Sei sulla pagina 1di 15

Collana CONCORSO A CATTEDRA 2020

Aggiornamenti della
NORMATIVA SCOLASTICA
a seguito dell’Emergenza
epidemiologica

1. GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA E NORMATIVA IN


AMBITO SCOLASTICO

Con Circolare datata 1° febbraio 2020, recante “ Indicazioni per la gestione degli
CIRCOLARE studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina “, il Ministero
Ministero della della Salute segnala che il 31 dicembre 2019 la Cina ha comunicato all’Organizzazione
Salute
Mondiale della Sanità (OMS) un cluster di casi di polmonite ad eziologia ignota, poi
01/02/2020
identificata come un nuovo coronavirus, nella città di Wuhan, nella provincia cinese di
Hubei.

Il Ministero suggerisce di conseguenza per studenti e bambini che frequentano i servizi educativi per
l’infanzia, le scuole primarie e secondarie, nonchè gli adulti facenti parte del personale scolastico (docente
e non) di prestare particolare attenzione a favorire l’adozione di comportamenti atti a ridurre la possibilità di
contaminazione con secrezioni delle vie aeree, anche attraverso oggetti (giocattoli, matite, etc.).
Copyright NLD concorsi srl_ 2020
Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
A seguito dei primi casi accertati nel nostro Paese di Covid 19, con Direttiva n. 1/2020,
Direttiva recante “Prime indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza
n.1/2020 - epidemiologica da COVID-2019 nelle pubbliche amministrazioni al di fuori delle aree di
Emergenza
epidemiologica cui all’articolo 1 del decreto-legge n. 6 del 2020”, il Dipartimento per la Funzione
COVID-2019 pubblica ha fornito un indirizzo applicativo rivolto alla generalità delle amministrazioni
pubbliche, ivi comprese, dunque, le istituzioni scolastiche ed educative, che devono
pertanto darne applicazione. Tale indirizzo è stato ulteriormente sviluppato dalla circolare 4 marzo 2020, n.
1 con specifico riferimento alle misure incentivanti il ricorso a modalità flessibili di svolgimento della
prestazione lavorativa.

Il Decreto del Presidente dei Consiglio dei Ministri 1° marzo 2020, con l’intento di
D.P.C.M.
1 marzo disciplinare in modo unitario gli interventi e di garantirne l’uniforme adozione su tutto il
2020 territorio nazionale, ha quindi prorogato alcune delle misure già adottate per il
contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e ne ha introdotte
di ulteriori, ferme restando le disposizioni previste dal decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, e quanto previsto
dal decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9, “Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse
all'emergenza epidemiologica da COVID-19”.

D.P.C.M. È il D.P.C.M. 4 marzo 2020 a disporre per tutte le istituzioni scolastiche del territorio
4 marzo nazionale, la sospensione delle attività didattiche fino al 15 marzo 2020, evidenziando che
2020
le misure di cui trattasi sono state ulteriormente confermate “per la durata dello stato di
emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020”. Il quadro
generale sopra delineato, come ogni altra disposizione a esso connessa, ha come cardini il “contenimento
dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019” e l’esigenza, per quanto possibile e nelle modalità più
adeguate, di assicurare l’azione amministrativa. Ogni intervento va dunque rapportato alla necessità di
contemperare i predetti principi. La specificità dell’istituzione scolastica concerne, peraltro, il servizio di
istruzione, costituzionalmente garantito. Certamente, gli atti normativi adottati, garantiscono la validità
dell’anno scolastico, per le specifiche situazioni determinatesi, derogando al complesso dei 200 giorni di
lezione di cui all’articolo 74 del Testo Unico e, di conseguenza, ai termini necessari alla validità dei periodi di
formazione e prova del personale scolastico, come disposti ai sensi della normativa vigente. Resta però la

Copyright NLD concorsi srl_ 2020


Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
necessità di favorire, in via straordinaria ed emergenziale, in tutte le situazioni ove ciò sia possibile, il diritto
all’istruzione attraverso modalità di apprendimento a distanza.

Spetta al Dirigente scolastico, per quanto concerne l’attività amministrativa e l’organizzazione delle attività
funzionali all’insegnamento, sentiti eventualmente il responsabile del servizio di protezione e prevenzione
(RSPP), il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS), la RSU, adottare le misure più idonee in
relazione alle specifiche caratteristiche della struttura e alla necessità di contemperare tutela della salute con
le esigenze di funzionamento del servizio, fermo restando il supporto da parte degli Uffici scolastici regionali
e delle Direzioni Generali del Ministero.

