Sei sulla pagina 1di 42

I BLOCCHI PSIC OSOM i

collettivi
I plocchi psicosomatici
1 blocchi collettivi o genera
lii sono condiz ionamenti
olazione, in quanto fru Ccomuni a una intera
0p cultura. Culture tto dei C0ndl.mpnamenti
diverse hanno co globali di una società
?Îersi, ma la maggiora ndizionamenti diversi e 8e e di
nza quasi assoluta nerano blocchi
]’lessefe in parte © del° di esse è purtroppo ac
tutto carente del comunata dal-
riconoscimento del Sé. Nella nostra
ietà att e i blocchi cqllet
sC sufficualiente comprensione t1v 1 na sc ong In particolare dal fatto
della coscienza del che non ci sia
SéÉ e quindi che la soc
Statîla e la stessa struttura fa ietà, la
Îîîmo del Sé e dello svi_luppo migliare non siano capaci di un cor
retto riconosci-
delle potenzialità umane, Qu
centrale del libro e qui.nd1' è-d esto è il capitolo
elleg Ma
ssima importanza in quanto, prima anc
di affrontare i blocchi individuali, dobb iamo comprendere che esi ora
stono blocchi
psicosomatic collettiv co
i i muni a una la rghissima parte della popola
proprio per il fatto di essere comuni a tutti, Spess O zione e che,
non vengono neppure consi-
derati o vengono considerati “normali”.

Gli effetti psicosomatici del paradigma dicotomico

Ciò che emerge chiaramente dal quadro globale è chg 1 blocchi cgllettm
sono 1l frutto di una società e di una cultura che da millenni è stata dormna;ta da
un paradigma dicotomico, materialista e riduzionista, che ha generato fram-
b.lsi sci fi
sono ]e
la do qual[
sull’uomo, sul o um ! he de l
ano
. è 69
enza dell’uomo
E in che modo que Sta Mancanza Processo di inib
I]na
+ SUj ba . 5V11UPP _
e vi ol
divisi’ one _
, s i è la co sc ie nz a di sé?
mentaz1on
e.
i ult imi sec oli m. e.d]e del un bimbo? condiziona lo svî
-
l'l‘dllCS[]1.]J.IÎE̅ΑA neg 1yu\ 14ml id58itg0a 1,spS1 € Se mpre pji)}
Iù tecng] gio nGUFOPSIC…CO di
pini. sugli ìlflil' una civilt eî "e si è in ar ir itualme
. s“se; Ogi !. jupP° -
Ma a ssBprzlttutto e
in pràopor“° ch
nte;, UnpNa ce nel corr equlllb['i
. boe/bimba Cres
.
l’an etto
;
di ric ono scere ]a coscienza, ani.‘t 1 j] SélenN!l z, O, Îl Sé
pa n
renza EIEÈe SI Svilup
. ma, una
capace d
oni CUT 1ane
forzate , poco ’. nspf $e il tiene, attraverso
ne d;] ]e vat a Coe
di re la zi di tos e e o Ì?mo ni ca esp res sio cer ebr ale (ve;tui ral.arti
amo i
_
son° o Spe pe:sso l’effetto gent® - e © var p u ò ie ene- rgie PN -
1 blocchi colnlettivi àlì', uando inVe(Îì il
hie "len.
uindi vivi sul ! ; Vecch; ne riconosciuto non
et iz io Nn e. ur 1. basate
a] ud iz io con. : i suo cuore — SPlào €sprimersi perl °Ne inibito e
ede del Sé somatico . chiude grens-
la co mp e cp lt 8i
tate al giose. pohte1c ristretti e dogmatici uaumatizzmo. il
hg
logiche reli ’ sulla pimbO
ta e gr adualm
cezioni 1 eo o, SU modi di pensar
di ve rs on di e “p ro te tti”, . in q ua| nt0 SOSÌQ]’] . negato O F° jiene alteradel Sé e e sisi creanoentei presupp
-0 e— Sìcerebra] Pro
persa la f Unzion
ale di co e-
aura de l
cO ]lettivi
sonO pr"ooflo l
oC collloetti. vo Sil Edalla “ olo bale Osti
Jiberarsi da un blocec £
|

I blocchi unità
a societa: realizzato so i le attività della testa-mente, del Cu°rî:î Una frammentazio
i i

de ll se re Titrovan ia
-

io ra nz a pu ò es tra -emozioni € del co e


tivO, © questo
gg
grande ma pria autonomiz
i

ca
“tabù” collet forz a interi ore, la propri N®, NO laa 5 icosonmt1
r€« Tpo-
DO

mento iaco di azi: ZIon 0


em
&

ri a ll
tà € la prop iziona
dare C ontro un cond i dal contest ettivo Ee
n\ jstint!-
propria identi Sp es so an ol at era
co sc ie nz a. es se re is So ci al e
siero e goscià di , m(;lt0
di paura e di an occhi generali, maggiori
inconsapevoli e il non riconoscimen to dele S é
18 mitori
del b.
un forte senso so no pl O str
nergeuc utturati
o bo
ettivi colazione pSic°c quindi
1 blocchi coll 74) mostrano
lm

on i nel la cir fig.


terazi
quindi è essenziale (ve di
.

e creano al he
.
a gl 0ob; ale-
pre ricerc
.

pmt'ondi. ch della v ita umana, conse Indi, su ] pian o famigligiliare, come


ar i prenge,” Le nos
o di
e ori con un alto livell \;1‘C(')*[?MPCVOICZZH tralasmect tano a] figlio messaogi
ano as pe tt i pr im ma di int erv e, ‘ Com
influenzorr rar e sui blocchi generali pri (-e.rg. _ o
che occ e ope
e …;()la Sui(rad/J[r) euro î 5'd
‘“nro ltt àgx che facilitan
i antiche,non com i_,in(hz 1g° Î'Onm atici e o a di
le pnn c‘l pal i tra diz ion era n nel verbali, © pe d ade sta ità ei e laoriCîge-l
matica di cheSé fav
minori o specifict. Nel sciamanica, ! blocchi generali molto eVi«dene g. genitoegr
tro i e int
* c oso
riitàConpsi z
cinese, indotibetana
0
l tem po era psxco.s()nmticu(’ molto 5i. pentie. di pen ann0.
…here
eneess © salutee. l; PerO conCI UmItà solo, ovviamun attitu i e men
ituddin
o senSCle
umano di que le gr;1vissimménte stat di d i sé,
sé non sme tto si-
re co ente, non la tra
qua nto l’e sse inv ece l‘jCc;epz-
COS aa
ziati. in ràa cultura a
pils e. -Lhe non i
del sé nel figlio,
urale. Nella nost de]l‘;lmbc,f'lleruzion.
Z… ini biz ion e no,
equilibrato e nat del tempi di lavorodi, Pîlrîico|.l]l,…ne SOCÌuIeU ma di funo] ind u;onlo pr
i, dei cicl i nat ura li, i sua sal ute globz e. Ma quali . CoM
bal son g i0 Î(])ene"do la sua inte-
ritmi energetic paralleli blocch log ica e la i lut e glo omportamenti 1 tipitipiccii
ane hanno creato figli :rc 8ravità.
Oy Ò grità ps ‘co & L°
delle relazioni uM sst dai genitori ai tà educative?
ica men te tra sMe for zat i . delle due modali
sti blocchi sono cl
ass c: ; P… rin
a soc iet à loc ale e sop rattutto dal sistema edu °
stabilizzati dall he fisiche, cncrue[‘-l .l…
'
La tipo!
iP d(îg,… plLf L’on’1une di gem!qri… quelli senza
minori conN tecnic
Intervenire sui blocchi cchi maggiori, si sgifi I.%hc‘ psicoso ]me
Mmati-
es ii e cofcienza dî s
e sui blo stessi, tende A procreare per motivi più istintivi
o
che o spirituali. senza operarfficacia lcrupeutucììw d-.are sol
8nilicvia essenzi
me 4L|
lie parzia] e$l€rlo{l. Le motivazioni tl‘ i
e dra
ridurr mma tic ame nte l’e le |Im;. che sono0 nusantc_.d;lllc frasi: *ci si deve sposar
Èe ffife f_lgli".“la nonra VOllepl_
tati nel tempo tanto ”n "1P0‘.ÎhQ . “il padre voleva l’erede”
mi flgho ia n0$tva
unione” . unN figlio mi aiuterà a dare senso ali
il bimbo come una Î1nmm s DraV?a
danza ten<_J‘? a considerare
“chi collettivi
dei blocchi
d |
pratiche
]p1j% n ]a
e mediche Îhe Îl(?lî ldpr0prio ai precocclî:
L’inibizione del Sé dei genitori come causa prima ivi zmdoslpdl più delle C,°se
(anchel sel…ff‘0‘ ii che è gà
sseere
l’e’ess
nifi
re umano ' l’elemento più siggnific: C…_Eienm r;… CO…;uh; :Sl",OS t,;dn(‘ bimbo l’anima
p È“ep il iscono senza una sua pr(? 1C1èlmente mollo
|]nme olistica- deldell
i ion
oNella vis dellacrisji (rjeîrl];îsl)r(Îpgrl(nlrl)((nîlL
erna è he <perime
ndo Sì nas ce e sì v 1Ve Icativ senzao | da Elî]la1;ng;>vilc(liîîagtà'e
o qua ‘ gli tuttogenetica,
“i hoo fafatto io”. “sei la mfî"nn\)’n(z)il'îo’. 'îîlîînìr(ìlp“a
rim ent iam - . l\…/‘Ì l’energi a
delelcuor a eè eil vuosenza toIl riche spe-ime propria| individ uali tà a profon d:ndaa.
profo
a a me” ivi o

h deve re quelo e gentri r


…… …L M5 C'
…“e……olistici a1 blocchi psi dC “" col le 3?Î};r(ììel gr| nr(nì:3:lîl)d: una nonna (per gratltudî(r;eì‘ Înìl bînîîaî)sî)l'g'h Wo

drcin del modelo enorale,


“Icez l“ion psiccosomatici
:Second o ]… la con la nostra soci ettivi Osse
rvabili
nella ramaggiof…… r partee d: delle
5} ’:L personie che vivono nel a SOCIEli {\nn… dovuti a
a I«;
sa amentale: l’inibizi one della coscienza di Sé *Ù Iteniamo che
\1'l ìdlt v l’i nib izi man can za di e arîîbiz…;i…:]g
questa ini bizion e 3 alla qua si tota le cen zaza JIÀc l gnche sfiducie, delegittimazioni crill:î'-h;\îîcillullu“wt;
' mut nos che [I
sOCIBIÀ ha della L… scienza di sé” e e quindie palla nmman .…zi… di n…"‘“flmcnm(

ri e dell m}can nîî; ;jne;îln(:lr:'nl(i)r;u;(xììlr;dlî}o:îto u amo se faiil bra(:':f(')'norîîlellz ÎÈn]t ìîtîe$e— s
i io. da| parte dei genito
S\e i del figl i Da p U" ne”, ‘“se sei mio figlio devi fi 0tfml"oe î
i ersone che il fig e
. Un circ tà c IIIÈ: ]… a o edu caz ion cresce con molto ondizionamenti
“super i0”, molti g1udîzi 6 Î:>] d('…'? rrsu come
ua crescita circolo vizioso che vincola la modali a à collettiv di

‘ì‘?‘9
238
nei genitori
e psicosomatico: sfiducia
ji for e di disagio interiore aver diritto di esi-
e, senso di non
efe‘.loscnso di tradimento, solitudin -
o che pensan
;
zi on e per q}le!lsogni e senti O gli S è +abrac © ecco. .dl essere nati da genitori con una reale interio-
bandontav
en
an
_ moltjie sé e del propri verl bi ano non credenti o non
sto chesensodavadi
0° e
- in ° aura (anehe se ufficialmente
que
i
- essere- con | i dia stabilità in
teriore e inme
ri pimM” opri coscienza di Sé
ne, rif eri vandi
o aver per cep ito
zione & _. che gl
confesdi sio
)gr ità
“10 una Po cisa do—
n que lt] e(:
, in linea co esis tere ”’,
rita mediocre. Che accettazione, _d1 ‘se
r.1$azmne di
rì na v1ta
f1tfl-ren[i a Uf:1to profon ndo le con-
e dignit interiore anche qua
“1(:)d0 prestflb'“m per lui. à
sostegno
i zars ade Osclmîlla vita, che davaiari erano 9ggettlvamente difficili o addirittura tra-
senza igicato 2 _ni che © fam igl ecc.).
LIv ve\‘ilfl0
educazione n°. e. malattie, tragedie
: sigl ; eco rr° »
| -
dil"’ "(l ‘vertà, gue
ti di
o di concepiy
nte deqdoner
.pe P collettivi
e e un
no, con più cchi psicosomatici
m 110he
i cosc1eennt m a l
ncolato dall’est
n o r ncipali blo
‘enza i sé, nto del sSéeitre pri
coscienore meno Vi a creatura nu
ov a, : jn (Ìeo…
_- o
a r nascere un n LL
scienz di Sé 'rap}.?f_esentf_ì 1.l ppnc1pale elemento che genera è man-
ento
imat mplatiSc"o ÈOI!
to ede
io pai rten er0 il1 b1i lmb î
ravidanza mo]a mre2almem ‘“haricun scnt della coscienza di Sé è il trauma
C)
onoco
fiFialJ 10 idi
ri d .15 Énso di unità pslcoflslca.… 1 1r}1b1z1one
mes; Collettivi: la frammentazione
>
sua ma, era i tre Blocchi Psicosomatici

atti, a lui, alttlaativ


;
nascerà. ch : VISO si?Vad
- Sarà
par!a tl.po
Descriviamoli in sequenza cronologica
€550 5 “ci
onte" e "C PE __ chi
" Che

che 8°1tra corpo, cuore e lmente


ra' - ne l] s
un n o m e ch e o n d a le as pe e er-
tien? e matica
Vi iù sulla sua identi p tà y o f e dell’amore: è il principale
ur o. er ò “ - ns , .e‘]e centlt O _ La chiusura del Sé del cuore
nasc‘ it i nno) diven t a n o m e n o in te di Sé, che si
. ti il cuore è associato alla coscienza
d i vido le tue
ù sc el te Co ;î ziona -
Slcosomat ico in quanto ,
re la pa ur a, la sfi ducia, l’im-
n? on c o n fuflccO a azione per il forte dolo
gli imma
se -
’ "a nC he un
]a su
=l i o
a pe r te ”. Il bi mb o cresce, aldilà ade Sé, dei nca- plocCr i, , inibisce ontaneamente. La sua chiusura provoca mancanza di uma-
Proi ez mm 5a fent scienz di
vorrò bene qua sias ‘}Z…,…m e sociali, coN maggiore co il suo punto di fi%)r(?- ibilità
. di agl agire sPp .
di
:
della V1ta: e di fficoltà di
eondividere sentimenti di amore e di
ua vita e S° niè o $é sa rà
‘oni . Il pr op ri ( \Sleb ; senso
che non può essere vissuto sponta-
1 1a izzare la pro pe: dell a mente: e1ò
ar à la di rezione per real a gità - 2 L’iperattivnta imme diatamente controllato e razionalizzato
cie dev e essere
£ se e in
izionament ma
novati o
ve.
dr e- fi gl io er an o state o;
alarîct:l
emlnj-
nîl n :t.e col »icuoordee lla mente (.l’ego,.la testa), staccata dal Sé e daazl iocuni
ore, sosti-
-cenvin-
e scelte cora - è egià averso le inform
re e stud iare sci :iu i é e co ptrolla le emozioni € il corpo attr ortare per
rle quantifica n-
a delle memorie su come ci si deve comp
e altri, ma pote M del su ef-10 <13 panc
| )- ll o ib iz io ne de l co rp o e del pia-
tato un vero
passo in ì avanti
.
rilevi‘ amo i tracci
ati eeg di tuteti accettati soc1almfînte 3) Il contro e l’in
tt iv a- emozionale
gni di Luccaesto CI permette una particol
ar chipa- o e
ll_o mental e la ch iu su ra af fe
Globale di Ba ie. Qu
de“’efficlî_ e vivere: ]’e';ccessxv contre neità, istintività e
le e un a pr ecisa conferma »i ni bi zi on e de l ‘Î co rp o ’ inteso come vitalità, sponta
in iz ia ialmente
ione psicolog
1ca iva naturale viene così parz nte
p un p erio
l’analisi dopo
do di un mese o due, Jjità. Ogni azione istint neea on e, e cost an te me con(-)
Jibera ses ente inibita nella sua sponta espressi
i up er -i o) ac qu i-
rofondam mental mentali, sociali, etici (s
N g li schemi comporta
psicosomatico frontata CO
nell o sviluppo del $é siti dal sogget
to.
Il ruolo dei genitori
nianze di migliaia di pazienti conferma no
oni sulle t estimo dell’io:
Le nostre osservazi scimento € il rinforzo del Sé. - L La mazione delle sei personalità
sce a ttraverso il ricono L’abdicazione del Sé e la for
che la coscienza cre di essere nata e cresciuta da genitori .
persone racconta
grande maggioranza delle di “riconoscim d i sei tipi di ego
cro nic a mancanza
poco consapevoli e di percepire una sere) e gli
come il re dell’intero sistema (il corpo, l’es
ne ma di sé, e vie ne w_— “…€ nto di
zio e la sti
i

Se immaginia mo il Sé
tta
d
cce
e

sé” che inibisce l’amor e, l’a ‘nnn


.

della lori o vita: . “la mamma dernon miil ama


pensie on mi
.
he (ese rcit o, guer ra, difesa,
dolorosa iva tori come le funzioni specific
e

l’esperienza più cui


.

da ormoni—neurotrasmetti
.

me”, :
a
non sì cur a di siero del Sé
e”, “i“l| papà non mi vede,u aòmi accettare”’.+ Îl non riconosci
o: “io e l’i nib izi one
.

a ecc.), possiamo immaginar


n
cap
n
isc
‘n

“ n o n “non s
son o deg no” , devo far lich e rela zion i, dip lom azi che ti picch ia, ti casti ga ©0 ti
e s to”, ento d pubb ore
Scog1;fl;m: stato di guerra contro il re (il genit
nonon csis er il t NOscimcen
e e psicologico) genner
$é (affettivo. somatico, emozional a il trauma t rale
e del re (i genit ori che ti obbli gano

grida), o uno stato di destituzione del poter
ò
stante e
ÌS[J 0 i
Iin anni vi
1 i dl di vita — d dac uIi i (l e i
1Vvano
de“îìp I (pfilìi {| en[’ Itàà —- a v venuto O In
i un

240
241
e
on correre, noN gridare, non ‘ridere)‘ odi
…CO. n a assenza, ossia l’inconsapevolezza di sé
re …\P0'…&a del re I gcunon |10nvu…a‘mq?os.,u sottfag ono ‘îexu. a suavorpo, cuore e mente,, dda cui i derivano I Sé, Pporta all
a non esse i tre $ ucc a framme
debolez Non riesce pi CNe
à. attenzione ecc.).In ogni Caso 1 Se psichico A d opep
€SSIVvi blocchi /ÌÎ(IZ‘[()”(;
regno © ra chiusura del cuore e dell’amore: è ]
aftetto. £10
cosità, atter ano stato di grande allarme neuro ; Principale b collettivi
a è anche la s ‘ locco psic
Senu«\dea]l “io” (pcrsonalità). ossia al posto dèn pose
amente e $! uanto il cuoreac he la sedeanitàdella coscienza glob, ]) pd\1……m…l…
direttame a ura provoca ar.enZ-a di i Umanità
sé-re prendono POMÈ O;Cienz;l»g<)w'enlzît}ìre prendonp il coman do Îîlel zi0ne
chiUs
e di : senso ’della ale di Sé L d Sua
i llÒbale de"d C
icamey" di comunicare sentimenti di amore e di empat Vita, nonché diffi.
centrale € 8I0 0ne…-oendocrine) che offrono .strateglg genet Colt'à
j orattività della mente materiale: ciò ch € no N puiò
zioni PNET ( îlL tive e automatiche, per reagire alle Situazioni perio î è -uore di ser i ; Ò esse
ess re VISSULO
pilite. ovvero 1>;lntto . due grandi sistemi di Sogîavv1venla attivo °lose on- sp
razionali;
“’ janeamente
mente. La testa, S Ca! cuore, IMmediatamente
col Ll:;cîatae‘é?1eSbere comanda e controlla ] alizzato dalla
ip0m]amo-i pofismenî l reqe.
i-sqr —d.l i fl0forza,
domi"aggre '!'eatàttipassivol
a“t*?ssivi e L’io della mente (l’ego) sostituisce i] Sé globale
|'asse del_ell 0‘—Ìrî?î
“to) con Comporta at;1v1 e 0 _ À ; | è emozioni e i]
.one) tipici ai beazi()ne
capo dell e>efîlti da adrenalina, noradrenalina € te‘s_to.stgr Lll wntrollo el lmbl{th){l(? del corpq e del piacere
.Controllo mentale e la chiusura affettiva-emozi ona di vivere: |
re: l’eccessivo
fizig ii
violenta (medh{ sivi erso i genitori ola .sc-uqla. O 1.' inibizione del]’ .. 6 Portanoliberaall’inibizi
orpo” 1ninteso come vitalitàta.spontane1ta.1stmt1vitàe
. s ]e Orta e

reattivi e ng&—’Îeb—_ ing) - l’io sottomesso-inibito — Gil debole ministro dell Ocon. del “ “corpo” Selb…}one
essualità.
gelamento f e&f…!icgon i comportamenti passivi di paura ed evitamentg C. difesa
)ni5010 e bassa noradrenalina). lln ca.si ‘Mmeno gravj ; lediati CerChiam0 di analizzarli più nel dettaglio.
CO
da serotonina
, rsi risposte funZi°"a] temna,
| a . no anche attiva
isposte primarie, posso ; .
tiva ;Hqtu‘3ì’lî nnîîgìate dalla dopamina e dalla vasopressina che, nelle diff L’inibizione generale del cuore
com . : & 1 1 1Colti ) ‘nera nelle persone, e nei bflmbmi in particolare, la Sen
sazione collettiv
‘ nescano comportamenti emozionali -relazionali per aumentare la carica” a(f)ha' a
one ne ddi
stenza (famiglia e SOCietà) siano senza amore, e quindi la percezie£l\o
(l ab1]g d1p10matico fep
e e)boppul'î
“l\‘d l’io seduttivo-mampol_atore --serotonina-
sociale —quelle p assive dove l’ossitocina cortisolo e ONsi. pe l’esi
aver ricevuto sufflclentel affetto, comprensione e riconosciment,
gliere
W i . a 522z0 amore nasce la sensazione che la vita sia fredda, ° Personale.
— l’io tupldO dlgendente (la moglie fedele, lafi Slèa . s i che non abbia sen
noradrenalina generano la sia un dovere, Senso, si chedi
una legge- , un timore . Quindi
su comportamenti di bontà sottomessa e compromessi affeti . che Dios n
p’esistenzad sia ostile, . s1 di-i
si 1 co
buona) basato venta chiusi, scettici, sfiduciati, spenti, senza entusiasmo. La persona
Vl:

Person
ma Sloprattut.to nelle Sostenere ' I-
“farò la brava per essere amata”. In ogni persona, € non riesce a ita in modo rigido e controllato, viene persa la spontaneità e la fluidità
più mentali 0 quando la base di forza fls;1ca c(i) elmozgî ng
cone della
iÌ unicazione e dei movimenti. Chiudendo il cuore, che deriva dal mesoder
Sé cede le redini d’el governo all’i
ja situazione famigliare © socna};. il e che rappresenta il ponte tra corpo (endoderma
) e mente (esoderma), si
trollante-razionale — (il “capo del governo tecnico, l’esperto) che dirige in
conto i g.1udlzl esterni famigliari n ammenta l ’unità psicosomatica. Quando il cuore, che insiem e ai polmoni rap-
modo rigido e strutturato ten;r\1dq in gran e resenta il mOtore della comunicazione, si chiude, si bloccano le potenzialità di
. tà
sociali. o. nel caso di incapaci di controllo, di i defailla. nce e confusion è gene-
rale il sé si abbandona all’io sognatore-estraniato — (il filosofo, l’astroloîonz< esprimere il positivo-negativo interiore e si accumulano emozioni positive-ne-
sative non espresse: amore, entusiasmo, fiducia, oppure rabbia, paura, depres-
corte). che vive di false illusioni, di aspettative, che tendenzialmente crede irî
ooni
è
sistema che dia speranza è illusioni nel futuro. Spesso le stesse re] 1gioni o sione, giudizio.
basat
le ideologie diventano le basi di questa strategia di sopravvivenza a sull’e.
| |
2) L’iperattività della mente
straniazione dalla realtà.
Chiudendo il cuore che sperimenta la vita attraverso le percezioni, le sensa-
zioni e le emozioni dirette, tutto il vissuto viene mediato dalla mente. dalla te-
sta che deve capire, ragionare, valutare. L’iperattività della mente materiale-
Sintetizzando razionale genera una certa inibizione della mente intuitiva-spirituale, dell’in-
tuizione, dell’intelligenza creativa, vitale e amorevole e in ultima analisi del li-
1 principali blocchi psicosomatici collettivi osservabili nella nostra società bero pensiero. La persona segue schemi di vita precostituiti, ha paura di cam-
sono dovuti a una serie di cause concatenate, a un circolo vizioso. La prima biare e di ragionare in maniera autonoma, spiritualmente non si sente un’ani-
causa, per noi fondamentale, condiziona in sequenza le altre tre: ma, psicosomaticamente non si sente un’unità autonoma, quindi deve sottosta-
re alle gerarchie famigliari, sociali, religiose a cui si appella (sperando) per en-
1. L’inibizione della coscienza globale di Sé (o spirituale): essendo la trare in contatto con sé, con il senso di vivere, con Dio, non può farlo diretta-
coscienza globale di sé che genera e mantiene il senso di unità psicofisica, mente.

242
tu
_
nS
chi sure
a a una a chiu
DÀ pertura- del cuore portano una _ a?ncanza di cuoreq port :
.
] corpo © l’a
1 flussi ene
rge
upc‘\'t‘lde“7“ globale
manc
L a del dlafnàmlmd in particolare , che c::\(:(ìl e °il gre ande
. nibi2 8etici delell'
rsona l’aar
iche, nella fiq
3) )] L'i areccaa d del
: …ns IoNI fis idue NA avVive, s sualità
e
sic ure zza del consale sue sen saz L di di sé,é la chiusur. Ucia de al secondo (ses ità a
e te flu\5“ energeticc
: a]la -L apevol ezz a oca una se; .amo revo le)
i. L incons razione a del cU0]e sue stess i)- Ques to prov i .…) livel lo (p n
suoi istint ensn di sepa sale ‘lse bolici Iie di alterazion
ioni e del nerano un s- mandare e
oyj e e ser' “ei ritmi digestivi, meta Congesti Cuor1 ‘\…\
de_\ oni edello … ,.
\p;î\ -
tà mentale ge hi na da co
LUidare …Q
Ì| re ed8pgenera L Lanegli
1C1 €0 sessuali. }I,L ura
chius S‘;\“
rpo di ve nt a un a macc
ncan za di pi viveia,
joia adi rabb re5sio"ppre…(…e
dell
co rp o. 1l ' co o qu es to genera ma nz a 10 | nento
La chiu cn di fegato. n\\lìn-C
r° nibire. Tu tt
-intellige talcer‘.e.i ù i‘;Des% €, paur a).
n poter “pensare” col cu
prop
da contro
llare el
che spinmuli de»' ll’energiaesente, di assflpoviîaîèl. reqed_ con lo Shen muiel cuor: e p«»[rî ak
c; ntral
cara tt er i is ti
gità'di 'v'i
gr %n el pr ogici il se - quind! “_ veic olareo tutto il pensiero Urle\
alla te ©
, doe.
prmcup…1li toglie la capu nzioni fisiol i ragi onan sell’
do + rî\razio amore
del piacere c! i di no i. Tutte le fu indi
ntasncando. sta, naliz zan‘zan
astrae:aendo.f&
re dentro © fu or d-e“L q“,;
Ja vita che scor e. acuare — chat lle.-
e e d0daer egg”
bbe i\n
1nore. dormire. Ag
mcufe. lqvo;‘ar ngev ono controll e peràl men eÉ°‘,° vi alla libert
re. fare l’ar r1en;q 1ptqr10r1. ve pers on onostante UNI seric di param etri relati alla democrazi,
ere © di esp; ;ccan;c\he… Le no la g di. endo in tutto il mon, do‘bÈ_na. ancora mol\(;‘înîy‘îl
fonte di piac . innaturali. artificiali, me osità, la ri lo ca del{,v°"‘ giritti stiano com\l.\nque cresc
ventano rigi de o Iu ‘g lp c0 51 tz l_ . la cu ri
te e an cl rî er iî\acl bisog no della na{uî‘«;\ '::\
rd on
iva di vivere. pe igenza di vivere giocos ntrollata
am en
e.fère l'a av iro rispetto ;l“;eî_ îg:;:îî; îî in una -CZ ;;z:;xgo
taneità istint lemem.\ Îy?É
e inibitàa l’ intell persona dive
nta co
igia, Tigiqî e del più : ricc:l. £Ì:Ì;É;‘(‘)°delel territori zzano la
ventura.ntaVien nt al e. La gr e: il poter %
un’attiv it me » i i
rio di i
cos (… agg res
bil: sività del-
re dive vita PAa sugli altr i, il des ide
s eri o . di accnto aparragrsi più e posSSi
Pposisibili sull,
senza slanc1. più fort più dom i S a ba

l'ini dividu© 0NS S _ D “Sono tannto to p e qua E


a,
Z‘a\::U
Oomi
morta. ferm el domini mo SB“
ARI |
o del pianetai e quello della
nos tra ciJî ìîàl î, %… ai
TUAZIONE PLANET
, che orm perdura da
dir e che il jivello © quello di una civiltà checiviltè àstainta C°'f“'ètmnzz
* .
:
LL A SI a\a da mancanz:
IC A DE A
PSICOSOMAT circa 2000
el centro fiel -cuo
ann
re
i,
..'Slamo parte di
un a
ore non preval e su\a—
spetto meon\:jl l’am cuore e l’esperienci nza
il connubio tra l’a relinigipaonesS;‘o?gdel osofia, ogni pri -
Una società
senza cuore
psi 1'obietti\/ìla e in cuìè ssereè un sogno.coOgni che m fil
blocchi ro
pale del nost cologlccg me di
e quindi il lavoro sui io educativO, pm me principale
co so matica sociale to del la cos cì osoma
! Psic sere Î/_\BVEVa co la
Per capire la psi_
rci ancora sull’a
ttu ale sta
mento Osci enzaa s Sul _‘ e globalit
à all’es
d{ dare t0ta…2 °- perso, soffocato dai bi ven
te, di risvegliare
tici collettivi do
bbiamo sofferma ne umana in questo mo scopo q\}€\!() aîg s.°p“, un a Ci ] co mm er ci al i, poli-
i ormai abbiamo
ol uzio Sì è co me
e l’ ev TOprio da] ricerca di sÉ, consulta
pianeta € compre
nd er ineare che lap‘ SlΑ(:_561enz;ì migliaia di ann a che non
la vita qu x'lg'…na.
punto di vis ta pla net ari o Vorrei fare un dell
inciso e sottoluma
a cos cie nza na oltre i rici, economici. ” Daapplica i valori spirituali nelCO“ C]U ÌS\ È otidia La nostra
storia
b di
1 anual,
l cuore, ch e NO imperi e del le
eTTe. degli
1
planetaria". i Globale e del Clu
> la storia delle mpguorta per l’essere umano al
Vil lag gio nza cuore? ; sura del
lav oro fon dam ent ale del
ari a”. Lo %la: B‘{dîìpest l’essere seli ÌSti…9‘î‘ La chiu
Jimiti. è il ntro di Coscienza
Pla net
rifiessOkde1î di deva. Ch e co sa co at am ente al prev ere deg a un evi-
è semplicemente il
ano a essere “Ce ispond e 1, fn me d} l più bas si e
che si impegn live llo mon dia le di C uore corr livello (stomaco
\es
\,\ ,sî nso l“e ì-‘ie energie
a o sono d 0. Stato ne rg ia sul ter zo
f€lazi 0n' ipa
dente aumento de sul terzo livello. Tutte le
ica a livello planetari ll’e livello più
stazione ecolog ozioni É9“° a
Le relazioni umane re ..aìì'r‘;lîìte in
devastazione uman
a.
da che possiamo
chiama sociali sono tutte }hvello prevalgono le grandi em scuol in particolare gli
lla qualità profon
+ ma
es?o Nella
quanto prive di que e ““cuore”. passo. Ma su qu ità, dell’attacco o della fuga. come nelle rela-
d ssiv ttività e la C0m'“‘
l’i istinti dell’aggre dovere e la serietà sull’affe
ent
anche più concre
tam ca, è il centro del à‘_°ne .\)\ terzo
in psicosomatica olisti
entità e
zioni prevale 1 ri, dei gìudîlî“
Ricordiamo che il cuore, stati di est rem a importanza nella
vita
lo del le em oz ioni, dei deside sugli altri , di ruoli sociali
i
ra è quel diz
ddl'autoconsapevolezz
a. e gene
anche il senso gma‘m' livello umano ce a dare più giu
evidente; il cuore genera potere chi ries
di cui l’“amore” è solo la più a vita, la visionell i di forza. Ha più
gioia di vivere, il senso dell profonda osgi«e a
sere, di identità personale, ]a inte so nell a sua real tà
Il cuore
e umana di ogni relazione. a psicosomatim }1încome
di sé, è il centro del sistem 1 tre livelli della soc
ietà
Shen centrale o coscienza ero organismo. La perceapo
°
ima alte razi one si ripercuote sull’int rgia di alîll one progressiva evoluzione
ogni sua min
manifestazione primaria dell
’ene essere concepita come una
della globalità dell’essere è una Essendo il cuore il reggente del mesodermaorî- .L’evol‘uzipne sociale può endo da società : nzialmen
esse te legate al-
cuor e. deii centri psic ofisici o(chakra) che, part . vamente elevati livelli
gioia onnipervadente del a — la chiusdra del cu_ . ; llo-centro), svil uppa no succ essi
ette il corpo con la test la sopravvivenza a live
struttura che alimenta è conn ofr eni a tra mente è corpo. v
dicotomia-schiz
genera immediatamente la 245
244
di i comu
comunicazi
questo e svil
leg
onamee nl‘fettim.socialez Cultura]e,am
stiC
uppano una Cultura'plu mema]evtecno
tro).C_(.i.0[î(‘ £o ii\'ell(ì- O
celìtl'o): il passaggi
industriale l(i-l1]timo o SUCCessj , di
capitolo e
“CL‘e![:ìnlol'\'gîlo
del librg, è quel lo di Svilup a
fondata sui valori
umani e Interiori, . vece di i lavorageve are con il cuore
nn me]
sul riSpetto îe;…a © il senso della g
quar ‘
seri umani CvS erra.
‘?ù;;î}‘;ilgiîpîîrmo livello sono vestite i ilduecOtpO
ges livelli deveil risultatoèq yOlto
quelli più primitiv i Sot a cosaèo iustSiusto, gùbalnà,ngni
comegia donipe
Gli e…s…serl…,l ‘ nte alla sopravvivenz i ai i - ipr e i l u t i l i À | av + 0p o
|iFe0Al eccesso
I'S()[… per
dare essenzia ME vviv
enza eco
a fisica: molt
issime cO_‘Ìtf(;‘;ldiio 100?70
utilizzo della
di quanto Mente nel terzg 1O della pam:èj Ttun
afferman
nomica e umana, molti b
’0 9"eva dell’attività
delcow a assa
O ecc P
°LET
in situazioni d" ì(,)ip\)vroano
. Le civiltà che hann p0la?-loni o uUne
Mente pli i SCienziati e un paral-
mini non S“_Pff1[ì‘ve e normalmente o di che so ravÎr ini, d°n…
n
olto P delle informazio; ; LO8tro Cervello: ,
dalle più p(rjl'ln(,lru po, com sviluppano condivisione
unione dei destini: le
< e i la
mageonde
5[ica p infatiatti a infinziao
ropendeyl_n
OI ] Chequantità
nilazionare
aoquia ro ai
di n ‘l'"0}lra _noj Utilizziam
O Per questo D entichiamo

