Sei sulla pagina 1di 103

Indice

Introduzione 4

Unità introduttiva Benvenuti! 7

Unità 1 Un nuovo inizio 20

Unità 2 Come passi il tempo libero? 31

Unità 3 Scrivere e telefonare 44

Unità 4 Al bar 57

Unità 5 Feste e viaggi 69

Unità 6 A cena fuori 81

Unità 7 Al cinema 94

Unità 8 Fare la spesa 107

Unità 9 In giro per i negozi 121

Unità 10 Che c’è stasera in TV? 134

Unità 11 Un concerto 149

Trascrizioni dei brani audio 161

Chiavi delle attività del Quaderno degli esercizi 167


Premessa

La Guida per l’insegnante è rivolta a tutti/e gli/le insegnanti che utilizzano Nuovo Progetto ita-
liano 1 nei corsi di italiano LS/L2. La nuova edizione di Progetto italiano 1 presenta, tra i numero-
si aggiornamenti, situazioni comunicative arricchite di spontaneità e naturalezza che, nel corso delle
unità, si alternano agli elementi grammaticali allo scopo di rinnovare continuamente l’interesse della
classe e il ritmo della lezione, attraverso attività brevi e motivanti. Un’ulteriore novità di Nuovo
Progetto italiano 1 è rappresentata dalle pagine di cui è stata arricchita ciascuna unità del Libro dello
studente: una pagina introduttiva (Per cominciare...) di attività preliminari, che ha lo scopo di crea-
re negli studenti l’indispensabile motivazione iniziale attraverso varie tecniche di riflessione e coin-
volgimento emotivo, di preascolto e ascolto, e una pagina finale (Autovalutazione) per dare agli stu-
denti l’opportunità di una revisione autonoma degli elementi comunicativi e lessicali e grammatica-
li dell’unità stessa, così come di quella precedente. Dal punto di vista metodologico, Nuovo Progetto
italiano 1 è più comunicativo e induttivo: l’allievo, come protagonista del percorso di apprendimento/
insegnamento, viene stimolato a “scoprire” la grammatica per poi metterla in pratica nelle varie attivi-
tà comunicative.
La Guida per l’insegnante rispetta la struttura del Libro dello studente: 11 Unità, più l’Unità intro-
duttiva e, all’interno di ciascuna di esse, le Sezioni contraddistinte da una lettera (A, B, C ...) a loro
volta scandite da attività numerate progressivamente (1, 2, 3 ...).
All’inizio di ogni unità troviamo un utile riepilogo delle strutture comunicative, lessicali e gram-
maticali in apprendimento, e gli argomenti di civiltà trattati. Inoltre, viene presentata la lista di even-
tuali materiali extra per lo svolgimento della lezione, materiali messi a disposizione del docente e che
consistono perlopiù in schede specifiche da fotocopiare e utilizzare per le differenti attività proposte.
Per ogni attività vengono forniti suggerimenti, consigli e preziose indicazioni, talvolta corrispon-
denti alle consegne del Libro dello studente ma sempre ampliate e maggiormente dettagliate, sui pro-
cedimenti da adottare per il loro svolgimento. Nei casi in cui le attività lo prevedano, sono presenti
le soluzioni delle stesse. Le attività più propriamente ludiche, sempre diverse e motivanti, hanno
comunque delle caratteristiche comuni e obbediscono ad una logica e ad una metodologia molto pre-
cise. Esse si articolano in:
- attività di fissaggio, realizzate con lo scopo di fornire agli studenti un modo efficace e diverten-
te di reimpiego immediato delle strutture grammaticali appena apprese;
- attività di estensione, incentrate sul rinforzo di quanto appreso fino a quel momento tramite il ri-
corso a lavori di gruppo o a brevi giochi che coinvolgono tutta la classe, in modo da evitare così
lo stress da errore che colpisce molti studenti alle prese con nuovi argomenti o strutture ritenute
difficili;
- attività ludiche vere e proprie, nel corso e/o al termine di ogni unità, sono momenti in cui l’aspet-
to giocoso è più in evidenza, senza però perdere di vista l’oggetto dell’apprendimento, sia esso
grammaticale, lessicale, sintattico o comunicativo.
Con l’intento di rendere più agevole la produzione orale richiesta dai vari role-plays presenti nel
Libro dello studente, in questa Guida per l’insegnante i più significativi di essi sono preceduti da dia-
loghi guidati, facenti anch’essi parte dei materiali aggiuntivi, in cui gli studenti sono chiamati a svol-
gere delle conversazioni. Dal momento che si tratta di role-plays guidati con la funzione di prepara-
re gli studenti a quelli più liberi incontrati nel Libro dello studente, il compito a cui è chiamato lo stu-
dente è la semplice sostituzione e lo scambio delle nuove strutture comunicative, incontrate nell’uni-
tà, che costituiscono l’input principale dell’attività.
Elementi comunicativi - Parlare al telefono
e lessicali - Parlare di una novità
- Chiedere come sta una persona
- Scrivere un’e-mail
- Chiedere e dare informazioni
- Fare conoscenza
- Salutare
- Rispondere a un saluto
- Dare del Lei
- Descrivere una persona

Elementi grammaticali - Le tre coniugazioni dei verbi (-are, -ere, -ire)


- Indicativo presente: verbi regolari
- Articolo indeterminativo
- Aggettivi in -e
- Forma di cortesia

Civiltà L’Italia: regioni e città

Materiale necessario Sezione A, punto 6, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 27 e alcuni dadi
Sezione C, punto 3, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 28
Sezione E, punto 3, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 28
Conosciamo l’Italia: alcune fotocopie ingrandite della scheda numero 3 a pagina 29
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 4 a pagina 30

Attività introduttiva 2
- Dividete la lavagna in due metà e scrivete le se- - Scrivete alla lavagna:
guenti parole: notizia importante orario agenzia
Nuovo inizio casa direttore gentile fortunata
- Discutete il significato delle parole in plenum:
- Dividete la classe in due gruppi e affidate ad un
quali sono già note agli studenti? Quali risultano
gruppo la parola nuovo e all’altro la parola inizio
comunque comprensibili?
chiedendo di suggerirvi tutto ciò che secondo loro
può esservi associato. Trascrivete i suggerimenti
3
alla lavagna nelle rispettive metà.
- Chiedete agli studenti di immaginare un dialogo
Per cominciare... che contenga le parole scritte alla lavagna: quale
potrebbe essere l’argomento di cui si parla? Se si
collegano le parole al sostantivo inizio, di che tipo
1
di inizio si tratta?
- In plenum osservate le foto. Quale inizio è conside-
rato più importante dagli studenti? Eventualmente
A E dove lavori adesso?
potete prendere in considerazione anche i suggeri-
menti scritti alla lavagna durante l’attività introdut-
tiva. 1
- Introducete il dialogo anticipando agli studenti che

20
ascolteranno una conversazione telefonica tra - Sottolineate le desinenze degli infiniti.
Gianna e Maria.
lavorare prendere aprire
- Leggete la lista di affermazioni relative all’attività arrivare chiudere finire
proposta e invitate la classe a concentrarsi sola-
mente sulle informazioni che permettono di deci- - Fate notare che le parti sottolineate corrispondono
dere quali sono vere e quali false. alle desinenze dell’infinito da cui dipende la co-
- Fate ascoltare il dialogo un paio di volte e proce- niugazione del verbo. In italiano esistono tre co-
dete al riscontro in plenum. niugazioni: la prima con i verbi che hanno l’infini-
Soluzione: 1. F, 2. F, 3. F, 4. V to in -are, la seconda con i verbi in -ere e la terza
con i verbi in -ire.
- Lasciate agli studenti il tempo per leggere indivi-
dualmente il dialogo e per sottolineare le parole 6
dell’attività 2, sezione Per cominciare. - Invitate gli studenti a leggere la tabella e comple-
tare le forme mancanti.
2
- Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi- - Riflettete in plenum: il presente indicativo si forma
sti di leggere contemporaneamente il testo e di con- aggiungendo le desinenze del presente indicativo
centrarsi sulla pronuncia. alla radice del verbo.

- Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispetto - Disegnate una tabella e scrivete le desinenze alla
alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia e lavagna, invitando gli studenti a suggerirvele.
poi fate ascoltare ancora al fine di risolvere i dubbi.
-are -ere -ire
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro io -o -o -o
di assumere i ruoli di Maria e Gianna e di leggere tu -i -i -i
il dialogo.
lui, lei -a -e -e
3 noi -iamo -iamo -iamo
- In plenum leggete le domande proposte e invitate voi -ate -ete -ite
gli studenti a dare le risposte. loro -ano -ono -ono
Soluzione: 1. Gianna ha un nuovo lavoro; 2. Gianna
lavora in un’agenzia di viaggi; 3. Sì, Gianna è molto - Soffermatevi sulla terza coniugazione e sul fatto
contenta del suo nuovo lavoro che a questa appartiene un sottogruppo di verbi, i
cosiddetti verbi in -isc, che presentano appunto il
4 suffisso -isc tra la radice e la desinenza in tutte e
- Gli studenti lavorano individualmente e completa- tre le persone singolari e nella terza plurale. Si trat-
no il dialogo con i verbi dati, aiutandosi eventual- ta di verbi regolari che all’infinito non è possibile
mente con il dialogo nella pagina a fianco. distinguere dagli altri in -ire che non presentano
Soluzione: lavoro, apre, chiude, prendo, arrivi questa particolarità, come ad esempio dormire, of-
frire, partire, sentire, riportati nella nota. Alcuni
5 tra i verbi in -isc più comuni sono quelli che appa-
- Adesso gli studenti lavorano in coppia al fine di iono nella nota, ovvero: capire, preferire, spedire,
inserire i verbi dell’attività precedente accanto al unire, pulire, chiarire, costruire ecc.
pronome personale giusto. - Osservate in plenum l’accento tonico delle varie
Soluzione: io: lavoro, prendo; tu: arrivi; lui, lei: chiu- forme verbali. Questo cade sulla penultima sillaba
de, apre fatta eccezione per la 3ª persona plurale in cui cade
- Scrivete alla lavagna: sulla terzultima sillaba.

lavoro prendo arrivi chiude apre finisco Attività di fissaggio


e chiedete agli studenti quali potrebbero essere gli - Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 27 e con-
infiniti dei verbi dati. Fateveli suggerire e inserite- segnatene una copia ad ogni coppia di studenti. Di-
li nella tabella che disegnerete alla lavagna. stribuite anche un dado per coppia.
21
- Spiegate le regole del gioco: - Chiedete agli studenti di leggere ancora il testo,
- uno studente inizia lanciando il dado e coniuga il sottolineare tutti gli articoli indeterminativi e rife-
primo verbo della lista al presente indicativo e alla rirveli affinché possiate scriverli alla lavagna:
persona indicata dalla faccia del dado (1 = prima
un un’ una uno una un un un
persona singolare, 2 = seconda persona singolare
ecc.), scrivendolo sulla linea accanto all’infinito e - Disegnate la seguente griglia:
inserendo accanto il numero tirato, come indicato
dall’esempio; maschile femminile
un una
- se il compagno è d’accordo sulla correttezza del
verbo coniugato, lo studente che ha tirato il dado uno un’
può inserire una crocetta o un cerchietto (X oppu-
- Chiedete agli studenti di trovare nel testo i sostan-
re O) nel primo dei tre quadranti destinati al filet-
tivi corrispondenti e suggerirvi in quale categoria
to. Se i due studenti non sono sicuri della correttez-
devono essere inseriti nella griglia. Avrete la se-
za della voce verbale possono rivolgersi all’inse-
guente situazione:
gnante;
- il gioco passa al compagno che a sua volta lancia maschile femminile
il dado, coniuga il verbo a seconda del risultato del giorno
lancio e, se il verbo è corretto, acquisisce il diritto ragazzo
un una ragazza
di inserire il suo segno nel quadrante del filetto; lavoro
uomo
- lo scopo è quello di inserire tre dei propri simbo-
li consecutivamente in orizzontale, verticale o dia- uno studente un’ amica
gonale nei quadranti del filetto. Ci sono tre qua-
dranti a disposizione e naturalmente vince chi fa 2
più filetti. Se dopo tre manches si è ancora sullo 0 - Osservate la tabella e discutete insieme: quali sono
a 0 (zero a zero), si continua fino al primo filetto le affinità e le differenze tra sostantivi quali palaz-
fatto. Per questo motivo è consigliabile invitare gli zo e amico? Lasciate che gli studenti formulino del-
studenti a scrivere con la matita per poter eventual- le ipotesi.
mente cancellare e utilizzare più volte i quadranti. Si tratta in ogni caso di sostantivi maschili, singo-
lari, però mentre palazzo comincia per consonante,
7 amico inizia per vocale. In entrambi i casi, l’artico-
- Fate lavorare ancora gli studenti in coppia e, sulla lo indeterminativo maschile singolare è un. Lo
base dell’esempio dato, chiedete loro di rivolgersi stesso vale per i sostantivi scritti alla lavagna:
reciprocamente le domande del testo e rispondere giorno, ragazzo e lavoro cominciano per conso-
con le informazioni contenute tra parentesi. nante, mentre uomo comincia per vocale ma l’arti-
Soluzione: 1. Ascolto musica italiana, 2. Arrivo oggi, colo indeterminativo è sempre un.
3. Guardano la televisione, 4. Prendiamo gli spaghet-
ti, 5. Capisco molto, 6. Partiamo domani - Ponete un altro quesito: cosa differenzia studente
dagli altri sostantivi maschili singolari? Studente
B Un giorno importante! comincia con la sequenza di consonanti s+t e per
questo motivo la forma dell’articolo indeterminati-
vo è uno.
1
- Invitate i corsisti ad osservare la foto e a formula- - Uno si usa davanti a tutti i sostantivi che iniziano
re in plenum qualche ipotesi sulla ragazza: per s+consonante (studente, sport, sconto ecc), z
Di dove è?, Che cosa fa? (zaino, zio), gn (gnocco), ps (psicologo), x (xilofo-
no), pn (pneumatico). Questo avviene per ragioni
- Lasciate agli studenti il tempo per leggere indivi-
fonetiche (eufonia), ovvero per non creare un ec-
dualmente il testo e per abbinare le affermazioni
cessivo accumulo di consonanti di difficile artico-
contenute nelle due colonne sottostanti.
lazione.
Soluzione: 1. g, 2. e, 3. f, 4. a, 5. d, 6. b
- Passate al femminile. Qual è la differenza tra i

22
sostantivi ragazza e amica? Il primo comincia per - Potete osservare lo specchietto presente nel libro a
consonante e l’altro per vocale. Nel primo caso riconferma della regola degli aggettivi in -e che ri-
l’articolo indeterminativo è una, mentre nel secon- mangono invariati passando dal maschile al fem-
do l’articolo una perde la -a finale e viene apostro- minile singolare e che al plurale prendono la -i per
fato trasformandosi così in un’. entrambi i generi.
- Osservando la tabella è possibile constatare che
5
per studentessa l’articolo rimane sempre una, in
- Invitate gli studenti a formare frasi come quella
quanto la presenza della vocale -a nell’articolo in-
dell’esempio utilizzando i sostantivi e gli aggettivi
determinativo femminile evita i problemi di accu-
dati. Successivamente, procedete con il riscontro
mulo di consonanti che si hanno al maschile.
in plenum.
- Al termine della discussione chiedete agli studenti
di completare il testo a pagina 20 del Libro dello Attività ludica
studente con l’articolo indeterminativo. - Prelevate di nuovo un oggetto da ogni studente.
Soluzione: una, un, un, una, una, una, una Questa volta vanno bene anche quelli rappresenta-
ti da un sostantivo al plurale, ad esempio gli oc-
Attività ludica chiali e le chiavi. Scrivete alla lavagna la lista de-
- Fatevi consegnare un oggetto da ogni studente, ad gli oggetti, preceduti dall’articolo determinativo, e
esempio il telefonino, il libro, la penna, uno zaino in plenum cercate e scrivete, sempre alla lavagna,
ecc. Prestate attenzione al fatto che i sostantivi rela- un aggettivo adeguato per ogni oggetto, ad esem-
tivi agli oggetti non siano plurali, pertanto rifiutate pio i libri interessanti, lo zaino pesante, la borsa
chiavi, occhiali ecc. Disponete gli oggetti sopra la grande, il telefonino piccolo. Rileggete due o tre
cattedra, poi mostrateli ad uno ad uno dicendo alla volte la lista e poi cancellate tutto. Chiedete agli
classe il loro nome preceduto dall’articolo indeter- studenti di scrivere una lista degli oggetti che avete
minativo, ad esempio un telefonino, una penna, mostrato, completa di articoli e aggettivi. Proce-
uno zaino ecc. Ripetete l’elenco tre volte, poi na- dete al riscontro in plenum. Chi ha la memoria mi-
scondete gli oggetti e chiedete agli studenti di scri- gliore? Chi ha tutti gli aggettivi corretti?
vere una lista degli oggetti che avete mostrato, pre-
ceduti naturalmente dall’articolo indeterminativo. C Di dove sei?
Al termine mostrate di nuovo gli oggetti e procede-
te al riscontro in plenum. Chi ha la memoria mi- 1
gliore? Chi ha tutti gli articoli corretti? - Fate ascoltare il dialogo un paio di volte e chiede-
te agli studenti di sottolineare le espressioni utiliz-
3 zate dai due ragazzi per chiedere informazioni.
- Fate lavorare i corsisti in coppia per sostituire a Soluzione: Scusa, per andare in centro?; Sei straniera,
turno gli articoli determinativi con quelli indeter- vero?; ...sei qui per lavoro?; ...abiti qui vicino?
minativi.
Soluzione: 1. un, 2. uno, 3. un, 4. un, 5. una, 6. un, 7. 2
un’, 8. una, 9. un - In plenum chiedete agli studenti di rispondere alle
tre domande date.
4 Soluzione: 1. Jennifer è americana, 2. È in Italia per
- Passate ad osservare gli aggettivi che accompagna- studiare, 3. Abita in via Verdi
no i vari sostantivi nella tabella e riscriveteli alla
lavagna: 3
- Invitate i corsisti a lavorare individualmente e a
interessante intelligente difficile
completare i mini dialoghi.
- Osservate insieme: i tre aggettivi terminano in -e e Soluzione: 1. Scusa, per andare in centro?; 2. Sei ita-
rimangono invariati al maschile e femminile sin- liana?/Sei portoghese?; 3. Di dove sei esattamente?;
golare. Al plurale la -e si trasforma in -i (interes- 4. Sei qui in vacanza?/Sei in Italia per studiare?; 5.
santi, intelligenti, difficili), anche in questo caso Dove abiti?
sia per il maschile che per il femminile.
- Osservate lo specchietto a pagina 22 del Libro dello
23
studente con lo schema riassuntivo di alcune espres- - 4) quando esci dall’ufficio alle 20,
sioni utili per chiedere e dare informazioni e discu- - 5) quando lasci gli amici dopo una serata in disco-
tetelo in plenum rispondendo alle eventuali doman- teca.
de che gli studenti vorranno porvi a proposito.
- Fate venire gli studenti al centro della classe.
Role-play guidato - Supponiamo che per iniziare abbiate scelto due
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 28. Fate studenti di nome Karl e Ross: dite alla coppia il
lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad ogni numero della situazione che dovranno interpretare,
coppia una scheda. Invitate gli studenti a ripetere per esempio la numero 2 in cui Karl, a cui avete
più volte il dialogo dato, sostituendo le informazio- attribuito il ruolo di A, esce dalla biblioteca alle
ni scritte in caratteri diversi con quelle contenute 15.00 e saluta Ross, che risponde impersonando B.
nei riquadri sottostanti, con lo stesso carattere. Successivamente, a loro volta, Karl e Ross sceglie-
ranno due compagni a cui attribuire i ruoli di A e B
4 nell’interpretare un’altra situazione scelta a piaci-
- Invitate i corsisti a svolgere il role-play in coppia mento.
assumendo a turno i ruoli di A e B e rispondendo
alle domande. E Lei, di dov’è?

D Ciao Maria! 1
- Invitate gli studenti a leggere il dialogo e concen-
1 trarsi sulle informazioni in esso contenute, utili per
- Osservate in plenum le foto: che cosa hanno in co- rispondere alle tre domande sottostanti.
mune? Soluzione: 1. Il signore chiede alla signora dov’è via
Soluzione: ritraggono persone nell’atto di salutarsi Alberti; 2. La signora è svizzera; 3. La signora è in Ita-
lia in vacanza
2
- Fate ascoltare i mini-dialoghi e chiedete agli stu- 2
denti di abbinarli alle foto corrispondenti. - Scrivete grande alla lavagna:
Soluzione (le foto sono catalogate [a, b, c, d] da sini-
dare del tu dare del Lei
stra verso destra): 1. b, 2. a, 3. d, 4. c
- Formulate insieme delle ipotesi sul significato di
- Leggete e discutete insieme la tabella contenente
tali espressioni.
le varie espressioni per i saluti. Soffermatevi sul
fatto che in italiano il ciao, informale, si usa sia nel - Confrontate i due dialoghi contenuti nel riquadro
momento dell’incontro che quando ci si congeda. giallo e cercate di individuare le differenze. Chie-
ArrivederLa invece si usa in contesti formali con dete ai corsisti di sottolineare le forme verbali usate
una sola persona, mentre arrivederci si adatta in nel porre domande in entrambe i dialoghi. Sarà così
genere ad ogni situazione. più facile giungere alla conclusione che per il tu del
dialogo a sinistra i verbi sono alla seconda persona
3 singolare, mentre per il Lei del dialogo a destra
- Fate lavorare gli studenti in coppia con il compito sono alla terza persona singolare.
di formulare dei brevi dialoghi adatti alle situazio-
- Aggiungete altre espressioni relative allo stesso ar-
ni indicate.
gomento:
- Fate recitare qualche dialogo in plenum.
situazione informale situazione formale
(forma di cortesia)
4 Role-play Rol
- Scrivete alla lavagna le situazioni date, numeran- - Provate a raggruppare:
dole: dare del tu in una dare del Lei in una
- 1) all’università la mattina, situazione informale situazione formale
- 2) quando esci dalla biblioteca alle 15, (forma di cortesia)
- 3) al bar verso le 18,

24
3 occhi azzurri e naso alla francese. Bella rimane
- Avvicinatevi ad uno studente e cominciando con fuori dai cerchi perché è un aggettivo che riguarda
Scusi signore/signora/signorina, a seconda del ca- l’aspetto fisico complessivo.
so, rivolgetegli le domande elencate con la forma di
cortesia (-Come si chiama? -Quanti anni ha? -Stu- 3
dia o lavora? -Abita vicino?) invitandolo a replica- - Osservate le illustrazioni e il lessico utile alla de-
re con la risposta adeguata e un ...e Lei? di rilancio scrizione dell’aspetto e del carattere di una perso-
delle domande (esempio: Mi chiamo David, e Lei?). na e in plenum cercate di inserire gli aggettivi
mancanti.
- Lasciate che gli studenti lavorino in coppia e fac- Soluzione: bello, lunghi, neri/bruni, azzurri, simpatico
ciano la stessa cosa alternandosi nei ruoli di A e B.
- Evidenziate con ironia la perfezione nella descri-
Role-play guidato zione di Gloria e chiedete di descriverla al contra-
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 28. Fate rio utilizzando il lessico appena trattato.
lavorare gli studenti in coppia e consegnate a ogni
coppia una scheda. Leggete in plenum il dialogo e 4
sottolineate le frasi in cui si usa la forma del tu. - Osservate l’illustrazione in plenum: si tratta di La
Trascrivetele alla lavagna e in plenum fatevi sug- Gioconda di Leonardo da Vinci conservata nel
gerire l’equivalente delle frasi con la forma di cor- museo del Louvre di Parigi. Chiedete agli studenti
tesia. Avrete la seguente situazione: di inserire le parole date (i capelli, l’occhio e il
l Ciao! Come ti chiami? / Buongiorno, come si naso) negli opportuni spazi.
chiama? - Leggete insieme i vocaboli che circondano l’im-
l ...e tu? / ...e Lei?
magine della donna ritratta. Mentre leggete tocca-
l Di dove sei? / Di dove è?
te la parte del corpo in oggetto e chiedete agli stu-
l Tu sei straniera, vero? / Lei è straniera, vero?
denti di fare altrettanto ripetendo il sostantivo che
l Sei in Italia per studiare? / È in Italia per studiare?
quella parte indica.
l E dove abiti? / E dove abita?

