Sei sulla pagina 1di 19

TOSSICOLOGIA

AA 2019-2020

Prof. Fabrizio Vincenzi


CONTATTI

Fabrizio Vincenzi
Sezione di Farmacologia
Dipartimento di Scienze Mediche

Tel. Ufficio 0532-455214


E-mail: fabrizio.vincenzi@unife.it

Ricevimento studenti: dal lunedì al venerdì


previo appuntamento via tel o e-mail
PROGRAMMA
1° PARTE: TOSSICOLOGIA GENERALE

- Principi generali di tossicologia: definizioni e obiettivi della


tossicologia; caratteristiche dell’esposizione alle sostanze
tossiche; test tossicologici e relazione dose-risposta; proprietà
chimico-fisiche delle sostanze tossiche
- Tossicocinetica: assorbimento, distribuzione,
biotrasformazione ed escrezione di sostanze tossiche in
relazione alle loro proprietà chimico-fisiche
- Tossicodinamica: meccanismi d’azione generali delle sostanze
tossiche; interazione degli xenobiotici con macromolecole
biologiche (proteine, lipidi e acidi nucleici); neurotrasmissione
e meccanismi molecolari di neurotossicità; meccanismi di
danno e morte cellulare; meccanismi di difesa e riparazione da
parte dell’organismo
PROGRAMMA
1° PARTE: TOSSICOLOGIA GENERALE

- Cancerogenesi chimica: cancerogeni chimici genotossici ed


epigenetici; fasi della cancerogenesi (iniziazione, promozione e
progressione); mutazioni, apoptosi e proliferazione come
eventi alla base della cancerogenesi; oncogeni ed
oncosoppressori; esempi di sostanze chimiche cancerogene di
origine antropica e naturale

- Teratogenesi: principi generali di teratogenesi chimica;


esempi di agenti teratogeni
PROGRAMMA
2° PARTE: TOSSICOLOGIA SPECIALE
Verranno presentate le principali classi di sostanze tossiche di origine antropica e
naturale. Per ogni classe di xenobiotici verranno descritte le caratteristiche
chimico-fisiche, gli usi e le fonti di esposizione, le proprietà tossicocinetiche, le
proprietà tossicodinamiche e le manifestazioni di tossicità

Le principali classi di xenobiotici di interesse tossicologico che


verranno affrontate durante il corso sono le seguenti:
- Pesticidi
- Metalli e metalloidi
- Composti inorganici
- Idrocarburi
- Composti organici ossigenati
- Composti organici azotati
- Composti organici alogenati
Materiale didattico
- Slide delle lezioni

Testi consigliati per eventuali approfondimenti:


Marzano, Medana Watkins, Klaassen Klaassen
Casarett & Doull Galli, Corsini, Marinovich
Chimica Tossicologica Casarett & Doull
Elementi di Tossicologia Tossicologia
(Ed. Piccin) Tossicologia
(Ed. Casa Editrice (Ed. Piccin)
(Ed. EMSI)
Ambrosiana)
Modalità d’esame
L’esame è strutturato in una prova scritta composta da 31 domande
a risposta multipla

Per ogni domanda 4 possibili risposte di cui una sola corretta

Ad ogni risposta corretta verrà assegnato 1 punto.

Tipica domanda d’esame:

1) Qual è il meccanismo d’azione degli insetticidi carbammati?


□ A) Il mimetismo molecolare con il fosfato
□ B) Interferiscono con i canali del sodio voltaggio-dipendenti
□ C) Inibiscono l’enzima acetilcolinesterasi
□ D) Agiscono come antagonisti dei recettori colinergici nicotinici
INTRODUZIONE ALLA TOSSICOLOGIA
DEFINIZIONI
TOSSICOLOGIA: scienza che studia la natura e i meccanismi
degli effetti dannosi delle sostanze chimiche sugli organismi
viventi

Scienza multidisciplinare

MEDICINA ECOLOGIA
BIOCHIMICA E
CHIMICA Le sostanze Le sostanze
FISIOLOGIA
tossiche tossiche possono
È la struttura chimica determinano Le sostanze avere un impatto
di una sostanza che conseguenze tossiche alterano i sugli ecosistemi
determina la sua dannose processi biochimici
capacità di indurre sulla salute e fisiologici degli
un effetto tossico organismi
DEFINIZIONI
SOSTANZA TOSSICA (o TOSSICO): qualsiasi sostanza in grado di
esplicare effetti dannosi sugli organismo viventi

TOSSINA: sostanza tossica prodotta da organismi viventi

VELENO: sostanza chimica che presenta solamente effetti dannosi

XENOBIOTICO: sostanza naturale o di sintesi estranea ad un


organismo, che non è un normale nutriente e non fa parte del suo
normale metabolismo
Nel caso di uno xenobiotico naturale, la sostanza può essere uno
xenobiotico per un organismo ma non per un altro
(ad esempio: la NICOTINA è uno xenobiotico per l’uomo ma non per la
pianta di tabacco)
ETIMOLOGIA
L’etimologia del termine TOSSICO ha due ipotesi convergenti:
1) deriva dal greco toxikon pharmakon
Espressione che i riferisce al veleno applicato alla punta delle frecce per renderle letali
In greco antico toxon significa arco e TOX-IKON si potrebbe tradurre con «di pertinenza
dell’arco»
Pharmakon = medicina/veleno

2) deriva dal latino TAXICUM


Ovvero il tasso, un albero (detto anche albero della
morte) dalle cui bacche si estraeva la sostanza per
avvelenare le frecce (che tra l’altro venivano fatte con il
legno di tasso)