lità, senso lrîelzîzione, non civiltà di secon e a
i
prevale l.1fl_fte. collettivi. Il terzoc’è ancora Una Vera scelta ma ci so 0 {‘Vell Ua
Se[lSO-
- 'mp,°Stal_l(;)ne delle Nostre
livello sociale inizia dove cominai
i “scie Ze” è opin. Inabjla.
bv\dare al . . NI : SeNza O z 7

t aaisto crea
Ù metterî):rlì:gt\’];r anìZSan:C - SCoperte Sono v il i atti sj Scorda
>nual€, eUNna SCienza
laaa
mente. l]npgesluee
ilietori livel
più lobassi
la mente viene Usata nella mago; Queè quella dominante i $ senza Cuore,
re Messesen in comprens;
iscussmne in èasiasi
ri Momento
. Il pericolo di questo livel sul cervello li ico Momento
soddisfare i rata dalle
conoscenze tecnologiche olo è ai
alta “lone ività i
potenza g‘?]ne ciate da una coscienza che d0Vrebbero
e Ziona}, P&
010"
‘oni, quello che
nl]e- I e “Ì]lll ero
T v COltlcale
amorevole e umana altrettanio
/ l cery ll() e
tamente gestisce il cuor, T
l?1 a",. “La scienza e ompie Îoml' due
i. o dire cervelli Il cervello rettile
si è sviluppata molto
Diù rapi, ame…é, vi che il 10%vengono Soverchiati dall'iperattivipeè 1uer0 ciuello
delle em
M,a non ewcotbj]e' Ervin Lasz
scienza”. Ì9Înerone pian lo e questo comporta un
pPata_ H amentoali relativo allo
Sfruttament 0 Che gestisce la pan-
eta. Chiunque può Potenziale fu a ]an0no di consapevolezza, scienziati,è in effetti e nosatrme o
stroso per 1 con cui deci acquistare un fucile L Percentuale relatia indi pos.
sega elettrica he poi man
mare alberi secoilar‘l. o auton. l>Cro disa,
Sparge.re pesticidi Canco’0” uma Ricordiamo
loni. dell’emisfero
C1,(Î) Significa
ancheyche l’iperattività
che n n potremo di a:1\t: e
O, d i cui par-
geremo. Una società “a
sulle Cîjugr;nczîl Uî potente d1} terzo livello tecnolo COla_reea inibizione sinistro, quello della parte a de
equilibrio di quarto livel O TOgeni della parte che SeStisce la Cervaî, Ci IP
avanzata, lo, è un rischio €Stremr?) orîfln sistema emozion\a]e—limbica parte razional, 0 © in parti.
immunitario produ
'ra orientata defieitario. È
al]a. ps'icosomapca necessaria una
S't(ljÎ]C‘3 le informazioni e al]’evoluzione nuova educazione
La cultura tecno-rettile mentali e
Insegni ad
della Cconsapevolezza oli
aprire la Sensibilità Èhle;
îoscienza planetaria. umana‘e la
Una multinazionule è retta dÎ1 u]n cer;’e]le I.C[0[I,],îl-d_l[rgu…pp“* OSS\Ìa i _
ista collettiva, che vuole utilizzare og
mente }€g015m mento ‘eflnnl()gm0
ico o politico per guadagnare
mediatico, econ0”.“C.ente molto. per possedere
Esperienze sui blocchi collettivi
di chi fa fuori, di chi sfrutta, Sen red"
più: non le unport“{…end€ che siano Persone. f0re…l Le conoscenze relati
Per certi aspetti la multinazionale ve ai lecchi generali
ste, balene o 'altre aljlxnico'-rettilcz suiysette livelli psi.colsomat
Potrebbe esse, nate da u
na lunga sperimentazi
one di oltre ven ici sono
ciò significa che utilizza a idea o preconcet t’a
to, hanno lavora nni su gruppi di persone che_…
qiiamata di fivello [L;ettile Dall’altro la tecnologia più to collettivamente
lato tutta la parte della Mente legata Da sui blocchi
elevata in una 10g1Cfl ' rim;.'lìduta manifestando così un’
evidentissima similitud
solo alle pubblicità emotive.
cuore viene 1g'n(‘>r‘ltfl Îti di sostenibilità psicosgmath{ emerso in ine tra tipi di bloc-
Questo questa lunga ricerca, che
e di rispetto dc]l'uomq_ Abbiamotipo di chi. Ciò c]:1 continua di anno in anno a
un svilupparsi, e\eè un a sefi e di punti comuni, di blo
o da una cchi emozionali e psicologi
iET cos
cienza sociale collettiva, anc ci col-
e e ssa dal G8 (gli otto paesi più industrializzati) che Man- leniv?,che.nfisccl’;‘ incosc
ienza sociale collettiva. he se. forse, sarebbe
aa meglio chiamar ] gruppi di spen'menta;m
CÎp'rîtlu via un’enorme quantità di cibo
gia più 'del d-ovuml'ìf'yr i proving dell’omeo
pat ne.
È una civiltà mentre Migliaia di esattamente come ia, sono composti da
aleune deeme di
t (,”(ì)r(,]'1;ui il canale di insensibile dove |z_1 _culturu L in mano al
bambini mu\ol(7n_(j q l C anta) che, insieme,
espressione dcgh mtcrc…ssx lavorano sull‘aperturq dei
bjocehl delle
economici, person
e eare(tr
e.5ent
0maa-C
vari rll1.I ' ’a attrav
cvll%e emoers o nalvare,ie tecnic
he olistiche_ (di respirazione,
P<>î€lflt’—
uella piccolissimea
C'he elî]s‘\ntìlìì'îcìvturtc di cultura alternativa viene schiacciata anche a livello zio di massag g!
gio profondoî di t_e
bioenergetica, di ri ascio entri 1 cmche
tica, di apertura dei centri ene rge tic di
i, consapevolezza interiore ecc.) e
£1—'…d1'1""_ I a mancanza di cuore nella nostra ci\'illùl.\ignwnìca‘ un COSI le “—…sensaz
energ 1oz ioni bloccate, le paure,i
reg istrano. tì1ttî(): i ì3a%ion i col
cheogieme
eccessivo sviluppo
o e potenziame i psi chergo
. no, le emo
Ciò che risuzio
'""ΑÎf;} nto del terzo livello. Questo significa che, sentimenti, le ltan è un lavoro interessan-

246 247
à colletf;iv_i_ °SSie} inti
Capitolo Secondo
dei plocchi psicosomutl€ ogni sin a"‘@n…
, quadro ‘ ui“di.comunque vada, anche in ditgàolg i"di\
nietà
_ e è nel grado di intensità, di pr°f°n

RIMO LIVELLO PSICOSOMATICO:


’ MI
a leggere Lra.
ero mag gio ri informazioni
TERE DELL’ENERGIA DEL CORPO
s ‘enci
nicill“‘lione'.1esxderass <ww| w.g]0balwllage-it_
c()m\e nc.
‘l,……co o> che C ntel |
vità. itia edia\med\med(l)clope di{\
.co m\c hic lop
istica ‘ alvillage-it demia Olis d04A 4ALh
cca
clopedià î:l:-;:; e< WWg10bîl("iî djî;res cita” dell’A
rent! tica de] \I/r|1|>
evo\indeN l que diffe -onsiderazioni s
e eingi e Ui
c10nee ivo ividuliv d]e.
le. Ofà a artendo
| 7ziamo
D > i Globa d ne Llolrcl)srl(()iaspetto cîfi2î'
da tLìici,
shi sp€Ci
joro blocc
AnalizZ1#atiCi _ 1 0

i generali
centro e i suoi blocch
g pri mo del corpo fisico e dell’essere in
11 primo centro è la sorgente dell’energia
ale. È un centro che viene percepito di colore rosso, caldo, vivo, brillante
gener overna il livello più “materiale” dell’energia del corpo fisico, cioè la
che significa “chakra della
; Ch'ecî della vita. Infatti il suo nome è Muladhara, Se abbiamo un
at.l'le” quindi se non abbiamo radici il nostro albero muore.
tutto l’albero sarà debole e
algleîo Àella coscienza in cui la radice non assorbe,
crescere con il primo chakra
o’ secco. Poche sono le persone che riescono a
rto: sono persone che hanno una forte fi.smità, sessualità ed esprimono un
da istinti primari molto forti
senso di presenza fisica. $pesso sono caratterizzate
con un primo
(sesso, mangiare, territorio, dorm1re...).. I bamb1r'n e le bambine
di “sano” egoismo e centratura
centro vivo è forte mostrano un gttegg1ameqto legato alla paura di sopravvivere,
sui propri bisogni. Il bloccq d1_pnmo chakra è
tibe-
di morire (di fame, di stenti, di abbandono nella foresta) — nella tradizione (il
ma quella primaria
tana viene associato alla gelosia, non la gelosia mentale,
spazio, amore, attenzione) — oppure, un padre vio-
secondo fratello che toglie con il
il corpo
Jento che ti picchia, una mamma che non ti dona amorevolmente con i reni, con
che insomma è chiusa. È molto connesso
calore con l’abbraccio,
dalla cima della testa
il Ming Men, con la colonna vertebrale, posteriormente,
con un buon primo centro sono stabili e fisica-
alla pianta dei piedi. Le persone
e hanno una cam-
mente presenti, hanno una buona colonna vertebrale (eretti)
stabile perché ben ancorate a terra (grounding). Il primo chakra
minata decisa,
Il primo chakra
è legato alla persona che c’è, e che, a volte, può incutere timore.

248 249
tazione fisica _ 4i bisogni primari; e
è il centro della vitalità del corpo e della sua manifì:s
si buttano in ‘€ITàl ambi, Sensazioni
ndonq. jale» Jegatà .’11 istingti dli) fuga p;ìîfgono
con il primo chakra ben aperto corrono, gial? jvenza, P .S9 Paura delle botte . lLOlto -
o di cause simili Si 1_«bde ’
fisich
no gua".g-loca l .-upff‘è' fisica mente did stenti|
Sono quelli se non stai attento d.lvqntzmo eccessivi e combina ‘ SI libera a 0 fiSÌC() di
sfida le situazion i, e non gli importa se lo Punisci IS il ban. ;…orl; si liberan o 8 grida, pelurla, strilli , a Volte Mmolto ai
prin ... .p.d…a in tut - di
bino troppo fisico . olit anche le pa i '
“ rme:”
bili e forti. sono persone che se non h-zm.no. un adgguato lavoro sul c1'1 ono Sta. Psicologiche
di solito dicoolor? Cche 1}11resono
10 fl?an0 .genlt0-I'IO ’ iNfantili larcajalci.i n $;
di livgy. Superiori
stinti
istintivi, animaleschi, far paura 0£ e sul stati causa di
l’intelletto possono diventare troppo [1bcre
a è il cervello Tetti] Parte
del sistema nervoso più connesso con il primo chakr lle I
t1glublacchi di prim0 CÎt0—'fl(a;1:0no ge_:rcepiti come unaîge-st‘ traumi Bate alle
tili. quando combattono per l ‘accoppiamento o il territorio,
si possono ledere pesantemente:
si battono a
possono combat
Inyece i mammiferi
s$ sano ngue‘
t ori, chiusure Oo deseritti come u rIon) alla parte panai spina 701dor.
con il ruggit tere, ma die. interna, l o ri 81dità
Vengono C (Îrpne tensione bassa e d ingss
parte scura
della Zona
Oir(?—e\“"a della nella
Sensibile
senza spargere molto sangue. Si misurano con la forza, ella schiena (lomb na
con la
è un centro che dà la bfil(î’ e della parte posteriore delle gambe. In a
presenza, ma non col sangue. Il primo chakra ’ Uni casj ari,
è molto evide antezz,
al corpo fisico. Dà un senso di vigore, di esserci. Questo Ì dalla
che zona anale si proietta alle gambe (pianta cîel1 C-Orge calore, bru-
(i Pa f}te nelle C piena (renlî co lonna,
P nuca)()1 conu Ma Sensazion
,.lng °
sono state bqicottate dall’Occidente i e di i eccessogia Piede,o dita), o
razze nere quando non è apen()pa-]agQ
.0 alla
della vita. Se sC a ingoia to il m ! una scopa ecc.) © €ccesso di jonnsione (è impa
primo chakra è la saggezza e l’intelligenza Jato: h i dorsale ? 0 di debo]
Il primo chakra è quello Chl Primo sone senza la spina
; epetro, Perso ecc.). T blocchi di prin . 1:- =2a (schi -
chakra. una persona è intelligente è diretta. CP
sul secondo, sulla sessualità. Le energie di primo chakra,
quando è e SPinge di v°T che sui blocchi di settimo. “chi di primo livello si riflet i
vitale, portano a una buona sessualità, goduta nel corpo, giusta, con il Slîgîl{îo e
tmo
e bellezza. Le due paure primordiali
La paura (del dolore, della punizione e poi del giudizio) è la chiave d
add .el_ Pro-
cesso di educazione della nostra società, nella famiglia, nella scuola
(timor di Dio, paura dell’inferno, giudizio divino, p€;na 1rittura 1 blocchi di primo chakra sono legati alla paura, alla sopravvi -
nella religione
eterna), uindi alla Yolonta d'. vivere: la paura è la matrice più atavic Vivenza fisica, e
La punizione fisica, emozionale o mentale, è sempre presente.
Ogni volta che qualcuno nella nostra società vuole insegnarci qualcos
guint o rettile. Dobbiamo ricordare che i pochi milioni di n eneStrale del
attraverso la paura e il dolore. Invece di insegnarci come vivere e CreScera’
lofa ce“e scimmie sono solo un battito d’ali nel grande res 1 anni che ci separano
e l’amore, prova a farlo attraverso lae ;;Lra… diatfl- Geneticamente, in parEìcolare come bimbi appenap:;id:l dtiempo e della
verso la comprensione, la saggezza
ra siamo “psico-geneticamente’”’ ancora nella jungla e abbiamo due gìî?l mesi,
e l’inibizione dell’azione.
Ja prima è la paura d_‘ essere aggredltl. dworati da qualche animale ferolcpaurî
seconda è la paura di non Sopravvivere, ossia di morire di fame perché aî).be a
La paura e i blocchi del primo livello
donati; basta che un neonato senta le grida dei genitori o dei rumori violenti Ît? |
|a prima paura ;ale dall’inconscio, come se si Sentisse alla mercé di animali chî
La paura è il più atavico degli strumenti istintivi della sopravvivenza lo mangiano Vivo, e qu;sto lo fa strillare e contrarre muscolarmente, mentre
e Ja vfne'l
senso che la paura (e la sua reazione adrenalinica) di reazione-attacco quand() resta solo, al buio, anche soltanto per poco, può emergere la ‘paura di
dal dolore sono ciò che ci permette di sopravvivere. Quando ho paura di 5gd essere abbandonato n\el.la foresta.l senza cibo, e senza nessuna possibilità di
che cosa, o mi trovo in situazione pericolosa, la evito, nel cervello la pauraqè T azione, e la reazion; è il pianto di richiamo della madre e poi la disperazione
processo fondamentale e utilissimo; ma nella nostra società è stata utiliz D rassegnata. Generallz.zando molto, possiamo assumere che la prima paura è
dalla mente su principi e ragioni che non sono più reali, ma ideologiche , rzeal[1areli- yang, in quanto maggiormente associata all’aggressività del padre e ai litigi che
giose, sociali, paura del tabù, paura di andare contro quello che pensano gli da lui si sviluppano, mentre la seconda è yin, in quanto legata alla madre non
altri. protettiva, perché troppo spaventata e gnsiosa essa stessa, debole, o assente.
Liberare le energie negative bloccate nel primo centro è un lavoro spesso dif- Spesso queste paure Sì associano è SI incrementano a vicenda. Dalla prima
ficile;. proprio perché sono le radici più profonde e inconsce dell’albero della paura nascono, da grandi, le paure psicologiche del buio, dei mostri o dei fanta-
coscienza, e poi perché sono legate alla paura, alla rimozione, alla negazione smi, la paura di essere aggrediti o le fobie (dei ragni ecc.), mentre dalla seconda
Spgsso il lavoro di apertura del primo livello avviene come passo successivo. di nascono le paure di stare da soli, di non farcela, di essere in luoghi lontani
da
un padre
solito dopo un lavoro sul terzo e sul cuore, quando la persona ha raggitifito un.1l casa o senza protezione (la mamma). La coincidenza negativa, di
percezione di sé più stabile e integra e si sente pronta ad affrontare le proprie troppo aggressivo con una madre troppo debole, porta a un’alta possibilità di
paure. La liberazione delle energie di primo livello è forte, primitiva, essìn— avere un figlio o una figlia che soffrirà di crisi di panico.

250
tu
n
: n imo liv ivello
pr il cibo tro .
os omat:cn di ega
ijta
a a|]‘alim€fltîìliqne, in genere
Distur bi ps ic
imo chaky
11101[0 0n
e nella pancia, questa è una
lCh ;.:O Ticco
anchebaseperfisibP ' provoca infi; am-
evativa dei reni
, organo di pr ”1azm; rim0 centro può essere bloccato
e l’e ione nes£ quzmàa psicosomatic
La paura è Guardate un branco.di pecore, dere 0 e le emozioni (e le rLerl.(‘l(lfìccontratto e a”
; non Jascia scorrere liberament
()CC.
’ Lmo(îìîin:n;]linu).
l’ad ttività aggressi
va
cappano e mentre scappano z{bbus.s‘flflO e s\tr-mg0no
il se
l.e“era|
ali fa[:
cioè NOT organo associato a livello
e si riflette sul suo D qucxlu‘
le gamb(?:e il classico blocec casi classici sono lup:tl-c(.…)m
alico che è
p-……; d H fanno sotto”. con la coda lru debolezZa ?n i pn-m(; LOl?ttlr o tratto fiel Î10]lî)’r'] dlSce"dhenle'. Ì
l‘ìîc‘n[‘; £î I;cr‘soflt’ ploccate sul primo livello mflmfest;m_g
e spnsltil-l;l,Cheu.“‘ la riten-
lvl:,ne yin- a551.V3_ eandc(queî‘sc(,:ne <_ÌrîVentzx Contrazion
gìlrlee;ìazrl.onà.e nei lo;o ;e CQ“'!.;1 una pancia rez11tivî)qu]nd‘ Stipsi,
rilfr:Ì[cr:i.sinne e di vitalità nel corp(’). “ellîw…;Î ]}:entre & .CaSImel îiarfeapquindî :ee hanno delle emozioni tropao ©C PUÒ
Spesso sono persone poco mcar'î‘]d[e]l‘ testî eî1elle faeI t1e‘. l affrontare lanh]eri' 1 amifes tarsio, siCOT mani anifesta la la colite ci Sonopiù classica delle
colite. N;lla c OPPO intense che
dal corpo l associati al-l;.1 tensione del raa
neva livello,
e vivoNo di piùprimo
ma uyovon esta
"_i staccano
ra i disturbi più comuni
.
si
cl jiamata î‘51p
drqme del colon irritabile”, c’è $empie ÎOÌ[…… psicosomati-
le coliti e i]iocolon irer'] atea non
delle punizioni ( sgriàate(;,lîuîtaura di
vertebrale, ì
troviamo
dellaa c colonn aa
vel
an ale e del la bas S
e mm al e e sc ar sa gest ne i ltabile essere eguan{tlrîîzlîl îîsltî;:]lîl;è(r)ve oni
O$0 © respiratorio, somatizzzando© emozi
ir az io ne ad do lee
(associate a SquI lib
ri della resp eccesso, cioè un , terapia dell
0.ad Lan terapi
li che in gene re sSono legati a un che vaN. irrita. della zona del colon avviene prim 5ul colon
zioni). i problem i ana CC
Umulo a.i
mo centro che produce di solito processi(assecomebacf': 0tt0iq; cibo sano, ma soprattutto laarica(;:îr]taurarlape1rt
lon terapia,diaframmatica-addominal o
di ene rgi a. sul pri
i dità delle lombari e della schiena
e :)n‘o.n , de!ì? Pî)ncàe“a droco
respirazione e il rie-
ragadi, stitichezza, rig anche e delle ginocchia ©, che riporta la pulsa-
rigidità e tensione all
e gam be, blocco delle
paura di non sqpravvivere
(anoresgia_bu]in’]i SS chisioni
a. , ch1udere

d e nella pancia, insicme n lavoro di scioglimento delle tensioni
che hanno alla base una 0 $tare, da soli). sestionecome ed les(;j)‘resspne
attiva.terap’xa i scarico della emozioni,
ele rabbia e della Riusciredinzmî'
meditazione
con paura. a ica consi-°
nîl(î….
casa, timore di viaggiar e Éeratfl
ossessivamente la m esprimere la
legati a}l eccesso di controllo pbia significa vincere la paura. |
] blocchi di primo chakra sono spesso corpo e Γtale ra
eccessivo controllo sul hi della zona anale di solito si lavorano partendo dalla
(paura che crea iperattenzione meqtale ed azione precoce il © Se 1 blocc ‘ il il si
gliendo le paure si rilassa il sistema nervoso e muscolare.
mente: C: sci
ScC1O-
, come: l’eiacul
manifestazioni più naturali e istintive) a <ìi _ Vagini.
sessuali-affettivi da mancanz
smo, l’anorgasmia, molti problemi Altri disturbi abban.
dono” (incapacità di Jasciarsi andare), le crisi di panico.
f
di freddo generale; i reni freddi s (îî(r)1era]i L'inibizione dell’azione e le aree bloccate
sono: debolezza di reni, se nsazione
amentali, così come piedi f una
delle patologie energetiche più importanti e fond
anch e voce acuta o alta, priva dei toni E6ddl‘ de!l’ inibizione dell’azione è
la base fondamentale di tutti 1 bloc
cistiti, minzioni troppo frequenti, ma aSSi. Il principio tici, soprattutto,
ma non solo, del primo centro. L’inibizione
chi psi cos oMa detl>
nifesta secondo i modalità neuropsichiche scoperte e descritte dal
l’azione si MA
Blocchi anali neurofisiolog0 Her_xry 'Lab0rlt, chf: fu anche un prezioso amico personale e
sostenitore delle mie ricerche. Egli scoprì come il cervello, quando soffre o ha
Analizziamo ad esempio un blocco classico di primo livello: le emorro;a: aura e n on ha vie di fuga, come accade ai topi in gabbie elettrizzate e senza
che naturalmente possono essere dovute a diverse cause fisiche, come j?g]dl" scappatoie, blocca l'azionq mqscolare di tutto il corpo, che diventa immobile.
troppo vino che riscalda il fegato e rallenta la risalita della circolazione d F L’essere umano, cCome Ogni animale, quando si trova in una situazione di paura
“vena porta” al fegato e al cuore, oppure per una alimentazione troppo ric ella_1 o dolore da cui non può né fuggire né aggredire (adrenalina dei reni), si blocca
zqccheri che scaldano e provocano una congestione o infiammazione de]]fa i e non agisce più: è l’inibizione dell’azione.
stino, che si gonfia, e, anche in questo caso, si congestiona la “vena port ”mte— La paura blocca tutte le energie dei sette livelli, spesso blocca i canali di
e
dall’ano, attraverso l’intestino, porta il sangue al fegato, che così non salea e vescica urinaria (reni) e di governatore nervoso, blocca il triplice riscaldatore
beramente e le venuzze più esterne dell’ano, troppo piene, si gonfiano e pia l.l‘ il cuore, blocca 1l respiro, la mente e anche il sesso. I canali
di vescica urinaria
cano all’esterno. Spesso, oltre a queste cause prettamente fisiche, c’è s}clar{. in particolare partono dalla testa, dagli occhi, dalla mente, dalla visione che ci
mentale, poi i
muscolp de“o sfintere anale troppo teso e stretto, per paura o iperéontroî?j Îh]e1 incute timore; la paura può partire dagli occhi, dal controllo
rt;îggc:;};]{:;t;gn; ‘(;îlr:)0î:5 Zîgî;ì; ;Ìî)t;)mir;l ?euensu c:351 è possibile osserva‘re con%e la la colonna vertebrale e hanno un grosso punto di interru-
canali scendono lungo
chiudendo
! OSI . nella zona lJombare e coccigea; se la zione ne ]la zona dei reni (blocco dell’adrenalina) e del bacino (ano),
rigide e con trol-
persona invece sta bene ed è rilassata tutto questo non accade. Come rimeìii re così tutta l’energia che scende alle gambe (schiena e gambe
golare subito l’alimentazione, l’irritazione di pancia (secondo livello) di soliìoè Quindi, quando lavoria mo sulla paura, dob-
late), alle ginocchia e ai talloni.

252 253
biamo lavorare psicosomatic
amente sulla testa, sull
Sedere e sulle gambe. Anche | a ‘—‘”’On
da come cammina un a,
la paura a Persona è » er
Quindi 1 blocchi di primo centro/l O
ivello si rispecchi ra picchiando i piedi per terra, s
alcuni casi, dato che il 1° e 2° cCentro sono molto vi
ano
v
Sopr;
< la paau idare, lasci: s entendo,.
influenza quasi sempre il secondo. nel utte
poterle emozionNI
quindi se io ho Una .
Cini, |u
gridare. 'ldtÎ]Udre
OoccateUscire la paura
per poi |îìd%'
a ruhh…lotalmen
VOSO. Non posso fare una buona vita et Ti]'dv Tir le pro ;
‘“di pancia”; spesso \-ip“l\lru Sul s Ssarcij: Marnm
Sone che sono belle, però c SOstenur
sono sempre un po' b100 alti,
Stanno sempre con un passo indi Cate\ ;-S\Servan() quell Liberare la paura ! questa
IMo c ab r pau ra ’
etro. Ci SOno invece "‘]<;‘u !Ccon ra
Pprimo chakra e sono persone molt o semprî“° Per
o forti e dinamiche ni che h
forza diventi una difficoltà ° di n se da bìmt:ml abbiamo avuto una
a esprimere il secondo chak grande p
minile: ‘i veri uomi r '
ni... non devono chiedere mai”. astanza: avremo paur: au
è tr()pp(;'f]nr(, È“dato ab' ia;no ‘<tati ic (;1'pdl'"d della paura ent Srd Probabi]
em bia Perchen;ere igknorar]::docci…u' ld"’— rabbia è
iava pia » pr stà[
: ej nibita
t? abbiamo eîSpr, n abbiamo
< -
La disinibizione dell’azione e i tabù spie 2gscoltare la paura e fa?t? l‘lcev.a\un rocesso a
piamo SBO SCITe ciò che ]. i P51c0pzuo](, ia Maddre la ci rabla
fuori ciò che a mo frenato: tristezza rabbia Paura Inibisce lî Co Noi dob.
! blocchi della paura nascondono emozioni uestorigine
verrà, tanto
fatto alpiùmome nto giusto , tornar
ie O
inibite, co dell’o
’ Per la Madre
- Paur
. Sciando veenir
odio. che devono potersi manifestare. me rabbia l’ele mento si sciogl nella logica
Te, palir.

