Sei sulla pagina 1di 60

Industrial & Marine Engines

INIZIO GARANZIA - RAPPORTO DI MESSA IN SERVIZIO


Inizio garanzia - Rapporto di messa in servizio
Affinché il motore possa essere curato dall'organizzazione Scania, è necessario che sia registrato come
messo in servizio. La registrazione comporta la possibilità di preparare il trattamento di questioni
riguardanti parti di ricambio e manutenzioni, e di gestire la garanzia in modo corretto
Siete voi, in qualità di utenti, a dover segnalare la data in cui il motore inizia ad operare.
Il modo più semplice di effettuare la segnalazione è attraverso INTERNET:
http://www.scania.com/products/engines/Start_up_report_ASURIM/start_up_report.asp
Un altro modo, ma con tempi di trattamento più lunghi:
Inserire i dati, staccare la pagina, piegare, sigillare con nastro adesivo, affrancare ed inviare a Scania.
L'indirizzo è prestampato. In alternativa, inviare via fax al numero +46 (0)8 553 858 20.
Normalmente, la garanzia è valida per 1 anno a partire dalla data della messa in servizio.
Se il rapporto di messa in servizio non ci sarà pervenuto - entro 12 mesi dalla data di consegna-
il decorso della garanzia sarà calcolato a partire dalla data di consegna da parte di Scania.

Manuale per l’operatore


DI12, DC12
EMS con S6/PDE
Motore industriale:
opm03-12a it 1 588 999
2003-05:3

RAPPORTO DI MESSA IN SERVIZIO


(Dall’utente finale)
Numero motore

Data della messa in

Nome società

Persona da

Indirizzo (via)

Codice postale

Nome della città

Regione
Paese
Spazio
per
il francobollo

Scania CV AB
Industrial and Marine Engines
Marketing & Communications
S-151 87 SÖDERTÄLJE
Svezia
Industrial & Marine Engines

INFORMAZIONI IMPORTANTI
È importante non avviare il motore durante gli interventi sul motore, ad esempio durante la
regolazione delle cinghie di comando, il cambio dell’olio o la registrazione della frizione. Il motore
! potrebbe danneggiarsi e vi è un
GRAVE RISCHIO DI LESIONE.
Per questo motivo, fissare sempre il dispositivo di avviamento o scollegare un cavo della batteria
prima di intervenire sul motore. Questo è particolarmente importante se il motore è dotato di un
dispositivo di avviamento a distanza o di avviamento automatico.
Questo simbolo e testo di avvertenza viene riprodotto accanto a quei punti di manutenzione dove è
particolarmente importante considerare il rischio di lesione.

Manuale per l’operatore


DI12, DC12
EMS con S6/PDE
Motore industriale:
opm03-12a it 1 588 999
2003-05:3

RAPPORTO MESSA IN SERVIZIO - GARANZIA


Una volta compilato e spedito a Scania il rapporto della messa in servizio, il proprietario gode di un anno di
garanzia dalla data della messa in servizio.
Completare anche i dettagli qui sotto in quanto ciò può semplificare le cose qualora, ad esempio, sia necessario
contattare un’officina di servizio.
Numero del motore

Data della messa in servizio

Nome e indirizzo dell’utente

Firma
Tipo di motore
Versione

Il tipo e la versione del motore sono indicati sulla targhetta del tipo di motore.
PREMESSA
Nel presente Libretto di istruzioni sono riportate le procedure di utilizzo e
manutenzione dei motori industriali Scania DC12 e DI12 con sistemi di
iniezione EMS S6/PDE.
I motori sono motori diesel a quattro tempi, sei cilindri in linea ad iniezione
diretta e raffreddamento liquido. Tali motori sono dotati di turbocompressore
e intercooler; vedere pagina 10.
I motori vengono comunemente impiegati come unità motrici nelle macchine
da cantiere, set alternatori, movimento di terra, macchine ferroviarie e per
silvicoltura e ancora nei sistemi di irrigazione.
I motori possono avere diverse impostazioni relative alla potenza e al regime.
La normale impostazione di potenza del motore (codice di prestazione) è
indicata sulla targhetta del tipo, vedere pagina 10.
Nota Sul Libretto di istruzioni sono descritti solamente i componenti di
serie. Per l’attrezzatura di tipo speciale, fare riferimento alle
istruzioni del relativo costruttore.
Al fine di usufruire del massimo valore e della massima durata del motore, è
necessario ricordare quanto segue:
- Leggere il Libretto prima di iniziare ad utilizzare il motore. Anche gli
esperti di motori Scania potrebbero trovare informazioni nuove in
questo Libretto di istruzioni.
- Seguire le istruzioni di manutenzione. Se la manutenzione viene
eseguita nel rispetto delle istruzioni, il motore opererà in modo
efficiente e a lungo.
- In particolare, leggere le informazioni di sicurezza a partire da
pagina 6.
- Prendere dimestichezza con il motore in modo da sapere cosa possa fare Durante il periodo della
e come funzioni. garanzia è possibile utilizzare
- Laddove necessario, contattare sempre un’officina Scania autorizzata. solo parti di ricambio Scania
Le officine autorizzate dispongono di attrezzi speciali, parti di ricambio originali durante le operazioni
Scania originali e personale addestrato ed esperto di motori Scania. di manutenzione e riparazione.
Nota Utilizzare sempre parti di ricambio Scania originali durante le L’inosservanza di tali istruzioni
operazioni di manutenzione e riparazione in modo da mantenere potrebbe annullare la garanzia.
il proprio motore nelle migliori condizioni operative possibili.
Le informazioni contenute in questo Libretto erano corrette al momento della
stampa. Tuttavia, ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza
preavviso.

Scania CV AB
Motori industriali e marini
S-151 87 Södertälje, Svezia

2 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


INDICE
PREMESSA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2 CONTROLLO DEL LIQUIDO DI
RESPONSABILITÀ AMBIENTALE . . . . . . . . .4 RAFFREDDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .33
MOTORI CERTIFICATI . . . . . . . . . . . . . . . . . . .5 Controllo della protezione anticorrosione . . . .35
INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA . . . . . . .6 Cambio del liquido di raffreddamento . . . . . .35
Precauzioni di sicurezza per il funzionamento PULIZIA DEL SISTEMA DI
del motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .7 RAFFREDDAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .36
Precauzioni di sicurezza per l’utilizzo di Pulizia interna . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .37
materiali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .8 FILTRO ARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
Precauzioni di sicurezza per la cura e la LETTURA DELL’INDICATORE DELLA
manutenzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .8 DEPRESSIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .38
SIGLE DI DENOMINAZIONE . . . . . . . . . 10 PULIZIA DEL PREFILTRO DEL
FILTRO ARIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
SISTEMA DI GESTIONE MOTORE, EMS 12 PULIZIA O SOSTITUZIONE
Ricerca guasti utilizzando i codici DELL’ELEMENTO FILTRANTE . . . . . . . . . . .38
lampeggianti per la centralina EMS . . . . . . . .16 CAMBIO DELLA CARTUCCIA DI
Quadro generale sui codici lampeggianti per la SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .39
centralina EMS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .17
Ricerca guasti tramite i codici lampeggianti SISTEMA DI ALIMENTAZIONE . . . . . . . 40
per il modulo coordinatore EMS . . . . . . . . . . .18 CONTROLLO DEL LIVELLO DI
Quadro generale sui codici lampeggianti per il CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .40
modulo coordinatore EMS . . . . . . . . . . . . . . .19 CAMBIO DEL FILTRO CARBURANTE . . . . .40
AVVIAMENTO E FUNZIONAMENTO . . 20 SISTEMA ELETTRICO . . . . . . . . . . . . . . . 42
IL PRIMO AVVIAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . .20 CONTROLLO DEL LIVELLO
CONTROLLI PRIMA DEL DELL’ELETTROLITO NELLE BATTERIE . .42
FUNZIONAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .21 CONTROLLO DELLO STATO DI CARICA
AVVIAMENTO DEL MOTORE . . . . . . . . . . . .21 DELLE BATTERIE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .42
Avviamento alle basse temperature . . . . . . . .22 PULIZIA DELLE BATTERIE . . . . . . . . . . . . . .42
GUIDA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .22 CAMBIO DELLA BATTERIA . . . . . . . . . 43
Velocità di rotazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .22 CONTROLLO DEL MONITOR DI LIVELLO
LIQUIDO DI RAFFREDDAMENTO . . . . . . . .43
Modalità di guida in emergenza . . . . . . . . . . .23
Temperatura liquido di raffreddamento . . . . .23 MISCELLANEA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44
Pressione olio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .24 CONTROLLO DELLA CINGHIA DI
ARRESTO DEL MOTORE . . . . . . . . . . . . . . . .25 COMANDO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .44
CONTROLLI DOPO IL FUNZIONAMENTO .25 RICERCA DI PERDITE,
ADOZIONE DI MISURE OPPORTUNE . . . . .45
MANUTENZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26 CONTROLLO/REGISTRAZIONE DEI
MOTORI CON POCHE ORE DI GIOCHI VALVOLE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46
FUNZIONAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .26 CONTROLLO/REGISTRAZIONE DEI
PROGRAMMA DI MANUTENZIONE . . . . . .27 BILANCIERI DELL’INIETTOREPDE . . . . . . .47
SOSTITUZIONE (O PULIZIA) DELLA
SISTEMA DI LUBRIFICAZIONE . . . . . . . 28 VALVOLA SISTEMA DI VENTILAZIONE
SPECIFICA OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .28 BASAMENTO CHIUSO . . . . . . . . . . . . . . . . . .50
Analisi dell’olio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .28
CONSERVAZIONE A LUNGO
CONTROLLO DEL LIVELLO DELL’OLIO . .29 TERMINE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
Controllo del livello dell’olio durante il Carburante protettivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .29
Olio protettivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .52
CAMBIO DELL’OLIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . .29
Preparativi per la conservazione . . . . . . . . . . .52
Angoli di inclinazione massimi durante il
funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .29 Batterie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .53
PULIZIA DEL FILTRO OLIO . . . . . . . . . . . . . .30 Conservazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .53
CAMBIO DEL FILTRO OLIO . . . . . . . . . . . . .32 Ritiro dal luogo di conservazione . . . . . . . . . .53

SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO . . . . 32 DATI TECNICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54


CONTROLLO DEL LIVELLO DEL CARBURANTE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 56
LIQUIDO DI RAFFREDDAMENTO . . . . . . . .32
INDICE ALFABETICO . . . . . . . . . . . . . . . . 58

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 3


RESPONSABILITÀ AMBIENTALE
Scania è sempre stata all’avanguardia nello sviluppo e nella produzione di
motori ecologici.
Grossi progressi sono stati compiuti nel tentativo di ridurre le emissioni di
scarico nocive al fine di soddisfare i rigorosi standard ambientali imposti in
quasi tutti i mercati.
Allo stesso tempo, siamo stati in grado di mantenere un’elevata qualità in
termini di rendimento ed economia operativa per i motori marini ed
industriali Scania.
Al fine di preservare tali qualità durante l’intera vita operativa del motore, è
importante che l’operatore/il proprietario osservi le istruzioni di gestione,
manutenzione e scelta di carburante ed olio riportate nel Libretto.
Nell’ambito dello sforzo compiuto per tutelare l’ambiente che condividiamo
è altresì importante assicurarsi che in seguito alle operazioni di manutenzione
e riparazione (olio, carburante, liquido di raffreddamento, batterie, ecc.) la
persona che esegue le operazioni di assistenza e manutenzione smaltisca i
rifiuti dannosi all’ambiente in conformità alle norme ambientali applicabili.
In alcune pagine, questo Libretto di istruzioni contiene del testo evidenziato
con istruzioni per aiutarvi a proteggere il nostro ambiente durante alcune
operazioni di assistenza e manutenzione.
Utilizzare un contenitore per
evitare perdite in fase di spurgo
Vedere esempio e sostituzione dei componenti.

4 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


MOTORI CERTIFICATI
I motori con emissioni certificate sono stati approvati in conformità a uno
speciale standard di certificazione. I motori certificati forniti da Scania
soddisfano gli standard più rigorosi in materia di emissioni, applicabili ai
mercati europei (UE) e non europei (USA).
Scania garantisce che tutti i motori di tipo certificato che fornisce sono
equivalenti ai motori approvati per la certificazione.
Il motore è dotato di una speciale targhetta di certificazione che indica che le
norme (gli standard) di certificazione in base alle quali è stato approvato il
motore. Vedere pagina 10.
Perché un motore certificato soddisfi gli standard in materia di emissioni, una
volta messo in servizio, è necessario quanto segue:
- Le operazioni di assistenza e manutenzione devono essere eseguite in
conformità alle istruzioni contenute in questo Libretto.
- Devono essere utilizzate solamente parti di ricambio Scania originali.
- Il sistema di iniezione dev’essere sottoposto alla manutenzione da
parte di un’officina Scania autorizzata.
- Il motore non dev’essere modificato tramite un’apparecchiatura non
approvata da Scania.
- È possibile infrangere i sigilli e modificare i dati delle impostazioni
solo una volta ottenuta l’approvazione della sede Scania di Södertälje.
Le modifiche possono essere apportate solo da personale autorizzato.
- Le modifiche che incidono sul sistema di scarico e sul sistema di
aspirazione devono essere approvate da Scania.
Altrimenti, è necessario rispettare le istruzioni riportate nel Libretto in merito
a gestione, cura e manutenzione del motore. Si prega di osservare le
precauzioni di sicurezza descritte nelle prossime quattro pagine.

Avvertenza Qualora le operazioni di assistenza e manutenzione non


vengano eseguite nel rispetto delle indicazioni sopra riportate,
Scania non potrà garantire che il motore sia conforme agli
standard di certificazione, né potrà assumersi la responsabilità di
eventuali danni.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 5


INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA
Informazioni generali
Questo Libretto di istruzioni contiene informazioni sulla sicurezza
particolarmente importanti al fine di evitare lesioni personali e danni al
prodotto e ad altre proprietà. Vedere anche a pagina 1.
Il testo evidenziato nelle caselle di testo sul lato destro di alcune pagine è
importante per il buon funzionamento del motore e al fine di evitare danni al
motore stesso. L’inosservanza di tali istruzioni potrebbe annullare la
Utilizzare solamente filtri
garanzia.
Vedere esempio carburante Scania originali.
Testo simile potrebbe anche apparire nella colonna del testo, nel qual caso
sarà preceduto dal titolo Nota oppure Avvertenza.

