Sei sulla pagina 1di 8

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n.

649004 Copia € 1,00 Copia arretrata € 2,00

L’OSSERVATORE ROMANO GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLIII n. 99 (46.343) Città del Vaticano lunedì-martedì 29-30 aprile 2013
.
Papa Francesco cresima quarantaquattro fedeli e invita i giovani a scommettere sulle cose grandi

Il coraggio di andare controcorrente


Appello per la tutela della dignità e della sicurezza dei lavoratori dopo il crollo della fabbrica in Bangladesh

Con un invito ad avere il coraggio il Signore, lasciare che il suo Spirito cuore» e «non ci sono difficoltà, tri-
di «andare controcorrente» e a trasformi le nostre zone d’ombra, i bolazioni, incomprensioni che ci de-
scommettere «sui grandi ideali», Pa- nostri comportamenti che non sono vono far paura. Questo anche e so-
pa Francesco si è rivolto ai 44 fedeli secondo Dio e lavi i nostri peccati, è prattutto se ci sentiamo poveri, de-
cresimati durante la messa presiedu- un cammino che incontra tanti osta- boli, peccatori, perché Dio dona for-
ta domenica mattina, 28 aprile, in coli, fuori di noi, nel mondo e anche za alla nostra debolezza, ricchezza
piazza San Pietro. Partecipando al dentro di noi, nel cuore» ha ricorda- alla nostra povertà, conversione e
primo grande avvenimento dell’An- to. Ma — ha subito aggiunto — «le perdono al nostro peccato». Infatti
no della fede, Papa Bergoglio ha of- difficoltà, le tribolazioni, fanno parte noi cristiani «non siamo scelti dal
ferto ai presenti «tre semplici e brevi della strada per giungere alla gloria Signore per cosine piccole», ha con-
pensieri su cui riflettere». di Dio». Per questo non bisogna cluso esortando ad andare «sempre
Il primo pensiero è stato sulla «scoraggiarsi. Abbiamo la forza del- al di là, verso le cose grandi».
«novità di Dio» che «non assomi- lo Spirito Santo per vincere queste Al termine il Pontefice ha guidato
glia alle novità mondane, che sono tribolazioni». la preghiera mariana del Regina
tutte provvisorie. La novità che Dio Infine il terzo pensiero è stato per Caeli, rivolgendo un pensiero alle
dona alla nostra vita — ha spiegato i giovani cresimandi. «Rimanete sal-
prendendo spunto dalla seconda let- vittime del crollo di una fabbrica in
di nel cammino della fede — ha det- Bangladesh e lanciando un «appello
tura — è definitiva, e non solo nel
to loro il Santo Padre — con la fer- affinché sia sempre tutelata la digni-
futuro, quando saremo con Lui, ma
ma speranza nel Signore. Qui sta il tà e la sicurezza del lavoratore».
anche oggi: Dio sta facendo tutto
nuovo, lo Spirito Santo ci trasforma segreto del nostro cammino», perché
veramente e vuole trasformare, an- «andare controcorrente fa bene al PAGINA 8
che attraverso di noi, il mondo in
cui viviamo». Da qui la consegna ad
aprire «la porta allo Spirito», la-
sciando «che l’azione continua di Nuovi attentati causano sedici vittime
Dio, ci renda uomini e donne nuovi.
Che bello — ha commentato — se
ognuno, alla sera potesse dire: oggi
a scuola, a casa, al lavoro, guidato
Non si ferma
da Dio, ho compiuto un gesto di
amore».
Per il secondo pensiero Papa
la violenza in Iraq
Francesco ha ripreso la lettura tratta
dagli Atti degli apostoli (14, 22). Il
cammino della Chiesa, come anche
«il nostro cammino cristiano perso-
nale, non sono sempre facili. Seguire

A dieci anni dall’inizio del conflitto nella regione sudanese i combattimenti non conoscono sosta

Darfur senza pace


KHARTOUM, 29. A dieci anni ternazionali come la crisi umanitaria Il conflitto per il predominio terri- A seguito della recrudescenza dei
dall’inizio del sanguinoso conflitto più dimenticata del mondo — è stata toriale e il controllo delle risorse del- combattimenti, tra luglio e agosto
nel Darfur — un’emergenza umanita- dedicata ieri una Giornata mondiale. la regione nel Darfur — iniziato nel del 2006, il Consiglio di sicurezza
ria che va avanti giorno dopo giorno Manifestazioni sono state organizza- febbraio del 2003, quando in Sudan delle Nazioni Unite approvò la Ri-
nel silenzio della maggiore parte dei te a Roma, Londra, Parigi e non si era ancora placata la guerra soluzione 1706, che prevedeva la
media mondiali — le violenze in que- Washington. Al corteo di Roma — si civile tra il Governo sudanese e il missione Unamid: una nuova forza
sta vasta regione del Sudan occiden- legge in un comunicato — erano pre- movimento separatista del sud — ve- di pace composta da 20.000 caschi
tale non si fermano e gli sfollati so- senti molti rifugiati, che hanno pro- de contrapporsi i Janjawid (letteral-
no ancora centinaia di migliaia. blu dell’Onu per sostituire o affian-
testato contro il presidente sudanese, mente “demoni a cavallo”), un grup- care i 7.000 uomini dell’Unione afri-
Gli ultimi scontri a fuoco, segna- Omar Hassan Al Bashir, sul cui ca- po di miliziani arabi reclutati fra i
lati di recente nel Nord Darfur no- cana, al momento presenti sul cam-
po pende un mandato di arresto del- membri delle locali tribù nomadi dei
nostante la firma, due anni fa, di un po. Il Sudan avanzò forti obiezioni
la Corte penale internazionale Baggara, e la popolazione non Bag-
accordo di pace tra il Governo del dell’Aja con l’accusa di genocidio. gara della regione (principalmente nei confronti della Risoluzione, di-
Sudan e alcuni gruppi ribelli, hanno Nelle varie capitali, i dimostranti composta da tribù dedite all’agricol- chiarando che un intervento militare
L’autobomba esplosa nella provincia di Diywaniya (Reuters)
provocato la fuga nel confinante hanno chiesto ai leader mondiali di tura). Il Governo di Khartoum, pur delle forze militari delle Nazioni
Ciad di decine di migliaia di perso- spendere tutte le risorse a loro di- negando ufficialmente di sostenere i Unite in Darfur sarebbe stato consi-
ne, soprattutto donne e bambini. derato come una invasione. Proprio BAGHDAD, 29. Sedici persone sono stanti e miliziani islamici. Il primo
sposizione per porre fine alla soffe- Janjawid, ha fornito loro armi e assi-
L’emergenza più grave dall’inizio per questo, i militari sudanesi dette- morte e oltre 70 sono rimaste ferite
renza della popolazione del Darfur e stenza tecnica e logistica e ha parte- ministro, Nuri Al Maliki, ha lancia-
del 2013 è stata registrata nell’area ro il via a un’imponente offensiva
delle altre aree del Sudan sotto at- cipato ad attacchi congiunti rivolti per l’esplosione questa mattina di to l’allarme per un contagio degli
del Jebel Amir, zona collinare del
tacco, compreso il Nilo Azzurro e il sistematicamente contro i gruppi et- nella regione occidentale, che da al- quattro autobombe nelle province scontri interconfessionali dalla vici-
Nord Darfur, dove non meno di
Sud Kordofan. nici Fur, Zaghawa e Masalit. lora non si è più fermata. sciite di Amara e Diywaniya nel na Siria. Le tensioni esplose con gli
venticinque villaggi sono stati com-
sud dell’Iraq. Le prime due esplo- scontri degli ultimi sei giorni sono
pletamente rasi al suolo, con centi-
naia di vittime e migliaia di sfollati. sioni sono avvenute ad Amara, 300 arrivate da oltre frontiera, dopo es-
Gli scontri tra alcune comunità in chilometri a sud-est di Baghdad, sere «cominciate altrove nella re-
lotta tra loro per il controllo di una uccidendo almeno 9 persone e fe- gione», ha affermato Al Maliki. E
Clima di tensione durante il giuramento per la sparatoria davanti a Palazzo Chigi rendone altre 40. La terza deflagra-
miniera d’oro hanno inoltre spinto l’autorità a Baghdad che tiene sot-
alla fuga altri 90.000 civili inermi. zione a Diywaniya, 150 chilometri a
Sulla base delle ricostruzioni dispo-
nibili, le ostilità sono iniziate nei
Il Governo della responsabilità sud della capitale, dove un’auto-
bomba esplosa in un mercato ha
causato 2 morti e 27 feriti. La quar-
to controllo l’informazione ha an-
nunciato oggi di aver sospeso la li-
cenza a dieci televisioni satellitari. I
pressi del giacimento minerario di
È nato in Italia il Governo guida- ta bomba vicino a un ristorante a canali «hanno esagerato i fatti, dif-
Kabkabiya. A combattersi — infor-
to da Enrico Letta. Ieri, domenica Kerbala ha causato cinque vittime. fondendo disinformazione e inci-
mano fonti locali — sarebbero grup-
pi di uomini armati di comunità ara- 28, il giuramento nelle mani del Sono più di 440 le persone morte tando con il loro linguaggio a vio-
be, i Beni Hussein e i Rizegat, ed presidente della Repubblica Gior- nell’ultimo mese in Iraq, Paese lare la legge e attaccare le forze di
alcune etnie nomadi. gio Napolitano. Oggi in serata, il messo in ginocchio dalla violenza sicurezza. Così viene minacciato il
E a dieci anni dai primi scontri a voto di fiducia alla Camera dopo settaria tra sunniti e sciiti e dalle processo di democratizzazione», ha
fuoco, la situazione umanitaria è or- il discorso programmatico del pre- rappresaglie tra esercito, manife- detto un portavoce.
mai al limite del collasso. Nel corso sidente del Consiglio. Proprio
della crisi nel Darfur sono morte cir- mentre i ventuno ministri erano al
ca 300.000 persone, ma ora l’aspetto Quirinale per giurare, davanti a
più preoccupante riguarda i rifugiati, Palazzo Chigi, sede del Governo,
che ammontano a circa due milioni
e mezzo e sono costretti a sopravvi-
ha avuto luogo una sparatoria che
per alcune ore ha gettato il centro
NOSTRE INFORMAZIONI
vere nei campi profughi in condizio- di Roma nel caos. Un uomo ha
Il Santo Padre ha ricevuto que- Loro Eccellenze Reverendissime
ni precarie, sottoposti anche a vio- esploso alcuni colpi di pistola con-
lenze e ad attacchi. Nei campi di ac- tro i carabinieri in servizio feren- sta mattina in udienza: i Monsignori:
coglienza le condizioni di vita dei done due. Il brigadiere Giuseppe Sua Eminenza Reverendissi- — Ettore Balestrero, Arcive-
profughi sono notevolmente peggio- Giangrande, cinquantenne, rag- ma il Signor Cardinale Zenon scovo titolare di Vittoriana,
rate e si muore di dissenteria, mala- giunto al collo da una pallottola, Grocholewski, Prefetto della
ria e tante altre patologie che nel versa in gravi condizioni. Non de- Nunzio Apostolico in Colom-
Congregazione per l’Educazio- bia, con i Familiari;
mondo occidentale sarebbero invece stano invece preoccupazioni le
ne Cattolica;
facilmente curabili. condizioni dell’altro carabiniere fe-
y(7HA3J1*QSSKKM( +%!z!&!%!z

Sua Eccellenza Reverendissi- — Michael W. Banach, Arci-


L’assistenza alla popolazione è rito, il trentenne Francesco Negri,
stata di molto ridotta, in particolare colpito a una gamba. Unanime la ma Monsignor Nikola Eterović, vescovo titolare di Memfi, Nun-
nelle aree di Dar al Salam e Shangil condanna delle istituzioni e di tut- Arcivescovo titolare di Cibale, zio Apostolico in Papua Nuova
Tobaya, dove le autorità locali han- te le forze politiche, mentre gli in- Segretario Generale del Sinodo Guinea, con i Familiari;
no imposto restrizioni alla distribu- quirenti cercano ancora di fare lu- dei Vescovi.
zione di beni primari come medici- ce sulle motivazioni dell’esecrabile — Brian Udaigwe, Arcivesco-
ne, coperte e scorte alimentari. gesto. vo titolare di Suelli, Nunzio
E all’emergenza Dafur — in quella Il Santo Padre ha ricevuto Apostolico in Benin, con i Fa-
che è stata definita dagli esperti in- Enrico Letta durante la presentazione del programma di governo alla Camera dei deputati (Ansa) PAGINA 2 questa mattina in udienza le miliari.
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 29-30 aprile 2013

In Islanda sconfitto il centro-sinistra Misure sollecitate dalla troika Alle Camere per ottenere la fiducia il nuovo Esecutivo guidato da Enrico Letta

