Sei sulla pagina 1di 2

Maiuscolo Minuscolo Nome Pronuncia

A a alfa a (breve o lunga)


B b beta b
C c gamma g (duro)
D d delta d
E e epsilon e (breve - chiusa)
Z f zeta z
H g eta e (lunga - aperta)
G Vh theta th
I i iota i (breve o lunga)
K k kappa k
L l la(m)bda l
M m my m
N n ny n
O o omicron o (breve - chiusa)
P p pi p
R r rho r
S, C s, q, c sigma s
T t tau t
Y u hypsilon ü (come la u francese)
F z phi f
X x chi ch (c aspirato)
U y psi ps
W w omega o (lunga - aperta)
J v xi x
Oltre queste 24 lettere nell'alfabeto greco antico v'erano anche altre consonanti, poi non più utilizzate: il vau o digamma
, che si scriveva # , e che corrispondeva alla " v ". Il jod , che si scriveva J. Infine il sampi, che si scriveva: ". L'alfabeto
è formato da sette vocali (a, e, h, i, o, w ), da diciassette consonanti. Le vocali a, i, u sono "ancipiti", ossia possono
essere ora lunghe ora brevi. Le vocali h, w sono sempre lunghe; mentre le vocali e, o sono sempre brevi. Bisogna notare
che il sigma possiede due segni: s, j . Il primo segno si usa quando il sigma è all'inizio o nel corpo della parola. Il
secondo segno si usa quando il sigma si trova alla fine della parola. Es.: sofist». Nelle parole composte, alla fine del
primo elemento si può anche trovare il segno j. Es.: e„-£gw , oltre che e„-£gw, più frequente. Si noti che, per quanto
riguarda la pronuncia del g, esso ha sempre suono duro. Esempi: gš si legge ghenos; gÁ si legge gheras; g‹noj si legge
ghinos. Anche la consonante k ha sempre suono duro. Esempi: Kekil…a si legge Kekilia; khde…a si legge kedeia. La
consonante gutturale g, quando è seguita da un'altra gutturale (k, g, c, x) si legge come se fosse la lettera grecan.
Esempi: ™Ú si legge engüs; ™… si legge enkaio; ™š si legge enxeo; ™š si legge encheo. La consonante x si
pronuncia come la x. Es.: xen…a si legge xenia. La consonante c equivale alla lettera k seguita da un'aspirazione.
Anch'essa ha suono sempre duro. Esempi: cšw si legge cheo; c»ra si legge chera; cilÒj si legge chilos. La consonante z
ha suono dolce come la lettera z nella parola italiana zona. La consonante q ha suono simile alla consonante t seguita da
un'aspirazione. La consonante f corrisponde al suono del segno p seguito da un'aspirazione. Es.: fwn» si legge phone.
La consonante y si pronuncia ps. Es.: yaÚw si legge psauo. Il dittongo ou si legge u. Es.: oÙs…a si legge usia.