Sei sulla pagina 1di 6

NON RIMANDARE A DOMANI

#NUOVEIMPRESEATASSOZERO L’IMPRESA CHE PUOI FARE OGGI


OBIETTIVO A CHI SI RIVOLGE SETTORI COSA FINANZIA AGEVOLAZIONI TERRITORI
Sostegno allo start up di Imprese costituite in Produzione di beni nei Programmi d’investimento Mutuo Agevolato a tasso Tutto il territorio
micro e piccole imprese a forma societaria da non settori dell’industria, non superiori a zero, a copertura massima Nazionale.
prevalente partecipazione più di 12 mesi, comprese le dell’artigianato, della € 1.500.000 da realizzare del 75 % dell’investimento
giovanile e/o femminile. società cooperative, la cui trasformazione dei entro 24 mesi dalla data ammesso:
compagine societaria sia prodotti agricoli; di stipula del contratto restituzione in 8 anni a
composta, per oltre la di finanziamento. decorrere dall’erogazione
metà dei soci e delle Fornitura di servizi alle dell’ultima quota a saldo
imprese e alle persone; Spese ammissibili: del finanziamento
rispettive quote di
partecipazione, da giovani Commercio di beni e Suolo aziendale; concesso;
di età compresa tra i 18 ed servizi rate semestrali costanti
Fabbricati e opere
i 35 anni e/o da donne. murarie, comprese le posticipate, scadenti il 31
Turismo maggio e il 30 novembre di
Ristrutturazioni;
Le società costituende, ogni anno;
Attività della filiera Macchinari, Impianti e
formate da sole persone Il finanziamento agevolato
turistico-culturale, attrezzature;
fisiche, purché provvedano è assistito dalle garanzie
finalizzate alla Programmi e servizi
alla loro costituzione entro i previste dal codice civile
valorizzazione e alla informatici; Brevetti,
45 gg dalla comunicazione acquisibili nell’ambito
fruizione del patrimonio Licenze e Marchi; degli investimenti da
del provvedimento di
culturale, ambientale e realizzare o su beni di
ammissione. Formazione specialistica
paesaggistico, nonché al terzi, per un valore non
dei soci e dei dipendenti;
miglioramento dei servizi superiore all’importo del
per la ricettività e Consulenze specialistiche, finanziamento concesso.
l’accoglienza; studi di fattibilità
Apporto da parte dei soci
economico-finanziari,
di mezzi propri ovvero
Servizi per l’innovazione progettazione e direzione finanziamento esterno non
sociale. lavori, impatto ambientali. agevolato pari ad almeno il
25% dell’investimento
ammesso.

Invitalia è l’Agenzia Nazionale per l’Attrazione Via Calabria, 46 848 886 886 visita il sito:
degli Investimenti e lo Sviluppo d’Impresa SpA 00187 Roma info@invitalia.it www.invitalia.it
PON CULTURA E SVILUPPO 2014-2020
NUOVE IMPRESE DELL’INDUSTRIA CULTURALE

Obiettivo A chi si rivolge Attività ammesse Cosa finanzia Agevolazioni Territori


Sostegno alla nascita di Imprese costituite in Progetti imprenditoriali Programmi di Finanziamento Basilicata
micro, piccole e medie forma societaria da non che prevedono innovazione investimento di importo agevolato a tasso zero Calabria
imprese dell’industria oltre 36 mesi, comprese di processo, di prodotto o non superiore a (senza garanzie):
Campania
culturale. le cooperative. servizio, di organizzazione, € 400.000. fino al 40% della
di mercato nei seguenti spesa ammessa, con Puglia
Voci di spesa
Team di persone ambiti: restituzione in 8 anni Sicilia
ammissibili:
fisiche che intendono economia della oltre ad un anno di
avviare una impresa, conoscenza: Investimenti preammortamento
da costituzione della tecnologie abilitanti macchinari, impianti, per il periodo
società entro i 30 gg per la creazione, attrezzature e arredi di realizzazione
dalla comunicazione organizzazione, programmi informatici, dell’investimento
di ammissione alle archiviazione, brevetti, licenze e elevabile al 45%
agevolazioni. accessibilità di dati e marchi, certificazioni e in caso di impresa
informazioni legate know how a maggioranza
all’industria culturale Le spese devono essere femminile o giovanile o
economia della sostenute dopo la in possesso del rating
conservazione: presentazione della di legalità
modalità e processi domanda ed entro i Contributo a fondo
innovativi per le attività 12 mesi dalla data di perduto:
legate a restauro, stipula del contratto di fino al 40% della spesa
manutenzione finanziamento. ammessa, elevabile
e recupero del Spese di gestione al 45% in caso di
patrimonio culturale impresa a maggioranza
personale dipendente
economia della femminile o giovanile o
qualificato assunto
fruizione: innovazione in possesso del rating
dopo la presentazione
nella gestione di legalità.
della domanda
(classificazione,
servizi per tecnologie Le imprese beneficiarie
valorizzazione e
dell’informazione e dovranno apportare
diffusione) dell’offerta
della comunicazione risorse proprie pari
integrata dei beni
consulenze alla parte della spesa
culturali con il territorio
specialistiche esterne. ammissibile non coperta
economia
da agevolazioni.
della gestione:
ingegnerizzazione delle
attività di gestione di
beni e attività culturali.
PON CULTURA E SVILUPPO 2014-2020
NUOVE IMPRESE
DELL’INDUSTRIA CULTURALE