Quindicimila
Un voto statali Il Governo
in meno
contro l’austerità per la Grecia della responsabilità
ATENE, 29. Il Parlamento greco ha ROMA, 29. È improntato al tema speciale per definire la natura di Graziano Delrio; ministro della
approvato una legge con nuove della responsabilità e dell’impegno questo Governo. È un Governo po- Coesione territoriale, Carlo Trigilia;
misure di rigore, sollecitate dalla comune per condurre il Paese fuori litico, formato nella cornice istitu- ministro per i Rapporti con il Parla-
troika (Unione europea, Fondo dalla crisi il discorso che questo po- zionale e secondo la prassi. Nato da mento e per il Coordinamento del
monetario internazionale, e Banca meriggio Enrico Letta, nuovo presi- forze politiche che garantiranno al Governo, Dario Franceschini; mini-
centrale europea) per ottenere l’ul- dente del Consiglio dei ministri ita- Governo la fiducia nelle due Came- stro per le Riforme costituzionali,
tima tranche degli 8,8 miliardi di liano, tiene alla Camera dei deputati re, così come richiesto dalla Costitu- Gaetano Quagliariello; ministro per
euro di aiuti, tra cui la riforma del prima del voto di fiducia. Ieri, do- zione». l’Integrazione, Cécile Kyenge; mini-
menica, è stato il giorno del giura- Il nuovo Esecutivo italiano è
settore pubblico. Il via libera, do- stro per le Pari opportunità, dello
mento del nuovo Esecutivo nelle composto da ventuno ministri, otto
po un complesso dibattito parla- Sport e delle Politiche giovanili, Jo-
mani del presidente della Repubbli- dei quali senza portafoglio. Nella
mentare, è arrivato con 168 voti a sefa Idem; ministro della Pubblica
ca, Giorgio Napolitano. Sulla ceri- compagine governativa figurano ben
favore e 123 contrari. Le misure sette donne. Vicepresidente del amministrazione e della Semplifica-
monia è pesato il clima di tensione zione, Gianpiero D’Alia. Nella pri-
approvate prevedono, in particola- Consiglio dei ministri e ministro de-
determinato dalla sparatoria davanti ma riunione del Consiglio dei mini-
re, la riduzione di 15.000 dipen- a Palazzo Chigi, un avvenimento gli Interni è Angelino Alfano; mini-
denti statali entro la fine del 2014, stro degli Affari esteri, Emma Boni- stri, svoltasi ieri, è stata inoltre ap-
che — qualunque sia la lettura provata la nomina di Filippo Patro-
di cui 4.000 già quest’anno. dell’esecrabile gesto — ha reso evi- no; ministro della Giustizia, Anna
La nuova legge pone, dunque, Maria Cancellieri; ministro della Di- ni Griffi a sottosegretario alla Presi-
dente la necessità di moderare i toni denza del Consiglio.
fine alla garanzia del posto di la- del confronto politico e sociale. fesa, Mario Mauro; ministro
voro a vita per gli statali. I tagli dell’Economia e delle Finanze, Fa- La nascita del Governo italiano
Da ieri, dopo oltre due mesi dalle
dovrebbero riguardare, progressi- brizio Saccomanni; ministro dello ha avuto vasta eco sulla stampa in-
elezioni politiche, l’Italia ha final-
vamente, i dipendenti sanzionati mente un Governo. Un Esecutivo di Sviluppo economico, Flavio Zano- ternazionale e molti sono stati i
larghe intese, che — come ha sottoli- nato; ministro delle Infrastrutture e messaggi pervenuti al nuovo presi-
per corruzione o incompetenza, i
neato sabato il presidente Napolita- dei Trasporti, Maurizio Lupi; mini- dente del Consiglio: dalle «calorose
prepensionati volontari e i dipen-
Sostenitori del Partito del progresso festeggiano la vittoria (LaPresse/Ap) no dopo che Letta aveva sciolto la stro delle Politiche agricole, alimen- congratulazioni» del presidente de-
denti di agenzie o uffici pubblici gli Stati Uniti Barack Obama, al
riserva — «era ed è l’unico possibi- tari e forestali, Nunzia De Girola-
soppressi. Il voto è giunto a ridos- «pieno appoggio» espresso dai ver-
le». Da qui l’auspicio, che si potreb- mo; ministro dell’Ambiente, della
REYKJAVÍK, 29. L’opposizione di di 1.500. Alta l’affluenza, con l’83 so della fine della sessione parla- Tutela del territorio e del mare, An- tici dell’Unione europea. Il primo,
mentare, prima delle festività per be leggere anche come un monito
centro-destra ed euroscettica ha vin- per cento degli aventi diritto che si da parte del Capo dello Stato: il drea Orlando; ministro del Lavoro e in ordine di tempo, è stato il mes-
to le elezioni legislative di ieri in è recato alle urne. L’incarico di pri- la Pasqua ortodossa, mentre mi- delle Politiche sociali, Enrico Gio- saggio del presidente permanente
Governo si metta a lavorare «rapi-
Islanda. Il Partito dell’indipenden- mo ministro andrà a Benediktsson. gliaia di persone protestavano vannini; ministro dell’Istruzione, del Consiglio europeo, Herman Van
damente e in spirito di fervida coe-
za (destra conservatrice, di Bjarni Tutta la campagna elettorale è fuori dal Parlamento di Atene. sione, senza conflittualità pregiudi- dell’Università e della Ricerca, Ma- Rompuy, che si è detto sicuro che
Benediktsson) ha infatti ottenuto il stata dominata dal malcontento de- Contro le nuove misure, l’Ade- ziali e con reciproco rispetto». ria Chiara Carrozza; ministro dei sotto la guida di Letta sarà dato un
26,7 per cento dei voti e il Partito gli islandesi, in particolare sulla dy (uno dei due maggiori sindaca- Novità, freschezza e competenza, Beni e delle Attività culturali e del «forte impulso» alla stabilità politi-
del progresso (centrista e agrario, di questione del loro indebitamento: ti greci, che raggruppa i dipen- sono, secondo il presidente italiano, Turismo, Massimo Bray; ministro ca del Paese. Van Rompuy — che ha
Sigmunder Davio Gunlauggsson) statistiche ufficiali parlano di una denti statali) ha già annunciato le caratteristiche che contraddistin- della Salute, Beatrice Lorenzin; mi- anche ringraziato Mario Monti per
ha avuto il 24,3 per cento; entram- famiglia su dieci in ritardo nei pa- per mercoledì una manifestazione guono la squadra guidata da Letta. nistro degli Affari europei, Enzo il lavoro svolto nell’interesse
be le formazioni — già favorite in gamenti dei mutui per la casa o nei di protesta davanti alla sede «Non c’è bisogno — ha voluto chia- Moavero Milanesi; ministro degli dell’Italia, dell’Eurozona e dell’inte-
tutti i sondaggi prima del voto — rimborsi di prestiti immobiliari. dell’Assemblea nazionale. rire Napolitano — di alcuna formula Affari regionali e delle Autonomie, ra Europa — ha sottolineato che il
ottengono lo stesso numero di seg- nuovo Governo potrà contare sul
gi, diciannove, mettendosi nella po- pieno sostegno delle istituzioni
sizione di governare assieme. dell’Ue per portare avanti le riforme
Una consultazione che ha punito per la crescita e l’occupazione, già
la coalizione di centro-sinistra, le Per ridare slancio alla ripresa e alla creazione di nuovi posti di lavoro avviate «nel rispetto di finanze pub-
cui ricette economiche ispirate bliche sane». Poco dopo è giunto il
all’austerità e al rigore — che hanno
comunque permesso all’isola di
uscire dalla recessione, con un pro-
Obama chiede al Congresso messaggio della Casa Bianca con il
quale Obama si è congratulato con
Letta evidenziando che «gli Stati
dotto interno lordo in salita e una
disoccupazione in calo — non sono
piaciute agli elettori. Gli islandesi
misure contro i tagli automatici alla spesa Uniti e l’Italia condividono un’ami-
cizia duratura ed essenziale, costrui-
ta su valori condivisi e un impegno
hanno invece preferito virare a de- WASHINGTON, 29. Il presidente de- per cento, in accelerazione rispetto comune per promuovere la pace, la
stra, che ha promesso più crescita e gli Stati Uniti, Barack Obama, va all’ultimo trimestre 2012, ma sempre libertà e la prosperità sia a livello
meno austerità. Salita al potere nel contro i tagli automatici alla spesa meno delle attese. Gli Stati Uniti regionale sia a livello globale anche
2009 dopo il fallimento delle gran- pubblica e chiede al Congresso di come alleati della Nato». Il presi-
sono ormai in crescita da 15 trime-
di banche, e dopo avere lanciato sostituirli «prima che creino altri dente statunitense — si legge nel
stri consecutivi, ma la ripresa è len-
nel 2009 la campagna di adesione danni». Nel suo discorso radiofoni- messaggio — «è impaziente di lavo-
ta, decisamente più lenta rispetto ai
all’Unione europea, l’Alleanza so- co settimanale Obama ha fatto sa- rare insieme al presidente del Consi-
cialdemocratica — guidata dal pre- precedenti storici, e da quando è
pere che la sua Amministrazione in- glio Letta e al presidente Napolita-
mier, Jóhanna Sigurðardóttir — è iniziata la crisi ci sono ancora tre
tende approvare le misure che con- no, mentre i due Paesi stanno cer-
scesa al 12,9 per cento, perdendo milioni di posti di lavoro in meno. I
sentiranno alla Faa (la Federal Ad- cando insieme di promuovere il
più della metà della sua rappresen- tagli automatici alla spesa vanno commercio, il lavoro e la crescita su
ministration Aviation) di intervenire «sostituiti» con «misure più bilan-
tanza con nove deputati, mentre il con misure di emergenza per mette- ambedue le sponde dell’Atlantico».
Movimento verde di sinistra ha ot- ciate per la riduzione del deficit e Dopo l’incertezza politica regi-
re fine alle difficoltà del trasporto del debito» che sostengano allo
tenuto sette seggi (10,9 per cento). strata nelle ultime settimane — han-
aereo: la settimana scorsa ritardi e stesso tempo — ha messo in eviden-
Il partito Avvenire radioso, movi- no infine dichiarato fonti di Moo-
disagi hanno infatti messo in ginoc- za la Casa Bianca — la crescita e la
mento a favore dell’Ue, ha invece dy’s — «un mandato chiaro sulle ri-
chio il trasporto aereo americano, a creazione di posti di lavoro.
avuto l’8,2 per cento dei voti e sei forme strutturali sarebbe positivo
causa dei tagli automatici alla spesa Nel primo trimestre 2013 il pil è
deputati. per il rating dell’Italia». Ma l’agen-
che sono entrati in vigore colpendo
La grande novità è il successo aumentato anche grazie a un au- zia conclude rilevando come a suo
i controllori del traffico.
elettorale del Partito dei pirati, una mento dei consumi, cresciuti del 3,2 giudizio «le prospettive di progresso
Ora la Faa potrà agire con flessi-
sorta di movimento che propugna per cento: il tasso più alto dal quar- delle riforme economiche siano
bilità, ma per Obama quella del
la libertà del web e che entra per la to trimestre 2010. Un aumento rea- piuttosto deboli».
Congresso è solo «una una misura
prima volta in un Parlamento na- lizzato nonostante il brusco calo del
tampone: un cerotto su una ferita,
zionale con tre deputati (5,1 per reddito disponibile, sceso del 5,3 per
non possiamo mettere cerotti su
cento dei consensi). I candidati per cento ai minimi dal 2009. Gli ameri-
il rinnovo dei 63 seggi dell’Althing, ogni ferita». Il Congresso ha appro-
vato «misure temporanee: questi ta- cani hanno continuato a spendere: il
il Parlamento nazionale erano più
gli automatici colpiranno servizi es- tasso di risparmio è infatti crollato
ai minimi del 2007. Questo fatto —
Pareggio
senziali per il popolo americano,
vanno perciò sostituiti con riduzioni avvertono gli analisti — non è positi- di bilancio rinviato
di spesa meno arbitrarie». vo: il pessimismo delle aziende e gli
scarsi investimenti lasciano intrave- in Belgio
Epidemia In questo momento Obama può
contare su un alleato fondamentale dere nuove difficoltà per il mercato
del lavoro. BRUXELLES, 29. Il Belgio ha rinviato
di morbillo nella lotta alla crisi: Ben Bernanke,
che ha assicurato ieri la continuazio- Va segnalata la ripresa del merca- di un anno — dal 2015 al 2016 — il
in Gran Bretagna ne del sostegno della Fed all’econo-
mia. La situazione del Paese non è
to immobiliare, che sta dando fidu-
cia agli investitori. Tuttavia, il setto-
raggiungimento dell’obiettivo del
pareggio di bilancio nominale, men-
buona: il sistema americano accelera re sembra più forte di quanto non tre quello strutturale (ovvero tenen-
LONDRA, 29. A causa di un’epide- ma non brilla. Nei primi tre mesi lo sia realmente, perché partiva da do conto dell’impatto del ciclo eco-
mia di morbillo scoppiata a dell’anno il pil è aumentato del 2,5 livelli molto bassi. Il presidente statunitense Barack Obama (LaPresse/Ap) nomico) sarà conseguito già fra due
Swansea, nel Galles meridionale, anni. È quanto risulta dal program-
dove è morto un giovane, le autorità ma di stabilità approvato ieri dal
sanitarie britanniche hanno disposto Governo e che sarà presentato nei
una vaccinazione di massa per un prossimi giorni alla Commissione
milione di ragazzi sotto i sedici an-
ni, mai immunizzati contro la ma-
Il Brasile guarda ai mondiali Aumenti record per il mercato europea. La traiettoria definita nel
programma per l’azzeramento del
lattia. Lo riferiscono i media locali, con il nuovo Maracanã del caffè latinoamericano deficit è stata difesa a spada tratta
dal primo ministro, Elio Di Rupo,
spiegando che la decisione è stata
presa per arginare una «minaccia BRASILIA, 29. Il capo di Stato bra- va, e il governatore di Rio de Ja- MANAGUA, 29. Non conosce crisi il L’agenzia governativa che monito- secondo il quale la ricetta messa a
crescente». Secondo le stime sanita- siliano, Dilma Rousseff, ha parte- neiro, Sérgio Cabral Filho. La ceri- mercato del caffè latinoamericano. ra le fluttuazioni del mercato del punto dal Governo di Bruxelles rie-
rie governative, i sedicenni sono la cipato alla riapertura dello stadio monia è stata considerata come la Il reddito e il volume delle espor- caffè ha detto che durante il perio- sce a coniugare il rigore con la ne-
classe su cui l’assenteismo vaccinale Maracanã di Rio de Janeiro, per prova ufficiale della “vera” inaugu- tazioni di caffè sono aumentate in cessità di sostenere il rilancio
do di riferimento sono stati espor-
ristrutturare il quale sono stati fatti razione, con l’apertura al pubblico Nicaragua rispettivamente del 14,4 dell’economia. «Abbiamo optato
ha pesato di più, per via di una ri- tati 49,1 milioni di chili di caffè, ri-
notevoli investimenti in vista della che avverrà il prossimo 2 giugno e del 51,4 per cento. I dati riguar- per il rigore senza scadere nell’au-
cerca, poi screditata, che gettava spetto ai 32,4 milioni di chili dello
Coppa del Mondo del 2014 e delle con un amichevole tra Brasile e dano la prima metà del raccolto sterità — ha sottolineato Di Rupo —
ombre sul vaccino anti-morbillo, stesso intervallo di tempo di un perché quest’ultima nuoce alla salu-
ipotizzando un collegamento con Olimpiadi del 2016. Lo stadio del Inghilterra. Il nuovo stadio, la cui 2012-2013 e vanno considerati ri-
anno fa, il che significa un incre- te, quella vera, come dimostrano
Maracanã può considerarsi il fiore costruzione è iniziata nell’agosto spetto allo stesso periodo della sta-
l’autismo, e facendo crollare i tassi mento del 51,4 per cento. La fonte l’aumento dei suicidi e delle malat-
all’occhiello dei grandi progetti di del 2010, è costato 808,4 milioni di gione precedente, come ha riferito
di adesione. Già nel 2012, nel Paese investimento del Governo, che vo- real (404 milioni dollari). Secondo una fonte del Governo. Le vendite governativa ha tuttavia spiegato tie mentali nei Paesi dove c’è vera
erano stati accertati circa 2.000 casi gliono anche migliorare le condi- i piani ufficiali del Governo, i la- di caffè all’estero dall’ottobre 2012 che nel corso del periodo del rac- disperazione quotidiana». Nei pros-
di morbillo, la cifra più alta in quasi zioni delle parti più povere della vori di ristrutturazione del Mara- al marzo 2013 (i primi sei mesi del colto un quintale di caffè (45,45 simi mesi, ha aggiunto il premier
vent’anni. Ma nel 2013 il numero metropoli. Durante l’inaugurazio- canã avranno un impatto positivo raccolto) sono state pari a 185,7 chili) è stato valutato in media belga, «dovremo lavorare in seno
dei casi della malattia infettiva ha ne, avvenuta sabato, il presidente su tutta l’area circostante, nella milioni di dollari, mentre da otto- 173,7 dollari, mentre nello stesso all’Unione europea per modificare il
già superato quello dello stesso pe- Rousseff ha incontrato il suo pre- quale saranno investiti 564 milioni bre 2011 a marzo 2012 sono state periodo dell’anno precedente è tiro» rispetto alla ricetta che ha fi-
riodo dell’anno scorso. decessore, Luiz Inácio Lula da Sil- di real (282 milioni dollari). pari a 162,3 milioni di dollari. stato quotato a 229,8 dollari. nora imposto l’austerità.

