Sei sulla pagina 1di 17

nuovissimo

Progetto
italiano
Corso di lingua 
e civiltà  italiana

A1 - A2
Guida Didattica
nuovissimo
Progetto
italiano

Elementi comunicativi lessicali Elementi grammaticali


A Sono molto contenta •• Parlare al telefono •• Le tre coniugazioni regolari
•• Parlare di una novità •• (-are, -ere, -ire)
•• Chiedere come sta una persona •• Indicativo dei verbi regolari
B Una pizza con i colleghi? •• Descrivere una persona •• Articolo indeterminativo
•• Fare delle confidenze •• Aggettivi in -e
C Di dove sei? •• Chiedere e dare informazioni
•• Fare conoscenza
D Ciao Maria! •• Salutare
•• Rispondere al saluto
E Lei, di dov’è? •• Dare del Lei a qualcuno •• Forma di cortesia
F Com’è? •• Descrivere l’aspetto fisico e il carattere
•• Il viso

Conosciamo l’Italia: L’Italia: regioni e città. Un po’ di geografia Episodio video: Un nuovo lavoro

Materiale necessario
Sezione B6 e F6 – attività alcune fotocopie della scheda a pagina 10 delle attività extra e ludiche presenti online
extra

Sezione C1 – attività extra alcune fotocopie della scheda a pagina 11 delle attività extra e ludiche presenti online

Sezione E3 – role-play alcune fotocopie della scheda numero 4 - Appendice attività


guidato

Sezione F2 – attività ludica alcune fotocopie della scheda a pagina 9 delle attività extra e ludiche presenti online

Sezione F3 – cruciverba alcune fotocopie del cruciverba, presente online, di questa unità

Grammatica e lessico alcune fotocopie della scheda numero 5 - Appendice attività

Il quiz – attività extra alcune fotocopie della scheda a pagina 12 delle attività extra e ludiche presenti online

8
1

Unità
Un nuovo Un nuovo inizio
Un nuovo inizio Unità 1

1
Per cominciare…
In plenum osservate le foto e com-
Per me è più
1 Osservate le foto: quale tra queste situazioni è più importante importante… . E per te? mentatele. Utilizzando il suggeri-
per voi? Perché? mento dato nel Libro (Per me è più
importante... E per te?), che potete
anche scrivere alla lavagna, invitate
gli studenti a coppie ad esprimere
quale inizio per loro è più impor-
tante. Il compagno può esprimere il
un nuovo lavoro un nuovo amore suo parere scegliendo tra una delle
seguenti risposte (Sono d’accordo,
Non sono molto d’accordo, Non
sono per niente d’accordo), che
avete provveduto.

un nuovo amico / una nuova amica una nuova città una nuova casa
2
2 Prima di ascoltare il dialogo tra Gianna e Lorenzo, leggete le parole sotto. Scrivete alla lavagna:
Secondo voi, di quale inizio parlano (attività 1)?

simpatica giornale casa collega


Secondo me, parlano di… simpatico giornale
metro centro carina macchina No, secondo me… / casa collega
Sì, anche per me… metro centro
13 3 Ascoltate il dialogo e verificate le vostre ipotesi. carina macchina
Invitate gli studenti a leggere le pa-
• a chiedere e dare informazioni • il presente indicativo: verbi regolari role riportate nell’attività e trascritte
• a salutare e rispondere al saluto • l’articolo indeterminativo alla lavagna. Chiedete loro di ipotiz-
In questa • a usare la forma di cortesia • gli aggettivi in -e
unità • a descrivere una persona: aspetto fisico, zare di quale inizio, tra quelli visti
impariamo... carattere • le regioni e le città italiane nell’attività 1, parlano i protagonisti
del dialogo. Potrebbero utilizzare il
15
suggerimento dato nel Libro (Se-
condo me, parlano di...; No, secon-
015-028_U1_NPI1.indd 15 26/4/2019 5:00:27 μμ
do me...! / Sì, anche per me...).
Per cominciare Discutete il significato delle parole
in plenum: quali sono già note agli
Usate il titolo dell’unità per fare un brainstorming con i vostri studenti studenti? Quali di queste conosco-
e scrivete i loro suggerimenti alla lavagna. Fate comunicare gli studenti no?
fra loro e, se necessario, permettete loro di usare il vocabolario dalla
loro lingua all’italiano. Oppure, in una classe monolingue, gli studenti
13
potrebbero aiutarsi esprimendosi nella loro lingua madre. L’insegnante 3
naturalmente seguirà i loro scambi e, alla fine, qualcuno di loro riferirà in Anticipate agli studenti che ascol-
plenaria in italiano. teranno una conversazione tele-
Domandate cosa è un inizio. Chiedete cosa è, o cosa è stato, per loro fonica: Fate ascoltare, anche due
un nuovo inizio e trascrivete in poche parole alla lavagna le loro idee o volte se necessario, e chiedete agli
suggerimenti. studenti di verificare la loro ipotesi.

9
nuovissimo
nuovissimo PROGETTO
Progetto italiano

italiano A Sono molto contenta.

13 1 Ascoltate di nuovo e indicate se le affermazioni


sono vere o false.
V F
1. Domani è il primo giorno di lavoro per Gianna. x
2. Gianna è contenta del nuovo lavoro. x
3. Michela è una ragazza simpatica. x
4. L’ufficio apre alle 10. x

2 In coppia, leggete il dialogo per verificare le vostre risposte.


Gianna: Pronto?
Osservate
Lorenzo: Ciao Gianna! Come stai?
Gianna: Ehi, Lorenzo! Bene, e tu? Come stai?
Lorenzo: Tutto bene. Pronta per domani? Bene, e tu?
Gianna: Sì, certo. Anche se è la prima volta che lavoro in
un giornale…
Lorenzo: Sei contenta?
Gianna: Sì, molto!
Lorenzo: Perfetto! Ah Michela, la tua collega, abita vicino a casa mia.
A Sono molto contenta Gianna: Davvero? E com’è?
Lorenzo: È una ragazza simpatica e carina. Lavora lì da due anni.
Gianna: Ah, bene!
13
A1 Lorenzo: Ma a che ora apre l’ufficio?
Gianna: Alle 9. Prendo la metro e in dieci minuti sono lì.
Fate leggere la lista di afferma- Lorenzo: Che fortuna! E a che ora finisci?
Gianna: Alle 6.
zioni relative all’attività proposta
Lorenzo: Buon inizio, allora.
e invitate la classe a concentrar- Gianna: Grazie!
si solamente sulle informazioni
che permettono di decidere quali
sono vere e quali false.
Fate ascoltare il dialogo un paio di
volte e invitate gli studenti a svol-
gere l’attività.
Poi lasciate agli studenti il tem-
po per leggere individualmente
il dialogo e per sottolineare le
parole dell’attività 2, sezione Per
cominciare. 16
Soluzione: giornale, collega, sim-
patica, carina, casa, metrò
015-028_U1_NPI1.indd 16 26/4/2019 5:00:57 μμ

