Sei sulla pagina 1di 14

MODI OPERATIVI

Sono tre, come tutto ciò che governa il nostro sistema logico di pensiero:
via umida, via asciutta, via sacerdotale. Un certo numero di autori ne
conserva solo due: via umida e via asciutta, quest'ultima talvolta designata
con il nome di via regia mostra chiaramente come un sentiero poco conosciuto,
perché più arduo, si riduce ad un livello inferiore e più accessibile.
Chimica, iperchimica, alchimia.
Una disintegrazione (risoluzione) o una costruzione alchemica (coagula) viene
eseguita utilizzando il fuoco alchemico, cioè il fuoco interno della materia.
Questo fuoco interno corrisponde ai diversi livelli di energia della materia
(vedere il capitolo "Dupunctum nell'universo cavo).
L'operazione chimica si limita all'intervento a livello della molecola
(legame della corona elettronica esterna).
L'operazione iperchimica avviene a livello dell'atomo (fissione o fusione nel
nucleo, l'equilibrio elettrico viene ristabilito mediante cattura o
espulsione di elettroni).
L'operazione alchemica penetra oltre il nucleo: raggiunge l'ultimo livello
materiale o quark per riprodurre l'universo immateriale del punctum. Infine,
a differenza delle operazioni chimiche o iperchimiche che devono essere
rinnovate nella loro interezza ogni volta che si vuole ottenere l'oro,
l'operazione alchemica produce un modello quasi inesauribile dopo la
moltiplicazione; (dopo 4 moltiplicazioni, la pietra può trasmutare 100.000
volte il proprio peso)).
Materiali grezzi
È composto dai seguenti tre corpi:
80 16 19 8 1
mercurio Hg zolfo S sale: potassa KOH
201 32 39 16 1
Dobbiamo utilizzare come elemento di partenza:
- sale prodotto in modo tradizionale (e non sintetico): la cristallizzazione
non avviene allo stesso modo.
- cinabro (l>: HgS + vari composti dello zolfo, nelle seguenti proporzioni in
questo composto naturale.
50% -mercurio 12,5% - "sale dei filosofi" = sali vari 37,5% di zolfo
In assenza di cinabro, utilizzare zolfo nativo e mercurio commerciale. Si
dice che questo mercurio sia "mor /" perché è stato estratto da composti
naturali per azione del fuoco comune.
Le proporzioni iniziali sono quindi le seguenti:
In effetti, queste proporzioni non possono essere rigorosamente osservate
all'inizio se usiamo corpi naturali. Se partiamo dal cinabro, abbiamo visto
che viene aggiunta una grande proporzione, ma non rigorosamente definita, di
composti solforati. Se partiamo dallo zolfo nativo, si pone lo stesso
problema, però, con minore acutezza, possiamo fare delle correzioni in
partenza tenendo conto di queste terre ", ma la precisione della correzione
non è mai sufficiente.
Questo è il motivo per cui è importante rettificare la questione prima di
intraprendere la risoluzione,
- (1) Il miglior cinabro d'Europa è quello di Almaden, vicino a Toledo in
Spagna.
Il particolare processo di distillazione rende vivi lo zolfo e il mercurio
così come sono (ma in forma composta} nel cinabro.
Questa distillazione frazionata permette di ottenere sostanze pure in
proporzioni ideali.
Le tre fasi della lavorazione della pietra
Risolvere: dissoluzione = lavoro oscuro Coagula: rettifica = costruzione
albificazione = rubificazione
L'operazione alchemica è preceduta dalla fabbricazione del sale, secondo un
processo non alchemico.
Si bruciano le verdure per rimuovere le ceneri caustiche: KjCOj (o "carbonato
di potassio).
La potassa si ottiene facendo agire la calce viva sulle ceneri caustiche
secondo la seguente formula:
H2O + 2K2COj + CaO => 2H2O + 2KOH + CaCOj
Il critico del servizio, considerando che il simplex è utilizzato come
miscelatore meccanico per componenti, ed è quindi sovrabbondante nei due
termini dell'equazione (sottoforma dissociata o meno), propone di scrivere:
N, (H2O) + K; COj + CaO => N2 (HzO) + 2KOH + CaCOj
quanto c'è di più vicino (per quanto riguarda le masse di peso), dei termini
della citazione proposta agli alunni.
"Prendiamo due parti di cenere e una parte di calce viva, mettiamo il tutto
su una pellicola con acqua calda. Il liquore che passa attraverso il filtro
viene evaporato e il sale rimane solido".
[Concordanze alchemiche p. 40/75]
L'acqua viene evaporata dalla potassa su una fonte di calore delicato *.
Se usiamo cloruro di potassio secco, conduciamo l'esperimento secondo il modo
sacerdotale.
Se lasciamo la potassa all'aria aperta per 4 o 5 giorni, assorbe l'umidità
atmosferica e si presenta sotto forma di un liquido viscoso.
Preparata e cristallizzata in questo modo, la potassa cristallizza in modo
particolare (barba bianca).
Barba bianca ... '7f c'è un'estrema somiglianza e somiglianza tra la barba
bianca affollata e il sale dei saggi quando viene lavorato ed esposto in
qualche modo, infatti, nella fase preliminare alla preparazione, ogni
particella di sale, racchiusa in un vaso (ma capace di evaporare), si
trasforma in. fili ritorti bianchissimi a contatto con l'aria, che danno
l'immagine di una capigliatura riccia e bianca alla tua parte superiore del
vaso ".
[Dizionario alchemico Kamala Jnana p. 9]
La via umida: durata 2 S mesi filosofici, cioè 28 giorni.
Mesi filosofici: non hanno nulla in comune con i mesi ordinari. I mesi Ph,
rappresentano un tempo convenzionale. Sono calcolati in modo che i quarti di
una lunazione ridotta a 24 ore coincidano con le 4 stagioni del grande lavoro
che inizia in inverno '.
PREPARAZIONE DEGLI SCI
Bruciare le verdure, raccogliere la cenere caustica, mettere su un filtro,
aggiungere la calce viva, versare acqua calda. Raccogliamo il KOH,
PRIT AR AT ION
Durata: 2 mesi Ph. Ie 2 giorni (ogni giorno inizia a mezzanotte).
- 1 giorno mettere nella storta, dopo averla frantumata, lo zolfo o il
cinabro (non macinare sabbia troppo fine o fine, ma spessa fino a ottenere
una polvere che verrà presa in blocco).