Nota MIUR Secondo quanto previsto dalla nota del 6 marzo 2020, n. 278, al fine di supportare le
istituzioni scolastiche interessate dalla sospensione prolungata delle attività didattiche per
n. 278/2020
l’emergenza del Covid-19, il “sistema di accompagnamento” all’attuazione delle misure
del Piano nazionale scuola digitale, costituito dai referenti del PNSD presso gli Uffici
scolastici regionali, dalle équipe formative territoriali, dalle istituzioni scolastiche individuate quali poli
formativi innovativi “Future labs”, dedicherà una specifica attenzione allo sviluppo dell’apprendimento a
distanza, adottando, con la tempestività richiesta dall’attuale fase di emergenza, misure di supporto,
accompagnamento, formazione e assistenza da remoto, per l’utilizzo degli strumenti digitali di
apprendimento a distanza, in favore dei dirigenti scolastici, degli animatori digitali, dei team per
l’innovazione, dei docenti stessi.

Le istituzioni scolastiche della scuola primaria e secondaria, nell’ambito della propria autonomia, attivano
o potenziano modalità di apprendimento a distanza, ottimizzando le risorse didattiche del registro
elettronico e utilizzando classi virtuali e altri strumenti e canali digitali per favorire la produzione e la
condivisione di contenuti. È essenziale, nella definizione delle modalità di intervento, il più ampio
coinvolgimento della comunità educante, anche al fine di offrire esperienze di mutuo aiuto e di formazione
peer to peer.

La sezione dedicata alla didattica a distanza, è presente sul sito del MIUR alla URL:
https://www.istruzione.it/coronavirus/didattica-a-distanza.html e vi è la possibilità di mettersi in contatto,
anche tramite la rete INDIRE, con scuole già esperte di didattica a distanza e che intendano mettersi a
disposizione per socializzare le pratiche di utilizzo di ambienti di apprendimento virtuali; disponibilità di
piattaforme di fruizione di contenuti didattici, assistenza alla community scolastica e piattaforme di
collaborazione online.
Copyright NLD concorsi srl_ 2020
Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
Nota MIUR A seguito del D.P.C.M. 8 marzo 2020, “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23
febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione
n. 279/2020
dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”, ad integrazione della nota n. 278/2020, il
Miur, con nota n. 279/2020, conferma la necessità di attivare la didattica a distanza, al
fine di tutelare il diritto costituzionalmente garantito all’istruzione.

Tra le iniziative messe in campo dalle istituzioni scolastiche e dai loro docenti, si evidenzia la registrazione
delle lezioni, l’utilizzo di piattaforme per la didattica a distanza, presso l’istituzione scolastica, presso il
domicilio o altre strutture. Ogni iniziativa che favorisca il più possibile la continuità nell’azione didattica è,
di per sé, utile. Si consiglia comunque di evitare, soprattutto nella scuola primaria, la mera trasmissione di
compiti ed esercitazioni, quando non accompagnata da una qualche forma di azione didattica o anche
semplicemente di contatto a distanza. Va, peraltro, esercitata una necessaria attività di programmazione, al
fine di evitare sovrapposizioni tra l’erogazione a distanza, nella forma delle “classi virtuali”, tra le diverse
discipline e di evitare sovrapposizioni.

Il Governo, intervenuto nuovamente con il D.L. 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. “Cura Italia”), oltre all’adozione di
specifiche misure in diversi settori, ha previsto apposita disciplina anche nei confronti delle Istituzioni
scolastiche. In particolare, l’art. 120 del D.L. n. 18/2020 ha previsto lo stanziamento di appositi fondi per far
fronte all’attuale emergenza sanitaria e consentire alle istituzioni scolastiche statali la prosecuzione della
didattica tramite la diffusione di strumenti digitali per l’apprendimento a distanza. Sul punto, è stata
implementata la pagina dedicata sul sito istituzionale del MIUR (accessibile al seguente link:
https://www.istruzione.it/coronavirus/didattica-a-distanza.html), che rende disponibili piattaforme
telematiche certificate, contenuti didattici digitali e specifici strumenti di assistenza.

Nota MIUR
La nota n. 562 del 28 marzo 2020 specifica che le istituzioni scolastiche possono stipulare
appositi accordi di rete, anche attraverso l’ampliamento di reti già esistenti, per l’utilizzo
n. 562/2020
ottimale delle dotazioni per la didattica a distanza, ai sensi dell’articolo 7 del decreto del
Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275 e dell’art. 47 del Decreto
Interministeriale 28 agosto 2018, n. 129, attivando in questo modo reti di solidarietà e di collaborazione tra
scuole anche per lo scambio di esperienze e di buone pratiche e per l’utilizzo e l’acquisto condiviso di
dispositivi e di strumenti digitali per la didattica a distanza.

Copyright NLD concorsi srl_ 2020


Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
2. CHE COSA SI INTENDE PER DIDATTICA A DISTANZA.

