Sei sulla pagina 1di 32

DOPPIA BEFFA

Tasse, niente riduzioni nel 2010


E slitta anche il taglio delle poltrone 400 nuovi posti domani
nelle pagine di trovalavoro
servizi a pagina 4

Mercoledì 13 gennaio 2010 Anno 119 • N. 12 • € 1,20* www.laprovinciadilecco.it

Poste Italiane Sped.in A.P.- D.L.353/2003 conv.L46/2004,art 1,c 1,DCB Como - con l’Agenda di Suor Germana € 9,10 - con Cd Natale Oh! Jesus Gospel € 7,10 - con Calendario Lunario 2010 € 7,10

[ EMERGENZA OCCUPAZIONE ]

Lecco,lavoro in procura per i disoccupati


Accordo Provincia-Tribunale: «Aiutiamo le persone in difficoltà e i magistrati a migliorare i servizi»
LA FOTOGRAFIA DELLA CITTA’ LECCO Due piccioni con una fava. Da un
lato ci sono i lavoratori in cassa integrazio-
Il contribuente ne e in mobilità. Dall’altro lato c’è la cro-
nica carenza di personale che affligge la
Achille, le tasse Procura della Repubblica.
Ieri l’amministrazione provinciale ha si-
e De Gasperi glato un protocollo d’intesa con il Procu-
ratore Tommaso Buonanno, per l’utilizzo,
di Francesco Angelini negli uffici giudiziari, di questi lavoratori
per far fronte all’attività amministrativa.

A
lcide De Gasperi, uno che ha avu- La Provincia ha pubblicato un bando, che
to quattro figlie e un migliaio di scadrà il 22 gennaio, al quale potranno ac-
presunti eredi politici era solito cedere tutti i lavoratori in cassa integrazio-
raccomandare in campagna elettorale di ne e in mobilità che sanno come gestire
promettere sempre meno di ciò che si po- l’attività di back office.
trà mantenere. È una massima che i pre- «La grave crisi che sta colpendo anche l’e-
sunti discendenti dello statista trentino, conomia provinciale – spiega il presiden-
evidentemente, non conoscono o fingono te Daniele Nava - ha provocato una perdi-
di ignorare. In primis, perché l’esempio ar- ta di posti di lavoro e il massiccio ricorso
riva sempre dall’alto (o se preferite una me- agli ammortizzatori sociali. Questa situa-
tafora più elegante potete scegliere quella zione vede crescere la disponibilità di for-
del pesce e della testa), il presidente del za lavoro competente, dall’altro la diffi-
consiglio, Silvio Berlusconi che, fin dal fa- coltà di far fronte alle esigenze di servizi
moso discorso dell’amaro calice (anno di espresse dalla cittadinanza; si pensi ad
grazia 1994), promette una corposa ridu- esempio all’utilizzo delle forze dell’ordi-
zione delle tasse a beneficio degli italiani. ne, condizionato dalla carenza di uomini
Un impegno che, a giorni alterni fa sussul- e mezzi».
tare o disperare, coloro che attendono la Riva a pagina 18
famosa rivoluzione liberale annunciata dal
Cavaliere e che ormai si ritrovano come il
celebre tenente Drogo, protagonista del [ filo di seta ]
«Deserto dei Tartari» di Buzzati.
A giorni alterni, perché un giorno il taglio
delle tasse c’è, poi rispunta il sole e si al-
lontana. Il povero contribuente perciò si Meno nascite ma Lecco diventa più "grande" Marchionne vuol chiudere la fabbri-
ca Fiat di Termini. Senza mezzi ter-
ritrova sempre nella parte di Achille all’in- servizi alle pagine 13 mini.
seguimento della tartaruga, secondo il pa-
radosso di Zenone. E, intanto, si fa pazien-
temente tosare da un fisco che, chissà per-
ché, anziché perdere i denti li mostra ogni [ PESCATE, L’APPELLO DELLA FAMIGLIA ]
volta più acuminati.
Dice: eccoli lì, i soliti comunisti, giustizia-
listi, catastrofisti, possessori di modellini
del Duomo di Milano da lanciare in faccia
Giovane tifoso del Lecco scomparso da 13 giorni
al povero Silvio. I prevenuti che si non PESCATE Non è più tornato a casa il giovane potesse essere salito sul OLGINATE LECCO
fidano del premier. Beh, se questo è vero, dal 29 dicembre, anche se qualche Resegone. Ma è stato inutile, tanto
delle due l’una: o Berlusconi si è allargato amico lo ha incontrato nel centro di che la famiglia, preoccupata, si è an-
un po’ troppo nel promettere (anzi, ripro- Lecco il giorno dopo. Da allora non che rivolta alla popolare trasmissio-
Ancora un colpo Ruba in cantiere
mettere nel senso di rifare la stessa pro- si hanno più notizie di Gianluca ne «Chi l’ha visto?». E oggi lancia un dei ladri d’auto Inseguito
messa) la riduzione a due aliquote (le mi- Infortuna, 35 anni da compiere il appello attraverso le colonne del no-
tiche 23% e 33%) entro l’anno, oppure de- prossimo aprile. E’ stato cercato in stro giornale: «aiutateci a trovare Ora è allarme e preso al Bione
ve licenziare il suo fido e storico portavo- lungo e in largo ma senza trovare al- Gianluca: chi sa cosa è successo ci
ce, il buon Paolo Bonaiuti, (...) cuna traccia: è stato mobilitato per- dia una mano». servizio a pagina 24 servizio a pagina 15
segue a pagina 7 sino il soccorso alpino, pensando che Bernasconi a pagina 15

[ LE ELEZIONI DI BALLABIO ] [ PROTESTA A COSTA MASNAGA ]

Lega e Pdl divisi sul candidato «Boicottiamo le Poste da Medioevo»


LUTTO BALLABIO Danilo Scaioli è il CALCO COSTA MASNAGA L’ufficio SCI DI FONDO
candidato sindaco alle elezio- postale? «Piccolo, sporco, con
ni di marzo di una lista civica Sindaco vincente un solo sportello funzionante
che «raccoglierà esponenti del e personale insufficiente» co-
Pdl, Lega Nord e anche indi- costretto dal Pd sì lo definisce il sindaco Um-
pendenti». alle "primarie" berto Bonacina, tanto che mol-
Ma il commissario leghista ti masnaghesi emigrano a Lam-
Stefano Parolari smentisce Uscirà dalle prima- brugo, dove per dove per po-
qualunque intesa: «dobbiamo rie il nome del candida- co più di 2 mila abitanti sono
ancora incontrarci e l’annun- to sindaco del centrosi- attivi ben due sportelli.
cio di Scaioli è un’autentica nistra. Lo ha deciso il «Ho chiesto al direttore delle
bufala», Intanto rompe gli in- partito visto che non c’è poste di Lecco di verificare in
dugi Luigi Pontiggia ex sinda- stato l’accordo sulla ri- che stato si trova la sede di Co-
Mandello dà l’addio co e attuale vice di Goretti, che conferma a Gilberto Fu- sta Masnaga - continua - Sia-
al «signor Colmar» sarà a capo di un’altra lista ci- magalli, il sindaco mo andati in un giorno ordi- Mitico Polvara,rientra e vince
vica in sostituzione di "Proget- uscente. nario: abbiamo trovato una si-
to Ballabio". servizio a pagina 30 tuazione da Medioevo». Montanellia pagina 36
Sandionigi a pagina 25
Grossi a pagina 27 Berti a pagina 28
2 [ I DATI DELL’ISTAT ■ la fotografia ]

IL BELPAESE
L’Italia non è un paese per giovani
popolazione più vecchia d’Europa
Dopo la Germania siamo la nazione con più anziani: registrati 143 anziani ogni 100 ragazzi
Il tasso di natalità resta tra i più bassi a livello comunitario: 1,41 figli per donna nel 2008
ROMA Un’Italia sempre più
vecchia con una crescita a
due velocità tra Nord e Sud e
La fotografia
un Mezzogiorno dove il lavo-
ro irregolare ancora dilaga e I dati del rapporto dell'Istat "Noi Italia, cento statistiche per capire il paese in cui viviamo"
dove tutte le regioni sono co-
strette a importare perchè non IL LAVORO L'ANAGRAFE GLI STRANIERI
producono abbastanza. È la Hanno un lavoro 143 anziani ogni 100 giovani 40.000
fotografia scattata dall’Istat
nel dossier "Noi Italia, cento uomini 70,3% (dato 2009 - secondo nella UE le concessioni
statistiche per capire il Paese
in cui viviamo". Ne esce dun-
donne 47,2% dietro alla Germania) di cittadinanza italiana
que un Paese che come «un
calabrone vola sfidando ogni 27,3% La vita media 4 milioni
teoria ingegneristica - ha det- il tasso uomini 79 anni gli stranieri
to il presidente dell’istituto di disoccupazione residenti a inizio 2009
di statistica Enrico Giovanni- donne 84 anni
ni - ma che alla lunga, non in-
vestendo, potrebbe avere pro- 120
blemi di sostenibilità». E al- l'indice di ricambio 1,41 6,5% della popolazione
lora le statistiche sono ele- (rapporto tra persone i figli per donna
mento di conoscenza «ma an- potenzialmente in uscita 38,4%
che di democrazia», come da ed entrata nel mercato diploma superiore
sottolinea Giovannini che co-
del lavoro)
LA CRIMINALITÀ [ IL DIVARIO ]
glie l’occasione per fare un
appello: «Mancano 500 dei 60% Titolo Le regioni del Sud
600 milioni per fare il censi- IL MEZZOGIORNO di studio costrette a importare
lo considera un 10,5%
mento generale nel 2011. Resta il divario tra Sud e Cen-
Spero che governo e parla- problema prioritario laurea tro-Nord nella produzione di
mento non vogliano bucare 1 su 5 ricchezza ed emerge soprat-
l’evoluzione dell’Italia negli i lavoratori in nero al Sud 68,3% tutto, come dice l’Istat, «l’in-
ultimi dieci anni». sufficienza della produzione
Tornando al volume dell’Istat, in Campania, 51% del Mezzogiorno, dove tutte
si ravvisa che l’Italia è agli ul- 27,3% il valore più elevato
licenza media le regioni sono costrette a im-
timi posti in Europa per la na- il record della Calabria a livello nazionale portare beni e servizi a soste-
talità ma ai primi per longe- gno di consumi e investimen-
vità. Nel 2008, il tasso di na- Dati relativi al 2008 ANSA-CENTIMETRI ti per una quota del Pil spes-
talità, 9,6 nati per mille abi- so superiore a 20 punti per-
tanti, è tra i più bassi a livel- centuali».
lo comunitario mentre il tas- CITTADINANZA ACQUISITA
so di mortalità 9,8 per mille, E nel Mezogiorno
è prossimo a quello medio
europeo. Con una vita media
di 84 anni per le donne e di
Quarantamila immigrati diventati italiani in un anno imprese meno solvibili
La solvibilità delle imprese
italiane che ricorrono a finan-
79 anni per gli uomini, gli ita- ROMA - Le concessioni di cittadinanza italiana agli immigrati denza, che negli anni passati rappresentavano una modalità re- ziamenti bancari «è sistema-
liani sono ai primi posti nel- sono state nel 2008 poco meno di 40mila. Il dato, sottolinea l’I- siduale, hanno fatto registrare un forte incremento nel 2008. ticamente inferiore nelle re-
l’Unione Europea per longe- stat, risulta in crescita contenuta rispetto al 2007, dopo un forte Gli oltre due milioni di permessi di soggiorno validi nel 2007 so- gioni del Mezzogiorno rispet-
vità: 143 anziani ogni 100 gio- incremento registrato nel 2006. I cittadini stranieri in possesso no stati rilasciati in prevalenza nelle regioni del Centro-Nord to al Centro-Nord» e «la mag-
vani: è l’indice di vecchiaia di un valido permesso di soggiorno erano nel 2007 poco più di (88,1%) e in particolare del Nord (63%), dove si registrano an- giore rischiosità si riflette sui
in Italia, che colloca il nostro due milioni, mentre, al 1° gennaio 2009 la popolazione residen- che i maggiori incrementi nel periodo 2001-2007: 57,3% nelle re- livelli dei tassi d’interesse,
paese al 2° posto in Europa, te straniera era di questi quattro milioni di persone, il 6,5% del- gioni del Nord-ovest e 64,8% nel Nord-est. La distribuzione per- mediamente superiori di cir-
preceduto solo dalla Germa- la popolazione residente in Italia, quasi il doppio rispetto al 2001. centuale del fenomeno vede la massima concentrazione in Lom- ca un punto percentuale in-
nia. La regione più anziana è Circa il 51% degli stranieri possiede un titolo di studio fino alla bardia (24,2% dei permessi di soggiorno rilasciati), seguita a con- dipendentemente dalla dura-
la Liguria, la più giovane la licenza media, il 38,4% ha un diploma di scuola superiore e il siderevole distanza dal Veneto (11,6%) e dal Lazio (11,4%). An- ta del prestito» è dato legge-
Campania. 10,5% una laurea. Tra i motivi di concessione della cittadinan- che nel caso delle richieste di cittadinanza la concentrazione re nell’ultima relazione dell’I-
L’Italia si colloca tra i paesi a za, il contributo maggiore è dato dalle richieste per matrimo- maggiore si rileva nelle regioni del Nord-est, seguite però a po- stat.
bassa fecondità, con 1,41 fi- nio con cittadino italiano (63,2%), mentre le richieste per resi- ca distanza da quelle del Mezzogiorno.
gli per donna nel 2008: si trat-
ta comunque del livello più
alto registrato negli ultimi
dieci anni e va attribuito so- [ CONTI IN TASCA ]
prattutto alla componente
straniera.
Con quasi il 12% dei circa
500 milioni di abitanti del-
Famiglie, calo del 3,2% del potere d’acquisto
l’Ue, l’Italia è il quarto pae-
se per dimensione demogra- La spesa decurtata di 980 euro. E chi è colpito dalla cassa integrazione "perde" 3.600 euro all’anno
fica. L’Istat conferma che a
partire dal 2001 la popolazio- ROMA Peggiora la qualità della vita. Anche l`Istat ha logie di nuclei familiari: una famiglia media, con una
ne ha ripreso a crescere del- certificato la forte perdita del potere di acquisto delle riduzione di spesa di 565 euro annui; una famiglia a
lo 0,7% l’anno, per effetto famiglie italiane nel 2009, confermando i dati che at- reddito fisso, che ha subito una riduzione del potere di
della crescita delle nascite testavano tale caduta all`1,9%, pari a 565 euro a fami- acquisto di 980 euro annui; una famiglia colpita diret-
ma, soprattutto, dell’immigra- glia. Lo sottolineano Adusbef e Federconsumatori: «Ciò tamente da cassa integrazione, con una decurtazione
zione. ha comportato una drastica riduzione della spesa delle del proprio potere di acquisto di 3.600 uro annui. I set-
Si celebrano 4,2 matrimoni famiglie, che ha fatto registrare un andamento negativo tori maggiormente colpiti sono essenzialmente quello
ogni mille abitanti, più al sud per i consumi e per l`intera economia del nostro Paese. dell`abbigliamento e delle calzature, delle automobili e
che al nord. L’Italia e l’Irlan- Decisamente più drammatica, inoltre, è la situazione dei beni e servizi correlati (quali i carburanti) e dell`ar-
da sono i paesi Ue con la più per le famiglie a reddito fisso e per quelle direttamen- redamento. Oltre al settore alimentare, per la prima vol-
bassa incidenza dei divorzi te colpite dalla cassa integrazione, che hanno subito una ta "soffre" il comparto dell`elettronica di consumo, un
(8 ogni diecimila abitanti), an- perdita del proprio potere di acquisto, rispettivamente, settore da sempre in aumento. Dallo studio, inoltre,
che se dal 2000 i divorzi in di 980 euro (-3,2%) e di 3.600 euro (-12%)». emerge che la riduzione del potere di acquisto nei nu-
Italia sono aumentati del Federconsumatori ha effettuato una elaborazione sul- clei familiari colpiti da cassa integrazione porta a intac-
35%. la variazione dei capitoli di spesa nel 2009 per tre tipo- care anche la spesa della salute e dei tabacchi.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010 3

[appunti]

LA META’ HA LA LICENZA MEDIA


Per metà della popolazione adulta italiana
il titolo di studio più alto è il diploma di scuo-
la media. Nel nostro Paese nel 2008 il 47,2%
della popolazione in età compresa tra i 25 e
i 64 anni ha conseguito come titolo di studio
più elevato soltanto la licenza di scuola me-
dia inferiore, la quarta peggiore performan-
ce in Europa

IL PROBLEMA? LA CRIMINALITA’
Il 60% degli italiani considera la crimina-
lità un problema prioritario. Il dato è rife-
rito al 2008 e si tratta di una percezione in
[ OCCUPAZIONE & IMPRESE ] aumento, visto che la quota di intervistati
preoccupati per la criminalità nel 2005 era

Una donna su due è senza lavoro


del 56,5%. Nel Sud la criminalità è consi-
derata problema prioritario dal 58,6%. La
quota sale nel Nord-Est (62,6%) e nel Nord-
Ovest (62,4%): in Emilia (67,6%), Veneto

Aziende con 4 addetti il modello


(63,8%) e in Piemonte (63,3%) i più preoc-
cupati

Il sistema produttivo resta caratterizzato da una forte presenza di microimprese


ROMA Una donna su due, in nio la disoccupazione è tornata economia» come rileva l’Istat. ti per impresa) è superiore sol-
Italia, non lavora. Nel 2008 in ad aumentare (6,7% rispetto al Nel 2007 in Italia si contano tanto a quella di Portogallo e
Italia era occupato il 58,7% del- 6,1% del 2007). In generale «i quasi 66 imprese ogni mille abi- Grecia.
la popolazione nella fascia di età livelli di occupazione naziona- tanti: valore tra i più elevati Quanto al livello di competiti-
15-64 anni: le donne occupate le restano distanti dai tra- d`Europa, a testimonianza vità delle imprese italiane, sem-
sono il 47,2% (impressionante guardi fissati a Lisbona soprattutto del prevale- pre nel 2007, è pari a circa 133
il gap con la media Ue dello e ben al di sotto del- re delle imprese di euro di valore aggiunto ogni 100
stesso anno: 57,2%) contro il le medie europee, ridotte dimensio- euro di costo unitario del lavo-
70,3 degli uomini. soprattutto - rile- ni. ro, valore inferiore a quello me-
Ovviamente sono escluse da va l’Istat - per Il tasso di im- dio europeo e in diminuzione
questa statistica le casalinghe, quanto riguarda prenditorialità - rispetto al 2001. «Anche se le IN POCHI A MOSTRE E MUSEI
lavoro a tutt’oggi non ricono- la componente calcolato come specializzazioni settoriali La spesa delle famiglie per la cultura non
sciuto come tale. I dati sono del femminile». rapporto tra nu- dell`economia italiana sono si- cala, attestandosi nel 2007 agli stessi livel-
2008, anno in cui è cominciata Intanto, il siste- mero di lavora- mili a quelli della Germania, la li dell’anno precedente, ma a fronte di un
la crisi nel nostro Paese: dunque ma produttivo tori indipenden- composizione dimensionale è patrimonio culturale e artistico senza pari
il tasso di occupazione ha segna- italiano è ancora ti e totale dei lavo- molto differente: in Germania, sono ancora troppo pochi, meno di 1 su 3,
to una battuta d’arresto dopo un caratterizzato da ratori delle imprese come in tutte le economie gli italiani che frequentano mostre e musei.
lungo periodo di crescita (era oc- una forte presenza di - è pari al 32,2%, valo- dell`Europa continentale, pre- Le persone di almeno 6 anni intervistate nel
cupato il 58,7% della popola- microimprese, con in me- re quasi triplo rispetto alla vale la grande impresa, mentre 2009 che, nel corso dei 12 mesi precedenti,
zione nella fascia di età tra i 15 dia circa 4 addetti, e questo pro- media europea. Nello stesso an- in Italia le dimensioni produtti- hanno visitato almeno un museo o una strut-
e i 64 anni), mentre per la pri- filo strutturale «penalizza le pos- no la dimensione media delle ve sono assai contenute», con- tura espositiva sono il 28,8% del totale
ma volta dopo oltre un decen- sibilità di sviluppo della nostra imprese italiane (circa 4 addet- clude l’Istituto.

MERCATO DEL LAVORO RECORD IN CALABRIA PRESENZA STRANIERA

Ne escono più È irregolare al Sud Due immigrati su tre


di quanti ne entrino un lavoratore su 5 hanno occupazione
ROMA - In Italia l’indice di ricambio ROMA - I lavoratori irregolari in Ita- ROMA - Il mercato del lavoro ita-
ha sfiorato, nel 2008, quota 120%: in lia sono in calo ma al Sud uno su 5 liano è sempre più caratterizzato
altri termini, le persone potenzial- resta in nero. Il record è in Calabria dalla presenza straniera rileva l’I-
mente in uscita dal mercato del la- dove la quota di irregolari è al 27,3%. stat nella propria pubblicazione.
voro sono il 20% in più di quelle po- Nel 2007 la quota di unità di lavoro ir- Nel 2008 le forze lavoro straniere
tenzialmente in entrata. Questo squi- regolari sul totale ammonta nel no- rappresentavano il 7,6% del tota-
librio pone il nostro Paese al primo stro Paese all’11,7%, in calo rispetto le. Il tasso di attività della popo-
posto in Europa, a molta distanza dal- al biennio precedente ma le differen- lazione straniera supera di oltre
IL TURISMO CHE OCCUPA
la media comunitaria. L’indice di ri- ze territoriali sono rilevanti e il clas- 10 punti percentuali quello della In Italia nel 2008 un addetto su 20 era oc-
cambio è un indicatore demografico sico schema che vede le regioni del popolazione italiana (73,3% con- cupato nel turismo, valore superiore a
che rapporta la popolazione in età Nord e poi del Centro comportarsi tro 63%). Risultano più elevati an- quello medio europeo e in costante cre-
15-19 anni a quella in età 60-64 an- meglio di quelle del Mezzogiorno è che il tasso di occupazione degli scita. A livello europeo, l’Italia, con il 5%,
ni. Nel 2007, ultimo anno per il quale pienamente rispettato. La quota di la- stranieri (67,1% a fronte di 58,7%) è stato l’8° Paese per quota di occupati nel
si dispone dei dati per tutti i paesi eu- voro irregolare del Mezzogiorno, in- e il tasso di disoccupazione (8,5% turismo (poco meno di 1 milione e 200 mi-
ropei, l’Italia si attesta a quota 114,8% fatti, è più che doppia rispetto a quel- per gli stranieri e 6,7% per gli ita- la unità, con un incremento dello 0,4% tra
contro una media Ue27 dell’89,9%. la delle due ripartizioni settentrionali. liani). il 2004 e il 2008)
4 [ I NODI ■ le spine del governo ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

[ LA RIFORMA FISCALE ]

Riduzione delle tasse


sempre più lontana
Bonaiuti: no nel 2010
in forse anche nel 2011
ROMA Tesoro a lavoro sulla riforma fiscale, che pun-
ta a semplificare il sistema italiano e a evitare che i red-
diti siano schiacciati dal peso delle tasse. La tabella di
marcia è ancora in corso di costruzione ma intanto i
contatti all’interno della squadra di governo proseguo-
no: nel pomeriggio il superministro dell’Economia è
infatti stato a Palazzo Chigi per un lungo colloquio con
il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni
Contro i tagli schierate le associazioni delle amministrazioni locali Letta per fare il punto però, a quanto si apprende, su
questioni attinenti al dicastero di via XX Settembre.
I tempi della riforma tributaria, però, ribadisce il go-
[ FINANZIARIA & RISPARMI ] verno, «non sono brevi». L’Esecutivo «è responsabile
- dice il sottosegretario alla presidenza del Consiglio

La Casta si salva un’altra volta:


Paolo Bonaiuti - e, sotto l’occhio vigile del ministro Tre-
monti, tiene sotto controllo l’equilibrio dei conti pub-
blici». Una cautela che è dettata appunto dalla neces-
sità dello stato in cui versa l’economia italiana e non

rinviato il taglio delle poltrone


dalla mancata volontà politica, evidenzia il Tesoro che
nella seconda parte della Relazione previsionale e pro-
grammatica, dif-
fusa ieri, assicu- Irpef, aliquote e scaglioni
LA PROPOSTA
ra come le even- COM'È ADESSO Fascia

Decreto sposterà al prossimo anno l’operazione-risparmio negli enti locali tuali maggiori ri- da 8.000*
%
23
di reddito

10.000
BERLUSCONI

sorse nel 2010 a 15.000


20.000
ROMA Il taglio delle poltrone zione di consiglieri e assesso- enti tra 30.000 e i 250.000 abi- «sarebbero usate daa 28.000
15.001
27

Accade può attendere. Almeno fino al ri. La Carta aveva avuto il via tanti, con 4 assessori in meno. per ridurre le tas- 30.000

anchequesto 2011. Comuni e Province, per libera del Cdm il 19 novembre.


il momento, non vedranno ab-
Ma il dl di oggi congelerà tut-
to fino al 2011, facendo slitta-
se alle famiglie daa 55.000
con figli e al ce-
28.001
38 40.000
50.000
%
23 Fino ai
100.000
battersi la scure governativa su- DISSE: «TAGLIEREMO» re anche la soppressione del di- to medio a red-
60.000
gli organici di giunte e consi- «Taglieremo 50 mila poltrone», fensore civico e delle circoscri- dito medio-bas- daa 75.000
55.001
41
[ CASO MARRAZZO ] gli. La norma prevista in Finan- disse in quell’occasione Calde- zioni comunali. Novità in vista so». 70.000
ziaria è destinata infatti a subi- roli. Poi, durante i lavori della anche per le indennità dei con- Critico il Pd, che 80.000
La morte del pusher: re una frenata con un decreto Finanziaria, era stato lo stesso siglieri regionali: non potran- accusa la mag- oltre 75.000 43 90.000

s’indaga per omicidio che arriverà oggi al consiglio ministro dell’Economia, Tre- no superare quelle dei parla- gioranza di «fare lavoratori
*soglia di esenzione per i
dipendenti, che cambia %
100.000
dei ministri e che rinvia al pros- monti, ad annunciare l’inten- mentati. Un tetto che sarà de- propaganda. Bo- 7.500per gli altri contribuenti:
euro per i pensionati,
Sopra i
33 100.000
La Procura di Roma sospetta l’omicidio simo anno le "gran- zione di far conflui- finito dopo il primo rinnovo naiuti - dice - si 4.800 per gli autonomi
Cifre in Euro ANSA-CENTIMETRI

volontario dietro il decesso di Giangua- di manovre" per ren- re in Finanziaria del consiglio regionale succes- rimangia i tagli».
rino Cafasso, il pusher legato ad una dere più snelli e me- «una norma molto sivo all’entrata in vigore del de- La riduzione delle tasse «deve essere - afferma anche
trans, morto il 12 settembre dopo l’as- no costosi gli enti lo- I comuni forte» su questo te- creto. il segretario della Uil, Luigi Angeletti - un progetto da
sunzione di eroina. Fu lui una delle pri- cali. Il Pd replica: avrebbero ma. E così è stato. avviare nel 2010».
me persone a tentare di vendere il video ennesimo «bluff». perso un La manovra ha in ef- «ENNESIMO BLUFF» Richiesta che appunto difficilmente sarà soddisfatta:
con l’ex presidente della Regione Lazio, fetti recepito queste L’idea di uno stop era stata ne- non solo il taglio delle tasse è improbabile si realizzi
Piero Marrazzo, in compagnia di una LA «CARTA» quarto dei disposizioni, preve- gli ultimi giorni oggetto di un quest’anno, ma è anche in forse la possibilità che av-
trans. La sforbiciata agli consiglieri, le dendo per i comuni approfondimento da parte del- venga nel 2011, spiega Bonaiuti. D’altro canto, «anche
scranni degli ammi- Province il la riduzione di un lo stesso Calderoli. L’Upi a no- se ora si prevede una crescita dell’1,2-1,3% - dice il
[ MILANO ] nistratori era una quarto dei consiglie- me delle province aveva chie- Sottosegretario a Palazzo Chigi - abbiamo sempre qua-
delle misure su cui 20% ri e di un quinto de- sto, sotto finanziaria, di stral- si 5 punti da recuperare».
il ministro per la gli assessori mentre ciare i tagli. E l’idea di un rin- Quando però «la ripresa inizierà a soffiare - afferma il
Studentessa si lancia Semplificazione, Ro- per le province sa- vio non dispiacerebbe neppu- ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta - si
dal terzo piano: grave berto Calderoli, aveva puntato rebbe dovuta scattare un dimi- re all’Anci, che però aspetta di potrà attuare la riforma fiscale passando dalla tassazio-
negli ultimi mesi. Lo strumen- nuzione del 20% degli asses- vedere il testo del dl prima di ne sui redditi a quella sui consumi e realizzando così
Mattinata choccante al liceo scientifi- to legislativo in cui, in un pri- sori. Conti alla mano, guardan- commentare. Chi commenta, la rivoluzione liberale promessa nel 1994».
co Einstein di Milano: una studentessa mo tempo, sembrava dover do per esempio ai comuni, le invece, è il Pd, attraverso il re- Una rivoluzione che potrebbe invertire la tendenza che
di 16 anni, con i genitori del Banglade- prendere corpo è la cosiddetta grandi città con più di un mi- sponsabile Enti locali Davide negli ultimi tre anni vede crescere il peso delle impo-
sh, ha tentato di uccidersi lanciandosi Carta delle Autonomie, un di- lione di abitanti si sarebbero vi- Zoggia, che parla di «bluff» e ste sui redditi (come l’Irpef e l’Ires) rispetto a quello
dal terzo piano. È grave, ma salva. Igno- segno di legge contenente una ste decurtare ben 13 consiglie- di «ennesimo annuncio propa- delle tasse indirette, come l’Iva. Una inversione, viene
ti i motivi del gesto. rosa di misure per alleggerire ri: da 61 a 48. Se invece si par- gandistico da parte del gover- spiegato nella Relazione previsionale che c’è stata «a
l’architettura della politica lo- la di assessori, la riduzione no». partire dal 2007» e tra tre anni ci sarà un divario di 2,6
[ MILANO ] cale. Tra queste, anche la ridu- maggiore avrebbe riguardato gli punti di prodotto interno lordo.

Ennesimo scontro [ IMMIGRAZIONE/ IL CASO CALABRESE ]


fra tram: 10 i feriti
Dieci persone sono rimaste ferite in mo-
do lieve in seguito allo scontro fra due
«Aggressione agli islamici», l’Egitto accusa
tram avvenuto nel pomeriggio a piaz-
za Firenze, a Milano. Uno dei due mez- Frattini: nessun razzismo. E Bossi: loro fanno fuori i cristiani. Maroni difende l’azione della polizia
zi sarebbe deragliato per cause ancora
da accertare e ha investito l’altro. Le li- LOTTA AI CLAN ROMA Tracimano sul terreno far rispettare le leggi di fronte tiva al Senato l’azione del go-
nee interessate sono state la «14» e la diplomatico le polemiche sul- a «violenze inaccettabili», che verno negli scontri della citta-
«1». la guerriglia di Rosarno, con il nulla hanno a che fare con dina calabrese. Critica l’oppo-
Agenti ancora a Rosarno ministero degli Esteri egiziano «motivazioni religiose» o etni- sizione.
[TERREMOTI ] Ma per arrestare i boss che ha usato ieri parole inso- che. Nessun razzismo quindi,
litamente ruvide ha assicurato il tito-
«Lo Stato in Calabria c’è, l’in-
tervento delle forze dell’ordi-
ROSARNO - Nei giorni della cacciata degli contro l’Italia per lare della Farnesina. ne a Rosarno è stato tempesti-
Marche e L’Aquila: extracomunitari da Rosarno, nella cittadi- condannare «le vio- Mentre ad alzare i to- vo ed ha evitato fatti più gravi;
scosse a ripetizione na calabrese non si allenta la morsa della lenze» e «la campa- ni dello scontro è sta- ora si monitorano situazione
’ndrangheta. E ieri un’operazione della Mo- gna di aggressione» to in serata il leader analoghe in Campania e Puglia
Una scossa di terremoto del quarto gra- bile di Reggio Calabria ha portato a 17 ordi- contro «le minoran- della Lega Umberto per evitare che degenerino».
do Richter è stata avvertita ieri mattina nanze di custodia cautelare contro presun- ze arabe e musulma- Bossi: le proteste egi- Il ministro ha ricostruito i di-
in tutte le Marche. Da Ancona ad Asco- ti membri del clan Bellocco egemone nel ne» e chiedere al ziane? «Guardate sordini scoppiati venerdì scor-
li Piceno. Tanta la paura ma pochi dan- territorio della piana di Gioia Tauro. Seque- governo di Roma di Roberto Maroni come trattano i cri- so dopo il ferimento di un cit-
ni. Lo scisma sismico è continuato per strati anche beni per alcune centinaia di mi- tutelare gli immigra- stiani loro. Li fanno tadino del Togo con un proiet-
tutto il pomeriggio. Nel pomeriggio una gliaia di euro. ti. fuori tutti», ha detto tile sparato da un’arma ad aria
scossa di terremoto di forte intensità L’operazione prende spunto da un’indagine Accuse alle quali il ministro il ministro delle Riforme, rife- compressa. La magistratura sta
è stata registrata all’Aquila. La scossa che nel luglio scorso aveva portato all’ese- degli Esteri Franco Frattini, in rendosi alla strage di copti in valutando il ruolo della ’ndran-
è stata avvertita dalla popolazione, in cuzione di alcuni fermi nei confronti di affi- missione in Africa, ha scelto Egitto del 6 gennaio scorso. gheta mentre non sembrano es-
diverse zone del capoluogo, nelle fra- liati alla ’ndrangheta che avevano realizza- di replicare in maniera molto Intanto ieri in Senato il mini- serci collegamenti con la bom-
zioni e Comuni limitrofi. to una base operativa criminale in Emilia. soft, ricordando che nel paesi- stro dell’Interno Roberto Ma- ba alla procura di Reggio Ca-
no calabrese ci si è limitati a roni ha difeso in un’informa- labria.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[ATTUALITA’ 5 ]
La nuova Torino-Lione
Giaglione Sant'Ambrogio
di Torino
[la storia ]
FRANCIA Venaus San Giorio ITALIA
Segregato a soli sei anni
di Susa Chiusa di
Susa* Settimo
LIONE San Michele
Torinese
Bussoleno Buttigliera Collegno
Alta Basse

Bardonecchia Rosta
di Stura
Venaria MILANO Il carceriere un coetaneo
Chiomonte

Mattie
Rivoli
che lo picchiava a sangue
Il corridoio concordato dove correrà Vaie
TORINO
la ferrovia ad alta velocità/capacità ROMA Strappato dalle braccia della madre in Romania, affi-
(percorso da definire) Villarfocchiardo
dato prima ad una nonna che non lo accudiva, poi portato
I 91 sondaggi geognostici da effettuare
(in grassetto quelli avviati ieri) Giaveno in Italia e segregato in un appartamento nei pressi di Latina,
Indagini geognostiche esistenti
Trana dove il custode-carceriere, un bambino di soli due anni più
Villarbasse Grugliasco grande di lui, figlio della convivente del padre, donna violen-
Linea storica Progetto Av originario
*ieri i "no Tav" hanno impedito Orbassano ta e assetata di denaro, lo picchiava con le cinghie dei panta-
Progetto Av alternativo l'avvio dei lavori all'autoporto Rivalta ANSA-CENTIMETRI loni o gli sbatteva la testa al muro.
Ha vissuto così i suoi primi sei anni, protagonista involontario
di una storia agghiacciante, il figlio di una donna romena di
[ LO SCONTRO SULLA TORINO-LIONE ] 32 anni, costretta a venire in Italia sulle orme del figlio rapi-
to, e a pagare tra gli 800 e i mille euro per vederlo. Fino al 28

Il primo giorno vincono tutti:


aprile scorso, quando gli agenti della polizia municipale di Ro-
ma hanno suonato alla porta della sua abitazione-prigione,
a Sonnino, in provincia di Latina, rintracciata grazie all’atten-
zione e alla collaborazione della preside della scuola elemen-

via ai sondaggi e No Tav fermi


tare che il bambino frequentava insieme al suo aguzzino. Una
casa dalla quale il bambino usciva ogni mattina per andare
a scuola, sorvegliato dal coetaneo perché padre e convivente
li avevano lasciati per tornare in Romania. Per amico un ca-
gnolino e per pranzo e cena il cibo consegnato da una rome-
Nessun incidente per l’avvio ai rilievi tecnici a Torino. Ma a Susa è blocco na diffidata dall’accudire entrambi. E il piccolo carceriere che
lo picchiava dicendogli che lui era «lo chef dei mostri» e che
TORINO Si comincia da tre. E VIP & PRIVACY se non faceva come diceva lui gli avrebbe «inviato dei mostri».
in una giornata che per la vicen- Un incubo finito definitivamente ieri con l’arresto del padre,
da della Torino-Lione si prean- un romeno di 35 anni, già condannato lo scorso anno e lati-
nunciava tesa e che tutto som-
mato si è risolta in modo tran-
Foto a Clooney in casa? Non si può tante tra l’Italia e la Romania in questi mesi, in un casale nel
quartiere Cinecittà di Roma dal quale ancora minacciava la
quillo, quel numero e le sue con- ROMA - Non si possono scattare e diffon- cinta che impediscono ai passanti la vista. madre di suo figlio pretendendo denaro. Da ieri anche la vita
dizioni di realizzazione vanno dere fotografie, anche di personaggi famo- Dagli accertamenti del Garante è emerso di questa madre può cambiare. «In Romania, che è la mia ter-
bene a tutti. Tre sono i sondag- si, violando la riservatezza di dimore priva- che tali immagini sono state raccolte con ra, nessuno mi ha aiutato, nè il tribunale, nè l’avvocato. In Ita-
gi avviati ieri senza incidenti e i te protette alla vista esterna. Nessun pro- espedienti, come quello di aprire dei var- lia ho trovato chi mi ha ascoltato e mi ha sostenuto» spiega
responsabili dell’ordine pubbli- blema, invece, riguardo a foto scattate in chi nella siepe, violando così la ragione- senza riuscire a trattenere le lacrime.
co, le forze politiche, e il com- luoghi visibili al pubblico. vole aspettativa di intimità e riservatezza «Ho ancora paura, non voglio perdere ancora mio figlio», rac-
missario dell’Osservatorio Tec- Lo ha stabilito il Garante rispondendo alla creata dalla barriera visiva posta a prote- conta preoccupata nonostante le assicurazioni dell’agente che
nico si dichiarano soddisfatti. segnalazione dell’attore George Clooney zione della dimora privata. «Le modalità con gli ha ridato suo figlio e l’ha tenuta sotto protezione in questi
Ma altrettanto dicono i No Tav, che lamentava la pubblicazione, da parte cui sono state acquisite queste immagini - mesi di latitanza del marito. E anche il figlio ha paura.
che dopo tre giorni di presidio di alcune testate giornalistiche, di imma- ha sottolineato l’Autorità - contrastano con «Se sente nominare il padre ha paura, così come si terrorizza
al gelo di Susa hanno ribadito il gini che lo ritraevano con alcuni ospiti al- quelle garanzie di trasparenza e di corret- se sente il nome del bambino che lo picchiava con la cinghia,
«no pasaran» alle trivelle e alle l’interno del parco della sua villa. tezza che devono caratterizzare la raccol- gli sbatteva la testa contro il muro». Ora questo figlio fa pro-
forze dell’ordine destinate a scor- Alcune fotografie oggetto della segnalazio- ta di dati personali a cui si devono attene- getti insieme alla madre. «Da grande voglio fare l’avvocato o
tarle che, come annunciato, han- ne mostrano persone che si trovavano al- re i giornalisti nell’esercizio della loro at- il poliziotto così aiuto le persone».
no deciso di evitare lo scontro. l’interno del giardino della villa, in zone cir- tività, indipendentemente dalla notorietà Diana A. Formaggio
E comunque il ministro delle In- condate da un’alta siepe o da un muro di dei personaggi coinvolti».
frastrutture Altero Matteoli invi-
ta a non fermarsi di fronte alla
protesta. «La cosa importante era
che oggi partissero i sondaggi» PADOVA
ha commentato il commissario
Mario Virano. Gli impianti di
perforazione sono entrati in azio-
Troppe auto?
ne a Torino, nell’area della di-
scarica Basse di Stura, a Colle-
Scegli la via
gno, accanto alla stazione fer-
roviaria e nell’interporto di Or-
lenta o rock
bassano. «Non siamo incaponi- PADOVA - La "fantasia
ti su un sito», ha aggiunto Vira- al potere": il Comune di
no alzando il sipario sulla stra- Padova lancia i cartelli
tegia di questi giorni, impronta- stradali "creativi" che
ta come ha sottolineato il prefet- consentono agli auto-
to di Torino, Paolo Padoin, al mobilisti di scegliere fra
"buon senso" e quindi alla pro- due alternative: percor-
babile rinuncia a prove di forza: so lento o rock? L’idea
«Se tengono il sito lì - ha spiega- di usare il famoso "tor-
to Virano riferendosi al presidio mentone" di Adriano Ce-
dell’autoporto di Susa, dove ci lentano è venuta al vi-
sono costantemente decine di cesindaco e assessore
giovani dei centri sociali assie- alla Mobilità Ivo Rossi,
me ad altrettanti valligiani - con- che l’ha messa in prati-
tinuiamo a considerarlo un sito ca facendo collocare
plausibile, ma continueremo con lungo la tangenziale una
altri». serie di segnali strada-
Dei 91 sondaggi previsti sul trac- li innovativi: «Ti muovi
ciato della linea Torino-Lione Vi- in auto? Scegli il rock
rano ritiene credibile realizzar- arrivi prima», consiglia
ne una quindicina entro la fine il cartello, indicando
del mese: «Andiamo avanti a con due frecce l’alter-
moduli di sei». nativa fra il percorso
La giornata si era aperta all’al- lento e quello rock.
ba con un breve incontro tra No Ma la fantasia dell’as-
Tav e forze dell’ordine al presi- sessore non si è esauri-
dio di Susa. «Di qui non ce ne ta qui: ad alcune centi-
andiamo», ha replicato Alberto naia di metri dallo svin-
Perino, leader del movimento. E colo autostradale per
il dietrofront degli interlocutori Padova Est un cartello
è stato subito interpretato come indica che andando drit-
una vittoria. Poi una cinquanti- ti si arriva Castelfranco
na di militanti, soprattutto dei Veneto, a destra a Ber-
centri sociali, ha sfilato per le vie lino (1.105 km), Barcel-
del capoluogo della Valle contro lona (1.203 km), Londra
il sindaco Gemma Amprino (1.450 km), Trapani (1.499
«rea» di aver concesso l’uso del km) e Pechino (11.650
proprio territorio per gli scavi e km).
del perché sia una « Sì Tav».
[6 ATTUALITA’ ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