32 g. di zolfo nativo oppure 400 g. di cinabro I IgS
201 g, mercurio + acquistato in negozio
28 g. di KO H (peso secco) 28 g. di KOH (peso a secco)
Indurre la miscelazione e dare inizio alla reazione, prendendo il pallone tra
le mani e scuotendolo vigorosamente su e giù. Metti la punta nel palloncino
(che lo trasforma in una storta) e regola il palloncino ricevente.
"La dimensione del vaso va calcolata sulla quantità di materia, in modo che
questo contenga solo 1/4 della sua capacità, ascoltami".
[Concordanze alchemiche p, 46/107]
Corso della reazione:
"Lfems legge la preparazione, i tre corpi primordiali schiacciati e impastati
sono posti nell'athanor filosofico ...
Là, sotto l'azione combinata del fuoco contenuto in ciascuno di essi,
tenderanno a sublimare, cioè a salire in vapori non appena giungeranno a
ebollizione. Tuttavia, poiché il sale evapora a circa 165 ° e il mercurio a
circa 360 °, si verificano due fenomeni:
1 - Il sale e il mercurio sublimati dal calore intenso proveniente dallo
zolfo evapora in un palloncino adiacente all'athanor. Qui, sotto l'effetto di
un calo di temperatura. si ricondensano e si sovrappongono in ordine di
densità,
2 - Tuttavia. allo zolfo, che bolle solo intorno ai 450 °, viene negato
l'accesso a questa temperatura per la partenza di altri due corpi che non lo
eccitano più ”.
[Dizionario alchemico p.37]
\ l
\ IO
vs
A
Raccogliamo separatamente:
In A Lo zolfo modificato sotto forma di polvere.
In B Potassa modificata allo stato liquido (cloruro di potassio + eow).
In C Il mercurio modificato.
SOL VE
Durata 8 mesi filosofici o 8 giorni. Planetary Master: Saturno.
1 ° giorno: (a mezzanotte), prendi un palloncino di volume tale che 4 volte
il volume di nuovo zolfo, nuovo mercurio e nuova potassa siano all'atse **
In questo pallone versate il nuovo mercurio, poi il nuovo zolfo (che è stato
raccolto sotto forma di polvere).
- (1) La dimensione del vaso deve essere calcolata sulla quantità di materia,
in modo che contenga solo 1/4 della sua capacità.
{Concordanze alchemiche p. 46]
Versare 1/7 della nuova potassa.
Non applicare il fieu, (non scuotere il palloncino).
Effettuare questa operazione 7 volte in tutto, cioè fino ad esaurimento della
nuova potassa. Inizieremo l'operazione a mezzanotte e la rinnoveremo ogni due
ore,
È importante versare gradualmente la nuova potassa e non applicare il fuoco
per non "bruciare i fiori dello zolfo" cioè causare prematuramente la
fissione dello zolfo.
Il materiale assume un colore cilrine.
- 2 ° giorno: non tocchiamo il pallone (ancora bloccato), il Madeira diventa
marrone e sembra una pelle di leopardo.
- 3 ° giorno: a mezzanotte, applica il fuoco, cioè prendi il palloncino tra
le mani e agitalo. La questione in questo momento ha assunto l'aspetto di una
terra marrone.
Quando il fuoco viene applicato, si rompe gradualmente. Si verificano vapori
ascendenti (fuochi d'artificio) e vapori discendenti (Starlit).
Una palla bianca brillante si forma nella parte superiore del pallone (cielo
grezzo); la sottile essenza dei tre elementi si unisce nel cielo e fertilizza
la terra mentre scende.
- 4 giorni; Non tocchiamo la palla (ancora bloccata), il materiale diventa
marrone, compatto e morbido come sabbia finissima.
- 5 ° giorno; Non tocchiamo la palla (orso pazzo / soffocante), il madeira si
oscura di nuovo. Sulle pareti compaiono tracce bollose.
Terra
Sfera vaporosa bianca lucida (aspetto plasma).
Vapori ascendenti e discendenti.
- 6 ° giorno: il materiale è completamente nero nel palloncino (tappato), che
non tocchiamo.
Un menisco dorato appare nella parte superiore del palloncino. Un liquido
rosso chiaro galleggia sul materiale: olio di Saturno o quintessenza.
Abbiamo quindi tagliato la "testa di corvo".
Stappare la fiaschetta e versare con cura il liquido, trattenendo il
terriccio con una piuma d'uccello. Con l'olio satume rimosso, il menisco
dorato scompare.
Il liquido viene versato in un bicchiere conico e viene lasciato sedimentare.
Il pallone rimane aperto.
Versiamo l'olio satum decantato in una bottiglia ben tappata (lontano da
fonti di calore e luce) perché questo liquido è volatile. Questa quintessenza
è di colore rosso vivo se considerata in volume; in una pellicola sottile è
di colore giallo (stesso fenomeno con il sangue umano, disposto in massa,
giallo steso su una lastra di vetro).
- 7 ° e 8 ° giorno: La mongolfiera rimane aperta 0 '. Il composto nero * 12
si ricopre di muffa verde o "erba senza radici".
(1) - Cattivo odore e vapori nocivi lasciati con olio satume.
(2) - Che viene catturato in uno o più granuli surnatanti un liquido scuro.
COAGllA
ALBIFICAZIONE
Il pallone è aperto, tranne quando il fuoco viene applicato dopo che la
potassa è stata versata.
Procedere con il bagno e l'applicazione del fuoco alle 6 del mattino.
Durata giorni S. Pianeta: Giove.
- 9 ° giorno: Nel pallone aperto, versiamo sul composto 14 del volume di KO?)
Che abbiamo precedentemente prepagato (vedi preparazione del sei), ovvero 14
g,
Il pallone viene chiuso il tempo per prenderlo tra le mani e agitarlo per
miscelare il KOI1 sulla superficie del granulo e avviare la reazione.
Riapriamo il ballo. Lasciamo che la reazione abbia luogo. Il granulo diventa
zafferano con escrementi verdi,
- H) 1 giorno: stessa operazione del 9 ° giorno, tranne per il versamento di
1/2 volume di KOH, ovvero 28 g. Il granulo diventa ruggine,
- 11 ° giorno! Come 10. Il granulo diventa "papavero del deserto" (marrone
rossastro).
- Giorno 12 i Come 11. il granulo diventa "sangue gravemente bruciato".
- 13 ° giorno: come 12. Il granulo diventa verde.
- 14 * giorno: come 13. Il granulo diventa di "colore rosso imperfetto".
- 15 * giorno: Procedi come il 9 ° giorno: 1/4 del volume di KOH, cioè 14g.
Il granulo diventa giallo.
