Sei sulla pagina 1di 1

IL ROMANTICISMO RUSSO

Il Romanticismo favorì lo studio delle tradizioni culturali dei vari popoli europei. I musicisti russi,
ungheresi, boemi e slavi cominciarono a interessarsi al folklore musicale delle loro nazioni,
cercando di superare la supremazia dell’opera italiana e del sinfonismo austro-tedesco.
Fra i musicisti più importanti della scuola russa vi fu Cajkovskij. Nonostante fosse stato costretto
dal padre a studiare legge, egli si dedicò completamente alla musica. La musica di Cajkovskij
risente moltissimo dell’influenza europea occidentale. Oltre ad aver composto sinfonie, concerti e
melodrammi, Cajkovskij si è dedicato molto alla musica per balletto, una forma di spettacolo che
riscuoteva in Russia un grande successo. Il balletto romantico si caratterizza per la tecnica di
danzare sulle punte, che slancia i ballerini verso l’alto facendoli sembrare più leggeri. I ballerini
mimano, con costumi e scenografie appropriati, una storia fantastica, spesso una fiaba. La musica
è affidata all’orchestra, senza cantanti.
I balletti più famosi di Cajkovskij sono Il lago dei cigni e Lo schiaccianoci, quest’ultimo composto
soltanto un anno prima della morte e destinato a diventare uno dei più popolari in assoluto.