Sei sulla pagina 1di 8

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n.

649004 Copia € 1,00 Copia arretrata € 2,00

L’OSSERVATORE ROMANO GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLIII n. 63 (46.307) Città del Vaticano sabato 16 marzo 2013
.
Papa Francesco incoraggia i cardinali a rispondere alla missione di portare Cristo agli uomini e gli uomini a Cristo

Nella luce del Signore


Durante la messa in Cappella Sistina l’invito ad andare avanti con il coraggio di confessare Cristo crocifisso
È stato un invito alla speranza e un dello Spirito Santo si deve trarre la
incoraggiamento a proseguire insie- forza per non «cedere mai al pessi-
me nello sforzo «di rispondere fedel- mismo, a quell’amarezza che il dia-
mente alla missione di sempre» volo ci offre ogni giorno». Senza
quello rivolto da Papa Francesco ai farsi spaventare dall’avanzare degli
cardinali, durante l’udienza di vener- anni: «Cari fratelli, forza!» ha esor-
dì mattina 15 marzo, nella Sala Cle- tato i presenti, ricordando che i vec-
mentina. Un invito e un incoraggia- chi hanno la sapienza acquisita per
mento che nascono dall’esperienza aver camminato a lungo nella vita.
di «quell’intensa comunione eccle- «Doniamo — ha concluso — questa
siale sperimentata in questo perio- sapienza ai giovani».
do», resa più ricca perché «animati Ieri pomeriggio il Papa aveva ce-
da un profondo senso di responsabi- lebrato nella Cappella Sistina la
lità», diventata anche occasione per
messa pro ecclesia con i cardinali elet-
scoprire quanto «quella comunità,
tori, l’ultimo atto nei luoghi del con-
quell’amicizia e quella vicinanza»
possano fare «bene a tutti». clave, invitandoli a camminare sem-
Un clima di fraternità che Papa pre nella luce del Signore e a edifi-
Francesco ha cercato di ricreare an- care la Chiesa guardando alla Croce
che questa mattina, ricordando che di Cristo. Questa mattina invece ha
sono state proprio la progressiva presieduto la celebrazione eucaristica
«cresciuta conoscenza reciproca e la alle 7 nella cappella della Domus
mutua apertura» tra i porporati ad Sanctae Marthae, insieme con alcuni
aver «facilitato la docilità all’azione dei cardinali ospiti della residenza in
dello Spirito Santo», cioè di colui Vaticano. All’omelia Papa Francesco
che fa «l’unità delle differenze, non ha commentato le letture del giorno.
nell’“ugualità” ma nell’armonia».
Proprio dalla certezza dell’assistenza PAGINE 7 E 8

Messaggio del Pontefice al rabbino capo di Roma

In spirito
di rinnovata collaborazione
Papa Francesco ha inviato, la sera della sua elezione, un messaggio al rabbino
capo di Roma, Riccardo Di Segni, annunciandogli la celebrazione di martedì
19 per l’inaugurazione del Pontificato. Al messaggio Di Segni ha risposto
esprimendo i suoi auguri al Pontefice e dichiarando che sarà presente in piazza
San Pietro. Di seguito il testo del messaggio del Papa.

Nel giorno della mia elezione a Vescovo di Roma e Pastore universale


della Chiesa cattolica, Le invio il mio cordiale saluto, annunciandole che
la solenne inaugurazione del mio Pontificato avrà luogo martedì 19
marzo.
Confidando nella protezione dell’Altissimo, spero vivamente di poter
contribuire al progresso che le relazioni tra ebrei e cattolici hanno cono-
sciuto a partire dal concilio Vaticano II, in uno spirito di rinnovata colla-
borazione e al servizio di un mondo che possa essere sempre più in armo-
nia con la volontà del Creatore.

Dal Vaticano, 13 marzo 2013

FRANCISCUS

Gli auguri del presidente


Giorgio Napolitano
ROMA, 15. «Santità, la Sua elezione sera, il richiamarsi alla missione pa-
a Sommo Pontefice della Chiesa storale di Vescovo della Città di
Cattolica è motivo di universale e Roma, cui Vostra Santità si è rivol-
gioiosa emozione: il popolo italia- ta con profonda semplicità. Con
no ne è particolarmente partecipe, identica e toccante immediatezza, il
e a suo nome, interpretandone il Suo primo messaggio dalla loggia
sentimento comune e profondo, Le di San Pietro ha raggiunto ieri i
indirizzo le mie più calorose e sin- quattro angoli del globo. I saldi le-
cere felicitazioni». Lo ha scritto il gami e rapporti di collaborazione
presidente della Repubblica italia- tra la Santa Sede e lo Stato italia-
na, Giorgio Napolitano, nel mes- no sono rivolti a perseguire il bene
Rapporto annuale del Programma dell’Onu per lo sviluppo saggio augurale inviato a Papa comune e a promuovere un ordine
Francesco all’indomani dell’elezio- internazionale che assicuri i diritti
Il sud del mondo spinge la ripresa ne.
«Lo straordinario patrimonio
morale e culturale del Cattolicesi-
inviolabili, la dignità e la libertà
della persona umana, la giustizia
sociale e la pace».
NEW YORK, 15. Il nord ricco del lo, con le Nazioni in via di svilup- legge nel dossier — le condizioni e mo — ha continuato il capo dello «Serbo — si legge ancora nel
mondo resta l’area più avanzata in po che guidano la crescita economi- le prospettive di vita di così tante Stato italiano — è indissolubilmen- messaggio — indelebile e grata me-
termini di sviluppo umano, ma il ca, togliendo dalla povertà centi- persone sono cambiate in maniera te intrecciato con la nostra storia moria dell’alta testimonianza mora-
sud avanza velocemente, e in molti naia di milioni di persone e spin- così impressionante e rapida. La ri- bimillenaria e con i valori morali le e intellettuale di Sua Santità Be-
casi i progressi dei Paesi finora più gendo altri miliardi in una nuova voluzione industriale è stata la sto- nei quali l’Italia si riconosce. La fi- nedetto XVI, con il quale ho intrat-
poveri sono i più rilevanti. Lo con- classe media globale. Si tratta di un ria di un centinaio di milioni di gura di San Francesco d’Assisi, Pa- tenuto un dialogo intenso e condi-
ferma fin dal titolo — L’ascesa del fenomeno senza precedenti per ve- persone. Questa è invece la storia trono d’Italia, al quale Vostra San- viso momenti di grande vicinanza
Sud: il progresso umano in un mondo locità e scala. «Mai nella storia — si di miliardi di persone». tità ha scelto di ispirarsi nell’assu- spirituale. Sono stato particolar-
in evoluzione — il rapporto 2013 re- mere il nuovo Pontificato, racchiu- mente toccato dalle parole con cui
datto dal Programma dell’Onu per de questa condivisa ricchezza spiri- il Suo primo messaggio da Pontefi-
lo sviluppo (Undp). tuale». ce lo ha voluto ricordare. Vostra
Lo studio analizza le condizioni L’Italia — ha sottolineato Napo- Santità porta a Roma la testimo-
in 187 Paesi, misurando i livelli di litano — «è orgogliosa che la sua nianza di un Cattolicesimo senza
aspettativa di vita, scolarizzazione e storica Capitale sia centro della confini, presente nella società con
Chiesa Cattolica e sede dello Stato un forte impegno spirituale e pa-
reddito pro capite, in base ai quali
della Città del Vaticano. Mi ha col- storale. È una testimonianza che ci
è stilato l’indice di sviluppo uma-
pito, nelle Sue prime parole di ieri viene per la prima volta dalle Ame-
no.
«Il sud sta guidando la crescita riche e da un’Argentina unita
y(7HA3J1*QSSKKM( +%!"!@!=!.

economica globale e il cambiamen- all’Italia da profondi e fraterni le-


to delle società per la prima volta gami di amicizia, impersonati dalla
da secoli», si legge nel rapporto, se- Mostra a Bologna Sua stessa storia famigliare».
condo il quale oltre 40 Nazioni «Le giungano — ha concluso il
dell’emisfero meridionale hanno re- Giacomo Manzù presidente — i più fervidi e sinceri
gistrato incrementi superiori alle e il Vaticano II voti augurali miei personali e del-
previsioni. l’intera Nazione italiana per l’alta
L’ascesa del sud sta riplasmando missione di guida della Chiesa Cat-
Un impianto per il riciclaggio della plastica in India (Reuters) PAGINA 4
radicalmente il mondo del XXI seco- tolica universale».
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 16 marzo 2013

Al vertice in corso a Bruxelles si studiano nuove misure di ripresa Intervento della Santa Sede a Ginevra

Scontro europeo Il diritto del fanciullo


sulla flessibilità di bilancio alla salute
BRUXELLES, 15. Nord e Sud d’Euro- Pubblichiamo una nostra traduzione Hiv che hanno accesso a cure anti- fornitura elettrica costante, e che
pa sempre più lontani: è questa dell’intervento pronunciato il 7 marzo retrovirali (Art) sono il 50 per cento quindi ciò può mettere ulteriormen-
l’immagine che emerge dal Consi- a Ginevra dall’arcivescovo Silvano M. (cfr. Unaids, Report on the Global te a rischio la qualità delle cure alle
glio Ue in corso a Bruxelles. Auste- Tomasi, Osservatore Permanente della Aids Epidemic, dicembre 2012). Di quali il bambino ha accesso. Di fat-
rità o crescita? Questo il dilemma. Santa Sede presso l’Ufficio delle Na- conseguenza, trenta bambini di età to, una insufficiente varietà di for-
Per il presidente francese, Fran- zioni Unite e delle Istituzioni Specializ- inferiore ai quindici anni, affetti da mulazioni dei medicinali antiretrovi-
çois Hollande, «troppa rigidità si- zate a Ginevra, in occasione della ven- Hiv, muoiono ogni ora (cfr. Rap- rali è disponibile per uso specifico
gnifica troppa disoccupazione, la tiduesima Sessione Ordinaria del Con- porto Unaids, Together We Will End dei bambini, «soprattutto perché il
crescita è la priorità». La flessibilità siglio dei Diritti dell’Uomo. Aids, luglio 2012). Per i bambini af- mercato dei farmaci contro l’Hiv dei
— ha detto il presidente Hollande — fetti sia da Hiv che da tubercolosi bambini è stato considerato troppo
«è necessaria se si vuole tornare a Signor Presidente, (Tb), la situazione è ancora più gra- piccolo per giustificare investimenti
crescere; la traiettoria deve essere La mia Delegazione accoglie con fa- ve; sebbene la tubercolosi continui a in tale ricerca» (cfr. Paediatric Hiv:
mantenuta, ma ci può essere flessi- vore il fatto che il dibattito annuale essere la principale causa di morte From a Human Rights Lens, Caritas
bilità. A un’eccessiva rigidità corri- sia incentrato sul diritto del fanciul- tra i bambini malati di Aids, non Internationalis Haart for Children
sponde un’eccessiva disoccupazio- lo alla salute. Mi sia consentito ri- sono disponibili formulazioni far- Newsletter, n. 2, giugno 2012, in-
ne». Sulla stessa linea la Spagna, se- chiamare l’attenzione, in modo par- maceutiche pediatriche per trattare
condo la quale misure per la crescita tervista al professore Daniel Taran-
ticolare, sulla situazione dei bambini la coinfezione Hiv/Tb nei bambini. tola).
sono necessarie per «il progresso affetti da Hiv o da coinfezione Tra i principali ostacoli alla cura
della gente e per creare ricchezza». Signor Presidente, gli ostacoli ap-
Hiv/Tb, argomento che avrebbe po- dei bambini affetti da Hiv c’è la dif- pena citati riducono la capacità del
Anche il presidente del Consiglio
tuto essere trattato in modo più ficoltà di riconoscere l’infezione nei bambino di godere del proprio di-
italiano, Mario Monti, in una lettera
esauriente nella Relazione dell’Alto bambini di età inferiore ai diciotto ritto allo standard più alto possibile
al presidente del Consiglio Ue, Her-
Commissario in preparazione a que- mesi. Nei Paesi ad alto reddito i di salute fisica e mentale — ricono-
man Van Rompuy, ha chiesto più
sto importante dibattito. bambini possono essere diagnostica- sciuto, tra l’altro, anche dalla Con-
flessibilità di bilancio. Angela Merkel e François Hollande a Bruxelles (Afp)
Diversa la posizione della Finlan- Nonostante le prove che il tratta- ti con precisione entro 48 ore dalla venzione sui Diritti del Fanciullo —
dia, che si è detta non favorevole a mento è molto efficace nei bambini nascita. I test specialistici e sofistica- e di esercitarlo. La mia Delegazione
concedere ai Paesi dell’Ue margini prese o i fondi per la costruzione to». Alla ricerca di un compromesso affetti da Hiv, anche in ambienti ti che consentono la diagnosi nei non parla solo in modo astratto o
di flessibilità nella disciplina di bi- delle strade». difficile anche il cancelliere tedesco, con risorse limitate, continuano a bambini non sono però comune- legalistico, bensì sulla base delle in-
lancio per destinare risorse alla cre- Nel dibattito tra crescita e austeri- Angela Merkel, secondo la quale «il esservi grandi ostacoli a estendere mente disponibili nei paesi a basso formazioni e delle esperienze vissute
scita. «Non sono d’accordo» ha tà bisogna «trovare un giusto equili- consolidamento non è in contraddi- l’accesso dei bambini affetti da Hiv reddito, poiché richiedono costose riferite dalle organizzazioni collega-
spiegato Jyrki Katainen, primo mi- brio, non è bianco o nero» ha detto zione, ma interconnesso con la cre- a questi trattamenti capaci di salvare attrezzature di laboratorio e perso- te alla Chiesa cattolica, impegnate a
nistro della Finlandia, perché è Van Rompuy. Negli ultimi tre anni scita». e migliorare la vita. Di fatto, solo il nale qualificato. Inoltre, l’amplia- promuovere e tutelare il diritto alla
troppo difficile stabilire quali sono — ha sottolineato — «abbiamo fatto Intanto, Fitch questa mattina ha 28 per cento dei bambini che vivo- mento dei programmi di test sui salute del bambino in ogni parte del
gli investimenti per il futuro. «Gli enormi progressi, ma la strada non è tagliato il rating dell’eurozona per il no in Paesi a basso e medio reddito bambini esige investimenti nella for- mondo. Un recente studio condotto
investimenti che usiamo per l’istru- ancora in discesa; non supereremo 2013 e il 2014. L’agenzia stima una e hanno bisogno di terapie antire- mazione e assistenza tecnica agli dalla Catholic Hiv/Aids Network,
zione — ha spiegato — possono esse- la crisi del debito con più debito e contrazione del pil pari allo 0,5 per trovirali altamente attive, dette operatori sanitari, il miglioramento rete informale di organizzazioni col-
re considerati investimenti per il fu- non creeremo posti di lavoro se le cento nell’anno in corso e una cre- Haart, attualmente possono benefi- delle capacità e delle strutture dei legate alla Chiesa cattolica impegna-
turo, come anche le tasse sulle im- aziende non hanno accesso al credi- scita dell’un per cento per il 2014. ciarne, mentre gli adulti affetti da laboratori, nonché reti di riferi- te a fornire assistenza finanziaria e
mento e la mobilitazione della co- tecnica ai programmi contro l’Aids
munità.
nei paesi in via di sviluppo, riporta
Evidentemente sappiamo che, nel
un notevole impegno, da parte di
90 per cento dei casi di Hiv tra i
tali programmi, negli sforzi per eli-
Congresso Per assicurare l’uscita dalla recessione bambini, l’infezione viene trasmessa
dalla madre affetta dal virus al figlio
minare la trasmissione del virus da
statunitense L’Fmi chiede alla Spagna quando è ancora nel suo grembo, al
madre a figlio, per promuovere una
diagnosi e un trattamento completi
momento del parto o attraverso l’al-
e JPMorgan lattamento al seno. Sebbene sia pos-
e precoci per i bambini infettati e