-16 ° giorno: non toccare la palla. Il granulo sbianca e diventa pietra
bianca o pietra di luna, un bianco arancio
Vai al rosso e moltiplica o fermati al bianco.
MOLTIPLICAZIONE ION PL LA PIERRE AL BLANC.
Per rendere operativa la pietra al bianco, è necessario moltiplicarla per
fissarla. Lo stesso processo viene ripetuto11 f La pietra risultante trasmuta
10 volte il suo peso di piombo o mercurio in argento. Questo denaro viene
utilizzato per preparare le medicine del leone verde,
RUBIFICAZIONE
Se abbiamo mantenuto bianco tutto o in parte la pietra, si procede alla
seconda fase della "coagula": la rubificazione. Consiste nel versare con
parsimonia l'olio di Saturno raccolto il 6 ° giorno di "risoluzione". Queste
imbibizioni vengono effettuate a mezzogiorno.
La mongolfiera rimane aperta tranne che durante l'applicazione del fuoco dopo
aver effettuato le imbibizioni.
- 17 ° giorno: sul materiale bianco asciutto, versiamo olio satume in modo
che ne sia ricoperto, ma senza formare una pozzanghera sul fondo del pallone,
il macellaio.
Prendi la palla tra le mani. Girare 7 volte in destrogiro. La pietra assume
un colore giallo. Maestro planetario: Venere.
- 18 ° giorno: Idem., Il giallo diventa arancione. Maestro planetario:
Vuîcain.
- I9 'giorno: Idem, l'arancia si intensifica. Maestro planetario: Vuîcain.
- 20 * giorno: Idem, l'arancia è perfetta. Maestro planetario: Vuîcain.
(1) - Solve + albificazione eseguita in due giorni utilizzando questa pietra
bianca sciolta come materia prima.
- 21 ° giorno: Idem, l'arancione diventa rosso. Planetary Master: Marte.
- 22 ° giorno: Idem, il rosso si fa più intenso. Planetary Master Mars,
- 23 ° giorno: Idem, il rosso diventa ancora più nitido. Planetary Master
Mars.
- 24 ° giorno: non toccare la palla, la pietra è di colore rosso vivo
all'esterno, gialla all'interno; in massa è rosso (Marte), in polvere è
giallo (Venere).
Rompere il palloncino facendo attenzione a non rompere la pietra, quindi
battere la pietra in un mortaio *.
MOLTIPLICAZIONE
Durata 2 giorni.
Prendi la pietra rossa come materia prima perché non è operativa così com'è,
(fnn, - profeta) e procedi con una nuova risoluzione et coagula. Usa il resto
dell'olio di Saturno raccolto durante la prima risoluzione perché
difficilmente si forma durante la seconda.
POTASSA
Hai bisogno almeno di:
Per la preparazione: 28 g.
Per albificazione: 14x2 = 2S
+: 28 x 5 = 140 g.
Per moltiplicazione: 168 g
UNO: 364 g,
Occorre quindi bruciare circa 15 (1 kg, di piante secche per estrarre la
cenere.
THE DRY WAY: durata 24 mesi filosofici o 24 giorni.
-1 ° Preparazione del sale, (vedi processo umido).
* 2 ° Preparazione. Durata 2 giorni.
Modo bagnato.
la nuova potassa raccolta in un contenitore separato viene essiccata
prendendo il vaso tra le mani, ruotandolo 7 volte in destrogiro e lasciandolo
aperto in un luogo SCC.
- 3 ° Risolvi. Durata 4 adesioni.
Modo bagnato.
Il nuovo cloruro di potassio viene aggiunto il 1 ° giorno nello stesso modo,
tranne per il fatto che è in polvere. Il colore cilrine appare fugacemente.
Quindi la "pelle di leopardo" sembra più lunga.
2 ° giorno: corrisponde al 3 ° 4 ° 5 ° giorno del processo umido, fare lo
stesso.
3 ° giorno: corrisponde al 6 ° giorno del processo ad umido, procedere allo
stesso modo per raccogliere l'olio di Saturno.
4L giorno; corrisponde al 7 ° e 8 ° giorno del processo a umido.
- 4 ° Coagula. Durata 2 volte 8 giorni. Procedere come nel processo a umido.
- Moltiplicazione 5Q. Idem processo a umido.
IL MODO SACERDOTALE: durata 9 giorni filosofici o 1S ore, (secondo il compul
moderno).
Nessuna preparazione, (Durata 18 ore con inizio dei lavori a mezzanotte).
Operiamo con potassa secca.
Non rimuoviamo l'olio saturo.
Mettiamo il cloruro di potassio tutto in una volta all'inizio della
risoluzione.
Viene aggiunto 7 volte durante l'albificazione.
Non si applica il fuoco prendendo il palloncino tra le mani.
SOI .VE
0 ora: mettiamo un palloncino da 400g. di cinabro e 58g. di cloruro di
potassio secco. Lo mettiamo su un treppiede. Non lo tocchiamo più. Il
materiale passa attraverso gli stessi colori del processo a umido.
2f ora: non toccare la palla,
4a ora: da 0 a 4 ore - 1 ° giorno -> e giornata di pioggia.
6a ora: il materiale è completamente buio.
Da lei esce una fosforescenza verde.
La fosforescenza si riempie di una sfera rossa dall'aspetto oleoso.
Compost nero
Emerald Shell Saturn Oil
Risultato in b ore
COAGULA
Albificazione
Da 6 a 12 ore: 7 spruzzi di KO H ogni 3/4 d'ora.
Uno da 14 g., 5 da 28 g., 1 da 14 g. La potassa spoglia lo sferoide del suo
guscio di smeraldo e lo fissa all'interno del materiale che gradualmente
sbianca.
Viola
12a ora: La sfera dell'olio di Saturno si diluisce e gradualmente si unisce
alla materia.
14a ora t Colore giallo.
16a ora: colore arancione.
18a ora: il materiale assume il colore viola dentro e fuori.
Pierre an blanc
RÙMllUll a 12 llellles
Olio di Saturno
FINE
DA INCTIU A INIVERS CAVI
"Tutto ciò che è sopra è come ciò che è sotto"
Le stesse leggi governano il macrocosmo e il microcosmo.
La fonte di energia o fuoco degli alchimisti
"L'agente interno degli alchimisti è il fuoco innato della materia che,
essendo eccitato dall'esterno * digerisce, putrefa e cuoce questa materia
molto meglio di quanto possa fare il fuoco elementare ... non produce vapore
s 'non è eccitato con troppa violenza ".
