Sei sulla pagina 1di 18

TEDESCO - DEUTSCH

DE: ALLISON DIAZ

Allison Diaz | Deutsch | [Data]
DECLINAZIONI DEGLI AGGETTIVI ATTRIBUTIVO O QUALIFICATIVO –
1 MA DECLINAZIONE
IN ITALIANO
L’Aggettivo attributivo è quello che va vicino al nome.
Ad esempio: la signora bella
Invece quando l’aggettivo va dopo il verbo essere l’aggettivo è indeclinabile
Ad esempio : la signora è bella
IN TEDESCO
L’aggettivo all’interno del predicato nominale (verbo essere) + un aggettivo
Es. l’uomo è bello (predicato nominale quindi l’aggettivo è indeclinabile non ci interessa
genere o numero)
Es. Das Kind ist schon

Invece quando l’aggettivo è in forma attributiva quindi va davanti al nome. (allora a quaesto
punto vanno declinati)
Le declinazione verranno scelte a ciò che anticipa l’aggettivo attributivo, cioe a quello che
va prima

LA DECLINAZIONE DEBOLE (1) o prima declinazione


La prima declinazione dell’aggettivo atributivo o qualificativo dipendera da cosa ce prima
dell’aggetivo atributivo, cioe quello che si situa prima del nome, e sara la prima
decllinazione quando abbuamo articolo determinativo (der,die,das) o agettivi o pronomi
demostrativi o indefinnitivi che gia possiedono la desinenza del genere e numero del caso.
In questo caso avremmo degli elementi che già possiedono tutte le desinenze
caratterizzanti cioè l’articolo determinativo
Si aggiunge -e per i casi diretti (nominativ e akussativ) l’unica eccezione l’akkusativ
maschile che si aggiunge -en
Si aggiunge -en per i casi indiretti (dativ e genitiv)
Si aggiunge -en nel plurale
MASKULIN FEMMENIN NEUTRO PLURALE -en x tutti
nominativ Der nette Mann Die nette Frau Das nette Kind Die netten
akkusativ Den netten Mann Die nette Frau Das nette Kind Die netten
dativ Dem netten Mann Der netten Frau Dem netten Kind Die netten Kindern
genitiv Des netten Mannes Der netten Frau Des netten Kindes Die netten

PAGINA 1
Quali sono gli elementi che hanno le desinenze caratterizzanti?? Articoli determinativi e i
loro simili che sono gli aggetivi e i pronommi demostrativi e indefinitivi che sono:
ognuno di questi esempi riportati sotto viene a seconda che sia femmenino,maschile o
neutro
- Dieser/Diese/ Dieses (questo)
- Jeder/jede/jedes (ogni)
- Solcher/solche/solches
- Welcher/welche/welches - quale
- Mancher /manche/manches- qualcuno
Quindi vediamo che alla fine di questi aggetivi e pronommi vienne indicato il genero
der,die o das in base al quale poter declinare gli aggettivi

Ich spreche dieser netten frau (ma non cambia niente nel senso che si declinano come
der,die o das )  vediamo che la parte gialla indica il genere e quello rosso è la
declinazione.
Una piccola eccezione con ALLE (tutti)
- Tutti bambini simpatici  Alle netten Kinder
BIDEN (entrambi)
- Biden netten kinder

ESEMPI
Nominativ  l’uomo gentile saluta -- Der netten Mann gruss
Akku  io saluto all’uomo gentile – ich gruse den netten Mann
Dativ  io scrivo all’uomo gentile – ich schreibe dem netten Mann
Nominativ  l’auto dell’uomo gentile è parcheggiato in doppia fila – Das auto den netten
Mannes (vediamo che nel caso del genitivo si aggiunge -es al sostantivo sia per il maschile e
per il neutro).

DECLINAZIONE FORTE (3)


È l’opposto alla declinazione debole, quella in cui l’articolo davanti non ha niente e quindi
non ci puo indicare il genere ne numero

3za Maskulin Femenin Neutro Plural


declinazione
Nominativ X netter X nette X nettes X nette
mann frau kind

PAGINA 2
Akkusativv X netten X nette X nettes X nette
mann frau kind
Dativ X nettem X netter X nettem X netten
mann frau kind kindern
Genetiv X netten X netter X netten X netter
mannes frau kindes

2da declinazione/forma mista


Dobbiamo vedere cosa ce prima dell’aggettivo per capire come
declinarlo, ce un articolo indeterminativo (ein /kein/aggetivi
possessivi come mein,dein,sein,ihr,unser,eure,Ihr tutti questi si
declinano come ein)
Mista  mita segue le orme della declinazione debole e per metta
quella forte
Plurale -> va in prestito della declinazione di der art,
determinativo, ricordiamo che il plurale di ein non c’è ma si ce il
plurale di kein