ai ferri corti un’austerità moderata sibile intervenire per prevenire la


trasmissione dell’Hiv da madre a fi-
glio, nel 2011 sono stati infettati cir-
per affrontare lo stigma sociale e
l’ignoranza, che spesso impediscono
l’attuazione efficace ed efficiente di
WASHINGTON, 15. La banca america- MADRID, 15. Il Fondo monetario ca 330.000 bambini, per la maggior tali programmi. Questa relazione è
na JPMorgan ha nascosto le perdite internazionale (Fmi) chiede alla parte attraverso la trasmissione ma- stata discussa nel corso di un evento
della cosiddetta «Balena di Londra» Spagna di moderare il programma dre-figlio (cfr. Ibid.). Se si allargasse parallelo, che si è tenuto il 6 marzo
di austerità. «Il ritorno della cresci- l’accesso ai programmi speciali di 2013, in contemporanea con la 22ª
(il trader del gruppo che ha una po-
ta esige una moderazione dei tagli prevenzione della trasmissione da Sessione di questo Consiglio.
sizione in credit default swap talmen-
alla spesa molto più progressiva e madre a figlio attraverso la diagnosi In un appello lanciato in occasio-
te ingente da condizionare l’intero
la messa in atto di riforme struttu- precoce nelle madri e la sommini- ne della Giornata Mondiale contro
mercato di questo tipo di derivati),
rali che possano produrre nuovo strazione di terapie antiretrovirali l’Aids, Papa Benedetto XVI ha osser-
eluso la supervisione delle autorità e
lavoro» ha dichiarato ieri William non appena la malattia è stata dia- vato con grande urgenza che
ingannato il pubblico.
Murray, portavoce del Fondo, du- gnosticata, il numero di bambini in- l’Aids/Hiv colpisce in modo più ac-
Lo indica un rapporto dettagliato
rante una conferenza stampa a Wa- fettati dall’Hiv potrebbe presto di- centuato le «regioni più povere del
della commissione di indagine del
shington. Il Governo spagnolo si è minuire. Inoltre, l’inizio immediato mondo, che con grande difficoltà
Senato statunitense sulle maxi-per-
impegnato a ridurre il suo deficit delle Haart nei bambini nati da possono accedere a farmaci efficaci.
dite di JPMorgan, alla vigilia delle
pubblico al 4,5 per cento del pro- donne affette da Hiv ritarderebbe la In particolare, il mio pensiero va al
audizioni di manager ed ex mana- grande numero di bambini che ogni
ger del gruppo. E il rapporto — di dotto interno lordo quest’anno, do- comparsa di malattie collegate
po averlo già tagliato nel 2012 al all’Hiv tra questi bambini. anno contraggono il virus dalle pro-
300 pagine — non risparmia nean- prie madri, nonostante vi siano tera-
che l’amministratore delegato della 6,7 per cento. «La Spagna ha preso Senza cure e trattamenti adeguati,
forti misure per far fronte alle sfide circa un terzo di tutti i bambini nati pie per impedirlo. Incoraggio le nu-
banca, Jamie Dimon. «Era già in merose iniziative che, nell’ambito
possesso di informazioni sulla com- economiche, ma la recessione s’ag- con l’Hiv muore prima di avere
grava, la disoccupazione resta ele- compiuto un anno, e la metà muore della missione ecclesiale, sono pro-
plessità e sull’ampiezza del portafo- mosse per debellare questo flagello»
vata e le condizioni finanziarie so- prima di averne compiuti due. Tut-
glio, in perdita per tre mesi conse- (Udienza generale, 28 novembre
no fragili» ha spiegato il portavoce tavia, i bambini sottoposti a terapie
cutivi, del potenziale aumento delle 2012).
dell’Fmi. Haart devono assumere tre o più
perdite in marzo e della difficoltà Signor Presidente, la mia Delega-
Intanto, il debito spagnolo è vo- medicinali antiretrovirali diverse vol-
dall’uscire da tale posizione», si leg- zione spera sinceramente che questo
lato oggi al livello record dell’84 te al giorno per evitare di sviluppare
ge, infatti, nel documento. Un rife- per cento del pil a fine 2012, in una resistenza a un singolo medici- Consiglio rivolga un appello agli
rimento indiretto al fatto che rialzo del 14,8 per cento rispetto al nale, e quindi per impedire che Stati Membri delle Nazioni Unite,
Dimon ha inizialmente liquidato la 2011. Il differenziale della Spagna l’Hiv progredisca ulteriormente. perché investano fondi e collaborino
vicenda come una «tempesta in un si attesta a 338 punti base, col ren- Questi farmaci devono avere una strettamente con le aziende farma-
bicchier d’acqua», per poi essere co- dimento dei Bonos al 4,86. formulazione diversa rispetto a ceutiche e gli istituti di ricerca, al fi-
stretto a una marcia indietro e ritrat- Ieri il Governo spagnolo ha ar- quelli destinati agli adulti, in un ne di salvaguardare e migliorare la
tare. Il documento arriva a poche chiviato con successo l’asta straor- modo che tiene conto delle condi- vita e la dignità dei bambini affetti
ore dalle audizioni in Senato di ma- dinaria di titoli di Stato con sca- zioni climatiche delle aree in cui da Hiv o da coinfezione Hiv/Tb,
nager ed ex manager di JPMorgan, denza 2029, 2040 e 2041 registran- vengono distribuiti e utilizzati. Oc- fornendo loro strumenti diagnostici
incluso Ina Drew, l’ex numero uno do un calo dei tassi. Assegnati in corre inoltre osservare che in molti e medicinali adeguati, abbordabili e
del Chief investment office, la divi- tutto 803 milioni di euro a fronte ambienti a basso reddito non sem- accessibili, assicurando in tal modo
sione dove operava il trader. di una domanda solida che ha rag- pre sono disponibili acqua potabile, che possano godere pienamente del
Il rapporto della commissione di giunto i 2,057 milioni. Un’anziana a Pamplona (LaPresse/Ap) un’alimentazione adeguata e una diritto alla salute.
indagine del Senato statunitense cri-
tica Doug Braunstein, l’ex chief fi-
nancial officer ora vice presidente
della banca, accusato di aver fornito
informazioni «al meglio inaccurate,
Dal Qatar dieci miliardi di dollari per progetti infrastrutturali
Omaggio al Papa e a Napolitano
alla peggio ingannevoli». «Le de-
scrizioni effettuate dalla banca —
Doha alla conquista di Londra nella prima seduta del nuovo Parlamento
prosegue il testo — erano incomple-
te, con numerose inesattezze e in ROMA, 15. Il Parlamento italiano si il capo di Stato, interrompendo
grado di mal informare gli investito- D OHA, 15. Il Qatar alla conquista di stimenti di ampio respiro. Lo riferi- chiaramente che nuovi investimenti è riunito oggi per l’apertura della con un lungo applauso l’intervento
ri, i regolatori e il pubblico». Londra. Dopo aver messo il cappel- sce il «Financial Times». di Doha sarebbero stati accolti mol- XVII legislatura rendendo omaggio del senatore Emilio Colombo, che
JPMorgan ha subito replicato. lo ai simboli vecchi e nuovi della Doha potrebbe finanziare proget- to volentieri nel Regno Unito. a Papa Francesco e al presidente nel suo discorso d’apertura, tenuto
«Abbiamo ripetutamente preso atto capitale britannica — la proprietà ti in aree ritenute strategiche nell’ot- I negoziati ora continuano per della Repubblica, Giorgio Napoli- in qualità di senatore più anziano,
dei significativi errori, ma il nostro dei grandi magazzini Harrods prima tica di rilancio delle infrastrutture definire i dettagli del fondo da dieci tano. ha appunto rivolto un augurio «ri-
management — afferma la banca in e poi i finanziamenti per la costru- nel Regno Unito: dal settore ener- miliardi di sterline. Il Qatar avrebbe Nella Camera dei deputati la se- spettoso e fervido» al Papa per un
zione dello Shard (il grattacielo pro- getico con la costruzioni di nuovi chiesto il diritto di scegliere per pri- duta è iniziata con un lungo ap-
una nota — ha agito in buona fede e «fecondo pontificato».
impianti, alle strade e linee ferrovia- mo quali progetti infrastrutturali so- plauso al nuovo Pontefice. Su invi-
non ha mai avuto intenzione di in- gettato da Renzo Piano che è già Un esteso tributo è stato rivolto,
rie, fino alla nuova rete fognaria per stenere, ma Londra, scrive «Il Sole to del presidente di turno, Antonio
gannare nessuno». La Securities and tra le icone della città) — da Doha Londra costruita sotto il Tamigi. Il 24 Ore» teme che questa concessio- Leone, tutti i deputati si sono alzati come detto, anche a Giorgio Napo-
Exchange Commission (l’Ente fede- potrebbero giungere fino a dieci mi- via ai colloqui strategici con il Qa- ne potrebbe contravvenire alle rego- in piedi per manifestare il loro tri- litano, «che con tanta saggezza —
rale statunitense preposto alla vigi- liardi di sterline da investire in in- tar è stato dato dal primo ministro le dell’Unione europea. Da ricorda- buto. Lungo è stato l’applauso an- ha detto il senatore Colombo — e
lanza della Borsa valori) sta esami- frastrutture e grandi progetti in tut- britannico David Cameron quando, re che, l’anno scorso, il Qatar ha ac- che per il presidente della Repub- tanto senso delle istituzioni, guida
nando le modalità di comunicazione to il Regno Unito. Il Qatar ha in- lo scorso gennaio, in un incontro a quistato il 20 per cento della pro- blica, Giorgio Napolitano. il nostro Paese in uno dei momenti
della banca JPMorgan per capire se fatti avviato contatti con il Governo Downing Street con l’emiro del Qa- prietà di Heathrow, tra i più impo- Il Senato, all’inizio dei lavori, ha più difficili della nostra Repubbli-
siano state accurate e tempestive. britannico volti ad assicurare inve- tar e il primo ministro, aveva detto ranti snodi aeroportuali in Europa. voluto omaggiare il Santo Padre e ca».

GIOVANNI MARIA VIAN TIPO GRAFIA VATICANA Aziende promotrici della diffusione de
L’OSSERVATORE ROMANO direttore responsabile EDITRICE L’OSSERVATORE ROMANO
Servizio vaticano: vaticano@ossrom.va Tariffe di abbonamento
Vaticano e Italia: semestrale € 99; annuale € 198
Concessionaria di pubblicità
«L’Osservatore Romano»
Servizio internazionale: internazionale@ossrom.va Il Sole 24 Ore S.p.A
Europa: € 410; $ 605 System Comunicazione Pubblicitaria
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Carlo Di Cicco don Sergio Pellini S.D.B. Africa, Asia, America Latina: € 450; $ 665 Intesa San Paolo
vicedirettore direttore generale Servizio culturale: cultura@ossrom.va America Nord, Oceania: € 500; $ 740 Alfonso Dell’Erario, direttore generale
Unicuique suum Non praevalebunt Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
Romano Ruosi, vicedirettore generale
Piero Di Domenicantonio Servizio religioso: religione@ossrom.va Ufficio diffusione: telefono 06 698 99470, fax 06 698 82818,
00120 Città del Vaticano Segreteria di redazione ufficiodiffusione@ossrom.va Sede legale Banca Carige
caporedattore Via Monte Rosa 91, 20149 Milano
telefono 06 698 83461, 06 698 84442 Ufficio abbonamenti (dalle 8 alle 15.30): telefono 06 698 99480, Società Cattolica di Assicurazione
fax 06 698 85164, info@ossrom.va telefono 02 30221/3003, fax 02 30223214
ornet@ossrom.va Gaetano Vallini fax 06 698 83675 Servizio fotografico: telefono 06 698 84797, fax 06 698 84998
http://www.osservatoreromano.va segretario di redazione segreteria@ossrom.va photo@ossrom.va www.photo.va Necrologie: telefono 06 698 83461, fax 06 698 83675 segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com Credito Valtellinese
sabato 16 marzo 2013 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Damasco chiede di bloccare le infiltrazioni di presunti terroristi e minaccia ritorsioni Uomini armati incendiano una chiesa copta a Bengasi

Tensione Violenze contro i cristiani libici


tra Siria e Libano
DAMASCO, 15. La Siria mette in abitanti, ci sono circa 900.000 pro- ne, Catherine Ashton, senza però
guardia il Libano: se continueranno fughi siriani. Il dato è stato diffuso entrare nel merito della questione. I
le infiltrazioni «terroristiche», Da- dal ministro degli Affari sociali liba- 27 Paesi dell’Ue, ha ricordato, «han-
masco è pronta a colpire in territo- nese, Wael Abu Faur, in un’intervi- no recentemente preso la decisione
rio libanese. Intanto, nel cuore della sta apparsa ieri sul quotidiano pana- di prolungare le sanzioni per tre
capitale siriana sono scoppiati vio- rabo «Asharq Al Awsat». Gli altri mesi, levando le restrizioni sull’equi-
lenti combattimenti tra ribelli e for- Paesi arabi «si devono prendere le paggiamento non letale e l’assisten-
ze governative: dodici le vittime loro responsabilità e aiutarci» ha za tecnica, per aiutare l’opposizione
segnalate dagli attivisti, tra le quali detto il ministro, secondo il quale e proteggere i civili».
sei bambini uccisi da colpi di gli aiuti umanitari raggiungono solo Per ritornare su questa decisione,
mortaio. un terzo dei profughi siriani. sarebbe necessario un voto all’una-
Le infiltrazioni nella frontiera tra Intanto, si fa sempre più teso il nimità, anche se un mancato rinno-
Libano e Siria, in una direzione o confronto in Europa sul tema vo delle sanzioni alla loro scadenza
nell’altra, sono all’ordine del giorno, dell’embargo delle armi ai ribelli si- (il primo giugno) darebbe di fatto
riportano fonti di stampa. Basti riani. Il presidente francese, Fran- ai singoli Paesi la libertà di decidere
pensare che in Libano, che conta çois Hollande, ha detto che entro in modo autonomo se fornire armi.
poco meno di quattro milioni di maggio bisognerà prendere una de- «Se dei partner importanti dell’Ue
cisione per la rimozione della misu- ritengono che la situazione ora sia
ra restrittiva. Hollande ha quindi differente e che questo necessiti di
sottolineato la necessità di eliminare un nuovo cambiamento delle san-
l’asimmetria attualmente esistente zioni, siamo evidentemente pronti a
Slitta l’intesa tra le forze governative, che usano
armi sempre più sofisticate, e quelle
parlarne in seno all’Unione» ha
commentato dal canto suo il mini-
sul nuovo dell’opposizione. Per ora, al fianco
della Francia c’è solo la Gran Breta-
stero degli Esteri tedesco. E anche il
premier olandese, Mark Rutte, si è
La chiesa data alle fiamme a Bengasi (Afp)

Governo israeliano gna, ma Hollande spera di poter dichiarato «pronto ad ascoltare» le


