Sei sulla pagina 1di 4

Prova di Mariano Sommella

Svolgimento prima parte


Esercizio A:
Progetti e disegni la configurazione del prototipo del
sistema di celle, descrivendo le scelte delle tecnologie
usate (sensori, ecc…).

Schema esempio prototipo:

Per la creazione del mio prototipo utilizzerò dei microprocessori collegati tramite
protocollo Wi-Fi a degli access point. A loro volta gli access point saranno collegati a
degli switch tramite cavo in fibra, uno switch circa ogni 2 mila metri. Quindi,
quando uno switch terminerà il suo range dei 2 mila metri allora sarà collegato ad
un altro Switch fino ad arrivare allo Switch della sede centrale. Nella sede centrale
saranno collegati infine ad un router, per il separamento alla rete centrale degli
uffici.
Struttura dei microcontrollori:
I microcontrollori saranno integrati a dei sensori termici, che avranno il compito di
avvertire non appena si raggiungono o si superano i 75 C°. Essi saranno dotati
anche di un chip RTC (real-time clock) per sapere l’esatto momento in cui è
avvenuto l’eventuale incendio. Ogni microprocessore sarà dotato di un proprio
indirizzo IP per essere collegato all’access point.

Esercizio B:
Progetti il funzionamento del microcontrollore scelto,
attraverso un diagramma di flusso e utilizzando un
linguaggio opportuno o eventualmente in pseudo-codice.
Il candidato sviluppi:
- l’interfaccia con un sensore di quelli presenti nella cella a
scelta
- la funzione di autodiagnosi.
Esercizio C:
Descriva i servizi di rete da inserire e predisporre al fine
di garantire un livello di sicurezza idoneo al contesto.

All’interno della traccia implementeremo i seguenti server per poter usufruire dei
servizi ad essi associati:
• Server DHCP: ha il compito di assegnare ad un dispositivo che si connette
alla sua rete il primo indirizzo IP valido disponibile. Sarà utilizzato
principalmente per collegare tutti i microprocessori e espandere la rete,
mentre i pc della sala server avranno indirizzi IP statici. Basato TCP/IP.
• Server di Rete: è un server di rete con un applicativo apposito per la
gestione dei microcontrollori e per il ricevimento dei dati

Esercizio D:
Proponga un progetto anche grafico dell’infrastruttura di
rete, conforme agli standard in vigore, indicando le
risorse hardware e software necessarie, e ne definisca il
piano di indirizzamento IPv4 al fine di mantenere
separato il traffico tra i vari segmenti.

Infrastruttura di rete sede operativa:


La sede operativa è attualmente situata in un edificio a 2 piani, il piano terra
dispone di un locale server in cui trova collocazione 1 server di rete e il punto di
accesso alla rete Internet, e di 2 uffici per il personale operativo dotati di 14
postazioni desktop e 1 stampante di rete, il piano superiore è dispone di 4 uffici
amministrativi e sono dotati di 10 postazioni desktop e 2 stampanti di rete. Nella
sede è inoltre presente un WiFi a disposizione di tutto il personale e degli ospiti.
Dopo aver distribuito gli host di ogni ufficio li collego ad uno switch di stanza che in
seguito collegherò allo switch di piano. Gli switch dei due piani saranno collegati tra
di loro in modo che ogni host possa utilizzare i servizi di rete e posseggano un
collegamento ad Internet, grazie anche all’ausilio di access point per portare la
connessione Wi-fi in tutto l’edificio.
Indirizzamento IP:
Per l’indirizzamento IP della sede centrale ho utilizzato la tecnica del subnetting per
separare il piano superiore da quello inferiore. Ho utilizzato una subnet mask di
255.255.255.0/24.

Primo piano:
Il primo piano sarà da 192.168.0.1 a 192.168.0.127 è costituirà la prima parte del
subnetting con una subnet mask di 255.255.255.127/24. I primi 3 host saranno
affidati ai 2 server nel locale server e all’access point, mentre i restanti host liberi
saranno affidati agli uffici.

Secondo piano:
Il secondo piano sarà da 192.168.0.128 a 192.168.0.254 è costituirà la seconda parte
del subnetting con una subnet mask di 255.255.255.254/24. (255.255.255.255 è
l’indirizzo di broadcast, perciò non viene usato)