: dol ore,
._
Immaginiamo un bambino molto vitale,. . del m “ Tanto più
I1 blocchi della paura, poiché proven fu
do lo rimproverano
pij d O
NIO esatto
gono essenzialmen bruta]rpente minacciîlndolo ll‘e11ergA1;ì‘(,,drr
dalla mente istintiva-rettile ed gmozjonale«mammifera
, Per teessedall’inip;,.
ibizione stando viene repressa e starà male e diVenterà i ‘d' energi
a che
VOnO essere associati a una terapia psicosomatica attiva, che sa pÌre sciolti | pambino” represso. Quest a colpa è del g e iavolo. una
moto la normale reattività psicofisica, che tenga conto dello #
sarà quindi necessario far sfogare i] bamlralilrtlî)rînforse troppo
sbî rim ’ dogmatico Ra
emotivo e mentale dei tabù, sul principio della venta buono, da cr1m1pale diventa un genio. L,efîìualghe modo e da Ca‘…vîîlîl(_x,
‘disinibizione del]voc‘_30 iSico
paura dev'’essere sbloccata, perché è uno dei nostri vità, conoscenza, spirito, sessualità,
alleati più azione” a ascoltare le paure che sono segnali Dobbiamo lìfsgl_fl liberata diventa Crf:utîî
dev'’essere ascoltata e trascesa, non repressa e subita. di qualcosa cheC{ar emergere le energie
Si lavora Sullmp0naml-.
Schiena (1° centro-livello) e sul terzo (che vedrem quando mettiamo in moto
o più avanti). Corpo e la le energie
paura può essere 1imparata oppure basse ° 81à Successo. Dj solito
Se vogliamo rimettere in moto Nnecessaria, Può essergaura che ci chiude. La
un processo inibito, dobbiamo enitori paurosi, oppure sono
moto l’azione. Questo ci guida nella risoluzione dei ri dei segnali di memoria Adpertam9
Mettere i della mamma quando sto piangendo forte oppure unz:1 minea I -
volta che blocchiamo le nostre emozioni creiamo nostri conflitti intern; ,
energia repressa con la paura. Dobbiamo
un blocco psico_enznl. ani .
ascoltare i tentativicciad.P_°Ssono Creare
Le inibizioni sono frutto di un blocco psico- vie di chiudere che sono i tentativi del bambino, della bambinla à,1501ameqto_ le
emozionale. Per rimuol'getlc(?_
blocco dobbiamo agire, o imparare di nuovo a reagire. Spesso La paura può aver origine da un trauma qualsiasi e in questo casol ;;Pravvwer:;.
le paur;’ere il
associate a un tabù psicologico (vedi cordo di quella situazione; paura che comunque si deve far Uuscire erge nel ri-
3° centro: i dieci comandamenti) o
Il blocco del primo chakra si Bisogna andare a vedere la
manifesta con il blocco della paura, diventarne consapevoli,
corpo. Infatti siamo quasi tutti bloccati nella Sponta spontafi eità
neità del corpo, Sopfattudel
piare l’energia, pr.endere la forza di primo chakra, quella trasfòrmarla cam-
delle “palle” — te;'rnine
to nelle cose forti. Quando c’è un’emo comune che possiamo usare
al posto del termine medico “gonadi”. che include
zione forte il COrpo si impaccia,
gidisce. sj …: sia i testicoli che le ovaie — e con questa energia
bisogna provare a riaffrontare
Quando noi vogliamo curare i blocchi ]a situazione.
di primo chakra di una Persona che ha Nei nostri corsi di crescita umana all’Accademia Olistica abbiamo
avuto episodi di paura o violenza (botte, sviluppa-
sgridate pesanti, abbandoni), le fac. to un processo di liberazione dai condizionamenti suddiviso in
ciamo riaprire tutti i canali (con molti esercizi tre stadi conse-
fisici, bioenergetici ecc) e fac cutivi. Utilizziamo un’ampia serie di tecniche per fare emergere e superare i
ciamo scendere l’energia fino alle gambe (danza
re, correre, sentirsi radicati a blocchi, specialmente quelli legati alla paura. La prima fase è quella della catar-
terra: grounding), ma soprattutto le stimoliamo si, della disinibizione del blocco: aprendom esce la paura e si affronta la realtaî
la forza di esprimere le emo-
Zioni represse, e questa è la cura energetica di base per il dolore. Occorre molto sostegno
in questa fase, molti Sono troppo spaventati
aprire il primo chakra, i]
corpo fisico. Essenziale è la meditazione dinamica; durant dalla paura e tendono a non aprirsi. Dopg che una persona è riuscita Îid affron-
e la dinamica la tare l’emozione della propria paura, ossia a non avere paura della paura, nor-
prima fase e la seconda vanno ad attivare il primo chakra, dobbiamo contras
tare malmente prende coraggio, si sente più forte e presente, ed è pronta per la se-

254 235
a

e potenz;
a al lo sv iluppo dell enzialità q Capitolo Terzo
at
se co nd a fase è orient di complessità ai com
La ntaglio
conda fase- aprono uN ve nte. portamen tiÎStaep O.
me en te Do po la paura, la per: sona riessCe

IVELRLEO E PSDìCOSOM ATIC


| ti va a
Co
e a quel la cent…esl
tipati di chi
mere una or
è
ande uantit
à di em oz io
dolore
ni par: allele o associat
e vecchie em
oz io ni ch e m
o il nutano i]
a 1 . )rj
e del
Pri.
| s E C O N D O L
NARS
a.’ on
IL RE DI VIVE
tr is te zz s es pa nd
ra 1bbia. ane ed
Ja paura: esce
psichico , ch e ap ro no nuove di
à rigida vers o un
me nsioni um
a mu lt id
terza fase, quella
im en sionalità di ndse
de l ri co
nsazioni
iz io lo
problemqya dal.
ni e vis
dl‘()

o V.Suti_ A
LI PIACE
R E L A Z I O
]a sua struttur . òpuò iniziare la nt an do |° nament e i Ttuale,
nt o sì pu on a au me
uesto pu lla pers si inen-ergia
Ja carica vitale de esercizi e poi
si alza fortemente aver so una serie di appositi
attr
dola al cuore amma". ne dola a senti ersi ch-eay dVeVsàa
ne ll o stesso "ologr ca mbiato, aiutan
rientrare ch e co sa è enti
, e a veder e me
fase c’è normalpersflte uno sci €88a
creato il blocco ri. Ne ll a pr im a
degli alt fase la
senza avere paura to o in rabbia, nella seconda vede ch e liersj
di emozio ni in pi an
il dia log o, alc une volteOnaè [ aPiò
Itro sche ma che mag può manifestarsi Sp0ntaneeaml’amore ‘RNelÉàld
ari è
agire con unN a
ac co . ad diri ttura - i si a ffre n[e la l:
] di st dis sim o,
Iche cosa di profon
i
terza subentra i O nta la aul
1-
che emerge qua

il blocco si sciogl
.
tazione ed è qui p rov vis ame nte ,
ell’istante, im
elasi apre, e in qu senza, la consapevolezza dgi sé.1e, la vece la
hîa
al le nt a ed emerge la pre
personalità si
vello
l secondo li
C
governa l° forza dinami
Il secondo li
vello
î) le rg{a vitale, la ch
e di vivegre ne
l c0 1 e(
e inamica, fluida e ge-
nera il piacer o Ce nî p e dl ù scd ambiare qu sto piacre re con altre perso -
nd ne
l seco i olce, materna, ; te fl_è'
TO è pi
ne L’energia de
\

a
e, su ll a pa nc ia , ed è conne SSaCO]n la sensualità e |° più l.ape ?‘iî?{
teriori ment ’ nergia. di nî)‘î:hta el aff€ttiV
i$
-
i
iacere decollna ilrebalazimbbioni eno s
i

rintin, îadell ’e iC :]î;do livello è legato al


dre-fig La fe la îi on e iî lî
ld a, se ns ib il e de ll a
Antima, ca ana. L a mammatien’ e i mbin0 amnel grentî
‘lla base di ogni ,i fuèturaPOl . lo : ;
ttamento è °“;Îgiea
1Î1]b?
la
È il CÈlriîrt<[)aàlì alacere di sentirsi nell uida ?he viene dedalll-a
po per nove lmecu si
ia , da or e p
Ja panc bellezza. Il pr
im è1 pi ere È.PY0pna pelle,
dolcezza, della ” ma le p l o è anche vitale: o pipoacsson lbeonele, fare sport
po nd
estremi, di farsi oun equilibra[‘a lP“mq e il seco nciarsi e creare
una pe rs on a mo lt i du e ch ak ra sono r'0 bila vl . non hanno bi-
, di ne ssuna “e d pr im
no st ra cj$ilì[\n_ l_ tl
di ni en te io ne ”; la ha" ha deva-
ergia “di educaz
sogn o
della a 'evolt
stato quel tipo di en e le L pancia fondamentale , così viviamo at-
traverso la test
a e anch
enze che faccttia mo con il vita p0 sono tutte mol-
i, anche fa re l’ a es pe ri
venta un fa o mentale î\?f
to mental ore” Sllnore di 'on si fel l’amor o
e, si
“pensa di fare l’am nsa a qualcun altro,
a qualc'
, si ha
ltroo invece è “q bi so gn
ni pe r ec ci tar l pe sso è or mai _ di testa. osÎl’ase ss ui
di imma gi
s ndsi,o pe rché il dese _ di n il ec e è “qui
di priimmoo ee se
cora”, . di chakra, . de i ba ssi (connessi co
pr co i ce nt ri il cuore).Il pri-
moeie il secondo corpo vivono
i nel presente

257
Blocchi generali di secondo liv ello

Quando si aprono 1 blocchi pPsicosomatici del secondo live


cipalmente emozioni di softerenza e triste
zza, Pianti, l; t“n_en E *di pancia”
abbandono. di solitudine. 1 ‘energia
di bisogno aftfettivo
umano. di vicinanza. Negato, di , Sensano
La forma psichica ricorrente è
proprna debolezza oricml-….… ? La comprensione di che cos’è l’ener
e al chiedere aiuto Oo affetto e u“—incap.;ì—tfl \ul per-
evolvere. L’energia di Pancia è |‘i:lq di panc j

Quasi sempre questi blocchi sono legati i-‘(ìg Cu’“m


ull'cnergi;, o alla fi«,ut.zl di e ‘°[…-rl—*'tica
““l deldel p=piacer
i e, di ! tota ), erpi;
rare 1l secondo livello è relativamente 10, all otale n]dss amen…8 a Mmari
semplice: il pianto è\u r‘,\ ì IL: tale Per cuy
Stanza accettatàa nella na, clo. totale atmosSfera flare:prìîe
società e quindi le per ‘ »nte do me' Quest
;a è una “ Capacit
a. hon PensardreSvà i e ha “ ra
mente di aprire questo livello. sone accettano [:m( e neamente Sanno 1à viù Po laacarn caccia 6 q |\lll\' ità:
tutti ai SSETC ,Carat
i
® dabb _ a ne a _bbi{. :
ac ‘n/\
Lee [ persone bloccate sul secondo livello
b‘…u sano
ctare enelisi godono la T] vita;, questo è lo
hanno la© sencn
i
proprio co Po, nello SPpazi
s stato ; . Atra fatic
di non f'lr‘ Cla, cioè .© S …L ranimal ,
Mano Spont
o .
rilao .(l
.
$€n\gdzlo"e S L E ospnn
s e
piacere nel corpo: da ciò deùri\'u un corpo poco vitale, ‘.nsi inteso che S
i sen5;S godono, .
poco lumil n\ ù seny Sono in are _ di
pa . C, di non agir. SO O delde Piacey ‘
aspetto selntire che la pancia respir: Pace, sono ri. . 8ite. Gode
spento, come un po” morto. Sono le Persone Sentire che ! a p “SPira , che cdi
amano giocare,
che già d: n0—\n_ con lte ale del vivere e anche que
è rij sata: gu _ lassati, SI Pace dei
le ragazze che non ballano, gli adulti che an . a bam nofmdle sta Caraterictio 1 d qUuesto
ini nun q 'U\]O della Meditaz dovre be es cre
gli individui che non godono
la vita. Le alterazioni del secondo hanno
I ;
queblfl carat
a realtàà teris tica flSlClta rilì“‘flla
povera; at li one
Fesmnn come disturbi della personalità, con C0mpor Înno
tamenn ecclVeu_n divertin a vono in “"‘l.one epuindi a Oì/]e, d i: D Iti p
O poli]L loprinSpazio
I!vello
sivi, sbilanciati. Alla base troviamo insicurezza, vergogna, paura
$i a :informa
ca infor mazi q nc © Auindi hanno Molto temp,
Ppoca “testa + Mma hanno Mmpo LO° S°Neti
a “ . s copoco : lavona
'I[k\ avi_
Spesso
cÎintnci’ e°Cei: €'è p|
goffaggine e timidezza. non pi —e
affettiva. ia di Panci a O molta ‘ po-
i LeFersone che hanno “’ereditato” un blocco di Questa energia di pancia è
Prcgcn/,‘ fi
secondo livello n mamma avere quanladobase della -d I\IL;|L-

aspetta unvita, cioè


dovrgbbe
tale o neonatale da una mamma già bloccata, e quindi che non si Sn tà Prena, figlio è
l‘enel'giu di b;
agio nel corpo e non trasmetteva una piacevole affettivi dovrebbe nutrire almeno Per nove
tà al figlio Ce)ntllva a suO Energie ra!lentate e stabili mesi oltre ai succe
thno la caratteristica di essere particolarmente agitate .ch<? la mamma dovr
, nervose alla flgh.a. malmente in quanto c.ionna incinta; ]la Società, la ebbî
{a d
le
incapaci di di godersi ii il dolce-far
-far-nient
-ni e e q quindi d a adulti i a non ferman ,gaiîte-
> Itrequi non fare più niente di pesant<?, S_010 le cose
non riuscire a entrare in meditazione. essenzialigsld d(.)v
tenzione o con le preo
I blocchi di secondo chakra sono descr_itti a avere tanto tempo, tantccup azioni su nient’altro, Nutrire Îlntî.d SPostarsi con l’at
o spazio per l’evento.
come tensioni alla Parte bass ambino ne] ventre e
pancia., come un vuoto, una mancanza di sensibilità, a volte come u
peî della
‘sasso sul ventre”. una ‘pietra” sulla zona sessuale), una chiusura
(“non ° (un i
La nascita
nulla lì in fondo!”), una zona fredda (““ho il sesso congelato se nza la q qualità del c uore: : Pinigi
”) o, al Contrse… l’inizio del malessere globale
calda. bruciante e irritata. I blocchi del secondo centro Li Tsu dice: “La
sono f0rtemente C(ÎÎ]I0‘ gallifla Può covare
gati al blocco del cuore e si riflettono nella zona sessuale, nell’inguine o e- in ascolto. Ma l’e le uova perché il sSuo
nergia del calore cuore è se
delle ovaie) e nella parte interna delle gambe. penetrare Può
solo riscaldare i £8US
Ricordiamo che il mesodemr]lî all’interno. Pert:a ci, non p:75 i
(foglietto medio) genera sia il cuore che con il suo cuore. Qu nto la gallina g8uida
questa energia a[l’in
il Sesso, che quindi sono Profonda. ando il cuore Penetr ferno
a, penetra anche ] ’en
mente connessi. o | riceve l’energia del cuore e comincia a vivere”. ergia, il pulcino
Tra i più comuni disturbi psicosomatici .dl OSHO, LO SPLENDORE DELL’ESSERE, DISCORSI
secondo 11vellq abbiamo tutte le SU IL MISTERO DEL FIORE D’ORO
carenze di vitalità e gioia di vivere, in particolare
la depressione: oppressione
della vitalità, della libertà di vivere piacevolmente — blocco
La nostra società è basata sul lavoro, non sul cuore, quindi le
(milza- tra pancia mamme devono
reni) e cuore —, la sindrome da “pancia morta” (sia quella lavorare e non c’è più abbastanza spazio per l’ascol to dei
fredda e insensibile. sentimenti, quindi
che non respira, che quella calda e infiammata), che portano a tutte normalmente i bambini nascono senza questa atmosfe ra naturalmente
affettiv
zioni dell’intestino (particolarmente quellei dov ute a carenze le disfun- e crescono dentro la pancia di una mamma tesa che pensa alle sue cose a,
car t
affettive ib
e squilibri e si
alimentari), i dolori lombari (13-L4-L5), i problemi rilassa solo durante il sonno: così l’emozione costante i n cui crescono i figli è di
g8inecologici e sessuali in tensione, non di amore e protezione. Preoccupazioni economiche, litigi coniu-
generale (che analizzeremo più avanti), i buchi affettivi
(abbandoni materni o ali: manca la famiglia allargata, la vecchia tribù, dove anche le a!tre donne par-
infantili) che si proiettano nei disturbi della relazione (troppo
attaccamento o fecii)ano e aiutano; inoltre anche i medici creano sempre più distacco, e figli
troppo distacco).
spesso nascono a seconda della disponibilità dei dottori.

258 259
supporto affettivo, le d
: ng go indi no quas!: sempre senza i
uindi non riceve Ltutto questo alla
1 parti avve non possono dare ai figli l’energia amorevole Non e
y n‘lb…ino :: : + d nascit:

tono il corpo © aui della " : “.h i1 elfluenzzlnd0


Jch quindi tutta la sua vita, Div€ntrî cita, e così INizia a ch
lav
[21VoiOrO‘ n
]cuore-
e l’ al l attam ento nella nostra società sono ù iamo g e a COSÌ, nevrotie
el fare. AIL volte il. bimbo sente cl‘1m;)‘ "
e n sente quell’ene
Il parto.
] a fles[;12101
s trosi. Le madri prima adegu del parto sono tese hananumen[ ii N rgia bioolo
log
gica corretta,
e n e t e disa re affettuosa, che è fonda ; ica com. ,Madquerell’elo -Ner
e p.swnlog1c
um en t; o sicologico ato, so anno , e amo!"’
alda,
pera, affet
rpo,
di p primo e s damentale.
di
Questo è la bace ; gia vit ale,
dica.
un
fortemente orientata a dare risalto ai probje
>UPPOI'ÎO P : . ad g ,,0nt. t dera
n_0 Sp‘l\’ dal …|lb i del co pl e secondo livello: la tensi dse di tutti i nostri
spessoo non hanno .
a, ardate da tutto quello che puòi succedere dl_m. rav
° di fluidità. ' lone
]P medicbomb
…fOITÎ]JZIQÈ' e sono pro e.la mancanza nel Corpo e nella
, ;ia: inoltre la tensione aumenta ne] Ca …egîltivo pelt ”
u o’
one pelvica, per pa iN
1 . SO
- z

Se la persona ha tensi
e
pe percezioni falaat
ecede nti. a tUr Co
dovrà crescere e nascere in quell
. a —
i a d
s1ano stal
AC

sessua le. i] bamb


ino
1

0 bl oc co:0 per l’ac cumu lo di palra ©Nsione,


trol lo
po della madre è così
teso, erceli(’“i che abbiamo di noi stessi in larga parte s
il c or i 0CCO… \E; "lresg
in alcuni ca st
lvlviiccoo ©è tota
]Imente rigido e chiuso, e quind Le p io non sono reali quando c’è un gross partlve%cp: sono fal sate, non reali
pa
vi me
vi r
me nt o pe perso na c i l t Jid
e ia îs o. \b
che ilil pa ino non sarà mai una se mg n
d .C obbiamogr os so bl oc co fr a il cu or e la pa nc N Oormalmente tutti
Co n il ta glio cesa reo il bamb 5bbu-lmg
cesare o. 'ella nascita deve partecipar e a] parto : è(')] Pleta passare attraverso un blocco c«hCl(î Significa che per sentire ]a
o al momen to della
perché il piccol o orm e alla madre che lei conferma, i 1 b‘mbo unclfl] ferma, le spegne. Il blocco infatti è s‘tat € altera le Ppercezioni o addi-
messaggi
che lancia un dec1sp l\1n1210 delle dogli o e.
È la Saggi pittura 1° né le sensazioni della pancia. Da Reicho' Tealo per non sentire né le
o monal s i si intre oo. ins1emMes viene
ccian za
l m1.210'd€“a v1ta\e duro ma il ente
sal cheè tesa,
picco lo deve rima cmrîîlgglll-a consapevolez che le persone alle quallri] ;Zl«stlutttq ]g psicosomatica
prii ovai dentro E se cioè
. tica,
inizia la madre il piccoi lo ne soffree maggiorm ite. Pas.
IÈOÉCOZÈTOHO rgti‘a
sarc .E S “
eo il b1mbq nasce , ma 15tmt1va ment g Conti nua aq a insîisxîtiva della_{SCSSI‘J?)lÌ anale-muscolare, coanîr:]]ll(tîltcîeugrlìie?sî'
Durante il partodelcesarpassa ggio e rimarrà sempre ’ un passo indietr, 0 dUra… Spet. scia, ia eCCi-a, ‘dalle psursrone]? Cui sono state bloccate le emozionilghl\
i
tare il mome nto de p i ve ngono darallbba panc
ango ia dale surrenali ecc., blpccano il diaframma, la res ir'e
' ere dovrà
della vi i ta, per cresc n provei ini
passare delle i è le ne; B[OCC?ndO splrazlone
'1a rlî: ì.mo
an £ al og he sit
ituuaz
aziioN
oni
i I ]a vit a p per rit rovare q quella I IZiati. C?IÉ?hlî di non sentire più nulla; ciò sî…èh
e pesanti nel pica che ogni vo'lta c e tentiamo di sentire nuovamente una zona occata=
che. fare delle cos assare bi alc;
cj. per esister‘e, esermpio ncia, cpiremo
attraverso la situazione per vivere, per esse'r ,
la pa la perc come strana 0 vuota, cioè senza sensaziémi
Nella mamma, dopo il parto, quell’energi a amore gli Mmanca, negli o0spog
di lav"ì_ pertanto nel te\nt\at1vo di sentire la pancia non percepisco niente, sento solo un
il bimbo si sent.e all ImMprovvis
via il bimbo alla madre, vuoto. IN realtà è esattamente 1! contrario, dentro c’è un pieno incredibile, una
li spesso portano 1in gltn ambienti, e quindi î
to da altre mani, toccato da altre persone, portato pomba pronta a esplodere, maill mio blocco non mi permette di percepir].o In
riesce a dare quell’ener, ia
madre non riesce a dare amore. A volte la mac/ire non sicosomatica la percezione di vuoto deve essere valutata attentamente valu-
he'n on è ab1tu ‘ata a lasciarsi andaîea
accogliente di cui ha bisognq il p10<3010 perg rsi an.
ando i cinque segni dgl respiro, del' calore, della tensione, della sensi[;ilità e
a vivere l’energia della pancia, cOSÌ anche il piccolo non impara a lascia
della postura della' pancia. Per esempio, se la pancia funziona bene, il sesso fun-
dare. a rilassarsi. ziona bene, magari non è uUn vuoto Èeale. magari la pancia è solo un poco scarica
Il bambino quando nasce aspettg l'amore tf)talg. ma se Ja mamma è chiusa di energia; tuttavia In0rrngln}ente è vero il contrario. Ne sono un sintomo ad
non potrà dare al bimbo amore:.egl'1 cont}nuera a ricevere latte dalla Mmadr
e, ma
esempio le infezioni è le 1.nf1.ammz-mom vaginali, le coliti, le forti stasi intesti-
non quell’energia accogliente di cui ha bisogno, e dall’inizio impara a non rice- nali, le cistiti: tutti sintomi di un pieno di calore. Questi sono tutti i segni di un
verla e a non sapersi abbandonare all’esistenza. Abbandonarsi all’esistenza è la pblocco che impedisce alla persona di percepire la propria energia in eccesso.
base dell’energia della pancia, di tutte le relazioni: è la base della sessualità
le tensioni, fidarsi. Se non sil Quando apriamo il blocco, parte un’energia calda, istintiva, vitale. Aprendo il
e, mollare
Abbandonarsi significa non controllar diaframma, parte una grossa carica di fuoco e rabbia, furore, ira. Se noi
impara ad abbandonarsi da bambini, la tensione nervosa e il controllo continue. Jasciamo fluire questa energia, se impariamo a liberarla, a gestirla con consape-
ranno per tutta la vita. Da questo nascono moltissime malattie: le statistiche ri- volezza e senza controllo, la persona ritorna viva, accesa, sensibile. Quando
velano che 1’85% delle persone occidentali ha problemi sessuali, sia piccoli che Jasciamo fluire l’energia legata agli istinti, alle emozioni vitali, questa ci apre i
e
grandi, che spesso vengono minimizzati. Il primo problema, quello più impor- sensi e ci permette di percepire perfettament 1l nostro corpo, di sentire la pelle
tante, è che nessuno ci insegna il Tantra, cioè l’arte di entrare in quell’energia e le sensazioni interiori; i meccanismi fisiologici diventano regolari e delicati,
piacevole del corpo, del silenzio, del rilassamento, dell’intimità, in quell’ener- non più compressi o eccessivi. Dobbiamo quindi uscire dalla testa, rientrare nel
gia sacra. corpo fisico/energetico percependo le sensazioni.

260 261
r=-w

pancia”: l’Hara ii i
ugi
Meditazioni i di pan vita di tutti 1 giorni (ad esempio: lavanderi;
essere ' . arazioni
della0, rip‘ ecc.),all_0 Spendere tutto . ciò ch € a,sji lavori
‘ (_5“…..:
domest; ii
nte nella
a |pancia
significa
+E ‘ n Medi _ i rattutto i rap OIti
3 AA ‘0HSL!P£“ olmente
ort0* o lesi sopra porti umani, poiché agna, percpa ; raulico,
Itazio que
L: in qUuesto
he di meditazione possono riportarti in e di presenza. È Ogni rejlaz;,azione- TCNÉ
Essel i
tecniche di CSOA dda :Uesto Ne ha€] eng0"" _ di . spaznazio . ’ ha
:Molte - 3:1ì
o ma devono essere insegnate persone che Spaz; vero
corpo.
e questo è molto raro L,dmano «1.0 di t€…p('« ossiamo semphc_emente ritrovare i] ritm a b|.sng,… di
fiducia e fluidità, nml " orio corpo,
stanno molto bene ne glk }g iO, è troppo tecnica, il Tai P Hatha v Vita a . nonni O i trisnonni, Mma in realtà quello Ch0 del Corpoe vive
e stare bene è rientrare con °oe Possiamo far Lîc Comei face.
questo = À1lz'.io . mama in Occidente, , tranne, , in ! i Potrebbe
- vSd v e lef evolvere +1:3
yano o :0
porta raramente
i i
sem-
mente portarvi questo
in arvi spazio, > anche
>Iî;«to spe4 le arti marziali o casin ss;ena‘ plice
ji pia
cere © stabilità.ento,La e consapevol
godersi
ezza
s ere ne ezla in qume
di esSnSdpev()l Esta iaenero;
i ri in questO , sono vi NO è
uesto MON » € 80dersi ogni ista nte con |° sign:f..
‘ IPo Significa NeTgIa
ecc
. 10 Vissute e co,. 0 è
spazio sacro. . Q Queste tecnich
sto spaz di iP_ i :
in egrado ; di riportag ano in; questo m ua. ncia aperta. eneroj;
8la apenav00nil esser,
: e
ainnastica, NON Y! portar . o a750 rilaco . è nas d e q ape o. la pa rî ì di vioia intr;
jo chakra, e 1N questo spazio rilassato riesci a asco
-l.]…… A €ssere SE al. re _ uore ha una qualità di gioia intrinseca, la anci “O-
|'Hara. dal seconc re accade in Occidente
centrato, ma questo raramente “ 1Di s Mpre I| CUO . e persone che hanno la panci a aperta hanno medi Mento di Pancia ha un ele piacere
S è presente anche i rinsee " loro corpo si muove abbast astanz a bene + lame nte un s :
a F piacere
a nel ilpartorire
La panciaaè piacere paradossalmente è anche nel q ccael o e
i
Sorriso
o iacere di una mamm Presente olor © in! b0 olti un p part-time in cui i lavor ano e »è abbasta; nza elastistico.
; hanno o unN
(ad esempio il piaceT d
olorose, ma sente sotto qualche cosa g; . Sta m' ; : O
quindi si b; SOno tesi, però nell’altraOvvia ne]/”
male durante le doglie, che Sono CO/° ‘to ment©. _ ata riescono a rilassarsi,e !1 Sì bilanciano: Mmetà
jla giO Z : pe M
: ianve per la morte di qualcuno anche in quel m omento 1 p’apia _& del'à > _ ono a equilibrars i e quindi vivo NO stressate, $ 0; molte persone invec
vole: quando si piange P i Cè pi n riesco S
; rte fa ciclo della natura). Le pers
parte del viono bene. sono ril One che Mmuo; 1a- no ni della Terra arrivino a non avere più SOITiSO - u.ccede che i popoli .È
cere, perche una mo p
in uno spazio di C0"_Sape"°lezza WU l I 'assate, 1ono riccîtt di vitaè diverso,
a un modopancia L
cominciando , quindi dobbiamo ve?a Mente
co O, a lpensnergifl della l’energia di base O0 (ja Noi stessi,
Esci dalle % malattie nel; momento 1.111 cui r1tr\ov1 1i piacere del
o ’e . 3 :
i èc
quando hai l’influenza ti puoi godere i colxpg>, | gmg_una meditazione_ 5: Nche amat…i
L t0 con Voi stessi, che volete entrare in co g[m volta che volete entrare
neglx tati tn1Fl, Sono stato diecj COHFBVOI[Z che c’è una situazione che vi sta a cu (?r atto con qualcuno che
Quando ho avuto l’ernia al dlslco,.
alattia nel m i : iorni i . | e €,
ii
; i i ricreate la situazione di parîcghe Vi interessa, ogni volta
all’ospedale, sono uscito dallla ma art;ldinxîi verîrxr1]cîlnco 1n cui SOno ritornato nîÎ… 052 volete fare l’amore,
consapevolezza positiva è Ne piace CT Vere re orpo. L’ernia mi era ven la C Ricreate la situazionela vita presente
del cambia qui e ora con
radicalmen c0 ili Corpo, sentite l’ener-
te tuìîl
e mi aveva lasciato, e per t…‘a ia del corpo © così
perché la compagna Co cui v1qulo
stezza non riuscivo più a g0dermh a vi abne a Stare Con\î],tre i Non ero
donne, diven— i di tempo
i lmnseca |della \vita; ci vuole un po’ ! per i;n ìrmbîa Proprio la qualità
.
a e nelle e g gambe, così ) mi uscì l’ernia. avevo p?‘ - anni, però lentamente la vita comincia a migfiorar O,a Volte anche uno
:)“due g
tato serio, rigido nella pangi cont o di ”
ento in cui mi resi
piacere né voglia, c’era chiusura. Nel mom he il nostro spirito. are, il nostro corpo lo
3 €sto,ù sente
rmi con l’ag opun tura , curai la zona dei reni (Ming Men
iniziai a cura
piedi e poi facendola fis,al èsc1g
urinaria) facendo scorrere l’energia giù fino ai
to a stare meglio, capen (ljre nej 1 blocchi sessuali di secondo chakra
canali yin dai piedi al sesso è al cuore. Iniz.iai subi
rnar e nel piacere di vivere ne10 Che
per mettere in moto tutto questo dovevo rito
ttar e quel lo che mi stava accadendo — n Mio Le statistiche di tutto il mondo dicono che la percentuale di insoddisfazi
corpo. Iniziai a capire e ad acce
— comunque sapevo Chn che che mostra un dif?j;gîi1sfaz(;pne
questo eliminasse il dolore, ho continuato a soffrire ra
sessuale è intorno alll’85.%: un dato devastante,innaturale e slegata dal C32)° 1(5;1i
il mio passaggio e che la soff erenza mi avrebbe ripulito, così, se mi verîe gio umano, come no1 viviamo una sessualità
ore, da
in un corpo San1va, antiche tradizioni, tutti i popoli
piangevo tutte le mie lacrime, rilassato e cons
apevole, senso naturale dell’amore. Tutte le vivere è bello, ed è bello perché tl;nlnuuvdx:
occorre ritrovare Sempli(f);ee hanno sempre trasmesso l’idea che
amato, il corpo c’eran . Laige pancia; dobbiamo riaprirla, a godi
come in tutte le cose belle in cui respiri e ci sei dentro.
mente questa qualità di energia.
Nel momento in cui avessi.mo una Vita, una famiglia, un’evoluzione, una cre-
scita naturale e amorevole, ci troveremmo intorno ai 10-11 anni, l’età dello svi-
Lavorare meno, vivere di più luppo, con un buon senso della sessualità; i bambini già da quando sono piccoli
si toccano e provano piacere, e se questa energia viene lasciata loro vivere con
Molte persone in Occidente stanno rallentando, ritornando a quello cheè . .
tranquillità cresce naturale e spontanea, non genera atteggiamenti morbosi, esi-
. ’
. e . . .
stato per millenni il modo di lavorare e di vivere; diciamo che per noi equivale ste un’autoregolazione enorme.
al part-time: lavoro mezza giornata e mezza giornata vivo. Un’alternativa al Nei bambini c’è una sessualità evidente e il genitore sin dall’inizio la può
lavorare tanto e spendere tanto, perché non ho più il tempo di fare da me le cose giudicare e bloccare oppure la può lasciar sviluppare naturalmente.