Nota MIUR
Secondo quanto previsto dalla Nota dipartimentale 17 marzo 2020, n. 388, le attività di
didattica a distanza, come ogni attività didattica, per essere tali, prevedono la costruzione
n. 388/2020
ragionata e guidata del sapere attraverso un’interazione tra docenti e alunni. Qualsiasi sia
il mezzo attraverso cui la didattica si esercita, non cambiano il fine e i principi. Nella
consapevolezza che nulla può sostituire appieno ciò che avviene, in presenza, in una classe, si tratta pur
sempre di dare vita a un “ambiente di apprendimento”, per quanto inconsueto nella percezione e
nell’esperienza comuni, da creare, alimentare, abitare, rimodulare di volta in volta.

Si tratta , dunque di:

 un collegamento diretto o indiretto, immediato o differito, attraverso videoconferenze, videolezioni,


chat di gruppo;
 la trasmissione ragionata di materiali didattici, attraverso il caricamento degli stessi su piattaforme
digitali e l’impiego dei registri di classe in tutte le loro funzioni di comunicazione e di supporto alla
didattica, con successiva rielaborazione e discussione operata direttamente o indirettamente con il
docente, l’interazione su sistemi e app interattive educative propriamente digitali.

Tutto ciò è didattica a distanza. Prevede infatti uno o più momenti di relazione tra docente e discenti,
attraverso i quali l’insegnante possa restituire agli alunni il senso di quanto da essi operato in autonomia,
utile anche per accertare, in un processo di costante verifica e miglioramento, l’efficacia degli strumenti
adottati, anche nel confronto con le modalità di fruizione degli strumenti e dei contenuti digitali – quindi di
apprendimento – degli studenti, che già in queste settimane ha offerto soluzioni, aiuto, materiali. E’
ovviamente da privilegiare, per quanto possibile, la modalità in “classe virtuale”.

3. PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ.


Attraverso la rimodulazione degli obiettivi formativi sulla base delle nuove attuali esigenze, ogni docente
riprogetta in modalità a distanza le attività didattiche, evidenzia i materiali di studio e la tipologia di gestione
delle interazioni con gli alunni e deposita tale nuova progettazione relativa al periodo di sospensione, agli atti
dell’istituzione scolastica, tramite invio telematico al Dirigente scolastico, il quale svolge, un ruolo di
monitoraggio e di verifica, ma soprattutto, assieme ai suoi collaboratori, di coordinamento delle risorse,
innanzitutto professionali, dell’Istituzione scolastica.
Copyright NLD concorsi srl_ 2020
Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
Il Dirigente Scolastico, anche attraverso i coordinatori di classe o altre figure di raccordo, è chiamato a
promuovere la costante interazione tra i docenti, essenziale per assicurare organicità al lavoro che ciascun
docente svolge nei contesti di didattica a distanza e per far sì che i colleghi meno esperti possano sentirsi ed
essere supportati e stimolati a procedere in autonomia. E’ strategico coinvolgere nelle attività di
coordinamento anche le figure dell’Animatore Digitale e del Team digitale, per il supporto alle modalità
innovative che si vanno a realizzare nell’ambito della didattica a distanza.

Il ruolo del registro elettronico è prezioso, quale strumento, utile anche e soprattutto in questi frangenti e
svincolato dalla “fisicità” del luogo nel quale la didattica si esercita. Come del resto altri strumenti possono
essere utili, purché ne sia chiaro lo scopo.

Il Consiglio di classe resta competente nel ratificare le attività svolte e compiere un bilancio di verifica.

 Per la scuola dell’infanzia è opportuno sviluppare attività, per quanto possibile e in raccordo con le
famiglie, costruite sul contatto “diretto” (se pure a distanza), tra docenti e bambini, anche solo mediante
semplici messaggi vocali o video veicolati attraverso i docenti o i genitori rappresentanti di classe, ove
non siano possibili altre modalità più efficaci. L’obiettivo, in particolare per i più piccoli, è quello di
privilegiare la dimensione ludica e l’attenzione per la cura educativa precedentemente stabilite nelle
sezioni.
 Per la scuola primaria, a seconda dell‘età, occorre ricercare un giusto equilibrio tra attività didattiche a
distanza e momenti di pausa, in modo da evitare i rischi derivanti da un'eccessiva permanenza davanti
agli schermi. La proposta delle attività deve consentire agli alunni di operare in autonomia, basandosi
innanzitutto sulle proprie competenze e riducendo al massimo oneri o incombenze a carico delle famiglie
nello svolgimento dei compiti assegnati.
 Per la scuola secondaria di primo e di secondo grado il raccordo tra le proposte didattiche dei diversi
docenti del Consiglio di Classe è necessario per evitare un peso eccessivo dell’impegno on line, magari
alternando la partecipazione in tempo reale in aule virtuali con la fruizione autonoma in differita di
contenuti per l’approfondimento e lo svolgimento di attività di studio. In particolare negli istituti tecnici
e professionali, caratterizzati da una didattica declinata tipicamente nella duplice dimensione della teoria
e della pratica laboratoriale, ove non sia possibile l’uso di laboratori digitali per le simulazioni operative
o altre formule, che pure diverse istituzioni scolastiche stanno promuovendo, il docente progetta – in
questa fase – unità di apprendimento che veicolano contenuti teorici propedeutici, ossia da correlare in
un secondo momento alle attività tecnico pratiche e laboratoriali di indirizzo.

