Sei sulla pagina 1di 6

Corso di psicologia generale – 24 cfa Piergiuseppe Lofrumento

Il cervello
Il cervello, o encefalo, è tra gli organi più complessi e affascinanti della specie
umana. Diviso in lobi, i quali sono responsabili di specifici processi, in essi
risiedono la coscienza, l’articolazione del linguaggio, la memoria, la
regolazione delle emozioni e così via.

Di forma ovoidale, con un peso medio che oscilla tra i 1300-1500 g, il cervello
è contenuto nella scatola cranica ed è costituito da due emisferi, dalla regione
talamica e ipotalamo.
Anatomicamente i due emisferi sono collegati da un fascio di fibre che
trasmette le informazioni dall’una all’altra parte (corpo calloso); inoltre
ciascun emisfero “controlla” specularmente la parte opposta del corpo:
l’emisfero destro la parte sinistra, il sinistro la destra.
L’emisfero sinistro è considerato l’emisfero “razionale”, perché regola abilità
come il linguaggio, la scrittura, il ragionamento logico, il destro è quello
“artistico”, che controlla la creatività, l’intuito, la percezione dello spazio, la
competenza musicale ecc.
Alcune funzioni complesse coinvolgono entrambi gli emisferi, ma sono
controllate prevalentemente da un emisfero (dominanza emisferica).
Gli emisferi sono suddivisi da solchi che delimitano 4 lobi separati:

• Frontale (anteriore)
• Parietale (superiore)
• Temporale (laterale)
• Occipitale (posteriore)
• Insula (coperta dal lobo
posteriore)

Anche se a ogni lobo vengono attribuite diverse funzioni, spesso più aree di
entrambi gli emisferi lavorano in maniera coordinata, il funzionamento di
un’area non potrebbe davvero essere efficace senza la presenza delle altre.

Il lobo frontale

Funzioni:

• La produzione del linguaggio e della parola, grazie all’area di


Broca;
• Processi cognitivi: pianificare, prestare attenzione, memorizzare
dati a lungo termine, comprendere quello che vediamo, regolare
le emozioni e così via;
• Comprendere e reagire ai sentimenti altrui (empatia);
Lobo parietale
Funzioni:
• percezione sensoriale e dello spazio, il movimento del corpo e il senso
dell’orientamento;
• organi sensoriali;
• elaborazione e modulazione del dolore, sforzo fisico e la temperatura
corporea.

Lobo temporale
• Ci aiuta a riconoscere i volti;
• Consente l’articolazione del linguaggio e la comprensione dei
suoni, della voce e della musica;
• Favorisce l’equilibrio;
• Partecipa attivamente alla modulazione delle emozioni, come la
motivazione, la rabbia, l’ansia e il piacere.

Lobo occipitale
È il più piccolo dei lobi e non ha una vera e propria funzione.
• Partecipa ai processi di percezione e riconoscimento visivo;

• Aiuta a distinguere i colori;


• Partecipa anche all’elaborazione delle emozioni e dei pensieri.

Lobo insulare

È stato affermato precedentemente che il cervello è organizzato in quattro


lobi. Da un punto di vista neuroanatomico, molti studi menzionano una
quinta area, l’isola, un lobo nascosto situato subito sotto i lobi temporale,
frontale e parietale.
Esso è parte attiva, ad esempio, nella percezione del gusto e nel controllo
delle viscere.
I “Tre cervelli”
Il neuroscienziato Paul MacLean ha sviluppato negli anni Settanta la teoria
del "Triune Brain", o cervello tripartito, secondo la quale nel corso
dell'evoluzione, l'encefalo si è formato dalla stratificazione di tre porzioni,
ognuna delle quali è comparsa in una fase evolutiva.
Ripercorrendo molto brevemente la storia dell’evoluzione umana, a partire
da quando era invertebrato, prima di essere primate l’uomo appartenne alla
famiglia degli: anfibi – rettili mammiformi – mammiferi primitivi – primati.

MacLean ha suddiviso il cervello in tre sistemi principali:


• Cervello rettiliano;
• Cervello limbico,
• Neocorteccia.

Il cervello rettiliano, il più antico, si è formato nella fase evolutiva rettile.


È la sede degli istinti primari, si occupa ad esempio della:
• difesa del territorio;
• risposta attacco-fuga;
• sessualità e riproduzione.

Questa parte del cervello è legata all'inconscio e la sua caratteristica è quella


di avere reazioni incondizionate, cioè risposte involontarie deputate all'istinto
di sopravvivenza.
Il cervello limbico, tipico dei mammiferi, è associato alla socialità, quindi al
branco.
È sede di emozioni e ricordi, deputato alla comunicazione, agli affetti, alla
cooperazione e alla collaborazione.
È associato al preconscio, cioè a quei contenuti psichici non immediatamente
presenti alla consapevolezza ma che possono essere richiamati alla coscienza;
è la sede dove è stata registrata la classificazione di cose ed eventi come
“buoni” o “cattivi”.

La Neocorteccia è la regione più recente ed è gestisce ciò che distingue


l’uomo dagli animali, ovvero pensiero e razionalità.
È anche la sede del linguaggio, e racchiude tutte le informazioni cognitive e
razionali; in questa sede le decisioni per la sopravvivenza verranno
prese razionalmente.

Riassumendo, il cervello si sarebbe evoluto in tre fasi, di cui, degli stimoli


fisico-istintivi si occupa il cervello rettile, di quelli emozionale-affettivi il
cervello mammifero e nervoso-psichico la neocorteccia.

Questo modello rigido però è stato in parte smentito dalle scoperte


neuroscientifiche.
Sembra infatti che il nostro cervello non si sia evoluto “a blocchi”, prima uno,
poi l’altro e l’altro ancora; ma in maniera integrata, tutti insieme, lentamente
e con un leggero e progressivo predominio della neocorteccia.
L’importanza di questa teoria sta nell’aver identificato le sedi cerebrali dove
risiedono le tre personalità umane: quella istintiva, emotiva e razionale.
Bibliografia
http://www.unife.it/medicina/radiologiamedica/insegnamenti/anatomia-
istologia-e-genetica-umana-nelle-scienze-radiologiche/modulo-di-anatomia-
umana-di-base/encefalo-1

https://www.treccani.it/vocabolario/cervello/

https://www.msdmanuals.com/it-it/professionale/malattie-
neurologiche/funzione-e-disfunzione-dei-lobi-cerebrali/panoramica-sulla-
funzione-cerebrale

https://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/lobi-cervello.html

https://lamenteemeravigliosa.it/lobi-cerebrali-caratteristiche-funzioni/

https://www.biosalus.net/pnei/istinto-emozione-ragione-la-teoria-dei-tre-
cervelli.html

https://www.neuroscienze.net/il-cervello-uno-e-trino/

http://ilcervelloumano.altervista.org/come-funziona/

https://www.youtube.com/watch?v=ZL4tIxE4JJ0

https://www.focus.it/scienza/salute/come-funziona-il-cervello

Potrebbero piacerti anche