Dom Pcrnctty
[CiHiiftfawïu Alchimiques p. 39/73]
Fuoco innato; A seconda del livello di materiale o energia in questione, è:
- Ionizzazione (corona elettronica) costituzione di molecole.
- Fissione o fusione (nucleo dell'atomo).
- Distruzione o ricostituzione di nucleoni per finire con i quark.
- Dominio energetico del punctum.
"Questa energia è della stessa natura del magnetismo", [La Tourbe],
Vapore: si tratta di emissioni energetiche come la fissione (radioattività)
quando queste non sono controllate.
Livelli di materia e livelli di energia
Il diagramma sopra riguarda il microcosmo, il campo d'azione dell'alchimista
quando intraprende la lavorazione della pietra.
Se ammettiamo - che il lato inferiore dell'ascissa, definito sull'ordinata
dall'attrazione, riguarda il fuoco nell'aspetto della costruzione, che è
all'opera nei coaguli,
- che la parte superiore dell'ascissa, definita in ordinata dalla repulsione,
riguarda il fuoco sotto l'aspetto della distruzione, che è all'opera in SOL
VE,
ecco i diversi livelli di fuoco,
DISTRUZIONE (centrifuga forte). COSTRUZIONE ffircKcfartripède),
0 => l 5a luce 0, 5a luce
2 => 3 4a luce J => 2 4a luce
4 => 5 3 ° fuoco 3 => 4: • fu
6 => 7 2 ° fuoco 5 => 6 2 ° | f. •
microcosmo
8 ....... 1st fe u (o Life uvulgaine) macrocosmo
Qn deduce:
1 * 7 che la nostra materia ha un complemento, antimateria di massa negativa
e carica inversa, 2 ° / che il movimento o l'organizzazione della nostra
materia segue la direzione destrogira.
1 sembra quindi opportuno tenerne conto per l'applicazione delle luci. In
effetti, la forma stabile della nostra materia sembra essere collegata al suo
orientamento destrogiro. Se andiamo alla fine di questo ragionamento, la
forma stabile dell'antimateria sarebbe collegata al suo orientamento
sinistrogyre. Nell'area che ci interessa, solo la questione è da prendere in
considerazione,
Applicazione :
Risolvi: il fuoco è sinistrogyre poiché vogliamo causare la distruzione della
materia.
Coagula: il fuoco è destrogiro poiché si vuole rettificare e ricostruire il
materiale sotto forma di pietra.
Materia e antimateria
MODI: UMIDO e ASCIUTTO
Sale - preparazione - risolvere - coagula - moltiplicazione - trasmutazione
SALE
Ottenuto secondo il metodo tradizionale, cristallizza in modo particolare. Il
confine tra cristallo e vita è ancora poco definito. Tuttavia, un corpo ha
proprietà fisiche diverse a seconda che si cristallizzi in un modo o
nell'altro.
- polarizza la radiazione,
- ha diverse proprietà elettriche (ionizzazione). Si ottengono così composti
alchemici a seconda dei casi e indubbiamente (questo sarebbe dovuto
all'azione polarizzante del cristallo) una diversa struttura fine a livello
del nucleo, pur mantenendo lo stesso numero di protoni, cioè la sua identità
fisica come un el si muove.
Il sale modificato dal preparato acquista forse l'ulteriore possibilità di
agire come l'elettromagnete di un ciclotrone, cioè di orientare il debole
flusso Alfa (2 protoni + 2 neutroni) che ci circonda per innescare le
reazioni di fissione del mercurio e dello zolfo .
PREPARAZIONE
"sappi però che nella trilogia che compone l'uomo, il corpo è l'elemento che
subirà tutte le pene".
Questo significa che il mercurio subirà un inizio di fissione che lo
renderebbe quasi simile all'oro naturale 9Au?
"Oh così
Hg "> Hg ■ 3 protoni 2Ut 197
La potassa è una base debole, il cui radicale OH 'ha la qualità di ionizzare
gli atomi di metallo; il ruolo dell'acqua - acqua speciale dotata di potere
dissolvente universale - sarebbe qui svolto dal radicale 011
In tempi normali, si finirebbe al massimo con uno spostamento del radicale 01
'su Hg. Sembra che la potassa agisca qui per la sua speciale struttura
cristallina sul mercurio. La ionizzazione del mercurio (senza legame del
radicale OH ') provoca un indebolimento, per quanto minimo possa essere, del
guscio elettronico esterno permettendo alle particelle Alfa (2 protoni + 2
neutroni, cioè il nucleo di elio) di essere catturate e opportunamente
dirette dal sale. agendo come un cristallo, per raggiungere il nucleo e
disturbare il suo equilibrio abbastanza da cedere 3 neutroni.
Ed ecco iniziata la mortificazione di pochi atomi di mercurio.
I neutroni strappati con il mercurio potrebbero essere assorbiti senza danni
dalla potassa rispetto allo zolfo per due motivi:
- la potassa ottenuta con questo processo differisce non chimicamente ma
fisicamente dalla potassa comune, (vedi noie KO H),
- lo zolfo mantiene intatto il suo fuoco, (-> né addizione né sottrazione).
RISOLVERE
Il mercurio leggermente modificato e lo zolfo sono stati rimessi insieme in
un palloncino, si aggiunge gradualmente la potassa modificata, le cui
proprietà chimiche sono le stesse - ricordiamolo - quella che si preparava
naturalmente ma non le proprietà fisiche. Si può, ad esempio, ammettere che
il suo ruolo di polarizzatore (vibrazioni -> particelle che agiscono sullo
stesso piano) è stato aumentato di una potenza coerente simile a quella del
laser (vibrazioni => particelle praticamente sincrone). Questa potassa
consentirebbe quindi una più profonda disintegrazione del mercurio, questa
volta provocando la fissione con rilascio di energia poiché il numero atomico
del mercurio è maggiore di quello del ferro. Questa energia di fissione
verrebbe assorbita dallo zolfo (numero atomico inferiore a quello del ferro),
per provocare la sua stessa fissione.
V / \ / V /
Il 2 °, 3 ° e 4 ° giorno vedrebbe il decadimento continuare a raggiungere il
livello dei quark, quindi il livello non materiale del punctum. È ovvio che
solo una piccola parte del materiale è interessata altrimenti non ci sarebbe
più, dopo l'inizio dei lavori, di operatore né di vicini a parlarne.