A3
A2
In plenum leggete le domande proposte e invitate gli studenti a dare le ri-
Fate leggere agli studenti il dialo- sposte.
go, a coppie assumendo i ruoli di
Gianna e di Lorenzo
Fate ascoltare ancora il dialogo
A4
chiedendo ai corsisti di leggere Gli studenti lavorano individualmente e completano le quattro battute tratte
contemporaneamente il testo e dal dialogo, prima ascoltato e poi letto. Ricercando nel dialogo le informa-
di concentrarsi sulla pronuncia. zioni necessarie gli studenti devono individuare il verbo giusto e il soggetto,
Invitate gli studenti a sottolineare e chi dei due protagonisti dice la battuta.
le parole rispetto alle quali hanno
qualche difficoltà di pronuncia. A5
Soffermatevi sulla formula utiliz-
Adesso gli studenti lavorano in coppia per inserire i verbi dell’attività prece-
zata da Lorenzo nel dialogo per
dente accanto al pronome personale giusto.
chiedere come sta Gianna e sulle
possibili risposte. Scrivete alla lavagna:  lavoro prendo finisci
10
1 1

Unità

Unità
Un nuovo inizio
Un nuovo inizio
3 Rispondete alle domande.
1. Cosa fa Gianna per la prima volta? Lavora in un giornale.
2. Chi è Michela? Una collega.
3. A che ora inizia a lavorare Gianna? Alle 9.

4 Completate i fumetti con i verbi del dialogo e


scrivete il nome della persona che parla, come
nell’esempio in blu.

Lavora lì Prendo la metro e in


da due anni. dieci minuti sono lì.

[ Lorenzo ] [ Gianna ]

È la prima volta che


A che ora finisci ?
lavoro in un giornale.

[ Gianna ] [ Lorenzo ]

5 Lavorate in coppia. Scrivete i verbi dell’attività 4 al posto giusto. Disegnate una tabella e scrivete
le desinenze alla lavagna, invi-
tando gli studenti a suggerirvele,
io lavoro prendo
tu finisci fate notare che solo per alcuni
lui/lei lavora pronomi personali cambiano le
vocali.
-are -ere -ire
io -o -o -o
tu -i -i -i
lui, lei -a -e -e
noi -iamo -iamo -iamo
voi -ate -ete -ite
loro -ano -ono -ono

Soffermatevi sulla terza coniu-


gazione e sul fatto che a questa
17
appartiene un sottogruppo di
verbi, i cosiddetti verbi in -isc,
che presentano appunto il suf-
fisso -isc- tra la radice e la de-
015-028_U1_NPI1.indd 17 26/4/2019 5:01:06 μμ

e chiedete agli studenti quali potrebbero essere gli infiniti dei verbi dati. Fa- sinenza in tutte e tre le persone
teveli suggerire e inseriteli nella tabella che disegnerete alla lavagna. singolari e nella terza plurale. Si
Sottolineate le desinenze degli infiniti. tratta di verbi regolari che all’in-
finito non è possibile distinguere
lavorare prendere finire
dagli altri in -ire che non presen-
tano questa particolarità, come
Fate notare che le parti sottolineate corrispondono alle desinenze dell’in-
ad esempio dormire, offrire, par-
finito da cui dipende la coniugazione del verbo. In italiano esistono tre co-
tire, sentire, riportati nella nota.
niugazioni: la prima con i verbi che hanno l’infinito in -are, la seconda con
Alcuni tra i verbi in -isc più co-
i verbi in -ere e la terza con i verbi in -ire. Spiegate che in genere i verbi in
muni sono quelli che appaiono
-are sono i più frequenti, anche per quelli di nuova formazione, ad esempio
nella nota, ovvero: capire, prefe-
cliccare, chattare ecc.
rire, spedire, unire, pulire, chiarire,
costruire ecc.
A6
Osservate in plenum l’accento
Invitate gli studenti a leggere la tabella e completare le forme mancanti.
tonico delle varie forme verbali.
Riflettete in plenum: il presente indicativo si forma aggiungendo le desinen- Questo cade sulla penultima sil-
ze del presente indicativo alla radice del verbo.

11
nuovissimo

nuovissimo PROGETTO
italiano

Progetto 6 Completate la tabella.


italiano
Il presente indicativo

1a coniugazione 2a coniugazione 3a coniugazione


-are -ere -ire
laba fatta eccezione per la 3ª persona plu-
lavorare prendere aprire finire
rale in cui cade sulla terzultima sillaba. Ri- io lavoro prendo apro finisco
cordate ai vostri studenti che a pagina 195 tu lavori prendi apri finisci
nell’Approfondimento grammaticale hanno lui/lei/Lei lavora prende apre finisce

una tabella da poter consultare in qualsiasi noi lavoriamo prendiamo apriamo finiamo

momento. voi lavorate prendete aprite finite


loro lavorano prendono aprono finiscono

Nota: come aprire: dormire, offrire, partire, sentire ecc.


A7 come finire: capire, preferire, spedire, unire, pulire, chiarire, costruire ecc.

Fate lavorare ancora gli studenti in coppia e,


sulla base dell’esempio dato, chiedete loro 7 In coppia, rispondete Che tipo di musica Ascolto musica
di rivolgersi reciprocamente le domande del alle domande come
nell’esempio.
ascolti? (musica italiana) italiana.

testo e rispondere con le informazioni con-


tenute tra parentesi.
Fate notare agli studenti la corrispondenza
dei pronomi personali fra domande e rispo-
ste: alla domanda con la seconda pers. sing.
(Tu) si risponde con la prima sing. (Io), men- Prendete l’autobus? A che ora arrivi a casa? 
tre se la domanda è alla seconda pers. plur. (la metro) (alle dieci)
Prendiamo la metro. Arrivo alle dieci.
(Voi) si risponde con la prima plur. (Noi).
Invitate gli studenti a svolgere a casa gli
esercizi 1-8 del che correggerete in plenum
alla lezione successiva per chiarire even-
tuali dubbi.
Se ritenete opportuno svolgerli in classe, Capisci tutto quando parla Quando partite per Perugia? Dove abitano Anna e Maria?
l’insegnante? (molto) (domani) (a Piazza Navona)
potete seguire gli studenti facendoli rispon- Capisco molto. Partiamo domani. Abitano a
es. 1-8
Piazza Navona.
dere a voce e poi scrivere la risposta alla la- p. 11
18
vagna. Quando il verbo da inserire presenta
difficoltà di pronuncia (es: pulisci, chiudono)
lasciate il tempo agli studenti di scrivere la
015-028_U1_NPI1.indd 18 26/4/2019 5:01:17 μμ

