Sei sulla pagina 1di 20

INQUINAMENTO

ACUSTICO: NORMATIVE
INTRODUZIONE
L'inquinamento acustico è causato da un'eccessiva esposizione a suoni e rumori di elevata
intensità e può essere provocato ad esempio da fabbriche, cantieri, circuiti motoristici, ecc.
CONSEGUENZE
Le conseguenze del rumore sull'uomo sono molteplici e possono essere distinte in effetti di danno,
di disturbo e annoyance. Il suono può essere considerato sia come fenomeno fisico, misurabile
attraverso strumenti oggettivi, sia come fenomeno legato alla percezione sonora di natura
soggettiva, in base allo stato psicofisico del soggetto che riceve l'onda.
STRUMENTO
L’apparecchio principalmente utilizzato per
capirne l’intensità è il fonometro e la scala
di misurazione più diffusa è il decibel(dB); i
danni per l'udito iniziano a 90 dB se
l'esposizione è molto prolungata nel tempo,
mentre dopo i 120 dB circa si inizierà a
sentire dolore.
NORMATIVE IN EUROPA
A livello di Unione europea, la normativa di
riferimento è rappresentata dalla direttiva
2002/49/CE, dedicata alla determinazione ed
alla gestione del rumore ambientale.
IN ITALIA
In Italia esistono varie leggi riguardanti l'inquinamento acustico, e quella che lo definisce è la
N. 447/1995 art. 2: “Introduzione di rumore nell'ambiente abitativo o nell'ambiente
esterno tale da provocare fastidio o disturbo al riposo e alle attività umane, pericolo per la
salute umana, deterioramento degli ecosistemi, dei beni materiali, dei monumenti,
dell'ambiente abitativo o dell'ambiente esterno o tale da interferire con le normali funzioni
degli ambienti stessi”.
IN ITALIA
Successivamente a questa seguono anche
altre normative presenti nei seguenti decreti:

-DPCM 14 Novembre 1997 (determinazione


dei valori limite delle sorgenti sonore);
-Decreto del Ministero dell'Ambiente del 16
Marzo 1998 (tecniche di rilevamento e di
misurazione dell'inquinamento acustico);
-D.Leg. n. 194 del 19 agosto 2005
(attuazione della direttiva 2002/49/CE per la
determinazione e alla gestione del rumore
ambientale).
LA ZONIZZAZIONE
La prima disciplina specifica relativa al
rumore è stata adottata dal d.p.c.m. 1°
marzo 1991, che ha fissato limiti massimi
di esposizione al rumore negli ambienti
abitativi e nell’ambiente esterno, ha
utilizzato lo strumento della Zonizzazione.

La Zonizzazione impone ai comuni una


classificazione in zone, in base alla
destinazione d’uso del territorio. Le
misurazioni devono essere effettuate all’interno
degli ambienti abitativi, in modo da verificare il
disturbo creato da una determinata fonte,
individuata ed isolata rispetto ai rumori costanti
propri di quella zona.
CLASSIFICAZIONE ACUSTICA
Questa è un esempio di classificazione acustica del comune di Forlì, le varie zone sono divise
in base alla loro destinazione d’uso, in particolare la zona dell’istituto superiore Saffi-Alberti.
TECNICHE E MATERIALI
Per ridurre il rumore si possono adottare pannelli acustici a parete, i migliori sono quelli
rivestiti con un tessuto che massimizzano l’assorbimento sonoro, ma possono essere
realizzati anche in legno o metallo.
Le tecniche per isolare una stanza sono diverse, e devono essere usate in base alle necessità.

Doppio tramezzo Pannelli isolanti


Pannelli isolanti di design
Per chi è alla ricerca di una soluzione rapida, ma anche bella esteticamente si può ricorrere a
pannelli di design. Realizzati in legno, sughero o in tessuto, sono in grado di rendere la
stanza silenziosa senza rinunciare allo stile.
ACUSTICA NELLE DISCOTECHE
L’ Arpa è l’organo che si occupa di verificare il
rispetto dei limiti acustici.

Per risolvere questo problema si può agire sullo


spessore delle strutture portanti, per creare una
barriera per la dispersione delle onde acustiche.
ACUSTICA NELLE DISCOTECHE
Esistono materiali specifici per l’isolamento
acustico delle discoteche; Le soluzioni
maggiormente consigliate sono i pannelli di
schiuma fonoassorbente e fonoisolante,
l’inserimento di fogli di piombo all’interno
delle mura perimetrali oppure la
phonosphera.

Ma variano anche in base alla conformazione


del locale.
ACUSTICA NELLE DISCOTECHE
Per insonorizzare i muri possono essere realizzati delle tramezze oppure delle contropareti
addossate alle pareti esistenti. In questo modo si crea un’intercapedine imbottita di
fonoassorbente, ma il risultato dipende dal livello di isolamento acustico della parete originale.
Invece per la suddivisione degli ambienti interni è possibile optare per pareti divisorie
fonoisolanti prefabbricate.
LIMITI DISCOTECHE

Il decreto che fa riferimento ai limiti delle


discoteche è il DPCM 215 del 16/4/1999.

Se l’esposizione media risulta superiore a


95 dBA il tecnico competente potrà
intervenire con schermature,
riposizionamento di altoparlanti o
regolazione del volume degli impianti di
amplificazione.
VIDEO

Video riassuntivo:
https://youtu.be/17NuW6NF9uE
SITOGRAFIA
Mappa di Forlì:

http://www.comune.forli.fc.it/servizi/Menu/dinamica.aspx?idSezione=616&idArea=842&idCat=2854
7&ID=59136&TipoElemento=pagina (10/02/2021)

Fonte della normativa:

https://marvinacustica.it/misura-del-suono-come-si-misura/#:~:text=L'unit%20%C3%A0%20di%20mi
sura%20pi%C3%B9,effettuata%20principalmente%20tramite%20%20il%20fonometro.%E2%80%9D%
20riguardo%20alla%20misurazione%20del%20suono; (27/01/2021)

Acustica nelle discoteche:

https://www.sorgedil.com/isolamento-acustico-discoteca/#:~:text=Le%20soluzioni%20maggio
rmente%20consigliate%20sono,mura%20perimetrali%20oppure%20la%20phonosphera.
(27/01/2021)
SITOGRAFIA
leggi inquinamento acustico:
https://www.altalex.com/guide/inquinamento-acustico (27/01/2021)

Tecniche e materiali per ridurre l’inquinamento acustico:


https://www.inquinamento-italia.com/come-prevenire-o-ridurre-inquinamento-acustico-control
o-mitigazione-rumore/ (27/01/2021)

isolante acustico discoteche:


https://www.edilportale.com/news/2015/11/focus/il-miglior-isolante-acustico-la-guida-per-sce
glierlo_48969_67.html (27/01/2021)
QUIZ
QUALI SONO LE PRINCIPALI NORMATIVE EUROPEE E NAZIONALI RIGUARDANTI
L’INQUINAMENTO ACUSTICO?

QUALI MISURE POSSIAMO ADOTTARE PER RIDURRE QUESTO TIPO DI INQUINAMENTO ?

QUAL’E’IL MIGLIOR MODO DI ISOLARE ACUSTICAMENTE UNA DISCOTECA ?

QUALI SONO I LIMITI IMPOSTI DALLA LEGGE ?


GRAZIE PER L’ATTENZIONE
un saluto

Presentazione di :
Valbonetti Federica
Monti Simone
Talenti Edoardo
Mazzoni Jacques