- Invitate gli studenti a ripetere più volte il dialogo Attività ludica


dato, utilizzando la forma di cortesia e sostituendo - Scrivete alla lavagna:
le informazioni scritte in caratteri diversi con quel- Come è La Gioconda? Bella?
le contenute nei riquadri sottostanti con lo stesso
carattere. - Ricordate agli studenti che questa frase è simile ad
un’altra che hanno appena ascoltato. Quale? Si trat-
F Com’è? ta della prima battuta del dialogo E2, in cui si de-
scrive Gloria. Chiedete agli studenti di recitare un
1 dialogo simile a quello, variando ciò che è neces-
- Invitate i corsisti a leggere la lista di parole e a sot- sario per descrivere La Gioconda invece di Gloria.
tolineare gli aggettivi.
Soluzione: bello, simpatico, lungo, azzurro, biondo 5
- Ritornate sul lessico utile a descrivere l’aspetto e il
2 carattere di una persona e chiedete agli studenti di
- Chiedete di mettere nella giusta sequenza le battute descrivere se stessi. Invitateli quindi a descrivere
del dialogo e poi fatelo ascoltare per un controllo. un compagno senza dirne il nome e lasciate che il
Soluzione: 1 - 5 - 4 - 6 - 2 - 3 resto della classe indovini di chi si tratta.
- Disegnate tre grandi cerchi e scrivete: 6
carattere corpo testa - Invitate i corsisti a svolgere per iscritto il compito
indicato. Si tratta di descrivere il miglior amico.
- Chiedete agli studenti di aiutarvi a inserire le parti Tale attività potrà essere svolta sia in classe che
riguardanti la descrizione di Gloria nel cerchio come compito a casa. In entrambi i casi chiedete
opportuno. Avrete: carattere: simpatica; corpo: agli studenti di consegnarvi i propri elaborati affin-
alta, magra; testa: bruna, capelli non molto lunghi, ché possiate restituirli corretti.
25
Conosciamo l’Italia Autovalutazione
- Chiedete agli studenti cosa sanno dell’Italia in ge- - Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
nerale e raccogliete le informazioni alla lavagna. test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
a pagina 191 del Libro dello studente.
- Osservate insieme la cartina a pagina 27 del Libro
dello studente con le informazioni date. C’è qual-
Grammatica e Lessico
cosa di nuovo rispetto a quanto precedentemente
detto? Quali città e regioni risultano maggiormen- - Distribuite la fotocopia della scheda numero 4 a
te conosciute? pagina 30 a ciascuno degli studenti e chiedete di
completarla con gli elementi grammaticali e lessi-
- Fotocopiate la scheda numero 3 a pagina 29, divi- cali mancanti.
dete la classe in gruppi e consegnatene una copia
ad ognuno. - Fate confrontare il risultato prima con il compagno
di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
- Stabilite un tempo massimo, ad esempio cinque corso dell’Unità 1.
minuti, entro il quale i nomi delle regioni e dei ca-
poluoghi di provincia dovranno essere riscritti al - Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
loro posto. questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
- Al vostro stop procedete con il controllo dei risul- sono chiari per poterli discutere in plenum.
tati, attaccando le fotocopie elaborate dagli studen-
ti alla lavagna.

26
Scheda numero 1
Unità 1 - A6, Attività di fissaggio

Esempio: mangiare = numero (n.) 6 = mangiano

prendere: n. …..… = ..................................................


guardare: n. …..… = ..................................................
abitare: n. …..… = ..................................................
capire: n. …..… = ..................................................
sentire: n. …..… = ..................................................
pensare: n. …..… = ..................................................
partire: n. …..… = ..................................................
scrivere: n. …..… = ..................................................
parlare: n. …..… = ..................................................
aprire: n. …..… = ..................................................
finire: n. …..… = ..................................................
ascoltare: n. …..… = ..................................................
vedere: n. …..… = ..................................................
leggere: n. …..… = ..................................................
pulire: n. …..… = ..................................................
vivere: n. …..… = ..................................................
studiare: n. …..… = ..................................................
preferire: n. …..… = ..................................................
lavorare: n. …..… = ..................................................
conoscere: n. …..… = ..................................................
dormire: n. …..… = ..................................................
scendere: n. …..… = ..................................................
chiudere: n. …..… = ..................................................
tornare: n. …..… = ..................................................
mettere: n. …..… = ..................................................
cominciare: n. …..… = ..................................................
ricevere: n. …..… = ..................................................

27
Scheda numero 2
Unità 1 - C4, E3, Role-play guidato

G Ciao! Come ti chiami?

H Katy, e tu?

G Emanuela! Piacere.

H Piacere. Di dove sei?

G Sono italiana, di Napoli. Tu sei straniera, vero?

H Si, sono greca, di Atene!

G Oh, che bello! Sei in Italia per studiare? italiano/a, di Firenze

H No, sono qui per lavoro. Sono ricercatrice


italiano/a, di Genova
al Politecnico di Milano.

G Davvero? Io lavoro all’Università. E dove abiti?


italiano/a, di Palermo
H Qui a Milano, vicino all’Università.
italiano/a, di Sassari

Emily / Francesca

sono americano/a, di Boston


Karl / Antonio
sono francese, di Parigi
Margot / Simona
sono cinese, di Hong Kong a Firenze
Khaled / Emiliano
sono libico/a, di Tripoli
a Roma

a Padova
interprete

insegnante di musica a Bologna

architetto/a

esperto/a di marketing

28
Scheda numero 3
Unità 1 - Conosciamo l’Italia

29
Scheda numero 4
Unità 1 - Grammatica e Lessico

Il presente indicativo
lavorare prendere aprire finire
io ........................ prendo apro finisco
tu lavori ........................ apri finisci
lui, lei, Lei lavora prende ........................ finisce
noi lavoriamo prendiamo apriamo finiamo
voi lavorate prendete aprite finite
loro lavorano prendono aprono ........................

L’articolo indeterminativo
maschile femminile
palazzo ragazza
un ..................
amico studentessa
studente amica
.................. un’
zaino edicola

Aggettivi in -e
il libro l’uomo il tema
interessant...... intelligente difficil......
la storia l’idea la partita

i libri gli uomini i temi


interessant...... intelligent...... difficili
le storie le idee le partite

Chiedere informazioni Dare informazioni


Scusa, per arrivare / andare ..................? Prendi l’autobus e ..............
Sei straniero, vero? Sì, .................. francese.
Di dove ..................? .................. di Napoli.
.................. qui per studiare? .................. in Italia per motivi di lavoro.
Da quanto .................. sei qui / studi l’italiano? Sono .................. Italia / studio l’italiano da 2 anni.
.................. abiti? .................. in via Giulio Cesare, al .............. 3.

Saluti
Buongiorno!
Buon pomeriggio!
.................................................
Buonanotte!
Ciao! (informale)
.................................................! (informale)
Ci vediamo! (informale)
.................................................!
ArrivederLa (formale)

Descrivere una persona


aspetto generale carattere occhi e capelli
........................ basso ........................ antipatico occhi: ................., capelli: ..............,
giovane ........................ allegro triste castani, neri, lunghi, biondi,
brutto bello scortese ........................ verdi bruni, rossi

30
Condizionale semplice e composto: differenze
Condizionale semplice Condizionale composto
Esprimere un desiderio non realizzabile: Esprimere un desiderio non realizzato:
Mangerei volentieri un altro po’. Sarei arrivato in tempo, ma ho perso il treno!
Chiedere gentilmente: Esprimere un desiderio non realizzabile:
Mi presteresti il tuo libro? Avrei comprato il regalo, ma è troppo caro.
Esprimere opinione / ipotesi / notizia: Azione futura rispetto ad un’altra passata:
Non ……….....….. essere molto difficile. Ha detto che ……….....….. venuto.
Dare consigli (realizzabili): Dare consigli (non più realizzabili):
Dovresti spendere di meno! Avresti ……….....….. spendere di meno.

Esprimere un desiderio
Chiedere qualcosa gentilmente Dare consigli
(realizzabile)
Vorrei andare fuori... Potresti...
Potresti...?
Mi piacerebbe rimanere... Dovresti...
Mi daresti...?
Preferirei uscire... Perché non...?
Ti / Le dispiacerebbe...?
Andrei (volentieri) a... Io, al ……….....….. tuo... andrei...
Potrebbe..., per piacere?
Avrei voglia di visitare... Faresti bene a...
……….....….. bello organizzare Un’idea sarebbe...

160
CHIAVI del QUADERNO DEGLI ESERCIZI

UNITÀ INTRODUTTIVA interessanti; 2. Mario è intelligente, Mario e Franco


sono intelligenti, Mario e Carla sono intelligenti /
1. 1. lettere, 2. mode, 3. studenti, 4. treni, 5. giornali,
Carla è intelligente, Carla e Anna sono intelligenti,
6. fermate, 7. chiavi, 8. pizze
Anna e Franco sono intelligenti; 3. Il giardino è
2. 1. strade, 2. amori, 3. pesci, 4. rossi, 5. aerei, 6. fran-
grande, I giardini sono grandi, Il giardino e la casa
cesi, 7. alti, 8. aperte
sono grandi / La casa è grande, Le case sono gran-
3. 1. sei, 2. siamo, 3. siete, 4. sono, 5. sono, 6. è
di, I giardini e le case sono grandi
4. 1. sei, 2. siete, 3. sono, 4. siamo, 5. sei, 6. sono
11. 1. Dove vivi?, 2. Sei americano?, 3. Perché sei in
5. 1. la, 2. la, 3. l’, 4. lo, 5. il, 6. il, 7. il, 8. la, 9. il
Italia?, 4. Dove abiti?, 5. Come ti chiami?, 6. Cono-
6. 1. lo, 2. il, 3. la, 4. la, 5. gli, 6. l’, 7. lo, 8. l’, 9. il
sci bene Roma/la città?, 8. Sei spagnola?, 7. Dove
7. 1. i bicchieri, 2. le giornate, 3. gli zaini, 4. gli ame-
scendi?
ricani, 5. le finestre, 6. i pesci, 7. le notti, 8. i pezzi
12. 1. quanto tempo, 2. abitate, 3. francese, 4. da una
8. 1. i campioni, 2. le canzoni, 3. le lingue, 4. gli stiva-
settimana, 5. di dove siete, 6. sono straniero
li, 5. le luci, 6. le stelle, 7. le isole, 8. le macchine
13. 1. a, 2. a, 3. b, 4. a
9. 1. i turisti, 2. le foto, 3. le città, 4. gli sport, 5. le ipo-
14. 1. b, 2. a, 3. a, 4. a
tesi, 6. i test, 7. i cinema, 8. i problemi
Test finale
10. 1. ha, 2. hanno, 3. hai, 4. abbiamo, 5. ho, 6. avete
A 1. un, 2. una, 3. un, 4. Il, 5. un, 6. gli, 7. il, 8. la, 9.
11. 1. avete, 2. hanno, 3. ho, 4. ha, 5. hanno, 6. Hai
gli, 10. il
12. 1. ti chiami, 2. mi chiamo, 3. si chiama, 4. mi chia-
B 1. (1) c, (2) b; 2. (1) b, (2) a; 3. (1) b, (2) b; 4. (1) a,
mo, 5. si chiama, 6. ti chiami
(2) a; 5. (1) a, (2) b; 6. (1) b, (2) c; 7. (1) c, (2) a; 8.
13. a. Chi è Mariella Console? Mariella Console è una
(1) b, (2) a
studentessa italiana d’inglese. Di dov’è? È di
C 1. occhio, 2. fronte, 3. bocca, 4. braccio, 5. capelli,
Bari. Quanti anni ha? Ha 19 anni.
6. mano, 7. naso, 8. dito
b. Chi sono Gino e Carla? Gino e Carla sono due
ragazzi italiani. Di dove sono? Gino è di Firenze,
UNITÀ 2
Carla è di Pisa. Quanti anni hanno? Gino ha 24
anni, Carla ha 23 anni. 1. 1. vado, 2. vengono, 3. vanno, 4. venite, 5. andate,
Test finale 6. Vieni
A 1. è, 2. è, 3. ha, 4. ha, 5. sono, 6. hanno, 7. è, 8. ha, 2. 1. Andiamo, 2. Vieni, 3. vengono, 4. Vado, 5. Anda-
9. sono, 10. hanno te, 6. Viene
B 1. Il, 2. La, 3. Il, 4. Il, 5. Il, 6. Gli 3. 1. andiamo, 2. vengono, 3. uscite, 4. andiamo, 5.
C 1. L’, c; 2. Il, a; 3. La, a; 4. Il, c; 5. Lo, c; 6. Lo, b cerchiamo, 6. sapete, 7. dai, 8. vado
4. 1. dice, 2. paghiamo, 3. rimangono, 4. bevo, bevi, 5.
UNITÀ 1 spegnete, 6. rimaniamo, 7. fate, 8. dici
5. 1. esce, 2. stiamo, 3. fanno, 4. dicono, 5. bevi, 6.
1. 1. lavora; 2. aspetto; 3. parlate; 4. preferiamo; 5. pu-
paghiamo, 7. dai, 8. cerchi
lisce; 6. abitano; 7. partono; 8. sono, vivo
6. 1. vogliamo visitare, 2. devi far presto, 3. può resta-
2. 1. ascoltate, 2. parte, 3. fumi, 4. capite, 5. guardia-
re, 4. devono fare attenzione, 5. possono pronuncia-
mo, 6. abbiamo, 7. Partiamo, 8. prendete
re, 6. vuoi comprare, 7. possiamo fare tutto, 8. do-
3. 1. Scrivo, 2. vivete, 3. ascolti, 4. prende, 5. mangia-
vete andare
mo, 6. parliamo, 7. apro, 8. abiti
7. 1. voglio bere, 2. dovete partire, 3. possiamo aspet-
4. 1. Preferisco, 2. finisce, 3. Spedisco, 4. puliamo, 5.
tare, 4. Vuoi invitare, 5. devo leggere, 6. Potete pas-
capisco, 6. pulisco, 7. Finiamo, 8. Preferisco
sare
5. 1. c, 2. a, 3. b, 4. c
8. (1) potete, (2) posso, (3) può, (4) voglio, (5) devo,
6. 1. aprono, 2. capiscono, 3. lavoriamo, 4. comincia-
(6) deve, (7) posso, (8) vuole
no, 5. leggete, 6. abita, 7. ripeto, 8. ascoltano
9. 1. duecentocinquantanove, 2. millequattrocentono-
7. 1. prende, 2. parte, 3. cominciate, 4. cercano, 5. par-
vantadue, 3. ottocentosettantatré, 4. quattordicesi-
lano, 6. conoscete, 7. pensano, 8. amo
mo, 5. millenovecentottantotto, 6. ottavo, 7. otto-
8. 1. Un, 2. Una, 3. Un, 4. Uno, 5. Un, 6. Una
centosettantuno, 8. decimo
9. 1. Un’, 2. Uno, 3. Un, 4. Una, 5. Un, 6. Una
10. 1. in, 2. a, 3. in, 4. dal, 5. a, a; 6. in, in; 7. in, in; 8.
10. 1. Il libro è interessante, I libri sono interessanti, Il
in, al
libro e l’idea sono interessanti / L’idea è interessan-
11. 1. in, in; 2. a; 3. con; 4. da, in; 5. a; 6. in, in; 7. da;
te, Le idee sono interessanti, I libri e le idee sono
8. di, in

167
12. 1. per, 2. al, a, 3. in, 4. a, da, 5. in, 6. in, 7. al, 8. a dello; 6. di, della; 7. di, delle; 8. a, al
13. 1. in vacanza, 2. in treno, 3. da solo, 4. per le, 5. a 7. 1. a, ai; 2. dai, da; 3. da, da; 4. da, dal; 5. dei, di; 6.
piedi, 6. al cinema della, di; 7. su, sul; 8. da, dalle
14. (1) lunedì, (2) domenica, (3) sabato, (4) martedì, (5) 8. 1. in, alla; 2. in, con l’; 3. in, nell’; 4. in, nella; 5. in,
mercoledì, (6) giovedì, (7) venerdì con la
15. 1. Sono le sedici e venti/Sono le quattro e venti, 2. 9. 1. per la, tra, in, a, a, a, in, del
Sono le venti e quindici/Sono le otto e un quarto, 3. 10. 1. Abbiamo degli amici australiani, 2. Compriamo
Sono le ventiquattro/È mezzanotte, 4. Sono le dodi- dei regali, 3. Portano dei vestiti neri, 4. Escono
ci e trenta (mezzo)/È mezzogiorno e mezzo, 5. Sono spesso con delle ragazze italiane, 5. Vengono a cena
le due e quarantacinque/Sono le tre meno un quar- delle persone importanti, 6. sono dei bravi ragazzi
to, 6. Sono le tredici e cinquanta/Sono le due meno 11. 1. le; 2. le; 3. dalle, alle; 4. alle; 5. le; 6. alle; 7. È;
dieci 8. all’
Test finale 12. 1. alle 3.15/15.15; 2. alle 7/19; 3. dalle 4/16; 4. al-
A (1) va, (2) prende, (3) esce, (4) incontra, (5) fanno, l’1.45/alle 13.45; 5. alle 11.30; 6. alle 4.30/alle
(6) finiscono, (7) vogliono, (8) gioca, (9) sanno, 16.30; 7. all’1/alle 13: 8. alle 9
(10) vanno 13. 1. sopra, 2. accanto, 3. sotto, 4. dietro, 5. dentro, 6.
B 1. (1) c, (2) a; 2. (1) a, (2) a; 3. (1) b, (2) b; 4. (1) c, sinistra
(2) b; 5. (1) c, (2) a; 6. (1) b, (2) b; 7. (1) b, (2) c; 8. 14. 1. Lascio la macchina nel parcheggio dietro il cine-
(1) a, (2) c ma, 2. Per arrivare alla birreria dovete girare a de-
C Orizzontali: 1. mesi, 4. biglietto, 5. traffico, 7. cal- stra, 3. La villa di Annalisa è accanto a quella di
cio, 8. accettare, 9. intervista; Verticali: 2. settima- Marcello, 4. Marisa ed io abbiamo un appuntamen-
na, 3. invito, 6. piani to dentro la stazione, 5. Il negozio di Luca è davan-
ti al supermercato
1° TEST DI RICAPITOLAZIONE 15. 1. b, 2. a, 3. b, 4. a, 5. c
A 1. la, 2. la, 3. gli, 4. i, 5. i, 6. l’, 7. il, 8. l’, 9. il, 10. 16. 1. c’è, 2. c’è, 3. ci sono, 4. ci sono, 5. ci sono, 6. c’è,
l’, 11. la, 12. la 7. c’è, 8. ci sono
B 1. le case grandi, 2. i problemi gravi, 3. i mari azzur- 17. 1. mah, non so, 2. probabilmente, 3. non sono sicu-
ri, 4. le unità facili, 5. le macchine nuove, 6. i libri ro, 4. magari, 5. penso, 6. almeno credo
francesi, 7. le gonne verdi, 8. i film interessanti 18. 1. La sua, 2. il tuo, 3. La tua, 4. La sua, 5. la tua, 6.
C 1. parliamo, facciamo; 2. finisce; 3. vanno; 4. ha; 5. Il mio
comprano, leggono; 6. arriva, arriviamo; 7. aprono, 19. (risposte suggerite) 1. Grazie tante!, Di niente!; 2.
chiudono; 8. mangi Grazie!, Figurati!; 3. Ti ringrazio, Non c’è di che!
D 1. una, 2. un, 3. una, 4. uno, 5. un/una, 6. un, 7. uno, 20. 1. Autunno, 2. Estate, 3. Inverno, 4. Primavera
8. una, 9. una, 10. un, 11. una, 12. uno 21. 1. quattromiladuecentottantadue, 2. settantacinque-
E 1. a, 2. c, 3. a, 4. a, 5. a, 6. b mila, 3. due milioni, 4. cinquecentosessantamila, 5.
F 1. sappiamo, arriva; 2. posso, devo; 3. so; 4. dobbia- quindicimila, 6. duemilaseicento
mo; 5. beve; 6. dice; 7. spedisco; 8. vuole 22. 1. Roma, 2. La Torre Pendente, 3. Firenze, 4. Roma,
5. Il Ponte Vecchio, 6. Venezia, 7. Napoli, 8. Mila-
UNITÀ 3 no, 9. Il Foro Romano, 10. Firenze
Test finale
1. 1. dal, 2. negli, 3. per le, 4. nell’, 5. con i, 6. degli,
A (1) in, (2) nel, (3) di, (4) al, (5) alle, (6) alle, (7)
7. dei, 8. per il
Con, (8) alla, (9) della, (10) in, (11) sul, (12) a
2. 1. al, 2. dell’, 3. dai, 4. con i, 5. nell’, 6. tra gli, 7.
B 1. (1) c, (2) b; 2. (1) c, (2) b; 3. (1) a, (2) c; 4. (1) c,
per il, 8. al
(2) a; 5. (1) c, (2) b; 6. (1) a, (2) a; 7. (1) c, (2) b; 8.
3. 1. dalla, dell’; 2. nella; 3. per il; 4. tra le; 5. nella; 6.
(1) b, (2) b
con l’, delle; 7. al, a/per; 8. a
C 1. scrivania, 2. camino, 3. armadio, 4. sedia, 5. pol-
4. 1. di, a; 2. agli; 3. sulla; 4. al; 5. Dal, della; 6. all’,
trona, 6. tavolo, 7. lampada, 8. divano, 9. quadro,
dagli; 7. delle; 8. all’
10. tappeto
5. 1. Veniamo tutti per il tuo compleanno, 2. Non so
quale tra questi due vestiti mettere, 3. Gino è un bel-
UNITÀ 4
lissimo ragazzo con i capelli neri, 4. Appena esco
dall’ufficio vengo a casa, 5.Andiamo a teatro a pie- 1. 1. Abbiamo visitato tutti i musei della città, 2. han-
di o in macchina? no spedito un’e-mail, 3. Abbiamo comprato il rega-
6. 1. in, nella; 2. a, al; 3. in, nella; 4. di, delle; 5. di, lo per Tonino, 4. hanno studiato in Francia, 5. avete