risposta autonomamente prima di scriver- punti. Se una squadra sbaglia salta un turno.
la voi alla lavagna, in modo che gli studenti Qui di seguito una lista di verbi all’infinito, da coniugare alla for-
possano confrontarsi. ma desiderata e da poter utilizzare per questa attività: abitare,
aprire, ascoltare, capire, chiudere, cominciare, conoscere, dor-
Attività di fissaggio mire, finire, guardare, lavorare, leggere, mettere, parlare, partire,
pensare, preferire, prendere, pulire, ricevere, scendere, scrivere,
Scomponi! sentire, studiare, tornare, vedere, vivere.
Dividete la classe in due gruppi, dando loro
un nome di fantasia che riporterete alla la-
vagna per segnare il punteggio e spiegate B Una pizza con i colleghi
l’attività ai vostri studenti. Scrivete alla la-
vagna, o ditelo solo oralmente, un verbo co- B1
niugato a piacimento al presente indicativo.
Poi, a turno, ogni gruppo dovrà indicare il Chiedete ai vostri studenti se usano le chat: whatsapp, messan-
verbo corrispondente all’infinito e il prono- ger per invitare qualcuno o dare un appuntamento.
me soggetto della forma verbale da voi co- Dopo la discussione, leggete una prima volta voi il dialogo, len-
niugata o scritta alla lavagna. Ad esempio: tamente; in seguito fatelo leggere due volte, a due diverse coppie
prendono = prendere – loro (prendono). di studenti che assumeranno rispettivamente il ruolo di Gianna e
Ogni squadra ha 10 secondi per riflettere e di Lorenzo.
parlare tra loro, poi dovranno dare la rispo- Fate abbinare individualmente le affermazioni contenute nelle
sta. Vince il gruppo che per prima arriva a 10 due colonne sottostanti. Correggete in plenaria.

12
1
1

Unità

Unità
Un nuovo inizio

B Una pizza con i colleghi Un nuovo inizio


1 Leggete i messaggi di Gianna e Lorenzo e abbinate le due colonne sotto, come nell’esempio in blu.

Lorenzo 
 4G Gianna 14:15       98% 

Ciao Lorenzo! Sei libero questo sabato?

Ciao Gianna! Quando? Di pomeriggio


ho un appuntamento con un’amica…

Vado a mangiare una pizza con il mio collega


Fabio e con la sua ragazza, Jessica.
Aggiungete voi nella griglia: studente e zaino.

Dove e a che ora?


Osservate la tabella e discutete insieme: qua-
li sono le affinità e le differenze tra sostantivi
In un ristorante in centro, Mamma Rosa. Alle 8.
quali ristorante e appuntamento? Lasciate
Bene, alle 8 sono libero. che gli studenti formulino delle ipotesi.
Perfetto! Si tratta in ogni caso di sostantivi maschili,
Ok. A sabato, allora! singolari, però mentre ristorante comincia
per consonante, appuntamento inizia per
Sì, ciao.
vocale. In entrambi i casi, l’articolo indeter-
minativo maschile singolare è un.
1. Gianna invita 3 a. un collega di Gianna.
2. Lorenzo ha 5 b. in centro.
Ponete un altro quesito: cosa differenzia
3. Fabio è 1 c. Lorenzo a cena. studente dagli altri sostantivi maschili sin-
6
4. Mamma Rosa è d. la ragazza di Fabio.
golari? Studente comincia con la sequenza
5. Il ristorante è 2 e. un appuntamento.
6. Jessica è 4 f. un ristorante. di consonanti s+t e per questo motivo la for-
ma dell’articolo indeterminativo è uno.
2 Completate la tabella con gli articoli indeterminativi che trovate nei messaggi di Gianna e Lorenzo. Uno si usa davanti a tutti i sostantivi che
L’articolo indeterminativo iniziano per s+consonante (studente, sport,
maschile femminile
sconto ecc), z (zaino, zio), gn (gnocco),
un ristorante una
ps (psicologo), x (xilofono), y (yogurt), pn
pizza
appuntamento
(pneumatico). Questo avviene per ragioni
studente
uno
zaino
un’ amica fonetiche (eufonia), cioè per non creare un
eccessivo accumulo di consonanti di diffici-
19 le articolazione. Fate notare come l’articolo
uno si usa negli stessi casi dell’articolo lo.
Passate al femminile. Qual è la differenza tra
015-028_U1_NPI1.indd 19 26/4/2019 5:01:28 μμ

Chiedete agli studenti di leggere ancora il testo, sottolineare tutti i sostantivi pizza e amica? Il primo comin-
gli articoli indeterminativi e riferirveli affinché possiate scriverli cia per consonante e l’altro per vocale. Nel
alla lavagna:  primo caso l’articolo indeterminativo è una,
un un’ una un mentre nel secondo l’articolo una perde la
-a finale e viene apostrofato trasformandosi
così in un’.
B2
Osservando la tabella è possibile consta-
Fate completare individualmente la tabella con gli articoli inde- tare che per pizza l’articolo rimane sempre
terminativi, mentre voi alla lavagna disegnate una griglia: una, in quanto la presenza della vocale -a
maschile femminile nell’articolo indeterminativo femminile evita
un una i problemi di accumulo di consonanti che si
hanno al maschile.
uno un’
Fate osservare la differenza fra articolo de-
Chiedete agli studenti di trovare nel testo i sostantivi corrispon- terminativo e indeterminativo nel loro signi-
denti e suggerirvi in quale categoria devono essere inseriti nella ficato semantico.
griglia. Avrete la seguente situazione: Fate notare che gli articoli indeterminativi
maschile femminile sono solo singolari.
ristorante Ricordate ai vostri studenti che a pagina 195
un una pizza
appuntamento nell’Approfondimento grammaticale hanno
studente una tabella da poter consultare in qualsiasi
uno un’ amica momento.
zaino

13
nuovissimo
PROGETTO
nuovissimo italiano

Progetto 3 Completate il dialogo con gli articoli indeterminativi.


italiano amico di Fabio: Allora, ci vediamo dopo?
Fabio: No, stasera ho un (1)
appuntamento con Jessica.

B3 amico: Chi è Jessica?