GIOVANNI MARIA VIAN TIPO GRAFIA VATICANA Aziende promotrici della diffusione de
L’OSSERVATORE ROMANO direttore responsabile EDITRICE L’OSSERVATORE ROMANO
Servizio vaticano: vaticano@ossrom.va Tariffe di abbonamento
Vaticano e Italia: semestrale € 99; annuale € 198
Concessionaria di pubblicità
«L’Osservatore Romano»
Servizio internazionale: internazionale@ossrom.va Il Sole 24 Ore S.p.A
Europa: € 410; $ 605 System Comunicazione Pubblicitaria
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Carlo Di Cicco don Sergio Pellini S.D.B. Africa, Asia, America Latina: € 450; $ 665 Intesa San Paolo
vicedirettore direttore generale Servizio culturale: cultura@ossrom.va America Nord, Oceania: € 500; $ 740 Alfonso Dell’Erario, direttore generale
Unicuique suum Non praevalebunt Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
Romano Ruosi, vicedirettore generale
Piero Di Domenicantonio Servizio religioso: religione@ossrom.va Ufficio diffusione: telefono 06 698 99470, fax 06 698 82818,
00120 Città del Vaticano Segreteria di redazione ufficiodiffusione@ossrom.va Sede legale Banca Carige
caporedattore Via Monte Rosa 91, 20149 Milano
telefono 06 698 83461, 06 698 84442 Ufficio abbonamenti (dalle 8 alle 15.30): telefono 06 698 99480, Società Cattolica di Assicurazione
fax 06 698 85164, info@ossrom.va telefono 02 30221/3003, fax 02 30223214
ornet@ossrom.va Gaetano Vallini fax 06 698 83675 Servizio fotografico: telefono 06 698 84797, fax 06 698 84998
http://www.osservatoreromano.va segretario di redazione segreteria@ossrom.va photo@ossrom.va www.photo.va Necrologie: telefono 06 698 83461, fax 06 698 83675 segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com Credito Valtellinese
lunedì-martedì 29-30 aprile 2013 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Autobomba a Damasco Gruppo di uomini armati tenta l’assalto ai ministeri dell’Interno e degli Esteri a Tripoli
Povertà
Fallito e disoccupazione
attentato Si riaccende la tensione in Libia mettono
al premier in ginocchio
siriano la Tunisia
DAMASCO, 29. Il premier siriano, TUNISI, 29. A oltre due anni dalla
Wael Al Halki, è scampato oggi a rivoluzione dei gelsomini, che de-
un attentato nel centro di Dama- pose Zine El Abidine Ben Ali, in
sco: lo riferisce l’emittente televisi- Tunisia c’è chi ancora si immola
va del movimento sciita libanese dandosi fuoco per la disperazione
Hezbollah, «Al Manar». L’obietti- e la mancanza di lavoro. È succes-
vo dell’autobomba, riporta la fon- so nuovamente a Sidi Bouzid,
te, era il convoglio del premier esattamente davanti al municipio
che «è rimasto illeso». In prece- dove il 17 dicembre del 2010 l’am-
denza, l’emittente di Hezbollah bulante Mohamed Bouazizi si tol-
aveva riferito di un’esplosione di se la vita innescando l’ondata del-
matrice terroristica avvenuta nei le cosiddette primavere arabe. A
pressi del parco Ibn Rushed, nel seguire il suo esempio è stato ieri
pieno centro della capitale. Secon- Brahim Slimani, un giovane di 23
do fonti della Bbc, l’esplosione è anni.
avvenuta vicino a una scuola nel Salvato dai passanti che l’hanno
quartiere di Mazzeh e ci sarebbero portato in ospedale ora si trova
vittime. con il 75 per cento del corpo co-
Intanto, proseguono gli scontri perto da ustioni di terzo grado.
tra esercito e ribelli. A Damasco. Testimoni riferiscono che Brahim
nel sobborgo di Duma, almeno ha fatto tutto in totale silenzio: si
dieci persone sono rimaste uccise è cosparso il corpo con della ben-
ieri a causa di bombardamenti zina e poi ha acceso un fiammife-
dell’esercito. Il bilancio complessi- ro, senza dire una sola parola. Se-
vo delle violenze e dei combatti- condo gli amici era disoccupato
menti nell’area è stato di 130 mor- da tempo e viveva in povertà.
ti, tra i quali 44 civili. Sempre ieri, Quello di Brahim è solo l’ultimo
un missile ha colpito Tall Rafaat, gesto disperato in ordine di tem-
nella provincia di Aleppo, provo- po. A due anni dalla rivoluzione,
cando la morte di almeno quattro che tante speranze aveva acceso in
civili. Stando a fonti degli attivi- tutto il mondo arabo e non solo,
sti, si è trattato di un missile Scud
Veicoli armati nei pressi del ministero degli Esteri (Afp) quasi un quarto della popolazione
vive sotto la soglia di povertà (se-
lanciato dall’esercito. Mancano
condo gli standard locali non
tuttavia conferme indipendenti. Il TRIPOLI, 29. Clima teso e disordini a Tripoli dove evidenziare che l’assedio al ministero degli Esteri, porta l’agenzia di stampa ufficiale libica Lana. quelli occidentali) e la disoccupa-
missile ha provocato anche il feri- il ministero degli Esteri è ancora oggi circondato giunto cinque giorni dopo l’attentato contro l’am- L’autobomba è stata neutralizzata prima che po- zione è al 18 per cento. E in que-
mento di diverse persone e la di- da gruppi di uomini armati a bordo di pick-up basciata di Francia a Tripoli, è di natura tale da tesse esplodere. La notizia è giunta dopo che sta clima di rabbia e disperazione
struzione di numerose case. Tra le dopo che ieri anche il ministero dell’Interno in- «indurre alla fuga gli stranieri, le compagnie e le martedì un’autobomba è esplosa davanti all’am- i gruppi fondamentalisti continua-
vittime si segnalano anche donne sieme alla televisione nazionale sono stati oggetto ambasciate occidentali». basciata di Francia a Tripoli, provocando il feri- no a fare proseliti.
e bambini. di tentativi di assalto. Il primo ministro libico, Un responsabile dello stesso dicastero ha de- mento di due agenti della sicurezza. Un giudice
La comunità internazionale Ali Zeidan, confermando gli episodi di violenza, plorato i metodi «estremamente offensivi», anche francese guida un team di dieci esperti forensi,
continua intanto a interrogarsi sul- in una conferenza stampa a Tripoli ha chiesto alla se le richieste sono «legittime», sottolineando che arrivati a Tripoli, per assistere gli investigatori li-
la strategia da seguire nella crisi popolazione di appoggiare il Governo di fronte «non è comunque giustificato paralizzare il lavo- bici nelle indagini sull’attentato all’ambasciata
siriana. Al Congresso statunitense
i repubblicani stanno facendo
ai gruppi armati «che vogliono destabilizzare il
Paese» e ha precisato che il suo Esecutivo non in-
ro di tutto un ministero». «L’esclusione politica è
un obbligo», ha scandito uno dei miliziani, soste-
francese. Lo ha scritto il quotidiano «Libya
Herald», aggiungendo che fonti diplomatiche ri-
Attacco
pressioni sul presidente Obama
per un maggiore sostegno alle for-
tende «entrare in contrapposizione con nessuno».
«C’è chi vuole destabilizzare il Paese e terroriz-
nendo che responsabili del vecchio regime occu-
pano ancora posti chiave in particolare al ministe-
feriscono che i primi sopralluoghi indicano che
l’Audi bianca esplosa davanti all’ambasciata era
di un gruppo
ze dei ribelli. Secondo il senatore
ed ex candidato alla Casa Bianca,
zare gli stranieri e le ambasciate. Spero che i cit- ro degli Esteri. Sono stati una trentina, secondo imbottita con 100 kg di esplosivo. islamico
tadini facciano loro fronte» ha precisato Zeidan, testimoni, i veicoli — alcuni dotati di contraerea — Inoltre, la televisione satellitare Al Arabiya ha
John McCain, le violenze com-
messe finora sono una giustifica-
sottolineando che gli attacchi al ministero dell’In- che hanno circondato l’edificio, con a bordo alcu- riferito di un’altra esplosione che ha colpito saba- in Algeria
terno e alla televisione sono stati effettuati da ne decine di uomini pesantemente armati. to una stazione di polizia di Bengasi, nella Libia
zione sufficiente per istituire una gruppi diversi e per differenti motivazioni rispet- Sabato un commando di uomini armati ha at- orientale, senza fare vittime, ma distruggendo più ALGERI, 29. Tre guardie comunali
«no-fly zone», necessaria per con- to a quanto accaduto al ministero degli Esteri. taccato una postazione dell’esercito libico a della metà dell’edificio. Bengasi, culla delle rivol- sono rimaste uccise nella regione
tenere il conflitto prima che dila- L’agenzia Lana ha minimizzato l’incidente al mi- Derna, a est della capitale Tripoli, uccidendo un te del 2011 che hanno poi portato alla caduta del di Tipaza, a 70 chilometri a ovest
ghi in altri Paesi del Vicino nistero dell’Interno parlando di un sit-in di fun- soldato. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Dpa, regime del colonnello Muammar Gheddafi, è sta- di Algeri, in un attacco da parte
O riente. zionari che protestavano per questioni salariali. I che cita fonti militari locali. Nel mirino dell’attac- ta al centro di diversi sanguinosi attentati e ucci- di un gruppo islamico armato. Lo
In un recente intervento, nel gruppi armati che hanno circondato il ministero co è finito il battaglione Uqba bin Nafae. «Dopo sioni avvenuti nei mesi scorsi, l’ultimo dei quali ha riferito una fonte della sicurez-
corso dell’incontro alla Casa Bian- degli Esteri, invece, chiedevano «l’epurazione» di l’assalto è stata trovata un’auto imbottita con più nel settembre scorso all’ambasciata statunitense za citata dall’agenzia Aps.
ca con il Re giordano Abdallah II, responsabili e diplomatici in servizio durante il di 50 chilogrammi di Tnt», hanno fatto sapere nel quale morì l’ambasciatore Chris Stevens e al- E una vera e propria battaglia
Obama ha sottolineato la necessi- regime di Gheddafi. Il premier libico ha tenuto a dal comando del battaglione, secondo quanto ri- tri tre funzionari di Washington. tra unità dell’esercito algerino e
tà di fare chiarezza sulla questione un gruppo terroristico pesante-
delle armi chimiche, in linea con mente armato proveniente dalla
quanto chiesto anche dal segreta- Libia si è svolta sabato sera nella
rio generale delle Nazioni Unite, località di Elisi, nel sud dell’Alge-
Ban Ki-moon. Il presidente ha
inoltre promesso di «agire insieme
alla comunità internazionale».
Seicento dispersi Missione a Mosca ria. Due terroristi sono rimasti uc-
cisi mentre tra le file algerine si
contano due feriti. Il tentativo di
In Gran Bretagna Richard
Davis, capo di stato maggiore del-
la Difesa, ha avvertito il premier
sotto le macerie a Dacca del premier giapponese sconfinamento è stato respinto. Il
gruppo di terroristi era composto
da almeno quindici elementi che,
David Cameron che un intervento a bordo di veicoli 4x4, hanno cer-
MOSCA, 29. Il premier giapponese, il negoziato, essendo il primo capo
militare in Siria deve essere evitato cato di entrare nel territorio alge-
a ogni costo perché trascinerebbe Shinzo Abe, è in Russia, prima tap- di Governo giapponese a visitare la
pa della missione di una settimana Russia in dieci anni. rino, le cui frontiere, soprattutto
le truppe «in una guerra senza dopo l’attacco al sito gasiero di In
quartiere». Se il Governo deciderà che lo porterà anche in Arabia Sau- Gli oltre 100 manager della
Amenas, sono fortemente presidia-
di intervenire — ha detto Davis — dita, Emirati Arabi Uniti e Turchia. Corporate Japan che lo accompa-
te, anche con un controllo effet-
«dovremo prepararci ad andare in A Mosca, Abe incontra oggi il pre- gnano sono un segnale importante
tuato da mezzi aerei. Nella violen-
guerra: anche la semplice istituzio- sidente Vladimir Putin, negli sforzi per rafforzare i legami economici,
ta quanto prolungata sparatoria
ne di una zona sicura per gli aiuti per riavviare i colloqui in stallo sul- mentre Mosca lavora per attrarre sono rimasti feriti anche un milita-
umanitari sarebbe un’operazione la sovranità dei Territori giapponesi investimenti e sviluppare l’Estremo re dell’esercito algerino e un agen-
militare troppo grande senza la del Nord, l’arcipelago vicino ad Oriente russo. In Medio Oriente, te della guardia di frontiera.
collaborazione dei siriani». In ef- Hokkaido occupato dall’Urss alla Abe punta a garantire le risorse Nel frattempo, l’improvviso,
fetti — ha spiegato il generale — fine della Seconda guerra mondiale. energetiche promuovendo l’export quanto sorprendentemente pubbli-
anche l’istituzione di una «no-fly La vicenda è la ragione che, a quasi di infrastrutture: Arabia Saudita ed cizzato, ricovero in un ospedale
zone» sarebbe impraticabile per- 70 anni dalla fine del conflitto, Emirati Arabi Uniti sono i princi- militare francese per quello che
ché Damasco possiede ancora di- blocca la firma di un trattato di pa- pali fornitori di petrolio del Giap- viene definito un «lieve episodio
fese anti-aeree molto potenti, sofi- ce tra i due Paesi. Prima di partire pone. In Turchia, Abe vedrà il pre- neurologico» del presidente
sticate e, soprattutto, ancora pie- il premier ha detto di voler mostra- mier Recep Tayyip Erdogan: saran- Abdelaziz Bouteflika sta tenendo
namente efficaci. re la «volontà politica» di riavviare no firmati accordi commerciali. con il fiato sospeso l’Algeria.

Ancora episodi Gli ultimi impiegati sudcoreani costretti da Pyongyang a lasciare la zona industriale

di violenza Verso la chiusura di Kaesong


in Pakistan
SEOUL, 29. Gli ultimi operai e im- tra le due Coree, e ritirato i propri Nanmpo (ovest), secondo la stessa
ISLAMABAD, 29. Almeno otto per- piegati sudcoreani nel sito industria- lavoratori (circa 53.000) dal com- fonte citata dall’agenzia Yonhap.
sone sono morte oggi in un atten- le di Kaesong rientreranno in patria plesso industriale. Prima della so- «Sembra che si tratti di esercitazioni
tato suicida a Peshawar, nel nord oggi, un passo che rende concreto il spensione dell’attività, erano 800 i su larga scala», ha aggiunto riferen-
ovest del Pakistan. Lo riferisce la rischio di chiusura permanente del dipendenti della Corea del Sud che do di timori che Pyongyang possa
polizia ai giornalisti. Altre 45 per- sito industriale, unico esempio di lavoravano nell’impianto, mentre approfittare delle manovre per crea-
sone sono rimaste ferite dall’esplo- cooperazione transfrontaliera tra le dopo il 9 aprile ne erano rimasti so- re un incidente militare o per effet-
sione avvenuta al passaggio di un Vigili del fuoco al lavoro tra le rovine del palazzo (Ansa) due Coree. Seoul attende l’autoriz- lo 175. Un funzionario del ministero tuare il lancio di missili balistici.
convoglio della polizia. E ieri sera zazione del regime comunista di dell’Unificazione ha riferito che i Nella scorsa settimana, l’81º anni-
due persone sono morte e altre Pyongyang per poter rimpatriare gli 125 dipendenti sudcoreani, e un col- versario della costituzione delle for-
DACCA, 29. I soccorritori sono an- in vita è stata però trovata dopo
cinque sono rimaste ferite in un ultimi 50 dipendenti che ancora ri- lega cinese, hanno potuto lasciare il ze armate nordcoreane (Kpa) è sta-
cora al lavoro in Bangladesh nella che ieri sera si è sviluppato un in-
altro attentato realizzato nella pro- speranza di trovare sopravvissuti al mangono nel complesso industriale. polo industriale dopo che Pyon- to festeggiato con una parata sul
cendio fra le macerie dell’edificio di
vincia di Khyber Pakhtunkhwa crollo del Rana Plaza avvenuto otto piani. Il crollo alla periferia di Sabato — quando un primo con- gyang ha assicurato il passaggio si- cortile del mausoleo Kumsusan, il
contro un candidato alle elezioni mercoledì scorso. Per la prima volta Dacca ha evidenziato le dure condi- tingente di 126 persone aveva attra- curo attraverso il confine. Palazzo del Sole dove sono custodi-
generali dell’11 maggio del partito vengono usati oggi mezzi pesanti zioni di lavoro degli operai tessili e versato il check-point di Paju, sulla Intanto, il regime di Pyongyang te le salme imbalsamate del fonda-
di centrosinistra, Anp. Lo ha reso per rimuovere le macerie. Al mo- provocato un’ondata di indignazio- linea di demarcazione tra le due Co- sembra impegnato nei preparativi tore dello Stato Kim Il Sung e del
noto la polizia. L’ordigno, attivato mento i morti accertati sono 381, ne in tutto il Paese. È stato arresta- ree — il via libera del regime di per grandi manovre terrestri e aeree figlio Kim Jong Il. L’evento è stato
a distanza, è esploso nell’area di mentre i dispersi sono circa 600 e to ieri il proprietario dell’edificio, Pyongyang era arrivato 30 minuti sullo sfondo di crescenti tensioni presieduto dal giovane generale
Rafiqabad del distretto di Swabi e 2.437 sopravvissuti sono rimasti feri- Sohel Rana. In carcere sono finiti prima dell’orario di partenza. sulla penisola coreana dopo il test Kim Jong Un, terza generazione
mirava a colpire il candidato ti. «Gli operai stanno rimuovendo anche quattro ingegneri del comune Nella scorsa settimana la Corea nucleare effettuato da Pyongyang il della famiglia Kim al potere da ol-
dell’Anp, Amir Rehman, che però le macerie con cautela, usando le e quattro responsabili delle fabbri- del Nord aveva rifiutato l’offerta di 12 febbraio scorso. Lo riferisce una tre 60 anni. La parata militare s’è
è rimasto illeso. L’attentato è stato gru per cercare sopravvissuti, se an- che, che avevano costretto gli ope- dialogo avanzata da Seoul. Il regi- fonte del Governo sudcoreano. tenuta nei fatti in tono minore, dato
rivendicato, come tre precedenti cora ve ne sono», ha affermato un rai a recarsi al lavoro malgrado le me comunista di Pyongyang aveva Queste esercitazioni prevedono la che non è stata aperta al pubblico e
dello stesso genere nelle ultime 24 portavoce dell’unità militare incari- autorità avessero avvertito del ri- bloccato l’accesso alla zona di Kae- mobilitazione dell’artiglieria e non ha visto sfilare le attrezzature e
ore, dal portavoce dei talebani. cata del soccorso. Nessuna persona schio di un possibile crollo. song, simbolo della cooperazione dell’aviazione intorno al porto di le armi di punta: i missili balistici.
pagina 4 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 29-30 aprile 2013

Il futuro dell’Europa

Non dimentichiamo i pilastri


della casa comune
di GIOVANNI BATTISTA RE conta molto. Certo, è normale che Verso quale direzione stiamo cam-
anche gli altri continenti siano anda- minando? Bisogna riconoscere che
idea di unire nell’inte- ti crescendo e che il loro sviluppo in Europa si è fatta molta strada ver-