VERSO IL VOTO [ FACCIA A FACCIA ]

Pd: Bonino ok,in bilico 5 regioni.PdLal bivio in Puglia e Campania Fini difende
ROMA - Il nodo regionali agita ancora i Poli. Il Pd ha scelto di attendere
fino a sabato, in occasione dell’assemblea laziale degli iscritti, per indica-
dato in Campania ed in Puglia. Intanto la trattativa va avanti con i tre coor-
dinatori del partito impegnati a trovare una soluzione. Per quanto riguar-
il Parlamento,
re Emma Bonino come candidata ufficiale contro Renata Polverini. Resta
il nodo Puglia, dove Nichi Vendola non ha intenzione di fare passi indietro,
per passare per l’Umbria, il Veneto e la Campania. In Calabria poi, dove si
da la regione partenopea infatti ci sarebbe il via libera ufficiale alla corsa
dell’ex ministro Stefano Caldoro.
Una candidatura che incontrerebbe anche il favore dell’Udc. A complica-
oggi summit
dovrebbero tenere le primarie il 17 gennaio, si è riaperto il confronto con
l’Udc. Ma in tutte è in bilico la costruzione di un accordo largo con l’Udc.
re la situazione però è al momento l’indisponibilità di Nicola Cosentino,
sottosegretario all’Economia e candidato in pectore per la maggioranza, a
con il Cavaliere
Mentre nel centrodestra toccherà a Silvio Berlusconi dire la parola defini- fare passi indietro nonostante una parte del PdL, a iniziare dal presidente
tiva per chiudere la lista di candidature. La questione sarà affrontata nel della Camera Gianfranco Fini, abbia più volte espresso perplessità su una ROMA Ad un mese di distanza dall’abbrac-
corso del prossimo ufficio di presidenza del PdL di domani. sua eventuale corsa in Campania. Situazione complicata anche in Puglia cio al San Raffaele di Milano, dove il pre-
Due i nodi che il premier dovrà sciogliere riguardano la scelta del candi- dove la rosa dei candidati è ancora più ampia. mier era ricoverato dopo l’aggressione in
piazza Duomo, Silvio Berlusconi e Gian-
franco Fini dovrebbero incontrarsi di nuo-
vo domani a colazione. Il condizionale è
[ LA RIFORMA ] d’obbligo, perché se il chiarimento tra di
due co-fondatori del PdL pare ormai ai fi-

C’è pure la norma sospendi-processi


niani ineludibile, ancora lunedì il Cavalie-
re ha provato a gettare acqua sul fuoco di-
cendo che con Fini non c’è nulla da dover
chiarire. Invece, le tensioni tra i due sono

Scoppia la bagarre sulla giustizia


state innumerevoli, dal congresso fondati-
vo del PdL nel marzo scorso. L’ultimissima
è di ieri, sul delicatissimo tema della giu-
stizia e delle leggi che il premier definisce
«non ad personam, ma ad libertatem». Al
I casi Mills e Mediaset slitterebbero di tre mesi: l’opposizione grida allo scandalo mattino, il presidente della Camera era di
nuovo sul piede di guerra, la tensione tor-
ROMA La maggioranza rincara la dose sul fronte giu- nava altissima e il rendez-vous tra i due co-
stizia: oltre al disegno di legge sul processo breve e al fondatori improbabile per la decisione del
testo sul legittimo impedimento mette in campo un premier di presentare domani in cdm un
altro provvedimento, un decreto legge "sospendi pro- decreto ad hoc "sospendi-processi". Fini era
cessi" che, secondo quanto ipotizza l’opposizione, pun- informato della possibilità di arrivare ad
terebbe a sospendere i processi Mills e Mediaset per al- una norma per fermare i procedimenti per
meno 90 giorni. tre mesi. Una norma che riguarderebbe il
premier, tanto nel processo Mills che nel
LA SENTENZA processo Mediaset.
La norma, che domani verrà esaminata sotto forma di Ma il sottosegretario alla Presidenza del
dl dal Consiglio dei ministri, riprende in realtà una sen- Consiglio Gianni Letta sarebbe salito al Col-
tenza della Corte Costituzionale: la n.333 del 14 dicem- le in tarda mattinata con un testo diverso
bre scorso che dà la possibilità all’imputato, oggetto di Come cambia il testo da quello di cui l’inquilino di Montecitorio
nuove contestazioni da parte del Pm durante il proces- Le modifiche al ddl sul processo breve introdotte era stato messo a conoscenza. Al telefono
so (come è successo durante i processi Mills e Media- dal maxi-emendamento presentato da Giuseppe Valentino (Pdl) col Quirinale, Fini aveva dovuto registra-
set) di veder congelato il suo procedimento di almeno re un forte disappunto, manifestando a sua
90 giorni. Tempo durante il quale dovrà decidere se op- I NUOVI TEMPI PREVISTI volta stupore e irritazione. Al punto da met-
tare o meno per il giudizio abbreviato. Se la sentenza non è emessa nei tempi previsti tere in discussione l’opportunità di incon-
La decisione, annunciata ieri dal presidente del Con- per ogni grado di giudizio, il processo penale è estinto trarsi con il premier nei prossimi giorni.
siglio nel vertice di maggioranza dedicato in gran parte Per reati con pene inferiori ai 10 anni Con il passare delle ore, la terza carica del-
ai temi della giustizia, sarebbe stata comunicata oggi I GRADO APPELLO CASSAZIONE
lo Stato avrebbe preferito ritagliare per sé
al Quirinale. Il sottosegretario alla presidenza del Con- un ruolo di "mediazione" tra il Colle e Pa-
siglio Gianni Letta sarebbe salito ieri mattina al Colle lazzo Chigi, facendosi interprete delle ra-
per illustrare una bozza 3 ANNI 2 ANNI 1 ANNO E 6 MESI
gioni del capo dello Stato con il Guardasi-
di testo. L’ANNUNCIO gilli Alfano e richiamando lo stesso premier
Per reati con pene pari o superiori ai 10 anni ad una maggior aderenza del decreto, che
Il PdL
tira in ballo una
DUBBI AL COLLE
Il Quirinale, che ha esa-
Gelmini sposa I GRADO APPELLO CASSAZIONE oggi arriverà in Consiglio dei ministri. Nel
frattempo, le diplomazie lavoravano per
sentenza della minato con attenzione la
sentenza della Consulta,
immobiliarista 4 ANNI 2 ANNI 1 ANNO E 6 MESI
mettere nero su bianco nell’agenda dei due
co-fondatori l’incontro di giovedì, nel qua-
cassazione per si dispone, secondo bergamasco Per reati gravissimi quali mafia, terrorismo, eversione... le Fini intende mettere in chiaro diverse
proporre nuovi quanto si apprende, a va- I GRADO APPELLO CASSAZIONE questioni.
escamotage per lutare la proposta prean- BRESCIA - Il ministro dell’I- Ieri intanto, il presidente della Camera ha
nunciata dal governo e a struzione Mariastella Gelmi- trovato il modo di ribadire anche al premier
rinviare ancora verificare, una volta ap- ni si sposerà presto a Sirmio- 5 ANNI 3 ANNI 2 ANNI ciò che pensa dell’equilibrio dei poteri: la
i procedimenti provato il decreto, che ri- ne. Ieri sono state affisse al Prorogabili fino a un terzo se il processo è complesso legittimazione democratica a governare
sulti di stretta aderenza al Comune di Bergamo le pub- o c'è un numero elevato di imputati «non scaturisce solo dalle urne», ma «è un
che potrebbero
dispositivo formulato dal- blicazioni del matrimonio del dato che si rafforza giorno dopo giorno» ri-
minacciare la Consulta. ministro con l’immobiliarista LA NORMA TRANSITORIA spondendo ai bisogni concreti ed ai proble-
il premier Al presidente della Ca- bergamasco Giorgio Patelli, L'estintizione si applica da subito per i processi penali mi che si impongono. E in questo proces-
mera Gianfranco Fini sa- 52 anni. Non è indicata la da- di primo grado in corso, relativi a reati commessi prima so, il ruolo del Parlamento «principale se-
rebbe toccato il ruolo di ta della cerimonia. del maggio 2006 e con pene inferiori a 10 anni de del confronto», è centrale e non deve es-
mediazione tra governo e Quirinale. ANSA-CENTIMETRI sere soffocato dall’esecutivo.
E alla fine di una complessa triangolazione, il risultato
sarebbe stato quello di portare nel decreto il testo del-
la sentenza della Corte Costituzionale redatta dal con- [ INCHIESTA MONTECITY ]
siglieri Giuseppe Frigo il più fedelmente possibile. «Sia-
mo obbligati ad intervenire», ha tagliato corto il sotto-
segretario alla Giustizia Giacomo Caliendo. «È una nor-
ma di civiltà» osserva il ministro della Difesa Ignazio
Lady Abelli patteggia: 2 anni e 1,2 milioni
La Russa.
Rosanna Gariboldi, accusata di riciclaggio, stavolta ha convinto l’accusa e lascia il carcere
LE POLEMICHE
La notizia, anticipata ieri da alcuni giornali e conferma- SOVRAFFOLLAMENTO MILANO Rosanna Gariboldi, moglie del depu- gelo spiegava che l’accordo raggiunto con l’ac-
ta nel pomeriggio all’Ansa, fa scoppiare la polemica, tato e vicecoordinatore nazionale del PdL Gian- cusa non era ancora ritenuto congruo e che ri-
con l’Associazione nazionale magistrati all’attacco e la carlo Abelli, potrà dire di aver trovato alla fi- manevano inalterati i pericoli di inquinamen-
bagarre nell’Aula del Senato, impegnata ad esaminare Carceri,oggi scatta ne il classico giudice a Berlino. La signora, ac- to delle prove e di reiterazione del reato di ri-
il ddl sul processo breve, il cui testo lunedì era stato
completamente riscritto dal maxi-emendamento pre- lo stato d’emergenza cusata di riciclaggio nell’ambito dell’inchie- ciclaggio, legato alle operazioni finanziarie ese-
sta su Montecity Santa Giulia, arrestata il 20 ot- guite insieme a Giuseppe Grossi, il «re» delle
sentato dal relatore Giuseppe Valentino. ROMA - Il ministro della Giustizia, tobre scorso ha avuto il «sì» del gip bonifiche, il protagonista principale
Il presidente dei senatori del Pd Anna Finocchiaro chie- Angelino Alfano, porterà oggi in Anna Maria Zamagni sul patteggia- dell’inchiesta.
de di sospendere la seduta per convocare il suo gruppo Consiglio dei ministri il più volte an- mento frutto dell’accordo raggiunto «Sì» al patteggiamento anche per
alla luce del nuovo «colpo di scena». Ma il presidente nunciato piano carceri che «par- con i pubblici ministeri: due anni di un’altra imputata, Maria Ruggiero, ex
di Palazzo Madama Renato Schifani si oppone, soste- tendo dalla dichiarazione dello sta- reclusione, restituendo 1,2 milioni segretaria di Grossi: un anno e nove
nendo che non intende farsi «condizionare da un’agen- to di emergenza», conterrà «tre pi- di euro provenienti da una banca di mesi di reclusione è la pena concor-
zia di stampa». Poco prima il Pd aveva chiesto di far tor- lastri» per risolvere la situazione di Montecarlo. «Ho trovato più umanità data con l’accusa e che il gip Zama-
nare il ddl sul processo breve in commissione visto che sovraffollamento: edilizia peniten- in carcere che fuori» sono le uniche gni ha vidimato. La donna restitui-
si era in presenza di «un testo completamente diverso ziaria (la capienza delle carceri ar- parole che Gariboldi, ex assessore Rosanna Gariboldi sce tutto quello che il datore di la-
da quello esaminato sinora». Alla fine, dopo un movi- riverà a 80 mila posti contro gli at- provinciale a Pavia, regala alle tele- voro le aveva regalato, 4 milioni e
mentato dibattito, Schifani aggiorna la seduta a oggi do- tuali 63 mila), pene alternative al camere sull’uscio di San Vittore, do- mezzo di euro, un appartamento
po aver convocato per le 9 la riunione dei capigruppo. carcere e un aumento di organico po 81 giorni. Insomma, è andata diversamente per un valore di un milione e mezzo, più un’al-
Intanto la commissione Giustizia ha concluso a tempo di oltre duemila unità della polizia che il 22 dicembre scorso, quando un altro gip, tra provvista di circa 600 mila euro e un’auto
record l’esame dei 168 emendamenti presentati al testo penitenziaria. Attualmente la situa- Fabrizio D’Arcangelo, aveva detto di «no» alla tipo Smart. Restano detenuti Paolo Titta e Ce-
sul legittimo impedimento. Votazione cominciata e con- zione nelle carceri è al limite. scarcerazione nonostante il parere favorevole sarina Feruzzi, amministratori delle società di
clusa in serata. dei pm Laura Pedio e Gaetano Ruta. D’Arcan- Grossi e lo stesso «re» delle bonifiche.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
7

leopinioni
[ AMBIENTE ] [ LA VIGNETTA ]
No Tav, a volte
tornano (o quasi)
ROBERTO LINETTI

A
volte ritornano. O quasi. Un gruppo
di manifestanti appartenenti ai comi-
tati No Tav ha impedito, ieri a Susa,
che i tecnici addetti effettuassero son-
daggi del terreno in vista della realiz-
zazione del tratto ferroviario ad alta velocità To-
rino-Lione. I tecnici addetti, allora, si sono sposta-
ti in un altro comune dove hanno potuto effet-
tuare, del tutto indisturbati, i sondaggi di cui so-
pra.
Questa situazione, senza dubbio paradossale, de-
nuncia che, con ogni probabilità, il movimento No
Tav ha perso un bel po’ della sua forza e che, per
prosperare, ha bisogno soprattutto di riflettori. Al-
l’ombra delle telecamere spente, si affloscia come
un fiorellino senz’acqua. In trincea, a quanto pa-
re, restano solo i duri e puri del "no" sempre e co-
munque. Bisognerà, però, che il mondo vada avan-
ti anche senza di loro.
Più che altro, questa involuzione del movimento
No Tav fa riflettere sulla natura mediatica di cer-
te aggregazioni di opposizione ambientalista. Le
quali, vorremmo sbagliarci, sembrano un po’ ca-
valcare le mode e accorrono là dove sono certe di
finire nei giornali e di occupare un congruo spa- [ IL CASO MANTOVA ]
zio nell’edizione principale del telegiornale. Altri-
menti, che gusto c’è?
L’ambiente avrebbe bisogno di altro. Di "sentinel-
le" meno attente alla pubblicità e più disposte a un
Il presidente paga i calciatori, non gli operai
lavoro, quotidiano e paziente, di controllo e di im- ALBERTO GALIMBERTI cumulato 350 milioni di debiti e svariati punti di doman-
pegno. E’ così che incominciano le vere battaglie da ne accompagnano le prospettive future.

C
per il benessere del pianeta. osa penseremmo se alla nostra città capitasse I lavoratori attendono una risposta al più presto e invoca-
quello che in modo surreale sta investendo la no il commissariamento dell’azienda dato che il piano in-
città di Mantova e la sua squadra di pallone? dustriale del presidente Lori tarda ad arrivare sul tavolo
Il patron dell’associazione calcio Mantova, il del Ministero dello sviluppo.
[ IL CASO ] giovane imprenditore Fabrizio Lori, ha paga- Emerge un quadro complicato e la coperta della liqui-
to ai propri tesserati tre mesi di stipendi arretrati: luglio, dità è troppo corta perché copra due aziende in crisi.

Le cose (del) turche agosto e settembre. Saldando i debiti ai giocatori, Lori


ha sventato il pericolo che alla società di calcio venisse
inflitta una penalizzazione in classifica.
Per inciso tutte le famiglie, sia quelle dei calciatori sia
quelle degli operai, sono degne di rispetto e meritano una
protezione economica ma la vicenda rischia di assumere
della giustizia Il regolamento della Federazione Giuoco Calcio Italiana
prevede, infatti, la perdita di punti e di posizioni nel cam-
pionato cadetto, condizioni che il Mantova penultimo e
contorni grotteschi se non altro per il diverso peso spe-
cifico delle remunerazioni: un calciatore professionista,
non esattamente l’ultimo della fila per quanto concerne
PAOLO PANZEROTTI in odore di retrocessione non può decisamente permetter- l’ammontare retributivo, risulta essere più tutelato di un
si. normale dipendente.

C
o se turche, anzi del turche. Nel decen- Lori ha salvato la squadra, ma non riesce a impedire l’im- In attesa di nuovi sviluppi, tra potenziali finanziamenti
nale della scomparsa di Craxi non si minente affondamento della Nuova Pansac (azienda di fa- pubblici alla Nuova Pansac e la partite del sabato pome-
fa altro che dibattere e dibattersi sulla miglia ereditata dal padre) e dei suoi dipendenti restati riggio del Mantova calcio, ci auguriamo solo di non ri-
riabilitazione postuma di Bettino. C’è senza tredicesima. petere in piccolo l’operazione Schumacher-operai Merce-
chi propone di dedicargli una via, una Questa industria specializzata nella produzione di pelli- des, valsa un contratto faraonico al campione sportivo e
piazza, un giardino, una statua. C’è chi si oppone cole plastiche con circa 950 dipendenti (di cui 115 in cas- la delocalizzazione della produzione con conseguente
strenuamente continuando a considerare il segre- sa integrazione) che opera tra Venezia e Mantova, ha ac- licenziamento dei secondi.
tario di lungo corso del Psi come lui aveva defi-
nito Mario Chiesa, primo arrestato di Tangento-
poli. C’è chi si batte il petto intonando il mea cul-
pa per non aver capito il tempo la modernità del-
le riforme che aveva in mente Craxi. Nel frattem-
po c’è un post socialista ancora non passato a mi- [dalla prima pagina ]
glior vita che sarebbe giusto riabilitare. Ricordate
il caso di Ottaviano Del Turco? Ex sindacalista
della Cgil è stato il presidente di centrosinistra Il contribuente Achille... me idea. Guarda che combinazione, poi: nella Finanziaria è pre-
vista una riduzione dei componenti delle giunte e dei consigli
dell’Abruzzo fino al giorno in cui è finito in gale- di comuni, province e regioni. Vabbeh, non sarà sufficiente ma
ra in seguito ad accuse di tangenti nella sanità. (...) che ieri (giorno alterno, appunto, rispetto a quello dell’an- forse può essere un primo passo per smentire quel pessimi-
Del Turco si è dovuto dimettere, la Regione è an- nuncio del capo) ha confessato che non solo di tagliare le tas- stone di Bonaiuti.
data alle urne e ha vinto il centrodestra. Ora, do- se nel 2010 non se ne parla proprio, ma sarà addirittura diffici- Invece, ha ragione lui (con la «l» minuscola), il portavoce. Per-
po il soliti tempi biblici di queste inchieste, si sco- le riuscirci anche l’anno successivo. Allora al contribuente Achil- ché proprio oggi, neanche a farlo apposta, al consiglio dei mi-
pre che, almeno secondo i magistrati, Del Turco le non resta che mettersi in pista per tentare di raggiungere la nistri, sarà presentato un decreto che rinvia al 2011, il taglio del-
non c’entrava nulla: arrivederci, è stato bello e gra- tartaruga. le poltrone: un altro anno regalato, tanti auguri casta. E l’op-
zie lo stesso. Del resto ridurre le tasse non è facile, non è come togliere un posizione? Uno si aspetta barricate, girotondi, Bersani aggron-
Almeno qualcuno rifletta e spenda una parola per dente che al limite puoi anche lasciare il buco. Perché, ci spie- dati, Casini salmodianti, Di Pietri arruffati. Invece silenzio, per-
lui. Tra l’altro Del Turco fu uno dei successori pro- gano gli economisti di governo ma anche quelli di lotta che, una ché gli scranni graziati mica sono solo quelli del centrodestra.
prio di Craxi quando quest’ultimo, bombardato volta tanto, concordano, il gettito, cioè la cifra che arriva nelle Corri, contribuente Achille, che intanto la tartaruga fa un altro
dagli avvisi di garanzia, lasciò la guida del Psi. La casse dello Stato, deve rimanere inalterato. balzo avanti. E quando la acchiappi? Capito perché non si pos-
sua vicenda ci insegna, se non altro, che Berlu- E visto che tra la realtà e la promessa di Berlusconi ballano una sono ridurre le tasse? Colpa di Zenone e della filosofia greca.
sconi sbaglia quando si ritiene l’unico persegui- ventina di miliardi, ecco che, per venirne fuori, bisognerebbe Perché lo sanno tutti come va a finire il paradosso: Achille non
tato dalla magistratura. dare una draconiana sforbiciata alle spese pubbliche. Come? la piglia mai la tartaruga.
Magari eliminando qualche poltrona superflua. Mica male co- Francesco Angelini

Direttore responsabile: 21 - Tel. 0341.357.411 - Fax 0341.368.547 SONDRIO - Via N. Sauro, 13 - Tel. 0342.535.511 - Fax Lecco e Sondrio: sportello 9-12.30 e 14.00-18 - Agenzia di Varese: sportello 9-21.00; sabato 9-
GIORGIO GANDOLA 0342.535.553 VARESE - Via Carrobbio, 1 - Tel. 0332.836.611 - Fax 0332.836688 CANTU’ - Via 12.30 - Agenzia di Cantù: sportello 9-12.30 e 15.-17.30; sabato: 9-12 -
E. Brambilla, 14 - Tel. 031.704.180 - Fax 031.715.727 E-MAIL: laprovincia@laprovincia.it SERVIZIO TELEFONICO NECROLOGIE: lunedì-venerdì 8.30-12.30 14.30-21.30; sabato 8.30-
Vicedirettore: BRUNO PROFAZIO (operativo)
ABBONAMENTI Orario sportello Como, via P. Paoli, 21, dal lunedì al venerdì: 9-12.30 / 15-18.Telefo- 12.30; 17.30-21.30, domenica e festivi 17-21.30 - Como: tel. 031.582.222 - fax 031.582.233 -
Responsabili di edizione: VITTORIO COLOMBO (Varese); PIERLUIGI COMERIO (vicedirettore -
Sondrio), ERNESTO GALIGANI (Lecco). no 031.582.333 - Fax 031.505.003. Abbonamenti Italia (consegna mezzo Posta) - Annuale 7 numeri Lecco: tel. 0341.357.401 - fax 0341.364.339 - Sondrio: tel. 0342.200.382 - fax 0342.573.063; fax
€ 265,00 Annuale 6 numeri (a scelta senza domenica o senza lunedì) € 240,00 - Semestrale 7 031.582.233 - Varese: tel. 0332.836.666 - fax 0332.836.683
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Presidente: Massimo Caspani; Vicepresidente: Emilio numeri € 147,00 - Semestrale 6 numeri € 128,00 - Trimestrale 7 numeri € 78,00 - Trimestrale 6 Per la pubblicità nazionale: OPQ S.r.l. via G.B. Pirelli, 30 - 20124 Milano - Tel. 02.66.99.25.11 - Fax
Zanetti; Consigliere delegato: Massimo Cincera; Consiglieri: Lucio Carminati, Antonio Colombo, numeri € 69,00 - C.C.P. 297226 - Canton Ticino Fr.sv 3,00 - Arretrati Italia: prezzo doppio 02.66.99.25.20 - 02.66.99.25.30
Maurizio Crippa, Paolo De Santis, Piero Fiocchi, Luciano Guggiari, Leo Miglio, Emilio Moreschi, Giu-
lia Pusterla, Renato Sozzani. PUBBLICITÀ: LA PROVINCIA ESSEPIEMME PUBBLICITÀ - Ag. di COMO: Via P. Paoli, 21 - Tel. Privacy: Il responsabile per il trattamento dei dati raccolti in banche dati di uso redazionale è il
031.582.211 - Ag. di LECCO: Via Raffaello, 21 - Tel.0341.357.400 - Ag. di CANTU’: Via Ettore Bram- Direttore Responsabile Giorgio Gandola. Per l’esercizio dei diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs.
LA PROVINCIA S.p.A. Editoriale Via P. Paoli, 21 - 22100 Como - Tel. 031.582.311 - Fax billa, 14 - Tel. 031.716.924 - Ag. di SONDRIO: Via Nazario Sauro, 13 - Tel. 0342.200.380 Ag. di
031.505.003 196/2003 privacy@laprovincia.it - fax 031.507.985
VARESE: Via Carrobbio, 1 - Tel. 0332.239.855
CENTRO STAMPA - CSQ Via dell’Industria, 6 Erbusco (BS) IL GIORNALE SI RISERVA DI RIFIUTARE QUALSIASI INSERZIONE REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI COMO N° 3/49 DEL 2-2-1949 - Certificato ADS n° 6.660 del
REDAZIONI - COMO - Via P. Paoli, 21 - Tel. 031.582.311 - Fax 031.505.003 LECCO - Via Raffaello, ORARI - Agenzia di Como: sportello 8.30-12.30 e 14.30-18.30; sabato: 8.30-12.30 - Agenzie di 01-12-2009 - La tiratura di martedì 12 gennaio 2010 è stata di 48.677 copie
▲ 8
L’ECONOMIA
Pensioni al record un modesto +1,8% in termini nominali (-
1,0% in termini reali), a fronte di un
Il rapporto tra spesa pensionistica e Pil aumento della spesa per pensioni del
nel 2008 a causa della crisi ha raggiunto 4%. Di conseguenza, il rapporto tra
il livello più elevato in assoluto e ha spesa pensionistica e Pil è salito a
superato per la prima volta il valore del 13,84%, raggiungendo così il livello più
1997, salendo al 13,84%. In particolare, la elevato in assoluto e superando per la
crescita economica ha fatto registrare prima volta il valore segnato nel 1997».
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010

Ftse Mib 23.583,35 -0,80 % Bot a 12 mesi 103,09 +0,23 % 1 euro 1,4481 Dollari Parigi -1,06 % N.Y. Dow Jones -0,34 %
Ftse Italia All Share 23.993,27 -0,82 % Bot a 6 mesi 102,74 +0,04 % 1 euro 132,41 Yen Francoforte -1,61 % N.Y. Nasdaq -1,30 %
Ftse Italia Star 11.269,00 -0,66 % Bot a 3 mesi 104,59 +0,08 % 1 euro 0,89720 Sterline Zurigo -0,76 % Tokyo +0,75 %
Ftse Italia Mid Cap 25.290,20 -0,73 % Cct a 7 mesi 100 +0,00 % 1 euro 1,4743 Franchi svizzeri Londra -0,71 % Hong Kong -0,38 %

[ L’OSSERVATORIO DI PITTI UOMO ]

Tessile fuori dalla crisi, la moda riparte


Tronconi (Smi): le vendite stanno andando molto bene, ora aiuti dal governo per il rilancio del settore
FIRENZE Fare previsioni per il 2010 è dif- MERCATO DELL’ENERGIA
ficile, ma gli ultimi mesi del 2009 hanno vi-
sto un cambio di passo positivo: così Miche-
le Tronconi, presidente di Sistema Moda Ita- Consumi elettrici mai così male
lia, parla dell’attuale andamento del tessile-
abbigliamento nazionale, dopo che la nota
di lunedì del centro studi di Smi era parsa
E il prezzo della benzina vola:
pessimistica nelle sue indicazioni per il pri-
mo trimestre 2010 nel comparto maschile.
un litro di verde a quota 1,369
«Fare previsioni a brevissimo termine - ha La crisi riporta i consumi italiani di elettricità al tempo del dopo-
detto, a margine della cerimonia d’apertura guerra. Bisogna infatti risalire fino al 1945 per trovare un dato da
di Pitti Immagine Uomo a Firenze - è sem- confrontare con il -6,7% registrato dai consumi di energia elet-
pre molto difficile. Abbiamo registrato ne- trica nel 2009. I dati preliminari rilasciati da Terna mostrano
gli ultimi mesi dell’anno, comunque, un au- comunque un trend in deciso miglioramento: la responsabilità
mento del passo». Secondo Tronconi in- della flessione più pesante degli ultimi 60 anni va soprattutto al
fatti «la crisi non è ancora finita, ma la mo- primo semestre dell’anno appena concluso, quando i consumi
da è un settore che è andato in crisi prima hanno fatto segnare un calo medio del’8,7%, mentre nella secon-
di altri, e prima di altri uscirà dalla crisi». da metà del 2009 si sono registrati timidi segnali di ripresa, con
Ora, sottolinea il presidente di Smi, «c’è un una flessione arginata al -4,6%. Novembre e dicembre, poi, han-
contesto più favorevole per diversi motivi, no rappresentato i mesi migliori dell’anno, con cali rispettivamen-
come il commercio internazionale che nel te del 2,7% e dell’1,4%. Il calo del 2009 rappresenta la seconda
2009 era crollato del 18%: tutti si erano mes- flessione consecutiva per i consumi di energia elettrica.
si alla finestra dopo il fallimento di Lehman Ciò che invece non accenna a fermarsi è la corsa dei carburanti:
Brothers. Le vendite nei negozi in questo nuovo ritocco al rialzo da parte di molte delle compagnie. Shell
momento stanno andando molto bene». si conferma la marca più «cara» sul mercato e mette nuovamen-
Questo perché «la gente vuole esorcizzare te mano ai prezzi di benzina e diesel, con rialzi rispettivamente di
l’anno di crisi - sostiene Tronconi - anche ri- 1,1 e 1,2 centesimi. La verde sale così a 1,369 euro ed il diesel a
tornando a comprare abbigliamento, sfrut- 1,209 euro. Per il gasolio si tratta del valore più alto da più di un
tando in maniera intelligente anche il mo- anno. Agip, secondo le rilevazioni di Staffetta Quotidiana, ha al-
mento dei saldi. Questo crea segnali per tut- zato il prezzo della benzina di 1,1 cent a 1,349 euro e quello del
gasolio di 1,6 cent a 1,199 euro. Ritocco anche per Erg (+1 cent su
entrambi i prodotti a 1,349 e 1,194 euro) e Tamoil (+2 cent sulla
verde a 1,357 euro e +1,5 cent sul gasolio a 1,197 euro).

[ RISPARMIO «TRADITO» ]

Bot a tre mesi, rendimenti tornano sotto zero


Tassi netti fissati al -0,08% - Ma scatta il paracadute del Tesoro: cancellate tutte le commissioni
ROMA I rendimenti netti dei Bot I rendimenti dei Bot
Annuali Trimestrali
Tassi in percentuale
(nei mesi dove manca il dato, IN LOMBARDIA
trimestrali finiscono ancora una 2,0 le aste non sono state effettuate)

volta sotto zero e scatta la rete di si-


1,839

Fissato a 33,15 cent


%
1,374
curezza decisa dal Tesoro lo scor- 1,5
1,315

ta l’industria». Ora però la moda italiana


so ottobre con un tetto alle com-
missioni bancarie per evitare alme-
1,669

1,212
1,361

1,053
1,137 1,272
0,795%
0,397%* il prezzo del latte
1,016

per gli allevatori


1,0 0,995 0,951 0,921
chiede un aiuto al governo per affrontare il no che i sottoscrittori incassino me- 1,083

0,885
dopo-crisi: Tronconi ha infatti rinnovato le no di quanto investito a causa di 0,859
0,741
0,862

richieste del settore. «Il governo in questi tasse e commissioni. L’asta di ieri 0,5
0,493 0,370% È stata raggiunta l’intesa con gli in-
mesi è stato un po’ troppo dimentico della del Tesoro ha riscosso ancora una 0,386 -0,08%*
dustriali del settore lattiero caseario
parola tessile-abbigliamento - ha affermato volta un boom di domanda (9,1 mi- 0,0
G F M A M G L A S O N D G
(Assolatte) sul prezzo minimo del lat-
- e ha parlato di altri settori: ma visti gli ul- liardi richiesti contro 3,5 offerti per Fonte: Mef (dato lordo composto)
2009
*rendimento reale secondo Assiom
2010
ANSA-CENTIMETRI
te alla stalla riconosciuto agli alle-
timi contatti che ho avuto, credo si parlerà il trimestrale e 12,06 miliardi con- vatori in Lombardia a 33,156 centesi-
presto di interventi per il nostro settore». A tro 7,5 per l’annuale con un rendi- mi di euro al litro fino al 30 giugno
margine dei lavori, Tronconi ha spiegato che mento netto di 0,397%) specie da I RENDIMENTI I PARACADUTE 2010. Lo rende noto la Coldiretti nel
«si sta trattando con il ministero dello Svi- parte di banche e istituzioni finan- Tolte le tasse al 12,5% e le Per ogni 100 euro investiti, sottolineare che il prossimo obietti-
luppo economico, e stiamo lavorando affin- ziarie che preferiscono parcheggia- commissioni dello 0,1%, il recita il decreto del Tesoro, vo è ora quello di estendere a tutti i
ché anche per il nostro settore venga rita- re lì la liquidità visto che l’econo- rendimento lordo dello il risparmiatore dovrà ve- prodotti lattiero-caseari l’indicazio-
gliato uno spazio nel decreto di gennaio per mia stenta a ripartire. Per i piccoli 0,37% si riduce, secondo i dersi restituiti almeno 100 ne di provenienza in etichetta per im-
il sostegno all’industria, di accompagnamen- risparmiatori, tolte le tasse al 12,5% calcoli Assiom, a -0,08%. euro, dedotte le varie voci. pedire di spacciare come italiano lat-
to fuori dalla crisi». Le richieste principali e le commissioni massime dello te e derivati ottenuti con materia pri-
del settore sono rifinanziamento delle mi- 0,1%, il rendimento lordo dello ma importata dall’estero. «Il prezzo
sure a favore delle collezioni e dei campio- 0,37% si riduce, secondo i calcoli fissato a 33,156 centesimi più Iva per
nari, sostegno alla tracciabilità, riduzione dell’Assiom, a -0,08% ma grazie al risparmio offerti dalle banche che liardi di euro stimati nell’interno il periodo gennaio-giugno 2010 rap-
via leva fiscale del costo dell’energia per la meccanismo varato a ottobre dal rendono circa l’1,5% lordo a tre anno. Ora comunque il ministro presenta - sottolinea la Coldiretti - un
parte a monte della filiera. «Non abbiamo Tesoro, dopo che in un’asta a set- mesi e il 3% a 12 mesi. dell’economia Giulio Tremonti, che ulteriore recupero di valore rispetto
bisogno di sussidi, ma di essere messi in tembre si era già verificato il rendi- Gli analisti avvertono comunque a ogni occasione sottolinea la deli- ai valori medi della scorsa estate (in-
condizione di fare bene il lavoro che sappia- mento netto sotto zero, si andran- che per i governi, fortemente inde- cata situazione italiana di rifinan- torno ai 28 centesimi) ed all’intesa si-
mo fare», ribadisce il presidente di Smi, se- no a comprimere le commissioni bitatisi per finanziare i piani anti ziare un forte debito pubblico con glata a Brescia il 5 ottobre che ave-
condo cui servono «non solo provvedimen- bancarie in modo da avere un ren- crisi nel 2009, la pacchia è finita concorrenti quali Germania e Fran- va raggiunto i 31 centesimi. L’intesa
ti tampone, ma provvedimenti di medio pe- dimento almeno pari. Per ogni 100 e nel 2010 dovranno fare i conti cia, può dirsi soddisfatto. E proprio garantisce quindi per i prossimi sei
riodo, perché dobbiamo tornare a ragionare euro di capitale investito, recita il con un rialzo dei tassi e emettere oggi andranno in asta Btp a 5 e 30 mesi un piccolo passo in avanti per
in termini di medio-lungo periodo». L’usci- decreto del Tesoro, il risparmiato- titoli a scadenza più lunga e con anni con importi consistenti: da un gli allevatori rispetto alle condizioni
ta dalla crisi, per Tronconi, «si costruisce in- re dovrà vedersi restituiti almeno rendimenti maggiori per attrarre gli minimo di 4 a un massimo di 5 mi- precedenti, anche se - precisa la Col-
sieme, non è un tocco di bacchetta magica 100 euro, dedotte le varie voci. Per investitori. Solo questo mese sul liardi per il Btp con scadenza 15 diretti - permangono le difficoltà del
ma un lavoro di squadra all’interno della fi- i piccoli risparmiatori che non si mercato si riverseranno bond go- aprile 2015 e da un minimo di 3 a settore per un prezzo alla stalla che
liera, come anche fra Stato e mercato, fra fidano della Borsa, ancora molto vernativi europei per 100 miliardi un massimo di 3,75 miliardi per i è tornato sui livelli del febbraio 2007».
pubblico e privato». volatile, l’alternativa sono i conti di euro su un totale per 1000 mi- Btp con scadenza settembre 2040.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[LECCO ECONOMIA 9 ]
[ DIETRO LE DIFFICOLTA’ DELLA STORICA AZIENDA DEL CALEOTTO ]

«Leuci, insieme per un polo di ricerca»


