprile. Contemporaneamente, i rie ed energetiche contro l’I- prezzamento della moneta e in-
tonnellate di acqua nei serbatoi «serve un nuovo piano di sman- media nazionali iraniani hanno ran. flazione in seguito alle sanzioni
di stoccaggio, per cui una solu- tellamento» della centrale essen- comunicato la decisione da Questa mossa, parte della imposte, ha incrementato il
zione va trovata urgentemente. do l’attuale piano realizzabile in parte del presidente Hassan strategia di “massima pressio- processo di arricchimento del-
Tuttavia, malgrado le rassicu- 30-40 anni, «un programma — Rohani di sospendere la pro- ne” dell’ex presidente america- l’uranio oltre i limiti previsti dal
razioni del governo sullo sversa- sostiene Greenpeace — deludente duzione di uranio metallico, e no, diede inizio a un crescendo Jcpoa, causando crescenti
mento dell’acqua contaminata e e senza prospettive di successo». alcuni Paesi europei hanno riti- di tensione fra l’Iran e l’Aiea, preoccupazioni da parte dei
l’assenza dei rischi per l’ambien- In totale nelle tre strutture so- rato la mozione di sfiducia che caratterizzato da un incremen- Paesi aderenti.
te, dopo le meticolose operazioni no ancora ammassate circa 880 intendevano presentare in seno
di filtraggio, la popolazione lo- tonnellate di detriti pericolosi e, all’Aiea contro la repubblica
cale che vive di pesca è convinta a oggi, il governo giapponese e la islamica. Dopo un inizio anno
che una decisione del genere cau- Tokyo Electric Power (Tepco) caratterizzato da crescenti ten-
serebbe un danno di reputazione prevedono che le attività di sioni fra Usa e Iran, culminate
senza rimedio all’immagine del smantellamento verranno com- nella dichiarazione della supre- di ANDREA WALTON
pescato lungo la costa di Fuku- pletate tra il 2041 e il 2051. Ma a ma guida iraniana Ali Khame-

L’
shima. La pesca una delle attività fare ancor più paura è appunto il nei che la produzione naziona- incidente alla centrale nucleare di
determinanti per il sostentamen- progetto avanzato dal Governo le di uranio arricchito sarebbe Chernobyl, avvenuto nella notte del 26
to alimentare ed economico del nipponico di sversare nell’ocea- aumentata, sembra quindi aprile 1986, ha provocato un disastro
paese, ripartita gradualmente a no Pacifico le acque impiegate aprirsi finalmente la possibilità umanitario ed ambientale che, ancora
poco più di un anno dalla cata- per il raffreddamento dell’im- di un negoziato fra i Paesi ade- oggi, grava sui territori dell’ex Unione Sovietica
strofe, e in aree limitate, sfiora at- pianto. Il piano di Tokyo preve- renti al Jcpoa. Alla fine di feb- (Urss) coinvolti in quella vicenda. L’esplosione nel
tualmente appena il 20% del fat- de un rilascio graduale delle ac- braio, il governo iraniano aveva reattore numero 4, il più grave incidente mai ve-
turato generato prima del 2011. E que dopo averle depurate di tutti deciso di ritardare di tre mesi la rificatosi in una centrale nucleare, contribuì a spri-
Approfondimento

la questione non è solo locale: a i radionuclidi in esse contenuti. sospensione delle ispezioni gionare una gigantesca nube radioattiva destinata
essere direttamente interessati Tutti tranne uno, il trizio, costoso dell’Aiea sui suoi siti nucleari in a contaminare gravemente buona parte della Bie-
sono anche gli altri Paesi della re- e difficile da eliminare. Sebbene seguito a un accordo con Gros- lorussia meridionale ed alcune aree dell’Ucraina
Multilateralismo

gione, che minacciano di bandire oceanografi, scienziati, tecnici si, una mossa interpretata da settentrionale e della Russia occidentale. La nube
le importazioni di frutti di mare abbiano assicurato che il lento molti analisti come apertura al radioattiva, grazie all’azione di fenomeni meteoro-
dal Giappone. La contrarietà versamento, che dovrebbe dura- dialogo. Numerosi Paesi ade- logici, riuscì a diffondersi su buona parte d’Euro-
della Corea del Sud al progetto re tra i 7 e i 33 anni, non influirà renti all’accordo hanno manife- pa contribuendo a propagare la diffusione delle ra-
lascia presagire un’ulteriore diffi- sulla radioattività costiera, le as- stato il loro sostegno per un rin- diazioni e del cesio-137 in altre aree del Vecchio
coltà nei rapporti diplomatici, sociazioni ambientaliste e i pe- novato accordo fra Usa e Iran, Continente, in particolare modo quelle settentrio-
già non facili; ma anche gli Stati scatori, già colpiti duramente in particolare Russia e Germa- nali.
Uniti seguono la vicenda, che dall’incidente del 2011, si oppon- nia. Il cancelliere tedesco An- I territori più vicini a Chernobyl sono stati an-
potrebbe riguardare la loro costa gono al programma di deflusso. gela Merkel aveva infatti con- che quelli che hanno subito gli effetti collaterali
ovest. La pubblicità negativa che deri- tattato Rohani a febbraio, chie- maggiori. Almeno trecentomila persone furono
Nel frattempo, la Corea del verebbe dal rilascio di acqua an- dendo di rispettare il Jcpoa per evacuate per evitare un possibile avvelenamento da
Sud ha annunciato che intende che leggermente radioattiva consolidare la fiducia recipro- radiazioni e persero tutto quello che avevano, dalla
espandere il bando sull’importa- preoccupa non poco i 1.500 pe- ca. La Russia ha invece lanciato casa agli affetti. Si decise di limitare l’acceso alla
zione di prodotti ittici dal Giap- scatori della zona che oggi, per un appello a entrambe le parti zona di alienazione, una porzione di Ucraina di-
pone. La proibizione include ora sopravvivere, contano soprattut- per un dialogo costruttivo. stante non più di 30 chilometri dalla centrale nu-
tutto ciò che proviene da Fuku- to sui ristoranti e le rivendite lo- Il Jcpoa è entrato in vigore cleare ed ancora oggi questa parte di territorio è
shima e da altre sette Prefetture cali. Anche secondo Greenpeace, nell’ottobre 2015, in seguito a spopolata. Altre aree, situate in Bielorussia e Rus-
confinanti. Il rischio è di un dan- questa proposta del governo è la lunghi negoziati fra le parti sia, furono soggette ad alti livelli di contaminazio-
no economico enorme per queste più dannosa per l’ambiente sul coinvolte. Ad aderire sono stati ne da cesio e dovettero essere confiscate o soggette
popolazioni costiere, come pa- lungo periodo e Chang Mari, un – oltre all’Iran – i membri per- a pesanti controlli. Le operazioni di bonifica del-
venta il sindacato che riunisce le militante dell’associazione, ha manenti del Consiglio di Sicu- l’area di Chernobyl coinvolsero almeno seicentomi-
cooperative ittiche giapponesi spiegato alla radio francese Rfi rezza delle Nazioni Unite più la persone, conosciute con il nome di liquidatori,
(JF Zengyoren), che ha inviato al che «quando quest’acqua conta- la Germania e l’Unione Euro- che in alcuni casi furono costretti a lavorare all’in-
ministro nipponico del Commer- minata e il trizio in essa contenu- pea. L’accordo prevedeva l’im- terno dell’impianto per evitare una possibile con-
cio una lettera in cui definisce to saranno nell’oceano, seguiran- pegno da parte iraniana a taminazione delle falde acquifere e che furono
“inaccettabile” lo scarico in mare no le correnti marine, verranno smantellare parte del proprio esposte ad un livello molto alto, talvolta mortale,
dell’acqua usata per raffreddare i disperse ovunque e ci vorranno programma nucleare e ad acco- di radiazioni.
reattori della Daichi, la centrale diciassette anni prima che la ra- gliere ispezioni da parte del- Il bilancio delle vittime dovute a Chernobyl è
nucleare colpita dallo tsunami l’ dioattività sia sufficientemente l’Aiea, in cambio di un allenta- piuttosto difficile da redigere. Molte persone in
11 marzo 2011. Il progetto, dice il diluita da essere scesa al di sotto mento alle pesanti sanzioni Bielorussia, Russia, Ucraina e nel resto d’Europa
sindacato, va bocciato «anche se dei livelli di guardia». «È un pro- economiche che gli erano state sono morte, anche a distanza di anni, in seguito al-
i livelli di contaminazione fosse- blema dunque che riguarda il imposte da parte degli Usa. l’esposizione alle radiazioni mentre le conseguenze
ro inferiori ai limiti legali». A so- mondo intero» ha avvertito l’am- Nel maggio 2018 l’amministra- immediate dell’esplosione furono più contenute.
stegno dei pescatori si sono bientalista. zione statunitense di Donald Decine di migliaia di casi di cancro potrebbero es-
ORE ROMANO venerdì 12 marzo 2021 pagina III

vista cambiamenti nelle sanzioni di Washington nei nella semina di piante proteiche e foraggere. etnici riconosciuti. Il 25 ottobre scorso i cileni han-
confronti di entrambe le nazioni. L’intesa bilaterale no deciso che l’attuale Costituzione, quella del
è stata siglata all’Avana dai ministri dell’Agricoltu- Cile: oltre 1,2 milioni di elettori indigeni 1980, che però negli anni ha subito diverse modifi-
ra dei rispettivi Paesi, martedì scorso, durante una in vista del voto dell’11 aprile che, dovrà essere sostituita da una nuova Carta en-
visita di lavoro della vicepresidente esecutiva del Il servizio elettorale del Cile ha reso noto che il regi- tro il 2022. L’attuale Carta non riconosce i gruppi
Venezuela, Delcy Rodríguez, che ha incontrato il stro indigeno del Paese conta 1.239.295 persone, di indigeni. Questi rappresentano circa il 12% della
presidente cubano Miguel Díaz-Canel. Rodríguez cui l’86% appartiene al popolo mapuche. I dati so- popolazione totale, di quasi 18 milioni di abitanti.
ha partecipato alla 21a sessione della Commissione no stati diffusi in vista delle elezioni dell’11 aprile, La regione di Santiago è il territorio che concentra
intergovernativa dell’Accordo integrale di coopera- dove saranno eletti i 155 membri dell’Assemblea co- il maggior numero di cittadini appartenenti a uno
zione Cuba-Venezuela. L’intesa include la coope- stituente che dovranno redigere la nuova Costitu- dei popoli originari, con 302.796 elettori.