L’ resse di tutti le varie abbia conosciuto molti progressi. As- so l’unione, ma è anche vero che sia-
nazioni e i vari popoli sistiamo inoltre all’emergere e all’af- mo ancora lontani da una vera unio-
fermarsi sulla scena mondiale di ne. L’entusiasmo di qualche anno fa
del territorio europeo
grandi e antiche civiltà, come la ci- a favore dell’unione europea è dimi-
non è del tutto solo viltà cinese, quella indiana e quella
recente. Già l’impero romano l’ave- nuito. L’Europa come idea e come
islamica, meno antica ma che ha progetto è un po’ in crisi. Gli Stati
va. È un sogno che anche Napoleo- avuto grande espansione. La crescita che compongono l’Unione europea
ne aveva cullato. Il disastro della se- degli altri continenti e la crescita di
— ora sono 27, ma a luglio divente-
conda guerra mondiale ha fatto queste civiltà tendono a ridimensio-
ranno 28 con l’ingresso della Croa-
nare inevitabilmente il
zia — sono preoccupati di non per-
primato di cui ha godu-
dere i loro poteri. Qualcuno ha pen-
to l’Europa. Ma l’Euro-
Verso dove? pa deve continuare a
contare, e questo anche
sato che è meglio chiudersi nel pro-
prio orticello. Dobbiamo invece con-
per il bene del mondo, vincerci che l’integrazione europea
«Europa verso dove?» è il titolo dell’incontro non ha alternative. Nell’odierna so-
che si svolge nel pomeriggio di lunedì 29 essendo il continente che
ha alle spalle più espe- cietà globalizzata le difficoltà econo-
aprile a Roma, all’Ambasciata di Spagna miche potranno essere superate sol-
rienza e una civiltà basa-
presso la Santa Sede, nell’ambito degli tanto se ci si impegnerà insieme. Se
ta su valori che hanno
incontri «Conversazioni al Palazzo di l’Europa non fa un passo in più sul- Hans Hug Kluber, «Fanciullo che guarda dalla finestra» (1565)
radici profonde: radici
Spagna». Intervengono il cardinale Giovanni la via dell’integrazione politica finirà
che portano a Roma e
Battista Re, prefetto emerito della per uscire dalla storia. Non abbiamo
ad Atene e che vanno fi- ne europeo e impegnarci per realiz- europeo e una cultura che porti a mune, che li ha uniti è stata la fede
Congregazione per i Vescovi (del quale più scelta. L’Unione europea sarà in
no al Monte Sinai, sul zarlo. una solidarietà europea. cristiana. Oggi si notano forze che
anticipiamo la relazione), José Manuel grado di realizzare le coraggiose po-
monte cioè in cui Dio Anche in un periodo di difficoltà Papa Giovanni Paolo II aveva una tendono a emarginare i valori umani
García-Margallo, ministro spagnolo degli litiche che sono necessarie a una ef-
diede all’umanità i dieci come il presente, dobbiamo credere espressione molto bella: «Una fami- e cristiani che hanno caratterizzato il
Affari esteri, e Romano Prodi, inviato
comandamenti che con- ficace ripresa soltanto se avrà un nella positività di un’Europa unita. glia delle nazioni». L’Europa deve suo passato. Si è cercato di eliminare
speciale delle Nazioni Unite per il Sahel.
tengono le norme fonda- proprio Governo capace di control- In vista di questo, bisogna alimenta- essere la famiglia delle nazioni euro- e sostituire tali valori e il risultato è
mentali per una vita lare la finanza e di guidare la cresci- re e fare crescere una cultura politica pee, non può essere ridotta soltanto che l’Europa è in decadenza. Non
umana e onesta. Dieci ta. Solo allora l’Unione europea po- di respiro europeo. L’Europa non è alla dimensione economica. I pilastri mancano quanti si rendono conto
comprendere la necessità di non brevi norme dalle quali dipende il trà realmente funzionare e realizzare un’idea superata. L’integrazione e sono sempre stati i suoi valori. Così che i valori cristiani sono importanti
combattersi e di avviare non solo futuro dell’umanità. L’Europa deve servizi importanti per la valorizza- l’unificazione deve venire dall’inter- deve essere anche per futuro. Inoltre non soltanto per il passato, ma an-
rapporti di amicizia ma anche di riconquistare una più alta coscienza zione dei singoli Stati e garantire il no dei popoli. Non può essere im- bisogna tener presente che senza il che per il presente e per il futuro.
collaborazione, nell’interesse di tutti. del suo ruolo, delle sue possibilità e loro sviluppo nel rispetto delle tradi- posta. Deve essere frutto di persua- cristianesimo non sarebbe quello che Dobbiamo lavorare per contribui-
Così negli anni Cinquanta fu creata delle sue responsabilità. Per il bene zioni, della cultura e degli usi di sione. La nuova casa comune euro- è. L’Europa è formata da popoli che re a rafforzare l’Europa come realtà
la Ceca, per una collaborazione ri- del mondo, c’è bisogno di più ognuno degli Stati. Dobbiamo rico- pea nascerà soltanto se faremo cre- hanno lingue diverse, differenti tra- anche culturale e spirituale. Dobbia-
guardante il carbone e l’acciaio. Si è Europa. noscere l’esistenza di un bene comu- scere una nuova mentalità a respiro dizioni culturali e usi; l’elemento co- mo lavorare perché il cielo europeo
pensato poi a una comunità di Stati non sia chiuso nei confini del terre-
e si è arrivati all’Unione europea, stre e del mortale, perché significhe-
con un Parlamento comune e un rebbe chiuderlo nel non senso. Il
Consiglio d’Europa. Si sono fatti cielo deve restare aperto alla trascen-
molti passi: si è creato un mercato Arte dal 1945 a oggi in mostra al Palazzo Reale di Milano denza: questa è la via per realizzare
comune e si è dato vita all’euro, ma
pienamente la persona umana e ren-
siamo ancora lontani da una vera
unione. Voglia di libertà al di qua e al di là del Muro dere la società, più giusta, più uma-
na e più pacifica. L’Europa ha biso-
L’Europa, nei secoli passati, molto
ha dato agli altri continenti: ha Sarà aperta fino al 2 giugno «The De- linn. Il progetto espostivo — realizzato gno di un’anima.
esportato arte, cultura, scienze, civil- sire for Freedom. Arte in Europa dal su iniziativa del Consiglio d’Europa e Occorre che riconosca e conservi
tà. Le grandi scoperte scientifiche 1945», una grande mostra collettiva al- con il sostegno finanziario della Com- il suo patrimonio più caro, costituito
dei secoli passati hanno avuto luogo lestita a Milano nelle sale di Palazzo missione europea — è frutto della col- da quei valori umani e cristiani che
in Europa e si sono diffuse nel mon- Reale: il tema è l’idea di libertà in Eu- laborazione internazionale di trentasei l’hanno portata ad avere un’influen-
do nelle loro varie applicazioni e za sulla storia della civiltà del mon-
ropa dal dopoguerra in avanti, attra- Paesi membri e lascia da parte qualsia-
conseguenti benefici. do. Dio deve continuare ad avere
verso duecento opere d’arte che espri- si linearità cronologica sviluppando in-
Anche in campo religioso, ha mol- posto in Europa. Un’Europa senza
mono il pensiero e le creazioni di no- vece una discussione “circolare” su una
ti meriti. Il cristianesimo non è nato Dio non ha futuro. Dobbiamo aiuta-
vantaquattro artisti contemporanei serie di temi, disposti in dodici sezio- re Dio a restare vivo nei cuori ma
in Europa, la Palestina sta appena al provenienti da ventisette diversi Paesi ni. Tra queste, ricordiamo quella ini-
di là dell’Europa, ma l’apostolo Pie- anche nella società. I credenti in
europei. Percorrendo questa mostra, ziale, intitolata «Tribunale della ragio- Cristo (cattolici, ortodossi, luterani o
tro e l’apostolo Paolo sono venuti a spiega l’assessore alla Cultura, moda, ne», in nome della quale spesso sono
Roma, che era la capitale del più calvinisti) hanno un valido contribu-
design, Stefano Boeri, emerge l’imma- state commesse le peggiori violazioni to da dare.
grande impero. Il cristianesimo è ar-
rivato in Europa da Gerusalemme e, gine di un continente colmo di diffe- dei diritti dell’uomo; le utopie, invece, L’Europa deve restare un faro nel-
per quanto concerne l’Europa renze di linguaggi, di individualità di- sono protagoniste in «La rivoluzione la civilizzazione mondiale. Se vuole
dell’est, è giunto da Costantinopoli. verse «eppure miracolosamente unito siamo noi», ispirata all’opera omonima avere un grande futuro non deve
È stata poi però l’Europa a diffon- da una corrente calda e condivisa di di Joseph Beuys del 1972. La versione permettere che il suo modello di ci-
dere il cristianesimo nelle parti più appartenenza a una cultura di impe- a stampa italiana del catalogo della viltà si sfaldi. Sta vivendo un capito-
lontane del mondo. gno civile e sociale». Dopo la tappa mostra (Milano, 24 Ore Cultura, 2013, lo nuovo della sua storia; sarà anche
Un continente che ha un’esperien- italiana l’esposizione, curata da pagine 360, euro 27) riunisce 178 opere bello e grande soltanto se sarà illu-
za più grande degli altri, ma in real- Monika Flacke, Henry Meyric Hughes d’arte, con saggi introduttivi alle diver- minato dai valori che appartengono
tà oggi, sul piano mondiale, non Emilio Vedova, «Diario berlinese assurdo» (1964) e Ulrike Schmiegelt, approderà a Tal- se sezioni della mostra. alla sua anima.

Tournée senza confini per «Enron» di Lucy Prebble

I Macbeth di Wall Street


di SILVIA GUIDI mento di migliaia di dipendenti che, appena crescita vertiginosa e drogata della multina- della realtà. Il quartier generale dei manager è «il perfetto materiale della tragedia». In
pochi mesi prima, erano stati indotti a inve- zionale che ha creato la cosiddetta corporate diventa così la Mahagonny degli anni Due- fondo stiamo parlando dei «Macbeth del
«Il petrolio finirà, la terra finirà, tutto sarà stire tutti i propri risparmi nelle azioni della culture, incarnazione dell’euforia finanziaria, mila, il simbolo della progressiva distanza mondo aziendale globale — continua l’autri-
virtuale. Ma noi possiamo fare soldi solo società per cui lavoravano e avevano incon- di un sistema dopato e insostenibile, in cui dal mondo reale di un intero sistema econo- ce — perché le conseguenze delle loro azioni
premendo un bottone. La vita è così breve! sapevolmente firmato degli accordi che im- progressivamente viene meno quello che nel mico. Molti sono gli echi del grande teatro ricadono su migliaia d’individui».
Se avete una buona idea, dovete fare in mo- pedivano loro di rivenderle se queste avesse- gergo del marketing viene chiamato il reality classico, spiega Lucy Prebble commentando «La differenza tra gestire una multinazio-
do di applicarla, prima possibile. E dovete ro cominciato a perdere valore. Tutto questo check, la valutazione della fattibilità, la prova il suo testo, perché quest’epopea del potere nale ultramiliardaria e uno show — scrive
accadeva mentre i loro dirigenti cominciava- Andrea Alfieri su
pretendere di essere pagati. Subito». Il mo-
no a liberarsi delle proprie azioni. Nel giro www.klpteatro.it recen-
nologo di Kennet Lee Lay mette i brividi, se di pochi mesi, fra il 2001 e il 2002, il valore
solo si dà uno sguardo alle date e alla storia sendo lo spettacolo —
delle azioni Enron crollò da 86 dollari a 26 non è poi così abissale.
di cui si sta parlando. «Il fallimento del so- centesimi bruciando quasi 60 miliardi di dol-
gno di K.L. Lay — si legge nel sito internet Le vicissitudini della
lari. Enron Corporation, del
del Teatro Due di Parma, che ha messo in Kennet Lee Lay, presidente della società e resto, rispecchiano in
scena per la prima volta in Italia, nel feb- protagonista del crac del secolo, morto nel pieno la genesi di uno
braio scorso, Enron di Lucy Prebble — ha luglio del 2006, è stato descritto da chi lo ha
spettacolo: ambizione,
conosciuto come un uomo deter-
creatività e attenzione
minato e sicuro di sé, certo di in-
Il testo è una ricostruzione drammatica del pubblico». Solo che
carnare “il nuovo”, con una grande
di mezzo ci sono molti,
puntuale e non manichea capacità di volgere a proprio van-
moltissimi soldi, e il fu-
taggio le relazioni interpersonali:
di uno fra i più eclatanti casi di bancarotta un abile negoziatore, un equilibri-
turo di migliaia di per-
sone. Dal 2009, l’anno
fraudolenta di tutti i tempi sta privo di scrupoli, attento a dare del debutto — Enron è
L’ascesa e la caduta di un colosso dell’energia di sé un’immagine affabile. Era
molto amato dai suoi dipendenti:
stato messo in scena per
la prima volta dall’Hea-
ricordava sempre i nomi dei suoi dlong Theatre l’11 luglio
già l’aura del grande fatto storico e l’impatto interlocutori, si informava sulla salute della presso il Minerva Thea-
simbolico di una profezia avverata». moglie e dei figli dei collaboratori, capitava tre di Chichester e poi
L’autrice, una giovane drammaturga ingle- che si presentasse a sorpresa alle feste di ha aperto la stagione del
se (è nata nel 1981), è conosciuta per aver commiato per salutare personalmente i di- Royal Court Theatre
scritto serie televisive e testi teatrali di suc- pendenti che andavano in pensione. La so- Downstairs, il 22 set-
cesso. Frequentava ancora l’università di cietà energetica da lui fondata arrivò a esse- tembre — il testo di Lu-
Sheffield quando il corto teatrale Liquid le re, sotto la sua guida, una delle prime dieci cy Prebbe non ha mai
valse il Pma Most Promising Playwright al mondo nella classifica «Fortune 500» ma smesso di essere messo
Award, mentre nel 2004 per la sua The Sugar alla fine del 2001 emerse la realtà di una mo- in scena: dopo il succes-
Syndrome è stata premiata con il George De- le enorme di operazioni finanziarie illegali so a Broadway e nei
vine Award e il Tma Award. Nel caso di servite per alterarne i bilanci. maggiori teatri europei
Enron si è cimentata con una ricostruzione Una danza grottesca di tirannosauri in approderà in Australia
drammatica, puntuale e non manichea di scena sotto le luci fredde di un neon — in (New Theatre di Sydney
uno fra i più eclatanti casi di bancarotta giacca e cravatta negli allestimenti americani, dal 4 al 29 giugno) e di
fraudolenta di tutti i tempi: l’ascesa e caduta o in tutù nello spettacolo andato in scena a nuovo in Italia, in una
di un colosso dell’energia, la settima indu- Parma — o il sogno di un party aziendale in- data ancora da destinar-
stria americana per fatturato. È la storia di cessante, infinito, che svela presto la sua na- si della stagione 2013-
un fallimento che ha comportato il licenzia- tura di incubo, rendono plasticamente la Foto tratta dallo spettacolo andato in scena al TimeLine Theatre di Houston 2014.
lunedì-martedì 29-30 aprile 2013 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 5

Pubblicato il catalogo storico delle Edizioni di Storia e Letteratura

Bifacciale del paleolitico


rinvenuto in territorio
forlivese
La navicella
con i due otri
ticolare attenzione. Pratiche funerarie di PAOLO VIAN liani e non italiani accomunati ritorno indietro alla ricerca del
vengono segnalate nei resti di Ata- dall’eccellenza e dal rigore delle dato? Oppure perché non con-
puerca (Spagna) di trecentocinquanta- un certo punto del ricerche e dalla difficoltà di trassegnare ogni singolo titolo
mila anni fa e nei neandertaliani. Se-
polture con corredo sono state ritrova-
te con neandertaliani e le prime forme
moderne in Israele e in Europa. Esse
sono interpretabili in una società che
dava spazio al trascendente.
A loro cammino, gran-
di e piccole case edi-
trici sentono il biso-
gno di un catalogo
storico che, raccogliendo in for-
ma annalistica tutte le pubblica-
pubblicarle. Si prese avvio con con un numero al quale poteva
tre volumi, del francescano fare riferimento l’indice, rispar-
Livarius Oliger sulla setta dello miando al lettore di scorrere
«spirito di libertà» nell’Umbria un’intera pagina alla ricerca di
del Trecento, di Pio Paschini sul un solo nome? O ancora perché
cinquecentesco cardinale Dome- almeno per i periodici non offri-
Scoperte recenti hanno arricchito il zioni venute alla luce, fornisca- nico Grimani, di Alfredo Schiaf- re lo spoglio, utilissimo, delle
quadro delle conoscenze sull’arte por- singole annate?). Perché non
no la mappa di una navigazione fini sulla prosa d’arte italiana
tando le prime manifestazioni dell’arte prestare maggiore attenzione
talvolta secolare. Accanto ai ca- dalla latinità medievale a Boc-
mobiliare indietro nel tempo, rispetto agli scritti liminari (per esempio,
taloghi di Laterza e Mondadori, caccio. dello stesso De Luca) nei volu-
Workshop internazionale alla Pontificia Accademia delle Scienze a qualche tempo fa. Incisioni su ossa di Einaudi e Zanichelli, accanto Ma l’ambiziosa intenzione era mi, la cui ricchezza e importan-
di animali di quattrocentomila anni a quello della Morcelliana di quella di abbattere muri di sepa- za è nota a quanti hanno anche
fa, statuette di duecentomila anni fa,

Il cammino
Brescia (a cura di Daria Gabusi, razione, «tra antica e nuova sto- solo sfogliato la Bibliografia di
decorazioni e collane di conchiglie 2007), ecco ora il catalogo stori- ria, tra letteratura sacra e profa- don Giuseppe De Luca, curata da
centotrentamila anni fa, attestano in- na»: «l’emblema della Michela Picchi e Donatella Ro-
teressi di ordine spirituale. Ma è negli piccola nave — prosegui- tundo e pubblicata nel 2005
Le Edizioni sono la creatura
verso l’umanità
ultimi trentamila anni che l’arte pre- va De Luca nella presen- sempre dalle Edizioni di Storia
senta quasi una esplosione nelle raffi- affascinante e originale tazione del primo catalo- e Letteratura? Ma sarebbe sof-
gurazioni delle grotte. Le conseguen- go editoriale (1947) — fermarsi sul proverbiale dito che
ze della sedentarizzazione tra diecimi- del sogno di don Giuseppe De Luca che reca nell’interno i indica la luna. E la luna in que-
la e cinquemila anni fa in Europa e il Che aveva l’ambiziosa intenzione due dolia e posata sul sto caso è il sogno solitario e fa-
di FIORENZO FACCHINI fossili umani di oltre un milione di fenomeno del megalitismo possono bordo la colomba e l’oli- ticoso di De Luca, il suo diffici-
anni ritrovati in varie località dell’Eu- essere visti nel quadro di una crescen- di abbattere muri di separazione vo, come ne orna il fron- le cammino prima e dopo il
ia humanitatis» ov- ropa (Atapuerca) e dell’Asia (Israele, te socializzazione caratteristica del «tra antica e nuova storia