portare dalla sua parte la maggio- ragioni di Francia e Gran Bretagna. BENGASI, 15. Nuove violenze contro la minoranza cri- anche per le notizie di continue rappresaglie, detenzioni
TEL AVIV, 15. Slitta l’intesa finale ranza dei Paesi europei. La Coalizione dell’opposizione si- stiana in Libia. Uomini armati sono penetrati all’interno arbitrarie, maltrattamenti e torture.
sul nuovo Governo in Israele. Al Per il momento dall’Unione è ar- riana ha espresso il proprio apprez- di una chiesa copta a Bengasi e le hanno dato fuoco. Nel frattempo, il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha
centro del disaccordo — riferisco- rivata una risposta interlocutoria. zamento per le parole di Hollande. Lo riferiscono testimoni residenti nel capoluogo della approvato all’unanimità una risoluzione che rinnova il
no fonti di stampa — c’è la nomi- «Se uno Stato vuole iniziare una di- «Sarebbe un passo nella direzione Cirenaica. La chiesa era già stata attaccata a febbraio, mandato della missione di supporto delle Nazioni Uni-
na dei vice premier. scussione senza attendere, è sempre giusta» ha dichiarato il portavoce con due sacerdoti che erano rimasti feriti. All’inizio del te in Libia (Unsmil) per ulteriori 12 mesi e prevede una
I rappresentanti del partito possibile; ciascuno può chiedere che della Coalizione, Walid Bounni, ag- mese una cinquantina di cristiani egiziani, accusati di riduzione dell’embargo sulle armi. I Quindici hanno
Casa ebraica di Naftali Benet — un tema sia inserito nell’agenda di giungendo che «fino a quando gli proselitismo e di essere entrati illegalmente nel Paese, deciso di eliminare le restrizioni sugli equipaggiamenti
formazione di destra, vicina al una riunione» ha affermato il porta- europei non armano la ribellione, erano stati arrestati. Dopo la caduta del regime di militari non letali destinati esclusivamente a interventi
movimento dei coloni — non voce dell’alto rappresentante per la stanno dicendo all’esercito di conti- Gheddafi, la comunità cristiana in Libia è nel mirino di carattere umanitario o per il mantenimento della si-
hanno partecipato alla riunione Politica estera e di sicurezza comu- nuare a combattere». delle frange di estremisti islamici e resta alta la tensione curezza da parte delle autorità libiche.
in programma ieri mattina, dopo
aver appreso che il premier desi-
gnato Benjamin Netanyahu si sa-
rebbe opposto a nominare vice
premier il leader del loro partito.
L’offensiva sarebbe scattata in coincidenza con le esercitazioni militari congiunte tra Stati Uniti e Corea del Sud
Barack Obama
Inoltre — riportano le stesse fonti
— Netanyahu, leader del Likud, Pyongyang accusa Washington di attacchi informatici sul programma
avrebbe escluso anche la candi-
datura di Yair Lapid, del partito
nucleare iraniano
centrista laico Yesh Atid. La di- PYONGYANG, 15. La Corea del Nord formatiche nel tentativo di intensifi-
accusa Stati Uniti e Corea del Sud care le attività sovversive e i sabotag- WASHINGTON, 15. «Sulla base del-
vergenza mette in pericolo la for-
di aver lanciato un’offensiva di gi contro la Corea del Nord», ha ag- la tecnologia acquisita finora,
mazione del Governo: sabato in-
hacker informatici contro i suoi giunto l’agenzia ufficiale Kcna. l’Iran necessita di circa un anno o
fatti scadono i termini concessi a
server, in risposta alla minaccia di Il regime del “giovane generale” un po’ di più per produrre armi
Netanyahu per presentare il nuo- attacco per le manovre militari con- Kim Jong Un ha minacciato di usa-
vo Esecutivo al presidente Shi- nucleari. Ma noi ovviamente non
giunte in corso tra Seoul e re armi nucleari contro le manovre vogliamo arrivare vicini a quel
mon Peres. Washington. L’agenzia di stampa uf- militari considerate come la prepara-
Con Casa ebraica e Yesh Atid, punto. Il nostro obiettivo è di ac-
ficiale Kcna ha reso noto oggi che i zione «di una vera e propria invasio- certare che l’Iran non venga a do-
Netanyahu avrebbe raggiunto server gestiti dallo Stato «hanno su- ne». A sua volta, il regime comuni-
quota 68 seggi sui 120 della tarsi di armi nucleari che mette-
bito attacchi a persistente e alta in- sta di Pyongyang è periodicamente rebbero in pericolo Israele e inne-
Knesset (il Parlamento israelia- tensità», senza aggiungere dettagli. accusato della diffusione mirata di
no). In effetti, l’alleanza Likud- scherebbero una corsa agli arma-
Notando che il fenomeno è partito software e virus sui siti web di agen-
Israel Beiteinu (la formazione di menti nella regione». Lo ha affer-
con le esercitazioni tra Corea del zie governative e imprese della Co-
destra guidata da Netanyahu) de- Sud e Stati Uniti, il regime comuni- rea del Sud, tra i quali un attacco mato il presidente statunitense,
tiene sulla carta 31 seggi; il parti- sta di Pyongyang assicura che «non nel 2011 alla Bank of Korea che ri- Barack Obama, in un’intervista
to di Lapid ne occupa invece 19, resterà inattivo di fronte ad attacchi chiese oltre una settimana di lavoro concessa alla televisione israeliana
mentre Casa ebraica 12. Un tas- informatici che hanno raggiunto ir- per il ripristino totale. Canale 2 alla vigilia di una sua
sello chiave in questa possibile responsabilità e gravità estreme». Dal canto suo, il presidente statu- missione in Israele e nei Territori
alleanza è la partecipazione di La notizia di attacchi informatici è nitense, Barack Obama in un collo- palestinesi. Secondo il capo della
Tzipi Livni, ex ministro degli stata data, per la prima volta, merco- quio con il neo presidente cinese, Xi Casa Bianca nei confronti di
Esteri del Governo Olmert e can- ledì dall’agenzia russa Itar-tass, se- Jinping — al quale è stato tra i primi Teheran esiste una finestra di op-
didata — secondo la stampa — condo cui l’accesso a internet nella a telefonare per congratularsi — ha portunità che va sfruttata fino in
all’incarico di ministro della Giu- Corea del Nord era bloccato. Alme- «sottolineato la minaccia posta agli fondo con strumenti diplomatici,
stizia. La formazione centrista di no da oggi, secondo quanto ha po- Stati Uniti, e ai suoi alleati e alla re- assecondati da forti sanzioni. «Ma
Livni, lo Hatnua, detiene infatti tuto verificare l’agenzia di stampa gione» dal programma nucleare del- tutte le opzioni restano sul tavo-
sei seggi. Ansa, i siti del regime direttamente la Corea del Nord e anche l’impor- lo» ha ribadito Obama che ha la-
gestiti con i server della Corea del tanza di fare fronte «alle minacce al- sciato intendere che non sono in
Uno degli obiettivi di questo
Nord, tra cui quelli di Kcna e la sicurezza informatica che sono vista per il momento iniziative di-
nuovo Governo Netanyahu sarà
«Rodong Sinmun» (il quotidiano una sfida comune». plomatiche statunitensi.
il rilancio del processo di pace. del Partito dei lavoratori), erano fuo- Non necessariamente tutti, ma al-
Ieri, il presidente dell’Autorità ri uso, irraggiungibili. Sotto attacco cuni attacchi cibernetici provenienti
palestinese (Ap), Abu Mazen, in- sono finiti anche Naenara (sito mul- dalla Cina e diretti ad aziende e in-
contrando a Mosca il leader del tilingue del Korea Computer frastrutture americane, sono orche-
Cremlino Vladimir Putin, ha
espresso la speranza di potere ri-
Center), Voice of Korea (sito della
radio che trasmette a onde corte in
strati dal Governo di Pechino aveva
sostenuto Obama nei giorni scorsi in Li Keqiang
prendere quest’anno i negoziati
di pace con Israele pur ammet-
nove lingue) e Great National Unity,
che fa capo alla Pyongyang
un’intervista all’emittente televisiva
Abc. Di questo e molto altro, ha ag- eletto
tendo che le possibilità non sono
alte. «Noi speriamo che quest’an-
Broadcasting Station. «Non è un se-
greto per nessuno che gli Stati Uniti
giunto il presidente, parleranno il se-
gretario di Stato americano, John
premier cinese
no la situazione permetta l’inizio e il regime fantoccio della Corea del Kerry, e quello al Tesoro, Jack Lew,
di colloqui sostanziali» ha detto. Militari sudcoreani durante un’esercitazione (LaPresse/Ap) Sud stiano rafforzando le misure in- che saranno presto a Pechino. PECHINO, 15. Con solo tre voti
contrari e sei astenuti i 2949 dele-
gati dell’Assemblea nazionale del
popolo cinese hanno confermato
Li Keqiang come nuovo premier
Si consolida Secondo il presidente Santos non basta il disarmo delle Farc ma occorrono profonde trasformazioni al posto di Wen Jiabao. Li, come
Xi Jinping che ieri è stato nomi-
l’integrazione centroamericana Complesso cammino di pace in Colombia nato presidente al posto di Hu
Jintao, erano stati scelti dal Parti-
SAN JOSÉ, 15. La riunione di doma- Del Sica, costituito il 1° febbraio to comunista lo scorso novembre.
ni in Costa Rica dei ministri degli 1993, fanno parte attualmente i sette BO GOTÁ, 15. Secondo il presidente Secondo Santos, per costruire la Santos ha sostenuto che nel nego- Li, il settimo premier cinese
Esteri dei Paesi aderenti al Sistema Paesi dell’istmo centroamericano — colombiano, Juan Manuel Santos, pace occorrono profonde trasforma- ziato il Governo punta proprio a dalla fondazione della Repubblica
per una vera pacificazione del Paese zioni delle situazioni nelle quali il costruire una vera pace e ha aggiun- popolare nel 1949, ha convocato
di integrazione centroamericano Guatemala, Belize, El Salvador,
non basta che depongano le armi le conflitto ha avuto origine e nelle to che il persistere degli attacchi per domenica prossima la prima
(Sica) ha in agenda decisioni rite- Honduras, Nicaragua, Costa Rica e
Forze armate rivoluzionarie della quali ha prodotto più duramente i delle Farc — è di ieri la notizia di conferenza stampa, alla conclusio-
nute importanti per le prospettive Panama — e appunto Repubblica
Colombia (Farc), ma si devono av- un assalto a un treno che trasporta- ne dei 13 giorni di sessione parla-
dell’organismo nell’immediato e nel Dominicana e da quest’anno Haiti suoi effetti. In particolare, il presi-
viare profonde trasformazioni del si- va carbone — è «il prezzo da pagare mentare. La nuova leadership ci-
breve termine, oltre che per più am- come Paesi associati. Messico, Cile, dente ha sottolineato che «affinché
stema economico e sociale, in parti- per discutere nel persistere del con- nese avrà di fronte a sé il compito
pie prospettive future. In particola- Brasile, Argentina, Stati Uniti ed si rompa per sempre il legame tra
colare nel settore agricolo. Il tema flitto». Il presidente ha comunque di ribilanciare la seconda econo-
re, c’è sul tavolo la richiesta della Ecuador sono osservatori regionali armi e politica» si devono stabilire
della terra, come noto, è il primo assicurato che il negoziato procede mia mondiale ora fondata sulle
Repubblica Dominicana, oggi Pae- e Cina, Giappone, Corea del Sud, garanzie reali di partecipazione poli- esportazioni e gli investimenti in-
punto dell’agenda dei negoziati di tica, «perché altrimenti si ripetereb- bene e che si sta lavorando a «un
se associato, di avviare il processo Australia, Spagna, Germania, Fran- frastrutturali. Sia il presidente che
pace in corso a Cuba tra il Governo accordo come non c’è mai stato pri-
di accettazione della sua candidatu- cia, Italia e Santa Sede sono osser- be l’incubo degli anni Ottanta». il premier hanno promesso che
di Bogotá e le Farc. ma in Colombia», dicendosi convin-
ra come membro effettivo dell’orga- vatori extraregionali. Al tempo stesso, Santos ha sotto- svilupperanno politiche tese a
«Il Governo ha molto chiaro che to che la trattativa potrà concludersi
nismo. La spinta fondamentale alla co- per preparare una base solida per lineato la necessità di risolvere «in positivamente entro pochi mesi. combattere la corruzione, ridurre
Il ministro degli Esteri dominica- stituzione del Sica, come detto nato costruire la pace, tale da impedire maniera intelligente e creativa il Santos ha anche rimarcato che le diseguaglianze di reddito, pro-
no, Carlos Morales Troncoso, che formalmente vent’anni fa, venne che il conflitto si ripeta, non basta problema delle coltivazioni illecite e tutti i Paesi senza eccezione, da muovere il consumo interno e av-
sarà presente alla riunione in Costa dalla fine delle guerre civili in Nica- l’abbandono delle armi da parte di porre un argine al narcotraffico». quelli dell’America latina agli Stati viare programmi per governare
Rica, ha diffuso alla vigilia un co- ragua, Guatemala ed El Salvador, a delle Farc», ha detto Santos, inter- Il presidente ha aggiunto che «in Uniti, dall’Europa alla Cina, fino al- l’urbanizzazione massiccia, con in-
municato in cui si dice ottimista in cavallo tra gli anni Ottanta e No- venuto a Medellín per la cerimonia uno scenario di fine del conflitto la Russia, «appoggiano con entusia- vestimenti anche nelle zone inter-
questo senso, ricordando che la ri- vanta. Tuttavia, diversi commenta- per la consegna del premio «Im- potremo avviare quelle trasformazio- smo questo processo», ricordando ne più povere. Lo slogan è quello
chiesta ha avuto l’appoggio di tutti tori ritengono il Sica anche l’esito prenditore dell’anno 2012», promos- ni che oggi non sono possibili in comunque che sarà il popolo co- di espandere una “democrazia so-
i partecipanti all’ultima riunione di di un lungo processo di ricerca di so dal quotidiano «La República», tutta la loro grandezza e profondità, lombiano a esprimersi con un refe- cialista”, con un rafforzamento
capi di Stato e di Governo del Sica, nuove relazioni regionali avviato fin al presidente dell’istituto di credito proprio perché c’è il conflitto a rendum sull’approvazione o meno dello Stato di diritto e maggiore
nel dicembre scorso in Nicaragua. dagli inizi degli anni Sessanta. Bancolombia, Carlos Raúl Yepes. sbarrare il loro cammino». di un eventuale accordo finale. trasparenza nella governance.
pagina 4 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 16 marzo 2013

A Bologna la mostra su Giacomo Manzù e il concilio Vaticano II

Quelle porte troppo isolate Ogni giorno


bacio
di ANDREA DALL’ASTA
a mostra che la raccol-
In questo contesto, sarebbe Sacré» affrontano alcuni proble- al tempo stesso de-
troppo lungo ripercorrere in mo- mi centrali dell’arte sacra con- sideroso di aprirsi
do approfondito la storia del rap- temporanea. Si tratta di un lavo- alla contemporanei-
la sua medaglia
L ta Lercaro di Bologna porto tra arte e Chiesa durante il ro straordinario dalle cui rifles- tà, l’impegno da
dedica al grande scul- Novecento. Un cattolicesimo in- sioni nascono le cappelle di Ven- parte della Chiesa di LORIS FRANCESCO CAPOVILLA
ture italiano Giacomo tegrale prende posizione contro ce e di Ronchamp, il convento nel sostenere gli ar-
inaugurazione della mostra