Proposta Cgil per rilanciare il settore dell’illuminazione: «Appello a imprenditori e Politecnico»
LECCO Ai tempi d’oro delle lam- lampade ad incandescenza non so- le stesse lampade. Questo proget- investire in questa direzione, noi
[l’intervista] padine ad incandescenza alla Leu-
ci di Lecco lavoravano 700 perso-
no al passo con i tempi,
che questo genere di pro-
to ha già ricevuto un fi-
nanziamento da parte
siamo pronti a lanciare questa pro-
posta, a dare il nostro contributo
ne, una catena di montaggio che duzione in Europa, dove della Regione Lombardia per realizzare un polo di ricerca
VICOVALASSI produceva annualmente oltre 140 sono state bandite per- Anghileri: ed è pronto a passare dell’illuminazione, cercando di
presidente Camera Commercio milioni di lampade. Oggi in quel- ché troppo inquinanti, è «Ci sono dalla progettazione alla coinvolgere il Politecnico e i cen-
la stessa azienda di via XI Febbraio destinato ad estinguersi, tante concretizzazione. tri di ricerca locale. Serve tutta-
«Ma la crisi vengono prodotte a fatica 20 mi-
lioni di lampadine e i dipendenti
presto diventeranno 85.
e per questo bisogna spo-
stare l’attenzione sulle
nuove frontiere dell’illu- settore in
«Il futuro in questo set-
imprese del tore sta nella realizzazio-
ne di prodotti con fonti
via un investimento da parte del-
le imprese locali che vogliono cre-
scere».
si supera Chi si sta battendo contro il lento
spegnimento di questa azienda e
minazione a basso con-
sumo».
provincia» di illuminazione non in-
quinanti. Ma nessun im-
Insomma, un modo per rilanciare
un settore industriale che ha fatto

con le idee» della sua lunga esperienza, sono i


lavoratori stessi ed il sindacato, che
a tal proposito lanciano la propo-
E ancora: «Gli spazi re-
si disponibili all’interno della fab-
brica Leuci potrebbero diventare
prenditore è pronto ad la nostra del nostro territorio ma
che, nel frattempo, è destinato al-
l’oblio. Evitando nel contempo che
sta di realizzare un Polo di Ricer- dei laboratori, dei centri di ricer- [ LA SCHEDA ] quella storica azienda, insediata
LECCO Contro la ca dell’Illuminazione, coinvolgen- ca, utili allo sviluppo di nuove tec- a largo Caleotto da sempre, diven-
crisi Vico Valassi, do le numerose imprese del terri- nologie». I NUMERI ti l’occasione ghiotta per una spe-
presidente della Ca- torio che si occupano di apparec- In provincia non c’è solo Leuci ad Ai tempi d’oro delle lampadine ad culazione urbanistica, destinata a
mera di Commer- chi illuminanti e il Politecnico di occuparsi di luce artificiale, ma incandescenza alla Leuci di Lecco lasciare ben poche conseguenze
cio di Lecco, ha una Milano sede di Lecco. moltissime altre realtà di rilievo, lavoravano 700 persone, una cate- produttive alla città.
ricetta semplice ed Si tratta di un progetto solo abboz- come la Stucchi di Olginate e la na di montaggio che produceva Il tutto con la "mediazione", per co-
efficace, che si chia- zato, ma sul quale la Camera del Erc di Calolziocorte. Inoltre da cir- annualmente oltre 140 milioni di sì dire, e la grande professionalità
ma “la politica del Lavoro di Lecco è pronta ad inve- ca un anno alcune imprese artigia- lampade. Oggi in quella stessa tecnica del Politecnico di Lecco
fare”. stire: «Si tratta di un’idea da con- ne del territorio, associate alla Con- azienda di via XI Febbraio vengo- che potrebbe avere un centro di ri-
«Forse sarò tacciato di semplicismo, cretizzare – spiega il segretario ge- fartifianato stanno progettando i no prodotte a fatica 20 milioni di cerca specializzato a disposizione
ma credo che l’unica cosa da fare per nerale Alberto Anghileri -, indi- lampioni stradali Led, che si ali- lampadine e i dipendenti presto di- delle imprese stesse. Una scom-
aiutare l’economia lecchese a risolle- spensabile da concretizzare se vo- mentano ad energia solare e sono venteranno 85. messa difficile, per una città in
varsi sia iniziare a lavorare intensamen- gliamo che l’esperienza di questa autopulenti, consentendo un no- profonda trasformazione. C’è qual-
te», e sono proprio le istituzioni e gli grande industria rimanga sul terri- tevole risparmio energetico ed eco- L’ACCORDO cuno disposto a raccoglierla?
enti, come la stessa Camera di Com- torio. Siamo consapevoli che le nomico nella manutenzione del- Si firmerà nei prossimi giorni e do- Gloria Riva
mercio, a doversi rimboccare le ma- vrebbe dare stabilità. Prevede il
niche: «Innanzitutto servono idee chia- mantenimento di 85 posti dipen-
re e precise, poi è necessario prendere denti, l’accompagnamento ad un
delle decisioni ben definite e concre- percorso di prepensionamento per
tizzarle piuttosto che attendere. Gli in- circa 13 persone e il distacco tem-
terventi, se sono necessari, devono es- poraneo (della durata di un anno)
sere fatti subito, senza attendere che le per altre due persone a Buccina-
imprese si spengano sotto il peso di sco, la sede centrale del gruppo
una crisi economica senza preceden- Relco che detiene la proprietà del-
ti». l’azienda Leuci.
Per questo Vico Valassi si presenterà
alla prossima giunta della casa dell’E-
conomia, prevista per il 18 gennaio,
con una serie di progetti da avviare in
tempi rapidi: «Sostegno all’internazio-
nalizzazione, alle imprese che scelgo-
no la via dell’export, maggiore presen-
za sulle fiere nazionali e internaziona-
li di settore. Saranno questi tre i primi
progetti che la Camera di Commercio
lancerà in soccorso delle imprese del
territorio. A questi seguiranno altre ini-
ziative ed intervento di medio e lungo
termine, progetti di strategia in previ-
sione di un mutamento consapevole e
strutturale della capacità di fare impre-
sa delle aziende del territorio. Ma al-
cune iniziative, nel corso delle prime
sedute di giunta devono già essere po-
ste sul tavolo e discusse, perché, se non
si interverrà con urgenza e immedia-
tezza, si rischierà di soccorrere l’indu-
stria locale troppo tardi, quando non
avrà più la capacità di riprendersi».
Altro ingrediente fondamentale che Vi- STORICA AZIENDA Una vista della sede della Leuci, nel rione Caleotto
co Valassi ha intenzione di valorizza-
re è la capacità di fare squadra: «Sia-
mo pronti a collaborare con le istitu-
zioni del territorio, in particolar modo [ LA FABBRICA DI MANDELLO ]
si sta instaurando un positivo rappor-
to con l’amministrazione provinciale.
Metteremo in campo ingenti provviste
economiche (circa cinque milioni di
«Gilardoni Vittorio», mercato che preoccupa
euro), risorse di bilancio per il soste-
gno alle imprese e destinate a finanzia- Incontro in Provincia per la "cassa" straordinaria. Bario (Api): «Prospettive più ottimistiche»
re progetti di comune accordo con l’am-
ministrazione provinciale». MANDELLO La «Gilardoni Vitto- dal ministero competente. cassa integrazione straordinaria. per specializzarsi in nuove attività
Fabio Dadati, assessore alle politiche rio», azienda di Mandello del La- «Abbiamo richiesto questo incon- «Vorremmo che l’utilizzo di que- produttive di rilancio per Gilardo-
del lavoro della Provincia, ha già pre- rio che realizza gruppi tecnici in tro – spiega Diego Riva della Cgil sto strumento non servisse solo a ni Vittorio».
so la palla al balzo, affidando la realiz- alluminio per motori a scoppio, è – per chiedere all’amministrazio- contenere i costi per l’azienda, ab- All’incontro in Provincia era pre-
zazione dell’osservatorio sull’andamen- alle prese con la crisi del settore. ne provinciale di sollecitare l’ap- battendo le spese per il personale sente anche il direttore dell’Asso-
to economico alla camera di Commer- L’altra mattina, nel corso di un in- provazione della cassa integrazio- – spiega Diego Riva – ma che po- ciazione piccole industrie di Lec-
cio di Lecco: «L’osservatorio fa parte contro in Provincia, che ha visto ne straordinaria, perché la Gilar- tesse servire a creare un nuovo as- co, Maurizio Bario: «E’ stato un in-
del progetto Unità di Crisi che studia la partecipazione dell’assessore doni, oltre ad avere dati di bilan- setto industriale, capace di ripro- contro di carattere conoscitivo, nel
e monitora le situazioni di difficoltà Fabio Dadati, dei rappresentanti cio in perdita, inizia a manifesta- porre l’azienda sui mercati con corso del quale abbiamo esposto
del territorio e cerca di elaborare una sindacali e dei sindacalisti di Cgil re una pesante debolezza finanzia- una gamma di prodotti più varia, la situazione Gilardoni - spiega a
soluzione. In particolare l’osservatorio e Cisl, si è parlato di fatturati in ria. Per questo serve che l’ammor- con uno know how rinnovato e questo proposito - Ciò che ci pre-
evidenzia i settori in maggiore diffi- perdita del 50% nel 2009 rispetto tizzatore sociale venga approva- prodotti innovativi. Per questo mo- me al momento è che la cigs ven-
coltà, i settori in crescita, gli spazi di all’anno precedente e le prospet- to in fretta dal ministero romano». tivo abbiamo richiesto che nelle ga approvata al più presto. Per
innovazione e gli sbocchi per l’occu- tive per il nuovo anno non sono L’azienda nel corso 2009 ha sfrut- prossime settimane l’amministra- quanto riguarda le prospettive per
pazione. Abbiamo pensato di chiede- rosee. tato 52 settimane di cassa integra- zione provinciale si attivi per co- il 2010 siamo più ottimisti rispet-
re la collaborazione della Camera per- Una situazione di difficoltà che ha zione ordinaria, a zero ore ma a ro- struire un percorso di sostegno al- to all’anno appena terminato, al-
ché possiedono già un ufficio studi portato all’avvio di una richiesta tazione per tutti i 329 dipendenti, l’industria e un percorso forma- cuni reparti stanno tornando a pro-
avanzato e competente». di cassa integrazione straordina- lasciando che l’attività industria- tivo per i lavoratori, questi ulti- durre, ma è prematuro dire che la
Gl. Riv. ria (richiesta lo scorso 2 dicembre), le continuasse a singhiozzo, e nel mi potranno sfruttare questi dodi- crisi industriale è ormai alle spal-
che ancora deve essere approvata 2010 ha avviato un percorso di ci mesi di ammortizzatore sociale le».
13
LECCOCRONACHE
REDAZIONE CRONACA
redlecco@la provincia.it
Tel 0341.357411 Fax 0341.368547

Ernesto Galigani e.galigani@laprovincia.it, Angelo Sala a.sala@laprovincia.it, Marco Corti m.corti@laprovincia.it, Gianluca Morassi g.morassi@laprovincia.it, Roberto Crippa r.crippa@laprovincia.it,
Maura Galli m.galli@laprovincia.it, Eugenio Gizzi e.gizzi@laprovincia.it, Nicola Panzeri n.panzeri@laprovincia.it, Paolo Giarrizzo p.giarrizzo@laprovincia.it, Ernesto Longhi e.longhi@laprovincia.it, Lorenza Pagano l.pagano@laprovincia.it

[ SANITA’ ]

Manzoni,meno nati
«Ma non c’è allarme»
Quasi il 4 per cento in meno di parti nel nosocomio cittadino
«Lavori nel reparto e personale rinnovato, soltanto un caso»
Calano le nascite all’ospedale Manzo-
ni di Lecco. Il 2009 ha fatto segnare un –3,9 DIMINUZIONE
per cento dei parti rispetto all’anno prece-
dente: 1557 nascite lo scorso anno, contro Nella foto sopra uno scorcio di
i 1619 parti del 2008. In breve, 62 nascite una sala parto dell’ospedale Man-
in meno. Un calo, però, che l’azienda mo- zoni di Lecco e, qui a fianco, il ni-
tiva come fisiologico: «Nell’anno appena do del nosocomio. I nati sono sta-
trascorso, abbiamo effettuato importanti ti poco più di 1.500: numeri impor-
cambiamenti a Lecco, nell’ala dell’ostetri- tanti ma in calo rispetto allo scor-
cia dedicata alle gravidanze patologiche. so anno a causa dei lavori effet-
Così, per settimane il reparto è stato dap- tuati nel reparto
prima chiuso e poi con attività ridotta: e ab-
biamo dovuto rifiutare tanti casi di gravi-
danze a rischio per mancanza di posto»
spiega il dottor Alfredo Galluzzi, ginecolo-
go del reparto di ostetricia e ginecologia al
Manzoni. A questo motivo se ne aggiunge [ LA SCHEDA ]
un altro, non meno determinante: «Sem-
pre nel 2009, abbiamo avuto un radicale
rinnovo nel personale: la metà dei nostri gi-
necologi si è trasferita, oppure è andata in
1557
pensione. Così le donne che erano seguite All’ospedale Manzoni di Lecco il 2009 ha
da questi ginecologi hanno scelto di parto- fatto segnare un –3,9 per cento dei parti
rire altrove». rispetto all’anno precedente: 1557 nasci-
Insomma, un calo “giustificato”: «Ci aspet- te lo scorso anno, contro i 1619 parti del
tiamo di “recuperare”, in quest’anno 2010, 2008. In breve, 62 nascite in meno.
nel numero dei parti» conclude Galluzzi.
Lievemente aumentato, ma anche qui di
poco, il numero dei cesarei, passato da un
16 per cento ad un 17,6 per cento. In ogni SFONDATA QUOTA MILLE
17,6
caso, l’azienda ospedaliera lecchese si ri- Il numero dei cesarei al Manzoni è pas-
conferma come sostenitrice del parto natu-
rale, visto che la media dei cesarei negli al-
tri ospedali lombardi e cliniche (compresa
E al Mandic di Merate numeri record sato da un 16 per cento ad un 17,6 per
cento. Resta comunque la metà della me-
dia negli altri ospedali lombardi.
la Mangioni di Lecco) è ben più alta, atte- A Lecco nascite in calo, a Merate invece è sta- te s’è registrato una piccola diminuzione. A fine
standosi sul 35 per cento: ossia, altrove, una to un record. Durante i 365 anni dello scorso an- dicembre, infatti, i nati erano stati 725. Ebbene,
donna su tre partorisce con cesareo. Per con-
tro, a Lecco la politica è stata anche nel 2009
no nell’ospedale di Merate i ginecologi, diretti fi-
no a pochi mesi fa dal dottor Roberto Zagni, han-
da quel momento in poi è stato un continuo su-
perarsi. Nel 2002 i nati sono stati 778. Nel 2003,
1147
quella di perseguire un parto indolore. È no eseguito ben 1147 parti. Nella maggior parte 744 con un’altra piccola battuta d’arresto. Nel Durante i 365 anni dello scorso anno nel-
ormai estesa a tutti i giorni della settima- dei casi si è trattato di parti singoli. In ben nove 2004, infatti, il totale di bimbi e bambine era arri- l’ospedale di Merate i ginecologi hanno
na l’analgesia epidurale. Nel 2009, inol- casi però ci sono stati parti gemellari. È per que- vato a 807. eseguito ben 1147 parti. Nella maggior
tre, è stata avviata la nuova tecnica indolo- sto motivo che, alla fine, il numero dei nati deve Balzo in avanti anche nel 2005, con un totale di parte dei casi si è trattato di parti singo-
re dell’idropuntura, che si basa sul princi- essere portato a 1156. 848. Sono stati 914 i nuovi nati del 2006, 1003 quel- li. In ben nove casi però ci sono stati par-
pio dell’agopuntura e che sta dando risul- Ormai da dieci anni il numero dei nati aumenta. li del 2007 e, infine, 1112 quelli del 2008. ti gemellari. È per questo motivo che, al-
tati più che soddisfacenti. «In aggiunta, nel Nel 2000, tanto per fornire un dato di riferimento, Risultati che premiano il grande lavoro del se- la fine, il numero dei nati deve essere por-
2009 abbiamo messo a punto l’ambulato- i nati erano stati 739. L’anno successivo a Mera- condo polo ospedaliero della Provincia. tato a 1156.
rio delle gravidanza fisiologiche curato dal-
le ostetriche, che si sta rivelando un suc-
cesso».
Per le donne che non hanno una gravidan- [ I RESIDENTI DEL 2009 ]
za a rischio, c’è dunque la possibilità di es-
sere visitate e seguite dall’ostetrica, anziché
dalla ginecologa: viene così recuperata l’an-
tica funzione dell’ostetrica, che seguiva dal-
Lecco è più grande.E non solo per gli immigrati
l’inizio alla fine della gravidanza le puer-
pere. La popolazione cresce e arriva a quota 47.791 mila residenti, il saldo positivo è di 262 persone
E veniamo alle mamme di origine stranie-
ra. La percentuale resta sostanzialmente in- Due nati in più rispetto al 2008 ma migrati ma si fermano di più e sono meno
variata: nei nostri ospedali una donna su ben 101 deceduti in più. Ma è il saldo tra anche le persone che decidono di andare
dieci (a Merate due su dieci) è immigrata. immigrati e emigrati che ci salva e ci por- ad abitare fuori città e da qui il saldo po-
Le più feconde sono senza dubbio le ma- ta al dato positivo: più 262 anime. Lecco sitivo che a parte un picco nel 2005 di 380
rocchine: nel 2008 (ultimo dato aggiornato cresce ancora e dai primissimi dati forni- persone e uno nel 2007 di 319, negli altri
disponibile), su 180 parti di straniere, 60 ti dall’ufficio anagrafe del Comune risul- è sempre stato inferiore a quello attuale.
neonati (uno su tre stranieri) erano figli di ta che rispetto all’anno precedente il saldo Nel complesso come sempre la popolazio-
donne del Marocco. A seguire, in ordine, positivo è di 262 persone. In totale i resi- ne lecchese ha una maggioranza femmini-
vengono poi le donne di: Costa d’Avorio, denti nel Comune di Lecco sono 47.791 le, il 52.31% (25.000) contro una maschi-
Albania, Ex Jugoslavia, Senegal, Egitto, Tu- contro i 47529 del 2008. Una crescita co- le di 22.791 (47.69%). I nati nel 2009 sono
nisia, Romania, Burkina Fasu, Perù e Polo- stante quella della città che secondo i da- stati 434, 432 quelli del 2008, i deceduti
nia. Anche le donne straniere si sono “oc- ti forniti dall’ufficio anagrafe del Comune però molti di più. Il 2009 è stato l’anno con
cidentalizzate” quanto ad età media in cui non si arresta almeno dal 2004 quando i più deceduti in assoluto negli ultimi sei
si vive la gravidanza: le straniere, come le residenti erano 46.477. Allora però erano anni, ben 560, più di cento rispetto all’an-
italiane, partoriscono in prevalenza nella di più anche gli immigrati arrivati in città, no precedente. Un "annus horribilis" sotto
fascia di età tra 30 e 34 anni. La differenza 1688 contro i 1579 attuali. In effetti dal 2004 tutti gli aspetti.
si nota, tuttavia, nella seconda fascia di età a oggi c’è stato un continuo calo fino ad ar- Questa la prima istantanea della città, i da-
più “gettonata” per partorire: mentre le ita- rivare a oggi dove anche gli emigrati scen- ti specifici sull’ìmmigrazione, sui quartie-
liane spingono in là il parto, e, se non pri- dono dai 1311 del 2004 ai 1191 di oggi. Ri- ri e sull’età dei residenti arriveranno nei
ma, partoriscono tra i 35 e i 39 anni, come spetto ad allora infatti se ne vanno in mol- prossimi giorni non appena saranno ela-
seconda fascia di età prevalente le immi- ti meno (e non si parla solo di stranieri) e borati dall’ufficio anagrafe del Comune.
grate partoriscono tra i 25 e i 29 anni. POPOLAZIONE in crescita per questo la popolazione residente au- E a quel punto la fotografia della città sarà
Laura Bosisio menta. Quindi arrivano in città meno im- ancora più dettagliata.
[14 LECCO ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

[ SCUOLA ]

NECROLOGIE
È mancato all’affetto dei suoi ca-
ri
ALESSANDRO CORTI
Gli insegnanti tornano a tavola:
risolto il problema della mensa
PARTECIPAZIONI
AL LUTTO di 79 anni
ANNIVERSARI Ne danno il triste annuncio la fi-
si ricevono
glia ANTONELLA con ROBERTO,
presso gli uffici di la nipote MARTA ed i parenti tut-
ti.
I dirigenti pagheranno il ticket una volta ricevuti i soldi dallo Stato
LECCO
via Raffaello I funerali si svolgeranno in Lec-
Il rischio era che una vol- stione; trasferimenti straordina-
c/o “Le Vele" co oggi 13 gennaio alle ore
da lunedì a venerdì ta rientrati dalle vacanze natali- ri di fondi alle dirigenze scola-
15.30 nella Chiesa parrocchia- zie le insegnanti sarebbero ri- stiche per interventi manuten-
ore 9-12,30 - 14-18
Tel. 0341.357.401
le di Castello, indi la cara salma maste a bocca asciutta: niente zione e di adeguamento delle
Fax 0341.364.339 verrà trasportata a Brescia per pasto in mensa gratuito per man- strutture; gestione della sicurez-
la cremazione come da sua vo- canza di copertura finanziaria. za degli ambienti di lavoro e pre-
servizio telefonico
lontà. Un braccio di ferro che si era venzione incendi negli immobi-
La camera ardente è allestita protratto per alcuni mesi fino li destinati alle attività scolasti-
tutti i giorni presso l’abitazione di Pescate all’epilogo di dicembre quan- che e manutenzioni ordinarie
sabato e festivi in Via Belvedere, 2/A sino alle do il Comune aveva forzato la e straordinarie;
ore 14.30 di oggi. mano e aveva annunciato che rendicontazioni e dati statistici;
feriali 9-12,30 - 14-21,30
Sentiti ringraziamenti a tutti co- non avrebbe provveduto a copri- fornitura di arredi e attrezzatu-
sabato 8,30-12,30 re le spese mancanti del buono re;
17,30-21,30 loro che vorranno partecipare.
pasto, visto che lo stato ne rim- suddivisione del budget del pia-
festivi 17-21,30 Lecco, 13 gennaio 2010 borsa solo la metà. La spesa toc- no comunale dell’offerta forma-
Tel. 0341.357.401 (Onoranze Funebri Vallini & Castagna -
Fax 031.582.233 ca allo Stato e il restante non po- tiva, progetti di prevenzione del
Lecco) teva essere pagato direttamente disagio minorile e interventi
dal Comune perché non ha la coordinati per le situazioni di di-
copertura giuridica per farlo. For- sabilità; gestione delle palestre
tunatamente però con la firma scolastiche; concessione degli
del protocollo d’intesa tra Co- spazi scolastici in orari di chiu-
mune e dirigenti scolastici del- sura e di apertura delle scuole,
le scuole dell’obbligo si è tro- regolamentazione della collabo-
vato l’accordo aggirando l’osta- razione con il civico Istituto Mu-
colo: i dirigenti e i sindacati han- sicale "Giuseppe Zelioli" e ap-
no accettato il principio giuridi- punto ristorazione scolastica.
co che la mensa scolastica delle Per ciascuna voce il protocollo
insegnanti riguarda un rappor- definisce modi, criteri e tempi
to sindacale tra Stato e scuola di della collaborazione, distinguen-
conseguenza saranno i dirigen- do i rispettivi compiti e respon-
ti a pagare direttamente l’"Ave- sabilità. Scade nel 2012, ma so-
nance", la concessionaria del ser- no possibili modifiche. MENSA per le insegnanti
vizio, una volta che riceveranno Lorenza Pagano
il rimborso dallo Stato. E per
quanto riguarda la cifra mancan-
te il Comune e le scuole si im- [ IL PD ALL’ATTACCO ]
pegnano a richiedere la coper-
LECCO
via Raffaello
tura al ministero. Nel caso que-
sto non avvenisse il Comune
avrà molte meno difficoltà a ero-
«Visti i risultati, il commissario
c/o Complesso
gare la cifra mancante (che si ag-
gira sui 25 mila euro) perché non sarebbe dovuto arrivare prima»
“Le Vele” verrà data direttamente alla so-
cietà - cosa che non sarebbe giu- «A giudicare dai risultati ottenuti dal com- contenenti la documentazione cartacea delle con-
stificata giuridicamente - ma missario straordinario in meno di due mesi mi venzioni, riconoscendo che non esisteva anco-
rientrerà nelle spese destinate spiace solo che non si arrivato prima: abbiamo ra un "database" con indicate le aree e/o gli spa-
alle scuole. perso tre anni con una giunta incapace e ineffi- zi che gli operatori devono alla città in cambio
La soluzione in realtà era già sta- ciente che ha incolpato la macchina amministra- di quanto hanno avuto. Situazione assurda: co-
ta individuata dall’ex assessore tiva e le beghe politiche per la paralisi della città. me se una azienda emettesse fatture (le conven-
Antonio Pasquini che si era spe- In realtà come si vede i dirigenti e funzionari la- zioni) senza tenere uno scadenziario per gli in-
so a lungo per risolvere il pro- vorano benissimo, basta saper dare indica- cassi (le aree destinate ai servizi per la città).
blema dei pasti degli insegnan- zioni». La conseguenza, è che mancano i ver-
ti, ma i dirigenti scolastici non Il segretario cittadino del Pd Vitto- bali di chiusura delle convenzioni
Centralino volevano sentir parlare di gesti- rio Campione, non perde l’occa- e molti diritti della città sono fini-
re autonomamente i pagamenti sione, all’indomani dell’inter- ti nel dimenticatoio, alcuni in
Servizi generali per paura di non ricevere in tem- vista al commissario Frante San- modo irreversibile. E ricordo in-
po i rimborsi dal ministero e do- tellizzi in cui si elencano i risul- fine - dice sempre Marelli - che
Pubblicità ver anticipare il denaro. Un ti- tati raggiunti e quelli da raggiun- in tre anni quel database non
Annunci ra e molla che si è concluso con gere prima di marzo, per riven- è mai arrivato in consiglio e sa-
l’intervento del commissario dicare la fondatezza delle dimis- rebbe utile invece renderlo tra-
straordinario Sante Frantellizzi sioni di massa. «Questo famoso sparente». Parcheggi come i 700
che ha posto l’aut aut alle scuo- complotto in realtà ha portato so- del Broletto, che ora il commissa-
le. E i dirigenti si sono arresi. lo benefici alla città, - dice - e abitua- rio sta cercando di aprire semplice-
Il protocollo firmato dal com- ti al nulla ora anche l’ordinaria ammi- mente attendendosi alle regole. «Come
missario, scaduto il 31 dicembre nistrazione ci sembra straordinaria». per il bando per il tribunale che avevamo
2009 e con valenza triennale, di- E ricorda ad esempio il problema dei parcheggi sollecitato - ricorda Campione - e che porterà ma-
Tel. 0341.357.401 sciplina le modalità di gestione con il quale l’ex sindaco Faggi sosteneva di com- gari allo stesso risultato ma con modalità legitti-
dei fondi erogati dall’ammini- battere da anni ed essere prossima a una solu- me, o il Pgt che ora si scopre essere a buon pun-
Fax 0341.364.339 strazione comunale per lo svol- zione. Ma che in tutti questi anni non c’è stata. to e grazie al commissario si sono risparmiati i
gimento delle funzioni ammini- «In una delle prime sedute del consiglio comu- soldi per un dirigente che anche noi ritenevamo
strative delegate e degli interven- nale, nel luglio 2006 - ricorda Alfredo Marelli ex inutile. Ora che abbiamo recuperato la gestione
ti per il diritto allo studio e la capogruppo - ricordavamo alla giunta che erano del comune - conclude - dobbiamo pensare a
qualità dell’offerta formativa. E 61 convenzioni in atto nelle quali erano indi- progettare la città del futuro. Che solo un sin-
ha come oggetto diverse mate- cate cessioni o asservimento di parcheggi. In quel- daco votato dai cittadini potrà fare».
rie: spese varie d’ufficio e di ge- la occasione il sindaco esibì numerosi faldoni L.Pag.

gli uffici sono aperti


da lunedì a venerdì DOMANI IN VIA BELFIORE
dalle ore 9 alle 12,30 Conoscere l’emergenza
e dalle ore 14 alle 18
Un convegno al Fiocchi
Serata di informazione e prevenzione, domani 14 gen-
naio alle 20.30 nell’aula magna dell’Ipsia Fiocchi in via
Belfiore 4. L’incontro è rivolto a genitori, studenti e tut-
to il personale dell’istituzione scolastica. Il progetto fa
parte una campagna di informazione, promossa dall’I-
stituto Fiocchi, che ha gli obiettivi di far conoscere il
sistema dell’emergenza. Interverranno Walter Valsec-
chi, Dirigente Scolastico, le infermiere Gloria Cesana
e Miriam Ghislanzoni, il responsabile del 118 Guido Vil-
la e il comandante dei vigili Marco Baffa.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[LECCO 15]
[ L’APPELLO DEI FAMILIARI E DEGLI AMICI ]

«Aiutateci a trovare il nostro Gianluca»


Il giovane di Pescate si è allontanato da casa la sera del 29 dicembre. E’ un notissimo tifoso del Lecco
E’ uscito di casa la sera di
martedì 29 dicembre. Erano cir-

brevi
[ SICUREZZA]
ca le 20. Gli amici del bar in cen-
tro Lecco, hanno raccontato di
averlo visto anche mercoledì in-
torno alle 17.
Poi da quel momento il buio to-
tale, nessuno ha più saputo nien-
Prevenzione: te di Gianluca Infortuna, 36 an-
tempo di bilanci ni da compiere ad aprile. Il gio-
vane risiede a Pescate insieme
Saranno presentati domani mattina, con ai genitori, è molto conosciuto,
una conferenza stampa in Prefettura, i per la sua grande passione per il
dati relativi all’azione di contrasto e del- Calcio Lecco. E’ uno dei mem-
la criminalità relativi al 2009. Saranno bri del gruppo ultras dei “Cani
presenti, oltre al Prefetto, anche il que- sciolti”. Da due settimane però
store e il comandante provinciale dei ca- nessuno sa dove sia. Il cellulare LA RICERCA
rabinieri che il giovane aveva perso po-
chi giorni prima della sua scom- Gianluca Infortuna e la
parsa, è muto. Non c’era nem- scheda della trasmis-
[A RIVABELLA] meno domenica, allo stadio a se- sione "Chi l’ha visto?"
guire la sua Lecco, nel match di- a lui dedicata.
Pedone investito sputato contro il Benevento. La
da un furgone sua assenza è stata notata dagli
amici con cui condivideva l’a-
Ha riportato la lesione del bacino, ma le more per la squadra che si sono
sue condizioni non sono gravi, il 19enne subito attivati dal blog e dal lo-
investito ieri sera a Rivabella. E’ stato tra- ro sito internet. lo aveva perso due giorni prima calcio, la pesca e la montagna. lo avevamo mai visto così».
volto da un furgone mentre stava attra- Per i genitori di Gianluca Infor- di sparire». I giorni hanno ini- Lavorava come operaio, ma il E’ anche per questo motivo che
versando la strada. Sul posto le forze del- tuna sono giorni di grande ango- ziato a passare uno dopo l’altro, suo contratto era scaduto da po- Gianluca i genitori sono preoccupati. «Fi-
l’ordine, il personale del 118 e la Croce scia e di apprensione. Come ci e di Gianluca ancora nessuna no- co, e non aveva trovato altro. In Infortuna nora non abbiamo ricevuto infor-
di San Nicolò racconta la madre, disperata, ma tizia. «Gli ultimi ad averlo visto più aveva rotto con la sua fidan- è alto un mazioni utili, ma speriamo che
che da giorni, insieme al mari- sono stati gli amici del bar del zata. Aveva fatto di tutto per sal- con questo appello qualcuno ci
to, sta cercando suo figlio da tut- centro che frequentava. Era già vare la loro storia, ma non era metro e 85, aiuti e che si possa ritrovare
[ CASTELLO ] te le parti. I coniugi Infortuna successo qualche altra volta che servito. Si sfogava con noi, ne capelli Gianluca. Chiunque lo abbia vi-
hanno sporto denuncia l’ultimo si allontanasse da casa, ma tor- parlava con gli amici, con le cu- castani e sto dopo il 30 dicembre, per fa-
Un incontro giorno dell’anno, ma avevano nava sempre. Siamo davvero gine». Per la madre, i vestiti che vore contatti le forze dell’ordi-
corti, ha
sugli ortodossi già iniziato a cercare il figlio per preoccupati perché in questi me- suo figlio indossava il giorno del- ne, il quotidiano La Provincia, o
tutta la città e in tutti i luoghi che si non stava bene». Tutta la fa- la scomparsa, non erano casua- diversi noi direttamente al numero
La parrocchia di Castello ospiterà il 14 conosceva e frequentava. Gian- miglia si era accorta che il ragaz- li. «Sia gli scarponi che il ma- tatuaggi 0341/284745. Vogliamo ritrova-
gennaio un incontro sulla Chiesa Russo- luca è alto un metro e 85 cm, è zo stava soffrendo. «Aveva tan- glione erano regali della sua ex. re nostro figlio».
ortodossa che vedrà come ospite Padre di corporatura esile, ha gli occhi ti hobby, come la passione per il Ma soffriva davvero tanto, non Barbara Bernasconi
Nikolay Makar (responsabile della Chie- verdi e i capelli rasati e castani.
sa ortodossa). L’incontro si svolgerà al Ha diversi tatuaggi sul corpo, in
cine teatro Palladium. particolare ha tatuato su un pol- [ INDAGINI IN CORSA ]
so, un orologio. Quando è usci-
[ STRADA STORTA]

Sci alpinismo
to, era a piedi, non aveva soldi,
indossava scarponi da monta-
gna, un paio di jeans e un ma-
Ruba in cantiere: inseguito e arrestato
glione pesante di colore verde e
in Bergamasca con il cappuccio. La descrizio- Camionista preso ieri mattina dai carabinieri dopo il furto di tubi in acciaio
ne è stata diramata a tutte le for-
Il Cai Strada Storta organizza per saba- ze dell’ordine, e anche il Soccor- Fino a questo momento gli vie- Ieri mattina l’epilogo della vicenda. I successivi accertamenti hanno per-
to 16 gennaio una gita di sci alpinismo so Alpino di Lecco lo ha cerca- ne attribuito con sicurezza un solo Mancavano pochi minuti alle 5 messo di accertare che quei tubi in
nelle orobie bergamasche al pizzo Cor- to in montagna e nei boschi del- furto: quello commesso ai danni di quando un operaio - che lavora pro- acciaio, del valore complessivo di
zene, a quota 2196 metri. Informazioni in la zona, anche perché il giovane un cantiere di Postalesio, in provin- prio in un cantiere di Colico - ha vi- circa 11 mila euro, erano stati ruba-
sede aperta mercoledì e venerdì dalle 21 amava andare in montagna. cia di Sondrio. sto quel camion lungo la Sp 36 scen- ti da poco, ma non a Colico. Erano
alle 23. Telefono 0341- 250423 Lunedì famiglia si è rivolta alla Ma i carabinieri della compagnia di dere verso Lecco. Sul retro aveva nu- stati portati via da un cantiere di Po-
trasmissione di Rai Tre “Chi l’ha Lecco, coordinati dal capitano Fran- merosi tubi in acciaio accatastati in stalesio, anche se erano di un’altra
visto?” e ora sperano di avere cesco Motta, hanno il sospetto che maniera disordinata: pensando che azienda sondriese. Ermanno Bonet-
[ SABATO ] delle informazioni utili. «Quan- Ermanno Bonetti, 57 anni e residen- quei tubi fossero stati rubati in qual- ti è stato così arrestato in flagranza e
do è uscito di casa la sera del 29 te in provincia di Brescia, in passa- che cantiere, l’operaio ha dato l’al- i tubi sono già restituiti ai legittimi
Federconsumatori: dicembre, non potevamo imma- to abbia compiuto anche altri furti larme e ha avvisato i carabinieri. proprietari.
assemblea annuale ginare quello che sarebbe suc- ai danni di cantieri e imprese non Lo Scania rosso è stato intercettato Il camionista bresciano si trova ora
cesso. La notte non è rientrato solo della Valtellina, ma anche del- pochi minuti dopo: ne è nato un in- nella casa circondariale di Pescare-
Sabato 16 gennaio alle 9,30 il salone del- a casa, per questo nella giornata la Valsassina e dell’alto lago. seguimento che è durato per diver- nico in attesa dell’interrogatorio di
la Cgil di Lecco ospiterà l’assemblea an- del 30 abbiamo iniziato a preoc- Negli ultimi tempi, infatti, sono sta- si chilometri e si è concluso sola- garanzia. Ma le indagini, come det-
nuale della Federconsumatori per un bi- cuparci – racconta la madre - Ab- ti segnalati diversi furti in cantieri mente alle porte di Lecco, all’altez- to, continuano: i carabinieri voglio-
lancio delle attività e le strategie da adot- biamo allertato le forze dell’or- nella zona di Colico e nei paesi vici- za del Bione. Ci sono volute tre pat- no appurare se Ermanno Bonetti pos-
tare a a difesa dei cittadini dine, chiamato gli amici, dira- ni e tutte le volte era stato visto un tuglie dei carabinieri per riuscire a sa aver compiuto anche gli altri fur-
mato la sua descrizione. E lo ab- camion marca Scania di colore ros- bloccare definitivamente l’autista, ti commessi, con modalità simili, ne-
biamo cercato ovunque. Purtrop- so che si muoveva con fare sospet- per altro risultato essere già noto al- gli ultimi tempi.
po non ha più il cellulare perché to. le forze dell’ordine. P. Gia.