168
mangiato il dolce?, 6. avete telefonato a Filippo tutte queste cose?, 7. Abbiamo potuto fare gli eser-
ieri?, 7. Avete guardato la tv ieri sera?, 8. Perché cizi con l’aiuto del vocabolario
avete lasciato la porta aperta? 13. 1. Da Piazzale Michelangelo i turisti hanno potuto
2. 1. Ho comprato un cd di Laura Pausini, 2. Ho avuto vedere tutta Firenze, 2. Per far presto sono dovuto/a
un cane molto bello, 3. Abbiamo parlato spesso di passare da una stradina di campagna, 3. Carlo anco-
lavoro, 4. Ho incontrato Mario per strada, 5. Ab- ra una volta ha voluto fare di testa sua!, 4. Abbiamo
biamo ascoltato con attenzione, 6. Valerio ha porta- voluto vedere tutto il programma, 5. Per comprare
to un suo amico, 7. Non avete venduto la macchi- la casa al mare ha dovuto fare due lavori, 6. non ho
na?, 8. I Rossi hanno cambiato casa potuto fare niente per il tuo amico, 7. Non sono
3. 1. Sono partito/a per la Spagna, 2. Sono stato/a in potuto/a tornare per l’ora di cena, 8. Ho voluto spo-
Italia per motivi di lavoro, 3. Siamo passati/e prima sare Roberto, il mio primo amore
da Angela e poi da te, 4. I ragazzi sono arrivati, 5. È 14. 1. sei voluto/a, 2. sono potuto/a, 3. abbiamo dovuto,
stata una gita molto interessante , 6. Sono tornato/a 4. sono voluti/e, 5. è dovuto, 6. ho potuto, 7. Siamo
subito, 7. Le ragazze sono entrate in classe, 8. Sia- dovuti/e, 8. hanno potuto
mo usciti/e a fare spese 15. a. Alberto: cornetto, cappuccino; Valeria: panino pro-
4. 1. Siamo tornate dalle vacanze, 2. hanno avuto mal sciutto cotto e mozzarella, bibita; Giulio: birra me-
di testa, 3. Abbiamo passato due settimane a Fi- dia; Alessia: caffè espresso
renze, 4. sono partiti per Cuba, 5. Siamo arrivate b. 1. v, 2. f, 3. v, 4. f
prima dell’inizio del film, 6. sono restate a casa tut- 16. (1) hai fatto, (2) siamo andati, (3) siamo rimasti, (4)
to il giorno, 7. Abbiamo finito prima e siamo uscite avete passato, (5) abbiamo avuto, (6) hai visto, (7)
presto, 8. hanno superato l’esame è venuta, (8) è tornata, (9) ha conosciuto
5. 1. è arrivata, 2. abbiamo cercato bene, 3. Siete usci- 17. (risposte suggerite) 1. Mio fratello è vissuto molto
ti, 4. ho finito, 5. sei stata, 6. abbiamo lavorato, 7. tempo fuori dall’Italia e ha dimenticato come man-
Hai ricevuto la mia lettera?, 8. Siamo tornate giano gli italiani; 2. Ieri, al bar sotto casa, ho incon-
6. 1. Michele ha suonato la chitarra/Il suo telefonino è trato Nicola. Abbiamo preso un caffè insieme e
suonato tutto il giorno; 2. Il clima è cambiato molto siamo andati in giro per i negozi: Nicola ha compra-
velocemente/I signori Antonucci hanno cambiato to una cintura, io non ho comprato niente; 3. Questa
casa; 3. Sono passato da Nicola dopo le sei/Ho pas- mattina non siamo potuti andare al lavoro in auto-
sato molto tempo con Carla; 4. Il film è finito in bus per lo/a causa dello sciopero dei mezzi di tra-
modo triste/Ho finito di studiare alle quattro; 5. Ho sporto. Ma non siamo restati a casa, abbiamo tele-
salito due piani a piedi/Sono salito da Maria a bere fonato a Piero e siamo andati a lavorare con la sua
un caffè macchina
7. 1. allora, 2. poi, 3. così, 4. prima, 5. dopo, 6. alla fi- 18. 1. al, a/con; 2. nel, della, per; 3. all’, per; 4. al, di, a;
ne, 7. prima di, 8. dopo 5. da, di, nello; 6. al; 7. dagli/con gli, con i; 8. dal,
8. 1. ha letto, 2. è stata, 3. hai chiuso, 4. abbiamo deci- per
so, 5. hanno vinto, 6. avete fatto, 7. ho detto, 8. han- 19. 1. in, all’; 2. al, a; 3. sulla, della; 4. di, allo; 5. per,
no corretto tra; 6. tra; 7. Da, dalle; 8. in
9. 1. Marco ha aperto una tabaccheria in centro, 2. Ho Test finale
spento la luce e sono andato/a a dormire, 3. Abbia- A (1) ha, (2) ha, (3) è, (4) ha, (5) sono, (6) ha, (7) ha,
mo risposto a tutte le domande del professore, 4. (8) ha, (9) è, (10) è, (11) ha
L’azienda ha offerto un viaggio a Singapore al suo B 1. (1) c, (2) b; 2. (1) c, (2) b; 3. (1) a, (2) a; 4. (1) a,
direttore, 5. Ho speso quasi tutto in viaggi, 6. Non (2) c; 5. (1) c, (2) c; 6. (1) a, (2) b; 7. (1) c, (2) a, (3)
hai scelto con cura il tuo abbigliamento, 7. Il suo ca- b; 8. (1) b, (2) a
rattere non è piaciuto a molte persone, 8. Ho cono- C Orizzontali: 2. minerale, 4. birra, 5. macchiato, 7.
sciuto Pino grazie a un vecchio amico prosciutto, 8. bar; Verticali: 1. bibita, 2. pomodoro,
10. 1. ci siamo rimasti, 2. ci vado, 3. Ci viviamo, 4. ci 3. cassa
ho guardato, 5. Ci ho messo, 6. Ci abitano, 7. ci pas-
siamo, 8. ci sono stato UNITÀ 5
11. 1. sempre, 2. già, 3. ancora, 4. anche, 5. mai, 6. più, 1. 1. presenteranno il nuovo cd, 2. perderete il treno, 3.
7. appena, 8. anche cambieranno appartamento, 4. Ascolteremo con at-
12. 1. Sono dovuto andare alla posta per spedire un te- tenzione la sua/loro proposta, 5. Scenderai, 6. fini-
legramma, 2. Ha voluto comprare una gonna cortis- rete questi esercizi, 7. Passerai le vacanze, 8. reste-
sima, 3. Abbiamo dovuto prendere una decisione remo
molto importante, 5. Come avete potuto credere a

169
2. 1. starà, 2. avranno, 3. saremo, 4. farete, 5. avrai, 6. 14. 1. avrò preso, ritornerò; 2. avrete perso, potrete; 3.
farà, 7. staremo, 8. darà verrà, sarà finita; 4. avrai letto, capirai; 5. avrò par-
3. 1. avrà, 2. Staremo, 3. sarà, 4. farai, 5. avrà, 6. da- lato, avrò; 6. avremo finito, andremo; 7. riceverà/
ranno, 7. sarà, 8. avranno avrà ricevuto, verrà; 8. avrà telefonato, dovremo
4. (1) farete, (2) tornerò, (3) lavorerò, (4) vedrò, (5) 15. 1. Sarà finita, 2. Avrà finito, 3. Avranno capito, 4.
sarà, (6) aprirò, (7) sarà, (8) avrà, (9) Resteremo, Saranno rimasti, 5. avrà cercato, 6. avranno mangia-
(10) andremo, (11) sarà to, 7. Avrete avuto, 8. Avranno sbagliato
5. (1) succederà, (2) vedrai, (3) lascerà, (4) partirà, (5) 16. 1. b, 2. c, 3. a, 4. a, 5. c, 6. c
tornerà, (6) troveranno, (7) chiederà, (8) dirà, (9) fa- Test finale
rà, (10) andrà, (11) sarà, (12) sarà, (13) diventeran- A (1) sarà, (2) chiuderanno, (3) riusciranno, (4) andre-
no, (14) troverà mo, (5) saremo arrivati, (6) prenderemo, (7) Vi-
6. 1. Saranno, 2. Avrà, 3. berrò, 4. Sarà, 5. Durerà, 6. siteremo, (8) andremo, (9) avremo finito, (10) tor-
avranno, 7. Mancherà, 8. Sarà neremo, (11) rimarremo
7. 1. sarò, 2. inizierò, 3. spegneremo, 4. porterò, 5. la- B 1. (1) b, (2) a; 2. (1) c, (2) a; 3. (1) a, (2) c; 4. (1) c,
verò, 6. studieremo, 7. farò, 8. finiremo (2) b; 5. (1) c ,(2) b ; 6. (1) c, (2) b; 7. (1) c, (2) b;
8. 1. Se troverà i soldi, verrà anche lei in Thailandia; 8. (1) a, (2) c
2. Se finirò prima, andrò a trovare Carmen; 3. Se C Orizzontali: 5. Befana, 7. temporale, 8. binario, 9.
prenderai un’aspirina, il mal di testa passerà subito; panettone; Verticali: 1. Eurostar, 2. vento, 3. ma-
4. Se sarai contento tu, sarò contento anch’io; 5. Se schera, 4. cenone, 6. nuvoloso
arriverete presto, aspetterete al bar sotto casa; 6. Se
non risponderai al telefono, lascerò un messaggio 2° TEST DI RICAPITOLAZIONE
sulla tua segreteria telefonica; 7. Se farai degli studi A 1. al, a; 2. alla, per, ai; 3. di, per, ai; 4. nell’, a; 5.
seri, avrai più possibilità di trovare un lavoro; 8. Se dalla; 6. al; 7. in, a, nel, di; 8. sul, della/in
andranno alla posta adesso, faranno in tempo a spe- B 1. alla/per la, di; 2. dal; 3. al; 4. di, nella; 5. per, dai;
dire il pacco 6. per, su; 7. in, a; 8. di, in
9. 1. Andrete, 2. Potrai, vorrai; 3. sapremo; 4. berre- C in, con, dei, per, in, di
mo; 5. Verranno; 6. pagherò, pagherai; 7. rimarrete; D tua, suo, mia, sua, mia, tua
8. Vedrete, andrà E 1. hai passato, Sei andato/a, sei rimasto/a; 2. avete
10. 1. I miei amici andranno in vacanza a Portofino, 2. finito; 3. siamo usciti/e, abbiamo incontrato; 4. So-
Rimarrò in città e andrò a visitare i posti che non ho no passati, sei cambiato/a; 5. hai fatto; 6. abbiamo
ancora visto, 3. come andrà a finire questa storia, 4. visto; 7. ha cambiato; 8. ha vinto
Non dimenticherò, 5. Finiremo di vedere il film e F 1. avrò finito, potrò; 2. saranno venuti/e, saranno
poi andremo a letto, 6. Sarò felice se tornerai a tro- potuti/e; 3. avranno mangiato, dovrai; 4. cerchere-
vare me e la mia famiglia, 7. Se vorremo visitare mo, faremo; 5. aprirà, avrà preso; 6. farà; 7. ascol-
anche Parigi, dovremo fare un programma serio, 8. terai, capirai; 8. potremo
potrò passare a ritirare la macchina dal meccanico
11. (1) passeremo, (2) farai, (3) sarò, (4) cercherò, (5) UNITÀ 6
canterà, (6) Sarà, (7) canterà, (8) cambierai, (9)
1. 1. La mia, 2. La sua, 3. Il loro, 4. Il nostro, 5. La lo-
Resterai, (10) chiamerò, (11) vorrà, (12) farà, (13)
ro, 6. I miei, 7. I tuoi, 8. I vostri
entreremo
2. 1. Il mio motorino è velocissimo, 2. Il nostro stipen-
12. 1. Appena saremo arrivati in albergo, faremo una
dio è di 1200 euro, 3. Il suo ragazzo è in Brasile, 4.
doccia, 2. Dopo che avrò visto il film, andrò a letto,
La vostra passione è il calcio, 5. Le loro macchine
3. Dopo che avrete finito di studiare, potrete uscire,
sono francesi, 6. I loro professori sono stranieri, 7.
4. Dopo che avrò visto lo spettacolo, scriverò la cri-
Il tuo orologio è svizzero?, 8. Il nostro conto in ban-
tica, 5. Quando avrò letto il giornale, saprò chi ha
ca è piccolo
vinto la partita ieri, 6. Dopo che avrete lavato la
3. 1. Porterò io la loro borsa, 2. Ho perso il suo nume-
gonna, vedrete che non è di buona qualità, 7. Quan-
ro di telefono, 3. Ho dimenticato di portare le vostre
do avremo messo i soldi da parte, compreremo sicu-
foto, 4. Ho portato in lavanderia tutti i suoi vestiti,
ramente la macchina, 8. Dopo che avrà preso la lau-
5. Ho incontrato i nostri amici, 6. Non abbiamo
rea, cercherà un lavoro
avuto il tempo di fare visita ai suoi genitori, 7. Ab-
13. 1. Telefonerò, sarà finito; 2. potrò, andrò; 3. avran-
biamo cercato per ore il loro cane, 8. Ho passato il
no dato, andremo; 4. avrai, potrai; 5. saremo andati,
fine settimana nella loro casa
inviteremo; 6. prenderò, arriverò; 7. avrà; 8. sarò
4. 1. la sua, 2. i suoi, 3. il nostro, 4. i loro, 5. i vostri,
tornato, farò

170
6. i miei, 7. il tuo, 8. la mia parlavano, rispondevano; 4. sapevamo, cercavate;
5. 1. la loro, 2. la Sua, 3. nel suo, 4. il loro, 5. i suoi, 6. 5. stavano, mangiavano; 6. perdevi, diventavi; 7.
ai tuoi, 7. il nostro, 8. ai loro doveva, stava; 8. aspettava, cercava
6. 1. il mio, 2. i miei, 3. i nostri, 4. i loro, 5. la sua, 6. 3. 1. costava; 2. abitavate, stavate; 3. Guardavamo; 4.
i miei, 7. il loro, 8. la sua Pensavo; 5. prendevano
7. 1. è loro, 2. è mia, 3. sono nostri, 4. sono mie, 5. è 4. 1. facevano, 2. traducevo, 3. erano, 4. dicevi, 5. fa-
loro, 6. è sua, 7. sono miei, 8. è sua ceva, 6. beveva, 7. eravate, 8. faceva
8. 1. le mie, 2. I vostri, 3. il mio, 4. la mia, 5. i Suoi, 6. 5. (1) era, (2) avevo, (3) faceva, (4) pensavo, (5) face-
le sue, 7. nostro, 8. tua vano, (6) prendevano, (7) era, (8) andavano, (9) bal-
9. 1. I miei, 2. sua, 3. Sua, 4. tuo, 5. mio, 6. i nostri, 7. lavano, (10) ero
nostro, 8. nostro 6. 1. piaceva, 2. preferivamo, 3. andava, 4. riuscivo, 5.
10. 1. Mia, la mia; 2. il mio; 3. mio; 4. il loro; 5. La mia; stavo, 6. facevo, 7. eravamo, 8. dicevano
6. i miei, le loro; 7. i tuoi; 8. La loro 7. 1. preparava, leggeva; 2. conosceva, perdeva; 3.
11. (1) la tua, (2) i tuoi, (3) alla loro, (4) dei tuoi, (5) la Parlavo, pensavo; 4. Ascoltavo, riuscivo, dicevi; 5.
tua, (6) tua, (7) tua, (8) nostra, (9) da mia, (10) ai veniva, chiamava; 6. preparavamo, giocavano; 7.
tuoi, (11) a tuo, (12) a sua vedevamo, mangiavamo; 8. era, camminava
12. 1. Vorrei finire questo lavoro stasera, 2. Vorrei invi- 8. 1. Ho studiato; 2. Sono rimasto; 3. abbiamo lavora-
tare tutti i miei amici, 3. Con questo caldo vorrei to; 4. sono andato, sono andato; 5. ho fatto; Ho
una bella Coca cola fredda, 4. Vorrei parlare dei aspettato
miei problemi con qualcuno, 5. Prima di sera, vor- 9. (1) è stata, (2) ho fatto, (3) sono andato, (4) ho fatto,
rei passare da Luca (5) sono rimasto, (6) Sono tornato, (7) ho preso, (8)
13. 1. A me piacciono, 2. Sì, mi piace, 3. Mi piacciono ho preso, (9) ho capito, (10) sono sceso, (11) Ho
i ragazzi, 4. Sì, a me piacciono, 5. Mi piacciono, 6. aspettato, (12) sono arrivato
A me piace, 7. A me piace, 8. Mi piace 10. 1. vivevano, hanno conosciuto; 2. È successo, tor-
14. 1. begli appartamenti in centro, 2. quei vostri ami- navo; 3. siamo usciti/e, faceva; 4. facevano, siete
ci?, 3. begli alberi di Natale, 4. Quegli scioperi, 5. entrati/e; 5. ha comprato, desiderava; 6. siamo ve-
bei vini rossi, 6. begli orologi nuti/e, avevamo; 7. sono rimasto/a, stavo; 8. viveva-
15. 1. quegli appartamenti, 2. begli abiti, 3. Quegli psico- mo, abitavamo
logi, 4. Quei professori, 5. Quei quadri, 6. bei regali 11. 1. avevo; 2. abbiamo telefonato; 3. vedevo; 4. par-
16. 1. ci vuole, 2. Ci mettiamo, 3. Ci vogliono, 4. Ci lavo; 5. rispondeva, eravamo; 6. ero, viaggiavo
mette, 5. ci vuole, 6. ci vuole, 7. Ci metto, 8. ci vo- 12. 1. Mentre rispondevo al telefono, è arrivato Giaco-
gliono mo; 2. Quando abitavo con Remo, litigavamo ogni
17. 1. di, in, a; 2. all’, di; 3. tra/fra; 4. da, in; 5. dal, giorno, 4. Ieri sono rimasto a casa tutto il giorno, 6.
per/a; 6. a, di; 7. Con, in; 8. dei, nel Quando stavo da Giulia, ho conosciuto mio marito,
18. (1) ai, (2) Per, (3) in, (4) a, (5) tra le/fra le, (6) di, 7. Lui leggeva il giornale e suo figlio guardava la tv
(7) nel, (8) del, (9) tra/fra, (10) nello, (11) per, (12) 13. (1) era, (2) ho dovuto, (3) andavo, (4) ha attraversa-
degli to, (5) ho cercato, (6) sono finito, (7) siamo rimasti,
19. 1. di, in, a, per, di, tra/fra; 2. a, in, dal, Di, di, per, di, (8) era
per le 14. 1. c, 2. b, 3. c, 4. a, 5. c
Test finale 15. 1. stavo, bevevo; 2. hai trovato; 3. era; 4. vedevamo,
A (1) la tua, (2) tue, (3) vostro, (4) La sua, (5) nostro, è andata via; 5. ha detto; 6. cercavo; 7. ho portato;
(6) i miei, (7) tuo 8. hai telefonato, ero
B 1. (1) b, (2) c; 2. (1) b, (2) b; 3. (1) c, (2) c; 4. (1) b, 16. (1) tardava, (2) era, (3) usciva, (4) sapevamo, (5)
(2) b; 5. (1) c, (2) a; 6. (1) b, (2) a; 7. (1) b, (2) c; 8. riuscivamo, (6) Abbiamo guardato, (7) abbiamo
(1) a, (2) b pensato, (8) abbiamo preferito, (9) Pensavamo, (10)
C 1. forchetta, 2. cornetto, 3. cucchiaio, 4. coltello, 5. abbiamo sentito, (11) ha aperto, (12) è entrato
cameriere, 6. mestolo, 7. panino 8. colapasta, 9. piz- 17. (1) studiava, (2) poteva, (3) hanno preso, (4) pote-
za, 10. biscotti vano, (5) era, (6) ha organizzato, (7) ha preso, (8)
piaceva
UNITÀ 7 18. 1. dovevamo, siamo arrivati/e; 2. potevo, sono do-
1. 1. andava, 2. dormiva, 3. mangiavano, 4. portava, 5. vuto/a; 3. dovevi, potevi; 4. è potuta, ha cambiato;
studiavamo, 6. amava, 7. rispondeva, 8. speravo 5. ho dovuto, mi piaceva; 6. volevate, avete fatto; 7.
2. 1. guardavo, pensavo; 2. raccontava, ascoltavano; 3. siamo dovuti/e, avevamo; 8. voleva, volevo, abbia-
mo comprato

171
19. 1. dovevo, avevo; 2. Abbiamo potuto, avevamo; 3. rò/ne leggerò, 7. li porterò/ne porterò, 8. le prove-
potevo, sono dovuto/a; 4. voleva, era; 5. volevamo, rò/ne proverò
abbiamo comprato; 6. era, poteva; 7. siamo potuti/e; 8. 1. Ne vorrei due bottiglie, 3. Ne vorrei un sacchetto
8. Voleva, ci è riuscita, doveva da cinque chili, 4. Ne vorrei un mazzo, 5. Ne vorrei
20. 1. avevo telefonato, 2. avevo smesso, 3. avevo spe- quattro pacchi da mezzo chilo, di quella fresca, 6.
so, 4. erano andati, 5. avevo promesso, 6. avevo di- Ne vorrei sei lattine
menticato, 7. avevo messo, 8. era arrivato 9. 1. L’ho comprato; 2. Li ho comprati; 3. Sì, l’abbia-
21. (1) ero tornato, (2) era stato, (3) avevo promesso, mo messa in ordine/No, non l’abbiamo messa in
(4) era uscito, (5) era andato, (6) aveva deciso, (7) ordine; 4. L’ho comprata; 5. le ho comprate; 6.
sapevo, (8) avevo iniziato L’abbiamo messo; 7. Sì, l’hanno ricevuta; 8. Sì,
22. 1. ho rivisto, avevo visto; 2. è andata, avevo previ- l’hanno ricevuto/No, non l’hanno ricevuto
sto; 3. eravamo, avevamo giocato; 4. avevo, finito, 10. 1. ne ha chiusa, 2. Ne ho bevuti, 3. ne sono rimasti,
sono entrate; 5. aveva promesso, ha inventato; 6. è 4. Ne sono venuti, 5. li abbiamo spesi, 6. Ne abbia-
tornata, ha raccontato, aveva visto; 7. Avevo dimen- mo visitate, 7. Ne ho scritte, 8. ne ho incontrati
ticato, sono ritornato; 8. ho ricevuto, avevo ordinato 11. 1. Ho conosciuto i nuovi vicini di casa e li ho invi-
23. 1. desiderava, avevamo comprato; 2. è arrivata, tati a bere un caffè; 2. Non ho salutato Carmen per-
aspettavate; 3. Sono andato a ritirare, era; 4. Ab- ché non l’ho vista; 3. Abbiamo cercato i tuoi oc-
biamo cercato di finire, abbiamo fatto; 5. siamo en- chiali, ma non li abbiamo trovati; 4. Ho scritto due
trati, era cominciato; 6. ho toccato, avevo mangiato; lettere, ma non le ho spedite; 5. Abbiamo chiuso le
7. era, ho telefonato; 8. ho capito, avevo perso finestre, ma il vento le ha aperte; 6. Ho comprato un
24. (1) di, (2) con, (3) per, (4) con, (5) alle, (6) alla, (7) nuovo cd, ma l’ho dimenticato a casa di Lidia, 7. Ho
con, (8) di, (9) per, (10) da, (11) in, (12) agli, (13) a, preparato la carbonara, ma non l’ho mangiata per-
(14) all’, (15) alle, (16) per, (17) di ché non avevo fame!; 8. Non ho con me il passapor-
25. (1) in, (2) in, (3) dell’, (4) sulla, (5) del/nel, (6) tra to, l’ho dimenticato in albergo
le/fra le, (7) a, (8) dalla, (9) di, (10) a 12. 1. ne ho comprate tante, ma le Valleverde sono vera-
26. 1. b, 2. c, 3. c, 4. a mente comode; 2. difficili ne ho vissute tante, ma
Test finale questa è unica; 3. ne abbiamo viste tante, ma erano
A (1) ho visto, (2) Raccontava, (3) voleva, (4) veniva, tutte care; 4. ne ho guidate tante, ma la Ferrari è tut-
(5) lavorava, (6) preferiva, (7) Erano, (8) aveva, (9) ta un’altra cosa; 5. ne ho provati tanti, ma l’espres-
lavorava, (10) è riuscito, (11) è diventato so ha l’aroma più forte; 6. ne ho letti tanti quest’an-
B 1. (1) c, (2) a; 2. (1) b, (2) c; 3. (1) b, (2) c; 4. (1) a, no, ma quello di Umberto Eco è il migliore; 7. ne
(2) c; 5. (1) a, (2) b; 6. (1) c, (2) c; 7. (1) b, (2) a; 8. abbiamo mangiati diversi, ma quelli della Barilla
(1) b, (2) c sono veramenti buoni; 8. ultimamente ne ho sentite
C Orizzontali: 1. timido, 5. interpretazione, 6. storia, tante, ma quella di Carmen Consoli è fantastica
8. schermo, 9. neorealismo, 10. accordo; Verticali: 13. 1. L’abbiamo saputo, 2. Li ho conosciuti, 3. L’ho
2. incasso, 3. fantascienza, 4. parere, 7. regia conosciuta, 4. lo sapevo, 5. l’ho conosciuto, 6. l’ab-
biamo saputo
UNITÀ 8 14. 1. Sì, la vogliamo visitare/No, non vogliamo visitar-
1. 1. lo, 2. li, 3. li, 4. le, 5. lo, 6. lo, 7. la, 8. li la; 2. Sì, le possiamo chiudere/No, non possiamo
2. 1. ti; 2. La; 3. ti; 4. La; 5. La, La; 6. ti; 7. La, 8. La chiuderle; 3. Sì, la voglio ascoltare/No, non voglio
3. 1. l’, 2. mi, 3. ti, 4. lo, 5. li, 6. lo, 7. lo, 8. lo ascoltarla; 4. Sì, li dobbiamo finire/No, non dobbia-
4. 1. li, 2. vi, 3. La, 4. la, 5. lo, 6. li, 7. La, 8. mi mo finirli; 5. Sì, le vogliamo vedere/No, non voglia-
5. 1. lo sapevo/non lo sapevo, 2. lo so/non lo so, 3. lo mo vederle; 6. Sì, lo possiamo abbassare/No, non
sapevamo/non lo sapevamo, 4. Lo sapremo/Non lo possiamo abbassarlo
sapremo, 5. Sì, lo so/No, non lo so, 6. Li saprà/Non 15. 1. ti possiamo passare a prendere/possiamo passare
li saprà a prenderti, 2. ci potete telefonare/potete telefonar-
6. 1. Ne conosco/Non ne conosco, 2. Ne mangio/Non ci, 3. mi devi raccontare/devi raccontarmi, 4. mi
ne mangio, 3. Ne visito/non ne visito, 4. Ne darò/ puoi trovare/puoi trovarmi al bar dopo le dieci, 5. ti
Non ne darò, 5. Ne bevo/Non ne bevo, 6. Ne ho/ possiamo ospitare/possiamo ospitarti, 6. ti possia-
Non ne ho mo capire/possiamo capirti
7. 1. le prendo/ne prendo, 2. li cambieremo/ne cam- 16. 1. Sono stato pochi giorni a Perugia e ne ho potuto
bieremo, 3. le inviteremo/ne inviteremo, 4. li cono- ammirare le bellezze/Sono stato pochi giorni a Pe-
sco/ne conosco, 5. la mangio/ne mangio, 6. li legge- rugia e ho potuto ammirarne le bellezze; 2. Mi di-
spiace, il vestito che piace a Lei non c’è, ne vuole