È possibile che il decadimento raggiunga lo stadio del punto nella sfera di
plasma bianco brillante. Una piccolissima parte della natura si sarebbe
risolta in pura energia o "luce" da Genesis, Darkness, sarebbe il compost
nero dove la disintegrazione si sarebbe limitata all'ottenimento di pochi
quark in semilibertà a seguito della "fecondazione" da parte di il puncta
della palla. Questi quark sarebbero materia nella sua forma più semplice. Si
è tanto più tentati di fare questa assimilazione poiché la modalità di
organizzazione di base è SU6 (schema unitario tf che può accadere nella
fisica moderna di andare d'accordo con gli Eloïms.
+ 2/3
------- Matlùr s
- - - - - ■ A, -tx Materiale
1 2/3 cariche di elettroni trattenute
Matlùr a;
t + 2 / 3J + t + 1/31 - protone
C + 2/33 + C-1/33 = C + l / 3)
t + l / 23 + t - 1/33 = neutrone
Antl iïi ^ tjtàra: Idam
Oltre alle loro notevoli facoltà combinatorie che abbiamo appena esaminato, i
quark hanno proprietà molto interessanti in termini di trasformazione
dell'energia in materia.
Queste particelle hanno una massa molto elevata.
"Nella calcinazione, il corpo non si riduce, ma aumenta di quantità (=
mosè)",
[Legeoda pJ2?]
Si stima che certe particelle in libertà, cioè avendo convertito per quasi
tutta l'energia delle baison in massa, possano raggiungere diversi kg., Una
di esse proveniente dallo spazio fece addirittura reagire tutti i dispositivi
di misura entro un raggio di 8 km. provocando brevissimi fenomeni di
induzione magnetica (questa particella era negativa) del tipo aurora boreale.
Alcuni sono stati tentati di collegare la famosa aurora boreale del 1936
nella regione parigina con esperimenti che Fulcanelli avrebbe condotto
contemporaneamente. Se ammettiamo che, mediante il processo umido o secco,
possiamo ottenere quark dotati di un grado di libertà abbastanza alto (forse
poche decine di grammi - verificabili con doppia pesatura) questo fenomeno
dell'aurora boreale a latitudine inaspettata perderebbe il suo mistero .
Per quanto riguarda il livello di puncta, la fisica attuale è ridotta a
congetture, non dimentichiamoci che si tratta essenzialmente di un punto
circondato da uno spazio repulsivo. Per raggiungere il livello del punctum,
il discepolo ha utilizzato una grande quantità di energia che può sembrare
trascurabile al nostro livello, ma non dimentichiamo che colpisce un numero
esiguo di particelle. Questa energia viene assorbita dal quark libero come
massa. Forse basterebbe sventolare la palla verso il torto
momento (applicare il fuoco) per provocare la fuga di questi quark, con tutti
i fenomeni che potrebbero derivarne.
Quando il discepolo procede alla ricostruzione della materia, lo farà secondo
uno scopo globale e non solo lasciando giocare il dinamismo specifico di ogni
livello di energia. Nel secondo caso, quello del nostro mondo attuale, la
sequenza cronologica degli eventi è identica alla loro sequenza logica: la
causa (precedente e particolare) innesca una conseguenza (successiva e
particolare).
Nel primo caso in cui l'alchimista agisce da demiurgo, la causa è posteriore
all'azione. La causa è l'obiettivo da raggiungere come previsto
dall'alchimista, il fine quindi precede l'attuazione dei mezzi. Questo getta
nuova luce sull'adagio taoista:
"Ha avuto una brutta vita perché ha avuto una brutta morte"
NATURA DELL'OLIO DI SATURNO
Albificazione
Consisterà nell'ordinamento, tramite le proprietà polarizzanti della potassa,
della materia dal livello molecolare incluso al livello di quark (incluso).
Si dice che la pietra nera sia ricoperta da una veste di lino bianco.
Lo stadio di perfezione raggiunto corrisponderebbe all'argento, il metallo la
cui perfezione è maggiore dopo l'oro.
La rubifteation
Il suo obiettivo sarà quello di ordinare la materia dal livello puncta al
livello molecolare, ci sarebbe quindi un'azione ordinatrice della materia
rettificata sul livello di punctum raggiunto dall'olio di Saturno che
servirebbe da germe per questa stessa materia sui 4 livelli : quark,
nucleone, atomo, molecola.
In cosa consiste questa serie di programmazione?
La fase di risoluzione avrebbe avuto funzione di apertura - la materia
sarebbe diventata in qualche modo permeabile a tutti i livelli - sappiamo che
esistono potenti barriere energetiche tra le diverse zone - possiamo supporre
che l'operazione della sete sia finalizzata se non a farle scompaiono, almeno
per attenuarli.
La materia aperta, resta da organizzarla in modo regolare di un cristallo a
livello di quark. nucleone, atomo e infine molecola.
MOLTIPLICAZIONE, TRASMUTAZIONE
L'organizzazione della pietra (negentropia) le conferisce qualità simili agli
esseri viventi?
In caso positivo, si è tentati di assimilarlo a un gene, vale a dire che non
solo è in grado di riprodursi ma anche di realizzare un programma. Nel mondo
vivente, il gene - o meglio l'insieme di geni che costituiscono la cosa
vivente più semplice che conosciamo, il virus - si moltiplica per divisione.
Questi geni hanno un programma nella loro memoria che sono in grado di
costruire un corpo umano. Senza dubbio hanno molte altre possibilità che
rimangono ancora nell'ombra.
Supponiamo che la pietra con il bianco (albificazione fine) o con il rosso
(rubificazione fine) sia paragonabile alla metà di un gene. Non è in grado di
completare un programma (eseguire una trasmutazione). Deve prima
moltiplicarsi, cioè provocare la creazione di doppietti. Le moltiplicazioni
oltre la prima creano nuove serie di doppietti.
E IL MODO SACERDOTALE
Quanto sopra riguarda le congetture sugli inizi della certezza.
Quello che segue è solo una congettura sulla congettura ...
Qual è la differenza tra una pietra che è rossa all'esterno, gialla
all'interno e una pietra viola all'interno e all'esterno?
Se per via umida come per via asciutta si ottiene una pietra ordinata a tutti
i livelli materiali, per via sacerdotale, si otterrebbe inoltre una pietra
ordinata a tutti i livelli di energia. Il materiale oro, risultato di una
trasmutazione, sarebbe lo stesso per qualsiasi verifica, anche la più
raffinata fatta dai fisici, ma che dire di cosa sfuggirebbe ai moderni metodi
di indagine? Possiamo immaginare questo oro che irradia una luce coerente
come un cristallo laser, per esempio ...
Dl CORPO DI CARNE AL CORPO DI GIOIRE
Sarebbe inutile se dovessi possedere solo doni manipolatori ordinari per fare
la pietra. In questo caso, il segreto sarebbe stato rapidamente reso
popolare.