[obiettivo valorizzare le tradizioni ]


Le rotonde della «Pruvincia de Lecch»
«Pruvincia de Lecch». La scritta in dia- ti privati che cureranno la manutenzione in moria storica e delle tradizioni locali».
letto comparirà sui cartelli delle decine di cambio del proprio logo sul cartello che por- Qualche idea? Viene suggerita dalla Provin-
rotonde fiorite i questi anni sulle strade pro- ta appunto la firma della Provincia. Non so- cia: per esempio "il flauto di Pan", la "Rosa
vinciali. Un’iniziativa di Villa Locatelli - in lo in italiano, ma appunto anche in dialetto. Camuna", la "Lucia", "il Sole delle Alpi".
particolare degli assessorati ai lavori pubbli- E questa è la prima novità. «Questo è il primo passo - dicono gli asses-
ci e alla cultura identità e tradizioni - in ar- La seconda riguarda «la valorizzazione del- sori Simonetti e Benedetti - per valorizzare
monia con il provvedimento approvato in le tradizioni popolari, culturali e paesaggi- il territorio facendo sì che importanti tradi-
Consiglio che istituisce i cartelli con i nomi stiche del nostro territorio». Le aziende che zioni e peculiarità linguistiche vengano sal-
in dialetto dei paesi e dei luoghi. si aggiudicheranno la cura della rotonda in vaguardate come patrimonio dlela colletti-
Pronto il bando, annuncia l’assessore Ste- cambio di pubblicità, dovranno arredarla con vità. Viabilità e tradizioni locali sui cartelli
fano Simonetti, per affidare le rotonde a en- elementi che «recuperino i simboli della me- della Provincia viaggeranno insieme».
[16 LECCO ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

[le novità]

BUONO DI CENTO EURO SOSTEGNO ALLO SPORT INFORMAZIONI VA SMS POLIZIA PROVINCIALE
Alle famiglie un buono di cento euro per Contributi alle famiglie in difficoltà per Imminente un nuovo servizio che si chia- Riforma del corpo di polizia provinciale:
le spese scolastiche dei figli che si appre- la crisi, con uno o due genitori in cassa ma «Viabilità informa». Gli automobilisti sono18 agenti in forza, di cui 17 impiegati
stano a frequentare la prima classe della integrazione. Vengono erogati contributi potranno ricevere gratis via sms informa- nel servizio caccia-pesca. La situazione squi-
scuola superiore. Un contributo che do- per sostenere le spese di iscrizione a cor- zioni sullo stato delle strade. Un servizio librata va corretta per rispondere di più al-
vrebbe coprire circa metà della spesa si o società sportiva per i figli per ovviare i frequenti ingorghi le esigenze: servono di più sulle strade

[ IL BILANCIO ]

«Così la Provincia più vicina alla gente»


Il presidente Nava: «Nuovi servizi ma con l’obiettivo di razionalizzare le spese e ridurre gli sprechi»
Bilancio 2010 della Provincia. Le parole chia- di nuoto, pallone, basket, eccetera. O ancora il cendo all’osso gli sprechi implica un lavoro cer- Tursimo: «più soldi e più professionalità - riven-
ve: «asciutto» e «serio». Asciutto perché c’è po- trasporto scolastico dei ragazzi disabili che fre- tosino di verifica di tanti piccoli aspetti: «Stiamo dica l’assessore Dadati - con una promozione che
co da scialacquare e lo sforzo è tutto concentrato quentano le superiori. rivedendo il regolamento della sala Ticozzi - ci- superi i confini del territorio».
nell’ottimizzare le spese «pur mantenendo fer- Una centralità del cittadino che la giunta riven- ta ad esempio il presidente - che ci costa all’an- Antonio Rossi è contento del balzo di attenzione
ma la proiezione verso il futuro». Parole del pre- dica come cifra speciale del suo operare: va in no 120 mila euro. Non la cederemo più gratui- ottenuto dallo sport: «Da 50 mila euro a 175 mi-
sidente Daniele Nava che in Consiglio provincia- questa direzione il servizio che l’assessore ai la- tamente a chiunque, ma solo per eventi cultura- la non è poca cosa - commenta l’assessore - Se
le ha illustrato il documento contabile: i consi- vori pubblici Stefano Simonetti annuncia come li, scientifici, sociali di grande rilevanza. Contia- poi aggiungiamo 120 mila euro per il progetto di
glieri hanno tempo fino al 21 gennaio per presen- imminente. «Si chiama "Viabilità informa" - spie- mo di spendere la metà». alfabetizzazione motoria che porta due ore alla
tare gli emendamenti poi il 1° febbraio la sedu- ga - ed è finalizzato a evitare gli ingorghi che im- Filo diretto anche con i Comuni: «Supporto per settimana di educazione fisica nella scuola pri-
ta di discussione e approvazione. «È un fatto che prigionano spesso gli automobilisti lecchesi. Co- i Piani di governo del territorio - indica l’assesso- maria, è un buon inizio».
far quadrare i conti è sempre più difficile. Ma non me? Con comunicazioni gratuite via sms». re Gianluca Bezzi - e speciale attenzione alla ri- Un altro ambito importante il mercato del lavo-
mancano i segnali di novità e le scelte importan- E la razionalizzazione della spesa si coniuga con cerca delle aree produttive per le imprese che no- ro: tra le iniziative l’intesa con la Procura per im-
ti, senza trascurare la spesa ordinaria che sarà an- una ricalibrazione dei servizi, utilizzando stes- nostante la crisi hanno fame di spazio. Obiettivo: piegare i lavoratori in Cassa integrazione a sup-
che meno interessante agli occhi della gente e dei se risorse e stesso personale, ma in modo più ade- ridurre e snellire le procedure burocratiche». porto degli uffici giudiziari.
media, ma caratterizza l’operatività quotidiana rente ai bisogni: «Un esempio? - dice ancora Te- Gli obiettivi dell’assessorato all’ecologia: tra le al- Quanto alla Protezione civile dell’assessore De
di un’amministrazione». ti - Abbiamo 18 agenti provinciali in forza ma 17 tre cose presentare la relazione sullo stato del- Poi, si aggiorneranno i piani di prevenzione e un
Se la Lecco-Bergamo è la grande opera che si man- venivano utilizzati per la caccia e la pesca. Uno l’ambiente che non si fa più dal 2004 e sensibi- impegno speciale sarà rivolto alla manutenzione
gia una fetta consistente di risorse, «non abbia- squilibrio e una sproporzione corretti con la rifor- lizzare la popolazione su rischi come l’amianto dei corsi d’acqua.
mo lasciato perdere il resto», dice il presidente ma del corpo di polizia». Ma fare economia ridu- e il radon. Maura Galli
che poi riassume così il taglio di novità scelto dal-
la nuova amministrazione di centrodestra per
qualificare un nuovo modo di spendere i soldi
e di interpretare il ruolo dell’ente: «Andare oltre
le strette competenze per una Provincia vicina ai
cittadini e alle famiglie».
In questa logica si inscrive il finanziamento alle
famiglie per le spese scolastiche dei figli che af-
frontano il primo anno delle superiori. Con un
buono scuola di cento euro che - aggiunge l’as-
sessore all’istruzione e alla sicurezza Luca Teti -
«possiamo offrire facendo economie da altre par-
ti». O come il sostegno sempre alle famiglie nei
guai per la crisi: siccome lo sport è un’agenzia ECCO IL BILANCIO
educativa fondamentale in cui l’amministrazio-
ne provinciale crede fortemente, ecco il contri- Presentato da Daniele Nava e Antonello Formenti
buto per l’iscrizione dei figli ai corsi e alle società

[ I NUMERI ]

Investimenti: la viabilità è in testa


La Lecco-Bergamo asso pigliatutto
«Non si è cercato di accon- Il 47% delle risorse è dovuto al- superiore pari a quasi 3,2 milio-
tentare tutti per non acconten- le entrate tributarie come l’im- ni (tra le altre cose previsto l’am-
tare nessuno». È la formula con posta Rc auto e l’Ipt: «La finan- pliamento del liceo artistico).
cui l’assessore al bilancio Anto- za provinciale - commenta For- Si completa poi il finanziamen-
nello Formenti, riassume il cri- menti - dipende ancora tropo to del polo espositivo museale
terio di compilazione del docu- pericolosamente dal mercato per 1,2 milioni.
mento contabile. Risultato: «Un dlel’auto. Uno dei nostri auspi- Confermato l’investimento di
bilancio sano che va incontro a ci è dunque che si attui al più 486 mila euro per creare il cen-
tante esigenze». Centrato anche presto il federalismo fiscale». tro polifunzionale e di emergen-
un obiettivo che la giunta Nava Il bilancio pareggia a 77 milio- ze interprovinciale di Erba per
si era imposto: il rispetto del pat- ni di euro, quasi 4 milioni me- la protezione civile.
to di stabilità per il 2009 «sen- no rispetto all’anno scorso. Il I limiti imposti dal patto di sta-
za creare problemi o danni era- piano degli investimenti 2010- bilità non consentono forti in-
riali». Per questo erano stati po- 2012 prevede 40 milioni di in- vestimenti in altri settori, anche
sticipati i pagamenti dei forni- vestimenti di cui quasi 32 per se rimangono a bilancio alcuni
tori: «Abbiamo già liquidato 6 opere pubbliche e quasi 8 per interventi, tra gli altri, nei setto-
degli 8 milioni dovuti, in que- altri investimenti (in questa ci- ri dell’istruzione (66 mila euro
sti primi giorni dell’anno». Ma fra rientrano 4,5 milioni, pari a per acquisto di beni e per con-
nel 2010? «Al momento è im- 1,5 all’anno, per le rate di acqui- tributi), del turismo (42 mila eu-
possibile rispettare il patto, nes- sto di Villa Monastero). Dei 32 ro), dei trasporti (20 mila euro
suna amministrazione è nelle milioni destinati alle opere pub- per contributi agli enti locali),
condizioni di farlo, ma sono fi- bliche 22 sono dirottati sul trat- per l’implementazione degli in-
ducioso che nel corso dell’anno to lecchese della nuova Lecco- terventi informatici del settore
si apporteranno quelle necessa- Bergamo. territorio (405 mila euro), del-
rie modifiche alle normative che Sono preponderanti gli investi- l’ecologia (345 mila) dell’Ato (60
ci consentiranno di rientrare. menti per la viabilità che am- mila), della caccia pesca (180
Aspettiamo prima di dare una montano a 26,4 milioni di euro, mila), dei servizi sociali (150 mi-
valutazione definitiva». e quelli per l’edilizia scolastica la).
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[LECCO 17 ]
L’ANNIVERSARIO

Il decennale tra due mesi


Ecco la lastra di marmo il giorno della sua posa, il 6 marzo del 2000. Co-
me indica la data era la prima pietra dei lavori di ristrutturazione delle
piazze XX Settembre e Cermenati, destinate a cambiare volto al centro
con il trasferimento del mercato alla Piccola velocità. Il lastrone era poi
rimasto al termine di via Roma, ad indicare una data simbolo per il cen-
tro città. In estate un incidente l’aveva frantumata ma, anziché rimetterla
a posto, si era deciso di coprirla con una bella badilata di asfalto, con la
promessa che a settembre sarebbe tornata allo "splendore" originario.

[ STORIA DI ORDINARIO DEGRADO ]

Quella targa "cancellata"


da una colata di asfalto
Da cinque mesi nessuno si occupa della lastra di marmo in piazza
COMUNICATO Doveva essere una sistemazio- sere risistemata al più presto. Pecca-
ne provvisoria, per un mesetto niente to che il tempo passa e che l’indiffe-
di più, giusto il tempo di lasciar tra- renza si sta facendo strada. Certo c’è
Cantieri e Asl, scorrere le vacanze estive, poi a set- stato di mezzo il commissariamento
le nuove norme tembre al rientro tutto doveva tornare
nella norma.
del Comune, però per sistemare un
sasso non ci vuole una delibera di
Novità per la comunicazione e La prima pietra di piazza XX Settem- giunta: basterebbe una maggiore atten-
la notifica all’Asl dell’avvio dei bre sarebbe tornata al suo posto. A cin- zione per i segni della memoria. Di una
lavori e di inizio cantieri. La Re- que mesi di distanza, tuttavia, niente memoria recente, su questo nulla da
gione e la direzione del lavoro di fatto: la pietra datata 6 marzo 2000, dire. Si spera che per il 6 marzo, in oc- ADDIO LASTRA Meglio l’asfalto...
per la Lombardia hanno dispo- posta dall’allora sindaco Lorenzo Bo- casione del decennale venga risiste-
sto infatti che la trasmissione dega, per siglare il via dei lavori di ri- mata. Si spera.
della notifica preliminare av- facimento delle piazze non è ancora La prima pietra si era rotta quest’esta- so a nuovo le piazze togliendo il mer- che transitano per il carico e lo scari-
venga tramite sistema informa- stata sistemata. Resta la parte con in- te nel corso di un intervento per la si- cato e trasformando sia la XX Settem- co della merce. Le macchie lasciate
tizzato. Si garantisce la trasmis- ciso il numero 6 e il resto è stato sosti- stemazione dei sotto servizi. Un inci- bre che la Cermenati in un bel salotto. dalle cicche gommose. Una situazio-
sione all’Asl e alla Direzione del tuito con dell’asfalto neppure sistema- dente che poteva essere risolto velo- Il tempo passa, gli anni volano e le ne che va risolta prima che sia troppo
Lavoro (Dpl) e permette la stam- to al meglio. Ora ci si augura che il re- cemente rimettendo il sasso al suo po- piazze si consumano. Proprio la scor- tardi, prima che un intervento di pu-
pa dell’atto utile per l’affissio- sto della pietra sia ben conservato in sto incollando le due parti tra di lo- sa settimana da queste colonne solle- lizia non basti più.
ne in cantiere. L’applicativo per magazzino e che qualche giorno torni ro. Invece Una targa simbolo a cui i vavamo il cattivo stato di piazza Cer- E si potrebbe cominciare rimettendo
l’inserimento dei dati è al se- al suo posto. Potrebbe anche essere sta- lecchesi erano legatissimi, e che ricor- menati e della XX Settembre, con i la- la prima pietra di piazza XX Settem-
guente indirizzo: www.previm- ta buttata o dimenticata da qualche da il salto di qualità del centro. L’ex stroni tutti macchiati d’olio, le con- bre al suo posto, almeno in occasione
presa .servizirl.it/cantieri/. parte. sindaco Lorenzo Bodega aveva dato il seguenze del transito dei mezzi da e del decennale che ormai è alle porte.
Ad agosto sembrava che dovesse es- via ad un nuovo corso. Aveva rimes- per i negozi e di quelli dei mercatini Paola Sandionigi
[18 LECCO ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

[ ACCORDO TRIBUNALE-PROVINCIA ]

Sei in mobilità? Ti "assume" la procura


Dalla fabbrica agli uffici di palazzo di giustizia alle prese con carenze di personale: aperto il bando
Da un lato ci sono i numerosi la- L’assessore allo sviluppo economico rio per garantire l’impiego di alcuni cassa integrazione o mobilità a sup-
voratori in cassa integrazione e in
mobilità che vivono con assegni
Fabio Dadati sostiene inoltre che que-
sta iniziativa rappresenta una rispo-
lavoratori in cassa integrazione, da
utilizzare per le pratiche amministra-
porto dei piani per la sicurezza nel
territorio può essere scaricato al se-
[maggianico ]
mensili di circa 700 euro al mese. sta concreta alla situazione di diffi- tive (servizi di back office) nei servi- guente indirizzo: www.provincia.lec-
Dall’altro lato c’è la costante carenza
di personale che affligge la Procura
lecchese della Repubblica, che è co-
coltà in cui si trovano molte famiglie
del territorio: « Stiamo cercando di
dare una possibilità in più alle per-
zi rivolti alla sicurezza del territorio,
che rappresentano oggi l’esigenza più
forte espressa dal contesto sociale.
co.it/documenti/gareappalti/Altri/av-
viso_696.pdf; le domande di parte-
cipazione, redatte secondo il model-
Ultimo addio
stretta a utilizzare il proprio perso-
nale per normale attività d’ufficio.
sone che hanno perso o stanno per-
dendo il posto di lavoro, per permet-
In tal modo si eviterà di disperdere
professionalità, sgravando gli orga-
lo www.provincia.lecco.it/documen-
ti/gareappalti/Altri/domanda_696.do
alla mamma
Ed ecco l’intuizione, venuta al pre-
sidente dell’amministrazione provin-
ciale Daniele Nava, di sostenere i la-
tere loro di continuare a lavorare e di
ottenere un’integrazione al reddito
rispetto all’ammortizzatore sociale,
nici degli Uffici della Procura della
Repubblica di Lecco dall’incomben-
za di pratiche amministrative, per
c, con i relativi curricula, dovranno
pervenire, in busta chiusa, entro e
non oltre le ore 12 di venerdì 22 gen-
di don Mauro
voratori offrendo loro la possibilità e nel contempo dare agli Uffici del- concentrare il personale in servizi sul naio, a mezzo posta o a mano, al se-
di lavorare in Procura, svolgendo la- la Procura della Repubblica di Lec- territorio rivolti a rendere migliore e guente indirizzo: Provincia di Lecco (a.pir.) Un grande cordoglio e
voro d’ufficio, ed integrando così il co la possibilità di migliorare i livel- più sicura la vita nelle città». - Ufficio Protocollo, Piazza Lega Lom- una altrettanto grande partecipazio-
reddito. li di servizi offerti ai cittadini. Abbia- L’avviso per l’inserimento nel pro- barda, 4 - 23900 Lecco. ne hanno caratterizzato nella gior-
Ieri l’amministrazione provinciale ha mo finanziato un piano straordina- gramma di utilizzo di lavoratori in Gloria Riva nata di ieri i funerali di Giuseppina
siglato un protocollo d’intesa con il Rota, venuta a mancare all’affetto dei
Procuratore di Lecco Tommaso Buo- suoi cari nella notte di sabato scor-
nanno, per l’utilizzo, negli uffici giu- IN REGIONE so.
diziari della Procura, di lavoratori in L’anziana era molto conosciuta e sti-
cassa integrazione e in mobilità per mata nel rione ed era la madre di
far fronte all’attività amministrativa don Mauro Ghislanzoni, attuale par-
e consentire al personale di ruolo del- roco della Comunità pastorale di
la Procura di lasciare le scartoffie e Premana e Pagnona. Sofferente e gra-
dedicarsi full time alla vigilanza nel vemente malata ormai da diversi an-
territorio. ni, Giuseppina si è spenta all’età di
La Provincia ha 82 anni assistita fino all’ultimo nel-
pubblicato un la sua casa dai suoi famigliari.
bando, che sca- L’eucarestia e la celebrazione del ri-
drà il prossimo to funebre è stata officiata dallo stes-
22 gennaio, al so don Mauro nella chiesa parroc-
quale potranno chiale di Sant’Andrea e concelebra-
accedere tutti i ta da diversi altri sacerdoti tra cui
lavoratori in l’ex parroco di Maggianico e Chiu-
cassa integrazio- so don Gaudenzio Corno e Monsi-
ne e in mobilità gnor Bruno Molinari, vicario episco-
Tommaso Buonanno che sanno co- pale di Lecco che in questo modo ha
me gestire l’at- voluto far sentire la vicinanza del-
tività di back l’intero ordine sacerdotale.
office. Nel corso dell’omelia don Mauro ha
Per loro sono stati stanziati comples- ringraziato i numerosi presenti, per
sivamente 30 mila euro, oltre a 7.700 la vicinanza e la partecipazione of-
euro di buoni pasto, del valore di 5 ferta in memoria della cara madre.
euro ciascuno, destinati ai lavorato- Molte le persone provenienti dalla
ri in difficoltà. Valsassina che hanno voluto rivol-
«La grave crisi che sta colpendo l’e- gere l’estremo saluto alla defunta,
conomia del territorio provinciale – tra cui la corale di Premana che ha
spiega il Presidente Daniele Nava a intonato il canto solenne dell’ Ave
questo proposito - ha provocato una Maria in latino.
perdita di posti di lavoro e il massic-
cio ricorso agli ammortizzatori socia-
Famiglia Lavoro,premi a Esino e ospedale Giuseppina Rota, vedova Ghislan-
zoni, aveva altri due figli di cui uno
li. Questa situazione vede crescere Anche due amministrazioni lecchesi protagoniste zazione dell’Ecomuseo delle Grigne a misura di tragicamente scomparso all’estero
da un lato la disponibilità di forza la- ieri , nella sala Gaber del palazzo Pirelli, alla se- bambino, di itinerari esplorativi ed educativi e di anni fa. Era molto legata al rione di
voro competente esclusa dalle fab- conda edizione del Premio Famiglia Lavoro. Ini- un programma di eventi ad hoc per le famiglie e Maggianico dove ha sempre vissu-
briche e dagli uffici, dall’altro la dif- ziativa ideata da Regione Lombardia, Assessora- i bambini, di scoperta del territorio, della sua sto- to e dove era naturalmente molto co-
ficoltà di far fronte alle esigenze di to alla Famiglia e Solidarietà Sociale, in collabo- ria e della sua ricchezza) e l’Azienda Ospedaliera nosciuto: si spiega così la foltissima
servizi espresse dalla cittadinanza; razione con Altis per riconoscere le Aziende e le di Lecco per il progetto Tempi migliori, premiate partecipazione alle esequie della
si pensi ad esempio all’utilizzo del- Pubbliche Amministrazioni che hanno attivato pro- dall’Assessore Giulio Boscagli e dal Presidente For- donna.
le forze dell’ordine, condizionato dal- getti per realizzare una reale conciliazione dei tem- migoni. Nel suo intervento l’assessore Boscagli ha Le sue ceneri riposano temporanea-
la carenza di uomini e mezzi. Per pi della famiglia e del lavoro per i propri dipen- ricordato che "la famiglia non è un ostacolo ma il mente al cimitero monumentale di
questi motivi la nuova Provincia di denti. centro fondamentale attorno cui costruire il futu- Lecco in attesa di essere trasferite in
Lecco ha voluto siglare questo pro- Tra le 11 Pubbliche Amministrazioni premiate spic- ro,. Il Premio evidenzia la necessità di costruire un quello di Maggianico.
tocollo d’intesa con la Procura del- cano il Comune di Esino Lario per il progetto Ter- nuovo welfare fondato su più soggetti: la famiglia, Andrea Pirola
la Repubblica presso il Tribunale di ritorio a misura di bambino (si tratta della realiz- il noprofit e il mondo delle imprese».
Lecco».

[ I BILANCI DELLA POLIZIA LOCALE ]

«Non siamo solo quelli delle multe»


L’attività del nucleo di polizia giudiziaria: tanti gli interventi fatti lo scorso anno
Sono solo in tre, ma a Interessante anche il dato, Entriamo ancora di più nel ni interforze (cioè i rapporti
giudicare dalla mole di lavo- 167 per la precisione, relati- dettaglio delle cifre: tre i si- con le altre forze dell’ordine)
ro che riescono a realizzare vo alla restituzione di cose o nistri mortali rilevati e tre, di 549, mentre le comunicazio-
in un anno sembrano essere veicoli: una formula burocra- conseguenza, anche le visite ni con altri enti 162. Dieci gli
molti di più. tica che indica la restituzio- esterne ai cadaveri che sono interventi sanzionatori per
Sono stati resi noti ieri i ser- ne ai legittimi proprietari di state effettuate. violazioni al codice della
vizi compiuti durante il 2009 auto o altri beni che erano Ma nell’elenco dell’attività strada, quattro i servizi nei
dal nucleo di polizia giudi- stati rubati o posti per qual- svolta nel corso degli ultimi rioni, sette le missioni fuori
ziaria della Polizia locale di che motivo sotto sequestro. 12 mesi ci sono 4 verbali di comune e 532 i servizi ester-
Lecco, coordinata dal com- «Di solito, nell’immaginario vane ricerche, 3 fotoricono- ni. Ma ci sono stati anche ser-
missario aggiunto Silvio collettivo, l’agente di polizia scimenti (quelli che vengo- vizi per così dire più tradi- PIÙ CONTROLLI in centro città
Spandri. locale è quello che fa le mul- no posti in essere per inden- zionali, come i 51 interventi
Ecco qualche dato. Sono sta- te per divieto di sosta - han- tificare qualche persona nel- davanti alle scuole lecchesi
te 63 le comunicazioni di no- no commentato il comandan- l’ambito delle indagini) e 86 a protezione dei giovani stu- lavoro il commissario ag- ha curato altri due pubblica-
tizia di reato: erano state 58 te del corpo Marco Baffa e il le notifiche. denti che entravano o usci- giunto Silvio Spandri ha tro- zioni: una sui reati connes-
nell’anno precedente. Ben vice Franco Morizio - ma E ancora: 46 richieste al ca- vano davanti alle scuole. vato anche il tempo di cura- si alla circolazione stradale
99 le relazioni di servizio, 4 questi dati dimostrano la sellario giudiziale, 1430 le Numeri importanti e comun- re una pubblicazione per ad- e i rapporti con l’autorità giu-
i verbali di sopralluogo, 54 quantità e la quantità del la- verifiche con l’anagrafe, 100 que in aumento rispetto ai detti ai lavori sulle conse- diziaria, l’altra sulla identifi-
i fascicoli fotografici prepa- voro svolto con grandi sacri- con il Ced. Le comunicazio- servizi effettuati nel corso di guenze derivanti dagli inci- cazione, fermo e accompa-
rati durante l’attività di poli- fici dal nostro nucleo di po- ni all’autorità giudiziaria so- tutto il 2008. denti stradali, mentre il vice gnamento.
zia giudiziaria. lizia giudiziaria». no state 226, le comunicazio- Nonostante la gran mole di comandante Franco Marizio P. Gia.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[LECCO 19]
[ SCHEDA ]
IL LAGOFERITO ANDREA VITALI
«La sponda comasca è
molto più abituata a un tu-
rismo d’élite e di qualità. I
Continua il dibattito attor- Comuni hanno autorizza-
no alla grande questione to la costruzione continua
del «Lago ferito», rilancia- di seconde case che poi
ta alla fine del 2009 da un restano sfitte solo per in-
provocatorio intervento cassare gli oneri di urba-
dello scrittore Andrea Vi- nizzazione» (scrittore)
tali che metteva in discus-
sione lo sviluppo urbanisti- VICO VALASSI
co sulle sponde del Lario. «La brama di diventare
Interviene ora il presiden- grande ha fatto si che Lec-
te di Legambiente. co sia a tratti cresciuta ve-
locemente. Si è fatto qual-
di Pierfranco Mastalli che errore urbanistico al
quale tuttavia si può por-
Sulle condizioni di salute re rimedio». (presidente
del nostro Territorio.,il termo- Camera Commercio)
metro segna uno stato di forte
sofferenza, suffragato dalle cru- ALBERTO
de e pesanti cifre dello studio ANGHILERI
elaborato dal quotidiano Sole- « A Como sono stati più
24 Ore, per il quale la provin- bravi di noi a conservare
cia di Lecco si posiziona , al pa- la sponda del lago, anche
ri di quella di Como, al 74° po- se di brutture ne esistono
sto su 107 in fatto di qualità persino sulla loro sponda,
della vita, dove si evidenzia una forse i nonni dei nostri in-
pesante retrocessione nella vo- dustriali, divisero i compi-
ce Servizi-Ambiente e Salute, ti: a noi il compito di co-

«Insieme affinché il Lario


con una incidenza delle morti struire il ferro, a loro la se-
per tumori (una su tre) rilevan- ta». (segretario Cgil)
te, che dovrebbe far riflettere
ed agire conseguentemente. DON FRANCO
Anche il servizio sul consumo CECCHIN

sia patrimonio Unesco»


del territorio per cementifica- «Personalmente, non ho
zioni varie mostra un quadro la competenza per entra-
deprimente, posizionando la re nel merito di queste
nostra provincia ad un quasi questioni. Ma una cosa è
15% (media) di suolo occupa- certa: dobbiamo valorizza-
to che corrisponde al quarto ter-
ritorio più urbanizzato della Il presidente di Legambiente e gli scempi urbanistici sulle sponde di Lecco re di più il nostro meravi-
glioso lago». (prevosto
Lombardia, dopo Milano, Va-
rese e Como. Anche in un re-
e di Como: «La politica finora ha fallito, bisogna intervenire con decisione» Lecco)

cente passato Legambiente ave- LO STUDIO


va evidenziato i pericoli di una gratuito dei Cittadini (come è "Insieme per salvare il lago", ti- Territorio (nel suo aspetto am- netizzabili. Consumiamo cinque me-
eccessiva occupazione di terri- loro diritto) con allargamenti tolo de «La Provincia di Lecco» bientale, paesaggistico, cultu- Una seria azione di valorizza- tri quadrati di territorio a
torio ed aveva raccolto firme sproporzionati di lungolaghi o della scorsa settimana non può rale e sociale) che è unitario, in- zione sarebbe quella di batter- testa ogni anno. Nella no-
per una legge di iniziativa po- con strutture cementificate ad restare uno slogan ma deve di- dipendentemente dai confini si per far includere i laghi insu- stra provincia ogni anno
polare che limitasse ai mini- uso lido a pagamento come a ventare una azione incisiva di amministrativi dei diversi enti brici, compreso il Lario, nell’e- se ne vanno 149 ettari. Per
mi termini l’uso del suolo. Bellano, i cui interventi sono tutte le associazioni e organiz- "autonomi." lenco dei beni tutelati dall’U- dare un’idea della dimen-
Con i dati emersi non c’è da stati contestati e messi sotto ac- zazioni di varia natura che han- Una programmazione impor- nesco. sione è come se sparis-
stare tranquilli ed è improdut- cusa da Legambiente. no a cuore il futuro del nostro tante ancora non portata a ter- Mentre le grandi banche inter- sero 149 campi di calcio
tivo discutere se stia meglio mine dalle due Province e dal nazionali parlano di "green eco- regolamentari a undici
Lecco o Como, dal momento Consorzio del Lario e dei laghi nomy" e prevedono che nei giocatori.
che entrambe stanno male, con
diverse valutazioni a seconda
delle voci.
[zoom] minori è il «Piano di Settore per
il demanio della navigazione»
che dovrebbe stabilire criteri e
prossimi anni la tutela del cli-
ma e la riduzione dell’inquina-
mento avranno un ruolo trai-
Como è come una modalità per gli interventi sul nante nella ripresa economica, Territorio in corso, è particolar-
nobile decaduta ( ba- demanio lacuale secondo la lo- presentando già oggi ottime op- mente importante perché si de-
sti pensare al recen- gica e la pratica della sosteni- portunità nell’edilizia ecososte- ve decidere se dobbiamo diven-
te scandalo del mu- bilità, mentre si continua ad nibile di riqualificazione dei tare la periferia indistinta di una
ro in piazza Cavour, operare in modo contraddito- vecchi edifici senza consumo città diffusa da Milano fino al-
che non si sarebbe rio. di suolo, da noi trova difficoltà la Valtellina o se riusciamo a
verificato con il sin- Sentire parlare genericamente il salto culturale sia nelle am- salvaguardare e rafforzare le no-
daco Antonio Spal- di valorizzazione dei laghi la- ministrazioni che nelle attività stre caratteristiche e peculia-
lino che salvò il qua- scia molto perplessi perché il economiche. rità in ambito urbanistico, pae-
drilatero romano da termine è ambiguo e perciò de- Possiamo rimarginare i danni saggistico, ambientale e cultu-
distruzione) e Lecco ve essere coniugato con scelte sul "lago ferito" e nella "Brian- rale.
potrebbe essere para- che indirizzino verso la sobrietà za violata" e tentare di inverti- Questi valori maturati per la
gonata ad una popo- e il minor consumo di spazi vi- re il modo di procedere? saggezza degli abitatori del ter-
lana troppo presa in tali e di energia, non conside- Questo periodo, con le proce- ritorio e sedimentati nel tempo
attività e poco preoc- randoli beni di consumo mo- dure dei Piani del Governo del vengono meno quando inter-
cupata del proprio venti edilizi e infrastrutturali
futuro ( basti pensa- male inseriti snaturano gli ele-
re alla grande occasione persa NATURA E CEMENTO menti tradizionali di un luogo,
negli anni Ottanta, Novanta e
seguenti di ridisegnare un nuo-
Uno dei panorami che si possono osservare sulla nostra spon-
da del lago: la foto è stata scattata dal Sentiero del Viandante
avvisi COMUNE DI ROBBIATE
Provincia di Lecco
Robbiate, 30.12.2009
danneggiandone il contesto ed
influenzando negativamente la
vo volto alla città quando fu-
rono disponibili aree strategi-
che a causa della cessazione di
legali AVVISO DI GARA ESPERITA
IL 30.11.2009
VENDITA IMMOBILI COMUNALI
- TERRENO VIA NOVARINO
qualità della vita.
Gli indici elaborati dal Sole 24
Ore non sono invenzioni: ci di-
attività delle grandi industrie Aste La vendita è stata aggiudicata alla
cono che la "politica", nel sen-
metalmeccaniche). Assemblee ditta MONTECO Srl per un importo so nobile del significato, non
Concorsi
Le sponde dei laghi in entram- Appalti
pari ad €. 835.000,00. ha fatto il suo dovere, a Lecco
be le province non hanno fatto Sentenze IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO come a Como, perché ha per-
Variazioni PRG Dott. Arch. Giancarlo Arlati
da argine naturale a possibili messo o previsto pesanti mani-
scempi ma stanno entrando polazioni delle caratteristiche
nell’occhio del ciclone per le COMUNE DI MANDELLO DEL LARIO dei luoghi, che hanno perso il
mire espansionistiche di alcu- Provincia di Lecco loro linguaggio ben più pre-
ni comuni rivieraschi che, do- PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO - ADOZIONE gnante e significativo della stes-
po aver occupato la terraferma, IL RESPONSABILE DI STRUTTURA N. 7 - EDILIZIA E URBANISTICA
sa espressione vocale.
si indirizzano verso le aree de- Poiché i laghi segnano in mo-
maniali nell’alveo lacuale con Ai sensi e per gli effetti della L.R. 12/2005 e s.m.i. do determinante con la loro
opere fisse e cementate a scapi- rende noto presenza il nostro Territorio,
to della naturalità dell’ecosiste- che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 81 in data 17.12.2009 e' stato adottato il
una loro trasformazione sotto
ma. Accanto a interventi pos- Piano di Governo del Territorio. il peso di una urbanizzazione
sibili e rispettosi, si assiste alla La predetta deliberazione e gli atti del Piano di Governo del Territorio saranno depositati in
libera visione al pubblico per 30 (trenta) giorni consecutivi dal 25.01.2010 al 24.02.2010
disordinata ed intensiva non
"conquista" di posteggi per au- dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presso l'ufficio Edilizia Privata ed Urbanistica. può che provocare riflessi ne-
to sopra il lago come a Bellano Le eventuali osservazioni al riguardo dovranno essere redatte in triplice copia, di cui una
in marca da bollo da € 14,62, con l'apposito modulo da ritirarsi presso l'ufficio Edilizia
gativi su tutto e tutti, e già que-
o a Varenna (prossimamente QUELLI DELL’ALTRA SPONDA Privata ed Urbanistica e messo a disposizione sul sito ufficiale del Comune di Mandello sto oggi lo si sente.
si sponsorizzerà il "tipico pae- Non è molto diversa la situazione sulla sponda coma- del Lario: www.mandellolario.it e presentate entro i 30 (trenta) giorni successivi all'ulti-
mo di deposito e cioè entro le ore 12.30 del 26.03.2010.
a nome del Coordinamento
saggio lariano con auto"?) ,op- sca: questa foto fatta a Menaggio parla davvero da sola... dei Circoli di Legambiente di
pure alla copertura delle poche Il Responsabile di Struttura n. 7 Edilizia Privata e Urbanistica
(Architetto Elena Todeschini)
Lecco, Lario Orientale e
spiagge ad uso generalizzato e Merate
» CASTELLO 21
DAIRIONI VIALE TURATI
I TUOI
NEGOZI A cura di SPM

[ VIALE TURATI ] >>> Viale Turati [ CASTELLO ]

Unità delle Chiese:


Riapre un negozio
Laboratorio Pellicceria
Stevanin M. Cristina
al Palladium
e si porta in dote arriva un arciprete
russo ortodosso
ventisei posti auto Riparazioni, rimesse a modello,
puliture, capi pronti su misura
Via Pasubio, 2/A
Tel. 0341.285000
CASTELLO Sarà una settimana interamen-
te dedicata alla preghiera per l’unità dei cri-
stiani. La Zona pastorale Terza propone una
serie di iniziative per la promozione del dia-
Nell’ex Galimberti sta arrivando il marchio Tigotà Garage F.lli Bolis Snc
logo tra le diverse confessioni cristiane e la
preghiera. La prima di queste iniziative è in-
Una boccata d’ossigeno anche per l’occupazione Centro Revisioni titolata “Conosciamo la Chiesa ortodossa
Autoriparazioni russa”, incontro con Nykolay Makar, arci-
VIALE TURATI Nuovi parcheggi e prete. L’appuntamento è per domani sera
nuovi posti di lavoro. Che c’azzec- (giovedì 14) alle ore 21 al cinema Palladium
cano le due cose? In teoria, nulla, ma di Castello. Sabato 23 gennaio, alle ore 9 e
in pratica la prossima riapertura del- 30, poi, sempre a Castello, nella chiesa par-
l’esercizio commerciale che si trova rocchiale, si terrà la celebrazione della divi-
al civico 46 di viale Turati, pratica- na liturgia.
mente all’incrocio con via Petrar- Anche se Castello sarà il centro lecchese del-
ca, starebbe per far riaprire anche i la preghiera per l’unità dei cristiani, ci sono
26 posti auto che sono condiziona- tanti altri appuntamenti interessanti in que-
Via Pasubio, 1
ti proprio dall’alzarsi delle saracine- sta prospettiva sul territorio e anche a Mila-
sche di questo esercizio commercia- Tel. Fax 0341.363509 no. Il programma degli incontri, infatti, pre-
le. Infatti l’ex negozio Galimberti, an- officina.bolis@libero.it vede: celebrazioni ecumeniche della paro-
dato a fuoco ormai da qualche anno la a Erba (martedì 19 gennaio alle 20,45 nel-
e mai più riaperto, aveva lasciato un Ivano Balbiani la chiesa di S. Maria Nascente piazza Pre-
grande spazio vendita completamen- Rivenditore autorizzato positurale, 11), a Oggiono (giovedì 21 gen-
te vuoto sopra il quale (proprio sul macchine per cucire naio alle 21, nella chiesa di S. Eufemia , via
tetto, collegato al negozio e al viale Primo Maggio, 88), a Primaluna (giovedì 21
con una scala ora anch’essa chiusa), gennaio alle 20,45 nella chiesa dei SS. Pie-
c’è un parcheggio privato a uso pub- tro e Paolo piazza Quattro Novembre,10). Il
blico (con tanto di sbarra all’ingres- programma si completa con l’appuntamen-
so), che ora, quando aprirà il nuovo IL PARCHEGGIO sul tetto to di sabato 16 gennaio alle 19 a Milano. Il
negozio, dovrà restare a disposizio- Tempio Maggiore di via della Guastalla 19
ne del quartiere e non solo dei clien- (ingresso ore 18,30 pass tel.02.8556.355),
ti dell’attività commerciale. Uno spa- al piano stradale. Con la carenza di questo la Gottardo Spa cerca dai 4 ospiterà “Cristiani in sinagoga per la giorna-
zio importante, come detto, ben 26 posti che c’è, sicuramente una risor- agli 8 addetti alla vendita dai 18 an- Nuova sede! ta dell’ebraismo”. Lunedì 18 gennaio, infi-
posti che vanno ad aggiungersi agli sa da sfruttare. Quando riaprirà? Dif- ni in su, preferibilmente (ma non Via Petrarca, 6/B (Angolo V.le Turati) ne, alle 20,45, al Teatro dell’Angelicum a
altri 27 che si trovano proprio al di ficile dirlo, ma sicuramente entro necessariamente) con precedenti Tel. 0341.369143 Milano, ci sarà “Come custodire i frutti del-
là della sbarra e che sono già attual- pochi mesi, a marzo-aprile come ter- esperienze nel settore, che per can- lo Spirito dopo un secolo di movimento ecu-
mente sfruttati. L’accesso alle auto mine massimo. I lavori sono in cor- didarsi devono mandare il curricu- menico", tavola rotonda alla quale parteci-
avviene da via Catullo, traversa di
via Petrarca, ed è regolamentato, es-
so sia all’interno dello stabile che
sopra, al parcheggio pubblico do-
lum all’e-mail risorse.umane@got-
tardospa.it (per maggiori informa-
>>> Castello peranno il cardinale Dionigi Tettamanzi e
Siluan Span, vescovo della Diocesi Rome-
sendo molto stretto e a doppio sen- ve è stata tolta la sbarra che impedi- zioni il sito è www.gottardospa.it). na Ortodossa d’Italia.
so, da un semaforo a chiamata (chi va l’ingresso al parcheggio. Infatti la L’occasione di questa apertura, ol-
Ravasi Alimentari
deve passare preme il bottone che fa società Gottardo Spa di Padova tre a far trovare qualche posto di la- “Il Pane Fresco lo trovi
scattare il rosso dall’altra parte del- (azienda leader in Italia nella ven- voro che non guasta mai, e a dare un ogni giorno dal tuo Fornaio” [ CASTELLO ]
la via). Il parcheggio è utile, anche dita di prodotti per la cura della ca- nuovo esercizio commerciale al rio-
se poco conosciuto (e la sua chiusu-
ra per anni non ha certo contribuito
sa, della persona e di articoli di pro-
fumeria), ha annunciato ufficialmen-
ne di Santo Stefano, ridarà anche
posteggi per tutti. Una sola limita- Scuola della Parola
a renderlo “famoso”), perché con- te l’apertura di un punto vendita con zione: il posteggio dovrebbe chiu-
sente di parcheggiare praticamente
sopra il viale e, con una semplice
il suo marchio “Tigotà”. Un negozio
che venderà prodotti per l’igiene del-
dere entro le 20. Almeno questo era
quanto avveniva quando era aperto
I giovani riflettono
rampa di scale, di passare da sopra
il tetto del negozio al civico 46 (ac-
canto alla Banca Popolare di Lecco),
la casa e della persona oltre a, nel-
l’area profumeria, prodotti di bellez-
za, profumi e make-up. Proprio per
il precedente esercizio commercia-
le. Per la notte, insomma, si dovrà
posteggiare altrove...
sulle figure bibliche
Consegna a domicilio gratuita,
giornaliera nei rioni di Castello,
di alcuni profeti
[ VIALE TURATI ] S. Stefano, Olate, S. Giovanni e Rancio
Via Mentana, 45/a CASTELLO Una serata di preghiera e ri-

Toh,un palo in mezzo alla strada Tel. 0341.498198

Solo da Noi
flessione in ascolto della Parola di Dio. È
questo il senso della Scuola della Paro-
la Giovani, organizzata dalla Pastorale
Giovanile del Decanato di Lecco. Il ciclo
Paradossale e pericolosa l’installazione nella piccola via Virgilio di incontri, che è iniziato a ottobre e ter-
minerà ad aprile, si rivolge a tutti i gio-
VIALE TURATI Se capitate in via Virgilio, traversa di vani del territorio lecchese, compresi co-
via Petrarca, attenzione a svoltare distrattamente. Po- loro che per la prima volta si accostano
treste finire contro un palo della luce e, se proprio non a questa esperienza o che non seguono
ci vedete bene, farvi anche male. Soprattutto se di not- alcun cammino in parrocchia.
te, magari stanchi, dopo un duro turno di lavoro, svol- Il tema scelto per quest’anno è «Alzati, ti
tando a destra (provenendo da viale Turati), o a sini- Oggettistica, addobbi per feste bimbi voglio parlare» e proporrà riflessioni a
stra (dall’incrocio semaforico tra via Pasubio e via Mi- Corso Matteotti, 57 partire dalla figura di alcuni profeti e in
lazzo), vi trovate improvvisamente di fronte a un pa- Tel. 327.4994111 particolare sulla loro chiamata da parte
lo della luce messo in mezzo alla strada. Certo, i resi- di Dio: Samuele, Isaia, Geremia, Ezechie-
denti di via Virgilio quel palo lo conoscono bene e, Dangeluna Tattoo Studio le, Giona e Maria.
pertanto, lo evitano con attenzione, ma ci si chiede se Per i tuoi tatuaggi personalizzati Dopo il primo appuntamento svoltosi lo
sia uno scherzo oppure se davvero possa esistere una Vi aspetto! scorso ottobre, sarà protagonista ancora
strada (seppur privata), con un lampione che fa bella Corso Matteotti, 43 la chiesa parrocchiale di Castello di Lec-
mostra di sé davanti a un condominio, piazzato qua- Tel. 339.5736962 co che ospita la Scuola della Parola, sem-
si in mezzo alla carreggiata. Senza alcun cartello se- dangeluna@libero.it pre al giovedì e alla stessa ora: giovedì 21
gnalatore, né un dosso a circondarlo… Nulla. Vero è gennaio, giovedì 25 febbraio, giovedì 18
che via Petrarca già di per sé non è un’autostrada, traf- Per essere presente marzo e giovedì 29 aprile. A disposizio-
ficata com’è, e, dunque, le possibilità di svoltare a for- ne e in preparazione a ciascun appunta-
te velocità sono limitate. Vero è che molte volte il pa- in questa rubrica, mento della Scuola della Parola ci sono
lo in questione è coperto dalle auto in sosta e diven- contattare alcune schede sulle figure dei profeti che
ta quasi una striscia bianca (anzi gialla, visto che ac- verranno presentate di volta in volta e che
canto a esso ci sono posti auto per disabili) che indi- sono reperibili anche sul sito del Deca-
ca il parcheggio, ma è anche vero che, anche se dif- nato di Lecco (www.decanatodilecco.it).
ficile da spostare, lì in mezzo non dovrebbe proprio La Scuola della Parola introduce alla co-
starci. Anche se, ed è questa la vera notizia, sembra noscenza della Scrittura e aiuta a opera-
che questo lampione solitario finora non abbia mai Tel. 0341.357400 re un giusto discernimento sulla propria
provocato incidenti. Incredibile. vita.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[CIRCONDARIO 23]
[civate l’appello ]
Aiutiamo il sito della parrocchia
CIVATE (p. zuc.) Don Mario Longo, fautore e per pubblicare nelle varie aree: oratorio, associazioni,
certo verso persino antesignano di Internet nell’e- catechismo, chierichetti, messa, segreteria, storia
vangelizzazione, ha lasciato com’è ben noto la co- del paese e delle chiese, liturgia, sport, incontri,
munità di Civate, ma il seme da lui gettato conti- conferenze, eventi speciali, tg dei ragazzi, radio,
nua a germogliare. album fotografico, cronache e racconti dalla casa
La parrocchia di Civate sta lavorando coi «ragaz- di riposo». Insomma, per una comunicazione che
zi del gruppo Internet» alla costruzione del pro- sia il più possibile tempestiva.
prio nuovo sito (www.parrocchiadicivate.it). Nella foto che pubblichiamo qui a fianco, il grup-
Serve la collaborazione di tutti – secondo l’appel- po di lavoro dei giovani civatesi. E il loro appel-
lo dei promotori - per raccogliere «materiale da lo merita sicuramente di essere raccolto.