Copyright NLD concorsi srl_ 2020


Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
Ordinanza Secondo quanto previsto dall’Ord. del 22 maggio 2020, n. 17, i Collegi dei Docenti delle
istituzioni scolastiche statali e paritarie, sentiti i consigli di interclasse e di classe,
Adozione libri
testo 2020/2021 possono deliberare per l’anno scolastico 2020/2021 nuove scelte riguardanti le
adozioni dei libri di testo o l’uso di strumenti didattici alternativi ai libri di testo.
Qualora, entro l’11 giugno 2020, per motivi legati all’emergenza epidemiologica da COVID-19 non
si siano verificate le condizioni per procedere a nuove scelte adozionali, sentiti i consigli di
interclasse e di classe, possono deliberare per l’anno scolastico 2020/2021 la conferma dei libri di
testo già adottati per l’anno scolastico 2019/2020.

Alunni con Per quanto riguarda gli alunni con disabilità, il punto di riferimento rimane il Piano
disabilità educativo individualizzato. La sospensione dell’attività didattica non deve interrompere, per
quanto possibile, il processo di inclusione. Il Miur suggerisce ai docenti di sostegno di mantenere
l’interazione a distanza con l’alunno e tra l’alunno e gli altri docenti curricolari o, ove non sia possibile, con la
famiglia dell’alunno stesso, mettendo a punto materiale personalizzato da far fruire con modalità specifiche
di didattica a distanza concordate con la famiglia medesima, nonché di monitorare, attraverso feedback
periodici, lo stato di realizzazione del PEI. Resta inteso che ciascun alunno con disabilità, nel sistema
educativo di istruzione e formazione italiano, è oggetto di cura educativa da parte di tutti i docenti e di tutta
la comunità scolastica.

È compito del Dirigente scolastico, d’intesa con le famiglie e per il tramite degli insegnanti di sostegno,
verificare che ciascun alunno o studente sia in possesso delle strumentalità necessarie.

Come previsto dalla legge di conversione n. 41/2020 del D.L. n. 22/2020, limitatamente all'anno scolastico
2019/2020, per sopravvenute condizioni correlate alla situazione epidemiologica da COVID-19, i dirigenti
scolastici, sulla base di specifiche e motivate richieste da parte delle famiglie degli alunni con disabilita',
sentiti i consigli di classe e acquisito il parere del Gruppo di lavoro operativo per l'inclusione a livello
di istituzione scolastica, valutano l'opportunita' di consentire la reiscrizione dell'alunno al medesimo
anno di corso frequentato nell'anno scolastico 2019/2020, limitatamente ai casi in cui sia stato accertato
e verbalizzato il mancato conseguimento degli obiettivi didattici e inclusivi per l'autonomia, stabiliti nel
piano educativo individualizzato.

Copyright NLD concorsi srl_ 2020


Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
Alunni con Occorre dedicare, nella progettazione e realizzazione delle attività a distanza, particolare
DAS e BES attenzione alla presenza in classe di alunni in possesso di diagnosi rilasciata ai sensi della
Legge 170/2010, e ai rispettivi piani didattici personalizzati. La strumentazione tecnologica,
con cui questi studenti già hanno di solito dimestichezza, rappresenta un elemento utile di facilitazione per
la mediazione dei contenuti proposti.

Vi è la necessità, anche nella didattica a distanza, di prevedere l’utilizzo di strumenti compensativi e


dispensativi, i quali possono consistere, a puro titolo esemplificativo e non esaustivo, nell’utilizzo di software
di sintesi vocale che trasformino compiti di lettura in compiti di ascolto, libri o vocabolari digitali, mappe
concettuali.

Per gli alunni con BES non certificati, che si trovino in difficoltà linguistica e/o socio economica, il Dirigente
scolastico, in caso di necessità da parte dello studente di strumentazione tecnologica, attiva le procedure per
assegnare, in comodato d’uso, eventuali devices presenti nella dotazione scolastica oppure, in alternativa,
richiede appositi sussidi didattici attraverso il canale di comunicazione attivato nel portale ministeriale
“Nuovo Coronavirus” alla URL https://www.istruzione.it/coronavirus/index.html all’indirizzo
supportoscuole@istruzione.it.