2da Maskulin Femenin Neutro Plural -> va


declinazione in prestito
Declinazione della
mista declinazione
di der,die,das
art,
determinativo
Nominativ Ein netter Eine nette Ein nettes Keine netten
Mann Frau kind
Akkusativv Einen Eine nette Ein nettes Keine netten
netten Mann Frau kind
Dativ Einem Einer Einen Keinen
netten Mann netten netten netten
Frau Kind kindern

PAGINA 3
Genetiv Eines netten Einer Eines Keiner netten
Mannes netten netten
Frau Kindes

Nel caso nominativ e akkusativ l’aggettivo atributivo si fara carico


dalla declinazioni in base, cioe non si guida dall’articolo
determinativo che ha davanti ma agisce da solo come nella
declinazione forte.
Mentre il dativ e genitiv segue la declinazione debole che
assumono una fine -en, la declinazione viene data dall’articolo
indeterminativo che viene dato prima.
LEZIONE 53
KONJUNTIONEN – SUBJUNKTIONEN –
KONJUNKTIONALADVERBIEN
Una coniugazione serve a unire due proposizioni che sono quelle parte
del periodo.
Il periodo di una frase si divide in tante proposizioni o frase minime
quanti sono i verbi contenute in quel periodo, le proposizioni ci
collocano in modo gerarchico diciamo sarà prima la haupsatz e poi ci
saranno diverse proposizioni subordinate o coordinate (nebensatz).
Quindi le KONJUNTIONEN sono le particelle che ci servono ad unire
due proposizioni.
KONJUNTIONEN coordinante:
- UND
- ODER
- ABER
- DENN (questa prevede una coniugazioni coordinata , è causale e
vuol dire il perche) ->
Nel caso delle coniugazioni coordinante è come se fossero due
HAUPSATZ insieme nella stessa frase.
Es. ich lerne, denn ich will deutsch lernen.

PAGINA 4
SUBJUNKTIONEN
Sono le congiunzioni subordinante che vogliono la trasposizione, cioè
dove tutti i verbi vengono spostati alla fine della Nebensatz.
Le piu comuni sono:
SOBJUNKTIONEN CAUSALI
- WEIL  è una causale, sinonimo di denn, ci vuole una struttura
subordinanate e quindi una trasposizione
Es. ich lerne, weil deutsch lernen will.
- DA significa ‚‘‘poiche‘‘ questa è sempre prima della principale
Es. Da deutsch magst, lernst du auch schneller.
SUBJUNKTIONEN OGGETTIVE O SOGGETTIVE
- DASS  sono oggetive o soggettiva
Es. ich sage,dass deutsche einfach ist. (verbo alla fine ).
Subjunktionen implicita  quando il soggetto dela principale e la
suboridnata è lo stesso e quindi non la ripettiamo.
Es. es ist schon, deutsch zu lernen
Subjunktionen (finale)
- DAMIT  ‘‘affinche‘‘
Es. Ich erklare, damit ihr versteht
- UM…. ZU è una finale implicita delle coniugazioni
Nel caso che sia implicita e quindi abbia lo stesso soggetto..
Es. ich lese, um deutsch zu lernen
Subjunktionen temporali
- WENN  ‚‘quando‘‘ si utilizza per azioni ripetute nel passato
oppure che avvengono nel presente o futuro
Es. Ich nehme das Auto, wenn ist regnet.
- ALS ‚‘‘quando‘‘ si utilizza per tutte quelle azioni avennute una
sola volta nel passato.
Es. ich traff dich, als du in Italien warst. (io ti ho incontrato
quando sei stato in italia).

PAGINA 5
WENN puo anche essere usato per le frasi ipotitiche con il significato di
‘’se’’
Es. wenn deutsch einfach ware, wurden wir weniger lernen (se il
tedesco fosse facile noi studieremo meno).  qui abbiamo utilizzato il
konjuntiv II (lezione 27).
Ci sono anche le interrogative indirette dove in italiano usiamo il ‘’se’’
mentre in tedesco sarebbe ‘’OB’’
Es. mi domando se studi tedesco.
 OB  ich frage mich, ob du deutsch lernst.
Altre subjunktionen…
- WAHREND  mentre
- BIS  fino a
- BEVOR  prima
- SOBALD  non appena
- SEITDEM a partire da
- NACHDEM  dopo che
- INDEM  mentrai stai facendo qualcosa
Es.Ich lerne deutsch,indem ein buch lesen
- SOOFT  Tutte le volte che