172
vedere un altro?/Mi dispiace, il vestito che piace a E 1. eravamo, è arrivato; 2. ho incontrato, andavo; 3.
Lei non c’è, vuole vederne un altro?; 3. Siamo rima- abbiamo aspettato, siamo andati vai; 4. stavate, ave-
sti senza latte, ne dobbiamo prendere almeno un li- te visitato; 5. ascoltavo, ho appreso; 6. avevano pre-
tro per fare colazione/ Siamo rimasti senza latte, parato, hanno superato; 7. sono venuto, avevo; 8.
dobbiamo prenderne almeno un litro per fare cola- volevamo, abbiamo trovato
zione; 4. L’offerta è veramente interessante, ma ne F 1. Sono andato a casa di Matteo, ma non l’ho trova-
voglio discutere con mia moglie/L’offerta è vera- to perché non era tornato; 2. Carlo e Laura avevano
mente interessante, ma voglio discuterne con mia invitato anche me, ma non sono potuto/a andare; 4.
moglie; 5. Se hai bisogno di un prestito forse ne puoi Gianni era appena salito sul treno quando ha notato
chiedere uno alla Banca Intesa/Se hai bisogno di un che non aveva preso il telefonino
prestito forse puoi chiederne uno alla Banca Intesa;
6. Buono questo vino! Ne vuoi bere un bicchiere?/ UNITÀ 9
Buono questo vino! Vuoi berne un bicchiere? 1. 1. Vi trovate bene, 2. Vi vestite, 3. I miei figli si di-
17. 1. le, 2. li, 3. ne, 4. le, 5. ne, 6. l’, 7. ne, 8. ne, 9. la, vertono, 4. Vi pettinate, 5. Ci divertiamo tanto, 6. Ci
10. ti, 11. ti sentiamo male, 7. ci alziamo, 8. Ci laviamo i denti
18. 1. ce l’ho, 2. non ce li abbiamo, 3. ce l’ho, 4. ce li 2. 1. vi svegliate, 2. vi lavate, 3. mi spoglio, 4. mi
ho, 5. non ce le ho, 6. non ce l’abbiamo, 7. ce l’ho, arrabbio, 5. Ti trovi, 6. vi fate, 7. mi muovo, 8. ti ad-
8. Ce le abbiamo dormenti
19. 1. ce n’è; 2. Ce ne sono; 3. ce n’è, ce ne sono; 4. Ce 3. 1. Mi ricordo, 2. si conoscono, 3. si danno, 4. vi
n’è; 5. Ce ne sono; 6. ce n’è; 7. ce ne sono; 8. Ce n’è capite, 5. vi stancate, 6. si avvicina, 7. si sposano, 8.
20. 1. da; 2. In, di; 3. di; 4. da, per; 5. al, di; 6. dei, delle; ti decidi
7. nel, della; 8. alla/in, sui 4. 1. mi metto, 2. Ci vediamo, 3. ci incontriamo, 4. Vi
21. a. latte, formaggio, Kinder allo yogurt, sugo Baril- muovete, 5. Mi laureo, 6. mi stanco, 7. Ci rivolgia-
la, olio biologico, funghi, detersivo, caffè, crema mo, 8. vi ritrovate
idratante, gel, shampoo, dentifricio 5. 1. si divertono, 2. ci vestiamo, 3. ti tagli, 4. mi fac-
b. (risposte suggerite) 1. A Grazia lo yogurt non cio, 5. ti fai, 6. si vede, 7. ci prepariamo, 8. si sveglia
piace molto, ogni tanto mangia quello alla frutta; 2. 6. 1. si parlano, 2. si ferma, 3. si preoccupano, 4. ci spo-
Scelgono Barilla perché secondo Grazia è più buo- siamo, 5. mi ricordo, 6. si innamorano, 7. mi espri-
no; 3. Comprano Lavazza perché è in offerta specia- mo, 8. vi rivolgete
le; 4. Comprano il detersivo per lavatrice, una cre- 7. 1. si divertono, 2. ti metti, 3. si laurea, 4. mi stanco,
ma idratante, il gel per i capelli, uno shampoo e un 5. Ci troviamo, 6. si svegliano, 7. vi perdete/vi per-
dentifricio derete, 8. si offendono
Test finale 8. (1) si alza, (2) si lava, (3) si fa, (4) si considera, (5) si
A (1) Lo/L’, (2) ne, (3) li, (4) li, (5) ti, (6) li, (7) li, ferma, (6) si ritrovano, (7) si perde, (8) si divertirà
(8) li 9. 1. mi sono alzato, 2. mi sono svegliato, 3. mi sono
B 1. (1) b, (2) c; 2. (1) a, (2) c; 3. (1) b, (2) c; 4. (1) b, dimenticato, 4. mi sono sentito, 5. si sono arrabbia-
(2) c; 5. (1) c, (2) a; 6. (1) b, (2) a; 7. (1) a, (2) c; 8. ti, 6. Ti sei trovato, 7. Ci siamo fermati, 8. Mi sono
(1) b, (2) c abituato con difficoltà
C Orizzontali: 1. gioia, 4. rabbia, 7. edicola, 8. for- 10. 1. vi siete divertiti, 2. ci siamo seduti, 3. ci siamo
maggio, 9. farmacia, 10. ipermercato, 11. dentifri- abituati, 4. si sono iscritti, 5. non ci siamo fatti, 6.
cio; Verticali: 2. artigianale, 3. fruttivendolo, 5. of- mi sono lavato, 7. Mi sono stancato, 8. si è fatto
ferta, 6. confezione 11. 1. ci siamo visti, 2. vi siete messi, 3. ci siamo incon-
trati, 4. Mi sono chiesto, 5. ti sei accorto, 6. ti sei
3° TEST DI RICAPITOLAZIONE perso, 7. mi sono iscritto, 8. mi sono presentata
A 1. il suo; 2. mio, la mia; 3. mia, i suoi; 4. i miei, i 12. 1. ci dobbiamo vedere/dobbiamo vederci, 2. ci vole-
tuoi; 5. il suo; 6. I miei; 7. Suo; 8. mio, mia vamo svegliare/volevamo svegliarci, 3. ci possiamo
B 1. la mia, i miei; 2. i suoi; 3. la Sua; 4. sua; 5. Suoi; vedere/possiamo vederci, 4. mi posso addormenta-
6. la tua; 7. i loro; 8. la tua re/posso addormentarmi, 5. Mi devo incontrare/
C 1. questo, 2. Quella, 3. questo, 4. queste, 5. questo, Devo incontrarmi, 6. ci possiamo trovare/possiamo
6. queste, 7. Quegli, 8. Quello trovarci
D 1. mi piace; 2. Vorrei; 3. vorrei; 4. Vorrei; 5. mi 13. 1. mi sono potuto iscrivere/ho potuto iscrivermi, 2.
piacciono; 6. vorrei, vorrei; 7. mi piace; 8. mi piac- mi sono dovuto svegliare/ho dovuto svegliarmi, 3.
ciono ci siamo dovuti liberare/abbiamo dovuto liberarci,

173
4. si è potuto laureare/ha potuto laurearsi, 5. non mi UNITÀ 10
sono potuto alzare/non ho potuto alzarmi, 6. Mi
1. 1. Se ti piace questo vestito, puoi prenderlo; 2. Fra
sono dovuto sbrigare/ho dovuto sbrigarmi
poco verrà Aldo e gli chiederemo come stanno le
14. 1. Per questa strada si arriva prima!; 2. Quando si è
cose; 3. Signorina, Le telefono domani; 4. Signor
in vacanza si spende tantissimo; 3. Si studia meglio
direttore, Le confermo che l’appuntamento è per
in compagnia; 4. A casa mia si mangia sempre alle
domani alle sette; 5. sono sicuro che il mio regalo
2; 5. Si fa sport per perdere qualche chilo; 6. Ulti-
gli piacerà; 6. Che cosa vi ha offerto Marianna?; 7.
mamente si guadagna di più, ma si spende anche di
Signora Olga, Le presento il signor Orsini; 8. I vigi-
più; 7. Quando si guida piano, si può evitare qual-
li ci hanno spiegato come arrivare in centro
che incidente; 8. Si vive bene nei piccoli centri
2. 1. vi, 2. ti, 3. mi, 4. ci, 5. gli, 6. ci, 7. mi, 8. Le
15. 1. Se si telefona dopo le 10, si spende meno; 2. si a-
3. 1. Mi dispiace, 2. Mi presti, 3. gli regalo, 4. gli spe-
bita in una strada molto rumorosa, non si può dormi-
diamo, 5. gli spiegherò, 6. ti vuole, 7. Le chiedo, 8.
re; 3. Quando si deve prendere una decisione impor-
ti prometto
tante, si deve pensare molto; 4. A volte si lavora tanto
4. 1. ci darà, 2. Le farò, 3. mi permettono, 4. gli inte-
per cose inutili!; 5. D’inverno si va a letto presto; 6.
ressa, 5. Ti risponderò, 6. ci dispiace, 7. Ci telefone-
Generalmente, quando si lavora molto, ci si stanca; 7.
rà, 8. Le faranno
In certe situazioni non si sa cosa fare; 8. In questo
5. 1. ti; 2. mi; 3. ci; 4. gli; 5. gli; 6. gli, gli; 7. Vi; 8. mi
ristorante si mangia bene e non si spende molto
6. 1. Quando siamo andati da loro ci hanno fatto as-
16. 1. Ci si annoia in questa piccola città; 2. Quando si
saggiare le loro specialità; 2. Quando hanno telefo-
fa tardi, ci si sveglia con difficoltà; 3. Molto spesso
nato, io gli avevo già spedito i soldi; 3. Non ci han-
ci si dimentica dei propri errori; 4. Quando ci si pre-
no permesso di entrare perché lo spettacolo era ini-
para bene, si ha successo; 5. Tra amici ci si da del
ziato; 4. Quando avete raccontato tutto a Saverio, lui
tu; 6. Quando si ha fretta, ci si veste male; 7. Tra
vi ha dato ragione?; 5. Alberto mi ha proposto di an-
colleghi ci si aiuta sempre; 8. Dopo un lungo viag-
dare a lavorare nella sua azienda; 6. Non è vero nien-
gio ci si sente molto stanchi.
te; non le ho mai detto mai tutte queste cose; 7. Sia-
17. 1. Dopo una bella dormita, ci si sente riposati; 2.
mo andati da Gino e lui ci ha fatto vedere le fotogra-
Con questi giornali non si è mai sicuri di conoscere
fie della sua fidanzata; 8. Sappiamo che ama i cioc-
la verità; 3. Si è infelici quando si è lontani da casa;
colatini e così gli abbiamo portato i Baci Perugina
4. Quando si è malati si resta a letto; 5. Si è conten-
7. 1. Ho incontrato Aldo e Gianna e gli ho spiegato la
ti quando si può fare quello che si vuole; 6. Dopo
situazione, 2. Ho ricevuto una lettera da Valerio e
pranzo ci si sente un po’ pesanti; 7. Quando si è da
gli ho risposto subito, 3. Ieri era il compleanno di
soli non si è felici; 8. Se non si è abituati a guidare
Stefania e le abbiamo mandato un mazzo di rose, 4.
molte ore, ci si stanca
Loro non solo ci hanno fatto gli auguri per telefono,
18. 1. È possibile fare il bagno in questa piscina, 2. È
ma ci hanno anche inviato un bel regalo, 5. Ho in-
inutile preoccuparsi tanto per niente, 3. È difficile
contrato Carlo e gli ho esposto il mio problema, 8.
parlare ai propri figli da amico, 4. È impossibile fi-
Cari ragazzi, vi abbiamo spedito quello che ci ave-
nire questo lavoro prima di domani, 5. A volte perde-
vate richiesto una settimana fa
re un amico è meglio che litigare continuamente, 6.
8. 1. mi sono piaciuti, 2. mi sono piaciute, 3. ci è pia-
Prima di usare un medicinale bisogna stare attenti
ciuta, 4. mi è piaciuto, 5. ci sono piaciute, 6. mi è
19. 1. (a), 2. (b), 3. (a), 4.(b), 5. (b), 6. (a), 7. (a), 8. (b)
piaciuto
20. (1). del, (2). a, (3). sulle, (4). del, (5). dagli, (6).
9. 1. Le posso chiedere un favore/Posso chiederLe un
dagli, (7). per, (8). del
favore; 2. Se vedo Marcello, gli posso dare i tuoi
21. 1. c, 2. c, 3. b, 4. a
libri?/posso dargli i tuoi libri; 3. Professore, ci può
Test finale
ripetere l’ultima domanda?/può ripeterci l’ultima
A (1). si è svegliata, (2). si è alzata, (3). si è fatta, (4).
domanda?; 4. Saverio, mi devi parlare proprio ades-
prepararsi, (5). si deve incontrare/deve incontrarsi,
so?/devi parlarmi proprio adesso?; 5. Quando arrive-
(6). si vedono, (7). si sono sentiti, (8). vestirsi, (9).
remo, vi potremo telefonare?/potremo telefonarvi?;
si è messa
6. Mi puoi portare un altro piatti di spaghetti?/Puoi
B 1. (1) a, (2) c; 2. (1) b, (2) c; 3. (1) a, (2) c; 4. (1) a,
portarmi un’altro piatto di speghetti?
(2) c; 5. (1) c, (2) b; 6. (1) c, (2) a; 7. (1) a, (2) b; 8.
10. 1. Le devo dare/devo darLe, 2. ti posso dire/posso
(1) b, (2) a
dirti, 3. ti voglio far capire/voglio farti capire, 4. mi
C 1. gonna, 2. giubbotto, 3. vestito, 4. pantaloni, 5.
vuole ridare/vuole ridarmi, 5. ti devo dire/devo
giacca, 6. tessuto, 7. cappotto, 8. scarpe, 9. occhia-
dirti, 6. Le posso presentare/posso presentarLe
li, 10. sciarpa

174
11. 1. parla, 2. riporta, 3. chiudete, 4. metti, 5. ricorda, C Orizzontali: 1. concorso, 4. puntata, 6. quotidiani, 7.
6. tornate, 7. rispondete, 8. usciamo sfruttare, 8. pubblica, 9. testate, 10. telecomando;
12. 1. pago, 2. credere, 3. Va’, 4. cerca, 5. entrate, 6. be- Verticali: 2. settimanale, 3. documentario, 5. uguali
vi, 7. corriamo, 8. spedisci
13. 1. mangiare, 2. andare, 3. facciamo, 4. aspetta, 5. UNITÀ 11
porta, 6. Prendete, 7.fare, 8. leggete 1. 1. capirei, 2. canterebbe, 3. direi, 4. partiremmo, 5.
14. 1. chiama, 2. bevi, 3. fate, 4. usare, 5. vieni, 6. ac- mi addormenterei, 6. preferiremmo, 7. Sentirei, 8.
compagnate, 7. perdere, 8. ascolta Ordinerei
15. 1. divertiti, 2. vestiti, 3. sposatevi, 4. riposati, 5. al- 2. 1. rifletterei, 2. Compreremmo, 3. parleresti, 4. apri-
zatevi, 6. lavatevi, 7. Deciditi, 8. lasciatevi resti, 5. accompagnerei, 6. Telefonereste, 7. crede-
16. 1. Lasciala, 2. Spediamone, 3. Invitali, 4. Com- rebbe, 8. lavorerebbero
priamone, 5. Aspettateci, 6. Chiamami, 7. svegliate- 3. 1. potrebbe, 2. Darei, 3. vorrei, 4. Dovreste, 5.
lo, 8. mettila saprei, 6. Verremmo, 7. terresti, 8. vivreste
17. 1. Portiamogli, 2. Comprale, 3. telefonaci, 4. Par- 4. 1. verrebbe, 2. potreste, 3. avresti, 4. vorreste, 5.
lagli, 5. Offriamogli, 6. Mandiamogli, 7. preparala, rimarrei, 6. andresti, 7. dovrebbe, 8. sarebbero
8. Rispondigli 5. 1. avrei, 2. preferirei, 3. Sarebbe, 4. andrei, 5. Avre-
18. 1. Restaci/Non restarci, 2. Telefonale/Non telefo- ste, 6. preferiremmo, 7. Vi andrebbe, 8. Mi andreste
narle, 3. Prendila/Non prenderla, 4. Scegline/Non 6. 1. Ci piacerebbe, 2. piacerebbe, 3. Vorremmo, 4.
sceglierne, 5. Mangiala/Non mangiarla, 6. Prendilo/ Preferiremmo, 5. avrei, 6. sarebbe
Non prenderlo 7. 1. Signore, mi saprebbe dire dove posso trovare una
19. 1. di’, 2. va’, 3. da’, 4. abbiate, 5. sta’, 6. di’, 7. abbi, farmacia aperta?; 2. Potreste passare da Anna che
8. fa’ non sta bene?; 3. Signora Teresa, mi potrebbe chia-
20. 1. dacci, 2. Fammi, 3. stammi, 4. dicci, 5. Facci, 6. mare quando arriva il postino?; 4. Ottavio, ti dispia-
Dammi, 7. Dimmi, 8. vacci cerebbe abbassare il volume della radio?; 5. Ragazzi,
21. 1. al, di; 2. Per, in, da, dei; 3. di, da, di; 4. dagli, da; potreste andare a ritirare il vestito dalla lavanderia?;
5. da; 6. di, con; 7. al, per; 8. di, alla 6. Marco, potresti passare tu da Stefano?; 7. Mi pre-
22. 1. dal; 2. fra; 3. in, alle; 4. di; 5. delle; 6. Nel, degli; steresti per qualche giorno il tuo motorino?; 8. Di-
7. in; 8.da rettore, mi darebbe il telefono del Suo cellulare?
23. a. 2, 3, 5 8. 1. proverei, 2. faresti bene, 3. dovresti, 4. ti consi-
b. glierei, 5. potresti, 6. dovresti, 7. fareste bene, 8. vi
rivista contenuto/caratteristica settimanale mensile consiglierei
9. (risposte suggerite) 1. Quando dovreste/dovremmo
Panorama attualità, politica, economia 
essere in città?, 2. Quando dovrebbe passare l’auto-
Espresso attualità, politica, economia  bus per il centro?, 3. Quando potresti riprendere a
giocare?, 4. Fino a quando sarebbe chiuso il nego-
Max giovanile, moderno 
zio?, 5. Quale sarebbe la causa dell’incidente?, 6.
Chi giovanile, moderno  Chi potrebbe aver vinto la crociera?, 7. Quando
Donna arriverebbe la famosa cantante?, 8. Chi sposerebbe
giovanile, moderno 
moderna il ministro?
Grazia moda, costume, attualità  10. 1. avrei preso, 2. Avrei aspettato, 3. avrei comprato,
4. Sarebbe venuta, 5. Sarei restato/a, 6. avrei invita-
Bell’Italia viaggi 
ta, 7. saremmo andati, 8. avremmo guardata
Tv sorrisi
programmi televisivi 
11. 1. avremmo firmato, 2. avrei scritta, 3. avrei vista,
e canzoni
4. avresti fatto, 5. avrei vista, 6. avrei offerto, 7. Vi
Vogue moda  avremmo aspettato, 8. Sarebbe tornato
Abitare arredamento 
12. 1. avrei studiato, 2. sarebbe venuto/a, 3. sarebbero
arrivati, 4. sarebbe ritornato/a, 5. ci sarebbe stato, 6.
ci avrebbe aiutato, 7. mi avrebbero invitato, 8. Ci
Test finale saremmo sposati
A (1) gli, (2) gli, (3) gli, (4) le, (5) gli, (6) le, (7) le, (8) 13. 1. Gli avrei prestato, 2. vi avrei dato, 3. avremmo
gli. abitato, 4. Avreste sentito, 5. saresti uscito, 6. saresti
B 1. (1) b, (2) b; 2. (1) a, (2) c; 3. (1) c, (2) a; 4. (1) a, rimasto/a, 7. avreste avuto, 8. avrebbero comprato
(2) b; 5. (1) c, (2) b; 6. (1) a, (2) b; 7. (1) a, (2) c; 8. 14. 1. Avrei visto, 2. Saremmo andati, 3. Avrei preso, 4.
(1) b, (2) c

