Sei sulla pagina 1di 1

M: Nella Cina le SOE sono molto incompetenti e il grande dibattito è su come toglierle.

Cina stato
autoritario imperiale con un potere di mercato in cui l’impero controlla una parte di economia non c’è
socialismo in cina da 50 anni c’era con Mao e morivano di fame. Sistema di mercato autoritario sul piano
politico dove c’è un elite di un milione di persone che per ragioni proprie controllano una parte economica
dello stato e quella fetta che controllano loro la gestiscono anche male. Quando la Cina ha iniziato a
industrializzarsi ti mettevano nell’Hotel dell’aviazione. C’è un sistema autoritario ma non è il socialismo. C’è
un sistema più complesso, di finte di permessi di corruzione di alcuni rapporti inventati nevralgici ma non
c’è il socialismo. Tenete conto che la Cina nel piano politico no ma economicamente sulle misure
economiche investimenti opere pubbliche in realtà è quasi un paese federale le regioni hanno un loro grado
di autonomia infatti una discussione che c’è è “dovremmo centralizzare di più dovremmo decentralizzare”

La provincia Ubey ha la stessa popolazione dell’italia

La provincia Quand dong più grande

Sono cose grosse quindi le autorità regionali hanno una forte autonomia di potere

Giulio: io mi interesso di sanità pubblica ma non sono un esperto bisogna ammettere la propria ignoranza.
La sanità è uno di quei campi dove vedi l’ideologia. Pubblico o privato non è quello il punto il punto è
gestirlo bene e tagliare la corruzione al minimo. Il concetto misto è il migliore nel senso che se stai male
non è colpa tua quindi tutti quanti dovremmo avere le stesse condizioni di partenza e il pubblico garantisce
questo.

INIZIO DEL FILM

È diventato tutto ridotto a comunismo fascismo, capitalismo statalismo così piatto che rende impossibile la
discussione per persone intelligenti, al che le persone intelligenti o recitano la parte e vendono paccottiglia
e secondo me ce ne è più di uno oppure è un livello di discussione per persone con capacità cognitive e
cultura limitata perché non si può impostare la discussione di socialismo e libero mercato in quella forma 0
o 1 è perfettamente privo di senso. A livello teorico se uno fa teoria ma allora cambia puoi costruire modelli
che teorizzano l’una e l’altra l’abbiamo provato da anni, nel cielo della teoria sono equivalenti, la perfetta
concorrenza implica il socialismo e il socialismo implica la perfetta concorrenza primo e secondo teorema
del welfare sono delle pippe che van bene per il teorico per avere un punto di riferimento. Se dobbiamo
però ragionare concretamente su cosa fare in italia o in Inghilterra allora bisogna ragionare sulle evidenze
per questo che gli ISMI mi stanno sulle palle perché posso concordare con queste correnti per l’80% ma è
pura coincidenza, nel senso che se le cose cambiano cambio opinione invece il tipico liberista o comunista
rimane fermo li. Spingono i sermoni. Te l’hai capito l’emanuele felice che vuole lo stato imprenditore in uno
stato come l’italia dove ci sono gli arcuri che distruggono il paese? Da dove può venire una idea del genere
se non da ideologismo cieco oppure una mala fede di forma intellettuale perché siccome vendendo
quell’immondizia fai carriera o ti sembra di fare carriera perché fai editoriali su repubblica e te li fanno fare
solo perché scrivi stronzate. (arrivato a un quarto)