Il testo di avvertenza all’interno delle caselle di testo sul lato destro di alcune
pagine, contrassegnato con un triangolo di avvertenza e preceduto dal titolo Immobilizzare il dispositivo di
PERICOLO, è estremamente importante e mette in guardia contro gravi avviamento durante qualsiasi
difetti del motore o operazioni incorrette che potrebbero causare lesioni.
operazione sul motore.
Vedere esempio Se il motore si avvia quando
non è sottoposto ad un
controllo, vi è un
GRAVE RISCHIO DI
LESIONI.
Nelle prossime tre pagine vengono elencate una serie di precauzioni di
sicurezza da osservare nella gestione e manutenzione di motori Scania. Testo
simile appare spesso in corrispondenza di punti di manutenzione pertinente, e
qui diversi livelli di importanza vengono attribuiti a tale testo in conformità
alla descrizione riportata sopra.
Tutti i punti vengono contrassegnati con un !, in modo da sottolineare
l’importanza di un’attenta lettura di ogni punto di questa sezione.
Per motivi di sicurezza, è vietato fumare:
• In prossimità del motore e del vano motore

• In fase di rifornimento di carburante e nei pressi della stazione di


rifornimento

• Durante gli interventi sul sistema di alimentazione

• Nei pressi di materiale esplosivo o infiammabile (carburante, olio,


batterie, sostanze chimiche, ecc.)

6 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Precauzioni di sicurezza per il funzionamento del motore

Ispezione giornaliera Blocchetto di avviamento


Effettuare sempre un controllo visivo del Se il pannello di controllo non è dotato di un
motore e del vano motore prima di avviare il interruttore a chiave, nel vano motore dovrebbe
motore e una volta che si è spento il motore esservi un blocco che impedisce l’avviamento
dopo un periodo di funzionamento. non autorizzato del motore.
Ciò consentirà di rilevare facilmente perdite di In alternativa, è possibile utilizzare un
carburante, olio o liquido di raffreddamento e interruttore generale on/off bloccabile o un
qualsiasi altra anomalia che richieda interruttore generale della batteria.
un’opportuna rettifica.

Spray per l’avviamento


Rifornimento Non utilizzare mai spray per l’avviamento o
In fase di rifornimento, vi è il rischio di incendio altro ausilio all’avviamento. Ciò può causare
ed esplosione. Il motore dev’essere spento ed un’esplosione nel collettore di aspirazione e
è vietato fumare. possibili lesioni.
Non riempire il serbatoio in modo eccessivo
per evitare problemi in fase di espansione e
chiudere accuratamente il tappo del Viaggio
bocchettone di rifornimento. Il motore non dev’essere utilizzato in un
Utilizzare solo carburante raccomandato nella ambiente in cui vi è il rischio di esplosioni in
letteratura di servizio. L’utilizzo di carburante quanto tutti i componenti elettrici e meccanici
della qualità sbagliata può causare il possono generare delle scintille.
malfunzionamento del motore o il suo arresto, Quando ci si avvicina ad un motore in funzione,
dovuto al fatto che la pompa di iniezione e gli vi è sempre un rischio per la sicurezza. Parti del
iniettori non funzionano come dovrebbero. corpo, dell’abbigliamento o attrezzi possono
Ciò può causare danni al motore e possibili rimanere incastrati in parti rotanti come la
lesioni. ventola e creare il rischio di lesioni.
Pertanto, tutte le parti rotanti e le superfici calde
devono essere riparate quanto più possibile
Gas nocivi per aumentare il livello di sicurezza personale.
Avviare il motore solo in un’area ben ventilata.
I gas di scarico contengono ossido di carbonio
e ossidi di azoto, ovvero sostanze tossiche.
Se il motore viene acceso in uno spazio chiuso,
accertarsi che sia disponibile un dispositivo
efficace in grado di aspirare i gas di scarico e i
gas del basamento.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 7


Precauzioni di sicurezza per l’utilizzo di Precauzioni di sicurezza per la cura e la
materiali manutenzione
Carburante ed olio Spegnere il motore
Tutti i carburanti, i lubrificanti e molte sostanze Spegnere sempre il motore prima di effettuare
chimiche sono infiammabili. Osservare sempre qualsiasi intervento di manutenzione, a meno
le istruzioni riportate nel relativo imballaggio. che non sia indicato altrimenti.
Ogni intervento sul sistema di alimentazione Impedire l’avviamento involontario estraendo la
dev’essere eseguito con il motore freddo. Le chiave di avviamento laddove applicabile e
perdite e le dispersioni di carburante su scollegando l’alimentazione tramite
superfici calde possono causare incendi. l’interruttore generale o l’interruttore generale
Riporre stracci imbevuti di liquidi e ad altri della batteria e bloccandoli. Inoltre utilizzare un
materiali infiammabili in un posto sicuro così da segnale di avvertenza laddove applicabile, per
evitare una combustione spontanea. indicare che si sta svolgendo un intervento sul
motore.
Quando si lavora su un motore in funzione, vi è
Batterie sempre un rischio per la sicurezza. Parti del
Le batterie contengono ed emettono gas corpo, dell’abbigliamento o attrezzi possono
ossigeno-idrogeno, particolarmente durante la rimanere incastrati in parti rotanti e creare il
carica, e questo gas è infiammabile ed rischio di lesioni.
altamente esplosivo. Pertanto, non vi devono
essere né fumo né fiamme vive o scintille nei
pressi delle batterie o del vano batteria. Liquidi e superfici calde
Il collegamento errato di un cavo della batteria Quando il motore è caldo, vi è sempre un
o di un cavo a ponte può provocare una scintilla rischio di ustioni. Pertanto, fare attenzione a
che, a sua volta, può far esplodere la batteria. non entrare in contatto con collettori,
turbocompressore, coppa, olio e liquido di
raffreddamento caldo nelle tubazioni e nei
flessibili.
Prodotti chimici
La maggior parte dei prodotti chimici come il
glicole, il prodotto anticorrosione, l’olio inibitore, Sollevamento del motore
gli agenti sgrassanti, ecc. sono nocivi alla
salute. Osservare sempre le precauzioni di Utilizzare gli anelli di sollevamento per
sicurezza riportate nel relativo imballaggio. sollevare il motore. Controllare che i dispositivi
di sollevamento siano in buone condizioni e
Alcuni prodotti chimici, come l’olio inibitore, della misura adeguata per sollevare il peso in
sono anche infiammabili. questione.
Riporre i prodotti chimici e altri materiali nocivi La presenza di apparecchiature supplementari
alla salute in contenitori approvati, sul motore può alterarne il baricentro, ecco
contrassegnarli chiaramente e posizionarli in perché potrebbe essere necessario utilizzare
luoghi inaccessibili a persone non autorizzate. ulteriori dispositivi di sollevamento per
Consegnare sempre i prodotti chimici residui o bilanciare il motore in modo corretto e
utilizzati a un operatore autorizzato allo sollevarlo in modo sicuro.
smaltimento dei rifiuti.
Non lavorare mai al di sotto di un motore
sospeso!

8 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Batterie funzionare il motore senza il tappo del
Le batterie contengono un elettrolita altamente bocchettone di rifornimento olio, in quanto l’olio
corrosivo (acido solforico). Fare attenzione a potrebbe fuoriuscire.
proteggere gli occhi, la pelle e l’abbigliamento Consegnare l’olio usato a un operatore
in fase di carica o utilizzo delle batterie. autorizzato allo smaltimento dei rifiuti.
Indossare guanti e occhiali protettivi.
Sistema di raffreddamento
Se l’acido viene spruzzato sulla pelle,
risciacquare con sapone e un’abbondante Non aprire il tappo del bocchettone di
quantità di acqua. Se l’acido viene spruzzato rifornimento del liquido di raffreddamento se il
sugli occhi, lavarli immediatamente con motore è caldo. Vapore o liquido di
un’abbondante quantità di acqua e chiamare raffreddamento caldo potrebbero fuoriuscire e
un dottore. causare ustioni.

Consegnare le batterie utilizzate a un Se è necessario aprire o smontare un


operatore autorizzato allo smaltimento dei componente del sistema di raffreddamento
rifiuti. quando il motore è caldo, aprire il tappo
lentamente e con molta cautela in modo da
scaricare la pressione del sistema prima di
rimuovere il tappo. Indossare dei guanti in
Sistema elettrico quanto il liquido di raffreddamento è ancora
Prima di intervenire sul sistema elettrico, è molto caldo.
necessario spegnere il motore e scollegare Consegnare il liquido di raffreddamento usato a
l’alimentazione usando l’interruttore generale o un operatore autorizzato allo smaltimento dei
l’interruttore generale della batteria. rifiuti.
È inoltre necessario scollegare ulteriori fonti di
alimentazione esterne collegate ad
apparecchiature supplementari del motore. Sistema di alimentazione
Indossare sempre un paio di guanti quando si
cercano perdite o quando si effettua qualsiasi
Saldature elettriche intervento sul sistema di alimentazione.
Quando si eseguono lavori di saldatura Indossare sempre degli occhiali protettivi
elettrica in prossimità del motore o sul motore quando si sottopongono gli iniettori a una
stesso, rimuovere i cavi della batteria e i cavi prova.
dell’alternatore. Inoltre rimuovere il connettore Il carburante fuoriuscito ad alta pressione può
multipin della centralina. penetrare nei tessuti e causare lesioni gravi.
Collegare la bacchetta per saldatura al Non utilizzare parti di ricambio non originali nel
componente da saldare e nei pressi del punto sistema di alimentazione e nel sistema elettrico
di saldatura. Non collegarla al motore o in in quanto le parti di ricambio originali sono
modo tale che la corrente possa passare sopra appositamente studiate e prodotte per ridurre
un supporto. al minimo il rischio di incendi ed esplosioni.
Una volta eseguita la saldatura, collegare i cavi
all’alternatore e alla centralina prima di
collegare le batterie. Prima dell’avviamento
Montare tutte le protezioni smontate prima di
avviare nuovamente il motore. Assicurarsi di
Sistema di lubrificazione non aver lasciato alcun attrezzo o altro oggetto
L’olio caldo può causare ustioni e irritazioni nel vano motore.
della pelle. Pertanto, evitare che la pelle venga Non avviare il motore senza aver prima
a contatto con l’olio caldo. montato il filtro aria. Vi è il rischio che gli oggetti
Accertarsi che non vi sia pressione nel sistema vengano aspirati nella girante o che il contatto
di lubrificazione prima di iniziare qualsiasi personale causi lesioni.
intervento sullo stesso. Non avviare o far

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 9


SIGLE DI DENOMINAZIONE
La sigla di denominazione del motore indica, sotto forma di codice, il tipo di
motore, la sua cilindrata e i suoi impieghi, ecc.
La sigla di denominazione e il numero di serie del motore sono indicati su
una targhetta di identificazione fissata sul lato destro dell'alloggiamento del
volano. Il numero del motore è altresì stampigliato sul monoblocco sul lato
destro. Vedere la freccial a figura.

DI 12 54 A 01 P
Tipo
DC Motore diesel sovralimentato con intercooler raffreddato ad aria
DI Motore diesel sovralimentato con intercooler raffreddato ad acqua

Cilindrata espressa in dm3

Prestazioni e codice di omologazione


Insieme al codice di applicazione, indica la normale potenza lorda del
motore.
Il valore di potenza effettiva del motore è indicata sulla scheda del motore.

Impiego
A Uso industriale generico

Versione 01-99

Tipo di regolatore
P Sistema di gestione motore EDC con PDE e S6

10 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


11 12

1, 2
3

10 9 5
8 7 6
18

13

17

16
15 14
Le fugure mostrano la versione normale del motore DI12.
Il vostro motore potrebbe essere dotato di attrezzature diverse rispetto a quelle in figura.
1. Targhetta d’identificazione 5. Scarico del liquido di 12. Rabbocco olio
2. Numero motore, raffreddamento 13. Pompa idraulica
stampigliato sul 6. Filtro olio 14. Pompa carburante con
monoblocco 7. Filtro olio pompa a mano
3. Pompa liquido di 8. Astina di livello olio 15. Motorino di avviamento
raffreddamento 9. Scarico dell’olio motore 16. Centralina S6
4. Tendicinghia automatico 10. Scambiatore di calore olio 17. Filtro carburante
11. Turbocompressore 18. Intercooler

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 11


SISTEMA DI GESTIONE
MOTORE, EMS
Questo motore è dotato di un sistema di gestione elettronico, EMS (sistema di
gestione motore) con iniettori (PDE) che forniscono ad ogni cilindro la giusta
quantità di carburante al momento opportuno in tutte le condizioni operative.
Il sistema EMS consiste di una centralina (S6) e di sensori per la velocità, la
temperatura aria di alimentazione e la pressione, la temperatura del liquido di
raffreddamento, la pressione dell’olio, l’attivazione del pedale
dell’acceleratore/l’attuazione dell’acceleratore che inviano costantemente
segnali alla centralina. Con l’aiuto di questi segnali in ingresso e del software
di controllo programmato, vengono calcolati la quantità di carburante e i
tempi di iniezione corretti per ogni iniettore (PDE) in condizioni di esercizio
specifiche.
I sensori del sistema EMS possono essere utilizzati anche per inviare segnali
agli strumenti del cruscotto.
La centralina controlla costantemente i sensori per assicurarsi che funzionino.
La centralina comprende funzioni di monitoraggio atte a proteggere il motore
in caso di guasto, che altrimenti lo danneggerebbe. In caso di guasto, ad
esempio livello di allarme per pressione olio bassa o temperatura liquido di
raffreddamento alta, la centralina S6 invia un messaggio CAN al modulo
coordinatore.
Il compito principale del modulo coordinatore è quello di inoltrare i dati per
mezzo di una comunicazione CAN dalla centralina del motore ad altre
centraline e segnali a indicatori e luci nel cruscotto. Il modulo coordinatore ha
anche funzioni di monitoraggio.

