Sei sulla pagina 1di 1

- Che film vai a vedere?!?

- Purple Rain.
Strabuzzano gli occhi e mi guardano come se avessi detto di volermi iscrivere ad un
corso di uncinetto. Proposito assolutamente lecito e rispettabile, ma abbastanza
inconsueto alla nostra giovane età. Sono gli amici con i quali ho condiviso esperienze
veramente estreme, soprattutto al cinema: le rassegne di Fassbinder al Jolly, i film di
Tarkovskij e Anghelopolus. Sono increduli. Ma non saprei che dire, Prince mi è piaciuto
da subito. Nonostante le sue mossette spocchiose e la sua aria da bullo. Scrive,
compone, canta, suona, arrangia e produce, fa praticamente tutto lui, una certa
effervescenza caratteriale ci può stare. Il mio preferito è il già postato “Sign o’ the
Times”, scendo quindi un gradino del podio e trovo “Around the world in a day”
(1985). Uscito a meno di un anno da “Purple Rain”, mostra il lato di Prince più
beatlesiano e caleidoscopico. Aleggia nei testi e nelle immagini dell’album anche un
certo misticismo a buon mercato, che rimarrà una cifra costante del nostro. Prince è
stato e, a mio parere, continua ad essere un genio della musica. Detto questo, il film in
effetti non era un granché.

Around the World in a Day – Prince and The Revolution (Warner Bros. – 1985)

1. Around the World in a Day - 3:27 (David Coleman, John L. Nelson, Prince)
2. Paisley Park – 4:41
3. Condition of the Heart – 6:46
4. Raspberry Beret – 3:31
5. Tamborine – 2:46
6. America – 3:40 (Prince and the Revolution)
7. Pop Life – 3:42
8. The Ladder – 5:26 (John L. Nelson, Prince)
9. Temptation – 8:21