«V
tespizio, così vuole esse- 1962 (anno della morte di don
vero «Sul cammino Siria, Cina). Per l’Europa i giacimenti Neolitico. re il sigillo e l’augurio Giuseppe), tra fedeltà e varia-
verso l’umanità» è di Atapuerca (Spagna) e Tautavel Nel colloquio dell’Accademia non tra letteratura sacra e profana» [della nuova impresa zioni, continuità e smarrimenti.
il tema del wor- (Francia) documentano la presenza poteva mancare la domanda sulla tra- editoriale]: figura e pro- A esso conviene tornare, per ri-
kshop internazio- dell’uomo nell’arco di alcune centi- scendenza dell’essere umano. L’emer- co delle Edizioni di Storia e messa di quella “più sicura na- flettere, attraverso le migliaia di
nale che si è svolto dal 19 al 21 aprile naia di migliaia di anni. gere dell’autocoscienza va visto in una Letteratura, la creatura affasci- ve” che Platone diceva nel Fedo- titoli, le sessantotto collane, i
alla Pontificia Accademia delle Scien- Nel colloquio ha avuto una partico- prospettiva di coevoluzione tra geno- nante e originale del sogno di ne, la nave di un “ragionamento nove periodici via via germinati
ze grazie a un comitato formato dal lare attenzione la tecnologia impiegata ma e cultura. Si apre il vasto campo don Giuseppe De Luca (Edizioni divino”. Dove gli uomini si uni- dal tronco originario.
dall’uomo, a partire dalle sue delle interazioni tra attività cognitive di Storia e Letteratura. Catalogo scono concordi nel servizio del Perché le Edizioni di Storia e
espressioni più antiche, quelle e reti neuronali. Con la comparsa storico, 1943-2010, a cura di Sa- vero, ivi non resterà assente Id- Letteratura, come l’Archivio ita-
Conoscere come e quando l’uomo dell’industria preolduvana e dell’uomo c’è un trascendimento manta Segatori, premessa di dio». liano per la storia della pietà (che
è comparso sulla terra olduvana, che si evolveranno dell’evoluzione biologica, senza che Luisa Mangoni, Roma, Edizioni Chi ha seguito i carteggi di delle Edizioni dovevano essere il
nel bifacciale. Nei loro artefici siano messe da parte le leggi dell’evo- di Storia e Letteratura, 2012 De Luca, pubblicati numerosi a pilastro fondamentale), sempli-
non è solo una curiosità va riconosciuta la capacità di luzione. In ogni caso quando si parla [Sussidi eruditi, 87], pagine XIV
Fa riflettere sulla sua identità progetto e di simbolizzazione, di origini dell’uomo deve essere tenu- + 244).
la quale non deve essere vista ta presente la distinzione tra il princi- Siamo nel 1943. La guerra si
solo nel linguaggio, nell’arte e pio fondativo dell’uomo, che è di or- avvia al suo tragico epilogo. De
cardinale Roger Etchegaray, vice deca- nella religiosità, ma anche nei prodot- dine ontologico e lo fa immagine di Luca ha ormai perso le speranze
no del Collegio cardinalizio, da He- ti della tecnologia (simbolismo fun- Dio e capax Dei, e l’origine filogeneti- di rinnovare e rimodellare la
nry de Lumley (presidente dell’Insti- zionale). Il bifacciale (la nota scheg- ca che vede l’uomo in una certa conti- Morcelliana di Fausto Minelli,
tut de Paléontologie Humaine di Pari- gia amigdaloide, lavorata su entrambe nuità con gli altri viventi. Questi ap- mentre va tramontando l’espe-
gi) e il vescovo Marcelo Sánchez So- le facce e sui margini), identificato procci si incontrano nel mondo sim- rienza ormai ultradecennale de
rondo, cancelliere della Pontificia Ac- nelle sue più antiche espressioni, in bolico e spirituale, ma si sviluppano «Il frontespizio». La cultura cat-
cademia delle Scienze e della Pontifi- depositi di 1,6-1,7 milioni di anni fa su piani diversi, in un concorso spe- tolica — scrive Mangoni — appa-
cia Accademia delle Scienze Sociali. con Homo ergaster, risulta anche più ciale del Creatore agli inizi dell’uma- riva al prete lucano «isolata e
L'incontro ha visto riuniti specialisti antico, essendo stato segnalato recen- nità come per ogni essere umano, co- priva di respiro, le sue case edi-
di vari settori della paleoantropologia temente in Etiopia in un deposito di me ha sottolineato il vescovo Sánchez trici si perdevano nel devoziona-
e della preistoria — i quali sono stati 1,8 milioni (Beyene). Nel bifacciale, al Sorondo. le o nella polemica sterile, man-
anche ricevuti dal Papa cavano basi solide perché la
— ed ha affrontato il Chiesa rioccupasse, in un’Italia
tema dell’emergenza disgregata, gli spazi che pure or-
dell’uomo, dei vari sta- mai si aprivano». Dopo il ven-
di evolutivi morfologici tennio letterario De Luca voleva
e dello sviluppo della tornare ai primi amori della filo-
cultura. Conoscere logia, prendere le distanze dalla
retorica, gettarsi a peso morto
quando l’uomo è com-
nell’impegno, sempre voluto e
parso sulla terra non è
mai realizzato, di una storia
solo una curiosità. Esso
dell’amore di Dio fra gli uo-
fa riflettere sull’identità Don Giuseppe De Luca
mini.
dell’uomo che non può
Nella sua mente operavano
ricercarsi solo sul piano
potenti le suggestioni degli cominciare dal 1975, sa quanto cemente erano don Giuseppe
morfologico, ma va vi-
esempi militanti de «La critica»
sta nel suo comporta- gli sia costato quel sogno, gene- De Luca, s’identificavano con la
crociana e della casa editrice La-
mento, rivelatore di rosamente, quasi follemente con- sua figura e per certi versi non
terza; e più da vicino, ma in
uno psichismo diverso cepito senza preoccupazioni erano e non sono pensabili sle-
un’atmosfera rarefatta e come
da quello dell’animale. economiche, senza valutazioni gate dal personalissimo progetto
fuori dal tempo, la collana elaborato nella sua irripetibile e
Le radici biologiche «Studi e testi», «in cui andava- di mercato, continuamente ele- singolare vita.
dell’uomo sono nel no accumulandosi, spesso igno- mosinando protezioni e aiuti. Il
mondo animale; la pa- lavoro della Segatori di quel Dal marzo 1962 all’ottobre
rati, i tesori di erudizione della
rentela con forme Biblioteca Vaticana». lungo dramma ci offre il frutto 2007, fra tante vicissitudini, l’au-
preumane, diverse dal- tenticità del testimone fu garan-
Per ridare vigore alla ricerca pacato, quasi al netto delle sof- tita da Maddalena De Luca, so-
le scimmie che cono- erudita, per riprendere il filo in- ferenze, dei patemi, dei sempre rella di don Giuseppe, la silente
sciamo, e oggi non più terrotto della memoria, per co- sfiorati naufragi economici, or- e tenacissima Nuccia, che con la
viventi, è fuori discus- stituire uno spazio per le ricer- ganizzativi, umani.
sione. La comparsa caparbia ostinazione delle donne
I partecipanti al convegno ricevuti da Papa Francesco il 20 aprile che sulla storia della pietà, con- Si potrà discutere su alcune
dell’uomo è stata pre- meridionali rimase nell’editrice
siderata la vera e più autentica scelte della curatrice (perché, già passata ad altre mani. Ac-
ceduta e preparata dal- storia dell’uomo, nacquero le per esempio, non indicare nei ti- canto a lei, in una singolare con-
la separazione di una linea da quella di là della funzione, viene riconosciu- La prospettiva del futuro dell’uma- Edizioni di Storia e Letteratura, toli correnti gli anni delle pub- cordia discors, vi erano ancora
delle antropomorfe, avvenuta intorno ta una grande forza evocativa per l’ar- nità e delle responsabilità dell’uomo con largo appello a studiosi ita- blicazioni, evitando al lettore un Romana Guarnieri (fino al di-
a sette milioni di anni fa in Africa. In monia espressa nella simmetria della per l’ambiente e nella globalizzazione
questa linea riconosciamo le forme au- lavorazione che gli conferisce un valo- è emersa negli interventi finali (Arber, cembre 2004) e don Giovanni
stralopitecine che praticavano il bipe- Antonazzi (fino al maggio
re estetico. È un’armonia che l’uomo Sabourin), mentre non è mancato un
dismo e anche l’arrampicamento e la 2007), collaboratori fedelissimi
coglie in tanti aspetti della natura ed richiamo alla questione del transuma-
sospensione agli alberi. Esso ha deter- I dieci Contributi di Arnaldo Momigliano di De Luca, ognuno erede di
esprime il gusto del bello. nesimo, una minaccia alla dignità
minato un cambiamento sostanziale una delle sue molte sfaccettatu-
Nella tecnologia strumentale rientra dell’uomo (Capelle-Dumont). re. Ora sono tutti scomparsi.
nel rapporto con l’ambiente ed è stato
favorito da un ambiente aperto, crea-
la domesticazione del fuoco, forse a Nell’intervento conclusivo del car- Per una storia del mondo antico La navicella con i due otri
partire già da oltre un milione di an- dinale Etchegaray è riecheggiato otti- continua il suo viaggio nel sem-
tosi per nuove condizioni climatiche
ni, certamente da oltre quattrocento- misticamente il richiamo alla grande Quasi settemila pagine raccolte (compreso quello dei nomi dei pre più difficile mare dell’edito-
nelle regioni orientali dell’Africa.
mila anni. Essa ha avuto grande im- figura di Pierre Teilhard de Chardin in quattordici tomi pubblicati dieci Contributi), dall’imponen- ria cartacea, minacciata dal digi-
Passeranno ancora oltre quattro mi-
lioni di anni, che hanno visto nelle re- portanza nella ominizzazione per la che prospetta una visione incentrata dalle Edizioni di Storia e Let- te bibliografia dello studioso, tale e soprattutto dall’indigestio-
gioni dell’Africa numerosi rappresen- protezione, la dieta e la vita sociale. sull’uomo, nella sua capacità di dare teratura tra il 1955 e il 2012. che oltrepassa largamente il ne quasi incontenibile di parole
tanti di ominidi, tra cui l’Ardipiteco, Negli studi della preistoria le mani- significato a tutta la creazione e di co- Sono questi i dati, di per sé migliaio di titoli se vi si inclu- e scritture veicolati in tutti i
l’Australopiteco afarense (Lucy) e festazioni di ordine spirituale (sepol- struire il futuro alla luce di Cristo, Al- eloquenti, dei notissimi Contri- dono le voci enciclopediche, mezzi possibili, e dalla sazietà se
l’Australopiteco anamense, per trovare ture, arte) hanno sempre ricevuto par- fa e Omega. buti alla storia degli studi classi- scritte soprattutto per l’Enciclo- non dalla nausea che ne deriva.
le più antiche testimonianze del gene- ci e del mondo antico — ma i pedia italiana e per l’Oxford Non è più l’imbarcazione primi-
re Homo, documentato da resti schele- primi due volumi portano solo Classical Dictionary. tiva, perché il capitano che la
trici e dalla cultura litica del ciottolo la prima parte del titolo — di Di famiglia ebraica piemon- concepì è da tempo sparito; è
risalenti a 2-2,5 milioni di anni fa a uno dei più grandi e intelli- tese, Momigliano fu allievo a un’altra cosa, segue altre rotte.
Il quarantunesimo Incontro di studiosi dell’antichità cristiana genti storici dell’antichità vis- Torino del grande antichista Ma era inevitabile che fosse co-
Kada Gona e Fejei, in Etiopia, e Lo-
kalalei (Kenya) (Henry e Antoinette suti nel Novecento, Arnaldo Gaetano De Sanctis, che seguì sì. Resta l’esigenza di non di-
de Lumley). Ciò mentre ancora so- Teologia dal V all’VIII secolo Momigliano (1908-1987), che a Roma e al quale nel 1933
insegnò in Italia e soprattutto succedette per incarico sulla
menticare mai, comunque, i ca-
pravvivevano in alcune regioni omini- ratteri originali della creatura
di non umani, come l’Australopiteco Sarà dedicato alla teologia dal V all’VIII secolo «fra sviluppo e crisi» il in Inghilterra. cattedra di storia greca, dalla nata dal sogno di un «prete ro-
Sediba nel Sud Africa. quarantunesimo Incontro di studiosi dell’antichità cristiana che si svol- L’autore stesso curò i primi quale lo storico cattolico era mano». Quasi come una «scato-
La prima uscita dall’Africa viene gerà, dal 9 all’ 11 maggio presso l’Istituto Patristico Augustinianum e la otto mentre il nono e il deci- stato dimesso per essersi rifiu- la nera», il catalogo storico per-
fatta risalire a Homo habilis, come at- mo, postumi, sono stati editi tato di prestare il giuramento mette di seguire le metamorfosi
Pontificia Università Lateranense. Ad aprire i lavori — dopo i saluti del
testano i reperti di Dmanissi in Geor- dal fedelissimo allievo Riccar- di fedeltà al fascismo. A soli dell’editrice, i suoi diversi, tal-
preside dell’Augustinianum, padre Robert Dodaro, e del rettore della
gia di 1,8 milioni di anni. Destano do Di Donato. E il Decimo 28 anni vinse la cattedra di volta erratici percorsi.
Lateranense, il vescovo Enrico dal Covolo — saranno le relazioni di contributo — in due tomi (pagi- storia romana a Torino, ma a Cosa resta di De Luca nelle
stupore per le piccole dimensioni.
Questa località può essere vista come Manlio Simonetti («La riflessione teologica tra V e VII secolo») e di ne XX, 891, euro 118) che con- sua volta ne venne espulso do- Edizioni di Storia e Letteratura,
un crocevia per la diffusione dell’uo- Bruno Luiselli («Barbaritas theologica: nuove frontiere teologiche nelle tengono molti inediti, tra cui po l’introduzione delle leggi oggi? Al tempo stesso molto e
mo in Europa e in Asia. A questa pri- culture “barbariche” dell’Occidente»). Il fitto programma d’interventi gli studi maggiori del periodo razziali, che lo costrinsero a ri- poco, tutto e nulla. A ognuno
ma uscita ne seguirono altre in epo- prevede approfondimenti sulla ricezione del pensiero di Agostino, su- oxoniense (1940-1947) e brevi fugiarsi in Inghilterra, dove in- stilare i bilanci, proprio sulla
che diverse (Homo ergaster, erectus, an- gli autori greci, sulla teologia dell’immagine, su Massimo il Confesso- Pensieri sull’ebraismo (1979) — è segnò a Oxford, Cambridge e scorta delle pagine raccolte dalla
tecessor). A esse vengono collegati i re, sulla cristologia e sulla riflessione teologica in Persia e in Armenia. concluso, oltre che dagli indici Londra. (g.m.v.) Segatori.
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 29-30 aprile 2013

Convegno ecumenico ad Amburgo Appello del Patriarca greco-ortodosso d’Antiochia Youhanna X