12 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Quando la centralina del sistema EMS o il modulo coordinatore rilevano un
guasto, la spia diagnostica del cruscotto si accende e rimane accesa fino a
quando il guasto non viene rettificato. Allo stesso tempo, si genera un codice
difetto che può essere rilevato tramite il modulo coordinatore sulla spia
diagnostica sotto forma di codice lampeggiante quando è attivo l’interruttore
diagnostico. Un codice lampeggiante potrebbe consistere di diversi codici
difetto.
La diagnosi e la ricerca guasti con il Display EMS Scania vengono descritte
nel Libretto di istruzioni per la strumentazione Scania.
Se è attiva la funzione di riduzione della coppia, la quantità di carburante e la
potenza del motore vengono ridotte al 70% e, se è attiva anche la funzione di
arresto del motore, il motore si arresta una volta raggiunti livelli di allarme
programmati.
Un programma di diagnostica a base PC separato viene utilizzato per rilevare
il contenuto dei codici lampeggianti. Per un’analisi dettagliata dei codici
difetto, contattare un concessionario Scania autorizzato.
La rilevazione dei codici difetto e le descrizioni di questi ultimi sono trattate
anche in un documento separato nel Manuale di servizio, Sistema di gestione
motore EMS-S6: ricerca guasti.
Solamente il personale autorizzato può eseguire le procedure diagnostiche
e apportare modifiche al programma.
Le posizioni dei sensori che inviano segnali alla centralina sono indicate nelle
figure a pagina 14.
Per una descrizione delle modalità di rilevazione dei codici lampeggianti,
vedere le pagine 16 e 18.
Per una lista dei codici lampeggianti per la centralina e il modulo
coordinatore, vedere le pagine 17 e 19.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 13


Posizioni dei sensori per EMS con S6 sul DI12

4
3

1. Sensore pressione olio


2. Sensore pressione e temperatura aria
di alimentazione
3. Sensore temperatura liquido di
raffreddamento
4. Sensore regime motore (2)

14 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Posizioni dei sensori per EMS con S6 sul DC12

3
4

1. Sensore pressione olio


2. Sensore pressione e temperatura aria
di sovralimentazione
3. Sensore temperatura liquido di
raffreddamento
4. Sensore regime motore (2)

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 15


Ricerca guasti utilizzando i codici lampeggianti per la
centralina EMS
• La spia diagnostica sul cruscotto si accende sempre per due secondi in
fase di accensione del sistema.
• Non appena la centralina rileva la presenza di un guasto, questo viene
memorizzato nella memoria dei codici difetto EEPROM e la spia
diagnostica del cruscotto si accende.
• La spia diagnostica rimane accesa fintanto che il guasto è attivo. Anche
quando la spia si spegne e il guasto non è più presente, è generalmente
possibile rilevare il codice seguendo le istruzioni riportate di seguito.

Rilevamento dei codici difetto della centralina


1. Inserire l’accensione.
2. Attivare l’interruttore diagnostico situato sul lato sinistro per
visualizzare i codici lampeggianti relativi alla centralina (EMS).
3. A questo punto, un codice difetto lampeggerà sulla spia diagnostica.
Questo codice lampeggiante consiste di lampeggi lunghi (circa
1 secondo) e corti (0,3 secondi). I lampeggi lunghi equivalgono alle
decine mentre i lampeggi brevi equivalgono alle unità.
Esempio: lungo - breve - breve = codice difetto 12.
4. Ripetere questa procedura fino a quando viene ripetuto il primo codice
lampeggiante. Ciò significa che è stata fatta lampeggiare l’intera
memoria dei codici difetto. Se la memoria dei codici difetto è vuota,
verrà emesso solo un lampeggio della durata di circa 4 secondi.
5. Per una descrizione e identificazione del guasto, vedere la tabella dei
codici lampeggianti nella pagina seguente.
6. Per ottenere ulteriori informazioni su un codice difetto, è necessario
utilizzare lo strumento diagnostico per PC o il Display EMS Scania.
Contattare un’officina Scania autorizzata.
7. Se un guasto è stato rettificato, è possibile cancellare il codice difetto
seguendo le istruzioni riportate di seguito.

Cancellazione dei codici difetto


1. Disinserire l’accensione. In caso di strumentazione doppia, è necessario
disinserire l’accensione su entrambi i pannelli.
2. Attivare l’interruttore diagnostico nella stessa direzione indicata dai
codici lampeggianti, ovvero sulla destra per il modulo coordinatore
(COO) o sulla sinistra per l’EMS.
3. Inserire l’accensione e mantenere attivo l’interruttore diagnostico, sulla
destra (COO) o sulla sinistra (EMS) per 3 secondi.
4. Ciò cancellerà i codici difetto passivi, che possono essere rilevati tramite
il codice lampeggiante del relativo sistema. Il resto dei codici difetto
rimarrà nella memoria EEPROM e potrà essere cancellato solo tramite
lo strumento basato su PC.

16 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Quadro generale sui codici lampeggianti per la centralina EMS

Codice Descrizione Codice Descrizione


PDE nel cilindro 3: l’elettrovalvola non
0 Nessun guasto rilevato. 53 funziona correttamente.
Fuori giri. Uno o entrambi i sensori regime PDE nel cilindro 4: l’elettrovalvola non
11 motore mostrano velocità superiori a 54 funziona correttamente.
3000 giri/min.
Sensore regime motore 1 guasto o segnale PDE nel cilindro 5: l’elettrovalvola non
12 difettoso. 55 funziona correttamente.
Sensore regime motore 2 guasto o segnale PDE nel cilindro 6: l’elettrovalvola non
13 difettoso. 56 funziona correttamente.
Sensore temperatura liquido di raffreddamento PDE nel cilindro 7: l’elettrovalvola non
14 guasto o segnale difettoso. 57 funziona correttamente.
Sensore temperatura aria di alimentazione PDE nel cilindro 8: l’elettrovalvola non
15 guasto o segnale difettoso. 58 funziona correttamente.
Sensore pressione aria di alimentazione
16 guasto o segnale difettoso. 59 Segnale anomalo in ingresso analogico extra

Sensore temperatura olio guasto o segnale


17 difettoso. 61 Arresto anomalo della centralina.

Sensore pressione olio guasto o segnale Arresto dovuto alla temperatura del livello del
18 difettoso. 66 liquido di
Sensore livello liquido di raffreddamento Funzione motorino di avviamento interrotta o
20 guasto. 69 non attivata.
Codice difetto interno nel modulo Regime motore superiore alla velocità di
23 coordinatore. 82 riferimento all’avviamento.
Acceleratore/freno. Se l’acceleratore e il freno Guasto nel circuito della memoria (EEPROM)
24 sono stati attivati contemporaneamente. 83 della centralina.
Sensore acceleratore/interruttore minimo. Il trasferimento dei dati alla memoria
25 Sensore acceleratore/interruttore di kickdown 84 (EEPROM) della centralina è stato interrotto.

27 Arresto del motore bypassato. 85 Temperatura errata all’interno della centralina.


Guasto interno della centralina: guasto del
28 Arresto dovuto alla pressione dell’olio. 86 controllo dell’hardware.
Limitazione della coppia a causa della
31 pressione dell’olio. 87 Guasto nella memoria RAM della centralina.

Parametri errati per la funzione modalità di Guasto interno della centralina: guasto della
32 guida in emergenza. 88 memoria.

33 Tensione batteria errata o assenza di segnale. 89 Sigillo errato: modifica illegale del software.
Interruttore di arresto di emergenza attivato in
37 conformità al messaggio CAN proveniente dal 93 Sensori regime motore guasti o non collegati.
modulo coordinatore.
Arresto dovuto alla temperatura del livello del
43 Circuito CAN guasto nella centralina. 94 liquido di raffreddamento.
Limitazione di coppia dovuta a una
Funzione dell’immobilizzatore. Codice chiave
47 di avviamento errato. 96 temperatura del liquido di raffreddamento
elevata.
Messaggio CAN dal modulo coordinatore Tensione di alimentazione errata ad uno dei
48 errato o mancante. 98 sensori.
Versione CAN errata nella centralina o nel Guasto dell’hardware interno del processore
49 modulo coordinatore. 99 (TPU).
PDE nel cilindro 1: l’elettrovalvola non
51 funziona correttamente.
PDE nel cilindro 2: l’elettrovalvola non
52 funziona correttamente.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 17


Ricerca guasti tramite i codici lampeggianti per il
modulo coordinatore EMS
• La spia diagnostica sul cruscotto si accende sempre per due secondi in
fase di accensione del sistema.
• Non appena il modulo coordinatore rileva la presenza di un guasto,
questo viene memorizzato nella memoria dei codici difetto EEPROM e
la spia diagnostica del cruscotto si accende.
• Anche quando la spia si spegne e il guasto non è più presente, è
generalmente possibile rilevare il codice seguendo le istruzioni
riportate di seguito.

Rilevamento dei codici difetto del modulo coordinatore


1. Inserire l’accensione.
2. Attivare l’interruttore diagnostico sul lato destro per 1 secondo in modo
da visualizzare i codici lampeggianti per il modulo coordinatore (COO).
3. A questo punto, un codice difetto lampeggerà sulla spia diagnostica.
Questo codice lampeggiante consiste di lampeggi lunghi (circa 1
secondo) e corti (0,3 secondi). I lampeggi lunghi equivalgono alle
decine mentre i lampeggi brevi equivalgono alle unità.
Esempio: lungo - breve - breve = codice difetto 12.
4. Ripetere questa procedura fino a quando viene ripetuto il primo codice
lampeggiante. Ciò significa che è stata fatta lampeggiare l’intera
memoria dei codici difetto. Se la memoria dei codici difetto è vuota,
verrà emesso solo un lampeggio della durata di circa 4 secondi.
5. Per una descrizione e identificazione del guasto, vedere la tabella dei
codici lampeggianti nella pagina seguente.
6. Per ottenere ulteriori informazioni su un codice difetto, è necessario
utilizzare lo strumento diagnostico per PC o il Display EMS Scania.
Contattare un’officina Scania autorizzata.
7. Se un guasto è stato rettificato, è possibile cancellare il codice difetto
seguendo le istruzioni riportate di seguito.

Cancellazione dei codici difetto


1. Disinserire l’accensione. In caso di strumentazione doppia, è necessario
disinserire l’accensione su entrambi i pannelli.
2. Attivare l’interruttore diagnostico nella stessa direzione indicata dai
codici lampeggianti, ovvero sulla destra per il modulo coordinatore
(COO) o sulla sinistra per l’EMS.
3. Inserire l’accensione e mantenere attivo l’interruttore diagnostico, sulla
destra (COO) o sulla sinistra (EMS) per 3 secondi.
4. Ciò cancellerà i codici difetto passivi, che possono essere rilevati tramite
il codice lampeggiante del relativo sistema. Il resto dei codici difetto
rimarrà nella memoria EEPROM e potrà essere cancellato solo tramite
lo strumento PC.

18 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Quadro generale sui codici lampeggianti per il modulo coordinatore EMS

Codice Descrizione del guasto


lam-
peggiante

111) Segnale difettoso proveniente dalla registrazione di precisione del segnale di


regime nominale.
112) Segnali difettosi provenienti dal sensore pedale acceleratore.

121) Segnale errato proveniente dal modulo resistenza per l’impostazione del
regolatore.

122) Segnale errato proveniente dal modulo resistenza per l’impostazione del regime
minimo e regime fisso.
13 Nessuna comunicazione (EMS) con il motore.
14 Cortocircuito nel circuito del segnale del contagiri.
15 Sensore pressione atmosferica guasto.
Cortocircuito nel cavo del segnale dell’indicatore temperatura liquido di
17 raffreddamento.
18 Cortocircuito nel circuito del segnale del manometro olio.
19 Cortocircuito nel circuito del segnale della spia pressione olio.
Diverse versioni del protocollo di comunicazione tra il modulo coordinatore e
21 l’EMS.
22 Interruttore di avviamento difettoso o cortocircuito.
23 La tensione di alimentazione è troppo alta.
24 La tensione di alimentazione è troppo bassa.
25 Il valore di controllo della End of line (EOL) è errato.
26 Segnale sensore velocità veicolo assente o difettoso.
I segnali provenienti dagli interruttori RCB (Remote Control Box) non sono
27 plausibili.
28 Segnali errati provenienti dagli interruttori di stabilizzazione regime motore.
29 Interruttore di avviamento a distanza difettoso o cortocircuito.
Nessuna comunicazione proveniente dal modulo coordinatore secondario o dal
31 modulo coordinatore principale.
32 Cortocircuito nel cavo del segnale alla spia temperatura liquido di raffreddamento.
33 Cortocircuito nel cavo del segnale alla spia di carica.
34 Segnale errato proveniente dagli interruttori di Regime fisso.
35 Guasto nella comunicazione CAN.
1) Motore a velocità singola
2) Motore a velocità multipla

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 19


AVVIAMENTO E
FUNZIONAMENTO Composizione del liquido di
raffreddamento:
IL PRIMO AVVIAMENTO Qualora vi sia un rischio di
congelamento:
Quando il motore viene avviato per la prima volta, è necessario osservare i
punti relativi alla manutenzione elencati sotto "Primo avviamento" nella minimo 30% in volume di
tabella della manutenzione, vedere pagina 27. glicole
Poiché tali punti sono importanti per un efficiente funzionamento del motore massimo 60% in volume di
sin dalla sua messa in servizio, vengono riportati anche qui di seguito. glicole
1. Controllare il livello dell’olio (vedere pagina 29). Qualora non vi sia alcun rischio
6. Controllare il livello del liquido di raffreddamento (vedere pagina 33). di congelamento:
Il liquido di raffreddamento dovrebbe contenere un prodotto 8-12% in volume
anticorrosivo atto a proteggere il sistema di raffreddamento contro la Inibitore di corrosione Scania
corrosione. (senza glicole)
Qualora vi sia un rischio di congelamento:
- Utilizzare solamente glicole antigelo nel liquido di raffreddamento
come sostanza anticorrosiva. Raccomandiamo l’utilizzo di glicole
antigelo privo di nitriti con le seguenti sigle di denominazione del
fornitore:
BASF G48 o BASF D542 Il glicole etilenico e il prodotto
- La concentrazione di glicole dovrebbe essere pari al 30 - 60% in anticorrosione sono
volume a seconda della temperatura ambiente. Il 30% in volume di tossici se ingeriti.
glicole fornisce una protezione antigelo fino a una temperatura di -16°C.
Vedere pagina 33. Evitare il contatto con la cute.
- Non rabboccare solo con acqua o con glicole. Le perdite di liquido
devono essere sempre compensate con un liquido di raffreddamento
precedentemente miscelato con la stessa concentrazione di glicole del
motore. Se il contenuto di glicole diminuisce, la protezione antigelo e
la protezione anticorrosione ne risentono. I glicoli raccomandati non
Nota Una concentrazione di glicole inferiore al 30% in volume non vanno miscelati con glicole
offre una protezione sufficiente contro la corrosione. Una contenente il prodotto
concentrazione di glicole superiore al 60% non migliora la anticorrosione a base di nitrito.
protezione antigelo e incide negativamente sulla capacità di
raffreddamento del motore.
Qualora non vi sia alcun rischio di congelamento:
- Utilizzare solamente il prodotto anticorrosione Scania nel liquido di
raffreddamento come sostanza anticorrosiva. La corretta concentrazione Il sovradosaggio del prodotto
di prodotto anticorrosione è dell’8-12% in volume e non deve mai anticorrosione Scania e la
scendere al disotto dell’8% in volume. L’inibitore nel prodotto miscelazione con glicole possono
anticorrosione Scania è privo di nitrito.
causare la formazione di
- Primo rifornimento: Rifornire il sistema con acqua + 10% in volume di morchia.
prodotto anticorrosione Scania. Utilizzare acqua potabile con un pH
pari a 6-9.
- Non rabboccare solo con acqua o con prodotto anticorrosione!
Le perdite di liquido devono essere sempre sostituite da un liquido di Se è stato installato un filtro
raffreddamento miscelato: liquido di raffreddamento,
acqua + 10% di prodotto anticorrosione Scania in volume.
questo non deve contenere
Filtro liquido di raffreddamento (equipaggiamento non di serie) l’inibitore.
È possibile utilizzare solo un filtro liquido di raffreddamento senza inibitore.
L’uso di filtri liquido di raffreddamento aumenta la durata del liquido di
raffreddamento e riduce il pericolo di corrosione.