262 263
un iono
o. vogl i, flre i
Conte8t:°_ cia e sesso: la relazione viva con l’altro
pambini sono Hèîgui nogsgillìtgî'l s:f:fss
rTono
Sin dagli 8-10 anmi imnom cnel-î…, …1}.1(: N
ora\ menn , iva . n o i
dottore. hanno i primi ue‘s[Tî,Sfe'rz*i posit ! bamb-m'1 che già a già nni non si muoy
tre anni
due in o mod,
(7: gbella- R in e | S esso si ve«:lfll10
rilassati nel LC:l'[" basi i bambim îg. sono rigidi, p05885%1v1.p2?r1an0
c’è amore e soNO ” 1 ‘q ste
messagg ° duro coni penin0 P fluida-
a Il
che la vita è
ente +èd jjeranza,i gioco, .0 scambio.
no0 ilo di coni enitori
© sento n“
cheges TÌ!tori non hanno
i
figli crescono i 1 ses_so diventaocco semp alcu e naentra
rrelice tale i
d ai° di fondo
e
nelj la sessua lità 1i con il cuore aperto © quind e di specifico, non . evutO»— consciamente
gmo!°* inconsciamente,

cioè ‘î\ 0‘:‘; “; è quello ]
si deve spiegare nient cose. L‘e;a edue a, ili non fidan igîi ‘m“w unan quind N O fidarti
e ai figli non £
SÌ sviluppa nella natu ra delle
Ia)llcuîi ’ e oioSOP‘ ”““& Sîll ubrîabloccanobimb
°emis che corp o e
nessSUNo” ì degli
tut to cresce e
ano C
d_o"febbe :ic\,a
zi°ne di di pr°o i
Port ano nella testa ] Un pesante
zione sessuale, dì’ b315150 “lvel,10;_ in cui sj d0ve ta!‘e
.
I primi due ce
1a testa blocca il corpo? *
g
è 5010 anatomia ioni
I
paga2 \-OSa Succede
spess o alle relaz
sessuale oggi educazione al sent
imenti, e
bbe uan caricae l’intelli
invece una reale a nE oli ai ivivere RA
di sesso reale. secol i ai bamb ini è s gdu ì chiaZ-‘rtcee]rì che ‘può di:îgìgenla di vivere.È il nîè\cl canasauci d e
anche parlare pere hé da -la :mqre
primaco
tà tato in,
Dobbiamo farlo
nella nostra socie
non poss
mento del $;: che‘è un centro caldîîel icecnoir raggì\…z;
e °°“S’c\peV01eczaznIS’Sm0 l
re r1on va bt{ne._che
va bene. che godetutto: il ’sesso è giocare, gridar eo'no €cei. uuesto
qse av
sov_"af:flne‘tico
icarsimal dell’ene
:af\:lacm La nl\‘ rgi
eà.gl?
iano
onato che il sesso non è s0 cie
ivinf'laî n icinacalda che nale
tradizio non
OPpuò Piîîîede’e a estaea cerî?r°
bambino il sesso e che si r > quang cinese à;l\’lflî€
tarsi. invece per UN che fanno casino o
otolano ;
aa
mazione, da cui sì sviluppîle\c.bef\aprima faseCoîdi
che urlano v1nsrcmel 5quilibno en:;' I
si vedono i bambini smica.
infezion
i
Uf 1 ’energia orga
terra. sono in muscomr& P
degen trolla
uando la teséîiîîxîxenlà
îa Qi onii Seguali,
e relazion
n°elîloc sessuali: va°inisrre annoa
g e emo \ O S‘Î1‘ema
| ed eiaculazi
di. tensione dovuta a iper: ©ccitazione del azione
alazione
ogni cosa e sono classi _ci slntor rri
à di godere di preco
f sistema
Tantra: la libert razione e di energetica offron o
simpaticO. Le terapie di respi Zsempl!C\ssime tec-
re i problemi della sessualità
non Occor nicamente l’energia tra la ona del bacino e il
Nella visione tantrica, per guari occorre fare © fare niche che ridistribuiscono . armo
e le idee preco ncette. ma non to del corpO.
i giudizi on dovrebbe esistere il sesso senza il cuore, dovreb be esì
niente. solo eliminare e senza
funziona benissimo eîljle\m ia nîoîìlstel"e il sesso
è un cervello rettile che_ è la sempre essere legà… è j lmponame
di attivo sulla sessualità, c a. Îl sesso potrebbe , nonhe“szl
’ ]a test
i ano insi ’ potrebbe esse re anc
sporcare, gli lasci gode sone stia insieme,
base della vita. quanto tem '° po due. per 0 un incon-
lo lasci gridare. lo lasci ensione di grandis: simo i
Se invece un bambino tutto funziona bene, ma
noi Purtr(îe la o diun’ora © di una notte, ma in una dim amore , perché
inibit a,
sessu alità non viene nostri genitop' ° ciano andare alla fusione. L
paure dei 1e due persoNe sono integre © Sì las ano gli innamoramenti ; llìe
vita, la sua
Jibertà, abbiamo preso le e e
V; ocirgonperché,
non abbiamo avuto questa blocc hi sessu ali. T e
cerc ano l’a mor e vero ” spe sso
oni
si
imp
neg
rovvise, la mente non è in îî_ 0 di control-
assimilato anche i loro e ; essenzial men te nell e rel azi proprie sen
inconsciamente abbiamo crescere e cerca re di educar
ascoltare e fidarsi delle
All’interno di questa
società noi dobbiamo Jare ed esse nonN sanno ere amori “sicuri” che
s e“;;\l vitali. Le
’amore e della sensibilità: i dec1dono rii vViv \Jasf…î
gli strum enti della forza , dell
f0rza: gz; stesse persone a yolre dopo la prima ÎESe g nSà
bambini dandogli o allo sviluppo della te € npct1tive. perché ? nale di
molto spazi mano in relazioni piat nta uno
per imparare a dire no e
a diam o sess o dive
questo nella nostra scuol la testa, il cuore si
chiude e il
isticamente © flslc_amente. fidanzamento ritorna
imparare a difendersi lingu per imparare a vivere ualî îîîon
at_ori dell’ano, dell’intestino, degli organi Sessiamm'«lzlon@(;
sentir si a disagio o impotenti, 1 blocchi infiamm nella fase di lnf
sì, per imparare a non i bisogni. I genitori angono troppo a lungo
e rispetto verso se stessi
e i propr
e le gastriti, quando rim ri. La degenerazione è
innanzitutto con dignità la enerano e possono diventare tumo
tà, questo però significa che prima volte anni e anni), degto
devono insegnare ai bambini la digni digni tà per se stessi l’accu mulo mpensa
sco di tutte le tristezze e le chiusure di un‘etîergia assolu-
non avevano una vera
devono avere loro. Molti genitori ma non avevano Unà ce, nat urale.
la famiglia, per il casato, tamente sacra, sem pli
avevano magari orgoglio per mam me spesso non ave-
povertà. Le
reale dignità, sia nella ricchezza che nella della propria vita, erano
felici e orgog liose
vano dignità di essere donne , ginecologici
e trasmett evan o paura è insic urezz a. Blocchi sessuali e problemi
sovente mortificate, succubi, e informazioni affettive, che
chakr a ricev e tutte quest di un blocco di secondo livello e di una
Quindi il secondo tà. Il secondo 1 dolori mestruali sono l’indicazione
ci dovrebbe essere invece attivi maggioranza dei casì c’è associata
una
vanno a creare stagnazione dove parte delle persone non parallela alterazione ormonale. Nella è evidente. l rilas-
e fluida, la maggior ale. che molto spesso
chakra è come l’acqua limpida acqu e sporc he... tensione emozionale-psicologi ca sessu
a, sogn a palud i,
sogna mai acqua limpida e fluid

N)
DN
t>

264

ANSA
PA

LI LALTA F2EcsnoH
122.
LA 4ii À
are completa sono organi 1 iinterni ( aVi
riesce a elimin yoduttivi i femmin_ ili Anche s
ani IPcterno a Mentre il i} pene è un
E
ilcuni casi …ìel"\ M ente -yang).
è dovuto fl“—al- in la1€tida ),trasmiss;
I C ieno
de ll ar ea n
invece . il dol ore Zione , °lori cgan!
.\ don nz\ che evi
g<)‘ ono più moltite e ma
se den
samento a ]c uni casi. stit iche irzixl i no °
‘ofepga stes e
se» lìE“‘ qual
se
ch, modo SSione po' n- Sessuale
In imc nlu re) e alla caz i un
o sono in comleuni
mestruali. ale ;\l

soenaueflan‘“to di P
e o
ne inte: stin n‘lî-pm’d
ricca U nf
iamm azio imi. iN par
ticolare il rame e lotavzin co, pei o 1_htgstia;]Î
ia la care u»1 nbil a;a vaginae l’uter
iccolo intest ino e Vescica:
ìnt'l'CdZ‘ °
1one. Altri proble PO più gravi
;m Sono quelli
certi enZ molti casi tut
all’asse nZ z a di
la a tet ns io ne - In
brucia il rame
(ce n’è nza di
agli org ani di seconclglî.miv en“7.lo… e l’irroita lone dell’inte-
e T nigliora cronic: a che poco perchéenè ettono ° g8enerand 1 ilteriori inf
doli a volt u : zio, iam
di
re neurop: sichica deiei distusurebi cofun
pr op ri o a una KCI'I>IOI'IC un trauma,
Laonl0i ica
e
dovuta c’è invece qazi nco n am.\ali gl gine
Sie:colo
aur: a
o) . mestruale ’ nap re le ca Lolosi
gici è molto
bruc i ta nt uN dolore ss on
olte poo es se mit: c
Molto spes
s© dietro è Ga lema sessuale, ma un O PuÒ dire che
ples” n sia uN prob iona con tutto u…
lîrobl ema di testa, dove
}° amenor-
0
abuso es per y e fu nz a unto è il
=ssuale può minimo, ma Mbin @ flma nerv os o ch
e ;;h i a {os psica
umo s mat
A volte l° SE sio anch;
diretteu—ibî‘dei .ellil().° energia del piac er ico mplî da rifiu-
energie sessuali Nelle femminilità, l’ll e ha'coi>mugna Intervenire non anto
i Ab l° percepisce le A ì Ci T siS da a persona, ch t par-
o una ba mb na hesensibile.
un se Non abituati.
a vedere e sentinore 9], i j
e …ed o dal basso» ma e Yir\‘qu-e Una sensibil
ità
può © ssere anc o shock. soprattutto i soNo abituati
- è pfobabilme
nte un codice affettiv Mmolto par-
dormon o ins ieme. i bambini nsi eme, div ent a C sÌ
una for ma dol ìulli
ce le*‘(l'latu ten otivo molto alterat,
o nella fa-
famiglie nno ! osì
ono insiemMe» che sta . E
iglia. è uno sblocco facile, è una procedura
molto
arte della nat
ura. genitori non
pi mig un ga, e non è così
il sesso è tabù, i nostri e, se ilgg ano nudi vaginis è così .semp lice
a società dove acciano di fronte ad altre person isolvere un caso di ag‘° © un nor malecon proil ble
m
ma n Sess uale In ogni
i non si abbr ò es se re fortis am°' bino & soly Jiendo il nodo cong e ii padre e la mad
re,
ore lo shock pu come o aÎ'cîùe e il femminile ’
‘tori che fanno l’am lmente la relazione SeSSualî
mm caso. sci0
a volte in due o tre mesi
si ottengono dei risultati molt validi.
dera tota o m0<1301 Mmarito
sso. se non desi tretta, come purtroppo fann to un trauma intenso a im ì
c’è de1t1e‘ Mmogli, ei cas1 di uno si1ock. se è sta diato, breve
i sente cos in fo nd o tempi molto bmrev me
di piacere, perché igione può avVenire in s
. oComunnqab ue anche OPppre s. ome durata, la guar i
memo diciamo molto sexii lice, i
raorevcheole.la opil prba a_in
immb ituato ri, Sempli. hr‘.mt‘.'.‘o. un ;ttecoggn la_la spiritualità, hanno uno l; \_C\e‘ identificato
@

hi o
masc un sess stao so
mopr a
rb e
id ose mbam
e
no Ppersone cheogn!1 1S'É‘ ch e
s ne. ilè con
sio mba enecevel una iù con Ì bis
eparato. Questa bo e”: a sonoi ragazzi Zii e“ppo sessua P
le
cement . . suale a cui non è pr e ma l'gfeticaè molto più ‘“ani imal
er gi e inf ant ili molto. 3precoce è rtapl uo, gg io più adu lto ; Èiinv e qua ttoragrdiazzcii
“bomba” di energ o può squilibrare le delicate en a Ses su;llleestarsi ch e un li
o tutto © sano an restano bambini, che hang ua nn o gg ec e Îie\ i
spess de ll
llo sviluppo e empo) e in modo.
a vit anni già sannsedici, diciotto anni gno delle situa-
uno shock che ce nel pe ri od o de
O più sensib sibiili
cons hé 1 loro sON li, ’ trovarsi Ì1 ini una compagnia gnia didi
poi con tensioni in sa da prendere con molta calm
a (t te perché
i questi Shoc1ì
noho che . iò delica
firo
Zi0nlplu4 1 i ii
co e in alcuni cas vero shock.
Il sesso è una no di ff er en ti
del sesso, la 08- ragi azzi plù disinibiti e cresciuti è un
i dei ba mb ini so è
la ve rg og na per cui uNo shock può avvenire per motivi anche apparentementi icì
naturale, i te mp
e. In molti casi c’ e Zg?;—
sono creare proprio delle paur ni spesso sono Vissot a’immagine troppo forte nel momento sbagliato. Bo
prime mestruazio
al sesso, è anche le
e
e m olto attenti nella psicosomatica a sentire, a percepire il livello
cizia legata Bisogna star o vissuto e capire come ha
vissut O
uno shock. ] ione al tipo di sensibilità delconsiste ma ma della persona è nel su
relaz
psicosomat ici sono in o 1 n relazione al tipo di anima;
Un’anl‘ler_ ed entrare nell’ani
1 blocchi son COSali ?la quella cosa.
voso, ma si potrebbe dire che di più, perché
anche una piccola
come vaginismo, eiaculazione precoc
si amma la V0Heg be
molto evoluta ]a
pers ona hé è sensibile e 1 classici problemi adolescenziali,
regis trata più inte nsamente, proprio perc Se una pers ona ha ue unger e l’Orgasmo, che sono essenz?alm come
enîé
non va viene e armoniche del normale. incapacità di Jasciarsi andare e
raggi
ogie sessuali, ma
più prof onde se una bambi ng esser e curati come patol
vivere situazioni mente poco, ma dovuti a paure, NO dovrebbero
vitale si ammala relativa
e la mente
rzionale simo, ma le emozioni
secondo chakra poco la blocc a, ques to inciderà in modo propo disturbi psicosomatici.
11 sesso funziona benis
trenta ai cinqu ant’anni,
energ ia sessu ale e otenza in persone dai
ha molta
tica della sua vita
futura. no! Un altro caso classico è l’imp one o da una mancanza di
sulla salute psicosoma da una situazione di tensi
che normalmente è causata ollare: la compagna, per
esempio, l0
non riesc ono a contr
rilassamento che loro una sessua lità norma lissima, Sì
in crisi o l’ha tradito e di colpo, da preco ce (yang).
sessualità ha messo (yin) o di eiaculazione
Problemi collegati alla passa a una situazione
di impotenza
più in contatto col corpo
e la
più comuni sia perché la sensi- mecc anismo, non si sentono
in general e sono molto Dentro si è rotto un
] disturbi ginecologici di que lla maschil e, sia perché gli
à fem min ile è mag giore e più viscerale 267
bilit

2
2A

APA
AAN
BSIT
Capitolo Quar
è to
fluido tra loro. CosìSI è}
unicano n modo Mutile
ia cervelli noN “ com a p r i
TE. — rdatevi di i aprire la panci è
n e deve gué ire.
e che deve gUAN
i
nancia. e !
P C il sesso: è il Cuor
'l l\[a d jia inizÈ iare
una stori a
-un requisit, o f…1d.\lî\fl
d’am ore, 7 ricCOtue potr.=nd
’.‘nt.llfi ].;]€1'
ait
I cr…r 1 1° “‘m05fer“ © spe
-
LLO PSI %È"&“@-
IL TERZO LIAVEDIN AM1ÉÎÈ
e ’ a
k…;lr}nn[1 S

FO RZ
qua

LA
|
. , da creare
fort e pass ion. .. è Un
‘Ll<1 o c'è il cibo, l ne
sati..e“] sesso. come
LE
d
o rerilasn<'ÎL
la tes
re
La situazio Nne o damolt crea
S 1Nencontro. ia
buon
il corp
io se sia
ecli i mo aperti ’ son no
ctare CON l à P
gA - di piac ere. | e ° molto megl
vien e rila“ìnie
a
1L.\[] .Ug C
i
qll.l S1asi

nella pancia

forza solare
l centro della
e quindi ai ruoli di
ato al ruolo sociale,
1] terz0 livello è orient ° 'd\ff.xcoltà di essere se stessi cg:9&\;h amicizia
o di
Competizi one. nllal fac}lxtg bl altrì, di sentirsi
re sociale è una de“e
TI o.msm\-m..ll pote si aîî'r‘°\e chxavg del
adatti O inadatti, SICU ;1g mfic a poter essere se stes
terzo Jivello. Pot ere socg alî
” evo ca inve ce î“temo di una
““po tere
s_om_etah il ?erm'me ;°\“ ? sugli altrì,
società. Nella nostra richiama il com and o, la D055 '1b‘ 1\-“
sulle cose © le situazioni, copp ia, nell a farn ì Î… ricchezza. Îl
ale: nella e\ à'f“lo…_
iN ogni rnolo soci compreso come ilgb‘\Î;cn
otere Si manifesta Abb iamo ampiamente
nei giochi tra bam bin i. io + (erzo
età, dipenda da unanastorc e aî:\ncapa_
nella nostra interadi soci
quarto livello, più uma
jivello, che si man1festn
di relazioni sociali
cità di creare uNa rete pericoloso e comune ……ÌÎ},Z‘,Ì;
1l blocco di terzo livello è il blocco più
cuore (della fiducia in sé) e
società; esso deriva innanzitutto da un blocco del
dell’amicizia, che degenera diventando
si manifesta CoMEe incapacità di godere ruolo o timidezza e impotenza. Que-
pisogno di potere, competìzinne, giochi di
blocco è presente in tutti, tranne rari casi, quindi è come dire che questo
sto
delle persone. Solo poche persone particolarmente
plocco è presente nel 100% blocchi nel terzo centro.
0 poco sensibili, non hanno
integre, fisicamente robuste o su me stesso è pur godendo di ottima
Anch’io, dopo molti anni di lavor sento tensione sul terzo
to teso 0 preoccupato,
salute, ogni tanto, quando diven
sua
livello. prendiamo coscienza della
blocco di terzo livello, stomaco
Mentre lavoriamo sul se hiac cian doci la zona dell o
sta come tensione,
esistenza, che si manife

269

H
LE

NI $
AA NINA
PNAN
RSI Ò RNNAIN
NI
,
I aco in p;\fli…l;lfn‘; affondiamo lentameme le d
e la bocca de llo ston s a del]
plr;mdo . e dirigiamole leggerment e verso l’alto:
, e te… ito . doi fibre a cervello e Surrena]; ‘
nervosellt?r ..
mani insieme. es i innaturale cdèel)tire remo dua
di irett rmine SsIg icativ
reale ee signif o i i(adre,.
sso dol ore . Questo dolore è assolutamente
è assolutamente
e
reale
t i s ativo in quant U o reîllmedrcndh…l)- Il
sion e. spe Conside, W
nlivello o viene con ] O h. n !eT o l’alto i nervi e i mu: nte
+- ]a salute £eloba 1le. Ileblocco di terzo z0 ha,. s; rif Sistema e “tirato”
coloso per la salute
soctiet à, il che signif ica, come abbiamo alo i]lblocc
b Perl‘ò 'l'liral' "erbodl‘:/enta appunto “t'q.Col,l.‘ © questo
di bas e di tutt a Ja nosira
dl°amente aco, che CIE i
a ; lavora sui reni e sulla testa (primo.
Irato”, contra tto . n
Il e e i hlressat
società oceidentzrle è basatzl su un’ide 010gi'1
esposto. che tuttà Ì a nostra per il cuore e i sentim enti. lp°tere cha& "'Èrzo- s e ste
z a troppo spazio h “ al| cecentro del corpo, rp tra s tomaco e reni O-Settimo è 1 MO Centy rIC lelI primo
e conflitto sociale. sen imi tre chakra, cioè
he ® re dei i primi
he $ Di della NI, è è il Îl “ “cervello» o _
n i 2020 CER
s
deve sempre iniziare a sbloccare i1 6120 - uindi per S) Uto iI sisteni
À 5[i0f
inft
llo _ oce
1 blocchi del terzo live bflssi i che nei i pr processi enNergeticiii e psicoso na.. . re i centri
Lo sblocco del terzo livello è il primo vero sblocc rem
o istintivo-e - i livelli alti o medi del cervello) cpe CÌ di solitoè }
rgi e est amente - dle"ìlle. e | sco
ri |1[I'i passi, la ; primae E cosao che i centri
eme rgo no ene IL alti posl Mterferi Mozione e ]a
Quando si sblocca il terzo live }llo ' $
Îiîi primi due livelli, è di bloccare il d1aframma NO fare, per blùccar0a
e1 Colpire ;
tenti. spesso violente e aggress1ve, s1a Verso se stesmnto,chegriver
da,so spe i eune.rgifi
glissoaltrir;s Po
rabbia, pia ; lato alla bocca dello stomaco, sul lato inte °
ene]‘gie

drammatiche. forti. irrazionali. Emerge ione di i, ri. uflti energetici di rene e di stomaco, che in p Slcoso
ho delle costole
bellione. ma spe‘ sso anche paura.y1mbmone. vergogna. La hberaz fegato e stomaco-mi lza, matic3 i + CI sono i due
è un elemento di essenziale importanza nel Processo d]' qUeste StomflCO’ engono riferiti
energie ‘’basse’ uibi]e. i guari. a
ta umana. Un passaggio ins'ostit
gione psicosomatica e di cresci
1tr come ten sio ne (più spe ss
1] blocchi di terzo livello vengono percep $ alla Le divisioni psicosomatiche del terzo centro
pancra). come peso (come un Sas
bocca dello stomaco. a volte a tutta la
framma chiuso cl; Un;l
piastra). chiusura dello stomaco (una barriera, un dia
to
estende verso l’al (ern ia iata le), a vol te al cuo re e alla gol a o alle Spalle e si l terzo chakra si divide in 9 organi, ognuno dei qual;
rompe il flussg d?1]? sensazioni e’d0e] i pomia funZ_10_naleik Abbiamo i centri attivi sulla de(sltra-]fha Una sua forte auto-
re si dirama ai reni. Questo blocco irrter
spiro che dal cuore scende alla pancla..Qu.este sensazioni di blocco Ppossono - tutte le tradizioni Una persona (_h fegato” è una personà “gato e cistifellea: in
ha velocità di reazione, Capisce in fretta reagisce in fretÎttwa’ Coraggiosa, che
sere calde (bruciore allo stomaco, irritazione) o fredde (stent omaco Lelato o
lto facilm e ai b]0CC};_ren} Jaonfia,
milza,pien{i
che dicorrispon de a una persona flemmatica lemaa' A sinistra abbiamo
freddi ecc.). I blocchi di stomaco si collegano 4m_o l1qu1d1; in 1nglese spleen, la milza è ’un ter;ns'Pesso athe un po'
izione degli istinti) e al lcde1
centri bassi della pancia (per quanto ri'gl_mrd'a l’inib per persone meh_nr alla depres\smne, alla melanconia. In poin?'e chî. Sì Usa anche
tro della gola (per quanto riguarda l’inib izi one dell’espressione). I bl()CCh.enî
ni la zli (()11 milza è l’affettività. sz1 rrulza è uno (lei Principali organi emoleo 1 cnergia della
terzo livello si riflettono nei blocchi delle spalle e nelle alterazio del fun livello, è quello c_he dà I gffett1vrtà, il rosa. I due re 1onali di secondo
| |
nalità mentale del sesto. tacco, l’aggressività, la spinta animale o la fuga: “Aiuto e 1 invece sono l’at-
i
1 problemi psicosomatic più comuni che derivano dal terzo livello Sono: uello che deve digerire, è un organo centrale intermedio clîîî…- Lo stomaco è
stress, aggressività (sindrome del vincente) o impotenza sociale (la “sindro ristica quella di digerire le cose: mangio una mela, o qualc’os’altro
COTC caratte-
di Fracchia”). rabbia (calda o fredda), crisi di panico (dal primo livello), dist$e diventare la persona che l’ha mangiata. Ma avendo molte ener, ie’cî1 a devo far
la funziîne d:11C}arriva-
bi alimentari da nervosismo (che a volte nascono da un’errata percezione trzl no addosso e che non voghamo digerire, blocchiamo
cuore e stomaco). I blocchi si manifestano somaticamente con: dispepsia, vo- una serie ampia di cose si blocca. Lo stomaco è quell’organo che deve 31r gîì?o,
mito, gastrite, ulcera gastro-duodenale, gastro-duodeniti, ernia iatale, ep.atiti anche le situazioni-energie emozionali, ma a volte non le “digerisce” rîgo;îî
calcoli alla cistifellea, problemi al pancreas, milza, reni. Le tensioni del terzo’ riesce a “mandar giù” e quindi si blocca e si chiude. Lo stomaco è un’or ano
centro si manifestano con tensioni alla testa e alla nuca che producono labirinti- esterno della milza, i cinesi lo associano alla milza/pancreas e il suo elemeîtg è
ti, mal di testa, ma anche depressione o impotenza associati a situazioni di “im. il dolce. Quando sei a tavola e mangi, con altre persone in armonia, il cibo lo di-
potenza sociale”. gerisci bene; se invece i genitori, mentre mangi, continuano a litigare o a ri-
prendefii, lo stomaco si ch1gd_e e tu non .digerisci. Anche se i genitori sono trop-
Stress e sistema nervoso teso po ansiosi e continuano a dirti cosa devi o non devi mangiare, non c’è l’energia
di cuore, di amicizia, e lo stomaco si blocca: lo stomaco è un organo estrema-
Quando la mente è tesa, reagendo incessantemente agli stimoli di primo mente sensibile alle emozioni.
livello che nascono dalla paura, quasi sempre somatizza sullo stomaco, che è il Noi viviamo malissimo tutte le forme mentali o le situazioni in cui preval-
primo organo-bersaglio delle tensioni del sistema nervoso. Esiste un canale gono emozioni negative: quindi gli ambienti scolastici, le scuole superiori, sono

270 271
’ nicazi0“e,di terzo ]\1ve_llo —;hc parte dallo stomaco e ti arriva
” ia tip dl_comunlcazmne ‘ 1’poterf:. nellz_n qvuale il messaggio
pui! i aco - è eso) è orientato alla d0mmanza—sottommnonc ‘“Tu non vai
t0 otti! io sì!”. È un messaggio duro, autoritario, negativo a;d
ro sono tuti
] 'unive rsità, del lavo - «“Tuy non lo sai, io invece lo so!”. A questo up<-> di
logo e la comprensione 'hl-' cOSì » i
‘;1mb‘e.n[î d)c’el il;r21ifl lo $lgd
ressività, . e quindi
i ia. il CUE dell’agg perl i0:i ‘ si risP°"df COSÎ .l.l.ghuaalrîig(iooîìne%g%]gzîî? IA pppeeraia
“ attraverso Î nervi vaghi si bloce;
si tende e" chiude 10 stomaco e
n preva e edell'la °coMPea sag5 . Mi zCàli— pracchia”.
il diaframmkla
ambienti d
anche tra bambm1.}] giudizio viene trasmesso dalla famiglia
ca me a
E i ‘Ì.‘fcln. I Ce H
sp' esso nei casi
in cui la mad;le ne
I1 SISE collo. del C amme:
era cuore. Tutti que. e ricchi © pf)tCfltl sono sp<\:sso in grado, attraverso giudizi
’era tensiofi€- non c
il flusso dell’energia è dal i (“Sei povero î “.Tuo pa;dr.e è ‘solo’ un operaio” ecc.), di sot-
; icamente gli alFr1 ba1rn\bml.\ anlsiasi difetto fisico, intellet-
i Sentimento 0 part1colanta può diventare oggetto di giudizio e
° .i che hanno saputo mantenere una società orientata all’amore,
tua!?* f. IN Po giudizio_competlzmne sociale non esiste, o per lo meno non in
m…mzion£‘ to. Non esiste nelle scuole, nello sport, nei giochi tra bambini

su Jivello
in C pinie0ling 9 organi. 0Eno d
j rmente ft:

po' fra di 10{'? come


co
e e
ammentato, esa: ttamen‘ te come lo

0rîp? le fabbri_
voro- > bambino ho vissuto sia .in campagna che in città; in estate avevo
T r in campagna coNn Ì quali c’era un rapporto bello, diretto, in cui ci
na del cotpO" 1 le0 un
nessun a centralità. Diversa.
. differente-, non n vera unità. NOT CE una totale unità: un cuore e ]iC e: in città invece erano prevglent1 rapporti basati sul giudizio, per
c'è uNa “ del cuore. c’è era
tralità.
estrema semplicità
e cen avamo : la classe sociale, la casa, i vestiti, l’accento..., la priorità
cono o distru ggono ele.
insie
…d el î( le fabbriche
e che producon
il o
cuo re
nor trasfo' rma
invece : nonne?, alsiaS! Cî;hé' “Io sono meglio di te”.
° pul$flfl[0 (m el fo dl {ral
trasforr nall gani lcomun
lc az
niente, SONO or tt on o in ci rc olo:
llo Iloro }o me dei giudizi
menti. C è S
n trà rodott o da l te rz o h. ve
asmetton a tt
o tu o i] cala dei valor i e
niente.i polmoni! no oesîîgen0. il cuore gli alimenti, € li tr a
vent la
oe ]\Îl ii nanti, nel momento storico in cui uno vive, di
smissione- '2 onch a dei valori domi à. lo ri po si ti vi fa nn o cr es cere le
olmoni pref zati da tutta la societ 1 va
a[16soci0 indi viduale © sociale orientato dizi utiliz , ud iz i ne ga ti vi o po si ti vi creano
Eorpo -
o :n que questo
in “ ionelo, P510
livel
oduz ]a 050m
nostra età industriale lavora e vive o l’integrità del loro esse re i gi
am ica.
ll spttomissione psicolog
Noi vi vi
’aggressi-
ntazione— îo livello. dove ci sono i centri principali dell umane, e sono la base d‘ellt te associato al
alla framme io, che è fondamenta en
lm
‘ndi la società si basa \sul giudiz
te sul ter :
essenzialmen bizione
ga. ura e del dolore) e del sesto (l’ini
vità o della fu plocco di primo chakra (ci1i0€ d<Èllg pa . do è sem-
pensar nomamente) Il meto
e auoto
la e della capacitàco dindiz
dell’intelligerlpic io na ment base = “Devi fare quello che ti
coli si ric eve il
jice. Fin da ata o sgridata), quindi
] giudizi p rice vi una punizione (sculacci
che viene asso- dico i0” e Se non ubbidisci “Se non fai quello
Per ‘giudizio” intendiamo ogni
valutazione, considerazione, | il blocco affettiv| o di : secondo chakra =
| c'è i
aura/dolore. Poiterzo : mente conti nua a veicolare degli
ciata a un’emozione
negativa. del blocco che ti dico”. Il livello è quello in cui la
la chiave per la comprensione l’arma, per udiz io e che fanno leva sulla paura fisica, econo-
In una società sempre più mentale, o meglio sati sul gi
del terzo livello è il giudizio.
Il giudizio è lo strumento, schemi che sono pa le, e infine bastano gli occ
hi o la
invece del più forte fisicamente
prevale
mica 0 psicologic a, sul dolore possibile o rea
prevalere sugli altri. Nella lotta sociale, “language is a virus”, è la
e di fronte a qua este mi nacce c’è paura, il ore si
cu
il più forte mentalmente. Laurie
Anderson cantava
voce a far senti ire un giudizio, mm ia si tendono, il
la realtà, il merito umano, ha
impor-
chiude, c’è tensione sul di afra a, il sistem nervoso e la panc
guerra linguistica. Non ha più importanza rale della nostra vita.
firma più alla moda, la posizione
sociale più
a m ale: questo è il blocco cent
tanza il codice sociale ufficiale, la corpo ha paura e respir io- paura: se non vai bene a
esclusive. Ne uccide più la lingua che la spada! Il Tutta la scuola è basata sul
lo schema del giu diz
prestigiosa, le conoscenze più arrabbiano con te e ti
veicolata da un’energia emozionale qu an do vai a casa i genitori si
giudizio, per definizion e. è un’opinione scuola ricevi una not a è
giudizio può uccidere una relazione, di te e non ti amano più.
negativa, senza amore né comprensione: il sgridano, perdono Ja stima che hanno
un’amicizia.