SUBJUNKTIONEN – CONCESSIVE
Va a significare ‘’sebbene’’ oppuere even if’’. Queste tre sono sinonimi,
significa anche se o sebbene.
- OBWOHL 
- OBSCHON 
- OBGLEICH 
Es. Obwohl deustch nicht einfach ist, gefallt es uns sehr gerne. (questa
frase sta invertita, vediamo che la frase principale sta in seconda
posizione mentre la subordinata in prima e per quello viene OBWOHL
va davanti).
KONJUKTIONAL ADVERBIEN

PAGINA 6
Sono avverbi con funzioni di congiunzioni che uniscono 2 frasi ma che
non provocano la trasposizioni delle frasi, ma provocano una semplice
inversione come un semplice adverbio che occupa il primo posto nella
frase.
Es. Deutsch ist wichtig, deshalb, lernen wir es.
- DESHALB – ALSO 
- DANN/DANACH  vuol dire poi/despues
Es. ich gruse ihn, dann gehe ich weg (verbo weggehen - andare
via)
- ALLERDINGS -AUSSERDEM  inoltre
- ANDERERSEITS  da un altro lato
- -TROTZDEM  Nonostante cio
Es. Es regnet, trotzdem gehe ich haus?
- ZUERST  prima
- JEDOCH  tuttavia
- DARUM  Percio
- WEDER NOCH negazione nè .. nè

IL COMPARATIVO 1

Sono aggettivi che mettono a confronto due termini di paragone.


Es. Marco è più bello di Luca.
Ci sono:
1.comparativo di uguaglianza
- SO .. WIE  tanto .. quanto
Es. Er ist so schon wie du
2. Comparativo di minoranza
- WENIGER ..ALS  meno di, poco di
Es. Er ist weniger netter als du

PAGINA 7
3.Compartivo di maggioranza (non confondere con i superlativi che
mettono in relazione un solo termine di paragone)
È formato da un aggetivo + -er +…als / si aggiunge nel caso anche
l’umlaut alla vocale nel caso cui siamo di fronte a monosilabe (Kalt
Kälter )
Es. Du bist netter als er.

Il SUPERLATIVO
- Superlativo assoluto Si riferisce ad un elemento in assoluto, il
piu bello, bellissimo in assoluto.
È semplice si aggiugono queste parole prima dell’aggetivo:
 Sehr  very /sehr nette
 Ganz
 Recht  sie sind recht sympatisch

- Oppure ce anche un superlativo relativo, cioe ad esmpio il piu


bello allinterno di un gruppo
Si forma cosi con:
 Art.determinativo (der,die,das) + aggettivo (+st) e la
declinazione del aggettivo atributivo + sostantivo
Il ‘‘St‘‘ è sempre in forma atributiva e va declinato in forma
atributtiva
 Das ruhigste kind
 Es. Il mio piu caro amico (veddiamo che non c’è un arrticolo
determinativo)
2da declinazione  Mein lebster freund
3za declinazione  Il fratello piu giovanne di maria  marias
jungster bruder.

IL SUPERLATIVO DELL’AVVERBIO

PAGINA 8
Am + aggeettivo +sten
 Am liebsten
AVVERBI PRONOMINALI/avverbi preposizionali
Si usano solo per cose
 WO+PREPOSIZIONI (MIT)  WOMIT?? (con cosa viaggi)
Womit fahrst du?? Mit dem zug??
 Rpsta: DA + preposizione  DAMIT
Ja, ich fahre damit
 WOFUR?
Risposta: DAFUR
 WO+R+PREPOSIZIONI CHE INIZIA CON VOCALE
WORAN??
DARAN…
Woran erinnerst du dich?? (il verbo sich erinnert regge con an)
Ich erinnere mich gut daran.
DIFFERENZA TRA ‚‘‘WANN‘‘ – ‚‘‘ALS‘‘- ‚‘‘WENN‘‘- ‚‘‘OB
 Due congiunzioni subordianti che vogliono dire quando
 WENN und ALS
 WENN si usa al futuro, presente e passato che si ripete in
diverse volte
 ALS si usa nel passato per una volta sola
Es. Quando mi alzo, faccio subito colazione
Wenn ich austehe, fruhstucke ich sofort
Es. Quando avevo 10 anni, non cerano i cellulari (di solito con ALS
troviamo verbi al prateritum)
Als ich 10 war, gab es noch keine handys
Es. Quando eravamo a parigi, salivamo sempre sulla tower eiffel
Wenn wir im paris warem, stiegen wir immer auf den
EIFFELTURM (va wenn perche è un passato che si ripete)
Es. Quando finisce la guerra la germania viene divisa

PAGINA 9
Als der krieg zu ende ist, findet die teilung deutschland statt.