L’
Manzù è una riflessio- l’evoluzione di una società che domenicano di La Tourette. Cou- tisti: «Bisogna per-
«Giacomo Manzù e il concilio
ne rivolta alla Chiesa di oggi sul cambia secondo ritmi sempre più turier pone un problema che at- ciò impegnarsi per-
Vaticano II. Un volto nuovo
dialogo arte e fede a partire dal rapidi. Questo cattolicesimo si traverserà tutto il XX secolo: l’ar- ché gli artisti si sen-
dell’uomo nelle opere di un
concilio Vaticano II. Il ruolo avu- farà portavoce di una rigida posi- te cristiana è figurativa o non-fi- tano compresi dalla
maestro del Novecento» a Bo-
to da Giacomo Manzù appare zione, all’origine di quel religioso gurativa? Di fatto, nella confe- Chiesa nella loro at-
kitsch che invaderà le nostre renza del 1936, «Le Dieu des ar- tività e, godendo di logna, città che l’ha accolto e onorato, coin-
infatti qui fondamentale, non so-
lo per l’amicizia dell’artista con chiese con una veemenza che fa- tistes», il padre domenicano apre un’ordinata libertà, cide con i sessant’anni dell’ingresso a Venezia
Papa Giovanni XXIII, per la fre- rà rimpiangere lo stile sulpicien di un dibattito che continua ancora stabiliscano più fa- del cardinale Angelo Giuseppe Roncalli. Di
quentazione con don Giuseppe fine Ottocento. oggi. Apre infatti agli artisti non cili rapporti con la lui, entrato sei anni dopo nella cronotassi pa-
De Luca, grande intellettuale e All’interno di questo dibattito credenti, sostenendo «che esista Comunità cristiana. pale, lo scultore bergamasco ha scritto:
consigliere “iconografo” dello si inserisce il contributo del filo- un Dio degli artisti e che Egli li Siano riconosciute «L’unico artista di Giovanni XXIII si chiama
scultore e per la sua conoscenza sofo francese Jacques Maritain. riprenda in cima a questa strada, dalla Chiesa le nuo- solamente ed esclusivamente Giacomo Man-
con il cardinale Giacomo Lerca- Nel 1919 pubblica Art et Scolasti- per dove se ne vanno tutti i bam- ve tendenze artisti- zù» (18 settembre 1976). Ingenua ed affettuo-
ro, arcivescovo di Bologna, ma que (che costituirà per Gino Se- bini prodigio, la quale non asso- che adatte ai nostri sa espressione di fierezza patria.
soprattutto per la sua capacità, verini una sorta di breviario este- miglia per nulla alle strade reali tempi secondo l’in- Ricordare questo nell’Anno della fede, vo-
forse più di chiunque altro artista tico), sottolineando una dramma- attraverso cui si giunge a Lui». luto da Benedetto XVI, nella luce sfolgorante
dole delle diverse
dell’epoca, di interpretare quel tica frattura tra arte e Chiesa. Le Non è un caso se nel corso del nazioni e regioni. dei sedici documenti del concilio Vaticano II,
rinnovamento nel mondo dell’ar- sue riflessioni, a partire da una Novecento, molti artisti, quando Siano ammesse ne- sottoscritti da Paolo VI e dai padri sull’altare
te, tanto auspicato dal concilio, originale elaborazione dell’esteti- hanno cercato di tematizzare i gli edifici di culto, della Confessione di Pietro, stella polare del
ca tomista, dalla te- processi all’origine del gesto del- quando, con un lin- secolo XXI, e rievocare la morte pentecostale
matizzazione del la creazione artistica, hanno par- guaggio adeguato e del “Papa della bontà” suscita in noi deside-
pulchrum come id lato di “presenza”, di “alterità”, conforme alle esi- rio di sollevare in alto le note individuanti la
quod visum placet, e di percezione dell’esistenza di un genze liturgiche in- Sposa di Cristo, implicite nel’Unum sint
La «Porta della morte»
dall’assunto che ens “altro”, di uno “sconosciuto” che nalzano lo spirito a dell’ultima cena: Una sancta catholica aposto-
et unum et bonum et abita il cuore dell’uomo, di “spi- D io». lica ecclesia, scolpite da Manzù nella meda-
verum convertuntur, rito divino” o ancora di “spirito Il 7 maggio 1964, il Papa Mon- cilio Vaticano II non sono man- glia dell’assise ecumenica, che hanno timbra-
costituiranno un cosmico”. Presenza misteriosa e tini invita gli artisti, nel famoso cati, tuttavia, alcuni esempi di to la nostra vita e aperto il varco a ulteriore
punto di riferimento inafferrabile che ci parla dell’ac- discorso della Sistina, a essere grande importanza, come lo servizio di evangelizzazione, sino al dono
fondamentale per il cesso all’essere del mondo. Pre- protagonisti della vita della Chie- splendido intervento di Giacomo della vita stessa. Restiamo così nei solchi del-
rinnovamento appor- senza opaca e allo stesso tempo sa. Esiste una stretta relazione tra Manzù nella celebre Porta della la tradizione irrorata con le lacrime dei con-
tato dal concilio Va- luminosa, che si sottrae a qualun- fessori e il sangue dei martiri.
evento della salvezza e creazione Morte (1958-1964) per San Pietro Da quarantaquattro anni, mattina e sera,
ticano II. Arte e tra- que definizione o concetto uni-
artistica: «Noi abbiamo bisogno a Roma, che gli consente di bacio la medaglia incastonata nella mia croce
scendenza sono voci. stringere un rapporto profondo
strettamente legate Ogni artista ha la sua modalità di voi. Il nostro ministero ha bi- pettorale, modellata da Manzù, illustrazione
con Giovanni XXIII, alla quale si
tra loro: i processi d’espressione, il suo modo di in- sogno della vostra collaborazio- affiancheranno la Porta dell’amore del concilio, sintesi della fede cristiana, mo-
dell’intuizione creati- terpretare la propria esperienza ne». Tuttavia, malgrado questi nito che incoraggia e rafforza i “pellegrini
(1955-1958), per la cattedrale di
va, grazie ai sensi e in relazione all’assoluto. Tuttavia, segnali, l’attenzione della Chiesa Salisburgo, e la Porta della pace e dell’Assoluto”, aurora di evangelizzazione e
attraverso la materia, qualunque sia il linguaggio, c’è per l’arte contemporanea passa in della guerra (1964-1968), per la di civiltà che da Cristo prende nome e linfa
portano in sé un l’affermazione di una presenza al poco tempo in secondo piano. vitale. Ho negli occhi il bastone pastorale
“germe” divino. cuore dell’atto creatore. Coutu- Nel contesto artistico che si chiesa di San Lorenzo di Rotter- confezionato per
dam. Si tratta di lavori di grande
Nel 1931 esce il rier lancia un vero e proprio “ap- colloca durante gli anni del con- me da Manzù, po-
respiro, attraverso i quali l’artista
primo numero di pello ai maestri”, ai sto nelle mie mani
mostra il suo desiderio di situare
«Arte Sacra». In grandi artisti dell’arte da Paolo VI il 16
contemporanea i qua- il messaggio di pace e di riconci-
apertura, compare luglio 1967: una
liazione del cristianesimo nell’at-
un articolo di Gio- li, anche se non cre- canna di bambù at-
«Crocifissione» vanni Battista Mon- denti, sono chiamati
a operare nell’ambito
Un nuovo volto tualità del nostro tempo. Nessu-
na evasione dalla storia è permes-
torcigliata da mira-
dal ciclo “Cristo nella nostra umanità” tini, futuro Paolo VI. colosa fioritura, il-
sa. L’artista deve assumerne fino
L’arte sacra deve rin- liturgico della Chiesa. Si apre il 15 marzo alla Fondazione lustrata dall’Ecce
Una svolta decisiva in fondo le contraddizioni del
novarsi. Non ci può Lercaro di Bologna la mostra homo flagellato e
nella riflessione sul proprio tempo, impegnandosi
che avrà purtroppo tanta difficol- essere una semplice imitazione di «Giacomo Manzù e il concilio dal Figlio dei cam-
tà nel riconoscere interlocutori si- modelli del passato. Ogni epoca rapporto arte-fede av- nella concretezza del dibattito
Vaticano II. Un nuovo volto dell’uomo pi in ginocchio,
gnificativi. deve creare le proprie forme viene con il concilio nelle opere di un maestro del della vita politica e sociale.
chiamato dalla
Per la Chiesa conciliare si trat- espressive, secondo la stretta rela- Vaticano II che mani- Novecento». All’inaugurazione prende Se l’arte è abitata da una pro-
Provvidenza ad of-
ta di ri-pensare il rapporto tra ar- zione di tradizione tomista Bene- festa una particolare parte il direttore dei Musei Vaticani, fonda humanitas, è per il motivo
frire alla cristianità
te e fede. Se infatti la relazione Bello: «il bello è bene che si of- attenzione alla frattu- del quale pubblichiamo in questa che occorre ricercare la propria
e al mondo il bino-
tra cristianesimo e arti visive si fre come spettacolo per far amare ra esistente tra il pagina un articolo accanto a due ispirazione in quei principi sorgi-
mio di riconcilia-
configura nel mondo europeo, l’essere». In Francia, padre Marie mondo dell’arte e estratti dal catalogo: in apertura di vi dell’arte classica, caratterizzati
zione e di progres-
pur tra alterne vicende, come la Alain Couturier (1897-1954), do- quello della Chiesa. pagina stralci del testo del direttore da una profonda dignità e da un
so: fedeltà e rinno-
storia di una stretta e feconda al- menicano formatosi negli ateliers Al n. 62, la Gau- della raccolta Lercaro, a destra grande rispetto per la vita uma-
vamento.
leanza, questa, tuttavia, appare di Denis e di Desvallières, e pa- dium et spes sottoli- l’intervento dell’arcivescovo di na. Le Porte di Manzù sono
L’artista stesso
sempre più allentarsi col passare dre Pie Raymond Régamey nea, con un atteggia- Mesembria, segretario particolare di esempi che resteranno troppo
con ispirata parola
dei secoli. In modo particolare, a (1900-1996) nella rivista «L’art mento prudente, ma Papa Giovanni XXIII. isolati nel panorama europeo. volle descriverlo:
cominciare dal secolo XVIII, «Ti consegno il pa-
l’ispirazione artistica che si origi- storale modellato in
na dall’esperienza di fede cristia- cera e fuso in ar-
na perde progressivamente quella gento nel mio stu-
capacità creativa e propulsiva che
era stata all’origine di realizzazio- Il capolavoro assoluto è in Vaticano dio. Il tema, come
da tua indicazione,
ni pittoriche, scultoree e architet- è l’olivo per la pa-
toniche straordinarie. La Cappella della pace ce, il Cristo per la
E questa frattura tra arte e fe- preghiera e Papa
de non sembra destinata, oggi, a Giovanni per l’ob-
colmarsi. È sufficiente pensare di ANTONIO PAOLUCCI nia di Dio la possiamo incontrare in una re» che non perde mai la rotta (Cesare bedienza. Porta la
all’arte contemporanea e al modo foglia o in un filo d’erba. Lo disse una Brandi). Lo sostiene sempre il dominio scritta «Obbedien-
con il quale affronta l’aspetto più Per me il capolavoro assoluto di Manzù volta Manzù stesso con parole di grande perfetto delle tecniche e dei materiali. za e Pace». Sulla
specificamente religioso. La di- scultore è la Cappella della pace conservata intensità poetica: «Io non ho paura di co- Scrisse una volta: «le cognizioni tecniche e base è impressa la
mensione dell’“invisibile”, pur nel Dipartimento di arte religiosa moderna piare una foglia perché a volte copiare una l’esperienza dei problemi tecnici non sono mia firma che indi-
fondamentale per la comprensio- dei Musei Vaticani. Concepita e realizzata foglia fa venire in mente un passo di dan- fattori esterni o secondari, al contrario co- ca la mia amicizia.
ne dell’espressione artistica con- per l’abitazione privata di monsignor Giu- za, un albero, come un filo d’erba, come stituiscono il fondamento pieno e determi- Tutto conservato in
temporanea, non rimanda più in seppe De Luca, un uomo che molto ha tutto». Tutto questo lo si può apprezzare nante per la configurazione di un’epoca». un astuccio con la
modo condiviso all’immaginario contato nella formazione intellettuale e in maniera speciale negli arredi liturgici, E un’altra volta: «per uno scultore la co-
scritta Pacem in ter-
biblico, al Dio che si rivela nel quindi artistica dello scultore, alla morte nei vasi sacri che costituiscono il forni- noscenza della materia è indispensabile
Giacomo Manzù, «Pastorale ris. Non mi occor-
Gesù descritto dai Vangeli, al del committente (1962) venne destinata al- mento d’uso della cappella; oggetti prezio- come per un poeta la conoscenza della
per l’arcivescovo Loris Capovilla» reva altro, ma lui
Dio che si incarna nella storia. la memoria di Giovanni XXIII nella comu- si che Manzù ha lavorato con infinita sa- lingua».
volle impreziosire il
Tanto meno l’arte di oggi appare pienza di orafo. È noto ed è stato oggetto di vasta lette- dono con altra stu-
legata alla rappresentazione di La pisside è destinata a ratura il rapporto fra Giacomo Manzù e
contenere le ostie consa- Papa Roncalli. Giovanni XXIII era più vec- pefacente e toccante rivelazione: «Il mio af-
una narrazione, di una historia, in fetto è come quello dei bambini, perché ci
cui si riconosce l’esperienza di crate e deve quindi obbe- chio di ventisette anni, avrebbe potuto es-
dire a una iconografia an- sergli padre, però erano tutti e due di Ber- credono. Il mio augurio è che tu entri in
una comunità di fede. Difficil- Chiesa con i piedi nudi come Cristo si me-
tica come la Chiesa. Le gamo, parlavano la stessa lingua, a volte si
mente l’arte è pensata in relazio- rita».
spighe di grano e i grap- scambiavano battute in dialetto ed erano
ne alla realizzazione di immagini, Il Lituus pastoralis è ora nel Museo d’arte
poli d’uva fanno lo stelo felici di poterlo fare. Ce lo ricorda Curtis
in grado di assumere una dimen- sacra di Bergamo, la privilegiata comunità
del vaso, ma la loro resti-
sione simbolico-cultuale. In bre- Bill Pepper in un libro intervista (Un arti- disposta nelle ore di trepidazione, tentazione,
tuzione naturalistica è così
ve, l’arte contemporanea sembra sta e il papa, Milano, Mondadori 1968) nel paura e speranza (sì, in spe contra spem), a
vera che è come se il sapo-
avere “dimenticato” Dio e la sua quale l’artista racconta della sua storia di riascoltare il commento di Giovanni XXIII do-
re del pane e la fragranza
storia con l’umanità. confidenze e anche di amicizia con il Pon- po la sua elezione al papato, fatto risuonare
delle campagne d’Italia
Sulla base di quanto accaduto entrassero nel manufatto tefice. Quel che è certo è che senza Gio- dal sepolcro dell’apostolo Pietro l’8 dicembre
nelle scienze umane, a partire da- di oro e argento. vanni XXIII non avrebbe mai preso forma 1958: «Che dalla nostra terra, solcata da tanti
gli studi psicanalitici di Freud e Il calice della consacra- la Porta della morte in San Pietro. prodigi di pietà religiosa e sentita, di genero-
dalle ricerche linguistiche di De zione eucaristica contiene La Porta venne inaugurata il 28 giugno sità operosa e costante, il Signore questa vol-
Saussure, molti artisti si concen- il sangue dell’Agnello e in 1964 da Paolo VI. Quel giorno a parte il ta, come fece per l’antico popolo, traendo il
trano sul proprio gesto creativo, questo caso Manzù (non Papa, alcuni diplomatici e pochi dignitari, piccolo Davide dai pastori di Betlemme, ab-
riflettendo sui processi e sulle sappiamo se per suggeri- non c’era praticamente nessuno. «L’O sser- bia scelto il nuovo Sommo Pontefice, facen-
funzioni mentali che sono all’ori- mento del suo iconografo vatore Romano» quasi non ne parlò. dolo depositario della grande tradizione apo-
gine della loro esperienza col De Luca o per un geniale Manzù ci rimase male e lo scrive nelle sue stolica suggellata dal sangue del Figliolo suo,
mondo, operando una vera e colpo di mano della fanta- memorie. Il fatto è che l’artista aveva pa- è tale avvenimento, innanzi tutto per me che
propria rottura epistemologica ri- nità religiosa di Sotto il Monte per essere sia creatrice) colloca sul piede del vaso un recchi nemici in Curia. Era comunista, vi parlo, da obbligarmi a sciogliere i miei cal-
spetto al passato. In questo nuo- poi definitivamente collocata in Vaticano vero e proprio agnello, le zampe legate, la aveva ricevuto il Premio Lenin per la pace, zari nell’atto di procedere verso il roveto ar-
vo contesto storico-culturale, l’at- quando nel 1973 Paolo VI inaugurò la se- bocca dischiusa e la gola tagliata dalla molte sue opere erano state accolte nei dente dove la carità divina mi attende e già
teggiamento della Chiesa sembra zione moderna dei Musei Vaticani che quale sgorga il sangue, il sangue che si musei sovietici. Però Paolo VI c’era e il suo mi consuma».
segnato da un senso di confusio- porta il suo nome. condensa in un piccolo lago di rubini. incontro con Manzù si concluse quel gior- L’auspicio vale per tutti. Scuote i dormien-
ne e di smarrimento. Il dialogo La Cappella della pace è ispirata a un Manzù non sbaglia mai. Si muove fra le no con un «Dio la benedica». Papa Mon- ti. Ispira ulteriore impegno per la verità e la
tra arte e Chiesa si fa sempre più ascetico minimalismo. La abita una pover- sirene della modernità e la memoria tini non dimenticò lo scultore e, nove anni giustizia. Piccolo contubernale del Papa,
difficile. Si tratta della difficoltà tà francescana che tuttavia non esclude e dell’antico (le porte in bronzo di San Ze- dopo, volle nella sua Collezione di Arte quale mi riconosco, ringrazio Manzù di
di un dialogo riscontrabile anco- anzi ricerca ed esalta la consolazione della no a Verona o quelle del Ghiberti nel Bat- religiosa moderna la Cappella della pace quanto ha dato, attingendolo al ricco patri-
ra oggi in tutta la sua drammati- bellezza che vive sotto il cielo e si manife- tistero di Firenze, Donatello e gli Evange- realizzata da Giacomo Manzù per il suo monio della civiltà cristiana. Lo saluto, lo
cità. sta nelle umili forme della natura. L’epifa- liari medievali) come un «uccello migrato- amico Giuseppe De Luca. amo, lo benedico.
sabato 16 marzo 2013 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 5

La concretezza e l’umiltà di Papa Bergoglio colpiscono i commentatori internazionali

Una sfida per tutti


i auguro argentino e vincitore del Premio No- nell’articolo Le radici cattoliche delle

«M che il pri-
mo Papa
argentino,
che ha la
parlata lenta e noiosa della mia lin-
gua, porti una ventata assolutamente
bel per la pace nel 1980 — aperta al
dialogo e al confronto. Tutte le volte
che ci siamo visti l’ho trovato pronto
ad ascoltare le opinioni altrui, preoc-
cupato di tenere sempre un dialogo
aperto con la persona che aveva di
Pampas, il cattolicesimo ha conqui-
stato l’Argentina fino al fondo della
Terra del Fuoco. «Probabilmente —
spiega Prieto — l’Argentina è l'unico
posto al mondo in cui durante una
manifestazione sindacale si recita il
rosario e si invoca la Vergine di Lu-
innovativa». Così commenta all’An- fronte. È un uomo che si preoccupa
sa l’elezione di Jorge Mario Bergo- dei poveri, dei fenomeni sociali che ján. Tutti i giorni ci sono file inter-
glio Adrián Bravi, scrittore nato a possono far precipitare la gente minabili davanti a san Gaetano per
San Fernando (Buenos Aires) ma nell’indigenza. (...) Ben venga una chiedere un lavoro. Fino a poco
che da anni vive in Italia. «Che poi persona concreta che crede in quello tempo fa, la Costituzione prevedeva
sia un argentino la cosa mi entusia- che dice. La necessità di rivitalizzare che solo i cattolici potessero acce-
sma, anche se non sono un credente, il messaggio del concilio Vaticano II dere alla Presidenza della Repub
perché sono convinto che porterà è molto sentita qui da noi: aprire le blica».
uno sguardo rivolto ai Paesi latinoa- porte e le finestre della Chiesa per Diversi commentatori si sofferma-
mericani. far uscire la polvere, come diceva no quindi sull’umiltà manifestata
«Una persona serena, riflessiva — Giovanni XXIII». nelle sue prime ore di pontificato da
ripete invece ai media Adolfo Pérez Tra spagnoli e italiani, scrive inve- Bergoglio. Dal nuovo Papa, per pri-
Esquivel, attivista per i diritti umani ce Martín Prieto su «La Razón» ma cosa passi umili nota «The Wall
Street Journal», che poi, nella pagi-
na dei commenti, si sofferma sulla
duplice provenienza del nuovo Papa:
dalla gente e da una terra lontana.
Digressioni letterarie dal comignolo della Sistina «È possibile che il Papa che viene
da lontano abbia qualcosa da inse-