273
272
purtroppo che, ovunque nel mondo, ’ gran parte
. c t atiamo
gativi cc ’ me:
su concetti medioevali nepecce
i
ons
niici)i 1 eligiosa
ntic èè 4 anco ra basadita- colya, il timor di Dio, il ii
or(llg]-
jone ’. diavolo, il senso dell’inferno nfer ecc. Quesìe son(î‘llto
pic0 , uC .dîjvzi0 1
vino» universale» le, la paurara - e radici
ti fa. appari ;
segnant€,
ch e cll rigo la forza e la consapevo-
de dato, ti giudica eft?
’ii negativi, che inibiscono
le persone.
.

pb parte
ru tt o vo jj eP fi giù 'lc r1dizionamenti sottomettendo
oggettando e
. UN
glr fl\ }; che ti dà
’ d
1
…11?(') nde dî;u‘ìl a
i

il priMO gilseildl bDra’ -° _i


.

pase di ualc he
- he noN os tr a gc uola Cosa chtee unhy
. guc azi oNe mpag n! > Su “î non es is
ofo!fllfldl jjvidU*
Nell ‘d….hg i dice che nÈ' ei co - . Nella n A pall
.he sei
e
guato. © i occh! pf
H““*’“S"‘“ i : fronte 28° L 15
siste UNI Yot0. : ia se
(Z:Zî]’ MON esiste un jer? dell’Eden
base Îjm]e. n fall()ne di sitivo dell’albero
sm in ui sc ® n in
10 ; e ne-mmeno lîlm SC lc ;î aa ri eOttabo i a] .
non fai . ° IOr©e. ig en
— zi
cit ué ‘12 o ag li altri. In ito P o ; pri
— unounadei delle
o n o d pett . più prin-
za le sitti ciò che fai e M° du ce re à arhze
etrt
, cipo |fl" cultura religiosa troviamo
Campbell
voto dî - ]] ig en
so ; ed, uc
, C? ex
azione 016 che una so ologiche della nostra Joseph
© iud ica to if pa se # — oc es
di iu di li C01.1521p6\V
ente neC@ Ss an -d ! Alle rase dici iMÌCondx.zlon'a.men.to nefg_atxvo. P
il p
one è ugualm documentari
sc in tel’ev!_
1 a filosofie, che libri stupendi — ha
ha presentato
. un’intelligenz riti è
persone e ha scritto
operto l’ori-
ee
1 p1‘0f6551
nt e, MA esiste anchae può non esse a
el
t _ mitolo8g!2;
ci-iP"ll cau À milioni di
senso di colpa.
a della me
uale. Una person a ragazza n re | e e a de] pecc ato e del
iiÀ un igi
ottimo contadino, “iori P dal mito
i de;ll ’ aibeio, che originariamente è un mito mol
pisogn0- a sociale,
Esiste :
:yentare U" ma mm a de ve possedere uOn sione ‘co-religi08
ma ti ma , e 1a una Pale5tna in°
g L,Oflgme une”. ine n
a molti popo9!!1li antilchl che e non mostra traccia
i di giudizio fr111;) o
emozion €, be essere
a ma s a7

scuola dovreb ione passiva; d0Vreb[îî


na pra
nate
” el peccato. Find al neolitico e dal paleolitico (stiamo parlangdo
aZ itivo CO
di memorizz
o d i
lore p051[1 é dl Sens
fa) l’albero, la do nna, l’uomo,
' ili serpente, la mela erano
iligf?en“îzani, POpersona cen za paragoni 0 scale di va
otellig mi la : n!
an e mune del mondo antico era
go
di _otto
co n do Campbell la vision co
, comettoun avfiovre .nel gia. r-
IÌVO’
e. Se
di conoscenze la
i di ° . come sacri. re l’essere umano come un albero del Tu
risalto il de ra a
le e dele?lva attra-
adorat! “ onsi e viv
mettere in e di essere part schi
. alizzazioni
questa reri ore degl opposti polari, del ma ::)llfi
e inte
e lo yin e lo yang n'ecnrlé2
gue
i
ment i ne
gativi
del terzo li
vello, m din0 1/ nion
e del la Terra col Cielo (com
I co ndiziona
udizi siano
l’ el em e nt o negativo
i ù prof(…d]-"
izionament piano gli elementi
traîl Shakti)
vesso 12 è5ivriue nire l’aspetto mgteria]e e l’aspetto spirituale celeste, ascol
o co mei i gi co nd (come
Abbiamo vist d izi n as
co no da
e rapprese
nt ia animale: il serpente. Il serpente è quell’anim’ale cohtando i
a gli stessi giu ciali e religiose, ch livello dÉ
ia mo su l bl occo di terzo isce perché perde la pelle, e ogni anno lo vedi più raÎ1ànve'c‘_
lav or
_ Quando iziona- è saggioî ha qÎieîltg
ai copond
mprerali litiche ma°"con la pelle sempre bella, verde; ringiovanisce,
. d0
jve arri .VJarrio quasi se le mo chian©
‘ ni famigl ia ri , al me bolo energetico-sessuale. Il serpente in
una persona, dopo profondi, alle inibizio ibili da Ca
tabù, imposs — îli05iîà. questo mistero: è un sacr sim
pi ù ù
ntano spes so de i ve ri
parte dei ni ca si qu es t'
siY‘î(î; tra dizioni è Îstato un essere o:il serpente celeste per gli Egiziani e i
menti negativi re se" a gr an .
i de, ch e ra pp ll
sione. Neia nascono da educazio in Cuj -Am enc a. Quindi, se riunisco il maschillcl:leeiî
religiose più rig e 1N discus sutte l e
n t e Sud
P! umato nel ivo la mi
solo da metter 0SS1 s e r p e t a anima anim ale e la elev sio,
mi:dand o vita
Cinesi, i]le, il 1 cielo e ]a| terra, at la cono-
e a,
pia re o an ch ce re li gi os
della paura mente preziosis
condi zionamenti
hanno una radi
vi no si as so ci a al l’elemento negativo società, o n femminile, il potenzia le umano ch s , e o n o o v v i a
sacro e del di ni
l castigo eterno. Og 0mi.{;,— 0gn i zazione
l’elemento del
de 1 gi ud iz io , della pum'ziontie,, deviolenti, che generano so!r a dei frutti. . c i e n z a de ll a vi ta et erna. La realiz
ee s a divina
delntomalUne © la co
del dia vol o, intolleran
oi lari oscuriì, do vediamo qu ° scenza del pene edive questa esistenz è
religione ha i su
riduzione della libe rtà individuale. Quan suprema è che io l sc
fiorvae eneco giiearntdie.no di Dio:
psicologica e fisica, e igiosi, teologici, morali, negativi nelle altre soci e?à îî
rte, uNa part
e vi
sti condizion ame nti rel dioevali, come arretr
atezze Cu[.l e io ne soNO pa
ag gi me
dichiamo come ret
riconosciamo e li giu
iamo gli ste ssi con dizionamenti nelle nostre culture li
turali; ma quando ved amo popoli che si flagel del mito dell’albero
bili e “normali”. Quando vedi : Il rovesciamento
accettiamo come inevita
per il lor o dio , che mutilano gli organi ses
arsi
quando gli Ebrei conquista-
nte fino a diss angu
Jano ritualme
logici, o donne costrette a spos arsi a tredici anni i rì che, circa 45 00 anni fa,
suali femminili per dogmi teo ti ch Joseph C ampbell scop terli culturalmente, in
per consuetudini religiose, o portare vesti Cananei, non .riuscendo a sottomet
rono il popolo dei
con uomini non scelt i da loro
inte rpre tazi oni dei testi sacr i diL‘ iam o ola rme nte pro fon da e radicata, preserla il
coprono totalmente per seguire rigi de à partic
quanto la loro religiosit era
’ a :
:

soficamente è
:

. Nonostante le radici di tut(: d]1€


visione del mondo rovesciandolo filo
. .
g

sono comportamenti inaccettabili e disumani


e a —

mito su cui basavano la loro


AO
e c

ondi ssim o amore, bellezza e spiritualità armonica ed


‘n

ne

religioni abbondino di messaggi di prof contro-mito”. L’antic a tradizio


.

a
globale (come peril Cristianesimo le parole di Gesù nei Vangel i oppure ilil C Can- concettualmente, creando un ‘“

e
n

274
tu
l
ecologica dei Cananci, in cui c’era unità tra la “I erra,
| il“l('l(|\l
no e il divino fu contrastata € vinta e ‘Nimal
attraverso 4] TOVESCIAmenI
simbolico profondo O del sUO $eii
Gli Ebrei, popolo portatore di un dio
” A

maschile af fermarono «
era proibito, che il serpente era 1l diavol lundi che
o 1] male. Poiché | a donn
Dio. dando il frutto proibito ad Adamo (Jui a h di
era Inpe nuo, |)luhl1|
va). essa è diventata la caus ‘li|llllfhlr NOn e
a del ‘ peccato orip inale" e di tutt
è s

Entrambi sono stati puniti, con e |e SClapure


lMane’

tutta la loro progenie, fino a noi,


peccato originale di cui non sja portpor atori
mo Mminimamente responsabili di un
Jung sostiene che l’inconscio
si ciba di iMMagini Îl nostro
tivo quindi è profondamente con INC NISCIO coll
dizionato daj simboli e d al ei
mito rovesciato, invertito, che ribalta sipnificati di qu
la bellezza e |° armonia de esto
e della natura. Questo mito negati ll’essere Uniano
vo inibisce alcuni bisopni Spiritu
siamo dare nutrimento ai nostri all: non pos
potenziali frutti (proibiti), il mon
ci appartiene più d O divino pon
(siamo stati cacciati), il serpente
tile, la sessualità) è proibito perché (la forza vitale, la inente re
e diabolico, la nostra parte femminile
temere, da non ascoltare, perché ci trad e da
isce. Così i Isciamo dal cuore
nella mente razionale. ed entriamo
Se comprendiamo questa “inversione mit
ologica” e riprendiamo consapevoal
mente contatto con il vero mito universal
e positivo, ritorniamo a sentirci fior
nel giardino di Dio, il nostro Eden-paradiso divent
a questa nostra Terra vissuta
in modo sacro e integro, dove imparare a concretizzare | messaggi di tutt
i|
grandij maestri spirituali, da Gesù a Buddha, a Li Tsu, per crea un
re equilibno
terra e cielo e imparare ad amare e a vivere in pace, T'ut
to questo ora non c e
dobbiamo ricrearlo riportando in vita i messaggi pos
itivi di ogni religione ”“‘I
scoltando il ' cuore originario di , ogni religione, la reale percezione che Dio
i !
Amore e Vita, non solo per no1, cristiani, cbrei o musulman i ma : perner tutti ti gli
i,
esseri umani.

Il diritto universale alla libertà

| A e jivello
Le domande chiave, per comprendere i L’ll|l(illll)llallllìll’:1.lrl'v:"t"il :……_… '
sono: ‘“Sjamo liberi nelle nostre scelte? Abbiamo ru;ili…l“?)…«l |
coscienza? Oppure agiamo mossi dalla paura e dal ,p;i‘i,,,i …i…… x.(\ll‘l\\‘llll»‘i}"
L’Articolo 18 della Dichiarazione imlvi'_r.lwl(' c/.«'l.( l;) i individuo ha dir
tutte le nazioni il 10 dicembre 1948, slzlhllisi:c LÌ!’Α Q
alla libertà di pensiero, di coscienza e di "(i“.‘l:—’iiiiiln‘lv una qualsi asi re |' o ne
Possiamo dunque ritenere umanamente .luu H'\… cbraica 0 N llìh'l\\-vw he|
Induista, buddhista, cristiana, musulmana, .umi …-… i, senza n
) LO
vViene imposta ai bambini e alle bambine Ll.…| asata nod ali tà
s qquesta!
jenza né né volonta?a’ Una Una trasm
coscienza trasmissione
1one e religiosa
oluzione PA ……! a e della sua iat
portare Ja pace sulla Terra? Puo “…i… vvu'lu- imposta la re Ul— di religioNe vit
E evidente che quando a un neonato l ero, di cos enza
miglia e del suo stato, la sua liberta di per

276
| narare a considerare ques_tumndalità un abuso di potere.,
e
piaM O jlo che trasmette un condizionamento alla separazione
ervevie Spirituali, in quanto “la tua è l’unica vera religione”
i - nascono da uno sfondo di differenza religiosa tra etnie
clle guer! di Stalin un bimbo russo diventasse automaticamente
emp! un altro nazista perché nato sotto Hitler. Statistica-
e S ner S de‘i cittadini di una nlazione assume la religione di quello
a 90% ‘età sì è resa inconsapevolmente colpevole di una
$ elementare diritto alla libertà!

.
e n t a r e ]a me‘nte i
im
n e è al
re la me
a : U n g i o r n o u n u!o”mo andò end-a
i
estdaiveannttaircea tsutoor discepolo ma subit , pur sa
, o p
tr a a n d a rqeui
L! j ;2de jagÌÎ'SI Chlesîè o di‘;cepoli
“Vor
di un grande mqestro occorrevano anni di puri-
uudd per jventa -spose: “ Va bene, domani ti darò l’iniziazione, però ti chie-
he uddha " :g €1 a mattina non devi pensare alle scimmie”. L’uomo
‘ a pr a: ”;Z e tra sé e sé pensò; “É facile! L’unica cosa che non devo
‘ do U asa con 25 MMIE... ops!, ci ho pensato! Però da adesso proprio
_ pnsare a Jle hmmm... SCIMMIE” . Il giorno dopo tornò da Buddha di-
fare ci Pe,1.50 più a dormito un minuto tutta la notte, piangeva e disse a Buddha:
gli diede l’iniziazione e gli
nol L non an«’l‘l’î scimmie tutta la notte” ; Buddha
la mente, la mente
“HO m‘; i insegnamento, non puoi qndare contro è
negativo, la mente
disse: que—;Che cosa da combattere dandogli un aspetto
gigantesco
non è 'ua Ila “ rovi comp"ender.e’ calmqre e trascendgre. \Il pr0blema
qualsiasi
parte -Îélogia è che qualsiasi gtteggmme\nto negativo è un rinforzo,
pensiero, emo-
a un bambino 1n realtà sta rinforzando quel
nega che vorrei invece contrastare 0 eliminare.
cosa C 0mportamento

imposizioni dall’alto
Comandi negativi e altre
no l’organizzazione umana in modo
. società si basa su leggi che regola
eq uo e ar mo ni co . La bas e ps ic ol ogica dei blocchi di terzo livello è
Ogni S1
Nna Îé dg tut te le leg gi. i val ori , i giu dizi che — sfruttando l’emozione nega-
fun zio pon-
im on o l se ns o di in di pe ndenza, di coscienza e di res
dal àîîlî paura — oppr il pot ere personale di pensare e agire
con
oss ia ti to lg on o
tlvtÎ'1ità personale: l’a lto” è la base psicologica di que
sti blocchi.
co sc ie nz a. Îl ‘’p ote re dal
Îiabelrtà e ha, è possi-
igi e sulla comprensione del Budd
Con questi presupposti psicolog enti. I comandamenti sono una
utt ura dei die ci co ma nd am
pile analizzare la str ton o una struttura patriarcale e piramida
le
zi on e dal l’a lto , e rif let
forma di imposi non formulati
um an e; ess i so no inf atti ‘‘comandi” di terzo livello,
delle rel azi oni
ca zi on e all a co mp re ns io ne e all ’amore, ma sul presupposto
sulla base dell’e du
nza e del l’a cce tta zio ne pas siv a degli “ordini”, pena la paura della
dell’obbedie

277
F"

attrave,
plldl'(‘ ch?. s’impone,
punizione. Norm
almente è il potere del i
Capitolo Quinto
e ‘ det erm ina le sce lte di vit a dell’intera fam
te
iglia
re F Nei
agores siv ità . dctt
me se il po
padre e la madre, co
e il \
e in vie
I i - ‘
fossa and;
de]:\
irettàl\1‘mlcnte alai &genitori.
modo contrarig ’
.
e « 1 P… SO come | negrîîzuml_ in
PSIC
' i
formulati f0rlnulare a 610g]\
più .ì\.iflZ…1te, che P°“‘am\o
:
sono
L QUAR
omandc
slu‘_“_ìl ;menli educative
D“; ciche
che psico!0£8 “Se neghi un pensiero o un azione in realtà la - rinforzi”.v
"
e L
miziano quasi con il NON: “Non nominare...”, e “Non fare,,» “Nc, Ì cio
deside
Nonn des
“No e..."
rate..
iderar esattamente come: “Non pensar alle
scimmier” " dite_ , RE
lità
Terapia olistica: dai condizionamenti alla responsabi

Quand:o spesso tutto a incons


da unadel person ci,amoe l’aiut
riusci emersa ere
’a.far iamo d1ventquesti condiz
are; consa io amen:
pevoj e
profondi. bpe'»v0bù dei modi di e
pensar viziati dalla paura, in seguito
SO_ €lle
sue paur;i.“(ì)e;i ;du-a.questi COndizionamen.ti neg_ativi
e quelli Positivi t1r olia.
rrlr:e(ljla ÎL?J stessa religione (se _è crist’iano gli fîgrcrllflfrlé(:lsl’ilcordafe quanro si îî;ìti
forte Gesù. quanto sia stato pienO d’amore e ecogdo s C(i>n<tì, quanto sia stato deo
ciso ad agire secondo la sua coscienza e non $ n 1 dettami de11a. sua gente -
Rivivendo questi aspetti in modo attivoe gmpren o.te proplrle energie vitali
marie. fisiche e interiori, la persona s1 ribi anîla Î ri r2va 1 SUO potere Perso a\
le. il coraggio di essere se stesso zmche tra gli Î1 trr. questo punto riuscian. 1I centro dell’essere, il senso di identità, i] Senso della vita
spesso anche a farglieli superare, è ?SSl.Stla.m(.) a O-rdlz-i llm cnorme salto nej Pro-
cesso di crescita. Come vedremo nei prossimi capitoli, la rlapertu.ra della forza Il quarto livello psicosomaticc? .riveste la massima
importanza
per la comprensione e il superamento 'd1 quesl1 conglrzmngment1 profoHdi,
ri: sicosomatica. Il quarto centro si identifica col cuore, sede de] senenell È_'D0dem\a
chiede la simultanea apertura è ptl1vazmne_dm centri 1nferlorl, d‘?l cuore e dei ; e quindi centro della “salute globale”. L’attivaz: So di identità,
centri superiori. Superare i condizionamenti del potere negativo richiede di es. sta
del con
sé e un evi idente
en salto q quantico nell è energiei azione del cuore si manife-
sere nel proprio potere personale, richiede quel e nella COscienza di sé: le radici
coraggio che Nasce dall’inte. della guarig10Ne. ’ dell'i
orità. dalla forza dell’unità globale. In questo processo ?V01utlvo il terapista di-
venta un educatore, un amico che incoraggral il lato saggioe profondo che esiste Essenfìo D Intero essere, la Sua chiusura coincide con un
dentro ogni persona. Si entra nella dimensione dello sviluppo plocco di comunlcazwne P51C050m3't103, fìon tulto il corpo!
Come abbiamo visto
del potenziale nella “Mappa psicosomatica essenziale
umano. ’ (vedg1 fig. 47), il cuore è l’organo psi-
Un’educazione profonda, invece di comanrlare, deve cosomatico centrale che si connette con le “energie psichiche” o “Shen” dei
trasmettere Saggezza e |
rincipali centri. |
rispetto, educare a riconoscere la bellezza spirituale del mondo e della natura La rappresentazione simbolica del cuore più vicina alla realtà è un sole in
ricono sciute
come sacre, dovrebbe far nascere il rispetto e la consapevolezza
non imporre regole mentali che dicano cosa fare o non fare. mezzo al cielo (che rappresenta i polmoni, l’organo dell’aria). Il colore classico
Così Nasce lz{ del cuore è verde aureo o g1allo dorato con intorno l’azzurro dei polmoni. Il
responsabilità individuale e la saggezza. Così si forma il potere
individuale di cielo diventa grigio quando il cuore diventa Oppresso, come se le nubi lo copris-
ogni persona e la stima di sé. |
Se riusciamo a capire questi condizionamenti ormai vecchi, Superati, sero e non sentisse più nulla. .Quando c’è una ferita, un’offesa, il cuore diventa
negativi del colore del sangue, rosso intenso o scuro, con un senso di pesantezza, e le
che hanno generato migliaia di anni di società basata sull’oppressione dell’uomo
sull’uomo, dell’uomo sulla donna, dell’uomo sulla natura, riusciamo anche a nubi diventano plumbee. A volte, nei blocchi più pesanti, il cuore diventa di
comprendere come sciogliere i blocchi che nascono dalla paura e dall’oppressio- sasso, dobbiamo quindi respirare dentro il sasso finché il cuore non si scioglie.
ne. Usciamo dalla logica della cieca ubbidienza o della ribellione al potere Il sasso, il blocco, è qualcosa da capire, ma è comunque parle di n01.ll pensiero
e ini- positivo e le visualizzazioni positive non funzionano in psicosomatica, perché
ziamo un cammino di apertura, di dialogo e di tolleranza coni genitori e con
ogni cambiano solo la superficie della coscienza, illudendo e anestetizzando le per-
uomo o donna della Terra, a prescindere da quali siano le loro scelte spirituali.
sone con immagini piacevoli quando la realtà rimane comunque pesante. Le

278 279
o parte di noi, tuttavia normalmente le persoy
> son ; ; ‘mento di chi sia ;
>
emoziorNI ]‘;\l
negativedi diviso.
SC di j separato,
aS in u/onflitto, ‘ . Ne ley; onosc;rncnt0 mo noij, della percezi
. a alcosi j A e dev
to, non armonico. è \f|\'on“ 1 s lone C
SSere n i é
e»]la L]Ult1L\ ione”. LeI emozioni Ne \……“'(“0,…)
l
SS sÌ
e è un organo che quando incom;
€ © .

SEE ao
èà ]a Cettate ’ (-dCompo
]0g' a steI | cuò
o uan do si ; connette c on le Potenti
Minci
‘’rimoz A indi trasjormate: questa £
Da loro or!8
rigine | e cuore,
naturache€ quindi rasf vae: questa è la lefunzione Ncia ad ap
nella anche fisiologicamente prende SOSta e «Plese
Nega foyy “Prirsi h
tiva” del centro de
e '
> e le purifica, mentre la sua fin>;
SOSt: nz a-
sop‘ .olaprattl uando“ l ’energia
8ia liber:liberata del pri l a eun e ;;Ìporere
cii primi L““fnu_
a Sua finzione “hosi 0 “Va“è
. cha k…
lule e le purifice CRa
'C’” e cora
rto da tut te le cel
tive di sca , r7aa.
dfort Ce
CUOre, minute h 8810 nhanno la ste saSa raJ e alE cuore” e LNAC ° N pay
e Nu trimento a tutto il corpo. i rad; e ar-
di portare ossigeno m01t0
-
mente cuore ha un’intens s
ma che, grazje alla loro :
enorme, È l’or Integrità, " hanMI S0 n
d(l‘…e. C lo carica Ù
ità
jo. ! in profondità in ques s0
guind1 entrare “}gsisto! Viv0,,9 L ta Sensazioneè . meser,
Il cuore dell’essere qn[il'e dentro: n a t : La nostra SOCIefà Sentirsi d “y; ...°tu o i] COrpo
e
n
iqu3?-do diciamo i”
re dcl l'e ssn re. Ricordm;no chee oro ai >Î1iu‘ rÀ deldcu2îl
chiuS" i nduc (30 una tcî)t;îeeizr19t?e’
ibizi Creando esser: 1Tnì ani
è il cuo un lav me/; À
Il cuore
quindi lavora re Su'] cuore implica n alle'g[]flt5i
VO e[di1PGU dfrey Reggio (1982) Zione. Ne bellissimom—medlament
mo il centro del petto, mo andare + Di s
tocca pro fon dam ent e. Toccgndp il cuore possia q
Godtre.
americ
j - Con le Mmusich di P elnten.xofimk
ci
he %1_ lîicci‘della
+che ili 0yaa-
nostra vita. situazioni che da bgmbm1 Z:rdg ° dexh e nîtelàlllxenze di î31::lrs[(—)lop
ci hanno e to cam
lls ia"eSSlmo il C fat ca Ccèr°“
di
ne l'in i ignifica Squilibrar .
“v. a S<luqîprla dlin
mon do. Può dar si che (<jia bain:jîllrll -
vedete lun$' Ci sono persone che n diverse città statunilt iÉ POSsibile
]IÎÌUÎÎI\ILOI;IIG del am(; -
and oci qua lco sa e venen 3 poarli , …tendiamo _
U0re 50l pride
‘enso.mat.A tutti C noi è capitato
; di _mU910n0
chiederci O perchéchesi Suicid
Viv‘l ano “nSÌ,
perchédoveJa v;,.
Nessu 70
aperto. asp ett i “cu ore
spesso, qua n £) parl ! h;ta
d La differenz
e
a è essere in Contatto con il. DOStro quart1
Dobbiamo capire che ”, con gli %ffettl, conilamo
i j
Senso
che ha a che fare conr. lal pancia o
:
ì qual cosa
realtà qu nati dal partne Si è parlat molto di cuore, di emos<.)g"° il cuore
eSvssere o conparte aperto 0 chiuso, La depressione è ? centroon
i es ere coccolati, a a ? i ‘ dei casi è semplicemente un cuore
-
311 Ìriîcîrîìîî1îo che questi stessi termini Si slî)no.banlîilzzati, sono divgntatizflîfslf, do chiuso, 0 potremmo anche dire: p’, - > Meglio, un cuore
apre il cuore dell’essere, riesce a ris
.

vuoti. In effetti parlare di cuore e di amore ha r.leî 1 molto d1Ve_r.sl. È P0881b1115


5 .
.

peri sona °
rima erano insormontabili.
infatti che noi non sappiamo veramente cosa s1a 1! cuore e lo utilizziamo cop o attimo P'
parola generica in relazione alla sessuai1ta, ai dem;ien affettivi: ©Nergie che
spesso sono solo in relazione esterna con il cuore profondo. Forse qualche volta Le sette porte del cuore
abbiamo sperimentato l’amore puro, il cuore aperto, come senso del centro, ma
i nimen
è difficile averne un’idea chiara.
non è ugua lmente aperto e profondo i Per c0mprende{e più facilmente i blocchi psicosomatici
Dobbiamo anche capire che il cuore del cuore dobbia
comprendere che il cuore ha quattro “porte”, quattro vie e mo
tutti. Ci sono persone che hanno un gran_dn cuore e che vivono amando ogni che lo connettono con il resto del corpo. Le due Principal
“nergetiche princi
pali
creatura, altri che amano molto ma snpexf1c1almente. senzei Profondità. Ci sono 1 SOno quella vers
passo (terzo? e quella verso la gola (quinto), poi le due o il
persone che hanno una dimensione mtennre profonda e intensa, ma che rion praccia-mani.
uScite verso le spa
lle-
manifestano all’esterno il proprio cuore. Ci sono persone che vivono col cuore 1l cuore ha anche due a].tre porte che lo collegano con l’esterno, con gli altri:
chiuso e che provano apparentemente piacere nel procurare f1010re e violenza una è anteriore, sul davant1, che trasmette
l’energia attiva d’amorei e unî postrel;
L’evoluzione della coscienza può essere facilmente misurata in termini di aper. riore, più ricettivg, che riceve i’enqrgia d’amore dagli altri. Quando qualcuno
tura e profondità del cuore. non sta bene l’istinto è appogg1argh una mano sulla schiena, dietro il cuore. Il
cuore ha quindi un asse verticale che è il più importante (terzo-quinto chakra),
un asse laterale (tra le braccia) e un asse avanti-dietro, formando così il centro
Il timo: la ghiandola del sé da cui partono gli assi cartesiani dell’essere. La settima porta del cuore, la più
importante, è quella interiore, che apre direttamente verso lo spirito, è l’espe-
Il timo è il centro endocrino del cuore, una ghiandola particolare che soprat-
rienza dell’essere che si manifesta come amore onnipervadente, che apre la
tutto nei primi anni di vita permette alle cellule del sistema immunitario di connessione diretta con il Tutto: a-spaziale e a-temporale.
distinguere i] Sé dal non Sé. Questa ghiandola permette ai linfociti di eliminare Più dettagliatamente, la chiusura del cuore chiude le comunicazioni emozio-
le cellule alterate o cancerogene che il nostro corpo produce continuamente. nali-istintive-vitali dal terzo livello e quelle più mentali-emozionali-espressive
La profondità del cuore è anche la profondità di tutto il nostro sistema nervoso, con il quinto centro. Molto spesso, con la chiusura del cuore, si osservano tipici

280 281
blocchi alle spalle-braccia-mani I'cncr;:_x.; del cuore non arriva alle Mani. “Sento il cuore come «
se la persona ama non riesce a esprimere '\' p““p…, calore b Il vuoto: SVuotato, indiff crente
care. accarezzare. abbracciare. Le spalle …nlr.llto e 1l pettoumano,
che $; Non” .S I -opre
cop +Nezza:
. “M
Mi
o
scoppia
s
1l Cuore” “
C de
c] Îl…lll i
verso l’interno sono espressioni di un a‘;lr;lt!(‘i‘islii‘() h|….… di $0fl‘e..\()n"lli— p!°
LaJ"-iciì.. C, "Sent erigio ci
7. O 0 […p a en che l
cuore. dovuto a un senso di non sentirsi amati, di sentirsi rj[‘i…ì….— lr-L ,4 di £il” rigidità:ESAT E come
. se
: fosse un pezzo di] e
s Tgi ,
torace si fà pirecolo, teso e contratto. - | aditi ] $., / Larie
iusura delle sensaz
e
ioni di amore
nn zinani
.A 1 e
eEN0 nop * trop
ppa
Tra 1 blocchi alle braccia più importanti ricordiamo quello dc“‘u‘gr.. | — :ù ‘ sidità
chiusu”
: e
esterna:dlco‘me se intorno
; ore e dia odio
di fegato (il cui canale termina in quollo_ di polmnneÌ). Quando il Cuore èLs.\.\,i…
La rigidità estt.?" CUo i nmi INtere©ssa| più nulla:
0.
e hllldc' un pericardio spesso e SCUro re ci f()‘\k‘
o bloccato, la vsiusta reazione di rabbia-fegato nNon viene espressa j cCrea de ole Una
b
pica contrazione muscolare alle spalle-muscoli pettorali, con una tipica eg;.d ti. ) l'ug1ta *cla, la paur
> zionc .ll tremore: “L ansrcli a m IÌUThZ
sione tfacciale di tensione . re
A livello energetico la parte più diretta e forte
_ o | es l‘fl"g°“‘ia | …UI
|\.UHY
dell energia 'StimiV0—c… n e ’
nale dai primi chakra passa attraverso il terzo chakra, supera il diaf—ramn .OL'“‘
isturbi psico
fa da porta. e arriva al cuore. Il diaframma è uno dei centri più blocùl‘t_—che pis soma tici del quarto livello
corpo ‘Questo è il centro dove noi controlliamo e blocchiamo le ener i ti de
tive dei tre centri bassi. perché i non arrivino
arrivino alal cuore
c é
e alla i
coscienza, istitin- A volte sentia che il cu i
corazzIa (la “mo
‘ t ore dentro è ‘ivo . e puls
(
ette di prleet°ra.) abdbèiacitioîrreahcica Irigi
g ;
spirar e di
e
F
trasmhe, Nsieam,e aiuna bcloorce i
d e
I blocchi centrali del cuore ettere l’ene
rg ia ai '
] n
d olte :)n
orta al]‘1pe,
rt.
iiicnto e def en51(;nirilm 111.squa del cuor g ìî1…d
La liberazione delle energie bloccate del cuore è un processo delicato, perche iCieîl
z carautnt(eìt e ene © Sindromi d i
b19c0h del cu ra
legato al senso dell’identità e quindi alle emozioni e alle ferite più pr0f0nîihe ascelle (cont n e r ìltf‘l- 1 or speS;]
r a
merale, spal ios z tt e ec c.) 1l d 0rqm i
le tre tîl(Î 'aia Elcaî ei Pettorali), alle alle (
i
perché connesse con eventi che hanno negatola nostra stessa identità. Le ene°- ) n a ( atos l
naud, sindr nl mani fredd Su
gie che emergono dalla liberazione dei blocchi del quarto livello sono pr0fondri ome Mmet acarpae e, date s‘artro d Ra
), alla gola (nodi, chiusure, ai fi
vedremo nell d Sl
:îoioro.\c. spesso drammatiche, legate a situazioni umane difficili, assoCiatee‘ a escserizantic;1
sseo, soprattutto d .
0 i o
e posteriore della schie n e naegener
, l quaintloo sterno
l llo).incass
porta allaivestraig L ato »Men
traumi dell’identità, al non riconoscimento. Spesso tutto questo
ruota intomoî ht a batacentksionetreNelanoterengja
quell’energia che chiamiamo amore. Il cuore aperto è felice, radioso, luminoso P unti del mal d’amore”. Queste sono le classiche p lsyìidrom € al dolore cl
O!0gle asso dei
si espande ed emana energia in tutto il corpo. Quando man mano il cuore si del cuore. ciate ai bloc
chi
chiude. questa luce si riduce e diventa meno luminosa, fino
a Oscurarsi comple-
tamente, quando la persona entra in un momento "nero” della sua vita. Quando
parliamo di energia parliamo di sensazioni: proviamo in questo
preciso istante a Il simbolo del cuore
chiudere gli occhi e, senza modificare nulla, a sentire
l’energia, le sensazioni
del cuore... Ne]]’nntica tradizione indiana, il centr
o del’ Cuore è rappresentato con due
Le principali percezioni legate ai blocchi del cuore sono le Seguenti: triangoli sovrapposti, uno con la Punta verso l’alto e uno
con la punta verso il
passo, a significare k.ì sintesi clie il cuore opera come
punto centrale di equili-
1. II dolore vivo, a cuore aperto: pianto e tristezza accom prio tra le energie dei tre centn ba;51 € quelle dei tre centri
pagnati da memorie, alti. Quest imma-
gine corrisponde anche alla d1narmco energetica tra i centri maggiori ae minori
immagini e sensazioni
. L’insensibilità: “Non sento nulla”, “Non percepisco più il cuore” che circondano il cuore. Il primo triangolo è formato in basso dal centro del
tu

fegato (surya chakra, centro SOÌflI€) e della milza


- I] peso: sentire un macigno sul cuore che ti opprime, come una
pietra che ti (chandra chakra, centro
L

schiaccia lunare) e il quinto centro della gola in alto. Il secondo triangolo è formato dai
4. La tensione, come se fosse contratto: “Come se una morsa mi due centri laterali dei polmoni e dal centro dello stomaco in basso. L’armonica
stringesse i]
cuore” e fluida energia tra questi centri alimenta la perfetta funzionalità del cuore.
5. La ferita: “Mi si spezza il cuore”, un dolore che trafigge L’energia del triangolo basso arriva dai piedi, dalla terra: è un’energia forte
il cuore, una pu- che passa dal centro sessuale e risale f_ìno ai centri del petto. Quando voghamq
gnalata, come se sanguinasse ecc.
potenziare qualcuno gli facciamo aprire il cuore e percepire bene la forza dei

282 283
centri laterali del petto connessa anche con i due c:en.tn minori delle gonadi
(ovaie-testicoli); quindi l’energia scende alle manu_rnsgaldandole. A questo
punto la persona ha in mano il proprio cuore, la propria vita.

