Sei sulla pagina 1di 2

TEOCRITO

310 - 260 a.C.


Poesia ellenistica
• Esponente della poetica ellenistica:

- Contrario alle grandi dimensioni dell’opera

- Utilizza metafore per spiegare la sua poetica e le sue idee

- Scrive epilli in esametro e dialetto dorico

- Tante allusioni colte

• Apparentemente sembra una poesia facile (= progenitore di Virgilio, Bucoliche) 


• Anche lui come Callimaco lavora nel Museo e nella biblioteca del Bruchion ➜ nelle sue opere
infatti ci sono allusioni a Callimaco ed Apollonio Rodio

RIFERIMENT I BIOGRAFICI
• Tani riferimenti biogra ci all’interno delle sue opere ➜ SCOLII = commenti a margine del
testo da cui si ricavano riferimenti esterni della sua biogra a


• Nativo di Siracusa = origine siciliana ➜ nei suoi componimenti si riconoscono paesaggi della
Sicilia e della Magna Grecia 


• Prima metà del III sec. a.C.


• Riferimenti interni: Encomio a Filadelfo (Tolomeo) e riferimento a moglie e sorella Arsinoe (270
a.C. muore) MA nell’encomio è ancora viva ➜ anche Teocrito era vivo in quel periodo 


• Non si hanno più riferimenti dopo il 260 a.C.

PRODUZIONE POET ICA


• Fase maturità e maggiore creatività attorno al 280 - 270 a.C. 


• Apollonio Rodio probabilmente scrive le Argonautiche prima dei componimenti di Teocrito


poiché in quest’ultimo troviamo riferimenti 


• 31 carmi: idilli bucolici (➜ dialetto dorico + esametro), epilli, mimi, encomi, carmi eolici

IDILLO DELLA TALISIA N°7


• Alcuni ritengono che sia in realtà originario di Cos ➜ nel 7° IDILLIO PROGRAMMATICO è
ambientato a Cos, MA è un’occasione per lodare il poeta elegiaco Filita di Cos 


NB! A Cos c’era famosa scuola di poesia che probabilmente frequentò


• Contesto bucolico ➜ feste in onore di Demetra = protettrice del raccolto






fi

fi
TEOCRITO

• Contenuto dell’Idillo:


- Grandi proprietari terrieri organizzano queste feste dove si recano pastori (Simichida + 2
amici)

- Incontrano Licida, un capraio identi cato con Apollo, dio della poesia che viene invitato
a una gara di poesia bucolica

• Teocrito inventa il carmen bucolico 


• PRASSI POETICA = presenta e dimostra la sua capacità poetica. Nella gara poetica riesce ad
esprimere la sua poetica e le sue abilità 


• Esametro ➜ riesce a conciliarlo con il dorico = grande di coltà tecnica 


• Le gare di poesia bucolica esistevano anche nella realtà MA questo genere popolare lo fa
diventare letterario che diventa quindi un componimento poetico che viene pubblicato e a
cui applica modi che importanti 


• Investitura ➜ il capraio consegna a Simichida il bastone delle Muse 



(= come Callimaco riceve investitura da una Musa)


• Teocrito a erma anche lui di essere “una sonora bocca delle muse, anche di me dicono tutti
che sono un canto eccellente”


• INVESTITURA EX POST ➜ viene fatta quando il poeta è già famoso perché ci tiene a
dimostrare che lui è l’inventore di questo genere nuovo. Licida dice:


“Il mio bastone voglio donarti, perché sei un virgulto di Zeus tutto forgiato sulla verità” 

(cfr. Esiodo) 


• Metafora per esprimere il suo principio fondamentale della sua poesia:



“A me è fortemente odioso l'architetto che si sforzi di costruire una casa alta come la cima dell'Oromedonte, e
i pollastri delle Muse, quanti di fronte all'aedo di Chio stramazzano invano”

IDILLIO 1
• Camren triste ➜ Tirsi un pecoraio, celebra con un canto la morte di Dafni in cambio di un
vaso di legno ben intagliato 


• Descrizione dettagliata del vaso ➜ cfr. descrizione dettagliata degli oggetti nella poesia epica
come scudo di Anchille in Omero


• Dafni = capostipite dei pastori 


• Non viene spiegata la causa della sua morte ➜ probabilmente il pubblico elitario già conosce
il mito 


• CANTO FUNEBRE = frenoi in metro lirico che venivano fatti nella realtà. Canti popolari resi
letterari già dai lirici ➜ poi lui li trasforma in esametro
ff

fi
fi
ffi

Potrebbero piacerti anche