La gabbianella gnare a quelli che credono di essere


il centro dell’universo». L’umiltà ri-
torna anche dalle pagine del «Finan-
dei credenti e l’intera società: non vaticanista statunitense John L. Al- Chiesa. Quella Chiesa che spesso
che modificò il Sahara cial Times» dove Jude Webber lo
definisce «Un umile pastore con af-
finate capacità politiche».
solo le autorità politiche, con cui
Bergoglio ha sempre avuto rapporti
len fa riferimento invece a Giovanni
Paolo I. Ancora commenti, infine,
riesce a stupirti facendo dei passi
avanti quando tutti si aspettano dei
Quella lanciata da Papa Francesco franchi e tutt’altro che compiacenti sul tipo di indicazione che la Chiesa passi indietro».
di ISABELLA FARINELLI dove i gabbiani abbiano il nido, è, del resto, «una scossa per tutti». — aggiunge Cazzullo — ma pure le ha dato scegliendo mercoledì pome- Il nuovo Papa «sarà un ponte tra
ove trovino pace. / Io son come Lo scrive sul «Corriere della Sera» coscienze di tutti e di ciascuno». riggio Papa Francesco come succes- le crescenti comunità cattoliche spar-
Il termine “gabbiano”, in spa- loro / in perpetuo volo. / (...) / Aldo Cazzullo: «La sfida al mondo «Un Papa del sud, simbolo di sore di Benedetto XVI. se per il mondo, elettrizzate dalla
gnolo gaviota (femminile), è E come forse anch’essi amo la una nuova era», scrive poi il diretto- Dopo aver salutato «il gesuita che scelta dei cardinali» scrive infine
vecchio che Jorge Mario Bergoglio
glossato con il latino classico quiete, / la gran quiete marina, re di «Le Monde» Natalie Nouga- ama il Cupolone» e apprezzando, Matthew Bunson sull’edizione setti-
ha lanciato con i primi, rivoluzionari
gāvia(m), forse onomatopeico, / ma il mio destino è vivere / yréde nel suo editoriale del 15 mar- da romano, il fatto che il Papa abbia manale del «Our Sunday Visitor». E
gesti del suo pontificato, a comincia-
citato da Plinio. «Uccello ac- balenando in burrasca». zo, ricordando tra l’altro il celebre pronunciato per ben tre volte il no- conclude: «Papa Francesco è la di-
re dalla scelta del nome, non è rivol-
quatico marino o lacustre, con Un colore tenerissimo, riscat- «Non abbiate paura» del polacco me di Roma durante il suo saluto mostrazione di quanto sia veramente
ta solo alla Chiesa. È rivolta anche a
grosso becco ricurvo, ali grandi, to di un dolore attraverso la ge- Giovanni Paolo II, preludio a cam- dalla Loggia delle benedizioni, il re- diffusa la Chiesa cattolica, e il suo
noi. Ci riguarda. Il coraggio con cui
piedi palmati, piumaggio bian- nerosità corale, è quello della biamenti storici di vasta portata in gista italiano Carlo Verdone ha scrit- messaggio universale di speranza per
il nuovo Papa intende combattere la
co, ali e dorso perlacei»: fin qui fiaba per tutti Historia de una
corruzione, gli intrighi, l’ostentazio- tutto il mondo. Chiaramente, il rife- to (su «Il Messaggero» del 15 mar- i poveri e i dimenticati della terra
il dizionario. Il termine scientifi- gaviota y del gato que le enseñó a
ne, l’egoismo non si fermerà alle rimento ai predecessori è ora una zo) «l’aver scelto un cardinale non che rischiano di essere schiacciati
co larus deriva dal greco; gabia- volar, dello scrittore cileno Luis
Sepúlveda (uscita nel 1996 e su- mura del Vaticano o sul sagrato del- sorta di tentazione per molti osser- considerato dai pronostici è stato un dall’impatto della globalizzazione e
nus è attestato in basso latino,
come ricorda la voce curata da bito pubblicata da Salani nella le parrocchie. Investirà la comunità vatori. In un tweet, ad esempio, il colpo magistrale da parte della del capitalismo».
Ettore Arrigoni degli Oddi per traduzione di Ilde Carmignani,
l’Enciclopedia Italiana. illustrata da Simona Mulazzani,
Da qui indietro, e in associa- col notissimo titolo Storia di una
zione, si aprono quei grandi vo- gabbianella e del gatto che le inse- Un Fratello Sole moderno
cabolari che sono le simbologie gnò a volare). Il gatto Zorba sco-
collettive e personali, più o me- pre in sé e negli amici qualità
no consolidate. A ciò si aggiun-
gerà inevitabilmente d’ora in poi
insospettate, proprio perché gli
viene dato credito a oltranza: e
Tre istantanee per Francesco
la serie di associazioni generate in virtù di questo si impegna,
dalla persistenza, sul “comigno- lui quadrupede, come “mamma” di JEAN-PIERRE DE RYCKE Umiltà. Quando, verso la fine della sua vita, ri- afflitti, dopo aver già rinunciato in gioventù,
lo del Conclave” 2013, specie e poi come istruttore di volo ceve le stigmate nel monastero della Verna, dove all’alba della sua vocazione, ai beni di questo
nelle ore prossime alla fumata (partendo da un campanile) Il nuovo Papa ha scelto di farsi chiamare France- Cristo gli appare crocifisso sotto forma di un sera- mondo — e il nuovo Papa, gesuita, ha a sua volta
bianca, dei gabbiani, di cui uno quando impara ad amare e a far sco. Questa scelta è evidentemente molto emble- fino (alla lettera, “l’angelo che brucia di ardore”) pronunciato simbolicamente il voto di povertà —
particolarmente fedele, nel quale crescere, per quello che è, l’uovo matica delle preoccupazioni cristiane del nostro — tema principale del dipinto del Louvre — esat- decide di dedicare la sua esistenza a confortare i
molti commentatori hanno volu- orfano affidatogli da una gab- tempo e ci sembra opportuno guardarla in pro- tamente tre giorni dopo la festa dell’Esaltazione più bisognosi.
to vedere — per esplicito gioco biana, morente a causa della spettiva con una delle più belle evocazioni del della Santa Croce (17 settembre), Francesco mo- Nuovo parallelismo con la stessa esperienza
— il segno di un pronosti- santo create dal fiorentino Giotto, padre della pit- stra la sua vicinanza diretta a Gesù, le cui soffe- personale di Papa Francesco e metafora eclatante
co, mentre la maggior tura moderna: Le stigmate di san Francesco, opera renze e la cui umiltà intende imitare. Vicino agli in un’epoca devastata dalla duplice alienazione di
parte degli sguardi vi ha conservata al museo del Louvre. un capitalismo materialista senza cuore, fondato
timidamente accolto e Questo dipinto dal formato tradizionale coro- sul consumismo di massa, portatore di squilibri
proiettato, in silenzio, la nato da un frontone, proprio del periodo a caval- sociali sempre più grandi nei momenti di crisi, o
sottolineatura visibile di lo tra il XIII e il XIV secolo, illustra quattro noti di un collettivismo ideologico altrettanto distrut-
una commozione ine- episodi della vita di Francesco, assisiate di madre tore della dignità individuale. In un simile clima,
spressa. francese che — ci dice Iacopo da Varazze (Jacques umanizzazione ed empatia personalizzata sono
La traduzione più faci- de Voragine) nella sua Legenda aurea (leggermen- sempre più d’attualità e sono due qualità essen-
le era, e rimane, quella te posteriore all’esistenza del santo) — aveva scelto ziali per un “padre” che vuole essere all’ascolto
diffusamente legata al vo- questo patronimico (il suo primo nome era Gio- della sua famiglia universale e rimettere Cristo al
lo come connubio impos- vanni) soprattutto perché rimandava alla dupli- centro del suo impegno.
sibile eppure tenace fra ce natura del popolo franco in cui si alleava- Semplicità. Il terzo episodio illustrato
cielo e mare e terra, tra la no ferocia e insieme grandezza d’animo. da Giotto è forse direttamente tratto da
creatura e «l’Altissimo, Più in concreto il riferimento del car- un passo di Iacopo di Varazze che ci
onnipotente, bon Signo- dinale Bergoglio alla sua figura tutelare racconta il seguente aneddoto. Un gior-
re» cui era tacitamente ri- si può comprendere simbolicamente no, mentre passava per la palude di Ve-
volta l’attesa della piazza nella rappresentazione del Louvre attra- nezia, (Francesco) incontrò una miriade
universale. Al di là verso tre dei quattro episodi biografici di uccelli che cantavano e disse al suo
dell’iconografia e che vi sono raffigurati: il dottore serafi- compagno: «I nostri fratelli uccelli lo-
dell’araldica, è stata evo- co che riceve le stigmate nel monastero dano il loro Creatore: andiamo tra loro
cata, di quel simbolo, la della Verna, che costituisce la parte cen- a cantare le ore canoniche». Il loro arri-
libertà: non però una li- trale del dipinto, il sogno di Papa Inno- vo non turbò affatto gli uccelli, ma dato
bertà di superficie, ma cenzo III e san Francesco che predica che il loro cinguettio era troppo forte
sempre legata in qualche agli uccelli, dipinti in scala ridotta sotto perché potessero udire la propria voce,
modo a un contenuto fortemen- crudeltà e della superficialità di forma di predella nella parte inferiore il santo disse loro: «Uccelli, fratelli
te morale, al conseguimento di certi uomini. della pala. miei, smettete di cantare fino a quando
orizzonti più elevati attraverso Si può dire una “storia margi- Queste tre istantanee sono, ognuna a non avremo finito le lodi». Tacquero
atti di coraggio, di perseveranza nale” al pari dei racconti che lo suo modo, emblematiche del profilo immediatamente e una volta terminate
e, se necessario, di temporanea stesso scrittore pubblicò nel adottato e dei compiti pastorali che at- le lodi, Francesco li autorizzò a cantare
solitudine. 2000 ambientandoli in tutto il tendono il nuovo sommo Pontefice nel- ed essi ripresero il loro abituale cinguet-
Ciò non è sfuggito alla lette- pianeta, dall’Argentina alla Nor- la guida della Chiesa, ossia nell’ordine: tio.
ratura, a partire da quella con- vegia, dalla Lapponia all’Adria- ricostruzione, umiltà e semplicità. Valeva la pena citare questa adorabile
temporanea: usatissimo in anni tico: storie brevi e “incise” — co- Ricostruzione. Nel 1205, mentre sta leggenda — bella come un racconto dei
recenti, anche in certe catechesi, me lo è, in una di esse, l’attesta- ancora pensando di unirsi all’esercito fratelli Grimm — non tanto per l’allusio-
è stato il gabbiano Jonathan Li- zione di presenza di un uomo dei Franchi di Gauthier de Brienne e di ne involontaria che nasconde a un’altra
vingston, protagonista del noto “qualsiasi” a pochi passi da un partecipare così alla famosa crociata del caratteristica della vita quotidiana della
romanzo breve a sfondo peda- forno crematorio — eternate dal- 1204 che avrebbe portato al sacco di nostra epoca (i tweet) quanto per la pa-
gogico di Richard Bach (prima la loro singolarità, paragonate Costantinopoli, Francesco ha una visio- rabola moderna di cui è nuovamente
edizione 1970, pubblicato e più perciò alle «rose di Atacama» ne nella cappella di San Damiano, non portatrice in termini di etica e di posta
volte ristampato in Italia da (che danno il titolo all’edizione lontano da Assisi, dove a volte si ritira in gioco globale di civiltà: richiamare la
Rizzoli nella traduzione di Pier italiana di Guanda, nella tradu- per pregare: all’improvviso ode una vo- nostra attenzione e quella del mondo
Francesco Paolini). Né si può zione di Ilde Carmignani), rese ce che gli chiede di «riparare la sua intero sull’importanza del rispetto
ignorare la profonda assunzione ancor più affascinanti dal «co- Chiesa in rovina». Questa visione è resa dell’ordine naturale del creato, la cui
di colpa e responsabilità e il cor- raggio di fiorire» nel deserto ci- nel dipinto del Louvre dall’episodio del bellezza, la cui purezza e la cui inno-
rispondente desiderio di riscatto leno. Sogno di Innocenzo III che nel sonno cenza sono il triplice riflesso della divi-
che, pervadendo gran parte del- È la stessa visione, solo appa- aveva intravisto l’immagine di France- nità, con le sue molteplici declinazioni
la letteratura russa di fine Otto- rentemente minimale, di Jorge sco che sosteneva la chiesa del Laterano che sono le sfide ambientali, il modo in
cento, passa attraverso Il gabbia- Luis Borges (Il deserto, in Atlan- — guida della Chiesa universale — che cui si affronta la condizione animale, le
no di Anton Čechov — anche il te, a cura di Domenico Porzio e stava per crollare. manipolazioni genetiche e anche alcuni
“volo” del dramma, ovvero il Hado Lyria, Milano, Mondado- Inutile dire quanta risonanza questa aspetti sociali.
suo successo, non fu subito ri, 1985): «A circa trecento o immagine ha nei tempi agitati che sta Ecco perché, per questi motivi e per
scontato. quattrocento metri dalla Pirami- vivendo oggi la Chiesa cattolica. La altri ancora, san Francesco può ridiven-
Il poeta Vincenzo Cardarelli de, mi inchinai, presi un pugno Chiesa è viva, come ci hanno mostrato tare una figura estremamente attuale e
(Tarquinia 1887 - Roma 1959), di sabbia, lo lasciai cadere silen- le immagini di festa, di fervore e di co- provvidenziale in questo momento in
uomo di grande semplicità, il ziosamente un po’ più lontano e munione della folla — di ogni età e na- cui la Chiesa intraprende un altro per-
cui universo intimo e popolare dissi a bassa voce: “Sto modifi- zionalità — radunata in piazza San Pie- corso — cruciale — della sua esistenza
si riassume fra due titoli che so- cando il Sahara”. Il fatto era mi- tro al momento dell’elezione. Ma essa sotto la guida di un nuovo pastore.
no due “confessioni” (Homo sum nimo, ma le non ingegnose pa- viene attaccata fino alle sue fondamenta Possa egli essere a sua volta un “Fra-
e I santi del mio paese) specchia role erano esatte e pensai che strutturali, mentre non è mai stata così tello Sole” moderno in questo universo
nella breve poesia Gabbiani la era stata necessaria tutta la mia forte demograficamente nel mondo. È terreno scosso dalle tenebre e dal
sua intera sensibilità: «Non so vita perché io le potessi dire». proprio questo il paradosso. Giotto, «Stigmate di san Francesco» (1295-1300, Parigi, Louvre) dubbio.
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 16 marzo 2013

Lettera al Papa del presidente dell’Unione dei superiori generali L’auspicio delle Conferenze episcopali d’Europa