A
razione nei settori dell’allevamento e dell’acquacol- zione. Per la prima volta nella storia del Paese, 17
tura e nella coltivazione di cereali, legumi, tuberi e seggi dell’Assemblea saranno riservati ai 10 gruppi
atlante

Le calciatrici
che ridiedero speranza
al Giappone

F
di ELISA PINNA

u il segnale della riscossa. La coppa del mondo


conquistata nel luglio 2011 dalla nazionale
femminile giapponese di calcio ebbe un effetto
catartico su un Paese lacerato dal dolore, dalla
paura, dall’incertezza sul futuro dopo il triplice
disastro di Fukushima: un terremoto di magnitudo
9, uno tsunami record e la conseguente e micidiale
fusione dei reattori nucleari dell’impianto della
Tepco.
Aya Sameshima aveva 24 anni, giocava nella difesa,
e ricorda quella vittoria come il momento più bello
della sua vita. La squadra giapponese, che fino a
A sinistra, il presidente iraniano Rohani (Epa); a destra, Rafael Grossi, direttore generale dell’Aiea durante una conferenza stampa a Vienna (Afp) quel torneo non aveva mai particolarmente brillato,
conquistò la vetta nei campionati mondiali in
La tensione è stata ulterior- nitense di Joe Biden ha posto Gli Stati Uniti si sono quindi bio un primo passo in avanti Germania, battendosi con Fukushima nel cuore e
mente amplificata da eventi co- fra le sue priorità la valutazione dichiarati intenzionati a rien- verso una nuova intesa con gli sconfiggendo una dopo l’altra avversarie ben più
me l’uccisione del generale del rientro degli Usa nell’accor- trare nell’accordo, ma a condi- Stati Uniti. Gli ispettori dell’a- potenti e quotate. Fino alla sfida finale contro gli
Qassem Soleimani durante do sul nucleare iraniano. Biden zione che l’Iran riducesse pri- genzia riporteranno i risultati Stati Uniti. Nei 25 precedenti incontri con le
un’operazione militare statuni- ha fortemente criticato la deci- ma le sue attività nucleari. del negoziato in una riunione americane, le giocatrici giapponesi avevano sempre
tense nel gennaio 2020 e la sione del suo predecessore di Teheran, dal canto suo, ha inve- straordinaria prevista per giu- perso. Le ragazze statunitense erano più forti
morte di Mohsen Fakhridazeh, uscire dal Jcpoa, accusandolo ce richiesto un alleviamento gno, contemporaneamente alle fisicamente e più preparate. Erano sicure di avere la
il principale scienziato nucleare di avere isolato gli Stati Uniti preventivo delle sanzioni in se- elezioni presidenziali in Iran. vittoria in pugno, come era sempre accaduto nel
iraniano, rimasto vittima di un sul piano internazionale e di gno di buona volontà. In man- Le trattative sul nucleare gio- passato. Le tattiche di spogliatoio usate dall’allora
attentato a novembre. avere favorito lo sviluppo del canza di un accordo, l’apertura cheranno quindi un ruolo fon- allenatore giapponese Norio Sasaki furono però
Fin dal suo insediamento, la nucleare iraniano, destabiliz- di un dialogo fra Iran e Aiea damentale anche nella politica molto efficaci: alla vigilia della partita, mostrò alle
nuova amministrazione statu- zando ulteriormente la regione. rappresenta dunque senza dub- interna del Paese del Golfo. calciatrici un filmato su quello che restava di
Fukushima.
Aya Sameshina conosceva già molto bene quelle
immagini e non aveva bisogno di ripassi. La
ragazza era infatti nata a Fukushima e l’11 marzo
2011 era al lavoro come segretaria nella centrale

Chernobyl, il disastro che segnò nucleare per la compagnia operativa Tepco. La sua
vita si divideva tra l’ufficio e gli allenamenti serali
con la squadra sponsorizzata dalla stessa azienda.

il destino dell’Urss Fino a quando non crollò tutto e si ritrovò sfollata,


in mezzo a migliaia di altri sfollati che cercavano
figli, genitori, amici proprio nel campo di calcio
trasformato in uno scenario post-apocalittico.
sere stati causati dall’aumentata esposizione alle ra- pesante trentaseimila tonnellate, sono stati ultimati «L’essere selezionata per i campionati mondiali mi
Appunti di viaggio

diazioni. nel 2017 e sono durati ben cinque anni. Il nuovo salvò la vita» racconta ai giornali giapponesi
Il reattore numero 4 venne chiuso all’interno di sarcofago è il più grande manufatto non statico tra Sameshina, oggi una giovane donna di 34 anni,
una grande struttura di contenimento, denominata quelli esistenti al mondo e consentirà la progressi- ancora impegnata professionalmente nella
“sarcofago”, eretta piuttosto velocemente per ga- va rimozione, da remoto ed utilizzando meno per- disciplina sportiva. Le americane, spiega, non
rantire l’operatività degli altri reattori. La struttura sonale possibile, del materiale radioattivo. immaginarono il significato che assunse quella
non è, però, durevole o particolarmente forte ed ha Il disastro di Chernobyl ebbe conseguenze an- coppa del mondo per le giapponesi, dopo il
necessitato di lavori di ammodernamento. All’inter- che politiche. I costi economici, stimati in 235 mi- disastro di Fukushima. Ciò diede un vantaggio alla
no del sarcofago sono presenti duecento tonnellate liardi di dollari di danni della vicenda contribuiro- squadra più debole per sconfiggere la squadra più
di materiale altamente radioattivo che costituiscono Il sarcofago no ad accelerare lo scioglimento dell’Unione So- forte di sempre. In Giappone vi era un tifo
una grave minaccia dal punto di vista ambientale. sul reattore 4 vietica. La Bielorussia ebbe il ventitré per cento incredibile: la gente si accalcò, alle 3 di notte (per
I lavori per la realizzazione di una nuova struttura, di Chernobyl del proprio territorio contaminato e perse la pos- ragioni di fuso orario) del 17 luglio 2017, nei bar e
sibilità di utilizzare un quinto delle proprie zone nei locali di tutto il Paese per seguire
agricole. Il Partito Comunista dell’Unione Sovieti- collettivamente l’evento. Quando la capitana della
ca si dimostrò, inevitabilmente, vulnerabile di fron- squadra, Homare Sawa, segnò all’ultimo minuto
te alla calamità e dimostrò di non essere in grado dei tempi regolamentari la rete del pareggio , 2 a 2,
di proteggere, sempre e comunque, i propri citta- aprendo la strada ai tempi supplementari, in patria
dini. La perdita di credibilità delle alte sfere avven- esplose un tifo selvaggio, mai visto in una nazione
ne in un momento cruciale, proprio quando i mo- conosciuta per la sua compostezza. Poi le
vimenti per la democraticizzazione dell’Europa giapponesi vinsero ai rigori. Molta gente in patria
Orientale prendevano vigore e contribuì alla dele- pianse di gioia. Sameshima ricorda che la squadra
gittimazione dei vertici. in quei giorni aveva un solo motto: “non mollare
L’incidente di Chernobyl ebbe un duplice effet- mai!” «Abbiamo pensato che, forse, se ci
to sull’opinione pubblica. Nell’immediato contri- impegniamo possiamo inviare un messaggio
buì a rafforzare il movimento popolare contro l’e- positivo alle persone colpite dal disastro: è così che
nergia nucleare, rendendo la vicenda un simbolo si deve sopravvivere, non mollando mai!»
dell’attivismo ed aumentando la percezione da par- Sameshima sentiva di giocare «per la gente della
te di una fetta della popolazione nei confronti di sua città e per le sue ex compagne della squadra
questa tematica. Non si può non ricordare, però, locale, scomparse nella tragedia, che non avrebbero
che le discussioni pubbliche sulle carenze di sicu- mai più potuto scendere in campo». «Giocammo
rezza dell’impianto contribuirono anche a rafforza- con il nostro cuore» dice. Quando la squadra di
re la fiducia di altri nei confronti di quelle centrali calcio femminile sollevò al cielo la Coppa del
nucleari sottoposte a controlli efficaci e gestite nel Mondo, i giornali giapponesi descrissero l’evento
migliore dei modi, come accaduto in alcune nazio- come un punto di svolta dopo mesi da incubo: si
ni dell’Occidente. Il tema del nucleare è ancora sentiva il bisogno di un qualcosa, anche di
oggi molto divisivo. I benefici energetici derivanti simbolico, per rimettere in piedi il Paese e quelle
dall’uso di questa tecnologia vanno soppesati alla campionesse, quelle donne, mostrarono come
luce delle scorie che vengono prodotte ed il futuro poterci riuscire. Non a caso il soprannome della
sembra maggiormente legato all’uso di fonti di nazionale era ed è ancora Nadeshiko, un garofano
energia rinnovabili. rosa che simboleggia la grazia e la resistenza.
pagina IV L’OSSERVATORE ROMANO venerdì 12 marzo 2021

Sud Sudan: nuovi progressi verso la stabilità


Si sono conclusi a Naivasha, in Kenya, i colloqui tra il go- pegno al cessate il fuoco. Mentre il secondo, la cosiddetta
verno del Sud Sudan e i due gruppi che ad Addis Abeba “Declaration of Principles”, stabilisce i principi per ripor-
nel settembre 2018 non avevano firmato il Revitalised tare il conflitto armato nella sfera della discussione politi-
Agreement: il Ssoma-Ssuf e il Ssoma-Real Splm. «Dopo ca, in moda da «risparmiare ulteriori sofferenze al popolo
tre giorni di intense discussioni — ha spiegato la comunità sud sudanese». Nella nota Sant’Egidio «ringrazia la co-
di Sant’Egidio in un comunicato — le parti hanno raggiun- munità internazionale per la fattiva collaborazione ed in
to un accordo su due documenti». Il primo sancisce l’im- particolare il governo del Kenya per il suo sostegno e l’o-

A
spitalità e rinnova il suo impegno per una risoluzione del
conflitto sud sudanese inclusiva e duratura».
atlante