La tossicologia è una scienza antica,


le cui origini possono essere
rintracciate al tempo in cui l’uomo
primitivo usava veleni ed estratti
vegetali per cacciare, combattere e
uccidere.
L’EVOLUZIONE DELLA TOSSICOLOGIA

Prima della Rivoluzione Industriale la tossicologia


era semplicemente la SCIENZA DEI VELENI
1) Valutazioni empiriche degli effetti dannosi delle sostanze di origine naturale (vegetale,
animale o minerale)

2) Utilizzo di sostanze tossiche di origine naturale a scopo di avvelenamento

Antico Egitto. Il Papiro Ebers (circa 1500 AC, il primo


«trattato medico» di cui siamo a conoscenza)
contiene già molte informazioni sugli effetti di veleni
come cicuta, aconito, oppio e alcuni metalli
L’EVOLUZIONE DELLA TOSSICOLOGIA

L’utilizzo di veleni accompagna la storia dell’uomo,


in particolare a fini politici, per uccidere nemici
oppure amanti
Alcuni dei casi più noti

Cleopatra sperimentava la
stricnina sui prigionieri

Stricnina
Alcaloide tossico
ottenuto dai semi di
Alla fine si suicidò con il veleno di un piante del genere
serpente (altre ipotesi parlano di una Strychnos
mistura di veleni tra cui oppio) Provoca convulsioni
e morte per blocco
respiratorio
L’EVOLUZIONE DELLA TOSSICOLOGIA

Socrate morì per avvelenamento con un infuso


di cicuta

Coniina
Neurotossina
contenuta nella cicuta

Nerone, il folle imperatore di Roma, prese il


potere dopo che sua madre Agrippina avvelenò il
precedente imperatore Claudio con dei funghi
tossici della specie Amanita phalloides

Contiene α-amanitina, che inibisce la sintesi


proteica e provoca la morte nel giro di 12-48 ore α-amanitina
L’EVOLUZIONE DELLA TOSSICOLOGIA

Arsenico: il veleno dei re e il re dei veleni


Le caratteristiche dei composti inorganici dell’arsenico (insapori, incolori, solubili
in acqua, non rilevabili) hanno reso l’arsenico uno dei veleni più utilizzati

L’arsenico era il veleno utilizzato


dalla famiglia Borgia per
commettere i suoi venefici

Negli ultimi due secoli l’arsenico viene


ampiamente utilizzato per uccider mariti e
amanti, fino a vere e proprie serial killer
chiamate in criminologia VEDOVE NERE
L’EVOLUZIONE DELLA TOSSICOLOGIA

La tossicologia moderna nasce però con la seconda rivoluzione industriale


(e chimica), attraverso la quale l’uomo da una parte compie enormi
progressi economici e tecnologici, dall’altra, senza la corretta conoscenza
dei rischi tossicologici, immette nell’ambiente enormi quantità di
sostanze naturali e sintetiche potenzialmente pericolose

Non conoscendo i rischi, molti


lavoratori erano esposti a
sostanze tossiche cancerogene:
- Ammine aromatiche nei
coloranti delle industrie tessili
- Idrocarburi policiclici
aromatici nella combustione
del carbone
- Lavoratori delle miniere di
amianto
- Ecc…
EVENTI CHE HANNO ATTIRATO L’ATTENZIONE
SULLA TOSSICOLOGIA NEL SECOLO SCORSO
1929 − Il Ginger Jake, una bevanda alcolica prodotta
illegalmente durante il proibizionismo contaminata con
tricresilfosfato (TCP), causa la paralisi di circa 50.000 persone
(Il TCP è utilizzato come plastificante!)

1938 − Gerhard Schrader, chimico tedesco, sintetizza


accidentalmente i gas nervini sarin, tabun, soman e ciclosarin (poi
usati come armi chimiche) mentre prova a sviluppare gli insettici

1950 − La baia di Minimata (Giappone) viene contaminata da mercurio


industriale con migliaia di adulti e bambini avvelenati dal consumo di
pesce contenente metilmercurio.

1960 − La tragedia della talidomide: nascono


più di 10.000 bambini con malformazioni
congenite (mancanza o ridotto sviluppo di
braccia e gambe) legate all’uso di questo
farmaco in gravidanza
EVENTI CHE HANNO ATTIRATO L’ATTENZIONE
SULLA TOSSICOLOGIA NEL SECOLO SCORSO

1971 – Avvelenamento da mercurio in Iraq: semi di frumento


contaminato con un pesticida a base di mercurio vengono consumati
dagli iracheni con l’avvelenamento di circa 40.000 persone.

1976 – Seveso: fuoriuscita di una nube di diossina. La


nube tossica investe una vasta area di terreni nei comuni
limitrofi della bassa Brianza.

Fine anni 90 – Nel fegato degli orsi polari vengono riscontrati alti
livelli di policlorobifenili (PCB), prodotti a livello industriale dal
1930 al 1990 (a migliaia di km di distanza dal Polo Nord!)
Al giorno d’oggi l’uomo (e gli altri organismi viventi) è
esposto a numerosissime sostanze potenzialmente tossiche
COSMETICI
PESTICIDI METALLI PESANTI

EMISSIONI PRODOTTI DI
AGENTI CHIMICI INDUSTRIALI COMBUSTIONE

TOSSINE DI MICRORGANISMI
ANIMALI O PIANTE FARMACI E DROGHE ADDITIVI ALIMENTARI

Implicazioni: Industriali, Politiche, Economiche, Etiche, Ambientali, Sociali, Mediche