Sei sulla pagina 1di 1

Tesario Diploma in Teologia Pratica: Pastorale Familiare

La preparazione delle prove finali (esame ed elaborato finale) del Diploma in teologia pratica con
specializzazione in pastorale familiare risponde a due obiettivi: il tesario farà confrontare lo studente con il
livello teoretico del Diploma mentre il lavoro scritto ha una natura applicativa dei principi e contenuti
assimilati mediante l’offerta seminariale. Alla luce di questa premessa, appare evidente come le sei presenti
tesi non costituiscano un calco dei seminari offerti. Le prime quattro tesi possono essere pensate come punti
di osservazione differenti della medesima realtà della vita credente con cui attraversare la vita della famiglia.
Le due restanti sono invece da queste derivate e maggiormente focalizzate su temi più specifici della vita
familiare. Lo studente dovrà prepararsi: rielaborando i contenuti fatti propri nei diversi seminari,
strutturandoli in forma organica secondo i temi qui riportati, mostrando la capacità di far dialogare le tesi fra
loro.

1. Seguire Cristo nella vita


La presenza di Cristo Risorto nella vita sollecita la libertà a corrispondere integralmente alla sua
offerta di grazia. L’agire morale esprime, verifica e consolida questa relazione.

2. La persona in relazione come paradigma della vita familiare


L’identità umana si configura nell’ambito relazionale da cui è originata. La persona si consolida,
evolve e si compie nella relazionalità costruendo la storia personale, familiare e comunitaria. È
questo l’ambito in cui avviene l’esperienza di Dio coinvolgendo anche la sua affettività e la sua
indispensabile socialità.

3. Persona, coscienza e discernimento: dalla scelta di vita alle scelte della vita
La coscienza umana si forma tramite il discernimento (cf. GS 16), necessario per tutte le scelte, si
tratti di quelle strutturanti gli stati di vita o quelle ordinarie per una concreta sequela di Cristo.

4. Il dinamismo della grazia sacramentale e il sacramento del matrimonio


Per san Tommaso i sacramenti continuano l’incarnazione di Cristo, attivando doni per confermare
impegno e fedeltà alla sua chiamata.

5. La sessualità come linguaggio dell’amore


Il corpo è simbolo comunicativo efficace dell’amore umano. La persona si esprime e abita i suoi
gesti compresi quelli della sessualità. La dimensione etica prende forma a partire da questa verità
antropologica.

6. Stagioni e scelte della famiglia: la sollecitudine coniugale, la genitorialità responsabile e la cura


della vita.
La famiglia è una realtà in continua evoluzione: nella dinamica coniugale, nelle relazioni genitoriali,
nelle gioie e nelle trasformazioni dell’amore, nei passaggi, nelle crisi, l’amore è messo alla prova
attraversando diverse stagioni con il rischio di logorarsi oppure l’opportunità di maturare e
fruttificare.