Il successo di questa manipolazione sembra dipendere dalla qualità del
manipolatore, alcuni autori affermano che la trasformazione della pietra non
può avere successo senza l'effettiva presenza dello sperimentatore. Questa
clausola non è incompatibile con i tentativi di spiegazione appena fatti sul
piano fisico. Se ammettiamo che le strutture cristalline dirigono i flussi di
particelle, perché l'intero operatore non dovrebbe agire in questo modo?
Anche il cosiddetto stato "morale" deve avere una certa importanza poiché si
ripercuote sul corpo fisico (es. Stato ormonale).
Infine, sul valore della scienza e della scienza, non possiamo fare a meno di
fare il seguente confronto:
Montaigne affermando che "la scienza suona la coscienza è solo rovina di
Wane", e la conclusione di un notevole testo americano (il potere),
"l'orgoglioso ponvo / rî non vale nulla per l'uomo, ma il potere, chi lo sa?"
Detto questo, cosa possiamo aspettarci dalla lavorazione della pietra?
Il problema si pone, ovviamente, in questi termini, perché la possibilità di
fare oro a volontà non è molto entusiasmante.
si deve quindi presumere che durante questa manipolazione avvenga una
trasformazione reciproca, in cui l'operatore influenza il lavoro e ne viene
modificato. È possibile che particelle di energia molto elevata e di breve
durata provengano da questo materiale e causino una mutazione tale da
aumentare il 7-8% del nostro cervello che utilizziamo. Resta da dimostrare
perché questa particella colpirebbe particolarmente l'operatore piuttosto che
un vicino.
Qui ci sono molte domande poste e poche risposte fornite, almeno per ora. Il
lettore può pensare che volendo mescolare la fisica a questo livello con la
metafisica, si arriva a parlare della virtù dormiente di ciò che fa dormire.
Questi sono solo i riflessi di una "donna ftonraêtî" del XX secolo.
CORRISPONDENZA TRA LE 7 FASI DI P INIZIAZIONE EI 7 CHAKRA
1 - Preparazione del sale: muladhara chakra
Il sale o la spada corrisponde al risveglio della kundalini,
2 - Preparazione o tripla separazione: avadishtana chakra.
Corrisponde alla separazione delle tre nadi: ida (mercurio) pingala (zolfo)
hadi centrale (sale)
3 - Risolvi; lavoro nero: marujura chakra
Corrisponde alla consapevolezza della memoria della matrice astrale.
4 - Coagula (1) - albificazione = anahata chakra.
Il materiale (meno la somma dell'olio) viene rettificato.
5 - Coagula (2.1) = giallo e arancione - vishuddha chakra.
Corrisponde al potere del verbo.
f - Coagula (2.2) = rubificazione = ajna chakra.
Corrisponde alla conoscenza,
7 - Moltiplicazione = coron al chakra.
Corrisponde all'unione di potere e conoscenza.
Ogni fase dell'iniziazione è posta sotto il segno di un chakra, corrisponde
all'azione che l'evoluzione della materia lapidea ha sui centri di forza.
Così la preparazione del sale unita alla comprensione dell'operazione (fatta
in un contesto alchemico mentre l'operazione stessa non lo è) permette
all'operatore di prendere coscienza, quindi di risvegliare l'oscurità
corrispondente in lui: Kundalini.
Ogni livello di iniziazione corrisponde alla ricettività dei diversi centri
mentre la corrispondenza con alcuni centri nelle sottofasi (vedi paragrafo
successivo) corrisponde ad un atteggiamento attivo da parte dell'operatore.
Se vuole beneficiare nel suo corpo della manipolazione intrapresa sulla
pietra, deve sforzarsi di far circolare l'energia come indicato. Questo
secondo aspetto delle corrispondenze, tra le fasi della materia e dei chakra,
è attivo: l'operatore, a quanto pare, può farcela senza di esso, ma senza un
atteggiamento attivo da parte sua, l'operatore no. potrebbe aspettarselo.
SOL VE E COAGULA: risveglio e preparazione delle energie
SOL VE
Il 6 ° giorno (percorso bagnato), il 2 ° giorno (percorso asciutto), si
ottiene il seguente risultato.
COAGULA
Il lavoro della prima parte della coagula (albificazione) corrisponde alla
ristrutturazione del sistema neurovegetativo attorno alle ossa (granuli) e
alla ricreazione del corpo psichico.
Il lavoro della seconda parte della coagula (rubificazione) corrisponde al
ripristino del sistema cerebrospinale e al fissaggio nel corpo fisico dei
centri energetici (ghiandole = intermediari tra il corpo ei chakra).
ALBIFICAZIONE
9 giorni - giallo zafferano - chakra della corona
I0 giorno - coccarda - ajna chakra
giorno - rosso marrone - vishuddha chakra
12 ° giorno - sangue bruciato - anahata chakra
Giorno 3 - verde - manipura chakra
4 ° giorno - rosso imperfetto - svadishtana chakra
15 ° giorno - giallo - muladhara chakra
I6 ° giorno - arancione bianco idem
RUBIFICAZIONE
17 ° giorno - giallo - muldhara chakra
I8Bjour - giallo arancio - svadishtana chakra
I9 giorno - * D 1 t giallo arancio - manipura chakra
20 ° giorno - arancione - anahata chakra
2 ° giorno - arancio intenso - vishuddha chakra
22 ° giorno - rosso arancio - ajna chakra
23 * giorno - arancio molto rosso - chakra della corona
24 ° giorno - rosso - stesso
le 7 fasi dell'iniziazione corrispondono alle 7 ehakra che entrano in
risonanza successivamente.
Durante la risoluzione poi coagula, un certo numero di operazioni particolari
corrisponde ad ehakras ma in modo più attivo da parte dell'operatore.
Nel primo caso l'operatore è passivo e l'operazione alchemica produce
un'impregnazione che porta ad una certa comprensione mentale e intuitiva.
Nel secondo caso l'operatore è attivo. Il fatto di concentrarsi in un momento
preciso su un centro preciso gli consente di acquisire un controllo
particolare sulla parte del corpo corrispondente alla fase in corso. Se
l'operatore non esegue questo tipo di concentrazione, non impedisce il
processo di costruzione della pietra. Anche se possiamo chiederci se la
mancata acquisizione di questa maestria non privi l'operatore del potere di
creare un campo magnetico necessario alla perfetta costruzione della pietra.
