Sei sulla pagina 1di 2

3A IeFP

IMBALLAGGIO

IMBALLAGGIO:
è il materiale di varia natura che PROTEGGE, CONSERVA, PRESENTA le merci e le
RENDE DISPONIBILI al consumatore finale.

Secondo la normativa vigente gli imballaggi si classificano in tre categorie:


1) IMBALLAGGI PRIMARI: sono i materiali che contengono il singolo prodotto di
vendita (es. una bottiglia di vetro per la passata, una lattina per l'aranciata, una
confezione in tetrapak per il latte, ecc.);

2) IMBALLAGGI SECONDARI o MULTIPLI: sono i materiali che raggruppano più


prodotti di vendita. Servono per la commercializzazione diretta al cliente oppure per
il rifornimento degli scaffali nei punti vendita (es. una confezione da 6 bottiglie di
acqua, una confezione da 3 scatolette di tonno, ecc.);

3) IMBALLAGGI TERZIARI: sono i materiali che vengono utilizzati per facilitare la


MOVIMENTAZIONE e il TRASPORTO dei prodotti di vendita, singoli o raggruppati
in scatoloni di cartone, casse di legno, pallets (=pedana o bancale), sacchi, ecc.

Le imprese riservano una particolare attenzione all'aspetto estetico e comunicativo


dell'imballaggio. Per molte merci infatti, l'imballaggio rappresenta un importante strumento
di MARKETING che contribuisce a influenzare le scelte d'acquisto dei consumatori finali e
il successo del prodotto.
PACKAGING: con questo termine si indica l'insieme degli elementi e dei materiali usati in
modo innovativo e creativo per confezionare un prodotto e renderlo più attraente e
riconoscibile per il consumatore.

CARATTERISTICHE DELL'IMBALLAGGIO => l'imballaggio deve essere:


 resistente
 robusto
 leggero
 economico
 inalterabile a contatto con la merce che contiene
 rispettoso l'ambiente
N.B: tutte le imprese che producono e utilizzano imballaggi hanno l'obbligo di iscriversi al
CONAI (=Consorzio Nazionale Imballaggi) e devono rispettare i requisiti essenziali
previsti dalla legge sulla Tutela dell'ambiente. Le imprese sono inoltre tenute a versare
un CONTRIBUTO AMBIENTALE, diverso per ogni tipologia di materiale, che serve a
finanziare le attività di recupero a riciclo degli imballaggi al termine del loro utilizzo.

NOTA: Attualmente l'industria degli imballaggi alimentari vale circa 100 miliardi di dollari all'anno e cresce ad
un ritmo del 10% annuo. In media tra il 10 e il 15% del costo al dettaglio di alimenti è da addebitare ai costi
di imballaggio. Gli imballaggi alimentari contribuiscono in modo determinante al costo ambientale,
umano, sociale ed economico della “gestione” dei rifiuti.
https://www.youtube.com/watch?v=uH04E_8dXjs

L'IMBALLAGGIO puo'essere:
 GRATUITO: quando per l'imballaggio non viene addebitato alcun importo al
compratore; in questo caso il prezzo di vendita della merce comprende anche il
costo dell'imballaggio e quindi non va indicato nessun importo in fattura.
 FATTURATO o A PERDERE: quando il prezzo dell'imballaggio viene addebitato al
compratore separatamente rispetto al prezzo della merce. In questo caso esso va
indicato in fattura e concorre a formare la Base Imponibile (come una spesa non
documentata).
 A RENDERE: quando l'imballaggio deve essere restituito all'impresa venditrice
entro un termine prestabilito. In questo caso si indica in fattura perché prevede
l'addebito al compratore di una CAUZIONE che verrà rimborsata al momento della
restituzione dell'imballaggio. Si conteggia dopo il calcolo dell'IVA (come una spesa
documentata).
 FORNITO DAL COMPRATORE: non si indica in fattura perché è di proprietà del
compratore.

Esempio
La ditta Miceli srl ha venduto all'enoteca Enoé 30 bottiglie di spumante al prezzo di
40 euro ciascuna in cassette di legno fatturate a 3 euro l'una. IVA ordinaria.

Importo totale della merce: 30 x 40,00 = 1.200,00 euro


Imballaggio 90,00 euro
Base Imponibile: 1.200,00 + 90,00 = 1.290,00 euro
IVA 22%
Totale da pagare: 1.290,00 + 283,80 (22% su 1.290)= 1.573,80 euro

Se invece l'imballaggio fosse stato “a rendere”:


Base Imponibile: 1.200,00 euro
Base Imponibile + IVA 22%: 1.200 + 264 (22% su 1.200) = 1.464,00 euro
Imballaggio 90,00 euro
Totale da pagare: 1.464,00 + 90,00 = 1.554,00 euro