Resta necessario garantire il diritto all’istruzione anche agli alunni ricoverati presso le
Scuola in
ospedale e strutture ospedaliere o in cura presso la propria abitazione. In considerazione della
carcere sospensione dell’attività didattica in presenza su tutto il territorio nazionale, nonché dei
progetti di istruzione domiciliare e del servizio di scuola in ospedale, si segnala che, per tali alunni,
l’attivazione delle procedure per effettuare didattica a distanza risulta necessaria soprattutto al fine di
mitigare lo stato di isolamento sociale connesso alla specifica situazione. Per lo specifico della Scuola in
ospedale il Dirigente scolastico si confronta con la Direzione sanitaria per individuare i possibili interventi e
le modalità organizzative per garantire agli studenti ospedalizzati di fruire delle attività didattiche a distanza.
Per quanto riguarda la specificità delle istituzioni scolastiche con sezioni carcerarie, il dirigente scolastico
dovrà confrontarsi con il Direttore del carcere e con la figura incardinata del coordinamento didattico, per
individuare con quali forme e modalità poter continuare l’attività didattica, che rappresenta, in queste
situazioni, a maggior ragione un dovere istituzionale per la Repubblica.

4. LA VALUTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE A DISTANZA


Copyright NLD concorsi srl_ 2020
Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
Il D.L. 8 aprile 2020, n. 22 individua il diritto alla modalità telematica per la valutazione finale degli alunni, in
deroga all’art. 2, D.lgs. n. 62 del 2017, nonché all’art. 4, D.P.R. n. 122 del 2009.

L’Ordinanza Ministeriale n. 11 del 16 maggio, in particolare, all’art. 1 co. 2 recita che “L’attività di
valutazione svolta nell’anno scolastico 2019/2020 anche in modalità a distanza e condotta, ai fini della
valutazione finale, ai sensi della presente ordinanza, trova il suo fondamento nei princìpi previsti all’articolo
1 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 62. Le riunioni degli organi collegiali previste dalla presente
ordinanza si svolgono, ove necessario sulla base delle disposizioni emergenziali, in modalità a distanza”.

La Nota n. 279/2020 ha già descritto il rapporto tra attività didattica a distanza e valutazione. Se è vero che
deve realizzarsi attività didattica a distanza, perché diversamente verrebbe meno la ragione sociale della
scuola stessa, come costituzionalmente prevista, è altrettanto necessario che si proceda ad attività di
valutazione costanti, secondo i principi di tempestività e trasparenza che, ai sensi della normativa vigente,
ma più ancora del buon senso didattico, debbono informare qualsiasi attività di valutazione. Se l’alunno non
è subito informato che ha sbagliato, cosa ha sbagliato e perché ha sbagliato, la valutazione si trasforma in un
rito sanzionatorio, che nulla ha a che fare con la didattica, qualsiasi sia la forma nella quale è esercitata. Ma
la valutazione ha sempre anche un ruolo di valorizzazione, di indicazione di procedere con approfondimenti,
con recuperi, consolidamenti, ricerche, in una ottica di personalizzazione che responsabilizza gli allievi, a
maggior ragione in una situazione come questa.

Si tratta di affermare il dovere alla valutazione da parte del docente, come competenza propria del profilo
professionale, e il diritto alla valutazione dello studente, come elemento indispensabile di verifica dell’attività
svolta, di restituzione, di chiarimento, di individuazione delle eventuali lacune, all’interno dei criteri stabiliti
da ogni autonomia scolastica, ma assicurando la necessaria flessibilità. Le forme, le metodologie e gli
strumenti per procedere alla valutazione in itinere degli apprendimenti, propedeutica alla valutazione finale,
rientrano nella competenza di ciascun insegnante e hanno a riferimento i criteri approvati dal Collegio dei
Docenti. La riflessione sul processo formativo compiuto nel corso dell’attuale periodo di sospensione
dell’attività didattica in presenza sarà come di consueto condivisa dall’intero Consiglio di Classe.

4.1. MISURE URGENTI PER GLI ESAMI DI STATO E LA REGOLARE

VALUTAZIONE DELL'ANNO SCOLASTICO 2019/2020

Copyright NLD concorsi srl_ 2020


Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
Il D.L. 8 aprile 2020, n. 22, convertito in L. 6 giugno 2020, n. 41. recante misure urgenti sulla regolare
conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato, contiene le norme
relative agli Esami di Stato e alla valutazione delle studentesse e degli studenti per l’anno scolastico
2019/2020.