175
Avrei spedito, 5. Avrei invitato, 6. Mi sarei divertito Test finale
15. 1. Avrei messo, 2. avrebbe portato, 3. Avrebbe do- A (1) attraverserebbero, (2) sarebbero, (3) comprereb-
vuto, 4. Avrei mangiato, 5. Avremmo telefonato, 6. bero, (4) scaricherebbero, (5) sarebbe, (6) sarebbe,
Sarebbe partito (7) bisognerebbe, (8) aiuterebbe
16. 1. Avrei tenuto il bambino, ma sono un po’ malato; B 1. (1) a, (2) a; 2. (1) b, (2) a; 3. (1) a, (2) a; 4. (1) b,
2. Avrei mangiato un dolcino ancora, ma ne ho già (2) b; 5. (1) c, (2) a; 6. (1) a, (2) b; 7. (1) b, (2) a;
mangiati cinque; 3. avrei passato una giornata me- 8. (1) c, (2) b
ravigliosa, ma non potevo venite; 4. Avrei rivisto il C Orizzontali: 1. classifica, 5. annoiarsi, 6. versi, 8.
film di Bertolucci, ma è troppo triste; 5. Ci sarem- Sanremo, 9. pianoforte; Verticali: 1. cantautore, 2.
mo divertiti, 6. Avrei finito prima cuffie, 3. concerto, 4. sorpresa, 7. voce
17. 1. Vi avrei portato al mare, 2. Saremmo arrivati
prima, 3. Ti avrei telefonato, 4. Avrei bevuto volen- 4° TEST DI RICAPITOLAZIONE
tieri un’altra birra, 5. avrebbero apprezzato, 6. A 1. vi conoscete, 2. si trova, 3. Ti senti, 4. si chiama,
Avrebbe studiato meglio 5. si copre, 6. Ci annoiamo, 7. si aiutano, 8. ci sbri-
18. 1. sarebbe ritornato, 2. saresti divertito, 3. avrebbe ghiamo
cercato, 4. avremmo potuto prenderci, 5. sarebbe fi- B 1. ci siamo preparati, 2. si sono fatti, 3. si è laurea-
nito, 6. Ti avrei offerto to, 4. vi siete vestiti, 5. vi siete messe, 6. si sono ad-
19. 1. sarebbero stati, 2. avremmo avuto, 3. avresti tro- dormentati, 7. Mi sono preoccupato, 8. ci siamo di-
vato, 4. Sarei voluto venire, 5. le sarebbe dispiaciu- vertiti
to, 6. ci sarebbero stati C 1. mettete; 2. prendi, scrivi; 3. entrate; 4. fumare; 5.
20. 1. accetterei/avrei accettato, 2. avrei voluto, 3. Le chiudi; spegni; 6. bere, bevi; 7. pensate; 8. parla,
dispiacerebbe, 4. sarebbe, 5. sarebbe passato, 6. ne finisci; 9. mangiare; 10. giocate
rivedrei/ne avrei rivisto, 7. avreste, 8. saprebbe D 1. Gli ha portato, 2. le ho risposto, 3. ci hanno por-
21. 1. sarebbe, 2. potrebbe, 3. Avrei, 4. potresti, 5. mi tato, 4. gli abbiamo parlato, 5. ne ho data, 6. Gli
avrebbe fatto, 6. vorrei, 7. berrei, 8. darei faranno compagnia, 7. gli ho consegnato, 8. gli ho
22. 1. sarebbero stati; 2. ci rimarrei/ci sarei rimasto; 3. chiesto, 9. le ho mostrato, 10. ci rende difficile
Direi, sarebbe; 4. mi terresti; 5. Ci verrei/Ci sarei
venuto/a; 6. farei; 7. avrei passato; 8. preferirei TEST GENERALE FINALE
23. 1. per; 2. a, da, a; 3. in, per; 4. da; 5. sul/in; 6. a; 7.
A 1. da, in, di, a; 2. su, del, per, di; 3. A, in; 4. in, delle,
Per, di/in, da; 8. da, In
con, delle; 5. da, a, a; 6. con, al, dalla; 7. a, della,
24. 1. a, per, da, tra/fra; 2. In, del, a; 3. di, da; 4. a, per,
di/a; 8. di, sulle, di
di; 5. di, da; 6. di, a; 7. con i/coi, dal; 8. al, per sul
B 1. andrà, incontreremo, saremo; 2. avrai finito, po-
25. a. 1. a, 2. b, 3. a, 4. c
trai; 3. Farei, posso; 4. fammi, vammi; 5. mi aveva
b.
detto, sarebbe passato, si è fatto; 6. eravamo, spen-
Canzone A r t i s ta devamo; 7. sono andato, era uscito, sapeva, sarebbe
ritornato; 8. continuerai, perderai; 9. sono arrivato,
Il cielo in una stanza Gino Paoli ho acceso, faceva; 10. chiudi
Questo piccolo C 1. L’ho vista; 2. ne ho comprata; 3. Ce n’erano; 4.
Claudio Baglioni Li abbiamo cercati, li abbiamo trovati; 5. L’ha chia-
grande amore
mata; 6. lo abbiamo comprato, lo; 7. portarti, 8. Lo
Sapore di sale Gino Paoli
devi consegnare/Devi consegnarlo 9. Ci andrebbe;
In ginocchio da te Gianni Morandi 10. Mi devi portare/Devi portarmi
Il ragazzo D 1. si sente, 2. annoiarvi, 3. ci siamo divertiti, 4. si
Adriano Celentano sarebbe tagliata, 5. ci si capisce, 6. ti sarai stancato,
della via Gluck
7. si sono lasciati, 8. vi potevate.
Anna Lucio Battisti
E 1. b, 2. c, 3. b, 4. b
E penso a te Lucio Battisti
Piazza Grande Lucio Dalla
L’anno che verrà Lucio Dalla
Vita spericolata Vasco Rossi

176
TRASCRIZIONE DEI BRANI AUDIO

UNITÀ INTRODUTTIVA Silvia: Vado a fare spese insieme a Caterina.


Mauro: Allora, possiamo uscire venerdì sera?
3. A6 - Ascoltate e scrivete le parole.
Silvia: Va bene! Ah no, venerdì è il compleanno di
buongiorno, facile, americani, dialoghi, chi, Ge-
mio fratello.
nova, amici, centro, corso, pagare
Mauro: E sabato? Sabato possiamo parlare?
Silvia: Sabato no. Di solito vado in montagna con
6. C8 - Ascoltate e scrivete le parole.
le ragazze.
classe, museo, scendere, maschera, rosso, isola,
Mauro: Allora, domenica prossima. O domenica o
borsa, vestito, uscire, singolare
mai.
Silvia: Ah no... la domenica non ho voglia di par-
9. D7 - Ascoltate e scrivete le parole.
lare di cose serie!!!
cognome, meglio, Svizzera, esercizio, maggio,
vacanze, disegno, ragazza, zio, luglio
UNITÀ 3
12. E8 - Ascoltate e scrivete le parole. 23. Quaderno degli esercizi
note, penna, mano, stella, bicchiere, latte, doccia,
torre, bottiglia, pioggia ragazzo: Sei in Italia da tre mesi. Vediamo che cosa
hai imparato.
UNITÀ 1 ragazza: Non capisco cosa hai in mente...
ragazzo: Facciamo un piccolo quiz. Voglio vedere se
15. D2 - Ciao Maria!
sai dove si trovano i monumenti più impor-
1.
G Allora, buonanotte, signor Verdi!
tanti.
l Buonanotte anche a Lei, signora!
ragazza: Bene! Mi piacciono i quiz. Cominciamo!
ragazzo: Allora... la Fontana di Trevi?
ragazza: A Roma.
2.
ragazzo: Ok. La Torre Pendente?
G Ciao Maria, dove vai?
ragazza: Facile: a Pisa.
l Oh, ciao Carlo! Vado al supermercato.
ragazzo: Mmm... Poi... la Galleria degli Uffizi?
ragazza: A Firenze. Qualcosa di più difficile?
3.
ragazzo: Va bene; vediamo... Dove si trova Trinità
G Buongiorno Dino, come va?
dei Monti?
l Mah, così e così.
ragazza: Mmm... questo sì che è difficile. Dove?
ragazzo: A Roma, sopra Piazza di Spagna. Poi...
4.
Ponte Vecchio?
G Buonasera, Andrea, tutto bene?
ragazza: A Roma; no, no, no! A Firenze.
l Bene, grazie, Lucia. E tu?
ragazzo: Brava!... Dov’è San Marco?
ragazza: Se non sbaglio ... a Venezia.
UNITÀ 2
ragazzo: Esatto! ...Adesso dimmi: il Maschio An-
19. F1 - Che giorno è? gioino?
ragazza: Boh! Non so.
Mauro: Silvia, dobbiamo parlare! Possiamo uscire ragazzo: A Napoli. E il Castello Sforzesco?
uno di questi giorni, lunedì per esempio? ragazza: Non lo so; dove?
Silvia: Impossibile! Lunedì ho molto da fare. ragazzo: A Milano. Il Foro Romano?
Mauro: Allora, martedì mattina. ragazza: Questo solo a Roma può essere.
Silvia: No! Sai che il martedì ho lezione all’uni- ragazzo: Perfetto. Ultima domanda: il Campanile di
versità. Giotto?
Mauro: Mercoledì? ragazza: A Firenze, al Duomo.
Silvia: Purtroppo non posso, ho un appuntamento. ragazzo: Brava! Non c’è male.
Mauro: Giovedì? Cosa devi fare giovedì pomerig-
gio?

161
UNITÀ 4 Valeria: Uffa, come sei pessimista! Vedrai che sarà
una bellissima giornata.
26. Quaderno degli esercizi
Claudio: Forse, ma prima voglio ascoltare il meteo
1.
alla radio.
Alberto: Valeria, cosa prendi?
Valeria: Non so... veramente ho un po’ di fame. For-
30. D2 (Previsioni del tempo)
se mangio qualcosa.
Alberto: Prendi un cornetto al cioccolato. Sono buo-
“Buonasera. Queste sono le previsioni per domani,
nissimi.
domenica 3 marzo: nuvolosità intensa su tutta la pe-
Valeria: Meglio di no, in genere cerco di evitare il
nisola. In particolare, nebbia al nord nelle prime ore
cioccolato.
del mattino, con possibilità di piogge nel pomeriggio.
Alberto: Beata te! Io non posso vivere senza ciocco-
Al centro piogge o temporali con graduale migliora-
lato. Allora, un panino?
mento. Al Sud nuvoloso o poco nuvoloso con possi-
Valeria: ...Sì! Per me un panino. ...Tu, invece, che
bilità di piogge. Venti moderati. Mari: molto mosso il
prendi?
Tirreno, mosso l’Adriatico. Temperature in diminu-
Alberto: Io non ho tanta fame. Prendo un cornetto e
zione.”
un cappuccio.
Valeria: Bene. Allora, un cornetto al cioccolato, un 31. Quaderno degli esercizi
cappuccino, un panino prosciutto cotto e
mozzarella e... una Coca cola. G Amore, oggi è il 10. Fra due settimane è Natale e
non abbiamo ancora deciso cosa fare!
2. l Come no?! Non andremo a sciare sulle Dolomiti?
Alessia: Ciao Giulio, ...scusa il ritardo. C’è così tan- G Di nuovo sulle Dolomiti? Ma ci siamo stati l’an-
to traffico! no scorso. Dai, perché quest’anno non andiamo a
Giulio: Non ti preoccupare, non importa. Dai, sie- Rio de Janeiro?
diti! Vuoi un caffè? l Rio de Janeiro? Ma scherzi?! Solo i biglietti aerei
Alessia: Non so... lo prendi anche tu? costeranno più di 3 mila euro.
Giulio: Io ho già preso il caffè a casa... magari G Ma no, che dici? Ho visto il dépliant di un’agen-
prendo una birra. zia specializzata in viaggi in Sud America e ho
Alessia: Beh, per me no. Preferisco un caffè. anche telefonato: volo più cinque notti in un al-
Giulio: Come lo bevi? bergo sul mare costano 1.490 euro a persona.
Alessia: Lungo. l Davvero!? Beh... è un prezzo ragionevole. Io, pe-
Giulio: Quanto zucchero? rò, a Natale non voglio andare al mare; io voglio
Alessia: Due cucchiaini. mangiare il panettone, fare regali, essere al ceno-
Giulio: Macchiato? ne di Capodanno con amici e parenti e, soprattut-
Alessia: No, no, grazie. to, sciare... Insomma, feste tradizionali.
Giulio: Torno subito. ...Signorina, un caffè lungo e G Ma dai, amore! Facciamo qualcosa di diverso! Tutti
una birra media, per favore. vanno a sciare a Natale, mentre quello che propon-
go io è un’esperienza completamente nuova!
UNITÀ 5 l Ma scusa, se a Natale andiamo al mare, ad agosto
29. D1 - Che tempo farà domani? che facciamo? Andiamo sulle Alpi a fare snow
board? Non lo so, Paola, vedremo...
Valeria: Allora domani che facciamo? Andiamo al
mare o no? UNITÀ 6
Claudio: Mah… non so! Fa ancora freddo. Sai che
33. C2 - Al ristorante
tempo farà domani?
Valeria: No, ma immagino che non pioverà. Oggi il Peter: Carino questo posto, mi piace molto.
tempo è molto bello. Non tira vento e non Grazia: Anche a me, infatti ci vengo spesso. È uno
c’è nemmeno una nuvola. dei più bei ristoranti della zona.
Claudio: Sì, d’accordo, ma secondo me non fa poi Peter: Mmh... cosa prendiamo? ...Ho una fame da
così caldo da andare al mare. Poi, se ti lupi!
ricordi, il fine settimana scorso è piovuto Grazia: Vediamo un po’ il menù. Hai bisogno di
all’improvviso. aiuto?
162
Peter: Eh... sì. Ci sono molte cose che non cono- 2.
sco. Cameriere: Avete scelto?
Grazia: Dunque... per primo ovviamente la pasta. Gianni: Sì, allora… per me i rigatoni.
Quale preferisci? Cameriere: Lei?
Peter: Come si chiama quel piatto che abbiamo Anna: Io prendo... le linguine. No, no, meglio
mangiato a casa tua l’altro ieri? le farfalle ai quattro formaggi.
Grazia: Tagliatelle ai funghi. Ma perché non provi Gianni: Il pollo all’aglio com’è?
qualcos’altro? Cameriere: Buono, ma un po’ piccante. Se vuole
Peter: Sì, hai ragione... Vediamo... gli spaghetti posso chiedere di mettere meno pepe.
alla carbonara sono buoni? Gianni: No, non importa, prendo le scaloppine ai
Grazia: A me piacciono molto. Io, però, stasera funghi.
prendo le lasagne... e per secondo la carne. Anna: Io, invece, vorrei il pollo.
E tu? Cameriere: Qualcos’altro?
Peter: Mah, non so. Che dici? Gianni: Non so, prendiamo un po’ di prosciutto?
Grazia: Prendi la bistecca ai ferri: ti piacerà. Io... Anna: No, è troppo. Meglio una caprese.
vorrei provare il vitello alle verdure che è Gianni: D’accordo!
una delle loro specialità. Cameriere: Bene, …e da bere? Un Chianti, un
Peter: Allora, possiamo ordinare? Ho proprio fa- Sangiovese?
me! Giuseppe: Ecco, un Sangiovese. Grazie.
Grazia: Sì, dai, ordiniamo. Per antipasto... prendia- Cameriere: Grazie a voi.
mo del prosciutto, va bene? Per contorno?
Peter: Mmh... un’insalata? UNITÀ 7
Grazia: Ecco, sì... un’insalata verde. E da bere? 36. C1 - Avevamo deciso di andare al cinema...
Peter: Mah, decidi tu!
Grazia: Beh, sentiamo anche il cameriere... Scusi, G Hai fatto bene a non venire con noi ieri: è stata
possiamo ordinare? una tragedia!
l Perché? Cos’è successo?
34. C6 (Menù) G Allora... Sofia ed io avevamo deciso di andare al
1. cinema, no? Lei, come al solito, ha invitato anche
Cameriere: Buongiorno… I signori hanno scelto? Laura.
Giuseppe: Quasi, io sono indeciso tra i rigatoni al l E che c’è di strano?
sugo e gli spaghetti al ragù. Cosa mi G Aspetta, non ho finito! Noi volevamo andare al-
consiglia? l’Astra a vedere l’ultimo film di Tornatore che
Cameriere: Sono tutti e due molto buoni, ma se Laura, però, aveva già visto.
vuole il mio parere, la specialità dello l E quindi?
chef sono le fettuccine ai funghi. G Abbiamo pensato di vedere una commedia di
Giuseppe: Dice? Mmh… va bene, per me le fettuc- Pieraccioni, ma secondo un amico di Laura, che
cine. Però, mi raccomando, al dente! era andato a vedere il film qualche giorno prima,
Cameriere: Certo. E per Lei signora? non era un granché.
Luisa: Per me le penne all’arrabbiata. l Allora niente film?
Cameriere: Ottima scelta. E per secondo? G Appunto! Hai capito?! Abbiamo dovuto ascoltare
Giuseppe: Io vorrei una bistecca, ben cotta per fa- il parere di qualcuno che neppure conoscevamo!
vore. Tu prendi il pollo, vero? Eppure le critiche che avevo letto io erano ottime.
Luisa: No, ho cambiato idea. Per me gli invol- l Insomma... alla fine, cosa avete fatto?
tini alla romana. G Siccome era tardi per lo spettacolo delle dieci e
Cameriere: Benissimo. Basta così o volete qualco- mezza, abbiamo deciso di andare a mangiare.
s’altro... un’insalata? Però abbiamo dovuto discutere mezz’ora prima di
Giuseppe: No, grazie… Da bere... una bottiglia di scegliere il locale perché Laura voleva andare in
acqua minerale naturale. un posto dove non era mai stata!
Cameriere: Va bene. Grazie. l Che tipo questa Laura!

163
38. Quaderno degli esercizi macchina. La posso aiutare?
l La ringrazio tanto! Di macchine non ci capisco
Carla: Andiamo al cinema stasera? niente!
Dino: Perché no? Solo che non so quale film an-
dare a vedere. Tu hai qualche idea? 4.
Carla: Ma non avevi detto che volevi vedere l’ul- G Ho finito. Hai bisogno di aiuto?
timo film di Verdone? l Come no?! Sai la risposta alla domanda numero 3?
Dino: Sì... ma secondo Mario non ne vale la pena.
Carla: Perché? 5.
Dino: Eh... dice che è una commedia come tante. G Ti vedo un po’ giù oggi. Posso fare qualcosa?
Carla: Allora, troviamo qualcos’altro. Hai un gior- l Grazie, non è niente. Sono solo di cattivo umore.
nale?
Dino: No, ma posso cercare in internet. Un atti- 6.
mo... allora... Milano online..., spettacoli... G Vado in centro, vuoi un passaggio?
cinema... Ecco: i film della settimana. l Grazie, molto gentile, ma prima devo passare da
Carla: Cosa danno? Carla.
Dino: Dunque... ah, è uscito il nuovo film di Tom
Cruise. 42. Quaderno degli esercizi
Carla: No, a me Tom Cruise non piace. Andiamo
avanti. Guido: Va be’, è uguale... poi quanto latte prendia-
Dino: Va be’... c’è un film d’azione con Orlando mo?
Bloom. Grazia: Uhm...non lo so; vedi un po’, quand’è che
Carla: Ma no, basta... ultimamente non vediamo scade?
altro che film d’azione! Guido: Aspetta, eh... il 21... cioè dopodomani...
Dino: Hai ragione. Poi... danno un film con Maria Grazia: ...dopodomani!? Allora prendiamone un
Grazia Cucinotta, che a me piace molto, lo litro. Possiamo sempre comprare il latte al
sai. bar sotto casa, no?
Carla: Che film è? Guido: Giusto! La mozzarella?
Dino: Vediamo! Qua ci sono anche le critiche: Grazia: No, ne abbiamo due. Perché piuttosto non
“...un film di forti sentimenti ... trama origi- prendiamo questo formaggio? Lo vorrei
nale ... bravissima la Cucinotta in un ruolo provare.
interessante”. Guido: Come vuoi. Io, invece, sono fedele ai miei
Carla: Beh, questo può andare, che dici? Kinder allo yogurt. Perché non li provi
Dino: Direi di sì. Almeno c’è la Cucinotta! qualche volta?
Grazia: Ma a me lo yogurt non piace molto. Solo
UNITÀ 8 quello alla frutta, ogni tanto. Poi... caffè ne
41. E1 - Ti posso aiutare? abbiamo?
1. Guido: Non credo... ehi, guarda! Lavazza è in of-
G Domani devo consegnare questa traduzione. Non ferta speciale. Che ne dici?
farò mai in tempo. Grazia: Va bene, prendiamolo.
l Ti posso aiutare? Guido: Cos’altro... olive... ci sono... funghi?
G No, grazie! Purtroppo non mi puoi aiutare. Grazia: Sono finiti: prendine due vasetti... Ah, il
sugo! Non abbiamo il sugo di pomodoro.
2. Guido: Cosa prendi di solito, Barilla o Star?
G E adesso? Come faccio a portare tutte queste bor- Grazia: Mah, dipende, vediamo anche il prezzo:
se a casa? Barilla 3 euro, Star 2 e 80. Beh... Barilla
l Vuoi una mano? Ne posso portare un paio io. però è più buono.
G Grazie! Meno male che ci sei tu! Guido: ...Vino?
Grazia: No, abbiamo ancora quello che hanno por-
3. tato i ragazzi... L’olio, piuttosto, è finito!
G Signora, sembra avere dei problemi con la Sua Proviamo questo biologico, che ne dici?

164
Guido: Eh, proviamolo! ...Andiamo un po’ al re- Anche questi mi piacciono.
parto detersivi? negoziante: Questi costano di meno: 220. E Le stan-
Grazia: Sì... ecco, detersivo per lavatrice: confezio- no anche molto bene.
ne da cinque chili in offerta; prendiamolo! cliente: Sì... però bisogna calcolare anche le
Guido: Sì, però tu lo compri, ma sono io che lo lenti da miopia, no? Quindi... devo tro-
porto a casa! vare un modello meno caro... Ecco,
Grazia: Uffa! Questa volta lo porto io! Allora, pren- anche questi Persol sono carini. Quanto
do una crema idratante... cos’altro? Oh! ...il costano?
gel per i capelli... ecco io ho finito. Tu vuoi negoziante: Lì siamo intorno ai 180 euro.
qualcos’altro? cliente: Allora ci siamo!
Guido: Sì: uno shampoo e un dentifricio. Basta
così? UNITÀ 10
Grazia: Sì. 50. F1 Gira a destra!
Guido: Ok! Allora andiamo alla cassa. a.
G Scusate, ragazzi, sapete dov’è la mensa?
UNITÀ 9 l Certo; va’ sempre dritto per un centinaio di metri,
46. Quaderno degli esercizi alla terza strada gira a destra e poi subito a sini-
stra. C’è una lunga fila fuori: non puoi sbagliare.
negoziante: Buongiorno! G Grazie tante!

cliente: Buongiorno!
negoziante: Posso aiutarla? b.
cliente: Uhm... vorrei un paio di occhiali. G Luca, sai dirmi dov’è il negozio di Sandra?
negoziante: Ha visto qualcosa in vetrina che Le pia- l Dunque... è abbastanza facile: prendi questa stra-
ce? da e va’ dritto; alla seconda traversa gira a sinistra
cliente: A dir la verità sono molto indecisa. e al primo incrocio a destra. All’angolo sulla tua
negoziante: Non importa. Troveremo sicuramente destra troverai il negozio.
qualcosa... Sta cercando occhiali da sole G Grazie!
o da vista?
cliente: Tutti e due. c.
negoziante: Quindi... due modelli, signorina? G Carla, sai dov’è la Libreria Italiana?
cliente: No... Volevo... chiedere: è possibile sce- l Ascolta: va’ sempre dritto fino a via Meridiana, la
gliere degli occhiali da sole e poi... ma- terza traversa. Poi gira subito a sinistra e ci sei;
gari mettere le lenti da miopia? non è difficile.
negoziante: Certo, è una cosa che si fa spesso. Al- G Grazie mille!
lora... cerchiamo un po’ tra i modelli da
sole. Che stile preferisce più o meno? 51. Quaderno degli esercizi
cliente: Hmm... non saprei. Magari grandi, con
la montatura in metallo. ragazza: Professore, posso chiederLe una cosa?
negoziante: Bene... ecco... questi qua, come Le sem- insegnante: Certamente.
brano? ragazza: Sa, visto che in estate avrò molto tempo
cliente: Mah, la montatura mi sembra un po’ libero, penso di cominciare a leggere del-
pesante. Vorrei... qualcosa di più leggero. le riviste italiane. Lei che ne pensa?
negoziante: Più leggeri? Allora... Le faccio vedere insegnante: Fai molto bene, anche se all’inizio non
questi modelli qui... sarà facile.
cliente: Ecco! Questi qua per esempio mi piac- ragazza: Cioè, non capirò proprio niente?
ciono molto. insegnante: Come no!? Però non ti aspettare di capi-
negoziante: Questo è uno degli ultimi modelli di Ar- re tutto. Sicuramente sarà un ottimo eser-
mani. cizio e imparerai tante cose sulla realtà
cliente: Si vede, è proprio bello! Quanto costa? italiana.
negoziante: Viene 260 euro senza le lenti. ragazza: Bene... allora, quali riviste mi consiglia?
cliente: 260?! Beh, un po’ cari! E questi Byblos? insegnante: Non so, dipende anche dai tuoi interessi.