Giovani d’Europa Per la Siria


e libertà religiosa giustizia e verità
di RICCARD O BURIGANA ropee. L’incontro — si osserva anco- religiose in Europa, in nome della DAMASCO, 29. Un duplice appello
ra — propone di far conoscere le libertà di culto da garantire a tutti. per la liberazione dei due presuli
«Un incontro che nasce dalla spe- esperienze a livello locale e di trova- Infine si parlerà della “lettura” che, ortodossi rapiti e per la soluzione
ranza di creare una rete ecumenica re nuove forme per rendere sempre talvolta, viene data all’attività mis- rapida della drammatica situazione
di giovani in Europa e per discutere più evidente il contributo che i gio- sionaria dei cristiani, interpretata co- siriana è stato lanciato dal Patriarca
sul ruolo dell’idea di libertà nei sin- vani possono dare nelle comunità me una mancanza di rispetto nei greco-ortodosso Youhanna X d’An-
goli Paesi, così da promuovere un cristiane e nella società, affermando confronti delle idee e dei valori del- tiochia nel messaggio per l’inizio
dialogo che abbia come obiettivo l’idea della centralità della libertà la società. della Settimana Santa ortodossa. Il
l’unità nella diversità»: con queste religiosa nella costruzione del futuro A questa prima fase del dibattito testo, scritto in arabo e tradotto e
parole Hans Hommens, segretario dell’Europa. Per questo il program- ne seguirà una seconda nella quale diffuso in francese, inglese, greco,
della sezione europea della Federa- ma del convegno è stato pensato verranno presentate le riflessioni e le tedesco, italiano e spagnolo, è stato
zione mondiale degli studenti cri- per sottolineare l’importanza della proposte dei giovani su aspetti spe- letto ieri durante la liturgia della
stiani (Wscf-E), ha presentato le fi- condivisione delle esperienze locali cifici, illustrate da tre gruppi di la- domenica delle Palme in tutte le
nalità dell’iniziativa ecumenica dal e per favorire la costruzione di una voro. Il primo gruppo affronterà il chiese del patriarcato ortodosso
titolo «As much freedom as you comune riflessione da parte dei gio- rapporto tra libertà e scelte cristia- d’Antiochia.
need. Religious tolerance and diver- vani cristiani europei, a partire dalla ne, soffermandosi, in particolare, Il Patriarca ricorda i «motivi di
sity in Europe», che si svolge ad domanda su cosa sia la libertà reli- sulla testimonianza ecumenica per dolore» che investono tutte le regio-
Amburgo dal 30 aprile al 5 maggio, giosa nelle realtà specifiche in cui i la salvaguardia del creato; il secon- ni antiochene, «nel momento in cui
con la partecipazione di giovani giovani si trovano a testimoniare la do si interrogherà sulle forme gli eventi politici attaccano come
provenienti da vari Paesi europei. propria fede. dell’impegno cristiano per la libertà una tempesta le nostre patrie». L’ul-
L’evento è stato promosso dal Il punto di partenza è costituito religiosa nei diversi contesti europei, tima tragedia ricordata è appunto il
Consiglio ecumenico dei giovani in dalla discussione di una serie di mentre il terzo cercherà di definire rapimento del metropolita greco-or-
Europa (Eyce), dalla Federazione “provocazioni” sulla libertà religio- il ruolo delle comunità cristiane nel- todosso di Aleppo e Alessandretta,
della gioventù protestante in Ger- sa: si tratta di questioni che sono la partecipazione attiva alla vita de- Paul Yazigi, e di quello siro-orto-
mania e dalla Wscf-E, allo scopo di state immaginate proprio per porre
mocratica e le contraddizioni che dosso di Aleppo, Youhanna
favorire l’ulteriore approfondimento l’accento sulle contraddizioni della
emergono da questa partecipazione. Ibrahim, e l’assassinio del suddiaco-
della riflessione che, da lungo tem- società contemporanea riguardo al
L’ultima parte dell’incontro sarà no che li accompagnava.
po, coinvolge le organizzazioni ecu- tema scelto per la discussione e sul-
dedicata all’intervento di un rappre- «Condivido con voi il dolore — Processione a Gerusalemme nella Domenica delle Palme ortodossa (Reuters)
meniche giovanili sul tema della li- le difficoltà che i cristiani incontra-
sentante cristiano e di una musul- afferma il Patriarca — dolore sentito
bertà religiosa nella società contem- no, anche in Europa, nel vivere la li-
mana che lavorano insieme nel cam- anche da tanti fedeli della nostra
poranea. Come ha sottolineato il se- bertà di annunciare e di praticare il
Vangelo. I partecipanti saranno po dell’accoglienza, testimoniando Chiesa, dolore causato dalle difficol- uccisioni, di rapimenti, il fatto che donare il ritorno dei rapiti ai loro
gretario della Wscf-E, le organizza-
zioni giovanili si sono impegnate, in chiamati, inoltre, a interrogarsi su così un impegno che va ben oltre la tà subite, e lavoro con i miei fratelli, le nostre istituzioni vengano distrut- amati, la consolazione a quanti sono
particolare, nell’agevolare le occasio- quale sia il rapporto tra il modello dimensione ecumenica, per riaffer- i membri del Santo Sinodo, per di- te, non diminuisce la nostra volontà nella tristezza per la perdita dei loro
ni di incontro e di dialogo, al fine consumistico che viene proposto mare come nella lotta per la libertà minuire gli effetti di tali circostan- di conservare la nostra cittadinanza cari».
di creare momenti nei quali, «come quotidianamente nella società e le religiosa i cristiani devono ricercare ze». In questa prospettiva il Patriar- comune, la convivenza, l’adesione
giovani e come persone di fede, i scelte dei singoli individui, che ve- un’azione comune senza però pre- ca rivolge «un appello alla società alle nostre patrie e la richiesta della
partecipanti possono condividere le dono spesso messa in discussione la cludere la strada a una fattiva colla- internazionale per stimolarla a fare verità e della giustizia per le nostre
proprie idee e le proprie speranze libertà di poter operare delle scelte borazione con le altre religioni. Con ciò che può per liberare i rapiti. terre». Conseguentemente, il Pa-
sulla libertà religiosa, tenendo conto che siano rispettose della propria fe- l’incontro sulla libertà religiosa in Questo nostro appello include pure triarca invita ciascun fedele «a espri- †
dei cambiamenti in atto nella socie- de. Un altro aspetto sarà il carattere Europa — voluto in concomitanza un fervente invito a trovare una ve- mere la propria preoccupazione e il
S. E. Mons. Mauro Parmeggiani, Vescovo
tà, che sembrano mettere in discus- delle relazioni tra gli Stati, le istitu- del trentaquattresimo Deutsche loce soluzione alla situazione del rifiuto di ciò che accade, lontano da di Tivoli, il Clero della Diocesi unitamen-
sione le radici stesse della libertà, zioni europee e le comunità religio- Evangelische Kirchentag, che si tie- nostro amato Paese, la Siria; e ciò in ogni allineamento politico». Infatti, te ai famigliari e ai dipendenti della Curia
tanto da introdurre una nuova con- se alla luce dell’attuale contesto, nel ne ad Amburgo dal 1° al 5 maggio — segno di pietà per questo popolo te- viene ricordato, «la questione prin- Vescovile, annunciano che oggi, 29 aprile
cezione della dignità della persona quale sembra prevalere l’idea che la si è quindi voluto creare «uno spa- stimone di una civiltà plurisecolare, cipale del cristianesimo è la questio- 2013, alle ore 11.15, presso la Clinica “Me-
umana che niente ha a che vedere libertà venga preservata grazie alla zio di discussione tra giovani, così e per evitare conseguenze nefaste ne dell’uomo». dicus” di Tivoli, è morto
con i valori cristiani». definizione degli ambiti di compe- da mostrare quanto la diversità di che possono ripercuotersi sull’intera All’inizio della Settimana Santa
Amburgo vuole così essere la tap- tenza così da impedire qualunque esperienze e di approcci costituisca regione». Youhanna X invita a «fare di questo S. E. Rev.ma Mons.
pa di un cammino con il quale defi- “interferenza” della religione nella una ricchezza, coltivando la speran- Youhanna X denuncia con forza il periodo un’occasione per proclama- PIETRO GARLATO
nire percorsi di partecipazione ecu- vita pubblica. za che tale ricchezza possa produrre clima di violenza in cui vive il Pae- re la nostra unità di Chiesa, i cui
menica al dibattito sulla libertà reli- Altro punto di analisi sarà l’utiliz- un documento comune dal quale se. «Noi rifiutiamo tale realtà e la membri sono radunati dall’ardente Vescovo emerito di Tivoli
giosa, che vede coinvolti i cristiani e zo degli edifici di culto che risulta- proseguire la riflessione e l’impegno condanniamo; e, tuttavia, noi non tensione verso la verità». In partico- di anni 85
il loro impegno sia in ambito ecu- no abbandonati e che, secondo al- ecumenico per la libertà religiosa», abbiamo paura di chi adotta la vio- lare chiede di rendere più frequenti e mentre lo affidano alla Divina Miseri-
menico e interreligioso sia in rap- cuni, dovrebbero essere riassegnati ha concluso Kristine Jansone, segre- lenza, poiché siamo figli della risur- le suppliche con le quali «preghia- cordia, lo raccomandano alla preghiera
porto con le istituzioni politiche eu- tenendo conto delle nuove presenze taria generale della Eyce. rezione. Il fatto di essere vittime di mo Dio di eliminare l’ingiustizia, di dei fedeli.
La salma sarà esposta dalle ore 10.30 di
martedì 30 aprile, presso la Chiesa Parroc-
chiale di San Biagio da dove, alle ore
15.00, partirà il corteo funebre per la Cat-
Incontro a Berlino fra il metropolita Hilarion e il cardinale Woelki Di fronte alle coste della Tunisia la più antica sinagoga del continente africano tedrale (Piazza Domenico Tani), dove alle
ore 15.30 saranno celebrate le Esequie.

L’importanza Il pellegrinaggio degli ebrei a El Ghriba Tivoli, 29 aprile 2013

di lavorare insieme DJERBA, 29. Centinaia di fedeli han-


no partecipato ieri, domenica, ai riti
tolineato il responsabile della co-
munità ebraica di Djerba, Perez
Trabelsi, il quale ha inoltre auspica-
accolto i vostri antenati e continua a
proteggere il vostro patrimonio».
L’ambasciatore Gouyette ha invece

La Segreteria di Stato comunica che è de-
religiosi che hanno concluso il tradi- ceduto il
zionale pellegrinaggio alla sinagoga to che «il prossimo anno i parteci- espresso apprezzamento per «l’ec-
El Ghriba, nelle vicinanze di Djer- panti al pellegrinaggio diventino cellente organizzazione» del pelle- Signor
ba, la località che dà il nome alla migliaia». Tra i presenti all’evento grinaggio. FRANCISCO MAYANS MORA
grande isola situata di fronte alle anche il gran rabbino di Tunisia, La sinagoga El Ghriba è rivestita
Haim Bitan, e l’ambasciatore di al suo interno da suggestive piastrel- padre della Signora Silvia Mayans Este-
coste della Tunisia. La sinagoga è la
Francia in Tunisia, François Gouyet- le di ceramica policroma. Di fronte vill, Officiale della Segreteria di Stato.
più antica di tutto il continente afri- Nell’esprimere alla Signora Mayans
cano e costituisce per i pellegrini, te. Il gran rabbino ha rivolto, per a essa si trova un altro edificio, che Estevill sentita partecipazione al suo dolo-
provenienti anche dall’Europa, meta l’occasione, un appello a tutti gli si snoda attorno a cortili quadrati, re per la scomparsa del padre, i Superiori
annuale di visita in occasione del ebrei di origine tunisina nel mondo con la funzione di ospitare i fedeli e gli Officiali della Segreteria di Stato as-
trentatreesimo giorno successivo alla a sostenere economicamente il pro- in occasione delle cerimonie religio- sicurano la loro preghiera di suffragio e
Pasqua ebraica. prio Paese di origine, che sta viven- se. All’interno della sinagoga è an- invocano dal Signore conforto per lei e
La costruzione risale al 566 avanti do un periodo di transizione. «È che conservato uno dei più antichi per gli altri familiari del caro defunto.
Cristo e, secondo la tradizione, fu vostro dovere — ha affermato Haim esemplari di Torah esistenti nel
costruita dagli esuli ebrei che utiliz- Bitan — aiutare questo Paese che ha mondo.
zarono la pietra salvata dalla distru-
zione del primo tempio di Gerusa-
lemme, edificato da re Salomone.
Quella di Djerba è la più antica co-
munità ebraica del Maghreb. El
Ghriba, il nome della sinagoga (che
si trova nel quartiere ebraico di Ha-
ra Sghira), significa “straniera, sor-
prendente, solitaria” e molte sono le
leggende attorno alla sua origine.
Gli ebrei di Djerba si distribuiscono
in due quartieri: Hara Sghira e Ha-
ra Kebira (il grande quartiere ebrai-
co che si trova alla periferia di
BERLINO, 29. L’importanza del all’ordine del giorno nelle discus- Houmt Souk, capitale amministrati-
dialogo teologico e la speranza di sioni congiunte. E ha espresso va dell’isola).
un ulteriore, proficuo sviluppo del- l’auspicio di un ulteriore sviluppo Il pellegrinaggio, durato tre gior-
la cooperazione ortodosso-cattolica della cooperazione ortodosso-cat- ni, si è svolto in un clima tranquillo,
durante il pontificato di Papa tolica durante il pontificato di Pa- senza che vi fossero incidenti. Le
Francesco sono state espresse dal pa Bergoglio, anche nei settori del- autorità tunisine — riferisce la Fran-
presidente del Dipartimento per le la difesa dei valori cristiani nella ce Presse — hanno infatti garantito
relazioni ecclesiastiche esterne società, nel servizio sociale e nella la massima protezione al luogo di
(Decr) del Patriarcato di Mosca, tutela dei cristiani perseguitati nel culto che, nel 2002, era stato teatro
Hilarion, metropolita di Voloko- mondo. di un attentato terroristico. Il pelle-
lamsk, al cardinale arcivescovo di Nel corso del colloquio, è stato grinaggio era inoltre stato sospeso
Berlino, Rainer Maria Woelki. È toccato anche il problema del rela- nel 2011, durante un crescendo di
quanto riferisce il sito del Decr, tivismo morale che investe i Paesi proteste popolari in Tunisia, e ripre-
dando conto della visita che il me- europei. «In opposizione a queste so poi, l’anno successivo, in maniera
tropolita Hilarion ha compiuto nei tendenze distruttive vedo maggiori limitata. Secondo gli organizzatori,
giorni scorsi in Germania, durante opportunità di cooperazione», ha citati dall’agenzia di stampa, «l’af-
la quale ha avuto colloqui con rap- detto Hilarion. Un capitolo a par- fluenza è stata relativamente soddi-
presentanti politici e religiosi. te, nella conversazione, è stato ri- sfacente».
Durante l’incontro, che si è svol- servato al problema della persecu- L’evento si era iniziato il 26 aprile
to nell’arcivescovado di Berlino, il zione dei cristiani in varie aree del e, dopo la sospensione dello Shab-
rappresentante ortodosso ha fatto pianeta, in particolare in Medio bat, è proseguito fino a ieri, con la
il punto sui rapporti con la Chiesa Oriente e nel Nord Africa, dove, processione finale verso la sinagoga,
cattolica che — ha detto — sotto il nel quasi generale silenzio dei me- vissuta in un clima di gioia, con i
pontificato di Benedetto XVI «sono dia, avvengono sistematici episodi fedeli che hanno intonato canti per-
migliorati in modo significativo». di repressione e intimidazione. An- correndo le antiche strade della città
In particolare, il metropolita si è che in questo caso, le due parti di Djerba. Altro momento intenso è
soffermato su una serie di questio- hanno riconosciuto l’importanza di stato quello delle benedizioni. «Tut-
ni teologiche ed ecclesiologiche compiere sforzi comuni. to si è svolto per il meglio», ha sot- Una fedele nella sinagoga di El Ghriba (Reuters)
lunedì-martedì 29-30 aprile 2013 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

Durante la messa a Santa Marta il Papa parla dello spirito con cui accostarsi al confessionale Alla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali

Benedetta vergogna La governance


Il confessionale non è né una «tin- ticano e un gruppo di dipendenti peccati: tutti siamo peccatori, tutti. “Ma, Signore, senti, sono così”. Ci
in un mondo che cambia
toria» che smacchia i peccati, né dell’Apsa. Questo è il punto di partenza». fa vergogna dire la verità: ho fatto «Governance in un mondo che La tradizione cattolica, ha poi ri-
una «seduta di tortura» dove si in- Il Papa ha aperto l’omelia con «Ma se confessiamo i nostri pec- questo, ho pensato questo. Ma la cambia: di fronte alle sfide di liber- cordato, ha una distinta compren-
fliggono bastonate. La confessione una riflessione sulla prima lettera di cati — ha spiegato il Pontefice — vergogna è una vera virtù cristiana e tà, legittimazione, solidarietà e sus- sione della pace, che non è mera-
infatti è l’incontro con Gesù e si san Giovanni (1, 5-2, 2), nella quale Egli è fedele, è giusto tanto da per- anche umana. La capacità di vergo- sidiarietà» è il tema dell’incontro mente l’assenza della guerra, ma la
tocca con mano la sua tenerezza. l’apostolo «parla ai primi cristiani e donarci i peccati e purificarci da gnarsi: non so se in italiano si dice
Ma bisogna accostarsi al sacramento lo fa con semplicità: “Dio è luce e ogni iniquità. E ci presenta, vero?, promosso dalla Pontificia Accade- tranquillità dell’ordine. Nell’inter-
così, ma nella nostra terra a quelli mia delle Scienze Sociali, che si è
senza trucchi o mezze verità, con in Lui non c’è tenebra alcuna”. Ma quel Signore tanto buono, tanto fe- che non possono vergognarsi gli di- vento di apertura, il cardinale Peter
mitezza e con allegria, fiduciosi e ar- “se diciamo di essere in comunione dele, tanto giusto che ci perdona. svolto nella Casina Pio IV in Vatica- Kodwo Appiah Turkson, presidente
cono sinvergüenza. Questo è “uno no, nei giorni 26 e 27 aprile. L’in-
mati di quella «benedetta vergo- con Lui”, amici del Signore, “e cam- Quando il Signore ci perdona fa senza vergogna”, perché non ha la del Pontificio Consiglio della Giu-
gna», la «virtù dell’umile» che ci fa miniamo nelle tenebre, siamo bu- giustizia. Sì, fa giustizia prima a se contro è stato l’atto conclusivo delle stizia e della Pace, ha parlato di
capacità di vergognarsi. E vergo- riflessioni proposte dall’organismo
riconoscere peccatori. È alla riconci- giardi e non mettiamo in pratica la stesso, perché Lui è venuto per sal- gnarsi è una virtù dell’umile». «Governance per il più grande be-
liazione che Papa Francesco ha de- verità”. E Dio bisogna adorarlo in vare e quando ci perdona fa giusti- vaticano sui temi della Pacem in ter- ne comune». Partendo dall’enciclica
Papa Francesco ha quindi ripreso ris, ai quali sono state dedicate due
dicato l’omelia della messa celebrata spirito e in verità». zia a se stesso. “Sono salvatore di il passo della lettera di san Giovan- Pacem in terris di Giovanni XXIII, il
lunedì mattina, 29 aprile, nella cap- «Cosa significa — si è chiesto il te” e ci accoglie». Lo fa nello spirito sessioni annuali. Obiettivo princi-
ni. Sono parole, ha detto, che invita- porporato ha detto che il cuore
pella della Domus Sanctae Marthae. Papa — camminare nelle tenebre? del salmo 102: «“Come è tenero un pale del convegno sono state la va-
no ad aver fiducia: «Il Paraclito è al convertito, cioè il cuore che segue
Tra i concelebranti, il cardinale Perché tutti noi abbiamo delle oscu- padre verso i figli, così il Signore è lutazione e la riflessione su alcune
nostro fianco e ci sostiene davanti al sfide che attendono la governance Cristo, cerca nell’amore di trovare i
Domenico Calcagno, presidente rità nella nostra vita, anche momenti tenero verso quelli che lo temono”,
Padre. Lui sostiene la nostra debole nelle società attuali. mezzi che garantiscano il benessere
dell’Amministrazione del Patrimonio dove tutto, anche nella propria co- verso quelli che vanno da Lui. La
vita, il nostro peccato. Ci perdona. Introducendo i lavori, Mary Ann del mondo umano e naturale. È
della Sede Apostolica (Apsa), con il scienza, è buio, no? Andare nelle te- tenerezza del Signore. Ci capisce
segretario monsignor Luigi Mistò, nebre significa essere soddisfatto di sempre, ma anche non ci lascia par- Lui è proprio il nostro difensore, Glendon, presidente della Pontificia una via che ogni cuore convertito
l’arcivescovo Francesco Gioia, presi- se stesso. Essere convinto di non lare: Lui sa tutto. “Stai tranquillo, perché ci sostiene. Adesso, come Accademia, ha detto tra l’altro che deve seguire. La preghiera degli an-
dente della Peregrinatio ad Petri Se- aver necessità di salvezza. Quelle so- vai in pace”, quella pace che soltan- dobbiamo andare dal Signore, così, la politica si esplica all’interno geli alla nascita di Cristo insegna
dem, l’arcivescovo di Owerri, monsi- no le tenebre!». E, ha proseguito, to Lui dà». con la nostra verità di peccatori? dell’orizzonte del giudizio morale che il compito di costruire la pace
gnor Anthony Obinna, e il procura- «quando uno va avanti su questa È quanto «succede nel sacramen- Con fiducia, anche con allegria, sen- individuale e sociale. Il potere poi appartiene a tutti gli uomini di
tore generale dei verbiti, Giancarlo strada delle tenebre, non è facile tor- to della riconciliazione. Tante volte za truccarci. Non dobbiamo mai non deve essere ridotto alla forza, buona volontà. Per questo, ognuno
Girardi. Ha concelebrato anche nare indietro. Perciò Giovanni conti- — ha detto il Santo Padre — pensia- truccarci davanti a Dio! Con la veri- ma compreso come la capacità di di noi può essere un canale di pace,
monsignor Eduardo Horacio García, nua, forse questo modo di pensare mo che andare a confessarci è come tà. In vergogna? Benedetta vergo- conseguire il bene comune. uno strumento del bene.
vescovo ausiliare e pro-vicario gene- lo ha fatto riflette: “Se diciamo di andare in tintoria. Ma Gesù nel gna, questa è una virtù».
rale di Buenos Aires. Tra i presenti, essere senza peccato, inganniamo confessionale non è una tintoria». Gesù aspetta ciascuno di noi, ha
le suore Pie Discepole del Divin noi stessi e la verità non è in noi”. La confessione è «un incontro con ribadito citando il vangelo di Mat-
Maestro che prestano servizio in Va- Guardate ai vostri peccati, ai nostri Gesù che ci aspetta come siamo. teo (11, 25-30): «“Venite a me, voi
tutti che siete stanchi e oppressi”, Concluso il convegno di Pax Christi Italia
anche del peccato, “e io vi darò ri-

Tre nuovi rappresentanti pontifici


storo. Prendete il mio giogo sopra
di voi e imparate da me, che sono
mite e umile nel cuore”. Questa è la
Finestra
per Colombia, Papua Nuova Guinea e Benin
virtù che Gesù chiede a noi: l’umiltà
e la mitezza».
«Umiltà e mitezza — ha prosegui-
aperta sul futuro
to il Papa — sono come la cornice di ROMA, 29. Dalla fiducia negli eser- lenza e alla pace come espressione
una vita cristiana. Un cristiano va citi e nelle armi alla ricerca della di quella “cittadinanza attiva” sem-
sempre così, nell’umiltà e nella mi- pace con mezzi pacifici; dalla con- pre presente nelle indicazioni mini-
tezza. E Gesù ci aspetta per perdo- dizione di sospetto verso chi pro- steriali, per formare costruttori di
narci. Possiamo fargli una domanda: viene da altre culture all’accoglien- pace, tessitori di dialogo e di rela-
allora andare a confessarsi non è an- za e alla valorizzazione delle diver- zioni tra i popoli, nella ricerca di ri-
dare a una seduta di tortura? No! È sità: con queste precise scelte di soluzioni autenticamente pacifiche
andare a lodare Dio, perché io pec- campo si è concluso ieri, domenica, dei conflitti. In tal senso, sottoli-
catore sono stato salvato da Lui. E il congresso nazionale di Pax Chri- neando alcune «caratteristiche posi-
Lui mi aspetta per bastonarmi? No, sti Italia dedicato al tema della non tive dell’ora presente» come «la
con tenerezza per perdonarmi. E se violenza. «Spalancare la finestra del mondialità nello sviluppo delle co-
domani faccio lo stesso? Vai un’altra futuro, progettando insieme, osan- municazioni» e «il multiculturali-
volta, e vai e vai e vai. Lui sempre ci do insieme, come suggeriva don smo delle nostre società», nella let-
aspetta. Questa tenerezza del Signo- Tonino Bello» è l’impegno assunto tera conclusiva del congresso si ri-
re, questa umiltà, questa mitezza». dall’associazione che ha espresso corda agli aderenti che «solo la co-
Il Papa ha infine invitato ad aver anche una forte preoccupazione per struzione di coscienze aperte al
fiducia nelle parole dell’apostolo la situazione politica del Paese, in nuovo incontro, di donne e uomini
particolare «per il clima di chiusura non più chiusi nel rancore o nelle
Giovanni: «Se qualcuno ha peccato,
nei propri interessi personali o di memorie senza perdono, di membri
abbiamo un Paràclito presso il Pa-
gruppo che oggi sia la politica che della società che sanno essere soli-
dre». E ha concluso: «questo ci dà la società esprimono, eludendo così
respiro. È bello, eh? E se abbiamo dali, potrà fermare la violenza, che
al compito autentico di rispondere tende ad avvelenare ogni rapporto
vergogna? Benedetta vergogna, per- ai bisogni essenziali della gente e
Numerosi porporati e presuli che svolgono il loro ser- della Casa Pontificia, arcivescovo Gänswein. Moltissi- ché quella è una virtù. Il Signore ci umano e sociale». Per questo, «oc-
alla salvaguardia dei diritti costitu- corre assumere consapevolmente le
vizio in Vaticano si sono uniti ai nunzi apostolici Bale- mi anche i fedeli che hanno partecipato al rito. Oggi, dia questa grazia, questo coraggio di zionali».
strero, Banach e Udaigwe, che nel pomeriggio di saba- lunedì 29, i novelli presuli insieme ai loro familiari so- andare sempre da Lui con la verità, responsabilità del presente e rinno-
All’incontro è intervenuto José
to 27 aprile hanno ricevuto l’ordinazione episcopale no stati ricevuti in udienza da Papa Francesco, prima perché la verità è luce. E non con la vare la decisione di guardare alla
Henriquez, segretario generale di
nella basilica di San Pietro dalla mani del cardinale se- di partire per le rispettive missioni diplomatiche in tenebra delle mezze verità o delle formazione delle coscienze, e attra-
Pax Christi International, che ha ri-
gretario di Stato Bertone. Tra loro anche il prefetto Colombia, Papua Nuova Guinea e Benin. bugie davanti a Dio». verso di esse, di segnare l’opinione
cordato il carattere internazionale
del movimento, la sua capacità di pubblica di nuove prospettive di
dialogo e di espressione ai massimi speranza». Di qui, l’invito ad «apri-
livelli nelle sedi internazionali e re la finestra del futuro attraverso la
l’esigenza di «fare rete», di cercare presenza di “punti pace”. Attraver-
Il quarto Congresso eucaristico nazionale della Costa Rica il dialogo per una maggiore condi- so la partecipazione a occasioni di
visione degli obiettivi: «La nostra preghiera, di studio e a occasione

Dacci sempre questo Pane rete è grande. La nostra famiglia è


viva e dinamica. Pax Christi è un
movimento di pace, internazionale
di preparazione di eventi pubblici,
si costruisce una più ricca e viva co-
scienza degli ostacoli alla pace e
fin dalla sua genesi. Oggi è un mo- delle vie per costruire una società
II. Tra gli intervenuti, l’arcivescovo peti di fiori. Al termine, si è tenuta Anche il vescovo di Cartago ha non violenta».
di CARLOS ALBERTO vimento di portata mondiale con
OREAMUNO TOLED O* Piero Marini, presidente del Pontifi- per tutta la notte una veglia di ado- pronunciato un discorso di ringra-
cio comitato per i congressi eucari- razione nella cappella della piazza più di cento organizzazioni in cin-
ziamento e ha colto l’occasione per quanta Paesi e parecchie di queste
Nel contesto dell’Anno della fede stici internazionali, e altri presuli del santuario nazionale di Nuestra annunciare e consegnare simbolica-
provenienti dall’America Centrale. Señora de los Ángeles, conclusasi organizzazioni sono a loro volta
indetto da Benedetto XVI, i vescovi mente al vescovo di Alajuela, Ángel delle reti. Siamo una rete di reti
della Costa Rica hanno proclamato Grande partecipazione si è regi- con la benedizione e una messa pre-
un Anno eucaristico, dal 10 giugno strata alla messa del 20 aprile, pre- sieduta dal vescovo di Cartago.
San Casimiro Fernández, il testimo- con tante lingue e culture. È impor- Lutti nell’episcopato
ne per il prossimo Congresso eucari- tante sentirci e pensarci in questa
2012 al 2 giugno 2013. Momento sieduta dall’arcivescovo di Panamá e La messa conclusiva è stata cele- stico nazionale. maniera. Siamo tutti interessati alla Monsignor Patrick Taval, vesco-
culminante dell’anno è stato il quar- presidente del Segretariato episcopa- brata il 21 aprile nello stadio della
A ricordo dell’evento è stata co- costruzione della pace anche al di vo di Kerema, in Papua Nuova
to Congresso eucaristico nazionale, le dell’America Centrale, José Do- città, che può accogliere venticin-
niata una medaglia con l’effigie del là delle nostre comunità». Guinea, è morto nelle prime ore
tenutosi nella città di Cartago dal 14 mingo Ulloa Mendieta. La celebra- quemila persone. A presiedere la
Santissimo Sacramento e di Nuestra Il vescovo di Pavia, Giovanni di lunedì 29 aprile al Pacific in-
al 21 aprile. I precedenti (negli anni zione è stata preceduta da una so- concelebrazione è stato l’arcivescovo
Señora de los Ángeles. Giudici, presidente di Pax Christi ternational hospital di Port Mo-
1913, 1955 e 1992) si erano svolti a lenne processione eucaristica: la car- Marini, che ha letto il messaggio in-
Italia, nel suo intervento ha sottoli- resby, ov’era ricoverato da alcuni
San José, capitale del Paese e sede roza che trasportava il Santissimo viato da Papa Francesco. Tra i pre-
*Addetto alle comunicazioni sociali neato due punti fondamentali. In giorni.
dell’arcidiocesi. Sacramento ha attraversato le princi- senti numerosi seminaristi e autorità
primo luogo, la necessità di «collo- Il compianto presule era nato
Il vescovo di Cartago, José Fran- pali vie della città, decorate con tap- civili. della diocesi di Cartago
care Pax Christi nel tempo». Infat- a Taranga, arcidiocesi di Rabaul,
cisco Ulloa Rojas, ha scelto come ti, occorre «ricordare la sorgente da
il 4 maggio 1956 ed era stato or-
tema del congresso «L’Eucaristia: cui siamo nati, così da prendere
dinato sacerdote dei missionari
pane di vita per il nostro popolo» e ispirazione per il nostro presente».
del Sacro Cuore l’8 gennaio
come motto: «Dacci sempre questo In seconda battuta, l’importanza di
1984. Eletto alla Chiesa titolare
Pane». Il Congresso eucaristico è inserire sempre più a fondo Pax
di Timida e nel contempo nomi-
stato così un momento privilegiato Christi nella Chiesa in Italia: «Col-
locarlo nella Chiesa italiana è pure nato ausiliare di Rabaul il 22
per riunire attorno a Cristo l’intera giugno 1999, aveva ricevuto l’or-
nazione e fare della città di Cartago, un dovere; noi siamo parte del po-
polo di Dio che cammina in Italia. dinazione episcopale il successi-
che festeggia i 450 anni di fondazio- vo 2 ottobre. Il 6 dicembre 2007
ne, la capitale eucaristica del Paese. In questa Chiesa noi siamo chiama-
ti a vivere il nostro carisma e ad ar- era stato eletto coadiutore di Ke-
Il congresso si è aperto con la rema, alla cui sede residenziale
messa celebrata nella piazza princi- ricchire così la comunità del dono
che Dio ci ha affidato. Uomini e era succeduto il 12 marzo 2010.
pale della città, dove era stata porta-
ta anche l’immagine di Nuestra Se- donne del nostro movimento che
nella comunità italiana sono cre- Monsignor Pietro Garlato, ve-
ñora de los Ángeles, patrona della scovo emerito di Tivoli, in Italia,
nazione. La messa è stata presieduta sciuti, hanno in essa dato voce a
istanze evangeliche che si venivano è morto alle 11.15 di lunedì matti-
dal nunzio apostolico, l’arcivescovo na, 29 aprile, all’età di 85 anni,
manifestando. Nello stesso tempo,
Pierre Nguyên Van Tot. Con lui presso la clinica locale in cui era
noi siamo stati e siamo arricchiti
hanno concelebrato i vescovi del dai doni degli altri cristiani. Abbia- ricoverato da mesi.
Paese e molti sacerdoti. mo in questi anni ricevuto un con- Il compianto presule era nato
Nei locali del centro salesiano tributo di sensibilità e di pensiero a Udine il 10 gennaio 1928 ed
«Domenico Savio», il 16 e il 17 apri- dalle caratteristiche di questa Chie- era stato ordinato sacerdote il 1°
le, si è tenuto il simposio teologico sa». Uno dei momenti centrali luglio 1951. Eletto a Palestrina il
eucaristico, a cui hanno partecipato dell’assemblea — la prima alla quale 2 aprile 1986, aveva ricevuto l’or-
circa trecento tra esperti e delegati abbia partecipato un segretario ge- dinazione episcopale il successi-
diocesani, mentre nei giorni 18, 19 e nerale della Conferenza episcopale vo 19 aprile. Il 30 dicembre 1991
20, si è svolto il congresso, con la italiana (il vescovo Mariano Crocia- era stato trasferito alla sede di
partecipazione di almeno seicento ta, intervenuto venerdì 26) — è stata Tivoli. Il 5 luglio 2003 aveva ri-
persone. Nel corso di conferenze, la presentazione della campagna nunciato al governo pastorale
catechesi e dibattiti sono stati af- «Scuole smilitarizzate». I giovani della diocesi. Le esequie si cele-
frontati temi diversi e in particolare di Pax Christi ritengono, infatti, brano nel pomeriggio di martedì
la spiritualità eucaristica alla luce che sia urgente riaffermare che la 30, alle ore 15.30, nella cattedrale
dei documenti del concilio Vaticano scuola deve educare alla non vio- tiburtina.
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 29-30 aprile 2013