20 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


12. Controllare il livello del carburante (vedere pagina 40).
14. Controllare il livello dell’elettrolita nelle batterie (vedere pagina 42).
15. Controllare lo stato di carica delle batterie (vedere pagina 42).
18. Controllare la tensione della cinghia di comando (vedere pagina 44).

Immobilizzare il dispositivo di
avviamento durante qualsiasi
operazione sul motore.
Se il motore si avvia quando
non è sottoposto ad un
controllo, vi è un
GRAVE RISCHIO DI
LESIONE.
CONTROLLI PRIMA DEL
FUNZIONAMENTO
Prima del funzionamento, eseguire le procedure per la "Manutenzione
giornaliera" descritte nel programma di manutenzione, vedere pagina 27.

Avviare il motore solo in


un’area ben ventilata.
Se il motore viene acceso in uno
spazio chiuso, accertarsi che sia
disponibile un dispositivo
efficace in grado di aspirare i
AVVIAMENTO DEL MOTORE gas di scarico e i gas del
Se il serbatoio del carburante è vuoto o se il motore non è stato utilizzato per basamento.
un lungo periodo di tempo, spurgare il sistema di alimentazione (vedere
pagina 41).
Al fine di tutelare l’ambiente, il motore Scania è stato progettato per
utilizzare una quantità limitata di carburante in fase di avviamento. L’inutile
utilizzo di grandi quantità di carburante in fase di avviamento del motore Non utilizzare uno spray per
causa sempre lo scarico di carburante non combusto.
l’avviamento o un prodotto
- Aprire il rubinetto del carburante, se in dotazione. simile per agevolare
- Disinserire il motore. l’avviamento del motore.
- Motori con interruttore generale della batteria: inserire l’accensione Potrebbe verificarsi
tramite l’interruttore generale della batteria. un’esplosione nel collettore di
- Avviare il motore con la chiave nel pannello di controllo (SCP) o il aspirazione con il rischio di
pulsante di avviamento (solo da RCB). lesioni personali.
- S6: La spia diagnostica dovrebbe spegnersi dopo circa 2 secondi in fase
di avviamento.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 21


Avviamento alle basse temperature
È necessario osservare le norme ambientali locali. Per evitare problemi
all’avviamento e fumosità bianca utilizzare dispositivi di ausilio
all’avviamento, riscaldatori motore e/o dispositivi di avviamento a fiamma.
Per limitare i fumi bianchi, è necessario far funzionare il motore a bassa
velocità e in condizioni di carico moderato. Un leggero carico su un motore
freddo consente una migliore combustione e un riscaldamento più rapido
rispetto a un riscaldamento senza carico. Il motorino di avviamento può
essere utilizzato solo per un
Evitare di far funzionare il motore per un periodo maggiore del necessario al massimo di 30 secondi. Vi è un
regime minimo.
rischio di surriscaldamento.
A temperature inferiori a 0°C: Lasciar riposare il motore per
Nota Utilizzare solo sistemi di avviamento ausiliari raccomandati da 2 minuti tra un tentativo di
Scania. avviamento e l’altro.
- Il motorino di avviamento può essere utilizzato solo per 30 secondi alla
volta. Dopo tale periodo di tempo, dovrà riposare per 2 minuti.
Nota Se il motore è equipaggiato con un interruttore di BLOCCO,
questo interruttore dev’essere premuto e mantenuto premuto
fino a quando la pressione dell’olio ha raggiunto un livello
sufficientemente elevato.

GUIDA
Controllare gli strumenti e le spie ad intervalli regolari.

Velocità di rotazione
Il contagiri Scania è diviso in settori di diversi colori, come segue:

0-500 giri/min. area rossa: regime motore proibito,


possibile in fase di arresto
ed avviamento.

500-700 giri/min. area gialla: regime minimo lento. Il


funzionamento al minimo è
controllato dal sistema di
gestione S6. Regime
minimo accelerato con un
motore freddo.
Vedere pagina 22.

700-2200 giri/min. area verde: normale velocità di


esercizio. La gamma del
regime di funzionamento
del motore è controllata dal
sistema di gestione S6

2200-2600 giri/min. righe velocità di esercizio


gialle/verdi: inadeguata. Potrebbe
verificarsi in fase di
spegnimento.

2600-3000 giri/min. area rossa: regime motore proibito.

22 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Modalità di guida in emergenza
Se il pedale dell’acceleratore normale è difettoso o se la comunicazione CAN
è interrotta, viene offerta la seguente opzione di guida in emergenza:
Cortocircuito CAN o guasto del pedale dell’acceleratore (sia segnale che
interruttore del minimo):
- Il valore del pedale dell’acceleratore è dello 0% e il motore funziona al
regime minimo normale.
- Il valore del pedale dell’acceleratore è dello 0% e il motore funziona al
regime minimo accelerato (750 giri/min) se questa funzione è attivata.
Il pedale dell’acceleratore è difettoso ma l’interruttore del minimo
funziona:
- Il valore del pedale dell’acceleratore può essere aumentato lentamente
tra 0% e 50% utilizzando l’interruttore del minimo.
Cortocircuito CAN:
- Il motore viene spento se viene attivata la funzione di arresto.

Temperatura liquido di raffreddamento


La normale temperatura del liquido di raffreddamento dovrebbe essere
compresa tra 70 e 90°C quando il motore è acceso.
Il sistema di gestione S6 presenta i seguenti livelli di allarme:
- Se la temperatura è elevata, 98°C - 103°C, per un certo periodo di tempo
(1 secondo), l’S6 invierà un messaggio CAN che accenderà la spia e la I sistemi di raffreddamento con
spia diagnostica tramite il modulo coordinatore. scambiatore di calore Scania e
serbatoi di espansione in
- Se la temperatura supera i 103°C, la spia e le spie diagnostiche si
accendono. Se viene attivata la riduzione della coppia, il sistema di plastica non devono essere
controllo ridurrà la quantità di carburante al 70%. Nella centralina si sottoposti a pressione eccessiva,
genera un codice difetto. cioè non si devono usare i tappi
- Quando le temperature superano i 103°C e la funzione di arresto del pressurizzati sui serbatoi di
motore è attivata, la spia e la spia diagnostica si accendono e il motore si espansione.
spegne. Se la funzione di override è attivata, si attiva solo la funzione di
riduzione della coppia. Nella centralina si genera un codice difetto.
Dopo un allarme, registrare i valori approvati per più di 2 secondi per
ripristinare l’allarme
Una temperatura del liquido di raffreddamento eccessivamente alta può
danneggiare il motore.
Se il motore viene fatto funzionare per lunghi periodi di tempo in condizioni
di carico estremamente leggero, potrebbe avere difficoltà nel mantenere la
normale temperatura di esercizio. Tuttavia, la temperatura si innalzerà
nuovamente fino a raggiungere un livello normale quando viene aumentato il
carico del motore.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 23


Pressione olio
Pressione olio max:
motore caldo con regime superiore a 800 giri/min. 6 bar
Pressione olio normale:
motore caldo con regime di funzionamento di 3 - 6 bar
Una pressione elevata
Pressione olio min: dell’olio di lubrificazione
motore caldo con regime superiore a 1000 giri/min. 2,3 bar (superiore a 6 bar) è normale
Il sistema di controllo presenta i seguenti livelli di allarme:
quando si avvia un motore a
freddo.
- a una velocità inferiore a 1000 giri/min e una pressione dell’olio
inferiore a 1,0 bar
- a una velocità superiore a 1000 giri/min e una pressione dell’olio
inferiore a 2,3 bar per più di 5 secondi
Le seguenti funzioni sono disponibili se vi è un allarme:
- Allarme che accende solamente la spia e la spia diagnostica.
- Allarme che accende la spia e la spia diagnostica e attiva la riduzione
della coppia se è attivata questa funzione (70% della quantità di
carburante).
Nella centralina si genera un codice difetto.
- Allarme che accende la spia e la spia diagnostica. Il motore viene spento
se viene attivata la funzione di arresto del motore. Se la funzione di
override è attivata, si attiva solo la funzione di riduzione della coppia.
Nella centralina si genera un codice difetto.
Dopo un allarme, registrare i valori approvati per più di 1 secondo per
ripristinare l’allarme

24 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Spia di carica
Se la spia si accende durante il funzionamento:
- Controllare/regolare le cinghie di comando dell’alternatore come
descritto sotto il punto di manutenzione. Vedere pagina 44.
- Se la spia di carica rimane accesa, la causa è probabilmente un guasto
dell’alternatore o a un guasto del sistema elettrico.

ARRESTO DEL MOTORE


1. Far funzionare il motore senza un carico per alcuni minuti se è stato Vi è un rischio di danni al
fatto funzionare continuamente con un carico pesante. turbocompressore e di
2. Arrestare il motore tramite il pulsante di arresto. Mantenere premuto il successiva ebollizione se il
pulsante di arresto fino a quando il motore è completamente fermo. motore viene arrestato senza
esser stato raffreddato.
3. Motori con interruttore generale della batteria: Disinserire
l’alimentazione tramite l’interruttore generale della batteria.

4. Impostare l’interruttore di controllo su "0".


Non disinserire l’alimentazione
prima di arrestare il motore.

CONTROLLI DOPO IL
FUNZIONAMENTO
- Controllare che la corrente venga interrotta dall’interruttore generale
della batteria e che l’interruttore di controllo sia in posizione "0". Immobilizzare il dispositivo di
- Rifornire il serbatoio carburante. Accertarsi che il tappo del bocchettone avviamento durante qualsiasi
di rifornimento e l’area attorno all’apertura del bocchettone siano puliti operazione sul motore.
per evitare la contaminazione del carburante. Se il motore si avvia quando
- Se vi è un rischio di congelamento, il sistema di raffreddamento deve non è sottoposto ad un
contenere una quantità sufficiente di glicole. Vedere le pagine 20 e 33. controllo, vi è un
GRAVE RISCHIO DI
- A temperature inferiori ai 0°C: Prepararsi al successivo avviamento
collegando il riscaldatore del motore. LESIONI.

Rabboccare il liquido di
raffreddamento
una volta spento il motore dopo
il primo avviamento.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 25


MANUTENZIONE
Il programma di manutenzione copre 20 punti, divisi nei seguenti gruppi
principali:
Sistema di lubrificazione . . . . . . . . . . . . . pagina 28
Sistema di raffreddamento . . . . . . . . . . . . pagina 32
Filtro aria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pagina 38
Sistema di alimentazione . . . . . . . . . . . . . pagina 40
Sistema elettrico, batterie, ecc. . . . . . . . . . pagina 42 Immobilizzare il dispositivo di
Miscellanea. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . pagina 44 avviamento durante qualsiasi
operazione sul motore.
I punti di manutenzione sono divisi in intervalli come segue: Se il motore si avvia quando
Manutenzione giornaliera non è sottoposto ad un
controllo, vi è un
Manutenzione prima del primo avviamento
GRAVE RISCHIO DI
Manutenzione dopo le prime 400 ore di funzionamento LESIONI.
Manutenzione periodica ogni 200 ore di funzionamento (eseguita dopo
200, 400, 600, 800, ecc. ore)
Manutenzione periodica ogni 400 ore di funzionamento (eseguita dopo
400, 800, 1200, 1600, ecc. ore)
Manutenzione periodica ogni 1200 ore di funzionamento (eseguita dopo
1200, 2400, 3600, ecc. ore)
Manutenzione periodica ogni 2400 ore di funzionamento (eseguita dopo
2400, 4800, ecc. ore)
Manutenzione periodica ogni 4800 ore di funzionamento (eseguita dopo
4800, 9600, ecc. ore)
Manutenzione annuale
Manutenzione ogni quinto anno

MOTORI CON POCHE ORE DI


FUNZIONAMENTO
Set di alternatore di emergenza e simili che non vengono utilizzati
regolarmente possono essere sottoposti a prova e controllati in conformità
alle istruzioni del costruttore del set.
Far girare il motore fino a quando raggiunge la temperatura d’esercizio,
quindi osservare i seguenti punti di manutenzione:
1. Controllare il livello dell’olio.
Per i motori con poche ore
5. Controllare il livello del liquido di raffreddamento. operative che non vengono
8. Controllare l’indicatore di bassa pressione. sottoposti a una manutenzione
12. Controllare il livello del carburante. periodica in base al programma
di manutenzione a pagina 27,
14. Controllare il livello dell’elettrolita nelle batterie.
eseguire la manutenzione in
15. Controllare lo stato di carica delle batterie. base al programma:
16. Pulire le batterie. "Ogni anno"
19. Ricerca di eventuali perdite ed eventuale rettifica "Ogni quinto anno"

26 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


PROGRAMMA DI MANUTENZIONE
Prima Intervallo Almeno
volta a

Primo avviamento

Ogni quinto anno


Ogni giorno

Ogni anno
1200 ore

2400 ore

4800 ore
400 ore

200 ore

400 ore
SISTEMA DI LUBRIFICAZIONE, pagina 28
1. Controllo livello olio
2. Cambio dell’olio 1
3. Pulizia del filtro olio 1
4. Sostituzione del filtro olio 1
SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO, pagina 32
5. Controllo del livello del liquido di raffreddamento
6. Controllo del liquido di raffreddamento 3
7. Pulizia del sistema di raffreddamento 1
FILTRO ARIA, pagina38
8. Rilevamento valori di prova indicatore di bassa pressione
9. Pulizia del prefiltro 1
10. Pulizia o cambio dell’elemento filtrante 2
11. Sostituzione della cartuccia di sicurezza
SISTEMA DI ALIMENTAZIONE, pagina 40
12. Controllo del livello del carburante
13. Sostituzione del filtro principale 1
SISTEMA ELETTRICO, pagina 42
14. Controllo del livello dell’elettrolita nelle batterie
15. Controllo dello stato di carica delle batterie
16. Pulizia delle batterie
17. Controllo del monitor livello liquido di raffreddamento
MISCELLANEA, pagina 44
18. Controllo della cinghia di comando
19. Ricerca di eventuali perdite ed eventuale rettifica
20. Controllo/registrazione dei giochi valvole
21. Controllo/registrazione bilancieri dell’iniettore PDE
22. Sostituzione (o pulizia) della valvola del sistema di
ventilazione basamento chiuso

1. Più spesso se necessario


2. Prima se l’indicatore di bassa pressione è rosso.
3. Se il prodotto anticorrosione non è stato rabboccato per cinque anni, è necessario cambiare il liquido di
raffreddamento.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 27


SISTEMA DI
LUBRIFICAZIONE
SPECIFICA OLIO
L’olio motore deve almeno soddisfare i requisiti per una delle seguenti
classificazioni:
- ACEA E3, E4 or E5
- Il TBN (Total Base Number) dovrebbe essere minimo 12-13 (ASTM
2896).
Non utilizzare additivi.
- Verificare con il fornitore che l’olio soddisfi questi requisiti. L’olio dev’essere adatto a tutte
- Gli intervalli indicati per il cambio dell’olio sono validi a condizione le variazioni di temperatura
che il contenuto di zolfo del carburante non superi lo 0,3% in peso. fino al cambio dell’olio
Se il contenuto di zolfo è superiore allo 0,3% ma non maggiore di successivo.
1,0%, l’intervallo del cambio dell’olio dev’essere dimezzato (200 ore).
- Le viscosità sono indicate nella figura sotto.
- Per temperature estremamente basse: contattare il rappresentante Scania
per evitare difficoltà all’avviamento.