165
Per esempio, Panorama e L’Espresso, li figlio: Sì, ma... sono tutte canzoni lente, tristi, dai!
conosci: sono i settimanali più noti. Lì padre: Ma scusami, per te la musica è solo quella ve-
puoi trovare di tutto: attualità, politica, loce, da discoteca? I testi non contano?
economia. La lingua però non è tanto fa- figlio: Certo che contano, ma anche i cantanti di og-
cile. gi dicono cose belle, magari lo fanno in modo
ragazza: Ho capito. Qualcosa di meno pesante? diverso... meno sentimentale. Prova ad ascol-
insegnante: ...Max è molto moderno, … Chi lo stes- tare Vita spericolata di Vasco o le canzoni
so. Ma usano un linguaggio giovanile degli Articolo 31...
che non è molto facile. Credo che ti pia- padre: Va be’, forse hai ragione... in fondo “de gusti-
ceranno. bus non est disputandum”...
ragazza: Riviste femminili?
insegnante: Certo: io ti consiglio anzitutto Donna
moderna che è abbastanza semplice.
Esce ogni settimana e si occupa un po’
di tutto: moda, costume, attualità ecc.
Lo stesso vale per Grazia.
ragazza: Perfetto! Che altro mi può suggerire?
insegnante: Vediamo... c’è il mensile Bell’Italia per
quanto riguarda i viaggi ecc., ... TV Sor-
risi e canzoni, con tutti i programmi te-
levisivi della settimana. Poi riviste di mo-
da come il mensile Vogue, ...di arreda-
mento come Abitare e... tante altre.

UNITÀ 11
54. Quaderno degli esercizi

padre: Ma come fai ad ascoltare queste canzoni?


Sembra musica della giungla!
figlio: Va be’, papà, ti prego, non cominciare! È solo
un cd di Jovanotti: musica rap con influenze
etniche.
padre: Ecco, vedi, ai miei tempi... quella sì che era
musica: italiana al cento per cento.
figlio: Italo-americana vuoi dire?
padre: Come italo-americana?! Il cielo in una stanza
di Gino Paoli, per esempio, ... oppure... Que-
sto piccolo grande amore di Baglioni, non so-
no italiane?
figlio: Sì, però Paoli cantava anche Sapore di sale,
che secondo me sembra una canzone ameri-
cana di quel periodo... per non parlare delle
prime canzoni di... di Celentano, di... Moran-
di...
padre: Non mi dire che non ti piace In ginocchio da
te di Morandi?! Oppure... Il ragazzo della
via Gluck di Celentano. ... E poi canzoni co-
me Anna, ... E penso a te di Battisti o ... che
ne so Piazza grande, L’anno che verrà di Lu-
cio Dalla, o le canzoni di Mina, di Venditti, di
Patty Pravo...

170
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità introduttiva
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di parole data e ricavatene un cartellino per parola
ritagliando lungo le linee tratteggiate. Suddividete la classe in gruppi e consegnate un mazzo di
parole ad ogni gruppo. Gli studenti dispongono i cartellini davanti a sè con la parte scritta rivolta
verso il basso. Al vostro via in ogni gruppo si girano cinque carte. Tutti leggono le parole e cercano
di memorizzarle fino al vostro stop che arriverà dopo circa 30 secondi. A questo punto le carte
vengono riposte da una parte con la scritta rivolta verso il basso. Adesso gli studenti hanno 30
secondi di tempo per scrivere le cinque parole. Al vostro stop sarà possibile controllare se le parole
sono state scritte in maniera giusta o meno. Si ottiene un punto per ogni parola corretta. Procedete
così per altre cinque volte, ovvero fino a quando tutte le 30 parole contenute in tabella saranno state
utilizzate. Naturalmente in ogni gruppo vince lo studente che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la lista di parole. Scegliete cinque parole a caso, osservatele per 30
secondi e poi coprite il foglio. Trascrivete le parole in un foglio, quindi controllate se le avete scritte
correttamente. Cancellate dalla lista le parole utilizzate e sceglietene altre cinque. Procedete così
fino a che avrete trascritto tutte le parole contenute nella lista. Quante su 30 ne avete scritte
correttamente?

Edizioni Edilingua
1
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

numeri panino chiave ragazzo buongiorno

americano siamo piacere maschile studente

macchina ristorante giovane famiglia fratello

avete diciotto cognome aggettivo settimana

compagno domanda quattro anni frase

immagine parola museo spaghetti zaino

Edizioni Edilingua
2
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità introduttiva
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di frasi sgrammaticate. Consegnatene una copia ad ogni
gruppo di tre o quattro studenti. Date qualche minuto di tempo per individuare l’errore e
correggerlo. Al termine, procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo ottiene un punto per
ogni frase corretta. Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la prima tabella contenente la lista di frasi sgrammaticate. Correggete le
frasi, quindi confrontatele con quelle della tabella “soluzioni”. Quante frasi su 20 avete corretto in
maniera giusta?

Soluzioni
Questi sono Gary e Bob. Ciao, io sono Gianna.
Sei americano? Tu sei spagnola?
Lei si chiama Carla. Maria ha due fratelli.
Paolo ha 11 anni. Quanti anni hai?
Hai tu le chiavi di casa? Io mi chiamo Andrea.
Lei è inglese. Noi siamo italiani.
Chi è questa ragazza? Io sono Sara.
Lui è australiano. Lui è Paolo.

Edizioni Edilingua
3
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Questi siamo Gary e Bob. Ciao, io è Gianna.

Siete americano? Tu sono spagnola?

Lei ti chiama Carla. Maria hanno due fratelli.

Paolo è 11 anni. Quanti hanni hai?

Avete tu le chiavi di casa? Io mi chiama Andrea.

Lei è inglesa. Noi siamo italiano.

Chi sei questa ragazza? Io essere Sara.

Lui è australiani. Lei è Paolo.

Edizioni Edilingua
4
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità introduttiva
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine,
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni frase corretta.
Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti,
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. a, 2. b, 3. a, 4. a, 5. c, 6. b, 7. b, 8. b, 9. c, 10. a, 11. b, 12. a, 13. c, 14. a, 15. b, 16. b, 17. a, 18.
c, 19. a, 20. b
Edizioni Edilingua
5
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. La 3ª lettera dell’alfabeto italiano è: 11. Il femminile plurale di inglese è:

a) c a) inglese
b) g b) inglesi
c) k c) inglesa
2. La lettera w: 12. L’articolo determinativo per la parola ragazzo è:
a) è in molte parole italiane e straniere
b) è esclusivamente in parole di origine non a) il
italiana b) lo
c) è esclusivamente in nomi di persona c) l’
3. Il plurale di gatto è: 13. Gli è il plurale:

a) gatti a) dell’articolo determinativo l’


b) gatte b) dell’articolo determinativo lo
c) gatta c) degli articoli determinativi lo e l’
4. Il singolare di giornali è: 14. L’articolo determinativo femminile plurale è:

a) giornale a) le
b) giornalo b) i
c) giornala c) la
5. Le parole maschili singolari che finiscono con –o 15. sei corrisponde a:
al plurale hanno:
a) –e a) 7
b) –a b) 6
c) –i c) 5
6. Le parole che finiscono con -e al singolare, al 16. La prima persona plurale di avere è:
plurale hanno:
a) –i al maschile e –e al femminile a) hanno
b) –i al maschile e femminile b) ho
c) –e al maschile e femminile c) abbiamo
7. Gli aggettivi femminili singolari che finiscono 17. Per chiedere il nome ad un compagno diciamo:
con –a, al plurale hanno:
a) –i a) Come ti chiami?
b) –e b) Come si chiami?
c) –o c) Come si chiama?
8. Il plurale di spagnolo è: 18. Per chiedere l’età ad un compagno diciamo:

a) spagnole a) Quanti anni ha?


b) spagnoli b) Quanti anni sei?
c) spagnola c) Quanti anni hai?
9. La seconda persona singolare di essere è: 19. Il numero 28 si scrive:

a) siamo a) ventotto
b) siete b) ventiotto
c) sei c) ventoto
10. Nel verbo essere sono identiche: 20. Con le lettere L-I-A-A-I-T scriviamo:

a) la prima persona singolare e la terza plurale a) taglia


b) la prima persona singolare e la prima plurale b) Italia
c) la prima e la terza persona singolari c) alati

Edizioni Edilingua
6
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 1
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la tabella e consegnatene una copia ad ogni gruppo di studenti.
Lasciate qualche minuto di tempo a disposizione per inserire le parole elencate in basso nella giusta
colonna. Al termine dovranno risultare quattro parole per colonna e quattro intrusi. Procedete con il
riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella e inserite le parole elencate in basso nella giusta colonna. Al
termine dovranno risultare quattro parole per colonna e quattro intrusi. Confrontate il vostro
risultato con la soluzione.

Soluzione:

il lavoro la persona la i saluti gli i


nazionalità occhi capelli

agenzia di intelligente americana buongiorno azzurri corti


viaggi

direttore speciale svizzera ciao castani biondi

colleghi bella italiana salve neri rossi

orario giovane straniera arrivederci verdi lunghi

intrusi: complimenti, centro, notizia, difficili

Edizioni Edilingua
7
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

il lavoro la persona la nazionalità i saluti gli occhi i capelli

italiana ciao centro notizia giovane svizzera agenzia di viaggi direttore castani
colleghi verdi salve orario intelligente lunghi americana buongiorno
complimenti bella arrivederci neri corti biondi straniera difficili rossi speciale azzurri

Edizioni Edilingua
8
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 1
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la tabella contenente le battute del dialogo a pagina 21 di Nuovo
Progetto italiano 1 e ritagliate lungo le linee tratteggiate in modo da ottenere un set di cartellini.
Dividete la classe in gruppi e consegnate un set di cartellini ad ogni gruppo di studenti. Date
qualche minuto di tempo per riordinare il dialogo. Al termine procedete con il riscontro in plenum
invitando gli studenti a confrontare il proprio risultato con il dialogo contenuto nel libro.

Per gli studenti: rimettete in ordine il dialogo riscrivendolo su un foglio. Controllate il vostro
lavoro confrontandolo con il dialogo presente a pagina 21 di Nuovo Progetto italiano 1.

Edizioni Edilingua
9
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

- Sì, in via Verdi.

- Grazie!

- No, per studiare. Sono qui da due giorni.

- Prego! Sei straniera, vero?

- A presto! Ciao!

- Chicago... e sei qui per lavoro?

- Grazie!

- Allora ben arrivata! Io mi chiamo Saverio.

- Scusa, per andare in centro?

- Piacere. Complimenti, parli bene l’italiano!

- ...In centro? Eh... prendi il 12 e scendi dopo quattro o cinque fermate...

- Ah... e abiti qui vicino?

- Io sono Jennifer, piacere.

- Davvero? Anch’io!

- Allora... a presto!

- Sì, sono americana, di Chicago.

Edizioni Edilingua
10
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 1
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine,
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni risposta esatta.
Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. c, 2. a, 3. a, 4. a, 5. b, 6. a, 7. a, 8. b, 9. c, 10. b, 11. b, 12. c, 13. a, 14. c, 15. b, 16. a, 17. b, 18.
a, 19. a, 20. a.

Edizioni Edilingua
11
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. La seconda persona singolare di lavorare è: 11. ArrivederLa è un saluto:

a) lavoro a) informale
b) lavora b) formale
c) lavori c) formale e informale
2. Il verbo finire è: 12. Quando incontro un amico dico:

a) un verbo in –isc a) Ci vediamo


b) un verbo irregolare b) Arrivederci
c) un verbo della seconda coniugazione c) Ciao
3. I verbi italiani si dividono in: 13. Normalmente i capelli possono essere:

a) tre coniugazioni a) biondi


b) due coniugazioni b) azzurri
c) quattro coniugazioni c) verdi
4. Il verbo dormire si coniuga: 14. Nel viso non abbiamo:

a) come aprire a) la fronte


b) come finire b) la bocca
c) come prendere c) il dito
5. L’articolo indeterminativo per amica è: 15. Il contrario di allegro è:

a) una a) gentile
b) un’ b) triste
c) un c) antipatico
6. L’articolo indeterminativo uno è: 16. Il contrario di alto è:

a) maschile singolare a) basso


b) femminile singolare b) giovane
c) maschile e femminile singolare c) brutto
7. Il femminile plurale di intelligente è: 17. Le due isole più grandi in Italia sono:

a) in –i a) la Sicilia e la Campania
b) in –e b) la Sicilia e la Sardegna
c) in –a c) la Sardegna e la Calabria
8. Gli aggettivi che finiscono in –e formano il 18. Roma è:
plurale in:
a) –i al maschile ed –e al femminile a) al centro
b) –i al maschile e al femminile b) al Sud
c) –e al maschile e –i al femminile c) al Nord
9. Il maschile singolare di difficili è: 19. Milano è in:

a) difficila a) Lombardia
b) difficilo b) Piemonte
c) difficile c) Veneto
10. Ciao è un saluto: 20. Quante regioni ci sono in Italia?

a) formale a) 20
b) informale b) 21
c) formale e informale c) 22

Edizioni Edilingua
12
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 2
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate qualche minuto di tempo a disposizione per creare delle coppie tra le parole della
lista e le loro definizioni. Procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella e create delle coppie tra le parole della lista e le loro
definizioni. Confrontate il vostro risultato con la soluzione.

Soluzione:

una conversazione tra due persone dialogo


il luogo dove andiamo per vedere un film cinema
uno spettacolo dove c’è soprattutto la musica concerto
i momenti dedicati ai nostri interessi personali tempo libero
un alimento con pasta, pomodoro e mozzarella pizza
la parte di una città intorno al centro periferia
il luogo dove andiamo a vedere una partita di calcio stadio
il mezzo che utilizziamo al posto delle scale ascensore
è una parte di casa che si trova all’esterno balcone
ci andiamo per dormire letto
i soldi che paghiamo ogni mese per abitare in una casa affitto
il numero uno di una lista primo
è di carta o elettronica e ci scriviamo i nostri programmi agenda
è lo strumento che segna il tempo orologio
un mezzo di trasporto urbano, spesso sotterraneo metrò
una cosa che dobbiamo fare impegno
un incontro con una persona appuntamento
il sabato e la domenica fine settimana

Edizioni Edilingua
13
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

appuntamento concerto

agenda letto

cinema impegno

balcone stadio

fine settimana affitto

metrò primo

periferia orologio

ascensore pizza

dialogo tempo libero

una conversazione tra due persone


il luogo dove andiamo per vedere un film
uno spettacolo dove c’è soprattutto la musica
i momenti dedicati ai nostri interessi personali
un alimento con pasta, pomodoro e mozzarella
la parte di una città intorno al centro
il luogo dove andiamo a vedere una partita di calcio
il mezzo che utilizziamo al posto delle scale
è una parte di casa che si trova all’esterno
ci andiamo per dormire
i soldi che paghiamo ogni mese per abitare in una casa
il numero uno di una lista
è di carta o elettronica e ci scriviamo i nostri programmi
è lo strumento che segna il tempo
un mezzo di trasporto urbano, spesso sotterraneo
una cosa che dobbiamo fare
un incontro con una persona
il sabato e la domenica
Edizioni Edilingua
14
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 2
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Nella tabella sono contenute dieci frasi. In ogni frase una o più parole sono scritte in
maiuscolo. Per ogni frase sono presenti 3 opzioni: si può lasciare la frase come è, oppure fare i
cambiamenti che vengono suggeriti. Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per decidere tra
le varie opzioni per ogni frase. Al termine procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la scheda. Nella tabella sono contenute dieci frasi. In ogni frase una o più
parole sono scritte in maiuscolo. Per ogni frase sono presenti 3 opzioni: si può lasciare la frase come
è, oppure fare i cambiamenti che vengono suggeriti. Decidete tra le varie opzioni quindi confrontate
i vostri risultati con la soluzione.

Soluzione: 1. b, 2. a, 3. c, 4. c, 5. a, 6. a, 7. b, 8. c, 9. c, 10. a

Edizioni Edilingua
15
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Frase n. 1 Che cosa fai PER tempo libero?


a La frase è corretta
b Cambia PER con NEL
c Cambia PER con IN
Frase n. 2 Qualche volta ESCO con gli amici.
a La frase è corretta
b Cambia ESCO con USCIO
c Cambia ESCO con ESCIO
Frase n. 3 La settimana prossima vado A Francia e A Spagna.
a La frase è corretta
b Cambia A con DA
c Cambia A con IN
Frase n. 4 Mi dispiace, purtroppo non PUOTO.
a La frase è corretta
b Cambia PUOTO con PUO
c Cambia PUOTO con POSSO
Frase n. 5 Che NE dici di andare a Venezia per il fine settimana?
a La frase è corretta
b Cambia NE con CI
c Cambia NE con TI
Frase n. 6 Sabato sera organizzo una festa A CASA MIA.
a La frase è corretta
b Cambia A CASA MIA con A MIA CASA
c Cambia A CASA MIA con ALLA MIA CASA
Frase n. 7 Il mio appartamento C’È un grande balcone.
a La frase è corretta
b Cambia C’È con HA
c Cambia C’È con È
Frase n. 8 Dove dovete ANDIAMO domani?
a La frase è corretta
b Cambia ANDIAMO con ANDATE
c Cambia ANDIAMO con ANDARE
Frase n. 9 Come passi il SUO tempo libero?
a La frase è corretta
b Cambia SUO con MIO
c Cambia SUO con TUO
Frase n. 10 Scusi signora, che ORE sono?
a La frase è corretta
b Cambia ORE con ORA
c Cambia ORE con L’ORA

Edizioni Edilingua
16
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 2
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni risposta
corretta. Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. b, 2. c, 3. a, 4. b, 5. a, 6. b, 7. a, 8. c, 9. a, 10. b, 11. a, 12. b, 13. b, 14. c, 15. a, 16. b, 17. a, 18.
a, 19. b, 20. c.
Edizioni Edilingua
17
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. Il verbo andare è: 11) La terza persona plurale di dovere è:

a) un verbo regolare a) devono


b) un verbo irregolare b) devvono
c) un verbo in –isc c) debono
2. La seconda persona singolare del verbo venire è: 12) Dopo il 10° abbiamo:

a) venghi a) l’undici
b) viene b) l’undicesimo
c) vieni c) l’undiesimo
3. La terza persona singolare del vero dare è: 13) Con il verbo andare e i nomi di città utilizziamo la
preposizione:
a) dà a) in
b) da b) a
c) dai c) da
4. La prima persona plurale di giocare è: 14) Con il verbo andare e i nomi di nazione utilizziamo
la preposizione:
a) giociamo a) da
b) giochiamo b) a
c) giochamo c) in
5. Il verbo pagare si coniuga come il verbo: 15) Il lunedì significa:

a) giocare a) ogni lunedì


b) sapere b) lunedì prossimo
c) dare c) qualche volta di lunedì
6. Per accettare un invito diciamo: 16) Si dice:

a) Purtroppo non posso. a) è il mezzogiorno


b) Con piacere! b) è mezzogiorno
c) Vieni? c) sono mezzogiorno
7. È un verbo modale: 17) Per chiedere l’ora possiamo dire:

a) volere a) Che ora è?


b) andare b) Che ore è?
c) dare c) Che ora sono?
8. I verbi modali sono seguiti da: 18) Il tram è simile:

a) una preposizione a) al treno


b) un sostantivo b) all’automobile
c) un infinito c) alla bicicletta
9. La prima persona singolare di volere è: 19) A Roma, Milano, Napoli e Genova:

a) voglio a) non ci sono autobus


b) vollio b) c’è il metrò
c) vuoglio c) tutti vanno in macchina
10. La terza persona singolare di potere è: 20) Convalidare un biglietto significa:

a) puoi a) mostrare un biglietto


b) può b) comprare un biglietto
c) puo c) timbrare un biglietto

Edizioni Edilingua
18
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 3
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate qualche minuto di tempo a disposizione per individuare per ogni parola l’unica
definizione sbagliata tra quelle presenti. Procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella e individuate per ogni parola l’unica definizione sbagliata tra
quelle presenti. Confrontate il vostro risultato con la soluzione.

Soluzioni:

scrivere
definizione sbagliata: è un verbo irregolare
(non è un verbo irregolare)
telefonare
definizione sbagliata: è un verbo della seconda coniugazione
(non è un verbo della seconda coniugazione ma della prima)
in
definizione sbagliata: è una preposizione articolata
(è una preposizione semplice)
dei
definizione sbagliata: si usa davanti a sostantivi che iniziano per vocale
(non si usa davanti a sostantivi che iniziano per vocale)
lampada
definizione sbagliata: è un sostantivo maschile
(non è un sostantivo maschile, ma femminile)
mio
definizione sbagliata: si usa spesso senza l’articolo determinativo
(si usa spesso con l’articolo determinativo)

Edizioni Edilingua
19
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

scrivere telefonare
è un verbo è un verbo
è un infinito è un infinito
è un verbo della seconda coniugazione è un verbo della seconda coniugazione
è un verbo irregolare è un verbo regolare
indica un modo di comunicare significa comunicare attraverso il telefono

in dei

è una preposizione è una preposizione


è una preposizione articolata è una preposizione articolata
si usa davanti a nomi di continenti è composta dalla preposizione semplice di +
si usa davanti a nomi di nazioni l’articolo i
si usa davanti a nomi di regioni si usa davanti a sostantivi che iniziano per
vocale
può essere usata come partitivo

lampada mio

è un sostantivo è un aggettivo
è un sostantivo singolare è un aggettivo possessivo
è un sostantivo maschile è maschile singolare
ha come articolo determinativo la si usa spesso senza l’articolo determinativo
indica un oggetto che illumina indica la proprietà

Edizioni Edilingua
20
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 3
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per individuare l’oggetto che normalmente
non si trova nei luoghi indicati. Al termine procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la scheda. Individuate l’oggetto che normalmente non si trova nei luoghi
indicati. Confrontate i vostri risultati con la soluzione.