Fabio: La mia ragazza.
Fate completare individualmente il dialogo con amico: Ah!
gli articoli indeterminativi e correggete in ple- Fabio: Sì, una (2) ragazza bella e molto
dolce: occhi verdi, capelli biondi,
naria. alta. E poi è anche una (3) persona
simpatica!
Fate leggere a coppie il dialogo due o tre volte. amico: Ma Jessica è un (4) nome
Chiedete il loro parere sul significato di una italiano?
Fabio: Mah... sì, però lei è americana. È
“ragazza molto dolce” dopo un brainstorming qui a Milano per un (5) corso
i cui risultati li scriverete alla lavagna, spiegate d’italiano.

che a volte si usano gli aggettivi in un senso


figurato: es. “un uomo duro”; un “lavoratore 4 Sostituite l’articolo determinativo, in blu, con quello indeterminativo.

cotto”; “un bambino tenero”. il ragazzo alto   l’attore famoso   la domanda difficile
l’idea interessante   il corso d’italiano
es. 9-10
p. 14

B4 5 Nel dialogo tra Fabio e il suo amico leggiamo “una ragazza dolce”. Osservate nella tabella le lettere
in blu.
Fate lavorare i corsisti per sostituire a turno gli Aggettivi in -e
articoli determinativi con quelli indeterminativi.
il libro l’uomo
Soluzione: un ragazzo, un attore, una doman- la storia
interessante
l’idea
intelligente

da, un’idea, un corso i libri gli uomini


interessanti intelligenti
le storie le idee
Fate svolgere individualmente in classe gli
esercizi 9 e 10 del Quaderno.
6 Con i sostantivi e gli aggettivi dati casa verdi

B5 formate frasi come questa:


“I ragazzi sono intelligenti”.
dialogo difficili

libri importante
Passate ad osservare gli aggettivi che accom- ragazzi grande
pagnano i vari sostantivi nella tabella e riscri- gonne interessante
veteli alla lavagna: anno gentili es. 11
interessante intelligente p. 14

20
Osservate insieme: i due aggettivi terminano in
-e e rimangono invariati al maschile e al fem-
minile singolare. Al plurale la -e si trasforma
015-028_U1_NPI1.indd 20 26/4/2019 5:01:48 μμ

in -i (interessanti, intelligenti), anche in questo


caso sia per il maschile che per il femminile.
Potete osservare lo specchietto presente nel Attività extra  Se dico...
libro come riconferma della regola degli agget-
tivi in -e che rimangono invariati passando dal Dividete la classe in coppie o in piccoli gruppi di 3/4 studenti.
maschile al femminile singolare e che al plura- Andate sul sito della casa editrice (www.edilingua.it), nella se-
le prendono la -i per entrambi i generi. zione Materiali per insegnanti e scuole e scaricate il PDF delle
Una tabella simile i vostri studenti la trova- Attività extra e ludiche di Nuovissimo Progetto italiano 1.
no anche a pagina 195 nell’Approfondimento Fotocopiate la pagina 10 e distribuite una copia per ogni cop-
grammaticale per poterla consultare in qual-
pia o gruppo di studenti che avete formato.
siasi momento.
Stabilite un tempo (10/15 minuti) per completare gli schemi
con il lessico relativo imparato in questa unità e in quella pre-
B6 cedente. Fate presente agli studenti di non prendere in consi-
Invitate gli studenti a formare frasi come quel- derazione le categorie “aspetto fisico” e “carattere” visto che il
la dell’esempio utilizzando i sostantivi e gli ag- lessico verrà trattato più avanti.
gettivi dati. Successivamente, procedete con il
Procedete con il riscontro in seduta plenaria. Ogni gruppo o
riscontro in plenum.
coppia ottiene 1 punto per ogni parola corretta.
Invitate gli studenti ad eseguire l’esercizio 11
del Quaderno autonomamente a casa e cor- Vince il gruppo che ottiene più punti.
reggete in plenaria. Consigliamo di proporre ciclicamente questa attività, natu-
Ricordate inoltre ai vostri studenti di andare ralmente proponendo altre categorie o famiglie di parole, per
sul sito i-d-e-e.it e scegliere un gioco con cui riprendere le parole delle unità precedenti e per aiutare gli stu-
esercitarsi. denti a sistematizzare e memorizzare il nuovo lessico.

14
1
1

Unità

Unità
Un nuovo inizio

C Di dove sei? Un nuovo inizio


14 1 Ascoltate il dialogo del primo incontro tra Fabio e Jessica e rispondete alle domande.
1. Di dov’è Jessica? 2. Perché è in Italia? 3. Dove abita?
È americana, di Chicago. Per studiare l’italiano. In via Verdi. Fate sottolineare le espressioni utilizzate dai
14 2 Sottolineate nel dialogo le espressioni che usano i due ragazzi per chiedere informazioni. due ragazzi per chiedere informazioni.
Jessica: Scusa, per andare in centro?
Fabio: …In centro? Ehm… prendi il 22 e scendi all’ultima fermata…
Jessica: Grazie! Parma in autobus
Fabio: Prego! Sei straniera, vero? Di dove sei?
Jessica: Sono americana, di Chicago.
Fabio: Chicago… e sei qui per lavoro?
Se lo ritenete necessario, qui potreste propor-
Jessica: No, per studiare l’italiano. Sono qui da due giorni. re una delle Attività online di Nuovissimo
Fabio: Allora, ben arrivata! Io mi chiamo Fabio.
Jessica: Io sono Jessica, piacere!
Progetto italiano 1, presenti sul sito della casa
Fabio: Piacere! Comunque complimenti, editrice (www.edilingua.it), nella sezione Ma-
parli già molto bene l’italiano!
Jessica: Grazie! teriali per insegnanti e scuole e nella sezione
Fabio: Ehm… e abiti qui vicino? Materiali per studenti.
Jessica: In via Verdi. E tu, dove abiti?
Fabio: Anch’io abito in via Verdi! Si tratta di un’attività da svolgere in piccoli
Jessica: Davvero? Ah, ecco l’autobus... A presto, allora!
Fabio: A presto! Ciao!
gruppi o a coppie, preferibilmente va preparata
a casa, per poi riferire in classe. Le istruzioni
per lo svolgimento dell’attività i vostri studenti
3 Completate i mini dialoghi con le domande.
le troveranno nel PDF, oppure gliele date voi,
• Scusa, per andare in centro ?
come qui di seguito.
• Prendi la metro e scendi alla fermata Duomo.
Andate sul sito dei trasporti pubblici di Par-
• Sei italiana ?

• No, sono spagnola. ma (www.tep.pr.it/linee_orari/mappe/default.


aspx), cliccate su Linee urbane e rispondete
• Di dove sei ?

• Sono di Malaga. alle domande.