Analisi dell’olio
Alcuni produttori di olio possono offrire l’analisi dell’olio motore. Tale
analisi misura il TBN (Total Base Number) dell’olio, il TAN (Total Acid
Number), la diluizione del carburante, il contenuto d’acqua, la viscosità e la
quantità di particelle abrasive e fuliggine nell’olio.
Il risultato di una serie di analisi viene utilizzato come base per stabilire un
intervello di cambio dell’olio adeguato.
Se le condizioni cambiano, è necessario eseguire un nuovo programma di
analisi dell’olio per stabilire un nuovo intervallo di cambio.
-40 -30 -20 -10 0 10 20 30 40 °C

SAE 20W-30

SAE 30

SAE 40

SAE 50

SAE 5W-30

SAE 10W-30

SAE 15W-40

28 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


1. Ogni giorno:
CONTROLLO DEL LIVELLO
DELL’OLIO
Nota Prima del controllo del livello dell’olio: lasciare che il motore
rimanga fermo per almeno 1 minuto.
- Il livello corretto è compreso tra i contrassegni sull’astina di livello. Se il
livello è in corrispondenza del contrassegno minimo, rabboccare l’olio.
- Tipo corretto, vedere "Specifica olio" a pagina 28.

Controllo del livello dell’olio durante il funzionamento


Su alcuni motori, il livello dell’olio può essere controllato durante il
funzionamento.
- Rimuovere il tappo del bocchettone di rifornimento dell’olio per
rilasciare la pressione nel basamento.
- Verificare il livello sull’astina di livello. Livello olio corretto: 10 mm
sotto il contrassegno Min. o Max.

2. Ogni 400 ore: Max.


Min.
CAMBIO DELL’OLIO
Nota Se il motore viene utilizzato in condizioni di esercizio
particolarmente difficoltose, specialmente in ambienti polverosi,
o se lo spessore dei depositi lasciati nel filtro centrifugo è
superiore a 20 mm: cambiare l’olio ad intervalli più frequenti.
- Svitare il tappo e scaricare l’olio con il motore caldo.
- In certi motori, l’olio viene pompato fuori tramite una pompa di sentina.
- Pulire il magnete sul tappo.
Max. 33 dm3
- Rimontare il tappo.
Min. 28 dm3
- Rabboccare con olio.
- Verificare il livello sull’astina di livello. 1 dm3 = 1 litro

AVVERTENZA
L’olio potrebbe essere caldo. Utilizzare un contenitore per
Indossare guanti e occhiali evitare possibili dispersioni
protettivi. durante il cambio dell’olio.
Consegnare l’olio usato a un
Angoli di inclinazione massimi durante il funzionamento operatore autorizzato allo
Gli angoli massimi consentiti durante il funzionamento variano, a seconda smaltimento dei rifiuti.
del tipo di coppa dell’olio. Vedere la figura.
Nota L’angolo specificato potrebbe presentarsi solo in modo intermittente.

25°

25°
35° 35°

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 29


3. Ogni 400 ore:
PULIZIA DEL FILTRO OLIO
(insieme al cambio dell’olio)

- Pulire il coperchio. Svitare il dado e smontare il coperchio.

Aprire il tappo con cautela.


L’olio potrebbe essere caldo.

- Estrarre il rotore e pulire l’esterno. Svitare il dado per coperchio rotore


di circa un giro e mezzo.

- Se il dado del rotore è incastrato:


Capovolgere il rotore e bloccare il dado, in nessun caso il rotore, in una
morsa, e ruotare il rotore di un giro e mezzo in senso antiorario a mano,
o utilizzare un dado M20, come indicato in figura.

- Tenere fermo il rotore e battere leggermente sul dado del rotore con un
mazzuolo di plastica o contro il banco di lavoro, in modo che il
coperchio rotore si stacchi dalla piastra base. Non colpire il rotore
direttamente in nessun caso poiché i cuscinetti potrebbero danneggiarsi.

- Svitare il dado e smontare il coperchio del rotore.


- Smontare il filtro a retina. Se il filtro a retina si è inceppato nel
coperchio del rotore, scalzarlo con cautela ponendo un cacciavite tra il
coperchio del rotore e il filtro a retina.
- Se il filtro a retina si è inceppato nel rotore, scalzarlo con cautela
ponendo un cacciavite tra il coperchio del rotore e il filtro a retina.

- Grattare via i depositi all’interno del coperchio del rotore. Se non vi


sono depositi, ciò indica che il filtro non funziona correttamente.
- Se i depositi hanno uno spessore superiore a 28 mm: Pulire più spesso.

30 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


- Lavare tutti i componenti nel gasolio.
- Accertarsi che gli ugelli del rotore non siano bloccati o danneggiati.
- Verificare che i cuscinetti non siano danneggiati. Se risultano
danneggiati, sarà necessario sostituire l’intero rotore.

- Montare un nuovo O-ring sul rotore e montare il filtro a retina.

- Montare il rotore.

- Serrare il dado del rotore saldamente a mano.

- Controllare che l’albero non sia allentato. Se è allentato, utilizzare il


liquido frenafiletti 561 200 e serrarlo alla coppia di 34 Nm usando
l’attrezzo 98 421.

- Al fine di serrare l’albero del rotore, è necessario modificare una chiave


a bussola 98 421:
- Con un trapano rimuovere le filettature di un dado M20 in modo che
si innesti sulla testa quadrata della chiave a bussola.
- Saldare sul dado.

- Rimontare il rotore.
- Controllare che ruoti facilmente ruotandolo manualmente.

- Montare un nuovo O-ring sul coperchio del rotore e montarlo.


- Avvitare il coperchio e serrare il controdado a 15 Nm.
Serrare il dado con cautela in modo da non danneggiare l’albero, il dado o
il coperchio del rotore.

Controllo del funzionamento


Il rotore ruota a una velocità molto elevata e deve continuare a ruotare anche
quando il motore si spegne.
- Spegnere il motore quando è ancora caldo.
- Controllare se dal rotore proviene un ronzio o se l’alloggiamento del
filtro vibra.
Di solito, il rotore continua a girare per 30 - 60 secondi dopo lo spegnimento
del motore.
In caso contrario: scomporre e controllare.

© Scania Industrial & Marine Engines 31


4. Ogni 400 ore:
CAMBIO DEL FILTRO OLIO
(insieme al cambio dell’olio)
- Smontare il filtro vecchio.
- Lubrificare la guarnizione in gomma e montare un nuovo filtro Scania
originale.
- Serrare il filtro a mano.
Non utilizzare gli strumenti per questo. Il filtro potrebbe subire dei
danni, con una conseguente ostruzione della circolazione.
- Avviare il motore e controllare che non vi siano perdite.

Avvertenza Se lo spessore dei depositi nel filtro centrifugo supera 20 mm,


sostituire il filtro olio più spesso. Lo stesso vale per la pulizia del
filtro centrifugo e il cambio dell’olio.

Utilizzare un contenitore per


evitare possibili dispersioni
durante il cambio del filtro.
Consegnare i filtri utilizzati a
un operatore autorizzato allo
smaltimento dei rifiuti.

SISTEMA DI
RAFFREDDAMENTO
5. Ogni giorno:
CONTROLLO DEL LIVELLO DEL
LIQUIDO DI RAFFREDDAMENTO
Aprire il tappo con cautela.
- Aprire il tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio di
espansione e controllare il livello del liquido di raffreddamento. Acqua e vapore potrebbero
spruzzare fuori.
- Livello corretto: (serbatoio di espansione in plastica Scania)
- Motore freddo: il liquido di raffreddamento deve trovarsi a livello
con la parte inferiore del bocchettone di rifornimento.
- Motore caldo: il liquido di raffreddamento deve essere circa 25 mm
al di sopra del bordo inferiore del foro di rabbocco. Rabboccare sempre e solo con
liquido di raffreddamento già
- Altri tipi di serbatoio di espansione secondo le istruzioni del filtro. miscelato.
- Rabboccare il liquido di raffreddamento secondo necessità, vedere il
punto 6.
Nota In fase di rifornimento di grossi quantitativi di liquido di
raffreddamento:
Non versare liquido di raffreddamento freddo in un motore
caldo.
Ciò potrebbe danneggiare il monoblocco e la testata.

32 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


6. Ogni 2400 ore:
CONTROLLO DEL LIQUIDO DI
RAFFREDDAMENTO
Controllare il liquido di raffreddamento come segue:
a) Controllare l’aspetto del liquido di raffreddamento.
b) Liquido di raffreddamento con solo glicole: controllare il contenuto di Composizione del liquido di
glicole. raffreddamento:
c) Liquido di raffreddamento con solo inibitore di corrosione Scania: Qualora vi sia un rischio di
Controllare il contenuto di prodotto anticorrosivo.
congelamento:
La composizione del liquido di raffreddamento è descritta in minimo 30% in volume di
maggior dettaglio sotto "Avviamento e funzionamento" glicole
a) massimo 60% in volume di
glicole
Controllo dell’aspetto del liquido di raffreddamento
Qualora non vi sia alcun rischio
- Riempire un contenitore con un po’ di liquido di raffreddamento e di congelamento:
controllare che sia limpido e pulito.
8-12% in volume
- Se il liquido di raffreddamento è contaminato o torbido, è preferibile
Inibitore di corrosione Scania
cambiarlo.
- L’acqua aggiunta al liquido di raffreddamento dovrebbe essere pulita e
priva di impurità.
- Utilizzare acqua potabile con un pH pari a 6-9.
b)
Controllo del contenuto di glicole
Qualora vi sia un rischio di congelamento, utilizzare solo il glicole come
prodotto anticorrosivo nel liquido di raffreddamento.
- I sistemi di raffreddamento con glicole dovrebbero contenere almeno il Il glicole etilenico è
30% in volume di glicole per offrire una protezione accettabile contro la un prodotto anticorrosione
corrosione.
Evitare il contatto tra la pelle
- Una percentuale di glicole pari al 30% in volume offre una protezione e il glicole.
antigelo fino a -16°C. Nel caso sia necessaria una protezione antigelo
supplementare, vedere la tabella alla pagina successiva per calcolare la
percentuale di glicole necessaria.
Raccomandiamo l’utilizzo di glicole antigelo privo di nitriti con le seguenti
sigle di denominazione del fornitore:
BASF G48 o BASF D542 Il liquido di raffreddamento
dovrebbe essere già miscelato
- Rabboccare sempre l’antigelo se il contenuto di glicole scende sotto il
30% in volume. Un contenuto di glicole superiore al 60% in volume quando viene versato nel
non offre una maggiore protezione contro il congelamento. sistema di raffreddamento.
- La tabella mostra la temperatura alla quale inizia a formarsi il ghiaccio. Non rabboccare solo con acqua
Il motore congela e si danneggia a temperature molto più basse, vedere o con glicole.
il diagramma.
- La formazione di ghiaccio nel liquido di raffreddamento causa spesso
difetti di funzionamento senza però alcun pericolo di danni. Non
sottoporre il motore a carichi elevati se si comincia a formare del Il glicole raccomandato non
ghiaccio.
dev’essere mescolato con il
Nota Il liquido di raffreddamento va cambiato quando viene pulito il glicole contenente il prodotto
sistema di raffreddamento: ogni 4800 ore o almeno ogni 5 anni. anticorrosione a base di nitrito.
Avvertenza Se viene utilizzato un filtro del liquido di raffreddamento nel Vi è un rischio di accumulo di
sistema di raffreddamento, questo non deve contenere un morchia e ridotta capacità di
inibitore. raffreddamento.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 33


Glicole antigelo, % in volume

Caratteristiche del glicole alle basse temperature:


- Esempio con il 30% in volume di glicole
- Il ghiaccio sciolto inizia a formarsi a -16°C
- Vi è un rischio di malfunzionamento a -30°C
- Nessun rischio di danni per congelamento con un
contenuto minimo del 30% in volume di glicole

Curva A: Inizia a formarsi il ghiaccio (ghiaccio sciolto)


Curva B: Temperatura alla quale vi è il rischio di danni
per congelamento
1. Area sicura
2. Possibili anomalie (ghiaccio sciolto)
3. Rischio di danni da congelamento
A
% glicole in Sistema di
15 20 25 30 35 40 45 50 60
volume raffredda-
Il ghiaccio mento
sciolto inizia a -6 -9 -12 -16 -22 -27 -36 -46 -55 capacità,
formarsi a °C dm3
5 6 8 9 11 12 14 15 18 30
6 8 10 12 14 16 18 20 24 40
8 10 13 15 18 20 23 25 30 50
9 12 15 18 21 24 27 30 36 60
11 14 18 21 25 28 32 35 42 70
12 16 20 24 28 32 36 40 48 80
14 18 23 27 32 36 41 45 54 90
15 20 25 30 35 40 45 50 60 100
Glicole dm3 17 22 28 33 39 44 50 55 66 110
(litri) 18 24 30 36 42 48 54 60 72 120
20 26 33 39 46 52 59 65 78 130
21 28 35 42 49 56 63 70 84 140
23 30 38 45 53 60 68 75 90 150
24 32 40 48 56 64 72 80 96 160
26 34 43 51 60 68 77 85 102 170
27 36 45 54 63 72 81 90 108 180
29 38 48 57 67 76 86 95 114 190
30 40 50 60 70 80 90 100 120 200
A = Area da evitare. Solo per il calcolo della miscela di glicole.
Temperatura di congelamento del liquido di raffreddamento quando il ghiaccio inizia a formarsi
con diversi mix di glicole.