Soluzioni:

in soggiorno normalmente non c’è la doccia


in cucina normalmente non c’è il letto
in camera da letto normalmente non ci sono i piatti
in classe normalmente non c’è il camino

Edizioni Edilingua
21
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Che cosa c’è in soggiorno?

c’è il camino c’è il televisore c’è il divano

ci sono i quadri c’è la doccia c’è la libreria

Che cosa c’è in cucina?

c’è il frigorifero ci sono i cassetti ci sono i piatti

c’è il forno c’è il letto ci sono i bicchieri

Che cosa c’è in camera da letto?

c’è l’armadio ci sono i piatti c’è il tappeto

c’è il letto c’è lo specchio ci sono le tende

Che cosa c’è in classe?

ci sono le penne c’è la lavagna c’è il camino

c’è la finestra ci sono i libri ci sono i quaderni

Edizioni Edilingua
22
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 3
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni risposta
corretta. Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. b, 2. a, 3. c, 4. a, 5. c, 6. b, 7. a, 8. c, 9. b, 10. c, 11. b, 12. a, 13. b, 14. c, 15. b, 16. c, 17. b, 18.
a, 19. b, 20. c
Edizioni Edilingua
23
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. Le preposizioni articolate sono composte da: 11. Per rispondere ad un ringraziamento possiamo dire:

a) preposizione semplice + articolo indeterminativo a) Ti ringrazio!


b) preposizione semplice + articolo determinativo b) Di niente!
c) preposizione semplice + aggettivo possessivo c) Grazie!
2. La preposizione articolata nel è composta da: 12. Dopo il mese di febbraio abbiamo il mese di:

a) in + il a) marzo
b) ne + il b) aprile
c) in + l’ c) gennaio
3. La preposizione articolata sulla è composta da: 13. Dopo l’estate arriva:

a) su + l’ a) la primavera
b) su + le b) l’autunno
c) su + la c) l’inverno
4. Si dice va...: 14. I mesi dell’inverno sono:

a) in biblioteca a) settembre, ottobre e novembre


b) a biblioteca b) marzo, aprile e maggio
c) nel biblioteca c) dicembre, gennaio e febbraio
5. Il plurale di un articolo indeterminativo si può 15. Il numero 1552 si scrive:
formare con:
a) l’articolo determinativo a) millecinquecentocinquedue
b) l’aggettivo b) millecinquecentocinquantadue
c) l’articolo partitivo c) millecinquecinquantadue
6. Vuoi dello zucchero? significa: 16. Il numero 3477 si scrive:

a) Vuoi molto zucchero? a) tremillequattrocentosettantasette


b) Vuoi un po’ di zucchero? b) tremilaquattrocentosessantasette
c) Vuoi poco zucchero? c) tremilaquattrocentosettantasette
7. Se il giornale è sopra il tavolino possiamo dire: 17. Il mittente è:

a) il giornale è sul tavolino a) la persona che riceve la lettera


b) il giornale è nel tavolino b) la persona che invia la lettera
c) il giornale è al tavolino c) la persona che legge la lettera
8. Davanti ad un aggettivo possessivo utilizziamo 18. Il destinatario è:
spesso:
a) l’articolo partitivo a) la persona che riceve la lettera
b) l’articolo indeterminativo b) la persona che invia la lettera
c) l’articolo determinativo c) la persona che legge la lettera
9. L’aggettivo possessivo mia è: 19. Un’interurbana è una telefonata:

a) maschile singolare a) nella stessa città


b) femminile singolare b) in un’altra città
c) femminile plurale c) in un’altra nazione
10. Per ringraziare una persona possiamo dire: 20. Il numero di Emergenza Sanitaria è il:

a) Prego! a) 112
b) Non c’è di che! b) 115
c) Grazie mille! c) 118
Edizioni Edilingua
24
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 4
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate qualche minuto di tempo a disposizione per ricomporre le frasi in disordine.
Procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella e cercate di ricomporre le frasi in disordine. Confrontate il
vostro risultato con la soluzione.

Soluzioni:
Abbiamo bevuto un caffè all’Antico Caffè Greco e verso le 9 di sera siamo andate in pizzeria.

Abbiamo ballato un sacco e siamo tornati a casa dopo le tre di notte.

Nel pomeriggio sono andato da Paola a guardare la TV e più tardi siamo andati al cinema.

Dopo cena abbiamo parlato un po’ e verso mezzanotte siamo andati a dormire.

Ho lavorato in un’agenzia di viaggi per due anni e adesso cerco un nuovo lavoro.

Oggi ho dovuto pranzare presto e adesso ho fame, quindi prendo un tramezzino.

Edizioni Edilingua
25
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

all’Antico pizzeria di caffè Abbiamo in Caffè e verso bevuto 9 sera siamo un le Greco andate

...............................................................................................................................................................................

un tornati le ballato siamo sacco a Abbiamo notte dopo tre di e casa

...............................................................................................................................................................................

la cinema sono più pomeriggio da a Nel guardare e Paola tardi siamo TV andato andati al

...............................................................................................................................................................................

dormire un cena a siamo abbiamo Dopo po’ e mezzanotte parlato verso andati

...............................................................................................................................................................................

un’ due lavoro Ho di viaggi cerco agenzia anni e in adesso un lavorato per nuovo

...............................................................................................................................................................................

quindi tramezzino e dovuto un presto adesso pranzare Oggi fame ho prendo ho

...............................................................................................................................................................................

Edizioni Edilingua
26
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 4
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per indicare quali sono le frasi che sarebbe
meglio NON utilizzare nelle situazioni indicate. Al termine procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la scheda. Individuate le frasi che sarebbe meglio NON utilizzare nelle
situazioni indicate. Confrontate i vostri risultati con la soluzione.

Soluzione:

Scusa, puoi stare un po’ zitto?


Non ricordo cosa ho fatto quel giorno perchè ero ubriaco.
Vorrei questo lavoro perchè non trovo niente di meglio.
Che noia... ancora non hai deciso cosa prendere?

Edizioni Edilingua
27
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

In ufficio con un collega


Allora, come hai passato il fine settimana?

Ciao, come va?

Scusa, mi puoi aiutare a scrivere una lettera?

Scusa, puoi stare un po’ zitto?

Con un agente di polizia


Posso essere utile?

Il 12 dicembre ho trascorso tutto il giorno con la mia ragazza.

Non ricordo cosa ho fatto quel giorno perché ero ubriaco.

Il pomeriggio sono andato in biblioteca.

Durante un colloquio di lavoro


Ho lavorato in un’agenzia di viaggi per circa un anno.

Vorrei questo lavoro perchè non trovo niente di meglio.

Mi sono laureato con il massimo dei voti.

Mi piace molto questo genere di lavoro.

Al bar
Che cosa prendi?

Che noia... ancora non hai deciso cosa prendere?

Vorrei un tramezzino con una coca cola.

Scusi, devo fare prima lo scontrino?

Edizioni Edilingua
28
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 4
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni frase corretta.
Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. c, 2. b, 3. b, 4. c, 5. c, 6. b, 7. a, 8. a, 9. c, 10. b, 11. b, 12. c, 13. a, 14. c, 15. b, 16. a, 17. c, 18.
a, 19. b, 20. c
Edizioni Edilingua
29
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. Il passato prossimo si forma con: 11. È corretto dire:

a) l’ausiliare essere e il participio passato a) al 1998


b) l’ausiliare avere e il participio passato b) nel 1998
c) l’ausiliare essere o avere e il participio passato c) a 1998
2. Le desinenze del participio passato sono: 12. La risposta corretta alla domanda Sei mai stato in
Spagna? può essere:
a) ato, oto, uto a) No, non lì sono mai stato
b) ato, uto, ito b) No, non qui sono mai stato
c)ato, eto, ito c) No, non ci sono mai stato
3. È corretto dire: 13. Ho già mangiato significa:

a) Carla è andato al cinema a) Ho mangiato


b) Carla è andata al cinema b) Ho mangiato ieri
c) Carla è andate al cinema c) Ho mangiato poco
4. L’ausiliare essere si usa: 14. Per chiedere ad una persona cosa vuole al bar
diciamo:
a) con i verbi transitivi a) Vorrei un panino
b) con il verbo dormire b) Che c’è?
c)con molti verbi di movimento c) Cosa prendi?
5. Il participio passato di dormire è: 15. Per ordinare qualcosa al bar diciamo:

a) dormuto a) Vorrei una grigliata di pesce


b) dormato b) Vorrei un panino
c) dormito c) Cosa prendiamo?
6. Il participio passato di fare è: 16. È corretto dire:

a) faciuto a) Ieri ho dovuto lavorare fino a tardi


b) fatto b) Ieri sono dovuto lavorare fino a tardi
c) fato c) Ieri sono lavorato fino a tardi
7. Il participio passato di venire: 17. Al bar lo scontrino è:

a) venuto a) il listino
b) venito b) la cassa
c) vento c) il conto
8. Il participio passato di vivere è: 18. Gli italiani...

a) vissuto a) bevono spesso il caffè al banco del bar


b) vivuto b) bevono sempre il caffè al tavolino
c) vivito c) bevono sempre il caffè al banco del bar
9. Il participio passato di dire è: 19. Il caffè macchiato è un caffè con:

a) dito a) molto zucchero


b) ditto b) un po’ di latte
c) detto c) cattivo
10. È corretto dire: 20. Gli italiani...

a) Al 18 gennaio 2009 a) producono molto caffè


b) Il 18 gennaio 2009 b) bevono il caffè solamente al bar
c) A 18 gennaio 2009 c) amano il caffè

Edizioni Edilingua
30
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 5
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate qualche minuto di tempo a disposizione per individuare le coppie di parole.
Procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella e individuate le coppie di parole. Confrontate il vostro risultato
con la soluzione.

Soluzione:

Natale – regali aereo – aeroporto biglietto – andata e ritorno

sole – sereno Capodanno – 1° gennaio temperatura – in aumento

Europa – continente coppia – 2 signore – signora

Grazie! – Prego! sito – Internet treno – stazione

futuro – semplice pioggia – nuvole Madrid - Spagna

Edizioni Edilingua
31
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Natale aereo biglietto sole Capodanno

temperatura Europa coppia signore Grazie!

sito treno futuro pioggia Madrid

signora Prego! nuvole regali in aumento

Spagna sereno continente semplice 2

andata e
aeroporto Internet 1° gennaio stazione
ritorno

Edizioni Edilingua
32
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 5
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per indicare quale casella contiene
l’elemento giusto per completare la frase precedente e segnarla con un cerchio. Al termine
procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la scheda. Individuate quale casella contiene l’elemento giusto per
completare la frase precedente e segnatela con un cerchio. Confrontate i vostri risultati con la
soluzione.

Soluzione: in, cercherò, saranno, avremo finito, vento

Edizioni Edilingua
33
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Partiremo ................ aereo il 21 dicembre per Madrid.

con per su in

Quest’anno ................ un nuovo lavoro.

cercherò cercerò cercarò cercharò

Non ho l’orologio, ma è molto che aspettiamo: ................ le tre!

saranno sono siamo Sarano

Non appena ................ l’Università faremo un lungo viaggio all’estero.

avremo finito saremo finiti avremmo finito avremo

Oggi il tempo non è molto bello: c’è troppo .................

neve vento pioggia nuvole

Edizioni Edilingua
34
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 5
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni risposta
corretta. Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. a, 2. c, 3. b, 4. a, 5. b, 6. c, 7. b, 8. a, 9. c, 10. c, 11. a, 12. c, 13. c, 14. c, 15. b, 16. a, 17. c, 18.
c, 19. b, 20. a

Edizioni Edilingua
35
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. Il futuro può essere: 11. Il futuro composto si riferisce ad un’azione:

a) semplice a) precedente ad un’altra azione futura


b) facile b) che segue un’altra azione futura
c) difficile c) contemporanea ad un’altra azione futura
2. La prima persona singolare del verbo tornare al 12. Per avere informazioni sul tempo atmosferico
futuro semplice è: possiamo chiedere:
a) tornarò a) Che tempo hai?
b) tornero b) Come fa il tempo?
c) tornerò c) Che tempo fa?
3. La terza persona singolare del verbo prendere al 13. Se il tempo non è bello possiamo dire:
futuro semplice è:
a) prendera a) Fa bel tempo
b) prenderà b) Fa tempo freddo
c) prenderai c) È brutto tempo
4. La terza persona plurale del verbo partire al 14. La festa religiosa più importante per gli italiani è:
futuro semplice è:
a) partiranno a) il Ferragosto
b) partirano b) il 6 gennaio
c) patiranno c) il Natale
5. Il verbo fare al futuro semplice è: 15. Per Natale le persone si fanno:

a) regolare a) gli scherzi


b) irregolare b) i regali
c) regolare e irregolare c) i fiori
6. La prima persona singolare del verbo andare al 16. Un sinonimo di valigie è:
futuro semplice è:
a) anderò a) bagagli
b) andarò b) sacchi
c) andrò c) pesi
7. La frase Quest’anno studierò di più è: 17. Il panettone è un dolce che si mangia:

a) un’ipotesi a) tutto l’anno


b) una promessa b) a Pasqua
c) una negazione c) a Natale
8. Il supplemento è: 18. I carnevali più famosi sono a:

a) il costo maggiore di un biglietto a) Roma e Firenze


b) un treno veloce b) Venezia e Genova
c) una tariffa ridotta in un biglietto c) Venezia e Viareggio
9. Un biglietto Roma – Milano / Milano –Roma è: 19. La Befana è:

a) un biglietto di andata a) una fata


b) un biglietto di ritorno b) una vecchietta buona
c) un biglietto di andata e ritorno c) una strega cattiva
10. Il futuro composto si forma con l’ausiliare: 20. L’Intercity e l’Eurostar sono treni:

a) essere a) veloci
b) avere b) internazionali
c) essere o avere c) locali

Edizioni Edilingua
36
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 6
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. La scheda contiene una serie di parole scritte alla rinfusa. Date agli studenti qualche
minuto di tempo per cercare di memorizzare le parole, dopodichè fatevi restituire le schede. In un
foglio gli studenti cercheranno di scrivere le parole che ricordano. Se volete trasformare l’attività in
una gara, il vincitore sarà la coppia o il gruppo che ha scritto più parole corrette. Procedete con il
riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella. La scheda contiene una serie di parole scritte alla rinfusa.
Avete qualche minuto di tempo per cercare di memorizzare le parole, dopodichè dovete mettere da
parte la scheda. In un foglio cercate di scrivere le parole che ricordate. Quante parole avete scritto
correttamente?

Edizioni Edilingua
37
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

figlio cena formaggio

cuore moglie bottiglia

forchetta contorno salato

lasagne olive fame

spuntino genitori colazione

marito piccante pentola

prosciutto fratello ristorante

burro madre pranzo

cugino coltello antipasto

bistecca cotto nonno

Edizioni Edilingua
38
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 6
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per completare le frasi scegliendo una delle
quattro preposizioni contenute nei riquadri in alto. Ogni frase completata correttamente vale 10
punti. Chi riesce a fare 100? Procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la scheda. Completare le frasi scegliendo una delle quattro preposizioni
contenute nei riquadri in alto. Ogni frase completata correttamente vale 10 punti. Riuscite a fare
100? Confrontate i vostri risultati con la soluzione.

Soluzione:
Questa sera resto a casa.

Non ho voglia di uscire.

Ieri sera siamo andati da Luigi.

Ci metti molto per preparare da mangiare?

Domani andremo a cena fuori.

Domenica scorsa abbiamo cenato in un ristorante molto carino.

Hai bisogno di aiuto?

Mio fratello è in Inghilterra per studiare.

A me piacciono molto i tortellini.

Sono appena uscita da scuola.

Edizioni Edilingua
39
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

DI A DA IN

Questa sera resto ..... casa.

Non ho voglia ..... uscire.

Ieri sera siamo andati ..... Luigi.

Ci metti molto per preparare ..... mangiare?

Domani andremo ..... cena fuori.

Domenica scorsa abbiamo cenato ..... un ristorante molto carino

Hai bisogno ..... aiuto?

Mio fratello è ..... Inghilterra per studiare.

..... me piacciono molto i tortellini.

Sono appena uscita ..... scuola.

Edizioni Edilingua
40
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 6
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni frase corretta.
Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. b, 2. c, 3. a, 4. c, 5. a, 6. a, 7. b, 8. c, 9. b, 9. b, 10. b, 11. a, 12. b, 13. c, 14. a, 15. b, 16. c, 17.


b, 18. b, 19. a, 20. a

Edizioni Edilingua
41
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. Il plurale dell’aggettivo possessivo tuo è: 11. La bruschetta è:

a) tui a) un antipasto
b) tuoi b) un primo
c) toi c) un contorno
2. Il femminile plurale dell’aggettivo possessivo 12. Fare uno spuntino significa:
nostro è:
a) nostri a) pranzare
b) nostra b) mangiare qualcosa di leggero e in poco tempo
c) nostre c) cenare
3. L’aggettivo possessivo loro al plurale è: 13. Davanti a spettacolo si usa:

a) loro a) quel
b) lori b) quell’
c) lore c) quello
4. Gli aggettivi possessivi prima dei nomi di parentela: 14. Ci vuole un’ora significa:
a) sono sempre preceduti dall’art. determinativo
b) non sono mai preceduti dall’art. determinativo a) è necessaria un’ora
c) spesso al sing. non sono preceduti dall’articolo b) ho bisogno di un’ora
determinativo c) tra un’ora
5. Si dice: 15. Il contrario di cotto è:

a) la mia sorellina a) scotto


b) mia sorellina b) crudo
c) la mia e mia sorellina (sono entrambi corretti) c) fresco
6. Cucchiaio, forchetta e coltello sono insieme: 16. Il cavatappi serve per:

a) posate a) aprire una scatola


b) pentole b) aprire un vaso
c) piatti c) aprire una bottiglia
7. Il tavolo su cui mangiamo normalmente è coperto 17. La grattugia si usa per:
da:
a) un tovagliolo a) la pasta
b) una tovaglia b) il formaggio
c) un vaso c) il pesce
8. Davanti a gli spaghetti diciamo: 18. La pizza Margherita ha preso il nome:

a) mi piace a) da un fiore
b) mi piaccio b) da una regina
c) mi piacciono c) da una cuoca
9. A me: 19. Negli spaghetti alla carbonara ci sono:

a) può stare solamente davanti al verbo a) le uova


b) ha una posizione libera nella frase b) le olive
c) può stare solamente dopo il verbo c) il peperoncino
10. La torta di mele è: 20. Non sono un tipo di pasta:

a) un secondo a) i gamberi
b) un dolce b) i fusilli
c) una pizza c) le farfalle
Edizioni Edilingua
42
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 7
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. La scheda contiene delle caselle che assomigliano ad una slot machine e contengono una
forma verbale (presente, passato prossimo ecc.), un pronome personale soggetto e un verbo
all’infinito. Nella riga sottostante gli studenti devono inserire il verbo coniugato al tempo e al
soggetto indicato. Procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella e individuate per ogni parola l’unica definizione sbagliata tra
quelle presenti. La scheda contiene delle caselle che assomigliano ad una slot machine e
contengono una forma verbale (presente, passato prossimo ecc.), un pronome personale soggetto e
un verbo all’infinito. Nella riga sottostante deve essere inserito il verbo coniugato al tempo e al
soggetto indicato. Confrontate il vostro risultato con la soluzione.

Esempio:

imperfetto tu prendere
prendevi

Soluzione:

imperfetto tu parlare
parlavi
futuro semplice io prendere
prenderò
presente noi fare
facciamo
passato prossimo lui leggere
ha letto
imperfetto voi dire
dicevate
presente loro dare
danno
trapassato prossimo tu andare
eri andato
imperfetto io essere
ero
futuro composto io finire
avrò finito
imperfetto voi dovere
dovevate

Edizioni Edilingua
43
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

imperfetto tu parlare

.....................
futuro semplice io prendere

.....................
presente noi fare

.....................
passato prossimo lui leggere

.....................
imperfetto voi dire

.....................
presente loro dare

.....................
trapassato prossimo tu andare

.....................
imperfetto io essere

.....................
futuro composto io finire

.....................
imperfetto voi dovere

.....................

Edizioni Edilingua
44
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 7
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Il compito consiste nell’individuare il “super-rovescio”, ovvero le coppie di parole che
hanno significato opposto. Ogni coppia vale 10 punti. Chi riesce a fare 100? Procedete con il
riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la scheda. Individuate il “super-rovescio”, ovvero le coppie di parole che
hanno significato opposto. Ogni coppia vale 10 punti. Riuscite a fare 100? Confrontate i vostri
risultati con la soluzione.

Soluzione:

libero occupato
migliore peggiore
amico nemico
matrimonio divorzio
futuro passato
alto basso
divertente noioso
bello brutto
fretta calma
caro economico

Edizioni Edilingua
45
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

libero divorzio

migliore basso

amico brutto

matrimonio economico

futuro nemico

alto calma

divertente peggiore

bello noioso

fretta occupato

caro passato
Edizioni Edilingua
46
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 7
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni risposta
corretta. Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti,
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. a, 2. b, 3. a, 4. b, 5. c, 6. b, 7. a, 8. b, 9. c, 10. a, 11. a, 12. c, 13. a, 14. c, 15. a, 16. c, 17. b, 18.
a, 19. b, 20. b
Edizioni Edilingua
47
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. Il verbo andare all’imperfetto indicativo è: 11. La prima persona singolare del verbo stare al
trapassato prossimo è:
a) regolare a) ero stato
b) irregolare b) avevo stato
c) modale c) era stato
2. La seconda persona singolare di leggere 12. Il trapassato prossimo può essere usato:
all’imperfetto indicativo è:
a) leevi a) solamente insieme al passato prossimo
b) leggevi b) solamente insieme all’imperfetto
c) legevi c) insieme a imperfetto o passato prossimo
3. La desinenza della terza persona plurale dei verbi 13. Se non condividiamo l’opinione di una persona
in -ire all’imperfetto indicativo è: diciamo:
d) -ivano a) Non sono d’accordo
e) -avano b) Sono d’accordo
f) -evano c) Non mi piace
4. Il verbo dire all’imperfetto indicativo è un verbo: 14. Per esprimere accordo possiamo dire:

a) regolare a) Non penso


b) irregolare b) Non è vero
c) modale c) È proprio vero
5. La prima persona singolare del verbo tradurre 15. Le frasi volevo andare al cinema e sono voluto
all’imperfetto indicativo è: andare al cinema:
a) traduvo a) sono entrambe corrette
b) tracevo b) sono entrambe sbagliate
c) traducevo c) la prima è corretta e la seconda è sbagliata
6. La desinenza della prima persona plurale dei verbi 16. Ha vinto un Oscar il regista italiano:
in -ere all’imperfetto indicativo è:
a) -evo a) Pieraccioni
b) -evamo b) Moretti
c) -evate c) Salvatores
7. Per un’azione passata abituale-ripetuta 17. Il postino è un film con:
utilizziamo:
a) l’imperfetto a) Benigni
b) il passato prossimo b) Troisi
c) entrambi c) Sordi
8. Per due azioni contemporanee al passato 18. Ha vinto il premio Oscar l’attrice italiana:
utilizziamo:
a) il passato prossimo per entrambe a) Anna Magnani
b) l’imperfetto per entrambe b) Ornella Muti
c) il passato prossimo e l’imperfetto c) Monica Bellucci
9. Il trapassato prossimo si coniuga con: 19. La dolce vita è un film di:

a) l’ausiliare essere a) Visconti


b) l’ausiliare avere b) Fellini
c) l’ausiliare essere o avere c) De Sica
10. Il trapassato prossimo si usa per un’azione 20. Il neorealismo indica un genere di film italiani:
passata che avviene:
a) prima di un’altra azione passata a) del presente
b) dopo un’altra azione passata b) del passato
c) prima di un’altra azione presente c) del futuro
Edizioni Edilingua
48
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 8
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di studenti. Lasciate qualche minuto di tempo a
disposizione per completare le frasi scegliendo quelle adatte e corrette tra le espressioni date. Procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella e completate le frasi scegliendo quelle adatte e corrette tra le espressioni date. Confrontate il vostro risultato
con la soluzione.