Con la semplice radicalità Per la Chiesa universale


del Vangelo
«La vita religiosa e consacrata eleva dine che noi, figli di san Francesco, gia per attuarlo». E, inoltre, «con
un canto di gioia al Signore sparsi per il mondo intero, eleviamo spirito di fede e grande stima e de-
nell’aver ricevuto la notizia della sua con gioia dopo aver accolto la noti- vozione accogliamo Papa Francesco,
elezione come Padre e Pastore della zia della sua elezione a vescovo di come lo avrebbe fatto don Bosco, e,
Chiesa universale». Sono le prime Roma e successore dell’Apostolo mentre lo affidiamo alla cura e gui-
parole della lettera che il presidente Pietro». Infatti, «a nome di tutti co- da materna di Maria Ausiliatrice, gli
dell’Unione dei superiori generali loro che hanno abbracciato la forma assicuriamo il nostro affetto, la no-
(Usg), padre José Rodríguez Car- di vita che ci ha lasciato san France- stra obbedienza e la nostra più sin-
ballo, ministro generale dell’ordine sco, oggi, con profonda emozione, cera e decisa collaborazione in que-
dei frati minori, ha inviato a Papa prometto obbedienza e reverenza al sto tempo di nuova evangelizzazio-
Francesco poche ore dopo la sua Signor Papa Francesco. Può contare
ne».
elezione. «Nel sentire il suo nome, su di noi Santità: con il nostro amo-
nell’ascoltare le sue parole e poter re di figli, con la nostra obbedienza Di Papa Francesco come un «do-
vedere i suoi gesti che hanno ac- sincera, con la nostra costante pre- no grande per l’umanità» parlano
compagnato il suo primo incontro ghiera e con la nostra leale collabo- madre Elisabetta Serena Ciserani e
pubblico, ci sentiamo pieni di gioia, razione». Un’assicurazione fatta an- padre Alfonso Crippa, superiori ge-
di speranza e letizia». Padre Rodrí- che a nome delle «sorelle contem- nerali delle due congregazioni reli-
guez Carballo ha assicurato che il plative francescane, le sorelle claris- giose, femminile e maschile, fondate
nuovo Pontefice potrà «contare sul- se e le sorelle concezioniste france- da don Guanella. «Come famiglia
la vita religiosa e consacrata». Infat- scane, che dai loro monasteri eleva- guanelliana accogliamo nella fede
ti, «vostra Santità la conosce molto no le loro preghiere al Padre delle come padre e pastore Papa France-
bene perché è uno di noi. Lei la Misericordie per il suo ministero al sco, che ci guiderà nel cammino
ama, perché è la sua vita. Conosce servizio della Chiesa universale». della vita nel compiere la volontà
le nostre debolezze e possibilità. Ci Anche per don Pascual Chávez del Padre. San Luigi Guanella ci ha
aiuti col suo magistero, beatissimo Villanueva, rettore maggiore dei sa- educato, infatti, a guardare al Papa
Padre, a vivere pienamente la nostra lesiani, in un messaggio indirizzato come si guarda alla stella polare per
vocazione e missione nella Chiesa e ai membri della propria famiglia re- conoscere la via più sicura da segui-
nel mondo, in fedeltà a Cristo, al ligiosa, «la scelta del nome, France- re». Al Papa la famiglia guanelliana
Vangelo, ai nostri propri carismi e sco, è significativa perché in certo assicura la «quotidiana preghiera
all’uomo di oggi. Ci insegni, Santo modo raccoglie alcuni dei tratti più perché lo Spirito, lo illumini e pro-
Padre, a vivere il Vangelo con la caratteristici della sua persona — la tegga, lo renda forte nella salute,
semplicità e radicalità con cui l’ha semplicità, la povertà, l’autenticità —
maestro nella missione di evangeliz- «Un segno di speranza e d’incorag- commento dei vescovi olandesi che Secondo la Conferenza episcopale
vissuto san Francesco, perché in e, al tempo stesso, diventa program-
zatore della Parola, testimone ap- giamento, uno stimolo a non occu- ringraziano lo Spirito Santo «per svizzera (Cvs), il nuovo Papa avrà la
questo modo anche noi ricostruire- matica perché evidenzia degli ele-
mo la Chiesa, come fece il Poverel- menti che oggi devono definire il passionato di Cristo, uomo della pa- parci soltanto dei problemi specifici aver favorito la scelta veloce dei car- saggezza e la forza per affrontare le
lo». A nome di tutti i religiosi, il volto della Chiesa e il suo rapporto ce e della comunione tra i popoli, del vecchio continente, ma a misu- dinali e grazie al nuovo Papa per il grandi sfide che riguardano la Chie-
presidente dell’Usg ha assicurato al con il mondo». Ricordando che il punto di riferimento di grandi valo- rare i compiti delle Chiese affidate compito quasi sovrumano che ha as- sa. «Il nuovo vescovo di Roma —
nuovo Pontefice che «non sarà mai Papa mercoledì sera, nel suo primo ri che confermerà tutti i fratelli nella alla nostra cura pastorale nella pro- sunto su di se». ha precisato monsignor Markus Bü-
solo» nel «cammino che deve per- incontro pubblico in piazza San fede, difensore dell’uomo e garante spettiva della Chiesa universale». È Per i vescovi tedeschi, l’elezione è chel, presidente della Cvs e vescovo
correre» e che «non sempre sarà fa- Pietro, ha chiesto al popolo di be- della sua dignità». quanto scrive la presidenza del con- un segno di continuità: «Con Papa di Sankt Gallen — dovrà assumere
cile per lei». Tuttavia, «noi la segui- nedirlo, il rettore maggiore invita la Per padre Robert Francis Prevost, siglio delle Conferenze episcopali Francesco — ha dichiarato l’arcive- un ministero estremamente arduo.
remo con l’affetto e l’obbedienza». famiglia salesiana «a invocare su di priore generale degli agostiniani, il europee (Ccee) in una lettera a Pa- scovo di Freiburg im Breisgau e Gli occorrerà il dono della percezio-
Sempre padre Rodríguez Carbal- lui l’abbondanza dei doni dello Spi- nuovo Pontefice, «il primo non eu- pa Francesco. La missiva sottolinea presidente della Conferenza episco- ne e lettura dei segni dei tempi,
lo, in qualità di ministro generale rito, affinché abbia la luce per di- ropeo dei tempi moderni eletto ve- il ruolo della Chiesa in Europa «alla pale, monsignor Robert Zollitsch —
dei frati minori, in un’altra lettera, scernere ciò che il Signore si attende un’acuta sensibilità per le legittime
scovo di Roma, ben conosciuto per luce della vocazione della Chiesa in- alla Chiesa è stato donato un capo
ha espresso «la preghiera di gratitu- dalla sua Chiesa oggi e trovi l’ener- diversità delle Chiese locali per farle
lo stile semplice di vita, e per il suo tera», di fronte alla «secolarizzazio- che riprenderà gli impulsi spirituali
impegno con i poveri» è chiamato a crescere, con carisma, nella comu-
ne, come pure alla situazione demo- di Benedetto XVI e di Giovanni Pao-
guidare la Chiesa in questo tempo nione della Chiesa universale».
grafica e migratoria, che costituisce lo II. Allo stesso tempo il nuovo Pa-
«pieno di sfide». E riferendosi al Molto sorpreso e profondamente
una sfida per le famiglie e c’invita al pa darà spunti personali e sarà ca-
nome scelto dal Pontefice ha ag- dialogo pratico con l’islam e l’ebrai- ratterizzato da un atteggiamento commosso il vescovo di Graz-Sec-
Movimenti e organismi cattolici giunto: «Come agostiniani dobbia- kau e vicepresidente della Conferen-
smo. Oltre alla continua urgenza di umile e dalle prediche piene di for-
mo cogliere l’occasione per esamina- annunciare il Signore Gesù, nel no- za. È conosciuto per le visite agli za episcopale austriaca, monsignor

Cristo re noi stessi alla luce degli aspetti


che presentano questi santi, France-
sco d’Assisi e Francesco Saverio, e,
stro continente — prosegue la lettera
— sentiamo impellente l’impegno
ospedali e ai detenuti nelle festivi-
tà».
Egon Kapellari. «Il fatto che il pri-
mo gesuita sul soglio pontificio por-
ti il nome del popolare santo che ha
per la promozione dell’unità dei cri- Anche il presidente del Comitato
l’unica ricchezza così, ricordare che, nella nostra vo-
cazione, noi siamo stati chiamati a
stiani, particolarmente la collabora-
zione nelle questioni morali e di
centrale dei cattolici tedeschi (Zdk),
Alois Glück, vede nell’elezione di
amato in modo straordinario la
Chiesa e la gente — ha spiegato —
ha un forte valore simbolico. Que-
vivere la nostra consacrazione a Dio dottrina sociale, nella salvaguardia Papa Francesco un grande segno di
Gioia, preghiera, fedeltà e missio- sponsabili del Cammino Neocate- in comunione con tutta la Chiesa, del creato e la responsabilità globale speranza. «Si tratta — ha sottolinea- sto gesto profetico dimostra che il
ne: sono queste le parole chiave cumenale, Kiko Argüello, Carmen con una vita semplice, servendo i per l’ambiente con le Chiese orto- to — di un segnale programmatico nuovo Papa prende sul serio la di-
dei messaggi augurali che conti- Hernández e padre Mario Pezzi. poveri, e come discepoli di Cristo dosse del continente». per una Chiesa vicina ai poveri, se- mensione sociale della fede cristia-
nuano a giungere numerosi dopo Argüello ha osservato ancora che che annunciano il Vangelo con pa- Forte emozione traspare per l’ele- gnale confermato dalla scelta del na. L’elezione di un cardinale lati-
l’elezione di Papa Francesco, a te- «il Papa Francesco sarà un instan- role e in opere». zione di Papa Francesco anche nel nome». no-americano è l’esemplificazione
stimoniare il profondo affetto dei cabile annunziatore del Vangelo. È del fatto che siamo Chiesa universa-
movimenti ecclesiali e delle orga- senza dubbio una grande speranza le».
nizzazioni di ispirazione cristiana. per la Chiesa, e tutte le persone Grande soddisfazione è stata
«Nella gioia incontenibile di avere del Cammino Neocatecumenale espressa anche dalla Conferenza
una nuova guida per il nostro po- pregano per lui e per il suo ponti- Messaggio del Patriarca ortodosso russo Cirillo e di altri leader religiosi
episcopale slovacca che ha accolto
polo di credenti — ha sottolineato ficato». con gioia la notizia dell’elezione di
don Julián Carrón, presidente del-
la Fraternità di Comunione e Li-
berazione — sono colpito da come
A quelle dei movimenti ecclesia-
li seguono le testimonianze delle
fondazioni Aiuto alla Chiesa che
Comune testimonianza Francesco. «Abbiamo pregato affin-
ché lo Spirito Santo — si legge in
un telegramma — scegliesse qualcu-
sia riuscito a comunicarci, fin dalle
prime mosse, con gesti semplici,
comprensibili per chiunque, dove
soffre (Acs) e Migrantes e di altre
organizzazioni. «Accogliamo con
gioia l’elezione di Papa Francesco,
di fronte ai bisogni del mondo no in grado di reggere con mano
salda il timone della barca di Cristo,
guidandola tra le acque tempestose
fissa il suo sguardo. Con la scelta desiderosi di continuare ad ascol- Apprezzamento per l’elezione di Pa- tità voglia promuovere la coopera- nomica e spirituale della società del mondo contemporaneo».
del nome Francesco — ha ricordato tare il magistero del successore di pa Francesco e grande speranza per zione tra le nostre due Chiese nello contemporanea, per dare una testi- Infine, sicuro che il Santo Padre
— ci indica che non ha altra ric- Pietro e pronti a intraprendere un futuro di dialogo e rispetto reci- spirito di amore fraterno e di com- monianza cristiana comune davanti sarà di grande aiuto alla Chiesa gre-
chezza che Cristo. Non si affida a nuovi progetti per un suo semplice proco sono state espresse dal Pa- prensione reciproca». al mondo, nello spirito dell’amore
nessun’altra modalità di comuni- desiderio»: è questo è lo spirito triarca ortodosso russo, Cirillo e dal Anche la Chiesa ortodossa rome- co-cattolica ucraina si è detto l’arci-
misericordioso di Nostro Signore vescovo maggiore di Kyiv-Halyč de-
carlo se non alla nuda e semplice con cui Acs si rivolge al Pontefice. Patriarca della Chiesa ortodossa ro- na si è detta vicina, in questi mo- Gesù Cristo. Nutriamo la speranza
testimonianza di Cristo». E ha ag- La Fondazione — che lo scorso an- mena, Daniel. In particolare, Cirillo menti di gioia, alla Chiesa cattolica gli Ucraini, Sviatoslav Shevchuk che
che Sua Santità — conclude — conti- ha avuto modo, in passato, di cono-
giunto: «Commossi dall’invito a no ha festeggiato i cinquanta anni ha sottolineato i buoni rapporti che per l’elezione del Papa. «Siamo nuerà a sostenere i fedeli cristiani
incominciare il cammino insieme, di sostegno alle Chiese dell’Ameri- intercorrono con la Chiesa cattolica. convinti — si legge in un messaggio scere Papa Francesco. «La nostra
ortodossi romeni, che vivono in
Vescovo e popolo, domandiamo ca Latina — promuove — si ricorda «Con il vostro predecessore — ha — che i valori morali autentici, basa- eparchia in Argentina — ha ricorda-
gran numero in diversi Paesi
alla Madonna per ciascuno di noi — numerosi progetti in Argentina, scritto rivolgendosi direttamente al ti sulla bimillenaria fede cristiana, to l’arcivescovo — è, per così dire,
dell’Europa, specialmente in Italia».
l’abbandono a Cristo che ci testi- principalmente relativi alla cate- Santo Padre — le relazioni tra la continueranno ad avere un posto suffraganea della sede arcivescovile
Una testimonianza sulla saldezza
monia Francesco in questo mo- chesi e all’evangelizzazione. Chiesa ortodossa russa e la Chiesa centrale nell’attività di Sua Santità, di Buenos Aires. Così il cardinale
cattolica romana hanno ricevuto un come Primate della Chiesa cattolica dei rapporti tra il Papa e il popolo
mento». Da parte sua il direttore genera- Bergoglio si è sempre preso cura
nuovo impulso e sono state caratte- romana. È necessario che collaboria- ebraico è giunta dal rabbino David
Di «grande gioia» ha parlato le della Fondazione Migrantes, della nostra Chiesa in Argentina e,
rizzate da un dinamismo positivo. mo, per essere solidali con coloro Rosen, direttore della Commissione
anche il prelato dell’Opus Dei, monsignor Giancarlo Perego, ha come giovane vescovo, ho mosso i
Spero sinceramente che Vostra San- che soffrono a causa della crisi eco- per il dialogo tra le fedi dell’Ameri-
monsignor Javier Echevarría Ro- commentato che l’elezione di un miei primi passi sotto il suo sguardo
can Jewish Committee. Dopo l’at-
dríguez. «Dal momento in cui ab- Papa figlio di immigrati «diventa attento e premuroso. Ci possiamo
tentato del 1994 alla sede dell’Amia
biamo visto la fumata bianca — è un motivo in più per guardare alle aspettare grandi cose con lui. Papa
(il centro culturale ebraico di Bue-
stato il commento del presule — lo migrazioni come una risorsa, un Francesco — ha concluso monsignor
nos Aires) «il cardinale Bergoglio —
abbiamo accolto con profonda gra- luogo teologico, un segno dei tem- Shevchuk — è una persona incredi-
ha detto il rabbino — mostrò la pro-
titudine e ora, seguendo l’esempio pi attraverso il quale la famiglia bilmente modesta, di profondo re-
pria solidarietà. Quanti pensano che
di Benedetto XVI, gli manifestiamo umana si riconosce e si rinnova». spiro intellettuale che si distingue in
Benedetto XVI sia stato l’ultimo Pa-
una incondizionata venerazione e Il Papa, ha aggiunto, «figlio di particolar modo per la sua grande
pa ad aver vissuto la Shoah e che
obbedienza». Il prelato ha prose- emigranti, ci aiuterà a leggere in premura nei confronti dei meno for-
guito ribadendo che «in questo profondità “un fenomeno straordi- dunque non ci sarà un altro Papa
con un legame personale col popolo tunati».
momento di emozione, nel quale si nario del nostro tempo”, come ri-
tocca con mano l’universalità della cordava Benedetto XVI nell’encicli- ebraico si sbagliano».
Chiesa, rinnovo al nuovo Romano ca Caritas in veritate, con i suoi Anche l’Unione buddhista italia-
Pontefice un’adesione completa al- drammi e le sue speranze». Un ri- na auspica che il dialogo fra le reli-
la sua persona e al suo ministero, ferimento all’enciclica è contenuto gioni possa proseguire e che Papa
certo di esprimere in tal modo i anche nel commento del presiden- Francesco possa dare un notevole
sentimenti dei fedeli — laici e sa- te dell’organizzazione Focsiv-Vo- contributo al riguardo. «Ci auguria-
cerdoti — della Prelatura dell’O pus lontari nel mondo, Gianfranco mo — si legge in un messaggio —
Dei». E ha concluso: «Tutti ci affi- Cattai: «Un’occasione importante che nei prossimi tempi la sua opera
diamo alle preghiere di Sua Santi- per una rinnovata testimonianza a favore del dialogo tra le religioni e
tà per contribuire efficacemente, della Chiesa, una nuova consape- le esperienze dello spirito possano
con gioiosa disponibilità, al com- volezza nel vivere la nostra missio- continuare nel cammino aperto da
pito dell’evangelizzazione che il ne nel mondo: Papa Francesco ci coloro che l’hanno preceduta e crea-
Papa ha menzionato nel suo primo aiuterà a vedere il mondo dalle pe- re una nuova sinergia che nell’unità
saluto alla Chiesa». riferie, dal Sud, dalla parte dei po- tra le diversità possa condurre a un
Comune sentimento è stato veri e a coglierne le incongruenze mondo risvegliato al bene, all’amo-
espresso anche dal Cammino Neo- nello spirito della Caritas in verita- re, e al rispetto per garantire a tutti
catecumenale. «Gioia per l’elezio- te». Infine, il fondatore del Sermig una preziosa vita degna da vivere».
ne del cardinale Jorge Mario Ber- (Servizio missionario giovani), Er- Infine, felicitazioni e gioia sono
goglio, come nuovo Papa della nesto Olivero: «Lo Spirito Santo stati espressi dai leader indù. Nume-
Chiesa, Sua Santità Francesco» è ci ha fatto una sorpresa: il suo no- rose telefonate sono giunte in queste
stato il commento, ripreso dal- me è Francesco. I giovani lo aspet- ore al vescovo cattolico di Vasai (In-
l’agenzia Sir, degli iniziatori e re- tano». dia), Felix Anthony Machado.
sabato 16 marzo 2013 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