34 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


c)
Controllo della protezione anticorrosione
Nel liquido di raffreddamento vi deve sempre essere un prodotto
anticorrosione sufficiente a proteggere il sistema di raffreddamento contro la L’ingestione di prodotto
corrosione. anticorrosione è estremamente
Se non vi è alcun rischio di congelamento, utilizzare solo il prodotto pericolosa.
anticorrosione Scania nel liquido di raffreddamento. Evitare il contatto con la cute.
L’inibitore nel prodotto anticorrosione Scania è privo di nitrito.
La proporzione corretta di prodotto anticorrosione è dell’8-12% in volume.
- Il rabbocco con l’1,0% di prodotto anticorrosione Scania in volume Il mix con glicole o l’uso di
dev’essere effettuato dopo ogni 2400 ore di funzionamento. un’eccessiva quantità di
- Non rabboccare solo con acqua o con prodotto anticorrosione. prodotto anticorrosione può
Le perdite di liquido devono essere sempre sostituite da un liquido di portare all’accumulo di
raffreddamento miscelato: morchia e a una capacità di
acqua + 10% di prodotto anticorrosione Scania in volume. raffreddamento ridotta.
Nota Il liquido di raffreddamento va cambiato quando viene pulito il
sistema di raffreddamento: ogni 4800 ore o almeno ogni 5 anni.

Se è stato installato un filtro


liquido di raffreddamento,
questo non deve contenere
l’inibitore.

Cambio del liquido di raffreddamento


1. Smontare il tappo bocchettone di rifornimento dal serbatoio di
espansione.
2. Il liquido di raffreddamento viene scaricato in due punti:
- dal "punto più basso" del monoblocco (vedere la figura)
- dal "punto più basso" del sistema di raffreddamento.
3. Chiudere i rubinetti.
4. Rabboccare con liquido di raffreddamento attraverso il foro di
rifornimento del serbatoio di espansione.
Mescolare il liquido di raffreddamento come descritto a pagina 33.

Utilizzare un contenitore per


evitare una possibile
dispersione in fase di
cambio del liquido di
raffreddamento.
Consegnare il liquido di
raffreddamento usato a un
operatore autorizzato allo
smaltimento dei rifiuti.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 35


7. Ogni 4800 ore:
PULIZIA DEL SISTEMA DI
RAFFREDDAMENTO
Nota Se necessario, pulire più spesso il sistema di raffreddamento.
Pulizia esterna
Scambiatore di calore Il sistema di raffreddamento
- Controllare che lo scambiatore di calore non sia ostruito sul lato aria e non dev’essere mai pulito con
che le alette di raffreddamento non siano danneggiate. soda caustica.
- Con cautela graffiare i depositi dalle alette di raffreddamento dello Ciò potrebbe danneggiare le
scambiatore di calore. Se necessario, utilizzare un detergente per motori
a base di paraffina.
parti in alluminio.
- Le alette deformate possono essere raddrizzate utilizzando, ad esempio,
una spazzola metallica prestando la dovuta attenzione.

Intercooler (motore DI))


1. Scaricare il liquido di raffreddamento dal motore, vedere "Cambio del
liquido di raffreddamento".
2. Staccare il collettore di aspirazione dal turbocompressore.
3. Scollegare i raccordi di entrata e di uscita dell’intercooler.
4. Svitare il complessivo intercooler dal collettore di aspirazione.
L’elemento dell’intercooler è integrato nell’alloggiamento.
Prestare attenzione a non danneggiare i raccordi del liquido di
raffreddamento dell’elemento.
5. Pulire l’esterno dell’elemento. Questa operazione è particolarmente
importante se il motore è dotato di sistema di ventilazione basamento di
tipo chiuso. Utilizzare un detergente per motori a base di paraffina.
6. Pulire e sgrassare le superfici di tenuta dell’elemento e del collettore di
aspirazione con un detergente a base di alcool.
7. Applicare un cordone uniforme di sigillante (silicone 816 064), di circa
2-3 mm, sulla superficie di tenuta del collettore di aspirazione.
8. Avvitare l’intercooler entro 15 minuti dall’applicazione del sigillante.
Serrare le viti a 26 Nm.
9. Ricollegare i raccordi di entrata e di uscita con dei
nuovi O-ring.
10. Rimontare i fermi della tubazione di mandata.
11. Collegare il collettore di aspirazione al 1
turbocompressore.
12. Rifornire con liquido di raffreddamento
attenendosi alla specifica a pagina 33.
2
Avvertenza Lasciare indurire il sigillante per
almeno 24 ore prima che il motore venga
utilizzato nuovamente.

1. Elemento 3
dell’intercooler
2. O-ring
3. Sigillante
816 064
4. Collettore di
aspirazione 4

36 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Pulizia interna
Rimozione di olio e grasso
- Se possibile, fare funzionare il motore fino al raggiungimento della
temperatura di esercizio, quindi scaricare il sistema di raffreddamento.
- Smontare i termostati.
- Riempire il sistema con acqua calda pulita mescolata con un detersivo
liquido per lavastoviglie per uso domestico.
Concentrazione 1% (0,1/10 l).
- Far funzionare il motore per circa 20-30 minuti, finché non è caldo. Non
Utilizzo di agenti di pulizia per
dimenticare il sistema di riscaldamento della cabina (se in dotazione). il sistema di raffreddamento:
- Scaricare il sistema di raffreddamento.
Leggere l’etichetta di
avvertenza sul contenitore.
- Riempire nuovamente il sistema usando acqua calda e pulita e far
funzionare il motore per circa 20-30 minuti.
- Scaricare l’acqua dal sistema.
- Rimontare i termostati.
- Rabboccare il sistema con nuovo liquido di raffreddamento secondo la
specifica a pagina 33.

Eliminazione dei depositi Utilizzare un contenitore per


- Se possibile, fare funzionare il motore fino al raggiungimento della evitare una possibile
temperatura di esercizio, quindi scaricare il sistema di raffreddamento. dispersione in fase di
cambio del liquido di
- Smontare i termostati.
raffreddamento.
- Riempire il sistema con acqua calda pulita miscelata con un detergente Consegnare il liquido di
per scambiatori di calore reperibile in commercio a base di acido
solfammico contenente agenti disperdenti. Attenersi alle istruzioni del raffreddamento usato a un
costruttore per le percentuali da miscelare e i tempi di pulizia. operatore autorizzato allo
smaltimento dei rifiuti.
- Far funzionare il motore per il periodo di tempo specificato, quindi
scaricare il sistema di raffreddamento.
- Riempire nuovamente il sistema usando acqua calda e far funzionare il
motore per circa 20-30 minuti.
- Scaricare l’acqua dal sistema.
- Rimontare i termostati.
- Rabboccare il sistema con nuovo liquido di raffreddamento secondo la
specifica a pagina 33.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 37


FILTRO ARIA
8. Ogni giorno:
LETTURA DELL’INDICATORE DELLA
DEPRESSIONE
Se l’indicatore rosso è completamente visibile, cambiare o pulire l’elemento
filtrante del filtro aria, punto 10. Questo è particolarmente importante se il
motore viene fatto funzionare in condizioni di velocità elevata e carico elevato.

9. Ogni 200 ore:


Il prefiltro deve sempre essere
PULIZIA DEL PREFILTRO DEL FILTRO montato in posizione verticale.
ARIA
1 2
1. Rimuovere il coperchio del prefiltro 2.
2. Rimuovere il separatore prefiltro conico. Rimuovere le particelle di
impurità e pulire.
3. Montare il separatore prefiltro, come mostrato in figura, e avvitare il
coperchio in posizione.

10. Ogni 1200 ore:


3 4
PULIZIA O SOSTITUZIONE 1. Elemento filtrante
DELL’ELEMENTO FILTRANTE 2. Prefiltro
Nota Prima se l’indicatore di bassa pressione è rosso. 3. Coperchio
4. Indicatore di depressione
Smontaggio Filtro aria con prefiltro
1. Rimuovere il coperchio laterale dal filtro aria.
2. Cambiare o pulire l’elemento.
Nota La pulizia dell’elemento comporta sempre un rischio di Utilizzare solamente filtri aria
danneggiamento. L’elemento può essere pulito solo un massimo Scania originali.
di quattro volte. Dopo la pulizia, le sue capacità contro la polvere Cambiare l’elemento filtrante se
sono inferiori a quelle di un elemento nuovo.
è danneggiato.
3. Contrassegnare il filtro una volta che è stato pulito.
Se l’elemento filtrante è
Pulizia dell’elemento danneggiato vi è il rischio di
- Pulire con attenzione l’elemento filtrante usando aria compressa asciutta danni al motore.
dall’interno.
Nota Questo elemento filtrante non dev’essere lavato con acqua.
Non avviare il motore senza
1 2 3 aver prima montato il filtro
aria.
Vi è il rischio di lesioni o gravi
danni al motore.
1. Coperchio
2. Elemento filtrante
3. Alloggiamento filtro
38 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3
Controllo
- Inserire una torcia nell’elemento e controllare dall’esterno che non vi
siano fori o incrinature nella carta del filtro.
- Cambiare l’elemento filtrante se è danneggiato anche minimamente.
Pericolo di danni al motore.
Assemblaggio
1. Montare il filtro dell’aria in ordine inverso.
2. Riposizionare il pistoncino rosso nell’indicatore di bassa pressione
premendo il pulsante.

11. Ogni 2400 ore:


CAMBIO DELLA CARTUCCIA DI Non rimuovere la cartuccia di
SICUREZZA sicurezza se non è necessario.
Nota Non tutti i filtri sono dotati di cartuccia di sicurezza. Quando si
cambia la cartuccia di sicurezza, assicurarsi di non lasciare
entrare alcuna impurità nel motore.
1. Rimuovere il coperchio laterale dal filtro aria.
2. Smontare l’elemento filtrante. 1
3. Smontare la cartuccia di sicurezza.
4. Montare una nuova cartuccia di sicurezza Scania originale.
5. Cambiare o pulire l’elemento filtrante, vedere il punto 10.
6. Montare il filtro aria.

1. Cartuccia di
sicurezza
Filtro aria con cartuccia di
sicurezza

Non pulire la cartuccia di


sicurezza.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 39


SISTEMA DI
ALIMENTAZIONE Quando si lavora sul sistema di
alimentazione è necessario
mantenere una pulizia
12. Ogni giorno: scrupolosa.
Vi è il rischio che il motore non
CONTROLLO DEL LIVELLO DI funzioni correttamente e che il
CARBURANTE sistema di iniezione subisca dei
- Se necessario rabboccare con carburante. danni.
- Nel caso il serbatoio sia vuoto, spurgare il sistema di alimentazione,
vedere il punto 13.

13. Ogni 1200 ore:


CAMBIO DEL FILTRO CARBURANTE
Serbatoi carburante
- Scaricare l’acqua dai serbatoi carburante.
Filtro
Il filtro consiste di un’unità filtrante.
- Lavare la parte esterna del filtro e svitarlo. Smaltire il filtro
conformemente alle norme ambientali.
- Montare un nuovo filtro e serrarlo a mano.
Non utilizzare gli strumenti per questo. Il filtro potrebbe subire dei
danni, con una conseguente ostruzione della circolazione.
Utilizzare solamente filtri
- Spurgare il sistema di alimentazione come descritto di seguito.
carburante Scania originali.
- Avviare il motore e controllare che non vi siano perdite.

Filtro separatore acqua Utilizzare un contenitore per


evitare perdite in fase di spurgo
- Lo scarico dev’essere effettuato in fase di rifornimento del carburante.
e sostituzione dei componenti.
- Il filtro dev’essere cambiato in base allo stesso intervallo di sostituzione
del filtro principale.

- Chiudere il rubinetto di scarico 1 prima del filtro.


- Svitare il contenitore e la valvola di scarico 3.
- Svitare e cambiare il filtro 2. Lubrificare la tenuta prima di serrare il
nuovo filtro a mano.
- Avvitare il contenitore e la valvola di scarico in posizione.
- Aprire il rubinetto di scarico 1.
- Spurgare il sistema di alimentazione dopo aver cambiato entrambi i
filtri.
1. Rubinetto di chiusura
2. Filtro
3. Valvola di scarico
40 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3
Spurgo del sistema di alimentazione
- Fissare un flessibile in plastica trasparente al nipplo di spurgo 1 per
convogliare il carburante in un contenitore. Il nipplo di spurgo si trova Utilizzare un contenitore per
sulla parte terminale del collettore carburante, sulla parte anteriore del evitare perdite in fase di spurgo
motore. e sostituzione dei componenti.
- Aprire il nipplo di spurgo.
- Pompare la pompa manuale 2 fino a quando dal nipplo di spurgo aperto
fuoriesce carburante senza bolle d’aria. 3
1
• Se il sistema è completamente vuoto, occorreranno circa 250 pompate.

• Dopo la sostituzione del filtro del carburante, saranno sufficienti circa


170 pompate.
2
• Per spurgare il collettore del carburante, saranno necessarie circa 150
pompate.

- Chiudere il raccordo di sfiato e smontare il tubo flessibile.


- Svitare leggermente la vite banjo per la valvola di troppopieno 3.
Pompare la pompa manuale per altre 20 pompate fino a quando si apre
la valvola di troppopieno.
Se il motore non si avvia dopo lo spurgo. . . . . . .
- Aprire nuovamente il nipplo di spurgo e pompare la pompa manuale
fino a quando fuoriesce carburante senza bolle d’aria.
- Serrare il nipplo di spurgo. Avviare il motore e controllare che non vi
siano perdite.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 41


SISTEMA ELETTRICO
14. Ogni 200 ore:
CONTROLLO DEL LIVELLO Evitare fiamme vive o scintille
DELL’ELETTROLITO NELLE nei pressi delle batterie.
BATTERIE Quando le batterie sono cariche,
si forma il gas ossigeno-
1. Svitare i tappi e controllare il livello dell’elettrolita in tutti gli elementi idrogeno, che è infiammabile ed
della batteria. esplosivo.
2. Rabboccare con acqua distillata fino a quando il livello supera le piastre
di 10-15 mm.