La sfida della pace in Africa


Diplomazia preventiva
e multilateralismo

S
di GIULIO ALBANESE la Cina, l’India, la Turchia e la di pace Onu (www.unmis-
stessa Russia che sta ripropo- sions.org), i contingenti dei ca-
pesso si sente parlare delle crisi nendosi in Africa dopo il ritiro schi blu dislocati in Africa sono
armate che attanagliano il con- imposto, circa trent’anni fa, dal in Sudan ad Abyei (Unisfa),
tinente africano. Ad esempio, la collasso dell’Unione sovietica. nella Repubblica Centrafricana
recente uccisione dell’amba- È proprio in questo perime- (Minusca), nella Repubblica
sciatore italiano Luca Attana- tro che le Nazioni Unite, come Democratica del Congo (Mo-
sio, del carabiniere Vittorio Ia- organismo dei popoli, sono nusco), nel Mali (Minusma), in
covacci e del loro autista Musta- chiamate a svolgere un ruolo in- Somalia (Unsos), nel Sud Su-
pha Milambo hanno portato al- dispensabile. A questo proposi- dan (Unmiss) e nel Sahara occi-
la ribalta la situazione di aperta to è bene rammentare quanto dentale (Minurso).
conflittualità in cui versa il set- avvenne all’inizio degli anni Purtroppo, come rilevano
tore orientale della Repubblica Sessanta con l’avvento della sta- due studiosi sudafricani esperti
Democratica del Congo (Rdc). gione delle indipendenze afri- in relazioni internazionali, Mal- Un membro sessuale nei confronti di donne al compito assegnato. In secon-
La valutazione generale che so- cane. Allora l’Onu, istituita co- te Brosig e Norman Sempijja, della missione e minori. do luogo, l’Onu dovrebbe mo-
litamente viene data dagli anali- me organizzazione dopo la se- gli obiettivi ambiziosi per ga- Onu nella Come rileva l’africanista strare maggiore fermezza verso
sti è che si tratta di scenari deter- conda guerra mondiale con l’o- rantire il mantenimento della Repubblica Rocco Bellantone, «il problema quei governi che non favorisco-
minati da inciampi nei percorsi biettivo di prevenire futuri con- pace attraverso le missioni dei Democratica è che a episodi del genere, fre- no o addirittura ostacolano lo
di transizione verso la democra- flitti, sostituendo l’inefficace caschi blu in Africa non sono del Congo parla quenti praticamente in ogni sviluppo di processi politici de-
zia, la partecipazione, lo svilup- Società delle Nazioni, giocò un stati in gran parte raggiunti. con dei bambini Paese in cui le Nazioni Unite mocratici.
po e soprattutto per le asperità ruolo politicamente rilevante. «Sebbene siano rilevabili effetti a Pinga abbiano messo piede in Africa, Se le Nazioni Unite si mo-
determinate dal business inter- In particolare, il riconosci- positivi sulla sicurezza naziona- (UN Photo) non seguono punizioni adegua- strano deboli in tal senso, è ine-
nazionale delle immense ric- mento del principio dell’auto- le e sulla partecipazione politi- te in quasi tutti i casi. Il giudizio vitabile che crisi politiche sfoci-
chezze naturali di cui dispone il determinazione dei popoli, san- ca, in altri ambiti come la sicu- sulla condotta dei soldati impe- no in conflitti tra fazioni oppo-
continente. I rimedi, da qualun- cito dalla Carta delle Nazioni rezza personale, lo sviluppo gnati in missioni di pace Onu ste. Occorre anche osservare
que parte provengano, dovreb- Unite, conferì legittimità inter- umano o la gestione pubblica spetta infatti al Paese a cui essi che, secondo alcuni studi svolti
bero essere attenti anzitutto a nazionale alla volontà di eman- l’impatto è risultato essere mini- appartengono. In molti casi ca- in Paesi dove le missioni di pace
questa fenomenologia. cipazione dei popoli africani e mo o inesistente». pita che gli Stati coinvolti eviti- Onu si sono concluse in Africa,
Troppo spesso, invece, nelle nel continente ebbe un felice ri- A pesare negativamente su no di condurre in maniera deci- al termine dei conflitti sono sta-
iniziative delle potenze che agi- scontro. Non solo: il diritto in- queste missioni sono una serie sa inchieste di questo genere per te prodotte comunque migliori
scono in nome della cosiddetta ternazionale mise finalmente di fattori riscontrati da inchieste evitare di subire dei ritorni di istituzioni postbelliche e sono
comunità internazionale — in fuori legge la guerra, in partico- condotte sia all’interno delle immagine negativi». Secondo aumentate le attività della socie-
cui l’Africa, politicamente par- lare grazie all’articolo 2 § 4, del- Nazioni Unite come anche da Gustavo de Carvalho, ricercato- tà civile. Rimane il fatto che vi
lando, sembra essere considera- la Carta, dichiarando che gli organizzazioni indipendenti. Il re dell’Iss Africa (Institute for sono dei contesti come l’ex Zai-
ta più un oggetto che un vero e Stati membri rinunciano alla primo tra questi fattori è la man- Security Studies), per ottenere re dove le critiche sono molto
proprio soggetto — prevalgono guerra per risolvere i loro con- canza di disciplina nelle truppe la fiducia delle popolazioni lo- pungenti. Ad esempio Jean-
le cosiddette ragioni di «sicu- flitti. In questa prospettiva le e il fatto che i contingenti a vol- cali dove operano i caschi blu, Léonard Touadi, presidente del
rezza». Per cui, molto spesso, il Nazioni Unite hanno rappre- te siano composti da militari l’Onu dovrebbe anzitutto im- Centro relazioni con l’Africa
tema del jihadismo, che secon- sentato e tuttora rappresentano provenienti da Paesi in cui gli porre a ogni Stato membro il ri- della Società Geografica Italia-
do alcuni potrebbe trasformare un ruolo centrale e insostituibi- standard di preparazione non spetto di standard di trasparen- na (Crasgi), «l’Onu sta consu-
il continente in una sorta di le nella edificazione di proficue sono adeguati alle crisi in atto in za nella selezione delle unità da mando nella Repubblica De-
Africanistan, come anche quel- e necessarie relazioni interna- Africa. A ciò si aggiunga il fatto inviare in missione, attraverso mocratica del Congo e altrove
lo della mobilità umana verso zionali — in questa fattispecie che non poche volte sono stati una serie di ispezioni che con- quel residuo di credibilità che
Hic sunt leones

l’Europa, vengono considerati nel continente africano — come riscontrati episodi di violenza sentano di verificarne l’idoneità ancora rimane».
in modo a sé stante rispetto alla presidio di legittimità interna- Una cosa è certa: le forze di
complessità delle questioni an- zionale e foro insostituibile e in- peacekeeping non possono es-
cora aperte che devono essere dispensabile di negoziazione a sere considerate come risolutive
necessariamente affrontate dai livello planetario sui temi dello nelle aree di crisi. Riconosciuto
governi locali. Sarebbe invece sviluppo, della pace e della sicu- il mantenimento della pace co-
opportuno affermare un indi- rezza. me valore universale ed essen-
rizzo olistico che considerasse, Occorre comunque prendere ziale per la sopravvivenza della
senza retro-pensieri, le istanze atto che la prima performance comunità dei popoli, ne conse-
di cambiamento che si levano dei caschi blu nell’ex Congo gue l’esistenza di una diploma-
dalle varie componenti della so- Belga, sessant’anni fa, non si ri- zia preventiva in virtù della par-
cietà civile africana. Si avverte velò un successo a seguito di ticolare natura del bene che è
infatti l’esigenza di un riposi- una serie di eventi: la secessione chiamata a promuovere. In
zionamento della diplomazia del Katanga (ricca regione mi- Africa se ne avverte sempre più
internazionale che tenga conto neraria); l’uccisione dell’allora il bisogno per scongiurare quei
della costante e progressiva mo- primo ministro Patrice Lumum- disastri bellici che in questi anni
dificazione dello scacchiere ba; il misterioso incidente mor- sono costati la vita a un numero
geopolitico africano a seguito tale in cui perse la vita l’allora indicibile di civili nell’Africa
dei processi legati alla globaliz- segretario generale dell’Onu, lo Sub-sahariana.
zazione. svedese Dag Hammarskjöld; Lo sfondo deve essere, co-
Il modello coloniale e quello l’uccisione degli aviatori italiani munque, chiaro: quello del
postcoloniale, alla prova dei fat- che operavano per l’Onu a Kin- multilateralismo che, come ha
ti, non rappresentano più un du; per non parlare delle pesan- indicato pertinentemente mon-
paradigma di riferimento in ti interferenze di formazioni ar- signor Paul Richard Gallagher,
Africa per il controllo delle isti- mate composte da mercenari Segretario per i Rapporti con
tuzioni degli aiuti e neppure de- stranieri. gli Stati, deve essere «espressio-
gli investimenti. Con il risultato Da allora sono seguite nume- ne di un rinnovato senso di re-
che i tradizionali partner dei rose missioni di peacekeeping sponsabilità globale, solidarietà
Paesi africani (le ex potenze co- in Africa: dalla Liberia, alla fondata sulla giustizia e sul rag-
loniali) devono di fatto misurar- Sierra Leone o alla Costa d’A- giungimento della pace e del-
si con le strategie a basso indice vorio con risultati a volte con- l’unità all’interno della famiglia
di «condizionalità» delle po- troversi. Attualmente, stando al umana, che è il piano di Dio per
tenze emergenti come il Brasile, sito istituzionale delle missioni il mondo».
venerdì 12 marzo 2021 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 5

Ai partecipanti al corso sul Foro interno il Papa ricorda che la riconciliazione santifica penitente e confessore