• Sei qui per studiare l’italiano ? a. Quante linee urbane ha Parma?
• No, sono in Italia per lavoro. b. Sulla linea 1, se salgo alla Stazione FS, dopo
• Dove abiti / Abiti qui vicino ? quante fermate scendo in via Mazzini?
• In via delle Belle Arti. c. Qual è la prima e l’ultima fermata della
21 Linea 5?
d. Quale linea va all’aeroporto?
015-028_U1_NPI1.indd 21 26/4/2019 5:01:49 μμ

C3
C Di dove sei? Invitate i corsisti a lavorare individualmente e
a completare i mini dialoghi.
14
C1 Osservate lo specchietto a pagina 22 del Li-
bro dello studente con lo schema riassuntivo
Fate ascoltare il dialogo, anche un paio di volte se necessario,
di alcune espressioni utili per chiedere e dare
e invitate gli studenti a rispondere alle tre domande.
informazioni e discutete in plenum risponden-
do alle eventuali domande che gli studenti vor-
 Dialogo disordinato
Attività extra ranno porvi a proposito.
Se avete tempo, potreste qui proporre di rimettere in ordine
 Lo so io
un dialgo. Attività video
Dividete la classe in coppie o in piccoli gruppi. Fate vedere il quiz Lo so io e fate notare che il
Dal PDF delle Attività extra e ludiche, che avete scaricato conduttore presenta i concorrenti.
dal sito della casa editrice, fotocopiate la pagina 11, ritagliate
Invitate i vostri studenti a fare un esercizio di
le battute del dialogo lungo le linee tratteggiate per ottenere
role play simile usando il “tu” (informale). Uno
un set di cartellini per ogni coppia o gruppo di studenti.
studente presenta tre compagni i quali riferi-
Date 10/15 minuti di tempo per mettere in ordine il dialogo. scono in quest’ordine notizie della loro vita:
Nome e cognome
14
C2 Di dove sono
Invitate gli studenti a leggere il dialogo assumendo i ruoli di Dove vivono
Jessica e di Fabio. Cosa fanno: lavoro/studio

15
nuovissimo
nuovissimo PROGETTO
Progetto italiano

italiano Chiedere informazioni Dare informazioni

Scusa, per...? / Scusa, per andare...? Prendi l’autobus e...


Sei straniero, vero? Sì, sono francese.
Di dove sei? Sono di Parigi.
Sei qui per motivi di lavoro? No, sono in Italia per studiare l’italiano.
Da quanto tempo sei qui? / Da quanto Sono in Italia da due anni. / Studio
tempo studi l’italiano? l’italiano da due anni.
Dove abiti? Abito in via Giulio Cesare, al numero 3.

4 Sei A: chiedi al tuo compagno: Sei B: osserva le espressioni sopra in


tabella e rispondi alle domande di A.
• se è straniero • da quanto tempo studia l’italiano
• di dove è • dove abita
es. 12-13
p. 15

D Ciao Maria!

1 Osservate le persone nei disegni sotto. Cosa dicono, secondo voi?

15 2 Ascoltate
i mini dialoghi b 4
e indicate a
quali immagini
corrispondono.
Dopo ascoltate
di nuovo e
verificate le
vostre risposte.

a 2

c 1 d 3

22

015-028_U1_NPI1.indd 22 26/4/2019 5:01:54 μμ

C4 pendice Attività video, l’attività della sezione Guardiamo di quest’unità e


ad abbinare le battute ai fotogrammi.
Invitate i corsisti a svolgere il ro-
Fate rivedere gli ultimi 20 secondi del video e chiedete di rispondere oral-
le-play in coppia assumendo a
mente all’attività 2 della sezione Facciamo il punto. Con chi parla Gianna?
turno i ruoli di A e di B, e rispon-
Cosa dice?
dendo alle domande.
Soluzione: Gianna parla al telefono con Lorenzo; Dice che al lavoro va tutto
Invitate gli studenti a svolgere gli
benissimo: l’ufficio, i colleghi; Domani va a vedere la nuova casa di Loren-
esercizi 12 e 13 del Quaderno.
zo (quest’ultima informazione vi servirà per la prossima unità!)
Attività Video
Fate vedere l’intero episodio, dal D Ciao Maria!
titolo Un nuovo lavoro, con i sotto-
titoli e con le tre sezioni Osserva-
te. Invitate gli studenti a svolgere
D1
sul Libro dello studente, nell’Ap- Osservate in plenum le illustrazioni dell’attività 2: che cosa hanno in comune?

16
1 1

Unità

Unità
Un nuovo inizio

3 Usate i saluti della tabella sotto e fate dei


Un nuovo inizio
mini dialoghi per le seguenti situazioni.

Salutare e rispondere al saluto

Buongiorno!
Buon pomeriggio!
Buonasera!
Buonanotte!

Ciao! 
Salve! 
(informale)
Ci vediamo!
Arrivederci!
ArrivederLa! (formale)

1
2

23

015-028_U1_NPI1.indd 23 26/4/2019 5:01:57 μμ

Soluzione: Ritraggono persone nell’atto di salutarsi Fate lavorare gli studenti in cop-
Chiedete agli studenti cosa potrebbero dire le persone ritratte. pia con il compito di formulare dei
brevi dialoghi adatti alle cinque si-
15
tuazioni rappresentate nelle foto.
D2 Fate recitare qualche dialogo in
Fate ascoltare i mini-dialoghi e chiedete agli studenti di abbinarli alle im- plenum.
magini corrispondenti.

D3
Leggete e discutete insieme la tabella contenente le varie espressioni per
i saluti. Soffermatevi sul fatto che in italiano il ciao, informale, si usa sia
nel momento dell’incontro che quando ci si congeda. ArrivederLa invece si
usa in contesti formali con una sola persona, mentre arrivederci si adatta
in genere ad ogni situazione.

17
nuovissimo
PROGETTO
nuovissimo italiano

Progetto 4 Sei A: saluta un amico Sei B: rispondi ai saluti di A.

italiano • all’università la mattina


• quando esci dalla biblioteca alle 15
• al bar verso le 18

D4 • quando esci dall’ufficio alle 20


• dopo una serata in discoteca

Scrivete alla lavagna le situazioni date, nume-


randole: E Lei, di dov’è?

1. all’università la mattina, 1 Leggete il dialogo e rispondete alle domande.

2. quando esci dalla biblioteca alle 15, signore: Scusi, sa dov’è via Alberti?
signora: No, non abito qui, sono straniera.
3. al bar verso le 18, signore: Straniera?! Complimenti! Ha una pronuncia perfetta! E... di dov’è?

4. quando esci dall’ufficio alle 20, signora: Sono svizzera.


signore: Ah, ed è qui in vacanza?
5. dopo una serata in discoteca. signora: Sì, ma non è la prima volta che visito l’Italia.
signore: Ah, ecco perché parla così bene l’italiano. Allora... arrivederLa, signora!
Fate venire gli studenti al centro della classe. signora: ArrivederLa!