O ancora, possiamo ragionare nel modo seguente; il lavoro è come una locanda
spagnola, trovi quello che ci porti. Se si tratta di una semplice conoscenza
tecnica, otteniamo una pietra che ha il potere di produrre trasmutazioni. Se,
contemporaneamente, si lavora sui propri corpi fisici e psichici, li si
utilizza come matrice e si ottiene la pietra corrispondente al corpo di
gloria.
QUALI SONO LE RAGIONI DEL SEGRETO?
Sembra che la costruzione materiale della pietra sia collegata a
un'estensione dei campi della coscienza e dei poteri. Il problema immediato è
minore se l'uomo sta così migliorando o peggiorando; prima di essere posto in
termini di moralità, il problema si pone in termini di salute mentale.
La prima protezione, si dice in India, contro l'indebita curiosità è la
cecità fisica. È vero che nessuno yoga può essere affrontato senza esercizi
di respirazione, il cui eccesso può causare danni al nervo ottico,
Il secondo è la cecità mentale o follia. È risaputo che gli esseri umani
usano solo il 7-8% del loro cervello. Come può reagire a un campo di
coscienza più ampio? Di fronte a responsabilità che vanno al di là di lui, un
uomo comune si rifugia in un ristretto campo di coscienza. In lieve misura,
siamo di fronte a una nevrosi, che può essere migliorata con le tecniche
attuali; questo è senza dubbio il motivo per cui tanti cosiddetti gruppi
iniziatici potrebbero costituire campi di esperienza interessanti quasi
quanto Stc Anne.
A un livello più profondo, ci troviamo di fronte a una psicosi accompagnata
da lesioni irreversibili delle cellule nervose.
Il cervello è così fatto che sembra registrare la percezione del mondo come
un ologramma. Più il campo della coscienza si allarga, più preciso è
l'ologramma (infatti non cambia nulla, tranne il grado di precisione nel
comando percepito), facciamo un confronto. La scoperta dei microbi deve aver
dato sensazioni spiacevoli a più di un individuo. La reazione normale è
mantenere il senso delle proporzioni. Sono possibili due tipi di reazioni
anormali, in direzioni diverse:
1 ° - ignora sistematicamente tutto ciò che riguarda i microbi, il mondo
percepito diventa estremamente sfocato.
2 ° - per dare un'importanza smodata a questi microbi e per nutrire
l'immagine che divora il soggetto, il paziente vede se stesso Essere
distrutto e porta allo stesso risultato di prima, ad eccezione del mondo
percepito, ad essere altrettanto vago, n è non esattamente la stessa cosa.
Da questo esempio, si può immaginare la reazione di una mente la cui
percezione diventa più lineare. Come può una persona considerata normale
dalla nostra civiltà integrare il fatto di aver ucciso suo padre 500 anni fa?
Riuscire a suscitare un fantasma, costruire falsi ricordi ad uso del vicino,
modificare le probabilità di una sequenza?
Così, il segreto si sarebbe protetto molto meglio che da tutte le guardie
immaginabili, la sanzione di un'indebita sperimentazione sarebbe una follia
per l'operatore, e senza dubbio una pioggia di radiazioni che divenne
improvvisamente anarchica e innescando fenomeni non ortodossi.
IL MODO SACERDOTALE
Sembra che nei modi umidi e asciutti, l'operatore agisca come un elettrone
che partecipa a un'ossidazione, utilizzando le forze in atto ma non
suscitando loro. Quanto alla materia in divenire, agirebbe un po 'come l'olio
di Saturno sull'operatore, fornendogli le energie (per il proprio corpo) che
mette in ordine.
A livello sottile e anche fisico, la futura pietra agisce come la divinità
(isfeia) sull'operatore, essendo la divinità attiva, l'operatore passivo, o
essendo limitata a un'operazione di messa in ordine, di adattamento a se
stesso. Ciò corrisponderebbe all'etica del buddismo mahayana o dell'induismo,
al periodo sociale della vita dell'individuo nella zona umida. Nella via
asciutta, nel buddismo mahayana o nell'induismo nel periodo solitario dopo 40
anni,
Il cammino sacerdotale esige dall'operatore un atteggiamento del tutto
attivo. Deve rispondere a ogni manifestazione della ishta (manifestazione che
ha provocato) acquisendo uguale potere sotto pena di essere divorato dalla
divinità. La sanzione è immediata in modo tantrico, mentre è differita negli
altri casi.
Sul piano operativo si può perfettamente concepire che l'accelerazione del
processo sia dovuta al fatto che il campo magnetico dell'operatore non si
limita a rettificare, ma si somma e dirige l'applicazione delle energie
contenute nella materia. Così, a ciascuna proposizione di materia in
formazione o ishta, l'operatore risponde con un potere su se stesso e sulla
pietra, equivalente ma complementare.
Cosa accadrebbe a sc in caso di guasto dell'operatore? L'accelerazione del
processo che ha impresso giunge al termine. Il processo stesso continua a
generare lo slancio per il tempo che gli è stato dato. Sono da temere effetti
simili a quelli causati da percorsi bagnati o asciutti, ma più violenti e che
raggiungono livelli più sottili.
DI DIO. DEGLI IIIANI E DEGLI UOMINI
Possiamo considerare che le fasi della realizzazione dell'opera rappresentano
in riduzione le fasi della creazione. Abbiamo visto nel capitolo "Dal punctum
all'universo vuoto" come questa ipotesi sia in qualche modo verificata
poiché, a immagine di Dio, l'uomo gioca come un demiurgo, non senza aver
precedentemente dissolto l'universo, cioè ciò che ha stato fatto in
precedenza. Questo per poter competere contro un universo tornato vergine.
Dio è inizio e fine, l'uomo è Dio nello spazio e nel tempo, il culmine e
l'unione dello stato di dio e titano "più grande di un dio, più grande di un
titano: l'uomo" dicono in India.
Modi umidi e asciutti: quando l'intero universo diventa Graal
L'inizio della fase di risoluzione consiste per l'operatore nel raschiare i
veli sovrapposti e anarchici che conferiscono un modo di esistenza alla
materia.
Il momento in cui appare l'olio di satume corrisponde al momento in cui la
coscienza creata sotto l'aspetto di Lucifero rompe l'equilibrio statico delle
possibilità ed entrerà in un mondo più materiale. Lasciando questo stadio
della coscienza di Dio (corona aurica), diciamo l'uomo, perde la sua
conoscenza e il suo potere come dio, così come la conoscenza e il potere
riguardo al mondo immanente che avrebbe potuto possedere come un titano;
potenza che, in questo caso, sarebbe stata anarchica (l'olio da umido a secco
ha un cattivo odore). Lo smeraldo cade dalla fronte del Signore della Luce,
il collegamento (A "g) si spezza. All'uomo resta solo la memoria e per il
conto una forma ideale che da solo non riesce a trovare. Quindi lo "smeraldo"
nella polvere si dissolve nel compost fino a quando,
Anche lo smeraldo è un'erba senza radici. Cresce sulla superficie di un
compost quando sai come coltivarlo.