Abbandonarsi all’amore
per lasciarsi trasformare
«Abbandonarsi all’Amore, lasciarsi versione, di penitenza e di ac- perdonato — come ha detto il ma impensabile, totalmente
trasformare dall’Amore e corrisponde- coglienza della misericordia — Cardinale — verso il fratello, la nuovo e perciò capace di rinno-
re all’Amore»: sono queste «tre espres- anche per noi. Saluto il Cardi- sorella peccatore e peccatrice vare tutte le cose. Il penitente
sioni, che spiegano bene» secondo Pa- nale Mauro Piacenza, Peniten- perdonati. Questo è il rapporto che incontra, nel colloquio sa-
pa Francesco il senso del sacramento ziere Maggiore, e lo ringrazio fondamentale cramentale, un raggio di que-
della riconciliazione. Lo ha detto ai per le sue parole, come ho det- Abbandonarsi all’Amore signifi- sto Amore accogliente, si lascia
partecipanti — ben 870 — al XXXI to prima, e con lui saluto il ca compiere un vero atto di fe- trasformare dall’Amore, dalla
Corso sul Foro interno, organizzato Reggente, i Prelati, gli Officiali de. La fede non può mai essere Grazia, iniziando a vivere quel-
dalla Penitenzieria Apostolica, ricevu- e il Personale della Penitenzie- ridotta a un elenco di concetti o la trasformazione del cuore di
ti in udienza nell’aula Paolo VI vener- ria, i Collegi dei penitenzieri a una serie di affermazioni da pietra in cuore di carne, che è
dì mattina, 12 marzo. ordinari e straordinari delle Ba- credere. La fede si esprime e si una trasformazione che si dà in
siliche Papali in Urbe e tutti voi comprende dentro una relazio- ogni confessione. Anche nella pre in modo inadeguato, alla faccia domande indiscrete. Io
Cari fratelli, buongiorno! partecipanti al Corso che, per ne: la relazione tra Dio e l’uo- vita affettiva è così: si cambia sua misericordia. Il buon con- ho imparato dal Cardinale Pia-
Il Cardinale — lo ringrazio per necessità della pandemia, si è mo e tra l’uomo e Dio, secondo per l’incontro con un grande fessore indica sempre, accanto cenza una cosa: lui mi ha detto
le sue parole — ha insistito su dovuto svolgere online ma con la la logica della chiamata e della amore. al primato dell’amore di Dio, che quando lui vede che queste
San Giuseppe. Per mesi [mi di- notevole partecipazione di 870 risposta: Dio chiama e l’uomo Il buon confessore è sempre l’indispensabile amore per il persone hanno difficoltà e si
ceva]: “Scriva qualcosa su San chierici! Bel numero! risponde. È vero anche l’inver- chiamato a scorgere il miracolo prossimo, come palestra quoti- capisce di cosa si tratta, lui su-
Giuseppe, scriva qualcosa su Vorrei soffermarmi con voi so: noi chiamiamo Dio quando del cambiamento, ad accorger- diana nella quale allenare l’a- bito li ferma e dice: “Ho capito.
San Giuseppe”. E la Lettera su su tre espressioni, che spiegano abbiamo bisogno, e Lui rispon- si dell’opera della Grazia nei more per Dio. Il proposito at- Andiamo avanti”. Non dare
San Giuseppe è opera sua, in bene il senso del Sacramento de sempre. La fede è l’incontro cuori dei penitenti, favorendo- tuale di non commettere anco- più dolore, più “tortura” in
grande parte. E così, grazie… della Riconciliazione; perché con la Misericordia, con Dio ne il più possibile l’azione tra- ra il peccato è il segno della vo- questo. E poi, per favore, non
Mi scuso di stare seduto, ma andare a confessarsi non è an- stesso che è Misericordia — il sformante. L’integrità dell’ac- lontà di corrispondere all’A- fare domande. Io alcune volte
ho pensato: loro sono seduti, dare in tintoria perché mi tol- nome di Dio è Misericordia — cusa è il segno di questa trasfor- more. E tante volte la gente, mi domando: quei confessori
anch’io mi prendo… Non do- gano una macchia. No, è un’al- ed è l’abbandono tra le braccia mazione che l’Amore opera: anche noi stessi, ci vergognia- che incominciano: “E come
vrei, ma dopo il viaggio ancora tra cosa. Pensiamo bene a co- di questo Amore, misterioso e tutto è consegnato, perché tut- mo di aver promesso, di com- questo, questo, questo…”. Ma
le gambe si fanno sentire. Scu- s’è. La prima espressione che generoso, di cui tanto abbiamo to sia perdonato. mettere il peccato e tornare dimmi, cosa stai facendo, tu?
satemi. spiega questo sacramento, que- bisogno, ma al quale, a volte, si La terza e ultima espressione un’altra volta, un’altra volta… Ti stai facendo il film nella tua
Sono lieto di accogliervi in sto mistero è: “abbandonarsi ha paura ad abbandonarsi. è: corrispondere all’Amore. L’ab- Mi viene alla mente una poesia mente? Per favore. Poi, nelle
occasione del Corso sul Foro all’Amore”; la seconda: “la- L’esperienza insegna che chi bandono e il lasciarsi trasfor- di un parroco argentino, bravo, basiliche c’è una opportunità
Interno, organizzato dalla Pe- sciarsi trasformare dall’Amo- non si abbandona all’amore di mare dall’Amore hanno come un bravo parroco, bravissimo. tanto grande di confessarsi, ma
nitenzieria Apostolica e che re”; e la terza: “corrispondere Dio finisce, prima o poi, per necessaria conseguenza una Era un poeta, ha scritto tanti li- purtroppo i seminaristi che so-
quest’anno è giunto alla 31ª edi- all’Amore”. Ma sempre l’Amo- abbandonarsi ad altro, finendo corrispondenza all’amore rice- bri. Una poesia alla Madonna, no nei collegi internazionali si
zione. Il Corso è un consueto re: se non c’è Amore nel sacra- “tra le braccia” della mentalità vuto. Il cristiano ha sempre in cui chiedeva alla Madonna, passano la voce, anche i preti
appuntamento che, provviden- mento, non è come Gesù lo mondana, che alla fine porta presente quella parola di San nella poesia, di custodirlo, per- giovani: “In quella basilica
zialmente, cade nel tempo di vuole. Se c’è funzionalità, non amarezza, tristezza e solitudi- Giacomo: «Mostrami la tua fe- ché lui avrebbe voluto cambia- puoi andare da tutti meno che
Quaresima, tempo penitenzia- è come Gesù lo vuole. Amore. ne, e non guarisce. Allora il pri- de senza le opere, e io con le re ma non sapeva come. Le fa- da quello e quello; in quel con-
le e tempo di deserto, di con- Amore di fratello peccatore mo passo per una buona Con- mie opere ti mostrerò la mia fe- ceva la promessa di cambiare, fessionale non andare, perché
fessione è proprio l’atto di fede, de» (2, 18). La reale volontà di alla Madonna, e finiva così: quello sarà lo sceriffo che ti tor-
di abbandono, con il quale il conversione diventa concreta “Questa sera, Signora, la pro- turerà”. Si passa, la voce…
penitente si accosta alla Miseri- nella corrispondenza all’amore messa è sincera. Ma per ogni Essere misericordioso non
cordia. E ogni confessore, di Dio ricevuto e accolto. Si evenienza, lasciami la chiave significa essere di manica larga,
Prolusione del cardinale Piacenza quindi, dev’essere capace di tratta di una corrispondenza all’esterno della porta” [“Esta no. Significa essere fratello, pa-
stupirsi sempre per i fratelli che si manifesta nel cambia- tarde, Señora, la promesa es sincera. dre, consolatore. “Padre, io
La misericordia che, per fede, domandano il
perdono di Dio e, ancora solo
mento della vita e nelle opere
di misericordia che ne conse-
Por las dudas, no olvide dejar la llave
afuera”]. Sapeva che sempre ci
non ce la faccio, non so come
farò...” — “Tu prega, e torna
è sproporzionata per fede, si abbandonano a
Lui, consegnando sé stessi nel-
guono. Chi è stato accolto dal-
l’Amore, non può non acco-
sarà la chiave per aprire, perché
è stato Dio, la tenerezza di Dio,
ogni volta che hai bisogno, per-
ché qui troverai un padre, un
la Confessione. Il dolore per i gliere il fratello. Chi si è abban- a lasciarla fuori. Così, la cele- fratello, troverai questo”. Que-
Il fedele che si inginocchia trascendenza di Dio». Egli propri peccati è il segno di tale donato all’Amore, non può brazione frequente del sacra- sto è l’atteggiamento. Per favo-
al confessionale è Dio, «per questo ama abbandono fiducioso all’Amo- non consolare gli afflitti. Chi è mento della Riconciliazione re, non fare il tribunale di esa-
«domandando la divina senza misura, per questo re. stato perdonato da Dio, non diventa, sia per il penitente che me accademico: “E come,
misericordia» esprime, «in perdona senza misura, per Vivere così la Confessione può non perdonare di cuore ai per il confessore, una via di quando…”. Non fare il ficca-
un gesto semplice ma questo è libero di associarci significa lasciarsi trasformare dal- fratelli. santificazione, una scuola di fe- naso nell’anima degli altri. Pa-
efficace, l’anelito di santità alla sua santità senza misura l’Amore. È la seconda dimensio- Se è vero che noi non potre- de, di abbandono, di cambia- dri, fratelli misericordiosi.
presente nel cuore e senza altro nostro merito ne, la seconda espressione sulla mo mai corrispondere piena- mento e di corrispondenza al- Mentre vi lascio questi spun-
dell’uomo». Infatti, nessuna se non la libertà, che si apre quale vorrei riflettere. Sappia- mente all’Amore divino, per la l’Amore misericordioso del Pa- ti di riflessione, auguro a voi e
«forza esterna, nessun a lui nell’intenzione e negli mo bene che non sono le leggi a differenza incolmabile tra il dre. ai vostri penitenti una fruttuo-
potere civile obbliga, né atti». In tal senso, allora, il salvare, basta leggere il capito- Creatore e le creature, è altret- Cari fratelli, ricordiamo sa Quaresima di conversione.
potrebbe mai obbligare a sacramento della lo 23 di Matteo: l’individuo tanto vero che Dio ci indica un sempre che ciascuno di noi è un Vi benedico di cuore, e vi chie-
quel gesto semplice di riconciliazione è il non cambia per un’arida serie amore possibile, nel quale vive- peccatore perdonato — se uno do per favore di pregare per
umiliazione mendicante». È sacramento della santità. di precetti, ma per il fascino re tale impossibile corrispon- di noi non si sente così, meglio me. Grazie!
dunque «il trionfo, la Non solo, come tutti i dell’Amore percepito e gratui- denza: l’amore per il fratello. È che non vada a confessare, me-
manifestazione della libertà, sacramenti, «santifica chi li tamente offerto. È l’Amore che l’amore per il fratello il luogo glio che non faccia il confessore
che seguendo il proprio celebra sia come ministro, si è manifestato pienamente in della corrispondenza reale al- —, un peccatore perdonato po-
anelito di santità e volendo sia come fedele laico», ma è Gesù Cristo e nella sua morte l’amore di Dio: amando i fra- sto al servizio degli altri, per-
essere liberata dal peccato, vera e propria «via, in croce per noi. Così l’Amore, telli mostriamo a noi stessi, al ché anch’essi, attraverso l’in- Lutto
chiede la salvezza, chiede la cammino, metodo attraverso che è Dio stesso, si è reso visibi- mondo e a Dio di amare davve- contro sacramentale, possano
redenzione, chiede la il quale il Santo dei Santi, le agli uomini, in un modo pri- ro Lui e corrispondiamo, sem- incontrare quell’Amore che ha nell’episcopato
santità». Lo ha sottolineato che ha reso accessibile la affascinato e cambiato la nostra
il cardinale penitenziere sua santità in Gesù Cristo e vita. Con questa consapevolez- Monsignor Mauro Apare-
maggiore Mauro Piacenza nel suo Corpo che è la za, vi incoraggio a perseverare cido dos Santos, arcivesco-
nella lectio magistralis sul tema Chiesa, desidera toccare con fedeltà nel ministero pre- vo di Cascavel, in Brasile, è
«Il sacramento della ciascun uomo, chiamarlo I tweet di @Pontifex zioso che svolgete, o che presto morto nel pomeriggio di
riconciliazione, via di alla comunione con sé ed vi sarà affidato: è un servizio giovedì 11 marzo per il con-
santificazione», aprendo il
corso lunedì
inserirlo nella dinamica
amante della Trinità». A
Bisognosi di perdono importante per la santificazio-
ne del popolo santo di Dio. Af-
tagio da covid-19. Ricove-
rato il 16 febbraio nel locale
8 marzo. questo riguardo, il fidate questo vostro ministero Hospital São Lucas, le sue
Il porporato ha fatto notare penitenziere maggiore ha «L’inizio del ritorno a Dio è riconoscerci bisognosi di Lui, bi- della riconciliazione alla po- condizioni erano peggiora-
come l’assoluzione invitato a riflettere su una sognosi di misericordia. Questa è la via giusta, la via dell’u- tente protezione di San Giu- te il 9 marzo.
sacramentale, dove categoria indispensabile per miltà». Lo scrive Papa Francesco sull’account @Pontifex ri- seppe, uomo giusto e fedele. Nato il 9 novembre 1954
ricorrano le condizioni, è poter correttamente lanciando stamane, venerdì 12 marzo, gli hashtag #Quaresi- E qui vorrei soffermarmi per a Fartura, nella diocesi di
«la risposta di santità che interpretare e anche ma #24OreperilSignore. Il secondo fa riferimento all’inizia- sottolineare l’atteggiamento re- Ourinhos, era divenuto sa-
Dio offre all’anelito di spiegare qualcosa di questa tiva promossa dal Pontificio Consiglio per la promozione ligioso che nasce da questa co- cerdote il 13 maggio 1984.
santità dell’uomo». È la dinamica positiva del della nuova evangelizzazione che si apre oggi per concludersi scienza di essere peccatore per- Nominato coadiutore di
risposta della «grazia divina sacramento della domani sul tema «Egli perdona tutte le tue colpe» (Salmo donato che deve avere il con- Campo Mourão il 27 mag-
alla libertà mendicante riconciliazione. «C’è una 103, 3). «Vi incoraggio — aggiunge in un secondo tweet con fessore. Accogliere in pace, ac- gio 1998, aveva ricevuto
dell’uomo». Come tutte le categoria teologica — ha gli stessi hashtag — a dedicare tempo alla Parola di Dio, ai cogliere con paternità. Ognu- l’ordinazione episcopale il
risposte di Dio, la divina detto — oggi piuttosto Sacramenti, al digiuno e alla preghiera, per rinnovare così il no saprà come è l’espressione successivo 14 agosto. E il 21
misericordia è dimenticata, o peggio nostro rapporto con Dio, con noi stessi e con il prossimo». della paternità: il sorriso, gli febbraio 1999 era divenuto
«assolutamente unicamente interpretata in Infine con un terzo lancio il Papa sottolinea come «ricevendo occhi in pace… Accogliere of- vescovo Campo Mourão
sovrabbondante, eccedente, chiave sociologica», che, il perdono nel Sacramento della Riconciliazione, che è al frendo tranquillità, e poi lasciar succedendo, appunto, per
del tutto sproporzionata alla invece, dovrebbe essere cuore del nostro processo di conversione, diventiamo diffuso- parlare. A volte, il confessore si coadiuzione. Quindi il 31
domanda dell’uomo». Tale «urgentemente recuperata: ri del perdono: avendolo ricevuto, possiamo offrirlo attraver- accorge che c’è una certa diffi- ottobre 2007 era stato pro-
sproporzione ha radice la categoria di so un dialogo premuroso e un comportamento che conforta coltà ad andare avanti con un mosso arcivescovo di Ca-
teologica proprio «nella partecipazione». chi è ferito». peccato, ma se lo capisce, non scavel.
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO venerdì 12 marzo 2021