Supponiamo che per iniziare abbiate scelto 1. Cosa chiede il signore? 2. Di dov’è la signora? 3. Perché è in Italia?

due studenti di nome Karl e Ross: dite alla cop- Dov’è via Alberti È svizzera È in Italia in vacanza

pia il numero della situazione che dovranno in- 2 Leggete i due dialoghi e osservate le differenze.
terpretare, per esempio la numero 2 in cui Karl, Jessica: Scusa, per andare in centro?
a. b.
signore: Scusi, sa dov’è via Alberti?
a cui avete attribuito il ruolo di A, esce dalla Fabio: ...In centro? Allora... prendi il signora: No, non abito qui, sono
12 e scendi all’ultima fermata... straniera.
biblioteca alle 15. e saluta Ross, che rispon- Jessica: Grazie! signore: Straniera?! Complimenti!
de impersonando B. Successivamente, a loro Fabio: Prego! Sei straniera, vero? Ha una pronuncia perfetta!
E... di dov’è?
Di dove sei?
volta, Karl e Ross sceglieranno due compagni
a cui attribuire i ruoli di A e B nell’interpretare In italiano è possibile dare del tu a una persona (come nel dialogo a) oppure dare del Lei (come nel
dialogo b), con il verbo alla terza persona singolare. Quest’ultima è la forma di cortesia. Esiste una
un’altra situazione scelta a piacimento. forma simile nella vostra lingua?

3 Sei A: chiedi a una persona che non conosci bene: Sei B: rispondi alle domande di A.

E Lei, di dov’è? • come si chiama • quanti anni ha


Poi chiedi “E Lei?” e A risponde.

• se studia o lavora • se abita vicino

Puoi cominciare con “Scusi, signore/signora...?”


E1 es. 14
p. 16

24
Invitate gli studenti a leggere il dialogo e con-
centrarsi sulle informazioni in esso contenute,
utili per rispondere alle tre domande sotto- 015-028_U1_NPI1.indd 24 26/4/2019 5:02:05 μμ

stanti. studenti stranieri confondono il Lei con il pronome femminile


di terza persona singolare e non come la forma di cortesia. In
E2 altre lingue si usa il voi, come in passato in Italia e ancora oggi
in alcune zone del Mezzogiorno, come ad esempio gli anglo-
Confrontate i due dialoghi contenuti nei riqua- foni che cambiano solo il registro. Noi italiani cambiamo regi-
dri a. e b. e cercate di individuare le differen- stro e usiamo la terza persona singolare scrivendo la lettera
ze. Chiedete ai corsisti di sottolineare le forme maiuscola “Lei”, “arrivederLa”. Ma non sempre, nella lettera o
verbali usate nel porre domande in entrambi mail dipende sempre a chi ci rivolgiamo e qual è il contesto.
i dialoghi. Sarà così più facile giungere alla
Aggiungete altre espressioni relative allo stesso argomento:
conclusione che per il tu del dialogo a sinistra
i verbi sono alla seconda persona singolare, situazione formale
mentre per il Lei del dialogo a destra sono alla situazione informale
(forma di cortesia)
terza persona singolare.
Fate notare che nei colloqui formali si usano i Provate a raggruppare:
“titoli” come: Signor, Signora, Dottore, Profes-
sore ecc. dare del tu in una dare del Lei in una
Scrivete grande alla lavagna:  situazione informale situazione formale
(forma di cortesia)
dare del tu  dare del Lei
Formulate insieme delle ipotesi sul significato
di tali espressioni.
Potete spiegare l’espressione italiana: “dare
E3
del Lei” che in genere causa equivoci. Molti Avvicinatevi ad uno studente e cominciando con Scusi si-

18
1
1

Unità

Unità
Un nuovo inizio

F Com’è?
Un nuovo inizio
16 1 Mettete in ordine il dialogo. Poi ascoltate e
verificate le vostre risposte.

F Com’è?
1
  Com’è Michela? Bella?
5
  E gli occhi come sono?
4
  Bruna e ha i capelli non molto lunghi.
6
  Ha gli occhi marroni, grandi e bellissimi!
16
2
  Sì, è alta e magra. È anche molto simpatica. F1
  È
3 bionda o bruna?
Introducete l’attività spiegando che è un dia-
2 Rileggete la descrizione di Michela e scrivete sotto gli aggettivi che mancano. logo fra amici che parlano di una persona non
presente. Invitate gli studenti a leggere le frasi
Per descrivere l’aspetto fisico
del dialogo individualmente e in seguito a met-
è / non è:
tere nella giusta sequenza le battute. Poi fatelo
ascoltare per un controllo e rileggerlo sottoli-
neando gli aggettivi che descrivono Michela.
Scrivete alla lavagna tre categorie:
giovane / anziano bello / brutto alto / basso
carattere corpo testa
ha i capelli:
Chiedete agli studenti di aiutarvi a inserire
le parti riguardanti la descrizione di Michela
sotto la categoria opportuna. Avrete: caratte-
re: molto simpatica; corpo: alta, magra; testa:
corti / lunghi rossi neri biondi castani
bruna, capelli non molto lunghi, occhi marroni,
ha gli occhi: grandi e bellissimi. Bella rimane fuori dai cer-
chi perché è un aggettivo che riguarda l’aspet-
azzurri neri castani (marroni) verdi
to fisico complessivo.

Per descrivere il carattere


F2
è / sembra:
simpatico / antipatico allegro / triste scortese / gentile Osservate le illustrazioni e il lessico utile alla
25 descrizione dell’aspetto e del carattere di una
persona e in plenum cercate di inserire gli ag-
015-028_U1_NPI1.indd 25 26/4/2019 5:02:08 μμ gettivi mancanti.

gnore/signora/signorina, a seconda del caso, rivolgetegli le Evidenziate con ironia la perfezione nella de-
domande elencate alla forma di cortesia (-Come si chiama?; scrizione di Michela e chiedete di descriverla al
-Quanti anni ha?; -Studia o lavora?; -Abita vicino?) invitandolo contrario utilizzando il lessico appena trattato.
a replicare adeguatamente e un ...e Lei? di rilancio delle do- Se lo riteniamo necessario andiamo avanti con
mande (esempio: Mi chiamo David, e Lei?). gli aggettivi che descrivono una persona, fa-
Lasciate che gli studenti lavorino in coppia e facciano la stes- cendoceli anche suggerire dagli studenti, con-
sa cosa alternandosi nei ruoli di A e B. tinuando con i contrari grasso/magro, carino/
bruttino, socievole/introverso ecc.

Role-play guidato Attività ludica  4 amici 4 intrusi


Se lo ritenete opportuno, potreste far svolgere ai vostri stu- Dividete la classe in coppie.
denti un role-play guidato.
Dal PDF delle Attività extra e ludiche, che
Fotocopiate la scheda numero 4 dell’Appendice attività. Fate avete scaricato dal sito della casa editrice, fo-
lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad ogni coppia tocopiate la pagina 9 e distribuite una copia
una scheda. Invitate gli studenti a ripetere più volte il dialogo per ogni coppia di studenti. Spiegate che de-
dato, sostituendo le informazioni scritte nei diversi riquadri. vono inserire le parole nelle colonne giuste e
Invitate gli studenti a svolgere individualmente l’esercizio 14 che ci sono quattro parole che non rientrano in
del Quaderno. Poi correggete in plenum. nessuna colonna, cioè i 4 intrusi.
Invitate gli studenti a consultare la tabella sulla forma di cor- Date 15 minuti per eseguire il compito e cor-
tesia a pagina 196 nell’Approfondimento grammaticale. reggete in plenum. Ogni coppia vince 1 punto
per ogni parola inserita nella giusta colonna!