[ VALMADRERA ]

«Tombola inattaccabile, ecco perché»


Cristina Valsecchi, anima della kermesse, spiega regolamenti e retroscena: «Tutto registrato»
VALMADRERA (p. zuc.) Dietro le quinte sono figurare, al limite, come sponsor». La
della tombolata che ha sbancato tutte le at- tombolata di Valmadrera è stata sostenuta,
tese: Cristina Valsecchi (nella foto), presi- così, da due tipologie di operatori economi-
dente di Confcommercio Valle San Martino ci: «I commercianti al dettaglio hanno ver-
– coordinatrice e presentatrice dell’evento sato una quota fissa, di 130 euro, e hanno
anche di Valmadrera – spiega come nasce e inoltre donato ciascuno uno o più premi mi-
come funziona un giocone tipo quello che, nori: circa 150, in tutto. Altri, tra i quali per-
in città, ha mosso oltre 800 mila euro tra no- sino istituti di credito e professionisti, han-
vembre e dicembre. no sponsorizzato l’evento senza rilasciare
Cinque settimane di shopping: «Dal caffé, cartelle: si sono conquistati così uno spazio
al pane, al regalo vero e proprio: qualsiasi sulla brochure e il materiale promozionale
acquisto effettuato nei circa cento negozi che della tombolata. La quota fissa dei commer-
hanno aderito all’ini- cianti e le sponsorizza-
ziativa – ricorda la Val- zioni sono servite a
secchi – ha dato diritto comprare i tre premi
agli scontrini che, rag- principali; una percen-
giunti 200 euro o mul- tuale, inoltre, è anda-
tipli, sono stati conver- ta in beneficienza».
titi in una o più cartel- Il concessionario Fiat
le della tombola». Una che ha ri-vinto la pro-
«tombola fiscale», co-
me precisa la presiden-
te, cioè «coperta da fi-
pria «Panda» non era,
dunque, tra i commer-
cianti coinvolti diretta-
[l’intervista] GUIDOVILLA consigliere Valmadrera Futura
dejussione bancaria, mente nella tombolata:

«Più attenzione alla sicurezza»


svolta secondo la disci- «Il concessionario ha
plina disposta dal Mo- venduto l’auto – con-
nopolio di Stato, sotto- ferma la Valsecchi – La
posta a tassazione, con- moglie, che sabato ha
clusa da un verbale fir- fatto tombola (e poi ha VALMADRERA . (p. zuc.) Diventa un caso an- nota dissonante».
mato dal sindaco (o suo mandato sul palco il fi- che politico la tombolata natalizia, nata per in- Il problema, per il centrodestra, è il rispetto del-
delegato). Tutti gli scon- glio) aveva fatto acqui- centivare lo shopping ed estratta lo scorso sa- le regole: «Il sindaco ritiene forse che nel cor-
trini devono essere sti in diverse attività di bato sera in un super affollato – pure troppo, so della serata siano state rispettate tutte le nor-
conteggiati e il totale deve corrispondere Valmadrera. Non ci possono essere dubbi secondo le critiche - cineteatro parrocchiale. me in materia di sicurezza vigenti per questo
al numero di cartelle distribuite: non ve ne sulla proclamazione». Una manifestazione L’opposizione scrive al sindaco, Marco Rusco- tipo di manifestazioni? Il locale cinema-tea-
possono essere in circolazione di più, re- finita, dunque, in gloria: «Avendo seguito la ni. tro parrocchiale può contenere a malapena cin-
galate ad esempio a scopo promozionale da tombolata davvero dall’inizio alla fine, non «Come altre centinaia di valmadreresi – affer- quecento persone, mentre ne sono state am-
commercianti e sponsor o girate, per così di- ho esitazioni nell’affermare che s’è trattato ma Guido Villa, consigliere di “Valmadrera fu- messe ben di più. Cosa più grave, quando ho
re, sottobanco; per i premi principali è pre- di un enorme successo, il cui merito va con- tura” - ho assistito alle estrazioni della tom- fatto personalmente presente la cosa agli asses-
vista inoltre una procedura che ne permet- diviso con tutti: l’assessore comunale al bola organizzata dal Comune in collaborazio- sori Anghileri e Tentori – accusa Villa – questi
te la tracciabilità: fotocopie dei documenti Commercio, Emilio Zangari, i negozianti che ne con gli esercenti e il “Centro farmaceutico ultimi non mi hanno degnato nemmeno di una
d’identità dei vincitori e firma sotto il ver- hanno aderito e ci hanno creduto con serietà missionario”: questa manifestazione ha avuto risposta. Fortunatamente è filato tutto liscio,
bale sono parte della prassi». e impegno, la gente per avere risposto e por- una indubbia presa ed è stata accolta con gran- ma se si fosse verificata un’emergenza? Mi au-
Altri retroscena interessanti vengono messi tato anche un po’ di pazienza nel raccoglie- de favore dalla cittadinanza. Ritengo encomia- guro – conclude il consigliere - che, in occasio-
in luce: «Un’altra regola generale, che adot- re gli scontrini, fare la fila per convertirli, bile l’impegno profuso dagli organizzatori e da ne di manifestazioni di così grande richiamo,
tiamo anche nella tombolata di Calolziocor- partecipare alla serata in teatro. Alla fine tan- tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita si faccia in futuro maggiore attenzione all’os-
te – riprende la presidente – è l’esclusione ti sono rimasti due ore e mezzo in piedi, ma dell’evento. Mi permetto, però (in qualità di servanza delle più elementari misure di sicu-
a priori delle attività i cui clienti verrebbe- siamo riusciti ad accogliere comunque tut- semplice cittadino, oltre che di rappresentan- rezza».
ro in possesso facilmente di troppe cartelle: ti i presenti, al coperto e al caldo». te dell’opposizione in consiglio comunale, una P. Zuc.
mobilifici e concessionarie, anzitutto. Pos- Patrizia Zucchi

[ VALMADRERA ]

Sant’Antonio: tradizione e generosità


Al via il ricco programma delle celebrazioni con golosità e momenti di solidarietà
VALMADRERA (p. zuc.) Da gior- ne che ha una storia lunghissi- braismo presso l’oratorio femmi- sa per disabili adulti «Oltre Noi»;
ni le volonterose donne del ma. In origine la mela di nile, relatore don Matteo Crimel- avrà luogo nella palestra della
«Gruppo amici del seminario» sant’Antonio era un tipico dono la. Domani, altra concessione al scuola «Leopardi» a partire dal-
selezionano e lustrano quasi 700 invernale, da fare alla persona palato e, nuovamente, anche al- le 20. I posti sono 350: si preno-
chili di mele, che domenica ver- amata»: così a Valmadrera la rie- la solidarietà: sant’Antonio è as- ta allo 0341 580828. Largo anco-
ranno messe in vendita fuori da vocano, sempre sperando di pro- sociato non solo alle tipiche me- ra al volontariato lunedì: alle
tutte le chiese della città, dalle 7 trarla il più possibile nel tempo. le, ma anche ad altrettanto cele- 15.30 gli alpini di Valmadrera
a mezzogiorno, in occasione del- La finalità è peraltro benefica: il bre pietanza, detta «orecchione» renderanno il consueto omaggio
le messe. ricavato va a sostegno delle ne- o, in dialetto, «uregiatt». Imman- agli ospiti dell’«Opera Pia Ma-
«Le confezioniamo, cercando di cessità parrocchiali, tra cui an- cabile, dunque, verrà servita la gistris». Annunciano: «Quest’an-
essere ogni anno il più possibi- zitutto il restauro della chiesa cena benefica organizzata no, in accordo con i responsabi-
le originali – raccontano le vo- dedicata proprio al patrono. Gli dall’«Associazione genitori e li del ricovero, verranno regala-
lontarie – Da oltre un decennio eventi in suo onore prendono amici degli handicappati», pre- te attrezzature ginniche, insie-
ALPINI All’Opera Pia collaboriamo alla ripresa e al avvio, peraltro, già oggi, alle 21, sieduta da Ernesto Dell’Oro: il me ad altri supporti per il tem-
mantenimento di una tradizio- con l’incontro culturale sull’e- ricavato verrà devoluto alla ca- po libero e l’animazione».
[24 CIRCONDARIO ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

MONTE MARENZO OLGINATE

Convocazioni on line per i consiglieri Nuova perdita idrica,stavolta in centro


(c. doz.) Le convocazioni, a Monte Marenzo, tificata attivati per i soggetti che lo vorranno. (b. ber.) Lavori in corso in centro Olginate, per cipio per riparare una nuova perdita d’acqua
arrivano per posta elettronica. E’ una novità Gli altri potranno continuare a ricevere le co- rattoppare una nuova perdita. Sono ancora le che riaffiorava dall’asfalto dalla sera di lunedì.
importante, per i membri del consiglio comu- municazioni cartacee. Lo ha reso noto Daniel condutture della rete idrica del paese, a far Gli operai hanno lavorato anche con i mezzi
nale e delle varie commissioni consiliari. Dai Fasolin, consigliere comunale con delega al- tribolare il comune e i residenti. L’ultimo in- per scavare sotto il manto stradale, individua-
prossimi giorni, una volta completata la rela- l’informatizzazione ed alle politiche giovani- tervento si è reso necessario ieri mattina, re la perdita e riparare le tubazioni. È stata ne-
tiva procedura, le convocazioni per le varie li, in occasione del consiglio comunale di lu- quando gli operai incaricati dal comune, so- cessaria la presenza di un moviere per far la-
sedute verranno inoltrate per via telematica, nedì sera. Sabato mattina, gli esperti saran- no tornati all’opera in via Redaelli, vicino al- vorare gli incaricati in tutta sicurezza, ma an-
attraverso gli indirizzi di posta elettronica cer- no a disposizione dei consiglieri. la statua del San Carlo, a due passi dal muni- che per garantire alla circolazione stradale.

[ CARENNO ] [ OLGINATE ]

Tutta una festa


dedicata
Ancora auto nel mirino dei ladri:
ai 45 volontari l’ennesimo colpo vicino alle scuole
orgoglio locale Le borse lasciate nell’abitacolo principale obiettivo dopo i colpi avvenuti a Capiate
CARENNO (c. doz.) Volontari carennesi CALOLZIOCORTE OLGINATE Ora è allarme. Non accenna ad arrestar-
sugli scudi, in occasione della festa a loro si la raffica di furti che da alcuni giorni ormai, stanno
dedicata dall’amministrazione comunale. avvenendo a Olginate. I malviventi sembrano aver da-
Il sindaco Raffaella Gianola e la sua giun- to tregua con i furti in abitazioni e ai danni di eserci-
ta hanno voluto tributare un ringraziamen- zi commerciali. Non si può dire lo stesso invece per
to a tutti i cittadini che, a vario titolo, col- i colpi contro le vetture lasciate in sosta nei parcheg-
laborano attivamente alla fornitura di ser- gi pubblici. Anzi gli episodi si fanno sempre più fre-
vizi sul territorio, mettendo a disposizio- quenti e vengono commessi in pieno giorno, in zo-
ne il loro tempo libero. ne frequentate.
L’appuntamento è stato aperto dalla cele- Nei giorni scorsi si erano verificati quattro episodi,
brazione di una messa in onore dei volon- tutti uguali e tutti concentrati tra Pontevilla e Capia-
tari, celebrata da don Angelo nella chiesa te. Questa volta, i ladri si sono spostati più in cen-
parrocchiale, prima della cena presso il ri- tro. Gli ultimi fatti si sono verificati in via Campagno-
storante “Belvedere”. la. Stando a quanto è emerso i ladri non si sono fatti
Invitati speciali, i 45 volontari effettivi, che il minimo scrupolo e hanno agito in pieno giorno, e
operano sul territorio in una serie di setto- in una zona molto frequentata. Infatti qualcuno è riu-
ri, dal trasporto di ammalati, anziani e di- scito ad arraffare la borsa lasciata in auto da una don-
sabili alla gestione delle piazzole ecologi- na che aveva appena posteggiato, fuori dal parcheg-
che, da quelli impegnati in biblioteca a gio che si trova a due passi dalle scuole elementari e
quanti contribuiscono al funzionamento dall’asilo.
del museo Ca’ Martì, senza dimenticare A preoccupare maggiormente è che il tutto si è veri-
quelli che collaborano nello sgombero del- ficato nell’arco di pochi istanti, intorno alle 16, quan-
la neve, nelle piccole manutenzioni, nel- do la zona era molto frequentata proprio per la pre-
la cura del verde e nella pulizia delle stra- senza dei numerosi genitori che a quell’ora vanno a
de, oltre che in ogni altra occorrenza.
Il sindaco ha chiesto che ciascun gruppo
Sala, tanti presepi e tanti sorrisi prendere i figli all’uscita da scuola. Nessuno si è ac-
corto di niente, né della presenza di sospetti. Fatto sta
di volontari sintetizzasse l’attività svolta (c. doz.) È giunto anche il momento finale della foto di gruppo, per i partecipanti al- che i malvivente o i malviventi hanno individuato
nel 2009 e mettesse in evidenza la quan- l’ultima edizione del concorso presepi organizzato dal Centro dimensione cultura del- l’auto più appetibile, quella dove infatti era stata la-
tità di interventi realizzati nei diversi set- la parrocchia di Sala. La chiesa vecchia della frazione ha ospitato numerose opere, sciata una borsa nell’abitacolo. Hanno spaccato il fi-
tori. «Sul territorio di Carenno i volontari che hanno dato vita all’iniziativa che riscuote ogni anno un successo di partecipanti e nestrino e sottratto la borsa. La proprietaria se ne è ac-
svolgono un compito insostituibile ed im- visitatori. La vittoria, lo ricordiamo, è andata a Gian Pietro Chiappa di Villa D’Adda. corta solo troppo tardi, quando ha visto il vetro rotto.
portantissimo, andando a rispondere a bi- Quanto successo in via Campagnola rispecchia in tut-
sogni contingenti della comunità, con al- to e per tutto gli ultimi episodi di cronaca che si so-
truismo e dedizione. Essere volontario, de- no verificati in paese, in particolare a Capiate. I col-
dicare il proprio tempo gratuitamente nel- CALOLZIOCORTE pi erano stati messi a segno in via XXV Aprile, ai dan-
l’interesse dei cittadini di Carenno, signi- ni delle auto lasciate in sosta dai frequentatori della
fica dimostrare un forte attaccamento al palestra o dagli operai delle ditte che si trovano nel-
proprio paese e una grande generosità d’a-
nimo. Inoltre i volontari sono un impor-
Giovanzana resta alla guida del Genepì la zona. Parcheggi frequentati ma che restano bui e
isolati. Qui i furti, solo negli ultimi giorni sono stati
tantissimo esempio per le generazioni dei (c. doz.) Anche il Gec escursionisti Genepì ha gelo Rosa e Giorgio Turrisi. Enrico Carnati, in- tre, ma secondo i residenti anche in passato si erano
giovani, che stanno incominciando ad im- provveduto, proprio in questi giorni, ad eleg- vece, sarà responsabile del settore speleolo- verificati casi simili. Un quarto è stato commesso nel-
pegnarsi e a farsi coinvolgere». gere i componenti del proprio organismo di- gia. Per quanto riguarda l’escursionismo, i lo stesso periodo e a poca distanza, nel parcheggio di
Con queste parole, il primo cittadino Raf- rigente, che resteranno in carica per il pros- consiglieri delegati sono Giovanna Nova e Ca’ Romano, anche in questo caso, vicinissimo a una
faella Gianola ha espresso ai volontari la simo mandato. Alla presidenza è stato con- Mario Scola, mentre Ezio Peroni, Gianni Mar- scuola, l’elementare di Capiate. Senza dimenticare
stima e l’affetto dell’amministrazione co- fermato Alfredo Giovanzana, che sarà coadiu- chetti, Sergio Antolini e Giovanna Nova sono poi il fatto più grave e inquietante, quello dell’auto
munale, ringraziandoli per il loro l’impe- vato nella gestione dal vicepresidente Gian- stati incaricati di occuparsi dello sport. Inol- fatta saltare da quattro grossi petardi, in via Cesare
gno e consegnando loro un piccolo ricor- ni Marchetti. Accanto a loro, due tesorieri, Co- tre, Manzella e Roberto Garghentini gestiran- Cantù, la notte dell’Epifania.
do. stantino Manzella e Bruno Bonanomi. no i sentieri e Giovanzana con Turrisi le pub- In tutti questi casi i proprietari delle vetture danneg-
Il sindaco, prendendo spunto dall’esem- Il baitello sopra Carenno sarà gestito da Er- bliche relazioni. Enrico Bonacina, Nerina Sag- giate hanno provveduto a sporgere denuncia, e dei
pio di questi 45 volenterosi, ha voluto in- cole e Roberto Garghentini con Gianni Mar- giomo ed Ezio Rigamonti, sono revisori dei vari casi si stanno occupando i carabinieri della sta-
vitare tutti i cittadini carennesi ad impe- chetti, mentre dello sci (tra uscite e corsi) si conti, mentre Turrisi, Scola e Dario Gilardi la- zione locale, ieri impegnati in una serie di pattuglia-
gnarsi nel volontariato, perché in ciascu- occuperanno Fabio Gilardi, Franco Diana, An- voreranno nella segreteria. menti e notati proprio in via Campagnola.
no dei campi citati c’è grande bisogno. Barbara Bernasconi

ESTETICA LEGNA E PELLETS


LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[LAGO 25]
[il ricordo di chi l’ha conosciuto ]
Addio al signor Colmar, aveva Mandello nel cuore
MANDELLO Aveva Mandello e il Lario nel cuore. simo, l’azienda portandola a livelli di assoluto pre- lo era una persona di gran cuore, aiutava senza dire
Non a caso aveva acquistato la villa in via Lungola- stigio. Proprio Giancarlo è stato per lunghissimo tem- nulla. Qui si rilassava, si trovava tra amici e parlava-
rio, a due passi dal campeggio, che ha frequentato fi- po amministratore delegato. Ma i fratelli Colombo mo di tutto. Gli piaceva il nostro teatro di San Loren-
no alla scorsa estate. Il fratello Angelo possiede in- hanno anche eletto da decenni il Lario lecchese co- zo, si sentiva un mandellese». L’imprenditore Gior-
vece una elegante residenza a Fiumelatte di Varen- me loro buen retiro. Giancarlo Colombo amava il la- gio Colombo di Mandello aveva conosciuto Giancar-
na. Per questo sono stati numerosi i lecchesi che lu- go e fin da giovane trascorreva le vacanze a Fiume- lo Colombo nell’ultimo decennio. «Era un uomo lun-
nedì, nel duomo di Monza, hanno partecipato ai latte di Varenna. «La nostra amicizia è nata casual- gimirante, capace di mettere tutti a proprio agio. Era
funerali dell’imprenditore Giancarlo Colombo (nel- mente negli anni Settanta - ricorda Giampiero Mel- persona di cultura ed era legato al teatro parrocchia-
la foto), 83 anni, che con il fratello Angelo di 87 an- lera di Mandello - Un giorno la moglie di Giancar- le di San Lorenzo, ci aveva anche presentato degli ot-
ni, era socio della "Manifattura Mario Colombo", più lo, la signora Mariuccia, è passata in bicicletta davan- timi artisti che poi si sono esibiti qui. Appena pote-
conosciuta nel mondo come "Colmar", azienda di ti al mio negozio: “Che bello avete le Lacoste - mi ha va trascorreva qui il suo tempo libero con l’amata mo-
Monza leader nel campo dell’abbigliamento sporti- detto - Ma lo sa che mio marito è l’importatore uffi- glie. Non faceva mai menzionerei suoi successi, era
vo e, in particolare, sciistico. I fratelli Colombo ave- ciale del marchio in Italia?". In breve siamo diventai umile e aveva una forte sensibilità».
vano ereditato da papà Mario, scomparso giovanis- molto amici. Giocavamo a tennis insieme. Giancar- Paola Sandionigi

[ L’IPOTESI DI UNA CENTRALE A PIAN DI SPAGNA ]

Nucleare,Dervio e Bellano non ci stanno


Vassena: «Con quale faccia verrebbe annunciata?». Vitali: «Meglio sfruttare l’energia pulita»
DERVIO Deciso il no a una centrale nuclea- PERLEDO
re nell’alto lago da parte del sindaco dervie-
se Davide Vassena e anche Pierluigi Vitali,
collega di Bellano, non è del tutto convin-
to di una presenza così importante nel ter-
ritorio. I due interventi confermano la linea
contro già espressa dai sindaci di Colico e
Limitazioni in vista per i mezzi pesanti in paese
(m. vas.) L’assessore al territorio e viabilità An-
tonio Bergami sta studiando la limitazione per il
brevi
[ABBADIA]
Dorio. transito dei mezzi pesanti sulle strade comuna-
«In realtà non mi risulta che sia stata fatta li. Neve e Resinelli
alcuna proposta concreta di costruire una «I recenti problemi sulla “Strada del verde” - ri- Fatto l’appalto
centrale nucleare al Pian di Spagna. - pre- corda – si sono avuti per le avverse condizioni
mette Vassena - C’è un’intervista del 27 di- meteo e la conformazione della strada dove so- (b. gro.) L’impresa «Micheli
cembre rilasciata al “Sole 24 Ore” dal pre- no stati posati i collettori della fognatura e non Costruzioni» di Lecco si è ag-
sidente della società A2A che afferma che fatti i ripristini in modo adeguato». giudicata l’appalto - presen-
in Lombardia si potrebbe costruire una cen- «C’è anche però l’utilizzo dei mezzi fuori sagoma tando l’offerta di 89.880 euro
trale, perché “è una regione che confina con e peso». - per il servizio di spazza-
un grande fiume e le condizioni tecniche Per ridurre i problemi a cui poi deve mettere ma- mento delle neve ai Piani Re-
per farla, in teoria, ci sarebbero”. Ma questo no il Comune, verrà proposta la limitazione di pe- sinelli. Si tratta di un servi-
non significa che debbano farla proprio da so pur tenendo conto delle esigenze delle uten- zio fondamentale per garan-
noi, anche perché forse il grande fiume a cui ze artigiane. tire il collegamento della lo-
si riferiva è… il Po». Comunque non è cer- Allo studio c’è il divieto di transito da Bologna a calità alla zona di Ballabio
to il presidente di una società di produzio- Riva di Gittana per i mezzi di 10 tonnellate di ta-
ne di energia a decidere cosa fare sul terri- ra.
torio, secondo il sindaco di Dervio. Limitazioni ci saranno inoltre verso Campallo, [ MANDELLO ]
«Le decisioni vengono prese dalle ammini- Olivedo e alla strada della Cava mentre è inten-
strazioni pubbliche, partendo dai comuni zione del Comune di concedere le deroghe che Le cartelle
o, per questioni via via più complesse, dal- saranno richieste dietro corresponsione di una della tombolata
le province, dalle regioni o dallo Stato. Vor- somma che dovrà essere stabilita.
rei quindi vedere in faccia un politico che Per il cattivo uso fatto in precedenza, sarà ne- (b. gro.) Ancora oggi e doma-
da uno di questi livelli istituzionali ci an- cessario nel prossimo futuro il rifacimento to- ni alla sede staccata dei ser-
nunciasse la volontà di una bella centrale tale di un lungo tratto del tracciato della «Stra- vizi sociali, dalle 14.30 alle
nucleare proprio a casa nostra. Vorrei - con- da del verde». 18, è possibile ritirare le car-
tinua Vassena - che ci spiegasse i dettagli telle della Tombola dei com-
della proposta, i vantaggi che ci potrebbe da- mercianti. L’estrazione è fis-
re, mentre gli svantaggi glieli potremmo sata per le 21 di sabato al ci-
eventualmente ricordare noi, e soprattutto [ MANDELLO ] nema teatro "Fabrizio De An-
perché la costruzione dovrebbe avvenire pro- drè".
prio lì, in un ambiente naturale riconosciu-
to per la sua importanza persino dall’Unio-
ne europea, in una zona vocata al turismo e
Nuovo piano all’esame dei cittadini [ MANDELLO ]
comunque vicina a diversi centri abitati».
A questo punto l’ipotesi che il «procurato In visione dal 25 gennaio il Pgt adottato dal consiglio prima di Natale Maya e 2012
allarme» potrebbe essere «un modo per ta- con Carla
stare il terreno» o ancora l’idea di qualcuno MANDELLO MANDELLO (b. gro.) Strutture ricet- 25 gennaio per trenta giorni. I cit-
che possa poi dire in futuro «di avere salva- tive - due hotel e altrettanti ostelli - tadini potranno presentare le osser- (g. zuc.) Una serata alla sco-
to dalla costruzione di una centrale nuclea- possibilità di sviluppo delle aree ar- vazioni. perta di “2012, Maya e cer-
re». Casa di riposo, tigianali a ridosso delle direttrici più Il documento era passato in aula con chi nel grano. Una straordi-
Ergo: «Si sa, le elezioni sono vicine e c’è sem-
pre bisogno di salvatori della patria - affer- oggi assemblea grandi. Strumenti urbanistici adat-
tati ai previsti centro sportivo del
le opposizioni decimate. Assenti en-
trambi gli esponenti del gruppo del-
naria connessione”,. È quel-
la in programma venerdì al-
ma Vassena - Se invece qualche politico ci (g. zuc.) Un’assemblea pubblica Carbè e svincolo di collegamento del la Casa della libertà, Morena Sgheiz le 21 presso il teatro San Lo-
confermasse che la notizia è vera, saprem- per parlare delle rette alla casa centro abitato alla strada Statale 36. e Giorgio Siani e Francesco Silverij renzo. Relatore della serata
mo probabilmente chi non votare per le pros- di riposo di via degli Alpini. A or- Ancora, tema caldo a Mandello, la del Pdl. Sergio Gatti di «Paese di tut- sarà Pier Giorgio Carla.
sime migliaia di anni, esattamente cioè il ganizzare l’incontro, in program- destinazione dell’area Guzzi che re- ti» e il capogruppo del centrodestra
tempo che serve agli elementi radioattivi uti- ma stasera alle 20.30 presso la sta industriale, con in più la possi- Andrea Tagliaferri erano stati con-
lizzati nelle centrali affinché perdano di pe- sala civica di Molina, è il Comi- bilità di insediamento di attività ar- cordi nell’evidenziare i «tempi stret- [ DERVIO ]
ricolosità. A scanso di equivoci, sul nostro tato parenti e degenti della stes- tigianali e commerciali, comunque ti: a tre mesi dalle elezioni e sotto
territorio, vorremmo proprio evitare di con- sa Rsa mandellese, in collabo- legate al marchio della Casa dell’A- Natale», in cui il consiglio è stato Segreteria,
vivere con una bella centrale nucleare. Ri- razione con Opinio Populi, il co- quila. Sull’edilizia, il Comune con- chiamato a votare il bilancio e, do- la convenzione
badiamo il nostro netto rifiuto anche solo se mitato provinciale lecchese di sente edificazioni contenute e non po pochi giorni, il Pgt. Tanto che il
si trattasse di una “boutade”». categoria che è presieduto dal comunque al di fuori dei perimetri Pdl aveva chiesto di rimandarne l’a- (m. vas.) Rinnovata la con-
Il sindaco bellanese Vitali, concorda con i dottor Dario Spreafico. «Nella che grosso modo includono le fra- dozione. venzione tra i comuni di Der-
colleghi che già si sono espressi: «Il Pian casa di riposo di Mandello – av- zioni e favorendo in particolare i re- «I tempi per studiare ed approvare vio, Vestreno, Sueglio, Introz-
di Spagna non è proprio sulla porta di ca- verte Spreafico – c’è una lista cuperi, con possibilità di amplia- il documento sono stati sufficienti - zo e Tremenico per la gestio-
sa - dice - però andrei con i piedi di piom- d’attesa di ben 60 domande, su mento delle strutture esistenti. ha ribattuto l’assessore all’urbanisti- ne in forma associata del
bo. Ci possono essere altre alternative. E poi un totale di 80 posti letto accre- Questi in estrema sintesi i tratti prin- ca, Grazia Scurria -, dalle minoran- servizio di segreteria comu-
perché qui da noi e non in Brianza, dove pu- ditati Asl e già occupati. Inoltre, cipali del Piano di governo del ter- ze in aula ho sentito eccezioni che nale. Il 65% è in carico a Der-
re c’è l’acqua. Per le caratteristiche del ter- ci sono altri posti non accredi- ritorio adottato il mese scorso dal non entravano nel merito delle pre- vio, il resto ai comuni della
ritorio che abbiamo, è meglio sfruttare l’e- tati e, quindi, con rette intera- consiglio comunale. Il documento visioni urbanistiche. Questo mi fa valle.
nergia pulita. Sentirò anche i miei colleghi mente a carico delle famiglie». sarà in visione al pubblico, all’albo pensare che allora anche loro siano
e poi vedremo». pretorio del municipio, a partire dal d’accordo con queste ultime».
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[VALSASSINA 27]
[ BALLABIO VERSO LE ELEZIONI ]

Scaioli e Pontiggia rompono gli indugi


Il consigliere: «Io candidato di Pdl e Lega». Il ritorno del vice di Goretti: «Con me il rinnovamento»
BALLABIO Danilo Scaioli è il candida-
to sindaco alle elezioni di marzo di una [l’intervista]
lista civica che «raccoglierà esponenti
del Pdl, Lega Nord e indipendenti».
Confermata inoltre la candidatura del-
l’attuale vice, e già sindaco, Luigi Pon-
tiggia, a capo di un’altra lista civica che
«Il Caroccio non ha fatto alcuna intesa
STEFANOPAROLARI commissario Lega Nord di Lecco
brevi
[ PRIMALUNA]
non sarà più "Progetto Ballabio". C’è da
aggiungere il terzo candidato Giacomo Quell’annuncio è una vera bufala» Aragonius a Parlasco
Colombo, ex assessore, che non fa mi- (m. vas.) Domani alle 20.45 a Cortabbbio,
stero di essere vicino al centrosinistra. BALLABIO Alessandra Consonni non parla. Il Quindi? presso la sede dell’associazione «Ami-
Clamorosa la candidatura di Scaioli. At- battagliero capogruppo della Lega nel consiglio Per quel che mi riguarda, e sono certo di quel- ci della Torre», si terrà la conferenza
tuale capogruppo della civica di "Balla- comunale di Ballabio preferisce che a parlare lo che dico, il signor Scaioli è un candidato sin- «Aragonus Aragonius: pittore e carto-
bio Ideale", classe 1947, sposato con due siano i vertici lecchesi del Carroccio. daco. Di certo non è il candidato della Lega. grafo bresciano a Parlasco». Relatore lo
figli, maestro di sci e direttore tecnico «Sono il candidato di Pdl e Lega» ha detto ie- Forse lo sarà del Pdl o di un parte del Pdl. Su storico Marco Sampietro.
dell’Itb (la società degli impianti sciisti- ri mattina Danilo Scaioli, consigliere comuna- questo occorre la massima chiarezza.
ci di Bobbio-Valtorta), sul suo nome il le uscente. Per la Consonni, insomma, una cla- Possibile un annuncio del genere senza al-
centrodestra e i leghisti riunitisi l’altra morosa bocciatura dopo avere tenuto la scena cuna "benedizione"? [ CRANDOLA]
sera in un «comitato ristretto» hanno locale negli ultimi due anni. Noi non abbiamo fatto incontri. Io non li ho
trovato la quadra. «Non ho tessere di Possibile che l’accordo politico che fatti, il segretario provinciale Ennio Fu- S. Antonio e scapinasc
partito in tasca - ha detto ieri mattina ha portato Scaioli a diventare il magalli non li ha fatti e il commissa- (m. vas.) La Pro loco di Crandola e Vegno
Scaioli - e sono contento che Pdl e Le- candidato unico del centrodestra rio della circoscrizione Antonella organizza la festa patronale di Sant’An-
ga abbiano trovato un accordo sul mio non sia stato comunicato da al- Faggi non ne ha fatti. Tra le altre tonio abate. Dalle 19 di sabato vin brulè
nome. Porto in dote una certa esperien- cuna segreteria? cose: chi è il delegato o rappre- come aperitivo per la cena a base di sca-
za amministrativa ma soprattutto la co- «E infatti quella candidatura è sentante del Pdl a Ballabio? Ec- pinasc nella sede dell’associazione ed
noscenza e la grande affezione che ho una bufala bella e buona. Noi co, le cose stanno così. Non pos- alle 22 lo spettacolo pirotecnico. Dome-
per il mio paese». Per ora niente annun- della Lega non abbiamo fatto siamo certo riconoscerci nelle pa- nica la messa solenne alle 10.30, accom-
ci sul programma e nemmeno sul nome accordi con nessuno. A Balla- role che ci vengono riferite. pagnata dal coro, con la benedizione de-
della lista. bio come altrove. E se ve lo di- E allora che succede a Ballabio? gli animali e la tombolata alle 15. Per il
Così come Pontiggia: «Dirò tutto giovedì co io, potete crederci». Succede che le regole che valgo- paese e i villeggianti della zona una oc-
21. Da due anni non sono più iscritto al A parlare è Stefano Parolari no altrove, valgono anche per Balla- casione da non perdere per assaggiare
Pd. La mia lista sarà apartitica». La li- (nella foto), commissario della Le- bio. Non ci sono particolari misteri. Ba- i tipici ravioli dolci.
sta non si chiamerà più «Progetto Bal- ga Nord di Lecco nella quale è compre- sta rispettare atteggiamenti e comportamen-
labio». Una rottura con il passato? «Io so anche il comune di Ballabio. Eppure il ti sempre e comunque. Da noi ci sono dei pun-
lo chiamo rinnovamento - taglia corto Carroccio si è detto disponibile a intese con ti di riferimento chiari e noti a tutti i protago- [ PASTURO ]
il vice sindaco - Sono fiero dell’espe- il Pdl. nisti della scena politica. Al momento l’unica
rienza di Progetto Ballabio, civica che È una intenzione che confermo. Ma se i siste- cosa che posso dire è che non abbiamo stretto Ritorna il cineforum
ha esaurito il suo compito e adesso si mi sono usati nella giornata di ieri a Ballabio, alcun patto su Ballabio. E che Scaioli non è cer- (b. gro.) Venerdì alle 21 riprende la pro-
riparte da capo con lo stesso entusia- iniziamo proprio male. La Lega, ripeto, è dispo- to il candidato della Lega. Per il resto, siamo in grammazione del cineforum con la proie-
smo e lo stesso spirito». nibile a incontrare il Pdl, ci mancherebbe altro. attesa di incontrarci. Con le regole che tutti co- zione del film "Lo spazio bianco" di Co-
Intanto il sindaco Luca Goretti ringra- Peccato che fino ad oggi non abbiamo mai par- noscono. E senza colpi bassi». mencini.
zia e se ne va: «Ritengo la bella espe- lato di candidati a Ballabio. Nicola Panzeri
rienza di sindaco finita - dice - Per ora
ho deciso di allontanarmi dalla pubbli-
ca amministrazione e ringrazio la squa-
dra che mi ha sostenuto in questi cin- [ CASSINA ]
que anni. Faccio tanti auguri a Luigi: so-
stengo in pieno la sua candidatura».
Rimane un’incognita che si chiama
Alessandra Consonni, la battagliera ca-
Le campane zittite di notte vanno bene a tutti
pogruppo consiliare del Carroccio. Fa-
ceva parte di «Ballabio Ideale», con L’ex sindaco Bianchi d’accordo con il successore. Monsignor Molinari: «È così già in altri comuni»
Scaioli, che sosteneva il candidato sin-
daco Enrico Tagliaferri alle elezioni del CASSINA (b. gro.) Rimane circoscritta alle proteste ragion veduta che condivido in pieno. Conosco Ro-
2005. dei residenti la «polemica della campana». berto (suo vice nel passato mandato, ndr), capisco i
La Consonni era poi subentrata a que- Lo stop ai rintocchi dalle 22 alle 7 in vigore dalle scor- suoi scrupoli, anch’io mi sarei comportato in questo
st’ultimo in aula quando si era dimes- se feste non preoccupa il vicario episcopale di Lecco, modo».
so, dopo poco più di un anno dalle ele- monsignor Bruno Molinari. «In questo caso - dice - Il primo cittadino ha adottato il provvedimento, d’ac-
zioni. La prima mossa della Consonni: il problema non è di ordine pastorale. Se si fosse trat- cordo con il parroco don Gianni Dell’Oro, per «evita-
la scissione da «Ballabio Ideale». tato dell’interruzione dei rintocchi che annunciano le re grattacapi dovuti all’annunciato arrivo dei tecnici
Lei e il consigliere Matteo Lombardini messe, il discorso sarebbe stato diverso. Ma qui si par- dell’Arpa con il fonometro per registrare il livello dei
avevano subito formato il gruppo auto- la delle ore notturne e posso dire che non è la prima decibel prodotti dai rintocchi delle ore elle campane
nomo della Lega, lasciando in rappre- volta che, in quello o quell’altro paese, i rintocchi ven- la notte. Il caso - ha spiegato il primo cittadino di Cas-
sentanza di Ballabio Ideale lo stesso gono interrotti proprio per motivi che nulla hanno a sina - era stato sollevato già l’estate scorsa da una fa-
Scaioli e Maria Grazia Mainetti. che vedere con l’attività pastorale». miglia di villeggianti. Che ha ritenuto opportuno ri-
Di questo Scaioli non se ne è dimenti- Per monsignor Molinari dunque: «Non mi sembra il volgersi alla prefettura di Lecco. Che a sua volta ha di-
cato: «Vedremo - commenta - come la caso di enfatizzare questo provvedimento». sposto i controlli dell’Agenzia regionale per l’ambien-
prenderà la Consonni. Per quel che mi Sta dalla parte del sindaco Roberto Combi il prede- te di Oggiono. A questo punto - ha concluso Roberto
riguarda i tesserati della Lega di Balla- cessore Paolo Bianchi, ora capogruppo consiliare del- Combi - in giunta abbiamo ritenuto opportuno e con-
bio (sezione di quella lecchese, ndr.), l’opposizione a Barzio. «Nulla da eccepire sul prov- veniente non resistere oltre e, d’accordo con il parro-
sostengono la mia candidatura». ZITTITE le campane ARCHIVIO MENEGAZZO vedimento adottato dal sindaco Combi - dice alla no- co, interrompere i rintocchi della campana della chie-
Beppe Grossi stra richiesta di un commento - Una scelta adottata a sa delle ore, dalle 22 alle 7, in maniera definitiva».