Intervista con il Prefetto della Segreteria per l’economia

La Santa Sede riduce i costi


non la sua missione
Padre Juan Antonio Guerrero Alves spiega il budget 2021: «Le spese preventivate
sono le più basse nella storia recente
ma non tagliamo i servizi né ristrutturiamo il personale»

«L
di ANDREA TORNIELLI no prevediamo il 30% in meno, della spesa non sia flessibile. Inol- fedeli sull’uso delle loro donazio-
213 milioni. D’altra parte, sebbene tre, molti dicasteri svolgono la loro ni. Ma andando direttamente alla
e spese preventivate per il 2021 sono le spese preventivate siano le più missione praticamente soltanto domanda, non sono poche le vol-
le più basse della storia recente del- basse nella storia recente della contando sulle risorse umane, le lo- te nella sua storia in cui la Chiesa,
la Santa Sede, ma i risparmi sono Santa Sede — almeno da quando ro spese sono rappresentate per il in vari Paesi, è arrivata ad avere
stati fatti senza diminuire il servizio esiste la Segreteria per l’economia 70, 80% dal costo del personale. un capitale quasi nullo, a seconda Se togliessimo anche il contributo
alla missione del Papa e difendendo — non è possibile ridurle nella delle vicissitudini politiche. L’e- delle diocesi, sarebbe di 23 milioni
salari e posti di lavoro dei dipen- stessa misura delle entrate mante- Come ha lavorato la SPE nell’ultimo anno sperienza mostra che una Chiesa in più, e se togliessimo ancora le en-
denti. C’è bisogno del sostegno dei nendo intatta la missione della con i dicasteri e gli enti della Santa Sede? senza riserve finanziarie continue- trate dell’Apsa sarebbe di 100 milio-
fedeli». Padre Juan Antonio Guer- Santa Sede. La riduzione totale Quanti e quali risparmi sono stati fatti? rebbe, comunque, a svolgere la ni in più. Allora capiremmo che
rero Alves, Prefetto della Segreteria delle spese prevista è dell’8%. Se Può darci qualche numero più dettagliato, sua missione di evangelizzazione praticamente tutta l’attività e la
per l’economia, il gesuita che ha ri- escludiamo le spese per il perso- ad esempio sul risparmio relativo alle spese con la creatività che lo Spirito ha missione della Santa Sede è una
cevuto da Papa Francesco il compi- nale, che non abbiamo ridotto operative, ridotte del 14 per cento rispetto al ispirato nelle occasioni storiche in spesa: le nunziature, i dicasteri,
to di governare i cordoni della bor- perché la protezione dei posti di 2019? cui ciò è accaduto. Speriamo co- l’aiuto alle Chiese in difficoltà, ecc.
sa della Santa Sede in questo tempo lavoro e dei salari è stata una prio- Il dato a cui lei fa riferimento è munque che questo non accada.
molto difficile, non appare scorag- rità, la riduzione sarebbe del 15%. quello che raffronta il bilancio pre- Quello che dobbiamo evitare è L’uso dei fondi dell’Obolo per ridurre il de-
giato. La via della trasparenza è or- ventivo del 2021 con il consuntivo una decapitalizzazione dolosa o ficit è una novità di quest’anno o si è già fat-
mai imboccata e va seguita per ren- Perché i costi della Santa Sede risultano es- del 2019. Non abbiamo infatti an- dovuta a una cattiva gestione. to e in che misura?
dere conto ai fedeli sparsi nel mon- sere così poco flessibili? cora le cifre finali del 2020, e abbia- È più appropriato dire che l’O-
do di come vengono usate le risorse Circa il 50% del bilancio è costi- mo preparato il bilancio 2021 sulla Alla crisi sanitaria globale si è sovrapposta bolo contribuisce alla missione del
donate al servizio della missione tuito dalle spese per il personale, base delle previsioni che avevamo ed è seguita, con una durata maggiore, una Santo Padre la quale, ovviamente,
universale del Successore di Pietro. una spesa che è molto poco flessibi- fatto per il 2020. Le misure adottate crisi economica molto grave e una crisi so- ha un costo. Questa non è una novi-
le, e che cresce automaticamente per il 2020 sono state: ridurre dra- ciale catastrofica. In questa situazione glo- tà. La novità è che abbiamo avuto
Lo scorso 16 febbraio Papa Francesco ha con i bienni e con l’indice del costo sticamente i costi delle consulenze bale, quali strategie attuerà la Segreteria una serie di anni in cui le donazioni
dato il nulla osta al budget 2021 della della vita. Nel 2020 il costo per il (per 1,5 milioni); annullare tutti gli per l’economia? ricevute — compreso l’Obolo — non
Santa Sede proposto dalla Segreteria per personale è cresciuto del 2% rispet- eventi previsti per il 2020, incluse le Alcune attività — l’ho già detto — coprivano i costi di questa missione
l’economia e approvato dal Consiglio per to al 2019. La protezione dei posti Visite ad limina, le Assemblee plena- sono state ridotte, come congressi, e, di conseguenza, le riserve dell’O-
l’economia. La previsione è di un deficit di di lavoro e dei salari è stata sinora rie, le Conferenze, i Congressi e gli viaggi, riunioni, alcuni lavori neces- bolo accumulate negli anni prece-
quasi 50 milioni di euro, ma sarebbero stati per noi una priorità. Papa France- eventi similari (meno 1,3 milioni); sari sono stati rimandati a una data denti sono state consumate. Per
80 se non ci fosse stato l’Obolo di San Pie- sco insiste sul fatto che risparmiare limitare in modo radicale tutti i successiva, ma allo stesso tempo al- esempio, nel 2019 il Fondo Obolo
tro. Quanto e come ha influito la crisi pro- denaro non deve significare licen- viaggi (meno 3 milioni); sospende- tre nuove attività sono state neces- ha contribuito con 81 milioni alla
vocata dalla pandemia? ziare i dipendenti, è molto sensibile re gli acquisti previsti per gli arredi sarie per rispondere alla situazione missione complessiva del Santo Pa-
La crisi provocata dalla pande- alla situazione delle famiglie. Un (meno 0,9 milioni); bloccare e ri- creatasi. A motivo della situazione dre, mentre le entrate nette sono
mia è la causa di questo bilancio momento di sfida finanziaria non è pianificare i lavori non urgenti o generata a causa del covid sono sta- state di 53,8 milioni, cioè le riserve
restrittivo, in cui le entrate previ- un momento per arrendersi, per rinviabili di ristrutturazione degli ti destinati 5 milioni di euro per soc- dell’Obolo sono diminuite di 27,2
ste sono molto inferiori a quelle gettare la spugna, non è un momen- immobili (4,8 milioni), le nunziatu- correre, tramite la rete internazio- milioni di euro. Nel 2020, a causa
del 2019, l’ultimo anno senza pan- to per essere “pragmatici”, dimenti- re... Insisto sempre sul fatto che nale di Caritas, le necessità delle della diminuzione delle entrate,
demia. Allora le entrate sono state cando i nostri valori. Ciò comporta non siamo un’azienda, non stiamo Chiese più svantaggiate, che sono non solo di quelle dell’Obolo, pos-
307 milioni di euro e per quest’an- che, almeno a breve termine, il 50% cercando di ottenere un profitto. diventate più pressanti. Per le situa- siamo stimare — il bilancio non è
Non siamo nemmeno uno Stato co- zioni ordinarie in certi casi alcuni ancora chiuso — una riduzione del-
me gli altri né una Ong. La Santa aiuti sono aumentati e in altri sono le riserve di più di 40 milioni. Ora
Sede ha una missione irrinunciabile diminuiti. L’Apsa sta facendo pa- possiamo aspettarci che lo stesso si
per la quale fornisce un servizio che recchi sforzi in questi tempi di crisi. ripeta anche nel 2021. Questo ricor-
inevitabilmente genera dei costi, Da un lato, cerca di essere solidale so alle riserve dell’Obolo negli ulti-
coperti soprattutto da donazioni. con le persone e le imprese che han- mi anni comporta che la liquidità
Ha inoltre un patrimonio che copre no difficoltà a pagare gli affitti. del fondo dell’Obolo va esaurendo-
le sue spese strutturali e aiuta un D all’altro si sta riorganizzando per si e con la crisi attuale è molto pro-
po’ la sua missione. Quest’anno le essere più efficiente nei suoi servizi babile che nel 2022 si dovrà ricorre-
entrate sono diminuite. Se fossimo e per migliorare il rendimento degli re in qualche misura al patrimonio
un’azienda o una Ong avremmo ri- investimenti sia immobiliari che dell’Apsa. Allo stesso tempo ci
dotto i servizi e ristrutturato il no- mobiliari. Stiamo anche cercando aspettiamo che molti dei flussi di
stro personale. Se fossimo uno Sta- di snellire i nostri processi interni entrate che sono diminuiti con la
to come gli altri, avremmo aumen- per essere più efficienti, evitando la pandemia potranno riprendere
tato il nostro debito e adottato mi- burocrazia inutile e la duplicazione quando la situazione generale mi-
sure fiscali. Nel nostro caso, se non di sistemi e attività, che ci permette- gliorerà.
arrivano le donazioni, oltre a rispar- ranno a medio termine di fare mol-
Per la prima volta, il bilancio 2021 consolida il fondo Obolo e i fondi dedicati (“fondi intitolati”) miare il più possibile, possiamo so- to di più senza necessità di aumen- Si prevedono 47 milioni di raccolta per l’O-
e fornisce la necessaria trasparenza e visibilità dei fondi e dell’uso delle risorse della Santa Sede. lo usare le riserve. tare le spese. bolo: 17 andranno in erogazioni, dunque in
Nel 2021 la Santa Sede ha iniziato un processo di cambiamento culturale, con l’implementazione del “Bilancio aiuti e carità. 30 verranno usati per soste-
a base zero”, cercando di migliorare la responsabilità delle diverse entità, attraverso una migliore comprensione dei Lei ha detto: «Nel nostro caso, se non arri- Nel comunicato del suo Dicastero che an- nere la Santa Sede. Come spiegherebbe a un
propri numeri e delle necessità della Santa Sede vano le donazioni, possiamo solo usare le ri- nunciava il nulla osta al budget 2021 per fedele perché è importante continuare a do-
serve». Non crede che ci sia un limite alla la prima volta è stata pubblicata anche la nare per l’Obolo?
riduzione del capitale della Santa Sede? ripartizione dei fondi dell’Obolo di San Pie- I 30 +17 milioni di euro preventi-
Non dobbiamo essere allarmi- tro: con entrate di 47,3 milioni di euro ed vati verranno usati per sostenere la
sti. Le riserve ci sono per questo: erogazioni per 17 milioni. Questo significa missione del Santo Padre, sia sotto
possono e devono essere utilizza- dunque che 30 milioni saranno spesi per ri- forma di aiuti a persone o comuni-
te in tempi di difficoltà economi- durre il deficit 2021? tà, sia come contributi ai dicasteri
che. Basta pensare a come si stan- Penso che sia inappropriato dire che collaborano con la missione del
no indebitando molti Paesi a cau- che l’Obolo copre il deficit della Papa. La Santa Sede, lasciatemi in-
sa della pandemia. Il reddito ge- Curia. Non è esatto. La Curia avrà sistere su questo, aiuta la missione del
nerato dall’affitto di immobili, sempre un deficit. L’Obolo serve a Santo Padre e si sostiene fondamen-
dalle attività economiche e dai coprire le spese della missione del talmente grazie al contributo dei fe-
servizi si riprenderà gradualmente Santo Padre, l’unità nella carità, deli. Da un lato, non possiamo che
quando la situazione economica che egli esercita attraverso i vari di- essere grati per la generosità dei fe-
sarà più stabile, i musei potranno casteri. La maggior parte dei dica- deli in questo anno molto difficile:
aprire senza restrizioni e ci sarà di steri che esercitano la loro missione in mezzo alle difficoltà di questo
nuovo un afflusso normale di tu- sono centri di costo senza ricavi. Se tempo di pandemia hanno conti-
risti. Tuttavia, dobbiamo essere togliessimo l’Obolo il deficit sareb- nuato a collaborare perché credono
prudenti con i livelli di spesa ed è be di 47 milioni di euro in più. Ma nella missione della Chiesa e vo-
La maggior parte (75%) delle risorse dedicate alla missione apostolica, sono destinate a comunicare molto importante continuare a se togliessimo la donazione dello gliono sostenere il Santo Padre. Mi
il messaggio della Santa Sede (22%); alla presenza della Santa Sede nel mondo (20%); alla carità (17%); fornire un’informazione chiara e Ior e dello Stato della Città del Va- ricorda la storia del Vangelo della
e a sostenere le Chiese locali in difficoltà e in contesti specifici di evangelizzazione (16%) trasparente, che dia tranquillità ai ticano, sarebbe di 37 milioni in più. vedova che ha dato una piccola
venerdì 12 marzo 2021 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