19
nuovissimo
PROGETTO
nuovissimo italiano

Progetto 3 Un viso famoso. Completate con: i capelli, l’occhio, il naso.


italiano

F3 i capelli

Osservate l’illustrazione in plenaria: è la Gio-


l’occhio
conda o Monna Lisa di Leonardo da Vinci con- la testa
servata nel museo del Louvre di Parigi. Chie-
dete agli studenti di inserire le parole date (i il naso il viso

capelli, l’occhio e il naso) negli opportuni spazi. la mano


Leggete insieme i vocaboli che circondano la bocca
l’immagine della donna ritratta. Mentre legge-
te toccate la parte del corpo in oggetto e chie-
dete agli studenti di fare altrettanto ripetendo
La Gioconda 
il sostantivo che quella parte indica. Leonardo da Vinci
es. 15-16
Invitate gli studenti a svolgere in classe gli p. 16

esercizi 15 e 16 del Quaderno e correggete in 4 Su un foglio descrivete il vostro aspetto e il vostro carattere, ma non scrivete il vostro nome. Poi
con il foglio fate un aeroplano di carta (seguite le istruzioni sotto) che lanciate tutti insieme. Ogni
plenum. studente prende un aeroplano, legge il foglio e dice chi è la persona descritta.

Ritratti famosi
1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Se lo ritenete necessario, qui potreste propor-


re una delle Attività online di questa unità, 5 A turno, descrivete un vostro compagno, senza dire il nome. io sono io ho

Ricorda
Gli altri devono capire chi è!
presenti sul sito della casa editrice. tu sei
lui/lei è
tu hai
lui/lei ha
Ha i capelli lunghi, ha
Si tratta di un’attività da svolgere in piccoli gli occhi neri, è simpatico.
gruppi o a coppie, preferibilmente va prepa- 30-40
6 Scriviamo
rata a casa, per poi riferire in classe, come Descrivi il tuo miglior amico (nome, età, carattere, aspetto, da quanto tempo siete amici, …).
al punto b. Le istruzioni per lo svolgimento Test finale
dell’attività i vostri studenti le troveranno nel p. 179

PDF delle Attività online, oppure gliele date 26

voi, come qui di seguito.


a. Andate su www.cultura.biografieonline.it,
015-028_U1_NPI1.indd 26 26/4/2019 5:02:14 μμ

cliccate su “Arti”, “Quadri famosi”, “Ritratti Soluzioni: Orizzontali: 6. scortese, 7. buonasera, 10. naso,
famosi” e scegliete un altro ritratto famoso. arrivederla, 12. antipatica, 14. colleghi; Verticali: 1. capelli, 2.
b. Presenta il quadro ai tuoi compagni: usa le basso, 3. finite, 4. dove, 5. fermata, 6. stranieri, 8. uomini, 9.
parole che hai imparato nella sezione F! appuntamento, 13. Prego

Cruciverba F4
Invitate gli studenti a fare un gioco. Su un foglio di carta bianco
Andate sul sito della casa editrice (www.edi-
ogni studente descrive il suo aspetto e il suo carattere, poi pie-
lingua.it), nella sezione Materiali per inse-
ga il foglio seguendo le indicazioni del libro e fa un aeroplani-
gnanti e scuole e scaricate il PDF dei Cruci-
no. Tutti insieme lanciano l’aeroplano, dopo ciascun studente
verba di Nuovissimo Progetto italiano 1
ne raccoglie uno a caso, legge la descrizione fatta e cerca di
Fotocopiate la pagina del cruciverba di questa
indovinare chi è il compagno di classe. Se volete, dopo aver
unità per quanti sono gli studenti. Si tratta di
scritto ciascuno la propria descrizione, invece di fare aeropla-
un’attività che aiuta a memorizzare meglio il
nini, il foglio può essere ripiegato e lasciato sulla cattedra. L’in-
lessico affrontato nell’unità.
segnante mischia per bene tutti i fogli ripiegati, ne tira a caso
È un’attività da svolgere in plenaria: lasciate uno alla volta e li distribuisce agli studenti. In questo modo,
5/10 minuti agli studenti perché leggano le de- ogni studente avrà molto probabilmente non la sua descrizio-
finizioni e risolvino quello che riescono del cru- ne ma quella di altro compagno. La legge e cerca di indovinare
civerba. Poi lasciate loro ancora qualche minu- di chi si tratta.
to perché si confrontino tra loro e infine lavorate
in plenum e risolvetelo con il vostro aiuto.

20
1
1
Conosciamo l’Italia

Unità

Unità
Un nuovo inizio

Fotocopiate la scheda a pagina 10 delle Atti-


Verbania Lecco
Gorizia
Pordenone
VALLE

vità extra e ludiche e distribuite una copia


D'AOSTA

Vercelli

per ogni coppia o gruppo di studenti che avete


Lodi

Mantova

formato.
Forlì
Cesena
Stabilite un tempo (10/15 minuti) per com-
pletare gli schemi con il lessico relativo im-
Urbino Ancona parato in questa unità e in quella preceden-
Macerata
Fermo
te. Fate presente agli studenti di prendere in
Ascoli Piceno considerazione le catagorie “aspetto fisico”
e “carattere”.
Procedete con il riscontro in seduta plenaria.
Frosinone
Isernia Ogni gruppo o coppia ottiene 1 punto per ogni
Barletta
Trani
parola corretta. Vince il gruppo che ottiene
più punti. È importante riassumere il lessico
Andria

Olbia Tempio

Sassari e focalizzarsi su esso. Aggiungiamo che in


italiano abbiamo spesso casi di polisemia.
Ogliastra Ad esempio in questa unità “collega” è usa-
Medio Campidano
to come sostantivo, ma nelle istruzioni degli
esercizi è un verbo!
Carbonia Iglesias

Vibo Valentia

L’Italia: regioni e città


Osservate la cartina.
Enna
Conosciamo l’Italia
1. Quante regioni ha l’Italia? Caltanissetta