ALBIFICAZIONE
È il principio dell'ordine - lo smeraldo - che viene gradualmente
ricostituito dal sale o spirito, l'operatore indossa simbolicamente la sua
veste bianca, si fa come un dio, non limitandosi, come vorrebbe. Fatto un
dio, a i chakra superiori (fino al cuore incluso), ma integrando tutta la
creazione in questo stato divino (fino al chakra della radice incluso).
Così, lo smeraldo può ricominciare a fiorire sulla fronte dell'uomo che è
diventato un deva. Contempla nella pietra ridiventare bianca, come uno
specchio, la rinascita del dio in lui, Lucifero portatore di luce, come
l'eternità in sé lo ha tratto dal caos.
RUBIFICAZIONE
Ed ecco di nuovo Lucifero faccia a faccia sulla scacchiera con un re oscuro e
puzzolente che sta per tingerlo.
Solo un Lucifero trasformato in uomo poteva entrare in contatto con il titano
addormentato dentro di lui, Kundalini. olio di Saturno.
L'uomo di conoscenza, attraverso la rubificazione, diventerà un uomo di
potere.
Completata la rubificazione, tutto è a posto, il filo del rasoio lo separa
dall'essere Dio, filo che in questo momento diventa immensità e infinità di
tempo. Non basta aver tracciato il modello, deve ancora prendere vita. C'è
sempre una moltiplicazione da realizzare. Questo è il motivo per cui un uomo
che è diventato un boddisahva rifiuta di accedere al grado di Buddha per
prendere il suo vicino come terreno, per dissolversi con lui e ricostruirsi
con lui come una pietra. Sarebbe inutile pensare che basterebbe, per il suo
potere, trasformarlo in oro, lo si restituirebbe al massimo allo stadio di
Lucifero prima della caduta che non sarebbe, a lungo andare, di alcun aiuto a
lui.
Finché un umano non ha, alla fine della sua ricerca, messo in discussione il
risultato acquisito per correre il rischio di dissolversi e ricostituirsi con
un essere fondamentalmente libero, non ha guadagnato nulla.
Come una pietra, sarebbe solo un falso profeta, improduttivo, che guida con
l'esempio e non lo pratica.
Quindi la rosa lascia solo il crogiolo per trovare una croce.
Modo sacerdotale: Lucifero senza Satana
Nei modi asciutti e bagnati, Lucifero ha perso la memoria con lo smeraldo. È
lo stesso ricordo che Gesù incarnando Cristo trovò nell'antica Heliopolis.
Si può sognare di "sognare, non è questo un modo di creare?" a un'umanità che
sarebbe andata via via sprofondando nei veli sempre più densi della creazione
senza perdere la memoria (lo smeraldo non si sarebbe mai separato da
Lucifero). Questo essere sarebbe stato realizzato come un titano senza
passare attraverso successive incarnazioni (Lucifero non sarebbe diventato
Satana), ma vivendo una vita lunga, molto lunga senza dormire e senza
dimenticare, rettificando il suo corpo mentre attraversava le sue esperienze,
Devono esserci tali discipline umanistiche in tutto il cosmo. Quindi la
caduta non sarebbe l'affondamento nella materia ma l'oblio, la separazione
dalla corona d'oro e dall'olio di sale.
Senza dubbio è anche necessario sperimentare ogni cosa, conoscerla e
dimenticarla, perché non ci può essere Dio se prima non c'è stato il nulla.
Pertanto, l'operatore capace di compiere il volo sacerdotale è colui che, in
questa vita o in un'altra, ha sperimentato pienamente le vie umide o aride
che passano attraverso l'oblio.
La verità è che la ricreazione della pietra corrisponde alla follia a una
realizzazione e ad un'iniziazione, la pietra trasmuta solo al suo livello che
è quello del microcosmo. Questo completato dal processo a umido oa secco,
resta da intraprendere la fabbricazione di una pietra a livello del
macrocosmo, la materia prima essendo l'operatore stesso divenuto re-
sacerdote, (.VelcAisédecA) questo è in grado di fare una pietra in il
microcosmo secondo il modo sacerdotale.
In conclusione, iniziamo a meditare su questo umano che impara da un dio (che
non è altro che se stesso), a giocare a scacchi e che, alla fine, conduce il
gioco con il computer più perfezionato che si possa immaginare: l'intero
universo . Alla fine del lungo combattimento, contempla i due re e le due
regine faccia a faccia solo per rendersi conto che lui è questo gioco,
l'universo e Dio allo stesso tempo.
NOIES
KO HA con K potassio o Kalium
(Con il numero atomico sostituito e la massa atomica o molare come indice)
19 KI 28 26
koh = [1 è tentato di stabilire una certa connessione tra ko he re
39 16 1 56 rr e
le masse molecolari sono le stesse. Una conferma: il fatto che il sale sia
paragonato alla spada degli angeli o sia chiamato acîcr.
Sarebbe stato ancora più appagante per la mente se il numero di protoni fosse
lo stesso in entrambi i casi, purtroppo la potassa ne ha 2 in più del ferro
(28 contro 26),
m
Il corpo con 28 protoni è nichel Ni 59
Supponendo che la potassa assorba i tre neutroni in eccesso del mercurio che
proviene
immissione sul potassio, questo non è incompatibile con ciò che sappiamo
degli isotopi di
potassio. Il potassio è, come gli isotopi, un corpo curioso. È raro che un
elemento, il cui
il numero atomico è dispari, ha più di un isotopo; il potassio ne ha tre.
19 19 19
K K K
39 4Ü 42
Quest'ultimo è molto raro: l'1% del totale, ma questo è quello che otteniamo,
19 19
+ 3 protoni => ricorda che la potassa iniziale è essenzialmente
2 "
56
Se consideriamo la potassa ottenuta dopo la preparazione, abbiamo:
cloruro di potassio (nuovo). Che corrisponde esattamente a => NI 59 59
Una mente critica farebbe notare che la massa atomica chiamata cobalto
(58,9332) è più vicina all'isola 59 rispetto a quella del nichel (58,6934).
Dovremmo conciliare questo fatto con il fatto che la lega nichel-ferro
produce un acciaio molto stimato,
e che il nucleo della terra è costituito da questi due corpi (rtife)?