Soluzione:

Io compro sempre i biscotti del Mulino Bianco perché a Sergio piacciono tanto.

Beppe ha preso il mio motorino due ore fa e non è ancora tornato!

Mauro, stasera purtroppo non ti posso accompagnare alla festa.

Alessia e Fabrizio non mi hanno invitata al loro matrimonio mentre io li avevo invitati al mio.

Ma tu come fai a sapere tutte queste cose?

Dopo la lezione voglio andare a quel nuovo ipermercato fuori città a fare la spesa.

Signorina, mi dispiace ma non posso aiutarLa.

Ce l’hai la lista della spesa, vero?

Edizioni Edilingua
49
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Io compro sempre i biscotti del Mulino Bianco perché a Sergio ...................... tanto.

Beppe ha preso il mio motorino ...................... e non è ancora tornato!

Mauro, stasera purtroppo ...................... accompagnare alla festa.


Alessia e Fabrizio non mi hanno invitata al loro matrimonio mentre io ...................... al
mio.
Ma tu ...................... a sapere tutte queste cose?

Dopo la lezione voglio andare a quel nuovo ipermercato fuori città ...................... .

Signorina, mi dispiace ma ...................... .

...................... la lista della spesa, vero?

Edizioni Edilingua
50
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Ci l’hai due fa ore l’avevo invitati

piace a spesa

non posso aiutare La

che fai fa due ore

fa ore due Ce hai

gli piacciono non possoti piacciono

avevo li invitati

per fare spesa come fai

ti non posso non posso La aiutare

La non posso aiutare

Ce l’hai perché fai l’avevo invitato

non ti posso Ce li hai

quando fai a spesare non posso ti

non posso aiutarLa

a fare la spesa due ore fa

gli piace li avevo invitati

Edizioni Edilingua
51
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 8
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda. Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per
leggere il dialogo tra Rosa e Monica a pagina 126 quindi invitateli a chiudere il libro e consegnate
una copia della scheda ad ogni gruppo o coppia di studenti. Il compito consiste nel completare le
parti mancanti del dialogo. Procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: rileggete il dialogo tra Rosa e Monica a pagina 126. Stampate la scheda e a libro
chiuso completate le parti mancanti del dialogo. Confrontate i vostri risultati con il dialogo nel
libro.

Edizioni Edilingua
52
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Rosa: Pronto?

Monica: Ciao Rosa, ..................... .Come va?

Rosa: Buongiorno, Monica, bene... e tu?

Monica: Senti, ho bisogno del tuo ......................

Rosa: Che c’è?

Monica: Sai... ha visto un bellissimo ..................... in quel negozio in via Frattina.

Rosa: E io che c’entro?

Monica: Siccome oggi c’è ..................... dei mezzi pubblici e dei taxi... ecco... per caso
mi puoi accompagnare?

Rosa: Scusami, Monica, ma oggi non posso portarti da nessuna parte. Magari
......................

Monica: Ma devo assolutamente ..................... oggi! Domani c’è il matrimonio di


Alessia!

Rosa: Mi dispiace davvero, ma oggi non posso proprio accompagnarti. Dopo la lezione
voglio andare a quel nuovo ..................... fuori città a fare la spesa. Ho il
frigorifero vuoto!

Monica: Mmm... Ho capito, non importa. Proverò a ..................... Matteo. Grazie lo


stesso e... a presto!

Edizioni Edilingua
53
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 8
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni risposta
corretta. Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti,
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. a, 2. c, 3. b, 4. a, 5. b, 6. b, 7. a, 8. a, 9. c, 10. b, 11. c, 12. b, 13. a, 14. c, 15. b, 16. c, 17. c, 18.
b, 19. c, 20. b
Edizioni Edilingua
54
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. Il pronome diretto di terza persona femminile 11. Per offrire collaborazione posso dire:
singolare è:
a) la a) Ti aiuto
b) lo b) Aiuto
c) le c) Ti posso aiutare?
2. La risposta alla domanda Chi prende il gelato? è: 12. Per accettare un’offerta di aiuto posso dire:

a) Li prendo io a) Sì
b) La prendo io b) Grazie, sei molto gentile
c) Lo prendo io c) Grazie, meglio di no
3. I pronomi diretti sostituiscono: 13. Il pronome diretto lo con un verbo modale può
stare:
a) tutti i complementi a) davanti al verbo modale
b) il complemento oggetto b) tra il verbo modale e l’infinito
c) il soggetto c) all’inizio della frase
4. Per esprimere gioia possiamo dire: 14. Posso dire:

a) Che bella notizia! a) Puoi mi accompagnare?


b) Che peccato! b) Puoi accompagnare mi?
c) Che noia! c) Mi puoi accompagnare?
5. Alla domanda Quanti caffè bevi al giorno? Posso 15. Alla domanda Hai la carta di credito? Posso
rispondere: rispondere:
a) Li bevo due a) Sì, l’ho
b) Ne bevo due b) Sì, ce l’ho
c) Vi bevo due c) Sì, ce li ho
6. La desinenza della prima persona plurale dei verbi 16. In panetteria non posso comprare:
in -ere all’imperfetto indicativo è:
a) -evo a) il dolce
b) -evamo b) il panino
c) -evate c) il gelato
7. Il pronome ne sostituisce: 17. Dal fruttivendolo non posso comprare:

a) un oggetto diretto a) le ciliegie


b) un soggetto b) il sedano
c) un kg o un numero c) il bagnoschiuma
8. Se usiamo i pronomi diretti, al passato prossimo 18. La migliore mozzarella è fatta con il latte di:
dobbiamo accordare:
a) il participio passato a seconda del pronome a) pecora
b) l’ausiliare a seconda del pronome b) bufala
c) il soggetto a seconda del pronome c) mucca
9. Alla domanda Hai invitato Alessia? Posso 19. Il “re” dei formaggi è:
rispondere:
a) Sì, l’ho invitato a) il pecorino
b) Sì, ne ho invitata una b) il gorgonzola
c) Sì, l’ho invitata c) il parmigiano
10. Se usiamo i pronomi diretti di terza persona 20. Un prosciutto italiano molto famoso è quello di:
plurale con il passato prossimo, non possiamo:
a) utilizzarli con il verbo avere a) Pavia
b) utilizzarli con l’apostrofo b) Parma
c) utilizzarli davanti al verbo c) Palermo
Edizioni Edilingua
55
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 9
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate qualche minuto di tempo a disposizione per individuare le parole che possono
essere associate ai tre indizi forniti, scegliendo tra quelle date alla rinfusa. Procedete con il
riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella e individuate le parole che possono essere associate ai tre
indizi forniti, scegliendo tra quelle date alla rinfusa. Confrontate il vostro risultato con la soluzione.

Soluzione:

sarto nome famoso stilista

negozio persona consiglio commessa

gente musica sera festa

negozio strada esposizione vetrina

piedi pelle comode scarpe

misura vestito 42 taglia

jeans uomo lunghi pantaloni

mani freddo lana guanti

Edizioni Edilingua
56
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

sarto nome famoso

negozio persona consiglio

gente musica sera

negozio strada esposizione

piedi pelle comode

misura vestito 42

jeans uomo lunghi

mani freddo lana

pantaloni guanti

commessa scarpe

vetrina festa

stilista taglia

Edizioni Edilingua
57
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 9
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per indicare tra le due possibilità date
quella giusta per ogni frase. Al termine procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la scheda. Indicate tra le due possibilità date quella giusta per ogni frase.
Confrontate i vostri risultati con la soluzione.

Soluzione:

Ma cos’hai, non ti senti bene?


Hai fatto di nuovo le ore piccole, eh?
Vi siete fermati a Piazza Navona?
La posso provare?
Questo modello va molto di moda quest’anno.
Accettate carte di credito?
A che ora ci possiamo vedere oggi?
Mi sono dovuto svegliare presto stamattina.
Ecco il cappotto che mi piace: che ne pensi?

Edizioni Edilingua
58
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Ma cos’hai, non ................. senti bene?

TI VI
Hai fatto di nuovo le ore ................. eh?

TARDE PICCOLE
................. siete fermati a Piazza Navona?

VI CI
La ................. provare?

POSSO VOGLIO
Questo modello ................. molto di moda quest’anno.

FA VA
Accettate ................. di credito?

CARTE SCHEDE
................. che ora ci possiamo vedere oggi?

FRA A
Mi sono ................. svegliare presto stamattina.

AVUTO DOVUTO
Ecco il cappotto che mi piace: che ................. pensi?

NE LE
A Bologna ................. si diverte senza spendere tanto.

CI SI

Edizioni Edilingua
59
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 9
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni RISPOSTA
corretta. Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. c, 2. a, 3. c, 4. c, 5. c, 6. b, 7. c, 8. a, 9. b, 10. a, 11. c, 12. a, 13. b, 14. c, 15. a, 16. c, 17. a, 18.
b, 19. a, 20. b
Edizioni Edilingua
60
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. Il verbo pettinarsi è un verbo: 11. Un sinonimo di maglione è:

a) modale a) maglietta
b) irregolare b) t-shirt
c) riflessivo c) pullover
2. I pronomi riflessivi singolari sono: 12. Possiamo dire:

a) mi, ti, si a) Mi sono dovuto svegliare presto


b) me, te, se b) Sono mi dovuto svegliare presto
c) lo, la, li c) Sono dovuto mi svegliare presto
3. Sposarsi è un verbo: 13. Per chiedere un parere posso dire:

a) irregolare a) Che pensi?


b) riflessivo b) Che ne pensi?
c) reciproco c) Cosa che ne pensi?
4. Posso dire: 14. Per esprimere un parere posso dire:

a) Ci noi incontriamo spesso a) Penso che dia ...


b) Noi incontriamo ci spesso b) Penso che ha ...
c) Noi ci incontriamo spesso c) Penso che sia ...
5. Posso dire: 15. Dopo l’espressione È possibile... posso utilizzare:

a) Patrizia si è innamorato a) un verbo all’infinito


b) Patrizia si ha innamorato b) un verbo al presente
c) Patrizia si è innamorata c) un verbo al passato prossimo
6. Il soggetto della frase Si sono conosciute 16. Ha lo stesso significato di Uno si diverte molto:
all’Università può essere:
a) Carla e Luigi a) Si si diverte molto
b) Carla e Giovanna b) Si ci diverte molto
c) Luigi e Luca c) Ci si diverte molto
7. Posso dire: 17. Possiamo dire che:

a) Ieri sera sono mi addormentato presto a) gli italiani amano vestire bene
b) Ieri sera sono addormentatomi presto b) gli italiani non amano vestire bene
c) Ieri sera mi sono addormentato presto c) gli italiani vestono sempre bene
8. Per chiedere il prezzo di un oggetto possiamo 18. Dolce e Gabbana sono stilisti:
dire:
a) Quanto costa? a) classici
b) Quanto? b) moderni
c) Costa? c) per bambini
9. Per chiedere la misura di un vestito posso dire: 19. La Benetton è diventata famosa anche per merito:

a) Quanto è grande? a) della pubblicità provocatoria


b) Che taglia è? b) dei colori provocatori
c) Quanto misura? c) dei modelli provocatori
10. Il contrario di stretto è: 20. Bulgari è un nome famoso nel settore:

a) largo a) scarpe
b) grande b) oro e gioielli
c) vasto c) mobili e accessori per la casa

Edizioni Edilingua
61
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 10
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate qualche minuto di tempo a disposizione per ricostruire le parole usando la
definizione e le lettere alla rinfusa. L’iniziale di ogni parola ricostruita serve ad individuare la
parola misteriosa finale. Procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la tabella e ricostruite le parole usando la definizione e le lettere alla
rinfusa. L’iniziale di ogni parola ricostruita serve ad individuare la parola misteriosa finale.
Confrontate il vostro risultato con la soluzione.

Soluzione:
un incontro di calcio tra Inter e Juventus: partita
un uomo che abita a Roma: romano
è formata da 60 minuti: ora
il contrario di “andare dritto”: girare
un giornale con foto e illustrazioni : rivista
spostarsi da un luogo ad un altro: andare
la ricopre il guanto: mano
una cosa che appartiene a me: mia
serve per ricevere i programmi di radio e TV: antenna

La parola misteriosa è: programma

Edizioni Edilingua
62
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

un incontro di calcio tra Inter e Juventus


iaarttp
_ _ _ _ _ _ _

un uomo che abita a Roma


mranoo
_ _ _ _ _ _

è formata da 60 minuti
oar
_ _ _

il contrario di “andare dritto”


rgiear
_ _ _ _ _ _

un giornale con foto e illustrazioni


siitrav
_ _ _ _ _ _ _

spostarsi da un luogo ad un altro


ndeaar
_ _ _ _ _ _

la ricopre il guanto
aomn
_ _ _ _

una cosa che appartiene a me


iam
_ _ _

serve per ricevere i programmi di radio e TV


tananne
_ _ _ _ _ _ _

La parola misteriosa è: _ _ _ _ _ _ _ _ _

Edizioni Edilingua
63
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 10
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per indicare quella giusta tra le quattro
definizioni date per ogni parola. Al termine procedete con il riscontro in plenum.

Per gli studenti: stampate la scheda. Indicate quella giusta tra le quattro definizioni date per ogni
parola. Confrontate i vostri risultati con la soluzione.

Soluzione:
La parola trasmissione può significare: programma
La parola problema può significare: difficoltà
La parola favore può significare: piacere
La parola puntata può significare: episodio
La parola conduttore può significare: presentatore
La parola ordine può significare: comando

Edizioni Edilingua
64
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1
La parola trasmissione può significare:

rete
canale
programma
messaggio

2
La parola problema può significare:

caso
difficoltà
dolore
incidente

3
La parola favore può significare:

mano
denaro
soluzione
piacere

4
La parola puntata può significare:

episodio
sezione
metà
punta

5
La parola conduttore può significare:

canale
presentatore
signore
attore

6
La parola ordine può significare:

pulito
militare
regola
comando

Edizioni Edilingua
65
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 10
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni risposta
corretta. Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. b, 2. a, 3. b, 4. c, 5. a, 6. c, 7. b, 8. c, 9. a, 10. b, 11. b, 12. b, 13. c, 14. b, 15. c, 16. b, 17. a, 18.
b, 19. a, 20. b
Edizioni Edilingua
66
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. Il pronome indiretto di terza persona femminile 11. La seconda persona plurale del verbo leggere
singolare è: all’imperativo negativo è:
a) gli a) non leggere
b) le b) non leggete
c) la c) non leggiamo
2. Il pronome indiretto di terza persona maschile 12. Con l’imperativo diretto i pronomi possono stare:
plurale è:
a) gli a) davanti al verbo
b) lo b) in coda attaccati al verbo
c) li c) in coda staccati dal verbo
3. Posso dire: 13. Con l’imperativo negativo i pronomi possono
stare:
a) Le ho portata fortuna a) solamente davanti al verbo
b) Le ho portato fortuna b) solamente in coda al verbo
c) Le ho portate fortuna c) davanti o in coda al verbo
4. Posso dire: 14. La seconda persona singolare del verbo dare
all’imperativo diretto è:
a) I programmi di ieri non mi sono piaciuto a) da
b) I programmi di ieri non mi hanno piaciuto b) da’
c) I programmi di ieri non mi sono piaciuti c) dai
5. Per chiedere qualcosa in prestito posso dire: 15. In alternativa a di’ a lei posso dire:

a) Mi presti il tuo dizionario? a) dile


b) Dammi il tuo dizionario b) digli
c) Mi restituisci il mio dizionario? c) dille
6. Per chiedere un favore posso dire: 16. La prima persona plurale del verbo stare
all’imperativo diretto è:
a) Aiuto a) stamo
b) Mi risolvi il problema? b) stiamo
c) Mi fai un piacere? c) stammi
7. I pronomi indiretti con i verbi modali possono 17. Per dire ad un amico di continuare sempre sulla
essere: stessa strada possiamo dire:
a) tra il verbo modale e l’infinito a) Va’ sempre dritto
b) davanti al verbo modale o attaccati all’infinito b) Vada sempre dritto
c) solamente davanti al verbo modale c) Vai al primo incrocio
8. La seconda persona singolare del verbo parlare 18. Sanremo è:
all’imperativo diretto è:
a) parli a) un fiore
b) parlo b) un festival
c) parla c) una grande città
9. La seconda persona plurale del verbo finire 19. La televisione nazionale italiana si chiama:
all’imperativo diretto è:
a) finite a) RAI
b) finiscite b) ARI
c) finisciamo c) RIA
10. La seconda persona singolare del verbo leggere 20. I quotidiani più diffusi in Italia sono:
all’imperativo negativo è:
a) non leggi a) La Nazione e Il Messaggero
b) non leggere b) la Repubblica e Il Corriere della Sera
c) non leggete c) L’Unità e Il Mattino

Edizioni Edilingua
67
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 11
Il gioco
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate qualche minuto di tempo per cercare di comporre almeno 4 parole per ogni
schema di lettere dato. Naturalmente sono possibili soluzioni diverse. Procedete con il riscontro in
plenum, controllando che tutte le parole composte siano effettivamente esistenti!

Per gli studenti: stampate la tabella e cercate di comporre almeno 4 parole per ogni schema di
lettere dato. Naturalmente sono possibili soluzioni diverse. Con l’aiuto di un dizionario controllate
se le parole composte sono effettivamente esistenti!

Soluzioni possibili:

N O C concerto
T P O con
R E C nero
treno

Z O N canzone
N A C zio
E I P anno
cane

O I R desiderio
D I E riso
S E D dire
io

E I L biglietto
T O T etto
G I B gelo
lieto

Edizioni Edilingua
68
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

N O C ........................................

........................................
T P O
........................................

R E C ........................................

........................................
Z O N
........................................
N A C
........................................

E I P ........................................

O I R ........................................

........................................
D I E
........................................

S E D ........................................

E I L ........................................

........................................
T O T
........................................

G I B ........................................

Edizioni Edilingua
69
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 11
La pratica
Per gli insegnanti: fotocopiate la scheda e consegnatene una copia ad ogni gruppo o coppia di
studenti. Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per ricomporre le frasi riguardanti i vari
dialoghi dell’unità 11, scegliendo tra le varie opzioni date. Al termine procedete con il riscontro in
plenum.

Per gli studenti: stampate la scheda. Ricomponete le frasi riguardanti i vari dialoghi dell’unità 11,
scegliendo tra le varie opzioni date. Confrontate i vostri risultati con la soluzione.

Soluzione:
Domenica prossima c’è il “Concerto delle Stelle”
Simone ha trovato i biglietti
Angela vuole portare un’amica
L’amica di Angela va matta per Vasco Rossi

Lisa ha voglia di fare un giro in centro


Vorrebbe dare un’occhiata alle vetrine
Lisa è da un po’ che non fa spese
Gianni invece propone di andare a mangiare in un bel posto

Laura pensa che dovrebbe perdere qualche chilo


Vera consiglia a Laura di cominciare una dieta
Laura dice che sta sempre a dieta senza risultati
Vera le propone di iscriversi in palestra

Simone racconta di aver litigato con Laura


Dario gli chiede se vuole risolvere la situazione
Simone dice di sentirsi offeso
Dario gli chiede che fine hanno fatto i biglietti

Edizioni Edilingua
70
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Domenica prossima c’è ...............................

Simone ha trovato ...............................

Angela vuole portare ...............................

L’amica di Angela va matta per ...............................

un’amica Vasco Rossi


il “Concerto delle Stelle” i biglietti

Lisa ha voglia di fare un giro ...............................

Vorrebbe dare un’occhiata alle ...............................

Lisa è da un po’ che non fa ...............................

Gianni invece propone di andare a mangiare in ...............................

un bel posto spese


in centro vetrine

Laura pensa che dovrebbe perdere ...............................

Vera consiglia a Laura di cominciare ...............................

Laura dice che sta sempre a dieta senza ...............................

Vera le propone di iscriversi ...............................

una dieta in palestra


qualche chilo risultati

Simone racconta di aver litigato ...............................

Dario gli chiede se vuole risolvere ...............................

Simone dice di sentirsi ...............................

Dario gli chiede che fine hanno fatto ...............................

con Laura i biglietti


offeso la situazione
Edizioni Edilingua
71
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

Unità 11
Il quiz
Per gli insegnanti: fotocopiate la lista di domande e consegnatene una copia ad ogni gruppo o
coppia di studenti. Date qualche minuto di tempo per rispondere ai vari quesiti. Al termine
procedete con il riscontro in plenum. Ogni gruppo o coppia ottiene un punto per ogni frase corretta.
Naturalmente vince il gruppo che ha accumulato il punteggio maggiore.

Per gli studenti: stampate la tabella contenente la lista di domande. Rispondete ai vari quesiti
quindi confrontate le vostre risposte con le soluzioni. A quante domande su 20 avete risposto
correttamente?

Soluzione: 1. c, 2. a, 3. c, 4. b, 5. c, 6. c, 7. b, 8. c, 9. b, 10. c, 11. c, 12. b, 13. c, 14. a, 15. b, 16. c, 17. c, 18.
a, 19. c, 20. b
Edizioni Edilingua
72
Nuovo Progetto italiano 1 – Attività extra e ludiche

1. La prima persona singolare del verbo cantare al 11. La seconda persona plurale del verbo guardare al
condizionale semplice è: condizionale composto è:
a) cantarei a) avete guardato
b) canterie b) avrete guardato
c) canterei c) avreste guardato
2. La prima persona plurale del verbo mangiare al 12. Per esprimere un desiderio non realizzato nel
condizionale semplice è: passato posso dire:
a) mangeremmo a) sono rimasta, ma era tardi
b) mangieremmo b) sarei rimasta, ma era tardi
c) mangieremo c) rimarrei, ma è tardi
3. La terza persona singolare del verbo finire al 13. Per esprimere il futuro nel passato utilizziamo:
condizionale semplice è:
a) firebbe a) il condizionale semplice
b) finiscerebbe b) il condizionale semplice o composto
c) finirebbe c) il condizionale composto
4. I verbi modali al condizionale semplice sono: 14. Posso dire:

a) regolari a) ero sicuro che ci saresti andato


b) irregolari b) ero sicuro che ci vai
c) singolari c) sono sicuro che ci eri andato
5. La terza persona plurale del verbo essere al 15. Per dare un consiglio non più realizzabile posso
condizionale semplice è: dire:
a) sanno a) spendi di meno
b) esseranno b) avresti dovuto spendere di meno
c) sarebbero c) spenderesti di meno
6. Per esprimere un desiderio posso dire: 16. Uno strumento musicale simile al pianoforte:

a) mi piace a) chitarra
b) mi piacerà b) batteria
c) mi piacerebbe c) tastiera
7. Per chiedere qualcosa in modo gentile posso dire: 17. ’O sole mio appartiene al genere della musica:

a) chiudi la porta? a) lirica


b) potresti chiudere la porta? b) pop
c) hai chiuso la porta, per favore? c) napoletana
8. Per dare un consiglio posso dire: 18. Vita spericolata è una canzone di:

a) vai all’università a) Vasco Rossi


b) non vai all’università b) Eros Ramazzotti
c) io, al posto tuo, andrei all’università c) Zucchero
9. Per esprimere un’opinione personale posso dire: 19. I cantautori sono artisti che scrivono:

a) accettano a) la musica di una canzone


b) secondo me, dovrebbero accettare b) il testo di una canzone
c) accetterebbero c) la musica e il testo di una canzone
10. La terza persona singolare del verbo andare al 20. Il più famoso Festival della canzone italiana ha
condizionale composto è: luogo:
a) andrei a) a Genova
b) avrei andato b) a Sanremo
c) sarei andato c) a Imperia

Edizioni Edilingua
73