Al Regina Caeli il pensiero alle vittime del crollo in Bangladesh

Siano tutelate
la dignità e la sicurezza
dei lavoratori
Un «forte appello affinché sia sempre ti a quello che il Signore vi chiede,
tutelata la dignità e la sicurezza del e a vivere e camminare sempre se-
lavoratore» è stato lanciato dal condo lo Spirito Santo!
Pontefice durante il Regina Caeli
recitato domenica 28 aprile, al Vorrei estendere il mio saluto af-
termine della messa celebrata per i fettuoso a tutti i pellegrini presenti,
cresimandi e i cresimati in piazza San venuti da tanti Paesi. Saluto in par-
Pietro. ticolare i ragazzi che si preparano
alla Cresima, il folto gruppo guida-
Prima di concludere questa celebra- to dalle Suore della Carità, i fedeli
zione, vorrei affidare alla Madonna di alcune parrocchie polacche e
i cresimati e tutti voi. La Vergine quelli di Bisignano, come pure la
Maria ci insegna che cosa significa Katholische akademische Verbindung
vivere nello Spirito Santo e che co-
Capitolina.
sa significa accogliere la novità di
Dio nella nostra vita. Lei ha conce-
pito Gesù per opera dello Spirito, e In questo momento, un momen-
ogni cristiano, ognuno di noi, è to speciale, desidero elevare una
chiamato ad accogliere la Parola di preghiera per le numerose vittime
Papa Francesco cresima quarantaquattro fedeli in piazza San Pietro Dio, ad accogliere Gesù dentro di causate dal tragico crollo di una
sé e poi portarlo a tutti. Maria ha fabbrica in Bangladesh. Esprimo la

Il coraggio di andare controcorrente invocato lo Spirito con gli Apostoli mia solidarietà e profonda vicinan-
nel cenacolo: anche noi, ogni volta za alle famiglie che piangono i loro
che ci riuniamo in preghiera, siamo cari e rivolgo dal profondo del cuo-
sostenuti dalla presenza spirituale re un forte appello affinché sia sem-
L’invito ad «andare controcorrente» e Dio dona alla nostra vita è definiti- zone d’ombra, i nostri comporta- dare controcorrente; questo fa bene della Madre di Gesù, per ricevere il pre tutelata la dignità e la sicurezza
a scommettere «sui grandi ideali, sulle va, e non solo nel futuro, quando menti che non sono secondo Dio e al cuore, ma ci vuole il coraggio per dono dello Spirito e avere la forza del lavoratore.
cose grandi», è stato rivolto da Papa saremo con Lui, ma anche oggi: Dio lavi i nostri peccati, è un cammino andare controcorrente e Lui ci dà di testimoniare Gesù risorto. Que-
Francesco ai 44 fedeli cresimati sta facendo tutto nuovo, lo Spirito che incontra tanti ostacoli, fuori di questo coraggio! Non ci sono diffi- sto lo dico in modo particolare a Ora, nella luce pasquale, frutto
durante la messa presieduta nella Santo ci trasforma veramente e vuo- noi, nel mondo e anche dentro di coltà, tribolazioni, incomprensioni voi, che oggi avete ricevuto la Cre- dello Spirito, ci rivolgiamo insieme
mattina di domenica 28 aprile, in le trasformare, anche attraverso di noi, nel cuore. Ma le difficoltà, le che ci devono far paura se rimania- sima: Maria vi aiuti ad essere atten- alla Madre del Signore.
piazza San Pietro. noi, il mondo in cui viviamo. Apria- tribolazioni, fanno parte della strada mo uniti a Dio come i tralci sono
mo la porta allo Spirito, facciamoci per giungere alla gloria di Dio, co- uniti alla vite, se non perdiamo
Cari fratelli e sorelle! Carissimi guidare da Lui, lasciamo che l’azio- me per Gesù, che è stato glorificato l’amicizia con Lui, se gli facciamo
cresimandi! Benvenuti! ne continua di Dio sulla Croce; le incontreremo sempre sempre più spazio nella nostra vita.
Vorrei proporvi tre semplici e brevi ci renda uomini e Questo anche e soprattutto se ci
pensieri su cui riflettere. donne nuovi, ani- sentiamo poveri, deboli, peccatori,
mati dall’amore di Lo Spirito Santo ci trasforma perché Dio dona forza alla nostra
1. Nella Seconda Lettura abbiamo Dio, che lo Spirito
ascoltato la bella visione di san Gio- veramente e vuole trasformare, anche debolezza, ricchezza alla nostra po-
Santo ci dona! Che vertà, conversione e perdono al no-
vanni: un cielo nuovo e una terra bello se ognuno di attraverso di noi, il mondo in cui viviamo stro peccato. È tanto misericordioso
nuova, e poi la Città Santa che voi, alla sera potes-
scende da Dio. Tutto è nuovo, tra- il Signore: sempre, se andiamo da
se dire: oggi a
sformato in bene, in bellezza, in ve- scuola, a casa, al la-
Che bello se ognuno di noi alla sera Lui, ci perdona. Abbiamo fiducia
rità; non c’è più lamento, lutto... nell’azione di Dio! Con Lui possia-
voro, guidato da potesse dire: oggi ho compiuto un gesto mo fare cose grandi; ci farà sentire
Questa è l’azione dello Spirito San- Dio, ho compiuto
to: ci porta la novità di Dio; viene a di amore verso gli altri la gioia di essere suoi discepoli, suoi
un gesto di amore testimoni. Scommettete sui grandi
noi e fa nuove tutte le cose, ci cam- verso un mio com-
bia. Lo Spirito ci cambia! E la visio- (@Pontifex_it) ideali, sulle cose grandi. Noi cristia-
pagno, i miei geni-
ne di san Giovanni ci ricorda che ni non siamo scelti dal Signore per
tori, un anziano!
siamo tutti in cammino verso la Ge- cosine piccole, andate sempre al di
Che bello! nella vita! Non scoraggiarsi! Abbia-
rusalemme del cielo, la novità defi- là, verso le cose grandi. Giocate la
nitiva per noi e per tutta la realtà, il 2. Un secondo pensiero: nella Pri- mo la forza dello Spirito Santo per vita per grandi ideali, giovani!
giorno felice in cui potremo vedere ma Lettura Paolo e Barnaba affer- vincere queste tribolazioni. Novità di Dio, tribolazione nella
il volto del Signore — quel volto me- mano che «dobbiamo entrare nel re- 3. E qui vengo all’ultimo punto. È vita, saldi nel Signore. Cari amici,
raviglioso, tanto bello del Signore gno di Dio attraverso molte tribola- un invito che rivolgo a voi cresiman- spalanchiamo la porta della nostra
Gesù — potremo essere con Lui per zioni» (At 14, 22). Il cammino della di e cresimande e a tutti: rimanete vita alla novità di Dio che ci dona
sempre, nel suo amore. Chiesa, anche il nostro cammino cri- saldi nel cammino della fede con la lo Spirito Santo, perché ci trasformi,
Vedete, la novità di Dio non asso- stiano personale, non sono sempre ferma speranza nel Signore. Qui sta ci renda forti nelle tribolazioni, raf-
miglia alle novità mondane, che so- facili, incontrano difficoltà, tribola- il segreto del nostro cammino! Lui forzi la nostra unione con il Signo-
no tutte provvisorie, passano e se ne zione. Seguire il Signore, lasciare ci dà il coraggio di andare contro- re, il nostro rimanere saldi in Lui:
ricerca sempre di più. La novità che che il suo Spirito trasformi le nostre corrente. Sentite bene, giovani: an- questa è una vera gioia! Così sia.

La ragazza che ha convertito suo padre


C’è Malia Petulisa Malani, da Ton- ze, guerre e persino persecuzioni. E vengono da ventidue nazioni e rap- origine: Congo, Libano, Nigeria, ha dato un bacio sulla guancia. Poi, ha avuto parole di affetto e di inco-
ga, che ha convertito suo padre. C’è c’è Lorenzo Pacchiarotti, romano, di- presentano tutti coloro che hanno ri- Brasile, Capo Verde, Argentina, Ita- alla preghiera dei fedeli, sono stati raggiamento. Così come per Elisa-
Antonio Giornado, dall’Emilia, che sabile cognitivo: il più festeggiato di cevuto o stanno per ricevere il sacra- lia, Madagascar, Germania, Colom- ricordati «tutti i cresimati» e con lo- betta e Benedetta, romane, che gli
ha visto crollare la sua casa nel terre- tutti. mento della confermazione. Ad ac- bia, Francia, India, Portogallo, Stati ro i genitori, i padrini, i catechisti e hanno presentato i doni dell’offerto-
moto. C’è Paolo Guozhi Huang che Sono quarantaquattro le persone compagnarli i padrini, le madrine, i Uniti d’America, Romania, Filippi- quanti sono impegnati nella «delica- rio: «Pregate per me» si è raccoman-
arriva dalla Cina. Ci sono ragazzi che hanno ricevuto la cresima dalle catechisti, i genitori, le loro comuni- ne, Irlanda, Cina, Sri Lanka, Spa- ta opera educativa». Si è pregato an- dato.
giovanissimi che in Nigeria e in mani di Papa Francesco, domenica tà e oltre centocinquantamila fedeli gna, Bielorussia e Tonga. che per «i sofferenti, i poveri e gli
Congo hanno già conosciuto violen- 28 aprile, in piazza San Pietro. Pro- che hanno riempito la piazza fino a È stata una giornata indimentica- smarriti di cuore nelle fatiche e nelle
via della Conciliazione. La loro pre- bile. E non solo per i cresimati. Una angosce quotidiane» e per «i gover-
senza imponente e gioiosa si è inse- giornata di sole primaverile che ha nanti e i popoli» che operano
rita pienamente nello spirito essen-
ziale della celebrazione, vissuta con
contribuito a creare un vero clima di
festa. La messa ha avuto inizio alle
«nell’edificazione della civiltà del-
l’amore».
I precedenti
Il cardinale Rubén Salazar Gómez una partecipazione silenziosa e at-
tenta. E si è poi trasformata in una
ore 10. Ma la piazza era già stracol-
ma almeno tre ore prima: fin dalle
A presentare lo spirito e il senso
della celebrazione è stato all’inizio
di Paolo VI
ha preso possesso manifestazione di entusiasmo quan-
do, dopo la messa, Papa Francesco è
primissime ore del mattino i gruppi
di ragazzi hanno preso posto per la
della messa, prima del saluto liturgi-
co del Papa, l’arcivescovo Rino Fisi-
e Giovanni Paolo II
del titolo di San Gerardo Maiella passato a bordo della jeep tra i cor-
ridoi di piazza San Pietro. Ferman-
celebrazione con i loro striscioni co-
lorati, preparati insieme per marcare
chella. «Come nel giorno di Pente-
coste — ha detto — lo Spirito scende- Papa Francesco non è il primo
dosi a salutare soprattutto i disabili. provenienze geografiche, apparte- rà in abbondanza su di loro e su di pontefice ad aver amministrato il
Erano tutti molto emozionati i nenze ecclesiali e affetto per la per- noi per rendere feconda nella Chiesa sacramento della confermazione
quarantaquattro cresimandi: i più sona di Papa Francesco. e nel mondo la testimonianza di Cri- durante una celebrazione
giovani hanno undici anni e vengo- Il rito è stato introdotto dall’inno sto Risorto». È una celebrazione che specifica. Precedenti si ritrovano
no da Romania e Italia; la meno Credo, Domine composto per l’Anno ha fatto rivivere l’inizio della storia soprattutto durante il pontificato
giovane è una donna capoverdiana della fede. Con il Papa hanno con- della Chiesa: «Cambiano i nomi ma di Giovanni Paolo II, che lo ha
di cinquantacinque anni. Tra i più celebrato l’arcivescovo Rino Fisichel- resta intatta la realtà che si compie fatto per 20 volte tra il 1980 e il
commossi l’argentino Gianfranco la, presidente del Pontificio Consi- sotto i nostri occhi. Come nel giorno 1997, cresimando ben 1.581 fedeli.
Carrazana, venuto apposta dalla glio per la Promozione della Nuova di Pentecoste, siamo chiamati a cre- La prima l’8 maggio di 33 anni fa
grande parrocchia porteña di Nues- Evangelizzazione, l’arcivescovo José dere e a convertire il cuore per acco- in Ghana, l’ultima il 23 agosto di
tra Señora de Caacupé, nel barrio di Octavio Ruiz Arenas, segretario, al- gliere in noi la Parola di Dio con la sedici anni fa alla Giornata
Barracas: l’emozione gli ha giocato cuni vescovi e quattrocento sacer- sua grazia che trasforma e dona la mondiale della gioventù di Parigi.
un brutto scherzo, a tal punto da doti. vita» ha proseguito. E a Papa Fran- Tra le più significative si
fargli dimenticare all’ultimo momen- Ad accompagnare il vescovo di cesco ha chiesto «di invocare lo Spi- ricordano le celebrazioni nella
to il dono preparato per il Pontefice, Roma erano l’arcivescovo Georg rito Santo perché scenda in pienezza basilica di San Pietro a
che aveva avuto modo di conoscere Gänswein, prefetto della Casa Ponti- su questi giovani e li riempia dei Pentecoste con centinaia di
a Buenos Aires. «Era il mio vesco- ficia, con il reggente, il rogazionista suoi setti doni. In particolare, scen- cresimati; quelle dell’11 aprile 1981
vo» dice. Gianfranco non ha tratte- Leonardo Sapienza, e il medico Pa- da in abbondanza quello della for- nella Cappella Matilde, in
nuto le lacrime quando, al termine trizio Polisca. Tra i presenti, il cardi- tezza perché nelle vicende della vita Vaticano, e del 3 settembre 1983,
della messa, Papa Bergoglio lo ha nale Giovanni Coppa e alcuni arci- possano ritornare sempre a questo in un ospedale di Anzio,
Nella mattina di domenica 28 aprile, il cardinale colombiano Rubén abbracciato dicendogli: «Ma io ti vescovi e vescovi. Il servizio dei mi- momento e trovare nella Chiesa la
entrambe con giovanissimi
Salazar Gómez, arcivescovo di Bogotá, ha preso solennemente possesso conosco!». Quel saluto finale è stato nistranti è stato svolto dai rogazioni- forza per essere sostenuti nel cammi-
disabili. Tra i suoi predecessori,
del titolo di San Gerardo Maiella. Dopo il rituale bacio del crocifisso sul- un momento di particolare festa: sti. I canti sono stati eseguiti dalla no faticoso ma colmo di gioia di es-
anche Paolo VI lo ha fatto almeno
la soglia della chiesa romana di via Romolo Balzani, al Casilino, il por- stretti intorno al Papa a formare un Cappella Sistina, diretta dal maestro sere segno vivo dell’amore misericor-
porato ha presieduto l’Eucaristia. Hanno concelebrato il parroco, don cerchio, i quarantaquattro cresimati Massimo Palombella, coadiuvata dal dioso del Padre». in una circostanza: il 26 febbraio
José Carlos Aparicio Flores, l’arcivescovo Beniamino Stella, presidente lo hanno ancora una volta ringrazia- coro Mater Ecclesiae. Le parole dell’arcivescovo sono 1965, nella basilica di San Paolo
della Pontificia Accademia Ecclesiastica, i presuli della presidenza del to. E il Pontefice, salutandoli a uno Semplice e austera la liturgia della state riprese, a conclusione della fuori le Mura, quando ha
Consiglio Episcopale Latinoamericano (Celam) — di cui il cardinale a uno, ha donato loro una sua foto- confermazione. Dopo il rinnovo del- messa — prima della preghiera del battezzato e poi cresimato dodici
Salazar Gómez è primo vicepresidente — che il 25 aprile con lui erano grafia incorniciata, con la firma au- le promesse battesimali, il Pontefice Regina Caeli e della benedizione fi- neofiti del Congo, durante una
stati ricevuti in udienza da Papa Francesco: l’arcivescovo messicano tografa come ricordo della cerimo- ha imposto le mani sui cresimandi. nale — dall’indirizzo di saluto e di celebrazione voluta per ricordare
Carlos Aguiar Retes, presidente, l’arcivescovo brasiliano Dimas Lara nia. Davvero i cresimati hanno rap- Quindi uno alla volta si sono avvici- ringraziamento rivolto al Papa da nella preghiera i missionari
Barbosa, secondo vice presidente, il vescovo cileno Santiago Jaime Silva presentato «la forza e la vitalità del- nati al Pontefice, accompagnati dalla due cresimati, a nome di tutti i gio- trucidati nel campo del loro
Retamales, segretario generale, e il vescovo uruguayano Carlos María la Chiesa ovunque essa si trovi» co- madrina o dal padrino. Dopo aver vani: il madrileno Santiago Restrepo apostolato e le vittime di
Collazzi Irazábal, presidente del Comitato economico. Ha diretto il rito me hanno detto al Papa presentan- tracciato con il crisma il segno della Cid e la romana Sveva Cornetto disordini e scontri verificatisi
monsignor Pier Enrico Stefanetti, cerimoniere pontificio. dosi ed elencandogli i loro Paesi di croce sulla fronte, a ciascuno il Papa Bourlot. Anche per loro il Pontefice specialmente nel Paese africano.