Valutazione
Il decreto ha previsto che tutti possano essere ammessi all’anno successivo, ma tutti
saranno valutati, nel corso degli scrutini finali, secondo l’impegno reale. L'eventuale
integrazione e recupero degli apprendimenti relativi all'anno scolastico 2019/2020, nel corso dell'anno
scolastico successivo, a decorrere dal 1° di settembre 2020, dovrà tener conto delle specifiche necessità
degli alunni delle classi prime e intermedie di tutti i cicli di istruzione, avendo come riferimento il
raggiungimento delle competenze di cui alle indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia
e del primo ciclo di istruzione, alle indicazioni nazionali per i licei e alle linee guida per gli istituti tecnici
e professionali. Le strategie e le modalità di attuazione delle predette attività saranno definite, programmate
e organizzate dagli organi collegiali delle istituzioni scolastiche.

In particolare, la legge di conversione n. 41/2020 ha previsto che la valutazione finale degli apprendimenti
degli alunni delle classi della scuola primaria, per ciascuna delle discipline di studio previste dalle
indicazioni nazionali per il curricolo è espressa attraverso un giudizio descrittivo riportato nel
documento di valutazione e riferito a differenti livelli di apprendimento, secondo termini e modalità
definite con ordinanza del Ministro dell'istruzione.

Con ordinanza del 16 maggio 2020, n. 11, il Miur ha inoltre precisato che i docenti contitolari della classe e i
consigli di classe aggiornano, ove necessario, le progettazioni definite a inizio anno scolastico, al fine di
rimodulare gli obiettivi di apprendimento, i mezzi, gli strumenti e le metodologie sulla base delle intervenute
modalità di didattica a distanza, imposte dalla contingenza sanitaria internazionale e individuano, per
ciascuna disciplina, i nuclei fondamentali e gli obiettivi di apprendimento non affrontati o che necessitano di
approfondimento, da conseguire attraverso il piano di integrazione degli apprendimenti .

Tenuto conto di quanto previsto dalla L. n. 41/2020 che ha previsto il giudizio


Valutazione
descrittivo, quale valutazione finale degli apprendimenti per gli alunni della scuola
Primo ciclo di primaria, l’Ord. n. 11 del 16 maggio 2020 ha previsto che i docenti contitolari della
istruzione
classe o del consiglio di classe procedono alla valutazione degli alunni sulla base
dell’attività didattica effettivamente svolta, in presenza e a distanza sulla base dei criteri e delle modalità
deliberate dal collegio dei docenti. Gli alunni sono ammessi alla classe successiva anche in presenza di voti
inferiori a sei decimi in una o più discipline, che vengono riportati nel verbale di scrutinio finale e nel

Copyright NLD concorsi srl_ 2020


Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
documento di valutazione. In particolare, per gli alunni ammessi alla classe successiva in presenza di
votazioni inferiori a sei decimi o comunque di livelli di apprendimento non adeguatamente consolidati, gli
insegnanti contitolari della classe e il consiglio di classe predispongono il piano di apprendimento
individualizzato, in cui sono indicati, per ciascuna disciplina, gli obiettivi di apprendimento da conseguire o
da consolidare nonché le specifiche strategie per il raggiungimento dei relativi livelli di apprendimento.

Valutazione Il consiglio di classe procede alla valutazione degli alunni sulla base dell’attività
didattica effettivamente svolta, in presenza e a distanza, utilizzando l’intera scala
Scuola secondaria di
di valutazione in decimi. Nel verbale di scrutinio finale sono espresse per ciascun
secondo grado
alunno le eventuali valutazioni insufficienti relative a una o più discipline. I voti
espressi in decimi, ancorché inferiori a sei, sono riportati nel documento di valutazione finale.

Per gli alunni ammessi alla classe successiva in presenza di votazioni inferiori a sei decimi, il consiglio di classe
predispone il piano di apprendimento individualizzato, in cui sono indicati, per ciascuna disciplina, gli obiettivi
di apprendimento da conseguire nonché le specifiche strategie per il raggiungimento dei relativi livelli di
apprendimento.

Nei casi in cui i docenti del consiglio di classe non siano in possesso di alcun elemento valutativo relativo
all’alunno, per cause non imputabili alle difficoltà legate alla disponibilità di apparecchiature tecnologiche
ovvero alla connettività di rete, bensì a situazioni di mancata o sporadica frequenza delle attività didattiche,
perduranti e già opportunamente verbalizzate per il primo periodo didattico, il consiglio di classe, con
motivazione espressa all’unanimità, può non ammetterlo alla classe successiva.

Esame di Stato
Le prove dell'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, secondo quanto
previsto dal D.L. n. 22/2020 possono prevedere l'eliminazione di una o più di esse e
Scuola secondaria rimodulate le modalità di attribuzione del voto finale, con specifiche disposizioni
di I grado per i candidati privatisti, salvaguardando l’omogeneità di svolgimento rispetto
all'esame dei candidati interni.

