Sei sulla pagina 1di 6

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE “FRANCESCO SEVERI”

ANNO SCOLASTICO 2016-2017

Studenti: Lusiani Chiara, Amore Alessio, Zanellato Augusto Cesare, classi 4UA e 2IB
Docenti: Gentile Luigi e Riso Ugo

Relazione “Sperimentando”.

Titolo: Bilancia gravitazionale

(Gravitational balance)

Contenuti:

1. Introduzione:

Creare una bilancia in grado di visualizzare il nostro peso su un display LCD e un qualsiasi smartphone o
tablet Android, come se fossimo in un qualsiasi pianeta, inclusi la Luna e la Stazione Spaziale Internazionale.
L’idea è nata dalla curiosità di sapere quale fosse il nostro peso al di fuori del pianeta Terra.

2. Cenni teorici:

Cella di carico:

In questa esperienza abbiamo utilizzato una cella di carico basata su un estensimetro. Questo possiede
quattro terminali; due di questi servono a fornire una tensione continua di 2.6v, gli altri due servono a
fornire una differenza di potenziale di pochi millivolt con cui possiamo determinare, grazie ad un piccolo
integrato, il nostro peso.

Integrato HX711:

L’ HX711 è un convertitore di precisione


a 24 bit da analogico a digitale (ADC)
progettato per applicazioni riguardanti il
peso. In poche parole è un circuito di
amplificazione per segnali provenienti da
celle di carico.
ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE “FRANCESCO SEVERI”
ANNO SCOLASTICO 2016-2017

Studenti: Lusiani Chiara, Amore Alessio, Zanellato Augusto Cesare, classi 4UA e 2IB
Docenti: Gentile Luigi e Riso Ugo

Piattaforma di sviluppo NodeMcu:

Il NodeMcu è la piattaforma di sviluppo su cui ci siamo


appoggiati per la realizzazione di questo progetto. Esso è
basato sul modulo WIFI ESP8266. Grazie a esso riusciamo
a mettere in comunicazione la periferica Android con il
resto del circuito e con la bilancia stessa, così da
permettere la semplice scelta del pianeta e la
visualizzazione del peso. Il Node è dotato di due header
con in tutto 30 pin e di un connettore micro USB per
l’alimentazione.
ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE “FRANCESCO SEVERI”
ANNO SCOLASTICO 2016-2017

Studenti: Lusiani Chiara, Amore Alessio, Zanellato Augusto Cesare, classi 4UA e 2IB
Docenti: Gentile Luigi e Riso Ugo

3. Svolgimento della prova:

Per realizzare questo progetto è necessario usufruire di una comune bilancia pesapersone. Dopo aver
provveduto allo smontaggio della stessa, occorre dissaldare i quattro terminali della cella di carico
contenuta al suo interno (non tutte le bilance sono uguali da questo punto di vista) ed escludere
completamente il suo circuito originale. Dopo aver effettuato questa operazione, bisogna prendere in
esame la scheda di sviluppo e il sensore di pesatura, che noi abbiamo provveduto ad installare su una
comune basetta millefori per ordine ed estetica. Importanti sono gli header di interfacciamento con la cella
di carico stessa e con il monitor LCD dove andrà visualizzato il dato del peso; per la comunicazione con il
dispositivo Android usufruiamo del modulo WIFI ESP8266 integrato nella scheda di sviluppo. Una volta
creati i bus di comunicazione, formati da dei cavi multicore con 4 terminali, abbiamo provveduto ad
implementare sulla piattaforma di sviluppo un programma scritto in “C” che ci permette di intercettare ed
elaborare i dati provenienti dalla cella di carico. Per prima cosa abbiamo effettuato la taratura della bilancia
utilizzando delle masse campione di 1, 2, 5 e 10 Kg ottenendo come si può vedere dalla curva sottostante
un andamento perfettamente lineare.

100,00
Masse Misurate VS Masse Campione
Masse Misurate (Kg)

90,00

80,00

70,00

60,00

50,00

40,00

30,00

20,00

10,00

0,00
0,00 10,00 20,00 30,00 40,00 50,00 60,00 70,00 80,00 90,00 100,00
Masse Campione (Kg)
ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE “FRANCESCO SEVERI”
ANNO SCOLASTICO 2016-2017

Studenti: Lusiani Chiara, Amore Alessio, Zanellato Augusto Cesare, classi 4UA e 2IB
Docenti: Gentile Luigi e Riso Ugo

Successivamente abbiamo confrontato le misure che ci venivano forniti dalla nostra bilancia con quelle
fornite da una bilancia pesa persone ottenendo praticamente gli stessi valori