La psicosomatica del cuore e l’identità

Il cuore è il reggente psicosomatico del sistema immunitario: questo in sin-


tesi è il messaggio di tutta la neuropsicoendocrinoimmunologia, che, tradotto
in
linguaggio reale, significa che le emozioni positive del cuore attivano
le difese
dell’individuo contro ogni agente esterno, e, per contro, che le emozioni nega-
tive, che nascono dal cuore chiuso, deprimono le difese immunitarie.
Il quarto centro è situato al centro del petto e si riflette in due punti (di 3-4 cm
di diametro) sullo sterno: il primo punto del cuore, quello più “emozionale” sj
manifesta appena sotto la metà dello sterno, sulla linea orizzontale
che Connette
i due capezzoli, nella parte medio-bassa dello sterno; il secondo
punto del
cuore, più “spirituale”, legato all’identità, è 3-4 cm sopra il primo, nella
parte
medio-alta dello sterno. Il punto più basso, “emozionale”, diventa
proporzio-
nalmente doloroso quando si bloccano i disturbi affettivi; è
il dolore del cuore,
la ferita di non essere stati amati. Il punto superiore diventa dolente quando
è
stato leso il senso dell’identità, legato al riconoscimento di sé da parte
dei geni-
tori. Quest’ultimo è più profondo del centro del cuore. Il senso
dell’identità è
quando dico “io”.
I] senso dell’identità nel cuore viene definito in termini energetici come
l’ener-
gia onnipervadente del cuore che si estende all’intero essere. Quando riusciamo
a
essere rilassati nel cuore, sentiamo tutta l’energia radiante che
parte dal cuore e
inonda tutto il corpo. Il sé è l’identità globale, e ti senti un “tutt’uno”; questo,
teo-
ricamente, non dovrebbe dipendere dal riconoscimento di nessuno di esterno.
L’i-
dentità della testa, dell’ego, della personalità sociale è un’identificazione: “Io
sono il mio nome, la mia storia, quello che ho fatto”. Tutte cose periferiche, men-
tali. Scendendo in profondità, dietro il nostro nome-professione-storia sentiamo il
senso di esistere, di essere così come sono; in quello stato di coscienza non impor-
ta più come “mi chiamo”, la mia maschera esterna: “Io esisto! ...e sono sempre me
Stesso”. È un senso fantastico di essere quello che siamo: “Io sono io”. -
Questo senso di identità profonda è la cosa più preziosa che abbiamo: è il
centro dell’essere.

La trasformazione

Qui entriamo nella logica delle emozioni. Negli squilibri energetic!t dok;;
biamo curare attraverso il bilanciamento, se c’è un vuoto dobbiamo
P°ft"…ìa{i
pienezza. Se abbiamo un vuoto di cuore-polmoni
e usiamo tecniche me
nmo
positive, ci illuderemo di stare bene solo
temporaneamente, ma non ggal.'llrfuna
mai. Perciò noi non usiamo alcun palliativo, alcun “pensiero positivo +4
sen tir e Ja realtà com’è. ndoSte ssa funzione
oiì vo gl ia mo
sione- “C.l che inibiscono le emozioni relega le nell’incon-
ci Ofarmflso’ne di guarire. L’energia positiva può invece essere
do 18 eîoceSso è pram?"te energetico 0 qpando il problema è
uafldo llla persona è particolarmente semphce. Se per qualche
t1eo,po.sso portare
o …il€ Jente Gi sicoSomatiCi’ ma ho un vuot\o energe rà;
olt° , Ja n Obloccm pnote rapia e la persona starà bene e si ribilance lo
è po”n erso ]a pra organo. Se c’è un eccesso di cuore-polmoni, bilancio e
av ogni erso un massaggio sui canali in uscita dal cuore-pol-
guCC” _ pgiaa v ì beneficio. A livello emozionale la cosa è molto
gle …rd01 j mani: getici esterni non modif1cano la situazione, se non
îi stimo!! _ esto succede anche nelle relazioni. Se da bambino, da
a & L mente- sentiti amati, quando diventeremo adulti 1il partner potrà
: ciamo e amorevole del mondo, ma non riusciremo a col-
n A8 ap
O -na,”o
o
re. il blocco è psicosomatico. E necessario quindi
- i a to d8’amcio
p16 glierlo e tr?vnre altre altemative comportamentali.
mare e pgere»ve ; rientrare nel “film” di quel momento, riaprire quel dolore,
ia

7 quin a (ad esempio: la mamma


cl1e non va dal bimbo quando
ii ii

e-
…'luppafe abband
aura taVlasssv1 ono e paura di morire). Se riusciamo a lib
jla E1)o por o ai polmoni di quel bambino, ora diventato adulto, libe-
piflfl%; paura e il plìncompl'essa’ dopodiché dob_biamo mettere in moto energie
o

pare uest’en(?rgrll'usura, ma di reazione su differenti piani emozionali-com-


ve, non di C 1 abbio con la mamma, 0 vado a cercarla, magari le parlo,
creatlme’ntali: mi alTla faccio da solo. Nella mente il blo cco si scioglie mettendo
portflre sento che ce ategie alternative psicoenergetiche e comportamentali. È il
opp" " gifferenti Sàîzionamento. Questo processo è importante nelle relazioni
processo 0r;; lo stesso schema di qpand’eravamo bambini, ad esempio se
non riproPe di chiedere aiuto o ci sentivamo abbandonati e ci chiude-
- ta una serie di proiezioni infinite snll’altro.v Se sciogliamo il
Ciò ev! mo a chiedere aiuto all’altro e a uscire dall’isolamento abban-
amo imparato a rea-
ploccO» imparejîcune prove il blocco si scioglie, così abbi
mi.
donicO- Dopo temen te e la realtà ci insegna a essere autono
diffe r e n
aire
o

ci mento
Il riconos
o nell’identità. Un conto è
1 problemi del cuore sono problemi che affondan la mamma ci
l’amore appena nati, quando da bambini sentiamo o meno che
grosso si man1festa appena perce-
ama e ci trasmette il suo c‘alo.re. Il problema
ne della loro identità,
‘amo noi stessi. Se i genitori avesstcro avuto la percezio to della nostra
noscimen
anche noi avremmo potuto percepire da loro un rico
lutamente coscienti della propria
identità. Ma quasi tutti i genitori non sono asso
in noi. Qui si crea una brucia-
essenza e non possono certo averla riconosciuta il
inconcepibile per
tura dell’essere umano, un dolore profondissimo, a volte non
one che
bimbo. Questa è l’origine di molte depressioni e suicidi delle pers

285
e Cl.]e non son
riescono a vivere e ad amare. I bambnn1 ele bambin. : e basse hanno superato
centri di « le bars
fort! :
loro semplice indivj duali(t)\stati tic
sciuti e accettati come eSserl unici nella oîe, Il senso ù ‘a SVj p°"“‘ r xa abbia
enttrg
un vuoto _sul'c.u UOPPOA C îî2 ’ ne(Îlce"e
|ivell(_3] dlu< . o
un senso pesantissimo 5ul cuore, 0
ell i alti . Il Cu0 reo é()ll Cuore
bisogni”. C; si Ch'° non Po L‘Ù?,îto Ce“Èr0 ’qu
diritto di esistere. di chiedere, di far valere 1 Ilmiei
senso de“’identità o iu
senso di rispetto nei confronti dellqmamma. energ?:? ctte il polo m, fonCeNtri af
delle persone sono CO ai c0:passi“ri
c€J“' atopl-iam
ultsco il ànosditro Sé illntelligente TetSl
o nit
o l’u lic
aboto o 0“fle ttitoore fî aa'
o quell
dimenticando chi siamo. La maggior pa.rte magari persone i SSI' vi M quan” ando a consapevolezza, ] mistic; »1l nostro esc. è con
nte siano SSere
senso dell’identità interna, nonosta 0nnes 0 lîlfo
i nuO0 1C] e le SCuOle d1p T 0f0n sol T
ha lg stessa funzione àl_t‘c?Ss()
hanno fatto carriera. La figura idel padre qI?CSÎO_pI‘OgreSSO inleri0re edicin. _ c CUore g ; :
un po dopo ne].la vita. L’imponanz;l ànc0ni)s%ch_e n dl()Sservato
h‘“…(.’[a(0 che ogm’reallzzazlone imefi0reé asato sull’a Ina sacpa a S! illuo
mento, ma si manifesta ft())ne ;?rà di rilievo È“a
ucrla
Ì()Ì;gl; :10g\;rlaa consta delle energie del corpo. Il termine orris deva
paterna emergerà Successwamîil(])tîi ’
quand< n;1l‘°“e ignifica “mente illuminata ” 0 a hi
anni di vita del bambino; ambina NEne , POI
dovran
il padre. Di a e
]a forza, la con osc era nno principalmente attraverso O
“'|;emnfi-iare come un più elevato stato di
dalla mamma, da n Pino e |
amb in ere

bambina devono essere riconogciuti innanzitutto accanto al bimbo più gfandg testi! mo ulla luminos1
inosità inteririore. Bodhicj- OSCi enza s u “a Cosci,
que sono
anche dal papà. I papà moderni comun ent® su div ntano Itta e K0ru a rlfletÌEVa ; enz?, a
i creatura e cosa,
? così plj »la com
ttere lo stesso senso d} identità che il bambin 8ià da neol M pe nI
vole sa a. -La trasformazione energeti 8li Strumen,. MPassione
nato e possono trasme il padre non ha questo o rcepis
c\ i g 1ca ple0qo ì nti d amore.
vita. S; 1a i
e così sente di potercela fare nella cind ° osciente del proprio essere è rimarche,, —1 Matica q della me di
stesso non riesce a trasmettertelo, e rimaniamo vuoti. Senso con se diVen.co delle energie globali capace di eley; Oole e s $0
Na che
>

ente inu
Quando entriamo nelle emozioni, entriamo immediatam in m0dn r
qufl“,“. e di attività del sistema immunita
Viwlando
-
rio n
l
in Particolare
il
paura, dolore o rabbia si riesce a riaprire 1Velli 8enerali di
olografico. Se facciamo emergere la consapey OIÈZZa
poten zialità aperte per guarire. i
immergendoci nuovamente nellg situazioni del passato,queste dentro Vecc}1'
di nojl’ g10ba]e s e
di sé, 1a Persona ha
paura,
liberarci. Dobbiamo quindi manifestare questa Di
uutte 1
memoria ci ri le e
ploccate, tornare indietro nel tempo, là dove questa , è svilu ppato su tpox? '
di Gray- LaVio lette
vello infatti, secondo le teorie una Criopl emozi
. Ad esempio: in
nali, memorie di paura, il dolore dei dolori
plosione di paîì di Panico
entriamo in una paura non sul presente, ma in un’es
Cua del pas.
sato. In quel momento, essendo percettibile la paura e aprendo l
re che ci imimon'\?re’ attra.
verso il ricordo arriviamo a un incidente, a un genito
un pianto si ritorna per esemp io a un abban dono adole scenziale. aecc, Da

L’imperatore illuminato

Se un regno è governato da un reggente illuminato, ogni creatura del


gode di prosperità e benessere globale. regno
Nel nostro essere, alcune parti (la mente, lo stomaco) hanno troppo
altre stentano e sono dimenticate (la gioia del corpo, l’amore). Proviam;)îa]emre
siderare il corpo come fosse un regno: il cuore ne è l’imperatore e le altre COnÎ
del corpo sono come le sue regioni e province. I] cuore è circondato da unapam
tezione psicoenergetica: il “pericardio”, il protettore del cuore, un organo chprî)—
preserva dalle energie troppo violente del resto del corpo. Le energie pe;;…tî d9
tutto il corpo non possono quindi arrivare direttamente al cuore perché botrebl
bgro dissestarlo o anche ucciderlo. E necessario quindi che il pericardio che1î
gnesi chiamano “il maestro del cuore”, protegga il cuore dalle emozioni t}(> 0
intense. Se un’emozione troppo pesante passa questa barriera, noi p()&\iaîrîo
morire di dolore, di crepacuore, di spavento. In quest’ultimo caso le efiergie

286 287
R

Capitolo Sesto
e coppe del sistema respiratorio
du
L . |
. o “L’energia respi .
OM u dice: i cuore è liove anria è Originaria
IL QUINTO LIVELLO PSICOS
QLA COMUNICAZIONE VER AATICQ: 1eVe, ‘in lattivip
i /i;r/”“
u$ pre InflutS SH , ergi,NOTBIA “nche
a. 5e COe sull’en il respi pe. è ?le;
respiratoria, que,
l : cuoreè lieve”. ’ altro se ily
L'INTELLIGENZA CREATIVA alle
0sH
ch
_ . Lo SPLENDORE-
DELL’ES
SSERE, DISCORSI SU 7 Mis1S TERO D
akra è il EL F.
gr. ; - oRrE D
l quil;)tgt;illclîrr;uenicîrea,n Ifiîe(ilînllè]
I;î]ce'drtoire, Connesso col s

che-,P Zi)fl |’aria, formando
dolecoppa intorno al cuore, una doppia coî;ad Iiicbuore e daliiisiem.a [SPiratorio
che lo abbraccia àaa asxgi
una| P con la zona alta del Imoni f. Pbraccian.
naso (i bulbi olfare., ° ! lati,
i“"\,ledi sistema respiratorio che fa da coppa in af
ît,t.] Vieis Ni nas
pi so queste due coppe, connette | due îcluiiî-(i)‘îìsli. Il Siste
gyer: ; : i
attrà o. Ricordiamo, com 10ri” i] e
cuore del COiI’)unico punto fisso diet:.)ten sanno gli 0P8ratorîl(àre de cervello e i]
jalle
sacraleiche
oSsa df:lla1 slt? Îla N
turcica:fal tutto il"ttO
TEStOil Sistema
del sistema
ne re ’ 0 è ©lla
l’ipofisi,
tecnicaattor…iìî—
crani
‘alle ggiflnte4ne 1qgi o cetalo-rachidiano. Il Sistema d 0so obile, p rchzî
Psicosomatica della respirazione-comunicazione patico
' è il sistema di ponte
ac che connette
i intelletto e sent'qumto
im, ento livello -
per questa f(')mssmӓ 10nnessione, quando lavoriamo sul quir
. mo automaticamente lavorare sul cuore. i In particolar
piam quinto live]lo dob
Il quinto centro è la porta della verità e della libertà di espressione. L è conl :
(il terzo centro),'che permette alla gola di entrare in contat a Sua porta bassa
il centro della respirazione e della comunicnzione, non solo verbale m a 8olaè . +intiVe: la . rabbia i del fegato, la dolcezza _ o tristezza dell to con le emozioni
parte del corpo, ossia esprime all’esterno ciò che sentiamo sui Setté lia di_ Ogni 15[1Y1“ ‘
reni. Questi centri energetici fondamentali sono tutti centrati a mil za, la Paura dei
cosomatici: nel corpo, nelle sensazioni, nelle emozioni, nella Mente e velli, {- 1 energet1camente
ma. La principale caratteristica del quinto centro è la libertà di vivere 3‘?1l ani. °sul proviamo
cuore. o
ora a fare un’analisi dei blocchi del qu
mersi, di pensare, di essere se stessi. I blocchi del quinto livello nasCo;] 1 espri. e. into livello Pa
raz ion e e dalle sue logich rtendo dalla
zialmente per la mancanza di libertà di espressione. Tutti i livelli “n? €ssen- respi
vrebbero infatti esprimersi liberamente, sia in positivo che in negativo ani do-
Mentre i pensieri vengono espressi dalla gola direttamente, le La respirazione e i suoi blocchi
enèr ie de;
centri inferiori, quelle calde, devono salire al cuore e da questo al Ce…rîlîl dei
gola esprimendosi all’esterno, “esternando”. ella L’energia vitale dell’aria
La gola assolve la funzione di porta della comunicazione delle esperienz L’energia e il respiro (l’aria) sono sempre stati legati alla vitalità e all
è raro che si blocchi autonomamente: si blocca perché il nostro cuore e la n(Î ‘ted te. Ogni essere vivo porchépontinua a Scambiare energia
non ci lascia esprimere tutto ciò che Sera e informazioi1in ce(il i
mente sono bloccati. La nostra mente l’esterno, e deve quindi far circolare metabolicamente sostanze solide (cibo) lii
siamo e viviamo, e giudicando blocca i vissuti nel corpo (in particolare sul t(l;an_ quide (bevando) e gassose (aria). L’aria è una delle più importanti. È possi[;i]e
livello), oppure chiude direttamente la gola. Pertanto ci censuriamo e non C(—) restare molti giorni, anche settimane, senza cibo, ma solamente qualche giorno
azzardiamo a dire di più di quello che possiamo permetterci socialmente. lmpa_l senza liquidi, e appena pochi minuti senza aria. °
riamo soprattutto da bambini, quando ci dicono: “Che cosa vuoi sapere tu che Per questo motivo in tutte le tradizioni mediche dell’antichità il termine
sei piccolo... sta’ zitto!”. “aria” conteneva in sé anche il significato biologico e psichico di “energia vita-
le”. Così la medicina spirituale indiana identifica l’elemento vitale presente nel-
l’aria chiamandolo prana, nel Tibet prende invece il nome di rlung, vento, nel-
l’antica Grecia pneuma, aria, in Cina C’i, l’energia sottile come il vapore che
contiene la vita. La stessa mitologia religiosa della tradizione ebraica riconosce

288
289
;
_ razion e. Le cause diò tgl{eSt() sono molteplici
pafto
i réfiplmîeparata L)
Conosce F e meditazione né l‘î
ril ass ‘ar si l(;ha paura n(ie] dolore cd
ne
}?ltof"Lp1 [e
b n0 pon reSsta
ns per
io ne -p au ra ;d é) te ini at 'o
=…'l…()Unametsit
“a;cdtl
m " FU piasol o ]i uaz
anima gpli esseS ri 1a i
uman
ni dei
iola
tensel
ìn e me on
‘ i u 1i DiO
fisiologi la I;l‘ La Ù expil'
u‘
059ss- _ ,mleento
iziqne sua
d0mina
usci
UÎ'CO]1 ad
ella
O
_ io 50[fio \: vitale con Cl
e funlionl
f|510]0glChe
automati pIù cosci lente; e anche
n:l m0"40. i mu…xci
lin(i…rc
aria (conse!‘ a) che” matica (in ment e il pi cc o] (î ae
d P i i
rolia)
co coNsc
a
.
l'impe
uìr[.’
i è 1a più - ssere sia volonti ntemente il . battito card; iaco, m0d
l!l,qi
» Oo jfi… lare SSeO Str
ÉCldl il travaglio n:lll;d delle ore.
“ cie pos sia mo g : e a li be ra
vol nd
ta os
o i nefi ett e par eti scolari
ZIjon
e inte
s ni&‘. “ a
i
e >
“CL‘ cOo:
-e de si de r! amo,
ia
Ccare
Ve
en
un ! straf2.pic olo cc colo : vviira per]]aja lucprima
e ‘ deia nce l
; ma,® : : frequenza; possSs1amo Od;nCh ! ri i maggi aggi or an za
invero ' Ù_s.slill C
; s
piezza ch e in
a in am
-
pr of f um o gr
di an
fio de
e i ni.
0C
’amore e
P
P s s un
nesess Ca
d.l eter tere e alceol: sala parto! ‘
aco U e
h}fl
joi NO ta dell Qimfloofl…[effi prima di e ssere ! in nati
_<[om.
]]0
p o r C
- ti ancora
l\'J…:[îi\ it “ 4… occhio e sa
la respir
az10 cuore è oca
lla vita
come il t i nua danza nadil energic aurjra Ire s°
a C!1 mori ia
Jontaria! ib r… de l e , C O n
una sotti e Sì riflette in
U ì »c-omeome uno sh
il e: ‘} ;n rt
fermare ‘ fîîienzz . Tra di es si vi è
0 del cuo
r
QUe: em oria saràsarà una 0C k nel i
Il i‘c‘>'P'ît } ll i c o scienza icama.o
Mospdillf‘i a al P'ronda. |
disturbi che Spaz
.de“e piuù im portan ti
iìngosc1aint a1]cau
ii
vagsemzldi
‘L 1L[\er;i zi t‘ “f de
l ’ apreiraficcihee îje. E , pro foN rt à, causando ,lèl?
br0onc(dal
Ja port a de i 1 0 n 6 d
132 pa la su e l jegata ria P jla Jib ert
generali ; prob
lemi ian ’
].l€V€ ntVoal"incres si. ai piùpiù olmonari 1. i
cmo m
z eionoig.ni copmuet il ve ta ]
attî) unvi lago
; mer
‘ ‘
|L ° “’
J“,p
l E“ ‘ a e l
co sì
e e
e ne l gc o pproimoe darl
r 0— . i o n e
……nfb;. r
a i e s t z
zm no leve entFr0n C m0nger5 espira
U
'ge F C e zza nel
one: 'p;si J.VIV€I viduali 0“‘'0 della i r e
qui '0cabil
alla 1
ima funziirando. liìlZl£]ì , si indi w ’ " e b
e 1
r e
indice i%nuell‘l
0 l z m a l a
emo anor odneil
r: t a
iàletîmir;i] n e
î;a?lonnde]amseonntoe uninfluenzato
a
i
oll0 del'i
>
era del p
r e
nato.
1l tmosf 'del r o p
p l] emozOzi1ioni
app
s p i a m o
È alle e
bmiEo
ale si le
] c i e
dell’u iilocco
Ori1che e
e
1lOSrservi o tà del .
os
ersona, p -
i piro di
meglio i qual res
’uomo0 omo, sanno vî,l n lcllna p rebbe ’ tre-
el
a l i e nell n i m ali che, o n e s t ì v i
i m a i a es
ro(.)'S
i n n e g l i Sua golola ch - oz
la grg quale em :
ne g a r e ola : d
ete 0SS e
r v una lucert ate gua r ente l
iC
H respiro
i! \ ] . p r o v a t e a 0SS&!ervare i g e che la st € si dfl]la n
i
r r i l t ench; gîg?ts; 1, 1N n a n t i e m e d ici fosse tn glrad0 di ricoi-
oni n moscîg
o
gere le evenl
re sp natura li g r
medîtîl terazlio'."
c
]]
? e u a n<io si a n d o
le , ch ee i i g ua i al tîlz
on
ificaz ro dî corre
q a a
- siemveent delle Pa
on ta m a p i r ’ n o ;
ui anredso i
r
essere sp S80 che si fe ..re tutt S
quest mod turale € preveeni e isucl olongaiscce Ofe moltis
al li , in se ttai.
c e q
vonfia © si v. pi g
ura. Topi, cgoia e di mame o
O le

1I 30 per la pa pulsa.di gi e a l e ps
accelera il suaOnno addome che riaz.1ionitrovd a
no sy
posce re jrazion- tnorio; , emozio: na i n o h
lle infiri nite . va ra ; lta che un ba m b .

sllo r.
olto g gene ali. Ogni vo
al le h r e s p i r o su o r e e à . della .
apau ra,
a il
ono il cu
rf ia
ignolo modul gio
fa
alcun! esem pi m
Je 1no
o la
l’us E quan do la rinnematpoi
l un
:amoa respite
1

tti.
paurfl
gioiaaffa del siste I ;
e con una ca ratteristica isti contrazione della muscola-
e U]OSÎI'QI]dOSÌ o spin gen do con F;;),CC]a
spirazion o; il “ ron-rop” ICSPIYEIZIOH
parti
ando è arrabbiato e irat ’
]a sua
variala & m0difica
diaframm a e del la
torace
cane. questi e dai den ti qu .
n
il; spalle, dei îe S SUpefiore del
ori dalle nar ici
»rofondo rilassamen
to .. pura re,sPirato;1zîldel sm ne del la vo ce e del i |
forza l’aria fu ua respira : s | rla ;ra ;s(;;r ;s rop ii e opi-
del gatto è la
s esta completa L’inib izi oNe î 0Î1 i an ° em reioni
ntoz
è incapace di qu : ]a su; e ’a Tepres-
1
;i pontaneità 10 ci col lo e . del lap ggî : me

cu lt ur al iz za to io ni n() voca iù Sempli del e V‘


itali come i
L'uomo da, no n se gu e le em oz
; Èegn e i ri tmi natlld
io ni 1r°ìil
SIC sicîqler;,u\| scoli rr er il
e, muoversi
bloccata © rigi fiio fu nz il co
resp1raz;one è ia non sputa rza Ù ' rOle sue mbini di città) e
rflah'del corpo.
Qu an do l’ uomo si arrabb hi oz zi ” 'l aria con fo tura (tipica dei ba ne addominalprovoca blocco del dia-i
il glocare'ncî“lî îiame
li ce trattiene i sing i’ no ’Piali o la respirazio
: li nto del
do è in fe —i ] ma SS
Jimita a sbuffare
! Quan
o tesi e il reîp
iro b]3“
se n(%rî © indebo i osomat.ica hanno docum entato
derna ric rca psic
.

muscoli del coll non èccc‘grtto‘ come frire, fram ma


h e tutta ] a mo
e

sommesso, con i e
pressione emozizio îîî : P
ta re ch
eb be ob bi et èl j( ; sof wilhelm Reic
=,î t11berg ; nabitunirailedi di es
cu no po tr pr gv îe i
soprattutto) quando
Qu al
lfì
T
volesse piangere. cere, Un ioneac xii €i:
: O E O
respiro anc he (e e la re P ress 3-4 anni e ha il suo? ssimo dai 16

Co po et o gr er al or en
ma l’uomo blocca il suo
it o eIe anoti tuî l amore, lo sa
djt]F;i ma l’uomo
com
sualit à (c
an
he
ni )
gi
P
à sì M a nel am i
orti a profondi blocchi respir
i i
ator e mu - sc ol ar i |
in tutto i
iaîfîlz’ipn(i)'
l’irrigidimento del :il
Cgl ore svege li
ge mi ai 21
son o m
stia gate tireprime 1 suo 1 sos pir i nifestano principa te co n
eie una bî<:'
ritiene di non ess e du
£lcere’ b10(;…
Questi plocchi si ma pa lm
scoli i della zo
en na l i
y
dei mu :(LA-LS:
ma e in secondo piano e e deel
bb
bare
d

uiine (psoas).omQu
7 ero Spinèele naturIa l me; nte a
ando la resîilrgì’zriî)lrllael(?in eduna
ei
1 orgasmo O dovre
Cand0 l m uScOol1 i (Îll
rante

ss o ve ntr lll’ nggu


’iin
caotica rosa.
e rumorosa
muscol i del ba le se ns az io ni che da que lla
una res; p irazione p101011d8.
anche blocc at e
ÈZE: ;i;lj 5;)rp0 îa bloccata, vengono
L .
aHng;cnt]ta e la paura del primo respiro no al cerv ello:
ello ; il
i l risul
r i tato sarà di averer una parte e d del corpo che non
o punto da cui partono
partono 24 canali
i 24 canali di di energia dell’ago puntura ci nese è
a più, maMolrim to ane con îî]ta e senza sensazioni: una vera Z
€pesso -
l’analogia chiara: ili 1‘e.s‘piro “5 d'o‘na Sensorialmen
chiara: pulsa
il punto del polmone; : l’analogia
: è è segna l’inizi! 1
della circola- tiv i, causati dai con àam ent i ia
i accad;gll'd è ATàun bzlmbl'n()n'llo ] occ hi emo
un téale arresto della normal e res pir a _12
zione 10! da ridu rre e al-
ZlOflfî vitale.
cosa
Che
evidenziato c2
realtà quando
di nndsce7 Statistiche ereligiosi, provocano
eonati nascsca con
me un’alta percentuale
americane hanno

291
290
terare anche la normale circolazione sanguigna e linfatica p'area

subconscia o preconscia
‘ >
e] a i
crea s .. consapevolezza, più COscien; testa è lar
zione che predispone l'instaurarsi di forme patologiche più “ndo Una ,
+ di npigima g av O0 n0 P ivello sono O di di solito
soli molto a. 5.° Sensaz;a dove le se
esempio, dismenorree, vaginiti, tUMOTI di origine ml1.'1r11111;1(01';'f"3‘l com Ndi. stant iN to livell
interiori. 4dode o 1Ù ch;. ‘10nj con “nw……
coliti o problemi venosi agli arti S8enep. lati . d "Î:l;!.'(l'l dd,:{1ul ! È’"’°°h' Selle respi.mli
v
d
pl i inte . pancia e il']1{.l testa, e quindi 0ne SÌ este
abbrac '.{°"d0n() e ii Stinte diNesse
lare dai i C Con j
af alla P‘ sono inizialmente blo ._dLCldn()i[ I PoIm, duelle de
Pene d’amore e blocchi ‘di petto'
ra ; ‘Ìlr‘lll'i\iî;mb‘!“î(iîienti ed essere così riscocl?il Mconsej, (îîg'(îvel dQ])IZIL 0ro \ulf
La mancanza di attetto si manitesta invece con un c rd[[c‘lla.\[l(. i ° ' chi CO® . SO ù v °Ono fac;), - COSCIen,,
‘()
respirazione nella parte alta del torace che avviene attrav CISO laacl… Oce f.’rlll"hlfìrîrc a gola d;1(:) [l;lvo(Îlceh; ÎÀÎ semplici è relîltiî,?m
clasxxsis..rv ON eme- fdcr|…ente dî»n:;
zione del perto. delle spalle
nella stazione
e delle ascelle, che provoca
linfatica sottoascellare e diventa così
consesi; q "O. d…de
una del[ì “‘f(\)n'e li
a
\…‘4'«'1— Lbe uunque UI PO e ainconn ÙEÎCGiO In della
[“’r[;lt'flsformz].fe elle 8
vitaliy . neMte fa
f()r2e COSQÌe com- d a fo q IC:\l()
condizioni di predisposizione al cancro del seno. Il torace è inter, p… nnp()n'l'k‘il …"l"”c.udi sufto, ogmlîemo l]a nlî/[ loc0ata: isfi"‘°'fabeb— ‘ Dai bloc
hvvlduale_ È
riormente che posteriormente, la repressione dell’ira blocca più qeh.\ato sia …‘u'“ll
la’o$ si“ariflette
libertà\ne di À esprimers
g0 i ()'te delle ‘hergie ch i paura C ' della goÎ
i,
destra del diaframma e a dei muscoli laterali del torace e de”a‘îvîlf]ìle : P€lnî con il sentir € sj b]()CC,*Pl dntnodok
|‘!‘1 “' c9fl ;flacchl'e e quant’altro di “disd"cevo1 rîl bambim NO hanno a h>
caratteristico blocco del braccio destro e dei muscoli della maStica7i();]’ u
Oovni funzione vitale ed emozionale che Zione.
viene inibita Porta a un b fl‘“…»rl-el’rg 1jbcraZione! Una delle tecniche piùeseo ' Socialm, P?ter fare v…Ì
i 10C ‘ |
scolare e respiratorio. Gli esempi potrebbero continuare e, certam U- Co n , gna ]Sh1 “) bgioco diA esprimersi' con Versi
e
e Suon;ni com
&d ef ican aci eS dUCAto”:
mfle[i il
espressi in termini medici e psicologici più specifici, esistono infatt‘e[?][e" esSera - 0Sse
i OCCh' i o Invece più diffic;];
ratteristici delle differenti emozioni, ma, essendo questo solo un pri Glbh'er'l ! blocchi più p rofond son h, IN quanto] CgaN8u a sco. -
à, alle aree rimosse e QUind_lcl
l Ca. n al]
vo di comunicare l’esistenza di tensioni [)SlCOS()…ZHÎCÌI@ estremam 1Imo te onalit
. la P ersjve
e<cur! àèl
1 alla n .