WANN ODER WENN??


 WANN  ha che fare con le interrogative sia formali che
indirette
Es. Quando parte il treno??  Wann fahrt der Zug ab?
Es. Sai quando parte il treno??  Weiβt du, wann der Zug
abfahrt?? (introduce una interrogativa indiretta)
WENN ODER OB??
 Il ‚‘‘SE‘‘ puo essere tradotto dal WENN oder OB
 WENN introduce una subordinata ipotetica
 Ob introduce una subordinata con una interrogativa
indiretta
ES. Se il treno non è puntuale devo prendere un taxi
Wenn der Zug nicht pünktlich ist, müssen wir ein Taxi nehmen.
(vediamo che è una ipotetica)
MENTRE
Ob introduce una interrogativa
Es. Ich habe gefragt, ob der Zug pünktlich ist.

WANN ODER OB?? Tutte due possono introdurre interrogtive


indirette, ma la differenza..
 WANN  puo introdurre una W-FRAGE cioe domanda
indiretta
 OB  mentre ob introduce una JA ODER NEIN FRAGE
Es. ICH WEIβ NOCH NICHT,… quando andro in vacanza
 Ich weiβ noch nicht, WANN ich in urlaub fahren
 Ich weiβ noch nicht OB martin in urlaub fahren (la ripsota
della domanda indiretta sara si o no)

PAGINA 10
PREPOSIZIONI LOCALI O TEMPORALI
PREPOSIZIONI TEMPORALI
 AM
Per le date  am ersten Juli
Giorni della settimana  Am Montag
Parti del giorno  Am morgen (eccezioni di In der Nacht/ Zu
mittag)
Fine settimana  Am Wochenende
Inizio/Fine  Am Anfang/ Am Ende
 IM
Al momento  im moment
 VOM….BIS
Dal… al  Vom 1.bis zum 3 Juli
 VON …. BIS
Da ….a..  Von Montag bis Freitag
MESI
 IM JANUAR (IN +DEM = IM)
STAGIONI
 IM FRUHLING
 IM SOMMER, IM WINTER, IM HERBST
ANNO
 JAHR  Abbiamo 2 possibilita o non mettiamo nulla oppure
Im Jahr 2020
FESTE
 ZU OSTERN, ZU WEIHNACHTEN (zu weihnachstag)
 ZUM GEBURSTAG
ORARI (die uhrzeit)
 UM 3Uhr
 GEGEN 3 Uhr (circa alle 3)

PAGINA 11
 Von 3 Uhr Bis 5 Uhr (dalle.. fino a)
Prima  VOR+DATIVO
Dopo NACH +DATIVO

PREPOSIZIONI DI LUOGO (lezioni 4 e 51)

DATIV AKKUSATIV GENITIV


AB (DA,Tirare fuore BIS (fino a, ) Außerhalb (fuore da
qualcosa) qualcosa)
AUS (indica DURCH INNERHALB
provenienza) (dentro de qualcosa)
BEI (presso, ho ENTLANG (lungo,va
dormito presso la messo dopo al
mia amica) sostantivo)die
Straße entlang
GEGENUBER(di GEGEN (al frente o
fronte, va dopo al circa)
sostantivo a cui si
riferisce)
NACH (preposizioni UM (in torno a)
di moto luogo
geografico, nach
Italien)
ZU (vediamo piu
avanti)

WECHSELPRÄPOSITIONEN
Sono preposizioni che cambiano il caso, cambiano in base a
 Se è stato in luogo vogliono il dativo
 Se è stato moto a luogo vogliono l’acusativo
SONO:

PAGINA 12
- HINTER (dietro) 
- NEBEN (vicino)
- über (sopra)
- Unter (sotto)
- Vor (davanti)
- Zwischen (tra due, en medio de)
Se è STATO IN LUOGO vogliono il dativo (ci sono )
Se è MOTO A LUOGO vogliono l’acusativo (ci vado)
Le principali sono:
- AN  avvicinamento
- IN  dentro
- AUF  sopra, si utilizz anche per luoghi pubblici

AN (Avvicinamento) IN (dentro de) AUF (sopra)


Am kino Im haus (stato in Auf dem boden
(an+dem=am staato luogo- dativ)/ ins (appoggio sul
in luogo = dativ) haus(moto a luogo- pavimento, stato
Ans Kino (moto a akk) moto)
luogo= akk, vicino al Auf den boden
cinema) (moto luogo)
Ans meer Im wasser(sono Auf dem (stato
dentro l‘acqua)/ins moto) auf den
wasser (mi tiro (moto luogo) Platz
all‘acqua)
An den strand(der) In der schweiz(stato Per i luoghi publici
luogo), in die si usa Auf
Schweiz (moto a Auf der post ()
luogo)
Auf die post()
An der/die handstelle Im westen (stato Auf dem bahnhof
luogo) (ci sono)
In dem westen Auf den bahnhof (ci