596

596

http://shop.laprovinciadilecco.it

http://shop.laprovinciadilecco.it
[28 OGGIONO E BRIANZA ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

[bulciago servizio disastroso ]


«Corrispondenza allo sbando e non si sa dove reclamare»
BULCIAGO (p. zuc.) «Disastroso il servizio po- te. L’ultima goccia è stata, per noi, la chiusura nimo hotel di Bulciago, zona stazione – sotto Na- lo più di Civate, dove attualmente vive – anche
stale, a Bulciago»: l’assessore Tonino Filippone dell’ufficio il giorno in cui, nell’immediatezza tale ha dovuto persino riscrivere la propria agen- il consigliere comunale bulciaghese Giuseppe
fa eco alle proteste dei giorni scorsi sul malfun- del Natale, ha nevicato: d’accordo, la precipita- da secondo i tempi delle Poste: secondo la sua Visconti. Vittima di prolungati disagi e ritardi nel
zionamento della distribuzione. zione è stata abbondante, ma certo non sconvol- denuncia, gli sarebbe costato un viaggio a Roma recapito della corrispondenza - e nella previsio-
«La Posta di Bulciago rende ai cittadini un ser- gente al punto da privare la popolazione di un - già programmato - il disguido nel recapito di ne di altri problemi ricorrenti - aveva sollecitato
vizio del tutto inadeguato – dichiara Filippone servizio essenziale come quello postale. Chi ave- una raccomandata che l’imprenditore attende- il Comune di Bulciago a servirsi di canali più
- come denunciamo peraltro da anni: ultimamen- va necessità di spedire o ritirare qualcosa? Chi va e che sembrava non arrivare mai, salvo infi- moderni (come la posta elettronica). Replica ora
te, però, come Comune non sappiamo neanche aveva urgenza d’effettuare pagamenti, incassi o ne scovarla ferma nell’ufficio del paese. Prima Filippone: «Visconti ha posto l’accento per mo-
più a chi dirlo. Nel corso del tempo le autorità di rispettare altre scadenze?». Come si ricorderà, di lui aveva sollevato il caso dei disservizi po- tivi politici su un problema che è però assolu-
preposte sono state interpellate pressoché tut- l’albergatore Egidio Arrigoni – titolare dell’omo- stali – non solo di Bulciago, ma in quel caso per tamente reale: la posta non funziona».

[ COSTA MASNAGA ]

«Poste da Medioevo, è una vergogna»


Il sindaco Bonacina dopo il sopralluogo con i dirigenti: «Non c’è volontà e la gente va a Lambrugo»
COSTA MASNAGA L’ufficio po- siamo trovati di fronte ad una si-
stale funziona male, così i masna- tuazione da Medioevo».
ghesi emigrano a Lambrugo. E’ la «Un solo sportello attivo ed una
denuncia lanciata dal sindaco Um- lunga fila di persone in attesa al
berto Bonacina, stanco delle con- freddo fuori dalla porta di ingres-
tinue lamentele dei cittadini rela- so. Non siamo riusciti ad entrare
tive alla situazione precaria della talmente era affollato».
sede di Costa Masnaga, definita
dal primo cittadino: «Piccola, «NESSUNA VOLONTA’»
sporca, con un solo sportello fun- Per Bonacina non ci sarebbe co-
zionante e personale insufficien- munque la volontà di migliorare
te». il servizio. «Sia il direttore di Lec-
Il che appare assai grottesco se si co, sia il responsabile masnaghe-
pensa che stiamo parlando di un se hanno confermato le gravi ca-
paese con quasi 5 mila abitanti che renze denunciate dai cittadini, ri-
nel lontano 1786 diede i natali al- spondendo però che non ci sono
l’eroe d’Irlanda, Charles Bianco- soldi per fare investimenti - sotto-
ni, che, emigrato nell’isola verde linea - Eppure pochi mesi fa un
nel 1802, grazie all’introduzione commerciante limitrofo all’ufficio
del suo rivoluzionario sistema di postale, dopo aver cessato la sua
trasporto con carrozze trainate da attività, aveva offerto alle poste di
cavalli, è riconosciuto come il fon- dare in locazione i suoi locali per
datore del servizio postale irlan- ampliare la sede, ricevendo però
dese. risposta negativa. Le soluzioni ci
sarebbero, ma sono loro a non vo-
«DA NON CREDERE» ler investire».
«E’ una situazione vergognosa - at- Da qui la decisione del sindaco di
tacca Bonacina - E’ inconcepibi- prendere carta e penna e scrivere
le che un paese come il nostro, che al presidente e all’amministratore
è forse la realtà industriale ed ar- delegato di Poste Italiane. «Dico- UFFICIO POSTALE A Costa protesta anche il sindaco
tigianale più ricca ed attiva del- no di avere bilanci attivi, fanno
l’intera brianza oggionese, debba servizi di tipo bancario, ma gli in-
fare i conti con un servizio posta- vestimenti sulle strutture e sulle
le così scadente. Non parlo per persone sono pari a zero - conclu- OGGIONO
sentito dire, ma ho toccato con ma- de Bonacina - In Brianza si dice
no». “ogn’ ufelè fà ul so’ de mestè”.
E di fronte ad una situazione del
genere è inevitabile che i cittadi-
Ognuno faccia ciò che è capace di
fare. Le poste si limitino quindi ad
Brambilla sul caso neve: «Portavoce di disagi»
ni si spostino nella vicina Lambru- offrire un servizio postale serio e (p. zuc.) Botta e risposta sul «caso neve»: il consigliere ne da adottare in caso di future nevicate. Ho anche ri-
go, dove per poco più di 2 mila di qualità». d’opposizione Enrico Brambilla ribatte al sindaco, Rober- conosciuto che di fronte a nevicate intense come quelle
abitanti sono attivi ben due spor- «Speriamo perciò che vengano to Ferrari, secondo cui l’emergenza prenatalizia è stata degli scorsi giorni un’amministrazione ha il suo bel da fa-
telli. presi dei provvedimenti, nell’at- affrontata «a Oggiono in modo esemplare». Per l’avver- re per attuare tutta una serie di azioni e, se poi questo av-
«Ho fatto richiesta al direttore del- tesa che arrivi un segnale anche sario «in merito ai disagi dovuti alla mancata o tardiva ri- viene in prossimità delle feste, l’emergenza è ancor più
le poste di Lecco di venire con il dalle istituzioni, in modo partico- mozione della neve dai marciapiedi sono state molto sem- difficile da affrontare. Ora – conclude il consigliere Bram-
sottoscritto a verificare di persona lare Prefettura e Presidente della plicemente inoltrate considerazioni e segnalazioni che billa - non mi sembra proprio di aver “fatto facile polemi-
in che stato si trova la sede di Co- Provincia, che dovrebbero pren- diversi cittadini hanno avanzato e che poi ho potuto ve- ca” ma se questo, per qualcuno, significa parlare a spro-
sta Masnaga - continua - Siamo an- dere posizione su questa penosa rificare personalmente; l’ho fatto per poter aiutare l’am- posito, allora sono contento di averlo fatto per dar voce
dati in un giorno ordinario, non situazione». ministrazione a ripensare, eventualmente, l’organizzazio- ad altri che hanno avuto effettivamente difficoltà».
quando si ritirano le pensioni, e ci Riccardo Berti

[ ROGENO ] [ BARZAGO ]

«Cittadini schedati», botta e risposta Rinnovato l’accordo


L’interrogazione di «Legalitalia» in consiglio. Il sindaco«Nessuna copia delle liste» con il «Mato Grosso»
ROGENO (p. zuc.) Il consi- sone – cioè, tutti i rogenesi - lardi è tornato a sollevare con nire entro lo scorso settem- BARZAGO (p. zuc.) L’assessora- sito calendario distribuito da par-
glio comunale è tornato a oc- sono finiti nelle mani, e pre- l’interrogazione ora presa in bre». to comunale all’Ambiente ha de- te del Comune stesso alle fami-
cuparsi nell’ultima seduta del sumibilmente a casa, di qual- esame dal sindaco Antonio Per il sindaco «non sono sta- ciso di rinnovare la collaborazio- glie; chi non l’avesse può richie-
caso emerso già alla vigilia cuno, che ha fotocopiato le li- Martone e più in generale dal te rilasciate copie delle liste ne con l’«Operazione Mato Gros- derlo in municipio. Non saranno
delle elezioni 2009: il sinda- ste elettorali del comune». consiglio comunale di Roge- usate dalle sezioni, ma di so»: anche per il 2010 riguarderà raccolti la carta e il cartone mi-
co, Antonio Martone, ha ri- Fu indicato «Impegno Comu- no. elenchi depositati in Comu- la raccolta porta a porta di carta, schiati con materiali diversi; l’o-
sposto all’interrogazione del- ne», che ha poi vinto le ele- «Il Garante per la privacy – ne; inoltre, il decalogo del Ga- cartone, rottame e metalli. rario per esporli è stabilito entro
l’esponente di «Legalitalia» zioni, come «l’autore di que- sostiene – definisce le liste rante citato è del 2005 e vale- Carta e cartone, in particolare, sa- le 19 di ogni giorno stabilito per
Roberto Gilardi, il quale a sta minuziosa raccolta dei da- “fonti documentali non uti- va per le consultazioni 2006; ranno ritirati a domicilio ogni mar- il ritiro. La raccolta è riservata al-
maggio aveva denunciato il ti personali, per finalità igno- lizzabili per la propaganda”; fissava il termine di quel set- tedì sera, mentre il resto del ma- le famiglie, ma le ditte interessa-
fatto. te così come le modalità di dal 2006, inoltre, prescrive tembre per l’informazione o teriale potrà essere anch’esso espo- te al servizio possono concorda-
Aveva parlato, allora, di «cit- conservazione e protezione l’obbligo dell’informativa ai la distruzione». sto fuori dalle abitazioni, ma solo re il passaggio dei volontari
tadini schedati» in quanto «i che adotterà rispetto a tali li- soggetti interessati. In man- Il caso per certi aspetti po- a cadenza bimestrale nelle date (346.515.76.62 oppure
nomi, le date di nascita, gli ste». canza, la distruzione degli trebbe tornare ad essere di- (23 febbraio e 27 aprile, le più 327.087.58.17). Il ricavato sarà de-
indirizzi di circa 3 mila per- E’ lo stesso problema che Gi- elenchi sarebbe dovuta avve- battuto a breve. prossime) evidenziate nell’appo- voluto alle missioni.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[OGGIONO E BRIANZA 29]
ANNONE

Il centro sportivo continua a strizzare l’occhio al ballo


(p. zuc.) Balla che ti passa: marcia il progetto del centro sportivo co- ranza: «La bocciofila, trasformata in sala da ballo con tanto di tavo-
munale, orientato ad accogliere con sempre maggiore frequenza la lini dove la gente mangia mentre altre coppie danzano, dubitiamo
danza; di questo s’è occupato recentemente anche il consiglio co- davvero che garantisca la sopravvivenza dei campi». La soluzione,
munale, dove l’opposizione politica ha contestato la recente trasfor- d’altra parte, piace: «Lo scorso Capodanno abbiamo organizzato una
mazione del bocciodromo. «Il gestore, dopo lo scioglimento della festa che è stata un grande successo; ora – annuncia il gestore, Mar-
bocciofila di Annone, s’è trovato con spazi vuoti – ha spiegato il sin- co Panzeri (nella foto) – stiamo organizzando il bis, per Carnevale. Il
daco - Li ha ridestinati così a corsi di karate, ginnastica e ballo pre- 20 febbraio le danze si apriranno alle 21.30, sulle note dell’orchestra
servando il fondo con apposite coperture». D’altro avviso, la mino- “XXI secolo” oppure latino-americano col gruppo “Crazy latino”».

[ BULCIAGO ]

La crisi morde. E il Comune paga le gite


Famiglie alle strette: così alle elementari si farà in modo di aiutare tutti i bimbi. Contributi alle medie
BULCIAGO (p. zuc.) La crisi arrivare o no alla fine del me- dagli altri. nazionale della Valcamoni-
morde? Ci pensa il Comune se. «Le cosiddette gite, d’al- Di qui la decisione del Comu- ca», per approfondimenti tut-
a pagare almeno le «gite». tra parte – sempre secondo ne di coprire «l’intero costo ti naturalistici e storici. Nel
Quando le entrate scarseggia- quanto ha spiegato il sindaco di quattro gite», una per ogni complesso, il Comune s’ac-
no, come in questi mesi di oc- – non sono ovviamente da in- classe coinvolta negli sposta- cinge a spendere attorno ai 3
cupazione in vertiginoso ca- tendere come svaghi super- menti, e per tutti gli alunni: mila euro, che non dovranno
lo, in famiglia i sacrifici ci so- flui, fine a se stessi, bensì co- ciò, sempre al fine di «evita- pertanto uscire dalle tasche
no purtroppo per tutti e tan- me momento d’educazione re ogni possibile discrimina- delle famiglie. Così alle ele-
te sono le voci del bilancio in cui i bambini imparano a zione». mentari, mentre alle medie la
casalingo su cui si abbatte la stare insieme in un contesto L’amministrazione comuna- scelta è di concorrere ai costi
scure: «Abbiamo avuto sen- ben diverso dalla classe; inol- le paga il pullman e gli in- di attività previste dentro la
tore – è la conferma del sin- tre, le visite rientrano in pre- gressi alle località prescelte scuola: con 2.300 euro il Co-
daco, Egidia Beretta – che i cisi percorsi didattici, sono dagli insegnanti; a carico del- mune di Bulciago partecipa
genitori di alcuni alunni del- precedute e seguite da lavori le famiglie resta così even- a iniziative di sostegno al «di-
le elementari non avrebbero d’approfondimento: i bambi- tualmente soltanto il pranzo sagio scolastico», cioè d’af-
potuto iscrivere i figli alle vi- ni che restano esclusi dall’u- al sacco. Trattandosi di ini- fiancamento agli alunni (ita-
site d’istruzione programma- scita perdono una parte de- ziative rivolte ai bambini, le liani e stranieri) con proble-
ti dalle classi, proprio per i terminante del programma, distanze da coprire saranno mi relazionali e d’apprendi-
costi dell’organizzazione». oltre a vivere ovviamente sen- abbastanza contenute: gli mento; inoltre, l’amministra-
Non si sarebbe trattato di timenti d’esclusione rispetto alunni più piccoli visiteran- zione avrà parte nel «proget-
grosse cifre, qualche decina al resto del gruppo dei com- no alcuni aspetti del «Parco to Shoah», sull’olocausto: la
di euro in tutto ma, come già pagni». Sono esperienze pos- Adda Nord», gli altri il «Par- scuola intende sviluppare il
si diceva, di questi tempi tut- sibilmente da evitare, soprat- co delle Cornelle» in Berga- tema con l’acquisto di libri
to fa brodo e anche le uscite tutto ai più piccoli che diffi- masca, altri ancora Milano e mirati e l’incontro con un te- ELEMENTARI Il Comune pagherà le
di minor peso, messe tutte in- cilmente possono farsi una il castello sforzesco, infine stimone dello sterminio. gite ai bambini FOTO CARDINI
sieme, fanno la differenza tra ragione del sentirsi diversi un’altra meta sarà il «Parco Patrizia Zucchi

TA N T E O C C A S I O N I P E R S TA R E I N S I E M E ! TA N T E O C C A S I O N I P E R S TA R E I N S I E M E !

Una cena importante, una colazione di lavoro,


un pranzo tra colleghi... una serata tra amici...

PER LA VOSTRA PUBBLICITA’ IN QUESTA RUBRICA 0341.357400


TA N T E O C C A S I O N I P E R S TA R E I N S I E M E ! TA N T E O C C A S I O N I P E R S TA R E I N S I E M E !
[30 MERATE E CASATESE ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

[ MERATE ]

L’ultimo saluto a Passoni,storico calzolaio


Questa mattina i funerali di "Mandell". Nel 2003 aveva ricevuto l’Ambrogino d’oro
MERATE (f. alf.) Addio a Luciano Passoni, sto- dizioni si sono aggravate fino al tragico epilo- Enrico Mandelli, cui va il merito di averla aper-
rico calzolaio di Merate con bottega in via Man- go». Oggi, alle 9,45 in Sant’Ambrogio, sarà ce- ta nel 1907. Dal 1940 al 2001, Passoni aveva la-
zoni, nel 2003 premiato dal sindaco Dario Pe- lebrato il funerale. «Mio padre - ha aggiunto il vorato nel suo negozio, trasferito, verso la fine
rego e dall’assessore Andrea Colombo con l’Am- figlio Marco, che da qualche tempo sta portan- degli anni ’80, in via Manzoni. «Era una perso-
brogino d’oro per avere tenuto in vita un’atti- do avanti l’attività - era conosciuto e ben vo- na aperta, giovale, anche se di poche parole»,
vità ereditata dal nonno, lasciata al figlio, e che luto da tutti. Nella sua vita ha avuto solo due raccontano gli amici. Enrico Sangiorgio titola-
oggi ha superato le cento primavere. L’altra se- grandi passioni: la famiglia e il lavoro. E, in en- re del negozio di calzature di piazza Prinetti,
ra, dopo una malattia che lo aveva ormai co- trambi i casi, ha sempre dato tutto se stesso». per anni ha avuto con Passoni un rapporto la-
stretto in casa, a 83 anni ha chiuso per sem- Passoni, da tutti conosciuto come il "Mandell", vorativo, e lo ricorda per la grande competen-
pre gli occhi. «Già da qualche anno - ha raccon- era infatti un vero e proprio punto di riferimen- za. «Mio padre lo ha certamente conosciuto me-
tato il figlio Marco, che insieme ai fratelli Pie- to. L’attività di calzolaio, un tempo ubicata in glio di me. Spesso l’ho cercato per avere infor-
"MANDELL" Luciano Passoni rangelo e Patrizia ne piange la scomparsa - non piazza Prinetti, nei locali oggi occupati da un mazioni di tipo tecnico che meglio di altri era
stava bene. Nel giorno dell’Epifania, le sue con- negozio di ottica, l’aveva ereditata dal nonno in grado di fornirmi».

[ CERNUSCO ]

Zardoni lancia l’allarme agli utenti brevi [ MISSAGLIA]

«Telefoni, mai firmato accordi» Croce bianca, un corso


(f.alf.) La Croce bianca organizza un cor-
so di primo soccorso (40 ore) e di soccor-
Nuova compagnia a caccia di abbonati, il caso finisce all’attenzione della giunta ritore di ambulanza (80 ore). La presen-
tazione è fissata per il 18 gennaio alle 20,45
CERNUSCO "Tele Tu", la ta- zione - sta millantando un ac- CERNUSCO nell’aula scientifica dell’ospedale Mandic.
riffa la scegli tu. cordo inesistente.
Questo lo slogan scelto dalla La questione, dopo un primo
nuova compagnia che ha so- avviso diramato ieri mattina, [ SIRTORI ]
stituito "Tele2", ma che per i è stata affrontata nella riunio-
cernuschesi si accompagna ad ne di giunta di ieri sera. L’am- La numerazione civica
un espediente poco simpati- ministrazione comunale ha in- (f. alf.) Dal 18 gennaio, la ditta Colombo,
co. fatti avviato «le verifiche del su incarico del comune, provvede all’as-
È infatti iniziata nei giorni caso» per capire l’estensione segnazione e sostituzione della vecchia
scorsi una campagna per l’ac- del fenomeno e prendere even- numerazione civica. Il personale è dota-
quisizione di nuovi tuali provvedimen- to di cartellino di riconoscimento.
clienti che per il ti. In passato la Opi-
momento, a quanto tel era stata sanzio-
è dato sapere, ri- nata dall’Antitrust [ CASATENOVO ]
guarda Cernusco e per «pratica com-
chi vi abita. Gli ope- merciale scorretta» Gli incontri sul Pgt
ratori che telefona- con una multa di (l. per) Sono state organizzate dal comu-
no ad ogni ora del 165 mila euro per- ne due conferenze tematiche sul piano di
giorno e della sera chè aveva attivato
sostengono che la
compagnia, di pro-
servizi di utenza te-
lefonica non richie-
Elemosina, due denunciati governo del territorio, a villa Facchi alle
21. La prima è in calendario domani sera,
la seconda giovedì 21 gennaio.
prietà della Opitel sti in modo consa- (l. per) Troppa insistenza nel chie- tinuando a mendicare anche dopo
spa, che a sua volta ha come pevole da parte dell’intestata- dere l’elemosina al semaforo. Tan- ripetuti dinieghi. Qualcuno ha così
socio unico il gruppo Vodafo- rio della linea, o con caratteri- to da aver esasperato gli automobi- deciso di chiamare i carabinieri di [ CASSAGO ]
ne, avrebbe stipulato un accor- stiche difformi da quelle pro- listi che hanno chiamato i carabi- Merate che hanno identificato e de-
do con il Comune. messe, senza prevedere la pos- nieri. La presenza di questuanti più nunciato i due per molestia e distur- La notte stellata
I cernuschesi, prima di accet- sibilità, per il contraente, di o meno fastidiosi al semaforo di Cer- bo alle persone. Si tratta di un 24en- (l. per) Chi vuole conoscere uno dei capo-
tare eventuali proposte tipiche posticipare l’avvio delle pro- nusco è abbastanza frequente. La ne di origine romena, domiciliato a lavori di Van Gogh, la «Notte stellata», ha
del marketing telefonico, han- cedure di attivazione del ser- maggior parte delle volte basta un Sesto San Giovanni ma di fatto sen- domani un’opportunità preziosa: la con-
no chiamato il municipio per vizio ad un momento succes- diniego accennato. Lunedì mattina za fissa dimora, nullafacente e pre- ferenza di Manuela Beretta alle 21 al cen-
cercare di capirne di più e sco- sivo rispetto alla registrazione invece due ventenni di origine ro- giudicato. Con lui c’era una ragaz- tro civico.
prire eventuali vantaggi. Da del consenso telefonico, ge- mena hanno esagerato, fermando- za di 20 anni, anche lei domiciliata
quello che hanno scoperto sa- stendo con ritardo i reclami. si a lungo a fianco delle auto e con- a Sesto ma con precedenti.
rebbe una bufala bella e buo- Lorenzo Perego
na, perché nessuno in comu-
ne ha stipulato nulla. Qualun-
que accordo con la compagnia, [ CALCO VERSO LE ELEZIONI ]
o anche con altre di qualun-
que tipo, non esiste. Gli ope-
ratori telefonano a casa, soprat-
tutto in ore serali e parlano ve-
Sconfisse il centrodestra,il Pd lo manda alle primarie
locemente, illustrando l’offer-
ta cercando di non farsi rispon- Il sindaco Fumagalli aveva già annunciato la ricandidatura, il testa a testa con Maria Teresa Bonanomi
dere di no dall’interlocutore.
Fin qui nulla di strano, a par- CASATENOVO CALCO (f. alf.) Uscirà dalle primarie il no- la del partito che ha radici soprattutto ad Ar-
te il disturbo che possono ar- me del candidato sindaco del centrosinistra. late. Pareva che per Natale si potesse arriva-
recare se a qualcuno va il boc- La decisione di affidare la scelta del leader re al dunque. Invece, di rinvio in rinvio, si è
cone di traverso. Ma dire che Cartelli autovelox,l’opposizione dello schieramento agli elettori è stata presa giunti a metà gennaio senza avere ancora sta-
avrebbero acquisito il cosid-
detto «ultimo miglio» a Cer- chiede l’intervento del prefetto lunedì sera al termine di una lunga riunio-
ne degli iscritti alla sezione del Pd.
bilito se puntare sul sindaco uscente che cin-
que anni fa ha battuto "Calco per la libertà"
nusco Lombardone e quindi (l. per) Controlli autovelox a macchia di leopardo a Ca- «A grande maggioranza - ha spie- frutto dell’alleanza del centrode-
sarebbero in pole position per satenovo. «In cinque delle nove postazioni segnalate gato Augusto Rimini, coordinato- stra con la Lega che presentava in
la fornitura di servizi voce e dai cartelli fissi - sostiene la minoranza Pdl-Lega-Ncn re locale - gli iscritti presenti han- lista anche l’ex sindaco Giuseppe
internet forse è un po’ troppo. - non è stato effettuato alcun controllo, quindi secondo no scelto di affidare la decisione Magni, o su altre persone.
«La circostanza non è vera», la circolare Maroni i cartelli dovrebbero essere tolti». I agli elettori. Su sedici persone, tre- La scelta, come detto, spetterà agli
taglia corto, lapidariamente, il consiglieri di minoranza si sono rivolti anche al pre- dici si sono espresse a favore delle elettori. «In questi giorni - ha an-
vice sindaco Giovanni Zardo- fetto di Lecco Nicola Prete. Ben 15 volte gli agenti del- primarie, due si sono dette contra- nunciato Rimini - organizzeremo
ni (nella foto), che ha già co- la polizia locale si sono posizionati lungo la provincia- rie, mentre la sedicesima si è aste- tutto, ma presumo che le primarie
minciato a lanciare ai cittadi- le 51 a Campofiorenzo, via de Gasperi, almeno un paio nuta». dovranno tenersi entro fine mese.
ni un avviso. «State attenti, se di volte al mese nel periodo dal 2 gennaio al 31 ottobre Rimini ha spiegato che si è giunti Subito dopo, occorrerà lavorare in
vi dicono questo, sappiate che 2009. Sempre sulla provinciale La Santa, ma questa vol- alle primarie per «l’indecisione in- fretta per formare la squadra e av-
non è vero». Se qualcuno poi ta in direzione Lesmo, ci sono stati 5 controlli, altri 4 con- terna sulla scelta del candidato. Sic- viare la campagna elettorale».
decide comunque di aderire trolli in via Monteregio, uno in via Buttafava. Non c’è come nello statuto del Pd si spiega che nel Gilberto Fumagalli si è dichiarato «modera-
all’offerta, non ci sono proble- stato nessun controllo invece in via Roma, in via San momento in cui non si è in grado di compie- tamente soddisfatto» della scelta compiuta
mi, ma quando l’operatore di- Biagio, in via della Resistenza, in via Petrarca, in via San re una scelta ci si deve affidare alle prima- dal partito.
ce che la compagnia ha acqui- Gaetano verso Rogoredo. «Appare inequivocabile co- rie, così abbiamo fatto». Proprio il primo cittadino uscente aveva tut-
sito l’unbundling sull’ultimo me non vi sia stata alcuna sistematicità nei controlli con Sono infatti mesi che la sezione del partito tavia sciolto le riserve a inizio dicembre 2009:
miglio - e quindi si sarebbe ac- Autovelox da parte della polizia locale di Casatenovo» di centrosinistra si dibatte tra la riconferma «Mi ricandido». Da lì l’attesa delle decisio-
caparrato l’intero servizio del- scrivono i consiglieri di minoranza. Al prefetto chiedo- della fiducia a Gilberto Fumagalli (nella fo- ni del Pd. Giunte a oltre un mese di distan-
la rete, non solo la fornitura del no di intervenire per «rimuovere i cartelli fissi». to), sindaco uscente, e l’appoggio a Maria Te- za. E al posto dell’investitura, la graticola del
traffico ma anche la manuten- resa Bonanomi, candidata sostenuta da un’a- ballottaggio.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[MERATE E CASATESE 31]
[ IL CENTRODESTRA ]

«Ma nella zona


della Filca
è tutto rotto.
Serve intervenire»
AIRUNO (f. alf.) Problemi di igiene e puli-
zia in genere, ma nessuna questione sicu-
rezza. Marco Fumagalli, capogruppo del-
l’opposizione di centrodestra, sintetizza co-
sì le conseguenze della forte percentuale di
stranieri extracomunitari ad Airuno.
«Oggi - spiega - gli stranieri sono tanti, ma
se non gli si mette un freno, saranno sem-
pre di più. Purtroppo, credo proprio che que-
sta maggioranza non farà nulla del genere.
Personalmente credo che gli stranieri deb-
bano essere regolamentati in qualche modo.
Non è possibile che a un cittadino italiano
si facciano tanti problemi nel momento in
Così nel meratese cui chiede la residenza, mentre non succe-
de nulla del genere a queste persone. Se un
Popolazione italiano chiede la residenza, vengono e ti
Comune res. Stranieri % contano i letti che hai in casa. Perché inve-
Merate 14.803 1.219 8,23 ce queste persone possono stare in venti in
MIGRANTI in una foto d’archivio. In provincia di Lecco sono quasi 23mila i "regolari". un appartamento e nessuno dice nulla o in-
Casatenovo 12.484 653 5,23 terviene? Occorrerebbe mettere regole pre-
Ma le persone senza il permesso di soggiorno sarebbero quasi quattromila
Missaglia 8.487 586 6,90 cise e fare in modo che tutti le rispettino».
Olgiate Molgora 6.140 597 9,72 Secondo Fumagalli, la situazione odierna
[ L’INCHIESTA ] di Airuno in futuro è solo destinata a peg-
Oggiono 8.652 790 9,13 giorare. «Gli extracomunitari vanno dove
già ce ne sono altri. La loro forza è l’aggre-

Airuno multietnica,
Valmadrera 11.445 947 8,27
gazione e quindi ne arriveranno sempre di
Calolziocorte 14.370 1.274 8,86 più». Secondo lo studio della Regione, con-
Mandello 10.631 450 4,23 siderato 100 l’indice degli stranieri in pro-
vincia di Lecco nel 2008, tra tre anni sare-
Olginate 7.098 615 8,66

qui gli stranieri


mo a 121, per giungere addirittura a 239 nel
Bulciago 2.991 337 11,26 2031. Airuno, che nel Meratese è il paese
Airuno 2.972 353 11,87 con la percentuale più alta, si candida ad es-
sere il maggior centro di attrazione.
Barzanò 5.144 291 5,65 «La forte presenza di stranieri in alcune zo-

hanno messo radici Brivio


Calco
Cassago
4.761
4.960
4.379
439
470
321
9,22
9,47
7,33
ne ha conseguenze dirette sul valore degli
immobili. Se qualcuno per esempio possie-
de un appartamento nella zona in cui vivo-
no loro, venderlo diventa impossibile. Nes-
suno lo vuole. O lo si vende a loro, oppure
Record nel Meratese: 12 su cento arrivano dall’estero Cernusco
Cremella
3.865
1.760
384
135
9,93
7,67
resta lì e non te ne fai niente».
Sino ad oggi, comunque, la massiccia pre-
Il sindaco Gatti: «Nessun problema di integrazione» Imbersago 2.415 131 5,42 senza di extracomunitari non ha causato
conseguenze a livello sociale. «Da questo
MERATE Dodici residenti su cento in paese so- nusco e Osnago confermano la tesi del sindaco. Lomagna 4.652 350 7,52 punto di vista - riconosce Fumagalli - non
no stranieri. Ad Airuno, la percentuale di immi- La Gatti sottolinea però il fatto che il numero nu- Montevecchia 2.452 95 3,87 ci sono mai stati problemi. Gli africani in ge-
grati, in base ai dati Istat aggiornati all’1 gennaio do e crudo significa poco. «Andrebbe analizzato nere sono infatti persone tranquille. Il di-
2009, risulta essere pari all’11,87%: su un totale se si tratta di extracomunitari o comunitari. Se so- Monticello 4.228 333 7,87 scorso sarebbe diverso se parlassimo di al-
di 2.972 abitanti, 353 non sono italiani. no stanziali o vanno e vengono». Osnago 4.796 527 10,98 tri stranieri. In questo caso, invece, l’unico
Una percentuale quasi doppia rispetto alla media Sino ad oggi, però, la forte presenza di extraco- problema riguarda l’igiene e la sporcizia. Ba-
nazionale. Nel Bel Paese, infatti, gli stranieri so- munitari non ha mai causato problemi di ordi- Paderno 3.874 304 7,84 sta andare a vedere i condomini della Fil-
no il 6,48%. Se si prende in considerazione la ne sociale. Le uniche conseguenze, se così le si Perego 1.691 123 7,27 ca per rendersene conto. Là attorno è tutto
Lombardia, la media sale fino al 9,28 %, ma scen- può chiamare, sono state a livello scolastico. «I Robbiate 5.865 452 7,70 rotto. Ci sono auto abbandonate in mezzo
de al 7% se la pietra di paragone è la provincia di minori che frequentano le scuole obbligano a crea- alla strada ed è uno schifo. Eppure, là vive
Lecco, dove sono censiti 23.812 stranieri su re un maggior livello di mediazione culturale. La Rovagnate 2.890 220 7,61 anche l’ex sindaco Moreno Fabbroni. Mi so-
335.420 residenti. loro presenza nelle scuole è tangibile. Pur non Santa Maria Hoè 2.220 147 6,62 no sempre chiesto come faccia a vivere in
Il dato di Airuno è quello più alto di tutto il Me- cambiando l’assetto educativo, le insegnanti han- quella zona».
ratese. Solo ad Olgiate Molgora si sfiorano con- no dovuto portare avanti determinati progetti». Sirtori 2.935 217 7,39 Se dal punto di vista della sicurezza Airu-
centrazioni in qualche modo paragonabili. In que- Ed è grazie alla scuola che, almeno per quello che Verderio I 2.849 162 5,68 no non desta particolari allarmi, quando si
sto caso, infatti, la percentuale degli stranieri ar- riguarda i più piccoli, si può parlare di integra- parla di scuole la questione si complica.
riva al 9,72% essendo 597 su un totale di 6.140 zione. «Nelle scuole - spiega il sindaco - i bambi- Verderio S 2.692 129 4,79 «Fortunatamente i miei figli sono grandi e
residenti. Ma, come vedremo, si veleggia ormai ni sono certamente integrati. Ma la stessa cosa si ITALIA 60.045.068 3.891.295 6,48 non vanno più a scuola, altrimenti avrei fat-
verso l’11%. può dire anche per quel che riguarda la parroc- Lombardia 9.742.676 904.816 9,28 to qualcosa. Come padre vorrei che mio fi-
Anche a Osnago e Cernusco i numeri sono ben al chia. Nell’unione sportiva giocano alcuni ragaz- glio avesse una buona istruzione, ma co-
di sopra della media lecchese e lombarda. E, so- zi stranieri. Più difficile, invece, l’integrazione a PROV. LECCO 335.420 23.812 7,09 me è possibile ottenerla in una classe dove
prattutto, lontani da quelli relativi ad altri paesi livello di adulti, anche se ci sono associazioni che LECCO 47.529 3.63 7,65 le maestre faticano ad insegnare a bambini
della Brianza meratese. Nel primo, i non italiani cercano di coinvolgerli». che nemmeno conoscono la lingua italia-
sono 527 su 4796, pari al 10,98%; nel secondo, Fabrizio Alfano Fonte: dati Istat aggiornati all'1 gennaio 2009 na?».
384 su 3865, pari al 9,93 per cento. Nel resto del-
la zona, tranne qualche eccezione come a Brivio
e Calco, che superano il 9%, la percentuale me- [ LA RILEVAZIONE ]
dia degli stranieri si attesta tra il 5 e il 7%.
E parliamo di regolari. In base ad un recente rap-
porto stilato dalla Regione Lombardia, gli irre-
golari sono in media circa il 7 per mille dei re-
Olgiate, dove la doppia cifra è già una realtà
golari. Tale percentuale è però assai più alta al
Nord. A Brescia, per esempio, si arriva addirittu- Da ottobre gli abitanti provenienti dalle varie zone del mondo hanno raggiunto il 10,42%
ra al 3,2%. Nella nostra provincia, nel 2008, so-
no stati censiti 22.600 stranieri regolari. Cui ne OLGIATE MOLGORA (f. alf.) E sempre più dagli albanesi (85) e dagli indiani (57). Secon-
vanno aggiunti altri 2.800 regolari non residenti stranieri vivono anche ad Olgiate Molgora. Se- do il primo cittadino, quella dell’immigrazio-
e ben 3.900 irregolari. Nel Meratese, sempre in condo una rilevazione dell’ufficio anagrafe da- ne è «una questione reale che tutti viviamo in-
base al rapporto citato, nel luglio di due anni fa, tata al 30 ottobre 2009, in paese, su una popo- fluenzati da saltuarie e negative situazioni del
i regolari erano 11.540, mentre gli irregolari arri- lazione residente pari a 6.237 abitanti, gli stra- momento, ma molto strumentalizzata». Per
vavano a 1.480. Come a dire che ogni dieci rego- nieri erano 650, pari al 10,42 per cento. Appe- Brambilla, «nella mentalità prevalente al mo-
lari ne va contano un altro non in regola con i per- na sette anni fa Olgiate era già in cima alla clas- mento questo fenomeno impressiona per la
messi di soggiorno. sifica dei paesi del Meratese con il maggior nu- quantità di persone coinvolte: si parla di 650
Adele Gatti, sindaco di Airuno, afferma di non mero di stranieri. Nel 2003 il 4,4% dei citta- stranieri su una popolazione 6.237 abitanti,
essere preoccupata per l’alta concentrazioni di dini aveva una madre lingua diversa dall’ita- pari al 10,42%». Ecco quindi che il primo cit-
stranieri in paese. «Conosco il dato, ma fino ad liano. A distanza di una manciata d’anni, il lo- tadino, riconoscendo che si tratta di «un feno-
ora non l’ho ancora approfondito. Fondamen- ro numero è più che raddoppiato. Sette anni meno di natura epocale», evidenzia anche co-
talmente, la percentuale è dovuta al fatto che ad fa, Airuno contava solamente l’1,9% di stra- me il «carico di aspettative, sofferenze, disa-
Airuno c’è la stazione ferroviaria e i comuni che nieri. E se ad Airuno prevalgono gli africani, gio comporta anche per il nostro piccolo co-
hanno le stazioni hanno maggiore presenza di STUDENTI stranieri del Politecnico ARCHIVIO
ad Olgiate sono in netta prevalenza gli stranie- mune situazioni sociali, economiche, cultura-
stranieri». E infatti i numeri riferiti a Olgiate, Cer- ri dell’est. Abbondano i romeni (148), seguiti li e religiose nuove».
[32 ERBA ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

LASNIGO

Giovane morto a Capodanno: l’autopsia non risolve il giallo


LASNIGO - Ieri mattina è sta-
ta effettuata l’autopsia sul
mone Pizzotti, il magistrato che aveva ordinato
la riesumazione della salma dopo che la ma-
to riesumato venerdì mattina dai carabinieri e
messo a disposizione dell’autorità giudiziaria
brevi
[ ERBA]
corpo di Graziano Cammisa, dre del giovane si era rivolta ai carabinieri di As- a seguito della richiesta della madre, che non si
il 29enne ritrovato morto l’1 so per sapere l’esatta causa del decesso. Dal- dà ancora pace e desidera avere un perché cer- Incisioni in acquaforte
gennaio dopo aver cenato l’autopsia sarebbe comunque stata esclusa qual- to di questa disgrazia. Il funerale del giovane era Un corso del Gae
con il padre e due amici, ma siasi altra causa della morte del giovane che non stato celebrato il 4 gennaio dopo che il suo cor-
l’esame autoptico effettuato sia quella di un malore (ma anche la madre non po senza vita era stato ritrovato da un amico la (Ma. C.) - Torna il corso teorico - pra-
al Sant’Anna non ha dato un ha mai ipotizzato una morte violenta): bisognerà mattina del primo gennaio nell’abitazione dove tico d’incisione in acquaforte, propo-
esito chiaro sulle cause del decesso. Bisognerà però attendere ancora diversi giorni per avere insieme al padre Giacinto e a un altro amico ave- sto dal Gae (Gruppo artistico erbese).
attendere gli esami tossicologici che il medico una risposta certa, che giungerà dagli esami tos- vano trascorso la festa di Capodanno. Lo terrà il presidente, Giovanni Bram-
legale ha ordinato e che renderà noto al pm Si- sicologici. Il corpo di Graziano Cammisa era sta- G. d. V. billa; si tratteranno, dopo un’introdu-
zione teorica e storica, incisione, mor-
sura e stampa. Dieci lezioni nella villa
comunale in frazione Crevenna, da sa-
[ LAMBRUGO ] bato 23 fino a sabato 27 marzo, dalle 14
alle 17. Maggiori informazioni, anche

Dopo i colpi in serie a bar e case


sulle quote, ed iscrizioni allo 031/
64.21.59.