Da una parte, esplorando le op-


portunità che la nuova situazione
A pallanuotisti di Genova Udienza
comporta. L’anno scorso, per
esempio, a motivo delle tante riu-
Conservare lo spirito al presidente
nioni in videoconferenza, si è ri-
sparmiato molto. La nuova situa-
di squadra della Repubblica
zione ha sviluppato la creatività e ci
ha fatto imparare. D’altra parte, Papa Francesco ha incontrato, venerdì mattina, 12
di Portogallo
progredendo nell’efficienza, fare di marzo, nella sala Clementina, i dirigenti e i gioca-
più con meno, risparmiare. Miglio- tori dell’Iren sporting Quinto, squadra di palla-
rare la trasparenza affinché i fedeli nuoto di Genova, in occasione del centenario di
sappiano cosa viene fatto con le lo- fondazione.
ro donazioni. Se questa situazione Nel saluto a braccio, il Pontefice ha ringraziato
va avanti troppo a lungo non sare- atleti e dirigenti per la visita e per il lavoro nello
mo in grado di contenere il deficit sport. «Io sempre dico che nello sport sono impor-
se non con il sostegno dei fedeli. tanti due atteggiamenti — ha detto il Papa — pri-
mo, l’équipe: sempre lavorare in équipe, non da
Può dirci a che punto è la riforma voluta soli». Infatti, ha sottolineato, «se non c’è l’équipe,
dal Papa che trasferisce tutti i fondi della non c’è il vero sport». Invece, coloro che «voglio-
Segreteria di Stato all’Apsa incaricata di no fare da soli, alla fine non fanno nulla o cercano
gestirli? la propria immagine, e danneggiano» la squadra.
Praticamente è stata fatta. La Il secondo atteggiamento è «non perdere mai lo
maggior parte dei fondi sono già spirito amatoriale. Il vero sport è amateur, almeno
somma... tutto quello che aveva. stati trasferiti. C’è un piccolo resto sempre conserva questo».
Per me non si tratta solo di soldi. che ha alcune complicazioni di na- Infine, il Papa ha di nuovo ringraziato e impar-
D all’altro lato, dobbiamo ricono- tura giuridica, ma sarà trasferito a tito la benedizione, chiedendo di pregare per lui.
scere che, data la situazione di pan- breve. Il Revisore generale sta fa- Il sindaco Marco Bucci, presente all’udienza insie- Nella mattina di oggi, venerdì 12 marzo, Papa
demia, se questa si prolungasse cendo un controllo per certificare i me con l’arcivescovo Marco Tasca e l’ausiliare Nic- Francesco ha ricevuto in udienza nel Palazzo apo-
molto, o, come alcuni dicono, rima- saldi dei vari conti. colò Anselmi, ha donato al Pontefice il volume Co- stolico vaticano il presidente della Repubblica di
nesse con noi, le risorse non sareb- lombo, di Giovanni Monleone, stampato nel 1931 Portogallo, Marcelo Rebelo de Sousa, il quale ha
bero sufficienti per la sostenibilità Nel comunicato che annunciava il nulla dall’Istituto italiano d’arti grafiche di Bergamo. incontrato successivamente il cardinale segretario
economica della Santa Sede a lun- osta al budget 2021 si affermava che il di Stato, Pietro Parolin, accompagnato dall’arcive-
go termine. In questo caso si do- 68 per cento delle risorse viene destinato scovo Paul Richard Gallagher, segretario per i
vrebbe anche prevedere una ridu- alla missione apostolica. Lei ha insistito Rapporti con gli Stati.
zione delle spese e decidere in quali molto sul “bilancio di missione”, per far Nel corso della visita, la prima all’estero del
attività: dovremmo pensare di co- comprendere che l’attività della Curia ro- presidente dopo la sua rielezione, è stata espressa
municare il messaggio della Chiesa mana è un servizio al ministero del Suc- soddisfazione per le buone relazioni tra la Santa
e del Papa in meno lingue? Do- cessore di Pietro e diversi dicasteri hanno Sede e il Portogallo, come pure per il contributo
vremmo forse ridurre la presenza incominciato a raccontare con trasparenza della Chiesa alla vita del Paese, con speciale rife-
pubblica della Chiesa e del Papa? come impiegano le loro risorse. Questo at- rimento alla gestione dell’attuale crisi sanitaria, al-
Ridurre la presenza del messaggio teggiamento improntato ad una maggiore la difesa della vita e alla pacifica convivenza socia-
evangelico e la capacità di media- trasparenza nel rendere conto di come si le.
zione della Chiesa nel contesto in- spendono i soldi crede che sarà utile? Nel quadro della presidenza di turno portoghe-
ternazionale? Meno aiuti alle Chie- Certamente. La trasparenza è se dell’Unione europea, ci si è soffermati su alcu-
se in difficoltà? Meno cura per l’e- utile per la gestione interna delle ne questioni di carattere regionale e internaziona-
redità storica ricevuta? Ridurre l’at- risorse. Per ridurre i costi di ge- le, tra cui il multilateralismo, il superamento del-
tenzione all’unità e alla comunione stione e poter aumentare quelli l’emergenza pandemica e l’impegno per la pace.
attraverso la dottrina, la liturgia di missione. D’altra parte, i fede-
ecc.? Un’equazione difficile da ri- li meritano trasparenza, devono
solvere. Ma credo che in ogni caso sapere come la Chiesa spende
dobbiamo piuttosto fare di tutto ciò che riceve. Per noi è una
per ottimizzare le spese, e contare
sulla generosità del santo popolo di
questione di credibilità. Siamo i
primi a dover dimostrare che la NOSTRE INFORMAZIONI
D io. morale sociale della Chiesa e i
criteri morali che sosteniamo, Il Santo Padre ha ricevuto questa mattina in udien- Predica
Padre Juan Antonio, la pandemia è pur- funzionano e valgono. Si dice za l’Eminentissimo Cardinale Luis Antonio G. Ta- di Quaresima
troppo un fenomeno che non accenna ancora spesso che nella gestione delle gle, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizza-
a finire e si prevede che le conseguenze per le sue risorse, la Chiesa deve adat- zione dei Popoli. Questa mattina, nell’Aula Paolo VI, alla presen-
nostre vite e per le economie delle nostre so- tarsi a criteri internazionali... za del Santo Padre, il Predicatore della Casa
cietà si faranno sentire a lungo. Come pensa Dovremmo aspirare a diventare Il Santo Padre ha ricevuto questa mattina in udien- Pontificia, Cardinale Raniero Cantalamessa,
la Santa Sede di affrontare questa situazio- un modello di riferimento inter- za Sua Eccellenza il Signor Marcelo Rebelo de Sousa, O.F.M. Cap., ha tenuto la terza predica di Quare-
ne nel prossimo futuro? nazionale. Presidente della Repubblica di Portogallo, e Seguito. sima.