PAGINA 13
(moto luogo, vado vado)
a)
Am fenster/ans
fenster

Am computer (sto
vicino al
computer)/an den
computer (mi sto
avvicinando al
computer)

PREPOSIZIONI ‚‘‘ZU‘‘ Indica moto a luogo ma va con il dativo


(mentre altre preposizioni con moto a luogo usano akkusativ)
Nel caso in cui per MOTO a LUOGO non ci dicidiamo per usare
an, in oder auf possiamo utilizzare ‚‘ZU‘‘
 È l’unico caso in tedesco dove il MOTO LUOGO viene
utilizzato con dativo
(Mentre per lo stato in luogo ‚‘‘zu‘‘ non viene mai utilizzato)
 ZU si usa per MOTO A LUOGO cioe (ci sto andando)
 L’unica eccezione che vuol dire STATO IN LUOGO è ZU
HAUSE (resto a casa)
 Quindi come MOTO A LUOGO utilizziamo anche NACH
(NACH HAUSE vado a casa)
 VON ZU HAUSE (vengo da casa)

PREPOSIZIONI CON ACCUSATIVO, DATIVO E GENITIVO


Una preposizione regge in un caso rispetto al sostantivo che segue..

AKKUSATIV DATIV GENITIV +s al


sostantivo
BIS (fino a) Aus (da WEGEN (a causa di)

PAGINA 14
provenienza)
DURCH (atraverso) Außer (fuore o al Während (mentre)
fuori)
ENTLANG (lungo a, Bei (presso a, Trotz (nonostante)
lungo la strada) lavoro presso
qualcuno)
Fur (por ti) Gegenüber (di
fronte)
Gegen (contro di te) Mit (con)
Ohne (senza di te) Nach (dopo o verso
luoghi geografici)
Um (intorno a) Seit (da, since,
Wider (contro) desde)
Von (di, Das buch
des kindes oppure
das buch von dem
kind )
ZU (a)

VERBI DI POSIZIONE E DIREZIONE


Indicano essere o trovarsi in una posizione, si suddividono in 2
categorie quelle che indicano un moto a luogo o un stato luogo

MOTO A LUOGO (sposto STATO IN LUOGO – stare


qualcosa)mettere (qualcosa che gia sta li) verbi
Di solito sono verbi forti/irregolari
deboli/regolari
LEGEN -LEGTE-GELEGT LIEGEN -LAG -GELEGEN
 appoggiare  (stare li qualcosa/posizione
qualcosa/posizione orizzontale orizzontale)

PAGINA 15
Es.er legt den kuchen auf den Der kuchen liegt auf dem
tisch (Akkusativ) spostamento tisch(dativo)
verso il tavolo.

STELLEN -stellt-gestellt STEHEN -STAND-GESTANDEN


(Mettere in posizione (Sta in posizione verticale)
verticale) Die flasche stehe auf dem
Er stellt die flasche auf den tisch(stato in luogo, sta gia li)
tisch

SETZEN – SETZTE-GESEZT SITZEN -SAβ—GESESSEN


Sedere qualcuno Stare gia seduti
Er setz das kind auf den stuhl Er sitzt auf dem stuhl (è seduto
(sentar al nino en la silla) sulla sedia) dativo auf dem (der
Spesso lo troviamo in forma stuhl)
riflessiva
(er setzt sich – lui si siede)

HÄNGEN – HÄNGTE HÄNGEN – HING - GEHANGEN


-GEHÄNGT Haber colgado, ya colgado
Appendere o essere apessi Das Bild hängt an der wand
(colgar)
Er hängt das Bild an die wand

VERBO WERDEN – IRREGOLARE


WERDEN-WURDEN-GEWURST
Werden significa diventare , non è un verbo forte ne misto

PAGINA 16
WERDEN PRASENS PRATERITUM PARTIZIP II +
ausiliare SEIN
ICH WERDE WURDE Sein +
geworden
DU WIRST WURDEST Sein +
geworden
ER/SIE/ES WIRD WURDE Sein +
geworden
WIR WERDEN WURDEN Sein +
geworden
IHR WERDET WURDET Sein +
geworden
SIE/sie WERDEN WURDEN Sein +
geworden

PAGINA 17

Potrebbero piacerti anche