Inoltre, l’Ordinanza del 16 maggio 2020, n. 9, in attuazione dell’art. 1, co.4, lett. b) del Decreto, prevede
che l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione coincida con la valutazione finale da parte del
consiglio di classe. In sede di valutazione finale, il consiglio di classe tiene conto dell’elaborato prodotto
dall’alunno inerente una tematica condivisa dall’alunno con i docenti della classe e assegnata dal consiglio di
classe.

Copyright NLD concorsi srl_ 2020


Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
La tematica:

 è individuata per ciascun alunno tenendo conto delle caratteristiche personali e dei livelli di
competenza dell’alunno stesso;
 consente l’impiego di conoscenze, abilità e competenze acquisite sia nell’ambito del percorso di
studi, sia in contesti di vita personale, in una logica trasversale di integrazione tra discipline.

L’elaborato consiste in un prodotto originale, coerente con la tematica assegnata dal consiglio di classe,
e potrà essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione anche multimediale, mappa o
insieme di mappe, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica o strumentale per gli alunni
frequentanti i percorsi a indirizzo musicale.

Il consiglio di classe per consentire la piena valorizzazione e una più attenta valutazione degli elaborati
dispone un momento di presentazione orale degli stessi, in modalità telematica, da parte di ciascun
alunno davanti ai docenti del consiglio stesso.

Il dirigente scolastico dispone lo svolgimento delle presentazioni orali in videoconferenza o in idonea


modalità telematica sincrona, assicurandone la regolarità attraverso l’utilizzo degli strumenti tecnici più
idonei.

In sede di scrutinio finale, il consiglio di classe procede alla valutazione dell’anno scolastico 2019/2020
degli alunni delle classi terze sulla base dell’attività didattica effettivamente svolta, in presenza e a
distanza. Le valutazioni conseguite nelle singole discipline sono riportate nel verbale di scrutinio e nel
documento di valutazione relativo all’anno scolastico 2019/2020. Sono fatti salvi i provvedimenti di
esclusione dagli scrutini o dagli esami emanati ai sensi dello Statuto delle studentesse e degli studenti.

L’alunno consegue il diploma conclusivo del primo ciclo d’istruzione conseguendo una valutazione finale
di almeno sei decimi. La valutazione finale espressa con la votazione di dieci decimi può essere
accompagnata dalla lode, con deliberazione all’unanimità del consiglio di classe, in relazione alle
valutazioni conseguite nel percorso scolastico del triennio.

Per gli alunni con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento l’assegnazione dell’elaborato e la
valutazione finale sono condotte sulla base, rispettivamente, del piano educativo individuale e del piano
didattico personalizzato.

Copyright NLD concorsi srl_ 2020


Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
Esame di Stato Per l'esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione, le commissioni di esame
potranno essere articolate in maniera diversa rispetto a quanto previsto d.lgs. n. 62 del
Scuola secondaria
2017, avendo come criterio direttivo la presenza di commissari tutti interni
di II grado
all'istituzione scolastica con presidente esterno alla stessa.

Questo adattamento appare necessario ad avvicinare l'esame allo specifico contesto scolastico e degli
apprendimenti, diversamente articolati in ragione dell'emergenza. Le medesime ragioni inducono, per
simmetria, a poter rivedere le prove di esame rispetto a quanto previsto dagli articoli 17 e 18 del decreto
legislativo n. 62 del 2017. Come criterio direttivo della modifica della prova di esame è indicata la sostituzione
della seconda prova a carattere nazionale con una predisposta dalla commissione di esame della specifica
istituzione scolastica, sulla base di criteri di uniformità dettati a livello nazionale.

Tenuto conto che per ragioni sanitarie non possono svolgersi esami in presenza, si prevede, in deroga alla
disciplina vigente, l'eliminazione delle prove scritte e la sostituzione con un unico colloquio, articolandone
contenuti, modalità anche telematiche e punteggio per garantire la completezza e la congruità della
valutazione, e dettando specifiche previsioni per i candidati esterni, per l'esame di stato conclusivo
del secondo ciclo di istruzione.

Quindi, limitativamente all’anno scolastico 2019/2020, ai fini dell’ammissione dei candidati all’esame di
stato, a prescindere dai requisiti minimi relativi alla frequenza previsti dalla normativa, si tiene conto del
processo formativo e dei risultati di apprendimento conseguiti sulla base della programmazione svolta. Non
è richiesta la partecipazione alle prove Invalsi né ai PCTO per quanto riguarda il II grado, pur confermandone
la validità come “materia” oggetto del colloquio.

In particolare, con Ordinanza del 16 maggio 2020, n. 10, il MIUR ha previsto che l’ammissione all’esame di
Stato è disposta, in sede di scrutinio finale, dal consiglio di classe presieduto dal dirigente scolastico o da suo
delegato. Entro il 30 maggio 2020 il consiglio di classe deve aver elaborato, il documento che esplicita i
contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri, gli strumenti di valutazione
adottati e gli obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che lo stesso consiglio di classe abbia ritenuto
utile e significativo ai fini dello svolgimento dell’esame.