4. Elenco strumenti e materiali utilizzati:


 Cella di carico basata su un estensimetro;
 HX711 (sensore di pesatura);
 NodeMcu (piattaforma di sviluppo basata sul modulo WIFI ESP8266);
 Display LCD;
 Basetta millefori dual layer;
 Cavi multicore;
 Tablet

Materiale:
1. Bilancia digitale
2. Cavo monocore
3. Modulo wifi NodeMCU ESP8266
4. Sensore di pesatura HX711
5. Display LCD

Strumenti:
1. Oscilloscopio
2. Alimentatore da banco
3. Multimetro digitale
4. Saldatore a stagno
ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE “FRANCESCO SEVERI”
ANNO SCOLASTICO 2016-2017

Studenti: Lusiani Chiara, Amore Alessio, Zanellato Augusto Cesare, classi 4UA e 2IB
Docenti: Gentile Luigi e Riso Ugo

Da dove siamo partiti


Il nostro punto di partenza è una comune bilancia pesapersone digitale. L’abbiamo aperta totalmente allo
scopo di trovare e studiare la cella di carico che ne costituisce l’elemento più importante. Essa si presenta
come un listello di acciaio fissato su due punti di un’estremità. Nella faccia inferiore è incollato l’elemento
resistivo, con quattro diversi terminali d’uscita che si vanno ad innestare sulla scheda di controllo della
bilancia.

Che modifiche abbiamo apportato


Abbiamo cominciato con il dissaldare i quattro terminali della cella di carico dalla scheda di controllo e la
abbiamo alimentata con un alimentatore da banco. Abbiamo poi provveduto, grazie ad una sonda, a
studiare il segnale di uscita tra i due terminali di segnale con un oscilloscopio digitale. Abbiamo notato che
non ha un comportamento lineare. A colmare questo problema ci ha aiutato il piccolo integrato chiamato
HX711. Abbiamo saldato i quattro terminali della cella di carico e altri quattro terminali al modulo che ci
permette di interfacciare il dispositivo con un dispositivo Android. Abbiamo poi sviluppato un programma
in “C” che legge i dati dell’integrato, permette di selezionare un pianeta e produce in uscita il peso in base
al pianeta da noi selezionato. Abbiamo collegato un display LCD al modulo wifi per visualizzare il peso
finale. Abbiamo saldato tutta la circuiteria su una basetta millefori dual layer per semplificare il lavoro di
saldatura e creazione delle piste. Abbiamo infine applicato dei connettori a baionetta (tulipani) per un
semplice montaggio e smontaggio della bilancia. Il supporto per il circuito e per il display è stato creato con
un software di modellazione 3D.

I software utilizzati
Per la creazione di questo progetto abbiamo usufruito di Fritzing: un software gratuito per la creazione di
modelli circuitali che permette di effettuare anche il cablaggio delle piste per il circuito stampato finale e il
cablaggio su breadboard, inoltre vanta un’estrema facilità di utilizzo. Per la creazione dei modelli in 3D
abbiamo utilizzato il software Sketchup; anch’esso gratuito e molto facile e intuitivo. Per programmare il
modulo wifi abbiamo utilizzato il software Arduino e il linguaggio utilizzato è il C.
ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE “FRANCESCO SEVERI”
ANNO SCOLASTICO 2016-2017

Studenti: Lusiani Chiara, Amore Alessio, Zanellato Augusto Cesare, classi 4UA e 2IB
Docenti: Gentile Luigi e Riso Ugo

Facciamo i conti
Quanto costa fare un progetto del genere?

Premettendo che, chi si cimenta debba avere la strumentazione di base per effettuare tutte le misure del
caso: indispensabili un multimetro e un oscilloscopio... e ovviamente un alimentatore da banco, il costo è
pressoché irrisorio. Ecco qui il materiale che abbiamo utilizzato

Modulo wifi:

https://www.amazon.it/NodeMCU-Internet-sviluppo-ESP8266-ESP-
12E/dp/B01GCK3J40/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1488554594&sr=8-1&keywords=ESP8266

Sensore di pesatura:

https://www.amazon.it/WINGONEER-Sensore-pesatura-Conversion-
schermatura/dp/B01DC9W5P8/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1488555875&sr=8-1&keywords=hx711

Schermo LCD:

https://www.amazon.it/SunFounder-LCD1602-Display-Arduino-
Raspberry/dp/B019K5X53O/ref=sr_1_5?ie=UTF8&qid=1488555939&sr=8-
5&keywords=display+lcd+arduino

Basetta millefori:

https://www.amazon.it/SODIAL-Striscia-circuiti-stampati-
Prototype/dp/B00L8VH3JQ/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1488555985&sr=8-2&keywords=basetta+millefori

Codice Sorgente

https://github.com/augustozanellato/Sperimentando2017

Ringraziamenti
Si ringrazia il Prof. Tombola Giorgio per il contributo fornito durante il progetto