Sei sulla pagina 1di 1

Michael Shrieve, appena 20enne, realizza una straordinaria performance al festival di Woodstock, esibendosi in un

travolgente assolo di batteria all’interno del brano Soul Sacrifice. Il giovane Michael rappresenta per diversi anni la
spina dorsale della sezione ritmica dei Santana, assieme ad altri grandi nomi delle percussioni (Armando Peraza e
Chepito Areas su tutti), arricchendo col suo talento il periodo migliore del progetto, dagli esordi di Woodstock sino
al triplo disco dal vivo Lotus (1974).
Welcome, pubblicato nel 1973, segue la formula jazz-fusion del precedente capolavoro Caravanserai. Collaborano
alla realizzazione dell’album John McLaughlin, che solo qualche mese prima aveva inciso con Carlos Santana
l'album Love, Devotion and Surrender, Alice Coltrane, al piano nel brano di apertura Going Home, il cantante Leon
Thomas e la jazz singer brasiliana Flora Purim, lead vocal in Yours is the light. 

Welcome – Santana (Columbia Records, 1973)

1. Going Home (spiritual trad., arr. da A.Coltrane e dalla Santana Band) - 4:11
2. Love, Devotion & Surrender (Kermode, Santana) - 3:38
3. Samba de Sausalito (Areas) - 3:11
4. When I Look Into Your Eyes (Coster, Shrieve) - 5:52
5. Yours Is The Light (Kermode, Shrieve) - 5:47
6. Mother Africa (Coster, Mann, Santana) - 5:55
7. Light of Life (Coster, Kermode, Santana) - 3:52
8. Flame Sky (McLaughlin, Rauch, Santana) - 11:33
9. Welcome (Coltrane) - 6:35