NEI LUO GHI DELLA PASSIONE/3 • San Pietro in Gallicantu

«...e, uscito fuori, pianse amaramente»


di FRÉDÉRIC MANNS la chiesa del Gallicantu i pellegrini pos- questi pezzi, spesso rotti, furono trasfe- città, vicino alle mura, c’è la piscina Poi va al monte Sion: «Dal Golgota alla
sono vedere una grande cisterna. Sulla riti a San Pietro dopo il 1967. Sono ora chiamata Siloe […]. Di lì siamo saliti a santa Sion, che è la madre di tutte le

I
l nome Gallicantu deriva dal ricordo sua bocca tre croci furono scolpite dai presentati nel museo inaugurato il 28 Sion ed ecco il luogo dove si trovava la chiese, ci sono duecento gradini. Que-
dell’episodio evangelico del pian- bizantini e un ambiente adiacente po- giugno 2018. casa del sacerdote Caifa: c’è ancora la sta chiesa, Nostro Signore Gesù Cristo,
to di Pietro dopo aver sentito il trebbe essere una prigione antica. Dal 1993, nuovi scavi effettuati da colonna su cui flagellarono Cristo» (Iti- la fondò con i suoi apostoli. La colonna
gallo cantare (Luca 22, 56-62). Ave- L’importanza di queste scoperte è Diez, archeologo di Salamanca, hanno nerarium, 591). che era nella casa di Caifa è ora nella
va negato per tre volte di conoscere Ge- evidente. Il terreno del Gallicantu fu portato alla luce, a nord della scala, i re- San Cirillo di Gerusalemme nella sua santa Sion... Dalla santa Sion alla casa
sù. acquistato nel 1884 dal conte Amedeo sti di case risalenti al periodo ebraico, Catechesi 13, predicata nel 348, scongiurò i di Caifa, che ora è la chiesa di San Pie-
Per il giubileo del 2000 i padri assun- de Piellat (1852-1925). Dal 1888 vi furo- romano, bizantino, arabo e crociato. suoi neofiti di non abbandonare Cristo: tro, ci sono più o meno 50 gradini» (De
zionisti hanno fatto fare una ricostru- no effettuati numerosi scavi archeologi- Mentre a nord c’è un quartiere di picco- «Non rinnegate il Crocifisso; se lo ne- situ TS 7, in Geyer, CSCL 39).
zione di Gerusalemme in epoca bizanti- ci. Sondando il luogo fino alla roccia gli le case, a sud un grande complesso resi- ghi, accuserà te la casa di Caifa, che con In un elenco delle chiese di Terra
na, prima della sua distruzione da parte archeologi scoprirono una serie di silos denziale potrebbe essere ricondotto al la sua attuale devastazione attesta la pre- Santa, redatto all’epoca di Carlo Ma-
dei Persiani nel 614. Sono rappresentate e magazzini, diversi bagni rituali ebrai- palazzo del sommo sacerdote Caifa. senza di colui che è stato giudicato lì» gno, il Commemoratorium de casis Dei vel mo-
sette chiese, tra cui quella del Gallican- ci e numerose cisterne. Una serie di pesi Sono stati scoperti, infine, anche mo- (PG 33, 817). nasteriis, la basilica di San Pietro è così
tu. Questo modello permette ai pelle- trovati sul luogo era di tipo diverso da saici dell’epoca di Eudossia. Un anonimo, intorno al 530, scrisse menzionata: «Alla Santa Sion, sacerdo-
grini di visualizzare i luoghi della Pas- un’altra serie di pesi. Si supponeva che Fin dal quarto secolo la tradizione nel Breviarius de Hierosolyma: «Poi vai alla ti e chierici 17. A San Pietro, dove pianse
sione di Gesù. si trattasse di un tipo speciale adottato della Chiesa ha collocato la casa di Cai- santa basilica di Sion dove si trova la co- il glorioso apostolo, sacerdoti e chierici,
Una scala dell’epoca romana passa a nel Tempio. Ma questa ipotesi rimane fa nella vicinanza della santa Sion. Co- lonna su cui fu colpito Gesù. Da lì vai 5».
pochi metri dalla chiesa. È forse uno dei discussa. In maniera analoga non ci fu me altri luoghi sacri, il Palazzo di Caifa alla casa di Caifa, dove Pietro rinnegò, L’ebreo fedele recita ogni mattina
pochi posti dove potrebbe essere passa- accordo su una iscrizione rinvenuta sul è stato oggetto di dibattiti tra gli ar- dove si trova la grande basilica di San questa benedizione: «Benedetto sei tu
to Gesù, recandosi dal luogo dell’ulti- posto e ormai andata cancellata: com- cheologi. Le testimonianze dei primi Pietro» (Tobler, Descriptiones, 58-59). Signore che hai dato al gallo l’intelli-
ma cena cantando l’Hallel al Getsemani. prendeva la parola ebraica korban. pellegrini confermano però la sua col- Nello stesso periodo, l’arcidiacono genza». Quando Pietro sentì il canto
Questa scala faceva parte di un’antica I reperti archeologici scoperti a San locazione presso il santuario del Galli- Teodosio fece un pellegrinaggio ai luo- del gallo, si ricordò la parola del Signo-
strada, scoperta nel 1897, che collegava i Pietro in Gallicantu furono trasportati cantu. Così scriveva l’Anonimo Pelle- ghi santi lasciandoci un ricordo del suo re. Mentre il gallo distingue la luce dal-
quartieri della città alta ai quartieri po- ed esposti al museo di Notre-Dame de grino di Bordeaux, giunto in Terra San- viaggio. L’autore inizia con una descri- le tenebre, egli che aveva tradito Gesù,
polari della città bassa, dove si trovava France che fu distrutto e saccheggiato ta nel 333: «Lasciando Gerusalemme zione di Gerusalemme. La sua prima vi- non era più in grado di distinguere il ve-
lo sorgente del Gihon. Nella cripta del- durante la guerra del 1948. Alcuni di per salire a Sion, a sinistra, in fondo alla sita è alla basilica del Santo Sepolcro. ro dal falso. Flevit amare.
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO venerdì 12 marzo 2021