“8azione delle 1 l
.
Ntati.
sia nei bambini che negli adulti, riteniamo sia meglio restare sulle Ente co Munjni 0;:dfl“m espress o
del quinto livell
. . g f + ro A: . & e . g
servare le spiegazioni più specifiche nei corsi di specializzazione l.î neralr, eri.
psmos hi psicosomatzcz |
tica dell’Accademia Olistica. Oma. hloce ici di quinto liv
i
catsazi ion” i i di d; chii usura 4 d
onî-\ de abbiamoaticodaifiSen
esprg-sfsdiffl.lic
jrazi0 e delco l
sswî,dme esi oltà e%\110di sonoAleg
Îl piacere di vivere sani CC… Claitti
gespl…0 desc
so
gioo strinett e.sna
1àcreu deinto, più
Un corpo sano deve essere mobile e rilassato in ogni sua parte
cmtotra’s
metialllc(_’ musChiacma po in ì9va]n»?
os?n
“rare tipo:sagnod
a » Pas mng'me
scolo deve essere dolente alla pressione. Se non vi sono tensio;{ineswn mu- ; s aetal -
emozionali o psichiche, la respirazione è naturalmente libera, fluida emllscolan', e a e rigida, g02Z0, Colrllg È?t:0ne_ ia chiude rad.°'° che stringe
cheita
tro irr
i sitionie.t€ gon casre,
Tanfio zione e ro;îe sslla lingua
La respirazione normale si percepisce come una pulsazione ritmica deofonda. ab d o ;e.l A questi
cgfl()o
me e del torace, come fosse una medusa che si espande con un movim ell’addo. segni I aggiungono qne h.l ensione alla Nuca, rigidità a
do e silenzioso dalla pancia al torace e si rilassa con un movimento C€nto flni- respiri (la “sabbia” toraci a 1È$Palle.
sasizione che il petto Sla c US0 è Non tra il cuo re e la tes ta ca) o più gene-
La respirazione è accompagnata da un senso di sottile piacere fing°ntrano.
bnlmente che non SCOTTA CNergla€ TESpiro
estende all’intero corpo. Se la respirazione al contrario è bloccata sl 030 che si
È di estrena importanza capirebloche i blocchi possono ini-zi re ini ogni É eà
movimenti irregolari o una respirazione parziale (solo torace o so]£, add Servano pres
laiCica en za di un cco , anche lieve porta a …ÎÈ lndebc.)hmem0
e chea fisfis
gela vitala zon . relatiiva va ee deldelle funzioni a essa correlat
nota una difficoltà di respirare profondamente, un’insensibilità di alcu0me), di tutta‘en riconosciuto e risolto, il corpo, non più i | ndo il blocco
€. Qua
À
del corpo o anche un evidente dolore. I] collo è rigido, le spalle tese, s ney pan\;
pon viene ’ Ip più mobile e Ossigenato, tende ad
dolore acuto in zona epigastrica. ’ Spesso c’è ammalarsi. |
La voce di una persona che respira armoniosamente,
Malattie respiratorie come l’anma. le bronchiti, i raffreddori, le laringiti e ]
in quanto psicosomat;
blocco ZÈT cinusiti, ma anche molte 'm.ala.ttle generali come le gastriti, le stitichegzzee le
camente integra, è piena e ha un timbro rotondo e piacevole. Ogni
respirazione provoca per contro una riduzione dell’ampiezza coliti, le lombalgie e moltissimi disturbi ginecologici, hanno una base nei bloctÎ
della voce dandél chi della respirazione e quindi possono essere fortemente Migliorate e preve-
una marcata riduzione di volume e di tono. Le voci trop po sottili, roc
he, acute nute da un’attenta osservazione e riequilibrio respiratorio.
nasali o metalliche sono solo alcuni effetti dei blocchi re spiratori più
comuni.
Respiro e consapevolezza dei blocchi Le sette vertebre cervicali e i sette livelli
Come abbiamo espresso nella terza tavola psicosomatica, le tre aree Iblocchi della gola sono fortemente collegati ai blocchi dei vari chakra. Nel
del quinto livello psicosomatico abbiamo 7 vertebre cervicali, come fossero la rap-
corpo sono connesse con gli stati di coscienza: la pancia è l’area più inconscia
presentazione dei 7 chakra. Ogni blocco viene quasi sempre riflesso anche sulla

292
293
L\_\l‘ìl‘(\,\$l(ìlì(…‘.L‘(ìlì]l.llìl‘L‘il[l‘0l](‘_ Q“““d(\ ad es
sola come organo di
plla vita
D parte dal ventre. terapie
aa
un blocco del primo ;‘h;lkl;;. un blngcn della pilll{'il. 1lbbinmo selnknll)… <lbbl .
poter urla .. re Nan soh , un aziente Sì sdrai
j a su] lettino el res,,,-,aZ
“he uinto chakra che non ci permette di
i
£ì|nk sl i \;:I :J… ia :…nv il classico
dIncla, d blocco daa c'1hh'mî…,î(')
a 3'Lue.
’ - Se ilbu}? . nn…\'“ l Ql…nd:1dn lenta e armonica che parte dal o Buardo
.
\one
M:::—:—;”l…]’o
è il pianto e la richiesta di aiuto nella o2o0la
SOl1a. $g: pgl
© tes d°“u llì;…ìn
’ l1;: | i ‘L'{N | l;Di de il corpo, e poi, . terminata
o l’iîìls, i . ” e .sale L suo Q….p()
tre e
blocco di terzo sul potere sociale, diventiamo come “Fl'flc:h bldm() il C]“nìmu e L»‘fl‘ccndend() al punto di Origine, nell‘adl()îlral.… e Tiudl …filcc ; ZÎ\Plranr\‘.
‘ dlla
b …tt—\…… sde ” e sane e mfllate. : le fhfferenze
\‘“‘°SAL‘0
P i sono l;}me… Ues…)m“ espirand a lesta
’ :
vola perché non può arrabbiarsi e reagire, anzi quando viene ; la” ch
a” ASsj

S Mi scusi. ha ragione!”. Se abbiamo un blocco di quarto la n…]…ha[° ris a P°° i es andersi © Sgonfiarsi non avVienî, e ed e\'ide(…-du l’ho <»:: U se
mere l’amore e il dolore. Se ci sentiamo ‘scemi” è il b10C5(?3 Non Può ;)ndk‘: jj q;ull“Que]lfl 21rth_dl noi non
’ di consapev danza iù con et t0 dove i co n Là. ove (ìlî\“‘…’
; ESI
3 F: elp; Spr:
j lln,l*f[ìci5"te …l1 î;ì per ripongrlaoàîlzzîlidel 1P re5]l re
à, îh: Perso i …î
attiva, il classico blocco LÎI] …v.…;t0 lpc [1Ll'“ m;n ci lndulmo a usare ]a L'nle]|igef;fl—
: e | $eS r CII

a da nza. 1 asi a
’Opl:
: >ativa.i ma copiamo degli
qud2ila a degli aitri; ee lal gola non es
altri, Nostr,
: a “ Ostra Za UU a iSisolata, i piùf
— alla %0£[;e;so la zona bloccata è vasta e profond liportare se ::L‘l']' è
;;L… non dice llu verità, non riesce ad avere il coraggio ÈE”;; ! Nostri i n]°_nle aav ità
i
idee.- Quando apriamo i
l’albero respiratorio i
espiratori apriamo u
tutto; se Chilldivre Sleri
pPrime le no…n _ spiù è insensibi
SEAn resPloira, ,come isolatle. A volte è l'addo olte tutta la-
ligenza
£ chiudiamo la bocca e la gola. A volte per superare certi ‘mo l’int
Probley; _ tel.© _ galch re stoonodel tecniche,
corpO, come il; rebirthing, 1a i.
0‘,dm_ìenticalto h b d toracicafuo
agliato è
ratori dobbiamo riattivare l’intelligenza della vita. Usiamo il . C()m e0pr . i , Eespira,: i
l'espn-o
vi #
che si sono rivelate utilissime r ri
lI
colo per aprire tutto il corpo. e Vej pale» i E M Pirazione
olvere 6 OtropiPica
piccol; e il respiro
glo”. Ja respirazione € più indirettamente alla sf,
legati
I;;Ù ano ia i blocchi i indie
indietr o nel tempo |
fino al MO | Ole
chica, Queaioov o
granq
Elementi di diagno
o psi : omatic
si ‘ psicos a i a cuore-polmoni î . ; ) eTa d ps psichica ! problemi

Quando facciamo una diagnosi psicosomatica sul quinto livello in £nch€ pnmfi«[ecniche più semplici è ©lla nascita ea vlglkìe
dobbiamo percepire il polmoni-cuore quasi come un unico organo: inanzltutto una delle ]la sua zona morta eed'comunque quella di te
| per50“?‘ nlîe ha, Spesso, per ass 1 d‘_3mandare quali Sonn(îalre i far respirare
°
me abbiamo ampiamente esposto, questi due centri sono intimamen't enfam’ co.
che to come ur’1 ia
ion îl.l“sen ha. cia e P
Si i deve anche osservare laa îu.nglo f
funzione ne Iforîem inergiica delle due “ O e 0n,,nes«îLi
ente- Sinerg 5fce.zlo zione, dîì queste Sensazio ?n;azk?m e le
rali del cuore-braccia. e l’attività dei due centri dei polmoni sulla panne late. e…0210“1"‘ un nodo che mi soffoca” mi Opprime” “_com n 1 arriva alle
| petto
del i QUe centri è
entri azzu2’ 5 i sul'tklì' IÎÌÎ1PPH a colori).É
i s0 sotto le° spalle Este drna
. Uesti ferlî)isce”, Uni di padri,- madri,Ioca
immagi di dolori ancora
, e poiem02io lama di cheem?
nalpuàpiù In: fondo aia ricor,

Dav i d d s cel C'Or…edo a orimio e-l chore-polmoni con T > ite affettive celate nel profondo del nostro C“olr’ 1 Sofferenze Psichiche àx
braccia. ] due punti esterni COrrisponcono al primi punti del meridiano ener E 1Îeflse proprio nel profondo del nostro cia, della
corpo. ' E la paîle.
1Cia, meri. 0 a
Cuoree ]aMente..
ilil cu nostra
tico del polmone, e sono profondamente connessi anche con il c Uore. Esg;$e. Of|
sciolgon o: - l° l’acqua spesso scorre dalle
q P e
chiuse, come se il gheime si palpebr
quando diventano dolenti, sono sicuramente sintomatici dei dolori da tristes accio
che sono molto legati ai polmoni, ma nascono dal “cuore”.
ezZa freddo € duron lacrime.
delle emozioni indurite, che da tempo gelava la no t
sciogliesse 1i Stra vita, s
Dal cuore-polmoni le energie fisiche vanno alle mani; pertanto se abbia
cuore-polmoni chiuso all’energia che sale dai reni (primo chakra), avremo 0 il A immagini del passato che si libera
che le mani fredde e spesso le spalle chiuse, e questa diventa una diagnosi eîr_l"1- E le vicissitudini di una vita riemergono e si affacciano alla Cai
o 2
se fossero Îì, vive e presenti:D olograf1che.
I 1enza, cogu r]îe
Il compito. del terapista diventa
dente. |
Le spalle chiuse sono segno di chiusura del cuore-polmoni, cuore ferito pie di lestimone distaccato e imparziale, a volte empatico,a volte un no° Um0?isî' 0
no di dolore e risentimento (ma chiuso verso l’esterno) e polmoni tristi, scarichi e sdrammatizzante; qu;]le sono immagini di realtà vissute e finite da un pezzo,
e vuoti. Il petto troppo gonfio o prospiciente è sintomo di polmoni-cuore sem- se le si osserva con distacco esse si liberano per sempre, si staccano da noi
pre troppo pieni. Il “troppo pieno” è qualcuno che deve avere il totale controllo come se la mente si disidentificasse e si liberasse da un peso antico. In quelle
della situazione, e tiene sempre i polmoni pieni, in iper-espansione (“Sono il fasi del lavoro il paziente respira in modo completamente nuovo, con maggiore
migliore”,
ss “
“Faccio tutto i0”) oppure è un “pallone gonfiato”. Il depresso è ]a sua profondità e intensità. Quando tende a bloccare il fluire delle emozioni e dei
ombra, ha i polmoni sempre svuotati di energia e di gioia (che non gli arriva dal ricordi bloccando i muscoli del collo e il respiro, lo si invita semplicemente a
cuore) e pensa: “Non ce la farò mai”: nessuno dei due è ovviamente nel proprio rilassarsi e continuare.
o
centro.
L’onda ricomincia la sua danza...
] polmoni sono connessi con la tristezza e quindi sono uno degli organi psi-
Spesso per qualche mese la situazione migliora in modo straordinario: quella
cosomatici più vulnerabili e oppressi.
persona ha ritrovato una parte di sé, e si sente giustamente piena e viva. L’inte-

294 295
globalalee”
, techìica’ “res' piro stapeto…' di “ COscienza- gl 0bba-
9nic<:a …0lerfi
-r iv o di ogni nostra pri at ica o
meditati
_ di a ]a vita e la consa pevolezza delle ativa. L:d
a pe *TSONne
pale prasform
ole;
to pc‘\ l'i()d (ì. la consapev ‘“ e la se
l jes
. popo q . e sottili. iniziano
a P'3rcepL-]’/
ire
À_ M # o una cilvt.“h respirazione
le respirazizione prevede tre livelli di i
“-J,,ìl:…,
,-;, ' iv i
0 il] livello più esteiarnot di un
persot a natura ntervent
g…n-j[
O:
fl g!polla
Ja matr! X. C. c o me se, p l ' 0 f (mdi. La c h e C—…O.m
grità È IF ‘—:\ ‘_ Jiù s e n t e ‘«1C‘
l'l_n.C°rîl QU
l; l . el li or a
L]llC$ e ili essere
L.i—i “ar nte cosa: îl lul. un'a];li
di
;lblil[:l lldc‘ hcn €
do di ma :_ gr ;l t _ m m
i-]i
esi di niì É5“
tecnica pe
n f w
c=q]iiie
pi ù p r _'no:l cn
si centi
sse il bis »\
liul spe sso non S i co ntinui. La i .
ilopoì;i cede a cicl amente \seser;e llbe teil
iarîìzil î‘ di intervento an già
in part e cronicizzati Co
conta he î, di
_°“' crescità ro nque n e c e9 .1s.îseariem02iona]e ; ] ‘
Î Prini1ti
ce .
ma che nonsii1 blocchi
anno aO
causato dan sfisici, la cui re:-
che cosa ih‘;].li
u e$pÎes;s ‘ r0fon d
jeve oom
vinto ivoelmleuniet zione ecl u[0ilnp f condo llVe…ìii ; di sbloc co cora
emozionale e d'm i riequilibri psi
fase “biljfît il. bera c 0 1 d l , “. iìn(;h€ a "‘?lrjé evede un’attività
ibrio psico-
'ivîlret
l r t«‘:nun
;:il v la Veri
ne e i ‘f l g î î : i r e esso pi i
nto per i caasi piùò graavi cihce a ha nno già causato
Liflî Cil d
risolY chc i paura
if,: ilequaanlucn. ; interve
h
siamo ri
u3e
\n pcr>o'
n.îì a …’ llj'll
gativ a e imP0ss stretta pSìertine n z med logi
un
Il“\—iwilc ilmente ne a è di e psico Oggi
icz
cn;‘ndo
l. SC >l T ]a cui cur ca
iH…i> hnnolo a parire e
A n. che ° può re tra | facili ati d RtONE
ossono - eesse respisrmazeis ne, Zgbuon OPE
es sa ia ! - si e
acilit a devaeu
que pcrh.ll‘c’ pri
solo da jografic
a i c a in ogni () iber h di sppiri:razio la terz
in tecnicti
J f ;
;7 _i fl o l o g r a f_oCess el d a- ssere ris ervata a
one gl o b a l e e " (d
ziaM O ]a t e r a p i a
tera p i a O l ‘ o g r a
ve o ica asc n
.a to nl iz aa tipo di terapi
espirazi trà scuola ytiliz ' e gnlto!bnlee"s.perLiaenze, positi
s
Nella no vo dellatte"rleesppiimù import z a g10bneg
ati"e dei]]l— ]i;ti)00 Spe?ia]‘zz lnsi Α?Îìlzzatl rlinì;lnqeluel_stl’oottica di un d€éî:i)r
è ric=i ;l
bra,io pedrovesreînbbîieiodià/demvraarntee
d o IO
iileia ici CeO ssPSalICil.Ou tecîa ’ 5bli ae
m o
iz Se multi di*_ì
torio reg= _ion
r ssie che tu
g
sia in
rafico: osperienza infan…ea
;o ti ev tî i) lg a ri eq ui li
re golare che
o l o e
in mo d o
un’es » la sua ment a ss er e ge st it , du
noono re’ gi in paaz ziie e nte racconta al iz za zi on
[Ì;'Z[[ievl-tà scolastica elementari ch medie.
'a la $ola visu îi nà)n è suffi. fi_sica, sia nellee prevenzione aî nelle
el momento, \m ella psicoanali "li‘(ii;eq8i usa
o è il li mi te .d |u'orfi i educflllfîne val 0riiì 1ne1
lae
uest
morie e delle
emOZi° : Uesto tale politica di 1Stnu?lone che
un profondo
tale delle me .
Ja salute, Soprattutrebbe
giov;îiîf)n?‘defando
le forme patologiche
a ricre.
ciente me n incomp le to della at
ioNne pura ologramm a è passato: è qualità
della tra i più comuni.
]a rievocaz esterno è l’ diretta del non s (l)l è come ritoI- e F0 sono
caso il so gg et to è
nza «v ir tu al e” e
vita, olo ' riri vedendo le
’ospiratorie
migliort
à è un’esperie lla nostra
L’ologramMma pezzo del film reale de emozioni e O le SCHSaO zioni fisi
UN e le :1 Iffislche i
nare a vivere rovvando dii rettamente tutt
scene. ma ripr le atmosfere ©» soprattutto, PT ovannedne “v“v
ip o o la sensaze”iO” nle realore ti1SssSiimma
; io i irtual
i a è un’immagin az , come
’ L’ologramm e in st at o di i pi pi ena consapevolOlezz
nd o i] pa z ie nt a.
ess iva, ma tene occhi aperti, co me i
nell’ipnosi regr }eg ntz ili . da sv eg li e a zu i… iè l 3Ua l‘s ‘ja si se-
ci erèzrîìdi;i: no un’identific
Negli stati di cos eta non permetto iCheeà} Ilì(1)e<àfîlla
duta ps ic ol og ic a. le
pr of on di , M a se attraverso le tecn 1ta-
mente i con i conten | uti psic hici da m i
indi
cor più profon ente in sta a;
1amo
a sule qulivinell dio an “ipnaggog ogicoic”, ” dove normalm ente10 siTetso- s
cie ii; asq [il to Alf
sta
Delta, la cos si spo
riv ivere “’v irt ual ?
s&ona, , ma dove pos siai mo anche fare ivi
a
e
O
pass ato. In qu sonaa vvie o
gramma del suo e col cos
are ciecon tinma
nte ua pro tonnqesen
(oeS sia ° za 1a la perper
le pau son
se ch e
tata a tene re una rès irazion
que so e cir ;
ne invi i j ) e, attraver.
I
ai emozmnali specifici
normalmente
OLET
Fioneziportata nel o s legate
son (;gpassatblocchi
ci stesse vivendo
deS(i stimoli
ntro, e vi ene invit.
?

amegioni blo C0C ctomehse ?


Éa n ate,che si
mani
nifestano co i
n grande evidenza, lii
] blocchi d evi
erando darper sona dai dell’azione”
attravi erso il: respiro,
cchi
si invi L con azione.. Nell a fase fiinal
da “inibizi ione
i>rol—
sempre
: spiro,Ù si :invita la ì p e a ri
persona alla per(c)scére
eélone
energie delneEat(':’
leglobale
c
ve ‘ liberate ome energie e la si stimola globale”
in uîo(ìînestato di “coscienza i pi eI _
prio essere, a entrare . Questo è il MOotivo

296 297
Capitolo Settimo
f” mente
a10
056.jenza centrale1 é dell’essere è una “
IL SESTO LIVELLO PSICOSOM ì L
Ì lobale di sé che corrisponde 'url…n Mente”
rhe .

a e A in - i

LA COSCIENZA SPIRITUALE GL èig


i )\l . # - . d - Una Cq
O Zero .1 © ONSape
i k +pssere 117“““m]°
5 ; ale1{] amonia
(c. , psicofisica
. , SItAa, | l n ! nSapevole, l
n-"'th me re._scn/nli S '02ale (f«entr……. fls…‘dmcm “ Clenza e Modello be '
Uo e varie attività e fi a] d Centr; !
E i
1
sà “_ N nte
“ gsape volezza . delle
€ intelligente
; E Ività e funzionin i P.xlcol…ch
va i conoscenza
e À
i nell
i 0
‘ ÎllÌu
I I Mani
;
Ì na gestione
‘a costi ccntLr a
s deCre,e atty ando
; Illl1]]'….|
v1-'[l.ll y0 È un ".10 d.e“d m_eme » Una fUnlione
L'e8 ocorticali del cervello, governata da Sichin.lca con essac
] n tUur agisce attravan . Super.; “ Conle are,
l"“0.r…-cn do innatural e, agisce attraverso i] comando Per-io sociale © Aree su.
(….,t.m ortamento socio-culturali appresi el Posizione dkultumlu
j d «[‘“ Ja nostra società è bas]ata sull 1nconsapevolez a
Tulli ., mente, come se l’io foss | Za del “:
C pel'i0
\,1relog|c nale, À
…*Id 0 nr]azi del e fosse intimay
la teSta —_Niemc
ai “lumiΔ deuh.edragione i
© © Sul concetig
.‘nìenc;l\…c…”,ll
peS1e! za centrale del Sistema
nervosi più è pri connessa con | Ì centro | del
PI e Sbagliato: ‘1 i1 ScSé, /} a
. . ii g .
clcoscive nei i iS sistemi e Lap primitivi in quanto ogni esse e “rvello, Presente
it“ nza centrale di S. 1a CosCienza centrale è molto piùpro i°ondasiVente ha una‘
_ìb-clen‘
costi"
s ’ ! p
icale, è il nucleo centrale talamo-ipotalamico di cui dC"a m
la cortec . ente
La coscienza centrale dell’essere neoco i
” cadi elaborazione. Essendo tuttavia lac
H
0SC , Ciaè un’are;
pcr[1;efîmsi Scono_SC…t0 nella nostra cultura, Son(Îl;(l)lszsai g;liliî.]îsere.il Sé,un …Ì:
Il sesto centro psicosomatico è il centro della coscienza Centrale dell* cc…[0 di vista socio-culturale, possiamo differenziare due gran 0imprenuqm. Dal
vivente. È il centro del “governo globale” nel senso positivo e psic e.“ esSere
del termine e. come abbiamo visto nella prima tavola psicosomatica OSomaticg
cato neurofisiologicamente con la zona centrale del cervello: talamo >C identifi
leser aa eai
.identificallon.e co i ’
E aa o
a Pefs_0'nalltn, eilSé. 1a accezioni d Èill (Îésc.
Questi termini, che spesso sono stati utilr22&t1 Con diverse Coscienza "
1E
e ipofisi. I] sesto centro è la sede spiritnale dell’anima (Atman), nti scuole, possono essere presi come passi su] cammino dell’evoluzi d\ iffe-
il ct‘ìnlt)Ot
ce che governa la triade corpo, emozioni è mente, così come il cuore ia TO di i lu. ù efl proviamo a definirli in modo più chiaro e delineato. Hone uma-
ta invece la sede vitale dell’anima (Jivatman). Immaginando il cervelîpresen—
[] .

l’ologramma informatico dell’intero corpo, quest’area centrale del C€rva?] co


risponde al cuore, come centro dell’essere. Il sesto centro funziona COmo Cor- L'Ego: l’io della mente
trale in cui tutte le informazioni elaborate dalle varie aree del cervello (È Cen-
zioni fisiche, motorie, affettive, emotive, mentali, giudizi etici) L'“Ego”, 1"‘ipî’, è un fenomeno mentale tipico (lella razza umana. L’egoè la
si riunisecnsa—
sintetizzandosi in “comprensioni globali” e “comandi operativi” per il co ono nostra personalità, dqll etrusco phersu che. Significa: la maschera degli attori.
per il comportamento psicofisico in generale. Tpo o L’ego rappresenta qutn}il la maschera. em0t_1V0—00mportamentale che noi abbia-
Se la vita fosse reale e l’educazione seguisse la via naturale dell’amore mo creato per necessità, per SOpravvivere in questa vita, famiglia e società. In
e l
via evolutiva della coscienza, la testa dovrebbe essere profondamente conneSS;ì ogni via di evoluzione spirituale, l’ego è con51derato un fenomeno mentale illu-
al cuore e funzionare come il centro della consapevolezza 8globale-spirituale sorio che ostacola la vera conoscenza del proprio essere o Sé.
dell’intero essere. Tuttavia, avendo la società sostituito le leggi naturali
con le Il senso dell’io infatti corrisponde allamente concreta oricnratn all’attività
ideologie, la “coscienza globale di sé” viene parimenti sostituita con un surro. esteriore e quindi identificata con il proprio corpo, con i suoi istinti, emozioni,
gato psichico: l’“io della mente”, l’ego. pensieri, ideologie politiche e credi religiosi (i sette ego esposti nel capitolo sul
rata e gu1ndi
modello unitario). In questo stadio la coscienza interiore è ottencb
tahta sono minime . L’ego è
la libertà individuale e lo sviluppo delle sue potenz
i psico logic ament e alle leggi della mente
una funzione orientata a uniformars
collettiva.

298 299
ricerca di vita piacevole e libera
“ ne richi . . Questi
Nelle persone più evolute l’ego inizia il suo processo di di e
cgole che richiedono di non essere l Ît… VirusS-
C nd] v
della personalità e -l\\‘l.llìik‘ i.-‘;li‘;|!_lcri\\-u'chc
’ di man IStacce COo dapi,
CO d; e P . i i $ e
.mnum
cnh t
F ù esteri ori 10 d
re UNO 5f\01 20 per uniformarti a valori SocialiS0 fi costr
eno “ester iore”. Quest o eso p.è\i—m .—e “i _—l…x….… relipi
ur restan do un fenom ' i
so re, e che
non risai
J

lONe” f
e interiorizz
e IÙ me1L……0 è IVj .klu“\ |“ Jibert
g
à e il piace NS SCI è l0 SI
d "con
-
da un senso di 1dentità più evoluto ato . !pico
tipie delle
lll-
lll () | che
{(‘!É;'.’.I{\’ Carap P
| A] -
esse ca è ! che sono
sensibili. In questo stato si sente di non far più parte della Mmas l fO ave”,ece e automatiCci. Lo stress, ]a d S p ) a l
mcmd \l\‘l della & |l\‘>ni. Cpressione , enti -
vità. ma di essere un ’individuo” unico e autonomo; la i'i_‘:],;[ro]lnîlali sono essenzialmente patoloo; no €s
s
è percepisce “"Uiti\wlml‘/…… iù \’L…_ da i S I di panicg
1

bile e ricettiva alla coscienza Interiore ate eliminando i c o d i - Ogie


” el][e l .L‘n j0°bii sess ali CO |
di un grande cambiamento di cui tuttavia nulla ancora cono
11 SI-
Uf. cifacut . pmente curate il. cuore,e'IMMAanco
che 1 codici
s ment li con !Percontrollo _0 Pm…' Posso !
. La mente Î"—\in.
t
sc, ‘ Neces
coscienza e SPesso
tonizza con le frequenze più elevate della “cfl€ nere i CON dizionamenti
“ d° che chiudono ntali, l’uni
$lblscon0
entali, la vitalità aturale : Se invece i
(î,121°“‘1n
l’unica altem.dti\::llrè i, © regolcnd(?
inleriiylll'\( Ne riceve
stimolazioni. L'io evoluto presuppone che i valori
ii 5

ideali o spirituali diventino il centro della propria ev.‘ Umani, se Srandj sicofarmact, ipnotici, programmi televisivi Sedare |ee
cali. Tea-

dando così un difterente impulso alla vita e al


proprio CO…—Penenza sic
\ 027
F
‘L( ON i
liglose
vuote, demenziali
de"anraili1. con
sedute psicanalitiche deceny. praticn ,+ iWalità
del Sé. P0rtame…()_ Anlicu' ore altre forme di edulcorazione ratic ;
l’io evoluto. tuttavia. dovrà aprirsi all’esperienza 0 P()S
itivo O ealtà. € come il

Il Sé: la coscienza dell’essere


je del cervello e i blocchi energetico-sensoriali
pep"" . ; vie
d di accesso energetico- i
Il Sé.il vero centro di consapevolezza silenziosa e incontamin .
sciuto solo con l’esperienza profonda del proprio essere. In India ]’dÀae Viene cono e princlpall vie ergetico-sensoriale alla testa sono Essenzial-
viene considerato un microcosmo del Brahman, la grande anima tman (flnimaj pentte tr e. te,
le riormen o a
l’access e l’uscit delle ;
parte mai separata da essa. Raramente il Sé è frutto di u“*espen_ufllversale, una na vertebra poste formazion
i
individuale. più spesso rappresenta l’effetto delle pratiche di meedn'za Casuale e ose; è CONNES sa al canale energet
I) pa colont
i
8euco ?
posteriore Du Mai, - ii]le “in“Lovernatore
e di
ricerca interiore sviluppate all’interno delle differenti scuole spiri Itazione perv0””?, ;
rienza del Sé nasce nel silenzio del proprio essere, non è quindi inltuah. L‘e5pe\ je respiratorio-comunicativo della gola anteriormente, che è
un'esperienza mentale. Nell’esperienza dell’essere la mente non Cvèn‘ÉSSun Mmodo il “vaso conCezionè" aî1Îe ia porta
alio, da cui scendono le ener irè(îfe 1
e testa; €.°’ connesso con Ren Mai,
questo la coscienza profonda viene chiamata anche “non mente” II S‘È\fehfma,per . nertura Verso 1.1 seit\lmo} centro, in Connesse con l“‘Antakarîna—‘ceC e-
di coscienza divina dentro di noi” il raggiungimento di questa eS-pe Ce “il punto 3 ” ossia le energie più spirituali e sott1ii
’ con
apre le porte alla vera evoluzione della coscienza. L’evoluzione deÎ]l?nza diretta 56 superiore (di cui parleremo nel settimo livello)
del Sé si realizza, attraverso il silenzio e il vuoto interiore, neli’espeîîperienza
divino. Non è questione di comprensione intellettuale. ©nza de] nuna di queste vie di comunicazione — profondamente legate tra loro —
o ’
{) _
ò essere bloccata. an al cervello, vengono rielaborate, ritor-
in fo rm az io ni sensoriali arrivano %
Le
La mente mente 1° iologici: “Muoviti,
o co me co ma nd i bioe. nergetici o psicofis
rp
nando giù al l...co - . ’”

gira, senti, fa
,

% delle informazioni sensoriali che salgono dal


La mente è un meccanismo creativo fantastico, dalle infinite potenzialità. L
Ita. La ° Ricordiamo che più del 90 te ritiene che “non
mente, illuminata da una coscienza globale, potrebbe essere lo strume corpo alla testa viene bloccato dal cervello perché la men
bellezza, del bene, della verità; ma oggi non è quasi mai così. La menntt0 della tori ci ave ssero educato all’attenzio ’ ne al corpo,' avremmo
serve”. Se i nostri geni . o il corpo continua a man-
viene utilizzata nella nostra società è simile a un virus, che entra nelle o îOme o la totalità del nostro corpo/essere Tutt
sempre sentiti zion a e decide arbitrariamente che
modifica il DNA e costringe la cellula a replicare codici non suoi conîe Mule, ] cervello, che invece sele
dar informazioni a . Neg a sopr attu tto le sensazioni negative; l’ol-
menti non naturali, a produrre cose non necessarie. Ana]ogamenté la ggo°n i n Ser vono
alcune informazioni no
te, per cui, dopo un po’, non sentiamo
oroduoe virus mentali, condizionamenti psicologici (ideologie, valori v;iu(dl'et'a {atto per esempio Si adatta immediatamen di smog). Il
luogo (come le nostre città piene
filosofie, morali, teologie) assolutamente estranei alla realtà, tdtalmenie a ]iZ i più odori sgradevoli presenti in un azio ni negat ive: Ì‘Mal di
dai reali bisogni umani e che, attraverso l’educazione o l’“informazione” \;1] o cervell| o a un certo punto non
registra più tutte le sens
ider iamo una pato logi a come
trano nel tuo cervello e modificano il tuo codice naturale di 00mportainìntî avu to!”. Così cons
pancia? Sì, certo, l’ho sempre
sostituendosi al tuo spontaneo senso della realtà, alla naturale intelligenza del- normale realtà.