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE


La domanda deve contenere, oltre ai dati anagrafici e al profilo del proponente, il business
plan completo di:
descrizione dell’attività proposta
analisi del mercato e relative strategie
aspetti tecnico-produttivi ed organizzativi
aspetti economico finanziari
La domanda si presenta on line, sul portale di Invitalia (www.culturacreativa.beniculturali.it)
e deve essere firmata digitalmente.
Le domande saranno valutate secondo un ordine cronologico.
L’iter prevede l’esame dei requisiti formali di accesso e l’esame di merito.

EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI


L’erogazione delle agevolazioni avviene previa presentazione di SAL quietanzati (massimo 4),
di cui l’ultimo, a saldo, non può essere inferiore al 20% dei costi ammissibili.
È possibile richiedere l’erogazione di una prima quota di agevolazione a titolo di anticipazione.
L’anticipazione necessita di fideiussione bancaria o polizza assicurativa a favore di Invitalia.
N.B. è prevista la possibilità di presentare anche SAL con fatture non quietanzate sulla base
di un accordo tra ABI ed Invitalia.
PON CULTURA E SVILUPPO 2014-2020
IMPRESE DELL’INDUSTRIA CULTURALE E TURISTICA

Obiettivo A chi si rivolge Attività ammesse Cosa finanzia Agevolazioni Territori


Sostegno allo sviluppo Imprese costituite in Progetti Imprenditoriali Programmi Finanziamento Comuni inseriti
di micro, piccole e medie forma societaria da per: d’investimento di agevolato a tasso zero nell’elenco delle aree
imprese dell’industria non meno di 36 mesi, la fruizione turistica e importo non superiore a (senza garanzie): di attrazione culturale
culturale, turistica, comprese le cooperative. culturale dei territori €500.000. fino al 60% della delle Regioni:
creativa, dello spettacolo di riferimento degli Voci di spesa spesa ammessa, con Basilicata
e manifatturiero tipico attrattori ammissibili: restituzione in 8 anni Calabria
locale. la promozione e oltre ad un anno di
comunicazione per la Investimenti preammortamento Campania
valorizzazione delle macchinari, impianti e per il periodo Puglia
risorse culturali attrezzature di realizzazione
il recupero e programmi informatici, dell’investimento
valorizzazione di brevetti, licenze e elevabile al 65%
produzioni tipiche marchi, certificazioni e in caso di impresa
locali. know how a maggioranza
Le spese devono essere femminile o giovanile o
sostenute dopo la in possesso del rating
presentazione della di legalità.
domanda ed entro Contributo a fondo
12 mesi dalla data di perduto:
stipula del contratto di fino al 20% della spesa
finanziamento. ammessa, elevabile
Spese di gestione al 25% in caso di
personale dipendente impresa a maggioranza
qualificato assunto femminile o giovanile o
dopo la presentazione in possesso del rating
della domanda di legalità.
servizi per tecnologie Le imprese beneficiarie
dell’informazione e dovranno apportare
della comunicazione risorse proprie pari
consulenze alla parte della spesa
specialistiche esterne. ammissibile non coperta
da agevolazioni.
PON CULTURA E SVILUPPO 2014-2020
IMPRESE DELL’INDUSTRIA CULTURALE E
TURISTICA

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE


La domanda deve contenere, oltre ai dati anagrafici e al profilo del proponente, il business
plan completo di:
descrizione dell’attività proposta
analisi del mercato e relative strategie
aspetti tecnico-produttivi ed organizzativi
aspetti economico finanziari
La domanda si presenta on line, sul portale di Invitalia (www.culturacreativa.beniculturali.it)
e deve essere firmata digitalmente.
Le domande saranno valutate secondo un ordine cronologico.
L’iter prevede l’esame dei requisiti formali di accesso e l’esame di merito.

EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI


L’erogazione delle agevolazioni avviene previa presentazione di SAL quietanzati (massimo 4),
di cui l’ultimo, a saldo, non può essere inferiore al 20% dei costi ammissibili.
È possibile richiedere l’erogazione di una prima quota di agevolazione a titolo di anticipazione.
L’anticipazione necessita di fideiussione bancaria o polizza assicurativa a favore di Invitalia.
N.B. è prevista la possibilità di presentare anche SAL con fatture non quietanzate sulla base
di un accordo tra ABI ed Invitalia.