Una goccia di bene La terza predica di Quaresima

A Papa Francesco Per non ritrovarsi


di FRANCESCA ROMANA DE’ ANGELIS Sei arrivato in un giorno di pioggia.
Il tuo nome, Francesco,
a fare l’urlo di Munch
Gli uomini giusti, suonò come una promessa
si raccontava un tempo e il bianco del mantello Solo Gesù ci salva dall’essere sto è la cima più alta, l’Everest to, meglio che con un giura-
accanto al fuoco, sembrò luce in quel cielo “ritratti” mentre, disperati, della fede. Credere in un Dio mento».
vivono oltre le nuvole che cominciò a schiarire lanciamo un “urlo” come fos- nato in una stalla e morto su E sono davvero grandi le
e scendono in terra scoprendo qualche stella. simo in un quadro “alla Ed- una croce è molto più esigente prospettive ecumeniche. Sen-
quando il mondo Poche parole, vard Munch”. Sì, dall’essere che credere in un Dio lontano za fondamentalismo o sogget-
rischia di farsi deserto se sono quelle giuste, noi quella persona «che attra- che ognuno può raffigurarsi a tivismo sfrenato, «il vero “ecu-
e il dolore allontana la speranza. bastano a spiegare la vita. versa correndo un ponte — proprio piacimento». menismo spirituale” non con-
Accogliere, stringere al cuore, sorpassando due individui che «Bisogna cominciare — ha siste soltanto — ha spiegato —
prestare ascolto, colmare la solitudine, sembrano ignari e indifferenti suggerito — con demolire in nel pregare per l’unità dei cri-
consolare gli affanni, donare gioia. a tutto — con gli occhi sbarra- noi credenti, e in noi uomini stiani, ma nel condividere la
Questo ripeti ti, le mani intorno alla bocca di Chiesa, la falsa persuasione stessa esperienza dello Spirito
L’ANTICIPAZIONE e a voce piena aggiungi emettendo un grido di dispe- che quanto alla fede siamo a Santo. Consiste in quella che
che la tenerezza razione». posto e che, semmai, dobbia- Agostino chiama la societas
La sera del 20 febbraio scorso, rientrata a salverà il mondo. Proprio dal rischio di ritro- mo lavorare ancora sulla cari- sanctorum, la comunione dei
casa dopo il tempo ricco e fecondo tra- Una virtù discreta, varsi — tragicamente — in uno tà. Chissà che non sia un be- santi, che a volte, dolorosa-
scorso con Edith Bruck e Papa Francesco, essenza dell’amore, dei più famosi dipinti dell’arte ne, per un po’ di tempo, non mente, può non coincidere
Francesca Romana de’ Angelis ha scritto che fatica a imporsi moderna, che rappresenta visi- volere dimostrare niente a nes- con la communio sacramentorum,
una poesia. È un omaggio luminoso e ma che quando si fa voce vamente dove porta la convin- suno, ma interiorizzare la fe- cioè con la condivisione degli
caldo al Pontefice («uomo giusto») e al- incanta i cuori, zione che la vita non ha senso, de, riscoprire le sue radici nel stessi segni sacramentali».
l’invito che egli ha testimoniato e rivolto regala dolcezza ai giorni, il cardinale Raniero Cantala- cuore!». Dunque, la «pietra angola-
al mondo in questi otto anni, a partire cambia il passo dei pensieri. messa ha suggerito di stare in Insomma, «dobbiamo ri- re dell’edificio della fede cri-
dalla sera del 13 marzo 2013 («Sei arrivato Parole luminose guardia nella terza predica di creare le condizioni per una ri- stiana è la divinità di Cristo:
in un giorno di pioggia. / Il tuo nome, che non temono Quaresima che ha tenuto, alle presa della fede nella divinità tolta questa, tutto si sfalda e
Francesco, / suonò come una promessa / chi vorrebbe dare 9 di venerdì 12 marzo, nell’au- di Cristo. Riprodurre lo slan- crolla» E, in conclusione, il
e il bianco del mantello / sembrò luce in un altro cammino al mondo, la Paolo VI. Alla presenza del cio di fede da cui nacque il predicatore ha portato la que-
quel cielo / che cominciò a schiarire»). brusio di vento Papa e con un’Ave Maria per i dogma di Nicea». Consapevo- stione «sul senso della vita,
Anticipata da «L’Osservatore Romano», che intorbida le acque frutti del viaggio in Iraq. li però che «non basta ripetere ancor di più in questo tempo
Una goccia di bene chiude A oriente della luna, dell’umano vivere. E lo si può fare, ha spiega- il Credo di Nicea, occorre rin- di pandemia». La fede in Cri-
il suo nuovo libro di poesie di prossima Insieme a te to, reagendo «alla tendenza novare lo slancio di fede che si sto, ha assicurato, dà «la pos-
uscita con Studium. Scrittrice (ricordo, diremo della terra diffusissima di parlare della ebbe allora nella divinità di sibilità di resistere alla grande
tra gli altri, Solo per vedere il mare, Studium che prova a rifiorire, Chiesa etsi Christus non daretur, Cristo e di cui non c’è stato tentazione del non-senso della
2015, splendida biografia di Torquato dei sentimenti da custodire nel cuore, come se Cristo non esistesse, più l’eguale nei secoli». vita che porta spesso al suici-
Tasso) e poetessa (la sua Terza Liceo è stata dei sogni di cui riempire gli occhi, come se si potesse capire tutto Tanto che il cardinale ha dio. Chi crede in Cristo sa che
inserita da Luca Serianni in Il verso giusto. di quella goccia di bene di essa prescindendo da lui». proposto «che si dovrebbe ac- è amato da qualcuno e che
100 poesie italiane, Laterza 2020) Francesca che ogni giorno lasceremo cadere Ma è opportuno «reagire in certare soprattutto che chi in- questo qualcuno ha dato la vi-
Romana de’ Angelis è da qualche anno fino a farne un mare. modo diverso dal solito: non segna teologia ai futuri mini- ta per dimostraglielo».
collaboratrice preziosa del nostro giorna- cercando di convincere di er- stri del Vangelo creda ferma- Un semplice consiglio pra-
le. (giulia galeotti) Roma 20 febbraio 2021 rore il mondo e i suoi mezzi di mente nella divinità di Cristo. tico? Ripetere consapevol-
comunicazione, ma rinnovan- Accertare ciò mediante un mente il Credo, non solo la
do e intensificando la nostra franco e fraterno discernimen- domenica a messa...
fede in Cristo».
«Per parlare di Cristo — ha
affermato il predicatore della
Casa Pontificia, proseguendo
la riflessione quaresimale sul VIA CRUCIS - VIII STAZIONE
tema: “Ma voi chi dite che io
sia?” (Matteo 16, 15) — abbiamo
scelto la via più sicura che è
quella del dogma: Cristo vero
uomo, Cristo vero Dio, Cristo
una sola persona». In realtà
«si tratta di risvegliare i dog-
mi, di infondere in essi vita».
E se venerdì scorso il cardinale
A otto anni dall’elezione aveva rilanciato il “dogma di
Gesù vero uomo”, oggi lo ha
fatto con “il dogma di Cristo
CONTINUA DA PAGINA 1 no sempre parte delle nostre conversazioni. vero Dio”.
Quando il collegio dei cardinali otto anni fa «La fede nella divinità di
sincerità e nell’onestà della persona. La capaci- ha eletto Papa il mio amico, egli ha scelto di Cristo nasce col nascere della
tà delle sue parole di superare la prova del tem- chiamarsi Francesco, come l’importante figura Chiesa. Ma che ne è oggi di
po dipende dall’integrità e dalla veracità di ciò che raggiunse quello che Martin Buber defini- tale fede?». Per rispondere a
che dice. Quando ho conosciuto Jorge Bergo- rebbe rapporto “io e tu” con la natura e con questa domanda, rivolta senza
glio nella nostra città natale Buenos Aires, so- tutte le persone. È stata questa l’essenza spiri- sconti a ciascuno, il cardinale
no stato edificato dall’umiltà, dalla semplicità tuale che ha ispirato Bergoglio nel suo sacer- ha preso le mosse proprio
e dalla franchezza della sua persona e del suo
ministero. Ricordo i nostri incontri personali.
dozio. Ora l’ha espressa profondamente nella
sua recente enciclica Fratelli tutti. La concezione
«dalla storia del dogma della
divinità di Cristo, sancito so-
Gesù incontra le donne di Gerusalemme
Abbiamo condiviso gioie, speranze, tristezze, “io-tu” della fede dovrebbe essere intesa come lennemente nel concilio di Ni- che piangono su di lui
sofferenze e sentimenti profondi. I saggi ebrei uno stato di vicinanza al Signore che esige, per cea del 325 con le parole che
insegnano che è proprio in questa amicizia au- sua stessa natura, che per tutta la vita si servano ripetiamo nel Credo».
tentica che il cuore si apre completamente al- gli altri esseri umani. Con l’illuminismo e il razio- Ogni tuo massacrato passo
l’altro (Sifre Devarim, Nitzavim, 305). Ricordo anche che spesso nei nostri dialo- nalismo c’è la riduzione del è un colpo tra seno e seno
Mi pare che quelle stesse virtù continuino a ghi usava il verbo “camminare”. Lo usava nel «cristianesimo a un sublime a ogni piaga che ti conto
essere riflesse nelle sue parole e azioni nell’im- senso di una ricerca di crescita spirituale e di ideale morale che può prescin- il mio pianto più in alto urlo
portante ruolo che riveste adesso. impegno verso l’altro, come quando ha de- dere dalla divinità di Cristo e impreco e odio chi ti funesta
La nostra prima conversazione dopo la sua scritto il ravvicinamento tra cattolici ed ebrei perfino dalla sua esistenza sto- ma più di tutto la mia vicina invidio
elezione a Papa è stata alla vigilia della cerimo- dopo Nostra aetate come un “cammino di amici- rica». Ecco l’urgenza «di ri- per quanto forte sa urlare
nia d’inizio del suo pontificato. Quasi scusan- zia” (26 maggio 2014). Anche l’immagine di svegliare in noi la fede nella e ancora più forte colpirsi,
dosi, ha espresso dispiacere per non poter più Abramo che obbedisce al comando del Signo- divinità di Cristo». Partendo quanti occhi più del mio
continuare a condividere quei momenti di pro- re “vattene” (Genesi 12, 1) è per lui una fonte d’i- dall’esperienza che ci propon- il suo dolore vale.
fonda riflessione e di elaborazione di program- spirazione. È interessante che l’ordine che Dio gono i Vangeli, quello di Gio-
mi che eravamo soliti trascorrere insieme. Rin- dà ad Abramo in Genesi 17, 1, «cammina davanti vanni in particolare. «Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me,
graziando Dio la nostra amicizia è continuata a me e sii integro», nelle traduzioni aramaiche «Se alla domanda di Gesù: ma piangete su voi stesse e sui vostri figli»
da lontano. classiche (Targum Onkelos e Targum Jona- “Credi tu?”, uno risponde su-
Quando ci siamo incontrati per la prima than) appare come: “serviMi”. Ed è così che lo bito, senza neppure pensarci: Prosciugato il pianto
volta nella Domus Sanctae Marthae dopo che intendevano anche gli esegeti medievali. Il “Certo che credo” e trova per- sparita la smania dalle braccia
aveva stabilito lì la sua residenza, ha permesso percorso di vita di una persona deve manifesta- fino strano che venga rivolta come piantata nella terra rimango,
a un famoso giornalista israeliano di registrare re quel tipo di fede che serve il Creatore e tutto una simile domanda a un cre- mentre Tu passi col tuo carico di croce
un messaggio di pace per tutti gli abitanti del il creato. dente, a un sacerdote o a un ed è chiaro e vivo solo ora
Medio Oriente, che ha avuto un impatto posi- Gli anniversari evocano il ricordo di ciò che vescovo, probabilmente — ha a questi asciutti occhi tutto il dolore.
tivo quando è stato trasmesso. Dopo di allora, è stato fatto in passato e invitano a fare progetti fatto presente il predicatore —
quando possiamo incontrarci di persona, con- per il futuro. Il profeta Isaia afferma che vuol dire che non ha ancora Sfiorano le mani il mio segreto
tinuiamo a cercare di fare qualcosa per affer- «quanti sperano nel Signore riacquistano for- scoperto cosa significa vera- ventre da pochi giorni gonfio,
mare i valori universali proclamati dai profeti. za, mettono ali come aquile, corrono senza af- mente credere, non ha mai se ora piango è per quello che porto.
Le esigenze di giustizia — come espresse da fannarsi, camminano senza stancarsi» (40, 31). provato la grande vertigine
Isaia, Amos e altri — per i bisognosi, le vedove e Così, il cammino del mio caro amico ha un della ragione che precede l’at- DANIELE MENCARELLI
gli orfani indifesi, e per la pace tra i popoli fan- nuovo inizio col nascere di ogni giorno. to di fede. La divinità di Cri- (da «La croce e la via», Edizioni San Paolo, Milano, 2021)