300 301
livello
1 blocchi inibitori del sesto tensioNe corlmnlla. Non riusciamo a concentrar; , ossia af
un
[CZZ, 1a e su o punto, perché la macchina Ntrarci
singo; !o ì Ermare l’at-
i a mancanza di 1o c'' ]0tic O . La Mmentale
I h_lncchx inibitori del sesto livello (dovut Of meente con
può
nza di fiducia 1 coscì Nz; sci ò i la Orare in negatiivo
ambia e non riu
csscn zinlm emg.c om'c manca o in posi6 ti
a
manifestano e proget ti Iî‘Òlla ' ù v , 1lil
jItatO - i zîoso Anche durantì:aimo a Tll_assarci, a Vivere i Ciu-n°amSpa
ideali. stili di vita
nelle proprie idee. nei propri ne i mente o a zios tran-”
incapaci, non u“"clltezl ’e Perso l e silen
di movacaaunznia e
] non ri]l rlìs
îtupuic. mentalmente inadeguate, intuizionz.‘ì. $ 1llov0 . dai pro i i. ’ IlN corpo 10p;e“Ic 1 ia
0dep . a staccare
, delle proprie blem s può anc si mo,
fidano della propria intelligenza is
rO, as so di b‘3 ba ss
.
tà ne ra re un co ll
dalle reali esperienze. 1 blocchi de]l“de“e
’ Non d
al 1a
'CCCeS ” so d i attivi p he ge
prgn…xmni. che nascono Segto S anr,‘ c…fij 1a fin€ se tt imanao (la pr1m1 , anCi«'.lme…
O, 1] clas-
di intelligenza e di luce i “C0ma imi glOl
gi 'm idi
dl ferie, in
principalmente come mancanza
Cui p re V ale
h Occhi C1Îextr ; LO
pesso accompagnati da cefalea o malumore, che a volte d l] SsSon
0 no,
opaca, una cortina Chheg sC nchezza, S ‘
>l-lÌ sesto livello ci fosse una patina b…ìa Ome se a stan
S n depressione. ’ € degene-
della persona î\}t0gl.ie
vitalità allo sguardo, che offusca la mente rano !
appar ire vispi, intensi egli iperalt'n- Zza e | blocco d11%esto Ilîvîllo delle persone che vapensan o molt
tali invece gli occhi possono anche to difî a volte è difficilis-
nza, C0mm, ma i o da scio 8 1eîî - a loro mente è iperatti e mol
ΑU0rl. sono proiettati all’esterno. non c’è prese si sta iper atti vità men tal e viene ;a. € Ogni cosa che
o poco pr0f0nd'e Se “dentro”» ’ per allentare que
fosse nessuno. Purtroppo gli occhi spenti viene fattasi ma manovra per togliere loro n rai 1I£ peércepita co a
ne oscur ano la propria COSc'I sonq la nory. ‘colosis
nostra società. dove le perso n si rilassano mai, no l-d Tagione, il potere e !il conto rollo.
cultulentza Individy e non smettono di parlare e di inte
propria intelligenza vitale per uniformarsi a regole uindi non $ nai,
è al com and o co IPre tare con teorie
ah © sociali ade . La men te
cate. Dove nessuno riesce a conservare la coscienza g]0br ià lette 0gNI cosa che gli acc Mme un dittatore che
può liberamente guardarti negli occhi, con prese nza e tra ale di sé e uima on mollerà mat, neanche di fronte all’evidenza
nza_ ] b]oCrl 1 hon n . tti amo la sfid a dell a men te, e cer chi amo di pensare di più
one sulla fronte Spare Quiud1 o acce
sesto si manifestano anche come tensi di iù, me-
aggrottata). con dolore alla testa (cefalee,
emicranie Cerclîjq0praccig]ia eC 1 de] slio, più velocemente, per essere riconosciuti e amati, per dimostrare ’ are di essere
alla tes’ta (s 10 cce.), con e fr.0"îe
alla nuca o con senso di pesantezza in cima Î…portanti; oppure non riusciamo ad accettare la sfida e collassi i
mo dei «C’[_F",.“Completamente Tagliati Fuori”. Quindi, ric. Ditolando ai
senti
5e n.sazlpne di c inSlone
oppressione). L’apertura dei blocchi psicosomatici del
insic urezz a intell ettiva , di i Esto livello evi L sura, due categorie di persone, i blocchi del sesto si manifesta.no : p1tolaqdo qu‘e%t?
spesso un senso interi ore di
di limitazione intellettuale, di sfiducia. > CI Inadeguatezza eyypc ia mentale (depressione, apatia, svogliatezza, sfiducia, cinismo :t()am(‘ìh]poa…ua
| “urale,
Parallelamente ai blocchi da inibizione delle attività
pure come iperattività mentale, da cui derivano nervosis\mo «'…en;l BIZZH). i
chi da iperattività. Se la mente prende il posto del S':;enta]! abbiamo i p] sonnia, bassa percezione delle sensazioni del corpo e delle er‘nozi(()lniledzlzîîè)îcl_
d1vgnta pericolosamente importante per caratterizzare e (ì.0g… cosa che hepc
tuo io, alla tua persona o, al contrario, per svalutarsi n° valore e pre i
o la colpa‘ T_T;0r' tlflc3r si e disprezîlo %1 Le patologie gravi: ansia e crisi di panico
Il .giudizio positivo o negativo, il merit o
mico 0 religioso diventano i codici di valutazione pell avcdclgtrte Sociale 0 €C(ÎIÌ)L profonda, porta anche patologie più
|
L'’iperattività mental e, legata alla paura
stessi O le persone, e si sostituiscono al senso di semplice acacît[(àzcilîglgrare se (sop rattutto quella da aspettativ a, da futuro o da prestazioni),
e di sÉ e gravi come l’ansia a.
degli altri. di panico e di angosci
l’ossessione, la paranoia, le crisi essere stata controllata
a di paura che, dopo
La crisi di panico è una form
tà mentale estrema che blocca le zone
eccessivamente, sviluppa un'’iperattivi lo
I blocchi da iperattività: il problema della testa iperattiva A un certo punto, di solito dopo anni,
emozionali e fisiche di tutto il corpo. emozio ni che deve ubbidire e
lla e il corpo-
squilibrio tra la testa che contro stressata
quîsî()[eèst; Èî;î;:î:%îfi pensare, che è sempre presente, che non una crisi vagale. L’attività mentale
si fer i soffocarsi si rompe, e abbiamo siste ma simpati co, come se pom-
un’ipera ttività del
delle persone. AI di là dellama fes porta quasi sempre con sé contin uament e nella
ellanostra
sione, nella maggiortuttiparte
societàa siamo nelle vene, Jasciandoci
Sontpm mo a BOcieà afflitti da eccessiva attività mentplmfes‘ passe costantemente adrenalina situazi one troppo squilib rata
nostra socie è fà
SIT COra a in modq da‘ layorare molto con la testa È)eq l ma, dopo mesi 0 addirit tura anni, questa nervoso .
tensione, o del sistema
Caa ai è abbiamo momenti di collass ni, inibite d.a\ troppo
ie,{1 una sg(r;e dll att1tud1nl per cui il pensiero non. rieLs‘leS[O si rompe, si scompensa, e le emo zio
fermarsi. Le “pal meîta]ep… ev.1l ’ent.1 che d1pepdono da questo stato alteraktged;…ì riesce più a controllare a CON-
la crisi! La testa non a in tilt.
) La testa, non | riuscendo più
odon o man da ndo il sis tem ent e di con-
ii ria Commjonq. d.ag.xtaz,1.(me psichica e motoria, l’ansia. il bisoI tempo, espl e cerca dispera tam
quel lo che sta avvenendo, “‘jmpazzisce”
pno di com ]ascj;u- | o giu izio, l’incessante verbalizzare e analivzza l- trol lare
si andare mai, la pesantezza della testa, l’insonnia, ]’irreqîiee trollare anche questo.

303
302
ta delle emozig,
di pa ni co dal punto di Vis oni ore, dei polmoni e della gola. Da questa situaz
ione può deriva
Guardando la cri si e dell
o a una rimozion - ico°Ila
raffreddamento di pancia/stomaco i
iaramente d.ovut
e
men tal e è ch mo viv ere € paure e milza e allo stomaco. e si haaîto, il fegato non funziona in
controllo che non vo gl ia 0
ozioni ‘negative S i : ° …!îst g he.
rale di tutte le em € lifica no sem pre di più, i
— pian
, ,
rabbia — che cos
ì si ac cu mu la no
no , e S!si scamp
ompensa ed “e
splode ” i ino,
e2

mO _.
;
faticO
_mucose d\ella milza non sono sufficienttîrînaz…îie, Per cuile ener-
N le gestisce più
' U Siste
troppo c allnto Ìn gieJ{l‘; del fegato.“ Cosìben ila segmento . respiratorio; con il ;f:1tceod}namizzate
In eccesso è c e

n0 è Ben APO e ocioaa Qublema golapolmoni nlleta, s


cui il si st em a No è sta to i
ché
ertiuo,
modo eco ess ivo per tono,
mo quindi reagisce in o: in que l momento dovremmo
Ompreg

crisi di panico esce
l'e mo; 10n — come
se riusci ssimo a farla esplodere ‘v01te r Slr libe, produzione di muc è s
ri di eridare. piangere. tte — la cris1 SI sgonfia, si scioglie, i Sua C°nten…?lafng rifred
ryno g eSnergia.
d”i bassa Il freddo
gn si;aldo i e sterno mentalela deprime
T o Quindi il calore e orovoca
nell e tera pie dire cos cie nza OlO bOi
a fare integrano con la
ttati, si iv ale, il Cu IS- i 1,il -11 ra É0rp0 respirando, correndo, facendo e aO
gono a galla e, Se acce paura e il controllo dell’ego della°… dijo, e effetto.
guestO Se
uso oli esgen11a fredolore non viene o passa più vel
sull a test a: inv ece ]a sto gen ere rà aîn te crea T ra. questo caso il solo calore non è sufficiente, possiamo cerc - di CUO
vale
chi udo no le por te al cuore, e que s tre crisj, un u
teriore blocco, par te del le sos tanze nutrienti che san oMme j
chitico, un asmaixco, una debolezza respiratoria per anniare i riL
gio r me dita?‘no nel
cervello brucia la mag eno rme quantità di energie 8ue ]a Fitoffll‘maCi’ omeopatici, naturopata, depurazione non sono suffisce'nza' nsultau.
pru cia un’ c’è la paura ldVie .
mente iperattiva che la paura della vita prendere C(ien'u' a di s
Alla fin e, in ogn i cas o, più
senso. Gli anir _
per Tde
d re } n lavoro SU'HO sblocco delle ernozmni calde, occorre
re è un ’gvventura senza
° dell‘inibi“°.“e .mentale che c1.ha “congelato” e bloccato, com rsemîlnZa À i
re, perché la vita senza amo mor ire , che non imali inte r.am0\
decidono di las cia rsi .\150n0 siano Je emozioni represse e decidere di esprimere la verità Qdi estîrnn erle ai
quelli che nelle gabbie man ian0
iù e
integr ità che sta in zioni, liberando le paure ciie hanno causato l’inibizione.buasi seare
troppo l’essere umano è un animale senzaperché gli hanno denogabbla’ d0ve‘ D.Llr\ dendo il corag_glo per cnniblz_are qualche cosa nella vita. Questo lavoli](i) iiei {ÎJren-
di non cambiare
malissimo,e si con vince quellaè] asu Vive
è dolore , è una valle di lacrime, al mass
imo SpChe'
a moto le energie calde istintive-emozionali della pancia e del cuore, rizîptree lii
vita, e che la vita era che la sy u avita sci enza centrale, riaprendo la continuità energetica tra pancia,a
cambierà, ma lui non cambia. senso della co atic
co può curare la patologia psicosom
cuore e testa, COSÌ S1 scioglie il bloc e si
to .
da raffreddamen
I blocchi della nuca-gola
della vita
1l blocco della nuca è il blocco posteriore classico del co lo Mentale, In Perdere il senso gioioso
1nolt1 film la simbologia della nuca è molto forte, come in Lr;(tro] può generare
’ tà men } tale, qua ndo è staccata dal cuore e dal corpo,
di Yodoroyskn, dove il maestro toglie un pesce blu al protago Mmontagna Sacr L’iperattivi
sione. Si può essere anche lucidi e
la nuca; o in Matrix, dove il “tubo” dell’altra dimensione Vl_éìlbtn
Proprio da1a una crisi esistenziale, che non è una depresrazionalità e per cinismo, che creano
so di
mentale. Quando noi qi'ne Inserito nella perdere il senso della vita, per ecces
nuca. Questo è un punto di controllo
della vision e global e positi va, della vera spiritualità. Questo accade
nel controllo, tendiamo i muscoli della nuca e i muscoli della\n;lm(? nella testa e un blocco nel corpo. La testa
è l’energia non scorre nel cuore,
scella. l)ase dolla lingua, osso ioide). Quando lasciamo and: oncazione (ma- perché si è troppo nella testa non il piacer e di esistere,
e, ma certamente
pensieri, molliamo 4anche la tensione in tutte quelle parti
e e l? tensioni e j può dare il piacere di fare o di pensar il cuore oppure con la pancia; il
lo viviamo con
lîperta. .Se questo rilassamento lo facciamo con consapevoiiz>resnamo a bocca di essere. Il piacere di esistere mo nel corpo a cui
iale, non emozionale; vivia
occa si decontratturano e il blocco si apre. Per non avere unélil. la nuca e
la vero piacere di vivere è sensor Non abbia mo ancora imparato
come un bambino.
dobbiamo dare attenzione ezza dell’es-
nonnalme;1te è un blocco alto - da raffreddame
; nto del quinto l’mffredd0re‘
iv 3 che globale, a risvegliare la consapevol
. ;
nesso con la tensione cla punti ‘vento” della nuca, si deve apri cllo, ed è con. invece a utilizzare la coscienza il meglio di noi, il succo
ialità e così ci perdiamo
facendo salire l’energia vitale dal quinto (gola-naso) all ctpnre l sesto centro sere, a sviluppare le sue potenz
Con una forte respirazione, aprendo l’albero respi forio se PE cervello, della vita. meglio del non stare nel
dell’andare nella testa, ©
eSpiratorio, se il c blocco è | c8gero 4 Una delle prime cause madri. La madre che
vive neili\ì
passa, s
ss perché! è frutto di u na tensione momentanea. Oppure riceviamo dalle nostre ale è
corpo, è l’eredità che Il punto fondai ilient
pre l’energia calda che arriva dal cuore e il muco si - CON una sauna si o una figlia che sta nella testa. 1 corpo è:
1 MUuove, non ristagna, e il testa crea un figlio rati, dov e
raffreddamento passa. nel l’e ner gia som ati ca coMe quando siamo innamo fisi ca. 1 veri
ess ere nde pre sen za
fluenza, ili raffreddore,
i chite,; l’il’influenze
Invece la bronchite, F dovuti i a blocco psicos ’. e siamo in stato di gra
NA elettrizzato dagli ormoni, dov sia mo nel cor po tutto è intenso, giocos
o,
‘ , Sono caratterizzati da una situazione dove l’e i pocosomatieo i sono fisic i e quan do o nel cor po,
innamorament energia, essend
ale che ha questo tip o di
è bloccata dall’energia fredda della mente
a
e
mente e non sale, o calda-emozion
ristagnando, creando vivo: a volte la mamma

305
304
azio
a e gli trasmette questa sens
abbraccia il figlio o la figli Ne di AN:
e piacere. ’
stesso tempo presenza 1a . berché era solo un mome
Siamo troppo nella testa anche nella sessualità; finito il p; al
* e U‘ cuE e it
l’am à
ore. Sol o ii to ita, ’ di 1
Cresc
è S!
e\p]()l'llzi
È‘°_° ormon spposar O) d()po ques
sappiamo stare nel cuore e quindi
]a SCSS . O
© One na
l’'innamoramento non Sto odo
peri
piccoli Nisc e i] co lale - nvendo gia avuto esperleîlle’ pot
le relazioni si rompono per
co5 a Vav
. eva . avano
mento e l’amore: così
.
SCIOCChi prlnvolg. sta, a e
l“l…cf’»\ un ripiego ° un “colpo di testa” ma ut10 Sposarsi. 0
rne vivere la pr0f0nàit> o o scelta d; 1 il
senza crescere reciprocamente è pote le cate gori a, così lem non vitale | Î abbiamo1 perso; . lavoriamo” tro Na Vera
isticame nte, tra si troppo nell N 0Ì questo
n
pambino con l’acqua sporca. Stat . hannguua
l sip ’
PPo,
hiam ia[‘n0
rtcitmMO jiamo ]a vita. Ogni volta che blocc
. .

zione sessuale, tr0Viaîno é


he ì
giori problemi di insoddisfacente rela di itm D.
dirigemri"ag ci & . “razionalizzazione”
medici perché hanno la mente iperattiva e perché, dopo il lavorol » SÌ i e apbia no l rîrît((’,) le varie lzî)zrìî)n'dl quello _Che faccia
nîoml n urali, come effet
casa ì problemi lavorativi. ° Vel direttam ie razional '1e Necessità fig'iologicfi Quindi non Pposso sv ol-L
” € , ri… devo f
no a,e, èttravel-so il “5Uper
;
î[fl’fl\’€l'So l£l.nîe-n letta rosa, siccome il r°lsg\…nd.
;:gr€bbe vestnmlo C(iiI:c;]onsî (înagh
po Strano e ambi.
L'’intelligenza dell’essere guo Per nn PO]-.n ; fare e e di più normale. An Èehltop
81USto che io faccia © in quel caso scelso
non cosa mi piace fare (tlna .Îiosa ©
Succede anche
c;
Tra le numerose forme di intelligenza che sono oggi riconos SCiute dajla nelle relnziongbperecluiireec1do di non dire alcune cose ’ qmnegto
logia moderna, manca l’intelligenza dell’essere, l’intelligenz . di come potre î r lg ° 0 Ci cosa potrebbe pensare di me È?Panncr per paura
Psico.
Se definiamo l’intelligenza come la capacit à della me…j vitale. 1E 2710
tuttente © abitua
d alteraretalme 1 tutte le azioni dirette e spontar.. i MUIaMmO quindi
ti a farlo che dopo 1. 14-16 anniponta,di Nee in questo modo.
più important di risolvere
blemi finalizzandoli a uno scopo, la forma
siamo - .
j ni diventa così schematico
dovrebbe essere quella che permette alla persona di vivere fe e di che pensiaM© di essere proprio così.
.°eflza
di realizzare la propria vita in modo integro, di esprimere i]
liCey l’in[
. lo,

siero, di fuggire alle situazioni oppressive e negative, di Proprio liberoòenza


ÎIC€I‘CQÎe ll pr n-
i schemi
benessere globale. O Distaccarci dagl
L’intelligenza dell’essere sembra invece quasi assente nell
10(,—a Nnostra SOciej
come se la mente collettiva. le consuetudini sociali, le Laedlch
Se noi osserviamo un atteggiamento condizionato inileunavedculeretu Flaa noi ' estra-
e famiglian- à ente evidente. Per noi è fac
codici religiosi o culturali avessero la
prevalenza su tutto nea, tutto diventa estremam /econdiziona_
li, per cui giudichiamo in modo geî
mento mentale degli altri popo
1
una malattia, ma uno stato di impotenza; potremmou"'inca dèfin. ©Pressione n rz Zgìu ttpo
dell’essere o lre_-lîl de resSione tosto che il burka, o chi si batte sul mur
come una mancanza di intelligenza di fanatismo: il chador, piut
riattiv ando la coscie nza diìîg°èt a di renderl;î e. Se entriamo nella ;J5:12
attiva. Noi curiamo la depressione
so to, 0 chi si flagellaie per Una speranza di salvazionlch e ora cominciamo a °îîlld\
persona a credere nella propria intelligenza vitale. I risultati sono Stenendo la ranza delle' fa mi gl di tut to il mo nd o, do po qua
eccezionali
nali, carle negativamente per il modo in cui vivono. Îl giudizio viene e5presîo so-
osi o intellettuali, che per noi so-
agli schemi politici, relpoligiate
prattutto in relazittonabeili,
La mente vitale no spesso inacce sono intrap
in cui le persone, in cui ognuno si
amo codici sociali diversi dai nostri come
identifica in un ruolo fisso. Giudichi
ssa cosa osservando i no-
Noi vivizrmo in una civiltà che non è naturale. Sono esistite assurdi e inammissibili; ma per chi li vive accade la ste
Però, ed esistono me nt e son a neutra, che osservando
ancora, società e nicchie culturali orientate stri. Un bravo terapista è semplice una per
al piacere e alla vi
ce me nt e qua l è la pat olo gia , l’identificazione della
rimaste “sessualmente” sane a livello psicologico, sociolodd vita. Le culture dall’esterno vede sempli
di con una persona depressa si mette
sono poche:come alcune società dell’India, della Paupasia Î1]C]? aerP°]ogico mente della persona, senza giudizi. Quin
magina che cosa sarebbe la vita in quella si-
guella descritta nel fantastico libro Papalagi ( Stampa Alterimîiy£îìîìnra. come nei panni di questa persona, s’im
e rebbe che, se non potesse cambiare quella vita,
î/r; IÎÌ]5;I;C Icultnre d{ell Oceama.gnando i piccoli diventavano …m-meè Paîsato. tuazione e probabilment scopri attia,
pressione. La depressione non è una mal
/ènivano '85C1at1. vivere da soli, in grandi “capanne della gioventù” . agazze non ci sarebbe altra via che la de me l’a nsi a. Si am o in un
tto è SeNza libertà, così co

sitazioni parteoliti lragti1leIetagazzo potevano dvere l1 ii


a
ma uno stato di coscienz coa à non se nîè anc ora cos t1t una
l‘Ill'['0…e e
shi?ert?' Gli adulti si limitavano a portar loro il cibo e a e.sîere ed[ìtsu 0 momento storico in cui sta fi
nendo una civilt
C.1Ch sto ric i agb lì"
ervallo di libertèr tra due lunghi
aa sarsi. Quindi l t10t°rnale picco degli ormoni sessuali, che j un’altra; e in questo breve int ere , il nos tro mo do Si
re la nostra mente, il nostro ess
giungeil massimo dell intensità di desiderio sessuale frai 16 ei 20 ani o mo la possibilità di libera llo che noi sia mo, Sen za ne
l’opportunità di capire que
rispettato. ] ragazzi e le ragazze avevano le loro esperienze, mah n(°)ìrri1 r;o[\eevn;;î vivere. Abbiamo quindi fare.
dica che cosa
sun tipo di ideologia che ci

306 307
o .
d
regole scientifiche e umane
Dobbiamo comprendere le sapendo che, se el Vivere
| ta e r1entralrilg;) rrnel corpo, a
volte la
sia gius to per noi, e del
di agire come sentiamo aver cambiaî):"Cezi
galla °° ente, 'Semspicolo Î"@ per
,Sba.gliam’o ec1d end
a imposizioni. Lo scopo àa ’dgglun Ere, Poiremo
sempre cambiare strada, senz
_ rv()b “TVazi]ema cambi a
nell
roblem: io@eî
trar e
uscire dalla testa. dalla
mente massificata, e rien
t Proprio co © quin O
rildicfl
normfl Imentee tecni Pche digrna edit SColtano molto i Po
à!taazio
smet tere di vivere come un io delladl.ve inco r.p0, 0 .di niîl Înv‘t) lîe facciam!, e ne aì';lei.zM emre
use "; àal roblema e mettiamo
altri termini. capir e. così sta e Izzano ]
globale di sé. Possiamo ; oto |° . satta,
vivere nella coscienza n«ciar’em e un,ente il c(,mn…:
us‘ cipu?O“
.
C0mand‘entare rviamo i :nerg… vital
stessi. Siamo noi che centrati sul Iì05tro sé, osse _ VOlta che € siamsiamo
nostra vita, padr oni di noi ‘)fì mo le cose e“a
leta ment e la pr diver..
in modo 1Vers,
d‘;; C…nblì mo comp
de la rabt . Ospettiva aece ;
certe situazioni ci pren l 0
in i n
o
contrari o. Attu alme nte
esem € non iî e r a uN Prol blem a .
inso lubi le per la testll Modo d i affro
il nervosismo, oppure la Éé per ‘ma
questa | a nostra maestra: oppure
‘ma er
Pressione 10, edè ’ Stando nel arlo. Quello
son
l’ansia. Noi non siamo padroni di queste emozioni, que0 le em0210n1. ’ OPpur,
pe
nel cuore, Sì riveta completamente ridimensiaionat o
ruolo, e per fare cia
padrone. Noi dobbiamo invertire il Ostr:
sto dobbiamo ìelen[rare
che siamo
nel corpo, nella coscienza globale di quello :
ienza planetari
coscienza globale alla cosc ria
palla
a umana, in cu;
Uscire dalla testa, rientrare nell’essere uesto è il primo momento, nella stori ém CUi Un enorme numero d
mondo, sta spontaneamen te
idui, in tutto il nto di imarvando la libertà di vita d
Nelle tecniche che usiamo per curare in modo olisti
a le persone, ; siero e di ricerca interiore. È un mome …ndÉSl(z;one in cui tutto sta cî i
quella di farle “uscire dalla testa” e “rientrare nel co dove le vecchie ideologie stannomodo ced<*

quindi di aecidere dirisprro l percezione del compo: i massag


» OSSia “rientr . Prima zz;i\lllîgtando obsolete, nY:X_1
Il primo metodo è la consapevolezza iniziale di nrà)0n sentire iù a coin volg ere le pers
] one in ai totali
riescon© P' fi onffro ronntta c -
bene l_«'ire În se» »Come una volta, La
i
i
88!1 che rilase. °rpo_ ® ente O88! 1°“ o . on altre ideologieloro, ; in una sicivielide
ltà e ale ’ & 1 le ideologie
glob
s , e qualsiasi terapia che fa sc olitiche O ràîllglose S$n0_ tl*n conflitto tra una
leggerm re ne] co Ssano ;
ende a simsîg îltîaa,’ ele così
1 Tetol il
tano a staccarci dalla testa. Se la persona è solo ente assoluta, con la V maiuscol
a e
ente nella testa, b O, aiu. di dogma o oVeritsià rid
- . , bugie
Concetto
e la pers ona rien tra pia cev olm ime nsi ona . Si sta nno sele zione
massaggio o due

CiN U1 murio maschllt, Ce Segt0no © d sogoieSel PA


appaiono ey1dent1 e tutt nî“°“àndo Così individui
possono essere la caus a dell’'‘‘andare nella testa”. Unalî]] corpo. Anch
e’ i astau
; dall e ide olo gie del passato, che si aprono a una ari gvg Îil:iliîufrg glob(;ale, più
Jiber
UM ana e sosVi
tenibile, a una coscienza planet
tte, Creanre realista, ’ TIma di spiri-
che generano il blocco fisice Stre pra l intelletto e l’ideologia, che nasce nell’esperienza dell es-
Da a mndre hdnno que5[;C anibmo il sens o d.o: Se né il padro tualità che è so
© quin di non gioc ano con îsgi ienga globale di sé con li di questa Terra, siamo cittadini l mondo, fac-
sere. La verità è che siamo figto e se lo guardi
o,
corpn0,
Starenonnel viv0
daiel g…‘ o parte integrante di ques pianeta, chuna Terra libera. v iî spazio non è
una
sonoil bim
una cosal in im>o, non iLn. esce Pres
lmente
reabo “iam
l’emozione di è fare
testa Questa un po” l'es meîliemehcon cartina geograf1
ca con le barriere, ma
è
va gestire una cultdra oÎ,e
Stu;iend:i. Le
cu no ch e vo le
tori non percepiscono il c£ore dziai che abbiamo avuto tutti. In m()}rp(, © va nella parriere le hamess e qu al atrimonio in
o. indi emerge il 25 l)‘ di vil-
, i %eni. modo totalizzante. racL zziale e monopolistic spQu
azio planetario a erîgeatt(
rivonorcta re PO aa ella bambina, e la bambina semeo(;' Casi al e di Ma uhan, come di un o
b'onos.ta…e. le attenzioni materiali | MON essere lagg io gl ob 0n dg- | eST
nella testa. ] bambini e le bani e, amicizia, la fratellanza e la relaîi e diventano
o
è ripetono ciò che i genitori in in: sin dai 2-3 anni comincian a e ‘1,ffe
rti\'e. va umani dove i valori del cuor l’
.
la cosa fondamentale
l’educazione somatica, dobbiaxfiî)bgîgg dL?…'î (r)e Nà?“‘educazionc eniî;lz?iloonn îi]1izz…e
sazioni fisiche, altrimenti va tutto nel ac ascoltare le emozioni
OnI es le sen-
a iesta. Una volta entrati
nell
bambino e la bambina restano a testa, i La natura del Buddha
famietta . Lorigi
glianto stru
o cicr:îdîcf:e?uen
stessde.o tturoati così anchee do ?nîs:ieit r'e nell
tand u sciti dalla
altr certe struttur estî cuore sono espressioni del cervello mam
mifero,
eioq‘ dd famiglia ma L’amicizia, la fratellanza e il
impartiti giudizi negativiè ole e collegi gestiti da reii e ritornare un po” più animali con sap evo li, con un
nti, e non solo verb ali, ieng ti ;i] i 9Ve vengono non di quello umano. È com non ha nno, ma con i valori di
base che
di vivere alla UaT d osta o, al piacere gli animali
- ] bambini che ricevono questo tipo di Sess tipo di consapevolezza che sono u niversali. Il Dharma
è la stessa
inconsci sia loro che noi con div idi amo , poiché
di condizionamento abb ian o un altro
dana nomollgrave della ]?)ro- Sitr(i)te[;î)‘oigenza dell’ess Non èc he gli animal i
lìui) )sotr erann o un ra, ugu ale per tutti.
tecnichd((
i ):hrt e possono aiut are Seeta unica legge di natu e per noi i nvece è ver o amo re: è la stessa
la testa e rientrare nelraziCOrp c sia un istinto
Dobbiamo innanzitutto capipire come aremsî a b i re‘dcn()tetî\.
o sono cuore, che per loro amare Zen se anche 1 cani
aves-
m a i dov uto onaiizzn
o chiese a un maestro
vita che ci anima. Un discepol tro rispose: “Bau!”.
s lha bb, …mo
tanto. Se riusciamo a uscire da qUeîto a…m…ol
S ema mentale uscendo per un , il maes
sero la natura del Buddha

308 309
Nei rettili di solito le «:umunicu{inni sono bzls;1[e su tre argon . dell’amM
ore, in modo che i figli v
. 1YÌSpemnon_ _
pravvivenza, territorio e Sesso. Nei n.u.mu'm'terl. e5i$t0n0 C0mîm'
, via
1p“. 0feranno
e ti ameranno;
. ]
se .
non ti amano
Sevivj e
‘ì.e… $ stai <h. ‘.…n ,……f _
estremamente più complesse, dove gli individui si aiutano, dove ; Sn.« g O pentale, perché, nel a natura delle cose j u
te dello stesso gruppo. La parte intellettuale si è sviluppata quanàl se…0n()& I12. pdame aneamente e tu ami UO fipli agliando
son . qu.}alchehe coo
a seguito dei cambiamenti ambientali che non permettevano 10r(?d? sci ‘“Imflm”
j.ti a ia 0 natura
$ Ont'lt
1 U o amore verrà “Joro SPontaneamente
ITà riflesso dalo » ° quindi
SPiNti sea sei amarI-
modo 1_<unmo‘-hanno dovuto IO i sttuali77are
1ntellctFydlnzz&re la]- l_oro Compfensio iVeremj e, g 0C e stai sbagliando qualche cosa! $ 0n t i s lanonclla
leg> nen i i ,
biente fino a sviluppare un cervello virtuale, per cui dOVCVanO pabili 11 ndamento divinoV1ino p piovut
a O d'all.alt'o, cambia. piutosi
petta
Ne deyp, h " MON appellartipro-a
fendersi senza le unghie. magari usando un bastone o Ìn"entando£dpll‘e co ‘…ì— u g(ìflài ensare. Non è possibile né utile imporre ai i. oStO Modo di
selce o di osso. né potevano più aggredire l’animale, perché lor h co tello : ptti 0 _ ndre”, è il contrario: sono il padre e Ja Mmadre gh lache regola “ !
boli. quindi dovevano creare una trappola. D0Y€Vano costruire leer. o più dd;
jre © rso un uso appropriato del bene, dell° energia è del\l' eVono far onora-
un mondo virtuale. e. come nel computer, sappiamo che le immae ‘fe altrave
no un’enorme memoria, un cervello molto più espanso, una meg…l ric CrearevÎ
amore,
- Si
veloce. Dobbiamo constatare tuttavia che questa mente si è svil nte 0
to pi;s e nte creativa
oltre i limiti concessi dalla natura, dalle leggi ecologiche e umaneu Ppata tr0p[;)l(l: a -
Non possiamo certo regredire al cervello mammifero, d0bbi;…à pbiamo comincia\re a utilizzare la
il cammino dell’evoluzione. sviluppare una coscienza £lobale che0 proSeg…re mente in mo, do
creativo, non
ideologico Ques in
tre cervelli e che offra nuove prospettive di consapevolezza per l’e armonizz,' î 0dol è giàpositaccad
neo corte.ccia in tomodo uto nelle scienze & nelle arti
e il pianeta. | SSsere uma ivo, creando delle
cose di estri rt/1. “bbiamo
ysato a oci che tutte le scien
L'’autocoscienza è quello stato i|.1 cui l’essere umano ze, le arti, le medicine originaria
Prende coscì ricordlIl pello, il buono, il vero memd z
stere. A questo proposito. noi sappiamo che alcuni animali danno Selen-za. i esi. erano i nomi di Dio: Satyam sfi?vm
rei)10 non è un'’entità n
coscienza: i primati e alcuni cetacexisono in fase di studio. Per quag… di auto. con la barba
su una nuvoletta: Dio èvl'int
am. anifesta attraverso quest eîz[\n ésîsîndaj
piamo fino a ora, gli animali inferiori a questi non danno segni rg° Ne sap_ i va}ori archetipici universali.
e si M omune è un archetipo Sentire i] sefisîrlizeî
scienza, ma solo di coscienza di sé. Come abbiamo precisato nel e 1a Utoco. che ti riporta a te, ti riporta al
pene cdella libertà, al
senso senso delì‘essé:re al
modello olistico unitario, il centro di questa coscienza di sé non è , ÎD1t del tuo corpo
, della sacralità, questa
010 sul
senso - troppo importante. È un vita È
cia, dove avviene il percorso che gli fa fare il giro, il centro è il talanî la.conec… grande mistero! Non so cos'è questa trofipo
pella, è dermela con amore e sottile sensibilit
esistenza
del sistema, è lo stesso cuore di tutti gli animali, esseri umani com O, 11.Cuore