2. Quali sono le città più importanti? Chiedete agli studenti cosa sanno dell’Italia
3. Cosa conoscete di queste città?
in generale e raccogliete le informazioni alla
lavagna.
27 Osservate insieme la cartina a pagina 27 del
Libro dello studente con le informazioni date.
015-028_U1_NPI1.indd 27 26/4/2019 5:02:15 μμ C’è qualcosa di nuovo rispetto a quanto pre-
cedentemente detto? Quali città e regioni ri-
F5 sultano maggiormente conosciute?
Invitate gli studenti a turno a descrivere un compagno senza
dirne il nome e lasciate che il resto della classe indovini di chi
si tratta. Usate il riquadro “Ricorda” per formulare le frasi.
L’Italia: regioni e
città
30-40 Potreste proporre una delle Attività online,
F6
presenti sul sito della casa editrice, per cono-
Invitate i corsisti a svolgere per iscritto (30/40 parole, far pre- scere meglio l’Italia.
sente per il conteggio che quando parliamo di “parola” inten- Si tratta di un’attività da svolgere in piccoli
diamo anche il verbo o l’articolo) il compito indicato. Si tratta gruppi o a coppie, preferibilmente va prepara-
di descrivere il miglior amico / la migliore amica. Tale attività ta a casa, per poi riferire in classe. Le istruzio-
potrà essere svolta sia in classe che a casa. In entrambi i casi ni per lo svolgimento dell’attività i vostri stu-
chiedete agli studenti di consegnarvi i propri elaborati affinché denti le troveranno nel PDF, oppure gliele date
possiate restituirli corretti. voi, come qui di seguito.
Andate sul sito dei comuni italiani (www.co-
Attività extra  Se dico muni-italiani.it) e rispondete alle domande:
Se ritenete sia necessaria ancora un’attività per riassumere i a. Qual è il capoluogo della Sicilia? E del
contenuti lessicali, possiamo proporre l’attività extra già svolta Piemonte?
in parte alla sezione B6 e far lavorare gli studenti sulle sezioni b. Quante province ha la Lombardia?
“carattere” e “aspetto fisico”: c. Quale regione ha solo due province?
Dividete la classe in coppie o in piccoli gruppi di 3/4 studenti. d. Scegli un capoluogo di regione che vuoi
visitare, cerca delle foto e presenta la città
ai compagni. 21
nuovissimo nuovissimo
PROGETTO AUTOVALUTAZIONE
Progetto italiano
italiano
Che cosa ricordi delle prime due unità?

1 Sai...? Abbina le due colonne.


1. salutare 1 a. Buonasera Stefania!
2. descrivere l’aspetto 4 b. Abitiamo in via Paolo Emilio, 28.
3. dire l’età 2 c. È una bella ragazza.
4. dare informazioni 5 d. Luca è un ragazzo allegro.
5. descrivere il carattere 3 e. Paolo ha 18 anni.

2 Abbina le frasi.
1. Parli molto bene l’italiano! 5 a. No, per studiare l’italiano.
2. Ciao, come stai? 1 b. Grazie!
3. Io mi chiamo Giorgio. 4 c. Sono spagnolo.
4. Scusi, di dov’è? 3 d. Piacere, Stefania.
5. Sei qui in vacanza? 2 e. Molto bene e tu?

3 Completa.
1. Il contrario di alto:  basso
2. Due regioni italiane:  Lazio    Campania
3. La seconda persona singolare di capire:  capisci
4. La seconda persona plurale di avere:  avete

4 Scopri le sei parole nascoste.


aronasotritetrentapottestazubiondogenminutiplisedici

Controlla le soluzioni a pagina 190.


Sei soddisfatto/a?

La Fontana di Trevi, Roma

28

015-028_U1_NPI1.indd 28 29-Apr-19 4:11:23 PM

Autovalutazione
Invitate gli studenti a svolgere individualmente a casa il test di autovalutazione e a controllare le soluzioni a
pagina 190 del Libro dello studente. Se dovessero incontrare difficoltà, invitate i vostri studenti a chiedere chia-
rimenti.

22
1

Unità
Un nuovo inizio

Grammatica e Lessico Tasks


Distribuite la fotocopia della scheda numero 5 dell’Appendice
attività a ciascuno degli studenti e chiedete di completarla con I task che potreste utilizzare in questa unità
gli elementi grammaticali e lessicali mancanti. sono sempre disponibili sul sito della casa edi-
trice (www.edilingua.it), nella sezione Materiali
Fate confrontare il risultato prima con il compagno di banco
per insegnanti e scuole, Mini progetti (tasks)
e poi con gli schemi presenti nel testo nel corso dell’Unità 1.
di Nuovissimo Progetto italiano 1.
Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su questa at-
Per questa unità sono disponibili due tasks,
tività di ripetizione e controllo e invitateli a riferire eventuali
utili anche per valutare i progressi dei propri
dubbi o argomenti che non sono chiari per poterli discutere in
studenti. Lo scopo è che gli studenti usino l’i-
plenum.
taliano per raggiungere degli obiettivi concre-
ti, extralingusitici, che riproducono situazioni
ed interazioni autentiche concentrandosi sul
Test finale
portare a termine il compito e non sulla forma.
Se svolgete il test finale in classe, è necessario lasciare agli Presentiamo qui il primo dei due, ma ricordia-
studenti il tempo necessario per eseguirlo e al termine proce- mo che ce n’è un secondo (Il/la tuo/a fidanza-
dere con la correzione in plenum che permette agli studenti di to/a ideale).
annotare i propri errori e calcolare autonomamente il proprio
Le città italiane più famose
punteggio.
A coppie, intervistate gli altri studenti della
Qualora lo riteniate più opportuno potete fotocopiare il test e
scuola e chiedete quali città italiane cono-
distribuirlo agli studenti i quali, dopo averlo svolto, vi conse-
scono. Raccogliete le informazioni e fate una
gneranno gli elaborati affinché li possiate correggere.
classifica delle città più conosciute.
Se fate svolgere il test a casa potete ugualmente scegliere di
Preparate una breve presentazione: mostrate
controllarlo in plenum durante l’incontro successivo, oppure
la città sulla cartina, mettete il nome e qualche
farvelo consegnare e restituirlo corretto.
foto.
La correzione in plenum del test può essere utile per tornare a
discutere di questioni affrontate durante l’unità e che neces-
sitano di un ulteriore momento di riflessione.
Ricordate agli studenti la possibilità di esercitarsi con i giochi
sulla piattaforma didattica i-d-e-e.

Attività extra e ludiche  Quiz


Dividete la classe in coppie o piccoli gruppi di 3-4 studenti
Dal PDF delle Attività extra e ludiche, che avete scaricato
dal sito della casa editrice, fotocopiate la pagina 12 e distribu-
ite una copia per ogni coppia o gruppo di studenti.
Date circa 10-15 minuti di tempo per svolgere il quiz, poi in-
vitate gli studenti a individuare e correggere eventuali errori.
Infine, correggete in plenum.
Ogni gruppo ottiene 1 punto per ogni risposta corretta. Vince il
gruppo o la coppia che ottiene il punteggio più alto!
Soluzioni: 1. c; 2. a; 3. c; 4. a; 5. b; 6. a; 7. a; 8. b; 9. c; 10. b; 11.
b; 12. c; 13. a; 14. c; 15. b; 16. a; 17. b; 18. a; 19. a; 20. a

23