[ASSO ]

in paese resta la psicosi-furti L’arte e i viaggi


di Enzo Santambrogio
Negozianti preoccupati per i continui raid: «Difficile lavorare in queste condizioni» (Ma. C.) - Verrà inaugurata venerdì al-
le 19.30, nel «Touring Caffè» di Como
LAMBRUGO In pese dopo i za un po’ più dura dei miei una mostra di opere dell’artista asse-
furti dell’ultimo periodo gli figli che invece sono rimasti se Enzo Santambrogio. Durante la se-
abitanti e i commercianti non più traumatizzati dagli avve- rata verrà presentato l’ultimo libro fo-
si sentono più sicuri. nimenti. Nel 2008 abbiamo tografico realizzato da Santambrogio,
I diversi colpi riusciti, come subito ben tre furti, due sul «Contrabbandieri del Nirvana», e sa-
quello all’edicola in piazza lavoro e una notte invece ci ranno esposti oggetti provenienti dai
venerdì notte e i tentativi di hanno portato via l’automo- viaggi compiuti dall’artista in India e
furto che da dicembre stan- bile. Io e mio figlio abbiamo sul territorio lombardo, in compagnia
no interessando la zona, cer- visto tutto senza poter fare di Davide Valsecchi, ed opere realizza-
to non fanno dormire sonni niente. lo scorso dicembre si te da Santambrogio durante queste
tranquilli. è verificato l’ennesimo tenta- spedizioni.
I ladri, infatti, agiscono di tivo, che è stato scoraggiato
notte arrampicandosi come dall’attivazione dell’allarme.
acrobati o devastando le in- Non è insolito che la notte [ALBAVILLA]
feriate per trovare un passag- veniamo svegliati dai ladri
gio e penetrare nei negozi e che tentano il colpo». Folk: «I Contadini»
nelle abitazioni. Soprattutto «È un periodo - conclude il venerdì sera in tv
chi è già stato vittima di fur- commerciante di Lambrugo
ti è esasperato dalla situazio- - in cui il pese e è stato pre- Nelle foto: Maria (Ch. C.) - Nuovo appuntamento in tele-
ne, come la signora Maria Te- so di mira e sento raccontare Teresa Colombo, visione per il gruppo folcloristico «I
resa Colombo, del bar stazio- dai clienti che abitano nei Luigi Terruzzi, Contadini della Brianza»: parteciperà
ne. «È più di cinquant’anni paesi limitrofi di altrettanti Maurizio Gero- al programma «Tutt’altra musica», con-
che svolgo questa attività ma episodi di furto sia a danni sa, Franca Corti dotto da Eugenio Ban su Telelombar-
non è mai stato così diffici- di negozi, sia di appartamen- e Simone Milani. dia. Venerdì sera dalle 20:30 «I Conta-
le lavorare. Si vive male e si ti». A lato, il bar Sta- dini della Brianza» si esibiranno nei lo-
fa fatica a dormire. A ogni ru- Mara Cavalzutti zione a Merone ro canti, indossando gli abiti tradizio-
more mi alzo con il sospetto nali.
che stiano cercando di entra-
re, dopo che la scorsa estate MERONE
mi hanno tagliato le inferria- [ CANZO ]
te e quindici giorni fa hanno
provato ad entrare forzando Al Caffè Stazione temono il quarto assalto Brianza e potabilità
la serranda. E oltre tutto la- Convegno in trasferta
sciano anche i danni da pa- MERONE - Il Caffè stazione di Merone, dalla fine di mille euro in monete, siccome non era stata svuotata
gare. Insomma siamo qui a agosto è stato derubato ben tre volte. Si tratta sempre di recente. I ladri sono stati visti scappare sui binari (Al. Gaff.) - Il Gruppo naturalistico del-
lavorare ma è diventato sem- di monete e i responsabili potrebbero essere la stes- della rete ferroviaria qui di fronte e sono state viste la Brianza propone alle 16.10 di doma-
pre più difficile vivere così». sa banda delle monetine che lo scorso venerdì notte sei persone». ni pomeriggio, nella sezione di Cusano
La signora Franca Corti di ha visitato l’edicola di Lambrugo e il caffè - ristoran- Quasi scherzando, ma forse anche un po’ per esorciz- Milanino (piazza Giovanni Paolo II, sa-
Lurago d’Erba, cliente del bar, te di Ponte Nuovo a Merone, prelevando fondo cas- zare questi spiacevoli avvenimenti, Milani dice di la della parrocchia di San Martino), un
racconta che anche la zona sa, ricariche telefoniche e il cambia monete. aspettare la quarta vista, dato che, con la cadenza incontro di approfondimento sul tema
dove abita è stata presa di mi- L’ultimo furto al Caffè di fronte la stazione risale a metà di un mese e mezzo circa, è da agosto che i ladri gli «L’acqua che beviamo nei Comuni del
ra dai topi d’appartamento dicembre, questa volta però gli uomini visti fuggire fanno visita periodicamente e ora la situazione è di- Nord Milano: del rubinetto di casa, del-
nel periodo natalizio e che la erano in sei. Il titolare del bar, Simone Milani, raccon- ventata davvero insopportabile. Come i proprietari de- le bottiglie del negozio, delle fontanel-
sua famiglia si sente un poco ta che: «Il furto è avvenuto di notte. I ladri sono entra- gli esercizi colpiti di recente la storia è la stessa, ol- le dall’azienda acquedotto». La parte-
più tranquilla giusto perché ti sollevando la grata e rompendo il vetro della porta tre al furto bisogna poi pagare anche i danni arreca- cipazione è libera.
hanno installato l’allarme. d’ingresso principale. Hanno rubato una macchinet- ti al locale e lavorare così è diventato difficile.
Il signor Luigi Terruzzi del ta da gioco, una slot, che poteva contenere almeno Ma.C.
panificio sotto la chiesa, ogni
giorno si reca al lavoro con la
paura che forse quella notte
è toccata proprio a lui la vi- [ PROSERPIO ]
sita dei ladri e racconta che :
«La mattina, quando arrivo
al lavoro, inizio già dalla stra-
da a guardare se la saracine-
Dall’obbligo delle catene al divieto di sosta per neve
sca è ancora integra e solo
quando scendo dall’automo- Il sindaco: «Ordinanza voluta dalla polizia locale per garantire l’intervento dei mezzi in cinque vie»
bile e vedo che anche la por-
ta è chiusa, posso tirare un PROSERPIO Anche il paese si ed è relativa al periodo che va dal cile per i mezzi spala neve inter-
sospiro di sollievo. Con tut- accoda, e addirittura rilancia, al- nove di questo mese fino al pri- venire senza mettere a rischio le
to quello che è accaduto nel- le varie ordinanze per la neve, do- mo di marzo. macchine parcheggiate. Per que-
l’ultimo periodo è impossi- po l’obbligo di montare le gom- Divieto di sosta in cinque vie in sto si è deciso di emettere que-
bile stare tranquilli». me da neve, quello di spalare il caso di neve, anche nei parcheg- st’ordinanza che permetterà ai
Sempre a Lambrugo il signor marciapiedi davanti casa, e l’in- gi delimitati, per il primo cittadi- mezzi di muoversi con più faci-
Maurizio Gerosa, residente vito a calzare scarpe adeguate ec- no di Proserpio non si poteva cor- lità».
in via Roma dove ha inoltre co l’obbligo a non parcheggiare rere il rischio di colpire le auto Si parla anche di vietare la sosta
un’attività commerciale, rac- anche nelle zone che in genere con i mezzi per la pulizia delle per zone adibite alla sosta e in
conta di aver ricevuto spes- sono adibite alla sosta. strade. questo caso il sindaco rimarca
so la visita dei ladri e di es- Interessate all’ordinanza via Diaz, «Non si tratta di un’ordinanza l’impossibilità di fare altrimen-
sersi dovuto attrezzare di via Manzoni, via Roma, via Vi- emessa da me, ma dalla polizia ti: «Come indica l’ordinanza si è
conseguenza. «Viviamo pra- gnola e via Villette. In queste stra- locale, e riguarda una situazio- intervenuti tenendo conto delle
ticamente barricati in casa – de se nevicherà non si potrà par- ne di potenziale rischio per le au- particolari caratteristiche struttu-
racconta - Io, dopo tanti an- cheggiare non solo fuori dagli spa- tovetture in sosta - spiega lo stes- rali della strada legate al proble-
ni di lavoro non dico di es- Spalatori al lavoro zi delimitati ma anche dentro. so sindaco - Le vie indicate so- ma della neve».
sermi abituato ma ho la scor- L’ordinanza è di fresca emissione no decisamente strette ed è diffi- Giovanni Cristiani
[ Strano ma vero] 33
LOSPORT
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
Tifoso tedesco in Sudafrica in auto
La passione per il calcio e il gusto dell’avventura hanno ispirato un tifo-
so tedesco che si sta preparando a fare 16 mila km in auto, dal nord del-
la Germania al Sudafrica, per assistere agli incontri della nazionale tede-
sca ai prossimi mondiali di calcio..

OGGI IN TV 15.55 RAI SPORT+ Tim Cup ■ 20.00 SKY SP1 Calcio: Deportivo-Valencia (Coppa del Re) ■ 22.00 SKY SP1 Calcio: Siviglia Barcellona (Coppa del Re) ■ 2.30 SKY SP2 Dallas-L.A Lakers (Nba)

[ IL CASO ]

Ferrara non molla: «Sono come Rocky»


Si gioca tutto in Coppa Italia stasera contro il Napoli: «Più picchiano più non sento male»
TORINO Tutto in 90 minuti. Ciro Ferrara si gioca L’OLANDESE
la panchina stasera contro il Napoli. Ormai è chia-
ro: è la Coppa Italia la scialuppa di salvataggio per
il tecnico bianconero, l’ultima possibilità per evita-
re l’esonero, che per ora è soltanto una ipotesi, con-
creta, ma che potrebbe diventare realtà in caso di [ COPPA ITALIA]
eliminazione dal torneo. L’allenatore però non si ar-
rende e durante la conferenza stampa, iniziata con Le partite di oggi
due ore di ritardo per il protrarsi della visita dei ver- Milan in casa
tici societari - Blanc, Bettega e Secco - che ha fatto
slittare l’allenamento, appare con l’abituale sorriso MILANO - Oggi sono in programma le
e la consueta voglia di cercare la battuta per prova- seguenti partite degli ottavi di Coppa
re a sdrammatizzare. «Sono come Rocky - dice Fer- Italia (partita secca di sola andata): Mi-
rara -. Prendo cazzotti, sono pieno di sangue ma con- lan-Novara, Juventus-Napoli, Genoa-
tinuo a dire all’avversario ’tira più forte che non mi Catania. Domani chiudono il quadro
fai malè. Non c’è niente che mi può buttare giù». Udinese-Lumezzane, Lazio-Palermo,
Ciro dunque non getta la spugna, anche se è consa- Fiorentina-Chievo.
pevole di quanto la situazione sia delicata. «La scon-
fitta con il Milan - dice - non cambia le cose, per- [AUTO ]
chè del cambio di allenatore si parla da diverso tem-
po. Conosco il pensiero della società, anche se so- Gelpi, assegnato
no adulto e vaccinato per capire che il destino di
ogni tecnico è legato ai risultati. Se non ci sono, la l’incarico in Fia
società prenderà i provvedimenti che riterrà più ido-
nei a cambiare la tendenza negativa». ROMA - Il presidente dell’Aci e vice
Il provvedimento principale sarebbe il suo esone- presidente della Federazione Interna-
ro, anche se lui non si spaventa neanche di fronte zionale dell’Automobile, Enrico Gelpi,
a questa eventualità. «Non lo prenderei assoluta- è stato nominato membro della nuova
mente come una sconfitta - afferma -, ma come una commissione per la revisione dello Sta-
crescita nella mia carriera, che è all’inizio. E poi, tuto Fia, la cui attività sarà finalizzata
come dice mia mamma, si chiude ’na porta e si apre a migliorare il sistema di governance
nù portone». Ironia in dialetto napoletano per al- della Federazione mondiale sotto il pro-
lentare la pressione. filo della trasparenza, della rappresen-
«Essere ancora qui - prosegue - è comunque una tanza regionale, delle procedure elet-
speranza e sotto certi aspetti un fatto positivo. Non tive e dei processi decisionali. Il nuo-
capita spesso di trovare una società che mantiene vo organismo della FIA analizzerà le
una certa linea. La società fa le sue valutazioni ma problematiche più strategiche relative
la fretta non è mai produttiva. Il mio arrivo sulla al ruolo, alla struttura, all’organizzazio-
panchina della Juve ha generato parecchia invidia, ne e al funzionamento dei vari organi
perchè era ambita da tanti, ma non ho mai pensa- della Fia.
to ’chi me l’ha fatto fare?’ Comunque non ho la sen-
sazione che la situazione sia in divenire». [ GIOCHI ]
E la squadra? «Non credo che giocatori di persona-
lità si facciano condizionare dalla situazione del-
l’allenatore. Credo che siano certi che sono consa-
Gelo a Vancouver,
pevole di quello che sto facendo e di ciò che si può ma pioggia sulle piste
fare per uscire da questa situazione». La medicina
migliore sarebbero le vittorie, già a partire da stase- TORONTO - A un mese dall’inizio dei
ra. Ferrara ci crede: «A volte può capitare che nel- Giochi Olimpici di Vancouver uno dei
l’emergenza ci sia una reazione. Non ho pensato che
il Napoli mi possa far perdere la panchina, sono im-
pegnato a trovare le soluzioni per batterlo».
Il candidato: Hiddink giramondo motivi di preoccupazione degli orga-
nizzatori è il tempo: mentre mezzo con-
tinente americano è alle prese con
Di soluzioni a disposizione, però, ce ne sono dav- TORINO - Hiddink parla sei lingue e ha lavorato ovunque, però deve ancora impa- un’ondata di freddo senza precedenti,
vero poche, almeno per quanto riguarda gli uomi- rare l’italiano e adesso sembra arrivato il momento giusto. Può tentare un altro mi- sulle montagne del litorale settentrio-
ni. «Non ho tantissima scelta, soprattutto a cen- racolo, quello di resuscitare la Vecchia Signora, dopo quelli realizzati portando l’O- nale che ospiteranno i Giochi piove. Le
trocampo», ammette Ciro. Tra infortuni e squalifi- landa in semifinale al Mondiale nel 1998, la Corea del Sud sul podio nel 2002 (per Cypress Mountain, quelle che ospite-
che, gli indisponibili sono otto; per questo tra i 19 quell’impresa gli hanno perfino intitolato uno stadio ed un tempio, rispettivamente ranno alcune delle gare free styling e
convocati ci sono quattro ragazzi della Primavera: a Gwangju ed a Seul) e facendo tornare l’Australia nel torneo iridato, nel 2006 e 32 snowboard, sono coperte di neve, ma
Fausto Rossi, Esposito, Giandonato e Immobile. anni dopo l’unica apparizione del 1974. L’anno scorso soltanto un gol-beffa di Inie- su quella neve sta piovendo e i campi
«Diego centrocampista centrale? Non l’ho mai vi- sta a tempo scaduto gli ha impedito di prendere parte, alla guida del Chelsea, alla fi- da sci sono stati chiusi per mantenere
sto giocare in quella posizione, nè l’ho mai prova- nale di Champions League a Roma, dopo essere subentrato a Scolari a torneo in corso. la neve già caduta.
to in allenamento».

[ MOTORI ]

Schumi, test ok. E la Ducati vuole Rossi


Michael prova a Jerez con la GP2: «Sensazioni ok» - La Rossa a due ruote: «Vogliamo un italiano»
JEREZ La pausa è finita, Michael Schumacher Il tempo, tra vento e pioggia, ha però costretto l’ex anche per amplificare l’ambizione di essere amba-
torna ad assaporare una monoposto quasi da For- ferrarista a interrompere le prove: «Ho provato, ma sciatori del made in Italy». Lo sottolinea Gabriele
mula 1. Il sette volte campione del mondo, 41 an- sono dovuto rientrare immediatamente ai box», ha Del Torchio, Presidente di Ducati Motor Holding a
ni compiuti lo scorso 3 gennaio, è sceso in pista a spiegato il pilota che torna in Formula 1 dopo tre a margine dell’evento di presentazione della squa-
Jerez de la Frontera, in Spagna, per il primo dei tre anni di assenza e al prossimo Mondiale si presen- dra in Motogp a Madonna di Campiglio. Dopo un
giorni di prove con la Gp2 e ammette che il ritor- terà in griglia di partenza con il team Mercedes. In- anno di abboccamenti da parte di Rossi è lecito
no è stato eccellente. tanto dai test di ieri ribadisce di aver avuto sensa- chiedere al numero uno della Casa italiana la di-
«I miei sensi si sono completamente risvegliati - zioni positive al volante, ringraziando la sua scu- sponibilità ad accogliere Valentino Rossi, dato che
racconta Schumi sulle pagine del suo sito - è stata deria e la Gp2 serie per avergli dato l’opportunità proprio quest’anno scadrà il suo contratto con la
una giornata molto positiva perchè dopo tanto tem- di guidare la vettura. Schumi tornerà in pista an- Yamaha. «Quest’anno è particolare perchè scado-
po sono tornato a guidare una vettura vicina a quel- che oggi e domani, in attesa dei primi test ufficia- no molti contratti - ha detto Del Torchio - quindi
la della Formula 1. Nonostante il tempo non sia sta- li di Formula 1 a febbraio. c’è una congiunzione astrale per cui abbiamo il con-
Ieri sulla pista di Jerez si è visto il to quello che ci aspettavamo, direi che i miei sen- Intanto a Madonna di Campiglio, la Ducati apre a tratto di Stoner che scade, il contratto di Rossi che
logo Mercedes sul casco di Schumi si erano tutti al massimo, e anche solo per questo Valentino Rossi: «A noi piacerebbe vincere qual- scade, quello di Lorenzo e Pedrosa idem. È giusto
è stata una giornata utile». che campionato del mondo con un pilota italiano pensare che nel 2011 ci sarà uno scenario diverso».
[34 SPORT ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

[ CALCIO: L’ATTACCANTE GIOCO’ NEL LECCO DI SANNINO ]

Marzeglia, prove tecniche di bomber


Si sta allenando con i blucelesti dopo aver lasciato il Messina: «Ma io sono quello di Gallipoli»
LECCO Un gradito ritorno anche se è presto per par- L’ALLENAMENTO
lare di nuovo acquisto. Adriano Marzeglia, colosso
ex Primavera Milan da 1,93 per 82 chili, che a Lec-
co visse la sua seconda miglior stagione della carrie- Una contrattutra frena Buda
ra è arrivato ieri in città per un periodo di prova con
i blucelesti. Contribuì in un Lecco-Casale 1 a 0 e gol Oggi il responso su Guglieri
decisivo di Marzeglia, a salvare il Lecco gestione (m. vil.) Allenamento al freddo e al “quasi” buio, ieri in
Aprea (in società) e Sannino-Nando Passariello-San- una giornata davvero bigia per il Lecco di mister Tarroni.
nino (in campo). Correva l’anno 2006 e Marzeglia Assenti per permesso Ettore Guglieri e Nicola Corrent,
con le sue 9 presenze e 2 gol (l’altro con la Sanreme- gli altri si sono allenati tutti. A parte solamente Villagat-
se al suo esordio, poi finì 1 a 1), si fece apprezzare ti che ha corso con il “prof” Lele Ratti. Per il resto, tutti
salvo poi sparire con l’arrivo del trio Riva-Romano- abili e arruolati tranne Buda e i due assenti, con la novità
Fiori e Gonzaga. Quindi poche apparizioni (Rovigo Adriano Marzeglia che ha provato subito a entrare ne-
in C2 2007, Carrarese a gennaio 2007) e il ritorno a gli schemi di Tarroni. Marzeglia si è disimpegnato con
certi livelli nella scorsa stagione con 20 presenze e sufficiente disinvoltura, anche se è davvero presto per
4 reti in C1 con il Gallipoli promosso in serie B. valutarne condizione e stato fisico. Di sicuro non gioca
Poi la discesa in serie D a Messina e tutti i dubbi che da novembre, per cui gli mancherà il ritmo partita, ma
una tale discesa porta con sé e che Marzeglia da Ci- sarà compito di Lele Ratti capire (e consigliare mister
nisello Balsamo spiega così: «È stata una estate stra- Tarroni), lo stato di forma del “pennellone” milanese.
na. Ho preso una brutta broncopolmonite e mi sono Per Samuele Buda, invece, si tratta di una contrattura ri-
fermato. Magoni mi aveva chiamato ma ero in ospe- mediata pochi minuti dopo il suo ingresso in campo do-
dale, mezzo morto, dove sono stato per un mese. Ho menica. Pur avendo giocato fino alla fine, il laterale blu-
preso una brutta forma virale tornando dalla Grecia celeste aveva sentito “tirare” i muscoli della coscia de-
il 13 luglio e sono rimasto fregato. A metà agosto stra poco tempo dopo la sostituzione di Guglieri ma ha
ho ripreso ma le squadre ormai erano fatte. Dovevo stretto i denti, pur dovendo pagare dazio sotto forma di
fare un contratto con il Gallipoli, ma la società vec- prestazione, non certo buona. Guglieri, invece, uscito dal
chia ha venduto ad altri, è partito in ritardo con mez- campo claudicante e ieri in permesso, non dovrebbe ave-
za squadra e poi ha fatto la formazione all’ultimo, a re troppi strascichi dalla botta subita in campo. Si tratte-
fine agosto, quando avevo già firmato con il Messi- rebbe, appunto, solo di un piccolo trauma che potrebbe
na». risolversi presto.
David Enrique Mateo (ora in diffida dopo le decisioni del
UNA DISCESA... FORZATA giudice sportivo con nessun bluceleste squalificato), al-
Una discesa forzata dalla malattia, insomma: «Sì – tro infortunato di domenica scorsa, si è allenato regolar-
ammette Marzeglia – e comunque il Messina è squa- mente: la rotula del suo ginocchio è uscita dalla sua se-
dra di grosso blasone, una grande città; ambizioni de dopo un tentativo di tiro, contro il Benevento, ma si
tante ma grande superficialità. Non ho preso ancora tratta di un problema di legamenti “lassi” che già altre
uno stipendio, anche se in serie D si parla di rimbor- volte ha provocato questa vera e propria lussazione che
si spese. Ecco perché il Sud lo reputo croce e delizia però rientra quasi subito. Domami amichevole con la Ber-
del calcio: se vai bene e le cose vanno bene hai tut- LECCO Adriano Marzeglia retti alle 15 al «Rigamonti-Ceppi».
to. Ti viene dato tutto. Ma se vai male, al Sud tutto
va a rotoli. A Messina ero senza stipendi, bersaglia-
to dai tifosi perché comunque devi vincere lo stes-
so… Insomma una situazione insostenibile. Era inu- [ IL MERCATO: RINCORRENDO LA PUNTA ]
tile stare a duemila chilometri da casa senza prende-
re soldi e stando male. Preferisco tornare in catego-
ria dove posso esprimermi e dove spero di dimostra-
re che le 20 presenze a Gallipoli e i 4 gol non sono
Salgono le "azioni" di Luca Gerbino Polo
stati casuali».
Classe ’87 gioca nel Ravenna - Restano aperte le trattative anche su Temelin e Cipriani
ORA MANCA SOLO LA FIRMA
Manca ancora la firma sull’eventuale contratto. La LECCO Adriano Marzeglia, classe glio, ma il Daspo subito per la ris- trio, dopo le ultime novità di mer- precarie condizioni. Quindi c’è l’e-
società decidere dopo i primi allenamenti per veri- 1986, non sarà l’ultimo arrivo in ri- sa tra Alghero e Olbia e le sei gior- cato. sigenza di avere almeno un altro
ficarne la condizione fisica. Per lui tanto entusiasmo, va al lago, sponda manzoniana. nate di squalifica rimediate, hanno In partenza, invece, sarebbero i “so- centrale di sicura esperienza nella
una carriera ancora tutta da costruire (ha solo 23 an- Marzeglia, se vogliamo, è la scom- fatto sfumare l’affare. Tre ormai liti” (sono già stati messi sul difesa a 3 voluta da mister Tarroni.
ni), e un ruolo che - eventualmente - deve essere quel- messa di Adriano Cadregari. È gio- le ipotesi: Gianluca Teme- mercato quest’estate e an- Certo, arrivasse una cospicua offer-
lo di dare sostanza, peso e concretezza all’attacco. vane, ha “fame” di calcio e di rilan- lin dalla Reggiana (ipo- che a gennaio scorso) ta, Galeotti sarebbe lasciato andare,
Passando dai consigli di mister Nicola Tarroni e di cio, fa “minutaggio” per i soldi che tesi raffreddatasi un Orlandi, Santoni, ai ma la situazione, in questo senso,
uno scopritore di giovani talenti che ha voluto scom- la società prenderà per la valoriz- po’), Giacomo Cipria- quali si sono aggiun- è fluida per tutti. Infatti, oltre ai gio-
mettere ancora, Adriano Cadregari: «Cadregari non zazione dei giovani (dal 1986 in su, ni (ex giocatore di se- ti anche i vari Marti- catori che il Lecco pensa di cede-
lo conoscevo – ammette il pennellone milanese - ma appunto), e se farà bene potrà esse- rie A e B, classe nelli, Palumbo, Fran- re o svincolare, ci sono giocatori ri-
ho sentito molto parlare di lui. L’ho conosciuto l’al- re un giocatore sul quale contare 1980) attualmente al- cini e Maiorino. Si- chiesti che, davanti a denaro sonan-
troieri e ho avuto l’impressione di una grande per- anche nel prossimo torneo. In ulti- la Spal (10 presenze e tuazione particolare te per la società, potrebbero essere
sona. Anche la società è cambiata da quando ero qui mo, particolare non trascurabile, 3 gol) e Luca Gerbino quella di Andrea Ga- lasciati andare. Salvo reintegrarli
e mi hanno detto che è un sodalizio serissimo che costa poco. Polo (nella foto), classe leotti che dato per quasi con nuovi arrivi di valore se non
ha ambizioni e vuole fare grandi cose. Obiettivo pri- Ed entro giovedì potrebbe arrivare 1987, del Ravenna (39 pre- sicuro partente, ora potreb- uguale almeno equivalente. Que-
mario di quest’anno, mi hanno detto, è la salvezza a l’altro nome, quello “vero” , quello senze e 7 reti con i giallorossi). Pro- be restare viste le condizioni di Vil- sto, almeno, è il “si dice” che corre
priori». importante, senza nulla togliere a prio quest’ultimo sembrerebbe es- lagatti ancora fuori per almeno due nei corridoi di via Roma e di via
Marcello Villani Marzeglia. Si è parlato di Beppe Gi- sere l’acquisto più probabile del partite, con Mateo in diffida e in don Pozzi a proposito di mercato.

[ CALCIO D ] [ CALCIO DILETTANTI AMICHEVOLI ]

L’Olginatese torna in campo L’Atletico Civate è già in palla


I bianconeri in trasferta recuperano oggi la gara con la Sestese Ha vinto nel test di Oggiono - Domenica i campionati al via
OLGINATE (g. riv.) Oggi si gio- tempo di domenica ma giocare L’importante è non prendere la LECCO (m. val.) Ripartono domenica i cam- Nella ripresa l’Atletico ha sfiorato il raddop-
ca il recupero Sestese-Olgina- come sappiamo e i 3 punti sa- Sestese sotto gamba perché an- pionati dilettantistici di Promozione, 1^ e pio con Isella e Mottadelli e lo ha trovato al
tese alle ore 15, penultima par- ranno alla nostra portata. Finire che loro hanno bisogno di pun- 2^ Categoria (la 3^ ripartirà domenica 31 gen- 25’ con un colpo di testa dello stesso Motta-
tita del girone d’andata della se- a 32 punti con il secondo posto ti per la classifica in chiave sal- naio) e, nell’ultimo week end, sono numero- delli su corner di Colombo. L’Oggiono ha di-
rie D rinviata il 20 dicembre do- in classifica generale è sicura- vezza e giocano in casa. Dobbia- se le squadre che hanno sfidato pioggia e ter- mezzato lo svantaggio solo al 45’ grazie a una
po la forte nevicata (tra l’altro an- mente una grossa vetrina per i mo rimanere concentrati e gio- reni pesanti per ritrovare il feeling con i cam- bella elevazione di Colombo.
che oggi si rischia neve...). L’Ol- nostri giovani ma soprattutto è care come sappiamo fare». pi da gioco. Tra le formazioni di Seconda categoria, l’-
ginatese, dopo il bel successo in un giusto premio alla società Tutti i giovani che compongono Tra le varie amichevoli, la più interessante è Sldp Malgrate (che domenica recupererà la
rimonta sul Caravaggio non fa bianconera per tutti gli sforzi che la rosa bianconera hanno fatto il quella andata in scena al «De Coubertin» gara casalinga con il Delebio per il girone X
misteri, vuole conquistare anche ha fatto e che sta facendo». loro debutto in prima squadra di Oggiono, dove i locali (che militano in Pro- di Seconda) è stato fermato sul 3 a 3 casalin-
i tre punti contro la Sestese. Lunedì e ieri allenamenti di sca- manca solo l’esterno Emanuele mozione) e l’Atletico Civate Lecco (1^ Cate- go dall’Olimpiagrenta, capolista del girone
È il capitano Rossi autore della rico: la squadra sta bene e il so- Serra classe ’92 prelevato dall’A- goria) si sono sfidati su un manto erboso che A di Terza.
doppietta a suonare la carica ai lo infortunato è Marcat, perciò talanta e oggi potrebbe essere la non ha minimamente risentito della pioggia L’Audace Osnago (2^) ha invece travolto i
compagni per la trasferta di Se- mister Marco Falsettini avrà an- partita giusta. La probabile for- battente. Subito in vantaggio con una splen- pari categoria del Cortenova col punteggio
sto Calende: «Dobbiamo sfrutta- cora un’ampia scelta. «Sicura- mazione: in porta Rovida, dife- dida punizione di Flavio Invernizzi, i gial- di 6 a 1 grazie al poker di Frigerio e alle reti
re questo buon momento che la mente - dice mister Falsettini - sa con Viganò, Placida, Riboni e loblù hanno rischiato su una conclusione di Giumelli e Alessio Riva. Domani sera al-
squadra sta attraversando. La Se- qualche cambiamento alla for- Dassi, a centrocampo Gerosa, ravvicinata di Frigerio sventata da Spreafi- le 20.30, a Ronco Briantino, andrà in scena
stese è alla nostra portata, l’im- mazione ci potrebbe stare visto Greco, Serra, in attacco Rossi, co, al rientro dopo un mese e mezzo di stop una nuova amichevole tra Audace Osnago e
portante è non ripetere il primo che i ragazzi stanno tutti bene. Chiaia e Rampinini. per una frattura al dito. Sldp Malgrate.
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
[SPORT 35]
[atletica indoor ]
Lovallo la conferma, Mazzini la speranza
SARONNO (c.zub) Inaugurazione, nel week che chiude in 9.28. Leonardo Colombo è inve- Thomas Ratti (7.88), Federico Pavone (8.18) e
end, dell’attività indoor 2010 di atletica al Pala- ce 2° tra gli Allievi, sempre nei 60 ostacoli, in Ivan Ferini (8.60). Tra le donne la migliore del-
dozio di Saronno con il Quinto Trofeo Città di 8.49, mentre nelle qualificazioni aveva corso in le lecchesi è Sara Elena Bianchi Bazzi in 8.03,
Saronno riunione regionale indoor per le Allie- 8.62. Tra gli Juniores qualificazione mancata per mentre Clarissa Angioletti e Eleonora Villa fer-
vi/e, Juniores, Promesse e Seniores femminili e Edoardo Nolberti in 9.43, mentre Giovanni Ser- mano il cronometro rispettivamente a 8.25 e
maschili. Il meeting, dell’Osa Saronno Libertas, tralia della Libertas Cernuschese si classifica 5° 8.73. Per nessuna delle tre finale raggiunta.
ha visto una massiccia presenza di lecchesi in in 9.14 dopo aver corso in 9.27 la batteria. Po- Finale mancata per due centesimi tra i Senior
particolare dell’Atletica Lecco Colombo. dio tutto gialloblù nei Senior. A vincere è Den- per Matteo Brebbia che corre in 7.26. Questi gli
Tra le Allieve in evidenza Eva Mazzini nei 60 nis Lovallo (nella foto) in 8.38 davanti a Stefa- altri lecchesi presenti: Paolo Motta (7.38), Ivan
ostacoli vinti in finale con il tempo di 9.36 do- no Longoni (8.39) e Ivan Invernizzi (8.59). Invernizzi (7.40), Iacopo Sala (7.55), Yugo Aba-
po essersi qualificata in 9.38. Vittoria gialloblu Per quanto riguarda i 60 metri, niente finale per leo (7.58), Mattia Vitali della Pol. Bellano (7.65),
anche negli ostacoli Senior con la promessa Lau- le due Allieve Eva Mazzini (8.53) e Chiara Ca- Quattro gli atleti della Libertas Cernuschese: Si-
ra Spreafico che si impone in 9.15 davanti alla nali (8.89), così come per i diversi Allievi pre- mone Bosisio (7.71), Thomas Yang (7.81), Simo-
compagna di squadra Sara Elena Bianchi Bazzi senti: Matteo Sesti (7.63), Natan Barone (7.87), ne Rocca (8.15) e Cristian Crisanti (8.19).

[ NUOTO ]

«Meeting del Ceresio»: Negri la stella


L’ondina di Nibionno del Team Lombardia ha sbaragliato il campo nei 200 farfalla e nei 400 misti
LUGANO Nel fine settimana alcuni ra- BASKET
gazzi del nuoto lecchese hanno preso par-
te al «XXXI Meeting del Ceresio», mani-
festazione di carattere internazionale in In 1ª Divisione
vasca corta tenutasi a Lugano. Del terri-
torio erano presenti il Team Lombradia
Valmadrera e
Canottieri Lecco, la Libertas Merate e due Galbiatese ok
atlete della neonata Rari Nantes Brianza.
I ragazzi del Team Lombardia, guidati dal (f.bal.) Sempre a brac-
tecnico Maurizio Pompele, non hanno cetto Galbiatese e Val-
mancato di distinguersi e di ottenere im- madrera che iniziano il
portanti riconoscimenti. Innanzitutto la nuovo anno vincendo.
brianzola Susanna Negri (classe1990) che Dopo la lunga pausa
dopo il collegiale all’Aprica, per lei mol- natalizia sono ritornati
to duro e intenso, non solo ha vinto due in campo i quintetti im-
gare ma ha ottenuto anche la migliore pegnati nel campiona-
prestazione femminile assoluta sia nei to di basket maschile di
200 farfalla che nei 400 misti, con un pre- Prima Divisione. Il ca-
mio speciale. lendario proponeva la
L’ondina nibionnese infatti ha sbaraglia- sesta giornata di anda-
to l’intera concorrenza nei 200 farfalla, ta. Solo due le vittorie
gara che ha chiuso in 2’13”69 e stesso ri- esterne fatte registrare.
sultato, un altro oro per lei nei 400 misti, Una importante come
gara in cui ha fermato il tempo ai 4’47”63. quella ottenuta dal
Con lei anche le quintetto di Galbiate
compagne di squa- sul campo del Bellano.
dra Martina Cea Non è stata una serata
Ottima la (1996) giunta quat- tranquilla per i primi
performance tro volte in finale, della classe che però
di Gaia Felotti ma mai sul podio: portano a casa i due
5^ nei 400 stile li- punti: 53-65.
(Libertas bero in 4’35”02, 7^ L’altro successo ester-
NUOTO Susanna Negri con il suo allenatore Pompele
Merate) posizione sia nei no della giornata arri-
giunta al 200 che nei 400 mi- va dall’Aurora San
sti, chiusi rispetti- Francesco Lecco che
primo posto vamente in 2’34”73 [ IN PROVINCIA NON SOLO CALCIO ] strapazza con autorità
nei 100 dorso e in 5’15”6, infine il Chiavenna. Partita
11° posto nei 200
stile libero in
2’15”14. Risultati soddisfacenti anche
Almanacco degli sport di squadra che si conclude 46-64.
Fattore campo favore-
vole al Valmadrera che
per Silvia Tonti (1993) nei 200 dorso 7^ vince il derby contro la
posizione in 2’30”05; nelle tre distanze L’idea è di Lecco Sport Web: una vetrina di 68 pagine, 70 società e 1250 foto Rovinata e prosegue il
dello stile libero invece, per lei una 12^ suo cammino nella zo-
posizione fermando il cronometro nell- LECCO Tutti gli sport di squa- L’almanacco si apre con il ba- na alta della classifica.
la vasca più corta in 29”15, 6^ nei 100 dra alternativi al calcio rac- sket maschile, con tutte le Partita terminata 63-46.
stile in 1’02”34 e 8^ nella doppia distan- chiusi in una sola pubblica- squadre dalla Serie C alla 1^ Tutto facile anche per
za in 2’13”38. Bene anche per Marta No- zione. L’idea è dell’agenzia Divisione, e prosegue con le la Civatese che non dà
gara (1993) 5^ nei 100 rana in 1’15”65. Lecco Sport Web che, dopo il tre squadre di basket femmi- scampo al Teglio: 71-57.
Assente il settore maschile del Team. 1° almanacco illustrato del cal- nile. Quindi ecco la ricca se- Ritorno al successo an-
Per quanto riguarda invece i ragazzi del cio lecchese lanciato l’estate zione della pallavolo, con le che per l’Oratorio Og-
Merate, allentai da Vittorio Anghileri, ot- scorsa, ha ora mandato in formazioni maschili di Serie giono che si fa rispet-
time le performance di Gaia Felotti (1994) stampa un almanacco illustra- C e Serie D e l’esercito di squa- tare in casa battendo
giunta sul gradino più alto del podio nei to dello sport lecchese (nella dre femminili che militano 56-40 l’Aicurzio (Mi).
100 dorso chiusi in 1’04”56 e al 6° posto foto la copertina) che, in 68 dalla Serie C alla 3^ Divisio- Completa Besanese-
invece i 50 stile libero in 28”66. Due i pagine, mette in vetrina tutti i ne. Vedano 64-63. Classifi-
rappresentanti del settore maschile del protagonisti del basket, della Il volume si chiude quindi con ca: Galbiatese e Valma-
Merate: Luca Mauri (1995) che ha otte- pallavolo, del rugby e della le pagine dedicate al rugby, drera 10, Aurora Sf
nuto due quinti posti nei 400 misti in pallamano della nostra pro- con il Lecco e il Valsassina Ju- Lecco e Besanese 8,
4’43”34 e nei 200 farfalla chiudendo la vincia. Sono 1250 le fotogra- nior, e con la pallamano, la cui Rovinata, Aicurzio e
gara in 2’15”24. 10° posto invece per fie presenti sull’almanacco, unica squadra lecchese è il Vedano 6, Bellano, Og-
Emanuele Entratici (1990) che nei 50 sti- con i dirigenti, gli allenatori, San Giorgio Molteno. giono, Civatese e Chia-
le libero ha chiuso in 25”42. Bene anche le giocatrici e i giocatori di tut- L’almanacco sarà in vendita fi- venna 4, Teglio 0 pun-
per le due sorelle Mottarella, rappresen- te e 70 le squadre di federazio- no al prossimo 28 febbraio al ti. Prossimo turno: Au-
tanti della Rari Nantes Brianza: Gloria ne della nostra Provincia. Il costo di 8 € in tutte le edico- rora-Besanese; Veda-
(1994) è salita due volte sul podio: 2^ nei tutto corredato dai dati relati- le della Provincia di Lecco, ad no-Oggiono; Valmadre-
400 misti in 4’52”66 e 3^ nei 200 farfal- vi alle società, da un breve eccezione di quelle della Val ra-Chiavenna; Bellano-
la in 2’18”57. Quinto posto invece per profilo storico di ogni club e San Martino. Rovinata; Aicurzio-Ci-
Giulia (1995) nei 200 farfalla chiusi in da una sezione dedicata alle È anche possibile richiederlo vatese. Galbiatese-Te-
2’28”18. classifiche della stagione inviando una mail all’indiriz- glio
Camilla Crespi 2008/09. zo info@leccosportweb.it.
[36 SPORT ] MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
LA PROVINCIA

BOCCE BADMINTON GIOVANILE

ABrivio,Redaelli e Fumagalli di bronzo Gli exploit di Milani,Rizza e Vaninetti


(f.bal) Quasi duecento giocatori al via del- della Corbettese. Podio completato da (f.bal) Sul gradino più alto del podio Martino lare il buon quinto posto di Cristian Vaninetti
la gara regionale di bocce archiviata nel Giancarlo Bordogna e Giuseppe Galliani Milani, Ivan Rizza e Loris Vaninetti; argento (Lario Bc) che in classifica precede Sean
week end al Cral di Brivio. della Polisportiva Bellusco che precedo- per Alex Vaninetti e bronzo a Stefano Rinal- Sborlino (B&CC Lecco). In campo femminile
Unico appuntamento del calendario del- no Oscar e Marco Adoni dell’Ubm Morbe- do e Veronica Sironi. Un fine settimana im- la migliore delle nostre è stata Veronica Si-
la federbocce di Lecco quello del trofeo gno. portante per i colori lecchesi del badminton. roni (Lario Bc) che ha conquistato il terzo po-
By Carpel manifestazione giunta alla sua Nella finale B successo bergamasco con A Stradella (Pv) di scena la gara interregio- sto (gara vinta dalla bresciana Chiara Conso-
diciannovesima edizione ben gestita dal Fiorenzo Bressanelli e Roberto Mori, del- nale per gli juniores gara valida come prova li): quinta Martina Ferrari.
sodalizio brianzolo in un palinsesto che la Tritium di Trezzo d’Adda, che superano di classificazione nella categoria under 17. Tra gli under 15 successo dell’atleta del team
proponeva la prova a coppie sia per atle- 12-9 Oliviero Bettiga e Maurizio Lavagnet- Giornata più che felice per il giovane Marti- derviese del Lario Bc Ivan Rizza che in finale
ti di categoria A che per quelli di fascia B. ti del team La Vignarola. Sul terzo gradino no Milani. L’atleta del B&CC ha conquistato ha battuto il bresciano Gianni Rubagotti in
Nella massima categoria trionfo della for- del podio salgono Francesco Redaelli e meritatamente il successo superando in fina- una partita conclusa alla bella: 21-17; 16-21;
mazione vimercatese della Martiri con Francesco Fumagalli della Sironese che le 21-12, 21-16 il bresciano Michael Lupatini. 21-6. I colori derviesi festeggiano un altro im-
Agostino Maggioni e Rosario Comi che in precedono Francesco Ravasio e Carlo Ottimo terzo posto per il nostro Stefano Rinal- portante successo. Vittoria infatti di Loris Va-
finale si sono sbarazzati 12-5 dei milane- Gamba del sodalizio orobico di Villa do uscito in semifinale perdendo alla bella ninetti tra gli under 13 in una finale che ha su-
si Crocefisso Corallo e Olindo Valli atleti D’Almè. contro Lupatini ( 27-25, 4-21, 21-19). Da segna- perato il gemello Alex per 21-11 e 22-20.