15. Ogni 1200 ore:


CONTROLLO DELLO STATO DI
Indossare guanti e occhiali
CARICA DELLE BATTERIE protettivi durante la ricarica e
- Controllare la densità con uno strumento di prova dell’acido. la manipolazione delle batterie.
In una batteria completamente carica dovrebbe essere di: Le batterie contengono un acido
1,280 a +20°C
altamente corrosivo.

1,294 a 0°
1,308 a -20°C
- Se la densità fosse inferiore a 1,20, è necessario caricare la batteria. Una
batteria scarica congela a -5°C.
Non caricare la batteria in modo rapido. Nel lungo termine, ciò
danneggerà la batteria.
Non collegare i terminali in
modo incorretto.
16. Ogni 1200 ore: Ciò può causare gravi danni al
sistema elettrico.
PULIZIA DELLE BATTERIE Se i terminali sono in
cortocircuito, scoccheranno
1. Pulire le batterie, i cavi e i terminali dei cavi.
delle scintille.
2. Controllare che tutti i terminali dei cavi siano serrati saldamente.
3. Applicare del grasso sui morsetti della batteria e della vaselina sui
terminali dei cavi.

42 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


CAMBIO DELLA BATTERIA
Smontaggio
1. Scollegare il cavo negativo (-) dalla batteria (cavo collegato a massa).
Non collegare i terminali in
2. Scollegare il cavo positivo (+) dalla batteria (cavo collegato al motorino modo incorretto.
di avviamento).
Ciò può causare gravi danni al
Montaggio sistema elettrico.
1. Collegare il cavo positivo (+) alla batteria (cavo collegato al motorino di Se i terminali sono in
avviamento). cortocircuito, scoccheranno
2. Collegare il cavo negativo (-) alla batteria (cavo collegato a massa). delle scintille.

Consegnare le batterie utilizzate


a un operatore autorizzato allo
smaltimento dei rifiuti.

17. Ogni 1200 ore:


CONTROLLO DEL MONITOR DI
LIVELLO LIQUIDO DI
RAFFREDDAMENTO
(attrezzatura opzionale)
1. Avviare il motore.
Monitor di livello a 2 pin montato
2. Ridurre il livello del liquido di raffreddamento nel serbatoio di nel serbatoio di espansione per
espansione. gli scambiatori di caloreforniti da
3. Arresto automatico in caso di guasto: se non è presente alcun guasto Scania
nel monitor di livello, il motore si arresta, la spia si accende e il cicalino
(se in dotazione) emette un segnale acustico. Se la funzione è collegata
tramite il modulo coordinatore, si genererà il codice difetto dell’arresto
di emergenza, che può essere rilevato sulla spia diagnostica.
4. Senza arresto automatico in caso di guasto: se non è presente alcun
guasto nel monitor di livello, la spia si accende e il cicalino (se in
dotazione) emette un segnale acustico.
5. Rabboccare il liquido di raffreddamento fino al livello corretto, vedere
pagina 32.
Utilizzare un contenitore per
evitare una possibile
dispersione in fase di
scarico del liquido di
raffreddamento.
Consegnare il liquido di
raffreddamento usato a un
operatore autorizzato allo
smaltimento dei rifiuti.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 43


MISCELLANEA
18. Ogni 1200 ore:
CONTROLLO DELLA CINGHIA DI
COMANDO
- Se la cinghia di comando (1), (cinghia politrapezoidale) è usurata o
danneggiata, sarà necessario cambiarla.
- Inoltre, controllare che il tendicinghia automatico (2) funzioni
correttamente e che mantenga alla giusta tensione la cinghia di
comando.

- Sulle versioni con doppio circuito della cinghia, il secondo circuito della
cinghia comprende due cinghie di comando con tendicinghia manuale.
- Tali cinghie di comando devono essere tese a 15-20 Nm, come indicato
nella figura.

44 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


19. Ogni giorno:
RICERCA DI PERDITE,
ADOZIONE DI MISURE OPPORTUNE
- Avviare il motore. Assicurarsi che le perdite non
- Verificare se vi sono perdite di olio, liquido di raffreddamento, causino inquinamento.
carburante, aria e gas di scarico.
- Serrare o cambiare i raccordi che presentano delle perdite. Controllare i
fori di troppopieno (1) (sotto i coperchi laterali) che mostrano se gli
O­ring tra le canne cilindri e il basamento presentano delle perdite,
vedere la figura.
a) Se il liquido di raffreddamento sta per esaurire, l’O-ring presenta
delle perdite. Se le perdite sono ingenti,
contattare l’officina Scania
b) Se l’olio sta per esaurire, la canna del cilindro presenta delle perdite.
locale.
- Controllare che il foro di scarico della pompa del liquido di
raffreddamento (2) non sia ostruito, vedere la figura. In caso di perdite,
sostituire la tenuta della pompa o l’intera pompa del liquido di
raffreddamento.
Una piccola quantità di perdite dai fori di troppopieno durante il periodo
di rodaggio del motore è normale (tenute e O-ring vengono lubrificati
con olio e sapone, se in dotazione).
- Questa perdita di solito si arresta dopo poco.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 45


20. Ogni 2400 ore:
AVVERTENZA
CONTROLLO/REGISTRAZIONE DEI
GIOCHI VALVOLE Immobilizzare il dispositivo di
avviamento durante qualsiasi
Nota Il controllo/la registrazione dei giochi valvole dovrebbe essere operazione sul motore.
effettuata anche dopo le prime 400 ore di funzionamento.
Se il motore si avvia quando
Il gioco valvole deve essere registrato con il motore freddo, almeno non è sottoposto ad un
30 minuti dopo lo spegnimento. controllo, vi è un
Le guarnizioni del coperchio bilancieri vanno cambiate secondo necessità. GRAVE RISCHIO DI
Coppia di serraggio: 26 Nm. LESIONE.
Gioco valvola di aspirazione: 0,45 mm.
Gioco valvola di scarico: 0,70 mm.
Coppia di serraggio del controdado: 35 Nm.
Ordine di registrazione 1
- Ruotare il volano (in senso antiorario) in modo che i contrassegni siano
visibili dall’apertura inferiore dell’alloggiamento volano. Vedere la 2
tabella.
- Misurare il gioco valvole con uno spessimetro e registrare le valvole in 3
base all’ordine di registrazione indicato nella tabella qui sotto. I giochi
valvole corretti vengono indicati anche sulla targhetta di istruzioni su 4
uno dei coperchi bilancieri:
- Le operazioni di controllo/registrazione dei bilancieri dell’iniettore PDE 5
devono essere eseguite contemporaneamente al controllo/alla
registrazione dei giochi valvole. Vedere il punto 21.
- Se non è possibile leggere dal lato inferiore ma solo dall’apertura
6
superiore: iniziare dalla posizione TDC Up e ruotare il volano in senso
VOLANO
antiorario di 120° (1/3 di giro) alla volta, osservare il bilanciamento
valvole in base alla tabella riportata di seguito. Numerazione cilindri
Avvertenza I contrassegni sul volano sono validi solo per la lettura dal
lato inferiore.

Contrassegno sul Bilanciamento Registrazione


volano (lettura dal valvola sul valvole su
lato inferiore) cilindro cilindro

TDC Down (0°) 1 6

120° 5 2

240° 3 4

TDC Down (0°) 6 1

480° 2 5

600° 4 3

46 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


Nota
I valori possono essere presi dal
volano attraverso i coperchi
nell’alloggiamento del volano,
dalla parte anteriore o inferiore a
seconda dell’accesso in fase di
montaggio.
Sul volano si legge up (su) risp
down (giù).

Coperchi per lettura Entrambi i coperchi sono forniti


sull’alloggiamento del volano con un rivestimento alla consegna.

21. Ogni 2400 ore:


CONTROLLO/REGISTRAZIONE DEI
BILANCIERI DELL’INIETTOREPDE
Nota Il controllo/la registrazione dei bilancieri per gli iniettori PDE va
effettuato insieme al controllo/alla registrazione dei giochi valvole
dopo le prime 400 ore di funzionamento.

Avvertenza Per registrare l’iniettore PDE31 è necessario utilizzare


l’attrezzo di registrazione 99 414 oppure un calibro a
corsoio digitale.
Per registrare l’iniettore PDE32 è necessario utilizzare
l’attrezzo di registrazione 99 442 oppure un calibro a
corsoio digitale. Dimensione A=
La registrazione è fondamentale poiché il posizionamento PDE31: 66,9±0,1 mm
errato dell’unità iniettore può causare prestazioni scarse del PDE32: 69,9±0,1 mm
motore e possibile avaria. Dimensione B=
Ordine di registrazione PDE31: 36,5 mm
PDE32: 38,8 mm
La tabella riportata di seguito vale solo per la lettura dall’apertura inferiore.
Vedere la pagina precedente per la lettura dell’apertura superiore.

Registrazione
Contrassegno sul Bilanciamento
bilanciere
volano (lettura dal valvola sul
iniettore su
lato inferiore) cilindro
cilindro

TDC Down (0°) 1 2

120° 5 4

240° 3 1

TDC Down (0°) 6 5

480° 2 3

600° 4 6

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 47


PDE31:
1. Innanzitutto, misurare la distanza A tra il piano a e il bordo superiore
della rondella molla valvola sull’iniettore PDE usando una riga digitale.
Vedere la figura.
2. La dimensione A deve essere di 66,9 mm per PDE31 (dimensione
B=36,5 mm).
3. La dimensione è regolata smontando il controdado e avvitando la vite di
registrazione bilanciere 1 in base alla misurazione corretta.
PERICOLO Durante la registrazione, assicurarsi che la
dimensione non si discosti di molto dalla dimensione di
registrazione. La molla è precaricata e, se rilasciata, può
causare lesioni personali.
4. Posizionare l’attrezzo di registrazione 99,414 con la piastra metallica
intorno alla molla dell’iniettore.
5. Regolare la dimensione A utilizzando contemporaneamente un dito per
controllare che il pistoncino 2 sia a livello con la superficie superiore
piatta dell’attrezzo. È possibile percepire persino differenze inferiori a
un decimo di millimetro.
6. Se l’attrezzo di registrazione non è disponibile, è possibile utilizzare
anche una riga digitale per la registrazione. La posizione del bilanciere
viene registrata tramite la vite di registrazione a 66,9 +/-0,1 mm, come
indicato sopra.
7. Serrare il controdado della vite di registrazione a 39 Nm e smontare
l’attrezzo.
Nota Non è necessario eseguire ulteriori controlli/registrazioni degli
iniettori PDE, quale il controllo della pressione di apertura. Gli
iniettori difettosi devono sempre essere sostituiti completamente.
99 414 66,9

Pistone sopra o sotto la superficie


piatta. Registrazione necessaria.

Pistone a livello con la superficie


piatta. La registrazione è corretta.

48 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


PDE32:
1. Innanzitutto, misurare la distanza A tra il piano a e il bordo superiore
della rondella molla valvola sull’iniettore PDE usando una riga digitale.
Vedere la figura.
2. La dimensione A deve essere di 69,9 mm per PDE32 (dimensione
B=38,8 mm).
3. La dimensione è regolata smontando il controdado e avvitando la vite di
registrazione bilanciere 1 in base alla misurazione corretta.
PERICOLO Durante la registrazione, assicurarsi che la
dimensione non si discosti di molto dalla dimensione di
registrazione. La molla è precaricata e, se rilasciata, può
causare lesioni personali.
4. Posizionare l’attrezzo di registrazione 99,442 con la piastra metallica
intorno alla molla dell’iniettore.
5. Regolare la dimensione A utilizzando contemporaneamente un dito per
controllare che il pistoncino 2 sia a livello con la superficie superiore
piatta dell’attrezzo. È possibile percepire persino differenze inferiori a
un decimo di millimetro.
6. Se l’attrezzo di registrazione non è disponibile, è possibile utilizzare
anche una riga digitale per la registrazione. La posizione del bilanciere
viene registrata tramite la vite di registrazione a 69,9 +/-0,1 mm, come
indicato sopra.
7. Serrare il controdado della vite di registrazione a 39 Nm e smontare
l’attrezzo.
Nota Non è necessario eseguire ulteriori controlli/registrazioni degli
iniettori PDE, quale il controllo della pressione di apertura. Gli
iniettori difettosi devono sempre essere sostituiti completamente.
99 442 69,9

Pistone sopra o sotto la superficie


piatta. Registrazione necessaria.

Pistone a livello con la superficie


piatta. La registrazione è corretta.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 49


22. Ogni 2400 ore:
SOSTITUZIONE (O PULIZIA) DELLA
VALVOLA SISTEMA DI VENTILAZIONE
BASAMENTO CHIUSO
Alternativa 1:
Sostituire la valvola agli intervalli indicati.
Alternativa 2:
- Sostituire la valvola dopo gli intervalli indicati.
- Pulire la valvola ponendola in un bagno di gasolio per tutta la notte.
Quindi risciaquarla varie volte in gasolio e lasciarla asciugare.
- Rimontare le valvole.
- La valvola può essere ritutilizzata (pulita), massimo due volte dopo le
prime 2400 ore di funzionamento. Accertarsi di contrassegnare la
valvola dopo la pulizia.

50 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


CONSERVAZIONE A LUNGO
TERMINE
Se il motore non viene utilizzato per un lungo periodo di tempo, è necessario
adottare delle misure speciali per proteggere il sistema di raffreddamento, il
sistema di alimentazione e la camera di combustione contro gli effetti della
corrosione, e l’alloggiamento esterno contro il rischio della ruggine.
Generalmente, il motore può rimanere inattivo fino a sei mesi. Se non viene
utilizzato per un periodo più lungo, sarà necessario adottare le seguenti
misure, che assicurano una protezione per circa quattro anni. Un’alternativa
alla preparazione del motore per la conservazione nel lungo termine è quella
di avviare il motore e riscaldarlo ogni 6 mesi.
Preparare il motore per una conservazione nel lungo termine significa:
- Pulire accuratamente il motore
- Far funzionare il motore per un certo periodo di tempo utilizzando uno
speciale carburante, olio e liquido di raffreddamento protettivo.
- Preparare il motore in altro modo (cambio di filtro, lubrificazione, ecc.).
Il glicole etilenico è
Liquido di raffreddamento protettivo tossico se ingerito.
Evitare il contatto con la cute.
Se il motore viene riposto con un sistema di raffreddamento completo,
utilizzare un liquido di raffreddamento contenente il 50% in volume di
glicole. Utilizzare il glicole senza prodotto anticorrosione a base di nitrito.
Ad esempio, BASF G48 o BASF D542.