Papa Francesco celebra con i cardinali elettori nella Cappella Sistina

La nostra vita è un cammino


Nel pomeriggio di giovedì 14 marzo Cammina nella mia presenza e sii ir- Terzo, confessare. Noi possiamo l’unica gloria: Cristo Crocifisso. E
Papa Francesco ha celebrato la messa reprensibile. Camminare: la nostra camminare quanto vogliamo, noi così la Chiesa andrà avanti.
pro Ecclesia nella Cappella Sistina vita è un cammino e quando ci fer- possiamo edificare tante cose, ma se Io auguro a tutti noi che lo Spiri-
con i cardinali che hanno partecipato miamo, la cosa non va. Camminare non confessiamo Gesù Cristo, la co- to Santo, per la preghiera della Ma-
al conclave. Questa la sua omelia. sempre, in presenza del Signore, alla sa non va. Diventeremo una ong as-
donna, nostra Madre, ci conceda
In queste tre Letture vedo che c’è luce del Signore, cercando di vivere sistenziale, ma non la Chiesa, Sposa
del Signore. Quando non si cammi- questa grazia: camminare, edificare,
qualcosa di comune: è il movimento. con quella irreprensibilità che Dio
chiedeva ad Abramo, nella sua pro- na, ci si ferma. Quando non si edifi- confessare Gesù Cristo Crocifisso.
Nella Prima Lettura il movimento Così sia.
nel cammino; nella Seconda Lettura, messa. ca sulle pietre cosa succede? Succede
il movimento nell’edificazione della Edificare. Edificare la Chiesa. Si quello che succede ai bambini sulla
Chiesa; nella terza, nel Vangelo, il parla di pietre: le pietre hanno con- spiaggia quando fanno dei palazzi di
movimento nella confessione. Cam- sistenza; ma pietre vive, pietre unte sabbia, tutto viene giù, è senza con-
minare, edificare, confessare. sistenza. Quando non si confessa
Camminare. «Casa di Giacobbe,
dallo Spirito Santo. Edificare la
Chiesa, la Sposa di Cristo, su quella Gesù Cristo, mi sovviene la frase di Messa
Léon Bloy: «Chi non prega il Signo-
venite, camminiamo nella luce del
Signore» (Is 2, 5). Questa è la prima
pietra angolare che è lo stesso Si-
gnore. Ecco un altro movimento del- re, prega il diavolo». Quando non si per la Chiesa
cosa che Dio ha detto ad Abramo: la nostra vita: edificare. confessa Gesù Cristo, si confessa la
mondanità del diavolo, la mondanità Sette minuti e una manciata di
del demonio. secondi: tanti ne sono bastati a
Camminare, edificare-costruire, Papa Francesco per tracciare le
confessare. Ma la cosa non è così fa- linee del pontificato. Tre i ver-
cile, perché nel camminare, nel co- bi da coniugare: camminare,
struire, nel confessare, a volte ci so- edificare, confessare. In piedi,
no scosse, ci sono movimenti che con il solo zucchetto bianco
sul capo, davanti al leggio ma
non sono proprio movimenti del
senza fogli tra le mani, con vo-
cammino: sono movimenti che ci ti-
ce pacata e serena quanto
rano indietro.
straordinariamente decisa, pro-
Questo Vangelo prosegue con una nuncia parole forti e chiare,
situazione speciale. Lo stesso Pietro semplici da intendere, pene-
che ha confessato Gesù Cristo, gli tranti e decisive per tutti i cri-
dice: Tu sei Cristo, il Figlio del Dio stiani. Guarda a uno a uno ne-
vivo. Io ti seguo, ma non parliamo gli occhi i cardinali elettori, al-
di Croce. Questo non c’entra. Ti se- lineati nella Cappella Sistina
guo con altre possibilità, senza la davanti a lui, mentre, nel po-
Croce. Quando camminiamo senza meriggio di giovedì 14, celebra
la Croce, quando edifichiamo senza la messa per la Chiesa, ultimo
la Croce e quando confessiamo un atto prima di lasciare definiti-
Cristo senza Croce, non siamo disce- vamente il luogo del conclave.
poli del Signore: siamo mondani, Insieme con loro ci sono gli
siamo Vescovi, Preti, Cardinali, Papi, arcivescovi Angelo Becciu, so-
ma non discepoli del Signore. stituto della Segreteria di Sta-
Io vorrei che tutti, dopo questi to, Dominique Mamberti, se-
giorni di grazia, abbiamo il corag- gretario per i Rapporti con gli
gio, proprio il coraggio, di cammina- Stati, e Lorenzo Baldisseri, se-
re in presenza del Signore, con la gretario del collegio cardinali-
Croce del Signore; di edificare la zio; il vescovo Giuseppe Sciac-
Chiesa sul sangue del Signore, che è ca, uditore generale della Ca-
versato sulla Croce; e di confessare mera Apostolica; l’assessore al-
la Segreteria di Stato, monsi- Commenti di porporati sul vescovo di Roma
gnor Peter Bryan Wells, e il
sottosegretario per i Rapporti

Tolti i sigilli all’appartamento pontificio


con gli Stati, monsignor Antoi-
ne Camilleri.
Testimone gioioso di Gesù
Lo ascoltano e annuiscono
mentre Papa Francesco ricorda «Papa Francesco sente di essere il comporsi e salire la nuova atmosfera,
Nella serata di giovedì 14 marzo, al termine della messa Ad accompagnare il Pontefice erano il cardinale Tarci- loro che si può essere sacerdo- vescovo di Roma e me l’ha detto fin il popolo che coglieva e reagiva, che
celebrata nella Cappella Sistina, Papa Francesco ha pre- sio Bertone, camerlengo di Santa Romana Chiesa, l’arci- ti, vescovi, cardinali e finanche dall’inizio. Il rapporto con la diocesi partecipava in modo, devo dire, per
so possesso dell’appartamento pontificio del Palazzo vescovo Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Sta- Papi pur senza essere discepoli romana l’ha sentito come un vincolo nulla inaspettato dal momento in cui
Apostolico in Vaticano, togliendo i sigilli che erano stati to, l’arcivescovo Georg Gänswein, prefetto della Casa del Signore «quando cammi- sponsale che legherà tutto il suo mi- il Santo Padre è apparso sul balco-
posti la sera del 28 febbraio scorso, dopo l’inizio della Pontificia, e monsignor Leonardo Sapienza, reggente niamo senza Croce — dice con nistero». Lo ha detto il cardinale ne». La Chiesa — ha detto il porpo-
sede vacante. della Prefettura. la stessa pacatezza che ha im- Agostino Vallini, vicario generale di rato — si è mostrata capace «di la-
prontato tutta la sua omelia — Sua Santità per la diocesi di Roma, sciare impresso un segno profondo e
quando edifichiamo senza Cro- in un’intervista a Paolo Rodari pub- indelebile nei cuori». Il cardinale ha
ce e quando confessiamo un blicata su «la Repubblica» del 15 evidenziato poi il presentarsi di Papa
Cristo senza Croce». L’alterna- marzo. Francesco «come una persona nor-
tiva è presentarsi come «una Del nuovo Papa il cardinale vica- male. Le parole che ha usato. La
ong pietosa», non come Chie- rio ha messo in risalto innanzitutto semplicità e l’essenzialità del porsi,
sa. Da qui l’invito a riscoprire la grande semplicità. «È un uomo di nel dire, nel manifestare quello che
«il coraggio di camminare con una profonda spiritualità, che sente ha dentro».
la Croce del Signore». Solo l’amore di Dio e degli uomini e vive «Bergoglio ho imparato a cono-
così «la Chiesa andrà avanti». la passione per il Vangelo e insieme scerlo e ad apprezzarlo durante le
La preghiera, scandita dal che vorrebbe servire la Chiesa in congregazioni generali pre-conclave:
canto del coro della Cappella maniera adeguata alle attese dei tem- è in quella sede che ci siamo tutti
Sistina diretta dal maestro pi. Papa Francesco ha detto ancora preparati con calma» ha affermato il
Massimo Palombella. Il Papa che l’uomo ha bisogno di grande cardinale Kurt Koch in un’intervista
celebra all’altare allestito al spiritualità e quindi credo che certa- a Giuseppe Rusconi sul «Corriere
centro del presbiterio, rivolto mente egli corrisponderà a queste at- del Ticino» del 15 marzo. Ogni Pa-
verso l’assemblea. Lo accompa- tese». Dopo l’elezione, ha aggiunto, pa, ha detto, «deve avere due di-
gnano il prefetto della Casa il Pontefice «si è affidato alla miseri-
Pontificia, arcivescovo Georg mensioni nel suo servizio. Da una
cordia di Dio e poi dopo ha accetta- parte deve conservare quello che me-
Gänswein, l’elemosiniere, arci- to davanti a tutto il collegio cardina-
vescovo Guido Pozzo, il medi- rita di essere conservato, proveniente
lizio questo mandato per il quale dalla tradizione apostolica. Dall’altra
co Patrizio Polisca. Nella zona dobbiamo tutti pregare perché non è
d’ingresso della Sistina seguo- deve fare quello che è necessario per
facile essere Papa». Inoltre al nuovo far progredire la Chiesa».
no la celebrazione le maestran- vescovo di Roma il cardinale Vallini
ze che hanno assicurato assi- Papa Francesco «è una persona
ha «promesso fedeltà e affetto anche
stenza durante lo svolgimento molto alla mano, amichevole, grande
a nome di tutti i romani: vescovi au-
del conclave e altri laici, tra i sense of humour, molto svelto» ha
siliari, sacerdoti, diaconi, consacrati
quali i comandanti della Guar- detto il cardinale Sean Patrick
e laici. Gli ho assicurato che la Chie-
dia Svizzera e della Gendarme- O’Malley alla Associates Press Tele-
sa di Roma gli sarà vicina, accoglie-
ria Pontificia, e il direttore del vision News. «Era bellissimo vedere
rà con fede e docilità la sua guida e
nostro giornale. — ha aggiunto — com’è riuscito a far
lo sosterrà nel portare il formidabile
stare in perfetto silenzio centinaia di
peso che il Signore gli ha messo sul-
migliaia di persone. Poi l’emozione
le spalle».
Infine, secondo il cardinale vicario di due preghiere semplici come il
il nuovo Papa «è un testimone Padre nostro e l’Ave Maria... Ho

Inizio della missione del nunzio apostolico in Cambogia gioioso del Signore Gesù, annuncia-
tore instancabile, forte e mite del
quasi pianto». Riaffermando il lega-
me con il santo di Assisi, il cardinale
O’Malley ha sottolineato come Papa
Vangelo per infondere fiducia e spe-
Monsignor Paul Tschang In-Nam, arcivescovo ti- Samrin, in rappresentanza del re, sua maestà No- Tschang In-Nam. All’inizio della liturgia, monsi- ranza. Egli continuerà a guidare la Francesco venga «dall’America Lati-
tolare di Amanzia, è arrivato il 28 gennaio all’ae- rodom Sihamoni. gnor Schmitthaeusler ha presentato il nuovo Chiesa, la sposa del Signore risorto, na, dove esiste un enorme contrasto
roporto internazionale di Phnom-Penh, dove è Alla cerimonia, erano presenti Hor Namhong, nunzio alla comunità cattolica della capitale e, al purificandola dalle macchie che tal- fra i ricchi e i poveri oltre a gravi
stato accolto da Ouk Pheang, vice direttore del ministro degli Affari Esteri e vice primo ministro, termine della medesima, il rappresentante ponti- volta ne oscurano lo splendore del problemi sociali». Del resto Bergo-
dipartimento del Protocollo del ministero degli e Leng Peng Long, segretario generale dell’As- ficio ha impartito la benedizione apostolica a volto: farà sentire la sua vicinanza a glio è «un uomo davvero animato
Affari Esteri e della Cooperazione Internaziona- semblea nazionale. Nel susseguente colloquio, il tutti i partecipanti. Durante la sua permanenza a tutti gli uomini, perché la Chiesa sia dal desiderio di far sì che la Chiesa
le, e da monsignor Olivier Schmitthaeusler, rappresentante del re ha chiesto di trasmettere i Phnom-Penh, monsignor Tschang In-Nam ha la casa di tutti e nessuno senta l’im- sia presente per le persone nella loro
M.E.P., vicario apostolico di Phnom-Penh. Quin- voti augurali a Benedetto XVI, esprimendo ammi- avuto diversi incontri con i tre ordinari della barazzo di non starci bene; i poveri sofferenza, e che riesca ad alleviare
di nella stessa mattinata, il rappresentante ponti- razione verso la sua persona e le sue opere a fa- Cambogia, con i sacerdoti, le religiose, i religiosi e gli ultimi si sentiranno capiti e le sofferenze dei poveri. Per far sen-
ficio si è recato al ministero degli Affari Esteri vore della pace, ed evidenziando le buone rela- e i laici, recandosi pure al seminario maggiore, amati». tire loro che la Chiesa c’è».
per un incontro con il capo del Protocollo, Prak zioni tra la Santa Sede e il regno di Cambogia. dove ha celebrato l’Eucaristia e si è intrattenuto Il cardinale Angelo Scola, arcive- Di «un regalo» per la Chiesa ha
Nguon Hong, al quale ha consegnato copia delle Da parte sua, il rappresentante pontificio ha per un colloquio e un incontro conviviale con i scovo di Milano, ha chiesto in un parlato il cardinale Joachim Meisner,
lettere credenziali informandolo delle procedure espresso, a nome del Papa, le più sentite condo- seminaristi. messaggio «a tutti i fedeli ambrosia- arcivescovo di Colonia: «Lui è dav-
vigenti durante il periodo di lutto nazionale per glianze e la più fervida preghiera per il defunto II 30 gennaio il nunzio apostolico ha visitato ni di intensificare in questi giorni la vero benvenuto con tutto il cuore».
la scomparsa dell’amatissimo sovrano Norodom re Norodom Sihanouk, padre dell’indipendenza. il santuario Notre Dame du Mekong, nella co- preghiera per la missione di Papa L’elezione del Papa è stata una «sor-
Sihanouk. Inoltre, ha trasmesso il saluto benedicente del munità di Areyksat dei fedeli vietnamiti, e ha ce- Francesco». E ha assicurato che al presa positiva», ha poi osservato il
L’indomani, prelevato da un’autovettura del Papa per il nuovo sovrano, per il suo Governo e lebrato la messa seguita da una cena con i mem- Pontefice «porterà la gioia, la pre- cardinale Christoph Schönborn, ar-
ministero degli Affari Esteri e accompagnato dal per il popolo cambogiano, manifestando la sua bri dell’Alliance Catholique pour la Charité et le ghiera e l’affetto suoi personali e civescovo di Vienna. «Il nome Fran-
vice direttore del dipartimento del Protocollo, il disponibilità a consolidare i buoni rapporti già Developpement, che raggruppa diversi istituti e della Chiesa ambrosiana per l’elezio- cesco è un programma» ha detto il
nuovo nunzio è giunto al palazzo dell’Assemblea esistenti tra il regno di Cambogia e la Santa Se- organizzazioni operanti nel settore della carità e ne al soglio di Pietro». porporato austriaco indicando nella
nazionale, dove lo attendeva lo stesso capo del de, e mettendo in evidenza il contributo della delle opere sociali. Infine, ha fatto visita all’orfa- «Entusiasmo e soddisfazione» so- semplicità una caratteristica di que-
Protocollo. Accompagnato da quest’ultimo, ha Chiesa locale in diversi settori della società cam- natrofio delle suore Missionarie della Carità di no stati espressi dal cardinale Gian- sto Pontificato. Il Papa è «uno spiri-
ricevuto gli onori militari ed è giunto nella sala bogiana. madre Teresa e al centro di riabilitazione per i franco Ravasi in un colloquio con to libero» che vive secondo il Van-
delle udienze, dove ha consegnato solennemente Una messa di requiem per il compianto sovra- disabili Bantey Prieb, gestito dalla Compagnia di Marco Garzonio pubblicato sul gelo, sempre vicino ai poveri e ciò
le lettere credenziali al presidente dell’Assemblea no è stata celebrata nella chiesa parrocchiale di Gesù, come pure al monastero delle Carmelitane «Corriere della Sera» del 15 marzo: «dà un valore molto forte all’inse-
nazionale della Cambogia, Samdech Heng San Giuseppe il 29 gennaio da monsignor nella periferia di Phnom-Penh. «Ero lì dietro e dalla piazza ho visto gnamento sociale della Chiesa».
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 16 marzo 2013