[ SCI DI FONDO MASTER A PASSO COE ]

Polvara in gara dopo quindici anni brevi [ CALCIO ]

conquista subito il titolo tricolore Il difensore Gilardi


passa al San Marino
Titolo anche per Luca Bortot, Nico Invernizzi e Daniela Scaccabarozzi - Scandella 2° (a.mon) Cambia ancora maglia il difen-
sore (ex giovanili Lecco), Mauro Gilardi.
FOLGARIA PASSO COE Rientro in gara Il 27enne di Villa Vergano (Galbiate) ha
con il botto per il valsassinese Gianfran- infatti firmato (era in forza all’Alghero)
co Polvara (cinque presenze alle olimpia- per il San Marino sempre in Seconda Di-
di di sci fondo) primo e quindi tricolore visione. Mauro lascia quindi la Sarde-
nella sua categoria, ai campionati italiani gna dopo quattro anni, tre a Olbia e mez-
gran fondo cittadini e master disputati a zo campionato ad Alghero approdando
Passo Coe di Folgaria (Trento). nella stessa formazione in cui milita un
L’oro di Polvara è arrivato nella 30 km a altro lecchese: si tratta di Marco Berga-
tecnica classica Master A5, alla prima ga- mini nello scorso torneo all’Olginatese.
ra ufficiale dopo il clamoroso ritorno al- Gilardi, in precedenza aveva a livello di
le competizioni agonistiche. prima squadra difeso i colori di Gubbio
A distanza di 15 anni il campionissimo (C2) Sassari (C1), Pavia (C1), Biellese (C2),
dello sci nordico valsassinese ed ex az- Olbia ed Alghero. Otto i gol da lui segna-
zurro, si rimette quindi in pista e la tap- ti in carriera.
pa trentina è stata solo una sorta di aperi-
tivo di un percorso che lo porterà ai cam-
pionati mondiali Master in calendario dal [ PALLAMANO ]
20 al 27 febbraio a Falun in Svezia.
Un avvio decisamente incoraggiante, che L’Under 12 di Molteno
consegna nelle mani del celebre “Pulver” cedono in casa al Leno
(classe ’58) la coccarda di campione d’I-
talia master A5. Bravo dunque Gianfran- In attesa del ritorno della prima squadra
co classificatosi inoltre quinto nella clas- di serie B e delle formazioni giovanili
sifica assoluta. maggiori, il sodalizio moltenese del Sa-
Da applausi tuttavia anche le prestazioni lumificio Fratelli Riva ha tifato sabato per
di altri valsassinesi accompagnati da Gia- la giovane compagine Under 12 scesa in
como Camozzini (ct della nazionale ma- campo per la prima giornata di andata. I
ster). Infatti Luca Bortot e Nico Inverniz- moltenesi sono stati superati 17-27 dai
zi si sono laureati campioni nazionali ri- pari età bresciani del Leno.
spettivamente nei master A1 e B1. Com-
plimenti pure a Daniela Scaccabarozzi SCI DI FONDO Polvara, da sinistra, con Camozzini e Zorzi a Bobbio
vincitrice nei Senior femminile a campio-
nessa italiana Cittadini in questa catego-
ria.
Bene dunque gli atleti lecchesi in questa [ CORSA CAMPESTRE CSI ]
manifestazione, organizzata dal Gs Al-
pini di Sesto San Giovanni (XI memorial
«Franco e Flavio Agradi»). Andiamo al-
lora a scoprire i loro piazzamenti, catego-
Trofeo Corno: testa a testa Cortenova-Calco
ria per categoria.
Senior f.: 1. Daniela Scaccabarozzi (Co- A Bevera il team brianzolo ha preceduto i valsassinesi: decisiva l’ultima tappa di Arcore a febbraio
munità Montana Valsassina). Senior (m):
1. Alberto Duso (Venezia), 7. Andrea Aro- BEVERA Si concluderà con un te- drea Badellino (Pol. Lierna). (Gs Virtus Calco); 3. Clelia Farina berto Conti (Pol. Pagnona); 2. Paolo
matisi (Comunità Montana V.). Master A1: sta a testa tra il Cs Cortenova, an- RAGAZZE: 1. Alessia Bergamini (Cs (Pol. Or. Pusiano). ALLIEVI: 1. De- Mazzoleni (Pol. Bellano); 3. Paolo
1. Luca Bortot (secondo assoluto a 48” da cora in testa, e il Gs Virtus Calco il Cortenova); 2. Chiara Ferrari (Pol. nis Ripamonti (Pol. Castello Brian- Sironi (Pol. Or, Bernate).
Alfio De Gregorio). 2. Piero Broggini (Ca- X Trofeo «Marco Corno Italia» (nel- Or. Pusiano); 3. Martina Paroli (Cs za); 2. Stefano Andreotti (Gs Virtus AMATORI «A» f.: 1. Paola Testa
mosci) a 3’41”. Master A3: 1. Alessandro la foto i protagonisti). Dopo la vitto- Cortenova). RAGAZZI: 1. Matteo Calco); 3. Stefano Orio (Pol. Bellano). (Pol. Bellano); 2. Nicola Jane Mab-
Riccardi (Leffe), 5. Lorenzo Devizzi (sci ria dei brianzoli a Bevera, i valsas- Mantova (Pol. Bellano); 2. Ambro- JUNIORES f.: 1. Sara Doniselli (Cs bott (Pol. Libertas Cernusceshese);
club Lecco). Master A5: 1. Gianfranco Pol- sinesi dovranno stare attenti a non gio Sanelli (As Premana); 3.Manuel Cortenova); 2. Valentina Piva (Pol. 3. Mery Ticozzelli (Cs Cortenova).
vara (Comunità Montana Valsassina). farsi battere ancora ad Arcore, il 28 Tagliaferri (Pol. Pagnona). Bellano); 3. Cristina Mazzoleni (id). AMATORI «A» m.: 1. Claudio Ta-
Quinta piazza assoluta per lui. Master B1: febbraio, per non perdere il titolo di CADETTE: 1. Paola Maggioni (Pol. JUNIORES m.: 1. Michele Fontana gliabue (Pol. Bellano); 2. Massimo
1. Nico Invernizzi (sci club Lecco), 7. Giu- campione provinciale di corsa cam- Or. Pusiano); 2. Rosangela Melesi (Cs Cortenova); 2. Emanuele Fiorel- Rocca (Pol. Or. Bernate); 3. Luca
seppe Carnovali (Comunità Montana V.). pestre. La gara ha visto 242 atleti al (Cs Cortenova); 3. Elisa Rossi (Gs Vir- lo (Pol. Castello Brianza); 3. Moha- Conti (Pol. Pagnona).
Master B2: 1. Uldrik Kostnr (Trentino), 2. via, con tredici società ed un percor- tus Calco). CADETTI: 1. Loris Vita- med Ajbirane (Cs Cortenova). AMATORI B» f.: 1. Giovanna Caval-
Taddeo Scandella (Comuntità Montana so impegnativo preparato dalla Pol. li (Pol. Bellano); 2. Marco Melesi (Cs SENIORES f.: 1. Filomena Furlan li (Gsa Corno Marco Italia);. Nadia
V.) a 9’12”, 4. Luciano Rottoli (Idem), 5. Castello Brianza che ha organizzato Cortenova); 3. Manuel Spandri (id). (Gs Virtus Calco); 2. Manuela Buz- Bolis (id); 3. Donatella Rota (Pol. Pa-
Giovanni Scaccabarozzi (Comunità Mon- la terza prova del circuito Csi. Così ALLIEVE: 1. Carlotta Rigamonti (Pol. zoni (Pol. Pagnona); 3. Federica Ta- gnona). AMATORI «B» m.: 1. Italo
tana V.), 7. Mario Ciapponi (Ski - Team il podio delle varie categorie. Or. Pusiano); 2. Eleonora Bonanomi gliaferri (id). SENIORES m.: 1. Al- Conti (Pol. Pagnona); 2. Gilberto Ta-
Valsassina). Master A3: 1. Martino Rober- PROMOZIONALE f.: 1. Alessandra gliaferri (id); 3. Roberto Masciadri
to (Asiago), 5. Angelo Pinciroli ( Comu- Paroli (Cs Cortenova); 2. Benedetta (Gsa Corno Marco Italia).
nità Montana V.), 7. Enrico Renato Recal- Pensa (Pol. Lierna); 3. Elisa Paroli VETERANE: 1. Giovanna Spinelli
cati (Comunità Montana V.). (Cs Cortenova). PROMOZIONALE (Cs Cortenova); 2. Mistica Rota (id);
Quattro ori e un argento, questo il lusin- m.: 1. Lorenzo Gilardoni (Pol. Lier- 3. Maria Gianola (id). VETERANI:
ghiero bilancio dei nostri atleti ai tricolo- na); 2. Marco Manara (id); 3. Andrea 1. Eligio Melesi (Cs Cortenova); 2.
ri, un avvio fragoroso sperando si possa Tagliaferri (Pol. Pagnona). Vittorio Pozzi (Pol. Or. Pusiano); 3.
replicare nella prossima occasione. Ma- ESORDIENTI f.: 1. Anita Giudici (Gs Lauro Baruffaldi (Cs Cortenova).
gari già da domenica a Sappada in palio Virtus Calco); 2. Daniela Cariboni Classifica di prova per società: 1.
un altro titolo italiano Master: quello dei (Pol. Bellano); 3. Maddalena Albo Gs Virtus Calco; 2. Cs Cortenova; 3.
15 km a tecnica libera che sia bis anche (Gs Virtus Calco). ESORDIENTI m.: Pol. Bellano; 4. Pol. Pagnona; 5. Pol.
per il buon Gianfranco? 1. Loris Conca (Pol. Bellano); 2. Dio- Or. Pusiano
Alessandro Montanelli nigi Gianola (As Premana); 3. An- Mario Vassena
LA PROVINCIA
MERCOLEDÌ 13 GENNAIO 2010
37

[montagna]a cura di Giorgio Spreafico - g.spreafico@laprovincia.it


ghiaccio
[ COPPA DEL MONDO ]

La Rainer vince subito


Valanghe Lezioni sulla neve Vuole il bis in Val Daone
Campionesse del mondo non si diventa per caso, e al-
lora era nelle cose che la bolzanina Angelika Rainer -

per battere il pericolo bianco


che il titolo iridato di arrampicata su ghiaccio lo aveva
conquistato un anno fa in Svizzera, a Saas Fee - fosse
tra le favorite al via della nuova stagione agonistica dei
funamboli di piccozze e ramponi.
Il difficile era confermarsi al vertice, ma proprio questo
ha fatto la giovane specialista altoatesina: ha vinto in
Una domenica dedicata alla prevenzione con gli incidenti da slavina. zati stand e organizzati "campi" do- Russia, a Kirov, la prima tappa della Coppa del Mondo
Il punto di innesco dell’iniziativa ve gli appassionati o i semplici cu- (alle sue spalle le local Liudmila Badalyan e Anna Gal-
momenti didattici e di approfondimento tecnico è la consapevolezza delle gravi ca- riosi potranno confrontarsi con gli lyamova) e nel fine settimana dunque sarà l’atleta da
in Valtellina, in Bergamasca e nel Lecchese renze dei frequentatori invernali esperti, fare domande e soprattut- battere nella seconda attesissima prova del circuito, che
della montagna a livello di prepa- to avere risposte, consigli, indica- si disputerà in Italia, in Val Daone.
Poco più di venti giorni di in- vieti a risolvere il problema. Pro- razione personale, di valutazione zioni. La località trentina, paradiso delle pareti di cristallo con
verno alle spalle e già una stagione prio per la sua specificità, per i pe- del pericolo, di capacità nell’uso le sue 146 cascate e con una consolidata tradizione
da dimenticare. Le valanghe, il pe- ricoli oggettivi che presenta, può dell’attrezzatura d’autosoccorso, DOVE IN LOMBARDIA organizzativa, si riproporrà dunque nel fine settimana
ricolo bianco per definizione, han- sperare di vivere inverni migliori prima e fondamentale risposta a In Lombardia la proposta toccherà come punto di ritrovo obbligato per gli appassionati del
no riempito le cronache di fine solo facendosi conoscere, solo bat- ogni emergenza in un ambiente nel i Piani di Bobbio (dove l’iniziati- genere. Non solo per lo spettacolo che sarà offerto dai
2009 e principio 2010 e sono tor- tendo con pazienza e idee chiare quale è facile ritrovarsi isolati e nel va si legherà in particolare al nome top climber della scena internazionale, protagonisti di
nati drammaticamente a materia- la traccia della prevenzione e dun- quale può essere molto complica- di Patrizia Pagani, una vittima del- un Master su ghiaccio sì ma con molte incursioni nel dry
lizzare un’emergenza che ha mol- que della formazione dei pratican- to, o addirittura impossibile a di- le valanghe) il Passo del Tonale tooling (l’arrampicata "a secco", sempre con attrezzi na-
ti voltì e molte ragioni, ma che in ti. spetto dei telefonini, allertare la (nella zona delle slittinovie Carez- turalmente) ma anche per le occasioni offerte ai norma-
definitiva si riconduce alla atavica macchina dell’emergenza. ze), Chiesa Valmalenco (area degli li appassionati di questo genere di scalate, chiamati a
difficoltà dell’uomo di muoversi in SCI E ANCHE CIASPOLE «Sicuri con la neve», così è stata impianti del Palù), Livigno (rifugio raccolta dal «La Sportiva International Ice Meeting».
un ambiente naturale complesso, Le statistiche dicono che gli scial- denominata la giornata nazionale Costaccia), Madesimo (rifugio La- Ci sarà grande tifo naturalmente per gli azzurri, e in ga-
e tanto più quando le condizioni pinisti sono in forte aumento, e lo di domenica, offrirà dunque mo- rici) e Schilpario (Val di Scalve). ra le attese sono in primo luogo per Herbert Klammer,
siano severe, addirittura estreme. sono per fortuna - anche se certo menti didattici e di approfondimen- Che abbia successo è nell’interes- vicecampione del mondo, altoatesino con le Rainer, quin-
Gli allarmi sono rimbalzati un po’ non in ugual misura - gli allievi del- to tecnico-pratico. Saranno attrez- se di tutti. to nella gara russa vinta dall’austriaco Markus Bendler
da tutto l’arco alpino, ed è stata le scuole del Cai, che hanno come - il dominatore del 2009, corona iridata compresa - da-
grande l’emozione per tragedie primo obiettivo la sicurezza. E non vanti agli atleti di casa Alexey Dengin e Vasily Terekhin.
sconvolgenti come quella che in servono neppure statistiche, ma so- L’appuntamento agonistico - il cui responsabile organiz-
Trentino ha coinvolto anche quat- lo occhi, per constatare - frequen- zativo è Riccardo Milani, membro del gruppo Gamma,
tro tecnici del Soccorso, sepolti da tando le stazioni turistiche inver- lecchese di Olginate trapiantato in provincia di Belluno
una slavina per essere accorsi in nali - come il "fuoripista", a partire - sarà doppio: si gareggerà sia nella difficoltà sia nella
aiuto di due escursionisti dispersi, dal più comodo subito al di là de- velocità.
a loro volta rimasti vittime di scel- gli itinerari battuti (magari a dispet- Dopo Daone, la Coppa del Mondo proseguirà in Svizze-
te - di itinerario e di tempistica - to dei cartelli che lo sconsigliano) ra, a Saas Fee il 22 e 23, e il 4 febbraio farà tappa a Bu-
giudicate imprudenti. sia una situazione tecnica che per steni, in Romania, dove il 7 si disputerà anche la prova
C’è una risposta possibile di fron- quel suo sapore "di avventura" con- unica del campionato europeo.
te allo stillicidio degli incidenti? ta su sempre più adepti.
Trasportata in un contesto profon- E’ un mondo che deve essere avvi-
damente diverso, è la stessa doman- cinato, così come quello degli ap-
da che accompagna le stragi di cui passionati delle ciaspole, le racchet-
siamo testimoni sulle strade. In un te da neve che vivono un boom, per
caso come nell’altro gli avvertimen- la scoperta dell’attrezzo da parte di
ti e gli inviti alla prudenza e alla re- tanti escursionisti.
sponsabilità purtroppo sembrano
cadere sistematicamente nel vuo-
to, e si offrono a conclusioni sco-
Proprio in questa direzione va la
giornata nazionale che una corda-
ta di istituzioni della montagna - la
bilanci
raggianti che potrebbero anche in- compongono Soccorso Alpino,
durre al fatalismo e alla rassegna- Commissione scuole centrali del [ VENERDI’ CON I RAGNI A LECCO ]
zione. Cai, Servizio valanghe italiano e So-
Il mondo della montagna però non cietà Alpinistica Falc, una sottose- Una notte di scalate
può fermarsi ai generici appelli, né zione del Cai Milano - dedicherà
può pensare che siano leggi e di- domenica 17 alla prevenzione de- con il maglione rosso
L’abito scuro fa sempre la sua scena, ma volete mettere il
rosso? Il rosso è una festa, per la gente di montagna, che

Tragedia al Torre non avrà il "red carpet" - anche se ha non si fa mancare i


suoi Oscar, per esempio i Piolets d’Or annunciati in mar-
zo - ma ha di quel colore ha pur sempre i suoi maglioni. Ve-
ro: non ci sono esclusive. I "maglioni rossi" per definizione

Il destino di Fabio però sono quelli della Grignetta, dunque dei Ragni. E se ne
compare uno su una locandina, e addirittura nella deno-
minazione di una serata, allora tutti capiscono subito che
si parla di Lecco e di pareti, di una grande tradizione, di im-

e la lezione di Elio prese, di cose così.


La locandina c’è per davvero. E’ quella che annuncia l’ap-
puntamento di venerdì ai piedi del Resegone, quando il
club di tanti leggendari scalatori del passato e dei loro ere-
Quanti rischi possano aver af- giorni precedenti. Ai piedi della pa- tare al paese la salma, che ancora straordinaria zona della Patagonia di di oggi racconterà tutte insieme le montagne che ha so-
frontato restando per giorni nel cuo- rete, su un pendio di circa 40 gra- non è possibile dire quando potrà era stato costituito per volontà del- gnato e salito nel 2009.
re della parete Est, tentando di com- di, si era formato un forte accumu- rientrare in Italia. la famiglia il primo nucleo di Soc- Una serata nata per stringere più forte il nodo che lega il
pletare la loro nuova via prima di lo. Il fronte si è staccato quando Gia- corso alpino. gruppo guidato da Alberto Pirovano a Lecco e ai lecche-
essere ricacciati indietro dal mal- comelli aveva mosso solo pochi LE CENERI DI FAVA Nella sua storia, il Grido di Pietro si. Forse perché una certa crisi di vocazione alpinistica
tempo, non è difficile immaginar- passi. Orlandi, arrivato a sua volta Una tragedia sconvolgente in pri- è stata teatro o testimone di altre tra- locale ha suggerito negli ultimi anni il reclutamento di ta-
lo. Così sa di atroce beffa del desti- ai piedi della montagna mentre im- mo luogo per l’alpinismo trentino gedie. L’austriaco Toni Egger vi morì lenti "di fuori" (solo qualche nome: il valtellinese Giovan-
no la tragedia che si è portata via perversava il maltempo, si è reso e che ha profondamente emoziona- nel 1959, travolto da una valanga ni Ongaro, il canturino Simone Pedeferri, i comaschi Mar-
Fabio Giacomelli, l’alpinista tren- conto di quanto era accaduto solo to anche per il fatto che Giacomel- in discesa dopo aver raggiunto la co Vago e Matteo Bernasconi, i bergamaschi Matteo Pic-
tino ucciso da una valanga duran- in quel momento, trovando un ba- li e Orlandi stessero cercando di vetta, secondo il racconto del suo cardi e Mario Merelli, il milanese Cristian Brenna, il va-
te una spedizione al Cerro Torre. Lo stoncino del compagno e vedendo portare in vetta le ceneri di Cesari- compagno Cesare Maestri: fu defi- resino Matteo Della Bordella) con il "più" di un eccellen-
scalatore (nella foto di Ermanno il pendio percorso dalla slavina. Ciò no Fava, l’alpinista di Malè che il nita la più grande scalata di tutti i te risultato tecnico ma anche con un "meno" sul piano del-
Salvaterra il punto della tragedia) che la guida alpina di San Lorenzo Torre lo aveva sognato per una vi- tempi prima di essere messa in di- la naturale identificazione e consuetudine quotidiana dei
è stato travolto ai piedi della mon- in Banale ha fatto dopo resterà im- ta, l’uomo che aveva suggerito a Ce- scussione e poi apertamente conte- lecchesi con i Ragni. Forse perché (di conseguenza?) le mi-
tagna "impossibile" della Patagonia. presso a lungo nella memoria di chi sare Maestri di tentarlo nel ’58 stata. gliori recenti realizzazioni delle cordate in rosso hanno avu-
ama la montagna perché, prima di («qui c’è pane per i tuoi denti») e Nel 1976 sul ghiacciaio morì il neo- to spesso più eco all’esterno che un vissuto "in casa".
L’ULTIMA DOPPIA ogni altra cosa, vi sente battere for- che lo aveva accompagnato anche zelandese Phil Herron, 19 anni sol- Così ci sarà molto da scoprire o in ogni caso molto da ri-
Giacomelli, 51 anni, sposato e pa- te i cuori: due giorni ininterrotti di l’anno dopo e poi nel ’70, durante tanto, precipitato in un crepaccio. vivere, venerdì sera a Lecco in sala Ticozzi, a ingresso libe-
dre di due figli, aveva appena ter- solitarie ricerche sul ghiacciaio con il primo tentativo invernale sulla Porta il suo nome, ora, l’anticima ro. La Patagonia con la traversata dello Hielo Continental,
minato l’ultima corda doppia do- pala e sonda, fino al ritrovamento via che avrebbe legato il suo nome della torre Egger. E’ del dicembre il "nuovo"Cerro Torre sulla vecchia e fantastica Ovest del-
po essere stato ricacciato indietro del corpo dell’amico sotto due me- al compressore utilizzato per pian- 1982, invece, la tragedia di Pierre l’impresa datata ’74, la Groenlandia, e poi le tante pareti
dal maltempo insieme al compa- tri di neve e fino al suo trasporto a tarvi i chiodi a pressione. Farges, il solitario francese preci- delle Alpi sulle quali i maglioni rossi hanno lasciato un po’
gno di cordata Elio Orlandi, trenti- spalla in un punto sicuro. Poi la Al Cerro Torre era morto nel ’94, pitato lungo la via del Compresso- del loro colore. Video, foto, il punto su progetti e obietti-
no a sua volta, un formidabile pro- marcia fino a El Chalten, l’allarme, sulla parete Est, anche un altro al- re che aveva sicuramente salito si- vi. Dedicato ai lecchesi, ma godibile per tutti. Perché no?
tagonista della scena patagonica. la mobilitazione di altri alpinisti sa- pinista trentino: Fabio Stedile. E no alla parete finale, forse addirit-
Aveva nevicato moltissimo, nei liti ai piedi del Torre per traspor- proprio nel suo nome in quella tura fino in vetta.
47

LELETTERE
Le lettere, firmate con nome, cognome e indirizzo, vanno inviate a: La Provincia di Lecco, rubrica Le Lettere,
via Raffaello 21, 23900 Lecco; oppure spedite al fax al numero 0341-36.85.47; o ancora per posta elettronica all'indirizzo:
cara Provincia
L’attentato
letterelecco@laprovincia.it. La redazione si riserva il diritto di sintetizzare i testi troppo lunghi
al premier: sia
[LA POLEMICA] Si penserà che sono di parte. In effetti è co-
giustizia vera la legge sulla cittadinanza, al voto ammini-
sì sono dalla parte di Lecco ,della collettività L’aggressione a Berlusconi è arrivata strativo agli stranieri regolari), un vento xe-
Il commissario dimostra , e della amministrazione intelligente, effica- al termine di un anno orribile per il nofobo e decisamente razzistico spazza il
il fallimento di Lecco ce e anche di buon gusto.
Gian Marco Pauletta d’Anna
Premier: a maggio il divorzio chiesto
dalla moglie Veronica Lario, a giugno
nostro Paese.
E’ per questo che fa bene sentire aria di non
Gentile direttore, Italia dei Valori - Lecco una performance non brillantissima rassegnazione: rapidamente è cominciata a
su "La Provincia" è comparso un bel servi- del Popolo delle Libertà alle elezioni circolare l’idea di uno sciopero, il primo
zio a firma di Lorenza Pagano sul Commis- [ROSARNO/1 ] Europee, a ottobre la bocciatura del sciopero degli immigrati in quanto immi-
sario del Comune di Lecco , con una inter- Lodo Alfano per l’immunità giudizia- grati Un giorno senza di noi. Così il nome
vista sulla sua attività. Quando il profondo sud ria per le alte cariche dello Stato; a dell’iniziativa che sta prendendo sempre
Il Commissario Fratellizzi sta operando vi-
sibilmente bene . Sta sbloccando parcheggi
sarà un paese normale? questo sommiamo le accuse di contat-
ti con la mafia, la sentenza di condan-
più piede in rete, con già migliaia di adesio-
ni. Un giorno, il 1 marzo, (o il 20 marzo) che
del Comune pronti e non utilizzati, sta cer- Egregio direttore, na per Mondadori con risarcimento potrà vedere uniti immigrati e non immi-
cando di sbloccare la procedure dell’ area ex che sarebbe successo se l’aggressione di Ro- record a favore del gruppo editoriale grati, non solo in Italia ma in tutta Europa.
Serpentino, sta arrivando a risolvere il tra- sarno ai danni di extracomunitari neri, fos- di De Benedetti e le uscite verbali di Cosa accadrà in quel giorno se di colpo gli
sferimento del Tribunale, sta promuovendo se avvenuta in qualche paesino del nord, Gianfranco Fini che pare prendere immigrati scomparissero? Cosa ne sarà del-
le pratiche preliminari e le analisi urbanisti- magari a giunta leghista? Risposta scontata: una strada autonoma anche se per il l’economia del nostro Paese, della vita di
che, ambientali, economiche e sociali di gli amanti del melting pot multirazziale, momento resta all’interno del Pdl. migliaia di famiglie italiane, se per 24 ore i
Lecco , in modo che il Piano di Governo del avrebbero lanciato accuse infamanti contro Ricevere una miniatura del Duomo (la lavoratori migranti decideranno di incrocia-
Territorio sia predisposto per le scelte spe- il nord egoista, fascista e razzista. Invece, raffigurazione può anche avere un va- re le braccia, di non portare i figli a scuola,
dite della prossima Amministrazione. Il trattandosi di aggressori meridionali, silen- lore simbolico, se chi l’avesse scelta di non assistere i nostri anziani? Niente di
commissario inoltre ha migliorato molto - zio assoluto! Ma non è tutto, i garantisti del- non fosse un pazzo: duomo= Milano= catastrofico, ma forse solo in questo modo
tutti se ne saranno accorti - la vigilanza ur- l’illegalità hanno tenuto le bocche cucite città simbolo del berlusconismo) è potremmo rendercene conto di quanto gli
bana e sta progettando interventi di manu- persino sugli atti vandalici compiuti dagli senz’altro un’altra tappa del declino. immigrati, regolari o irregolari, contino nel-
tenzione del verde pubblico. extracomunitari. Ipocrisie a parte, e fatto sal- Se Berlusconi si saprà risollevare, la nostra economia. Del nostro debito che
Se ce ne fosse bisogno, si ha la dimostrazio- vo il diritto degli uni (i cittadini di Rosarno starà a lui dimostralo, ovvio che non abbiamo nei confronti di un popolo senza
ne nei fatti della fallimentare gestione Fag- a difendersi) e degli altri (i neri sfruttati a ri- sarà facile. diritti. A cui chiediamo, in modo insolente,
gi e della maggioranza Lega-PdL , che l’ha bellarsi) a far valere le loro ragioni (entram- Per favore però, rivolgo un appello solo doveri.
corresponsabilmente sostenuta. Il Commis- be legittime), la domanda che sorge sponta- dall’esito prevedibilmente inutile ai Ma c’è qualcosa d’altro oltre allo sciopero
sario sta facendo in poco tempo quello che nea è: sarà mai possibile far diventare il magistrati: l’attentatore non esca di che possiamo fare da subito. Tutti i giorni.
l’ex Sindaco non è riuscito a fare in tre an- profondo sud, un “paese normale”? In que- scena con un foglio di infermità men- Boicottare i prodotti che vengono dalla pia-
ni. E lo fa con efficacia, comunicando, con sti giorni gli organi di informazione ci han- tale e una lettera di scuse. Una con- na di Gioia Tauro e da tutti quei luoghi do-
rispetto delle parti sociali, nell’interesse del- no fatto sapere che nelle regioni meridiona- danna, immediata ed esemplare, è il ve non è rispettata la dignità del lavoro uma-
la città. li solo il 2 % dei lavoratori extracomunitari minimo che si possa pretendere da no. Entrando in un negozio qualsiasi citta-
Si dimostra che amministrare bene si può, viene assunto regolarmente e che il rima- una magistratura che si definisca giu- dino dovrebbe chiedere al negoziante da do-
diversamente da quanto non sia avvenuto. nente 98% vive nella clandestinità ed eser- sta; in fondo, per aver gabbato (agen- ve arrivano quelle arance, da dove arrivano
E’ una duplice fortuna per Lecco. Sia la for- cita lavori in nero. Ciò significa che l’intera do da solo) la scorta del presidente e quei mandarini. Da dove arrivino quegli ali-
tuna che sia arrivata una persona capace, sia comunità di quelle regioni, vale a dire, for- uno stuolo di sostenitori berlusconia- menti. E di fronte all’ignoranza, al diniego,
la fortuna che si abbia così la dimostrazione ze dell’ordine, sindaci, autorità e finanche, ni che lo circondavano, tanto scemo alla mancanza di certificazione, rispon-
che persone capaci e con vero senso civico comuni cittadini, consumano in massa quel non doveva essere, questo aggres- dere che non li acquisterà. Che ac-
ci possono essere. gravissimo “peccato” sociale che si chiama sore. quisterà altrove.
Si dice che molti cittadini facciano la battu- omertà. Se questa infame legge non scritta Roberto Colombo Una pratica quotidiana quello
ta " Perché non ci teniamo questo Commis- non verrà estirpata dalle menti dei meridio- del non acquisto di prodotti ali-
sario come sindaco?" Ovviamente non è nali, si può star certi che la malavita, l’n- Nessuno ha mai detto di Mas- mentari e non alimentari nei
possibile, ma la responsabilità di scegliere la drangheta, la mafia e la camorra regneranno simo Tartaglia che sia "sce- confronti di quelle imprese e
prossima amministrazione ci sarà e andrà sovrane per l’eternità. La soluzione? Se il mo": si è però chiarito fin dal- quei territori che costringono al
ben meditata, giacchè la maggioranza dei popolo del sud, vuoi per pigrizia, vuoi per l’inizio che si tratta di un sog- lavoro in nero, all’illegalità, allo
lecchesi nella scelta passata ha dunque sba- “convenienza”, non vuole cambiare, perché getto psicolabile, in cura da 10 sfruttamento più bestiale, con la
gliato di grosso. non prendere in considerazione la proposta anni per problemi mentali al Po- compiacenza e l’ipocrisia di uno
La buona amministrazione non si fa con i del sindaco leghista di Verona Flavio Tosi, liclinico di Milano. E questo è un fat- Stato assente e complice.
campanilismi inutili, come quelli per il por- vale a dire, il commissariare quelle regioni to che non può essere disatteso da nes- Azioni da praticare nei confronti delle
to, divenuto poi il progetto di un ecomostro che pensano di vivere in un’altra Italia? Se suno, tanto meno dai giudici che do- aziende italiane che lavorano in nero, che
devastante, né con gli slogan vuoti, rivolti ad ognuno non si assume le sue responsabilità, vranno giudicarlo. Vero è che lo stesso sfruttano gli immigrati, tanto più se irrego-
abbindolare gli ingenui. non scandalizziamoci poi, se qualcuno vuo- Berlusconi, forse commosso dalla te- lari, e che può essere fatta da ciascuno di
La buona amministrazione si fa con perso- le dividere l’Italia in due. lefonata di un padre così dignitoso nel- noi, in negozio o nel supermercato.
ne capaci e orientate al bene comune, con Gianni Toffali la sua disperazione, ha subito perdo- Quello che mangiamo o indossiamo può es-
programmi chiari e non demagogici. via mail nato il suo attentatore. Ci si potrebbe sere un prodotto che viene trasformato aven-
Il Commissario dimostra che persino una semmai chiedere, come qualcuno ha do come suo presupposto la riduzione in
persona , che non era mai stata prima a Lec- [ROSARNO/2 ] fatto, se non ci sia dietro a Tartaglia una schiavitù di migliaia di persone, e la assen-
co, può da subito operare bene. Spesso gli mente che ne ha armato la mano, ma al- za di riconoscimento dei diritti più elemen-
estranei vedono la realtà con occhi più libe- Non solo sciopero: lo stato si tratta di pura dietrologia, per- tari e basilari. Non possiamo mangiare la
ri , non condizionati dall’abitudine rasse-
gnata e da "giri" autoctoni, perversi e defor-
boicottare le merci ché le indagini non hanno suffragato
in alcun modo questo dubbio. Lo stes-
schiavitù. Non possiamo farci complici. Lo
possiamo fare in Italia e anche all’estero con
mati . Cara Provincia so dicasi per la psicolabile che ha cer- le imprese che sfruttano quei loro lavorato-
Mi compiaccio della efficace attività del sono d’accordo con chi dice che i fatti di Ro- cato di aggredire papa Ratzinger: do- ri. E magari ritornare ad acquistare un pro-
Commissario Fratellizzi, come mi compia- sarno rappresentano uno spartiacque in Ita- vranno essere entrambi giudicati con dotto italiano. Ma ora cominciamo dalla Ca-
cerei di chiunque vedessi bene operare nel- lia. Come quando nel 1938 venne introdot- tutte le attenuanti che la nostra civiltà labria. Si chiama boicottaggio, è una pratica
l’amministrazione di Lecco. ta la parola “ebreo”. L’uso della parola “ne- giuridica riconosce ai soggetti deboli. E di solidarietà, è una rivolta etica, è un atto
Sono stato spinto ad intervenire sulla e nel- gro” in questi giorni ha sostituito quella di guai se così non fosse. Checché se ne equo, ed è soprattutto un modo per concor-
la politica lecchese principalmente dall’in- “ebreo”. C’è stato un primo progrom ali- dica, almeno finché in questo Paese rere a restaurare una legalità repubblicana,
dignazione di vedere questa città, che avreb- mentato dalla tolleranza e dalla assenza del- non vigerà la sharìa, non possiamo la- una legalità costituzionale in tutti i territori
be potuto essere bellissima e vivivilissima, lo Stato e dalla vittoria dell’antistato. Men- pidarli. d’Italia.
scempiata dalla speculazione edilizia e mal tre sempre più isolate si fanno le voci di chi Pier Angelo Marengo Alessandro Magni
gestita. insiste a parlare di diritti (dalla riforma del- Lecco

buonanotte
E anche questa è fatta
di Mario Schiani m.schiani@laprovincia.it

D’accordo i problemi. D’accordo che sono tanti. Ma, invece di parlarne sem- Punto secondo. In che ordine affrontarli? Direi che potremmo senz’altro ri-
pre, facciamo qualcosa. spettare la graduatoria imposta dai giornali.
Incominciamo a stabilire tre punti fondamentali: 1) Quali sono, esattamen- Punto terzo: le soluzioni. Eccole: 1) Riformare classe politica e magistratu-
te, i problemi?; 2) In che ordine occorrerebbe prendersene cura?; 3) Come? ra. La giustizia lasciamola stare; 2) Rinviare ogni discussione semantica sul
Allora, punto primo. Quali sono i problemi? A giudicare dai giornali, sono termine «razzismo» al giorno in cui si potrà fare senza l’intervento delle for-
questi (in ordine di importanza): 1) Riforma della giustizia; 2) L’Italia è «raz- ze dell’ordine; 3) Passo; 4) Istituire una commissione munita di microscopi
zista» o l’Osservatore Romano e Balotelli hanno preso una cantonata nel de- allo scopo di individuare la presunta qualità dei programmi di Mediaset; 5)
finirla tale?; 3) E’ il caso o meno di intitolare una via di Milano a Craxi?; 4) Qualcuno lasci il suo numero a Ferrara. Che ci faccia sapere quando si è
Lo sciopero dei dipendenti influirà sulla qualità dei programmi di Mediaset?; deciso qualcosa.
5) Ferrara resterà sulla panchina della Juve? E anche questa è fatta.

Potrebbero piacerti anche