Il credito scolastico è attribuito fino a un massimo di sessanta punti di cui diciotto per la classe terza, venti
per la classe quarta e ventidue per la classe quinta. Il consiglio di classe, in sede di scrutinio finale, provvede
alla conversione del credito scolastico attribuito al termine della classe terza e della classe quarta e
all’attribuzione del credito scolastico per la classe quinta sulla base rispettivamente delle tabelle A, B e C,
allegate all’ordinanza citata. I PCTO concorrono alla valutazione delle discipline alle quali afferiscono e a
Copyright NLD concorsi srl_ 2020
Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
quella del comportamento, e pertanto contribuiscono alla definizione del credito scolastico. Il consiglio di
classe tiene conto, altresì, degli elementi conoscitivi preventivamente forniti da eventuali docenti esperti e/o
tutor, di cui si avvale l’istituzione scolastica per le attività di ampliamento e potenziamento dell’offerta
formativa.

Le prove d’esame di cui all’articolo 17 del D.lgs. n. 62/2017, sono sostituite da un colloquio, che ha la finalità
di accertare il conseguimento del profilo culturale, educativo e professionale dello studente.

Il candidato dimostra, nel corso del colloquio:

 di aver acquisito i contenuti e i metodi propri delle singole discipline, di essere capace di utilizzare le
conoscenze acquisite e di metterle in relazione tra loro per argomentare in maniera critica e personale,
utilizzando anche la lingua straniera;
 di saper analizzare criticamente e correlare al percorso di studi seguito e al profilo educativo culturale e
professionale del percorso frequentato, mediante una breve relazione o un lavoro multimediale, le
esperienze svolte nell’ambito dei PCTO;
 di aver maturato le competenze previste dalle attività di “Cittadinanza e Costituzione” declinate dal
consiglio di classe.

Ciascuna sottocommissione d’esame si riunisce per le operazioni finalizzate alla valutazione finale e
all’elaborazione dei relativi atti subito dopo la conclusione dei colloqui relativi alla medesima
sottocommissione.

A conclusione dell’esame di Stato è assegnato a ciascun candidato un punteggio finale complessivo in


centesimi, che è il risultato della somma dei punti attribuiti al colloquio, per un massimo di quaranta punti, e
dei punti acquisiti per il credito scolastico da ciascun candidato, per un massimo di sessanta punti. Il
punteggio minimo complessivo per superare l’esame di Stato è di sessanta centesimi.

Per studenti con disabilità sono ammessi a sostenere l’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di
istruzione e il consiglio di classe è tenuto a stabilire la tipologia della prova d’esame, se con valore
equipollente o non equipollente, in coerenza con quanto previsto all’interno del piano educativo
individualizzato (PEI). Lo stesso, inoltre, acquisisce elementi, sentita la famiglia, per stabilire per quali studenti
sia necessario provvedere, in ragione del PEI, allo svolgimento dell’esame in modalità telematica, qualora
l’esame in presenza, anche per effetto dell’applicazione delle misure sanitarie di sicurezza, risultasse
inopportuno o di difficile attuazione. In caso di esigenze sopravvenute dopo l’insediamento della
Copyright NLD concorsi srl_ 2020
Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it
commissione con la riunione plenaria, all’attuazione del presente comma provvede il presidente, sentita la
sottocommissione.

Gli studenti con disturbo specifico di apprendimento (DSA), certificato ai sensi della legge 8 ottobre 2010,
n. 170, sono ammessi a sostenere l’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione, sulla base del
piano didattico personalizzato (PDP). La commissione d’esame, sulla base del PDP e di tutti gli elementi
conoscitivi forniti dal consiglio di classe, individua le modalità di svolgimento della prova d’esame. Nello
svolgimento della prova d’esame, i candidati con DSA possono utilizzare, ove necessario, gli strumenti
compensativi previsti dal PDP e che siano già stati impiegati in corso d’anno o comunque siano ritenuti
funzionali allo svolgimento dell’esame, senza che sia pregiudicata la validità della prova. Gli studenti che
sostengono con esito positivo l’esame di Stato, conseguono il diploma conclusivo del secondo ciclo di
istruzione. Nel diploma non viene fatta menzione dell’impiego degli strumenti compensativi.

Copyright NLD concorsi srl_ 2020


Via San Francesco D'assisi n. 51 - 70056 Molfetta
Sede Operativa e Magazzino: Via Luigi De Lillo, 2/B - Z.I. - 70056 – Molfetta
Whatsapp NLD Concorsi 327.7520544
Telegram NLD Concorsi 327.7520544
I nostri orari: Lun-Ven: 9-19
E-mail NLD Concorsi: info@nldconcorsi.it

Potrebbero piacerti anche