Il saluto del decano del Collegio cardinalizio

Lo Spirito
rinnova e ringiovanisce
la Chiesa
All’inizio dell’udienza il decano del Sappia, Padre Santo, che tutti
Collegio cardinalizio Angelo Sodano noi, suoi cardinali, ci sentiremo a
ha rivolto al Papa le seguenti parole sua completa disposizione, cercan-
di saluto. do di formare con lei il cenacolo
apostolico della Chiesa nascente, il
Padre Santo, cenacolo della Pentecoste. Cerche-
gratias agamus Domino Deo no- remo di mantenere mente abierta y
stro, rendiamo grazie al Signore corazón creyente, come ella ha scrit-
Nostro Dio! È l’invito liturgico to in un suo libro di meditazioni.
che noi, padri cardinali, ci dirigia- Da parte nostra, noi cercheremo
mo a vicenda, tra seniores e junio- di prestare il nostro umile contri-
res, per ringraziare il Signore per il buto al suo ministero petrino, im-
dono che ha fatto alla sua santa pegnandoci a mettere in pratica
Chiesa, dandole un nuovo pastore. l’invito che l’apostolo Pietro rivol-
Questi stessi sentimenti di grati- geva alla comunità di Roma nella
tudine vogliamo oggi rivolgere an- sua prima Lettera ai Romani:
che a lei, Padre Santo, per aver ac- «Ciascuno agisca secondo la gra-
Papa Francesco incoraggia i cardinali a rispondere con fedeltà alla missione cettato con cuore grande e genero- zia ricevuta, mettendola a servizio
so l’invito del Signore che Le dice- gli uni degli altri, come buoni am-
va: «Se mi ami più di costoro, pa- ministratori della multiforme gra-

Il senso della responsabilità sci i miei agnelli; pasci le mie pe-


corelle» (Gv 21, 15).
È certo un lavoro impegnativo,
ma certo il buon Pastore le sarà
sempre accanto e dall’alto l’illumi-
zia di Dio... se uno ha un ministe-
ro, lo eserciti con la forza che con-
ferisce Dio, affinché in tutto sia
glorificato Dio per mezzo di Gesù
Cristo» (1 Pt 4, 10-11).
«Cari fratelli, forza!». È un alla Chiesa e alla Santa Sede. Da ziare dal Decano del Collegio Cardi- Cardinalizio, esprimo la mia volontà nerà il suo Santo Spirito, quello Padre Santo, su questi nostri
incoraggiamento a proseguire insieme ogni angolo della terra si è innalzata nalizio, il Signor Cardinale Angelo di servire il Vangelo con rinnovato Spirito che sempre fa ringiovanire propositi imploriamo la sua con-
nella missione di portare Cristo fervida e corale la preghiera del Po- Sodano, che ringrazio per le espres- amore, aiutando la Chiesa a diventa- la Chiesa e continuamente la rin- fortatrice benedizione!
all’uomo e l’uomo a Cristo, quello polo cristiano per il nuovo Papa, e sioni di devozione e per i fervidi au- re sempre più in Cristo e con Cristo, nova. Ad multos annos!
rivolto questa mattina, venerdì 15 carico di emozione è stato il mio pri- guri che mi ha rivolto a nome vo- la vite feconda del Signore. Stimolati
marzo, da Papa Francesco ai cardinali mo incontro con la folla assiepata in stro. Con lui ringrazio il Signor Car- anche dalla celebrazione dell’Anno
ricevuti in udienza nella Sala Piazza San Pietro. Con quella sugge- dinale Tarcisio Bertone, Camerlengo della fede, tutti insieme, Pastori e fe-
Clementina. Questo il testo del suo stiva immagine del popolo orante e di Santa Romana Chiesa, per la sua deli, ci sforzeremo di rispondere fe-
discorso. gioioso ancora impressa nella mia premurosa opera in questa delicata delmente alla missione di sempre:
mente, desidero manifestare la mia fase di transizione, e anche il carissi- portare Gesù Cristo all’uomo e con-
Fratelli Cardinali, sincera riconoscenza ai Vescovi, ai mo Cardinale Giovanni Battista Re, durre l’uomo all’incontro con Gesù
sacerdoti, alle persone consacrate, ai che ha fatto da nostro capo nel Con- Cristo Via, Verità e Vita, realmente
Questo periodo dedicato al Concla- giovani, alle famiglie, agli anziani clave: grazie tante! Il mio pensiero presente nella Chiesa e contempora-
ve è stato carico di significato non per la loro vicinanza spirituale, così va con particolare affetto ai venerati neo in ogni uomo. Tale incontro
solo per il Collegio Cardinalizio, ma toccante e fervorosa. Cardinali che, a causa dell’età o del- porta a diventare uomini nuovi nel
anche per tutti i fedeli. In questi Sento il bisogno di esprimere la la malattia, hanno assicurato la loro mistero della Grazia, suscitando
giorni abbiamo avvertito quasi sensi- mia più viva e profonda gratitudine partecipazione e il loro amore alla nell’animo quella gioia cristiana che
bilmente l’affetto e la solidarietà del- a tutti voi, venerati e cari Fratelli Chiesa attraverso l’offerta della soffe- costituisce il centuplo donato da Cri-
la Chiesa universale, come anche Cardinali, per la sollecita collabora- renza e della preghiera. E vorrei dir- sto a chi lo accoglie nella propria
l’attenzione di tante persone che, zione alla conduzione della Chiesa vi che l’altro ieri il Cardinale Mejía esistenza.
pur non condividendo la nostra fede, durante la Sede Vacante. Rivolgo a ha avuto un infarto cardiaco: è rico- Come ci ha ricordato tante volte
guardano con rispetto e ammirazione ciascuno un cordiale saluto, ad ini- verato alla Pio XI. Ma si crede che la nei suoi insegnamenti e, da ultimo,
sua salute sia stabile, e ci ha manda- con quel gesto coraggioso e umile, il
to i suoi saluti. Papa Benedetto XVI, è Cristo che
Non può mancare il mio grazie guida la Chiesa per mezzo del suo
anche a quanti, nelle diverse mansio- Spirito. Lo Spirito Santo è l’anima
ni, si sono adoperati attivamente nel- della Chiesa con la sua forza vivifi-
la preparazione e nello svolgimento cante e unificante: di molti fa un
del Conclave, favorendo la sicurezza corpo solo, il Corpo mistico di Cri-
e la tranquillità dei Cardinali in que- sto. Non cediamo mai al pessimi-
sto periodo così importante per la smo, a quell’amarezza che il diavolo
vita della Chiesa. ci offre ogni giorno; non cediamo al
Un pensiero colmo di grande af- pessimismo e allo scoraggiamento:
fetto e di profonda gratitudine rivol- abbiamo la ferma certezza che lo
go al mio venerato Predecessore Be- Spirito Santo dona alla Chiesa, con
nedetto XVI, che in questi anni di il suo soffio possente, il coraggio di
Pontificato ha arricchito e rinvigorito perseverare e anche di cercare nuovi
la Chiesa con il Suo magistero, la metodi di evangelizzazione, per por-
Sua bontà, la Sua guida, la Sua fe- tare il Vangelo fino agli estremi con-
de, la Sua umiltà e la Sua mitezza. fini della terra (cfr. At 1, 8). La verità
Rimarranno un patrimonio spirituale cristiana è attraente e persuasiva per-
per tutti! Il ministero petrino, vissu- ché risponde al bisogno profondo
to con totale dedizione, ha avuto in dell’esistenza umana, annunciando
Lui un interprete sapiente e umile, in maniera convincente che Cristo è
con lo sguardo sempre fisso a Cristo, l’unico Salvatore di tutto l’uomo e di
Cristo risorto, presente e vivo tutti gli uomini. Questo annuncio re-
nell’Eucaristia. Lo accompagneranno sta valido oggi come lo fu all’inizio
sempre la nostra fervida preghiera, il del cristianesimo, quando si operò la
nostro incessante ricordo, la nostra prima grande espansione missionaria
imperitura e affettuosa riconoscenza. del Vangelo.
Sentiamo che Benedetto XVI ha acce- Cari Fratelli, forza! La metà di noi
so nel profondo dei nostri cuori una siamo in età avanzata: la vecchiaia è
fiamma: essa continuerà ad ardere — mi piace dirlo così — la sede della Una dichiarazione di padre Lombardi ai giornalisti
perché sarà alimentata dalla Sua pre- sapienza della vita. I vecchi hanno la
ghiera, che sosterrà ancora la Chiesa sapienza di avere camminato nella
nel suo cammino spirituale e missio-
nario.
vita, come il vecchio Simeone, la
vecchia Anna al Tempio. E proprio Matrice anticlericale
Cari Fratelli Cardinali, questo no- quella sapienza ha fatto loro ricono-

La prima udienza
stro incontro vuol essere quasi un
prolungamento dell’intensa comunio-
scere Gesù. Doniamo questa sapien-
za ai giovani: come il buon vino, che
di una campagna diffamatoria
ne ecclesiale sperimentata in questo con gli anni diventa più buono, do-
periodo. Animati da profondo senso niamo ai giovani la sapienza della vi- «La campagna contro Bergoglio è militare. È noto il ruolo di Bergo-
Un incontro nella Sala Clementina lica impartita dal Pontefice, il quale di responsabilità e sorretti da un ta. Mi viene in mente quello che un ben nota e risale già a diversi anni glio, una volta diventato vescovo,
per ringraziare tutti i cardinali che ha ricevuto il saluto di ciascuno dei grande amore per Cristo e per la poeta tedesco diceva della vecchiaia: fa. È portata avanti da una pubbli- nel promuovere la richiesta di per-
hanno partecipato alle congregazio- presenti. In piedi, Papa Francesco Chiesa, abbiamo pregato insieme, «Es ist ruhig, das Alter, und cazione caratterizzata da campa- dono della Chiesa in Argentina
ni generali durante la sede vacante. ha parlato con ognuno sorridendo, fromm»: è il tempo della tranquillità gne a volte calunniose e diffamato- per non aver fatto abbastanza nel
condividendo fraternamente i nostri
Accolto da un lungo applauso dei scambiando abbracci e strette di e della preghiera. E anche di dare ai rie. La matrice anticlericale di que- tempo della dittatura». Le accuse,
sentimenti, le nostre esperienze e ri-
presenti, che si sono alzati in piedi man0, in un clima di grande cor- giovani questa saggezza. Tornerete sta campagna e di altre accuse ha concluso padre Lombardi, «ap-
flessioni. In questo clima di grande
al suo arrivo, il Pontefice si è sedu- dialità. Al cardinale Dias, in sedia a ora nelle rispettive sedi per continua- contro Bergoglio è nota ed eviden- partengono quindi all’uso di anali-
cordialità è così cresciuta la reciproca
to avendo ai suoi lati l’arcivescovo rotelle, si è fatto incontro egli stes- re il vostro ministero, arricchiti te». Con questa dichiarazione il si storico-sociologiche del periodo
conoscenza e la mutua apertura; e
Gänswein, prefetto della Casa Pon- so, baciando la sua croce pettorale dall’esperienza di questi giorni, così direttore della Sala Stampa della dittatoriale fatte da anni da ele-
questo è buono, perché noi siamo
tificia, e monsignor Cushley. In po- e benedicendolo. Tra gli ultimi, Santa Sede, padre Federico Lom- menti della sinistra anticlericale
fratelli. Qualcuno mi diceva: i Cardi- carichi di fede e di comunione eccle-
sti riservati erano l’arcivescovo Bec- l’arcivescovo Lorenzo Baldisseri, e i bardi, ha commentato questa mat- per attaccare la Chiesa e devono
nali sono i preti del Santo Padre. siale. Tale esperienza unica e incom-
ciu, sostituto della Segreteria di cardinali Poletto, Murphy O’Con- tina, 15 marzo, nel corso di un essere respinte con decisione».
Quella comunità, quell’amicizia, parabile, ci ha permesso di cogliere
Stato, e i monsignori Sapienza, reg- nor e Policarpo, patriarca di Lisbo- briefing con i giornalisti, le notizie Intanto il nunzio apostolico in
quella vicinanza ci farà bene a tutti. in profondità tutta la bellezza della
gente della Prefettura, e Karcher. na, che hanno chiesto al Pontefice apparse in questi giorni su alcuni Argentina, l’arcivescovo Emil Paul
E questa conoscenza e questa mutua realtà ecclesiale, che è un riverbero
Dopo aver ascoltato l’indirizzo di posare insieme per una foto ri-
apertura ci hanno facilitato la docili- del fulgore di Cristo Risorto: un organi di stampa a proposito della Tscherrig, ha inviato ai presuli di
di saluto del cardinale decano, Pa- cordo.
tà all’azione dello Spirito Santo. giorno guarderemo quel volto bellis- vicenda di due sacerdoti argentini tutte le diocesi del Paese una lette-
pa Francesco ha preso la parola, All’uscita i presenti hanno rice-
Egli, il Paraclito, è il supremo prota- simo del Cristo Risorto! rapiti durante il periodo in cui ra nella quale riferisce che Papa
aggiungendo diversi passaggi al di- vuto una cartellina con in copertina
scorso preparato. lo stemma del cardinale Bergoglio gonista di ogni iniziativa e manife- Alla potente intercessione di Ma- Bergoglio non era ancora vescovo Francesco lo ha incaricato di «tra-
Particolare gratitudine ha espres- e il suo motto episcopale (miserando stazione di fede. È curioso: a me fa ria, nostra Madre, Madre della Chie- ma superiore dei gesuiti nel Paese. smettere a tutti i vescovi, i sacer-
so ai cardinali Sodano, decano del atque eligendo) e all’interno l’imma- pensare, questo. Il Paraclito fa tutte sa, affido il mio ministero e il vostro «Non vi è mai stata — ha detto doti, i religiosi, le religiose e a tut-
collegio, Bertone, camerlengo, e gine autografata di Papa Francesco. le differenze nelle Chiese, e sembra ministero. Sotto il suo sguardo ma- padre Lombardi — un’accusa con- to il popolo di Dio il sereno rin-
Re, che ha guidato il conclave. Un In precedenza, prima di giungere che sia un apostolo di Babele. Ma terno, ciascuno di noi possa cammi- creta credibile nei suoi confronti. graziamento per le loro preghiere e
pensiero ha rivolto ai porporati am- nel Palazzo Apostolico, il Pontefice dall’altra parte, è Colui che fa l’unità nare lieto e docile alla voce del suo La giustizia argentina lo ha inter- le espressioni di simpatia, affetto e
malati, in particolare al novantenne aveva salutato a Santa Marta le re- di queste differenze, non nella Figlio divino, rafforzando l’unità, rogato una volta come persona in- carità che ha ricevuto. «Al tempo
Jorge María Mejía, colpito da ligiose che svolgono il loro servizio “ugualità”, ma nell’armonia. Io ricor- perseverando concordemente nella formata sui fatti, ma non gli ha stesso — scrive ancora il rappresen-
infarto e ricoverato nella clinica nell’omonimo dispensario pediatri- do quel Padre della Chiesa che lo preghiera e testimoniando la genuina mai imputato nulla. Egli ha negato tante pontificio — egli desiderereb-
Pio XI. co di via della Stazione vaticana, definiva così: «Ipse harmonia est». Il fede nella presenza continua del Si- in modo documentato le accuse. be che, invece di recarsi a Roma
Commosse sono state poi le pa- vicino all’ingresso del Perugino: Paraclito che dà a ciascuno di noi gnore. Con questi sentimenti — sono «Vi sono invece — ha proseguito per l’inizio del suo pontificato il
role per il predecessore Benedetto sette Figlie della Carità di San Vin- carismi diversi, ci unisce in questa veri! — con questi sentimenti, vi im- il direttore della Sala Stampa della prossimo 19 marzo, continuino con
XVI, la cui rinuncia ha definito un cenzo, con la superiora suor Anto- comunità di Chiesa, che adora il Pa- parto di cuore la Benedizione Apo- Santa Sede — moltissime dichiara- questa vicinanza spirituale così
«gesto generoso e umile». nietta Collacchi, che festeggiavano dre, il Figlio e Lui, lo Spirito Santo. stolica, che estendo ai vostri collabo- zioni che dimostrano quanto Ber- gradita, accompagnandola con
Un nuovo lungo applauso si è la festa liturgica della co-fondatrice, Proprio partendo dall’autentico af- ratori e alle persone affidate alla vo- goglio fece per proteggere molte qualche gesto di carità verso i più
levato dopo la benedizione aposto- santa Luisa de Marillac. fetto collegiale che unisce il Collegio stra cura pastorale. persone nel tempo della dittatura bisognosi».