Sei sulla pagina 1di 6

Le scale

Per scala s’intende una successione di suoni disposti secondo un preciso ordine.
Possiamo incontrare due tipi di scale: Scale Diatoniche e scale cromatiche, le prime procedono per
gradi congiunti (intervalli di 2^), le seconde invece per semitoni.
I vari suoni che costituiscono la scala diatonica sono detti gradi della scala e s’indicano con dei
numeri romani e prendono il nome di:
I Tonica (assegna il nome alla scala);
II Sopratonica;
III Mediante (determina il modo della scala, in altre parole stabilisce se essa è maggiore o
minore);
IV Sottodominante;
V Dominante;
VI Sopradominante;
VII Sensibile (se si trova ad un semitono di distanza dall’ottavo grado, settima negli altri casi);
(VIII Tonica)
E’ chiaro che esistono anche altre scale, costituite da un numero diverso di note (5,6….) e scale che
si sviluppano in due o più ottave.
Scale, il cui studio riprenderemo più avanti.

La Scala Maggiore

E’ una scala diatonica formata da cinque intervalli di tono e due di semitono, facendo riferimento
alla scala di DO maggiore (solo per comodità in quanto è l’unica scala che non ha alterazioni),
avremo allora:

DO RE MI FA SOL LA SI DO

dove gli intervalli di semitono si trovano tra il 3° e il 4°, e tra il 7° e l’8° grado della scala diatonica.
In poche parole la scala maggiore è formata dai seguenti intervalli:

T-T-S-T-T-T-S

Vediamola adesso sul pentagramma:

Proviamo invece adesso a scrivere la scala:

RE-MI-FA-SOL-LA-SI-DO-RE

sorge spontaneo pensare alla scala di RE maggiore, ma in realtà non è così, poiché in questa scala si
nota subito che non rispetta lo schema tonale, e che soprattutto non possiede alterazioni, ma l’unica
scala non alterata è la scala di DO maggiore, di conseguenza anche questa, sarà una scala di DO
maggiore. Questo deriva dal fatto che una scala affinché sia tale non necessariamente deve iniziare
dalla sua tonica.

Copyright@dinofiorenza2003 4
Andiamo allora a costruire le altre scale maggiori facendo riferimento allo schema tonale:

T-T-S-T-T-T-S

Costruiamo la scala di Re maggiore, avremo:

RE-MI-FA#-SOL-LA-SI-DO#-RE

che rispetta esattamente il nostro schema tonale.


Vediamola sul pentagramma:

Con lo stesso procedimento andiamo ad ottenere tutte le scale maggiori:

Do

Re

Mi

Fa

Copyright@dinofiorenza2003 5
Sol

La

Si

Abbiamo appena visto tutte le scale maggiori naturali, andiamo a vedere adesso tutte le scale
maggiori ottenute con le note alterate.

Reb

Mib

Solb

Lab

Copyright@dinofiorenza2003 6
Sib

Si nota subito che nello scrivere le ultime scale ho utilizzato tutti bemolle, ho cioè scritto la scala di
Reb e non di Do#, la scala di Mib e non di Re# ecc. ecc.
Questo perché in una stessa scala non si può ripetere più di una volta la stessa nota, cosa che
succederebbe nelle scale con i # e non in quelle con i b.
Vediamolo in esempio, supponiamo di voler scrivere la scala di Do#:

Do#-Re#-Fa-Fa#-Sol#-La#-Do-Do#

In questo caso addirittura verrebbero a mancare ben due note, il chè è proprio fuori discussione.
Concludiamo questo capitolo con un ultima precisazione, abbiamo appena visto tutte le scale
maggiori con le loro relative alterazioni, ma in realtà scrivere le scale in questo modo è errato.
Vediamo quindi il modo corretto di scrivere le scale sul pentagramma, ovverosia vediamo cosa
sono le Alterazioni in chiave.

Se prendiamo per esempio la famosa scala di Do maggiore:

è l’unico caso in cui non essendoci alterazioni, non ci porremo mai il problema.
Ma, se prendiamo un'altra qualsiasi scala, ad esempio il Re maggiore:

che come vediamo ha ben due alterazioni (il Fa# ed il Do#), il discorso cambia, perché le
summenzionate alterazioni vengono scritte all’inizio del nostro rigo musicale cioè:

Di conseguenza anche le altre scale subiranno lo stesso procedimento.

Copyright@dinofiorenza2003 7
Vediamone qualcuna:

Do

Reb

Re

Mib

Scrivete adesso sul pentagramma tutte le scale maggiori rimanenti.

Copyright@dinofiorenza2003 8
ESERCIZI
Ex.1
Indica quante e quali alterazioni hanno le seguenti scale maggiori:

SCALA NUMERO ALTERAZIONI ALTERAZIONI


FA
DO
SOL
LAb
SOLb
SIb
RE
Ex.2
Indica quali sono le scale maggiori che hanno rispettivamente:

4b 5b
5# 3b
1b 2#
3# 4#
1# 6b

Ex.3
Quali scale maggiori contengono le seguenti note?
MI
Solb
SIb
LA
REb
RE
DO
SI

Ex.4
Quali scale maggiori contengono le seguenti note?

MIb-SIb
DO-RE
RE-FA#
SIb-LA

Copyright@dinofiorenza2003 9