Carburante protettivo
- Utilizzare gasolio con Lubrizol 560H o equivalente.
- Mescolare 1 cm3 (ml) di Lubrizol 560H in 10 dm3 (l) di carburante.

! USO DEL LUBRIZOL 560H


Pericoloso!
Contiene idrocarburi aromatici
Utilizzare un aspiratore per saldatura laddove vi sia il rischio di accumulo di vapori.
Indossare sempre guanti e occhiali protettivi quando si utilizza il Lubrizol.
Non utilizzare capi d’abbigliamento contaminati.

Se entra in contatto con gli occhi:Risciacquarli delicatamente con un getto d’acqua (per almeno 15 minuti).
Rivolgersi ad un medico.
Se entra in contatto con la pelle: Lavare l’area interessata con acqua e sapone
Se viene inalato: Aria fresca, riposo e calore
Infiammabile: Classe incendi 2A. Punto di infiammabilità + 27°.
In caso di incendio: Estinguere con anidride carbonica, polvere o schiuma.
Conservazione: In un contenitore ben sigillato in un luogo fresco e asciutto. Tenere fuori
dalla portata dei bambini.

2003-05:1 © Scania Industrial & Marine Engines 51


Olio protettivo
La maggior parte delle società petrolifere forniscono un olio protettivo
adeguato.
Ad es. Dinitrol 40 o equivalente.

Preparativi per la conservazione


- Scaricare e rifornire il sistema di raffreddamento. Rabboccare con
liquido di raffreddamento protettivo. Utilizzare un contenitore per
- Riscaldare il motore con carburante normale. Spegnere il motore e evitare possibili dispersioni
scaricare l’olio. durante lo scarico dell’olio e del
- Sostituire il filtro carburante. liquido di raffreddamento.
- Riempire il motore con olio protettivo fino al livello minimo indicato
Consegnare l’olio e il liquido di
sull’astina di livello. raffreddamento usati a un
operatore autorizzato allo
- Mescolare il carburante protettivo in un contenitore. Staccare la
tubazione del carburante in corrispondenza della tubazione di
smaltimento dei rifiuti.
aspirazione della pompa di alimentazione e collegare un flessibile al
contenitore.
- Staccare la tubazione del carburante in corrispondenza della valvola di
troppopieno e collegare un flessibile di ritorno al contenitore.
- Avviare il motore e farlo girare a circa 1.000 giri/min (non motori a
velocità singola) per 20-25 minuti.
- Spegnere il motore, smontare i flessibili e collegare le normali tubazioni
di carburante.
- Smontare i coperchi bilancieri e lubrificare i meccanismi valvole e i
meccanismi PDE con olio protettivo. Rimontare i coperchi bilancieri.
Nota Non rimuovere gli iniettori PDE.
- Scaricare l’olio protettivo dal motore. L’olio motore nuovo può essere
rifornito direttamente oppure quando il motore viene ritirato dal luogo di
conservazione.
- Scaricare il liquido di raffreddamento se il motore non viene riposto con
un sistema di raffreddamento rifornito. Tappare e fissare con del nastro
adesivo tutte le connessioni del liquido di raffreddamento (se il sistema
di raffreddamento non viene assemblato completamente).
- Filtro aria: Pulire o sostituire l’elemento filtrante.
- Coprire le tubazioni di aspirazione dell’aria e di scarico.
- Alternatore e motorino di avviamento:
- Spruzzare con un olio anticorrosivo e idrorepellente, CRC 226, LPS1
o equivalente.
- Spruzzare la parte esterna dei componenti chiari del motore, prima con
un olio protettivo e penetrante come il Dinitrol 25B e poi con il
Dinitrol 112 o una sostanza equivalente.

52 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:1


- Attaccare un’etichetta al motore in cui è indicata la data di
preservazione e in cui si chiede chiaramente di non avviare il motore.

MOTORE RIPOSTO
Data . . . . . . . . . . .
Non avviare o azionare!

Batterie
Rimuovere le batterie per una carica di compensazione presso la stazione di
ricarica delle batterie (istruzione non valida per le batterie che, secondo il
costruttore, non necessitano di manutenzione). Lo stesso vale per la Indossare guanti e occhiali
conservazione a breve termine se il motore non è stato preparato per la protettivi durante la ricarica e
conservazione nei modi prescritti sopra. la manipolazione delle batterie.

Conservazione Le batterie contengono un acido


altamente corrosivo.
Dopo i preparativi, il motore va conservato in un luogo caldo e asciutto
(temperatura ambiente).

Ritiro dal luogo di conservazione


(procedura da adottare quando il motore viene messo in funzione)
- Rimuovere i tappi e il nastro adesivo dalle connessioni del liquido di
raffreddamento, dalle tubazioni di aspirazione dell’aria e di scarico.
- Riempire il sistema con liquido di raffreddamento, vedere pagina 20.
- Controllare il livello dell’olio nel motore o rabboccare con olio motore
nuovo.
- Lubrificare i meccanismi valvole e le loro aste di comando e punterie
oltre ai meccanismi dell’iniettore PDE.
- Scaricare il carburante protettivo dal collettore carburante e dal filtro
carburante.
- Collegare e spurgare il sistema di alimentazione, vedere pagina 41.
- Lavare via l’olio protettivo applicato esternamente, usando acqua ragia.

2003-05:1 © Scania Industrial & Marine Engines 53


DATI TECNICI
GENERALITÀ DC12 DI12
Numero di cilindri 6 in linea
Alesaggio mm 127
Corsa mm 154
Capacità dm3 (litri) 11,70
N. cuscinetti di banco 7
Ordine di accensione 1-5-3-6-2-4
Rapporto di compressione 18:1
Senso di rotazione del motore vista da dietro antiorario
Senso di rotazione della ventola vista davanti orario
Raffreddamento Liquido
Giochi valvole, motore freddo
valvola di aspirazione mm 0,45
valvola di scarico mm 0,70
Peso, senza liquido di raffreddamento né olio kg 1065* § 995
*Con intercooler, scambiatore di calore,
serbatoio di espansione e tubazioni
Potenza vedere la scheda del motore,
"Scheda registrazione motore"

SISTEMA DI LUBRIFICAZIONE
Pressione olio max.
(motore caldo con regime superiore a 6
1000 giri/min.) bar (kp/cm2)
Pressione olio normale
(motore calso a regime di funzionamento)bar (kp/cm2) 3-6
Pressione olio min.
(motore caldo a 1000 giri/min.) bar (kp/cm2) 1,0
Volume olio, vedere pagina 29

Pressione basamento con


sistema di ventilazione chiuso mm VP -55 - +20

54 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


SISTEMA DI ALIMENTAZIONE DC12 DI12
Impostazione pompa PPMS Vedere la targhetta sul coperchio bilancieri
Regime minimo basso giri/min 700 (regolabile 500-800)
Massima velocità a pieno carico Vedere la scheda motore
Carburante Gasolio1
1 vedere pagina 56

SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO
Numero di termostati 1 (termostato doppio)
Termostato, temperatura iniziale °C 75
Temperatura liquido di raffreddamento:
sistema alla pressione atmosferica °C 70 - 93
sistema in sovrapressione °C 70 - circa 100
Capacità compresi scambiatore di calore, motore,
serbatoio di espansione e, per il motore DI12, anche
intercooler
con scambiatore di calore da 0,75 m2 dm3 (litri) 54 56
2 dm3 (litri)
con scambiatore di calore da 1,0 m 59 61
2 dm3 (litri)
con scambiatore di calore da 1,2 m 63 65

SISTEMA ELETTRICO
Tensione sistema V 24
Corrente alternatore A 65 o 100
Potenza motorino di avviamento kW (CV) 6,7 (9,1)
Rilevatori, valori di allarme:
rilevatore pressione olio bar (kp/cm2) 1,0 ± 0,15
rilevatore temperatura °C Indicazione sulla parte esagonale del rilevatore

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 55


CARBURANTE
Gasolio
La composizione del gasolio ha una grande influenza sul funzionamento e
sulla durata del motore e del sistema di iniezione. La potenza del motore e le
emissioni di scarico dipendono anche dalla qualità del carburante. I requisiti e
le norme di prova per le proprietà più importanti sono descritte nel Manuale
di servizio, in sezioni che possono essere ordinate presso i concessionari
Scania o direttamente da Scania. L’indirizzo di Scania è stampato sulla
copertina.
Il gasolio deve essere conforme allo standard europeo EN 590.
La tabella qui sotto mostra i requisiti per alcune delle proprietà più
importanti:

Proprietà Requisito
Viscosità a 40°C 2,0 – 4,5 mm2/s (cSt)

Densità a 15°C 0,82 – 0,86 kg/dm3

Zolfo max 0,3%


(concentrazione per massa)

Infiammabilità min. 49
(numero di cetano)

Punto di infiammabilità 56°C

Carburanti ecologici (a basso contenuto di zolfo)


Esistono tre classi dei cosiddetti carburanti ecologici (SS15 54 35). La prima
classe comprende carburanti privi di zolfo mentre la seconda classe
comprende carburanti a basso contenuto di zolfo. Rispetto alla terza classe
(carburante normale), questi carburanti sono meno densi e ciò riduce la
potenza del motore. Utilizzare solo il carburante della prima classe con un
catalizzatore.
L’utilizzo a breve termine di carburante con percentuale di zolfo superiore a
0,05% in peso non causa danni permanenti al catalizzatore.
Tuttavia, in seguito a tale utilizzo il catalizzatore potrebbe richiedere
carburante con un basso contenuto di zolfo per ripristinare la normale
efficienza.

56 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3


L’importanza della temperatura per il gasolio
A temperature minori di quelle specificate per il gasolio, si potrebbe
verificare la precipitazione della paraffina nel carburante e di conseguenza
l’ostruzione di filtri e tubi. Si può quindi verificare una perdita di potenza o
l’arresto del motore. È vietato mescolare cherosene
Il gasolio è adattato per l’impiego nel clima specifico di ciascun paese. con gasolio che è già adatto al
Se un veicolo o un motore viene utilizzato in una zona con una temperatura clima in questione. Ciò potrebbe
inferiore al normale, identificare innanzitutto le proprietà in termini di danneggiare gli iniettori PDE.
temperatura del carburante in questione. L'utilizzo di altri oli
Le proprietà del carburante freddo possono migliorare adottando una delle combustibili, escluso il
seguenti misure prima del calo della temperatura: cherosene, è vietato poiché
- Se il carburante in questione non è in grado di far fronte alle temperature causa danni al motore.
previste, e il gasolio non è disponibile con le corrette proprietà in termini
di temperatura, raccomandiamo di installare un riscaldatore
combustibile elettrico come misura preventiva.
- Le proprietà in termini di basse temperature del gasolio potrebbero
essere migliorate tramite l’aggiunta di cherosene come misura
preventiva. È possibile un’aggiunta massima del 20%. Quando si
effettua il rifornimento, aggiungere prima il cherosene in modo che si Non è permesso mescolare
misceli correttamente con il gasolio. benzina con gasolio. Nel lungo
termine, la benzina potrebbe
Nota In alcuni paesi è vietato l’uso di cherosene nei combustibili per
motori. usurare gli iniettori PDE e
causare danni al motore.
- Per impedire che l’acqua nel carburante congeli e formi del ghiaccio, è
possibile aggiungere alcool (isopropanolo) nella percentuale massima
dello 0,5%-2%.
Scaricare i serbatoi di carburante e scaricare o cambiare regolarmente
i filtri carburante.

2003-05:3 © Scania Industrial & Marine Engines 57


INDICE ALFABETICO

Analisi dell’olio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28 Manutenzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26


Arresto del motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25 Monitor livello liquido di raffreddamento . . . 43
Avviamento del motore . . . . . . . . . . . . . . . . . 21 Motori certificati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5

Batterie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42 Perdite . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45
Precauzioni di sicurezza per il funzionamento
Cambio del filtro carburante . . . . . . . . . . . . . . 40 del motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
Cambio dell’olio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29 Precauzioni di sicurezza per l’utilizzo di
Cambio della batteria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43 materiali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
Capacità olio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29 Precauzioni di sicurezza per la cura
Cartuccia di sicurezza, filtro aria . . . . . . . . . . 39 e la manutenzione . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
Cinghia di comando . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44 Prefiltro, filtro aria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
Codici lampeggianti, centralina . . . . . . . . . . . 17 Preparativi per la conservazione . . . . . . . . . . . 51
Codici lampeggianti, modulo coordinatore . . 19 Pressione olio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24
Conservazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53 Primo avviamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20
Controlli dopo il funzionamento . . . . . . . . . . 25 Prodotto anticorrosione . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
Controlli prima del funzionamento . . . . . . . . 21 Programma di manutenzione . . . . . . . . . . . . . 27

Dati tecnici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54 Regime motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22


Responsabilità ambientale . . . . . . . . . . . . . . . . 4
Filtro aria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38 Ricerca guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16
Filtro aria, cartuccia di sicurezza . . . . . . . . . . 39 Ricerca guasti, centralina . . . . . . . . . . . . . . . . 16
Filtro aria, elemento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38 Ricerca guasti, modulo coordinatore . . . . . . . 18
Filtro aria, indicatore di depressione . . . . . . . 38 Ritiro dal luogo di conservazione . . . . . . . . . . 53
Filtro aria, prefiltro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
Filtro olio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30, 32 Sensori EMS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14, 15
Filtro, carburante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40 Sigle di denominazione . . . . . . . . . . . . . . . . . 10
Filtro, filtro aria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38 Sistema di alimentazione . . . . . . . . . . . . . . . . 40
Sistema di alimentazione, spurgo . . . . . . . . . . 41
Garanzia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1 Sistema di gestione motore EMS . . . . . . . . . . 12
Giochi valvole . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46 Sistema di lubrificazione . . . . . . . . . . . . . . . . 28
Glicole . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33 Sistema di raffreddamento . . . . . . . . . . . . . . . 32
Guida . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22 Sistema di raffreddamento, pulizia . . . . . . . . . 36
Sistema elettrico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42
Indicatore di depressione . . . . . . . . . . . . . . . . 38 Specifica olio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28
Informazioni sulla sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . 6 Specifiche del carburante . . . . . . . . . . . . . . . . 56
Iniettori PDE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 47 Spurgo, sistema di alimentazione . . . . . . . . . . 41
Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2
Temperatura liquido di raffreddamento . . . . . 23
Liquido di raffreddamento . . . . . . . . . . . . . . . 33
Liquido di raffreddamento, cambio . . . . . . . . 35
Livello carburante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40
Livello liquido di raffreddamento . . . . . . . . . 32
Livello olio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29

58 © Scania Industrial & Marine Engines 2003-05:3