Sei sulla pagina 1di 2

Impianto idroelettrico di Bujagali

Lo scorso ottobre, è stato inaugurato l’impianto idroelettrico di Bujagali realizzato


sulle rive ugandesi del Nilo, nei pressi di Jinja. Bujagali è il più grande progetto ad
oggi realizzato in Africa con fondi pubblici e privati. Questo impianto genera una
potenza di 250 MW e riesce a soddisfare il 50% del fabbisogno energetico del Paese;
è caratterizzato da una centrale idroelettrica all’aperto che ospita cinque turbine
Kaplan, da una diga lunga oltre 500 metri e alta 30 metri. Bujagali rappresenta per il
Gruppo un ulteriore traguardo a livello internazionale nel campo idroelettrico, un
esempio di eccellenza nella produzione di energia pulita a basso costo, recentemente
riconosciuto come Clean Development Mechanism (CDM).

DIGA A CONTRAFFORTE

Le dighe a contrafforte hanno una parete rivolta verso monte che sorregge le acque
dell'invaso, e una serie di contrafforti o muri verticali triangolari che sorreggono la
parete e scaricano il peso dell'acqua sulla fondazione. Queste dighe talvolta sono
chiamate dighe a gravità cave perché richiedono solo dal 35 al 50% del calcestruzzo
necessario per costruire una normale diga. Dei diversi tipi di dighe a contrafforti, le più
comuni sono quelle a piastre piatte e ad archi multipli. Nel primo caso, il peso dell'acqua
in realtà è sostenuto da una serie di piastre piatte in calcestruzzo armato che si estendono
tra un contrafforte e l'altro. Nelle dighe a contrafforti ad archi multipli, invece, una serie
di archi permette di distanziare maggiormente i contrafforti. Pur richiedendo l'impiego di
una quantità notevolmente inferiore di calcestruzzo, le dighe a contrafforti non sono
necessariamente meno costose di quelle a gravità. Il costo della lavorazione di forme in
calcestruzzo più complesse e l'impiego dell'acciaio per armare il calcestruzzo
generalmente compensano l'economia fatta nei materiali da costruzione. Tali dighe
possono rivelarsi necessarie, tuttavia, nei luoghi in cui il substrato su cui si deve
edificare la struttura non è abbastanza consistente.

DIGA AD ARCO

Questo tipo di diga sfrutta gli stessi principi strutturali del ponte ad arco. La curva
dell'arco è rivolta verso valle e la maggior parte del carico d'acqua è distribuito verso
le pareti laterali della stretta valle. Generalmente una diga ad arco contiene meno
calcestruzzo di una diga a gravità, ma i siti che si prestano alla costruzione di questo
tipo di struttura sono relativamente pochi.
DIGA A GRAVITA’63+

Le dighe a gravità sono solide strutture in calcestruzzo a sezione trasversale


triangolare; la diga è spessa alla base e più sottile verso la sommità. Viste dall'alto,
sono o diritte o leggermente curve e la parete rivolta verso monte è quasi verticale.
Queste dighe garantiscono una grande stabilità, determinata in primo luogo dal loro
stesso peso, e richiedono in generale poca manutenzione. L'altezza massima di solito
è determinata dalla resistenza del substrato. Dato il loro peso, le dighe a gravità alte
più di 20 m vengono normalmente costruite solo su roccia viva.

DIGA A TERRA

I materiali di cui sono fatte queste dighe vanno dall'argilla alle pietre di grandi
dimensioni, e poiché questi non necessitano di molta lavorazione generalmente la
loro disponibilità sul posto o nelle vicinanze determina la scelta di questo tipo di diga.
A causa della bassa stabilità di pendenza della maggior parte dei materiali usati per
costruire le dighe in terra, queste strutture devono avere la base molto più larga
dell'altezza. Poiché le infiltrazioni sono il contrario della distanza che l'acqua deve
attraversare, la spessa diga in terra è molto appropriata per i siti caratterizzati da
substrati permeabili. Le dighe in terra possono essere composte quasi interamente di
materiali impermeabili, come l'argilla, o possono avere un nucleo di materiale
impermeabile racchiuso sia verso monte sia verso valle da strati di materiale più
permeabile, come il misto di sabbia grossa e ciottoli. Il nucleo può estendersi ben al
di sotto del livello della fondazione principale della diga per ridurre le infiltrazioni.